Sei sulla pagina 1di 504

Famiglia botanica

ARACEAE
Tesi di specializzazione
Dott.ssa Marina Boischio
Dott.ssa Luciana Dini
Genova, aa 2009 - 2010

ARACEAE
Il Mc Repertory ne riporta 12 :
calad/arum-t/arum-d/ictod/amor-r/arum-m/arumi/acor-c/arum-dru/calla/monst/arum-a.
CALADIUM
ARUM TRIPHYLLUM
ARUM DRACONTIUM
ICTODES FOETIDA
AMORPHOPHALLUS RIVIERI

ARUM MACULATUM
ARUM ITALICUM
ACORUS CALAMUS
ARUM DRACUNCULUS
ZANTEDESCHIA AETHIOPICA
MONSTERA PERTUSA
ARUM ARISARUM
DENOMINAZIONE E APPARTENENZA

Regno: Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae

La famiglia delle Araceae comprende circa 2000


specie ripartite in 106 generi:
Aglaodorum, Aglaonema, Alloschemone, Alocasia,
Ambrosina,
Amorphophallus,
Amydrium,
Anadendrum,
Anaphyllopsis, Anaphyllum, Anchomanes, Anthurium,
Anubias, Aridarum, Ariopsis, Arisaema, Arisarum,
Arophyton, Arum, Asterostigma, Biarum, Bognera,
Bucephalandra, Caladium, Calla, Callopsis,
Carlephyton, Cercestis, Chlorospatha, Colletogyne,
Colocasia, Cryptocoryne, Culcasia, Cyrtosperma,
Dieffenbachia,
Dracontioides,
Dracontium,
Dracunculus,
Eminium,
Epipremnum,
Filarum,
Furtodoa,
Gearum, Gonatanthus, Gonatopus, Gorgonidium,
Gymnostachys, Hapaline, Helicodiceros,
Heteroaridarum,
Heteropsis,
Holochlamys,
Homalomena, Hottarum, Jasarum, Lagenandra, Lasia,
Lasimorpha,
Lysichiton,
Mangonia,
Monstera,
Montrichardia, Nephthytis, Orontium, Pedicellarum,
Peltandra,
Philodendron,
Phymatarum,
Pinellia,
Piptospatha, Pistia, Podolasia, Pothoidium, Pothos,
Protarum,
Pseudodracontium,
Pseudohydrosme,
Pycnospatha,
Remusatia,
Raphidophora,
Rhodospatha,

Sauromatum,
Scaphispatha,
Schismatoglottis,
Scindapsus,
Spathantheum,
Spathicarpa,
Spathiphyllum,
Stenospermation,
Steudnera,
Stylochaeton,
Symplocarpus,
Synandrospadix,
Syngonium,
Taccarum,
Theriophonum, Typhonium, Typhonodorum, Ulearum,
Urospatha, Urospathella, Xanthosoma,
Zamioculcas, Zantedeschia, Zomicarpa, Zomicarpella,
Lemna, Spirodela, Wolffia, Wolffiella, Wolffiopsis

Il 92% di queste piante cresce nelle zone tropicali


favorito dal caldo umido con forme caratteristiche
da zona a zona.
La famiglia comprende specie ambientate un po in
tutto il mondo, anche in Italia (Arum italicum)

DESCRIZIONE
Sono piante erbacee perenni formate da rizomi o
tuberi che passano direttamente nellinfiorescenza
trattandosi di piante radicali o piante di terra e da
una parte rampicante o epifite con foglie semplici e
fusti lunghissimi.
Le loro foglie spesso venate, suddivise, pennate,
molto grosse e dal lungo stelo sono sovente
maculate; hanno le lamine inferiori di colore rosso. Le
specie che si ergono verso lalto amano la luce
ombreggiata, attenuata lo testimoniano le specie di
filodendro che crescono bene persino nei nostri locali
poveri di luce.
Le foglie possono variare considerevolmente da
specie a specie:sono alternate, semplici, composte e
solitamente con un rivestimento alla base.
Una velenosa asprezza le pervade, i fiori quasi non si
svincolano dalla regione delle radici. Se riescono a
sollevarsi,ci avviene a fatica, arrampicandosi con
radici a ventosa e protendendo radici aeree verso
terra. I fiori aprono fauci maculate oscure ad attirare,
con odori di putrefazione, non le api in cerca di
nettare, bens i calliforidi, costringendoli a svolgere il
servizio di impollinazione con trappole ed astuzie(dal

Pelikan). I fiori sono ermafroditi o unisessuali con o


senza perianzio, riuniti in infiorescenza semplice a
spiga con asse carnoso ( spadice ) avvolta alla base
da una brattea ( spata ) che una foglia, spesso
colorata. Il frutto una bacca.
GENERALITA
E una famiglia che possiede un triplice meccanismo
per intrappolare gli insetti impollinatori. La grande
spata ripiegata in se stessa per formare una specie
di borsa finale che agisce come una bandiera
segnaletica.
Lodore putrido, che molte Araceae spargono,
informa gli insetti sullofferta di cibo. Gli insetti
avvertono lodore da lunghe distanze (per questa
relazione, il sintomo odore dolciastro di sudore che
attrae le moschedi Caladium, diventa persino pi
interessante).
Le Araceae hanno una relazione con il calore. Molte
specie contengono sostanze brucianti, dal sapore
acuto che irritano le mucose di bocca, stomaco e
intestino.
Una caratteristica tipica delle Araceae, cosa che la
famiglia condivide con le ninfee tropicali, che
linfiorescenza usa la radiazione solare in primavera
per innalzare la temperatura dello spadice e fare

aumentare la temperatura dellaria nellambiente.


Questa differenza di temperatura pu aumentare
improvvisamente e offrire un bel rifugio nelle
primavere fredde a molti moscerini e mosche.
Questo a vantaggio della pianta, perch, grazie ad
un ingegnoso meccanismo che impedisce subito la
fuga, i visitatori riguadagnano la libert solo quando
hanno provveduto ad impollinare la pianta stessa.
Infatti molte piante di questa famiglia sono
termogeniche ( producenti calore). I loro fiori
possono raggiungere i 45Celsius quando la
circostante temperatura dellaria molto pi bassa.
La spiegazione di questa non comune alta
temperatura data dal fatto che, in questo modo, le
piante attraggono gli insetti (solitamente coleotteri,
scarafaggi) per impollinarle ricompensando gli insetti
con alta energia.
Unaltra ragione prevenire il danno tissutale in
regioni fredde (Symplocarpus foetidus)
Il calore prodotto dalla pianta aiuta a trasportare il
profumo pi lontano.
Il liscio e scivoloso interno della spata impedisce alle
mosche e ai coleotteri di vagare attraverso le zone
della pianta sprovviste di polline.

COSTITUENTI
I costituenti velenosi di queste piante, comunque,
sono distrutti dalla cottura e cos alcuni dei rizomi e
dei tuberi di alcune specie di Araceae sono usate
come alimento.
Alcune piante contengono un succo acquosolattiginoso (latice) e rafidi (cristalli di ossalato di
calcio) che appaiono sotto forma di aghi. Per le
piante sono una difesa contro il consumo alimentare.
Qual il motivo che fa s che allinterno delle piante si
possano trovare simili formazioni? Esistono varie
teorie a giustificazione della presenza di questi
cristalli inclusi allinterno delle cellule.
Si ritiene, ad esempio, che le piante quando si
trovano di fronte ad un eccesso di acido ossalico
possano ovviare al problema facendolo precipitare
come sale di calcio insolubile.
Altri ritengono, invece, che questo fenomeno sia un
meccanismo di difesa posto in essere dalle piante per
proteggersi da un eccesso di ioni calcio liberi e
regolare lequilibrio di questo importante ione.

TOSSICITA

I cristalli di ossalato di calcio possono causare


irritazione orale, salivazione eccessiva, vomito,
difficolt di deglutizione, bruciore ed irritazione di
bocca, labbra e lingua in caso di ingestione.
ALTRI USI
La famiglia ha una notevole importanza economica
perch le specie commestibili dei generi Calocasio,
Xantrosoma, Alocasia, Calla e Cyrtosperma sono
coltivate nelle regioni tropicali e sub tropicali dove i
loro corni tuberosi, rigonfi di amido, rappresentano
una fonte di sostentamento.
MITI E LEGGENDE
Secondo una leggenda popolare, Giosu e Caleb
volendo dimostrare a Mos la effettiva fertilit della
terra promessa, avrebbero piantato lo scettro di
Aronne fra le zolle; il legno si sarebbe
immediatamente coperto di germogli formando una
pianta, chiamata con il diminutivo diAro.
Le bacche dei nostri Arum sono velenose e possono
anche rivelarsi mortali, soprattutto se ingerite da
bambini; questa negativit indusse negromanti e
fattucchiere ad includerlo fra le piante indispensabili
per distillare misteriosi intrugli da usare nei riti

satanici.
Sembra che al rizoma di un Arum sia dovuta la
salvezza dellesercito di Giulio Cesare rimasto privo di
qualsiasi tipo di rancio durante una delle tante
campagne del condottiero; infatti, nel libro III di De
Bello Civili Cesare parla di una radice chiamata
Chara molto abbondante nei dintorni del Castrum
che admixtum lacte, multum inopiam levabat.
Nei suoi scritti morfologici Goethe narra che un
botanico dei suoi tempi scambi un rizoma del
genere, inviatogli dallAsia meridionale, per una nuova
specie di fungo. A questa stregua si evidenzia
appunto che le Aracee non sono creature della luce
pura, ma che sono state generate
da luce e tenebre, in contrasto tra di loro dal
Pelikan.
Quanto suesposto verr ripreso in un paragrafo
successivo (vedi Arum Maculatum).

ARUM
Arum un genere di piante Angiosperme della
famiglia delle Araceae note col nome vernacolo di
gigaro. Il genere comprende circa 25 specie di cui 4
presenti in Italia:
Arum maculatum, Arum italicum, Arum lucanum,
Arum pictum.
Descrizione
Sono piante erbacee, perenni, dotate di rizoma di
altezza variabile tra 20 e 60 cm. Le foglie sono intere
oblungo-ovate e cordate, oppure saggitato-astate
con lungo peduncolo inguainante alla base. I fiori sono
piccoli, gli uni appressati agli altri, portati in
infiorescenze denominate spate che possono essere
bianche o variamente colorate.
I fiori femminili sono riuniti in un glomerulo basale,
mentre quelli maschili sono situati pi in alto e spesso
sono a loro volta seguiti da un glomerulo di fiori
sterili.
I frutti sono delle bacche portate in grappolo di
colore arancio o rosso vivo.
Molti Arum hanno una impollinazione entomofila e
attirano gli insetti pronubi grazie allemissione di
odori forti e sgradevoli. Poche specie (es.Arum

balansanum, Arum creticum e Arum gratum)


emanano invece un gradevole profumo.
Le specie appartenenti al genere Arum sono
velenose: la pianta contiene cristalli insolubili di
ossalato di calcio che hanno un effetto caustico.
Distribuzione
Il genere nativo dellEuropa, dellAfrica del Nord,
dellAsia occidentale. La maggiore diversit di specie
si trova nella regione mediterranea.
Il nome scientifico del genere, composto da una
quindicina di specie in prevalenza mediterranee,
deriva dal vocabolo greco aron (calore) perch , al
momento della fioritura, lo spadice aumenta la sua
temperatura di quattro-cinque gradi rispetto
allatmosfera circostante.
Infatti, linfiorescenza degli Arum, allo scopo di
attirare gli insetti, emette un forte odore di sostanza
organica in decomposizione: una sorta di spray
favorito nella sua diffusione dal lieve calore emanato.

Appena entrati nella spata gli insetti rimangono


intrappolati dai peli riflessi e, nel tentativo di
recuperare la libert, si spostano incessantemente
raccogliendo e distribuendo il polline dappertutto;
molti muoiono nellimpresa mentre altri, i pi
fortunati e resistenti, riescono a liberarsi quando la
spata avvizzisce per lavvenuta fecondazione.
Anche nel caso degli Arum spuntano altre
interpretazioni etimologiche, come quella di una
derivazione dallantico termine riservato dagli egiziani
ad una pianta commestibile, dallaspetto molto
familiare (Arum esculentum).

AMORPHOPHALLUS KONJAC
DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Regno: Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae
Genere: Arum
Specie: Amorphophallus konjac
Provenienza: Indocina
Sinonimi: Amorphophallus rivieri, Hydrosme rivieri
Devils Toungue, Leopard Palm, Umbrella Arum,
Snake Palm
Amorphophallus significa fallo informe.
Questa specie di piante erbacee perenni fa parte della
famiglia ben nota delle Aracee a cui appartengono

per esempio anche la calla e la pianta spontanea


italiana Arum italicum.
Il genere Amorphophallus costituito da circa 200
specie provenienti dallAsia e dallAfrica tropicale,
alcune delle quali rientrano tra le pi spettacolari
piante con fiore.
La specie Amorphophallus konjac senza dubbio pi
piccola del grande Amorphophallus titanum, ma non
da
meno
per
laspetto
quasi
sinistro
dellinfiorescenza, gi suggerito dal suo stesso nome.
La pianta si sviluppa da un tubero che ha la forma di
una mela gigantesca e pu raggiungere parecchi chili
di peso. Questo funge da organo di deposito
(immagazzinamento) sotterraneo.
Dal suo centro emerge in primavera uninfiorescenza
alta anche pi di un metro e mezzo che impiega
qualche settimana per svilupparsi completamente: su
uno stelo del diametro di tre quattro centimetri si
innesta uno spatice dello stesso diametro, costellato
alla base da tantissimi minuscoli fiori, non
appariscenti, avvolto da una spata che si allarga a
forma di cono nel giro di pochi giorni, di colore e di
consistenza somiglianti molto alla carne cruda. Del
tutto appropriato anche lodore di questo fiore:
un forte olezzo di carne in putrefazione, con il quale
la pianta attira gli insetti che impollinano i piccoli fiori.
Altro particolare senzaltro interessante, perch

inusuale, che linfiorescenza emerge dal tubero


senza che questo si possa rifornire di acqua e di
sostanze nutrienti dal terreno, perch in questa fase
ancora privo di radici.
Una volta appassito il fiore, dallo stesso punto
emerger ununica foglia: allapice del picciolo lungo
pi di un metro e di colore verde screziato di marrone
si aprir ununica foglia frastagliata che nel mondo
anglosassone ha fatto conferire alla pianta il nome di
snake palm.
I tuberi di molte specie di Amorphophallus vengono
mangiati nei loro paesi di origine, ma solo dopo
accurata cottura, perch altrimenti sono tossici.
La parte essiccata della pianta contiene il 40% di
glucomannano ed inoltre contiene acqua, proteine,
carboidrati, lipidi, sodio, potassio, magnesio, ferro,
fosforo, rame, zinco, vitamina A, vitamina E, vitamina
D, vitamina B1, vitamina B6, vitamina B12, vitamina
C, pantotenato, niacina, acidi grassi, acido folico e
fibre alimentari.
Il glucomannano una fibra vegetale solubile in acqua
derivata dalla radice di Konjac (Amorphophallus
Konjac). Lestratto di glucomannano si presenta
come una polvere granulosa che rigonfia gelificando
in acqua assorbendone fino a 60 volte il suo peso.
Il glucomannano un polisaccaride ad alto peso
molecolare costituito soprattutto da glucosio e

mannosio. Ha il pi alto peso molecolare e la pi forte


viscosit fra tutte le fibre dietetiche conosciute.
Tale caratteristica conferisce al glucomannano un
duplice effetto: da un lato attenua il senso di fame e
dallaltro riduce lassorbimento di grassi e zuccheri,
che vengono intrappolati nella massa soffice e
viscosa che si forma a livello intestinale.
Rallentando lassorbimento di questi ultimi il
glucomannano assume una certa rilevanza nelle diete.
La sua capacit di gonfiarsi mescolato con lacqua
permette di riempire lo stomaco.
Si muove anche attraverso il sistema digestivo molto
lentamente e permette di sentirsi soddisfatti per un
periodo di tempo pi lungo. Questo importante per
lobesit e anche nella alimentazione del diabetico in
quanto impedisce un rapido innalzamento della
glicemia.
Anche chi soffre nel metabolismo lipidico (colesterolo
alto) pu beneficiare degli integratori a base di
glucomannano.
Infine, grazie alla sua azione igienizzante e
regolatrice, il glucomannano indicato in corso di
ridotto apporto dietetico di fibre ed aiuta a risolvere i
problemi di stitichezza.

USO POPOLARE

Il Konjac stato utilizzato in Asia per secoli nella


preparazione di alimenti tradizionali quali ad esempio
le tagliatelle e il tofu.
Sin dal 400 d.C. la radice stata usata nella
tradizione dietetica giapponese.
Attualmente il glucomannano utilizzato nella cucina
vegetariana e nei prodotti alimentari gelificati
termostabili. Viene quindi usato nellindustria
alimentare
come
gelificatore,
addensatore,
emulsionante, stabilizzatore e fonte solubile di fibra.
Inoltre si trova in molti prodotti da forno, bevande,
pastelle per impanare, caramelle, condimenti
dellinsalata, minestre, sughi e molti altri prodotti
confezionati e congelati.
La medicina popolare indica il glucomannano come
una sostanza utile nel trattamento di colesterolo,
diabete, obesit, costipazione e patologie tipo la
colite.
E anche usato come conservante alimentare e come
inspessente di prodotti farmaceutici.
In cosmesi viene utilizzato per vari prodotti di
bellezza.
E utilizzato come trattamento nelle ferite, come uno
strato protettivo che non irrita la pelle.

OMEOPATIA
JULIAN NEW

GENERALITA
Inquietudine
generale,
estrema
stanchezza.
Sensazione di esaurimento, apatia.
Sensazione di bruciore degli orifizi e in gola, con
insensibilit delle estremit.
Inquietudine indefinibile con la sensazione di essere
malato.
KEYNOTES
Disagio generale con estrema stanchezza.
Complaints gastrici e intestinali con diarrea che
stanca.
Complaints genitali femminili con mestruazioni
dolorose e difficili e leucorrea purulenta.

MENTALE
Esausto, totale indifferenza e apatia
Ansiet e febbre.
Stato di semiincoscienza, non reattivo

BOCCA
Sete intensa, nausea, specialmente
migliorato dal nutrimento.
Nausea alla vista del cibo.

al

risveglio,

GENITALI FEMMINILI
Sensazione di bruciore nei genitali femminili.
Sensazione di bruciore nella vagina e cervice.
Mestruazioni dolorose, con dolore al sacro e nella
regione lombare, sensazione di stanchezza e flusso
di sangue nero.
Mestruazioni prolungate, con sangue decomposto,
verdastro e irritante.
Leucorrea fetida con un aspetto purulento e
verdastro.
Leucorrea irritante, con secrezione di pus.
Salpingite acuta e cronica.
Infiammazione della vulva. Infiammazione delle
ghiandole del Bartolini.
Metriti. Metriti decidue (prima della menopausa,
caratterizzate
da
profuse
mestruazioni
e
metrorragia).
Cancro dellutero.

SISTEMA NERVOSO CENTRALE


Persistente mal di testa frontale.
Mal di testa periodico, ogni otto giorni.
Vertigini leggere, specialmente quando cammina;
sensazione di camminare tortuosamente
(di sghembo)
Vista debole.

MIGLIORAMENTO
Migliorato dal nutrimento.
STOMACO ED ADDOME
Bruciore dello stomaco, che causa grande discomfort.
Pesantezza di stomaco quando mangia, che
scompare dopo 3 o 4 ore.
Discomfort durante la siesta. Non pu bere bevande
alcooliche.
Acidit dopo avere introdotto cibo nello stomaco.
Feci normali o diarrea, colorata di caff, preceduta da
dolori addominali.
Diarrea ogni due ore, con tenesmo, fatica e
stanchezza. Brontolio intestinale.
Feci fetide, colorate nero-caff ed escorianti.

MURPHY III
RELATIONS
Comparare con 1) ARSENICUM Prostrazione, vomito
violento dopo avere bevuto, diarrea con
bruciore, feci nere, escoriazione attorno allano.

Mestruazioni dolorose con sangue


nero e bruciante, putrido, leucorrea corrosiva.
2) VERATRUM Prostrazione e sensazione di
freddo,vomito e diarrea,mestruazioni
dolorose
3) CAMPHORA Stato di collasso, sensazione di crack
generale , il corpo pu
essere freddissimo.
CLINICA
Cancro uterino, colera, dismenorrea, mal di testa,
colera infantile, leucorrea, menopausa, metrite,
febbre tifoide.

MIND; ANXIETY; fear, with (K6, SI-76, G5) (124)


MIND; DULLNESS, sluggishness, difficulty of thinking
and comprehending (K37, SI-416, G29)
MIND; ANXIETY (K4, SI-54, G3)
MIND; INDIFFERENCE, apathy (K54, SI-609, G43)
MIND; UNCONSCIOUSNESS, coma (K89, SI-1032,
G71)
MIND; UNCONSCIOUSNESS, coma; semi-consciousness
(SI-1047)
FEMALE; CANCER (Erosion) (Tumors) (113) *
FEMALE; CANCER; Uterus (K715, G610) (Tumors;

Uterus) (110) *
FEMALE; INFLAMMATION (K719, G613) (212) *
FEMALE; INFLAMMATION; Ovaries (K719, G613) (85)
*
FEMALE; INFLAMMATION; Ovaries; tubes, fallopian,
salpingitis (25) *
FEMALE; INFLAMMATION; Vagina (K719, G613) (55)
*
FEMALE; INFLAMMATION; Vagina; bartholins gland
(13) *
FEMALE; LEUCORRHEA; acrid, excoriating (K721, SIII477, G614)
FEMALE; LEUCORRHEA; greenish (K722, SIII-490,
G615) (40) *
FEMALE; LEUCORRHEA; offensive (K722, SIII-498,
G616) (100) *
FEMALE; LEUCORRHEA; purulent (K722, SIII-501,
G616) (62) *
FEMALE; LEUCORRHEA; thick (K723, SIII-504, G616)
(81) *

FEMALE; MENSES; acrid, excoriating (K724, SIII-524,


G617)
FEMALE; MENSES; lochia, like (SIII-551) (1) *
FEMALE; MENSES; painful, dysmenorrhea (K727, SIII555, G619)
FEMALE; MENSES; profuse (K725, SIII-530, G618)
(314) *
FEMALE; MENSES; profuse; menopause; before
(K725, SIII-535, G618) (23) *
FEMALE; MENSES; protracted, prolonged (K728, SIII560, G620)
FEMALE; METRORRHAGIA; General (K729, SIII-547,
SIII-577, G621
FEMALE; METRORRHAGIA; General; climacteric period;
in (K730, SIII-588, G621) (60) *
GENERALITIES; EATING; after; amel. (K1357, SII-168,
G1120) (119) *
GENERALITIES; LIE down; inclination to (K1371, SII347, G1130)
GENERALITIES; PAIN; burning; internally (K1379, SII415, G1137) (209) *
GENERALITIES; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity (K1413, SII-693, G1165)

Se esaminiamo con un grafico gli apparati pi

rappresentati per questo rimedio avremo:

Vediamo una netta prevalenza dellapparato genitale


femminile con patologie infiammatorie
e degenerative fino ad arrivare al cancro.

Tra le sensazioni prevalgono il bruciore e la dolenzia:

ARUM DRACONTIUM

DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Regno: Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae
Genere: Arum
Specie: Arisaema dracontium
E anche chiamato Arisaema Dracontium, Green
Dragon o Dragon Root.
Cresce nel Nord America, dal Quebec alla Florida, dal
Nebraska al Texas.
Il drago verde ha soltanto una foglia; tuttavia il
gambo della foglia si biforca in modo da sembrare
due foglie separate, ciascuna divisa in 5-15 foglioline
diseguali che sono disposte in modo palmato (come il
palmo della mano curvato verso lalto) sulla punta
dello stelo che si biforca e che talvolta lungo 0.5
mt. Il peduncolo diviso tenuto fermo dallunico fiore
perenne.
Uno spadice verdastro, lungo e capovolto (la lingua
del drago) che sporge parecchi centimetri oltre una

stretta spata verde. E un cilindro stretto, verdastro,


a forma di cappuccio con una lingua lunga puntata
verso lalto.
Ci sono numerosi fiori molto piccoli ammucchiati sul
gambo del fiore, la parte inferiore del quale
racchiusa allinterno del gambo foglia.
I fiori, bianchi, sono molto piccoli, senza petali o
sepali, sono decidui e sono impollinati dalle mosche.
Seguono poi le bacche rosso-arancioni che diventano
visibili da met a fine estate mentre lo spadice
appassisce.
Richiede un terreno bagnato, vicino allacqua.

Usi terapeutici
La radice secca e invecchiata stata utilizzata dai
pellerossa del Nord America nel trattamento dei
disordini femminili
La pianta stata masticata nel trattamento
dellasma.
Altri usi
E usato da un punto di vista alimentare essendo la
radice commestibile dopo cottura.
Tossicit
Sono tossiche tutte le parti e la radice contiene

cristalli di ossalato di calcio che, se ingeriti,


distruggono le cellule e causano una sensazione di
estremo
bruciore
causando
irritazione
e
rigonfiamento delle labbra, della lingua e della gola.

OMEOPATIA
REPERTORIO DI ZANDVOORT
MIND; BUOYANCY (SI-117) (8) *
MIND; EXHILARATION (K41, SI-462, G33) (124) *
MIND;
RESTLESSNESS,
nervousness;
tendency;
midnight; after (K73, SI-841, G58) (48) *
MIND;
SADNESS,
despondency,
depression,
melancholy (K75, SI-864, G60) (549) *
HEAD; HEAVINESS; Occiput (K127, G106) (115) *
HEAD PAIN; GENERAL; morning; agg.; waking, and on
(K133, G111) (122) *
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Forehead; eyes; above
(K159, G132) (284) *
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Occiput (K161, G134)
(348) *
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Sides; one-sided (K166,
G138) (254) *
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Temples (K168, G140)

(352) *
HEAD PAIN; DULL (K185, G154) (General) (239) *
HEAD PAIN; NEURALGIC; Occiput (G136) (24) *
HEAD PAIN; NEURALGIC; Temples (53) *
HEAD PAIN; SHOOTING; Temples (K203, G169) (71)
*
EYE; PAIN; burning, smarting, biting; lids; margins
(K254, G214) (67) *
EYE; STIFFNESS of; lids (G224) (21) *
EAR; FULLNESS, sensation of; swallowing, from
(K290, G244) (2) *
EAR; HEAT; swallowing, from (K290, G245) (1) *
EAR; PAIN; General; behind ear; right (K307, G257)
(4) *
EAR; PAIN; stitching (K313, G262) (228) *
NOSE; ERUPTIONS, inside; papular (2) *
FACE; ERUPTIONS; General; nose (K366, G308) (142)
*
FACE; ERUPTIONS; pimples; nose (K370, G312) (74)
*
MOUTH; APHTHAE; Tongue (K397, G337) (42) *
MOUTH; MUCUS, slime; Tongue, collection of, on
(K408, G346) (Coated; Tongue) (Sticky) (92)
MOUTH; SALIVA; purulent (13) *

MOUTH; SALIVATION (K417, G354) (334) *


MOUTH; ULCERS (K428, G363) (173) *
MOUTH; ULCERS; Tongue (K429, G364) (92) *
TASTE; BAD; morning (K422, G358) (42) *
TASTE; BITTER; morning; waking, on (K422, G358)
(15) *
TASTE; METALLIC (K424, G360) (Brassy) (Coppery)
(Iron) (MOUTH; Saliva; metallic tasting)

(127) *
TASTE; PUTRID, foul (K425, G361) (Bad) (Offensive)
(124) *
TASTE; REPULSIVE (Offensive) (83) *
THROAT; SWALLOW, constant disposition to; mucus,
from thick (K467, G397); (7) *
THROAT; CATARRH; chronic (4) *
THROAT; PAIN; rawness (K462, G392) (sore,
bruised) (Excoriation) (161) *
THROAT; SCRAPING (K466, G396) (173) *
STOMACH; ERUCTATIONS; empty (K493, G420)
(large quantities of wind) (253) *
STOMACH; ERUCTATIONS; medicine, tasting of the
(5) *
STOMACH; PAIN; General (K511, G435) (375) *
ABDOMEN; FLATULENCE; obstructed (K548, G467

(139) *
ABDOMEN; FLATULENCE; stool; during (K548, G467)
(29) *
ABDOMEN; NOISES; rumbling; diarrhea; during (3) *
ABDOMEN; NOISES; rumbling; flatus passing; agg.;
during (4) *
ABDOMEN; PAIN; General; stool; agg.; during (K560,
G477) (diarrhea; during, colic) (127) *
RECTUM; DIARRHEA; noisy (3) *
RECTUM; FLATUS; stool; during (K618, G529) (95) *
RECTUM; PAIN; General; stool; agg.; before (K624,
G533) (41) *
RECTUM; PAIN; General; stool; agg.; during (K624,
G533) (143) *
RECTUM; PAIN; burning; stool; agg.; during (K626,
G535) (122) *
STOOL; BILIOUS (K635, G543) (Mucous; green) (77)
*
STOOL; PROFUSE (K636, G544) (Large) (174) *
STOOL; SOFT (K641, G548) (233) *
KIDNEYS; PAIN; burning (K664, G568) (51) *
URETHRA; PAIN; burning; urination; agg.; during
(K675, G577) (169) *
URETHRA; PAIN; burning; meatus; urination; during
(K675, G578) (29) *
URETHRA; PAIN; soreness; meatus (K677, G579)
(12) *

MALE; ERECTIONS, troublesome; wanting, impotency


(K696, SIII-406, G595) (192) *
MALE; FLACCIDITY; Penis (K698, G597 (28) *
MALE; ITCHING; Scrotum (K701, G599) (109) **
MALE; ITCHING; Scrotum; chronic (1) *
MALE; PAIN; General; spermatic cords; left (K702,
G600) (12) *
MALE; PAIN; stitching; spermatic cords; fine; left (1)
*
MALE; SEXUAL; desire; diminished (K711, SIII-433,
G607) (159) *
MALE; SEXUAL; desire; wanting (K693, K711, SIII432, SIII-447, G607) (150) *
LARYNX & TRACHEA; INFLAMMATION; Larynx;
chronic, catarrhal (69) *
LARYNX & TRACHEA; INFLAMMATION; Larynx;
follicular (9) *
LARYNX & TRACHEA; IRRITATION in air passages;
Larynx (K749, G637) (155) *
LARYNX & TRACHEA; LARYNGISMUS stridulus;
midnight; two am., until (1) *
LARYNX & TRACHEA; MUCUS in the air passages;
Larynx (K751, G638) (128) *
LARYNX & TRACHEA; PAIN; soreness; larynx (K754,
G641) (99) **

LARYNX & TRACHEA; RATTLING; Larynx (K755,


G642) (24) *
SPEECH & VOICE; VOICE; hoarseness; chronic (29) *
SPEECH & VOICE; VOICE; hoarseness; overuse of the
voice (K760, G646) (32) *
SPEECH & VOICE; VOICE; lost (K760, G646) (Speech;
wanting) (166) *
RESPIRATION; ASTHMATIC (K763, G650) (348) *
RESPIRATION; ASTHMATIC; night (K764, G650) (50)
*
RESPIRATION; DIFFICULT (K767, G652) (Asthmatic)
(Impeded, obstructed) (420) *
RESPIRATION; RATTLING; expiring, when (K775,
G659) (3) *
COUGH; NIGHT; agg. (K780, G663) (199) **
COUGH; MIDNIGHT; agg.; after (K781, G663) (73) *
COUGH; ASTHMATIC (K782, G664) (127) *
COUGH; BREATHING; deep; agg. (K783, G665) (81) *
COUGH; CATARRH, with (47) *
COUGH; CHRONIC (41) *
COUGH; LARYNGEAL (50) *
COUGH; LOOSE; night; lying (K796, G674) (1) *
COUGH; LYING; agg.; night (K796, G675) (38) *
COUGH; RATTLING (K801, G678) (83) *
COUGH; SLEEP; during (K804, G680) (42) *
COUGH; VIOLENT (K809, G685) (129) *

EXPECTORATION; COLOR; white (K820, G693) (118)


*
EXPECTORATION; COLOR; yellow (K821, G694) (171)
*
EXPECTORATION; PROFUSE (K814, G689) (165) *
EXPECTORATION; PURULENT (K817, G691) (137) *
CHEST; PAIN; aching (K851, G717) (158) *
BACK; PAIN; aching; dorsal region; scapulae; between
(K915, G768) (39) *
BACK; PAIN; aching; lumbar region; menses; before
(K917, G769) (6) *
BACK; PAIN; aching; sacrum; spine, along (1) *
BACK; WEAKNESS, tired feeling in spine (K950,
G796) () (Pain; lameness) (215) *
EXTREMITIES; ERUPTIONS; urticaria; upper arm, right
(1) *
EXTREMITIES; HEAT; Hand; right (G843) (8) *
EXTREMITIES; ITCHING; Fingers (K1023, G854) (117)
*
EXTREMITIES; STIFFNESS; Hand; right (1) *
EXTREMITIES; SWELLING; Hand (K1197, G990) (163)
*
EXTREMITIES; TINGLING, prickling; Hand; right
(K1208, G998) (2) *
EXTREMITIES; TINGLING, prickling; Fingers (K1208,
G998) (90) *
EXTREMITIES; TINGLING, prickling; Foot (K1209,

G999) (93) *
EXTREMITIES; TINGLING, prickling; Toes (K1210,
G1000) (34) *
EXTREMITY PAIN; UPPER LIMBS; Upper arm; bone
(K1055, G878) (51) *
EXTREMITY PAIN; UPPER LIMBS; Hand; ulnar side of
(K1060, G881) (5) *
EXTREMITY PAIN; ACHING; Upper Limbs (K1083,
G899) (91) *
EXTREMITY PAIN; ACHING; Shoulder; right (4) *
EXTREMITY PAIN; ACHING; Upper Arm; bone; humerus
(10) *
EXTREMITY PAIN; ACHING; Forearm; left (K1084,
G900) (3) *
EXTREMITY PAIN; ACHING; Hand; left (1) *
EXTREMITY PAIN; ACHING; Foot; left, along outer
aspect (1) *
EXTREMITY PAIN; BURNING; Foot; sole (K1097,
G909) (116) *

EXTREMITY PAIN; SHOOTING; Joints; small joints (4) *


EXTREMITY PAIN; SHOOTING; Fingers; first, thumb
(K1124, G932) (7) *
EXTREMITY PAIN; SHOOTING; Thigh; right (1) *
EXTREMITY PAIN; SHOOTING; Ankle; malleolus, right,
external (1) *
EXTREMITY PAIN; STITCHING; Foot (K1152, G954)
(176) *
SLEEP; DEEP; midnight; until (1) *
SLEEP; RESTLESS; midnight; after (K1247, SIII-71,
G1029) (42) *
SLEEP; WAKING; midnight; about (K1255, SIII-190,
G1036) (44) *
SKIN; ERUPTIONS; papular (K1315, G1084) (54) *
SKIN; ERUPTIONS; urticaria (K1321, G1089) (212) *
SKIN; ITCHING; chronic (2) *
SKIN; PRICKLING (K1330, G1097) (62) *
GENERALITIES; INFLAMMATION; glands, adenitis;
chronic (57) *
GENERALITIES; LASSITUDE; tendency (K1370, SII339, G1130) (314) *
GENERALITIES;
PULSE;
frequent,
accelerated,
elevated, exalted, fast, innumerable, rapid (K1393,
SII-530, G1149) (435) *
GENERALITIES; PULSE; irregular (K1395, SII-544,
G1151) (250) *

GENERALITIES; PULSE; small (K1396, SII-549,


G1151) (238) *
GENERALITIES; PULSE; soft (K1396, SII-550, G1151)
(149) *
GENERALITIES; PULSE; weak (K1397, SII-553,
G1152) (276) *
GENERALITIES; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity (K1413, SII-693,
G1165) (760) *
GENERALITIES; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity; paralytic (K1418,
SII-726, G1169) (107) *

Clarkes Dictionary
Arum dracontium ha le propriet irritanti degli altri
Arum. E stato ben trovato dal Dr. C.P. Hart e testato
clinicamente.
Gola infiammata. Secca e pungente. Deve raschiarsi la
gola. Disposizione continua a schiarirsi la gola
tossendo e scatarrando.
Abbassamento della voce al mattino al risveglio,
espettorando muco denso. Espettorazione di muco
denso, pesante, bianco-giallo.
Sfregamento di muco nella piena espirazione.
Tosse roca, croupale, con gola secca.

Laringismo tra le 12 e le 2 A.M., attacchi ogni


settimana o dieci giorni.
Attacchi asmatici da freddo.
Frequente e copiosa emissione di urina.
Grande diminuzione, soprattutto una intera assenza
di desiderio sessuale.
Pene flaccido e rilassato.
Fini dolori lancinanti nel decorso della corda
spermatica sinistra.
Prurito cronico allo scroto.
Eruzione di furuncoli o specie di lichen sul naso; un
pezzo di orticaria sul braccio destro vicino al gomito.
I sintomi si spostano da un lato allaltro.
Deglutizione aumentata, che peggiora i sintomi della
gola.

Boericke Materia medica


Generalit
E un rimedio per la gola infiammata e dolente.
Testa
Dolore opprimente e lancinante nelle orecchie, dolore
dietro lorecchio destro.
Gola
Secchezza e irritazione peggiorata deglutendo.
Infiammazione e dolenzia.
Disposizione continua a schiarirsi la gola.
Tosse roca e croupale con gola dolente
Tosse catarrale che peggiora la notte stando disteso.
Apparato urinario
Irresistibile desiderio di emettere urine con bruciore e
dolore.
Apparato respiratorio
Raucedine, eccesso di muco in laringe. Asma alla
notte, espettorazione densa, pesante.
TROPISMO DORGANO:
TESTA, ORECCHIO, BOCCA,

GOLA,

LARINGE

TRACHEA
APPARATO RESPIRATORIO
STOMACO, ADDOME, RETTO,
APPARATO GENITALE MASCHILE
APPARATO URINARIO

Dal punto di vista delle emozioni possiamo vedere


una prevalenza di iperattivit, seguita da euforia
e, in maniera minore, da depressione e tristezza.
Altre emozioni importanti del rimedio sono: ansia,
rabbia, dolore,felicit e tristezza.
Altre sensazioni comuni alle Araceae sono quelle di
dolenzia, bruciore, formicolio e punzecchiatura.

ARUM DRACUNCULUS
DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Regno: Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione Angiosperme
Classe Monocotiledoni
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae
Genere: Arum
Specie: Arum dracunculus
Sinonimo: Dracunculus vulgaris
Nome italiano: Dragontea
Nome inglese: Arum Arrowroot
Il nome Dracunculus significa piccolo drago ed stato
usato sin dai tempi dei Romani, tant vero che Plinio
il Vecchio lo nominava in alcune sue opere.
Questo genere conta solo due specie: Dracunculus
vulgaris del Mediterraneo e Dracunculus canariensis
endemico delle Isole Canarie.
E comunemente coltivata nei giardini e il suo odore
pu causare mal di testa.
MORFOLOGIA

Pianta perenne erbacea tuberosa. Nasce a marzo da


un bulbo sotterraneo che pu raggiungere notevoli
dimensioni e produce allinizio delle punte leopardate
che spaccano il terreno. Sono un gruppo di foglie che
si ergono dal centro del bulbo sotterraneo per poi
creare un fiore di grandi dimensioni potendo
raggiungere unaltezza di 1 -1.5 mt.
Le foglie hanno colori tra il verde chiaro e il verde
scuro, sono talvolta leggermente marmorizzate.
Successivamente questo unico gruppo di foglie
avvolge lo stelo del fiore. Tutta la struttura
predisposta e rinforzata per sostenere lo stelo florale
che molto pesante e grande.
Verso maggio lo stelo florale emerge dalle foglie
dando vita ad una delle infiorescenze pi spettacolari
della flora italiana.
La spata ha un colore sangue-granata scuro,
vellutato, con base e vene esterne verdi.
Lo spadice sporge dalla spata ed il suo appendice
rosso scurissimo, violaceo, quasi nero, pu essere
assai lungo, anche 50 cm, mentre striato verdemarrone alla base.
Alla sua base vi sono i fiori maschili e femminili e
sopra di essi un gruppo di peli trattengono le mosche
allinterno del fiore. Quando questi peli si disfano gli
insetti sono liberi e impollineranno altri fiori.
Queste infiorescenze, cos belle e particolari,

possiedono la particolarit di emettere un puzzo


fortemente nauseabondo e molto intenso, di carne
putrefatta, che ha lo scopo di attirare insetti,
soprattutto mosche e mosconi. Linfiorescenza dura
solo pochi giorni.
I frutti in forma di bacche scarlatte maturano a fine
estate o in primo autunno e sono molto decorativi e
contengono i semi.
LArum dracunculus, al contrario di italicum e
maculatum che vivono indisturbati anche nelle zone
coltivate
dalluomo,
era
una
specie
gi
pericolosamente minacciata alla fine del 1800.
LArum dracunculus comunemente coltivato nei
giardini e il tubero della pianta pu essere piantato
sia in autunno che in primavera. Queste piante si
prestano
particolarmente
bene
per
zone
semiombreggiate, come bordi di boschi, dove il loro
fogliame pu risaltare in maniera spiccata. Possono
anche essere coltivate in vasi di grandi dimensioni.
Esigono un suolo ricco in materia organica, ma ben
drenato, una sufficiente umidit durante il ciclo
vegetativo e almeno qualche ora di sole perch la
spata si colori bene.
PREPARAZIONE
Il rimedio viene preparato dalla tintura della radice.

OMEOPATIA

DIZIONARIO DI CLARKE
Caratteristiche
Ha un odore fetido che capace di causare mal di
testa.
Gusto astringente metallico del dorso della lingua.
Dolori pungenti mescolati a prurito intollerante delle
dita.
Sfregando le dita assieme sensazione come se un
gran
numero
di
insetti
fossero
spinti
perpendicolarmente ad esse.

REPERTORIO DI CLARKE
Nettle rush. 0>13>0
PRICKING PAINS. 0>1>0
REPERTORIO DI ZANDVOORT
RESPIRATION; ASTHMATIC (K763, G650)
REPERTORIO DI MURPHY
CLINICA: Dolori pungenti, Rush urticanti
OMEOPATIA: Dolori pungenti, associati ad un prurito
intollerabile nelle dita, come se le mani si
immergessero nelle ortiche. Sfregando le dita
assieme, c la sensazione come se un grande
numero di insetti fossero spinti perpendicolarmente
ad esse.
TROPISMO DORGANO:
APPARATO RESPIRATORIO, PELLE

24

ARUM ITALICUM
DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Regno: Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae
Genere: Arum
Specie: Arum italicum
LArum italicum, comunemente chiamato gigaro, pan
di serpe o calla selvatica, una pianta erbacea
perenne, spontanea, appartenente alla famiglia delle
Araceae e pu raggiungere una altezza di 40 cm.
Cresce preferibilmente in boschi ombrosi e umidi o
lungo i fossi e i cigli delle strade. Tutta la pianta
velenosa; il solo contatto con la pelle provoca
dermatiti. Si sono verificati casi di avvelenamento
mortale in bambini attratti dalle sue bacche rosse,
anche se difficilmente vengono ingerite in grande
quantit , poich la loro masticazione crea immediato
dolore alla bocca.
Il componente velenoso lacido ossalico simile

allacido cianidrico che per scompare con la cottura;


infatti in tempi di carestia le popolazioni contadine lo
mangiavano dopo averlo cotto.

Morfologia
E provvisto di un robusto rizoma tuberoso con
grande contenuto di amidi e di grandi foglie sagittate.
La lamina fogliare portata da un lungo picciolo
verde o tendente al rossiccio. I fiori sono riuniti in uno
spadice, la tipica infiorescenza della famiglia delle
Araceae, che in questa specie di colore giallo: i
maschili nella parte pi alta mentre femminili formano
il glomerulo basale.
Fiorisce in aprile e maggio e il fiore ha un odore molto
sgradevole, di putrefazione; motivo per il quale la
pianta attira le mosche che vengono utilizzate come
insetti impollinatori. Lo spadice parzialmente
avvolto da una spata di colore verde pallido.
I frutti sono delle bacche, di colore bianco avorio
nelle fasi iniziali di maturazione, quando ancora sono
avvolte dalla spata. La successiva maturazione
comprende una fase di inverdimento, a cui segue la
transizione verso il giallo e poi il rosso. Le bacche si
trovano riunite in spighe. La presenza di uno stadio di
maturazione giallo differenzia questa specie allaffine
Arum maculatum.

Nomi comuni:
Gigaro
Gigaro chiaro
Gichero
Pan di serpe
Pan delle bisce
Calla selvatica
Principi attivi
Saponine, glucosidi ciano-genetici che in presenza di
acqua si scindono in acido cianidrico.
Usi terapeutici
Nonostante sia tossica, in passato trovava un uso
officinale e le parti utilizzate erano le foglie e il
rizoma, come coadiuvante nelle affezioni delle prime
vie respiratorie.
Arum italicum ha una ricca tradizione etno
farmacologica: nel corso della storia ne sono state, di
volta in volta, indicate le propriet aperitive,
antiasmatiche, antitussive, contro le emorroidi,
contro i polipi del naso, nelle ferite che danno
problemi di cicatrizzazione e nelle bruciature. Questa
tradizione nel tempo decaduta e i tossici contenuti
nella pianta giustificano il completo abbandono di

questa essenza.
Tuttavia anche oggi, in alcune regioni del nostro
paese, le popolazioni continuano ad usare radici e
foglie fresche come rimedio topico nelle ferite e nelle
ustioni, senza peraltro valutare i rischi prima indicati.

Altri usi
Nel 1700 le radici pestate venivano usate come
amido per i colletti. Le popolazioni contadine
raccoglievano le foglie e facendole bollire le usavano
come sgrassante e candeggiante della biancheria.
Interessante il ruolo che Arum italicum pu rivestire
nella fitorimediazione: una tecnologia innovativa ed
ecosostenibile che prevede lutilizzo di specie
vegetali per rimuovere, contenere e degradare gli
inquinanti di natura organica ed inorganica dal suolo.
In particolare lo studio della flora spontanea presente
in siti naturalmente inquinati, per esempio i siti
minerari di antica storia come quello del Bottino, in
provincia di Lucca, sottolineano come alcune specie,
fra cui lArum italicum, presentano concentrazioni di
zinco decisamente alte, tali da rendere queste piante
utili a fini disinquinanti.

Tossicologia
Tutta la pianta velenosa ma in particolare i frutti
(bacche velenose prima verdi e poi rosse), che
sprigionano un succo caustico che irrita le mucose
della bocca e della faringe.
Pu provocare ulcerazioni dolorose.
Lavvelenamento pu anche essere mortale e si
manifesta con disturbi gastrointestinali, vomito e
alterazioni del ritmo cardiaco (tachicardia).
Dermatiti e vesciche si hanno in seguito a contatto
esterno.

Miti e leggende
Nei tempi antichi il Gigaro era considerato una pianta
magica, che teneva lontano gli spiriti maligni,
proteggeva i neonati e donava amore a chi in amore
era sfortunato.
E considerato profumo magico della prima decade
(21-30 gennaio), che avrebbe benefici effetti specie
se usata in sacchetti profumati, che svolgevano le
funzioni di prodigiosi amuleti contro il malocchio.

OMEOPATIA

ENCICLOPEDIA DI ALLEN
Generalit:
Malessere generale. Debilitazione ed emaciazione.
Aggravamento da vino puro, caff e brandy
Mente:
Inquietudine mentale
Incapacit intellettuale
Testa:
Mal di testa col tempo umido, specialmente in
occipite.
Dolori contusivi nei lobi anteriori del cervello
Dolori al cervello alla minima fatica mentale, aggravati
dal tempo tempestoso.
Addome:
Enterocolite acuta, coliche dopo avere mangiato, con
diarrea, con dolore nella regione vescicale ed urgenza
ad urinare, torsione contrattiva aggravata prima della
defecazione.
Sensibilit alladdome con sensazione di calore.
Feci:

Bruciore nel retto durante la defecazione.


Feci generalmente liquide o molto soffici, scarse,
giallastre o nere, con emissione di flati e verso la fine
mixate con muco schiumoso.
Pi frequenti dalle tre alle sei A.M.; frequentemente
precedute da coliche, prevalentemente nella regione
ombelicale, con urgenza a defecare.
Organi urinari:
La colica accompagnata da pressione nella regione
vescicale con urgenza a urinare.
Respirazione:
Abbassamento di voce molto severo e ostinato,
peggiorato alla sera, accompagnato da tickling alla
laringe, tosse, specialmente dopo il sonno.
Labbassamento di voce aggravato velocemente
circa alle nove P M.
Accessi di tosse secca con costante raschiarsi la
voce ed espettorare catarro tenace grigio o marrone,
spesso striato di sangue.
Torace:
Dolori contusivi al polmone sinistro, talvolta di fronte,
pochi centimetri sotto la clavicola, talvolta dietro,
sotto la spina della scapola e vicino al suo bordo
interno.

Calore bruciante dietro lo sterno e la parte anteriore


del torace.
Schiena:
Dolori sordi dietro la scapola sinistra.
Arti superiori:
Le dita colorate di rosso hanno aumento della
sensibilit e dolore bruciante, come da un bruciore di
primo grado, aumentato dalla pressione.
La pelle alla fine delle due falangi delle dita coperta
da piccoli rigonfiamenti miliari pressocch invisibili
che danno aumento ad un prurito costante,
grandemente aggravato dopo il bagno, seguito dopo
due giorni da desquamazione delle parti affette.
Intollerabile prurito e formicolio alle punte delle dita,
come se punte da centinaia di aghi.
Sonno:
Ogni mattina oppressiva, invincibile sonnolenza.
Febbre:
Passaggio di brividi tutto il giorno, al minimo
passaggio di aria.
Calore alla pelle e alle mani nella notte, a letto, con
polso accelerato.
Al pomeriggio brividi passanti, specialmente sulla

schiena, seguiti alla sera da rossore della faccia,


calore generale e polso accelerato e da sudori molto
copiosi, specialmente al torace e aventi un odore di
edera, quando viene sfregata tra le dita.
Sudori notturni.
Pelle:
Prurito violento e irritante, specialmente aggravato
alle sei AM, potrebbe essere alleviato solamente dalla
frizione con un asciugamano molto ruvido.
Dita colorate di rosso.
Piccoli rigonfiamenti miliari tra le dita.

BOERICKE
Esaurimento mentale con mal di testa in sede
occipitale.

MURPHY
Esaurimento nervoso con mal di testa in regione
occipitale, che peggiora con il tempo umido.
Coliche nella regione ombelicale con diarrea.
Le coliche sono peggiorate da vino, brandy e caff.
Dolori tiranti nel retto durante la defecazione.
Bruciore dietro lo sterno e bruciore tra le dita.

Diminuzione della voce alle 9 PM.


Pelle coperta da vescicole miliari.
Prurito e formicolio, come provocato da centinaia di
aghi, sulla punta delle dita.
Sudori copiosi la notte, specialmente al torace,
odoranti di edera.
Comparare:
Aethusa, Picricum acidum, Anacardium. Esaurimento
nervoso.

DAL REPERTORIO
MIND; ABSENT-MINDEDNESS (K1, SI-1, G1)
MIND; DULLNESS, sluggishness, difficulty of thinking
and comprehending (K37, SI-416, G29)
MIND; PROSTRATION of mind, mental exhaustion,
brain fag (K69, SI-801, G55
MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency (K72,
SI-835, G57)
ABDOMEN; HEAT (K551, G469) (179)
ABDOMEN; PAIN; General (K554, G473) (634)
ABDOMEN; PAIN; General; brandy, after (K557,
G474) (2)
ABDOMEN; PAIN; General; diarrhea; agg.; during, colic
(K557, G475)
ABDOMEN; PAIN; General; food; stomach, in, during
presence of, before diarrhea (1)

ABDOMEN; PAIN; General; stool; agg.; before (K560,


G477) (139)
ABDOMEN; PAIN; General; wine, after; agg. (K561,
G478) (2)
ABDOMEN; PAIN; contracting (G488) (48)
ABDOMEN; PAIN; cramping, griping (K573, G488)
(461)
ABDOMEN; PAIN; sore, bruised, tenderness (K589,
G503) (325)
ABDOMEN; PAIN; twisting (K598, G511) (86)
ABDOMEN; PAIN; twisting; stool; before (G511) (7)
EXPECTORATION; STRINGY (K818, G692)
CHEST; PERSPIRATION (K878, G740) (122)
CHEST; PERSPIRATION; profuse (23)
EXTREMITIES; DISCOLORATION; redness (K978,
G819) (178)
EXTREMITIES; DISCOLORATION; redness; fingers
(K980, G821) (46)
EXTREMITIES; TINGLING, prickling (K1207, G998)
EXTREMITIES; TINGLING, prickling; Fingers (K1208,
G998) (90)
SLEEP; SLEEPINESS (K1248, SIII-82, G1030)
SLEEP; SLEEPINESS; morning (K1248, SIII-86, G1030)
GENERALITIES;
EMACIATION
(K1357,
SII-171,
G1120)
GENERALITIES;
PULSE;
frequent,
accelerated,
elevated, exalted, fast, innumerable, rapid (K1393,

SII-530, G1149) (435)


GENERALITIES;
PULSE;
frequent,
accelerated,
elevated, exalted, fast, innumerable, rapid;
evening (K1394, SII-533, G1150) (65)
GENERALITIES;
PULSE;
frequent,
accelerated,
elevated, exalted, fast, innumerable, rapid; night
(SII-533) (29)
GENERALITIES; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity (K1413, SII-693,
G1165)

TROPISMO DORGANO:
ADDOME
APPARATO RESPIRATORIO
PELLE

Sensazioni di torsione,
punzecchiamento.

costrizione,

dolenzia

Le emozioni pi rappresentate sono: irrequietezza e


tristezza.

ARUM MACULATUM
DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Regno : Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae
Genere: Arum
Specie: Arum maculatum
Arum maculatum conosciuto con unabbondanza di
nomi comuni che includono: Wild arum, Lords and
ladies, Jack in the Pulpit, Devils and Angels, Cows and
Bulls, Cuckoo-Pint, Adam and Eve, Bobbins, Naked
Boys, Starch-Root, Wake Robin.

MORFOLOGIA
Il suo habitat naturale la Scandinavia e il Centro e
Sud Europa. Ama il sottobosco fresco, ombroso,
foreste decidue ed eterogenee e si trova nelle
pianure e nei terreni collinari sotto i 1000 metri.
E una pianta perenne e glabra di aspetto erbaceo,

eretta, alta dai 15 ai 50 cm con un tubero ad uovo


dal quale in autunno si sviluppano le foglie che sono
di colore verde scuro con macchie bruno-violacee,
sagittate con due lobi basali convergenti, ha picciolo
lungo il doppio della lamina.
I fiori piccoli, unisessuali, crescono alla base di una
colonna (spadice) che una speciale infiorescenza
simile ad una clava generalmente pi corta della met
della spata, con unappendice di colore giallo lunga
quanto il peduncolo o poco meno. La spata a forma
di un cappuccio circonda parzialmente e racchiude lo
spadice con funzione di protezione dagli agenti
atmosferici, riuscendo a mantenere, con un notevole
dispendio di energia metabolica, la temperatura
interna, in corrispondenza dei fiori, molto superiore a
quella esterna; lunga fino a 30 cm, ed di colore
giallo-verdastro con, a volte, sfumature purpuree. Un
po del calore della putrefazione sembra salire fin nel
fiore fungo, che emana un odore di carogna e
sviluppa allinterno della spata, come in una caldaia,
una temperatura febbrile. Odore e calore attirano le
piccole mosche, che la nassa lascia entrare nella
spata, dove restano prigioniere intorno ai fiori
femminili e ai fiori maschili, finch i peli della nassa
avvizziscono e riaprono la via. Fiori e foglie
appassiscono rapidamente e in autunno rimane
soltanto lo stelo, che porta un glomerulo serrato di

bacche rosso-corallo.
Il gigaro fiorisce allinizio di maggio, nel fogliame
decomposto dei boschi di faggio, pi spesso nelle
foreste di latifoglie.
I frutti sono pannocchie di bacche color rosso
arancio. Sono raccolte sullasse, prima verdi e poi
rosse alla maturit, della grandezza di un pisello e
maturano da luglio a settembre.

COSTITUENTI PRINCIPALI
Le sostanze contenute sono: aroina, aronina,
aroidina, arina, saponine, bassorina, amido, olio
grasso, leroina e glucosidi ciano-genici nei semi.
La pi grande quantit di aroina trovata nella radice
fresca e diminuisce quando secca.
TOSSICITA
I composti tossici si concentrano soprattutto nel
rizoma e nei frutti; risultano poco stabili e vengono
distrutti dalla bollitura. Nella pianta fresca troviamo
un alcaloide volatile, laroina, ancora poco conosciuta,
nicotina, saponine tossiche, piccole quantit di
sostanze glicosidiche che, per scissione, possono
liberare acido cianidrico.
Il contatto cutaneo provoca irritazione. Lingestione
provoca dolore intenso alla bocca: tumefazione della

lingua, edema faringeo, vomito, diarrea, dolori


addominali, midriasi, alterazioni del ritmo cardiaco,
convulsioni, coma.
ALTRI USI
Allo stato secco il rizoma di Arum acre e irritante,
mentre torrefatto sembra dover perdere il principio
attivo
irritante
diventando
mucillaginoso
e
producendo una fecola che veniva un tempo usata
per lestrazione di zucchero e alcool.
In medicina popolare larum veniva usato come
antireumatico, antigottoso ed espettorante e a dosi
pi elevate come antielmintico. Per ovvie ragioni oggi
la pianta non pi usata come medicamento.
MITI E LEGGENDE
La badessa Santa Ildegarda di Bingen (1098-1179)
apprezzava particolarmente il potere terapeutico
della vite e del vino e guariva la malinconia e gli stati
depressivi con il vino caldo nel quale era stata messa
a bollire la radice del gigaro (Arum maculatum L.).
Questo quanto dice Castore Durante nel XVI secolo
del rizoma di Arum:
Usano queste radici alcuni per trastullo a cacciar via
dalle loro mense i ghiottissimi parassiti mettendone la
polvere nelle loro vivande pi delicate imperoch,
mangiandole, abrugia e punge cos fissamente la loro

lingua che non possono in modo neruno mangiare pi


un boccone ne parlare; con grandissimo riso dei
circostanti.
Il rizoma di questa pianta per era conosciuto fin dai
tempi dei Romani come alimento da consumarsi con
tutta tranquillit: sia Plinio che Galeno infatti
consigliano di mangiarlo bollito con olio e aceto
insieme alle rape perch dicevano non solo un
ottimo alimento ma scaccia anche i cattivi umori.
Una leggenda dice che la pianta cresceva ai piedi della
croce del Calvario e che le gocce di sangue cadute
sono lorigine delle foglie macchiate.
Nellantichit i contadini di molte contrade
esaminavano
attentamente
linfiorescenza
spadiciforme del gigaro; essi credevano di potervi
leggere pronostici sulla fecondit della Terra e i
raccolti dellautunno. Si supponeva che i fiori a pistillo
che cingono il polline in spirali serrate,
rappresentassero i raccolti di radici e tuberi, la parte
susseguente di fiori abortiti e filiformi come capelli
(formanti la nassainterna) annunciavano il prodotto
della prima fienagione, mentre i successivi fiori a
stami parlavano dei raccolti dei frutti e delluva; la
susseguente nassa esterna di fiori raggrinziti e
filiformi parlava del secondo taglio dellerba, la
sommit della clava indicava, con la lunghezza, il
raccolto dei cereali.

Delle macchie presenti sulla clava annunciavano i


temporali frequenti.
Il gigaro (detto anche Pan di serpe) non era la sola
pianta ad essere consultata in questo modo.
Il corpo eterico delle piante un organismo nel
tempo, come il loro corpo fisico un organismo
nello spazio. La vita delle piante riflette a modo suo
la vita dellannata. Si pu definire la radice lorgano
invernale, il fiore lorgano estivo, la foglia lorgano
primaverile e il frutto lorgano autunnale.
LArum, con la sua singolare mistura di radice e di
fiore, sensibile al modo in cui le forze estive e le
forze invernali intendono collaborare. In ogni fiore il
pistillo,con il suo ovario, lultimo nodo dello stelo
ascendente,mentre i petali e gli stami esprimono
laccerchiamento delle forze cosmiche della periferia.
NellArum, la separazione dei fiori a pistilli (in basso)
e dei fiori a stami (in alto) permette di leggere come
agir la stagione rispetto alla distribuzione delle
forze. Questa pianta tossica, dato che il processo
floreale fortemente respinto e compresso nella
regione radice. Laroina, il principio tossico presente
ovunque nella pianta, ma soprattutto nella radice,si
attenua fino a quasi scomparire con lessiccazione o
con la cottura. Qui, un po come nelle Ranuncolacee,
lastrale penetra nellorganismo liquido del vegetale e
genera un veleno gassoso, fugace. LArum ricco di

acido ossalico; questultimo sempre presente nelle


piante costrette a lottare contro le inibizioni della
vita. Sono presenti anche delle tracce di acido
cianidrico. La radice allo asteto fresco viene
impregnata nei fenomeni di gonfiore, infiammazione
ed emorragia dellorganismo superiore.
Con un composto ben dosato di radice fresca
associata a fronde di felce aquilina, si potrebbero
anche trattare certe forme di epilessia. Lepilessia
condizionata da una predisposizione che impedisce ai
costituenti superiori di penetrare negli organi; lIo e il
corpo astrale ristagnano, per cos dire, nella loro
attivit, alla superficie di questi. Il tentativo che
fanno questi costituenti superiori per impadronirsi,
malgrado tutto, di ci che a loro sfugge, trascina alla
convulsione epilettica.
NellArum palese che la partecipazione cosmica alla
genesi delle piante si scontra con la partecipazione
terrestre ed respinta. Questo vegetale obbligato
ad effettuare il suo processo fiorale senza potersi
alzare nella regione che pi gli converrebbe.
Se ne vede limmagine parlante: laria e il valore
accumulati, imprigionati, nello stretto spazio che
circonda linfiorescenza, i numerosi insetti ed altri
animaletti microscopici che vi sono attirati e
intrappolati, tutto ci testimonia un contatto
anomalo del fisico-eterico con il mondo astrale-

spirituale.
Ne risulta che la radice di questa pianta pu agire sul
processo epilettico. (dal Pelikan)

OMEOPATIA

REPERTORIO DI ZANDVOORT
MIND; FEAR (K42, SI-473, G33)
MIND; ANXIETY (K4, SI-54, G3)
MIND; HYPOCHONDRIASIS (SI-584)
MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor,
peevish (K68, K85, SI-764, SI-981, G54, G68)
MIND; APHASIA (K9, G7)
MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor,
peevish; eating, after (K68, SI-771, G54) (26)
MIND;
SADNESS,
despondency,
depression,
melancholy (K75, SI-864, G60
MIND; TALK, talking, talks; indisposed to, desire to be
silent, taciturn (K86, SI-986, G69)
MIND; TORPOR (K89, SI-1027, G71)
MIND; WEEPING, tearful mood; tendency (K92, SI1066, G74)
EYE; INFLAMMATION (K241, G203)
EYE; INFLAMMATION; arthritic, gouty, rheumatic
(K242, G203) (44)
NOSE; CORYZA (K325, G274) (404)

NOSE; INFLAMMATION (K339, G285)


NOSE; INFLAMMATION; inside (K339, G285) (51)
NOSE; PAIN; General (K343, G288) (203)
NOSE; PAIN; General; left (K343, G288) (15)
NOSE; PAIN; burning (K344, G289) (160)
NOSE; PAIN; burning; posterior nares (K345, G290)
(36)
NOSE; POLYPUS (K349, G293) (56)
NOSE; ULCERS (K353, G296) (108)
NOSE; ULCERS; posterior nares (K353, G297) (10)
FACE; DISCOLORATION; red; sleep, during (K363,
G305) (7)
MOUTH; HEMORRHAGE; Gums (K398, G337) (145)
MOUTH; HEMORRHAGE; Gums; easily (K398, G338)
(59)
MOUTH; PAIN; General (K410, G347) (188)
MOUTH; PAIN; General; tongue (K410, G348) (116)
MOUTH; PAIN; General; tongue; pressing with teeth
(K410, G348) (2)
MOUTH; PAIN; excoriated, as if (K412, G350) (44)
MOUTH; PAIN; excoriated, as if; tongue (K412, G350)
(5)
MOUTH; PAIN; stitching (121)
MOUTH; PAIN; stitching; tongue (K414, G351) (95)
MOUTH; PAPILLAE, Tongue; erect (K414, G351)
MOUTH; PRICKLING (K415, G352) (79)
MOUTH; PRICKLING; Tongue (65)

MOUTH; PRICKLING; Tongue; tip (K415, G352) (18)


MOUTH; PRICKLING; Tongue; tip; like a hundred
needles (K415, G352) (4)
MOUTH; SALIVATION (K417, G354) (334)
MOUTH; SWELLING; Tongue (K421, G357) (139)
MOUTH; SWELLING; Tongue; fills whole mouth (K421,
G357) (6)
STOMACH; PAIN; cramping, griping, constricting
(K517, G440) (240)
STOMACH; VOMITING; General (K531, G452) (439)
ABDOMEN; EMPTINESS, faintness (K546, G465)
(Anxiety in) (Apprehension in) (100)
ABDOMEN; EMPTINESS, faintness; morning (K546,
G465) (8)
ABDOMEN; EMPTINESS, faintness; morning; eating,
after (1)
ABDOMEN; EMPTINESS, faintness; breakfast, after
(K546, G465) (3)
ABDOMEN; EMPTINESS, faintness; eating, after; agg.
(K546, G465) (6)
ABDOMEN; OPPRESSION (G472) (22)
ABDOMEN; OPPRESSION; fear or anxiety, as from (2)
ABDOMEN; PAIN; pressing (K585, G499) (squeezing)
(246)
ABDOMEN; PAIN; pressing; hip, between top of, and
umbilicus, on a spot, standing agg., lying on
side or back, filling chest or making abdominal

muscles tense, also painful to external pressure (1)


RECTUM; DIARRHEA (K609, G521) (446)
RECTUM; WORM, WORMS; (K634, G542) (82)
URETHRA; HEMORRHAGE (K671, G575) (70)
URINE; ODOR; burnt horn (K687, G587) (1)
URINE; WATERY, clear as water (K691, G590) (126)
FEMALE; MENSES; profuse (K725, SIII-530, G618)
(314)
SPEECH & VOICE; VOICE; hoarseness (K758, G645)
(306)
RESPIRATION; ASTHMATIC (K763, G650) (348)
EXPECTORATION; BLOODY, spitting of blood (K813,
G688) (234)
EXPECTORATION; COLOR; yellow (K821, G694) (171)
SLEEP; SLEEPINESS (K1248, SIII-82, G1030) (575)
SLEEP; SLEEPINESS; dinner; after (K1250, SIII-104,
G1031) (118)
SLEEP; SLEEPINESS; eating; after (K1250, SIII-106,
G1031) (103)
SLEEP; SLEEPINESS; overpowering (K1250, SIII-113,
G1032) (102)
GENERALITIES; CATARRH (84)
GENERALITIES;
CONVULSIONS
(K1351,
SII-97,
G1115)
GENERALITIES; FOOD and drinks; flour; agg. (4)
GENERALITIES; LASSITUDE; tendency (K1370, SII339, G1130)

GENERALITIES; MUCOUS SECRETIONS; increased


(K1375, SII-377, G1134) (169)
GENERALITIES; SCURVY, scorbutus (K1398, SII-569,
G1153) (93)
GENERALITIES; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity (K1413, SII-693,
G1165) (760)

ENCICLOPEDIA DI ALLEN
Generalit:
Convulsioni orribili e morte (in un bambino)
Gran generale stanchezza, apatia (in una persona
attiva).
Prostrazione, incapacit a parlare, sollevando
frequentemente le mani alla bocca e alla gola, con
grida improvvise e fermandosi come se stesse
soffocando.
Profondo torpore, seguito da reazione febbrile
violenta.
Taciturnit con sonnolenza dopo mangiato.
Pressione lieve alla tempia sinistra, sotto le orecchie,
dietro il punto pi basso della mandibola.
Gengive sanguinanti baciando.
Lingua pungente, con bruciore, gonfiore, sentita
come se fosse gonfia.

Dolore bruciante alla bocca e alle labbra. Effetto


caustico sopra le labbra.
Salivazione.
Gola gonfia, come se una sonda non potesse essere
introdotta nellesofago. Dolori pungenti nella gola e
nellesofago. Dolore nel lato sinistro della laringe,
vicino alla trachea, che provoca deglutizione difficile,
come da un gonfiore sul lato sinistro della laringe.
Solletico in gola che diventa un bruciore.
Deglutizione impossibile, difficoltosa, come se il
palato fosse venuto gi, sceso.
Appetito diminuito. Vomito di sangue.
Crampi allo stomaco, cardialgia. Dolore allo stomaco
su pressione. Costrizione alladdome come in
situazione ansiosa e di prova che sale sopra tutto il
torace,con
respiro
bollente.
Sensazione
di
pressione interna nella parte dorsale del palato, vicino
alla laringe, che provoca deglutizione difficoltosa.
Senso di vuoto alladdome dopo avere vomitato, alla
mattina dopo mangiato.
Diarrea, sanguinamento dalluretra, urine copiose,
urine acquose, che puzzano come un corno bollente,
che diventano torbide nel mezzo della minzione o
stando in piedi.
Diminuzione della voce e sputo sanguinolento.
Sonnolenza, aggravata dopo la cena e dopo lavere
dormito, con faccia rossa.

AGGIUNTE REPERTORIALI DI MANGIALAVORI


FOOD and DRINKS : Flour : agg.
TROPISMO DORGANO:
MUCOSE: OCCHIO, NASO, BOCCA
APPARATO RESPIRATORIO
STOMACO, ADDOME E RETTO.
SISTEMA NERVOSO CENTRALE

Possiamo vedere che le emozioni prevalenti sono:


disperazione, pessimismo, depressione,
impressionabilit e paura.
Le sensazioni pi forti sono di formicolio, di pizzicore,
di bruciore, di infiammazione, di costrizione,
di sensazione urticante, pungente.

ARUM TRIPHYLLUM (ARISAEMA TRIPHYLLUM)


Regno: Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine Arales
Famiglia Araceae
Genere Arum
Specie Arisaema triphyllum
ARISAEMA TRIPHYLLUM
CLASSIFICAZIONE E APPARTENENZA
Arisaema triphyllum (Jack in the Pulpit,Bog
onion, Brown dragon, Indian turnip, Wake robin o Wild
turnip) una pianta erbacea perenne che cresce da
una semente. E una specie altamente variabile che
cresce da 30 a 65 cm di altezza con tre foglie e fiori
separati contenuti in uno spadice che coperto da
un cappuccio. Essa nativa del Nord America
orientale e si trova nei terreni boscosi e boschetti
umidi dellovest della Nuova Scozia, del Minnesota e
della Florida del Sud.

DESCRIZIONE
Le foglie sono trifoliate a gruppi di tre foglie che
crescono attorno alla cima di un lungo stelo prodotto
da una semente; ciascuna foglia lunga 8 -15 cm. e
larga 3 -7 cm.
Le piante sono confuse talvolta con unedera
velenosa specialmente prima che i fiori compaiano o
le piante non fioriscano. Le infiorescenze sono
modellate irregolarmente e crescono per una
lunghezza di 8 cm. Esse sono gialle-verdi con strisce
viola o marroni. La spata, conosciuta in questa pianta
come il pulpito avvolge attorno, copre
completamente e contiene lo spadice ( Jack),
coperto con minuscoli fiori di entrambi i sessi.
I fiori sono unisessuali e nelle piante piccole essi, nella
maggior parte, se non tutti, sono maschili.
Quando le piante invecchiano e crescono pi larghe,
lo spadice produce in aggiunta fiori femminili.
I fiori sono situati alla base dello spadice. La spata o il
cappuccio agisce come bollitore trappola per gli
insetti impollinatori che sono attratti usando calore e
odore.
Le piante maschili hanno un piccolo foro nella parte
inferiore della spata. Gli insetti entrano attraverso la
parte superiore attratti dalla luce ( e dal polline) e
fuoriescono dalla parte inferiore.
Le femmine non hanno una uscita inferiore cosicch

un insetto, una volta entrato dalla parte superiore,


difficilmente riuscir a trovare una via duscita.
Questa specie fiorisce da aprile a giugno.
I frutti sono lisci, verde brillante, larghi, bacche di un
cm a grappolo sullo spadice ingrossato. I frutti
maturano in tarda estate e cadono; tornano ad
essere di un colore rosso luminoso prima che le
piante si addormentino. Ogni bacca produce
tipicamente 1-5 semi, bianchi, arrotondati, spesso
con margini appiattiti e una corta e affilata punta e
una superficie arrotondata sul fondo. Se i semi sono
liberati dalla bacca germineranno la primavera
successiva producendo una pianta con un singola
foglia arrotondata.
Le giovani piante hanno bisogno di tre o pi anni per
crescere prima che esse diventino larghe abbastanza
per fiorire. In pi la pianta non si impollina da sola
perch i fiori maschili su una determinata pianta sono
gi maturati e sono morti prima che i fiori femminili di
quella stessa pianta fossero maturi. Cos i fiori
femminili hanno bisogno di essere impollinati dai fiori
maschili di una pianta differente.
Questo inibisce lincrocio e contribuisce alla salute
delle specie.
RIPRODUZIONE: ERMAFRODITISMO
Jack in the Pulpit pu cambiare sesso nei vari periodi

di crescita. Questo dipende probabilmente dal


formato della pianta.
Se una pianta particolare fosse una femmina in un
periodo della crescita e potesse produrre molti semi,
probabile che quella stessa pianta non possa
conservare molta energia per il seguente periodo di
crescita. Infatti la produzione di sementi sotterranea
avrebbe sfruttato maggiori risorse rispetto a quelle
destinate alla riproduzione.
Nel seguente periodo di crescita quella stessa pianta
avrebbe miglior successo riproduttivo essendo un
maschio o una pianta di fioritura.
Con meno riserve di energia la pianta potrebbe
dedicare molta della relativa energia allo sviluppo e
alla produzione di polline (processo che richiede meno
energia rispetto alla produzione dei semi).
Un metodo per distinguere il sesso di Arum
Tryphyllum il seguente: se ci sono bacche verdi la
pianta femmina, se invece anzich le bacche c il
polline e la parte interna di un colore biancastro, la
pianta maschio.
Arum triphyllum pu riprodursi sessualmente con il
trasferimento di polline da una pianta maschio a una
femmina o pu riprodursi sessualmente attraverso la
semente.
COMPOSIZIONE CHIMICA E USI MEDICINALI

La pianta contiene cristalli di ossalato di calcio in


tutte le parti, e il consumo della pianta cruda risulta
provocare una sensazione di bruciore potente. Essa
pu causare irritazione alla bocca e al sistema
digestivo e in rare occasioni il gonfiore della bocca e
della gola pu avere un effetto abbastanza severo
sulla respirazione.
Se la pianta opportunamente essiccata o cucinata
pu essere mangiata come una radice vegetale.
Una preparazione della radice stata segnalata
essere stata usata dai pellerossa americani come un
trattamento per occhi ulcerati.
Preparazioni erano anche preparate per trattare
reumatismi, bronchiti, morsi di serpente e per indurre
sterilit.
STORIA E FOLKLORE
Pare che gli indiani Meskwaki tagliassero a pezzi la
semente delle erbe e la mescolassero con la carne. Il
sapore dellossalato non poteva essere rilevato a
causa della carne aromatizzata ma, chi la consumava,
andava incontro a seri problemi compresa la morte.
Inoltre Jack veniva usato per determinare il destino di
un malato; si faceva cadere un seme in una tazza
mescolando: se il seme girava quattro volte in senso
orario il paziente avrebbe recuperato la salute,
mentre se girava meno di quattro volte, no.

Lacido ossalico e lasparagina in Jack in the Pulpit


sono tossici se ingeriti.

CLASSIFICAZIONE E RELAZIONI
A.triphyllum generalmente considerato essere una
singola specie con tre sottospecie: A.triphyllum
sottospecie stewardsonii e A.triphyllum sottospecie
pusillum che sono diploidi e A.triphyllum
sottospecie triphyllum che un tetraploide il quale
originava come un ibrido dei primi due.

OMEOPATIA
ARUM TRIPHYLLUM: Arum-t.

Da Materia
F.Vermeulen

Medica

Omeopatica

sinottica

di

DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Arisaema triphyllum. Arisaema atrorubens. American
wake robin. Jack-in-the Pulpit. Indian turnip
POLARITA DI AZIONE
Mucose [ bocca,GOLA,laringe], Reni, Cervello,
Sangue, Cute
LATO SINISTRO
MODALITA
Aggravamenti: Abuso della voce [PARLANDO;
cantando].
Freddo, venti umidi, Calore
SINTOMI PRINCIPALI
M Eccessivamente irascibile e cocciuto
Ostinato
M Irritazione:
Alzare il naso di qualcuno, irritare qualcuno.
G BRUCIORE, internamente ed esternamente:
MOLTO DOLENTE, PARTI ESCORIATE E BRUCIATE;

soprattutto naso, labbro superiore e angoli della


bocca:
&
ABITUDINE
A
TOCCARE
CON
LE
DITA
COSTANTEMENTE o stuzzicare la parte finch
sanguina
Il bambino rifiuta il cibo a causa dellinfiammazione
dolorosa della bocca e della gola; insonne
G Secrezioni ACRI; < lato SINISTRO
Alone rosso intorno alla bocca, parte inferiore della
faccia.
G < Dopo mezzanotte e verso mattina; al mattino
svegliandosi
G < Caff molto caldo [ cefalea compressiva]
>Caff molto caldo [ graffiatura in gola]
G Vertigini:
& Sensazione di pienezza della testa con distrazione.
L Cuoio capelluto:
Eczema del cuoio capelluto nei bambini che soffrono
di patologie catarrali a occhi, naso e gola
L CALORE DELLA FACCIA E DELLA TESTA durante
RAFFREDDORE [< SINISTRO]
L Completa perdita di voce dopo esposizione al vento
freddo o VOCE BITONALE [bassa, alta, debole, rauca,
stridula, tutte caratteristiche che si alternano]
L Gola dolente del predicatore [ = laringite]:
< Parlando o discorrendo in continuazione.
Voce rauca, incontrollabile, mutevole.

Degli oratori, attori, cantanti.


L Dita e alluci che prudono; si morde le unghie finch
sanguinano.
RUBRICHE REPERTORIALI
MENTE: Si morde: le dita, se stesso, le unghie.
Delirio: stuzzicandosi naso o labbra. Falsa percezione
come se soffocasse andando a letto.
Gesticola: pizzica continuamente con le dita la
biancheria del letto.
Ostinazione, in bambini
TESTA: Sensazione di freddo sulla testa, come se il
cranio fosse aperto
Dolore: < bevande calde; da esposizione al sole; <
cibo caldo.
OCCHI: Senso di pesantezza delle palpebre durante la
cefalea frontale.
NASO: Secrezione copiosa, con sensazione di testa
intasata. Ostruzione sinistra, sensazione di ostruzione
con secrezione acquosa. Starnuti di notte.
FACCIA: Colorazione rossa mangiando. Escoriazione
delle labbra da saliva acre. Calore durante il
raffreddore. Rigidit della mascella inferiore quando
deglutisce.
BOCCA: Dolore: bruciore al palato al mattino; alla
radice della lingua.
STOMACO: sete a piccoli sorsi, frequenti

ADDOME: Senso di vuoto dopo la colazione (Arum-m,


Phos, Sars)
LARINGE: Infiammazione della laringe negli oratori.
Voce: cambia tono; profonda; raucedine da abuso
della voce; da attivit canora; dal parlare; persa dopo
esposizione al vento di nord ovest
TORACE: Dolore bruciante nei polmoni quando
tossisce
ESTREMITA: Dolore alle articolazioni del piede come
se fossero lussate
SONNO: si addormenta: mangiando, mentre sta
seduto
ALIMENTI
Avversioni: Latte
Desideri: Bevande fredde; cibo freddo; acqua fredda,
carne.
Aggravamenti: Caff ( cefalea) , cibo caldo; bevande
calde.
Miglioramenti: Burro
NUCLEI DEL RIMEDIO
GENERALITA
-Affinit con il lato sinistro (NASO). Raffreddore (lato
sinistro) & calore alla testa e alla faccia.
-Secrezioni acri che arrossano il naso; parti
scorticate, dolenti e brucianti & costante stuzzichio

del labbro e del naso (dovuto al pizzicore).


Raffreddori virali acuti e raffreddori allergici.
-Afonia da aria fredda, canto, continuo parlare,
oppure voce che cambia toni.
-Si mangia le unghie finch le dita sanguinano.
-Irritazione, irritante
SENSAZIONI
Dolore, bruciore, schiaffo sulla faccia. Tagliente.
Pungente. Scorticato.
MIASMA:Tifoide

CLARKE MATERIA MEDICA


Caratteristiche:
Arum triphyllum il pi importante degli Arum. Le
sue propriet irritanti sono ben conosciute; eccitabile
e irritabile nella mente e nel corpo.
Esso specialmente irritante nel naso e nella gola.
Questo con i suoi rush scarlattiniformi suggerisce la
sua appropriatezza nei casi di scarlattina maligna, nei
quali ha incontrato grande successo.
Unindicazione della sua azione curativa nella
scarlattina che le urine diventano pi abbondanti e
acquose.
Superfici scorticate e sanguinanti appaiono sulle

labbra e sul naso.


Con le ferite scorticate c prurito.
Le labbra che sanguinano, gli angoli della bocca che si
tagliano e sanguinano, morsicare le punte delle
ditae perforare il naso sono una indicazione
caratteristica del rimedio. Lingua tagliata e
sanguinante.
Urine scarse o soppresse.
Tutte le secrezioni sono acride e causano irritazioni
degli orifizi. Labbassamento di voce delloratore che,
parlando in pubblico, non capace di finire il discorso.
Ha un mal di testa peggiorato dal caff bollente e ha
curato mal di testa peggiorati anche da abiti caldi.
Relazioni:
E antidotato dal siero del latte, Lac-ac, Acet-ac, Puls.
Comparare: gli altri Arum e Caladium
1) MENTE
Agitazione o irritabilit, nel delirio si mette le dita nel
naso, gran delirio, assenza di mente, sbadato.
2) TESTA
Bambino che ha mal di testa, mette la mano sulla
parte posteriore della testa e piange, uno spot di
screpolatura appare sulle labbra, agli angoli della
bocca, sul naso emettendo un po di sangue, urine
scarse.
Violento mal di testa, pressando a destra o entrambi i

lati, < dal caff bollente, dopo pranzo e dopo cena.


Mal di testa brucianti. Tinea capitis.
3) OCCHI
Avversione alla luce, catarro del sacco lacrimale, fori
nei lati del naso.
4) NASO
Secrezione bruciante e fluida dal naso, escoriante le
narici e le labbra superiori. Naso ostruito, pu
soltanto respirare con la bocca aperta, coriza secca.
5) FACCIA
Lingua infiammata, papille rosse sollevate, tagliata e
sanguinante (lingua a fragola). Labbra gonfie, secche,
tagliate, angoli della bocca infiammati, sanguinanti,
tagliati.
Faccia
gonfia.
Gonfiore
delle
ghiandole
sottomascellari
6) BOCCA
La bocca brucia ed cos infiammata che richiede
acqua. Salivazione estrema, saliva acrida.
7) GOLA
Gola infiammata, se la sente escoriata, non pu
deglutire
8) APPETITO
Appetito diminuito.
9) ADDOME
Sensazione di vuoto dopo pranzo nelladdome e dopo
il vomito, con contrazione nelladdome come da ansia

e paura.
10) FECI
Diarrea, come tifoide, feci come farina gialla. Feci
nere, marroni, liquide, acride.
11) ORGANI URINARI
Frequenti secrezioni di urine pallide e abbondanti.
Chiare, acquose e odorose come corno bruciato,
che depositano un sedimento torbido.
Secrezione molto scarsa di urine,che talvolta non
passano per un giorno.
12) ORGANI SESSUALI MASCHILI
Dolori tiranti nel testicolo destro, che talvolta si
estende alladdome, viene e va velocemente.
13) ORGANI SESSUALI FEMMINILI
Dolori taglienti in entrambe le ovaie. Sangue
mestruale nero. Mestruazioni alternate per due mesi.
14) ORGANI RESPIRATORI
Diminuzione della voce, voce incerta, che cambia
costantemente. Accumulo di muco in trachea.
Tosse che ferisce la gola e annoia il paziente.
15) TORACE
Sensazione di infiammazione nel torace.
16) COLLO E SCHIENA
Collo rigido, con intollerabile pressante mal di testa.
Dolore nella regione della vertebra dellatlante che si
estende al lato destro, dolore da infiammazione sul
coccige.

17) GENERALITA
Bruciore in molte parti: orecchie, labbra, lingua,
palato, gola, ano, polmoni, braccia.
18) PELLE
Eritema di rush scarlattiniforme, prurito di rush
scarlattiniforme. Una delle prime indicazioni di questa
droga la comparsa di pelle scorticata, sanguinante
specie nelle mucose di labbra, cavit buccale, naso e
nel dorso dellorecchio ecc.
19) SONNO
Mancanza di sonno da bruciore della bocca o prurito
della pelle.
20) FEBBRE
Calore secco della pelle.

TROPISMO DORGANO:
MUCOSE DELLA BOCCA, DEL NASO, DELLA GOLA.
LARINGE
RETTO. PELLE

Vediamo dal grafico che gli organi pi rappresentati


sono la faccia, il naso, la bocca, la gola, la laringe e la
trachea, la testa e lapparato respiratorio con tosse
anche produttiva. Anche la pelle ben rappresentata.

Tra le emozioni, quelle rappresentate maggiormente


sono leuforia e lagitazione, lirrequietezza, la
violenza; presenti anche note di depressione,
ostinatezza, rabbia, sospettosit e lamentosit.
Per quanto riguarda i dolori vediamo una prevalenza
dei dolori brucianti e costrittivi, da infiammazione,
nota comune ad altre Aracee:
Le modalit di aggravamento le possiamo vedere nel
seguente grafico:
Invece le modalit di miglioramento sono le seguenti:
mangiando e allaria aperta.

CONSIDERAZIONI OMEOPATICHE DI ALCUNI CASI


CLINICI DI ARUM TRIPHYLLUM DEL DOTTOR MASSIMO
MANGIALAVORI
Nei casi clinici considerati i pazienti hanno problemi
compulsivi fobico ossessivi. Spicca in modo
particolarmente caratteristico che i soggetti devono
tenere pulito il naso.
Dai sintomi repertoriali, normalmente ci si pu
confondere con Platina, con i Sali di cromo, con
una Ombrellifera.

Da un punto di vista mentale hanno preoccupazione


di invecchiare: si sentono il fiato della morte sul collo.
Hanno tratti fobici della personalit arrivando, per
esempio, a prendere un lassativo in maniera
ricorrente per liberare continuamente lintestino per
paura di un suo blocco.
Le mucose sono spesso interessate da sintomi di
natura allergica, con produzione di leucorrea,
secrezioni nasali (caccole), secrezioni dagli occhi,
cerume. Hanno un atteggiamento compulsivo di
controllo per tenere il loro corpo immacolato.
Instaurano una lotta contro la legge naturale che
porta con il tempo a un decadimento del soma non
volendo accettare il normale invecchiamento e
decadimento del corpo.
I sintomi del MIND sono pochi: agitazione e
iperattivit. Sono costantemente indaffarati a pulirsi
e tenere pulito lorganismo. Sono pazienti adulti
estremamente difficili da agganciare, la loro strategia
di aggirare il problema, sono manipolatori e vanno
da tanti medici, prendono da ognuno il consiglio che
serve loro.
C una componente mentale importantissima con
ipocondria, non si agganciano molto volentieri
allomeopata.
Importante componente familiare con genitori
minacciosi che fanno di tutto per trasmettere al

bambino un mondo minaccioso, quindi una


componente arsenicale con un grosso potere di
controllo.
ALLERGIA nei bambini che fa parte della loro
struttura di personalit. Sono poliallergici e vedono il
mondo come ostile.

ARUM TRIPHYLLUM Tratto da Materia Medica viva di


G.Vithoulkas
TRATTI ESSENZIALI
Arum triphyllum si adatta agli stati tifoidi, alla sepsi,
avvelenamento del sangue, al tipo maligno di
scarlattina, alla difterite, ecc. Si sa che ha guarito
casi di impetigine e penfigus. Comunque la sua
patogenesi presenta una grave e seria infezione. E
anche indicato nei raffreddori comuni e nelle forme
gravi di eruzioni cutanee di tipo vescicolare che si
spaccano e finiscono con suppurazione e pustole.
Colpisce il sistema digestivo producendo stomatiti,
gastriti e diarrea. Sar indicato in malattie con
produzione membranosa o pseudo-membranosa.
Lintero aspetto di questo rimedio cos
caratteristico che, se lo vedete una volta, non lo
dimenticate pi. Nel suo stato completamentre
sviluppato, tenderete a riconoscerlo osservando le
facce dei pazienti pi che prendendo effettivamente
il caso. Sembra che lattivit principale del rimedio sia
centrata nella zona e intorno alle membrane mucose
della bocca, le labbra e le narici, la faringe e la laringe.
Ogni qualvolta vediate una attivit eccessiva di
qualsiasi malattia intorno a questa zona, con
irritazione, infiammazione o ulcerazione dovete

pensare a questo rimedio.


Lintera faccia rossa, le labbra sono rosse e gonfie,
secche, screpolate ed hanno spesso screpolature
sanguinanti. Nella maggior parte dei casi ci sono
grandi lembi di pelle secca che vengono via dalle
labbra e il paziente le tira con grande insistenza. Ci
sono croste intorno e dentro le narici e c un
irresistibile desiderio di affondare le dita nelle narici.
Questa in realt la grande caratteristica del rimedio:
il paziente vuole togliersi le croste o la pelle seccata
e screpolata.
Ci sono croste nel naso che si formano con rapidit e
il paziente vi affonda le dita con forza per
sbarazzarsene, e, bench sia doloroso, continua a
farlo, incapace di resistere. I bambini piangeranno per
il male togliendo la pelle secca screpolata o le croste
dal naso o dalle labbra, eppure non riusciranno a
smettere di farlo.
Di solito una secrezione corrosiva, acquosa scorre in
continuazione dal naso, pi nella radice sinistra,
corrodendo gli opercoli superiori. Questo genere di
aspetto normale con i bambini che hanno
raffreddore o influenza ed hanno bisogno di questo
rimedio; ma lo trovate anche nella febbre infettiva,
nella scarlattina, difterite o persino in casi gravi di
impetigine o febbre da fieno: Arum triphyllum ha
secrezioni dal naso di tutti i tipi; acquose, dense, con

sangue, che provocano escoriazioni, gialle, mentre ha


la sensazione che la testa sia istupidita e intasata.
Penso, per, che questo rimedio stia andando in
disuso in omeopatia, dato che abbiamo sempre minori
opportunit di vedere i gravi risultati della sua azione
sulla pelle e le membrane mucose della faccia, del
naso e delle labbra. Ci si deve al fatto che i pazienti
usano creme al cortisone e altri spray o palliativi
prima di venire dallomeopata e questo modifica il
quadro originale. E dubbio che possiamo riuscire a
vedere il tipico aspetto di Arum triphyllum nei
bambini di oggi.
Per la sua tendenza a produrre membrane e
ulcerazioni, il rimedio era usato in casi di difterite,
specialmente quando si vede una iperattivit del
muco nasale, o membrane che si formano nella
mucosa della bocca, della laringe o della faringe.
Secrezione costante che provoca escoriazioni alle
labbra superiori nella difterite: una caratteristica
che indica questo rimedio.
Ad esso si dovrebbe pensare anche nei casi di febbre
in cui si sviluppa uno stato tossemico e il paziente
scivola in fretta nel delirio. Durante questi deliri c
grande attivit delle mani e delle dita che spiluzzicano
il naso o le labbra. Vedrete il solito rossore e
secchezza delle labbra con screpolature.
Delirio in cui il paziente molto agitato, si dimena nel

letto, muove costantemente le mani come se


dovesse spiluzzicare qualcosa e cerca di scappare.
Unaltra caratteristica tipica di casi cos gravi la
soppressione di urina.
E difficile riconoscere questo rimedio nei primi stadi
in cui non avete Keynotes. Ma pensateci quando il
quadro non indica chiaramente un altro rimedio,
quando c una forma grave di influenza in cui il
paziente si sente veramente a pezzi, con piccole
ghiandole cervicali che si sviluppano o adeniti
cervicali con febbre alta e molti dolori.
Un sintomo affidabile che indichi questo rimedio la
tendenza a mordersi le unghie fino a farle sanguinare,
o a mordersi le dita e le labbra. Questi sintomi
possono essere manifesti sia in casi acuti, sia cronici.
Il paziente prostrato ma, nonostante ci, la testa si
muove incessantemente; affonda la testa nel cuscino,
muove gli arti e le dita in continuazione.
I bambini perdono lappetito, hanno avversione per il
latte, non vogliono giocare, dimagriscono, soffrono di
mal di testa e lurina scarsa.
Sudorazione intorno alla testa a letto la sera,
irrequieti, incapaci di concentrarsi, appetito scarso
ma desiderio di carne. Bambini estremamente
irritabili, capricciosi, che si mordono con veemenza le
unghie; chiedono cose che respingono una volta che

vengono loro offerte.


Sete di acqua fredda. A volte vedete una eruzione
terribile che inizia con chiazze di vescicole che
crescono e si spaccano e formano pustole che
coprono lintera faccia, collo, cuoio capelluto, zona
cervicale, torace, orecchie, braccia e cosce.
Le condizioni peggiorano di notte. C intenso
prurito.
Questo rimedio pu sfociare in stati maniacali con
urla. Il quadro mentale-emozionale di questo rimedio
a tuttoggi quasi sconosciuto.
Abbiamo pochi sintomi mentali che comprendono:
distrazione,
debolezza
di
memoria,
amnesie,
confusione al mattino stanchezza, irritabilit,
agitazione,
nervosismo,
tristezza,
depressione
mentale, sobbalzi nel sonno e stati di incoscienza.
GENERALITA
Il lato sinistro maggiormente colpito del destro. La
sonnolenza, lo starnuto e il mal di testa sono peggiori
alle 11 a.m.
Vampate di calore di pomeriggio, di sera, di notte.
Il dolore compare e scompare allimprovviso. Dolori
brucianti. Dolore interno che comprime.
Sensazione interna di pizzicore. Polso con il terzo
battito intermittente. Bisogno di stirarsi al

pomeriggio.
Gonfiore delle ghiandole.
TESTA
Ha violenti mal di testa che privilegiano il lato sinistro
della testa, anche se, talvolta, colpiscono anche il
lato destro e il dolore si estende verso il basso.
Affonda la testa nel cuscino durante le febbri forti o il
delirio. Freddo, brividi di freddo nel pomeriggio.
Freddo del vertice nel pomeriggio. Sensazione di
calore al pomeriggio.
La testa molto calda durante la coriza; vampate di
calore. Se la testa si riscalda in alcun modo, ci
aggrava o provoca il mal di testa.
Il calore della stanza o lavvolgersi la testa o
lesposizione al sole aggrava il mal di testa.
Il mal di testa anche aggravato da bevande calde o
cibo caldo. Il mal di testa migliorato dopo colazione,
migliorato dopo cena.
Dolore ai lati della testa svegliandosi al mattino.
Dolore alle tempie di notte. Mal di testa con
sensazione di qualcosa che affondi, perfori e sprema
al mattino dopo essersi svegliati.
Mal di testa dopo il caff. Mal di testa perforante
girando gli occhi verso lalto. Sensazione come se la
sommit del capo fosse aperta senza una copertura.
Eruzione di eczema. Pesantezza e intorpidimento

nella fronte durante la mattinata.


OCCHIO
Gli occhi sembrano sempre assonnati. Vista offuscata
come se in velo fosse teso davanti.
Infiammazione del sacco lacrimale, lacrimazione.
Molta acqua negli occhi con i margini delle palpebre
gonfi.
Fotofobia. Brividi delle palpebre superiori. Tensione
delle palpebre inferiori come se fossero gonfie.
NASO
Il sintomo pi caratteristico di Arum laffondare le
dita nel naso. Spiluzzicare il naso fino a farlo
sanguinare. Il naso screpolato con croste intorno
alle narici.
Coriza che peggiore sul alto sinistro. Coriza
peggiora al mattino, con secrezione abbondante, con
croste nella parte alta dellinterno del naso.
Il naso completamente intasato eppure c una
costante secrezione fluida che deve essere asciugata
continuamente.
Febbre da fieno, naso che cola, starnuti, secrezione
corrosiva. Coriza durante la difterite, la scarlattina.
Attacchi violenti di coriza con starnuto, peggiore di
notte. Secrezione di giorno, tutti i tipi di secrezione:
con sangue, che provocano escoriazioni dense,

acquose, gialle, abbondanti.


Epistassi al mattino. Nel tentativo di deglutire del
liquido esce dal naso. Sensazione di naso ostruito con
secrezione acquosa.
Dolore alla radice e sensazione di carne viva. Ulcere
della parte posteriore delle narici.
FACCIA
Le labbra sono intensamente gonfie, secche, tagliate,
screpolate, sanguinanti. Si spiluzzica le labbra. Labbra
ed angoli della bocca screpolati. Labbra escoriate.
Colore rosso della faccia dopo aver mangiato.
Calore della faccia al pomeriggio. Infiammazione della
ghiandola parotide. Dolore quando articola e quando
deglutisce. Infiammazione della mandibola e/o delle
giunture.
Gonfiore nella mandibola e nelle ghiandole in generale.
Rigidit dei muscoli della mandibola inferiore quando
deglutisce. Gonfiore delle ghiandole della parotide,
delle ghiandole sub mascellari. Dolore bruciante sulle
labbra.
Gonfiore dellintera faccia nella scarlattina.
BOCCA
Lingua color fragola, afte. Sanguina quando ha la
scarlattina. Lingua screpolata, spaccata, sanguinante,
gonfia, rossa. Punta della lingua che duole. Le papille

della lingua sono erette.


Escoriazione della membrana mucosa da cui fluisce
del sangue. Secchezza di notte. Secchezza nel centro
della lingua. Falsa membrana. Muco viscido. Alito
putrido e maleodorante.
Lingua dolente. Bruciore, dolore bruciante come per
una escoriazione nel palato e nella lingua. Di pi
durante il mattino. Bruciore alla radice della lingua.
Sensazione di gonfiore nel palato. Lingua dolorosa ai
lati e vicino alla punta. Salivazione.
GOLA
Kent scrive la voce rappresenta una parte
importante dei suoi disturbi. Si notato che in
relazione particolarmente con i cantanti e gli oratori
pubblici. A volte, quando un avvocato ha sostenuto
un caso durato a lungo e ha di fronte lo sforzo finale
ed ha magari parlato per tre ore e, mentre era
sudato, uscito o si trovato in una corrente daria
e si ritrova con una raucedine per cui non pu finire il
discorso, una dose di Arum triphyllum gli permetter
di proseguire il suo discorso con voce chiara.
Elimina la raucedine. Negli oratori pubblici e cantanti
che sono stati costretti a sforzare la voce ed hanno
preso un po di freddo e la voce rauca dopo uno
sforzo prolungato consigliato questo rimedio.
Questo vale anche per voce incerta, incontrollabile,

che cambia in continuazione, ora profonda, ora rauca


ecc.
Bruciore della faringe e della glottide.
Croup
membranoso. Membrane, esudazione, difterite.
Infiammazione della laringe negli oratori.
Edema della glottide. Indolenzimento della laringe nei
cantanti. Raucedine per aver cantato, parlato.
Sensazione paralitica della gola e dellesofago e
difficolt a deglutire dovuta a ci. Voce rauca da
sforzo eccessivo parlando e cantando. Voce fessa,
perdita della voce. Voce persa dopo esposizione al
vento di nord-ovest. Voce che urla . Soffocamento,
costrizione. I liquidi che beve finiscono con forza nel
naso. Dolore tossendo, inspirando, deglutendo.
Dolore con senso di escoriazione.
STOMACO
Appetito insaziabile. Eruttazioni di cibo. Sete di
piccole quantit, spesso.
ADDOME
Escoriazioni della zona inguinale. Forte dolore sordo
(vedi perforante, a fitte, angosciante, profondo,
comprimente ecc.) nella zona dellanca.
RETTO
Kent scrive: ha diarrea come si verifica nel tifo

idiopatico. Se avete mai visto la farinata gialla di mais


quando viene versata nel piatto, sapete come
laspetto delle feci gialle tifoidi. Quando questa
medicina indicata, la diarrea gialla come la
polenta.
Escoriazione fra le natiche. Escoriazioni del perineo.
Feci molli molto frequenti, giorno e notte. Feci
acquose.
APPARATO URINARIO
Soppressione di urina.
Abbondante.

Colore

pallido.

Scarsa.

GENITALI MASCHILI
Dolori ai testicoli che si estende al cordone
spermatico. Bruciore e dolore in fondo al pene.
Sensazione di indolenzimento, di contusione. Dolore
lacerante ai testicoli, peggiore nel testicolo destro
che si estende alladdome.
TORACE
Respirazione difficile addormentandosi. Asmatica.
Respirazione difficile svegliandosi. Tosse angosciante
che peggiora di mattina tra le 6 e le 7 a.m., a
mezzanotte. Tosse a colpi secchi e brevi al risveglio,
tosse grassa senza espettorazione. Muco nella
laringe. Muco nella trachea. Crampo nei polmoni dopo

essersi svegliati (vedi spasmi). Noduli sensibili nella


mammella sinistra: sensazione di contusione sulle
mammelle. Dolore ai polmoni al di sopra dei capezzoli.
Dolore nella zona del cuore. Dolore come da fitte nei
lati e che si estende alla scapola.
DORSO
Eruzioni umide sulla zona cervicale, sul dorso, sul
coccige. Pressione dolorosa sul coccige.
ESTREMITA
I piedi dolgono stando in piedi; le fa male persino
indossare le calze, facendole venire mal di stomaco. I
piedi le sembrano contusi e le procurano grandi
sofferenze. Convulsione dei pollici.
Crampi nelle gambe al mattino al risveglio. Eruzione
umida tra le natiche. Eruzione sul braccio destro,
sullanulare
destro
e
sulla
gamba
sinistra.
Escoriazione tra le pieghe delle articolazioni.
Prurito del piede. Dolore nel piede come per una
lussazione. Dolore nelle articolazioni come per una
distorsione.
SONNO
Si addormenta dopo mangiato, assonnato dopo il
tramonto: assonnato quando sbadiglia e starnutisce.
Sobbalza addormentandosi. Insonnia a causa di

infiammazione in bocca e nella gola. Sbadigli in tarda


mattinata, undici a.m. Sbadigli aggravati nel
pomeriggio. Sbadiglio periodico.
FEBBRE
Raffredore che comincia nella testa e si estende dal
vertice.
Febbri esantematiche, morbillo, scarlattina. Calore
intenso. Generalmente caloroso. Prurito nelle dita
delle mani e dei piedi. Febbre prolungata, tifo, febbre
tifoide.
PELLE
Eruzioni vescicolari con desquamazioni, suppurazioni,
pustole nella scarlattina, desquamazioni due o tre
volte. Eruzioni simili a scarlattina.
CLINICA
Mal di gola del predicatore. Voce rauca, faringite
cronica. Si mangia le unghie. Lingua spaccata,
infiammata, glossite. Difterite, scarlattina, febbre
tifoide, gonfiori ghiandolari.

ARUM TRIPHYLLUM Da Pediatria Temi e concetti in


Medicina Omeopatica di R. Petrucci
Bambini ostinati.
Arum triphyllum ha secrezioni escorianti dal naso,
lingua gonfia, mal di gola; il bambino irrequieto ed
irritabile e non sta mai fermo. Il forte dolore alla gola
caratteristico di Arum; le labbra e il naso sono
irritati e il bambino li pizzica fino a farli sanguinare.
Mangia le unghie fino a far sanguinare le dita.
SINTOMI REPERTORIALI
MIND OBSTINATE children
MIND BITING
MIND BITING children
MIND BITING nails
MIND BITING himself
MIND BITING fingers
MIND BITING hands
MIND CONTRARY
MIND CONTRADICTION disposition to contradict
MIND PLAYNG aversion to play children, in
MIND -CAPRICIOUSNESS
MIND -CAPRICIOUSNESS rejecting the things for
which he has been longing;when offered ,he

is
MIND -SINGING
MIND -GESTURES ,makes,-hands; involuntary motions
of the picking
FACE INDURATIONS Parotid glands
FACE INFLAMMATION Parotid glands
FACE -PAIN Parotid glands
FACE -PAIN Parotid glands left
FACE PAIN -Parotid glands -left sore
FACE PAIN -Parotid glands sore
FACE PAIN Parotid glands touch agg.
FACE SWELLING Parotid glands
FACE SWELLING scarlet fever
FACE -SWELLING Submaxillary glands
FACE -SWELLING Submaxillary glands painful
FACE -CHAPPED
FACE -CHAPPED Lips
FACE -CRACKED Lips
FACE -CRACKED Mouth ,corners of
FACE -PICKING Lips
FACE PICKING Lips bleed ;until they
NOSE CORYZA scarlatina during
NOSE BORING in nose with fingers
NOSE -BORING in nose with fingers bleeds; until
NOSE PICKING Nose
NOSE PICKING Nose bleeds, until it
MOUTH APHTHAE

MOUTH APHTAE Tongue


MOUTH PAPILLAE of tongue-erect
MOUTH PAPILLE of toungue erect-strawberry
tongue
MOUTH STOMATITIS , ulcerative
MOUTH BLEEDING scarlert fever, during
MOUTH ITCHING scrlatina during
THROAT APHTHAE
THROAT INFLAMMATION Tonsils
THROAT SWELLING Tonsils
LARYNX AND TRACHEA LARYNGISMUS stridolus
HEAD BORES head in pillow
HEAD PERSPIRATION of scalp night
HEAD INFLAMMATION Brain
COUGH -WHOOPING
STOMACH APPETITE capricious appetite
STOMACH APPETITE wanting
STOMACH APPETITE insatiable
STOMACH ERUCTATIONS; TYPE OF food
RECTUM INVOLUNTARY stool
RECTUM INVOLUNTARY stool sleep agg; during
FEVER CONTINUED fever
FEVER CONTINUED fever eruptive
FEVER ERUPTIVE fevers scarlatina
FEVER SCARLET FEVER
FEVER -SCARLET FEVER accompanied by salivation
FEVER CONTINUED fever eruptive

SKIN ERUPTION scarlatina


SKIN ERUPTION scarlatina accompanied by
salivation
SKIN ERUPTIONS -impetigo
URINE COPIOUS fever ;during scarlatina ; during
URINE WATERY,clear as water scarlatina ; during
GENERALS CONVULSIONS dentition; during
GENERALS FOOD AND DRINKS milk aversion
GENERALS FOOD AND DRINKS meat desire
children, in
GENERALS EMACIATION children ; in
CLINICA : Encefalite. Delirio . Cefalea. Raucedine
TROPISMO : Membrane mucose (bocca; gola; laringe)
. Reni. Cervello. Sangue . Pelle.

CALADIUM
CLASSIFICAZIONE SCIENTIFICA
Regno: Vegetale
Sottoregno: Piante vascolari
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine: Arales
Famiglia: Araceae
Sottofamiglia: Aroideae
Genere: Caladium
Specie: Caladium bicolor
DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Canna muta (Aro delle Antille) Dieffenbachia seguine.
Dumb cane
Famiglia delle Araceae
Lorigine del nome incerta, ma si dice derivi da kale,
il nome originario del tubero della pianta.
CARATTERISTICHE GENERALI
Caladium un genere di pianta floreale della famiglia
delle Araceae. Esse sono spesso conosciute con il

nome comune elephant ear (che essi condividono con


il
genere
imparentato
Alocasia,Colocasia,e
Xanthosoma) Heart of Jeasus, e Angel Wings. Ci sono
circa 1000 variet di piante che hanno il nome
proprio di Caladium bicolor dalloriginale pianta del
Sud America.
Il genere Caladium include sette specie che sono
originarie del Brasile e delle aree adiacenti del Sud
America e del Centro America. Essi crescono in aree
aperte della foresta e sugli argini dei torrenti e vanno
in letargo durante la stagione secca.
Sono piante importate da tempo in Europa e sono
state oggetto di un intenso lavoro di miglioramento
genetico ottenendo ibridi di incredibile valore
decorativo.
I caladium sono piante erbacee perenni con rizoma
tuberoso (fusto perenne, per lo pi sotterraneo e
funzionante come organo di riserva, simile a una
radice, provvisto di gemme nella parte superiore e
radici in quella inferiore) e sprovviste di fusto.
Le foglie infatti si originano direttamente dal rizoma e
sono sorrette da lunghi piccioli.
Le piante selvatiche crescono fino a 40 -90 cm in
altezza, con foglie lunghe e larghe per lo pi 15 45
cm. Produce delle infiorescenze profumate a spadice
del tutto simili a quelle della Calla (appartengono alla
stessa famiglia). Infatti quello che noi chiamiamo

fiore vale a dire la parte colorata a forma di imbuto


che tanto apprezziamo, in realt sono delle brattee
cio delle foglie modificate che avvolgono i fiori e le
infiorescenze per proteggerli e sono chiamate spata
(per lo pi bianche o verdi) allargate verso lestremit
e terminanti con una punta incurvata verso il basso. Il
fiore (linfiorescenza) in realt quella specie di asta
che vediamo al centro della spata ed chiamata
spadice che porta nella parte alta i fiori maschili e
nella parte bassa i fiori femminili.
I frutti sono delle bacche biancastre.
COLTIVAZIONI E USI
Parecchie specie sono coltivate come piante
ornamentali per le loro foglie larghe e sagomate a
punta, segnate in vari campioni: bianco, rosa e rosso
(alquanto somiglianti al non correlato coleus).
Le due forme pi largamente coltivate sono chiamate
foglie di vari colori e foglie a lancia.
La prima la pi comunemente vista ed il
tradizionale caladium delle coltivazioni; le foglie sono
per lo pi formate a cuore. La seconda ha pi foglie
formate a lancia.
Molti Caladium in coltivazione crescono alti fino a 60
cm. e sono larghi 60 cm, sebbene variet nane sono
ora in coltivazione.
Numerose variet di queste piante coltivate sono

state selezionate da Caladium bicolor. Le variet con


le foglie a forma di lancia sono anche derivate dal
Caladium schomburgkii.
Caladium cresce da sementi e pu essere propagato
dalla divisione dei tuberi. Essi sono resistenti al
freddo, ma in aree pi fredde essi sono cresciuti
tipicamente come bulbi delicati o come piante da
casa. Durante la loro stagione di crescita, essi hanno
bisogno di una grande quantit di acqua e non
permesso loro di asciugarsi.
Molte variet preferiscono sole parziale, sebbene
variet resistenti al sole sono ora in coltivazione.
Tanti bulbi di Caladium provengono dal Lago Placido,
Florida, Stati Uniti.
In aree temperate essi saranno posti a dimora prima
del primo gelo.

Specie selezionate:
Caladium lindenii
Caladium paradoxum
Caladium schomburgkii
Caladium ternatum
Caladium bicolor
Caladium bicolor la specie pi conosciuta e
diffusa. Presenta foglie verdi con screziature rosse
e bianche. I fiori sono a spata di colore giallo
Sono piante originarie delle Indie occidentali, della

Guyana e del Brasile.


Caladium hortolanum
I caladium hortolanum hanno la particolarit di avere
le foglie molto sottili quasi cartacee. Esistono
numerose variet con foglie variamente colorate.
Caladium humboldii
Il Caladium humboldii una piccola pianta con foglie
piccole e variamente screziate di bianco.
Caladium picturatum (Caladium sagittifolium)
Il Caladium picturatum ha le foglie lunghe e strette
con nervature bianche. Esistono numerose variet
con colorazione diversa.

TOSSICOLOGIA
La pianta fresca velenosa e ha, come gli altri Arum,
un effetto intensamente irritante sulle mucose e sulla
cute e produce molte sensazioni brucianti.
I sintomi da avvelenamento sono notevoli: la maggior
parte di questi scompaiono dopo 36 ore ad eccezione
di quelli che colpiscono la laringe. La raucedine,
qualche volta anche lafonia, scompare molto pi
lentamente, cos che la voce pu essere usata
normalmente solo dopo quattro giorni.

Da qui il nome di Canna muta. Caladium rende le


sue vittime mute e impotenti.

USI TERAPEUTICI E ALTRI USI


Caladium usato talvolta dai fabbricanti di zucchero
per favorire la granulazione quando il succo troppo
viscido.
MITI, LEGGENDE, USI RITUALI
I pellerossa usavano la pianta per alleviare i disturbi
della gotta cronica grazie allirritazione cutanea che
essa produce.
Fra gli abitanti indigeni (i Maroon) leffetto di
Caladium sugli organi sessuali era conosciuto da
tempo.
La
radice
macinata
era
aggiunta
segretamente al cibo del nemico per causarne
impotenza.
La tintura stata usata anche come una specie di
cintura di castit e veniva applicata agli organi
sessuali delle donne durante i viaggi per sopprimere il
loro desiderio sessuale e causare impotenza negli
uomini che cercavano di sedurle.

OMEOPATIA

ANALISI GENERALE
Attraverso il sistema cerebrospinale, Caladium
esercita la sua principale azione sopra gli organi
generativi, dove causa iperestesia, irritazione ed
edemi non infiammatori.
Esso agisce anche sulle membrane mucose,
specialmente del canale alimentare, la pelle e i tessuti
muscolari.

SINTOMI CARATTERISTICI
Da Materia Medica viva di G.Vithoulkas:
MIND
Smemorato. Confuso, mente non concentrata.
Apprensivo; prudente circa la sua salute.
Ipereccitabilit senza potenza sessuale, quando il
desiderio molto forte, manca la capacit.
Ha intenso desiderio sessuale ma il pene rimane
molle, oppure ha erezioni forti e dolorose ma senza
desiderio. Passato lo stadio di ipereccitabilit si
sviluppa uno stato che possiamo chiamare della
mancanza di entusiasmo.
Sembra indifferenza o tristezza e tuttavia diverso

dato che la persona riceve ancora degli stimoli


mentali, emozionali, sessuali e reagisce sempre in un
modo che denota ipereccitazione.
Nulla comunque eccita la persona pi di tanto.
Contrariamente a quello di Phosphoricum acidum o di
Aurum, non si tratta di uno stato molto doloroso, ma
di uno neutro. I sentimenti di gioia e di entusiasmo
sono assenti senza essere comunque rimpiazzati da
sentimenti negativi. E uno stato al limite della
depressione senza essere altrettanto doloroso.
Le persone Caladium sono spesso irritabili e depresse.
La depressione pu essere una conseguenza della
masturbazione o del coito oppure essere collegata
allimpotenza. Nel suo proving Hering ha osservato
questo sintomo: piange forte per una mortificazione,
come un bambino.
In questo stadio le emozioni e i processi mentali di
Caladium sono praticamente bloccati esattamente
come chiuse sono le vie del piacere sessuale. Il tempo
trascorre senza interessi, gioia, piacere sessuale. Non
si innamora e, se inizia una relazione, una volta
passata leccitazione iniziale, diventa annoiato e
perde ogni interesse. Sembra non esserci sufficiente
energia mentale, emozionale o sessuale per portare
avanti una relazione erotica duratura.
Sul piano mentale subentra uno stato di

smemoratezza e una sensazione confusa che investe


tutto. Anche se ha lenergia per iniziare qualcosa, non
sa portarla a termine.
C una specie di disorientamento e confusione
mentale.
Nello stadio successivo prendono piede lassenza di
gioia gi descritta e il deteriorarsi delle capacit
mnemoniche.
Questo quadro suggerisce lidea che Caladium sia
adatto a persone con il morbo di Alzhaimer dopo aver
trascorso una vita dedita a piaceri sessuali e
iperattivit mentale.
Ci che il paziente dimentica durante il giorno,
tuttavia gli torna alla mente mentre mezzo
addormentato, durante un sonno confuso (come lo
definisce Hering nel proving), oppure quando il suo
sonno si interrompe e sta sveglio tutta la notte.
Soffre di insonnia e non dorme abbastanza. E
estremamente sensibile al rumore, specialmente
quando vuole dormire. Allora diventa sempre pi
irritabile e pu stare sveglio tutta la notte.
A volte si sente apprensivo prima di addormentarsi,
senza sapere perch.
Altre volte si addormenta molto facilmente, dorme
per tre o quattro ore finch si sveglia e allora sta
sveglio per altre due o tre ore. Questo pu essere il
momento in cui ricorda ci che ha dimenticato di

giorno. Dopo di che ricade in un sonno profondo,


pesante e tuttavia non ristoratore.
Quando le persone Caladium si addormentano,
dormono di solito profondamente per due o tre ore
durante le quali nulla li pu svegliare. Russano
terribilmente e si lamentano e gemono ansiosamente
nel sonno.
Durante lo stato di eccitazione il paziente Caladium
ha molte apprensioni e paure che peggiorano la sera
o quando si addormenta.
Molto apprensivo per la salute, preoccupato ed
ansioso per ogni cosa (Hering).
Successivamente, con il prevalere dellassenza di
gioia e della mancanza di entusiasmo, lindividuo
Caladium smette di preoccuparsi e le paure e le
apprensioni sembrano nascoste nel profondo.
VERTIGINE
Caladium sdraiandosi e chiudendo gli occhi ha le
vertigini che ha anche dopo aver camminato un poco
allaria
aperta.
Sensazione
di
capogiro
e
ondeggiamento dopo essersi sdraiati e aver chiuso gli
occhi, che gli impedisce di addormentarsi.
Vertigine e nausea al mattino, con fitte alla bocca
dello stomaco.
TESTA

Mal di testa sordo, frontale e dolori pulsanti in testa,


specie nei fumatori.
Mal di testa con nausea e sensazione confusa in
testa; sintomi simili a Tabacum. Fumando tabacco,
pressione che instupidisce negli occhi e in fronte con
faccia calda ed agitazione.
Il mal di testa accompagnato da dolore alla spalla.
Dolori sordi e comprimenti o acuti e taglienti alle
tempie.
Pienezza nella testa come se ci fosse troppo sangue.
Intorpidimento nel lato destro o sinistro della testa.
OCCHIO
Gli occhi si infiammano violentemente e lacrimano; le
palpebre sono rosse e infiammate, gli occhi dolgono e
bruciano.
Pressione nei bulbi oculari con dolore e sensibilit
toccando o premendo. Fitte negli occhi insieme a
dolore in altre parti del corpo: fitte nellocchio destro
e pulsazioni nel ginocchio sinistro, fitte nellocchio
sinistro e durone sul mignolo del piede.
ORECCHIO
Estremamente sensibile al rumore, specie quando
desidera dormire, il minimo rumore lo fa sobbalzare:
ha limpressione di avere qualcosa sopra le orecchie
che diminuisce il suo udito.

Pulsazione nellorecchio destro con sensazione di


acqua calda che scorre attorno in cerchio.
FACCIA
Sensazione come se delle ragnatele si attaccassero
qua e l o di un insetto che striscia sul volto.
Varie sensazioni striscianti: calore in volto, volto
arrossato, quasi scarlatto.
BOCCA
Membrana mucosa della bocca molto rossa; gonfiore
delle labbra, lingua, ugola ecc. Insieme alla lingua
arrossata pu esserci un eccesso di saliva simile al
bianco delluovo che pu fuoriuscire in grandi
quantit. Striscia rossa, secca, lungo la parte centrale
della lingua che si allarga verso la punta. Il latte ha un
sapore acido ed ripugnante.
GOLA
Dopo aver fumato, espulsione di muco e vomito di
materia viscida. Secchezza e bruciore delle fauci.
Senza sete, anzi persino con avversione allacqua
fredda. Sensazione di raschiamento e secco in gola
che lo spinge a schiarirsi la gola.
RESPIRO E TORACE
La laringe e la trachea sembrano strozzate, con suoni

rantolanti quando respira profondamente e tosse che


sembra aver origine, nella parte superiore delle vie
aeree, al di sopra della laringe.
Solletico in gola che provoca tosse, peggiora di
notte. Asma catarrale, talvolta accompagnata da
tosse dura, muco che non espulso prontamente e
che tuttavia d sollievo quando espulso.
Lasma si alterna a eruzione che prude e brucia. Nel
suo proving Hering ha notato questo esempio:
eruzione nella parte interna dellavambraccio,
foruncoli grandi e rossi che prudono e bruciano
violentemente; appena scompare si ha una forte
oppressione del torace, gli manca laria come se il
muco lo soffocasse, senza ansia.
Respiro con spasmi e sospiri. Sordi dolori a fitte nel
lato destro del torace che migliorano rimanendo
sdraiati sul lato destro e peggiorano sul sinistro.
Polso duro, martellante oppure rapido e appena
percettibile.
STOMACO
Pulsazioni alla bocca dello stomaco dopo aver
camminato; si stanca in fretta.
Sensazione come se un uccello svolazzasse nello
stomaco e cercasse di scappare, tutto ci provoca
nausea. La nausea arriva spesso al mattino alzandosi.
Pu accompagnarsi ad una sensazione di confusione

in testa, un certo capogiro; come una sensazione di


vuoto nello stomaco e a fitte nella bocca dello
stomaco.
Molto eruttare; eruttazione ripetuta di piccole
quantit di aria, come se lo stomaco fosse pieno di
aria, pieno di cibo asciutto. Beve senza avere
veramente sete a causa della sensazione di cibo
asciutto nello stomaco; mangia solo perch avverte il
vuoto allo stomaco ma senza avere appetito.
Durante la febbre assenza di sete per giorni. Persino
avversione allacqua fredda; il paziente tollera o
desidera solamente bevande calde. Ci sono pazienti
Caladium che hanno sete tutto il giorno.
Bevono th, caff, bevande fredde ma non acqua.
Desiderio di birra.
Bruciore allo stomaco che non ha sollievo bevendo.
Sordo bruciore interno nello stomaco ed epigastrio;
diventa una violenta pressione e infine un rodimento
al
cardias
che
gli
impedisce
di
respirare
profondamente.
ADDOME
Laddome gonfio e fa male toccandolo e ci sono
dolori spasmodici e taglienti sia nello stomaco che
nelladdome. Dolori che fanno contorcere e
sensazione come se un lungo verme si stesse
contorcendo nella zona del colon trasverso o del

duodeno. Bruciore nella zona ipogastrica.


RETTO
Feci morbide, gialle, pastose, mollicce come nella
febbre tifoide; feci pastose molto scarse. Feci
pastose color argilla che passano con difficolt. Ci
sono anche feci che contengono grumi duri.
Rilassamento dello sfintere anale. Uscita di sangue
leggero, rosso o di materia viscida o di un fluido
leggero, marrone, dallano dopo aver defecato.
Bruciore nellano dopo aver defecato. Fitte nel retto
dopo aver defecato come procurate da coltelli.
APPARATO URINARIO
Sensazione di pienezza nella vescica con dolore ma
senza stimolo ad urinare. La zona della vescica
sensibile alla pressione. Dolore violento durante la
minzione. Puntura profonda nellipogastrio, dietro e al
di sopra della vescica. Fitte nelluretra la sera.
Rilassamento dello sfintere delluretra.
Lurina o sgocciola dopo la minzione oppure il
paziente perde delle gocce prima di arrivare al bagno.
Urina fetida, con sedimento, scarsa, ha odore putrido.
GENITALI MASCHILI
Desiderio sessuale con pene rilassato oppure forti
erezioni dolorose senza desiderio.

Impotenza con depressione mentale.


Erezioni al mattino quando mezzo addormentato
che cessano quando completamente sveglio.
Ejaculatio precox, eiaculazione ed orgasmo assenti
nel coito, oppure il piacere cessa allimprovviso
durante il coito ed il paziente non si rende conto se
ha avuto o meno una eiaculazione.
Caladium utile nei disturbi delle gonorrea.
Impotenza dopo soppressione delle secrezioni dovute
alla gonorrea (Thuja).
Frequenti emissioni notturne senza sogni o causate
da sogni non erotici.
Dopo il coito il prepuzio rimane ritratto e non torna a
coprire il glande;dolore e gonfiore. Prepuzio gonfio e
dolente al bordo, con sensazione mordente urinando.
Il glande del pene rosso, secco e molle a causa di
masturbazione o nellimpotenza.
Genitali ingrossati, come gonfiati, rilassati e che
sudano. Sensazione di freddo e traspirazione fredda
nella zona. Sudore profuso sullo scroto. Prurito.
GENITALI FEMMINILI
Prurito della vagina e della vulva.
Il prurito pu anche essere causato da vermi che dal
retto si spostano nella zona genitale.
Dolori come crampi nellutero dopo mezzanotte.

SCHIENA ED ESTREMITA
La schiena rigida e piena di dolori reumatici, ad
esempio tra le spalle, tanto che riesce appena a
girarsi a letto. Dolore nella spalla con mal di testa. Ha
le membra cos deboli da non riuscire a scendere dal
letto; affaticato tutta la mattina, stanco e di cattivo
umore. Tremore e dolori reumatici negli arti.
Intorpidimento nelle braccia e nelle mani.
SONNO
Strane sensazioni di formicolii lo tengono sveglio.
Insonnia causata da prurito specialmente nei genitali.
Sonnolenza al mattino e debolezza degli arti,
malumore, testa confusa. Assonnato al mattino dopo
essersi alzato, non riesce a tenere gli occhi aperti
mentre cammina allaperto, con nausea e vertigine
avvertita nello stomaco.
Ha sonno durante il giorno ma non riesce a dormire
perch il prurito insopportabile, specialmente nei
genitali o perch rabbrividisce e ha dei capogiri.
Quando vuol dormire diventa molto sensibile ai
rumori.
Russa sonoramente. Mugugna e si lamenta
ansiosamente nel sonno. Sonno agitato; sobbalza
violentemente nel sonno. Sogni vividi, ansiosi, che
ricorda meglio delle attivit della giornata.

Sogni di persone morte e avvenimenti passati sono


cos vividi che, dopo essersi svegliato, si
riaddormenta immediatamente e continua a sognare
lo stesso sogno dove lha lasciato.
Si sveglia di notte a causa della sete con labbra
secche.
FEBBRE
Kent dice che questo rimedio ha una febbre
continua, non molta ma continua; non troveremo mai
coma e stupor causati dalla febbre; delirio,
mormorio inintelleggibile; prostrazione mentale;
durante il delirio mormora e barbotta, non riconosce
nessuno. La parlata incoerente e balbettante.
Questo rimedio si adatta ai casi di febbre tifoidea
bassa, mormorante, che sfinisce, casi con un decorso
lento; non un delirio molto attivo ma brontolante; una
forma non grave di semiincoscienza, assai spesso un
coma o una stupefazione come Phosphoricum acidum
o una mente confusa.
Questo vale per la febbre continua, per i tipi di febbre
tifoidea. Negli altri casi la febbre ha una
esacerbazione la sera intorno alle 6 o alle 8 p.m. ed
migliorata dal sonno. Si addormenta durante la febbre
serale e si sveglia quando la febbre passa.
Freddo di singole parti del corpo. Ha i brividi anche in
una stanza calda.

Faccia, testa e mani calde, gambe e piedi freddi.


Oppure: prima di mezzanotte testa, faccia e
superficie delladdome calda con i piedi freddi; dopo
mezzanotte addome freddo ma piedi caldi.
Durante la febbre la pelle secca e calda. Sudore di
sera con prostrazione, sbadigli e sonnolenza odore
dolciastro; il sudore attira le mosche.
PELLE
Prurito violento in varie parti della pelle. Eruzione che
prude e brucia e che si alterna ad asma.
Un bruciore violento compare in piccoli punti
allimprovviso e spesso sulla pelle, sulle guance, il
naso, le punte dei piedi e obbliga il paziente a toccare
le parti. La pelle ruvida e secca.
Strane sensazioni come se una mosca strisciasse sulla
pelle o avesse in faccia una ragnatela.

CLINICA
Asma. Gonfiori idropici. Uretriti non specifiche.
Impotenza. Irritazione. Ninfomania. Prurito vaginale.
Spermatorrea. Febbre tifoidea. Tifo. Vermi.

CALADIUM SEGUINUM: Da Pediatria Temi e concetti


in Medicina Omeopatica di R. Petrucci

Caladium un rimedio di valore inestimabile nel


prurito vaginale che spesso porta a masturbazione e
ninfomania. Farrington ha scritto: E il rimedio
migliore per le ragazze giovani, quando i vermi
oltrepassano il perineo ed entrano in vagina
producendo grande irritazione.
Il Jurnal of Homeopathic Clinics pubblic due casi
interessanti di Caladium:
1) Una bambina di quattro anni; prurito violento ai
genitali esterni che la obbligava a grattarsi; nemmeno
punizioni serie le impedivano di grattare; la bambina
era debole fisicamente e mentalmente.
2) Una ragazza di ventanni; improvvisamente
lamenta prurito ai genitali, che si manifesta
frequentemente e che alla fine si accompagna a
voluttuosit, tre mesi dopo ha avuto secrezione di
muco e uneruzione di brufoli intorno ai genitali molto
fastidiosa.
Questo rimedio irrita fortemente le membrane
mucose e la pelle, producendo una sensazione di
bruciore. Le punture dinsetti provocano bruciore e
prurito violento.
Secchezza delle parti che solitamente sono umide
(gola, labbra, glande).
Lesaurimento una caratteristica importante di
questo rimedio, ma non deriva soltanto dagli eccessi

sessuali, dalla soppressione della passione sessuale o


dal consumo di eccesive quantit di tabacco, come si
legge in alcuni libri; si pu riscontrare anche nei
bambini per altre cause: eccessivo sforzo mentale e
fisico o eruzioni soppresse.
In questi bambini sovente troviamo debolezza
mentale. Sono spesso scontenti, scoraggiati,
disattenti; perdita dinteresse; emotivamente neutri.
Spesso in questi bambini si riscontrano varie paure:
del buio, di morire, delle malattie, soprattutto di
quelle infettive; addirittura Caladium , insieme ad
Aconitum, Calcarea carbonica, Lycopodium e
Staphysagria, inserito nella rubrica mentale: Fear shadows his own scado, of (paura della propria
ombra). Paura di addormentarsi senza sapere perch;
molto sensibili al rumore, soprattutto quando
vogliono dormire.
SINTOMI REPERTORIALI
MIND
MIND
MIND
MIND
MIND
MIND
MIND

-ANTICIPATION stage fright


-ANXIETY hypochondriacal
-CORAGEUS
-FEAR noise from
-FEAR dark of
-FEARLESS
-AUDACITY

MIND -DISCONTENTED
MIND -DISCOURAGED
MIND -MILDNESS
MIND -UNOBSERVING
MIND -JEALOUSY
MIND -CONTRARY
MIND -REFUSING
MIND -HURRY eating ; while
FACE -SWELLING submaxillary glands
FACE VEINS distended -Forehead
EXTERNAL THROAT SWELLING Cervical Glands
STOMACH -APPETITE easy satiety
STOMACH -APPETITE wanting hunger ,with
STOMACH -APPETITE increased
STOMACH -APPETITE -ravenous
STOMACH -APPETITE -relish,without
STOMACH -FULLNESS, sensation of eating after
agg.
STOMACH -HICCOUGH
ABDOMEN -PAIN bending double must bend double
RESPIRATION ACCELERATED
MALE GENITALIA SEX-MASTURBATION ; disposition to
MALE GENITALIA SEX MASTURBATION disposition
to worms ;from
MALE GENITALIA SEX -PHIMOSIS
FEMALE
GENITALIA
SEX

MASTURBATION
,disposition to itching ,from vagina

FEMALE GENITALIA SEX ITCHING worms ,from pinworms


SKIN STINGS of insects
SLEEP -WAKING fright,as from
KIDNEYS -INFLAMMATION
GENERAL -FOOD and DRINKS -milk -agg.
GENERAL -FOOD and DRINKS -milk aversion
Clinica : Prurito.prurito vulvare. Masturbazione.
Ninfomania. Punture dinsetto. Asma. Vermi.
Tropismo : Genitali. Pelle. Membrane mucose. Nervi.

RUBRICHE REPERTORIALI
MIND; ABSENT-MINDEDNESS (K1, SI-1, G1) (192)
MIND; AILMENTS FROM; ANTICIPATION, FOREBODING,
PRESENTIMENT (K4, SI-15, SI53,
G3) (109)
MIND; AILMENTS FROM; DEBAUCHERY (SI-16, G15)
MIND; AILMENTS FROM; MASTURBATION (36)
MIND; AILMENTS FROM; SEXUAL; EXCESSES (K79, SI23, G63)
MIND; AMOROUS; DISPOSITION (SI-25) (71)
MIND; ANGER, IRASCIBILITY; TENDENCY (K2, SI-26,
G1) (306)
MIND; ANGER, IRASCIBILITY; TENDENCY; NOISE, AT;
SLEEP, DURING (SI-36) (1)
MIND; ANTAGONISM; HERSELF, WITH (K4, K88, K95,
SI-53, SI-1016, SI-1094, G3, G70,
G76) (25)
MIND; ANXIETY (K4, SI-54, G3G) (511)
MIND; ANXIETY; EVENING; AGG.; BED, IN (K5, SI-59,
G4) (56)
MIND;
ANXIETY;
CONSCIENCE,
OF;
INSTINCT,
BECAUSE HE IS NOT ABLE TO
CONTROL HIS (11)
MIND; ANXIETY; FUTURE, ABOUT (K7, SI-78, G6)
MIND; ANXIETY; HEALTH, ABOUT (K7, SI-80, G6)

(89)
MIND; ANXIETY; HYPOCHONDRIACAL (K7, SI-81, G6)
MIND; ANXIETY; SLEEP; BEFORE (K8, K47, SI-92, SI522, G7, G37) (20)
MIND; CONCENTRATION; DIFFICULT (K13, SI-155,
G11)
MIND; CONCENTRATION; DIFFICULT; THINKING, WHEN
(DULLNESS; MENTAL
EXERTION) (1)
MIND; CONFUSION OF MIND (K13, SI-160, G11) (394)
MIND; DELUSIONS, IMAGINATIONS; DOOMED, BEING
(SI-272); (29) ***
MIND; DESPAIR; RECOVERY (K36, SI-394, G28) (66) *
MIND; DISCOURAGED (K36, SI-406, G29) (147) *
MIND; DREAMS; AMOROUS; POLLUTIONS, WITH (SIII246) (96) **
MIND; DREAMS; CHILD, CHILDREN; ABOUT (K1237,
SIII-266, G1021) (33) *
MIND; DREAMS; DEAD; PEOPLE, OF (K1237, SIII-275,
G1022) (95) *
MIND; DREAMS; EVENTS; LONG PAST, FORGOTTEN;
AFTER AWAKING FALLS TO
SLEEP AGAIN AND CONTINUES SAME DREAM (K1239,
SIII-293, G1023) (2) *
MIND; DREAMS; EVENTS; PREVIOUS; YEARS (1) *
MIND; DREAMS; VIVID (K1244, SIII-364, G1027)
(208) *

MIND; DULLNESS, SLUGGISHNESS, DIFFICULTY OF


THINKING AND
COMPREHENDING; SLEEPINESS, WITH (SI-427) (32) *
MIND; FANCIES; LASCIVIOUS (K42, SI-469, G33) (54)
**
MIND; FEAR; CUTTING HIMSELF WHEN SHAVING (K43,
SI-486, G35) (1) ***
MIND; FEAR; DISEASE, OF; IMPENDING; CONTAGIOUS,
EPIDEMIC, INFECTION (K45,
SI-494, SI-506, G36) (14) *
MIND; FEAR; NOISE, FROM; RATTLING; NEWSPAPER,
OF (1) *
MIND; FORGETFULNESS; TOBACCO POISONING, FROM
(SI-545) (1) **
MIND; HEEDLESS, CARELESS (K51, SI-573, G41) (96)
**
MIND; INDIFFERENCE, APATHY (K54, SI-609, G43)
(317) *
MIND; INJURE; TENDENCY TO, HIMSELF (11) **
MIND; IRRITABILITY (K57, SI-653, G46) (493) *
MIND; LASCIVIOUSNESS, LUSTFULNESS (K61, SI-692,
G49) (92) **
MIND; LOQUACITY; PERSPIRATION, DURING (K63, SI717, G50) (9) **
MIND; MANIA, MADNESS (K63, SI-722, G50) (172) **
MIND; MEMORY; WEAKNESS, LOSS OF (K64, SI-732,
SI-733, G51) (343) *

MIND; MILDNESS (K65, SI-743, G52) (85) **


MIND; MOANING, GROANING; TENDENCY (K67, SI752, G53) (154) **
MIND; NYMPHOMANIA (K68, SI-785, G55) (85) *
MIND; RESTLESSNESS, NERVOUSNESS; TENDENCY
(K72, SI-835, G57) (560) **
MIND;
SADNESS,
DESPONDENCY,
DEPRESSION,
MELANCHOLY; IMPOTENCE, WITH
(SI-882) (5) **
MIND; SENSITIVE, OVERSENSITIVE; NOISE, TO (K79,
SI-648, SI-901, G63) (181) **
MIND; THOUGHTS; SEXUAL; IMPOTENCY, WITH (SI1013) (2) **
VERTIGO; VERTIGO (K96, G79) (365) *
VERTIGO; NAUSEA; WITH; STITCHES IN STOMACH,
WITH (1) *
HEAD; ASLEEP, AS IF (K107, G89) (22) *
HEAD; PRICKLING (K223, G186) (56) *
HEAD PAIN; GENERAL (K132, G110) (557) *
HEAD PAIN; GENERAL; NOISE, FROM (K144, G120)
(98) *
HEAD PAIN; GENERAL; TOBACCO; SMOKING; AGG.
(K149, G124) (GENERALITIES;
TOBACCO) (40) **
EYE; INFLAMMATION (K241, G203) (321) *
VISION; COLORS BEFORE THE EYES; HALO OF
COLORS AROUND; LIGHT (K274, G231,

G236) (55) **
EAR; ITCHING IN (K291, G245) (182) **
EAR; PAIN; GENERAL; PERSPIRATION, DURING (K305,
G256) (15) **
HEARING; ACUTE; SLEEP, DURING (K321, G269) (2)
**
NOSE; CORYZA; DISCHARGE; WITHOUT, DRY (K327,
G276) (163) **
NOSE; OBSTRUCTION (K340, G286) (SNUFFLES)
(256) *
NOSE; PAIN; BURNING; CORYZA, DURING (K345,
G290) (14) *
NOSE; SNEEZING (K350, G294) (310) *
FACE; ERUPTIONS; GENERAL; NOSE; SEPTUM (K366,
G308) (13) *
FACE; ERUPTIONS; PIMPLES; NOSE; SEPTUM (K371,
G312) (7) *
FACE; HEAT; SMOKING (K377, G318) (1) **
FACE; SWELLING; JAW; GLANDS IN GENERAL (K393,
G333) (67) *
FACE; SWELLING; SUBMAXILLARY, SUBMANDIBULARY
GLANDS (K394, G334) (120) *
MOUTH; CRACKED, FISSURED; TONGUE (K399, G339)
(106) *
MOUTH; DISCOLORATION; REDNESS; GUMS (K400,
G339) (52) *
MOUTH; DISCOLORATION; REDNESS; TONGUE; STRIPE

DOWN CENTER; DRY (1) *


MOUTH; OPEN (K409, G347) (FACE; DROPPING OF
JAW) (86) **
MOUTH; SALIVA; BLOODY (K416, G353) (MUCUS;
BLOODY) (47) *
MOUTH; SWELLING; TONGUE; FILLS WHOLE MOUTH
(K421, G357) (6) *
TASTE; CLAMMY (K423, G359) (21) **
TEETH; PAIN; GENERAL (K433, G369) (315) *
THROAT; DRYNESS (K450, G383) (290) ***
THROAT; PAIN; BURNING (K460, G391) (269) **
EXTERNAL THROAT; SWELLING; CERVICAL GLANDS
(K474, G404) (128) *
STOMACH; EMPTINESS, WEAK FEELING, FAINTNESS,
GONENESS, HUNGRY FEELING
(K487, G416) (271) **
STOMACH; ERUCTATIONS; EMPTY (K493, G420)
(253) **
STOMACH; FULLNESS, SENSATION OF; EATING; AGG.;
AFTER (K498, G425) (101) **
STOMACH; NAUSEA (K504, G430) (494) *
STOMACH; PAIN; BURNING (K515, G439) (271) **
STOMACH; THIRSTLESSNESS; DRINK, WITH DESIRE TO
(K530, G451) (10) **
ABDOMEN; INFLAMMATION, PERITONITIS, ENTERITIS;
APPENDIX (K552, K553, G471) (75) **
ABDOMEN; PAIN; GENERAL (K554, G473) (634) *

ABDOMEN; PAIN; BURNING; HYPOGASTRIUM (K572,


G487) (43) **
ABDOMEN; PAIN; BURNING; ILEO-CAECAL REGION
(K573, G487) (2) **
ABDOMEN; PAIN; DRAWING (K558, K583, G475,
G497) (181) **
ABDOMEN; PAIN; SORE, BRUISED, TENDERNESS; ILEOCAECAL REGION (K590, G504)
(22) **
RECTUM; DIARRHEA; CHILL; DURING (K611, G523)
(31) **
RECTUM; HEMORRHAGE; ANUS, FROM; STOOL; AFTER
(K619, G529) (FISSURES) (39) *
RECTUM; WORM, WORMS; COMPLAINTS (K634, SII764, G542) (126) *
STOOL; BLOODY (K635, G543) (192) *
STOOL; SOFT (K641, G548) (233) **
BLADDER; INFLAMMATION (K646, G553) (156) **
BLADDER; URGING TO URINATE, MORBID DESIRE;
ABSENT; DISTENDED BLADDER,
WITH (K653, G559) (13)**
URETHRA; DISCHARGE; GLEETY (K669, G573) (108)
**
URETHRA; DISCHARGE; WHITE; CHRONIC; IMPOTENCE,
WITH (K671, G574) (3) **
URETHRA; PAIN; GENERAL; URINATION; DURING
(K673, G576) (88) **

URETHRA; PAIN; STITCHING (K677, G579) (116) **


URINE; ODOR; OFFENSIVE (K687, G587) (115) **
MALE; DRYNESS; GLANS (K694, G594) (2) **
MALE;
EJACULATIONS,
SEMINAL
DISCHARGE;
PREMATURE, TOO QUICK (K710, SIII378,
SIII-423, SIII-427, G606) (47) **
MALE; ERECTIONS, TROUBLESOME; INCOMPLETE
(K695, SIII-394, G595) (81) **
MALE;
ERECTIONS,
TROUBLESOME;
WANTING,
IMPOTENCY (K696, SIII-406, G595)
(192) ***
MALE;
ERECTIONS,
TROUBLESOME;
WANTING,
IMPOTENCY; PENIS; RELAXED;
EXCITED, WHEN (K696, SIII-410, G595) (2) ***
MALE;
ERECTIONS,
TROUBLESOME;
WANTING,
IMPOTENCY; SADNESS, WITH (SIII410)
(5) **
MALE; ERUPTIONS; ITCHING; SCROTUM (K697, G596)
(17) **
MALE; EXCORIATION; PENIS; PREPUCE (K698, G597)
(28) **
MALE; FLACCIDITY; PENIS (K698, G597) (ERECTION;
WANTING) (28) **
MALE; HYDROCELE; PERSPIRATION, WITH (14) **
MALE; INFLAMMATION; PENIS; GLANS, BALANITIS
(K699, G598) (BLENNORRHEA OF
GLANS) (60) **

MALE; ITCHING; PENIS (K700, G598) (125) **


MALE; MASTURBATION, DISPOSITION TO; WORMS,
FROM (SIII-414) (1) *
MALE; PERSPIRATION (K708, G605) (76) **
MALE; POLLUTIONS, SEMINAL EMISSIONS; TENDENCY;
DREAMS; WITH (SIII-421) (94)
**
MALE; RELAXED SCROTUM (K709, G605) (72) **
MALE; RETRACTION; PENIS; PREPUCE; COITION,
AFTER (K709, G605) (1) **
MALE; SEXUAL; DESIRE; INCREASED; ERECTIONS;
WITHOUT (K711, SIII-436, SIII-443,
G607) (57) ***
MALE; SEXUAL; DESIRE; WANTING; ERECTIONS; WITH
(SIII-448) (12) **
MALE; SWELLING; PENIS; PREPUCE (K712, G608)
(39) ***
FEMALE; IRRITATION; PUDENDUM (32) **
FEMALE; ITCHING (K720, G614) (URETHRA; ITCHING;
FEMALE) (176) ***
FEMALE; ITCHING; VAGINA; PREGNANCY, DURING
(K720, G614) (11) ***
FEMALE; MASTURBATION DISPOSITION; CHILDREN, IN;
PRURITUS VULVA, FROM (4) **
FEMALE; PAIN; CRAMPING; UTERUS; MIDNIGHT, AFTER
(K737, G627) (1) **
FEMALE; RELAXATION OF GENITALS; VAGINA,

SPHINCTER OF (K744, G632) (21) **


FEMALE; SEXUAL; DESIRE; INCREASED (K716, SIII602, G611) (MIND; NYMPHOMANIA) (139) **
LARYNX & TRACHEA; CONSTRICTION (K746, G635)
(130) **
LARYNX & TRACHEA; PAIN; GENERAL; LARYNX;
TALKING, SPEAKING, WHILE; AGG.
(K752, G639, G640) (26) ***
SPEECH & VOICE; VOICE; TONELESS (K761, G647)
(21) **
RESPIRATION; ASTHMATIC (K763, G650) (348) **
RESPIRATION;
DIFFICULT;
ALTERNATING
WITH;
URTICARIA (K768, G653) (1) **
RESPIRATION; JERKING (K774, G658) (21) **
RESPIRATION; SIGHING (K775, G659) (108) ***
COUGH; IRRITATION IN AIR PASSAGES, FROM;
LARYNX; IN (K794, G673) (152) **
COUGH; PAROXYSMAL (K799, G677) (169) *
EXPECTORATION; MUCOUS; LUMPS (1) *
CHEST; EMPTINESS, SENSATION OF (K829, G701)
(48) **
CHEST; ERUPTIONS; RASH; ALTERNATING WITH
ASTHMA (K830, G702) (1) **
CHEST; ERUPTIONS; URTICARIA (K831, G702) (RASH)
(6) **
CHEST; OPPRESSION; ALTERNATING WITH; URTICARIA
(K839, G709) (1) **

CHEST; PAIN; GENERAL (K841, G710) (472) *


CHEST; PULSATION; HEART (G742) (PALPITATION;
HEART) (34) *
BACK; PAIN; GENERAL; DORSAL REGION; SCAPULAE;
BETWEEN; RHEUMATIC (K904,
G760) (11) *
BACK; PAIN; SORE, BRUISED, BEATEN; SACRAL
REGION (K934, G783) (77) **
EXTREMITIES; COLDNESS; LOWER LIMBS (K960,
G805) (123) ***
EXTREMITIES; COLDNESS; LEG (K961, G806) (144)
**
EXTREMITIES; COLDNESS; FOOT; FEVER, DURING
(K963, G808) (38) *
EXTREMITIES; WEAKNESS; LOWER LIMBS (K1228,
G1013) (219) *
EXTREMITY PAIN; UPPER LIMBS; SHOULDER (K1051,
G875) (270) **
SLEEP; COMATOSE (K1234, SIII-3, G1019) (139) **
SLEEP; DEEP; HEAT; DURING (K1235, SIII-14, G1019)
(21) **
SLEEP; FALLING ASLEEP; FEVER; DURING (K1246, SIII46, G1027) (51) **
SLEEP; SLEEPINESS; HEAT; DURING (K1250, SIII-46,
SIII-109, G1028, G1032) (77) ***
SLEEP; SLEEPINESS; PERSPIRATION, WITH (SIII-116,
G1028) (45) ***

SLEEP; SLEEPLESSNESS; NOISE, FROM SLIGHT


(K1254, SIII-166, G1034) (34) **
CHILL; MIDNIGHT; AFTER (K1262, G1041) (32) ***
FEVER, HEAT; MIDNIGHT; BEFORE (K1280, G1057)
(38) ***
FEVER, HEAT; MIDNIGHT; ABOUT; SLEEP, DURING
PASSING AWAY ON WAKING
(K1280, G1057) (1) **
FEVER, HEAT; SLEEP; HEAT COMES ON DURING
(K1290, G1064) (63) ***
FEVER, HEAT; SLEEP; AFTER; AMEL. (K1290, G1064)
(7) ***
PERSPIRATION; FEVER; AFTER THE (K1297, G1070)
(46) **
PERSPIRATION; ODOR; SWEETISH (K1299, SII-506,
G1071) (9) **
PERSPIRATION; SLEEP; WAKING; ON AND AFTER;
AGG. (K1301, G1073) (69) **
SKIN; ERUPTIONS; ECZEMA (K1312, G1082) (178) **
SKIN; ERUPTIONS; ITCHING (K1314, G1084) (171) **
SKIN; ERUPTIONS; PIMPLES (K1315, G1085) (216) **
SKIN; ERUPTIONS; RASH; TIGHTNESS OF CHEST
ALTERNATING WITH ASTHMA
(K1318, G1087) (1) **
SKIN; ERUPTIONS; SUDAMINA (K1323, G1090) (127)
**
SKIN; ERUPTIONS; URTICARIA; ALTERNATING WITH;

ASTHMA (K1321, G1089) (3) *


SKIN; ITCHING; BURNING (K1327, G1094) (136) **
SKIN; LICHEN; SIMPLEX (28) **
SKIN; STINGS OF INSECTS (K1331, G1098) (59) **
GENERALITIES; MIDNIGHT; AGG.; BEFORE (K1342, SII14, G1108) (82) **
GENERALITIES; AIR; OPEN; AMEL. (K1344, SII-28,
G1109) (211) **
GENERALITIES; COLDNESS (160) **
GENERALITIES;
CONSTRICTION;
INTERNAL,
SENSATION OF (K1350, SII-93, G1115) (179) **
GENERALITIES;
CONVULSIONS
(K1351,
SII-97,
G1115) (429) *
GENERALITIES; DRYNESS OF USUALLY MOIST
INTERNAL PARTS (SII-165) (140) ***
GENERALITIES; EMPTINESS, HOLLOW SENSATION
(KENT FIRST EDITION, SII-175) (96) ***
GENERALITIES; FAINTNESS, FAINTING; TENDENCY
(K1358, SII-177, G1121) (386) *
GENERALITIES; FOOD AND DRINKS; BEER; DESIRES;
THIRST; WITHOUT (K484, SII-222) (1) **
GENERALITIES; FOOD AND DRINKS; COLD; DRINKS,
WATER; AVERSION (K480, K482, SII-233, G410,
G412) (40) **
GENERALITIES; FOOD AND DRINKS; TOBACCO;
DESIRES; SMOKING (K486, G415) (20)
GENERALITIES; FOOD AND DRINKS; WARM; DRINKS;

DESIRES (K486, SII-248, SII-278, G415) (41) **


GENERALITIES;
INFLAMMATION;
CHRONIC;
PROSTATITIS (SII-319) (39) *
GENERALITIES; INFLAMMATION; MUCOUS MEMBRANES
(110) *
GENERALITIES; IRRITABILITY; EXCESSIVE PHYSICAL
(K1369, SII-332, G1129) (131) **
GENERALITIES; LASSITUDE; TENDENCY (K1370, SII339, G1130)(314) ***
GENERALITIES; LYING; AGG.; SIDE, ON; PAINFUL
(K1373, SII-361, G1132) (100) ***
GENERALITIES; MASTURBATION, AILMENTS FROM
(K1376, SII-363, G1135) (88) **
GENERALITIES; MOTION; AVERSION TO (K1375, SII374, G1134) (AGG.) (121) ***
GENERALITIES; PAIN; DRAGGING; INWARD OF SOFT
PARTS (37) **
GENERALITIES;
PERSPIRATION;
AMEL.;
AFTER
(K1391, SII-492, G1147) (75) * (154) **
GENERALITIES; PULSE; FREQUENT, ACCELERATED,
ELEVATED, EXALTED, FAST,
INNUMERABLE, RAPID (K1393, SII-530, G1149)
(435) *
GENERALITIES; REST, REPOSE; AMEL. (SII-562) (163)
**
GENERALITIES; RUBBING, MASSAGE; AGG. (K1398,
SII-566, G1153) (49) **

GENERALITIES; SEXUAL; EXCESSES; AILMENTS AFTER


(K1399, SII-576, G1154) (97) **
GENERALITIES; TOBACCO; DESIRES; SMOKING (SII638) (22) ***
GENERALITIES; WARMTH; AGG. (K1412, SII-684, SII685, G1164) (HEAT; SENSATION)
(HEAT; VITAL, LACK OF) (214) **
GENERALITIES;
WEAKNESS,
ENERVATION,
EXHAUSTION, PROSTRATION, INFIRMITY;
EMISSIONS, AFTER (K1416, SII-713, G1168)
(COITION, AFTER) (61) **
GENERALITIES; WEARINESS; TENDENCY (K1421, SII745, G1170) (249) *

TROPISMO DORGANO:
Vediamo che molto rappresentato lAPPARATO
GENITALE MASCHILE e lAPPARATO URINARIO, inoltre,
anche
se
in
maniera
minore,
lAPPARATO
RESPIRATORIO, LARINGE e TRACHEA. Anche la PELLE
ben rappresentata
Possiamo vedere una rappresentazione grafica di tali
concetti:

Se andiamo ad esaminare le emozioni pi tipiche di


questo rimedio vedremo che sono ben rappresentate
la rabbia, le paure, lirrequietezza, la depressione, la
lentezza, la smemoratezza come illustrato nel
grafico:
Tra le sensazioni possiamo vedere che prevalgono
quelle di bruciore, costrizione e formicolio tipiche
della famiglia delle Araceae.

ICTODES FOETIDA
Regno: Vegetale
Divisione: Angiosperme
Classe: Monocotiledoni
Ordine: Alismataceae
Famiglia: Araceae
Genere: Symplocarpus
Specie: Symplocarpus phoetidus
Pothos foetidus, Symplocarpus phoetidus, Skunk
cabbage.
Famiglia delle Araceae
Symplocarpus phoetidus una pianta erbacea
perenne della famiglia delle Araceae.
E alta fino a 50 cm. In inverno in grado di
riscaldarsi per forare la neve, dato che lo spadice
conserva la propria temperatura attorno ai 20 gradi
Celsius nel periodo invernale durante il quale la
temperatura dellaria sotto lo zero, quindi si tratta
di una pianta chiamata termoregolatrice che, per la
produzione del calore che le necessita, trae il
combustibile dalle radici. I suoi fiori, dallodore
particolarmente intenso, sono ermafroditi.
CARATTERISTICHE GENERALI

Pianta perenne priva di picciolo con rizoma carnoso e


con foglie peduncolate, cuoriformi, striate, lunghe 20
cm e larghe 10 cm. I fiori bianco-rossastri, come tutti
gli Arum, sono posti in uno spadice circondato da una
brattea a macchie rosso-marroni.
Lo spadice appare in primavera prima delle foglie. E
una delle prime piante a fiorire in primavera, da
febbraio ad aprile. Lacqua delle zone umide, dove
cresce la pianta, aiuta la produzione di calore che
avviene trasformando lamido solido in zucchero
liquido che serve appunto a produrre calore.
La pianta emana un forte odore di marcio.
Il naturalista Neltje Blanchan ha descritto lodore
come un misto formato da un pizzico di carogna,
carne putrida e aglio. Dopo i fiori vengono le foglie
che, verso la piena estate, sono di solito enormi, a
grappoli che arrivano fino a varie decine di centimetri
di larghezza. Questi ombrelli naturali forniscono
rifugio a numerose creature, compresi uccelli, rane e
lucertole. Una variet di uccello gorgheggiatore a
volte costruisce il suo nido nel cavo di un Photos
foetidus, usando lodore nauseante della pianta per
nascondere il suo profumo di uccello e scoraggiare la
ricerca dei predatori a quattro zampe (Sanders).
Le foglie hanno una grande superficie ondulata che
come un canale per lacqua e hanno una spessa
cuticola cerosa che impedisce la traspirazione.

Quanto si ottiene da tutto ci il fatto che lacqua


non evapora e scorre aumentando cos lumidit della
zona. Infatti le foglie del cavolo non si
decompongono, non si asciugano, si sciolgono.
DENOMINAZIONE E APPARTENENZA
Il nome Symplocarpus deriva dal greco antico
symploke, connessione, e karpos, frutto; gli ovari si
uniscono a formare un singolo frutto.
Ictodes significa olio di moffetta.
Cresce in abbondanza in luoghi umidi degli Stati Uniti
settentrionali e centrali.
Ogni parte di essa ha un forte odore fetido dovuto ad
un principio volatile disperso rapidamente dal calore.
COSTITUENTI PRINCIPALI
La pianta contiene sali di calcio, silicio, ferro e
manganese.
Inoltre: un olio fisso, non volatile, cera, amidi, oli
volatili. Le foglie contengono serotonina.
MITI, LEGGENDE, USI RITUALI
E stata usata in modo molto singolare per praticare
tatuaggi, arte eseguita sui malati da alcune trib
come i Menomini. La polvere di Photos foetidus
veniva mescolata con pigmenti e altri ingredienti,
bagnata e poi inserita nella cute con un dente di

pesce affilato. Non veniva praticata tanto per


laspetto estetico, quanto per la convinzione che
servisse per la prevenzione delle malattie.
TOSSICITA
Manipolare Photos foetidus fresco pu causare
vescicole sulla cute (Chevallier).
Grandi dosi causano nausea, vomito, cefalea, vertigini
e annebbiamento della vista.
USI MEDICINALI
Ha
propriet:
antispasmodiche,
diaforetiche,
diuretiche,
emetiche,
espettoranti,
narcotiche,
odontalgesiche.
Il cavolo di moffetta stato usato dagli appartenenti
alle trib Winnebago e Dakota come espettorante
con propriet antispasmodiche per trattare la
bronchite e lasma. Infatti il rizoma della pianta,
raccolto in tardo autunno o in primavera, pu essere
utilizzato fresco nel trattamento di asma, pertosse,
bronchite con catarro. E usato occasionalmente per
trattare le epilessie, le emicranie, le vertigini e per
problemi reumatici.
La radice era anche usata in poltiglia per estrarre
schegge e spine, per guarire ferite e alleviare le
cefalee. Era molto usata in America nel XIX secolo.

USI COMMESTIBILI
La radice e le foglie devono essere asciugate
completamente e cotte per eliminare la loro tossicit.

OMEOPATIA

Da Pediatria Temi e
Omeopatica di R. Petrucci:

concetti

in

Medicina

MIND; CONTRADICTION; intolerant of (K16, SI-184,


G14)
Il rimedio utile per disturbi asmatici, peggiorati
dallinalazione di ogni tipo di polvere e che
scompaiono allaria aperta. Nei bambini, un tipico
sintomo, che interessa laringe e trachea, il
laringismo stridulo (d.d. Sambucus: asma aggravata
dalla polvere, ma senza flatulenza e distensione
addominale).
Il bambino impetuoso, contrario, litigioso ed incline
alla contraddizione, ma anche intollerante alla
contraddizione. Distrazione e disattenzione.
Le papille della lingua sono elevate; lingua rossa e
dolente sulla punta e sui bordi. Gonfiore e tensione
addominale.
Le due rubriche caratteristiche di questo rimedio
sono:
RESPIRATION; DIFFICULT; stool; agg.; before (K771,
G656) (3) :
RESPIRATION; DIFFICULT; stool; amel. (K771, G656)

(1)
Dal p.d.v. mentale le rubriche caratteristiche sono:
MIND; UNOBSERVING (K91, G73
MIND; QUARRELSOMENESS, scolding (K70, SI-806,
G56)
MIND; CONTRADICT, disposition to (K16, SI-183,
G14)
MIND; CONTRARY (K16, SI-185, G14)
MIND; UNOBSERVING (K91, G73
MOUTH; PAPILLAE, Tongue; erect (K414, G351)
LARYNX & TRACHEA; LARYNGISMUS stridulus (K750,
G638, G638)

CLINICA: ASMA. LARINGISMO STRIDULO. TENSIONE


ADDOMINALE
TROPISMO DORGANO:
LARINGE, TRACHEA, ADDOME.

Da: Materia Medica Omeopatica sinottica di


F.Vermeulen:
Da confrontare con:
Calcarea carbonica, Silicea, Arsenicum album,
Pulsatilla Nigricans, Bromium.
Diagnosi differenziale:
Ipecacuanha, Lycopersicum, Sambucus: asma che <

con la polvere, ma senza flatulenza e gonfiore


addominale e senza > defecando o emettendo flato.
POLARITA DI AZIONE
Mucose (NASO, POLMONI), NERVI
SINTOMI PRINCIPALI
M Impetuosit; incline alla contraddizione
M Nervosismo isterico e gonfiore con flatulenza o
disturbi intestinali (cfr Asa foetida)
M Ansia improvvisa > defecazione. Con dispnea e
sudorazione.
G Freddolosit
G <CON LA POLVERE (allergia, asma)
< fumo
G
Dolori;
vaganti
appaiono
e
scompaiono
gradualmente; appaiono e scompaiono
improvvisamente.
Dolore qui e l in singoli punti (Testa; addome)
P Cefalea congestizia in persone nervose: > aria
fredda; applicazioni fredde con violenta pulsazione
delle arterie temporali.pressione alle tempie, ora pi
in una, ora poi pi nellaltra, con violenta pulsazione
delle arterie (Clarke).
P Starnuti allergici: con dolori al palato, alle fauci e
dallesofago allo stomaco che fanno male anche
parecchio tempo dopo allestremit cardiale dello

stomaco(Clarke) con gonfiore rosso come una sella,


attraverso il dorso e la radice nasale.
P Sensazione di intorpidimento della lingua, con la
quale non pu toccare i denti (Lippe).
P Respirazione difficile, asmatica
< Polvere; fumo
>Aria aperta; eliminazione di flato o feci e gonfiore
addominale e flatulenza.
RUBRICHE REPERTORIALI
MENTE
Angoscia prima della defecazione
MIND; ANGUISH; stool; before (K3, SI-46, G3) (4) :
acon., ictod., merc., verat.
Intollerante alla contraddizione
MIND; CONTRADICTION; intolerant of (K16, SI-184,
G14)
Sbadato. Rissoso, violento
MIND; QUARRELSOMENESS, scolding (K70, SI-806,
G56)
TESTA
Dolore alla fronte, fra gli occhi: dolore pressorio in
zone circoscritte.
NASO

Catarro della vecchiaia. Colorazione rossa. Sella


nasale di colore rosso. Dolore come da piaga,
interno, a sinistra (Arum-t)
FACCIA
Colorazione: sella nasale gialla da una guancia allaltra
(Sep)
BOCCA
Dolore come da piaga: ai lati della lingua, alla punta
della lingua.
ADDOME
Sensazione di scuotimenti interni mentre cammina.
GENITALI FEMMINILI
Flato dalla vagina
RESPIRAZIONE
Difficile prima della defecazione; > con la defecazione
ALIMENTI
Incline al fumo che per non ha un buon sapore.

REPERTORIO DI ZANDVOORT
MIND; ABSENT-MINDEDNESS (K1, SI-1, G1) (192)
MIND; ABSTRACTION of mind (K1, SI-6, G1) (72)
MIND; ANGER, irascibility; tendency (K2, SI-26, G1)
(306)
MIND; ANGER, irascibility; tendency; violent (K3, SI39, G2) (92)
MIND; ANGUISH (K3, SI-40, G2) (196)
MIND; ANGUISH; stool; before (K3, SI-46, G3) (4)
MIND; ANXIETY (K4, SI-54, G3) (511)
MIND; ANXIETY; paroxysms, attacks of (K7, G6) (35)
MIND; ANXIETY; respiration; difficult, anxious, with
(K762, G649) (104)
MIND; ANXIETY; sudden (K8, SI-95, G7 (13)
MIND; ANXIETY; sudden; dyspnea, with, amel. after
stool (1)
MIND; ANXIETY; sudden; perspiration, with, amel.
after stool (1)
MIND; CONCENTRATION; difficult (K13, SI-155, G11)
(298)
MIND; CONTRADICT, disposition to (K16, SI-183,
G14) (48)
MIND; CONTRADICTION; intolerant of (K16, SI-184,
G14) (86)
MIND; CONTRARY (K16, SI-185, G14) (87)
MIND; HYSTERIA (K52, SI-588, G41) (235)

MIND; IDEAS; deficiency of (K53, SI-595, G42) (107)


MIND; IMPETUOUS (K54, SI-604, G43 ) (47)
MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor,
peevish (K68, K85, SI-764, SI-981, G54, G68) (362)
MIND; QUARRELSOMENESS, scolding (K70, SI-806,
G56) (162)
MIND; UNOBSERVING (K91, G73) (28)
MIND; VIOLENCE, vehemence (K91, SI-1055, G73)
(125)
HEAD PAIN; GENERAL; spot, in small (K148, G123)
(61)
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Forehead; eyes; behind
(K161, G134) (57)
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Forehead; eyes; between
(K161, G134 (12)
HEAD PAIN; PRESSING; spots, in (K191, G159) (21)
EYE; INFLAMMATION (K241, G203) (321)
NOSE; COLDNESS; root (2)
NOSE; DISCOLORATION; redness; saddle, red (K334,
G281) (2)
NOSE; DISCOLORATION; redness; swollen (3)
NOSE; PAIN; sore, bruised; externally; touch (K347,
G291) (33)
NOSE; PAIN; sore, bruised; inside; left (K347, G292)
(10)
NOSE; SNEEZING; violent (K351, G295) (76)
NOSE; SWELLING of (K352, G282, G295) (172)

NOSE; SWELLING of; red, like a saddle (K352, G296)


(1)
NOSE; SWELLING of; bones (K352, G296) (11)
NOSE; SWELLING of; root (K352, G296) (10)
NOSE; SWELLING of; root; red (1)
FACE; DISCOLORATION; red; spots (K363, G305)
(69)
MOUTH; DISCOLORATION; redness (K400, G339)
(192)
MOUTH; DISCOLORATION; redness; tongue; tip
(K401, G341) (52)
MOUTH; NUMBNESS; Tongue (K408, G346) (74)
MOUTH; PAIN; General (K410, G347) (188)
MOUTH; PAIN; General; palate, in; sneezing, on
(K410, G348) (1)
MOUTH; PAIN; sore (K413, G350) (221)
MOUTH; PAIN; sore; tongue; edges (K414, G351)
(28)
MOUTH; PAIN; sore; tongue; tip (K414, G351) (31)
MOUTH; PAPILLAE, Tongue; erect (K414, G351) (41)
THROAT; PAIN; General (K458, G389) (339)
THROAT; PAIN; General; sneezing, on; agg. (K459,
G390) (5)
THROAT; PAIN; General; esophagus; extending to
stomach; sneezing, on (K460, G391) (1)
THROAT; PAIN; burning (K460, G391) (269)
ABDOMEN; DISTENSION (K544, G464) (405)

ABDOMEN;
DISTENSION;
hysterical
(Flatulence;
hysterical) (8)
ABDOMEN; DISTENSION; tympanitic (K545, G465
(95)
ABDOMEN; SHAKING, internal; walking, while (K602,
G514) (6)
ABDOMEN; SPASMS of muscles (K602, G514) (60)
STOOL; SOFT (K641, G548) (233)
MALE; ITCHING; painful (K700, G598) (1)
MALE; ITCHING; Penis; glans (K700, G599) (73)
MALE; TICKLING; Penis; glans (K713, G608) (7)
FEMALE; MENSES; absent, amenorrhea (K724, SIII522, G617) (210)
LARYNX & TRACHEA; CONSTRICTION (K746, G635)
(130)
LARYNX & TRACHEA; CROUP (K747, G636) (80)
LARYNX & TRACHEA; LARYNGISMUS stridulus (K750,
G638, G638) (85)
RESPIRATION; ASTHMATIC; dust, from inhaling (K764,
G651) (13)
RESPIRATION; ASTHMATIC; stool amel. (K765, G651)
(1)
RESPIRATION; DEEP (K766, G651) (162)
RESPIRATION; DEEP; desire to breathe (K766, SII-51,
G652 (107)
RESPIRATION; DIFFICULT; dust, from (K769, G654)
(22)

RESPIRATION; DIFFICULT; stool; agg.; before (K771,


G656) (3)
RESPIRATION; DIFFICULT; stool; amel. (K771, G656)
(1)
EXPECTORATION; BURNING (1)
CHEST; CONSTRICTION, tension, tightness (K826,
G698) (316)
CHEST; EMPTINESS, sensation of (K829, G701) (48)
CHEST; PAIN; General (K841, G710) (472)
CHEST; PAIN; pressing; sternum (K859, G725) (100)
SLEEP; SLEEPINESS (K1248, SIII-82, G1030) (575)
SLEEP; SLEEPINESS; evening; early (SIII-96) (21)
GENERALITIES; BREATHING, inspiration, expiration;
desire to breath deep (K766, SII-51,
G652) (100)
GENERALITIES; CATARRH (84)
GENERALITIES; CONVULSIONS (K1351, SII-97, G1115
(429)
GENERALITIES; CONVULSIONS; epileptic (K1353, SII111, G1116) (232)
GENERALITIES; DROPSY; external (K1356, SII-160,
G1119) (213)
GENERALITIES; PARALYSIS (312)
GENERALITIES; PULSE; full (K1394, SII-537, G1150)
(215)
GENERALITIES;
SILICOSIS
(15)
GENERALITIES;
SUDDEN manifestations (SII-616) (61)

TROPISMO DORGANO

Grande importanza assume in questo rimedio


linfiammazione con arrossamento del NASO, GOLA,
FACCIA. Tropismo per lAPPARATO RESPIRATORIO
con asma.
Sono da segnalare inoltre convulsioni epilettiche con
tropismo per il SISTEMA NERVOSO con spasmi e
cefalee.
Possono essere presenti anche spasmi dei muscoli
addominali.
Graficamente possiamo vedere:

MENTALE
Sono presenti note di isteria nel rimedio e quindi di
alternanza di stati mentali con sintomi di irritabilit
mentale, con rabbia anche violenta, di intolleranza alla
contraddizione, di litigiosit, alternati ad ansiet,
angoscia, distrazione, svagatezza.
Altre emozioni di questo rimedio sono: la tirannia che
quella pi rappresentata, lansiet e la rabbia.
Le sensazioni prevalenti sono quelle di rabbia,

intolleranza, sconfitta, ma anche il bruciore, la


costrizione ed il formicolio tipico dei sintomi fisici
delle Araceae.

OMEOPATIA:
TEMATICHE DELLA FAMIGLIA
VOCI REPERTORIALI COMUNI AI RIMEDI
Arum triphyllum, Caladium, Ictodes foetida:
MIND; ABSENT MINDEDNESS
MIND; ANGER, irascibility;tendency
MIND; CONTRARY
MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor,peevish
HEAD PAIN; GENERAL
HEAD PAIN; LOCALIZATION, forehead
HEAD PAIN; PRESSING
EYE; INFLAMMATION
NOSE; PAIN; sore, bruised, inside
NOSE; SNEEZING
MOUTH; DISCOLORATION; redness
MOUTH; DISCOLORATION; redness tongue
THROAT PAIN; General
THROAT PAIN; burning
ABDOMEN; DISTENSION
STOOL; SOFT
LARYNX e TRACHEA; CONSTRICTION
CHEST; PAIN General
SLEEP; SLEEPINESS; evening
GENERALITIES; CONVULSION

Questi tre rimedi sul mentale hanno in comune un


atteggiamento di ostinazione e di rabbia, scontrosit
e irascibilit ma anche distrazione e svagatezza.
Sul fisico possiamo notare la presenza di un mal di
testa pressante con una localizzazione alla fronte.
Infiammazione agli occhi, dolore al naso e un
arrossamento della bocca e della lingua.
Dolore bruciante alla gola e costrizione alla laringe.
Possiamo quindi notare una localizzazione prevalente
dei sintomi alla testa con segni di infiammazione
locale.
Questi tre sono rimedi di convulsioni.

TEMI GENERALI DELLE ARACEAE


MIND
DISTRAZIONE -SVAGATEZZA ABSENT MINDEDNESS
Arum-i, Arum-t, Calad, Ictod
INDIFFERENZA APATIA INDIFFERENCE APATHY
Amor-r, Calad, Arum-t
ANSIA -ANSIETA ANXIETY

Amor-r, Arum-m, Calad, Ictod.


STANCHEZZA-PROSTRAZIONE WEAKNESS
Amor-r, Arum-d, Arum-i, Arum-m, Arum-t, Calad.
IRRITABILITA-RABBIA IRRITABILITY-ANGER
Arum-t, Calad, Ictod.
OSTINATO FA IL CONTRARIO CONTRARY
Arum-t, Calad, Ictod.
TRISTEZZA DEPRESSIONE SADNESS
Arum-d, Arum-m, Arum-t, Calad.
INDIFFERENZA INDIFFERENCE
Amor-r,Arum-t, Calad.
IPOCONDRIA HYPOCONDRIASIS
Arum-m, Calad.
DEBOLEZZA DI MEMORIA WEAKNESS MEMORY
Arum-t, Calad.
ISTERIA HYSTERIA
Calad, Ictod.
CARATTERISTICHE CHIMICO-FISICHE

ACREDINE ACRIDITY
key-note del tipo di azione di questi rimedi
CALORE-BRUCIORE BURNING
Molte specie contengono sostanze brucianti
Sintomi di dolori brucianti e/o ulcerazione.
Amor-r, Arum-t, Calad.
ODORE SMELL
Elemento caratteristico e costante di queste piante
che puzzano. Lodore ha la doppia valenza di
attirare (gli insetti impollinatori) e respingere
contemporaneamente i predatori.

INFIAMMAZIONE DELLE MUCOSE INFLAMMATION


(Bocca, Naso, Gola, Occhio)
CHE ASSUMONO UN COLORE ROSSO
Gli Arum agiscono specialmente sulle membrane
mucose della bocca e delle fauci e si possono
estendere alla laringe e ai bronchi producendo
violenta infiammazione,tumefazione e ulcerazione.
Ci dovuto al fatto che tutti gli Arum contengono
una sostanza altamente irritante (ossalato di calcio).

SENSAZIONI:
PRICKING PUNZECCHIATURA
CRAWLING FORMICOLIO
CONSTRICTION COSTRIZIONE
ACHING DOLENZIA
DRYNESS SECCHEZZA
SINTOMI COMUNI FISICI:
NASO Sono presenti sintomi a carico del naso
soprattutto in Arum-t con coriza, catarro nasale
escoriante, profuso, con naso ostruito, dolente,
ulcerato e un sintomo repertoriale importantissimo
per Arum di mettersi le mani nel naso.
BOCCA Nella bocca sono presenti sintomi di bruciore,
secchezza con afte, fessurazioni, false membrane,
emorragie, ulcerazione con dolore notevole in Arumt, Calad.
GOLA Anche la gola presenta infiammazione,
ulcerazione, dolore intenso, gonfiore, difficolt di
deglutizione in Arum-t, Calad e Ictod.
LARINGE E TRACHEA Presentano abbassamento di
voce o addirittura afonia: Arum-t, Calad, Arum-m e

Arum-d.
Costrizione di laringe e trachea
stridulus): Arum-d, Arum-t e Ictod.

(laryngismus

APPARATO RESPIRATORIO Asma bronchiale in Arumd, Arum-dru, Arum-m, Arum-t, Calad, Ictod .
APPARATO DIGERENTE Coliche addominali in Arum-d,
Arum-i, Arum-t e Calad.
SISTEMA NERVOSO CENTRALE Convulsioni in Arumm, Arum-t, Calad e Ictod.
Cefalee in Arum-d, Arum-t, Calad e Ictod. Le cefalee
sono in prevalenza cefalee frontali con dolori
pressanti.

83
GRAFICI
Questi grafici illustrano la distribuzione dei sintomi dei
rimedi nel Repertorio:

Se vogliamo paragonare graficamente i rimedi studiati


in questa famiglia possiamo vedere ad esempio che
la testa con naso, occhi, bocca, gola, sono pi
rappresentati in Arum triphyllum rispetto a Caladium
dove invece sono pi rappresentati reni, uretra, urine,
prostata, apparato genitale maschile.
Lapparato respiratorio pi rappresentato in Arum
dracunculus e in Caladium rispetto agli altri rimedi
della famiglia mentre un tropismo particolare per
lapparato
genitale
femminile
spetta
ad
Amorphophallus rivieri.
85
CONCLUSIONI
Abbiamo fatto delle ipotesi e delle interpretazioni
basandoci su informazioni raccolte senza la pretesa
di essere state sempre esaustive.
Questo elaborato, anche se pensiamo e sappiamo
essere incompleto, vorrebbe dare un motivo di
discussione
e
uno
spunto
per
successivi
approfondimenti.
Lapplicazione a casi clinici potr confermare e/o
smentire quanto illustrato.

BIBLIOGRAFIA
PELIKAN W.:Le piante medicinali Natura e cultura Ed
Alassio (SV)
RIVA E. LUniverso delle PIANTE MEDICINALI
Tassotti Editore
MACIOTI M.I.:Miti e magie delle erbe Newton
Compton Ed.Roma
VERMEULEN F.Materia Medica omeopatica sinottica
Ed. Salus infirmorum
VITHOULKAS
G.
MATERIA
MEDICA
VIVA
Ed.Belladonna
PETRUCCI R. PEDIATRIA Temi e concetti in medicina
omeopatica Ed.Asterias
ZANDVOORT MILLENNIUM REPERTORY
MAC REPERTORY REFERENCE WORKS LIBRARY
Estrazioni repertoriali da:
Allens Repertory
Boerickes Materia Medica
Clarkes Dictionary
Koine International
Murphy
Mangialavoris Addition
http://wikipedia.org

http://www.domus-bulborum.com
http://www.translate.googleusercontent.com
http://www.amo-bulbi.it
http://www.erbe-officinali.com
http://www.isolacometivorrei.blogspot.com
http://www.assms.it
http://www.answers.com
http://www.fungoceva.it
http://www.funghiitaliani.it
http://www.itis.gov
http://www.plaf.org

INDICE
ARACEAE
:
GENERALITA
.. pag. 2
ARUM
:
GENERALITA.. pag.
6
AMORPHOPHALLUS
RIVIERI
... pag. 8
ARUM
DRACONTIUM
... pag. 14
ARUM
DRACUNCULUS
. pag. 22
ARUM
ITALICUM
pag. 25
ARUM
MACULATUM
.pag. 32
ARUM
TRIPHYLLUM
:
GENERALITA.pag. 39
ARUM
TRIPHYLLUM
:
OMEOPATIA
...pag. 42
CALADIUM
:
GENERALITA.pag. 56
CALADIUM
:
OMEOPATIA
...pag. 59
ICTODES
FOETIDA
:

GENERALITA..pag. 73
ICTODES
FOETIDA
:
OMEOPATIA
pag. 75
OMEOPATIA
:
TEMATICHE
DELLA
FAMIGLIA
pag. 81
CONCLUSIONI
...pag. 86
BIBLIOGRAFIA
..pag. 87

Scuola Internazionale di
Medicina Omeopatica Classica
Direttore Accademico Dott. Giacomo Merialdo

Le Aristolochiaceae

Dott.ssa Concetta Perongini


Dott. Luigi Picardi

Tutor:
Dott. Giacomo Merialdo

Anno Accademico 2009-2010

Botanica

Questa famiglia riunisce circa 200 specie in gran parte appartenenti al genere Aristolochia,
distribuite principalmente in tutti i tropici del mondo, regioni subtropicali e regioni temperatete.
Appartengono alla famiglia delle Aristolochiaceae anche Asarum sullemisfero settentrionale,
Thottea in Malesia, Pararistolochia in Africa tropicale, Saruma in Cina, Holostytis ed Euglypha in
America Meridionale. Dallultimo secolo, lAristolochia si naturalizzata in Java, Sri Lanka e
Florida.
Si tratta di piante, dicotiledoni, erbacee o legnose, spesso rampicanti, ornamentali da giardino, con
foglie spiralate sprovviste di stipole, diffuse nei paesi caldi e soprattutto nellAmerica tropicale. I

fiori, spesso di odore assai sgradevole, ermafroditi e per lo pi zigomorfi (attinomorfi in Asarum),
presentano un perigonio costituito da 3 tepali saldati a coppa, un androceo di 6-12 stami spesso
ridotti alla sola antera; gli stami concrescono con una struttura a disco che rappresenta lo stilo,
formando un ginostemio simile a quello che si ritrova nelle Orchidaceae. Lovario, infero,
provvisto di 6 logge e contiene molti ovuli.
La formula florale pi rappresentativa : P (3), [A 6-12, G (6)]
Il frutto una capsula. Limpollinazione entomogama.

Aristolochia littoralis, Mast (1885), sinonimo elegans, originaria del Brasile, rampicante leggiadro
e molto fiorifero, fiori di 7 cm., sicuramente la pi bella e la pi apprezzata per leleganza dei fiori.
Il primo esemplare introdotto in Europa fiorito nei Giardini di a Kew nel 1886, destando lo stupore
e lammirazione generale. Questa specie non esala sgradevole odore, vive in un clima moderato.

La famiglia delle Aristolochiaceae rappresentata in Italia dai generi Aristolochia e Asarum. Tra le
specie pi interessanti si ricorda Aristolochia altissima, che presenta nellareale uninteressante
disgiunzione, essendo presente in Algeria e nella Sicilia sudorientale, dove si rinviene in cenosi
arbustivo-lianose legate soprattutto ai margini delle leccete. La specie assai ornamentale per i suoi
fiori e il fogliame lucido e sempreverde.
La maggior parte di Aristolochie sono rampicanti di grande sviluppo e a crescita veloce, Non hanno
grandi esigenze riguardo il tipo di suolo, purch ricco di sostanza organica, Molte Aristolochie
vivono in piena terra nei climi miti, al sud prediligono una zona di mezzombra, al nord in pieno
sole.
La particolare struttura delle aristolochiacee, ci indica ladattamento di queste piante ad essere
impollinate dagli insetti, con un meccanismo simile a quello messo in atto dagli Arum.
In pratica, gli insetti attirati dallodore, non proprio gradevole, della pianta, penetrano nel fiore, il cui
corridoio di accesso, tubuliforme, che irto di peli. Qui sono costretti a lasciare il polline di cui
erano carichi.
Terminata la fecondazione, i peli presenti allingresso del fiore si ammosciano e lasciano uscire
linsetto, che pu involarsi verso altri fiori e continuare, cos, la sua opera. Questo non vale per tutte
le specie, perch alcune sono anche carnivore e si nutrono del loro ospite.
La conformazione particolarissima del fiore ha sollecitato la fantasia popolare da cui deriva, per
motivi legati a superstizioni varie, il nome volgare di erba astrologa.

Usi Tradizionali
2

Molte specie di Aristolochia erano gi note nellantichit ed impiegate per la loro azione stimolante,
per accelerare il parto ed alleviare i postumi ed usato come emmenagogo.
Dal XVIII secolo le aristolochie sono state utilizzate nelle campagne per le loro propriet astringenti
e vulnerarie.
Teofrasto ci tramanda che la pianta veniva usata per trattare disordini uterini,morsi dei serpenti e
ferite. Anche gli indiani dAmerica la usavano contro i morsi dei serpenti e le febbri.
Questi usi erano basati sulla dottrina dei segni, come la forma del fiore simile allutero o al serpenti
Asarum Propriet farmaceutiche: Emetiche, espettoranti. Un tempo molto apprezzato, oggi in
disuso per le propriet molto tossiche dell'olio essenziale
Tradizionalmente questa pianta era impiegata quale stimolatrice del parto, dei suoi postumi e
regolatrice del ciclo mestruale. Nella medicina popolare era riconosciuta anche per le propriet
purgative, diuretiche, astringenti e vulnerarie. Veniva inoltre utilizzata per alleviare reumatismi,
gotta, stati febbrili e morsi di rettili.
Nell'antichit si riscontra spesso che questi usi erano basati sulla dottrina dei segni, come la forma
del fiore simile all'utero o al serpente, credenze che vennero in seguito abbandonate.
Il rizoma e le foglie di questa pianta contengono un principio attivo acido aristolochico che
possiede azioni antiflogistiche, diuretiche ed immunostimolanti, ma presentano tuttavia propriet
cancerogene, nefrotossiche e mutagene, riscontrate in seguito ad esperimenti recenti. Perci,
l'impiego di prodotti contenente qualsiasi specie del genere Aristolochia sconsigliato.
In alcuni stati, come la Germania, tutti i prodotti a base di Aristolochia sono stati proibiti e tolti
definitivamente dal commercio, per la riscontrata pericolosit.
Molte piante raggruppate sotto il Genus Aristolochia sono sia antiasmatiche che antisettiche. In
particolare, per quanto riguarda la Aristolochia contorta, sono i frutti e le capsule degli stessi ad
avere queste propriet mediche. Il trattamento della tosse e asma avviene tramite un decotto del
frutto.
Composizione chimica. Clematina, acido aristolochico, aristolochina (alcaloide) resina, tannino, un
olio essenziale, acido malico, fecola, colina, alcool cetilico, allantoina, fitosterina.
Azione farmacodinamica. Sedativo nelle malattie nervose e cutanee. Antigottosa, anti-isterica,
antireumatica, diuretica, drastica, emmenagoga, eutocitica, febbrifuga, stimolante, vulneraria.
Applicazioni terapeutiche. Amenorrea, asma umida, clorosi, bronchite cronica, cervicite, diatesi
linfogena, dismenorrea, eczema, emottisi, febbri intermittenti, intertrigine, globo isterico,
ipomenorrea, metrospasmo, orarialgia, prurito vulvare, reumatismo, sciatalgia, ulcera varicosa,
ulcera vulvare.
Attenzione! E una pianta velenosa. Siate precisi nelle dosi.
Preparazioni e dosi:
Decotto di radici: 15-30 gr. per 1 litro dacqua. Bollire 10 minuti. Dose: 2-3 cucchiai al giorno.
Decotto di radici per uso esterno: 30 gr. di radici per 1 litro dacqua. Oppure 3-5%, ebollizione 8
minuti. Serve per lavare, impacchi sulle parti piagate ed eczematose, mattino e sera.
Polvere di radici o rizoma: in ostia 1-4 grammi. Oppure in 120-150 gr. di vino.
Infuso di radici: 1-1,50%, riposo 20 minuti. Dose: a cucchiai, al massimo 150-200 gr. nella giornata.
Estratto fluido: 20-40 gocce (1 gr. = 40 gocce)
Tintura: estratto fluido aristolochia gr. 20, alcool a 20 gr .80. Dose: gr. 0,5-2,5 pro die.
Sciroppo: estratto fluido di aristolochia gr. 5, sciroppo semplice gr. 95. Dose: da a 2 cucchiaini al
giorno.
3

Questa piante si pu sostituire con lAristolochia rotunda, la quale ha i seguenti principi attivi e dosi:
Principi attivi: Aristolochina o acido aristolochico, ulmina, fecola, resina; acido malico, zucchero,
tannino, tracce di olio volatile, una materia colorante gialla.
Forme e dosi:
Infuso: 2%, riposo 20 minuti. Bere 2-3 tazze al giorno.
Polvere: 1-2 gr. due volte al giorno.
Estratto fluido: 3-10 gocce, massimo 30 gocce al giorno.
Molte specie di Aristolochia sono coltivate da allevatori di farfalle perch sono alimento per le larve
( tagala, indica, baetica ) I grandi coltivatori di farfalle che sfruttano quindi le Aristolochie per
richiamarle dicono che molto pi eccitante vedere per esempio il Battus philenor che vola nel
giardino producendo 41 uova in un giorno che avere un fiore che appassisce dopo un giorno.
Aristolochia importante per allevare le larve delle farfalle dei generi Battus e Parid . Sembra che i
bruchi si nutrano di piante velenose del genere Aristolochia, perch assumendo la sostanza la rende
indigesta ai predatori.
La larva della farfalla Zerynthia polyxena, si nutre esclusivamente della Aristolochia rotunda,
clematitis e pallida. In Italia presente in tutta la penisola e in Sicilia.
In molti bazar indiani le radici della Aristolochia indica e longa vengono venduti come antidoto
sfruttando il succo da applicare subito dopo il morso di un serpente.
Invece gli indigeni dellAmazzonia colombiana prima di addentarsi nella foresta si cingono le
cavigliere con le foglie della Aristolochia.
Il legno di alcune specie adoperato nella costruzione di strumenti musicali.

Tossicologia

Giovanni Negri, tuttavia, nel suo "Erbario figurato" evidenzia che da un punto di vista erboristico
tutte le aristolochiacee debbono essere trattate sempre con estrema cautela "... data la generale e
notevole velenosit di tutte le specie di questo genere ...".
Inoltre, in "Atlante delle piante medicinali" [I. e P. Schonfelder, Franco Muzzio editore, Padova
1989] leggiamo che "... droghe e preparati con aristolochia o con acido di aristolochia, sono stati
ritirati dal commercio nel 1981 a causa di sospetta cancerosit."
Il grosso tubero, subsferico, contiene diversi principi attivi, tra cui un alcaloide amaro, tossico,
l'aristolochina, acido di aristolochia, tannini e amminoacidi liberi.
Propriet ed usi:
In realt una pianta medicinale, ma tossica e capace di procurare aborti, avvelenamenti,
tachicardia, nausea,convulsioni,degenerazione del fegato e anche la morte per arresto respiratorio.
4

Il principio attivo lacido aristolochico, che in seguito ad esperimenti fatti sui roditori, risultato
altamente cancerogeno.
In alcuni stati, come la Germania, tutti i prodotti a base di Aristolochia sono stati proibiti e tolti
definitivamente dal commercio, per la riscontrata tossicit e pericolosit.
Tossicologia
1993 - Viene pubblicato su Lancet uno studio che descrive unepidemia in Belgio di nefropatia in
giovani donne. Viene stabilita unassociazione con lassunzione, presso una clinica specializzata, nel
periodo 1990-92, di preparazioni erboristiche a base di Aristolochia fangchi. I casi di nefropatia
ammontano a circa 100 pazienti, di cui almeno 70 hanno avuto bisogno di dialisi o di trapianto.
1993-97 - Casi di nefropatia associata allassunzione di Aristolochia spp. in Francia, nel Regno
Unito, Spagna, Cina, Giappone, USA.
1997 - lMCA inglese decise di sottoporre le preparazioni a base di Aristolochia spp. ad obbligo di
prescrizione medica.
1998 - la Francia impedisce limportazione, esportazione, produzione, vendita e distribuzione di
Aristolochia fangchi.
1999 - provvedimenti analoghi a quello francese vengono adottati nel Regno Unito ed in altri paesi
UE.
2000 - lFDA statunitense invia una lettera allassociazione dei distributori di prodotti dietetici
invitandoli urgentemente a prendere misure volte ad evitare la detenzione di prodotti contenenti
Aristolochia spp. o piante confondibili; invia inoltre una lettera di allerta agli Health Care
Professionals.
2000 - pubblicato uno studio che ha messo in evidenza unelevata prevalenza di carcinoma
uroteliale nella coorte di pazienti belghe che avevano assunto Aristolochia fangchi allinizio degli
anni 90.
2001 - ritirati dal mercato statunitense tutti i prodotti contenenti acido aristolochico.
Prime considerazioni:
1) dato che lassociazione tra nefropatia ed assunzione di Aristolochia spp. era pubblicamente nota
fin dal 1993, le iniziative dei vari stati appaiono essere state tardive. In effetti, i provvedimenti di
bando in Francia e Regno Unito sono stati presi dopo lidentificazione di casi di nefropatia da
Aristolochia nei due paesi.
2) I paesi membri dellUE hanno preso provvedimento ciascuno per proprio conto, mancando
unazione comunitaria.
3) Le misure adottate dallFDA appaiono essere deboli, oltre che tardive.
In Germania (RFT) i prodotti medicinali contenenti Aristolochia erano stati proibiti gi dal 1981
sulla base di studi che avevano dimostrato che lacido aristolochico era potenzialmente cancerogeno.
Le preparazioni contenenti acido aristolochico erano state ritirate, nei primi anni 80, anche in
Austria, Egitto e Venezuela. La tossicit renale dellAristolochia era stata riportata in Cina gi nel
1964.

Studio Omeopatico

A questa famiglia botanica appartengono due generi di interesse omeopatico:


il genere Asarum: Asarum europaeum,
Asarum canadense
il genere Aristolochia:

Aristolochia clematitis L
Aristolochia milhomens
Aristolochia serpentaria

Sono tutti rimedi poco conosciuti e poco prescritti e se si esclude Asarum Europeaum, che sul
repertorio compare in 2067 voci, gli altri rimedi compaiono in pochissime rubriche, Aristol-co. in
nessuna.
Nel nostro studio abbiamo considerato principalmente Asarun Europaeum e Aristolochia Clematis,
valutando, oltre alle voci repertoriali, alcune Materie Mediche e alcuni casi clinici con un adeguato
follow up, fornitici dal Dr. Giacomo Merialdo.
Tutto il materiale omeopatico considerato stato poi integrato con le conoscenze botaniche e
tossicologiche delle piante stesse.
Pur appartenendo alla stessa famiglia botanica, le piante di Asarum e di Aristolochia cl. hanno
comportamenti diversi.
Asarum una pianta di bosco, pianta dombra dalle radici che affondano profondamente nel terreno
e dalle foglie che coprono il suolo, coi fiori simmetrici a campanula, dai colori cupi, che giacciono a
terra sotto le foglie
Arislolochia cl. invece una pianta perenne che cresce vicino ai margini dei fossi, ai campi
abbandonati e incolti, alle siepi o alle barriera di difesa e di protezione di piante o di uva recintata.
Clematis vuol dire tralcio, pianta che si sostiene su supporti accanto ai quali si sviluppa.
Quindi Asarum quasi strisciante a terra, mentre Aristolochia un rampicante.
Considerando poi le modalit dei pazienti Asarum e Aristolochia Cl. si notano egualmente differenti
atteggiamenti reattivi
Presentano entrambi una evidente iperattivit , ma mentre in Aristolochia il fare ha una
evidente finalit realizzativa, pratica e positiva, in Asarum invece liperattivit prettamente
intellettiva e poco concreta. Asarum ha pi bisogno di lunghi momenti di vuoto per elaborare
lesperienza, molto pi concentrato su se stesso, pi radicato al suo vissuto.
Aristolochia invece si cerca un sostegno e poi si arrampica con inesauribili energie. Il fare, sembra
davvero essere una necessit vitale.
Entrambi presentano poi una spiccata ipersensibilit , ma in Asarum unipersensibilit
nettamente sensoriale, in Aristolochia invece si evidenzia di pi come ipersensibilit emotiva.
Per queste sostanziali differenze ci parso azzardato elaborare un studio tematico dellintera
famiglia e abbiamo preferito, pur valorizzando la suddetta similitudine, evidenziare i temi dei singoli
rimedi.

Asarum europaeum
Famiglia: Aristolochiacee
Nome volgare: Baccaro, erba renella
Caratteristiche: Pianta erbacea perenne con caule strisciante. Fiori solitari brunastri, all'interno
porporini, ermafroditi.
Habitat: Boschi freschi di ontano, cerro e faggio
Preparazione della tintura: Triturazione delle radici e di tutta la pianta fresca
Genere ASARUM: senza ornamenti, non adorno, poich questo fiore non serviva mai a comporre
ghirlande e corone (Plinio).
Piccola pianta bizzarra, facilmente riconoscibile, che tappezza il terreno nei boschi di latifoglie.
Fiorisce precocemente, alla fine dellinverno e nasconde le sue piccole campanelle solitarie sotto
lucenti foglie reniformi. Strizzata fra le dita, la pianta intera emana unodore che ricorda quello della
trementina e il suo sapore acre provoca la nausea. Il nome volgare starnudina richiama la propriet
starnutatoria di questa pianta che, inoltre, si usa come emetico. Un altro nome volgare: erba pvaro
ne ricorda lodore pepato.
Se si mastica un pezzetto di rizoma di Asaro questo d una sensazione di formicolio alla lingua e ne
attenua la sensibilit, lasciando in bocca, dopo qualche tempo, un gusto dolciastro.
Lasaro fornisce una bellissima tintura, per la lana, color verde mela.
Asarum:
Particolare:- Fiore

Particolare: Semi

Da Pelikan (sintesi):
Il genere Asarum conta circa 60 specie, tutte viventi nella zona temperata settentrionale. Insieme
allAristolochia clematitis rappresentano le uniche specie medicinali dellintera famiglia delle
Aristolochiaceae.
Genere Asarum: piante di bosco, piante dombra dalle radici che affondano profondamente nel
terreno e dalle foglie che coprono il suolo, coi fiori simmetrici a campanula, dai colori cupi, che
giacciono a terra sotto le foglie, si impollinano da s e non hanno rapporti con animali, i cui semi,
comunque, vengono distribuiti dalle formiche in virt delle loro appendici oleose.
Asarum europaeum: tramite il rizoma abbondantemente ramificato che serpeggia nel terreno
strettamente legato alla terra che copre fittamente col fogliame reniforme, verde luccicante, a volte
rossastro sul lato inferiore. Queste foglie dal picciolo lungo, alte un dito e tenute erette, carnose,
intere, chiuse in se stesse che conquistano, luna vicino allaltra, una superficie ragguardevole, non
sono sempreverdi ma verdi dinverno.
7

A primavera ogni gemma terminale del gambo che striscia a terra butta due foglie nuove, da cui si
diparte, su un corto peduncolo, la campanula del fiore. () Su questo unico fiore, che va ritenuto
grande rispetto allintera pianta, si concentra la manifestazione della primavera.
() Eppure lAsaro non assolutamente quella creatura della terra e dellombra che si potrebbe
credere. Basta coglierne una foglia, stropicciarla tra le dita e annusarne il profumo di pepe e di
canfora; basta assaggiarne un pezzetto, gustarne il sapore bruciante, intensamente aromatico; basta
estrarre un pezzetto di radice dal terreno per trovare in esso, intensificato, ci che gli organi di
superficie hanno consentito di odorare e gustare.
() Dal punto di vista chimico vi si possono rinvenire safrolo, eugenolo, sostanze simili alla canfora
quali lasarone, sostanze che si sviluppano anche in altre ben note piante aromatiche quali lo
zafferano, il garofano aromatico, il calamo, nessuna delle quali pianta ombrofita.
() Una pianta che, assieme al processo ritmico delle foglie, reca il processo di fioritura addirittura
nella regione delle radici sar in grado di intervenire ovunque un fenomeno caotico di ricambio
sinfranga contro lorganizzazione superiore.
Alcune specie di Asaro, quali ad es. lAsarum canadense ha un rizoma ancora pi profumato e,
simile alla radice di zenzero, pu venire usato per la preparazione di bevande rinfrescanti con il
nome di zenzero selvatico.
LAsaro era gi noto ai romani come pianta medicinale e nel Medioevo era usato come incenso per
le fumigazioni contro le stregonerie. Paracelso lo usava come diuretico, purgante, emmenagogo, ed
era prescritto anche come febbrifugo, emetico, contro lidropisia e litterizia.
Le aristolochie contengono un veleno stupefacente sul SNC e sono dotate di propriet irritanti sui
tessuti coi quali sono poste a contatto.
Droga usata: rizoma, foglie e pianta intera, raccolti in Agosto-Settembre.
Tossicologia - E' tossica tutta la pianta, in particolare la radice. Il decotto pu essere emorragico e si
pu avere sintomatologia gastrointestinale con vomito e diarrea.
LAsarum agisce da irritante sullepidermide, con produzione di vesciche. Se ingerito provoca
invece vomito, diarrea, infiammazione renale, indebolimento generale e collasso.
Prove sperimentali condotte sui ratti hanno dimostrato che lolio essenziale di Asarum pu
provocare aborto e tumore al fegato. Questa sostanza possiede anche unazione antibatterica a largo
spettro.
Principi attivi: Asarone, Diasarone, lalcaloide Asarina, e il Metil-leugenolo, pi due sostanze
antibiotiche nelle foglie fresche.
Nellolio essenziale della pianta (il rizoma ne contiene fino al 2%) sono presenti queste sostanze
tossiche: Asarone 30%, Metil-leugenolo 20% e Bornil-acetato 15%.

Indicazioni cliniche:
OMEOPATIA CLARKE- DIZIONARIO FARMACOLOGIA OMEOPATICA:

Acroparestesie. Addisonismo di Boinet. Aerofagia. Aritmie. Alcolismo. Allucinazioni. Amnesia.


Blefarospasmo. Catarro. Causalogia facciale. Cefalea. Cirrosi. Cistite, cistalgia. Coliche renali.
Colite spastica. Caroidite. Cuore basedowiano. Cuore senile. Diarrea. Discinesia biliare.
Dismenorrea. Gastroenterite acuta (con lingua pulita). Glaucoma cronico. Isterismo. Laringite
stridula. Laringo-tracheite. Sensazione di levitazione. Nevralgia del ganglio genicolato. Nervosismo.
Oftaluropatia; operazioni agli occhi. Pitiriasi rubra pilare. Prolasso dellano. Reumatismo lombare
cronico. Reumatismo di Ponelt e Leriche. Rinite. Sciatalgia. Sinusite. Strofulo. Tifo. Morbo di
Trousseau (nevralgia facciale).
8

Caratteristica:
OMEOPATIA CLARKE- DIZIONARIO FARMACOLOGIA OMEOPATICA:

Prima di Hahnemann, Asar era conosciuto solo come emetico.


Le sperimentazioni di Hahnemann portarono alla luce alcune caratteristiche uniche del rimedio.
Notevole lo stato di ipersensibilit nervosa; il grattare la biancheria o la seta, o anche solo il
pensiero di ci, insopportabile.
Senso di leggerezza negli arti; quando il paziente cammina pensa di volare nellaria.
Irritabilit nervosa ed esaltazione.
Sensazione che tutto il corpo o singole parti di esso siano schiacciati..
Dolore come da contrazione alla fronte, alle tempie e dietro le orecchie, con occhi urenti e
lacrimanti; aggravamento nel pomeriggio; migliorato stando seduto e lavandosi il viso.
Occhi infiammati, appannati, spalancati.
Vista debole, aggravata con la luce forte. Quando si legge si ha la sensazione che gli occhi si
stacchino. Migliorato con aria e lavaggi freddi
Con una singola dose di Asar stato curato un caso di infiammazione subacuto degli occhi e delle
palpebre, che era durata per alcuni mesi dopo un attacco di influenza, e le indicazioni erano state
migliorato allaria aperta e con lavaggi freddi.
Secondo Guernsey adatto alle persone freddolose che hanno sempre brividi di freddo, per esempio
gli studiosi, i sedentari che sono malati e freddolosi.
E utile per i dolori acuti che si hanno dopo una operazione agli occhi.
Parecchi sintomi aggravano con il clima freddo, secco, limpido. Migliorano con clima umido;
inumidendo le parti affette.
Sensazione di avere la cute tirata verso destra, esternamente allorecchio. Sordit. Sensazione di
avere le orecchie otturate.
Pressione, tensione e sensazione di contrazione sono gli elementi caratteristici di Asar.
Accumulo di saliva fredda acquosa in bocca.
Fame la mattina presto. Nauseo costante. Vomito, con diarrea e colica violenti.
Feci di muco gelatinoso. Colica mestruale. Cefalea prima e dopo le mestruazioni.
Dolore violento nei reni allavvio della mestruazioni, quasi impedisce di respirare.
Deschere riporta un caso di dismenorrea in una donna nervosa di ventisette anni che aveva intensa
lombalgia durante i primi due giorni del ciclo, cos intensa da non potersi muovere; spesso arrivava
alla regione dorsale e le impediva di respirare. Fu curata con Asar 50, una dose ogni sera.
Caldo soprattutto in viso e nelle palme delle mani. Con il vomito aggravano tutti i sintomi, tranne lo
stordimento della testa che migliora

Temi
Prima di Hahnemann, Asar era conosciuto solo come emetico.
I primi provings di Hahnemann (1817) e quelli successivi dei suoi alunni, hanno messo in evidenza
invece, una estrema suscettibilit di tutto il sistema nervoso.
E presente infatti uno stato di ipersensibilit sensoriale, specie verso i rumori, che fa di Asarum uno
dei pazienti pi ipersensibili che si possono trovare nella pratica clinica.
Insieme a Caust., Coff., Nat-c., Nat-m., Nux-v. Phos., Ther., Val:, Asarum appartiene sicuramente al
gruppo dei rimedi oversensitive, ma con una sua particolare modalit reattiva che lo porta a cercare
di evitare il pi possibile laggressione da stimoli esterni e a privilegiare invece un atteggiamento
verso la vita pi speculativo e contemplativo.
9

Overersensitive / noise
L'estrema sensibilit al rumore la pi famosa key note del rimedio.
Sul repertorio, tra gli altri, troviamo:
MIND; CONFUSION of mind; noise agg.
MIND; FEAR; noise, from (K7, K46, SI-86, SI-514, G6, G37) (robbers) (Sensitive; noise to)
MIND; IRRITABILITY; noise, from (K59, SI-668, G47) (Sensitive; noise)
MIND; IRRITABILITY; noise, from; crackling of newspapers, even from (K59, SI-668, G47)
MIND; SENSITIVE, oversensitive; noise, to; crackling of paper, to (K321, SI-903)
MIND; SENSITIVE, oversensitive; noise, to; penetrating (shrill)
MIND; SENSITIVE, oversensitive; noise, to; scratching linen, silk or strings, to (SI-904)
MIND; SENSITIVE, oversensitive; noise, to; slightest (K79, SI-904, G63)
MIND; SENSITIVE, oversensitive; noise, to; striking of clocks, ringing of bells, to (SI-904)
Ma, anche se lipersensibilit al rumore quella pi conosciuta e enfatizzata dalle Materie Mediche,
in realt fa parte di un quadro pi generale di esagerata sensibilit di questi soggetti a tutti gli stimoli
dell'ambiente: suoni, musiche, vibrazioni, odori, luci, fino alle onde elettromagnetiche.
Hanno una sensibilit esasperata, che li rende sensibili anche a stimoli che gli altri non percepiscono.
...e una notte non riuscivo a dormire, ero disturbato da un rumore che mi entrava dentro al corpo,
mi rendeva nervoso e non riuscivo a dormire, ho pensato al frigo del vicino ma non era cos. E poi
anche la notte dopo, sempre cos, e fino a quella notte l avevo sempre dormito bene!
Poi ho scoperto che avevano installato unantennone per la telefonia mobile, a 150 metri da me.
Tanti non lo sentivano, ma io s, sentivo proprio le onde, wow, wow, che arrivavano. Mia moglie in
certi momenti lo sentiva anche lei, anche se lei non gli dava tanto peso.
Sul Repertorio troviamo anche:
MIND; SENSITIVE, oversensitive; imaginary things, even for
MIND; SENSES; special
Pu per essere difficile definire cosa si intenda per cose immaginarie: inventate? non reali? o
invece percepite solo dal paziente?
Hanno comunque davvero una sensibilit speciale che per li rende molto pi vulnerabili delle
altre persone.

Dullness / Isolation
E la loro via di fuga, la prima strategia difensiva. Se il mondo esterno li sollecita troppo, una
possibilit lestraniazione.
Azzerare il pi possibile gli stimoli esterni, svuotare la mente per loro quasi una necessit vitale.
Ottundersi, non pensare a nulla il modo pi semplice per non sentire.
Hanno bisogno di momenti di stacco completo da una realt che li sottopone a continui stimoli
stressanti.

10

Fare il vuoto nella mente, interrompere il flusso dei pensieri o essere impossibilitati a concentrarsi
sembrano essere, pi che sintomi di deficit, tentativi di compenso all iperafflusso di percezioni
sensoriali.
Si assentano spesso e volentieri e spesso nei bambini ci sono grossi problemi scolastici, non
riescono a concentrarsi n a scuola n a fare i compiti.

Delusion incorporeal
Un altro modo di staccare in maniera totale e profonda la completa eliminazione della materia e
delle sensazioni.
E come cercare la fuga dal corpo.
Sul repertorio infatti troviamo molti sintomi di distacco dal corpo:
MIND; DELUSIONS, imaginations; air, that he is hovering in, like a spirit
MIND; DELUSIONS, imaginations; light, incorporeal, immaterial, he is
O anche sintomi di leggerezza e fluttuazione.
MIND; DELUSIONS, imaginations; light, incorporeal, immaterial, he is
MIND; DELUSIONS, imaginations; flying; he or she is
In fondo lassenza del corpo e della materia, lessere eterei il vero compenso alla loro sensibilit
cos esasperata.

Distance / Noli me tangere


Questo aspetto, che parte fondamentale della loro struttura adattativa e deriva forse da un senso di
'troppo pieno' interno: pieno di sensazioni e di impressioni che cos facilmente a loro pervengono e
registrano in modo continuativo, cos da 'imbottirli'.
Non amano molto il contatto, essere toccati o anche solo osservati, non amano essere al centro
dell'attenzione. Hanno anche intolleranza ai vestiti stretti (come si nota anche dal Repertorio).
Pochi gesti di affetto, anche se li desiderano, ma per loro lo scambio avviene su piani pi 'sottili', non
tanto quelli materiali, fisici.
Amano gli spazi aperti, silenziosi e poca gente intorno. Amano la natura, gli animali, poich sono
meno richiedenti.

Pain pressing / Constriction


Cos come incalzato dalle sensazioni esterne anche il dolore vissuto come pressante o come
qualcosa che comprime o costringe.
E una persona ipersensibile la cui unica difesa creare una distanza tra s e lesterno, e il dolore
vissuto come qualcosa che preme: sugli occhi, sulla testa o sulla gola, o come una fascia che
comprime e costringe.

11

Sento molto, non solo i rumori, e tutto mi entra dentro, non solo nellorecchio, ma in tutto me
stesso.
GENERALITIES; CONSTRICTION; internal, sensation of; band, sensation of a (K1351, SII-94,
G1115)**
GENERALITIES; FULL feeling; internally (K1365, SII-285, G1126)**
GENERALITIES; PAIN; pressing; together (K1383, SII-440, G1141)***
GENERALITIES; PAIN; pressing; outward*
GENERALITIES; PAIN; pressing; within outward, from (K1383, SII-440, G1141)*
HEAD; CONSTRICTION (K111, G93)
HEAD PAIN; PRESSING (K188, G157)
EYE; PAIN; pressing, pressure (K256, G215)*
EAR; PAIN; pressing (K311, G261)**
EXTERNAL THROAT; CONSTRICTION (K471, G401)*
BACK; CONSTRICTION or band sensation (K886, G747)*
EXTREMITY PAIN; PRESSING (K1117, G926)*

Indolence / Actvity / Creativity


Lavversione al lavoro, lindolenza e lavversione agli affari sono sicuramente un altro aspetto del
desiderio di estraniarsi, si alternano per a fasi di grande attivit o anche di irrequietezza
incontrollabile.
Limpressione che la grande quantit di stimoli e sensazioni esterne li porti anche al desiderio di
realizzare e concretizzare le proprie originali e intense esperienze.
Quando riescono ad esplicitare le loro forti sensazioni interne possono realizzare opere veramente
originali. Lo si vede gi anche nei bambini che amano i giochi nei quali possono creare cose nuove,
costruzioni, ecc, oppure amano molto disegnare.
Ma lagire determina una interazione con lesterno che li disturba e li rende irrequieti. E il serpente
che si morde la coda: mancano quasi di coordinazione motoria, sono caotici e maldestri, quasi come
che lipersensibilit eccessiva si tramutasse in un iperattivit inconcludente e disordinata.
MIND; AWKWARDNESS (G8)*
MIND; CHAOTIC (K10, SI-127, G9)*
MIND; GESTURES, makes (K50, SI-553, G39)*
MIND; GESTURES, makes; plays with; fingers (K50, SI-561, G40)*
MIND; GESTURES, makes; wringing the hands (K50, SI-564, G40)*

Intellectual
Molto 'mentali' e pi portati alle speculazioni intellettuali.
Fa dei giochi molto creativi, monta e smonta i Lego, ecc Ha molta voglia di conoscere e di
esplorare lo Spazio, il corpo umano
Lideazione e il pensiero non sono per loro un problema, la vera difficolt lesperienza che
necessariamente comprende laspetto percettivo e sensoriale.
12

Possono essere anche ambiziosi e molto precisi, forse proprio perch hanno una visione pi teorica
che realizzativa delle cose.

Change
Molto abitudinari e poco inclini ai cambiamenti, in tutti i sensi, poich ogni cambiamento
presuppone situazioni e sensazioni nuove. Comporta una riorganizzazione dellesperienza e della
percezione del mondo, un impegno che li affatica e li disorienta.
Poi molto sensibile alle variazioni, ai cambiamenti: anche un cambiamento dei mobili della
casa lui lo patisce. Soffre anche moltissimo se il pap arriva tardi la sera, lo sta ad aspettare anche
fino alle 11 di sera solo per salutarlo, poi appena dopo si addormenta
Possono diventare poco flessibili e molto pigri, molto routinari nascondendo la loro grande attivit
mentale interna, la loro creativit, che pu essere molto sviluppata.

Contradiction
Pur essendo apparentemente tranquilli e pur avendo una grande paura della violenza, possono
diventare dispettosi, insistenti, attaccabrighe.
Non amano infatti essere contraddetti, si arrabbiano molto, poich dovrebbero rimettere in
discussione decisioni gi prese con gran dispendio di energie e grande fatica.
La contraddizione esterna presuppone la disponibilit al cambiamento, ma cambiare per loro molto
faticoso.

Sexuality
Tutte le MM descrivono questo rimedio con una forte avversione al rapporto sessuale.
Anche questo aspetto si pu inquadrare nella sua generale ritrosia e avversione per il contatto fisico e
per lesperienza sensoriale.
Ha forse pi bisogno di stabilit affettiva, di correttezza nei rapporti interpersonali. Gli slanci
affettuosi e ancora meno lintimit sessuale non fanno parte del suo modo di essere. Non sono frecce
per il suo arco!
:::Ero molto attaccato ai miei. Sono sempre stato molto legato alla famiglia a tutti! Intendo tutti,
la famiglia grande, anche i nonni, gli zii, la famiglia in generale! Affettuoso? Non so, non so
dirlo non sono molto affettuoso. Io VOGLIO AFFETTO, ma non ne do e poi mi rendo conto che
ho sbagliato

13

Asarum canadense
American Pharmacopoeia 1883
Nome comune, Zenzero selvatico. Radice serpentosa canadese. Zenzero indiano. Asarabacca con
foglie a forma di rene.
Questa una pianta indigena, che si trova nelle foreste e nelle zone ombreggiate dal Canada alla
Carolinas. In apparenza e per la sua caratteristica botanica questa specie somiglia molto allAsarum
Europaeum. La sua radice lunga, strisciante, snodata, giallastra, carnosa. Il fusto corto, contiene
due
larghe foglie reniforme, di un verde lucente sopra, venate e pallide al di sotto. Un singolo fiore
castano purpureo cresce nel ramo biforcuto del fusto.
Preparazione. La radice fresca viene tagliata e triturata e ridotta in poltiglia e pesata. Sono prese due
parti pesate di alcool, e avendo mischiato la polpa con un sesto di queste parti, il resto dellalcool
viene aggiunto. Dopo una buona agitazione e dopo averla versata in una bottiglia ben tappata,deve
essere lasciato otto giorni in un posto freddo e buio. La tintura viene poi separata con il travaso, il
filtraggio e la depurazione.
La potenza medica della tintura di 1/6
La radice molto aromatica, con un caldo e leggero gusto amaro; gradevole alla maggior parte delle
persone, ma disgustoso e spiacevole a tanti. Esso produce una piccola quantit di un fragante olio
essenziale; e un materiale resinoso che leggermente simile alla trinitina allolfatto

Cooks Physiomedical Disp.


Propriet ed uso: questa radice una delle aromatiche vere, stimolante e rilassante, piuttosto
veloce nella diffusione, e alquanta tonica. La sua azione impiegata largamente per lapparato
circolatorio e per il sistema nervoso. Attraverso la sua azione la superficie corporea viene riscaldata,
assicurando una favorevole perspirazione soprattutto nelle condizioni di malattie debilitanti. Per
questa caratteristica una sostanza da non utilizzare nei casi di disturbi con una cute gi umida e
calda, da non usare in modo indiscriminato come diaforetico. E ottimo per i raffreddamenti recenti,
come soppressore di sintomi successivi al freddo; per la scarlattina, il vaiolo, la febbre tifoidea e la
polmonite, nelle quali la spossatezza considerevole; per le mestruazioni soppresse. Essa esercita
una influenza diretta sullutero, serve per ridurre o sopprimere latonia e la congestione, come
stimolante del parto, quando i i dolori , per laffaticamento, si riducono o si indeboliscono. .
B. Dodd, M.. D. di Ohio affermano di usarli come infuso, in piccole dosi frequenti, per le emorragie
uterine, comprese le menorragie, determinando una veloce contrazione uterina. Stimola i vasi
polmonari, aumenta la lespettorazione, per cui potrebbe essere utilizzata per tossi croniche e
debilitanti.
Serve anche nelle coliche nelle mestruazioni dolorose. Un largo uso pu provocare nausea; e le
ripetizioni ravvicinate produrranno vomito da tipico vuoto di stomaco, e lascia la pelle calda e
bagnata. Esso potrebbe essere combinato con tonici o usato da solo in infusioni fredde, per eccessive
sudorazioni fredde. Esso non utilizzato i caso di acuti dolori di stomaco, intestino, o uterino, e
neanche nelle altre infiammazioni attive. La polvere un buon stimolante da sniffare per il catarro,
stimola la contrazione dei piccoli vasi sanguigni in maniera favorevole, quando viene applicata in
caso di emorragia.

14

LAsarum Europaeum, o asarbacca, simile al canadense, ma molto pi veloce come emetico, e


non infrequentemente induce evacuazione. Una infusione calda stata usata nelle nevralgia e nei
reumatismi. Pu indurre vomito
Poche sono invece le conoscenze omeopatiche e non permettono, a nostro parere, nessuna
elaborazione tematica.

Allens Primer of Materia medica


Azione generale: eretismo nervosa; dolori, spasmi muscolari; prostrazione
Generalit: ipersensibilit di tutti i nervi. Lo strusciare il lino o il solo pensiero di ci (egli
costantemente obbligato a toccarsi) produce una sgradevole emozione che sembra essere intollerabile.
Una vaga sensazione di leggerezza di un arto, quando camminando esso sembra essere fluttuante nellaria.
(molti disturbi sembrano essere sollevati/mitigati da un lavaggio della faccia in acqua fredda.

Mente: Inabilit a pensare; pensiero svanito come i pensieri stessi passano nel sonno. Umore
avverso, tristezza, con delusione.
Sul Repertorio troviamo:
NOSE; CORYZA (K325, G274) (404) *
NOSE; CORYZA; diarrhea; before (K327, K612, G275) (RECTUM; Diarrhea; acute diseases, after)
(11) *
RECTUM; DIARRHEA (K609, G521) (STOOL; Frequent - Pasty - Soft - Thin - Watery) (446) *
RECTUM; DIARRHEA; coryza; after (K327, K612, G523) (acute diseases, after) (11) *
RECTUM; DIARRHEA; coryza; suppressed, after (2) *
FEMALE; ABORTION, miscarriage (K715, SIII-449, G610) (Atonia uteri) (fetus) (metrorrhagia)
(163) *
FEMALE; ABORTION, miscarriage; month, week; early months (K715, SIII-449, G610) (9) *
FEMALE; ABORTION, miscarriage; preventive (18) *
FEMALE; MENSES; absent, amenorrhea (K724, SIII-522, G617) (late, too) (suppressed) (210) *
FEMALE; MENSES; profuse (K725, SIII-530, G618) (314) *
FEMALE; MENSES; profuse; protracted, and (Menses; protracted) (109) *
FEMALE; MENSES; suppressed (K728, SIII-569, G620) (201) *
FEMALE; MENSES; suppressed; coryza, after (1) *
FEMALE; PAIN; labor pains (K739, SIII-467, G628) (Delivery; during) (Rigidity during labor; os,
of) (97) *
FEMALE; PAIN; labor pains; excessive (K739, SIII-469, G628) (21) *
GENERALITIES; ABORTION, ailments after (FEMALE; Abortion) (FEMALE; Delivery; after,
puerperal) (11) *

15

ARISTOLOCHIA CLEMATITIS
Distribuzione in Italia: Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli
Venezia Giulia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche, Abruzzo, Puglia e Sicilia.
Habitat: Margini dei fossi, campi abbandonati, incolti, vigneti, prediligendo i terreni calcarei. Da 0
a 1000 m s.l.m.

Etimologia:
Il nome genere deriva dal greco ristos= ottimo, eccellente e lochi= parto, poich in tempi
antichi si riteneva efficace per i travagli, le infezioni del parto e perch procurava le mestruazioni. Il
nome clematis deriva pure dal greco, vuol dire tralcio, pianta che si sostiene su supporti accanto ai
quali si sviluppa.
Nomi internazionali. It.: Strallogi. Fr.: Aristoloche Clematite. Ingl.: Birtwort. Ted.: Gemeine
Osterluzei. Sp.: Aristoloquia Clematidea.
Nomi dialettali. Ristologi, Stallogi, Bacchioch de fraa, Aristlochia-clematide, Strologia,
Ammounse, Ambrounse, Baciocch, Capeldpreive, Svechili salvadegh, Zuccole, Zuchera, Storici,
Bale de fr, Cappieddu di prviti
.
Descrizione botanica. Pianta perenne erbacea spontanea con radice affusolata, bruna e rizomi
striscianti, fetidi, sottili. Alta 30-60 cm., glabra. Si pu anche coltivare. Radice tuberosa arrotondata,
lunga, irregolarmente contorta, colore grigio-nero di sapore amaro nauseante, come del resto emana
cattivo odore tutta la pianta. Fusto eretto dritto, da due a quattro piedi di altezza, semplici, lisci, a
righe,, solcato. Foglie alterne, picciuolate, ovali cuoriformi alla base, ma appuntite allapice. I fiori
giallo verdicci 3-6 in fascetti ascellari da maggio a luglio e capsula globosa che si apre per 6 valve.
Semi numerosi, grigiastri, subglobulosi, lucenti, prima rossi, poi scuri e alla fine neri. Frutti, capsule
ovoidali, penduli, molto grossi rispetto alla pianta, fino a 3 cm di diametro. Habitat: cresce vicino ad
una siepe o una barriera di difesa, di protezione, fossi e piante di uva recintati nel sud Europa.
E comune nellEuropa centrale e meridionale, nelle sterpaglie, le siepi, lungo gli argini, nelle vigne,
nei campi, nei luoghi sterili e incolti, in terreno calcareo, Russia centrale, Asia minore.

Distribuzione in U.S.A. e Canada

Distribuzione in Europa

Distribuzione in Italia

Kents rep
Mestruazioni: assente, amenorrea
Mestruazioni: soppresse
16

Potter cycl
Uso: Pianta aromatica, stimolante: usata nel reumatismo e nella gotta.
Joseph Miller scrive che la radice pulisce lo stomaco e i polmoni dal muco
duro.apparentemente essa usata nella detersione di sordide ulcere.

Temi
Activity
Sono pazienti instancabili, hanno bisogno di fare sempre qualcosa. Sono sempre molto attiva,
non sto sul divano unora senza far niente, mi trovo sempre delle cose da fare! Faccio delle cose in
casa.mi piace fare giardinaggiodipingo E un attivismo realizzativo, una vera paziente
industrious, ha bisogno di fare cose concrete.
Ho sempre organizzato molte cose, dai giochi alle gite, ai campi estivi e ora tutta questa
esperienza
la uso in casa, nella mia famiglia e nella mia vita di tutti i giorni, nel lavoro.
Mi piace organizzare, mettere a posto
Fin da bambina ero cos, mia sorella mi picchiava perch la domenica alle sei - sei e mezza
aprivo le tapparellepensavo che il dormire fosse una perdita di tempo mi svegliavo allora e mi
sveglio adesso per fare qualcosa
MIND; ACTIVITY (SI-8)
MIND; INDUSTRIOUS, mania for work (K56, SI-630, G44)
Non si tratta per di un attivismo legato alla voglia di affermazione, non sono infatti, almeno nei
nostri casi clinici, donne in carriera. piuttosto un fare legato alla quotidianiet, alla realizzazione
delle piccole cose di tutti i giorni.
Come hobby invece mi piacciono i lavori pratici, manuali: la maglia mi piace molto, e anche
curare la casa non ho mai fatto sport Poi mi piace camminare, passeggiare

Support
Questo tema, meno evidente e pi sfumato nelle Materie Mediche e nel Repertorio, parso emergere
chiaramente dalla lettura dei casi clinici.
Come la pianta ha bisogno di un sostegno per arrampicarsi, cos anche la paziente Aristolochia
sembra avere necessit di una vita molto ordinata e ben definita per poter esprimere tutto il suo
attivismo.
Non ci sembrato tanto un bisogno di tipo affettivo e forse improprio parlare di sostegno. Non
infatti un appoggio quello che cerca la paziente, ma piuttosto forse un binario da seguire e dei
confini che delimitino il suo territorio.
In tutti i casi clinici poi, la patologia della paziente era stata scatenata da un lutto, la perdita di un
genitore.

17

..Visto che la sua irregolarit mestruale inizi quattro anni prima, come lei stessa ha tenuto a
specificare, e visto che a 44 anni, tanti ne aveva allora, un po presto per andare in menopausa,
domando cosa le era successo in quel periodo: Quattro anni fa mancato mio pap!
la perdita di mio pap. Poi due anni dopo la morte di mia suocera, che abitava l vicino. Sar che
per me la famiglia viene prima di tutto Io ho sempre avuto paura della solitudine, quella lho
sempre avuta, in quei momenti. (piange)..
Oltre al naturale dolore legato alla perdita, la morte del genitore pu significare infatti anche la
scomparsa di una figura importante di riferimento, di guida.
Rimanda in qualche modo al desiderio di stabilit e alla paura del cambiamento gi evidenziato in
Asarum Europaeum

Oversensitive
meno evidente rispetto ad Asarum, e sembra essere legata a unipersensibilit pi generale.
Lesterno la colpisce, la rende instabile e la fa sentire inadeguata creando irrequietezza e ansia.
Linsofferenza e lagitazione secondo me dovuta al carattere che ho, lho sempre avuta! Una
frenesia che tipica mia, sembro tranquilla ma
sul Repertorio troviamo:
MIND; OFFENDED easily (K69, SI-791, G55) (113) *
MIND; SENSITIVE, oversensitive (K78, SI-897, G62) (311) *
MIND; WEEPING, tearful mood; tendency; easily (SI-1078) (27) *
EYE; LACHRYMATION; light, from (K246, G206) (15) *
EYE; LACHRYMATION; light, from; bright (K246, G206) (9) *
EAR; NOISES in; General; headache, during (K293, G247) (18) *
EAR; NOISES in; General; pain; ears, in, with (1) *
RECTUM; DIARRHEA; excitement, emotions, from (K612, G524, G525) (anger) (grief) (57) *

Extroverted/Introverted
Alterna momenti bui a momenti di grande apertura verso lesterno.
Sono persone solari, sorridenti che per, nei momenti di scompenso, hanno improvvise e profonde
sensazioni di sconforto e di solitudine che le portano a chiudersi e a isolarsi.
.E molto sorridente e allegra, in special modo ora mentre mi parla dei suoi figli. Domando se
come carattere sempre cos: Diciamo di s, io sono piuttosto solare di carattere, me lo dicono
tutti!
Perch prima avevo dei momenti che mi veniva una tristezza infinita e mi sentivo stanca
Sono di buon spirito, questo lo ero sempre stata, ma con quella menopausa cos presto, mi aveva
scombinato mica da poco e ora, anche a vedere gli altri che si divertono io mi diverto!
18

Vorrei sentirmi come mi sentivo prima, che ero pi positiva, dormivo meglio di notte ora vedo
tutto nero, e mi addormento e mi sveglio alle due o le tre e faccio fatica a riaddormentarmi. Mi
sveglio, oppure la sera macino macino e non riesco a prendere sonno. A periodi mi veniva anche da
piangere!
Sul Repertorio troviamo:
MIND; CHEERFULNESS, gaiety, happiness; tendency (K10, K65, SI-128, G9, G52)
MIND; COMPANY; aversion to, agg. (K12, SI-144, G10)
MIND; EXHILARATION (K41, SI-462, G33)
MIND; EXHILARATION; alternating with; sadness (K41, SI-463, G33)*
MIND; EXTROVERTED (SI-144)*
MIND; FEAR; alone, of being (K43, SI-477, SI-523, G34)
MIND; FEAR; people, of, anthropophobia (K46, SI-484, SI-516, G37)
MIND; FORSAKEN feeling; isolation, sensation of (K49, SI-548, G39)*
MIND; INCONSOLABLE (K54, SI-607, G43)
MIND; INTROVERTED (Absorbed) (Company; aversion to) (Introspection) (Meditation) (Quiet;
disposition) (Reserved) (Secretive) (Sits; wrapped in deep, sad thoughts) (Talk; himself, to indisposed to) (Thoughts; thoughtful) (Timidity)*
MIND; MOOD; changeable, variable (K68, SI-761, G54) (Capriciousness) (Inconstancy)
(Instability) (Irresolution)*
Anche a livello fisico laprirsi, leliminare migliora lo stato generale mentre la soppressione delle
secrezioni, e soprattutto del ciclo mestruale, le crea un evidente aggravamento.
GENERALITIES; DISCHARGES, secretions; amel. (SII-156)**
GENERALITIES; MUCOUS SECRETIONS; amel. (SII-377)
GENERALITIES; MUCOUS SECRETIONS; suppressed (SII-383)*

Female
Sul Repertorio troviamo moltissimi sintomi legati al genitale femminile. Laggravamento con la
menopausa e la menopausa precoce prima di tutto, ma anche lirregolarit del ciclo e molti sintomi
di aggravamento in premestruo:
MIND; AILMENTS from; climacteric period (SI-142)*
MIND; MENSES, mental symptoms agg.
MIND; MENSES, mental symptoms agg.; agg.; before (SI-741)*
MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; menses; before (K74, SI-852, G59)*
MIND; SADNESS, despondency, depression, melancholy; climacteric period, during (SI-875)*
MIND; SADNESS, despondency, depression, melancholy; menses; during; amel. (SI-884, G61)*
FEMALE; CLIMACTERIC PERIOD, ailments in
FEMALE; MENOPAUSE (K724, SIII-519, G617)
FEMALE; MENOPAUSE; premature*
FEMALE; MENSES; absent, amenorrhea (K724, SIII-522, G617)
FEMALE; MENSES; absent, amenorrhea; climacteric period, in*
FEMALE; MENSES; absent, amenorrhea; colds, after*
FEMALE; MENSES; absent, amenorrhea; confinement in prison, camps, travel, flight, due to*
FEMALE; MENSES; delayed in girls, first menses (K726, SIII-539, SIII-550, G618)***
19

FEMALE; MENSES; frequent, too early, too soon (K726, SIII-540, G618, G619)
FEMALE; MENSES; irregular (K726, SIII-546, G619)*
FEMALE; MENSES; late, too (K727, SIII-547, G619)
FEMALE; MENSES; painful, dysmenorrhea (K727, SIII-555, G619)
FEMALE; MENSES; profuse (K725, SIII-530, G618)*
FEMALE; MENSES; protracted, prolonged (K728, SIII-560, G620)
FEMALE; MENSES; scanty (K728, SIII-564, G620)***
FEMALE; MENSES; scanty; clotted (SIII-565)*
FEMALE; MENSES; scanty; short, and*
FEMALE; MENSES; short, too (K728, SIII-567, G620)*
FEMALE; MENSES; suppressed (K728, SIII-569, G620)***
FEMALE; MENSES; suppressed; cold; from (K729, SIII-571, G620)*
FEMALE; PREGNANCY, complaints during (SIII-600)
FEMALE; STERILITY (K744, SIII-610, G632)
EXTREMITY PAIN; JOINTS; pregnancy agg.*
EXTREMITY PAIN; LOWER LIMBS; Knee; climacteric period, during**
PERSPIRATION; NIGHT; menses; during (K1294, G1068)*
GENERALITIES; MENSES; agg.; before (K1373, SII-366, G1133)*
GENERALITIES; MENSES; agg.; after (K1374, SII-368, G1133)
GENERALITIES; MENSES; amel.; during (K724, K1374, SII-367, SIII-525, G1133)*
GENERALITIES; MENSES; amel.; after (SII-368)*
GENERALITIES; PREGNANCY; ailments during*
Anche nei casi clinici Aristolochia viene spesso prescritta per problemi ginecologici.
Sono andata in menopausa allet di 34 anni. Il mio ciclo era iniziato tardi, sui 14 anni Le
mestruazioni sono finite nel Settembre di sei anni fa, con tutti i disturbi: vampate, dolori
ovunque,alle articolazioniPer il ciclo, da sempre lho avuto anticipato, 24-26 giorni. Con la
menopausa mi sono venute delle cefalee che mi scoppiava la testaPoi ho degli sbalzi di umore che
non sono belli. Per un qualsiasi avvenimento, non riesco a trattenere le lacrime Anche la
pressione, prima sempre bassa e ora a volte la minima arriva a 100, poi regredisce spontaneamente

Da altri casi:
Ho 48 anni e da quattro le mestruazioni hanno incominciato a saltare, ora tornano solo destate
per un ciclo, quando sono pi rilassata.Mi vengono anche dei gran mal di testa, che prima non mi
venivano. Mi viene anche molta ansia, ansia prima che possa succedere qualcosa, e mi carico senza
motivo
Ho 44 anni e mezzo. Ho cominciato ad avere I primi sentori addirittura prima di avere mio
figlio: lho avuto a 35 anni ma gi a 34 il flusso veniva ridotto!dopo la gravidanza mi sono
regolarizzatafino ai 41 anni. Poi ho iniziato questo alternare di mestruazioni ravvicinate, anche
due in un mese, saltando poi anche qualche mese

Sleep
Linsonnia un sintomo ricorrente in tutti e tre i casi clinici da noi esaminati. legata prima di tutto
alla menopausa, ma sembra avere una relazione molto stretta anche con liperattivit delle pazienti.
20

Infatti anche nei periodi di benessere, sono persone che tendono comunque a dormire poco. Per loro
il sonno quasi uninterruzione forzata del loro bisogno di fare.
SLEEP; BAD (K1234, SIII-1, G1019)
SLEEP; BAD; menses, before (SIII-2) (1)
SLEEP; INTERRUPTED (K1246, SIII-48, G1028)
SLEEP; INTERRUPTED; midnight; after (K1246, SIII-49, G1028) (9) *
SLEEP; INTERRUPTED; midnight; after; two am. - four am. (SIII-49) (1) *
SLEEP; RESTLESS (K1247, SIII-68, G1029)
SLEEP; SLEEPLESSNESS (K1251, SIII-129, G1032)
SLEEP; SLEEPLESSNESS; midnight; after (K1252, SIII-140, G1033) (171) *
SLEEP; SLEEPLESSNESS; menses; before (K1253, SIII-164, G1034) (14) *
SLEEP; WAKING; midnight; after (K1255, SIII-191, G1036) (150) *
SLEEP; WAKING; early, too (K1255, SIII-198, G1036) (171) *

Head
Mal di testa legato soprattutto al ciclo mestruale e che peggiora nettamente in menopausa
.
HEAD PAIN; GENERAL (K132, G110) (557) *
HEAD PAIN; GENERAL; morning; agg. (K133, G110) (236) *
HEAD PAIN; GENERAL; morning; agg.; rising; on and after (K133, G111) (62) *
HEAD PAIN; GENERAL; air; open; amel. (K135, G113) (146) *
HEAD PAIN; GENERAL; bending head; forward; agg. (K136, G114) (Stooping) (18) *
HEAD PAIN; GENERAL; cold; applications; amel. (K138, G115) (69) *
HEAD PAIN; GENERAL; congestive (59) *
HEAD PAIN; GENERAL; coryza; amel. (4) *
HEAD PAIN; GENERAL; coryza; with (K138, G115) (101) *
HEAD PAIN; GENERAL; lying, while; amel.; side, on; painful side (K142, G118) (13) *
HEAD PAIN; GENERAL; menses; before (K142, G119) (85) *
HEAD PAIN; GENERAL; menses; after (37) *

21

Aristolochia milhomens
Sinonimi: Aristolochia Grandiflora, Gom. Aristolochia Cymbifera, Martius
Nat. Ord., Aristolochiaceae. Nome comune: radice brasiliana a forma di serpente.

Descrizione botanica
Una pianta rampicante con un gambo glabro: foglie alterne, dotate di corda dorsale, innervati, con
piccoli reticoli venosi tra i nervi; Questi sono supportati da lunghi piccioli, forniti di una
abbondante stipola grossa, intera, reniforme. I fiori solitari su un peduncolo lungo da quattro a
cinque pollici. Un singolo perianzio, largo, di un colore giallo-bruno, nodulare, curvato, dentro due
labbra divise; il labbro superiore affilato lanceolato piuttosto curvato verso l'esterno; il labbro
inferiore sdoppiato lungo quanto laltro, allinizio dilatato alla base e si espande verso un largo
disco ovale con bordi ondulati. Lintero fiore ricoperto da nervi sporgenti. Sei stami. Ovario
glabro, sormontato da una stigma con sei piccoli e tondeggianti lobi.
Introdotto nella nostra M.M. da Dr. Mure, Brasile.
Preparazione della tintura: American Pharmacopoeia 1883:
I fiori freschi sono ridotti in poltiglia e pesati. Sono prese due parti pesate di alcool, e avendo
mischiato la polpa con un sesto di queste parti, il resto dellalcool viene aggiunto. Dopo una buona
agitazione e dopo averla versata in una bottiglia ben tappata,deve essere lasciato otto giorni in un
posto freddo e buio. La tintura viene poi separata con il travaso, il filtraggio e la depurazione.
La potenza medica della tintura di 1/6
Indicazioni cliniche: Omeopatia Clarke- Dizionario Farmacologia omeopatica:
Cardialgia. Diabete. Dolore al tendine di Achille.
Repertorio:
Omeopatia Clarke- dizionario farmacologia omeopatica:
questo medicamento fu sperimentato da Mure. Non si conoscono verifiche cliniche.
Tra i sintomi principali:
Dolori lancinanti e pungenti in varie parti del corpo. Dolore lancinanti allapice del cuore che blocca
il respiro.
Escoriazioni delle labbra e delle gengive.
Dolori crampiformi al tendine di Achille sinistro. 2 tutta la gamba coperta di chiazze grandi e
irregolari formate da sangue travasato.
La bocca pastosa al mattino. Sogni disgustosi.
Testa calda. Molta sete e bocca amara; il paziente urina pi del solito.
Allen enc.: Formicolio in diverse parti del corpo
Testa:
La testa e molto calda, scotta
Testa pesante
Dolore lancinante alla testa
Dolore pulsante nelleminenza frontale destra per un minuto
Le sue tempie sono molto sensibili al tocco durante tutto il giorno
Sensazione di torpore al vertice
Dolore lancinante nella sede sinistra del capo
22

Dolore intenso lancinante dietro alla testa


Scariche nel cervelletto
Bocca:
Escoriazione alle labbra e alle gengive
Bocca impastata durante litera mattinata
Stomaco:
Anoressia
Anoressia totale
Mancanza di appetito
Sete
Grande sete con un gusto amaro in bocca
Sete continua e amaro in bocca
Borborigmi nello stomaco e nellintestino
Pienezza dello stomaco
Addome:
Dolore allinguine
Feci:
Dolore bruciante allano
Colica dopo levacuazione, dapprima soffice, poi diarroica, due volte in successione
Evacuazione facile
Organo urinario:
Urina pi frequentemente rispetto al normale
Torace:
Dolore di ammaccatura sopra al muscolo pettorale sinistro, il quale sensibile al tocco di notte
Dolore nelle zone destre
Dorso:
Punto doloroso sotto la scapola, come se avesse ricevuto un colpo
Dolore acuto tra le spalle
Disagio nelle regione lombare
Dolore lieve alle parti basse delle regioni lombare
Dolore acuto nelle zone sacro- lombare
Arti superiori:
Le parti superiori ed inferiori del braccio sinistro sono dolorosa al tocco
Prurito sopra la piega del braccio destro
Dolore alleminenza ipotenare della mano destra.
Dolore pungente nelleminenza ipotenare della mano sinistra
Dolore nella porzione dorsale dellindice sinistro
Formicolio nella giuntura della prima falange del mignolo
Arti inferiori:
La gamba gonfia ed ha un colorito violetto al mattino; diventa infiammata dalla fatica, e si
modifica nero-rosso in serata
La gamba intera coperta da larga, irregolare macchie, formata da stravasi di sangue
Continui dolori alle gambe
Gonfiore della gamba sinistra
La gamba sinistra gonfia ed infiammata
Dolori lancinanti attraverso lintero estensione dellestremit inferiore
Formicolio sulla gamba destra
Disagio, se prurito, nella coscia
Malessere, come se qualcosa stesse posta nella parte interna della gamba destra sopra il
ginocchio.
Dolore acuto nella coscia destra
23

Dolore acuto sulla parte superiore interna della coscia destra


Formicolii nella coscia destra
Prurito nella coscia destra
Prurito sulla superficie interna della coscia sinistra
Dolore contusivo nel ginocchio sinistro
Dolore contusivo sotto la rotula sinistra
Dolore lancinante nella parte interna del ginocchio sinistro
La parte superiore della gamba sinistra dolorante al tocco.
Puntura come uno spillo nelle parti basse della gamba sinistra
Gonfiore delle parti basse del polpaccio
Crampo come un dolore nel tendine di Achille
Disagio nelle parti inferiore del tendine di Achille
Puntura sotto I calcagno
Il malleolo appare gonfio
Gonfiore parziale intorno al malleolo
Malessere dopo essersi svegliato in mattinata, non pu andare a dormire di nuovo; egli si
sente come se qualcuno lo infastidisse vicino al malleolo diverse ore; questo dolore aumenta,
diventando un dolore contusivo.
Crampo come dolore nel malleolo interno destro.
Dolore lancinante nella parte inferiore destra della gamba e al malleolo interno.
Dolore persistente intorno al malleolo interno sinistro.
Sensazione di fastidio dietro il malleolo interno sinistro.
Dolore lancinante nella parte anteriore del malleolo esterno sinistro.
La gamba sinistra dolorante come se fosse escoriata; il dolore passa al malleolo interno
destro e diventa pi acuto.
Prurito sul malleolo esterno sinistro
Prurito sul malleolo interno sinistro
Sonno:
Disturbo del sonno, Sonno inquieto, Sogni, Sogni disgustosi
Aggravamento:
Aggravato, (Mattino), Bocca impastata; gamba gonfia, ecc; dopo svegliata, malessere.
Aggravato (verso sera), gamba comincia d infiammarsi, ecc.
Aggravato, (Notte), Muscolo pettorale sinistro sensibile; dolore allapice del cuore
Cuore e polso:
Dolori lancinanti allapice del cuore, che durante la notte toglie il respiro
Organi sessuali:
Prurito sulla pelle del prepuzio, Formicolio nel testicolo destro
Boericke
Dolore da sutura in varie parti. Dolore al tendine di Achille; diabete. Dolore al tallone, bruciore
allano e frequente irritazione. Flatulenza nello stomaco e alladdome: dolore al torace e alle
estremit. Indolenzimento delle gambe. Prurito e gonfiore ai malleoli.
Sul Repertorio troviamo:
MIND; DREAMS; amorous (K1235, SIII-244, G1020) (coition) (lewd) (romantic) (216) *
MIND; DREAMS; amorous; pollutions, with (SIII-246) (96) *
MIND; DREAMS; business, of (K1236, SIII-263, G1021) (work) (68) *
MIND; DREAMS; disgusting (K1238, SIII-287, G1022, G1024) (dirt) (excrements) (unpleasant)
(38) *
MIND; DREAMS; drinking (K1238, SIII-289, G1022) (carousing) (thirsty) (7) *
MIND; DREAMS; drinking; impossible (SIII-289) (hydrophobia) (1) *
24

MIND; DREAMS; many (K1241, SIII-321, G1024) (266) *


MIND; DREAMS; walking, of (K1244, SIII-366, G1027) (roaming) (wandering) (17) *
MIND; DREAMS; walking, of; unable of, is (4) *
STOMACH; ERUCTATIONS; General (K489, G418) (Disordered) (Distension) (Fermentation)
(Fullness) (Indigestion) (341) *
ABDOMEN; FLATULENCE (K547, G467) (Distension) (Fermentation) (Rumbling) (327) *
ABDOMEN; NOISES (G472) (400) *
ABDOMEN; NOISES; rumbling (K600, G513) (bubbling) (gurgling) (Fermentation) (392) *
ABDOMEN; PAIN; General (K554, G473) (633) *
ABDOMEN; PAIN; General; stool; agg.; before (K560, G477) (139) *
RECTUM; PAIN; burning (K625, G534) (252) *
URINE; SUGAR (K691, G590) (GENERALITIES; Diabetes; mellitus) (147) *
MALE; POLLUTIONS, seminal emissions; tendency (K710, SIII-414, G606) (Ejaculations) (287) *
MALE; POLLUTIONS, seminal emissions; tendency; dreams; with (SIII-421) (MIND; Dreams;
amorous; emissions, with) (94) *
MALE; POLLUTIONS, seminal emissions; tendency; dreams; with; lascivious (36) *
CHEST; PAIN; General (K841, G710) (472) *
CHEST; PAIN; General; pectoral muscles (K846, G714) (14) *
CHEST; PAIN; General; ribs (G714) (66) *
CHEST; PAIN; General; ribs; between, intercostal (50) *
EXTREMITIES; ITCHING (K1019, G851) (313) *
EXTREMITIES; ITCHING; Ankle (K1027, G857) (44) *
EXTREMITIES; ITCHING; Ankle; malleoli, around (2) *
EXTREMITIES; SWELLING (K1196, G989) (Fullness) (Varices) (349) *
EXTREMITIES; SWELLING; Ankle (K1201, G992) (87) *
EXTREMITIES; SWELLING; Ankle; malleoli, around (2) *
EXTREMITY PAIN; LOWER LIMBS (K1062, G884) (501) *
EXTREMITY PAIN; LOWER LIMBS; Leg (K1074, G893) (284) *
EXTREMITY PAIN; LOWER LIMBS; Leg; tendo-achillis (K1076, G894) (46) *
EXTREMITY PAIN; LOWER LIMBS; Leg; tendo-achillis; left (2) *
SLEEP; DISTURBED (K1235, SIII-15, G1019) (Bad) (Interrupted) (Light) (Restless)
(Unrefreshing) (Waking; frequent) (283) *
SLEEP; RESTLESS (K1247, SIII-68, G1029) (Bad) (Disturbed) (Interrupted) (Unrefreshing)
(Waking; frequent) (411) *
GENERALITIES; DIABETES (ABDOMEN; Pancreas) (URINE; Sugar) (156) *
GENERALITIES; DIABETES; mellitus (URINE; Sugar) (92) *
GENERALITIES; PAIN; General; directions of pain; right side, on (SII-405) (10) *
GENERALITIES; PAIN; stitching (SII-454) (296) *
GENERALITIES; PAIN; stitching; externally (K1385, SII-456, G1143) (196) *
GENERALITIES; SIDE; right (K1400, SII-590, G1155) (225) *

25

Aristolochia serpentaria
Sinonimi:
Serpentaria. Serpentaria della Virginia. Nat. Ord., Aristolochiaceae.

Descrizione botanica
La Aristolochia serpentaria L. di taglia media , e pu raggiungere i 7 m di altezza; in estate assume
una colorazione viola . Si tratta di piante sempreverdi, che quindi mantengono le foglie per tutto
l'arco dell'anno. Queste piante sono rampicanti, quindi crescono appoggiandosi a supporti di vario
genere. La Aristolochia serpentaria L. ha uno sviluppo arbustivo.
Preparazione della tintura:
Triturazione delle radici essiccate
Indicazioni cliniche Omeopatia Clarke- Dizionario Farmacologia omeopatica:
Dispepsia. Flatulenza
Caratteristica:
OMEOPATIA CLARKE- DIZIONARIO FARMACOLOGIA OMEOPATICA:

La serpentaria fu sperimentata dagli sperimentatori di Jrg e da altri. I suoi effetti principali furono
notati negli organi gastroenterici: nausea, vomito, dilatazione gastrica, flatulenza e stimolo di
defecare.
Lappetito prima aumenta e poi manca del tutto.
Infiammazione degli organi urinari e genitali, con frequente desiderio di urinare.
Come con Arist-m, si ha sonno agitato e testa calda.
Repertorio:
OMEOPATIA CLARKE- DIZIONARIO FARMACOLOGIA OMEOPATICA:

Psichismo: Malumore. Rifiuto di lavorare


Testa: Sensazione di rigidit alla frante, estesa alla base de cervello. Aumento del caldo Alla testa.
Bocca: Abbondante salivazione con sputi frequenti.
Stomaco: aumento dellappetito, tuttavia il paziente mangia poco poich bastano pochi bocconi per
saziarlo. Perdita dellappetito.. Nausea e vomito; il vomito non cessa finch lo stomaco non
completamente svuotato. Sensazione di dilatazione come se fosse troppo pieno. Pesantezza,
migliorato dallemissione di molta flatulenza.
Addome: Colica nella regione ombelicale. Dilatazione, rumoreggiamento, malessere, dolori
taglienti, con flatulenza ed eruttazioni che fanno stare meglio.
Retto e Feci: Prurito spossante nellano. Desiderio frequente di defecare, con evacuazione di feci
dure, scarse con molta flatulenza. Desiderio frequente di defecare con evacuazione pi di gas che di
feci.
Apparato urinario: Infiammazione generale degli organi urinari e genitali. Desiderio violento di
urinare con aumento della quantit di urina. Desiderio frequente ma viene emessa solo poca urina
scura.
Collo e dorso: Dolore comprimente nella nuca.

Allen repertory
Dreams: frightful. 20>100>0
Hypochondrium: pain. 2>81>0
26

Ill-humor. 24>189>1
Memory: difficult. 0>4>0
Sleepiness. 51>316>1
Sul Repertorio troviamo:
MIND; DREAMS; amorous (K1235, SIII-244, G1020) (216) *
MIND; DREAMS; frightful (K1240, SIII-304, G1023) (247) *
MIND; DREAMS; pleasant (K1242, SIII-333, G1025) (138) **
MIND; DULLNESS, sluggishness, difficulty of thinking and comprehending (K37, SI-416, G29)
(417) *
MIND; MEMORY; weakness, loss of (K64, SI-732, SI-733, G51) (343) *
MIND; MOROSE, sulky, cross, fretful, ill-humor, peevish (K68, K85, SI-764, SI-981, G54, G68)
(362) *
MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency (K72, SI-835, G57) (560) *
MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency; bed; tossing about in; tendency (K73, SI-845,
G58) (131) *
HEAD PAIN; GENERAL; pains in, with; neck, nape of (K144, G120) (67) *
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Forehead (K153, G127) (430) *
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Forehead; afternoon (K155, G129) (89) *
HEAD PAIN; LOCALIZATION; Occiput and Forehead (K166, G137) (125) *
HEAD PAIN; PRESSING (K188, G157) (384) *
HEAD PAIN; STITCHING (K206, G172) (Shooting) (278) *
MOUTH; SPITTING; constantly (G356) (35) *
STOMACH; APPETITE; easy satiety (K476, G407) (94) *
ABDOMEN; DISTENSION (K544, G464) (404) *
ABDOMEN; FLATULENCE (K547, G467) (327) *
ABDOMEN; MOVEMENTS in (K554, G472) (158) *
ABDOMEN; NOISES (G472) (400) *
ABDOMEN; NOISES; rumbling (K600, G513) (392) *
ABDOMEN; NOISES; rumbling; flatus passing; amel. (K601, G514) (17) *
ABDOMEN; NOISES; rumbling; stool; agg.; before (K601, G514) (69) *
ABDOMEN; PAIN; cutting (K578, G492) (285) *
ABDOMEN; PAIN; cutting; flatus; before (G493) (9) *
ABDOMEN; PAIN; cutting; stool; agg.; before (K580, G494) (85) *
ABDOMEN; RESTLESSNESS, uneasiness etc. (K600, G512) (108) *
RECTUM; ITCHING of anus (K622, G532) (237) *
RECTUM; ITCHING of anus; around anus (K623, G532) (21) *
RECTUM; URGING, desire (K633, G541) (298) *
STOOL; ODOR; offensive (K640, G547) (179) *
COUGH; BREATHING (K783, G665) (90) *
COUGH; BREATHING; deep; agg. (K783, G665) (81) *
SLEEP; SLEEPINESS (K1248, SIII-82, G1030) (575) *
GENERALITIES; PULSE; hard (K1395, SII-538, G1150) (173) *
GENERALITIES; PULSE; small (K1396, SII-549, G1151) (238) *
GENERALITIES; PULSE; strong (K1396, SII-551, G1151) (93) *
GENERALITIES; WEAKNESS, enervation, exhaustion, prostration, infirmity (K1413, SII-693,
G1165) (760) *
GENERALITIES; WEAKNESS, enervation, exhaustion, prostration, infirmity; diarrhea, from
(K1416, SII-710, G1167) (87) *

27

BIBLIOGRAFIA

Foto Lucia Barabino


Negri G. : Erbario figurato, Hoepli ed, Milano 1948
"Atlante delle piante medicinali" [I. e P. Schonfelder, Franco Muzzio editore, Padova 1989]
Luciana Bartolini, immagini
Grande Erbario Medicinale di Tommaso Palamidessi
Fotografie realizzate nella pineta di Pinarella di Cervia
Dizionario di Fitoterapia e Pianta Medicinali di E. Campanini
Fiori e Piante Medicinali di Aldo Poletti
Flora d'Italia - S.Pignatti
28

Pelikan W.: Le piante medicinali, Natura e Cultura Ed, Alassio(SV)1998


http://www.wikipedia.org
Omeopatia Clarke- dizionario farmacologia omeopatica
American Pharmacopoeia 1883
Cooks physiomedical disp.
Allens Primer of Materia medica
Kents rep
Potter cycl
Allen enc.
Boericke
Programma informatico Mac Repertory
Casi Clinici forniti dal Dott.Giacomo Merialdo
Mac Repertory Reference works Library

29

DIRETTORE DIDATTICO DR. GIACOMO MERIALDO


TESI: LE BORAGINACEAE

DR. NATALINO ODDINO


DR. ANGELO LO FARO

TUTOR DR. PAOLO ALGOSTINO

ANNO ACCADEMICO 2009-2010

Boraginaceae
Classificazione scientifica

Regno:

Plantae

Divisione:

Magnoliophyta

Classe:

Magnoliopsida

Ordine:

Lamiales

Famiglia:

Boraginaceae
Juss., 1789

La famiglia delle Boraginaceae, Juss. 1789, una famiglia


relativamente ampia comprendente 95 generi con circa 2000
specie delle quali la maggior parte erbacee, ma vi si possono
trovare anche specie arbustive, lianose, rari alberi (gen. Cordia).
Diversi generi sono coltivati come ornamentali ad es.
Heliotropium, Mertensia, Myosotis, Pulmonaria, Echium.
Parecchie specie hanno valore medicinale, da altre si estraggono
dei
coloranti.
Pur presentando una maggiore distribuzione nella regione
mediterranea, la famiglia presente in tutte le aree temperate e
subtropicali, meno frequente nelle regioni temperato-fredde e
tropicali, diventa rara nelle regioni artiche.
Morfologia
I fusti sono generalmente coperti da peli ruvidi che
ritroviamo anche sulle foglie e sulle infiorescenze.
Le foglie sono generalmente alterne, semplici, di solito intere,
senza stipole e, come i fusti, spesso ispide per la presenza di peli
formati da cellule calcarizzate, o di setole con, o senza, tubercoli
basali, per cui si presentano molto ruvide e aspre al tatto, con
qualche eccezione come il genere Cerinthe che ha foglie glabre.

Le infiorescenze, molto caratteristiche, consistono normalmente


di una o pi cime, scorpioidi o elicoidi, che si svolgono
progressivamente man mano che procede la fioritura.I fiori sono
di vario colore: azzurro, blu, giallo, rosa, porpora, bianco; a volte,

appena sbocciati sono porpora o rosei e diventano, a fecondazione


avvenuta e se i loro pigmenti sono antocianici, azzurri o violacei
per effetto della variazione del pH nel contenuto delle cellule.
Generalmente sono di forma regolare, con qualche eccezione
(Echium), bisessuali, pentameri. I sepali, dentati o lobati,
possono essere liberi o congiunti alla base, qualche volta di
diversa grandezza, generalmente persistenti e a volte
accrescentesi dopo l'antesi. La corolla variamente conformata
nelle diverse specie: tubulosa (Cerinthe), campanulata (Anchusa,
Lappula), rotata (Borago, Myosotis), tubuloso-campanulata
(Symphytum, Onosma), infundibuliforme (Cynoglossum, Nonea,
Pulmonaria), irregolare in Echium e qualche altro genere. Il
tubo corrollino spesso fornito di appendici ( scaglie, ciuffi o
linee di peli, invaginazioni) alla fauce e qualche volta ha un
anello di peli o membranoso alla base. L'ovario supero, formato
da due carpelli fusi formanti due loculi o spesso quattro a causa
di falsi setti. L'unico stilo pu essere ginobasico o terminale, di
solito semplice o con l'apice a due o, in qualche genere, a quattro
lobi. L'androceo isostemone, gli stami sono inseriti, sul tubo
della corolla, in posizione diversa, nelle diverse specie, rispetto
alla parte mediana. In Echium vi qualche lieve differenza tra
gli stami, in Borago hanno un cornetto connettivale dietro
l'antera cosi che, l'avvicinarsi degli stami contro lo stilo,
impedisce l'accesso al fondo della corolla. Esistono casi di
eterostilia (Pulmonaria). I fiori sono prevalentemente impollinati
da insetti, qualche specie, come Borago e Symphitum,
impollinata dalle api.Il frutto costituito da quattro, di rado due,
nucule ( eccezionalmente da 1 o 3 per aborto) o pu essere una
drupa (Cordia).I semi possono essere con o senza endosperma e
con l'embrione curvo o diritto.La disseminazione spesso
favorita dalla presenza di aculei sulla superficie delle nucule
(Cynoglossum, Lappula) o per effetto dei calici ispidi e
accrescenti (Asperugo) che si attaccano al vello degli animali
(zoocoria); altre volte affidata alle formiche (mirmecoria)
attratte dalla presenza di elaiosomi (Symhytum, Anchusa,
Borago)

Classificazione
La famiglia pu essere divisa in due sottofamiglie:
Heliotropoideae, con stilo terminale semplice o bifido
recante un disco di peli vicino alla punta; frutto formato da
4 nucule o drupaceo; seme con endosperma (Heliotropium,
Cordia);
Boraginoideae, con stilo ginobasico; frutto formato da due
o quattro nucule separate.

Quest'ultima sottofamiglia ulteriormente divisa in cinque trib


basandosi su caratteri dello stilo e del frutto, e sulla simmetria
della corolla:
Fiori attinomorfi:
o Cynoglosseae: base dello stilo pi o meno conica;
punta delle nucule non sovrastante il punto di attacco
(Omphalodes, Cynoglossum);
o Eritricheae: base dello stilo pi o meno conica, punta
delle nucule sovrastante il punto di attacco
(Eritrichium, Echinospermun);
o Boragineae: base dello stilo piana o leggermente
convessa, nucule con area di attacco concava
(Sympytum, Borago, Anchusa);
o Lithospermeae: base dello stilo piana o leggermente
convessa, superficie di attacco delle nucule piana
(Myosotis, Lithospermum);
Fiori a volte zigomorfi:
o

Echieae (Echium).

Secondo la classificazione di Cronquist, la famiglia inclusa


nell'ordine Lamiales.

Actinocarya
Adelocaryum
Afrotysonia
Alkanna
Amblynotus
Amphibologyne
Amsinckia
Anchusa
Ancistrocarya
Anoplocaryum
Antiotrema
Antiphytum
Arnebia
Asperugo
Auxemma
Borago
Bothriospermum
Bourreria (Strongbark)
Brachybotrys
Brunnera
Buglossoides
Caccinia
Hackelia
Halacsya
Halgania
Harpagonella
Heliocarya
Heliotropium
Heterocaryum
Huynhia
Ivanjohnstonia
Ixorhea
Lacaitaea
Lappula
Lasiarrhenum

Mattiastrum
Mertensia
Metaeritrichium
Microcaryum
Microula
Mimophytum
Moltkia
Moltkiopsis
Moritzia
Myosotidium
Myosotis
Neatostema
Nesocaryum

Carmona
Cerinthe
Chionocharis
Choriantha
Cordia
Craniospermum
Cryptantha
Cynoglossopsis
Cynoglossum
Cynoglottis
Cysostemon
Dasynotus
Decalepidanthus
Echiochilon
Echiostachys
Echium
Ehretia
Elizaldia
Embadium
Eritrichium
Gastrocotyle
Gyrocaryum

Oxyosmyles
Paracaryum
Pardoglossum
Patagonula
Pectocarya
Pentaglottis
Perittostema
Phacelia
Plagiobothrys
Pseudomertensia
Psilolaemus
Pteleocarpa
Pulmonaria

S
S
S
S
S
T
T
T
T
T
T
T
T

Lasiocaryum
Lepechiniella
Lepidocordia
Lindelophia
Lithodora
Lithospermum
Lobostemon
Macromeria
Maharanga
Mairetis

Nogalia
Nomosa
Nonea
Ogastemma
Omphalodes
Omphalolappula
Omphalotrigonotis
Onosma
Onosmodium

Rindera
Rochefortia
Rochelia
Rotula
Saccellium
Scapicephalus
Selkirkia
Sericostoma
Sinojohnstonia

References
o "Boraginaceae Juss., nom. cons.". Germplasm Resources
Information Network. United States Department of
Agriculture.
2007-04-12.
http://www.ars-grin.gov/cgibin/npgs/html/family.pl?160.
Retrieved
2009-04-02.
Diversityoflife.com
o Diane, N., H. Frther, and H. H. Hilger. 2002. A systematic
analysis of Heliotropium, Tournefortia, and allied taxa of
the Heliotropiaceae (Boraginales) based on ITS1 sequences
and morphological data. American Journal of Botany 89:
287-295 (online abstract here).
o Gottschling, M., H. H. Hilger 1, M. Wolf 2, N. Diane. 2001.
Secondary Structure of the ITS1 Transcript and its
Application in a Reconstruction of the Phylogeny of
Boraginales. Plant Biology (Stuttgart) 3: 629-636.
o Hess, Dieter. 2005. Systematische Botanik. ISBN 3-82522673-5

Generi presenti in Italia


I generi di questa famiglia presenti in Italia sono:

T
T
U
V

Alkanna
Anchusa
Asperugo
Borago
Buglossoides
Cerinthe
Cynoglossum
Echium
Eritrichium
Heliotropium
Lappula
Lithodora
Lithospermum
Moltkia
Myosotis
Neatostema
Nonea
Omphalodes
Onosma
Pentaglottis
Pulmonaria
Solenanthus
Symphytum off.

Bibliografia

Sandro Pignatti, Flora d'Italia, Edagricole, Bologna 1982.


ISBN 8850624492
T.G. Tutin, V.H. Heywood et Alii, Flora Europea,
Cambridge University Press 1976. ISBN 052108489X
A. Fiori, La nuova flora analitica d'Italia, 3a ristampa
anastatica Edagricole, Bologna 1984. ISBN 882060860X

Note dal Pelikan


Le boraginacee: un processo siliceo trattenuto nelle forze
plastiche.

Le specie di questa famiglia lasciano trasparire un tipo di pianta


che si unisce fortemente al suolo con radici e rizomi, preferisce i
terreni sabbiosi e silicei, predisposto a produrre acido silicico.
Questa importante sostanza possiede due aspetti: assorbendo
molta acqua diventa plastica, colloidale, mucillaginosa, a met
tra solido e liquido e si piega agli impulsi vitali formatori un po
come il carbonio delle albumine. Daltra parte tende a liberarsi
dellacqua assorbita, acquisendo forme altamente determinate
come il quarzo. Anche in questo la silice assomiglia al carbonio
che pu diventare diamante.
La vita gioca con tali elementi e utilizza luna o laltra
possibilit. Il tipo delle Boraginacae appropriandosi della silice,
si abbandona a queste forze plastiche e produce un vigoroso
fogliame con foglie semplici, piene di linfa. Ai margini di questo
organismo pieno di vita, lelemento siliceo traspare da ogni parte
sotto forma di rivestimento di peli ruvidi, che rivela la natura
cristallina e minerale.
Lacido silicico stimola sempre e dappertutto la crescita
periferica. Qui troviamo calici rugosi o spinosi, corolle dotate
dogni sorta di appendici orientate in tutti i sensi, spesso ciuffi
pelosi; i frutti possono essere uncinati, i sepali sono durevoli e si
trasformano spesso in ali ecc.
La vita utilizza cos le propriet appena menzionate della silice
per creare una diversit infinita.
A causa della loro natura plastico-liquida, le Boraginaceae
producono molto nettare utile alle api che lo amano, impregnato
di forze dellacido silicico. La loro arte nel costruire gli alveari
esagonali proviene, infatti, da una sottile comunione con la
natura cristallina (esagonale) di questa sostanza.
Il processo floreale adotta una forma particolare. Le
inflorescenze sono spesso attorcigliate e si distendono un po
come le felci.
Questa tendenza alle spirali secondo Rudolf Steiner, propria ai
movimenti dellastrale e domina il mondo animale (conchiglie,
ammonite, corna, lumache ecc).
Il nettario profondo e la proboscide elicoidale dellinsetto che vi si
inserisce appartiene alla stessa regione.

Si nota che molti fiori delle Boraginacee passano in poco tempo


dal rosa al blu (Myosotis, polmonaria, erba viperina).Il sottile
passaggio della chimica floreale dallacido allalcalino, il cui
risultato pu essere un alcaloide, si manifesta nel fiore formando
speciali pigmenti detti antocianine.
Nella radice invece le Boraginacee, producono spesso pigmenti
rossi liposolubili, come la tintura di Alcanna. Qui i processi
luminosi della silice scendono fino nelle regioni delletere chimico
(liquido) e delletere di vita(terra).
Ogni pianta che contiene silice ha un particolare rapporto con la
luce, ma le Boraginaceae, a causa della loro natura plasticoacquosa, amano i terreni umidi. Le troviamo nei boschi soleggiati
in primavera, nei prati umidi, nelle pozze di irrigazione e anche
sulle rive del mare.
Non ci sono tra di loro piante acquatiche o molto tossiche, n
piante parassite o artiche. Solo lEritrichium nano, un minuscolo
myosotis scala le alte vette.
La regione mediterranea favorevole al loro sviluppo nei luoghi
sufficientemente umidi. Verso i tropici queste piante diventano
alberi con bacche molto mucillaginose.
Tossicit.
Le boraginaceae, insieme alle Compositae, alle Leguminose e
alle Orchideacaee contengono un gruppo di alcaloidi naturali
basati sulla struttura della pirrolozidina contenenti un atomo di
azoto di cui se ne conoscono almeno trecento
Gli alcaloidi pirrolozidinici insaturi(PAs) sono epatotossici,
causano una malattia veno-occlusiva del fegato o Sindrome di
Budd-Chiari , il cancro del fegato e fibrosi polmonare. Il rischio
maggiore per la salute associato alluso di erbe contenenti PAs
come la Borago officinalis, il Symphitum ed alcune erbe cinesi
Nelle Boraginaceae generi Alkanna tintoria, Anchusa officinalis
,Borago
officinalis,Cynoglossum
officinale
Heliotropium
arborescens, Lithospermum officinale,Myosotis scorpioides,
Symphytum asperum,Symphytum caucasicum, Symphytum

officinale, Symphytum tuberosum ,S. peregrinum contengono


alcaloidi pirrolozidinici.
BORAGINACEAE IN OMEOPATIA
Questa grande famiglia di piante non stata molto sperimentata
in omeopatia tranne alcuni rimedi quali Borago officinalis,
Onosmosdium virginianum, Symphytum officinalis, Myosotys
arvensis, Myosotys symphytifoglia, Heliotropium peruvianum;
acor
meno
sperimentati
sono
Pulmonaria
officinalis,
Cynoglossum officinale e Lithospermun officinale, di cui le
notizie principali sulla loro azione provengono dai manuali di
fitoterapia e si possono, tramite queste notizie, ipotizzare le loro
azioni come rimedi omeopatici.
Occorre sottolineare quanto sarebbero importanti nuove
sperimentazioni per ampliare la conoscenza di questa famiglia
vegetale.
Le principali tematiche in omeopatia, che si possono desumere
da un inquadramento della famiglia sono le seguenti.
Sono delle piante che crescono su ampie porzioni del nostro
pianeta (grande capacit di adattabilit) Pur presentando
una maggiore distribuzione nella regione mediterranea, la
famiglia presente in tutte le aree temperate e subtropicali,
meno frequente nelle regioni temperato-fredde e tropicali,
diventa rara nelle regioni artiche (preferiscono climi miti o
caldi). Non ci sono tra di loro piante acquatiche e
neppure molto tossiche, (anche se alcune contengono
alcaloidi pirrolozidinici epatotossici, vedi sopra) n piante
parassite o artiche. Solo lEritrichium nano, un minuscolo
Myosotis cresce in alta montagna.
Le troviamo nei boschi soleggiati in primavera, nei prati umidi,
nelle pozze di irrigazione come Myosotis, Polmonaria officinalis,
Symphytum anche sulle rive del mare, mentre Onosmodium
predilige i terreni secchi A volte come in Symphytum ,

Onosmodium, Borago, Myosotys possono aver caratteri


infestanti
Sono piante che crescono bene su terreni silicei e
calcarei:lelemento siliceo traspare da ogni parte sotto forma di
rivestimento di peli ruvidi, che rivela la natura cristallina e
minerale.
Questa importante sostanza possiede due aspetti: assorbendo
molta acqua diventa plastica, colloidale, mucillaginosa, a met
tra solido e liquido. Le specie di questa famiglia lasciano
trasparire un tipo di pianta che si unisce fortemente al suolo con
radici e rizomi, preferisce i terreni sabbiosi e silicei,
predisposto a produrre acido silicico.
Diversi generi sono coltivati come ornamentali ad es.
Heliotropium, Mertensia, Myosotis, Pulmonaria, Echium.
Parecchie specie hanno valore medicinale ( azione antiinfiammatoria, astringente, vulneraria, espettorate, balsamica,
anticoncezionale ed anti-tireotropa) da altre si estraggono dei
coloranti.(Alcanna tintoria), altre sono usate in cucina come
ad esempio Borago nel bacino del mediterraneo, altre ancora per
produrre profumi come Heliotropium. Altre piante come
Cynoglossum sono maleodoranti ed infestanti.
Alcune
sono
piante
perenni
come Litospermum,
Onosmodium, Myosotis.
Nel rapporto con la luce si va da piante come Heliotropium che
desiderano la luce e seguono il sole con i loro fiori come un
girasole, a piante che preferiscono luoghi freschi umidi e
piuttosto ombrosi con terreni calcareo silicici come Myosotis
e Lythospermo o addirittura nei terreni paludosi e fossati come
Symphytum che cresce bene in zone soleggiate parzialmente
soleggiate. In alcuni come Polmonaria officinalis la forma e il
colore venature delle foglie ricordano un polmone e qui per la
dottrina delle segnature utilizzata nelle patologie
polmonari.
Il contenuto in mucillagini ed acido silicico responsabile delle
capacit riparative di queste piante che raggiungono loro
apice in Symphytum.

Intorno a queste piante fioriscono miti e tradizioni popolari; ad


esempio in Mysostis e il mito dellabbandono e della
nostalgia in Heliotropium dellabbandono e dellamore
impossibile, in altri come Lithospermo se ne ricorda luso
come anticoncezionale nelle donne delle trib di Nativi del
Nord America. Symphytum o consolida maggiore conosciuto
nellantichit per luso vulnerario e per trattare le fratture,
Borago per luso presso gli antichi ai fini migliorare il tono
dellumore ed infondere coraggio.
TEMI
Premessa
Vista la vastit della famiglia ed i pochi rimedi sperimenti
questa estrapolazione ha caratteristiche non certo definitive, ma
vuole costituire un punto di partenza per studiare pi a fondo le
Boraginaceae in omeopatia.
FONDANTI=grassetto maiuscolo
Comuni= grassetto minuscolo
Temi singoli rimedi= minuscoli sottolineati.
INTEGRYTY /FRAGILITY/VULNERABILITY
CONFIDENCE
WANT
OF
SELF/INADEQUATE
FEEELING
FORSAKEN FEELING/love disappointed/Timidity
INJURES/WOUND /SLOW REPAIR
Anticipation/Space/Time
Excitement/Integration of instinct
Activity/Exhaustion/Memory
Weakness/Heaviness/Stiffness
Oversensitive to pain/Pain penetranting/Spot pain
Transformation
Dictatorial/Anger/Duty/Heroic
Narcissism
Nervous system/Ataxia/Convulsion/Spasm
Speech
Eyes/Visual complaints

Sexual/Genitalia /Sterility
Respiratory
Suppuration/gland
Bone /Joints/Cancer
Liver/Stomach/Abdomen
Skin/Perspiration
Congestion/Hypertension/Heat
Coldness
Tobacco/Food /Thyrst
INTEGRITY/FRAGILITY/VULNERABILITY
In questa famiglia i temi della integrit e della fragilit, che
troviamo anche nelle Compositae, sono caratterizzanti e
fondanti, basti pensare a Symphytum alle numerose ferite,
traumi e fratture che mettono in crisi sua fragile corazza silicica
che lo sostiene ed ai processi riparativi sono assai lenti, sempre
sotto il forte influsso lelemento silicico.
In Onosmodium la fragilit sul piano neurologico, mentre in
Myosotys, Heliotropium la ferita a livello sentimentale, in
Borago sul piano dellonore ferito ed anche in queste prospettive
difficili da sanare.
CONFIDENCE WANT/INADEQUATE FEELING
Queste persone hanno una scarsa fiducia in se stessi, un senso di
inadeguatezza che gli deriva dal loro senso di fragilit; in
Onosmodium che il paradigma di questa situazione, c
lintrinseca difficolt a superare gli ostacoli con molti sintomi
neurologici e comportamentali che confermano questo
atteggiamento, in Symphytum linadeguatezza si concretizza sul
piano della lentezza a guarire e nelle difficolt, presenti anche in
Onos, nel parlare, scrivere, leggere, ricordare le cose.
Myosotys e Heliotropium non sono adeguati nel superare
labbandono che diventa una ferita insanabile, Borago incapace
di adeguarsi al cambiamento della situazione che vive.
Borago,infatti, assume, in una famiglia problematica, il ruolo
genitoriale che continuer ad esercitare anche quando non pi
necessario in quanto si irrigidisce in questa posizione.

Per comprendere questi rimedi bisogna capire che


hanno una fragile struttura con un problema di
integrit cui si somma una grande lentezza nei
processi di riparazione che sono inadeguati sia a
livello osseo e muscolo-tendineo ( Symph.) che
neurologico (Onos.) che respiratorio (Myos, Cyno, Pulo) che sentimentale (Myos, Helio) o dellonore
ferito(Borag).
Il trauma a qualsiasi livello si verifica, mette in crisi
la loro fragile struttura, ma con unostinazione tutta
silicica combattono contro le loro difficolt, anche s e
intrinsecamente sanno che non ce la faranno e la
malattia pu diventare una giustificazione per il loro
fallimento. La difficolt a superare gli ostacoli di Onos
emblematica di questi squilibri profondi.
FORSAKEN FEELING/Love disappointed/Timidity
In considerazione della fragilit della loro struttura
ipotizzabile che labbandono sia stato molto precoce,
manifestandosi poi con modalit diverse da un rimedio allaltro;
in Symphytum con una difficolt a riparare le sue ferite, in Onos
con il senso di inadeguatezza a superare gli ostacoli, in Borago
con lassunzione del ruolo genitoriale che non gli compete, per
essere in qualche modo riconosciuto ed amato.
Myosotys ed Heliotropium hanno subito un abbandono precoce
che nei miti e leggende sentimentale ma che nella realt pu
riguardare le figure di riferimento parentali; si tratta di un
abbandono nostalgico cui segue unineluttabile rassegnazione a
tipo Natrum e Sepia, senza la ricerca di un nuovo sostegno come
accade in Pulsatilla.
Borago per non sentirsi abbandonato assume un ruolo
genitoriale ed in qualche modo ne rimane prigioniero.
Sotto lazione della componente silicica i rimedi di questa
famiglia non cercano il supporto di qualcuno come fa la
ranuncolacea Pulsatilla ma si appoggiano solo su se stessi.

INJURES/WOUND /SLOW REPAIR


Ladattamento ai traumi sia fisici come ferite o fratture, che
emozionali, scarso con molte la difficolt ad elaborarli; ci
indica da un lato la fragilit della loro struttura ma al tempo
stesso, la capacit di guarire, seppure con difficolt. La tenacia
tutta silicica con cui perseguono i loro obbiettivi una prova del
fatto che non richiedono sostegno.
Nel complesso abbiamo un quadro mentale di un paziente che ha
subito dei traumi precoci che hanno reso fragile il suo carattere e
minato la sua capacit di resistere e reagire.
Anticipation/Space/Time
Lansia di anticipazione, presente soprattutto in Onosmodium,
legata al timore di non essere idoneo a superare gli ostacoli, e si
accompagna ad una valutazione alterata dello spazio ed alla
sensazione che il tempo passi troppo lentamente, in quanto
vorrebbe gi aver superato lostacolo che ha davanti.
Excitement/Integration of instinct
In Onosmodium in particolare e meno in Symphytum e Borago
c una grande ipereccitabilit documentata dalle voci
repertoriali di irritabilit, irrequietezza ed ipersensibilit in
generale e specialmente ai rumori ( sempre in Onos) cui si
associano le numerose contrazioni spasmodiche agli arti sotto la
sezione estremit
Sono persone che pur avendo una struttura piuttosto fragile sono
piuttosto performanti e si pongono alti obbiettivi che
difficilmente raggiungeranno e questo a scapito del lato sessuale
che spesso sacrificato nelle Boraginaceae
Acivity/Exhaustion/Memory
Sono persone impazienti, vanno molto veloci, fanno le cose con
energia, corrono. Sono persone con grosse spinte realizzatrici,
desiderosi di contare e di fare cose importanti, al di sopra della
norma, ma con l'intima consapevolezza di non farcela. Questo
aspetto bene evidente in Onos, Symphytum Borago.
Lo strenuo impegno che profondono nel superare gli ostacoli li
conduce ad una forte prostrazione sia mentale che fisica come

testimoniato dai numerosi sintomi di debolezza, di stanchezza e


di pesantezza presenti nel repertorio.
Sono persone, in genere, con una pessima memoria come risulta
dalle difficolt a ricordarsi le cose che debbono fare o che leggono
o che debbono dire specialmente Onos e Symphytum.
Weakness/Heaviness/Stiffness
Ci sono sintomi di pesantezza a vari livelli, gli arti sembrano
sempre pi pesanti e c un netto calo di forza quasi a trovare
una giustificazione alla difficolt a superare gli ostacoli.
Gli ostacoli sembrano molto pi grossi, sembrano macigni.
Le patologie gravi di cui soffre in genere non sono dolorose, ma,
se il dolore c, assai intenso e i pazienti indicano una zona
estremamente dolente o bruciante, facendo salvo il resto del
corpo che, a detta loro, funziona benissimo.
Vi sono molti sintomi di debolezza specialmente in Onos a livello
degli arti inferiori e superiori, con tremori, scarsa coordinazione,
andatura atassica, che sommate a tutti i disturbi della sfera
sessuale sottolineano ulteriormente la facile esauribilit di
queste persone.
Sia in Onsos che in Symph a livello fisico, in Borago a livello
mentale presente rigidit a conferma di un tentativo di
compenso tutto silicico della loro debolezza intrinseca.
Oversensitive to pain/Pain penetranting/Spot pain
In questa famiglia troviamo unipersensibilit al dolore con
dolori penetranti, pungenti, contusivi, laceranti, tiranti,
costrittivi, crampiformi, a testimonianza della debolezza della
loro struttura in parte silicica, il tema della penetrazione molto
forte nelle Boraginaceae, basti pensare anche alla paura della
penetrazione che troviamo nellavversione al coito o nella
mancanza di piacere sessuale delle donne che richiedono questi
rimedi.
I dolori spot cio in piccole aree,che troviamo specialmente in
Onosmodium sono un tentativo di circoscrivere il problema
deostruente ella malattia ad una piccola area e pensare cos che
il resto del corpo sia sano

Dictatorial/Anger/Duty/Heroic
In questa famiglia troviamo aspetti dittatoriali specialmente in
Borago meno in Onosmodium, e in Symphytum. Si tratta di una
dittatorialit di sostegno per rafforzare la loro debole struttura,
tuttavia in Borago pi accentuata insieme al loro forte senso
del dovere e di responsabilit. La rabbia di Borago deriva dal
vedere che i suoi familiari non gli obbediscono, non lo seguono
come vorrebbe, in quanto vive con la presunzione che solo lei pu
fare le cose bene.
Tuttavia, appena Borago assume il rimedio, desidera recuperare
quella componete ludica ed infantile diventando cos pi mite e
dolce ed in questo modo evidenziando la sua fragilit.
Latteggiamento eroico di Borago o Symphytum che riceve tante
ferite e traumi un modo, come la dittatorialit, di rafforzare la
loro fragilit di fondo
Narcissism
Le boraginaceae comprendono delle piante ornamentali tra le
quali Myosotys e Heliotropium , Polmonaria, Echium;
Heliotropium anche usato per fare profumi.
Per le analogie e per i miti che li accompagnano specie Myos ed
Helio possiamo ipotizzare che laspetto narcisistico sia presente
nei suddetti rimedi.
Transformation
Presentano spesso sintomi di pezzi del corpo che si staccano e poi
si riattaccano, la sensazione che il corpo si espanda, la
sensazione di costrizione. Questo espandersi e costringersi li
avvicina per questo aspetto associato a quello neurologico alle
leguminose. Entrambe le famiglie contengono alcaloidi
pirrolozidinici dove presente un atomo di azoto, inoltre Borago
contiene nitrato di potassio. Questo sensazione di espandersi
potrebbe rispondere alla pi generale necessit di ipertrofizzarsi
di fronte agli ostacoli da superare pi tipica di Onos.
Nervous system/Ataxia/Convulsions
Onosmodium il prototipo dei rimedi neurologici di questa
famiglia ed usato per trattare malattie neurologiche gravi

come, la sclerosi multipla, la sclerosi laterale amiotrofica, le


atassie o meno gravi e funzionali come dislessie e disgrafie, in
quanto contiene alcaloidi tossici per il sistema nevoso centrale;
sintomi neurologici meno accentuati sono presenti anche in
Symph sotto forma di scarsa coordinazione nei movimenti degli
arti.
Speech
Le difficolt ad esprimersi, ad articolare le parole, saltano da
una frase allaltra, dando per scontato che la frase precedente
stata compresa. Parlano molto eccitati e concitati e si bloccano
spesso nellesposizione, come se si inciampassero fra una frase e
laltra. Anche le difficolt uditive che sono riportate nel
repertorio confermano ulteriormente questo senso inadeguatezza
che deriva dallazione depressiva del rimedio sul SNC. Questi
sintomi sono prevalenti in Onos ed anche in Symph.
Eyes/Visual complaints
Linteressamento oculare una costante nelle Boragincaeae,
basti pensare a Symphytum che uno dei pi grandi rimedi dei
traumi ai globi oculari o di interventi chirurgici sullocchio come
la cataratta che tardano a guarire o di cataratte posttraumatiche.
In tutti i rimedi troviamo comunque dei sintomi oculari come gli
arrossamenti oculari in Borago o la sensazione di tensione al
canto interno sinistro che si estende in basso verso le ossa nasali
che gli occhi sembrano attirarsi ed essere pi piccoli di
Heliotropium peruvianum.
In Onosmodium si trovano sintomi di difficolt visiva legati alla
difficolt di mettere a fuoco, e con la sensazione che gli oggetti
appaiono pi grossi quindi camminando alza i piedi pi di
quanto serva ad ulteriore conferma della sua intrinseca difficolt
a superare gli ostacoli e complessivamente il suo senso di
inadeguatezza.
Sexual/Genitalia/Sterility
Il polo sessuale grosso punto di debolezza di questi rimedi.
Abbiamo una tipica sensazione di freddo a livello genitale
maschile(Onos), impotenza, scarso piacere col rapporto.

Nella donna ci sono dei grossi sintomi di bearing down


(Heliotropium) o di dismenorrea (Borago), ma in particolare in
Onos e soprattutto in Lithospermum officinale (contengono
sostanze antigonadotrope) sterilit, avversione ai rapporti
sessuali e la mancanza di piacere col rapporto che possono
configurarsi come una paura della penetrazione che diventa
come una ferita che lede la loro integrit. Alcune piante sono
perenni e per analogia una pianta perenne ha difficolt a
riprodursi.
Respiratory
Lapparato respiratorio uno dei campi di azione di questi
rimedi specialmente Myosotis arvensis, Myosotis symph,
Pulmonaria off, Cynoglossum Off hanno processi infiammatori
come polmoniti, bronchiti, processi tubercolari che tardano
risolversi,anche Symph e Onos hanno sintomi respiratori
seppure meno gravi.
Bone/ Joints /Cancer
Le Boraginaceae ed in particolare Symphytum, sono grandi
rimedi per il tessuto osseo e le articolazioni. Shymphytum agisce
sul periostio stimolandone la capacit di deporre nuovo osso ed
quindi uno dei grandi rimedi per le fratture ossee, specialmente
quelle che ritardano a consolidare. Synphytum attivo anche sui
processi infiammatori dellosso, quali periostiti, osteiti ed
osteomieliti, sempre con la keynote che ritardano a guarire. E
spesso con dolori pungenti, penetranti.
Per concludere Symphytum anche un rimedio di neoplasie
ossee, specialmente, sarcomi ossei. A livello articolare in
Symphytum abbiamo tumefazioni specialmente di natura posttraumatica o da eccessivo uso dellarticolazione, si ricorda che
un grande rimedio del gomito del tennista. I dolori sono
pungenti, pressori, contusivi, tiranti ed aggravati dal
movimento, migliorati dal riposo e dal caldo.
In Borago i dolori articolari hanno la caratteristica di peggiorare
col calore, questo farebbe pensare che si tratti di dolori artritici
di natura infiammatoria o metabolica, visto anche la congestione
del rimedio.

Anche in Omosmodium sono presenti dolori articolari sia agli


arti inferiori che superiori che inferiori, migliorati dal freddo.
Suppuration/Glands
La caratteristica delle Boraginaceae di avere dei lenti processi di
guarigione, sotto lazione della componente silicica, fa s che
siano dei grandi rimedi di suppurazioni ossee e ghiandolari ed
ascessi muscolari(psoas) in particolare Symphytum.
A livello respiratorio vi sono rimedi come Myos-a e Myos, e
probabilmente Polmonaria off. e Cynoglossum off., i quali hanno
un grande tropismo per i polmoni con polmoniti, bronchiti, e
processi tubercolari tutti con la modalit di una lenta guarigione
ed infine segnaliamo le laringiti con abbassamento di voce come
in Heliotropium spesso associate a disturbi uterini.
Anche questo livello si confermano le scarse capacit riparative
di questa famiglia.
Liver/Stomach/Abdomen
Molte Boraginaceae contengono alcaloidi pirrolozidinici che sono
epatotossici e perci non debbono stupire i disturbi epatici con
dolori allipocondrio destro di Symph o Borago o le varie nausee
segnalate per Onos cos come il senso di gonfiore delladdome o
la sensazione di costrizione percepita sempre alladdome o i
dolori penetranti alla bocca dello stomaco di Heliotropium.
Skin/Perspiration
In Symph e Myos sono segnalate sudorazione durante il sonno. A
livello cutaneo sono segnalati eczemi secernenti alle dita delle
mani in Borago ed in generale nella famiglia delle Boraginaceae
piaghe ed ulcere che tardano a guarire.
Congestion/Heat/Hypertension
In Borago a differenza degli altri rimedi che sono piuttosto
freddolosi, tranne Heliotropium che aggravato dal caldo, c
una forte congestione arteriosa con ipertensione e cefalee
pulsanti come espressione della forte rabbia presente in questo
rimedio.
Coldness

In Symph presente sensazione di freddo con miglioramento con


applicazioni calde, in Onos una sensazione di freddo ai genitali,
piuttosto tipica della famiglia, tuttavia questo rimedio migliora
con le applicazioni fredde e desidera bevande fredde. In Borago
vi una franca calorosit e i suoi disturbi peggiorano col calore.
Tobacco/ Food/Thirst
In Symphytum c avversione e aggravamento col tabacco
mentre i desideri ed avversioni alimentari di Symph sono i
seguenti.
Desiderio di aceto, cibo affumicato;per gli alcolici sia desiderio
che avversione con aggravamento; desiderio di cibi aspri, arance,
caff, carne, frutta, latte, pancetta; aggravato dal pane con
avversione o desiderio, desiderio di cibi piccanti e prosciutto,
salsicce, sottoaceti, aggravato dal t, avversione allo zucchero,
desiderio di pesce.
In Onosmodium si ritrova sete spiccata per bevande fredde e
ghiacciate,desiderio di verdure e miglioramento con il vino.
Le diagnosi differenziali saranno approfonditi nello
studio dei singoli rimedi
Le diagnosi differenziali si pongono principalmente
con:
Silicici
Compositae
Loganiacee
Rutacee
Leguminose
Ranuncolaceae
Lycopodiaceae
Rimedi marini
Metalli nobili e seminobili
Nosodi (Carc)
Alti rimedi che saranno trattati nello studio delle
singole Boraginaceae
Bibliografia
Wikipedia :Le Boraginaceae
Wikipedia: Alcaloids Pyrrolozydine in plants

Enrica Campanini. Dizionario di fitoterapia e piante medicinaliEd Tecniche nuove.


Alfredo Cattabiani: Florario: Oscar Mondadori

BORAGO OFFICINALIS (Borag.)


Nome comune: Borragine
Francese: Bourache
Inglese Borace
Parti utilizzate attualmente: fiori, sommit fiorite,
semi.
Borago officinalis, anche conosciuta come stella fiorita,
una pianta annuale originaria della Siria, ma naturalizzata in
tutta la regione mediterranea, cos come in Asia minore, Europa,
Nord Africa e Sud America. Cresce in altezza da 60 a 100 cm,
ruvida o coperta da peli su tutti gli steli e sulle foglie; le foglie
sono alternate, semplici, lunghe dai 5 cm ai 15 cm. In genere la
pianta cresce nei prati vicino alle abitazioni.
I fiori sono completi, perfetti, con cinque petali stretti, con
forma triangolare appuntita. I fiori sono spesso di colore blu. Vi
sono anche delle piante con i fiori di colore bianco o rosa. I fiori
nascono lungo le cime scorpioidi a formare ampi ciuffi floreali
con fiori multipli che sono in fiore contemporaneamente,
suggerendo che la Borragine che ha un alto grado di
genitogamia. Ha un modello di accrescimento variabile in base
allambiente dove la pianta si trova il che spiega la prolificit
della pianta che dimostra per cos dire un ottimo spirito di

adattamento. Nei climi pi miti, la Borragine fiorisce in


continuazione per la maggior parte dellanno.
Questa pianta annuale fiorisce in estate, cresce rapidamente dal
seme ed ricoperta da radi peli setolosi, mentre i fiori blu si
inclinano verso il suolo. E una pianta che se non coltivata,
ritorna rapidamente allo stato selvatico, negli orti o sui compost
della terra arata.
Ha bisogno di umidit, di luce e di molto humus.
Tradizionalmente la Borragine era coltivata per uso culinario,
mentre oggi le coltivazioni pi importanti sono ad uso
commerciale per produrre semi oleosi. I semi oleosi sono
utilizzati come fonte di acido gamma-linolenico, di cui la
Borragine la pianta pi ricca nel regno vegetale. Il contenuto di
olio nei semi tra il 26 ed il 38% e in aggiunta allacido gammalinolenico troviamo acidi grassi saturi come lacido palmitico(1011%), lacido stearico (3,5-4,5%), lacido oleico (16-20%), lacido
gamma-linoleico (35-38%), lacido ecosanoico (3,5-5,5%), lacido
erucico (1,5-3,5%) e lacido nervonico (1,5%).Lolio di
Borragine spesso utilizzato a livello commerciale come
supplemento di acido gamma-linolenico, nonostante gli adulti
sani ne producano unampia quantit attraverso lacido
linolenico che introducono con la dieta.
Costituenti principali: mucillagine fino al 30%; alcaloidi
pirrolozidinici in minime quantit (licopsamina, amabilina,
intermedina, supinina), antociani (nei fiori), minerali come
silicio, calcio, nitrato di potassio (4700-67.000 ppm),
discrete quantit di ac silicilico(15,000-22,000ppm),acido
rosmarinico (500-7000ppm),con azione antinfiammatoria,
antileucotrienica, antigonadotropa, anti-tiretropa, anti-tumorale,
anti-virale, anti-edemigena), allantoina, vitC.
La produzione di Borragine include anche il suo utilizzo come
verdura o come erba secca. La Borragine fresca, con un
sapore simile al cetriolo, era spesso usata nelle insalate o come

ornamento di alcuni piatti ma attualmente considerata tossica.


I fiori che contengono un alcaloide pirrolozidinico non tossico, la
tesinina, che ha un sapore dolce simile al miele, sono una delle
poche vere fonti di colore blu naturale e non tossico e sono usati
per decorare i dessert.
Luso come verdura cotta consentito ed comune in Germania,
in Spagna nella regione dellAragona e della Navarra e nellItalia
del Nord in Liguria. Sebbene sia spesso usata nelle zuppe, una
delle migliori ricette con la Borragine la salsa verde fatta in
Germania a Francoforte. In Italia e precisamente in Liguria la
Borragine utilizzata per riempire i tradizionali ravioli. In
Polonia sono usati le foglie per aromatizzare i sottoaceti.
La
Borragine

anche
usata
come
pianta
di
accompagnamento. E seminata, infatti, vicino ai pomodori e
si dice che non solo ne migliori la crescita, ma anche il sapore e
che allontani i vermi del pomodoro. Allo stesso modo si ritiene
che protegga e nutra i legumi, gli spinaci e i cavoli dellorto ed
anche le fragole.
USO MEDICINALE
I Naturopati usano la Borragine per la regolazione del
metabolismo e del sistema endocrino ed considerato un
buon rimedio per la sindrome premestruale e la
menopausa specialmente per le vampate di calore. La
Borragine talvolta indicata per alleviare il raffreddore, la
bronchite e le infezioni respiratorie ed in generale ha delle
propriet anti-infiammatorie e balsamiche. I fiori
preparati in infusione per utilizzare i vantaggi delle loro
propriet medicamentose. Lacido oleico e palmitico della
Borragine
possono
anche
avere
effetti
ipocolesterolemizzanti
La Borragine una pianta con propriet diuretiche,
diaforetiche ed emollienti e per questo utilizzata come

depurativo del sangue. La sua lieve azione diuretica da


attribuire al nitrato di potassio. Grazie al suo contenuto in
mucillagine la pianta trova indicazione anche come
emolliente della tosse. Lecler la classifica tra le piante
sudoripare e depurative con la Bardana, Viola tricolor,
Saponaria, Smilax e Nasturzio.
La presenza di alcaloidi pirrolozidinici ad azione epatotossica,
seppure in quantit minima ne sconsiglierebbe luso.
Lolio di Borragine, la cui composizione gia stata riportata,
ricco di acidi grassi insaturi di difficile conservazione a causa
dei processi di perossidazione.
Lolio di borragine consigliato con discreti risultati nella
terapia della dermatite atopica, negli eczemi e nella
psoriasi, nella perdita di elasticit cutanea, nella
prevenzione delle rughe e nella disidratazione cutanea e tutto ci
lo rende molto utilizzato nella cosmesi.
Tossicit
Gli steli fogliati contengono alcaloidi pirrolozidinici ed anche se
la loro concentrazione scarsa, il contenuto di quattro tazze di
infuso ogni giorno sommato nel tempo epatotossico. Nel caso
dei fiori, come gi precisato, il solo alcaloide la tesinina una
pirrolozidina satura dunque teoricamente non generatrice di
pirroli. E da sottolineare che nelle foglie sono state riscontrate
piccole quantit di alcaloidi pirrolozidinici (10ppm di
foglie secche) di alcaloidi pirrolozidinici epatotossici:
intermedina, lycopsamina, amabilina e supinina. . Tutto ci
induce a sconsigliare luso terapeutico della pianta, almeno nelle
sue parti aeree, anche se poi gli usi gia descritti in cucina
tenderebbero a contraddire questa indicazione. In generale, oggi,
si ritiene che la cottura privi la pianta della sua tossicit, mentre
sconsigliato luso della pianta fresca a scopi alimentari per i
suoi potenziali effetti tossici. In letteratura non sono segnalati
invece effetti tossici secondari per quanto riguarda i semi e
perci anche lolio che non contiene alcaloidi pirrolozidinici.

Curiosit e miti.
Il suo nome deriva dal latino borra che significa stoffa di lana
ruvida e questo a causa della ruvidit delle sue foglie, secondo
altri il suo nome deriverebbe dallarabo abou-rach cio padre
del sudore. Apuleio lo fa derivare da una storpiatura di cor ago
(dicit borago:gaudia cordis ago) probabilmente in relazione ad
una sua virt cordiale confermata da Plinio che la chiamo
Euphrosinum vale a dire erba della gioia.
Il primo a descriverla e ad impiegarla a scopo curativo fu San
Alberto
Magno
nel
XIII
secolo.
Questa pianta ha fama di sollevare il morale come affermava
John Gerard nel suo The Herball or General Histoire of
Plantes(1597).
Ancora prima, aggiunta al vino, era usata dagli antichi romani
per curare la malinconia e la tristezza, dai Celti per dare
coraggio ai guerrieri per affrontare i nemici in battaglia. Gli
antichi Greci invece la usavano per curare il mal di testa da
sbronza.
Plinio la chiamava "Euphrosinum" perch avrebbe reso l'uomo
euforico: felice e contento come attesta l'antico verso "Ego Borago
- Gaudia semper ago.". Sosteneva che i fiori consumati in
insalata rendono propensi al riso e sgombrano la mente dai
cattivi pensieri, le foglie e i fiori nel vino tolgono la tristezza e la
malinconia e danno la felicit. Riteneva che la Borago fosse il
famoso "Nepente di Omero" e che consumata nel vino portava
all'oblio ed alla spensieratezza.
"llawenlys"(nome gallese dell'erba), significa "erba della
contentezza" (forse a causa del vino con cui si gustava).
Parkinson la raccomandava per espellere pensieri e malinconia.
Bacon diceva essere un eccellente rimedio per reprimere i
fuligginosi vapori della polverosa malinconia.
Culpepper trovava
condizioni:

la

pianta

utile

nelle

seguenti

Febbri, gonfiori da infiammazione, morsi di animali


velenosi Apparato respiratorio: raffreddori, polmoniti, bronchiti
Fegato: itteri ostruttivi.
Sesso femminile: Aumento ella secrezione lattea
Cute: Pruriti, infezioni da funghi, eczemi, scabbia, ulcere.
Estremit: reumatismi.
Infiammazioni degli occhi.
Interessante quanto riportato sulle caratteristiche
dellessenza floreale (Flowers Essence Repertory su RW4).
Qualit positive in stato di equilibrio: forze cardiache esuberanti,
coraggio con ottimismo.
Qualit negative in stato di squilibrio: sensazione di pesantezza
a livello cardiaco, mancanza di fiducia di fronte alle difficolt.
Borago officinalis un eccellente rimedio cardiaco specialmente
se c la sensazione di pesantezza a livello cardiaco e forse estesa
a tutto il corpo. La Borragine era in origine chiamata Corago
per far riferimento allo stato di coraggio associato a questa
pianta.
La parola coraggio si riferisce ad una qualit dello spirito
associata al cuore; per questo si ritiene che il cuore sia il centro
energetico, dal quale si irradia lenergia per tutto il corpo e
verso gli altri.
Talvolta quando lo spirito provi troppo dolore, tristezza e altre
avversit, il cuore diventi contratto e pesante. Noi definiamo
questa sensazione, scoraggiamento, demoralizzazione. Lo spirito
ha bisogno di imparare che pu controbilanciare questo senso di
incatenamento del cuore venendo in contatto con qualcosa di
luminoso o elevato.
Perci il senso spirituale del coraggio non tanto legato alla
forza o allaudacia ma ad una condizione di ottimismo interiore
che aiuta da elevarsi su, piuttosto che sprofondare sotto il peso
dello scoraggiamento o della depressione.
Lessenza floreale di Borragine aiuta il cuore a sperimentare
questa vitalit e questo senso di leggerezza, riempiendo lo spirito
con forze fresche ed ottimismo ed entusiasmo. E un eccellente

balsamo e tonico quando lo spirito necessita di elevarsi e trovare


coraggio.
OMEOPATIA
BORAGO OFFICINALIS [Borag.]
Per preparare il rimedio si usa la tintura preparata con le foglie
fresche secondo il seguente procedimento. Le foglie fresche sono
tagliate e triturate sino a ridurle in polpa e poi racchiuse in un
pezzo di lino nuovo ed infine sottoposte a pressione. Il succo che
ne esce mescolato con un vigoroso scuotimento con una pari
quantit in peso di alcool. Questa miscela lasciata riposare per
otto giorni in una bottiglia chiusa al buio e fresco e poi filtrata.
Titolo della tintura al 50%. Le diluizioni debbono essere
preparate sotto la classe I.

Premessa.
Questo rimedio poco usato in omeopatia, le considerazioni che
saranno esposte sono tratte dai provings di Olsen, dai vecchi usi
erboristici, dalle caratteristiche dellessenza floreale di questa
pianta e dai miti che la circondano.
E un rimedio che necessiterebbe di ulteriori sperimentazioni per
lampia diffusione geografica della pianta, per il vasto uso che se
ne fa in medicina popolare, nella moderna cosmesi e i numerosi
aneddoti e miti che la circondano.
PROVING DI BORAGO OFFICINALIS
(tratti da Olsens trees that heal in RW4)
PRIMO CASO I BORAGO OFFICINALIS.
Donna di 34 anni madre di quattro figli. Assunta
volontariamente per fare un proving e questo era il risultato.
Delusa del passato, tristezza, dolore per la morte del padre. Era
molto attaccata a lui e tra loro esisteva un buon rapporto. Piange
durante il colloquio. Non andava daccordo con la madre mia

madre rigida, falsa, meschina, critica. Non era a sua volta


molto apprezzata dalla madre. Non gli era permesso ribattere o
esprimere emozioni negative. Non si sentiva soddisfatta.
Arrabbiata con se stessa per non aver finito il college. Mia madre
era critica verso di me e adesso provo risentimento verso di lei.
Un amico ha interrotto i rapporti con me cinque anni fa. Anche
se questa persona mi ha chiamato per scusarsi, non sono stata
capace di dimenticarlo.
Dopo il proving con Borago officinalis.
Mi sento molto pi comprensiva. Bisticcio molto meno con mia
madre. In generale le cose mi infastidiscono molto meno. Ero
abituata ad arrabbiarmi, gridare, urlare troppo; le mie vene
avrebbero potuto saltarmi fuori al punto che si gonfiavano.
Adesso non mi succede pi. Mi piace avere questa calma adesso.
Piccole cose, che abitualmente mi facevano arrabbiare, come i
bambini, adesso io posso parlare con loro senza strepitare ed
infuriarmi. Non davvero da me essere cos calma. Ero abituata
a non andare daccordo cos facilmente e ad esprimere le mie
emozioni; adesso posso restare in ascolto pi a lungo e a pensare
dentro di me. Suppongo che le altre persone possano avere le loro
ragioni e questo va bene. Io non devo essere cos arrabbiata.
Normalmente sono decisamente contraria allaborto; adesso io
sento che non desidero litigare troppo su questo argomento, gli
altri possono avere le loro opinioni ed io avere la mia. (questo
interessante visto il forte ed intransigente desiderio che
manifestava di proteggere i bambini in utero)
Mi sento pi felice in generale, sorrido di pi adesso. Mi sento
pi libera nel dire ci che sento anche con le persone che non
conosco molto bene. Gli altri hanno sempre avuto difficolt a
parlare con me. Mi chiamavano il dottore.
Io tendo di pi ad ascoltare e desidero aiutare gli altri. Adesso
conosco di pi i miei sentimenti. Accetto di pi i sentimenti degli
altri ed i miei. Nessuno necessario che cambi; inusuale per
me dire queste cose. Ero abituata a manipolare gli altri per farli
cambiare, ad esempio facevo cos con i miei bambini. Adesso
posso accettare gli altri per quello che sono e non voglio
manipolare nessuno. Se qualcuno sbaglia, va bene lo stesso; Io

faccio tutto ci che potevo. Non sono cos arrabbiata per le


mancanze delle altre persone.
Quando mia madre mi viene a trovare, generalmente si
comporta da criticona ed io vorrei fare le cose perfettamente. A
questo punto non mi preoccupo molto di questa situazione.
Ho avuto un incidente con la mia auto; il paraurti si staccato.
Abitualmente avrei avuto un accesso di rabbia, invece di
arrabbiarmi io anche detto a me stessa:Oh il paraurti si
staccato. Lho rimesso su ed ho guidato sino a casa.
Mi sarei comportata da isterica con rabbia per tutto questo. Io
mi stupisco di come stata calma. Adesso posso oppormi a mio
marito perch mi sento meno insicura. Non merito di umiliarmi
davanti a lui.
In passato ero abituata a fare cose che urtavano i miei
sentimenti, adesso non sono cos sensibile. Attualmente mi sento
molto meglio di una volta. Non mi arrabbio pi per queste cose.
Non penso che dovr pi trattare mia madre cos duramente.
Ero una persona rabbiosa e volubile davvero, prima di prendere
Borago. Non voglio essere cos odiosa e cattiva ed attaccare mia
madre per le cose che lei ha fatto in passato. Non devo nemmeno
ritornare su questo argomento adesso. Questo veramente un
cambiamento sorprendente per me. Mi sento pi contenta,
soddisfatta, pi felice dentro di me. Ero abituata a sentirmi in
competizione con il cibo. Era come la dipendenza da fumo che
una volta avevo. Adesso ci cambiato, non sento pi cos forte il
desiderio di mangiare. Ero avvezza ad andare al lavoro, a
mettermi una maschera e pretendere che piacessi a tutti. Adesso
desidero stare in casa ed essere con i miei amici. Ho un vecchio
amico per cena, uno che non vorrei trascurare.
Io voglio essere solo circondata a persone positive. Prima di
assumere Borago, mi sentivo troppo legata alle persone con dei
problemi ed esse mi facevano sentire gi. Adesso sono capace di
separare me stessa da loro, ero troppo simpatetica.
Normalmente volevo fare molti lavori di casa, attualmente
desidero di pi stare con i miei amici, sono meno preoccupata.
Io ero la figlia pi vecchia, mi sentivo responsabile per i miei
fratelli pi piccoli. Sentivo che non potevo fallire, non avevo

tempo per essere bambina e non mi concedevo nessun


divertimento. Quando mi sono sposata e ho avuto un bambino,
sono diventata ancora pi seria; ero sempre preoccupata per
qualche cosa andasse storto. Mi sentivo responsabile di tutto.
Mio marito non mi aiutava molto, adesso non mi sento pi
stressata nei riguardi dei miei bambini. Non mi faccio pi sensi
di colpa e mi sento meglio e mi accetto come sono. Sono una cosa
pi calma e non devo essere cos perfetta. In generale ero
calorosa, mi piace laria fresca. Ho sempre troppo caldo.
(Aggravamento col calore, desiderio di dolci, abituata a prendere
troppi caff.)
Io non sono pi cos calorosa adesso e sono meno sensibile al
caldo. Mi sentivo il viso sempre caldo, adesso non ho pi questa
sensazione. Non sono pi cos irrequieta, in generale mi sento
pi rilassata. La mia vitalit in generale e migliore adesso.
KEYNOTES E SINTOMI PECULIARI
Faccia rossa ed arrossata. Aspetto sanguigno (pletorico)
Irrequietezza alle mani ed ai piedi.
DATI PATOLOGICI E SINTOMI LOCALI.
Prima del trattamento: occhi crostosi, con secrezioni mucose e
pruriginosi a.m.
Talvolta spaccature tra le dita delle mani: vescicole pruriginose,
con secrezione acquosa al loro interno. Eruzioni sulle mani,
quando erano calde e sudate, prurito generalizzato. Artrite che
peggiorata dal caldo estivo o dai climi caldi.
Storia di fibromi uterini; metrorragie con grossi coauguli.
Dopo il proving.
Le mie articolazioni hanno iniziato a migliorare in modo
veramente drammatico. Come si verificato questo, leczema
delle mie mani peggiorato, non mai andato cos male. Si sono
spaccate le mani, con secrezioni appiccicose, la pelle era secca. I
sintomi erano presenti in entrambe le mani, mentre in passato
leczema era solo sulla mano sinistra. Andavo cos male che ho
dovuto mettere il cortisone su un dito. Il giorno dopo leczema sul
dito andava meglio, ma larticolazione dello stesso dito

diventata molto dolorosa (Questo un classico esempio di


soppressione locale). Poi come leczema ritornato, il dolore
articolare regredito.
Poi sono andata alle Hawaii. In precedenza avrei avuto molto
dolore, specialmente allanca; questa volta non ho avuto dolore.
Non ho pi avuto dolore alle gambe e allanca. Il generale senso
di dolorabilit molto migliorato, anche dopo la prima dose di
Borago alla 30K.
Sento un senso di calore che attraversa il mio corpo. Ero
abituata ad avere gli occhi iniettati di sangue: adesso questo non
si verifica pi.
Dicembre 1996
Sono passati due anni dallinizio di Borago. Non c stato ritorno
di alcun sintomo.

SECONDO CASO DI BORAGO OFFICINALIS


R.N. Donna di 38 anni, si offerta volontariamente per il
proving di Borago e questo era il risultato
Ho perso mia cognata per un cancro, due anni fa. Soffro ancora
per questo.
Ho dovuto fare un grosso lavoro per superare gli effetti di un
abuso sessuale. Sto imparando a pensare positivo nei miei
atteggiamenti.
Ho paura delle altezze e soffro di vertigine se sono in un posto
alto.
Nel 1990 ho avuto attacchi di panico confrontandomi con mio
padre dopo un abuso. Allora avevo perso la capacit di fare le
mie cose per un certo periodo.
Ero quella che accudiva nella famiglia, ma non potevo
controllare lansia che avevo per ciascuno di loro. Io ero quella
che doveva sempre aggiustare le cose e salvare le persone. Era
difficile perci sono andata da un terapeuta. La terapista mi ha
aiutato a buttare fuori la rabbia.
Mio marito era un alcolista ed ho paura che ricominci a bere di
nuovo. Mia madre era spesso malata. Io mi occupavo sempre di

lei e dei miei fratelli, ero abituata a sacrificarmi. Ora sono piena
di risentimento per questo, specialmente, quando ho la
sensazione di essere stata usata. Provo rabbia se mio marito
cerca di controllarmi o mi offende. Divento assai difensiva. Per
molti anni io penso che non sia stata consapevole di questo.
Dopo il proving di Borago officinalis
Subito dopo averla iniziata, mi sono sentita pi calma.
Non sono cos diffidente con mio marito. Adesso io lo aiuter, ma
mi piacerebbe piuttosto giocare. Non ho potuto giocare prima;
questo inusuale per me.
Generalmente odiavo guidare e mi sentivo impaziente, la
consideravo una perdita di tempo. Adesso sono pi rilassata e
non sento che devo controllare queste cose. Mi sento pi
vulnerabile, ora io posso chiedere aiuto, mi sento di nuovo come
una bambina. Questa sensazione mi era completamente
estranea. Sento che non voglio cos tante responsabilit. Voglio
stare di pi intorno alle persone e giocare. Non voglio sentire
nessuno lamentarsi, mi piacerebbe piuttosto andare e vedere un
film nel bel mezzo del giorno. Voglio essere pi libera.
Se mi dato un problema che troppo complesso da risolvere poi
mi sento triste e questo una nuova sensazione per me. Se sono
sola in casa adesso desidero avere persone intorno e questa una
nuova sensazione.
Mi sveglio di notte con limpressione che qualcosa di buono sta
per accadermi. Adesso ho la sensazione di un nodo in gola,
quando sono sola. Mi sento come un bambino innocente; credo
senza domande, ora credo che gli altri si prendano cura di me.
Una volta prima di assumere Borago, io non volevo credere e non
volevo chiedere aiuto. Io dovevo fare tutto ci.
Attualmente sento che non devo dominare nessuno o bisticciare.
Io voglio solo essere calma adesso.
Mi sento come una bambina, voglio giocare. Ero troppo seria una
volta, troppo responsabile, avevo paura di essere una bambina.
Non avevo senso dello humor, ero troppo razionale. Ero il mio
ruolo: una persona che si prende cura degli altri.

Se avessi agito come un bambino mia madre mi avrebbe punita e


ridicolizzata. Ho dovuto sopprimere una parte di me stessa, ero
la pi grande dei figli: dovevo prendermi cura dei miei fratelli e
delle mie sorelle. Ho sposato un alcolista. Sentivo di avere
potere, quando dovevo occuparmi delle altre persone. Adesso, mi
sento di nuova spontanea ed ho il permesso di cercare il lato
infantile che in me Mi sento di pi una persona completa.
Non ho il bisogno di essere cos difensiva ora, non sono sotto
attacco. Ero abituata a sentirmi cos potente, cos non avrebbero
potuto farmi del male. Sono molto pi tenera adesso e non cos
ruvida. In passato avrei difeso la mia posizione, avrei detto loro
che dovevo essere cos arrabbiata.
Quando ero una bambina non cera nessuno l per me. Non avevo
nessuno cui chiedere di aiutarmi, ed ero arrabbiata per questo.
Avevo bisogno di essere sempre a posto, in ogni momento, come
se un critico genitore fosse dentro di me. Attualmente sono pi
presente, meno sola e spaventata. Posso parlare di pi sul fatto
di essere spaventata e sola e di avere dei sentimenti di
abbandono. In passato dicevo che era un segno di debolezza
parlare di questo lato sensibile.
Adesso non sono cos critica verso me stessa e mi do pi tempo e
cos sono pi capace a fare le mie scelte.
Posso vedere quanta paura avevo. In precedenza ero critica con
me stessa e ci mi creava la paura ancora pi forte di perdere il
controllo.
Mia madre era molto malata ed io sentivo molta pressione per
aiutarla ed ero preoccupata che sarebbe potuta morire. Non era
importante che anche io soffrissi. Io sentivo che dovevo aiutare
mia madre altrimenti sarei stata abbandonata e sarei stata sola
ad assistere i miei fratelli pi piccoli di me.
Avevo paura di non sapere cosa dovevo fare. Se non mi fossi
assunta tutte le mie responsabilit io sarei rimasta sola.
Solitudine percepita come la morte. Ora capisco che posso
chiedere aiuto, cos semplice, ma prima non potevo fare questo.
Era molto difficile per me, la voce critica di mia madre era
troppo dentro di me.

Mi sento bene per essere spaventata adesso. Non ho intenzione


di morire e le persone non mi volevano lasciare. Ero interdipendente.
Avevo smesso di dedicarmi agli amici che consideravo una
perdita di energia per me. Ho capito adesso chi sono le persone
positive nella mia vita. Ho chiesto aiuto ed essi mi hanno
risposto.
Mi sono separata da mio marito da un mese. Gli ho detto che mi
ferisce troppo, e che mi esaurisce troppo curarmi di lui. Ha la
personalit di un alcolista. Provavo un senso di potenza, quando
mi occupavo di lui; adesso non sento il bisogno di questo potere.
Sto accettando il cambiamento adesso; questo il cambiamento
fondamentale, non lho mai fatto nella mia vita. Vedo il mondo in
modo differente e sto reagendo in un modo nuovo. Mi sento bene
e tutto va bene.

Sintomi generali.
Prima del proving.
Ero calorosa, mi piaceva laria fresca. Tenevo i piedi fuori della
coperta di notte. Ho provato vampate di calore. Desidero sale.
Avversione al grasso ella carne. Dormo bene e mi sveglio
riposata.
Dopo il proving.
Desidero pi succhi e pi acqua fresca da bere.
Tengo i piedi sotto le coperte adesso e sto usando pi coperte.
Sono pi freddolosa da, quando assumo Borago.
Keynotes e sintomi peculiari.
Prima del proving:
Colorito rosso scuro e aspetto pletorico. Guance color rosso
porpora, specialmente dal lato destro.
Sintomi patologici e sintomi locali.
Prima del proving
Generalmente mi sveglio con mal di testa alle 3 del mattino,
martellante a livello occipitale, molto intenso. Sensibile al calore

del sole. Peggiora col movimento e col rumore. I miei occhi


diventano neri. Ci vogliono dieci ore, prima che la cefalea
migliori. Inizi con le mestruazioni, quando ero una ragazzina o
dopo un esame. Talvolta inizia con unaura visiva di luci colorate
sul lato sinistro.
Dolenza e dolori alla schiena. Dolore al collo specialmente dal
lato sinistro.
Pressione alta per anni (280/180) con pulsazioni e fruscii
nellorecchio destro, pi intensi quando la pressione si alza.
Gastroplastica nel 1985 con perdita di 65 kg, problemi di ernia.

Materia medica di Borago officinalis.


(tradotto da: Olsens Trees that heal da RW4)
I provings stato condotto su 4 volontari con una diluizione 30K
3 granuli tre volte al d per 16gg. Due non hanno avuto alcuna
risposta, gli altri due hanno avuto un positivo riscontro sui loro
sintomi.
Lo studio di questo rimedio ha rivelato un dettagliato ritratto
delle sue caratteristiche psicologiche. E possibile confermare il
suo uso in quanto due dei quattro provers sono stati curati dal
rimedio. Essi hanno differenti sintomi fisici, ma le stesse
modalit generali e quasi esattamente le stesse reazioni emotive
nellinfanzia, simili storie sociali, temperamenti simili e
fondamentalmente gli stessi dilemmi e sintomi mentali ed
emozionali.
Entrambi i provers sono stati curati profondamente a tutti i
livelli e, quasi due anni dopo, non sono ricomparsi i sintomi.
Sfortunatamente, io non penso che questo sia un rimedio

comune, ma quando richiesto davvero probabile che nulla


possa rimpiazzarlo.
Nei casi curati con Borago si nota che c la storia di un
bambino che ha dovuto assumere il ruolo di un
genitore. Spesso si trattava di situazioni dove un genitore era
malato o era morto. Le pesanti responsabilit familiari che
hanno dovuto assumersi, come ad esempio occuparsi dei fratelli
pi piccoli, sebbene non si sentissero pronti del tutto per questi
doveri, li hanno condotti in una situazione di ipercompensazione.
Queste persone sono ansiose di ci che potrebbe accadere ai loro
familiari e, piuttosto di evitare le responsabilit od assumere un
ruolo passivo, i soggetti Borago esagerano gli aspetti
parentali e diventano iperprotettivi, rigidi e autoritari .
Le paure sembrano far emergere nei pz Borago gli aspetti del
controllo, della polemica, della violenza, della rabbia,
del creare tensioni e la mancanza di flessibilit.
Hanno la sensazione che se non controllano la situazione in ogni
dettaglio succeder la catastrofe. Nella famiglia sono successe
cose abbastanza negative ed essi sentono che hanno la vitalit
per limitare ogni successiva sofferenza. Sono abbastanza
simpatetici, ma allo stesso tempo hanno bisogno del supporto
della famiglia e cos salvando gli altri prevengono ogni
successiva possibilit di essere abbandonati essi stessi.
Il salutare adattamento alla effettiva crisi familiare
nellinfanzia, successivamente nella loro vita costituisce una
limitazione nel loro sviluppo. Nella loro personalit non c
la flessibilit per recuperare gli aspetti giocosi,
spensierati, divertenti e spontanei, che sono stati
soppressi ai fini di diventare un attento e capace
genitore.
Dice il paziente Borago: E per il loro bene, devo dire loro cosa
devono fare. Queste persone non sono scansafatiche, trovano
lavori che li possono mettere in una posizione di pesanti
responsabilit, e cos hanno la sensazione che il peso del mondo
sulle loro spalle. Anche quando la pressione di questo lavoro
diventa un fardello molto pesante, essi trovano difficile

rallentare o perdere il controllo, sono molto sensibili a cosa deve


essere fatto e sinceramente pensano di essere gli unici che
devono fare questo.
E come se questo eccessivo sviluppo dellistinto materno si
estenda a tutti agli altri aspetti della vita, ci pu essere di
valido contributo in quella ben precisa situazione di necessit
familiare, ma in altre situazioni diventa opprimente e soffocante.
Il soggetto Borago pu essere in disaccordo su tutto, essere
facilmente offeso dalle obiezioni e risentirsi per le scelte delle
altre persone. Trovano difficile capire che le altre persone hanno
le risorse per risolvere i loro problemi e non si accorgono che,
anche se gli altri fanno delle scelte sbagliate, non la fine del
mondo impedire loro di sperimentare la sofferenza e la malattia.
Sono persone risolute che trovano difficolt a
transigere. Se gli altri non li ascoltano, diventano duri,
scontrosi o furiosi con rabbia. Come questo aspetto di rigidit si
approfondisce in loro, essi possono diventare incapaci ad
ascoltare gli altri e vedere che ci sono validi punti di vista
differenti dal loro.
Nei casi in cui devono delegare delle responsabilit, o chiedere
aiuto, hanno paura che le altre persone non prenderanno
lincarico abbastanza seriamente o potranno compiere errori.
Forse essi vedono questa dipendenza dalle altre persone come un
segno di debolezza.
Il bisogno di esser capaci di fare bene le cose molto forte e
talvolta ci pu essere la paura di fallire. Sebbene sentano che
loro dovere assumersi tutte le responsabilit, essi possono anche
risentirsi di questo troppo carico nella vita e possono iniziare
corsi o andare da un terapeuta per cercare di ritrovare gli aspetti
piacevoli della loro personalit.
Come risultato di questa tensione, reprimono la loro rabbia e
mancano di flessibilit e, non dunque sorprendente, che Borago
pu essere un buon rimedio per le rigidit articolari,
lipertensione, le cefalee tensive e leczema.
Essi sono calorosi e peggiorano col calore. Lartrite per
esempio, peggiora col calore e fornisce una modalit
confermativa per la prescrizione del rimedio.

Sintesi dei casi curati.


Quando avevo dieci anni e mia madre era molto malata io
sentivo che dovevo prendermi cura dei miei fratelli e delle mie
sorelle. Ero spaventata del fatto che se non mi fossi presa cura di
mia madre, ella sarebbe potuta morire. Sentivo che toccava a me
fare ogni cosa; da allora non sono stata pi capace di divertirmi e
di giocare.
Quando mi sono sposata ero molto spaventata per i miei figli.
Pensavo che avrebbero potuto farsi del male o che qualche cosa
di brutto sarebbe potuto succedere, cos Facevo molte cose per
proteggerli. Essi avrebbero potuto dirmi: mamma perch sei cos
tesa?
Io potrei gridare o strepitare per la causa pi banale.
Quando ho assunto borago tutte le mie tensioni hanno
abbandonato il mio corpo e la mia mente. Sono diventata pi
rilassata, posso di nuovo ascoltare le opinioni egli altri. Sono
tornata in contatto con il lato giocoso di me stessa. Sono
diventata pi vulnerabile e sono capace di chieder aiuto agli
altri. Ho smesso di aiutare gli altri che veramente hanno
bisogno di trovare per proprio conto le soluzioni a loro problemi.
Sintomi patologici e sintomi generali.
Artrite che peggiora col calore
Ipertensione
Cefalee
Eczemi
Peggioramento in generale col calore.
Sintesi di Borago officinalis
Adulti eccessivamente responsabili
Personalit controllate
Rigidita
Costituzione pletorica e sanguigna
Olsen
Generalit
Heat, sensation of

Hypertension
Warm, agg
Uncover, desire to.
Mind
Anger
Anxiety, family, for her
Censorious
Dictatorial
Gossiping
Impatient
Irritability
Malicious
Obstinate
Occupation, amel.
Offended easily
Play, inability to
Quarrelsome
Rage
Sadness
Seriousness, too much
Dwells, past disagreeable occurrences, on
Eyes
Redness, veins
Crusty, morning
Itchy, morning
Nose
Noises, pulsation, swishing
Face
Discoloration, red, purple, plethoric
Swelling
Mouth
Discoloration, tongue, red, purple
Extremities
Arthritic
Pain, joints

Pain, joints, heat, worse from


TEMI DI BORAGO OFFICINALIS
Sono quelli che si possono desumere con riserva, visti solo i due
casi, dai provings e dalle caratteristiche generali della pianta e
della famiglia.
Si tratta di individui con un forte senso di responsabilit. Hanno
saputo adattarsi con capacit e dedizione alle difficolt familiari
interpretando sino in fondo il ruolo di piccoli adulti. Questo ruolo
idoneo alla situazione iniziale, diventa un fattore di rigidit ed
eccessiva responsabilit in tutte le vicende che gli si
presenteranno successivamente nella vita. Rispetto alle altre
piante della stessa famiglia hanno un carattere pi strutturato,
sono pi forti, ma questi aspetti dittatoriali e di controllo non
devono ingannare.
Sotto lazione del rimedio dimostrano un carattere pi fragile, si
lasciano andare cercando di vivere con gioia la vita sentendone
meno il peso, ammettono che confessare le loro difficolt non
un segno di debolezza, ma di ammettere che anche queste fanno
parte di loro.
INTEGRITY/FRAGILITY
Il senso di integrit in Borago sul piano morale, quando il suo
atteggiamento iperprotettivo verso la famiglia messo in crisi
dalle situazioni familiari che mutano e che non richiedono pi
una rigidit cos spiccata, subentra allora il senso dellonore
ferito di non essere capito e valorizzato per quello che pensa di
valere; in sintesi, subentra il suo senso di fragilit.
CONFIDENCE WANTS/INADEQUATE FEELING
Dalla storia di queste due pazienti emerge uninfanzia infelice,
non vissuta pienamente, in cui hanno dovuto assumere un ruolo
genitoriale. Dopo aver assunto il rimedio, si vede tuttavia, il loro

aspetto pi intimo, il bisogno di ritornare a giocare a rivivere la


dimensione infantile perduta. Dice il secondo prover dopo il
rimedio:Posso parlare di pi sul fatto di essere spaventata e
sola e di avere dei sentimenti di abbandono. In passato dicevo
che era un segno di debolezza parlare di questo lato sensibile.
La dittatorialit e lefficienza di queste persone reale ma anche
contingente e forzosa; appena possono riappropriarsi del lato
represso della loro infanzia grazie al rimedio emerge la loro
natura fragile ed il bisogno di amore e di riconoscimento.
FORSAKEN FEELING
Questi pazienti dietro al loro atteggiamento dittatoriale ed
inflessibile hanno storie di famiglie che per motivi di salute o
decesso di un genitore, o per storie di abuso non sono accudenti,
che non sono state in grado i fornire quel calore affettivo
necessario alla crescita armoniosa di un bambino. Sono bambini
che hanno trovato la loro collocazione nella famiglia recitando un
ruolo da adulti, e che perci non hanno potuto vivere il lato
giocoso e spensierato dellinfanzia e delladolescenza. Hanno
cercato di superare il loro profondo senso di abbandono e di
sentirsi amati esercitando un ruolo di piccoli adulti che non
competeva loro. Illuminante al riguardo la frase ella paziente
del secondo caso:Se non mi fossi assunta le mie responsabilit
sarei rimasta sola.
Dictatorial/Contemptous
E laspetto distintivo del rimedio almeno per questa famiglia.
Sono soggetti dittatoriali, intolleranti la contraddizione, pieni di
s, intransigenti, si arrabbiano se sono osteggiati. In realt
dietro a questo comportamento duro e scontroso c una
personalit per certi versi fragile, che durante linfanzia ha
cercato lappoggio e lapprovazione di genitori poco accudenti o
assenti diventando il loro appoggio con uninversione patologica
dei ruoli familiari.

Rinunciano al loro lato infantile e giocoso per diventare degli


adulti iper-responsabilizzati e cercare di ottenere cos
lapprovazione e laffetto delle persone superando in questo modo
il senso di abbandono.
Mind; DICTATORIAL, domineering, dogmatic, despotic
(K36, SRI-398, G28
Anger/Vexation/Honour wounded
In questi soggetti molto forte la rabbia sia manifesta che
repressa: il dover svolgere con efficienza il ruolo di supporto
fondamentale nella famiglia facendogli perdere gli anni pi belli
della loro infanzia crea unenorme rabbia ed un risentimento che
contribuisce al loro carattere duro e scontroso. Significativa al
riguardo quanto ha affermato il secondo proving:quando ero
una bambina non cera nessuno l per me, non avevo nessuno cui
chiedere di aiutarmi ed ero arrabbiata per questo.
Il tema dellonore ferito legato al fatto che queste persone si
sentono feriti se i familiari non seguono le loro direttive; la
perpetuazione del loro ruolo genitoriale che assumono e che
mantengono con rigidit anche quando la situazione non lo
richiede pi.
Mind; ANGER, irascibility; general (K2, SRI-26, G1)*
Mind; RAGE, fury (K70, SRI-813, G56)* )*
Mind; OFFENDED easily (K69, SRI-791, G55)*
Duty/ Responsabilit strong
Queste caratteristiche sono assai importanti per la comprensione
del rimedio.
Sono persone con un forte senso di responsabilit e del dovere;
sin dallinfanzia, in seguito a difficili situazioni familiari che li
hanno costretti a crescere in fretta, sono diventati rigidi,
intransigenti, con la convinzione che solo con un forte senso del
dovere sia possibile occuparsi dei loro familiari. Non vogliono
delegare i loro compiti agli altri in quanto temono che le cose da

fare non eseguite come le farebbero loro e questo alla fine li


esaurisce.
Mind; RESPONSIBILITY; strong*
Anxiety health about/Sympathetic
Lansia per la famiglia la diretta conseguenza del grande senso
di responsabilit che hanno nei confronti dei familiari che
accudiscono. L accudimento di un familiare della famiglia di
origine, del coniuge o dei figli oltre ad un dovere cui non sanno
sottrarsi anche un modo per esercitare il loro potere sulla
famiglia e rafforzare il loro senso di autostima. Nel secondo caso
ci avviene nonostante un abuso subito in et infantile.
La simpateticit la conseguenza diretta del grosso carico di
responsabilit cui sono sottoposti nellinfanzia; , per dirla con
Gianni Marotta, unoblativit coatta che diventa un pesante
fardello che genera rabbia ed insoddisfazione e senso di colpa.
Molto interessante lanalogia sul fatto che negli orti sia
utilizzata come pianta da accompagnamento per migliorare la
crescita, il sapore e la salute di altre piante(pomodori, cavoli,
spinaci legumi, fragole); questo ruolo accudente si estende anche
al rimedio che come abbiamo verificato, riguarda persone che si
curano della salute, e della crescita dei loro genitori e fratelli.
Ricordo che la Borragine non si accompagna spontaneamente a
queste piante nella loro crescita, ma seminata ed in un certo
senso, obbligata ad accudire le altre piante dallortolano e questa
unaltra interessante analogia sul tipo di oblativit di questi
pazienti. Altro dato analogico assai interessante che la pianta
Borago si adatta molto bene ad ambienti diversi ed, infatti, sono
individui che nelle avversit che colpiscono la loro famiglia
sanno adattarsi molto bene al nuovo ruolo parentale e in cui si
vengono a trovare.
Mind; ANXIETY (K4, SRI-54, G3)*
Mind; ANXIETY; family, about his (SRI-76, SRI-123,
G5)*

Quarrelsome/Censorious/Maliciousness
La litigiosit di queste persone deriva dalla rigidit dei loro
atteggiamenti; il fatto di sentirsi responsabili della vita dei
familiari li mette nella posizione di dominare e dirigere e di
criticare tutto ci che non approvano.
Il secondo prover
affermava: Era molto difficile per me, la voce critica di mia
madre era troppo dentro di me Avevo bisogno di essere sempre a
posto, in ogni momento, come se un critico genitore fosse dentro
di me.
Mind; MALICIOUS, vindictive (K63, SRI-720, G50)*
Mind; CENSORIOUS, critical (K10, SRI-126, G9)*
Mind; GOSSIPING (K50, SRI-565, G40)*
Mind; QUARRELSOMENESS, scolding (K70, SRI-806,
G56)*
Mind; DWELLS on; past disagreeable occurrences
(K39, SRI-431, SRI-945, G31)*
Activity/Busy/Occupation
Sono persone estremamente efficienti, prigionieri della loro
efficienza, cosa che crea in loro uno stato di tensione continua
unimpossibilit di rilassarsi; il desiderio di operare in modo
preciso ed efficiente va inquadrato nel loro forte senso di
responsabilit.
Mind; OCCUPATION, diversion; amel. (K69, SRI-790,
G55)*
Mind; IMPATIENCE (K53, SRI-600, G42)*
Rigidity/Seriousness/Control/Pleasure infermed
Altri temi caratterizzanti di Borago sono i seguenti.
Sono persone assai rigide che sono completamente assorbite nel
loro dovere, inflessibili verso se e verso gli altri, che possono
permettersi di rilassarsi e che vivono perci in una tensione
psichica e fisica continua. Sono soggetti risoluti che trovano
difficolt a transigere. Se gli altri non li ascoltano, diventano

duri, scontrosi o furiosi con rabbia. Come questo aspetto di


rigidit si approfondisce in loro, essi possono diventare incapaci
ad ascoltare gli altri e vedere che ci sono validi punti di vista
differenti dal loro. Vogliono controllare tutto, nulla deve
sfuggirgli. Questa rigidit si riverbera sul piano fisico
specialmente a livello articolare. Desiderano controllare tutto,
nulla deve sfuggirgli per essere allaltezza della situazione e
questo crea ulteriore tensione e rigidit sia mentale che fisica.
Questi atteggiamenti, portano ad una negazione del piacere, non
possono concedersi di rilassarsi per la paura di perdere il
controllo e di non essere allaltezza della situazione.
Mind; PLAY; aversion to, indisposition to, in children
(K69, SRI-796, G55)* Mind;
Mind; OBSTINATE, headstrong (K69, SRI-787, G55)*
Mind; Rigidity
Mind; SERIOUSNESS, earnestness (K79, SRI-908,
G63)*
Sadness/Depression/Panic attack
Questo sintomo emerge, seppure non nettamente, anche dai
provings.
Luso che si faceva in passato per migliorare lumore o fornire un
senso di ebbrezza o per dare coraggio in battaglia ai soldati ed il
termine stesso in latino con cui si chiamava la Borragine (corago
cio cor= cuore ago=agire vale a dire agire, spingere sul cuore)
indicano insieme alle caratteristiche psichiche dellessenza
floreale che il rimedio ha unazione antidepressiva soprattutto se
il basso tono dellumore si accompagna ad un senso di
pesantezza cardiaca.
La depressione facilmente spiegabile con il forte senso di
responsabilit, seriet controllo con cui affrontano la vita; tali
atteggiamenti conducono ad una visione cupa e triste della vita
in cui il piacere continuamente negato a se stessi.
Mind; SADNESS, despondency, depression, melancholy
(K75, SRI-864, G60)*

Congestion/Hypertension/Heat
Si tratta di individui sanguigni, pletorici, ipertesi, con visi di
colorito rosso, edematosi, con acufeni da ipertensione; questi
aspetti sono la manifestazione fisica della grande rabbia che
hanno dentro queste persone. Sono assai calorosi ed i loro
disturbi peggiorano col calore. Nel secondo proving vi sono
vampate di calore e desiderio di tenere i piedi al di fuori delle
coperte Questa una modalit confermativa per prescrivere il
rimedio.
Ears; NOISES; pulsating*
Ears; NOISES; swishing
Mouth; DISCOLORATION; purple*
Mouth; DISCOLORATION; purple; tongue (K401,
G340)*
Face; DISCOLORATION; red (K361, G304)*
Face; DISCOLORATION; red; bluish red (K363, G306)*
Face; SWELLING; general (K392, G332)*
Generalities; HYPERTENSION (SRII-312)*
Generalities; PLETHORA (K1391, SRII-515, G1147)*
Generalities; HEAT; sensation of (K1366, SRII-305,
G1127)*
Generalities; UNCOVERING; desires (SRII-670)*
Generalities; WARMTH; agg. (K1412, SRII-684, SRII685, G1164)*
Joints/Rheumatic pain
I dolori articolari, espressione fisica della rigidit mentale hanno
la caratteristica di peggiorare col caldo, questi pazienti oltre al
dolore propriamente articolare lamentano un senso di
dolorabilit generalizzata.
Extremity Pain; GENERAL; joints*
Extremity Pain; GENERAL; joints; warmth; agg.*
Extremities; ARTHRITIC nodosities (K952, G799)*

Head pain
Sono dolori di tipo congestizio, martellanti a livello occipitale,
che peggiorano di notte, con movimento, col calore del sole e con
il rumore e da situazioni stressanti come gli esami o le
mestruazioni. Le cefalee sono talvolta precedute da aure visive.
Skin
Vi sono spaccature tra le dita delle mani: vescicole pruriginose,
con secrezione acquosa al loro interno in pratica un quadro di
dermatite eczematosa alle mani con secrezioni.
La pianta utilizzata sia nella terapia della dermatite atopica ed
in generale nelle forme di secchezza cutanea e psoriasi, in
qualche modo anche in queste patologie cutanee ha un effetto
trofico e rigenerante.
Possibili temi che non emergono dai proving ma dalle
caratteristiche della pianta.
Heaviness
Dalle caratteristiche dellessenza floreale emerge un senso di
pesantezza cardiaca soprattutto, talvolta estesa al resto del
corpo sono una caratteristica del rimedio e un po di tutta la
famiglia ma in Borago assume la valenza simbolica del peso delle
responsabilit.
Coryza/Respiratory
Dai vecchi erboristi era usato per trattare raffreddori bronchiti e
polmoniti, inoltre contiene mucillagini che hanno un effetto
emolliente e espettorante sulla tosse e questo lo rende tuttora un
buon rimedio per le vie respiratorie.
Liver
E un rimedio con tropismo sul fegato contiene, seppure in
piccole quantit alcaloidi pirrolozidinici, che sono causa di ittero,
ostruzione delle vene sovra-epatiche di cirrosi e tumori epatici.
Eyes

Luso che si fa del rimedio nelle infiammazioni degli occhi indica


un tropismo oculare tipico elle Boraginaceae. Larrossamento e
la dilatazione elle vene oculari va inquadrato nella generale
congestione del rimedio.
Injures/Wound
La Borragine contiene allantoina che ha un effetto favorente sui
processi di guarigione, inoltre Culpepper ne segnala lutilit nei
morsi di animali velenosi e nelle ulcere cutanee. Tuttavia in
questo rimedio sono le ferite al proprio onore quelle pi profonde.
Sexual/Genitalia/Climateric period
Dai provings non emergono dati a favore di una debolezza
sessuale,tuttavia la vita vissuta negandosi il piacere indurrebbe
a ritenere che anche in questo aspetto siano molto vicine alle
altre Boraginaceae. Vi sono metrorragie con grossi coaguli.
Complessivamente, visto laspetto pletorico del rimedio,
ipotizzabile che siano pi vispi sessualmente. Trova infine,
indicazione questo rimedio per il trattamento della sindrome
premestruale e delle vampate di calore in menopausa.

DIAGNOSI DIFFERENZIALE
La simpateticit di questo rimedio, associata a forte senso di
responsabilit, la ritroviamo d esempio in Carcinosimun.
Anche in questultimo c una famiglia iper-richiedente che in
qualche modo lo costringe a fare scelte non sentite, non
condivise; tuttavia in Carcinosinum troviamo un senso di
rassegnazione e frustrazione che non c in Borago che con
dittatorialit e prepotenza butta fuori la rabbia, e non la reprime
come Carc.

Borago comanda gli altri e non si fa comandare.


Entrambi interiormente sono fragili, tuttavia Borago ha
modalit reattive pi sicotiche e si adatta meno alle richieste
altrui ma cerca di imporre la sua linea nella convinzione i fare
del bene degli altri familiari. Carc in cui predomina il miasma
cancerinico pi autodistruttivo. Inoltre Carc ha amore per la
danza e larmonia che Borago non ha.
Se vogliamo essere pi pratici la famiglia di Borago iperrichiedente, quella di Carcinosinum soffocante.
Loblativit di Borago ha aspetti che la avvicinano ai Kali, che
accettano di prendersi carico dei familiari per trovare un ruolo
ed un riconoscimento allinterno della famiglia stessa e tutto ci
fatto pi per dovere che per amore. Anche la tematica del forte
senso del dovere li avvicina ai Kali e non a caso la pianta
contiene nitrato di potassio.
Tuttavia nei Kali ci sono meno sintomi congestivi ed il senso
delle regole pi spinto, in Borago sono le sue regole che
valgono, molto meno quelle del gruppo.
La grande rabbia di Borago lo differenzia maggiormente dalle
Rosacee dove loblativit pi spontanea, meno pesante da
sopportare e vissuta con un ammirevole, ma autodistruttivo
spirito di sacrificio.
Cocculus ha aspetti oblativi che lo spingono ad esaurisi per la
sua famiglia ed arriva a distruggersi a forza di dare, in Borago
c una maggior reattivit, protesta di pi per il supporto che
fornisce agli altri, pi dittatoriale, non ci sono sintomi
vertiginosi o paura dei serpenti di Cocculus.
Il forte senso di responsabilit lo avvicina ai metalli nobili e
seminobili ma profondamente diverso latteggiamento che sta
alla base del senso di responsabilit dei metalli e di Borago.
Nei metalli seminobili(specie nei Ferrum) la forte
responsabilit, il dovere nel fare le cose per dimostrare agli
altri e a se stessi il proprio valore, una responsabilit operativa
rivolta a costruire per rafforzare la loro struttura. In Borago la
responsabilit e rivolta al controllo dellambiente familiare una
responsabilit accudente che si prende carico degli altri

considerandoli non in grado di condurre in modo responsabile la


loro vita e non ha certo latteggiamento eroico di Ferrum.
La dittatorialit ed il senso di responsabilit di Aurum, metallo
nobile, con il suo desiderio di comandare gli altri per il loro bene
insieme ai sintomi pletorici e congestizi lo avvicina molto Borago,
ma in Aurum il progetto fa parte della sua vita della sua
missione, mentre Borago che sotto lazione del rimedio rivela il
suo profondo senso di abbandono e di fragilit assume questa
posizione di comando costretto da una situazione familiare
difficile. In sintesi nel progetto di Borago il comando ed il senso
di responsabilit sono reattivi e non strutturali come in Aurum.
Apis mellifica ha un forte senso della famiglia, del dovere,
dittatoriale, caloroso e peggiora col calore, quindi per alcuni
aspetti si avvicina a Borago da cui si differenzia per la maggior
tendenza agli edemi di Apis. Lactivity inoltre pi spiccata in
Apis, cos come la gelosia, il senso del gruppo e la spiccata
sessualit con desiderio di riprodursi tipico degli insetti.
Loganiacee
Il prototipo di questa famiglia sono Nux vomica ed Ignatia
amara.
Nux-vomica sono persone zelanti, ambiziose, impazienti,
vogliono fare tutto, sono precise e determinate, si sentono poco
valorizzati, gelosi perch non si sono sentiti sufficientemente
valorizzati dai genitori, ma non hanno dovuto adattarsi ad una
famiglia che li ha costretti a diventare adulti a tutti i costi come
Borago con cui hanno per diversi punti in comune.
Come Lycopodium possono essere dittatoriali, ma mentre Lyc
un vigliacco loro sono coraggiosi, buttano gi gli ostacoli, la
dittatorialit di Borago pi vicina a Nux vomica, anche se in
Borago ha una personalit pi fragile.
La stricnina rende Nux-v pi ipereccitabile, talora con spasmi e
convulsioni. In Borago troviamo meno ipereccitabilit, mentre la
rabbia e la vessazione, presenti in entrambi, hanno per radici
diverse. In Nux v. per ci che non gli stato riconosciuto come
suo valore intrinseco, in Borago per la sua fanciullezza sottratta
dallassunzione di un ruolo genitoriale.

Lambizione di Nux vomica pi rivolta verso il lavoro, quella di


Borago verso il controllo e lassunzione di responsabilit nei
confronti dei familiari. La famiglia di Nux vomica non li fa
sentire apprezzati come vorrebbero, quella di Borago li ha in
qualche modo sfruttati.
L aspetto iperprotettivo verso i parenti un tipico tema di
Borago e non di Nux vomica.
Loblativit pi presente in Borago che in Nux vomica.
Lintolleranza alla contraddizione accomuna i due rimedi, cos
come la stanchezza che subentra dopo essersi seppure per
motivazioni diverse spremuti sino allosso.
I sintomi congestivi come lipertensione e le cefalee sono presenti
in entrambi, ma mentre Borago un caloroso che aggrava col
calore Nux v. un freddoloso che richiede calore.
I dolori articolari che peggiorano col calore sono tipici di Borago
e non di Nux v.
La sessualit assi pi vissuta in Nux vomica che in Borago. Il
desiderio di caff pi tipico di Nux vomica.
Nux vomica ha uno stile di vita sregolato ed ha pi sintomi
digestivi ed epatici rispetto a Borago.
La diagnosi differenziale si pone anche con Ignatia amara.
In questo rimedio la
componente spastica molto pi
accentuata rispetto a Borago, inoltre Ignatia oscilla tra un
comportamento narcisistico ed un comportamento nevrotico.
In Borago la dittatorialit e la rabbia sono accentuate rispetto ad
Ignatia, mentre il dolore silente che presente in entrambe ha
connotazioni diverse. Ignatia si sente pi delusa perch le
persone che la circondano non sono quelle che lei aveva
idealizzato, Borago delusa perch le persone che la circondano
hanno in qualche modo abusato di lei costringendola ad
assumere un ruolo genitoriale che non gli competeva.
L'onore ferito in Ignatia rivolto pi al piano sentimentale, in
Borago l'onore ferito la conseguenza del fatto che si sente
delusa e non riconosciuta perch gli altri non fanno ci che lei
dice e che lei ritiene sia il meglio per tutti; c' in sintesi, un ruolo
protettivo ed accudente maggiore che in Ignatia.
I comportamenti alternanti e contraddittori ed isterici di Ignatia

sono meno presenti in Borago dove invece, il senso di


responsabilit ed il dovere sono il motore che muove il suo modo
di agire. La rabbi predomina rispetto ad Ignatia.
Ignatia uno spastico, Borago un congesto, Ignatia un
freddoloso, Borago un caloroso. La componente vascolare con
ipertensione pi spiccata in Borago, mentre in Ignatia
predominano gli aspetti nervosi con spasmi, tic, pianti
involontari, il lutto predomina rispetto a Borago.
Un altro rimedio che entra in diagnosi differenziale per il tema
dell'onore ferito e di essere abusati moralmente e non solo, dalle
persone che li circondano Staphysagria della famiglia delle
Ranuncolacee. La rabbia repressa un aspetto fondante di
Staphysagria, sono le classiche persone che con dolcezza
sopportano tutto finch esplodono.
La ferita di Staphysagria una ferita narcisistica al suo alto
senso dellonore, insanabile una volta fatta, che difficilmente si
rimargina.
Staphysagria ha un carattere dolce e mite e solo quando la
misura colma esplode con violenza, Borago meno dolce, pi
rabbioso, morde meno il freno, la rabbia la butta fuori. Dopo il
rimedio, infatti, pu succedere in Staphysagria una bella crisi di
rabbia liberatoria, in Borago riconquistando in parte quella
dimensione ludica che non ha vissuto nell'infanzia, trova
rapidamente una maggiore serenit interiore.
Staphysagria pi "yelding", rispetto a Borago, la ferita alla sua
integrit morale a differenza di Arnica dove pi sul piano
fisico, vissuta in silenzio o sviluppando patologie fisiche come
le cistiti, i calazi, la psoriasi o anche cardiovascolari con
ipertensione.
Borago anch'esso un iperteso ma pi sanguigno e meno
disposto a tollerare, protegge i familiari ma chiede obbedienza
pi un discorso di dovere-potere.
Staphysagria ha pi pulsioni sessuali, vissute talvolta in modo
contraddittorio, rispetto alle Boraginaceae dove ci sono problemi
di impotenza, scarso desiderio sessuale e sterilit.
In Lycopodium c un forte egocentrismo con la paura di non
essere allaltezza con una sensazione di impotenza e decadenza

che non troviamo in Borago. Entrambi sono dei dittatoriali,


Lycopodium per nascondere la sua impotenza e controllare
lambiente, Borago per controllare la sua famiglia di cui si
assunto la responsabilit ed inoltre pi coraggioso. Lyc ha pi
sintomi digestivi, Borago cardiovascolari e articolari, inoltre Lyc
freddoloso e Borago caloroso.
Bibliografia
Enrica Campanili: Dizionario di fitoterapia e piante medicinali II
edizione Tecniche nuove.
Wikipedia ; Borago officinalis
Da RW 4 su Borago officinalis
American phramacopea 1883
Culpepper,s Herbal
Flower essence repertory
Mirilli hematic MM
Olsens Trees that Heal
USDA Plant Chemical
Wrens Potters C

SYMPHYTUM OFFICINALE
Symphytum
officinale,
Bone-set,
Healing
Herb,
Comfrey, tincture of fresh root-stock collected before
flowering and in autumn, tincture of fresh plant (1) :
symph.
La Consolida maggiore (nome scientifico Symphytum
officinale) una pianta erbacea perenne, a fiori penduli, della
famiglia delle Boraginaceae. Le specie del genere di Symphytum
officinale sono da 10 a 20 a seconda delle varie classificazioni. Di
queste almeno 6 fanno parte della flora spontanea del nostro

paese. Al livello superiore troviamo la famiglia delle


Boraginaceae con quasi 100 generi e oltre 2000 specie. L'ordine
invece in via di definizione: il Sistema Cronquist assegna
queste piante alle Lamiales mentre la moderna classificazione
filogenetica Sistema APG II le sistema sotto il clade Euasteridi I
ma non ancora certa dell'ordine che potrebbe essere quello
delle Lamiales oppure Boraginales o forse qualche altro. Elenco
dei nomi pi comuni italiani per la specie Symphytum officinale:

Consolida maggiore o comune


Sinfito (o Simfito)
Orecchia d'asino
Alo
Erba di San Lorenzo
Naro
Borrana selvatica (o Borragina selvatica)
Erba pedocchiara
Erba del cardinale

Inglese
Comfrey:
"Bone - set,"
"Healing herb
Diffusione : questa pianta originaria dell'America del Nord
ma presente anche in Asia, Europa e in Italia (ovunque anche
sull'arco alpino a parte alcune zone del sud e centrali sul
versante adriatico), dove stata introdotta da diversi secoli.
Habitat e caratteristiche : queste piante si possono
trovare dal piano fino a 1300 m s.l.m. (quindi sono
presenti nel piano collinare e in parte in quello
montano). Sul nostro territorio facile trovarla nei luoghi
paludosi, nei fossati, nei canali e torbiere; ma anche nei prati
umidi e margini dei boschi, e dei ruscelli tollera i luoghi
soleggiati o parzialmente ombreggiati. La luce importante
come lo lacqua. Il substrato preferito sia calcareo che siliceo
con pH neutro e valori medi di umidit.

Si tratta di una pianta erbacea perenne, rustica, alta circa un


metro e mezzo con foglie grandi lanceolate e pubescenti, pelose,
rizomi spessi e carnosi e striscianti con un fusto carnoso ed
irsuto; fiori a campanella di
colore bianco, azzurro o porpora. La pianta fiorisce da maggio a
settembre. Pu essere generata dal seme, ma si sviluppa meglio
a partire da porzioni di radice asportate in primavera o in
autunno. Da un segmento di radice lungo un paio di centimetri
piantato a 7-8 cm di profondit germoglia quasi sempre una
pianta.
E una pianta infestante che si propaga vigorosamente e perci
opportuno contenerla nei vasi o mettere una lamiera sino alla
profondit di 30 cm in quanto di difficile sradicamento. Per la
preparazione della polvere le radici vanno raccolte in autunno
dopo la prima gelata o in primavera prima che compaiono le
foglie. Vanno lavate, essiccate e polverizzate con un frullatore e
tenute in conservate in contenitori ermetici. La consolida una
pianta piena di vitalit, facilmente capace di sopportare il
processo di fioritura leggermente tossico; nelle parti superiori
della pianta sono presenti piccole quantit di alcaloidi la
consolidina e la cinoglossina, che presentano unazione
paralizzante sul SNC.
E una pianta piena di forza e di vita, un po cupa dalla fioritura
pesante. Alla caduta dei fiori i pistilli si irradiano in tutti i
sensi.
La radice chiaramente lorgano maggiore di questa pianta,
produce queste azioni che esplicano sul capo nei nervi e negli
organi di senso. Questo spiega i benefici effetti sulle ferite, ulcere
cutanee, emorragie interne, ulcere intestinali e gastriche e
soprattutto sul periostio nelle mielopatie e nel guarire le
fratture, nelle peraodontosi, negli eczemi, contusioni e negli
ingrandimenti ghiandolari.
La leggera tossicit ella pianta data dallastralizzazione e
rivelata da una fioritura particolare, si esprime con effetti
analgesici.
Lunione delle forze eteriche ed astrali pu avere un effetto sulla
cicatrizzazione e sui dolori riferiti ad un arto amputato. In

questultimo caso larto non esiste pi fisicamente, ma sussiste


etericamente e continua ad essere penetrato dal corpo astrale
dellIo.
Composizione
Sostanze presenti: mucillagine, mucopolisaccaridi, resina,
tannino, acido clorogenico, gomma, colina, amido e asparagina.
presente anche la consolidina e la consolociclina che hanno
effetti deprimenti sul sistema nervoso centrale curaro simili e
perci mioparalitici(si tratta di un glucoalcaloide) e la alcaloidi
pirrolizidinici tra cui la Symphytina di cui sono pi ricche le
radici e che sono alla base della sua tossicit epatica.
La pianta intera ricca di mucillagine, il fusto in particolare
contiene una considerevole quantit di amido, inulina, resine,
alcuni oli volatili e circa il 9% di tannino e nelle ceneri presente
il 20% di acido salicilico , ed inoltre ricca in allantoina,
calcio e potassio.
In quantit minori contiene acido rosmarinico che ha propriet
antinfiammatorie, antigonadotrope, antitirotrope, antitumorali.

Tossicit
Ci sono diversi rischi legati alluso del Symphytum. Uno dei pi
grandi problemi che durante la raccolta la consolida
scambiata con la digitalis purpurea, che mortale. Tra gli
effetti pi gravi della digitalis vi sono le alterazioni del ritmo
cardiaco e le convulsioni.
Un altro problema della consolida che contiene come gi
accennato, otto alcaloidi pirrolizidinici (PA). Mentre i
livelli di PA nella pianta fresca non sono molto elevati, mentre
nelle preparazioni ( ready-to-use) sono spesso presenti a livelli
elevati (e.g., 270-

2900 mg/kg)in quanto si sua soprattutto la radice a scopo


medicinale che pi ricca di Pas. I PAs sono epatotossici e
possono causare un danno epatico permanente. Un altro
problema che gli effetti degli alcaloidi sono cumulativi. Talvolta
i segni di tossicit non saranno presenti finch lanimale non
sar stressato da qualche situazione che richiede una maggior
funzione del fegato (es allattamento). Sperimentalmente le foglie
e le radici del Symphitum si sono dimostrate cancerogene
specialmente a livello epatico. Quando i ratti sono alimentati
con diete che contengono livello di 0,5% delle radici e dell 8%
delle foglie sviluppano epatomi.

La sensibilit ai PAs differisce da una specie animale ad


unaltra: cavalli e bestiame sono pi facilmente intossicati
dai PAs mentre le pecore sono molto pi resistenti. Le capre
sono pi suscettibili delle pecore i maiali sono pi sensibili
del bestiame e cavalli.
I segni clinici pi comuni di epatotossicit
nellanimale comprendono: ittero da ostruzione delle
vene sovra-epatiche, aspetto sofferente, diarrea, prolasso
rettale; edema del tratto digestivo, obnubilamento del
sensorio,
fotosensibilizzazione
e
anomalie
del
comportamento. I cavalli possono avere segni neurologici
come "head pressing.". I bovini intossicati possono avere un
aspetto edematoso
Controindicazioni : pi testi ne sconsigliano l'uso
prolungato o abbondante perch potrebbero insorgere
affezioni epatiche a causa di alcune sostanze epatotossiche
come la pirrolizidina. Inoltre nella pianta presente, in
forma per fortuna molto esigua, un alcaloide (la simfitocianoglossina) tossico in quanto paralizza il sistema
nervoso. In diversi stati si vietato l'uso alimentare
come negli Stati Uniti d'America ma anche in
Italia ( nella lista del Ministero della Salute delle
piante non ammesse come integratori alimentari).

Parti usate: soprattutto la radice ma anche le foglie. La


raccolta delle radici fatta in autunno-inverno, mentre le
foglie in primavera prima della fioritura.

Notizie storiche
Gli antichi greci usavano le radici mucillaginose della consolida
maggiore a uso esterno per curare le ferite, nella convinzione che
questo rimedio fosse in grado di stimolare la crescita dei tessuti
lesi, tale teoria fu convalidata dal naturalista romano Plinio il
Vecchio che not che facendo bollire in acqua la consolida con dei
pezzi di carne si formava una massa vischiosa che conglobava
questi pezzi. Nellantichit sui campi da battaglia per trattare le
fratture si immergevano delle pezze di stoffa in una massa
vischiosa di consolida bollita, poste intorno allarto fratturato,
solidificandosi formavano un manicotto duro come il gesso.
Questo trattamento spiega in nome di Symphytum dal greco
symphuo, cio io riunisco significato che allude alla capacit di
rinsaldare le ossa rotte come probabilmente il nome di consolida
o erba conferma. Nel I secolo d.C. il medico greco Dioscoride
inizi a prescrivere Symphytum per la cura di affezioni
respiratorie e gastrointestinali. Nel 1500 era consigliata dagli
erboristi per trattare le ossa fratturate.
Nel 1600 lerborista inglese Nicholas Culpeper raccomandava
luso delle radici piene di un succo gelatinoso e vischioso per
tutte le lesioni interne e per le ferite e piaghe esterne, tessuti
muscolari, legamenti ed in particolare per le ossa fratturate.
Culpeper prescriveva lerba anche contro la febbre, gotta
emorroidi, cancrena ed affezioni respiratorie e disturbi
mestruali. Quando il gesso sostitu limpiastro di consolida per il
trattamento delle fratture il suo uso fu limitato per il
trattamento delle infiammazioni delle mucose.
Le levatrici messicane applicano ancora la consolida maggiore
per le lacerazioni vaginali e nelle Filippine lerba utilizzata per
il trattamento delle artriti, diabete, anemie, infezioni polmonari

e persino leucemia. Dagli anni 90 in poi luso per via orale della
sostanza stato vietato a causa dei suoi effetti tossici a livello
epatico, ed oggi viene consigliata dagli erboristi solo a scopo
vulnerario per la cura delle ferite esterne.
Un costituente della consolida lallantoina, che protegge la
cute e promuove la crescita delle nuove cellule cutanee favorendo
la guarigione dai piccoli tagli alle ferite alle ustioni ed alle ferite
di guerra confermando cos lazione vulneraria gia evidenziata
dagli antichi.
La FDA considera lallantoina priva di rischi se usata al
massimo in concentrazione del 2% in pomate per trattare
secchezza cutanea,herpes dermatiti da pannolino. La radice
della consolida polverizzata secca utilizzata su tagli ed
escoriazioni ben deterse o come pasta ottenuta stemperando la
polvere in qualche goccia di acqua; rinnovando tutti i giorni la
medicazione favorisce si favorisce la guarigione.
Propriet curative
Questa pianta ancora oggi in certe zone ancora usata dalla
medicina popolare per le sue propriet vulnerarie (guarisce le
ferite) ed inoltre si ritiene che stimoli la formazione del callo
osseo in caso di fratture. Quando la pianta secca si grattugiano
le sue parti pi consistenti sulle ferite, piaghe o bruciature :
sembra che il sollievo sia assicurato (il processo di guarigione
dato da una sostanza chiamata allantoina, sostanza usata in
sintesi anche dall'industria farmaceutica per gli stessi scopi). Le
mucillagini sono usate come un espettorante (funzione che
favorisce l'espulsione delle secrezioni bronchiali) e sembrano
valide anche per la tosse. Le foglie sono inoltre astringenti
(limita la secrezione dei liquidi).
Altre propriet
Ha propriet decongestionante (diminuisce l'apporto sanguigno
in una data parte del corpo), astringente (limita la secrezione dei

liquidi), emolliente (risolve uno stato infiammatorio) e analgesica


(attenua il dolore). Esternamente sembra che sia molto utile per
varie affezioni della pelle come ustioni, infiammazioni, piaghe e
ulcere.
Agricoltura
Le foglie di queste piante sono valide per la produzione di un
ottimo macerato per fertirrigazione, e sono utilizzate
direttamente come elemento verde (cio ricco d'azoto) nella
concimaia (ovvero per il compostaggio e la produzione di humus).
Un'altra caratteristica interessante del Symphytum officinale
quella di poter essere utilizzato per arricchire i terreni poveri
con la pratica del sovescio, in quanto la Consolida rustica,
vigorosa, dalla biomassa abbondante e pu crescere anche in
terreni molto poveri - dunque una pianta di elevato interesse
per il coltivatore organico esperto che intenda arricchire il
proprio terreno secondo i metodi biologici. Ad esempio le foglie
lasciate macerare per una settimana in un po' d'acqua formano
un preparato ottimo per le colture che richiedono potassio come i
pomodori. Infine pu essere utilizzata come erba da foraggio, e in
passato anche stata coltivata a questo scopo.
Industria
In Ungheria (e non solo), da alcune parti della pianta, trattate
con bismuto, si ricava una tintura corposa di colore bruno con cui
si producono diversi cosmetici.
Usi ed efficacia
Symphytum officinale stato propagandato ed usato come
pianta medicinale per molti anni. Non esistono tuttavia degli
studi scientifici pubblicati che supporterebbero lefficacia in
campo medico. Nelle Filippine le foglie sono preparate in un
decotto per trattare le febbri dei maiali. La consolida anche
raccomandata per la displasia dellanca dei cani Altri usi per via
orale nei cani includono il trattamento del rachitismo,

dellartrite e dei reumatismi. . Per il bestiame raccomandato


per il trattamento delle emorragie interne, ulcere, artriti,
fratture ossee e reumatismi. La preparazione consiste nel bollire
una libbra (373g) di consolida maggiore in circa 1,5 litri dacqua
per 1 ora. Se ne somministra mezzo litro per tre volte al giorno
Per il trattamento delle ulcere pu essere aggiunta la melassa.
La dose per il trattamento delle fratture del bestiame sono due
manciate di radici bene pestate ogni giorno. Le radici e le foglie
di Symphytum sono anche usate in preparazioni topiche per
trattare ferite, artriti, distorsioni e fratture. In queste
applicazioni si ritiene che sia lallantoina il composto pi
efficace. Lassorbimento dei Pas attraverso la cute basandosi su
test eseguiti sui ratti hanno dimostrato che di 20-50 volte
inferiore rispetto alla somministrazione orale e questo ne
diminuisce la tossicit.
Alcuni usi nelluomo.

Espettorante -- Turchia
Emostatico-- Turchia
Infiammazioni, piaghe and gonfioriCina, Europa
Sedativo Turchia
Stimolante -- Turchia
Astringente Artriti (in Europa e Turchia)
Fratture ossee
Cancro -- U.S.
Problemi circolatori -- Cina
Diarrea-- Haiti
Ferite

OMEOPATIA
Symphytum Officinale (Symph)
Si utilizza per preparare il rimedio la tintura delle
radice fresca, raccolta in primavera
prima della
fioritura o in autunno.

Luso della consolida assai antico il suo nome deriva dalla


parola latina consolidare mentre il termine anglosassone
comfrey viene anchesso dal latino confimare E pianta che ha
la propriet di rassodare i tessuti in particolare quello osseo.
Era usata dagli antichi per cicatrizzare le ferite, le fratture, le
contusioni, le spaccature e per arrestare emorragie e diarree,
tuttavia dove si dimostrata pi efficace nella consolidazione
delle fratture. Luso in diluizione omeopatica si dimostra assai
valido nel consolidare le fratture, ma anche le applicazioni locali
di qualche goccia di tintura madre su delle compresse di garza
efficace. Symphytum definita anche larnica delle ossa
perch ha fatto cicatrizzare molte fratture ossee che
tardavano a consolidarsi.
Clarke Dictionary
Causation
Fractures.
Injures (to eye, bone, periosteum).
Falls.
Blows.
Sexual excess.
TEMI
Premessa
Molte tematiche del rimedio a livello fisico sono reperibili sul
Mac Repertory o su RW4, mentre il mentale di Symphytum
pressoch assente sul M.R. e RW ben rappresentato sul
repertorio Synthesis (versione 9.2) quindi faremo riferimento a
questultimo per cercare estrapolare i temi mentali.
INTEGRITY/FRAGILITY/VULERABILITY
CONFIDENCE
WANT/INADEQUATE
FEELING/Timidity
FORSAKEN FEELING
Anticipation
Dictatorial

Heroic
Shock/fright
INJURES/WOUNDS/SLOW REPAIR/Bones-Joints
Activity/Exhaustion/Weakness
Nervous system/Speech/Mistakes
Eyes
Suppuration/Glands/Skin
Sexual/Genitalia/Sterility
Stiffness/Heaviness/Weakness
Coldness
Ulceration/Stomach/abdomen/liver
Tobacco aggravate
INTEGRITY/FRAGILITY/VULNERABILITY
In questo rimedio il tema dellintegrit molto forte, basti
pensare a tutte le ferite, ed ai traumi che fanno parte delle sue
causalit,
tuttavia
il
loro
senso
dellintegrit
e
dellinvulnerabilit e di marzialit meno forte che in Arnica e
nelle compositae. Il paziente Symphytum, infatti, si sente
intrinsecamente pi debole e vulnerabile, con minori capacit di
riparazione rispetto ad Arnica; in un certo senso pi fragile e
meno capace di affrontare le difficolt perch sa bene che se si
romper fra molta fatica a guarire.
CONFIDENCE
WANT
FEELING/ Timidity

OF

SELF/INADEQUATE

Nel Synthesis molte voci repertoriali della sezione Mente


sottolineano una scarsa fiducia in se stessi di questi individui;
Mente:
mancanza di fiducia in se stesso, (3 gr)
Impotenza, sensazione di
irresolutezza
irresolutezza mentre sta seduto
irresolutezza nelle azioni

irresolutezza nel scegliere le cose


irresolutezza sciocchezze per
paura accadr qualcosa
scontento di se stesso
illusione braccia appartengono, non le (ed altre che non
riportiamo per brevit)
illusione criticato pensa di essere
stabilit desiderio di
Anche Symph. si configura un senso di inadeguatezza alle
situazioni che deve affrontare che a nostro giudizio un tema
fondante di questa famiglia, in questo rimedio il suddetto aspetto
si concretizza bene a livello fisico con la difficolt a riparare
fratture, ferite, ulcere ecc.
Anche sul piano mentale alcune voci del Synthesis ci aiutano a
estrapolare questo aspetto:
Mente:
Illusione bambino egli
bambino- egli - agisce come un bambino
nessuno- di essere
Illusione trascurato- doveri egli ha trascurato i suoi
Criticato pensa di essere
Deriso e schermito- di essere
Irresolutezza
Irresolutezza nelle azioni
Irritabilit per sciocchezze
Paura inabile al lavoro di diventare
Vi sono altri disturbi nel repertorio come errori nel parlare, nello
scrivere, nel ricordare nel concentrarsi che sottolineano ulteriore
questo senso di inadeguatezza che provano queste pazienti.
Timidezza
Come in altri rimedi di questa famiglia presente timidezza
sotto linflusso della componente silicica, non ha la capacit di
contraddire di opporsi agli altri questo atteggiamento si ritrova
in diverse voci repertoriali del Synthesis:
Timidezza
Timidezza se deve comparire in pubblico
Compagnia, avversione alla

FORSAKEN FEELING
Il senso di abbandono di questi pazienti molto forte un
abbandono precoce che non trova nemmeno il conforto che gli
pu derivare dallappoggiarsi a qualcuno.
Questo profondo senso di fragilit che tipico rimedi ad
abbondante componente silicica si traduce sul piano clinico con
tutti i difetti di riparazione che troviamo in Symphytum
indicativi di una struttura debole in cui ogni lesione alla sua
integrit difficile da riparare.
Rubriche del Synthesis:
Mente
Lasciato, abbandonato si sente(2 grado)
Lasciato abbandonato si sente- isolamento sensazione di( 2
grado)
Illusione separato- mondo; dal- lui separato
Illusione, venuto al mondo era da poco
Anticipation
I sintomi da anticipazione emergono da alcune voci repertoriali
del Synthesis:
Mente
Ansia
Ansia- futuro, al riguardo del
Ansia- bambini- riguardo ai suoi
Disturbi da anticipazione
Preoccupazione che accadr qualcosa
Preoccupazioni- pieno di- futuro al riguardo
Sono una manifestazione della mancanza di fiducia in se stesso e
del suo senso di fragilit ed inadeguatezza.
Dictatorial

Nel Synthesys c intolleranza alla contraddizione e questo


sintomo indicativo di una dittatorialit di rinforzo alla sua
CWF.
Heroic
In questo rimedio ritroviamo numerosi sintomi repertoriali di
traumi, di ferite, di ferite da armi da fuoco, di contusioni, di
traumi con stravasi, di fratture che indicherebbero un
atteggiamento eroico e di sprezzo del pericolo. I sogni eroici, i
sogni di pericolo, sogni di traumi e lesioni confermano questo
atteggiamento.
In realt questa sensazione di avere una corazza con cui
difendersi e salvaguardare la loro integrit fisica presente anche
nelle composite, si scontra con unestrema difficolt a guarire dai
traumi specialmente quelli ossei.
Tutto ci indica quanto importante la loro integrit fisica che
una volta lesa con la messa a nudo della loro fragilit, sia molto
difficile da recuperare sia a livello fisico che mentale a
testimonianza della debole struttura in cui lelemento siliceo
gioca un ruolo di rallentamento e di cronicizzazione dei processi
riparativi, caratteristica che non troviamo cos spiccata nelle
Compositae.
Anche i dolori dellarto fantasma sono, a nostro giudizio, non solo
un segno di ipersensibilit dolorifica, ma sono anche indicativi di
come una perdita irreparabile della loro integrit fisica non sia
accettata a livello mentale dove larto percepito come se fosse
presente e perci ancora parte integrante della loro struttura,
con tutti i dolori che derivano da tale alterata percezione.
I sintomi da trauma sono riportati nel tema Injure
Sonno
sogni eroici
sogni di pericolo
sogni di traumi e lesioni
Sintomi generali
Dolore- amputazione: dopo

Dolore- amputazione: dopo- nevralgico


Fragilit ossea
Shock/Fright
Si tratta di persone in cui i traumi sia fisici che psichici sono
destabilizzanti vista la minaccia che portano alla loro integrit.
Synthesis 9.2
Mente
Impressionabile
Impressionabile- sgradevolmente impressionabile da tutto.
Paura che accadr qualcosa
Paura- ferito di essere
Sonno; sogni inseguito di essere
Sogni i disastri
Activity/Exhaustion/Weakness/Emaciation
Sono persone che desiderano essere attivi sul lavoro, puntigliosi,
precisi, ostinati tipiche queste caratteristiche della componente
silicica di cui cos ricca la pianta. Il lavoro fornisce loro un
rinforzo alla loro fragile struttura. Vi sono poi numerosi sintomi
di stanchezza come conseguenza della loro facile esauribilit.Nei
sintomi generali notiamo dei sintomi di debolezza, specialmente
dopo sforzi fisici ed eccessi sessuali.
La malattia ledendo la loro gi precaria integrit fisica,
sommata alla lentezza dei processi di guarigione, aumenta ancor
di pi la loro stanchezza ed inabilit al lavoro ed in qualche
modo le giustifica.
Activity
Mente
Attivit
Attivit, desiderio di attivit creativa
Ostinato
Ostinato piani, nellesecuzione
Idee abbonanti
Idee abbondanti alla sera
Fermezza

Fretta
Fretta nel lavoro
Pertinacia
Generali
Lavoro manuale
Exhaustion/Weakness
Mente
Concentrazione difficile
Confusione mentale
Iniziativa, mancanza di
Riposare, desiderio di
Stanco della vita
Volont, perdita della volontli
Generali
Debolezza: vi sino molte voci di debolezza sia fisica che
mentale
Indolenzia del corpo
Riposo, migliorato dal
Sforzo, fisico aggravato
Sforzo fisico agg- violento- intenso; per sforzo
Mac Repertory
GENERALITIES;
WEAKNESS,
enervation,
exhaustion,
prostration, infirmity (K1413, SII-693, G1165)
GENERALITIES;
WEAKNESS,
enervation,
exhaustion,
prostration, infirmity; sexual*
GENERALITIES;
WEAKNESS,
enervation,
exhaustion,
prostration, infirmity; sexual; excesses, after (SII-732)
Sul Synhesis nelle generalit presente emaciazione da
correlare con la componete silicica che compromette i processi
assimilativi a cui si aggiungono le lente guarigioni come fattore
di scarso trofismo.
.
INJURES-WOUNDS/ SLOW REPAIR/ Bone-Joints
Si tratta di temi fondamentali per la comprensione e
prescrizione del rimedio.

Il termine consolida assai significativo della azione del


rimedio nel favorire la formazione del callo osseo specialmente,
quando ritarda nella sua formazione. E inoltre anche un grande
rimedio delle ulcere e delle ferite specie se da oggetti penetranti
p da arma da fuoco. Queste azioni vanno ascritte principalmente
allallantoina di cui la pianta ricca.
Il rimedio efficace soprattutto a livello osseo agendo sul
periostio favorisce la deposizione di nuovo tessuto osseo e quindi
la guarigione dalle fratture. E inoltre indicato nei processi
suppurativi dellosso e nei tumori ossei. Famoso il caso storico
del dr Thompson del 1895, che riporto il caso di un sarcoma
osseo a cellule rotonde dei seni paranasali, che oper e dopo
recidiva non pi trattabile chirurgicamente, il paziente guari
applicandosi di sua iniziativa degli impacchi di Symphytum.
A livello articolare il rimedio pu trovare indicazioni sia nelle
artriti acute che croniche purch i dolori articolari abbiano le
caratteristiche di essere pungenti, o come se fosse fratturato,
come se fosse dislocato, pressori, reumatici, tiranti o brucianti.(
per i dolori articolari dal Synthesis 9.2)
Le ferite non sono tuttavia solo a livello fisico, numerosi sintomi
repertoriali del Synthesis forniscono un quadro mentale di un
paziente che ha subito dei traumi precoci che hanno reso fragile
il suo carattere e minato la sua capacit di reagire.
Voci dal Mac Repertory Complete
FACE; INJURY, after*
FACE; CANCER (K355, G299)*
FACE; CANCER; antrum* FACE; SWELLING (K392, G332)
(Bloated)*
FACE; SWELLING; jaw*
FACE; SWELLING; jaw; lower (K393, G333)*
BACK; INJURIES of the spine (K892, G751)*
BACK; INJURIES of the spine; wounds*
GENERALITIES; BONES, complaints of*
GENERALITIES; BONES, complaints of; bare, become*

GENERALITIES; BONES, complaints of; brittle (K1346, SII-52,


G1111) (crumbling) (Caries; bone) (Necrosis; bones) (Softening;
bones)**
GENERALITIES; CALLUS forming*
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises (K1368,
SII-323, G1129) (Indurations; glands; injuries, after) (Lifting)
(Shocks from injury) (Slow repair of broken bones) (Wounds)
(FEVER; Traumatic)**
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises;
concussion; actual or tendency (SII-325)**
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises;
extravasations, with (K1369, SII-326, G1129)*
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises; sprains,
distortions (SII-328) (Lifting)**
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises; Bones,
fractures (K1369, SII-329, G1129)
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises; Bones,
fractures; compound fracture (SII-329)*
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises; Bones,
fractures; slow repair of broken bones (K1402, SII-329, G1156)
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises; Bones,
fractures; periosteum (K1369, SII-330, G1129)*
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises; Soft
parts, of, contusions (K1369, SII-330, G1129)**
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises; Tendons
(K1369, SII-331, G1129)*
GENERALITIES; CANCEROUS affections; bones, of (SII-55)*
GENERALITIES; CANCEROUS affections; sarcoma (K1409,
SII-568, G1162)*
GENERALITIES;
CANCEROUS
affections;
sarcoma;
osteosarcoma*
GENERALITIES; CANCEROUS affections; scirrhus (K1346,
SII-57, G1111)*
GENERALITIES; CARIES, necrosis of; bone (K1346, SII-58,
G1111)
GENERALITIES; INFLAMMATION (Swelling; inflammatory)
(FEVER; Inflammatory)*

GENERALITIES; INFLAMMATION; bones, osteitis (K1368, SII317, G1128)**


GENERALITIES;
INFLAMMATION;
bones,
osteitis;
periosteum, periostitis (K1368
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises (K1368,
SII-323, G1129)
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises;
concussion; actual or tendency (SII-325)
GENERALITIES; SENSITIVENESS; Bones (K1399, SII-574,
G1153)
GENERALITIES; SENSITIVENESS; Bones; periosteum (K1399,
SII-575, G1153)
GENERALITIES; INFLAMMATION; joints, arthritis (K1368,
SII-321) (EXTREMITIES; Inflammation; Joints)*
GENERALITIES; INFLAMMATION; joints, arthritis; chronic,
arthritis deformans (SII-321)*
BACK; INJURIES of the spine (K892, G751)*
BACK; INJURIES of the spine; wounds*
Synthesis 9-2
Sono elencate le ferite a livello mentale.
Mente
Disturbi da dominio
Disturbi da dominio nei bambini
Disturbi da mortificazione
Disturbi da sgarbatezza egli altri
Disturbi da sorte; per un capovolgimento
Ingiustizia non tollera
Offeso facilmente
Paura degli oggetti appuntiti
Paura dei coltelli
Paura di ferito di essere
Paura degli spilli
Joints
EXTREMITIES; SWELLING (K1196, G989) (Fullness)
(Varices)*
EXTREMITIES; SWELLING; Joints (K1196, G989)*
EXTREMITIES; SWELLING; Joints; white (K1196, G989)*

EXTREMITIES; INFLAMMATION; Elbow (K1018, G850)*


EXTREMITIES; INFLAMMATION; Elbow; condyles, around,
tennis elbow*
Slow repair
Questo un tema molto importante per capire il rimedio
ogni tipo di lesione od offesa tende a guarire con estrema
lentezza, come se lintegrit fisica o mentale una volta lese
tendessero a rimarginarsi molto lentamente. La lentezza dei
processi riparativi leredit della componente silicea del
rimedio.
Mac Repertory
GENERALITIES; SLOW repair of broken bones
GENERALITIES; INJURIES, blows, falls and bruises;
Bones, fractures; slow repair of broken bones (K1402, SII329, G1156) (Bones, complaints of)**
Nervous system/Speech/Mistakes
Vi sono molti sintomi a livello del sistema nervoso soprattutto
riguardanti:
errori nel parlare
debolezza di memoria,
incapacit di rispondere,
avversione a scrivere
difficolt nello scrivere,
incapacit di rispondere
incapacit di rispondere, se ferito emotivamente
(Sintomi estratti dal Synthesis)
Tutti sintomi che indicano uninadeguatezza di fronte alla realt
che deve affrontare.
Sotto questo aspetto potrebbe ricordare Onosmodium dove
tuttavia il senso di inadeguatezza pi spiccato, i sintomi
neurologici, spesso pi gravi e in cui c pi debolezza e
prostrazione.

Sempre nel Synthesis sotto la sezione delle estremit vi sono


sintomi di goffaggine, di formicolio, di intorpidimento e di
rigidit a completare il quadro neurologico.
Eyes
(da Schwarts:Wounds & Injures.RW4)
E un grande rimedio dei traumi al globo oculare, a differenza di
Ledum palustre che trova indicazione, quando il trauma
interessa lorbita con macchie ecchimotiche attorno allocchio
(occhio nero).
Come le altre Boraginaceae ha un tropismo per locchio sia per
gli effetti di traumi, emorragie retiniche, distacchi i retina,
infiammazioni post-traumatiche della congiuntiva, cataratte
post-traumatiche o dopo infiammazioni dellocchio che seguono
allintervento di cataratta
Mac Repertory
EYE; APOPLEXY of retina*
EYE; HEMORRHAGE; retina (K235, G197) (Detachment of
retina)*
EYE; INFLAMMATION (K241, G203) (Catarrh) (Discharges of
mucus and pus) (Discoloration; redness)*
EYE; INFLAMMATION; injuries, after (K242, G203) (foreign
bodies) (Injuries, from)*
EYE; INFLAMMATION; conjunctivae (K243, G204)*
EYE; INFLAMMATION; conjunctivae; traumatic*
EYE; INJURIES, from (K244, G205) (Cataract; operation, after)
(Chemosis; operations for cataract, after) (Inflammation;
injuries, after) (Pain; burning; operations, after) (VISION; Loss
of; injury to eye, after)***
EYE; INJURIES, from; pain in eyeball*
EYE; INJURIES, from; orbit
EYE; PAIN; General (K248, G208)*
EYE; PAIN; General; blow, from a (K249, G209)***
EYE; PAIN; General; blow, from a; obtuse body, infants fist, ball,
etc.***

EYE; PAIN; sore, bruised, tender (K258, G217)**


EYE; PAIN; sore, bruised, tender; blow, from (K258, G217)***
Saines Repertory addictions(RW4)
CATARACT, opacity of lens: contusion, from [908]
CATARACT, opacity of lens: injury, after [908]
INJURIES, from: blackeye [908]
INJURIES, from: pain in eyeball [908]
Oversensitive to pain/Penetranting pain/Head pain
I dolori sono percepiti con grande intensit e sono di vario tipo:
pungenti, a coltellata, lancinanti, contusivi, come se ci si sentisse
fratturati, nevralgici, brucianti, penetranti, rodenti, compresi i
dolori dellarto fantasma. I dolori riguardano soprattutto gli arti
e sono assai numerose le voci al riguardo.
La tipologia dei dolori pungenti e penetranti ben si accorda
con la presenza di silicio nella pianta e con la tematica della
minaccia alla loro integrit fisica. Sono dolori prevalentemente
ossei (tramite il periostio che e la parte sensibile
dellosso),cartilaginei ed articolari. I dolori circoscritti, tipici di
questa famiglia, sono un tentativo di limitare la malattia in zone
circoscritte cercando di salvare in qualche modo lintegrit della
struttura corporea.
ABDOMEN; PAIN; cutting (K578, G492)*
ABDOMEN; PAIN; cutting; warmth of bed amel. (K580, G494)*
EXTREMITY PAIN; GENERAL (K1043, G869)*
EXTREMITY PAIN; GENERAL; amputation, after (SII-405)
(GENERALITIES; Pain; amputation, after)*
EXTREMITY PAIN; JOINTS (K1047, G872)**
EXTREMITY PAIN; UPPER LIMBS (K1049, G873)*
EXTREMITY PAIN; UPPER LIMBS; Elbow (K1055, G878)*
EXTREMITY PAIN; UPPER LIMBS; Elbow; condyles, around,
tennis elbow*
EXTREMITY PAIN; NEURALGIC (K1045, G925) (Lancinating)
(Shooting) (Tearing)*
EXTREMITY PAIN; NEURALGIC; Knee (K1073, G891)*

GENERALITIES; PAIN; General; amputation, after, phantom


pain (SII-331, SII-405, G799)*
GENERALITIES; PAIN; General; bones (K1377, SII-406,
G1136)**
GENERALITIES; PAIN; General; bones; periosteum (K1378,
SII-410, G1136)*
GENERALITIES; PAIN; General; cartilages, of (SII-407)*
GENERALITIES; PAIN; broken, breaking, as if*
GENERALITIES; PAIN; broken, breaking, as if; bones (K1378,
SII-413, G1137)**
GENERALITIES; PAIN; burning; internally (K1379, SII-415,
G1137)*
GENERALITIES; PAIN; digging up, burrowing, rooting
sensation (K1380, SII-424, G1138) (boring)*
GENERALITIES; PAIN; digging up, burrowing, rooting
sensation; bones (K1380, SII-424, G1138)*
GENERALITIES; PAIN; gnawing (K1381, SII-430, G1139)*
GENERALITIES; PAIN; gnawing; internally (K1381, SII-431,
G1139)*
GENERALITIES; PAIN; gnawing; bones (K1381, SII-431,
G1139)*
GENERALITIES; PAIN; jerking; bones (K1381, SII-433,
G1139)**
GENERALITIES; PAIN; pricking (stitching)**
GENERALITIES; PAIN; sticking*
GENERALITIES; PAIN; sticking; bones**
GENERALITIES; PAIN; stitching (SII-454)*
GENERALITIES; PAIN; stitching; wounds, in healed*
GENERALITIES; PRICKLING; externally (K1392, SII-519,
G1148)*
GENERALITIES; SENSITIVENESS
GENERALITIES; SENSITIVENESS; Bones (K1399, SII-574,
G1153) (Pain, bones)**
GENERALITIES; SENSITIVENESS; Bones; periosteum (K1399,
SII-575, )
Synthesis 9.2
Sintomi generali:

dolori in zone circoscritte


Estremit; dolore a zone a
Estremit; dolore zone a pungente; dolore come ago
Head pain
Nel Synthesis sotto la sezione testa dolore ci sono molte rubriche
di dolori pressori, puntori, pungenti, costrittivi, che esordiscono
il mattino al risveglio associati a vomito e a nausea migliorati
dal caldo e dalle applicazioni calde, e peggiorati dal freddo
aggravati dal movimento.

Suppuration/Glands/Skin
Il rimedio trova indicazione nei processi suppurativi che tardano
a guarire, come dimostrano le numerose voci del Mac-Repertory
e del Synthesis ed il tutto si inquadra nella tematica dello slow
repair gi discussa.
Mac Repertory
BACK; ABSCESS (K884, G745) (Fistulae)*
BACK; ABSCESS; psoas (K884, G745) (EXTREMITIES;
Abscess; Lower limbs; psoas)*
GENERALITIES; ABSCESSES, suppurations (K1343, SII-17,
G1109) (Fistulae) (Reaction; lack) (Suppuration) (Swelling;
glands; inflammatory) (Wounds; suppurating) (SKIN; Abscess)
(SKIN; Eruptions; boils - pustules)*
GENERALITIES; ABSCESSES, suppurations; Bones (SII-18)
(Caries)*
GENERALITIES; ABSCESSES, suppurations; Muscles, of (SII20)*
GENERALITIES; ABSCESSES, suppurations; Muscles, of;
psoas
GENERALITIES; BONES, complaints of; bare, become*
GENERALITIES; BONES, complaints of; brittle (K1346, SII-52,
G1111) (crumbling) (Caries; bone) (Necrosis; bones) (Softening;

bones)**
GENERALITIES; NECROSIS; bones (K1375, SII-387, G1134)
(Bones; brittle) (Caries) (Softening
GENERALITIES; SWELLING; Glands (K1405, SII-622, G1159)*
Synthesis 9.2
Naso
Scoli croste escare, interne
Scoli(rinorrea)duri, secchi
Scoli purulenti
Scoli purulenti, sinistra
Scoli sanguinolenti
Scoli sanguinolenti- mattina soffiando il naso
Scoli verdastri
Scoli viscidi e tenaci
Estremit
Ascessi arti inferiori psoas
Torace
Gonfiore ascelle, linfonodi
Gonfiore ascelle, linfonodi indolore
Sintomi generali
Ascessi
Ascessi- ossa, delle
Pelle
Ulcere
Sexual/Genitalia/Sterility
In questo rimedio non sono riferite voci di freddolosit a livello
genitale tipiche di questa famiglia, anche se sintomi di
coldness sono riferiti in molte altre aree del corpo.
Vi sono voci indicative sia per eccessi sessuali che per stanchezza
dopo eccessi sessuali.
Complessivamente si pu ipotizzare che ad uniniziale fase
stenica segua poi una fase di esaurimento compreso quello
sessuale e possibile sterilit. Occorre ricordare che la pianta
contiene acido rosmarinico che ha azione antigonadotropa.

A livello dei genitali femminili sono segnalate, leucorree bianche


o gialle,dense, mestruazioni assenti, mestruazioni soppresse,
desiderio sessuale aumentato e dolori pungenti, pressori,
brucianti alle ovaie.
Mac Repertory
MIND; AILMENTS from; sexual; excesses (K79, SI-23, G63)
(Excitement; tendency; sexual) (Hypochondriasis; sexual;
excesses, from) (Hysteria; sexual excesses, from) (Lewdness)
(Mania; sexual) (Thoughts; intrude; sexual) (GENERALITIES;
Sexual excesses; ailments after)*
GENERALITIES; SEXUAL; excesses; ailments after (K1399,
SII-576, G1154) (MIND; Ailments from; sexual; excesses)*
GENERALITIES;
WEAKNESS,
enervation,
exhaustion,
prostration, infirmity; sexual*
GENERALITIES;
WEAKNESS,
enervation,
exhaustion,
prostration, infirmity; sexual; excesses, after (SII-732) (Sexual;
excesses; ailments after)*
BACK; PAIN; General; sexual excesses (K897, G755)*
Mirilli
Energy
Generalities: weakness, sexual
Generalities: weakness, sexual: excesses, after:
Ailments from: sexual, excesses
Lascivious
Generalities: weakness, sexual: excesses, after:
Sexual
Ailments from: sexual, excesses
Generalities: weakness, sexual
Generalities: weakness, sexual: excesses, after:
Synthesis 9.2
Femminili genitali ovaio dolore ovaie
Femminili genitali dolori ovaia destra pungente dolore come
un ago
Femminili genitali dolori ovaia destra pressorio
Femminili genitali, dolori ovaia sinistra pungenti come un
ago
Femminili genitali dolori ovaia sinistra pressori

Femminili genitali, mestruazioni assenti (amenorrea)


Femminili mestruazioni soppresse.
Femminili genitali, leucorree bianche, dense, gialle.
Stiffness/Heavyness/Weakness
Se pensiamo che questa pianta era usata nellantichit per
formare dei manicotti con bende imbevute con una soluzione
contenete la consolida facilmente comprensibile come ci sia in
una pianta utilizzata per confezionare una specie di gesso, la
tendenza ad irrigidirsi e questa aspetto emerge bene a molti
sintomi repertoriali del Synthesis nella sezione estremit.
La rigidit a carico degli arti inferiori aggravata il mattino,
alzandosi, dopo essere stato seduto e alle cosce, mentre quella a
carico egli arti inferiori superiori specialmente alle mani dopo
aver afferrato qualcosa ed il mattino.
Nel Synthesys ci sono numerosi sintomi di pesantezza a
dimostrazione di come queste persone sono vanno in crisi di
fronte alle difficolt ed alla fine si sentano stanchi ed
appesantiti. La pesantezza riferita agli arti inferiori e
superiori.
Coldness
Sono presenti nel Synthesis molti sintomi di freddolosit
soprattutto a livello degli arti, ulteriore conferma della
componente silicea del rimedio.
Mac Repertory
CHILL; COLDNESS in general (K1259, G1039)
Ulceration/Stomach/Abdomen/Liver
Ci sono ulcere gastriche e duodenali, con dolori pungenti e
pressori, cosi come sintomi da sofferenza epatica.
Occorre ricordare che il rimedio contiene alcaloidi pirrolozidinici
che sono epatotossici.
Mac Repertory
STOMACH; ULCERS (K531, G452)*
ABDOMEN; ULCERS; Duodenum

Synthesis
Addome
Dolore.Fegato- associato-Stomaco; disturbi dello
Dolore. Fegato- bruciante
Dolore Fegato, pressorio- dolore
Dolore Fegato pungente- dolore come un ago.
Dolore- Fegato esteso a schiena
Dolore Fegato pungente esteso alla schiena come un ago.
Tabacco aggravate
I pazienti hanno avversioni al tabacco al suo odore e sono
peggiorati dal tabacco.
Desideri ed avversioni alimentari
Desiderio di aceto, cibo affumicato; alcolici sia desiderio che
avversione con aggravamento; desiderio di cibi aspri, arance,
caff, carne, frutta, latte, pancetta; aggravato dal pane con
avversione o desiderio, desiderio di cibi piccanti e prosciutto,
salsicce, sottoaceti, aggravato dal t, avversione allo zucchero,
desiderio di pesce.
Avversione al tabacco, aggravato dal tabacco avversione al odore
del tabacco.
Migliorato dal riposo, riscaldandosi, sdraiandosi, coprendosi,
coricandosi, caldo, bagni caldi, allaria aperta.
Peggiorato dal freddo, sforzo fisico, dai bagni freddi, dal
tabacco.
DIAGNOSI DIFFERENZIALI
Si pone anzitutto con la famiglia delle Compositae o
Asteracee.
In entrambe presente il tema della integrit della struttura
psicofisica con un senso di fragilit e suscettibilit ai traumi sia
fisici che mentali.
In Arnica la componete emorragica molto pi netta che in
Symphytum, il senso di fragilit di Symphytum pi ostentato
che in Arnica, la componete silicea di Symphytum lo rende

complessivamente pi fragile e molto meno capace di


rimarginare le ferite.
Il tropismo di Symphytum per losso molto pi netto rispetto ad
Arnica. In fase stenica Arnica pu apparire spericolato ed
invincibile Symphytum molto pi conscio della sua debolezza,
la nega molto meno, ha meno fiducia in se stesso e si sente meno
adeguato ad affrontare le difficolt. Il rame presente nelle
composite le rende inoltre pi reattive, irritabili, capricciose e
con una maggior tendenza agli spasmi.
Arnica Montana specialmente utile per i processi di
riparazione delle parti molli, la sua grande azione sui vasi
sanguigni, di inestimabile valore per combattere gli effetti dello
shock, sia fisico che mentale ed i traumi, strappi muscolari e
distorsioni. Il soggetto che richiede arnica cos indolenzito e
cos dolorabile al tatto che ha terrore che qualcuno si avvicini. E
somministrata per via orale o anche topico purch non vi siano
abrasioni o ferite cutanee, in quanto se presenti provoca processi
infiammatori a tipo erisipela.
Calendula oltre alle notevoli propriet vulnerarie, stimola i
meccanismi di prevenzione o cura delle sepsi. Molto apprezzata
in chirurgia e in ostetricia omeopatica. Lazione sulle sepsi e
sulla guarigione di ferite infette pi profonda di Symph
rendendola uno dei pi grandi rimedi al riguardo.
Da un punto di vista comportamentale sono persone sfuggenti e
chiuse rispetto a Symph.
Bellis perennis un grande rimedio dei traumi e delle
distorsioni, che sono molto dolenti al tatto come in Arnica e come
Hypericum agisce anche sui nervi; inoltre come Arnica agisce sui
vasi sanguigni ed assai efficace sul seno, quando persiste un
indurimento dopo un trauma. Traumi sulle mammelle e utero,
indicato anche nel travaglio e nei problemi uterini postoperatori
e questo lo differenzi da Symph che ha minore tropismo a questo
livello.
E particolarmente sensibile al freddo, pi delle altre
Composite ed in questo si avvicina a Symphytum.
Ha molti problemi legati proprio al fatto di riprodursi, che
ritroviamo anche nelle Boraginaceae; non deve sfuggire il fatto

della riproduzione che deve essere perenne, deve andare sempre


avanti (come anche indicato dal nome: perennis).
Fra le Composite quello che ha pi sintomi indicati sui
genitali.
Per quanto riguarda il freddo: ha avversione al bagno, al
freddo del bagno, a bere cose fredde cosa che ritroviamo anche in
Symphytum.
Sul tema dellintegrit, anche Bell-p. presenta molti sintomi,
che troviamo sotto injures nelle Generalities e questo un altro
punto in comune con Symph..
E stato usato in passato spesso per i traumi alle ghiandole, in
specie a quelle mammarie. Gonfiore delle ghiandole dopo una
contusione un altro sintomo importante per la sua prescrizione.
Hypericum. ( arnica-like, famiglia Guttifere)E uno dei grandi
rimedi per alleviare le trapanazioni e i tagli chirurgici e i traumi
delle parti riccamente innervate come ad esempio le labbra con
perdita di tessuto o le dita. Hypericum allevia il dolore
nevralgico lancinante, utile nei traumi della colonna anche di
vecchia data e del coccige e nei casi di dolori coccigei persistenti.
Rutacee
Ruta. Nei proving ha indotto senso di ammaccatura su tutto
il corpo con dolenzia sulle parti dove giace come Arnica. E un
grande rimedio per le contusioni e i traumi ossei e del periostio,
delle distorsioni, e di infiammazioni e dolori come conseguenza
di traumi esterni con infiammazione ed erisipele della cute. Sul
piano muscolare e tendineo troviamo rigidit, spasmi,
contrazioni fino alle convulsioni e blocco fino alla paralisi.
E un rimedio delle fratture ossee come Symph. Ruta inoltre un
grande rimedio dellocchio come Symph e dellaffaticamento
oculare e di debolezza dei muscoli oculari Symph un rimedio
specifico per le lesioni ossee causate, non da oggetti appuntiti ma
da un corpo contundente smussato che lo danneggia, ma non lo
penetra. E assai utile per i traumi ai bulbi oculari. Symph un
grande rimedio delle fratture in generale ed in particolare di
quelle che tardano a consolidarsi.

In caso di frattura, assicurando limmobilit e il giusto


posizionamento dei monconi, lazione di Symphytum
nellaccelerare la guarigione sar veramente notevole.(TYLERS
Drug pictures RW4). E un rimedio assai efficacie per i dolori del
periostio che persistono dopo la guarigione di fratture o ferite. Il
tropismo muscolo-tendineo molto marcato nelle Rutacee,
mentre in Symph pi osseo.
Dolori da arto fantasma dopo amputazione. Migliora in
particolare le fratture o le infiammazioni dellosso dove sono
presenti dolori pungenti (pricking pains) ed in questo assai
vicina a Symph.
Si tratta di una famiglia a polarit epatica molto importante,
caratterizzata dal tropismo digestivo; in questo caso anche le
Boraginaceae hanno un tropismo epatico ma meno spiccato.
Nel caso delle Rutacee la risolutezza a raggiungere i loro
ambiziosi obbiettivi appare molto spesso in crisi, ed il timore
della responsabilit blocca talvolta la carriera e la loro vita.
Le Rutaceae in genere hanno alte aspettative da se stessi con la
paura di non raggiungere i loro obbiettivi. In qualche misura si
possono considerare per questo degli Aurum-like, ma la
differenza che non hanno la tenuta delloro.
Nelle
Boraginaceae lunica che ha dei temi simili, ma con diversa
polarit fisica Borago officinalis, nelle altre come Symph, Onos,
Myos-a il narcisismo, la ricerca esasperata dellobbiettivo sono
meno evidenti e la difficolt a superare gli ostacoli decisamente
maggiore
.Si pu dire che nelle Boraginaceae la debolezza silicica si fa
sentite di pi.
In Ruta come in Angustura, come nei Citrus riscontriamo spesso
forti spinte narcisistiche a fare carriera. Si dedicano ad un
iperattivit stressante, anche molto efficace, finch sulla soglia
del successo sono afferrati dalla paura: paura di non farcela,
paura di cadere, di insuccesso. forse paura della
responsabilit.
Sulla soglia di un traguardo importante, mostrano unincapacit
e una forte difficolt nel raggiungere lobiettivo per cui si sono

dati molto da fare. il senso di non farcela, lammalarsi per non


reggere il confronto un tema comune alle Boraginaceae.
Liperattivit nelle Rutacee cede il posto allesaurimentoal ritiro
degli investimenti e al senso di fallimento cosa che troviamo
anche in Onosmodium dove per le difficolt di partenza e le
problematiche neurologiche sono pi evidenti; in sintesi. Onos ha
meno mezzi in partenza rispetto alle rutacee.
Il paziente di questa famiglia(Rutace) si presenta in questa fase
debole, esaurito, depresso.
Tipico tema in Angostura di volare basso, la sensazione di cadere
e rialzarsi come in un sogno e galleggiare nellaria, ma non
essere capace di sollevarsi pi di tanto, anche Symph fa sogni di
cadere, ma non di volare; in termini simbolici non riesce
nemmeno a sollevarsi ha meno mezzi, ha una struttura pi
fragile.
Le Rutaceae mostrano una cattiva integrazione, talora autocastrazione.
Sul piano sessuale luomo pu mancare di controllo della
eiaculazione e vi pu
sterilit in entrambi i sessi ed in questo si avvicinano alle
Boraginaceae, dove i sintomi i frigidit e di debolezza sessuale
sono molto forti.
In queste ultime tuttavia, i sintomi sessuali sono pi da
ascrivere ad una debolezza intrinseca di questa famiglia( vedi
presenza di ac . rosmarinico ad azione antigonadotropa)
specialmente in Litospermun ed Onosmodium, mentre nelle
Rutacee il desiderio di performare li conduce a trascurare il
sesso ed i figli che sono ritenuti un intralcio al raggiungimento
dei loro obbiettivi
Tendenza a stimolarsi con il caff (soprattutto angostura).
Silicici
Nelle Boraginaceae contenuta una rilevante quantit di silicio,
e questo elemento li avvicina per molti aspetti ai Sali di silicio.
Nei Sali di Silicio c bisogno di sostegno su cui non possono
contare con coscienza della propria debolezza.
Io posso solo credere e far conto su me stesso, anche se mi
sento cos fragile non posso usare le energie di altri.

Uno degli aspetti pi caratteristici dei Silicici che si sentono


deboli, ma sentono anche di doversi fidare solo di se stessi. Al
contrario delle Calcaree, che sembrano grosse, ma si appoggiano
sempre su qualcuno.
Nelle Boraginaceae troviamo un senso di debolezza e di fragilit
che troviamo anche nei silicici, e come questi ultimi cercano di
appoggiarsi solo su stessi dunque come strategie di adattamento
sono molto simili, ma nelle Boraginaceae o almeno in Borago ed
Onos., vi una maggior dittatorialit seppure di facciata che non
c nei silicici, c un maggior tropismo neurologico almeno in
Onos, dove il senso di inadeguatezza molto pi forte rispetto ai
silicici.
Symphytum per quanto attiene ai processi di guarigione lenti e
torpidi ha molti punti in comune con Silicea, compresi i dolori
penetranti e pungenti, tuttavia Silicea pi indicata nei processi
suppurativi cronici, dove la componente infettiva non risolta
laspetto predominante. In Symphytum le causalit quali trami,
fratture, ferite sono pi nette rispetto a Silicea che soprattutto
un rimedio di osteomieliti croniche, mentre in Symph il trauma
e la minaccia alla sua integrit (che lo avvicina alle Compositate)
sono predominanti.
Nelle problematiche respiratorie croniche, compresa la
tubercolosi, Myosotis avernsis e Synphytifoglia, e Polmonaria
officinalis hanno diversi punti in comune con Silicea ma in
Myosotis il senso i abbandono decisamente pi forte ed
espresso rispetto a Silicea.
C anche un eccesso di coscienza della propria debolezza. Non
si sono sentiti abbastanza sostenuti nella loro infanzia. Ogni
volta che potevano appoggiarsi a qualcuno si sono trovati soli e
per questo aspetto sono simili alle Boraginaceae.
Insicurezza, timidezza, sono due temi condivisi dalle due
famiglie, tranne in Borago dove nella fase stenica sono piuttosto
egoici e dittatoriali.
Questa idea di precisione e puntigliosit serve a rafforzare la
loro debole struttura ed un tema condiviso. Spesso sono dei
tecnici, non sono cos creativi da intraprendere altre professioni.

I temi della vessazione e della persecuzione accomunano i


silicici e muriatici, spesso c la memoria di avere ricevuto offese
nel passato. Ma nei silicici non c il risentimento come nei
muriatici. Qui non c lelaborazione nel senso di ristrutturarsi.
Se hanno una frustrazione la reazione che questa cattiva e
allora la tagliano via.
I muriatici hanno pi energia, hanno pi rancore, i Silicici non
hanno lenergia per reagire: hanno reazioni pi rivolte verso s
stessi, si ammalano invece di vendicarsi. I muriatici cercano
anche persone che li vessano per mantenere il proprio rancore,
hanno una relazione dopo laltra, che non funziona mai. In
Borago officinalis sul tema della vessazione prevale il tema
dellabuso nel senso che hanno dovuto, volenti o nolenti,
dedicarsi ai loro parenti, rinunciando al lato al periodo giocoso
della loro infanzia e questo avvicina con molti distinguo li
avvicina al grudge dei Muriatici.
I muriatici ti parlano di tutte le relazioni che non hanno
funzionato, il silicico ti parla piuttosto della sua debolezza.
Rimuginano sui torti passati, questo invece non viene fatto per
nulla dalle Silicee.
Sotto questo aspetto Borago off come gi spiegato e Myosotys
per il suo ineluttabile senso di abbandono si avvicinano pi ai
muriatici che ai silicici.
Ambiente ristretto
Non c la capacit di elaborare, cos restringono il loro ambiente.
Molta difesa dallambiente esterno. Vedono la vita in modo
binario, senza sfumature, ed hanno una visione ristretta
dellambiente: le Boraginaceae hanno invece una difficolt a
prendere le misure allambiente, sbagliano le misure dei
movimenti(Onos)
o
si
fanno
male
ferendosi
o
fratturandosi(Symph) .
Dualit mente corpo.
Troviamo nei Silicici, molti aspetti che hanno a che fare con la
testa: La mia relazione col mondo passa per la testa, per la
razionalit, nella mia relazione con lambiente la cosa pi
importante capire. In Onosmodium il tema di una mente
lucida in un corpo che funzionatale altrettanto presente.

Paragonando diversi Silicici vediamo che hanno in comune


molti sintomi nella testa e pochi nel resto del corpo. In questi
rimedi vi sono molti sintomi di testa ingrandita, congesta, che
pesa troppo. Descrivono questo in paragone ad unaltra parte del
corpo che debole, troppo debole per sorreggerli. Grande testa e
il resto del corpo molto sottile. Nelle Boraginaceae invece, i
sintomi sono pi distribuiti specialmente agli occhi ed alle
estremit come se il tema dellintegrit fosse pi sentito da
queste ultime e la dualit meno sentita, tranne che in Onos.
La rigidit spesso del collo, metaforicamente, dovuta al bisogno
di sorreggere una testa troppo pesante. Spesso unaltra comune
rappresentazione somatica questa rigidit dovuta alla
debolezza muscolare. Per essere forte mi irrigidisco, per non
essere cos facilmente penetrato. Quello che posso fare di
ridurmi, restringermi e diventare sempre pi rigido. Le
Boraginaceae condividono questo tema, ma la rigidit pi
espressa a livello egli arti e del dorso e ci sono una maggior
variet di sintomi neurologici.
Ledum palustre
Appartiene alla famiglia delle ericacee e come polarit ha i
tessuti fibrosi quindi articolazione, tendini e occhio, ma anche il
periostio e i nervi.
Sono persone piuttosto pletoriche, spesso calorose, che
peggiorano col calore mentre le Boraginaceae, tranne Borago,
sono tutti rimedi freddolosi e migliorati dal caldo(tranne
Borago).
Per quanto riguarda le articolazioni pi un rimedio reumatico
con nodosit artritiche che peggiorano col caldo e migliorano con
le applicazioni fredde che di traumi e fratture e lenti processi di
guarigione come le Boraginaceae. Ha un forte desiderio di
stirarsi.
Occorre fare una buona diagnosi differenziale tra i due rimedi
per la prescrizione sui traumi oculari.
Symphytum indicato nei traumi del bulbo, ed in caso di
emorragie vitreali. Dopo essere stato colpito ad un occhio con un
corpo ottuso anche senza evidenti lesioni, chiudendo gli occhi si
ha la sensazione come se la palpebra superiore passasse sopra

un rigonfiamento del bulbo oculare, al risveglio locchio non pu


essere aperto facilmente, ma sembra spasmodicamente chiuso
queste sono altre importanti indicazioni per consigliare
Symphytum.
Ledum palustre indicato nei traumi dellorbita il cosiddetto
occhio nero e ci sono ecchimosi perioculari.
Calcarea Phosphorica.
Calcarea Phophorica, contiene calcio di cui sono ricche anche le
Boraginaceae.
E un rimedio che ha un tropismo sulle ossa, suture, cartilagini
periostio e ghiandole e perci entra in diagnosi differenziale con
Symphytum.
Calcarea Phosphorica, pur essendo un valido rimedio come
Symph per le fratture che tardano a formare il callo osseo,
presenta un ritardo di maturazione ossea come testimoniano le
fontanelle che si chiudono in ritardo e leruzione dei enti
anchessa in ritardo che Symph non ha. E un importante
rimedio dei dolori di crescita nei bambini, di rachitismo, di carie
ossee. E moto forte in questi pazienti il conflitto tra dipendenza
ed indipendenza che i due radicali opposti creano in loro, con
perenne insoddisfazione e scontentezza.
Bibliografia
Wikipedia: Symphytum officinale
Allens key notes: Symphytum officinale [Symph.]
Culpeppers Herbal (Symphytum RW4)
Clarke dictionary Symphytum off(RW4)
USDA Plants Chemical
Franz Vermeulen. Materia medica sinotica Vol 1-2 ed Salus
Infirmorum
Morrison. Manuale Guida ai sintomi chiave e di conferma
Galeazzi Editore
Mac Repertory Complete- Synthesis 9.2
ONOSMODIUM VIRGINIANUM.(Onos)
http://www.homeopathyandmore.com/menu/pictures/pictures.php?picture=&p=100&t=837&title=
ONOSMODIUM+VIRGINIANUM

Nomi tradizionali

Falso litospermo (False gromwell)


Onosmodium ispisdum
Onosmodium viriginiamun
Botanica e caratteristiche
E una pianta perenne, alta 30-60 cm, con gambi setolosi e
grappoli terminali di fiori tubulari pendenti giallastri e
grigiastri. Le foglie sono oblunghe od oblunghe-lanceolate,
sessili, minutamente setolose, quelle pi basse strette alla base
larghe 1-1,5 cm.
.Cresce sui secchi pendii della parte occidentale del Nord
America dallo stato di New York alla Florida e negli stati del
mid-Western come il Nord Dakota. Predilige i secchi terreni
collinari, fiorisce da Giugno a Settembre. Gli indiani Hopi
durante i loro rituali magici fumavano lOnosmodium. Euna
pianta segnalata sul Registro delle piante tossiche in molti stati
USA. Contiene, come altre Boraginaceae, alcaloidi pirrolozidinici
che sono epatotossici con unazione cumulativa nel tempo,
potendo produrre degenerazione grassa del fegato,sindrome
ostruttiva delle vene sovraepatiche (sindrome di Budd-Chiari)
cirrosi ed epatocarcinomi. La pianta ha anche unazione
teratogena.
La prima sperimentazione del rimedio stata condotta nel 1885
condotta dalla dottoressa W. E. Green, su 4 uomini e 2 donne, ha
portato alla luce alcuni fenomeni rilevanti a livello del sistema
nervoso dove esercitava una forte azione depressiva, sia sulle
funzioni intellettive che su quelle sensitivo motorie, associata ad
una netta diminuzione della libido, effetto che sembrerebbe una
caratteristica delle Boraginaceae. Ancora pi interessante il
fatto che Onosmodium, chiamato anche Falso litospermo un
parente stretto del vero Litospermo in quanto appartengono
entrambi alla famiglia delle Boraginaceae.
Il vero lytospermo o Lythospermun officinale stato usato per
secoli dalle donne africane da alcune trib indiane del Nord
America per il suo effetto anticoncezionale.

Ricerche scientifiche successive hanno dimostrato che la pianta


ha un effetto anti-gonadotropo sugli uomini e che inibisce
lovulazione nelle donne. Riduce inoltre la glicemia e diminuisce
la funzionalit tiroidea.
Dalla sperimentazione della signora Green si evince che anche il
falso litospermo ha unazione simile al vero Litospermo sulle
gonadi maschili e femminili e questo spiegherebbe lazione del
rimedio a livello della sfera sessuale.
OMEOPATIA
Il rimedio si ricava dalla tintura ottenuta dalla macerazione in
una quantit doppia di alcool della pianta fresca, compresa la
radice.
Le sperimentazioni indicano la forte attivit depressiva del
rimedio sui centri nervosi cerebrospinali con disturbi della
concentrazione,
della
memoria,
del
linguaggio,
della
coordinazione, nonch disturbi visivi e paresi che possono
interessare sia gli arti che i muscoli oculari.
Quello che emerge da unanalisi complessiva del rimedio il
grande senso di fragilit di queste persone ed il profondo
senso di inadeguatezza nel rapportarsi con gli obbiettivi che
questi pazienti si pongono nella vita. La spinta e lostinazione a
realizzare i loro scopi molto forte sotto linflusso dellelemento
siliceo, minerale di cui tutte le Boraginaceae sono ricche rispetto
ad altre famiglie vegetali. Sono individui tuttavia, che
intrinsecamente non si sentono attrezzati a raggiungere i loro
obbiettivi ma che li perseguono con ostinazione. Tutto visto
come un ostacolo che deve essere superato, ma al quale in
qualche modo non sanno prendere le misure, la profonda azione
depressiva del rimedio a livello del encefalico e midollare li rende
incapaci di trovare le giuste misure per superarlo.
Il sovradimensionare le cose e lincapacit a muoversi con
movimenti fluidi e coordinati che emerge da molte voci
repertoriali di cui le due pi significative sono senzaltrolalzare
i piedi pi del dovuto durante la deambulazione e il vedere le
cose pi vicine e pi grandi ne sono una rappresentazione

emblematica. Lansia di anticipazione generalizzata la


conseguenza di questa inattitudine a superare gli ostacoli (dd.
con Gels) e talvolta si associa a diarrea. A differenza di
Gelsemium che si blocca e trema, Onosmodium pi propositivo
e nello sforzo spasmodico per riuscire, tende ad esagerare con i
movimenti, con le percezioni visive e temporali ed a fare di pi di
ci che sarebbe necessario. Tutto ci spiega bene perch tutti i
suoi movimenti cos esagerati siano, in realt, finalizzati a
superare lostacolo esagerando, proprio per essere sicuro di
farcela.
Lazione del rimedio sul sistema nervoso alla base delleffetto
curativo in molte malattie neurologiche come la sclerosi placche,
il morbo di Parkinson e nelle atassie.
Un altro aspetto del rimedio la disconnessione che non solo
presente nella non adeguatezza del movimento, ma nella lettura
(dislessia), nella difficolt del linguaggio e nella confusione
mentale; dopo la somministrazione del rimedio alcuni pazienti
riferiscono la sensazione di parti che si rinsaldino come accade
anche nelle leguminose.
Alcune sensazioni di espandersi ed il tropismo neurologico li
avvicinano alle leguminose che tra laltro contengono anchesse
alcaloidi pirrolozidinici.
Tuttavia la sensazione di espandersi e di pienezza, alternata al
senso di costrizione che troviamo in Onosmodium pi un
compenso al senso di minus valia e una conseguenza
dellalterata percezione dello spazio, piuttosto che una reale
sensazione di potenza e di fiducia in s stesso. Il polo sessuale
un altro degli aspetti fondamentali del rimedio. Vi una netta
diminuzione del desiderio sessuale sia maschio, con paura
dellimpotenza e con una sensazione di freddo a livello dei
genitali, sia nella femmina con desiderio sessuale assente,
mancanza di piacere durante il coito, vari dolori uterini,
leucorree, disturbi mestruali e sensazione di bearing down.
I sintomi neurologici sono essenziali per la prescrizione del
rimedio; la mancanza di coordinazione, i tremori, le paralisi ne
fanno un grande rimedio per malattie neurologiche gravi quali le
sindromi atossiche, il morbo di Parkinson, la sclerosi multipla.

Ci sono molti sintomi di pesantezza e di debolezza che


sottolineano ulteriormente la difficolt a superare gli ostacoli che
domina il quadro del rimedio. I sintomi neurologici possono
anche essere solo funzionali come le turbe del linguaggio o la
dislessia come ben ci insegna il caso del dr Merialdo.
Bambini dislessici, in cui piccole conquiste costano enormi sforzi,
preparazioni fuori misura per impegno potrebbero rispondere
bene a tale rimedio;sono persone che si preparano in modo quasi
ossessivo e maniacale per superare una cosa tutto sommato di
poco conto.Si pu confondere con aspetti superficiali di
Lycopodium apparendo spesso mangioni per darsi sicurezza in
cui latteggiarsi a superuomo una chiara strategia. difensiva.
TEMI
INTEGRITY/FRAGILITY/VULNERABILITY
CONFIDENCE WANTS OF SELF/
INADEQUATE FEELING/Timidity
FORSAKEN FEELING
Anticipation/Space/Time
INJURES/SLOW REPAIR
Excitement/Integration of instinct
Activity/Exhaustion/Memory
Transformation
Speech
Dictatorial/Obstinate
Nervous system/Spasm/Convulsion
Sexuality/Sterility/Genitalia/Coldness
Heaviness/Spot pain
Ataxia
Eyes/Visual complaints
Thirst/Ice cold drink/Emaciation
INTEGRITY/FRAGILITY

Il Senso di fragilit si manifesta si manifesta con sintomi come


la scarsa coordinazione nei movimenti, latassia, i disturbi della
memoria, del linguaggio della lettura che dimostrano il tropismo
neurologico del rimedio.
CONFIDENCE
WANTS
FEELING /Timidity

OF

SELF/INADEQUATE

Una caratteristica importante del rimedio quella di avere una


profonda insicurezza che gli fa vivere come insormontabili delle
cose che non appaiono oggettivamente tali: esagerano non a caso
i movimenti per superare gli ostacoli con la loro atassia.
Sono persone con grosse spinte realizzatrici, desiderosi di
contare e di fare cose importanti, al di sopra della norma, ma con
l'intima consapevolezza di non farcela.
Sono vittime di richieste eccessive fatte a loro stessi, con
conseguente impossibilit di realizzare tali richieste. Si sforzano
comunque di dare il massimo e, nonostante i problemi di blocco
paralitico, spesso raggiungono risultati notevoli, ma non la
posizione cui aspirano. La malattia pu fornire loro una certa
giustificazione per la presunta mancata riuscita. Le pi piccole
conquiste costano enormi sforzi, preparazioni fuori misura per
impegno; si preparano in modo quasi ossessivo e maniacale per
superare una cosa tutto sommato di poco conto. In questo
atteggiamento emerge latteggiamento silicico di questa famiglia
di rimedi dovuto alla ampia presenza di questo elemento nella
loro composizione. Sono persone assai timide.
Mind; ANXIETY; fear, with (K6, SRI-76, G5)*
Mind; FEAR; general; happen; something will (K45,
SRI-503, G36)**
Mind; FEAR; general; happen; something will; terrible,
horrible*
Mind; FEAR; general; impotency, of (SRI-506)*
Mind;
DELUSIONS,
imaginations;
happen,
that
something terrible is going to (K26, SRI-297,
Mind; INADEQUATE, feeling of being*

Mind; IRRESOLUTION, indecision (K57, SRI-650,


G45)***
Mind; IRRESOLUTION, indecision; acts, in (K57, SRI651, G46)***
FORSAKEN FEELING
In tutti i rimedi di questa famiglia di piante presente un senso
di abbandono, pi evidente in Myosotis, che da mettere in
relazione con la mancanza di figure di riferimento valide negli
anni cruciali dello sviluppo da cui deriva, di conseguenza, buona
parte della loro scarsa fiducia nei propri mezzi.
Anticipation/Space/Time
Anticipazione
E un riflesso della mancanza di fiducia in se stesso, la grande
insicurezza nellaffrontare le cose con la paura di non farcela
sono alla base dellansia di anticipazione che non gli impedisce di
affrontare seppure con difficolt le difficolt che gli si presentano
davanti.
Rispetto a Gelsemium, Onos vuole contare di pi sulle proprie
forze, si appoggia meno agli altri. Molta ansia prima di una gara,
di un esame, di un avvenimento, spesso con diarrea.
Mind; ANXIETY (K4, SRI-54, G3)* ;
Mind; ANXIETY; fear, with (K6, SRI-76, G5)*
Mind; IRRESOLUTION, indecision (K57, SRI-650,
G45)***
Mind; IRRESOLUTION, indecision; acts, in (K57, SRI651, G46)***
Mind Timidity: public, about appearing, in (Mangialavori
addition 5)
Extremities;
TREMBLING;
General;
anticipation,
from***
Lalterazione del senso dello spazio emerge chiaramente
dalle varie paure di cadere, dallerrato giudizio sulle dimensioni
degli oggetti, dalla sensazione di allargarsi, dalla inadeguata

valutazione delle distanze, dallalzare eccessivamente i piedi


durante la deambulazione e dalle varie alterazioni oculari e
dellacuit visiva necessarie a rapportarsi correttamente con lo
spazio che lo circonda. Le varie voci del repertorio nella sezione
vertigo confermano il loro rapporto problematico con lo spazio.
Mind; FEAR; general; falling, of (K45, SRI-499, G36)*
Mind; FEAR; general; falling, of; downstairs (SRI500)*
Mind; FEAR; general; falling, of; downstairs; upstairs,
and*
Mind; FEAR; general; falling, of; fire, into, when
walking by it, and in spite of her willpower she did
stagger into the fire*
Mind; FEAR; general; falling, of; looking down, on*
Mind; DISTANCE; inaccurate judge of (K37, SRI-413,
G29)*
Mind; SIZE; incorrect judge of (K81, SRI-929, G65)*
VERTIGO; EXERTION, on; agg. (K99, G81) (Lifting; weight,
a)*
VERTIGO; EXERTION, on; agg.; vision, of (K99, G81)*
VERTIGO; HEADACHE; during (K99, G82, G125)*
VERTIGO; LOOKING; steadily; agg. (K100, G83)*
VERTIGO; LYING; while; agg. (K101, G83) (Bed; on
going to)*
VERTIGO; LYING; while; agg.; side, on (K101, G83)*
VERTIGO; LYING; while; agg.; side, on; left (K101,
G83)*
VERTIGO; MENIERES disease (EAR; Noises; general;
vertigo; with)*
VERTIGO; OCCIPITAL (K102, G84)*
VERTIGO; RAISING; hands above head*
Vision; LARGE; objects seem (K280, G237)**
Vision; LARGE; objects seem; raises his foot
unnecessarily high in stepping over small objects when
walking (K280, G237)***
Vision; HEMIOPIA; steps, impelled to make high*
Eyes; ENLARGED; sensation (K239, G200)*

Extremities; WALKING; lifts feet higher than usual*


Extremities;
MISSING
steps
when
descending
stairs(Mangialavori additions 5)
Tempo.
C anche unalterazione del tempo, oltre che dello spazio. E
come se dovessero sempre affrontare ostacoli, che appaiono
sempre pi giganteschi ed hanno fretta di farlo. Eevidente che le
difficolt nel rapportarsi con lo spazio si ripropongono con il
tempo come si evince della sensazione che il tempo passi troppo
lentamente e quindi appaia pi lungo e dalla fretta con cui si
dedicano alle proprie occupazioni, indicativi entrambi di come il
superamento dellostacolo avvenga con unesagerazione del gesto
fisico e con la maggior fretta possibile; quasi come se aver
superato una difficolt per un breve tempo fornisse loro
rassicurazione e placasse la loro ansia di anticipazione.
Mind; DELUSIONS, imaginations; time; exaggeration
of (K33, SRI-368, G27)*
Mind; DELUSIONS, imaginations; time; passes too;
slowly (SRI-368)*
Mind; TIME; passes too slowly, appearing longer (K88,
SRI-1022, G71)*
Mind; HURRY, haste; general (K52, SRI-579, G41)*
Mind; HURRY, haste; general; occupation, in general
INJURES/SLOW REPAIR
Anche in questo rimedio ogni lesione si traduce in una lenta
guarigione, non a caso ha la sensazione di una mente lucida in
un corpo che va in pezzi a testimoniare i lenti processi di
recupero e guarigione.
Excitement/Integration of instinct
In questo rimedio c una grande ipereccitabilit documentata
dalle voci repertoriali di irritabilit, restlessness, ed

ipersensibilit in generale specialmente ai rumori, comprese le


numerose contrazioni spasmodiche agli arti.
Nelle Boraginaceae e specialmente in Onos limpegno
spasmodico per superare gli ostacoli, associato alle
problematiche sessuali indica una cattiva integrazione degli
istinti.
Mind; IRRITABILITY; general (K57, SRI-653, G46)*
Mind; RESTLESSNESS, nervousness; general (K72,
SRI-835, G57)*
Mind; SENSITIVE, oversensitive; general (K78, SRI897, G62)*
Mind; SENSITIVE, oversensitive; general; noise, to
(K79, SRI-648, SRI-901, G63)*
Extremities; JERKING (K1029, G858)*
Extremities; JERKING; lying, while (K1029, G858)*
Extremities; JERKING; lying, while; side, on (K1029,
G858)*
Extremities; JERKING; side; not lain on (K1029,
G858)*
Extremities; JERKING; upper limbs (K1029, G858)*
Extremities; JERKING; lower limbs (K1030, G859)*
Generalities; TINGLING, prickling; external (K1392,
SRII-519, G1148
Activity/Exhaustion/Memory
Attivit
Sono persone impazienti, vanno molto veloci, fanno le cose con
energia, corrono. Sono persone con grosse spinte realizzatrici,
desiderosi di contare e di fare cose importanti, al di sopra della
norma, ma con l'intima consapevolezza di non farcela.
Sono vittime di richieste eccessive fatte a loro stessi, con
conseguente impossibilit di realizzare tali richieste. Si sforzano
comunque di dare il massimo e, nonostante i problemi di blocco
paralitico, spesso raggiungono risultati notevoli, ma non la
posizione cui aspirano. La malattia pu fornire loro una qual

certa giustificazione per la presunta mancata riuscita.


Mind; HURRY, haste; general (K52, SRI-579, G41)*
Mind; HURRY, haste; general; occupation, in (K52,
SRI-582, SRI-583, G41)*
Mind; IMPATIENCE (K53, SRI-600, G42)*
Mind; THOUGHTS; rapid, quick (K88, SRI-1010, G70)*
Prostrazione.
Lo strenuo impegno che profondono nel superare gli ostacoli li
conduce ad una forte prostrazione sia mentale che fisica come
testimoniato dai numerosi sintomi di debolezza, di stanchezza e
di pesantezza presenti nel repertorio.
Mind; PROSTRATION of mind, mental exhaustion,
brain fag (K69, SRI-801, G55)*
Eyes; WEAKNESS (K270, G227)*
Eyes; WEAKNESS; lids**
Generalities; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity (K1413, SRII-693, G1165)*
Generalities; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity; leucorrhea; with (SRII-718,
SRIII-509)*
Generalities; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity; sexual*
Generalities; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity; sexual; excesses, after (SRII732)*
Generalities; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity; born tired, as if*
Generalities; WEARINESS; general (K1421, SRII-745,
G1170)*
Generalities; WEARINESS; general; born tired, as
if*and after (K1231, G1016)*
Extremities; HEAVINESS, tired limbs (K1013, G846)**
Extremities; HEAVINESS, tired limbs; upper limbs
(K1014, G846)**

Memory.
Sono persone, in genere, con una pessima memoria come risulta
dalle difficolt a ricordarsi le cose che debbono fare o che leggono
o che debbono dire.
Mind; ABSORBED, buried in thought; general (K1,
SRI-4, G1)**
Mind; ABSTRACTION of mind (K1, SRI-6, G1)**
Mind; MEMORY; weakness, loss of (K64, SRI-732, SRI733, G5
Mind; MEMORY; weakness, loss of; do, for what he
was about to (K64, SRI-735, G51)**
Mind; MEMORY; weakness, loss of; done, for what he
has just (K64, SRI-735, G51)**
Mind; MEMORY; weakness, loss of; read, for what he
has (K65, SRI-739, G51)**
Mind; MEMORY; weakness, loss of; say, for what he is
about
to
(K65,
SRI-740,
G52)**
Mind;
FORGETFULNESS (K48, SRI-539, G38)***
Mind; FORGETFULNESS; words while speaking, of,
word hunting (K49, SRI-546, G39)
Transformation
Presentano spesso sintomi di pezzi del corpo che si staccano e poi
si riattaccano, la sensazione che il corpo si espanda, la
sensazione di costrizione. Questo espandersi e costringersi li
avvicina per questo aspetto associato a quello neurologico alle
leguminose.
Questa sensazione di espandersi potrebbe rispondere alla pi
generale necessit di ipertrofizzarsi di fronte agli ostacoli da
superare.
HEAD; CONSTRICTION (K111, G93)
HEAD;
FULLNESS
(K118,
G98)
(Congestion)
(Enlarged)*
HEAD; FULLNESS; eating; after; amel. (K119, G99)*
HEAD; FULLNESS; sleep, after; amel. (K119, G99)*

HEAD; FULLNESS; Occiput (K120, G99)*king; fixedly


at anything, from; agg. (K142, G118)***
Eyes; ENLARGED; sensation (K239, G200)*
THROAT; CHOKING, constricting (K448, G381, G397)
THROAT; CHOKING, constricting; swallowing; on
(K449, G382)
ABDOMEN; CLOTHING, sensitive to (K541, G461)
ABDOMEN; CLOTHING, sensitive to; uncover, wants
to (K541, G461)*
Chest; ENLARGED sensation*
Chest; ENLARGED sensation; mammae*
Chest; ENLARGED sensation; mammae; nipples*
Speech/Mistakes
Difficolt ad esprimersi, ad articolare le parole, saltano da una
frase allaltra, dando per scontato che la frase precedente stata
compresa. Parlano molto eccitati e concitati e si bloccano spesso
nellesposizione, come se si inciampassero fra una frase e laltra.
Anche le difficolt uditive che sono riportate nel repertorio
confermano ulteriormente questo senso inadeguatezza che
deriva dallazione depressiva del rimedio sul SNC.
Mind; APHASIA (K9, G7)*
SPEECH; incoherent (K81, SI-940) (MIND;
SPEECH; wanting (K420, G356)
HEARING; IMPAIRED (K321, G269) (Lost)*
HEARING; IMPAIRED; voice, for human
G271)*

(K323,

Dictatorial/Obstinate
E una dittatorialit di facciata, che potrebbe superficialmente
farlo confondere con Lycopodium e che troviamo, ancor pi
spiccata, in Borago officinalis; in realt un modo di farsi
coraggio per darsi la forza per affrontare gli ostacoli. Sono delle
persone ostinate, che seppure con difficolt riescono a superare
gli ostacoli e compiono qualsiasi sforzo per riuscirci.

Nervous system/Spasm/Convulsion
Nella pianta sono contenute sostanze neurotossiche, specie a
livello cerebellare, buon rimedio per malattie neurologiche, per
patologie gravi, come sclerosi laterale amiotrofica, sclerosi
multipla, degenerazioni midollari. Onosmodium circoscrive il
dolore, perseguendo l'obiettivo di ridurre al minimo la malattia
che percepisce come grave, invasiva e dirompente. Onosmodium
un grosso rimedio di malattie neurologiche gravi. (fra i rimedi
simili a Gelsemium). Primi studi sullazione di questo rimedio
sono stati fatti in sclerosi multiple, sclerosi laterali amiotrofiche,
degenerazioni midollari.
Non ha risolto la patologia, ma ha aiutato molto questi pazienti.
Il rimedio trova indicazione ad essere prescritto in pazienti con
la sclerosi multipla, in cui presente unottima lucidit mentale
in un corpo che si scompensa.
In questo rimedio i dolori sono circoscritti, (spot pains) sono
qualcosa che si percepisce come estremamente grande,
pervasivo, dirompente, estremamente serio e proprio per questo
si cerca di circoscriverlo in una piccola area per cercare di
salvare il resto del corpo. Questi pazienti hanno patologie che in
genere non sono dolorose, ma anche nei casi in cui il dolore
molto intenso, con un atteggiamento stoico dicono che quel punto
fa malissimo, ma che il resto va molto bene e non c da
preoccuparsi. In quella piccola area dolente, in realt sono
condensati un mare di problemi di notevole importanza clinica,
pericolosi spesso per la vita, ma che essi minimizzano per poter
mantenere un certo equilibrio complessivo.
Extremities;
Extremities;
from*
Extremities;
G849)**
Extremities;
G849)**

INCOORDINATION (K1017, G849)**


INCOORDINATION; mental prostration,
INCOORDINATION; upper limbs (K1018,
INCOORDINATION; lower limbs (K1018,

Extremities; JERKING (K1029, G858)*


Extremities; JERKING; lying, while (K1029, G858)*
Extremities; JERKING; lying, while; side, on (K1029,
G858)*
Extremities; JERKING; side; not lain on (K1029,
G858)*
Extremities; JERKING; upper limbs (K1029, G858)*
Extremities; JERKING; lower limbs (K1030, G859)*
Extremities; WEAKNESS (K1224, G1011)**
Extremities; WEAKNESS; lower limbs (K1228, G1013)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs (K1230,
G1015)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs; evening
(K1231, G1016)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs; evening;
walking, while (K1231, G1016)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs; walking;
while
Generalities; CONVULSIONS, spasms (K1351, SRII97, G1115)*
Generalities;
CONVULSIONS,
spasms;
one-sided
(K1354, G1118)*
Generalities; CONVULSIONS, spasms; one-sided; side;
not lain on*
Ataxia
Numerosi sintomi repertoriali come la mancanza di
coordinazione, la deambulazione patologica, i tremori, indicano
che un grande rimedio per latassia; si muovono come robot
perch per affrontare un qualsiasi ostacolo esagerano molto il
movimento, come se lostacolo da superare fosse molto pi grosso
che nella realt. Il tutto peggiora molto se sono pi emozionati o
eccitati.
Extremities; ATAXIA (K953, G799)**
Extremities; INCOORDINATION; mental prostration,
from*

Extremities; INCOORDINATION; upper limbs (K1018,


G849)**
Extremities; INCOORDINATION; lower limbs (K1018,
G849)**
Extremities; TREMBLING; general (K1210, G1000)*
Extremities; TREMBLING; general; exertion, after
(K1210, G1000)*
Extremities; TREMBLING; general; upper limbs
(K1211, G1000)*
Extremities; TREMBLING; general; upper limbs;
forearms (K1211, G1001)**
Extremities; TREMBLING; general; upper limbs;
hands (K1212, G1001)**
Extremities; TREMBLING; general; lower limbs
(K1213, G1002)*
Extremities; TREMBLING; general; lower limbs; legs
(K1214, G1003)*
Extremities; WALKING; cotton, as if on*
Extremities; WALKING; infirm (K1223, G1010)*
Extremities; WALKING; lifts feet higher than usual*
Extremities; WEAKNESS (K1224, G1011)**
Extremities; WEAKNESS; lower limbs (K1228, G1013)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs (K1230,
G1015)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs; evening
(K1231, G1016)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs; evening;
walking, while (K1231, G1016)*
Extremities; WEAKNESS; lower limbs; legs; walking;
while
SexualitySterility/Genitalia/Coldness
Dopo una breve fase stenica in cui il rimedio trova anche
indicazioni per i disturbi da eccessi sessuali, subentra la
mancanza del desiderio sessuale e di piacere nellatto sessuale,
leiaculazione precoce, lerezione incompleta, la sensazione di

freddo a livello dei genitali, lavversione al coito nel maschio. La


mancanza di piacere, lavversione al coito e la netta diminuzione
del desiderio sono altrettanto presenti nella femmina. La paura
dellimpotenza indica come anche latto sessuale anchesso un
ostacolo da superare e perci rientri anche questo aspetto nella
tematica pi generale del rimedio. La logica conseguenza
dellastenia sessuale del rimedio la sterilit. Tali sintomi sono
ancora pi evidenti nel Lithospermo un rimedio appartenente
alla stessa famiglia, utilizzato dagli Indiani nativi dellAmerica
come contraccettivo.
Mind; AILMENTS from; sexual; excesses (K79, SRI-23,
G63
Mind; FEAR; general; impotency, of (SRI-506)*
Male; COLDNESS (K693, G593)*
Male; COLDNESS; penis (K693, G593)**
Male; COLDNESS; penis; glans (K693, G593)**
Male; COLDNESS; testes (K693, G593)*
Male; EJACULATIONS, seminal discharge; premature,
too quick (K710, SRIII-378, SRIII-423, SRIII-427,
G606)*
Male; COITION; enjoyment; absent (K693, SRIII-380,
G593)*
Male; ERECTIONS, troublesome; lying, while (K695,
SRIII-396, G595)*
Male; ERECTIONS, troublesome; lying, while; back, on
(K695, SRIII-396, G595)*
Male; ERECTIONS, troublesome; incomplete (K695,
SRIII-394, G595)*
Male; ERECTIONS, troublesome; incomplete; lying,
while*
Male; ERECTIONS, troublesome; incomplete; lying,
while; back, on*
Male;
ERECTIONS,
troublesome;
incomplete;
psychical*
Male; ERECTIONS, troublesome; wanting, impotency
(K696, SRIII-406, G595)**

Male; ERECTIONS, troublesome; wanting, impotency;


fright, from* Male; POLLUTIONS, seminal emissions;
general (K710, SRIII-414, G606)**
Male; SEXUAL; desire; diminished (K711, SRIII-433,
G607)**
Male; SEXUAL; desire; increased (K711, SRIII-437,
G607)*
Male; SEXUAL; desire; wanting (K693, K711, SRIII432, SRIII-447, G607)**
Female; COITION; aversion to (K715, SRIII-460,
SRIII-601, G610)*
Female; COITION; enjoyment; absent (K715, SRIII461, G610)*
Female; SEXUAL; desire; diminished (K716, SRIII601, G611)**
Female; SEXUAL; desire; wanting (SRIII-609)*
Female; PAIN; general; vagina; extending; downward,
as if viscera would protrude*
Female; PROLAPSE; uterus; lying down; amel. (K743,
G631)*
Female; PROLAPSE; uterus; lying down; amel.; back,
on*
Female; PAIN; bearing down (K735, G625)*
Chest; ATROPHY; mammae (K824, K829, G696)**
Chest; FLABBY mammae (K832, G703)*
Chest; SMALL; mammae, undeveloped*
Generalities;
Generalities;
SEXUAL;
excesses;
ailments
after
(K1399, SRII-576, G1154)*
WEAKNESS, enervation, exhaustion, prostration,
infirmity; leucorrhea; with (SRII-718, SRIII-509)*
Generalities; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity; sexual*
Generalities; WEAKNESS, enervation, exhaustion,
prostration, infirmity; sexual; excesses, after (SRII732)*

Heaviness/Spot Pain/Head pain


Ci sono sintomi di pesantezza a vari livelli, gli arti sembrano
sempre pi pesanti e c un netto calo di forza quasi a trovare
una giustificazione alla difficolt a superare gli ostacoli.
Gli ostacoli sembrano molto pi grossi, sembrano macigni.
Le patologie gravi di cui soffre in genere non sono dolorose, ma,
se il dolore c, assai intenso e i pazienti indicano una zona
estremamente dolente o bruciante, penetrante, facendo salvo il
resto del corpo che, a detta loro, funziona benissimo.
In realt la piccola area in questione esprime spesso un
problema complesso.
Sembra che Onosmodium voglia fare una distinzione tra la testa
che funziona e il corpo che sta andando in pezzi e si sforza di
circoscrivere il problema per diminuirne la gravit. Onosmodium
un altro esempio dei dolori a spot, che sottolinea, come
abbiamo visto per alcune Compositae, la tematica della
negazione.
Nel repertorio sono riportati numerosi sintomi cefalgici con
dolori schiaccianti, lancinanti, a coltellata, perci localizzati in
piccole aeree, emicranie; sono dolori che peggiorano da coricati e
col movimento quindi di tipo congestivo con sensazione di
pienezza e pesantezza.
In prevalenza i dolori sono localizzati sopra locchio sinistro e si
estendono alloccipite e al collo.
HEAD; HEAVINESS (K124, G103) (Falling backward
of) (HEAD PAIN; Pressing)*
HEAD; HEAVINESS; Occiput (K127, G106)*
Eyes; HEAVINESS (K241, G202)*
Eyes; HEAVINESS; lids (K241, G202)*
Female; HEAVINESS (K719, G613)*
Female; HEAVINESS; ovaries (K719, G613)*
Generalities; HEAVINESS*
Generalities; HEAVINESS; internal (K1367, SRII-310,
G1127)**

Generalities; HEAVINESS; external (K1367, SRII-309,


G1127)**
Generalities; PAIN; general; spots**
Generalities; PAIN; linear*
Generalities; PAIN; linear; spots*
Generalities; SPOTS, symptoms or sensations occur in*
HEAD PAIN; GENERAL; morning; agg. (K133, G110)*
HEAD PAIN; GENERAL; morning; agg.; waking, and on
(K133, G111)*
HEAD PAIN; GENERAL; morning; agg.; waking, and
on; opening the eyes, on first (K133, G111)*
HEAD PAIN; GENERAL; darkness; agg. (K139, G116)*
HEAD PAIN; GENERAL; jar, from any (K141, G117)
HEAD PAIN; GENERAL; looking; fixedly at anything,
from; agg. (K142, G118)***
HEAD PAIN; GENERAL; lying, while; agg. (K142,
G118)*
HEAD PAIN; GENERAL; lying, while; agg.; dark room,
in. (K142, G118)*
HEAD PAIN; GENERAL; lying, while; agg.; back, on
(K142, G118)*
HEAD PAIN; GENERAL; lying, while; agg.; occiput, on
(G117)*
HEAD
PAIN;
GENERAL;
migraine
(bilious)
(nervous)**
HEAD PAIN; CUTTING, darting, stabbing (K180,
G149)
HEAD PAIN; CUTTING, darting, stabbing; Temples
(K181, G150)*
HEAD PAIN; CUTTING, darting, stabbing; Temples;
left (K181, G150)*
HEAD PAIN; DULL (K185, G154) (General)*
HEAD PAIN; PRESSING (K188, G157)
HEAD PAIN; PRESSING; Occiput (K196, G163)**
HEAD PAIN; PRESSING; Occiput; extending; upward
(K197, G164)*

Eyes/Visual complaints
Vedono le cose assai pi grandi. Proiettano i problemi vedendoli
molto pi grossi; rispetto a Gelsemium hanno pi iniziativa, sono
pi realizzatori, non hanno cos bisogno dellappoggio degli altri,
sono pi indipendenti e meno adolescenziali. La loro ansia di
anticipazione non impedisce loro di prendere iniziative, lavori e
di portarli avanti. - Sintomi oculari come il vedere le cose pi
grandi e pi vicine, sentir gli occhi allargati, la diplopia, la
perdita del visus, sono la rappresentazione pratica della loro
intrinseca difficolt a superare gli ostacoli!
Eyes; ASTIGMATISM (K235, G197, G229)*
Eyes; ENLARGED; sensation (K239, G200)*
Eyes; OPEN, opening; general (K247, G208)**
Eyes; OPEN, opening; general; wide open (K247,
G208)*
Eyes; OPEN, opening; sensation as of (K247, G208)*
Eyes; OPEN, opening; sensation as of; wide (K247,
G208)*
Eyes; PAIN; general; exertion of vision, from*
Eyes; PAIN; general; motion of eyes; agg.*
Eyes; PAIN; general; reading; agg.**
Eyes; PAIN; general; using eyes*
Eyes; PAIN; general; extending; occiput, to*
Eyes; PAIN; aching (K251, G211)*
Eyes; PAIN; sore, bruised (K258, G217)* Eyes;
PARALYSIS; muscles (K261, G220)*
Eyes; PARALYSIS; muscles; recti; internal (K261,
G220)*
Eyes; PUPILS; contracted (K262, G221)*
Eyes; PUPILS; contracted; right (K262, G221)*
Eyes; PUPILS; unequal (K262, G222)*
Eyes; STIFFNESS (K266, G224)*
Eyes; STIFFNESS; lids (G224)*
Eyes; STRAINED feeling*
Eyes; TENSION; increased (K268, G225)*

Eyes; TENSION; increased; straining them to read


small print, as from*
Vision; ACCOMMODATION; defective (K271, G229)*
Vision; ACCOMMODATION; slow (K271, G229)**
Vision; BLURRED (K271, G229, G239)*
Vision; COLORS before the eyes (K272, G229)*
Vision; COLORS before the eyes; red (K274, G231)*
Vision; DIM (K275, G232, G239)*
Vision; DIPLOPIA (K277, G234)*
Vision; HEMIOPIA (K280, G236)*
Vision; HEMIOPIA; steps, impelled to make high*
Vision; HYPERMETROPIA, hyperopia, farsightedness
(K280, G236)**
Vision; ILLUSIONS (K280, G237)**
Vision; LARGE; objects seem (K280, G237)**
Vision; LARGE; objects seem; raises his foot
unnecessarily high in stepping over small objects when
walking (K280, G237)***
Vision; LOSS of vision, blindness (K281, G237)*
Vision; LOSS of vision, blindness; colors, for (K272,
G229)*
Vision; WEAK (K284, G240)**
Vision; BOENNINGHAUSEN; agg.; exertion; vision, of
(K278, G234)***
Thrist/Ice cold drink/Emaciation
Grande sete per bevande fredde che lo migliorano e che desidera
spesso bere in piccole quantit. Nelle generalit ci sono dei
sintomi di emaciazione legati in parte alle problematiche
neurologiche nonostante un appetito aumentato. Nel caso del dr
Merialdo presente aumento dellappetito. Migliorato dal vino;
aggravato dal caff (caso dr Merialdo)
LATERALITA SINISTRA
La lateralit sinistra piuttosto netta.

DIAGNOSI DIFFERENZIALI
Nel quadro complessivo del rimedio valutato per temi e non su
singoli sintomi le diagnosi differenziali pi significative
potrebbero essere con:
Gelsemium sempervirens
Rispetto ad Onosmodium, Gelsemium pi pauroso, un fifone,
ha paura di affrontare le difficolt, trema al solo pensiero di
farlo, trema per spavento, trema per debolezza, vuole essere
sorretto, molto meno propositivo nella vita si pone meno
obbiettivi per la paura di non raggiungerli. Il tremore un
elemento caratterizzante di Gels, presente, mentre parla nella
sua voce tremolante o mentre gesticola il suo compagno di
viaggio indipendentemente dalla presenza o meno di una
malattia neurologica.
Gelsemium complessivamente pi goffo ed impacciato mentre
si muove, pi ipereccitabile, Onosmodium calcola male le
distanze scoordinato nei movimenti perch non valuta bene la
distanza e la posizione degli oggetti.
In Onos il tremore fa parte pi facilmente di un quadro
neurologico un tremore intenzionale che si trova una sindrome
atassica o degenerativa.
Due voci repertoriali sono esemplificative del differente modo di
porsi di fronte agli ostacoli dei due rimedi(EXTREMITIES;
TREMBLING; General; anticipation, from***--EXTREMITIES;
TREMBLING; General; exertion, after (K1210, G1000)*);
Onosmodium presente in entrambe ,Gels solo nella prima: il
fatto che Onos compaia anche nella seconda indica che almeno ci
prova ,seppure con difficolt a superarli, Gels si paralizza e
trema senza nemmeno provarci ad affrontarli.
Lelemento spavento dominante in Gelsemium che non a caso
un grosso rimedio per gli attacchi di panico, la tendenza a
svenire un sintomo caratterizzante di Gels, non di Onos.. In

Gelsemium manca la forza di volont che invece presente in


Onosmodium che si propone obbiettivi ambiziosi.
Lo scarso desiderio sessuale la sterilit la sensazione di freddo a
livello dei genitali sono elementi pi caratterizzanti di
Onosmodium dove il desiderio sessuale scarso o assente per
lazione antigonadotropa del rimedio rispetto a Gelsemium dove
le scarse prestazioni sessuali sono pi il risultato di unansia da
anticipazione e di una mancanza di libido che gli deriva dalla
paura di fallire.
La confusione mentale pi accentuata in Gelsemium non a
caso si perde per le strade che conosce bene.
Entrambi i rimedi hanno sintomi oculari e visivi ma anche qui
due voci li differenziano e indicano molto bene il differente
atteggiamento dei due rimedi nei confronti delle difficolt.
Gelsemium vede gli oggetti pi lontani di quanto sono realmente
quasi a significare che non riuscir a raggiungerli ed a superarli,
Onosmodium li vede pi grossi, vale a dire difficili da superare,
ma almeno cerca di farlo ed, infatti, alza pi di quanto sia
necessario i piedi quando si avvicina a piccoli oggetti.
Lycopodium clavatum
Entrambi i rimedi hanno un atteggiamento dittatoriale ed una
forte ansia di anticipazione, tuttavia le differenze tra i due
rimedi sono numerose e caratterizzanti. Lycopodium ha una
totale mancanza di fiducia in se stesso e la dittattorialit una
strategia di sopravvivenza che gli permette di superare il suo
senso di nullipotenza; in Onosmodium invece un modo per
darsi coraggio, non un aspetto essenziale per la sua
sopravvivenza.
Lycopodium ha sempre bisogno di qualcuno, che seppure ad una
certa distanza, gli stia vicino, Onosmodium non ha bisogno del
supporto di un altra persona, non ha legotismo seppure di
cartapesta di Lyc, non cos presuntuoso ed altezzoso come Lyc.
Onosmodium seppure con tutte le difficolt sopra segnalate fa
affidamento su se stesso e nonostante
il suo senso di
inadeguatezza responsabile e tenta di arrivare agli obbiettivi
pagando come prezzo tutte le difficolt nel movimento,
nellesprimersi, e nel valutare le distanze ed i tempi, Lycopodium

molto pi astratto, appariscente, pomposo, intollerante alla


contraddizione, ha un intelletto brillante, un eloquio fluente , ma
scarso senso pratico e non si assume responsabilit se non e
costretto a farlo.
Da un punto di vista fisico la dei due rimedi assai differente:
Lycopodium ha una netta polarit sul fegato e sul digerente, un
appetito decisamente aumentato, mentre in Onos prevale
nettamente la polarit neurologica, le difficolt sessuali, la
coldness a livello genitale sono presenti in entrambi i rimedi, ma
in Lyc sono legate pi allansia della prestazione ed alla paura di
fallire piuttosto che ad una reale impotenza come in Onos.
La lateralit di Lyc. decisamente destra in Onos sinistra.
Picricum acidum
Entrambi i rimedi condividono un affaticamento mentale, che
compare dopo un intenso sforzo mentale specialmente in Pic-ac
ove c una forte perdita di memoria, con la paura non ricordarsi
nulla, lansia di anticipazione specie prima egli esami presente
in entrambi i rimedi, ma in Onosmodium il risultato di una
difficolt oggettiva a superare lesame, in Picac il risultato di
una persona che si esaurita studiando eccessivamente ma che
in realt ha le capacit per farcela.
Da un punto di vista sessuale Pic-ac ha un desiderio sessuale
intenso con perdita di liquido seminale ed erezioni costanti,
lastenia sessuale si verifica per esaurimento come accade negli
acidi, mentre in Onos c, sin dallinizio, una netta diminuzione
del desiderio sessuale con senso di freddo ai genitali. La
compromissionehttp://www.homeopathyandmore.com/menu/pictures/pictures.php?picture=
&p=100&t=837&title=ONOSMODIUM+VIRGINIANUM neurologica pi tipica di
Onosmodium.
Agnus cactus.
La mancanza di fiducia in se stessi e la mancanza di potenza
sessuale sono due aspetti che lo avvicinano a Onos, tuttavia il
rimedio trova spesso indicazione in soggetti che hanno una
perdita del desiderio sessuale dopo unattivit sessuale eccessiva
e non c il corteo di sintomi neurologici di Onos.

Causticum
Con Onos condivide linteressamento neurologico, tuttavia Caust
un grande rimedio delle paralisi dei nervi motori, specialmente
da freddo, come la paralisi del faciale, della vescica con
incontinenza urinaria, paralisi delle corde vocali, mentre in Onos
prevalgono i sintomi neurologici di incoordinazione, atassici, i
tremori.
Gli aspetti mentali sono profondamente differenti; gli individui
Causticum condividono molti aspetti dei Kali come il fanatismo,
il rispetto delle regole, la rigidit sia fisica che mentale,
linsofferenza alle ingiustizie, che non fanno parte del quadro
mentale di Onos.
Sepia
Lavversione al coito, la frigidit, il bearing down di Sepia
potrebbe far confondere ad una lettura superficiale i due rimedi,
tuttavia in Sepia presente la tematica della stasi emotiva con
indifferenza verso le persone amate, lincapacit di dare affetto,
il conflitto tra dipendenza ed indipendenza, tipico dei rimedi
marini e la stasi fisica con disturbi circolatori, costipazione, il
desiderio di sforzi fisici violenti che la migliorano, lamore per la
danza tutte tematiche che sono assenti in Onos.
Leguminose.
Le boraginaceae come le leguminose contengono alcaloidi
pirrolozidinici; specialmente in Onos troviamo patologie
neurologiche, la sensazione di scomporsi e ricomporsi, la
sensazione di costrizione e di espansione, laggravamento con gli
abiti stretti, tutti aspetti che impongono una diagnosi
differenziale.
Nelle leguminose tuttavia, sono presenti una dualit, una rabbia
esplosiva, dei tratti di personalit francamente psicotici con un
incerto senso di identit che non ritroviamo in Onos dove la forte
difficolt a superare ostacoli, tutto sommati modesti, frutto
della sfiducia in se stessi e del senso di inadeguatezza.
Le leguminose sono individui pi creativi, pi complessi, queste
piante contengono grosse quantit di azoto e ci li avvicina a
rimedi del mondo animale come i latti ed i veleni di serpente. Il

tema ella repressione e della dissipazione presente in questa


famiglia, mentre non un tema fondante delle boraginaceae.
In particolare la diagnosi si pone con Lathyrus sativus (lath.) che
ha molti sintomi neurologici di debolezza ed un grande rimedio
di sclerosi multipla e di sclerosi laterale amiotrofica.
I riflessi osteotendinei in Lath. sono spesso accentuati a
dimostrare un origine centrale del disturbo neurologico. Ma il
sintomo caratterizzante di Lath la debolezza degli arti inferiori
che conduce alla paralisi con emaciazione dei muscoli, ha dei
tremori ed unandatura spastica e barcollante tanto che sembra
cadere da un piede allaltro mentre cammina. Le ginocchia
battono assieme durante la deambulazione ed il tallone non
tocca il pavimento come ulteriore segno di spasticit. A questo si
associa il fatto che non possono estendere ed incrociare le gambe
quando sono seduti. Talvolta ci sono tremori agli arti superiori
con incapacit a tirare su o posare gli oggetti.
Sono spesso sonnolenti e sbadigliano in continuazione. Sono
persone che sentono che non hanno la possibilit di farcela.
Rutacee
Nelle rutacee c un iperattivit con grandi aspettative i se
stessi, vogliono realizzare tutto e subito ed in modo perfetto
anche sono sempre insoddisfatti dei risultati ottenuti. Questa
iperattivit li esaurisce lasciandoli spremuti e con la paura del
fallimento. Se non lavorano sino a esaurirsi si sentono in colpa.
In queste persone presente una cattiva integrazione degli
istinti con il sacrificio specialmente nelle donne della loro parte
femminile compreso lato sessuale ed il desiderio di procreare
considerati un intralcio al loro desiderio di affermarsi, di esseri
attivi ed efficienti.
Labuso di stimolanti come il caff un modo per restare attivi e
produttivi.
Le patologie a carico dellocchio e dellapparato osteo-articolare e
le emorragie costituiscono le principali polarit fisiche di questi
rimedi.
Nella Boraginaceae lefficienza ed il desiderio di realizzarsi
molto forte, ma a differenza della Rutacee che operano con una
maggior fiducia in se stessi ed in piena efficienza, c in fondo

una consapevolezza che non raggiungeranno lobbiettivo che si


sono posti per una intrinseca incapacit a superare gli ostacoli.
Linteressamento oculare pi organico nelle Rutacee con
cataratte, emorragie oculari, pi funzionale nelle Boraginaceae
con disturbi prevalentemente funzionali visivi.
Linteressamento del sistema nervoso prevalente specialmente
in Onosmodium , mentre quello osteoarticolare pi colpito nelle
Rutacee che sotto questo aspetto si avvicinano Symphytum.
Plumbum: ha i tipici dolori tiranti verso linterno specialmente
a livello addominale, molte contratture tendinee, aspetto
emaciato ed una paralisi progressiva spesso pi visibile agli arti
superiori, spasmi e contrazioni involontarie dei muscoli e
tremori del braccio e mano e per concludere un aterosclerosi in
fase avanzata che Onos. non ha.
Selenium: predomina la debolezza specie dopo eccessi sessuali,
perdita di liquidi organici o febbri ed inoltre aggrava col calore,
un rimedio di debolezza e collasso, ha spesso una stanchezza
cronica ed ha perdita di peli, compresa lalopecia.

Caso di ONOSMODIUM VIRGINIANUM (dr Giacomo


Merialdo)
Vedo Aldo, 25 anni, artigiano nella primavera del 2000. Alto e
robusto, una buona stazza, timido, un po impacciato,
apparentemente molto calmo, porta occhiali a vista e presenta
un ottimo aspetto fisico, ispirando anche molta simpatia.
Ho unernia iatale, quando ho preso lappuntamento erano tre
mesi che stavo malissimo. Fatto sta che passo dei periodi in cui
sto bene e dei periodi con forti nausee, crampi allo stomaco e la
colite, che quella ce lho sempre.
Ho telefonato per vedere se si pu trovare una soluzione.
Ho preso il Cipril e ora il Lansox, che prendo tute le sere e con
queste cose qua controllo il tutto, anche se devo stare attento a
non mangiare troppo o certe cose, se no ho un dolore qui come

una pallina, fisso come se fossenon so, una sfera che entro che
si muove e che mi porta il reflusso
Porge alla mia osservazione lendoscopia e la biopsia gastrica
eseguita tre mesi prima il cui referto informa di una modesta
flogosi congestivo-erosiva del bulbo duodenale. Nulla allo
stomaco. Ernia iatale con esofagite medio distale di secondo
grado. Ricerca Helicobacter negativa.
Riprende spontaneamente:
Poi quando sono pi stanco e nervoso si nota i pi, con i classici
crampi allo stomaco, la colite.
Lo invito a fornirmi maggiori ragguagli al proposito:
La colite soprattutto la mattina: comincio ad avere dolori di
pancia e poi devo andare in bagno quattro o cinque volte. E
soprattutto la mattina perch il pomeriggio va abbastanza bene.
E peggio appena mi alzo, o prima o appena dopo al colazione.
Non proprio diarrea molla, molla, abbastanza consistente.
Fino a pranzo poi va meglio, con dolori al basso ventre, ma non
ho crampi, quelli no.
Mi capitano crampi allo stomaco se mangio in fretta, a pranzo e
cena, allora mi devo rilassare e sdraiare un po:
Saranno sei o sette anni che soffro di colite. Come ho cominciato
non saprei. So che ho molti problemi di stomaco e di colite mi
sono venuti fuori a scuola per il nervosismo, perch avevo
problemi di dislessia e non lo sapevo.
Chiedo maggiori spiegazioni:
Ho fatto la scuola professionale per diventare elettricista. Lho
finita quattro anni fa non prendendo il diploma.
Lo esorto a continuare:
Perch sono arrivato allultimo anno esausto, stressato, avevo
gi due bocciature e non volevo pi andare avanti e farmi del
nervoso inutile.
Lo invito a palarmi della sua dislessia:
Il fatto questo: gi da piccolo, mi avevano diagnosticato la
Gaslini una leggera dislessia. Hanno iniziato a curarla, ma
poie allora, io ora leggo e capisco, ma per leggere devo
concentrarmi tre volte e anche nella scrittura, perch ho sei

problemi anche di disgrazia, devo starci attento se no, faccio


errori ortografici.
Mia madre non mi aveva spiegato bene ed io ho continuato la
scuola. In prima professionale mi davano per svogliato, ma io mi
facevo delle giornate di rabbia incredibile, perch mi impegnavo
molto, ma non riuscivo a rendere:
Gli chiedo nella specifica, cosa gli succede:
Io non riesco a leggere ancora adesso: mi impunto, o leggo
parole che non ci sono, o salto le parole o cambio le lettere alle
parole.
Tendo a leggere le prime quattro lettere delle parole e poi tendo
ad immaginare quello che c dopo. Allora poi mi confondo le
lettere:
Domando cosa succede se riesce a leggere con pi tempo e con
pi calma:
Se mi metto a leggere con pi calmaleggendo pacatamente le
parole allora va bene. E per leggere tutto correttamente devo
leggere tutto molto lentamente. Per esempio se sono solo a casa
e leggo pi attentamente allora faccio meno sbagli.
Domando qualcosa a proposito della disgrazia:
La disgrazia solo per la scrittura, ma per i disegni no, infatti a
scuola nelle parti di applicazione di disegno io riuscivo
benissimo. Uno schema elettrico o idraulico lo leggo molto
megliocce una lettura normale. Infatti ora di mestiere faccio
lidraulico.
Osservo a questo punto che, a mio parere, uno dei possibili
fattori di scompenso della dislessia pu essere successo per cause
emotive, legate alla situazione a lui vissuta in prima elementare.
Lui si dimostra daccordo con il mio suggerimento aggiungendo
anche il fatto, in occasione di un test effettuato a quel tempo al
Gaslini, gli fu riscontrato un QI pi che buono. In pi, nel
percorso dei cinque anni di scuola elementare gli cambiarono
disgraziatamente molti insegnanti.
Aggiunge poi: Ho anche una memoria buona, perch posso
memorizzare molto bene. Infatti anche nelle discussioni
difficile che mi si prenda in contropiede, mi ricordo anche quelle
di due mesi prima.

Io mi rendo conto che posso stare male anche dopo giorni e giorni
di stress o di nervoso. O se mi trovo con persone con cui non mi
trovo a mio agio, allora mi vengono i crampi allo stomaco o i
dolori di pancia.
Pi che altro per situazioni di disagio, per esempio quando mi
trovo a tavola con i parenti, che non sopporto molto..
IO ODIO IL CONFRONTO E ALLORA TENDO A CHIUDERMI
IN ME..
Oppure con quelle compagnie in cui devi stare attento a quello
che dici.quando non c quella normalit, confidenza
Lo invito a parlarmi del suo carattere durante linfanzia:
Io ho una sorella minore che 21 anni e io ne ho 25. Da bambino
non sopportavo. gli amici cosiddetti che poi ti fregavano.. L
allora mi confrontavo e mi picchiavo dalla mattina alla sera e
cos sino alla terza o quarta elementare.e anche per stupidate.
Soprattutto quando mi accusavano di cosa che non avevo fatto.
Allora, io mi sono sempre difeso,mai ritirato. Ma poi crescendo,
avevo visto che combattere non serviva e allora mi sono detto che
il confronto era inutile, non potevo.
Ma il mio istinto sarebbe anche ora di far vedere come sono,
soprattutto se mi trovo con persone che si fanno vedere chiss
chi
Invece da bambino io dicevo quello che pensavo, non me lo
tenevo dentro!
Ero anche un bambino abbastanza vivace. Quindi insomma, il
mio vero carattere combattivo. Mi scontrerei e litigherei con
tutti, ce lho distinto. Ora lo faccio solo con quelle persone con
cui non vale la pena di farlo, che sono mia moglie o con i miei
genitori.
Gli chiedo a qual fine si scontrasse facilmente:
Per far comprendere le mie idee che erano giuste. Mi viene il
nervoso, quando devo fare delle cose che non condivido, ma
almeno non combatto per quelle, perch non ne vale la pena. E
allora tutti che mi dicono: tu dei stare zitto, perch io ho pi
esperienza.
Domando che pensa sua moglie di lui:

Mi dice che sono una persona vivace, allegra, che non faccio
pesare le cose, gli sbagli degli altri
Giustamente dice che quando voglio fare le prediche deve
ascoltarmi finch non lho spiegata tuttae dice che combatto
finch o non mi sento ascoltato, quando spiego le cose.
Chiedo se ha o ha mai avuto una qualche paura:
Consciamente no. Inconsciamente .non credo, ci ho pensato
alle cose che mi possono dare paura o ansia.ma fobie o tab
non ne ho. Io ho determinati principi che penso siano giusti e li
seguo.
Lunica mia voglia di spaccare il mondo, quando vedo le cose
storte e dovermi controllare e per me tremendo:
Domando quali siano per lui le cose storte:
Per esempio nellambito lavorativo, quando si procede in un
modo e per me invece meglio, pi pratico in un altro. O a scuola
che mi sentivo rispetto ai prof un asino tra gli asini, perch
questi poi nella vita concreta non erano nulla, non sapevano
mimicamente rapportarsi con te
Lo invito a spiegarmi cosa succede, quando si arrabbia:
Cominci a sbraitare, poi gesticolo, e io poi sono grosso, tendo a
mettere molto timoreo faccio con una tale foga, quando voglio
spiegare le mie cose.se poi trovo un muro ci cozzo dentro finch
non mi spacco la testa io!
Mi informo del suo sonno e dei suoi eventuali sogni:
Dormo in modo estremamente profondo. Anche se ci sono
rumori o venissero i ladri non me ne accorgo.
Come sogninon sogno, non ricordo mai un sogno, proprio
raro
Da adolescente ho sognato una volta che correvo e mi mancava
la terra sotto i piedi. Proprio la terra mi mancava!
Mentre lo visito, durante lesame obbiettivo mi aggiunge di
soffrire da sempre molto pi il caldo rispetto al freddo.
Domando come il suo appetito e pi in generale il suo rapporto
con il cibo.
Lappetito (ride) forse un po esagerato. Anche come sete
bevo tantissimo. Dai due litri in inverno ai quattro litri in estate.

E sudo tantissimo, perch urino poco, solo di solito due volte al


giorno. Mentre sudo, in maniera esagerata.
Di cosa sono pi goloso? Vado pi sul salato che sul dolce. E tutto
quello che salatoi primi, ma mangio poi tutto quello che mi si
mette davanti.
Invece, che non mi piace.il pomodoro crudo, i cetrioli, il
melone, languria non mi piacciono.e mi danno nausea. E che
mi faccia male.per ora, che ne sia accorto solo il caff, che
non mi piace da morire. Una volta ogni tanto lo posso anche
prendere,ma
Chiedo se ha qualche passione, hobby:
Mi piace fare i bonsai, curarli e farli. Poi mi diverto a pitturare,
fare impasti in rilievo. Mi piace disegnarei visi, gli schizzi con
la penna a china, fare i fumetti. E tutti mi dicono che ogni viso
che faccio ha uno sguardo non triste, ma sofferente
E poi come vacanzeio non ne faccio tante.con mia moglie, ma
poche.
Repetorizzo:
MIND; CONFIDENCE; want of self (K13, SI-159, G11)
MIND; TIMIDITY (K88, SI-1023, G71)
MIND; MISTAKES, makes (SI-745)
MIND; MISTAKES, makes; writing, in; omitting; letters (K67,
SI-751, G53)
MIND; MISTAKES, makes; writing, in (K67, SI-750, G53)
MIND; MISTAKES, makes; reading (K66, SI-746, G53)
RECTUM; DIARRHEA; morning; bed, driving out of (K609,
G522)
RECTUM; DIARRHEA; morning (K609, G522)
STOMACH; THIRST; unquenchable, constant (K530, G451)
STOMACH; THIRST; extreme (K529, G450)
STOMACH; PAIN; cramping, griping, constricting (K517, G440)
STOMACH; LUMP, sensation of (K504, G429)
GENERALITIES; FOOD and drinks; coffee; agg. (K1362, SII229, SII-230, G1124)

Nellanalisi del default del programma informatico del


repertorio il rimedio Onos compare dopo molto altri, ma se scelgo
lopzione small remedies ecco che si pone in evidenza come il
primo della lista. Gi conoscevo questo rimedio per essere molto
simile a Glesemium per la sua grande timidezza, poca fiducia nei
proprii mezzi e la particolare ansia da prestazione, quando cio
qualcuno si aspetta qualcosa da loro.
In Onos conoscevo laspetto di fare un passo pi alto
dellostacolo, lalzare il piede esageratamente rispetto a quello
che gli si para davanti, una modalit che effettivamente
raffigura come questo rimedio veda ingranditi gli ostacoli e le
difficolt che nella vita gli si presentano e la poca fiducia nei
propri mezzi.
Non lo conoscevo per quanto riguarda laspetto del linguaggio, la
dislessia, anche se rimaniamo comunque nellambito del
tropismo neurologico.(comune in questo caso anche a
Gelsemium)
Decido di prescriverlo:Onosmodium LM1 poche gocce la mattina,
tutti i giorni per tre settimane, quindi a giorni alterni per altre
due settimane.
Ci rivediamo dopo 2 mesi:
Inizialmente ero un po scettico, ma poi piano piano la cura ha
cominciato i suoi effetti: la colite non cera pi ed tornata dopo
che ho interrotto le gocce.
La settimana dopo che ho iniziato la cura ho avuto
probabilmente un virus allo stomaco o allintestino: ho avuto mal
di stomaco forte con vomito, cacciavo due- tre volte al giorno e la
dissenteria continua. E durata due giorni, ma pi il primo, il
secondo meno, poi passato tutto da solo, senza dover prendere
niente, una cosa molto strana!
Ora, per la colite mi tornata un pochino di problema, non
prendendo pi le gocce. Le posso riprendere? Mi facevano cos
bene!
Quindi, insomma: per quanto riguarda il mal di stomaco, viene
quando sono pi stressato e arrabbiato, ma molto meno di prima,

anche come intensit. E per la colite va molto meglio, pi


controllata.
Per gli errori di ortografia e di letturaquelli li ho e li
mantengo costanti
Domando come va lumore:
Eh, insomma due settimane fa mi sono bloccato con la gamba,
la sinistra. Spesso e volentieri ho patito di lombite sulla parte
sinistra, anche facendo lidraulico, spesso evo portare pesi
Sono rimasto gi bloccato altre volte come stavolta e due
settimane fa mi sono ancora bloccato come anni fa e ho preso il
Muscoril e compagnia bella:
Lo invito a spiegarmi pi dettagliatamente:
Per la gamba, non riuscivo ad appoggiarla a terra e a mettere il
peso del corpo sulla gamba, perch mi cedeva il lombo qua dietro.
Oltretutto doveva continuare a lottarenon riuscivo ad
appoggiare la gamba, quindi andavo a saltelli.
Chiedo se ricorda qualche sogno nuovo:
Ho sognato due volte da quando ci siamo visti. Ma sono sogni
stupidi: il primo mi ricordo che mi sono svegliato e nel sogno
gliene avevo dette quattro, ero tutto contento al risveglio perch
mi sentivo scaricato e tranquillo.
Laltrouna stupidata.che mia moglie mi tradiva con una
donna.e nel sogno non ho reagito, ero l a chiederle
spiegazioni:ma come mai? ma perch mi hai tradito cos?....Cose
che nella realt ci mancherebbe, avrei detto: Sparisci non
rivoglio pi vedere.
O almeno, credo che avrei reagito cos!.
Domando cosa sono per lui gli ostacoli:
Per me, queste cose, gli ostacolinon proprio che li vedo pi
grandi, ma che ogni giorno se ne presentano tantiche ogni
giorno ce ne sono troppi da affrontare! Sono tanti, piccoli, grossi
e tanti!
Prescrivo Onosmodium 5LM tutti i giorni per due settimane,
quindi a giorni alterni per un mese.
Dopo alcuni mesi viene accompagnato dalla moglie, che
presente in visita:

Bene. Piano, piano sto meglio, mal di stomaco praticamente non


ce lho pi. Avevo sempre unallergia agli occhi, ogni estate da
qualche anno, che mi si gonfiavano gli occhi da matti e
prudevano e a volte non riuscivo pi vedere bene e questa estate
mi venuta pochissimo, andata molto, molto meglio perch gli
occhi mi si sono gonfiati solo due volte in tutta lestate e anche
poco ogni volta, in modo molto lieve.
E lo stomaco va bene, ci siamo anche la colite sotto controllo.
Ho imparato a fregarmene di pi delle cose! Per esempio sul
lavoro non do molta importanza a quello che succede, dico: va
beh e me ne frego di pi, non ci penso neanche pi che tanto e
non mi faccio pi prendere come prima.
A livello, fuori dal lavoro, va anche l meglio, meglio in generale,
non mi faccio pi grosse preoccupazioni come prima, dico: Col
tempo poi le cose si aggiustano!
Interviene la moglie:
Lo vedo sempre fin troppo sensibile: per esempio in TV, a vedere
i bambini del Biafra o in quelli di Chi lha visto
Aldo:
Io patisco il male sugli altri, invece se lo devo patire io..
sopporto! Non posso vedere le scene in cui il marito picchia la
moglie, mi cominciano a vibrare i muscoli, ho mal di stomaco!
Riprende la moglie:
Nel lavoro vero che se la prende meno, prima veniva a casa
che era elettrico e ora anzi, non me ne parla neanche pi. Il fatto
che lui non si faceva valere tanto e poi ha un collega che
impossibile.
Aldo:
Perch prima di agire voglio pensare a quello che devo fare, cio
la cosa migliore senza grossi traumi
Ma decisamente ci penso molto meno, mi interessa meno, lascio
di pi andare, ma senza essere apatico.
Domando se c altro:
Sono meno ansioso per quanto riguarda le malattie. Questa
estate ho dovuto fare una visita per quanto riguarda le
emorroidi, non so se glielo ho mai detto e non mi sono
preoccupato pi tanto. Non mi danno fastidio, ma perdo sempre

sangue.. anche se adesso va meglio, egli ultimi mesi. Prima


stavo bene per 5gg. e poi allimprovviso mi veniva una perdita di
sangue rosso vivo. Mi hanno gi fatto la rettoscopia e l hanno
trovato le emorroidi, che in quel periodo non erano sanguinanti.
Poi invece la schiena va meglio, quel dolore al lombo..mi devo
riposare un po di pi, allora il giorno dopo cammino bene, se no
mi rimane un po di dolore fisso l, ma meno forte di prima,
prima non potevo appoggiarmi sulla gamba sinistra, il dolore
delle volte arriva a fitte al fianco, partendo dalla colonna in
basso.
Ho fatto i raggi..
Che leggo:Discopatia tratto distale del rachide dorsale con lievi
manifestazioni artrosiche. Lieve riduzione dello spazio L5-S1.
Chiedo come va la dislessia:
A leggere non so, non mi capitato ad alta voce. Per la scrittura
ricordo. di aver fatto qualche errore, ma mi immagino che
qualche errore lo faccio sempre..
Domando in quanto tempo generalmente ama fare le cose:
S, s, di carattere sono sempre di corsa, pi veloce del normale,
sono sempre di fretta.
Lo interrompe la moglie:
Anche in vacanza e in casa, non sta mai fermo sul divano,
sempre agitato, sempre l a volere fare delle cose.
Riprende Aldo:
Tutto per me una perdita di tempo, alla TV se c pubblicit
mi alzo e faccio qualche cosa. Non ce la faccio a mangiare piano,
ho gi finito e lei ancora al primo e mi alzo e evo fare qualche
cosa, alla TV o al computer.
Prescrivo Onos LM5 solo due giorni la settimana e placebo nei
giorni rimanenti.
Ci rivediamo dopo tre mesi e mezzo dallultima visita, in pieno
inverno:
Ho avuto un po di colite un mese fa, in Dicembre, allora Le ho
telefonato e ho fatto come mi ha detto, cio ho preso il rimedio
due volte il giorno per sette giorni ed passato tutto subito.
Quasi un miracolo!

In generale sto bene, nel vero senso della parola. Devo essere
sincero, subito, quando ero venuto da lei non avevo molta
fiducia, per anche se scettico evo dire che la cura ha funzionato
e come! Anzi il fato di essere scettico.d ancora pi valore alla
cura, perch non penavo certo come a prendere un placebo.
Lo stress passato proprio tutto! Sono molto pi tranquillo,
pendo le cose in un modopoi aspettiamo anche un bambino e
sono troppo felice. Ma anche prima di saperlo stavo molto bene,
ero molto tranquillo. Lho notato anche per i programmi alla
televisione, che ora posso vedere spettacoli tipo film dossier o
Chi lha visto trasmissioni che prima non potevo proprio
sopportare.
Domando come va la lettura:
Il leggere? Sono diventato un pelandrone.non ci sto facendo
caso, sono sincero non ho avuto molte occasioni. Ultimamente
leggo sotto voce e poco a voce alta. Io ho questa abitudine, ormai,
a leggere sempre sottovoce, come mi avevano detto da bambino
di fare per allenarmi.
Tutti i problemi li affronto con una mentalit praticamente
diversa come dal giorno alla notte: se ho qualcosa da dire ad una
persona non ci sto pi tanto a pensare prima per tre quattro
giorni, ora lo dico subito e anche con tatto e delicatezza.
Il carattere combattivo c sempre, ma sono molto cambiato
anche in questo: anche oggi, per esempio, per piccole liti sul
lavoro, non mi sono innervosito e mi sono fatto comunque le mie
ragioni.
E per il restonon mi chieda ei sogni, perch proprio non ne
ricordo uno. Invece per la schiena e per la gamba, ora faccio
regolarmente nuoto due volte la settimana e porto regolarmente
la fascia e sto molto meglio, non sono una gazzella, ma mi posso
muovere abbastanza bene senza pi dolori.
Consiglio di continuare la stessa terapia, con lo stesso dosaggio.
Dopo altri quattro mesi:

Tutto bene perfetto, soprattutto per le mie vecchie ansie: mi


successo di tutto in questo periodo e non ho avuto nessun altro
disturbo! Tipo a mia moglie che ha perso il bambino ala nona
settimana.
Sa cosa do viso, notevole davvero! Ho visto che anche a leggere
FUNZIONA, STO LEGGENDO MOLTO MEGLIO! Se n
accorta mia moglie, me lha fatto notare. NETTO
MIGLIORAMENTO NELLA LETTURA! E sono un po pi in
ritardo nello scrivere, ma ho migliorato anche l. Dipende un po
dal fatto se sono pi stanco o meno.
Dormire dormo sempre poco, ma a me bastano quattro ore di
sonno, poi sto bene per tutto il giorno, non sono mai riuscito a
dormire di pi.
Ho tanta voglia di vivere e di passare il tempo con me stesso e
faccio un sacco di cose e la sera, verso mezzanotte ho voglia di
tenermi quellora per me, ho voglia di stare per conto mio, dopo
tutta la giornata che sono disponibile per tutti. Voglio avere il
mio tempo, proprio mio.
Le racconto solo un sogno che mi ricordo, che ho fatto laltra
notte: che ero al supermercato con ei miei parenti siciliani e non
sono riuscito prendere lascensore perch non si era fermato al
pianoun po stupido come sogno, no?
Lho seguito ancora per qualche anno, con visite sempre pi
diradate. E sempre stato bene, sempre con maggiore tranquillit
interiore e quindi on maggiore fiducia nei propri mezzi. Ha
incrementato notevolmente la sua capacit di lettura ed anche di
scrittura, tanto che riuscito perfino a parlare in pubblico.
Commento al caso del dr Merialdo.
Nel caso specifico ben evidente la difficolt a superare gli
ostacoli specialmente in et scolare quando, pur avendo un QI
normale, a causa della dislessia, delle difficolt nella scrittura e
di insegnati poco sensibili ai problemi del ragazzo non riuscito
a completare gli studi.
Linteressamento neurologico in questo paziente si manifesta
con la dislessia e della disgrafia, inoltre, tipico del rimedio, la
descrizione che Aldo fa degli ostacoli che incontra nella vita

quotidiana. Nonostante le difficolt Aldo intrinsecamente ha


fiducia nei propri mezzi e pur odiando la competizione svolge
bene il proprio lavoro.
La polarit sul digerente un altro importante aspetto del
rimedio che emerge bene dal caso e cheinvece meno evidente
dallo studio repertoriale.
Temi del caso
Integrity/ vulnerability
Forasken feeling
Confidence wants of self/Inadequate feeling
Timidity
Obstinate
Space/Time/Hurry
Nervous system (Mistakes writing and reading)
Lump sensation
Spot/cramping pains
Stomach/abdomen/rectum
Appetite increased
Food desire: cold ice drink
aversion: tomatoes. Cucumber, watermelon, melon, coffee.
Per bibliografia vedere quella generale a fondo alla tesi.
Tranne che la parte botanica vedere su Wikipedia:Onosmodium
virginianum
MYOSOTIS ARVENSIS (Myos-a)
http://luirig.altervista.org/cpm/albums/leo-m2/leo-mic-Myosotis-arvensis1304.jpghttp://luirig.altervista.org/cpm/albums/leo-m2/leo-mic-Myosotis-arvensis1304.jpgMyosotis

arvensis, intermedia, Field Scorpion-Grass, Field


forget-me-not, tincture of the whole plant (1) : myos-a.
http://luirig.altervista.org/cpm/albums/leo-m2/leo-mic-Myosotis-arvensis-1304.jpg

Myosotis deriva dal Greco antico mus, topo e otes, orecchio in


relazione alla forma delle foglie mentre arvensis significa che
cresce nei campi.
Myosotis non molto usato nella medicina popolare come
medicamento per le suppurazioni oculari, le ernie, i morsi di
serpenti e di scorpioni.
Caratteristiche ed habitat della pianta
La pianta fiorisce in luoghi freschi, parzialmente umidi ed
ombrosi e produce semi senza impollinazione da parte degli
insetti in quanto i fiori si auto-impollinano. E un pianta
infestante allo stato selvatico tende ad occupare tutti gli spazi
liberi disponibili sul terreno.
Delle circa cinquanta specie di Myosotis conosciute originarie
dalle zone temperate di tutto il mondo, solo quattro crescono in
Italia e sono il palustris, lalpestris, larvensis ed il pusilla ,
queste piante prediligono un terreno ricco di umidit e pur
crescendo anche al sole la posizione che preferiscono a
mezzombra nel caso vengano coltivate in giardino. E una pianta
che ama lacqua, se coltivato su terreni aridi necessita di
annaffiature settimanali in articolare la specie palustris.
E una piccola pianta perenne dagli steli eretti e ramificati
ricoperti da una fitta peluria e da foglie ovali allungate. Alta da
una decina a trenta centimetri cresce vicino ai fossati e sulle rive
ombreggiate, a partire dalle zone pianeggianti sino a circa 1400
metri di altitudine.
Il non ti scordar di me con il suo colore spicca tra i fiori tra i
fiori della campagna, sono piccoli fiori in rari casi delicatamente
profumati, hanno petali che variano dal blu al celeste ed il centro
giallo, anche se esistono variet con i petali bianchi. I fiori sono
raccolti in racemi (dal latino racemum cio grappolo) che
formano dei grappoli allungati, ogni fiore ha un proprio
peduncolo che svolge funzione di sostegno. La fioritura avviene
da marzo ad agosto. Le inflorescenze si allungano, quando i
frutti maturano, ed i peduncoli dei fiori si allungano e si
discostano dal fusto. Le inflorescenze dal fusto appaiono a
spirale, quando i fiori sono in boccio ed eretti quando i fiori si
aprono. I sepali sono coperti di peli uncinati e nascondono

completamente il frutto. I lobi della corolla sono concavi sono


concavi, con un anello giallo al centro.
Composizione
Nei costituenti della pianta sono presenti acidi grassi insaturi in
particolare ac linoleico, e le sua cenere ricca di calcio e potassio.
Miti e leggende
E considerato il simbolo del ricordo di un amore, poche piante
hanno un cos profondo effetto sulle emozioni umane come il
Non ti scordar di me e molte leggende raccontano come fu dato
il nome a questa pianta di seguito ne sono riportate alcune.
Dopo che il Creatore ebbe dato il nome a tutte le piante, une se lo
dimentic. Questa chiese allora aiuto alle altre piante, agli
uccelli, al vento, ma nessuna lo sapeva. Non sapendo come fare
la pianta torn da Dio, il quale disse Non ti scordar di me. Per
vergogna la pianta si nascose al lato di un torrente dove vivrebbe
ancora.
In generale le altre leggende narrano di amori finiti tristemente.
Una leggenda narra che un cavaliere passeggiando con la sua
innamorata lungo un fiume vide un isolotto in mezzo allacqua,
dove crescevano dei fiori. Per amore si lanci in mezzo al fiume e
raccolti i fiori, accortosi che stava sprofondando a causa della sua
pesante armatura, lanci il mazzo di fiori a lei che lo attendeva
sulla riva e le sue ultime parole furono: non ti scordar di me.
Unaltra leggenda tedesca racconta di un giovane che cercando
un tesoro guidato da una fata, trov la cava con il tesoro che era
segnata dai non ti scordar di me, ma si riemp a tal punto le
tasche di oro che dimentic di raccogliere il fiore come gli aveva
chiesto la fata e alla fine rimase schiacciato nella cava. Da allora
attribuita a questo fiore la propriet di segnalare le cave dove
sono nascosti i tesori.
Gli antichi Egizi credevano che ungendosi gli occhi con dei non ti
scordar di me durante il mese di Thoth (il dio con la testa di ibis)
avrebbero avuto delle visioni.
Il fiore stato anche usato come talismano porta fortuna che era
dato alla gente che iniziavano il viaggio il 29 febbraio.

Secondo altre leggende il fiore proveniva dalle lacrime di una


ragazza che si stava separando dal suo fidanzato. Se si sogna
questo fiore significa che qualcuno ti ama, mentre se in sogno ti
regalano un non ti scordar di me significa che al pi presto
avrai fortuna.
Infine si dice che sul campo di Waterloo la pianta sia cresciuta in
grande quantit in ricordo dei caduti di quella terribile battaglia.
Esistono molte altre miti e leggende su tale fiore che
arricchiscono ancor di pi il significato di questo fiore
nellimmaginario collettivo.
OMEOPATIA
E uno tra i rimedi importanti di questa famiglia che tuttavia
non stato molto utilizzato se non per il suo tropismo
respiratorio.
Molto interessante la descrizione che ne fa il Pelikan sul
British Homeopathic Journal: nella tarda primavera una piccola
e delicata variet di non ti scordar di me appare nei campi e
sui margini dei prati. Noi bambini li amavamo molto legando
questo sentimento con la casa celeste che abbiamo lasciato e che
troppo presto svanisce dalla memoria con la crescita. Ogni due
anni, il non ti scordar di me prima produce e una rosetta e
delle folte radici, e solo pi tardi gli steli in fioritura e con i frutti
che crescono circa alti una spanna.
Gli erboristi ricercano questi silicici e vischiosi principi contenuti
nella pianta cresciuta allaperto nei campi illuminati dal sole per
trattare le bronchiti croniche, la tubercolosi polmonare con
emaciazione, le sudorazioni notturne e le emorragie ed ancora la
tubercolosi intestinale. La tubercolosi secondo Pelikan una
malattia dovuta di una carenza di luce con processi metabolici
che portano alla dissoluzione negli organi della regione toracoaddominale.
Piante come il non ti scordar di me o la pulmonaria officinalis
inducono un processo inverso a questa dissoluzione. Inoltre ce
sotto la sua azione un aumento dellenergia e della lucidit
mentale verso le nove di sera.

Proving di Riley.
Condotto su 17 soggetti 8 uomini e sette donne con il rimedio
alla 12 CH
Generailities. Sensazione di stanchezza. La stanchezza
peggiora nel pomeriggio o a sera (h. 21).
Mind.
SENSAZIONE DI LEGGEREZZA, quasi come se fosse
intossicato.
LUCIDITA MENTALE, sono in grado di pensare abbastanza
chiaramente, in particolare nelle aree del pensiero che
riguardano lattivit intellettuale. Questa lucidit mentale si
associa anche ad un aumento dellenergia fisica.
ANSIA PER LA SALUTE, paura che i suoi animali siano malati
o che lo saranno presto.
IRRITABILITA, particolarmente per i dettagli.
GRANDE SENSIBILITA specialmente per i rumori.
Umore alternante
SOGNI VIVIDI. Sogni molti vari, sogni di animali che sono
malati o feriti, sogni di essere diabolici, sogni di essere in una
barca, sogni orrendi, sogni di gruppi di persone, di attivit fisica
come danzare, arrampicarsi o cercare qualcosa.
Vertigo. Vertigine ad esordio improvviso specialmente,
guidando lautomobile.
Head. Cefalea, il dolore peggiora alloccipite o sul lato sinistro.
La cefalea peggiora piegandosi (come la vertigine). Cisti dietro
lorecchio sinistro.
Eyes. Sensazione di stanchezza. Sensazione di bruciore o di
puntura negli occhi.
Ears. Prurito in entrambe le orecchie. Dolore auricolare pi
accentuato a destra. Cisti dietro lorecchio sinistro.
Nose.
STERNUTAZIONI, sternutazioni intense e nei
momenti inattesi intense.
Mouth.
Pizzicore in bocca, particolarmente riferito sulla
lingua.
Throat. Mal di gola, aggravato dalla deglutizione e pi

accentuata sul lato sinistro. Sensazione diffusa di costrizione in


gola.
Stomach.Nausea migliorata mangiando o con eruttazioni,
aggravata dai vestiti stretti, che peggiora il mattino. Stomaco
molto sensibile particolarmente sul lato sinistro.
Abdomen . GONFIORE ADDOMINALE. Flatulenza associata a
gonfiore, Dolori addominali crampiformi. Emissione di grandi
quantit di gas con odore offensivo. Dolori addominali non
specifici e ipersensibilit delladdome.
Rectum. Stimolo imperioso a defecare, costipazione. Diarrea
associata ad allergie.
Bladder. Minzione imperiosa ed anche aumento della quantit
di urine emesse.
Female. Prurito vaginale pi accentuato sulle labbra,
migliorato con linizio del ciclo.
Cough. Tosse secca. Tosse peggiorata il mattino, al risveglio.
Chest. Dolore pungente al torace. Il dolore toracico peggiora sul
lato sinistro nellarea mammaria.
Extremities. Lieve dolore e sorda dolenzia alla spalla sinistra.
Sleep.Deve dormire sul lato sinistro. Russa nel sonno.
Perspiration. Sudorazione aumentata di notte.
Skin. Prurito, eruzioni improvvise, peggiori sul lato sinistro.
Altre voci repertoriali sul Vermeulen (Materia Medica
Sinottica vol. 2) che non compaiono nel proving.
Mind. Agitato-Desiderio di stare in casa.
Teeth. Sensibili al cioccolato.
Chest.Bronchite cronica, tosse con rantoli che porta al vomito,
che peggiora dopo aver mangiato. Copiosa espettorazione
mucopurulenta, dolore alla base del polmone sinistro che
peggiora con la tosse e pressione.
Back. Dolore migliorato dalla pressione e camminando,
costrizione alla regione cervicale.
Alimenti. Avversione al cioccolato.
Desiderio di brandy, bevande fredde,cibo caldo, carne e
riso
Aggrava con i cibi grassi ed elaborati.

Complete Millenium rep.


Mind. LIGHTNESS, feeling of*
Chest.TUBERCULOSIS pulmonalis (K878, G741)**
Generalities. EMACIATION; general (K1357,
G1120)*

SRII-171,

TEMI
INTEGRITY/FRIGILITY/VULNERABILITY
Il tema delle integrit in Myosotis vissuto come una
vulnerabilit affettiva; sono persone in cui lintegrit della loro
personalit stata minata da un abbandono precoce che li ha
resi pi vulnerabili.
FORSAKEN FEELING/INADEQUATE FEELING
La sensazione di essere abbandonati assai forte ed ha alla base
un problema di identit; in questi pazienti c stato un
abbandono precoce, sono venute a mancare le figure di
riferimento fondamentali per la formazione di una personalit
ben strutturata ed in grado di affrontare autonomamente le
difficolt della vita. Non si sentono adeguai ad affrontare le
difficolt ed hanno bisogno di un supporto.
La paura dellabbandono ribadisce ulteriormente il bisogno di
supporto di questi pazienti.
CONFIDENCE WANTS OF SELF/ Homesickness/Desire
stay at home
Come nelle altre piante di questa famiglia presente una scarsa
fiducia in se stessi, con difficolt a raggiungere gli obbiettivi,
ansia per la salute, pignoleria tutte manifestazioni di una
struttura debole che non ha fiducia nei propri mezzi.
E inoltre presente nostalgia di casa accompagnata a desiderio di

stare in casa come luogo della sicurezza e protezione.


Timidity/Anticipation
La timidezza una manifestazione della scarsa fiducia in se
stessi associata ad ansia di anticipazione.
Activity
In Myosotis il senso di maggior lucidit mentale associato ad una
miglior efficienza fisica che riportato dai provings indica la
propensione ad unattivit costruttiva da parte di queste persone
seppure associata a difficolt a raggiungere gli obbiettivi come
testimonia lansia di anticipazione: la sensazione di leggerezza
come se fosse intossicato e la vertigine rappresentano il desiderio
di evadere da situazioni troppo responsabilizzanti.
Hypocondriasis/Hypersensivity/Alternation
Lansia per la sua salute e la paura che i suoi animali potrebbero
ammalarsi, i sogni di animali ammalati o feriti indicano un forte
atteggiamento ipocondriaco, la visione della realt esterna
percepita come minacciosa di una struttura fragile,
accompagnata da una grande ipersensibilit specialmente ai
rumori. Il senso di leggerezza come se fosse intossicato, quello di
lucidit mentale ed aumento della forza fisica, cos come le
variazioni dellumore riportate dai provers, configurano un
quadro dove gli aspetti alternati e contraddittori sono assai
spiccati.
Suddeness
Linsorgenza improvvisa della vertigine, delle starnutazioni,
eruzione cutanee, lo stimolo imperioso ad urinare defecare
conferiscono una caratteristica al rimedio che non ritroviamo
nelle altre Boraginaceae, come se il tentativo di controllare tutto
che emerge dalla sua meticolosit si scompensasse in questi

sintomi imperiosi e non controllabili. Emerge il bisogno in


qualche modo di lasciarsi andare come testimonia anche la
sensazione di leggerezza riportata dai provers.
Sexuality/Genitalia/Sterility
Come le altre piante di questa famiglia, presente blocco
sessuale con sterilit.
INJURES/SLOW REPAIR
E un tema proprio della famiglia: in questo rimedio le ferite sono
sia sul piano affettivo in quanto labbandono vissuto come
ineluttabile e sia su quello fisico, vista la lentezza nei processi di
guarigione delle patologie respiratorie di cui soffre.
Emaciation /Exhaustion
Lemaciazione, la sudorazione notturna, la debolezza e talvolta i
processi tubercolari indicano chiaramente il miasma
tubercolinico che predomina in questo rimedio e la fragilit della
struttura di questi soggetti. In seguito alle patologie respiratorie
o gastrointestinali come in Myosotys symphytifoglia (Myos)
subentra una stanchezza di fondo.
Perspiration.
Sono presenti copiose sudorazioni notturne, caratteristica che
deriva dalla componente silicica della pianta.
Respiratory/Tubercolosis
E un rimedio non solo per la tubercolosi, ma anche e per altre
affezioni respiratorie come bronchiti con copiosa secrezione
purulenta, per i dolori pungenti a livello toracico, le tossi secche
ed in queste caratteristiche vicina ad unaltra pianta di questa
famiglia; la Polmonaria officinalis.

Skin
Vi sono dei sintomi cutanei, associati a prurito con insorgenza
improvvisa come caratteristica del rimedio.
Eyes
La sensazione di stanchezza visiva, associata a bruciori oculari
sottolinea ulteriormente il tropismo per locchio delle
Boraginaceae.
Lateralit
Sinistra assai marcata
Diagnosi differenziale
Myosotis vive come Pulsatilla un forte senso di abbandono,
assai pi profondo rispetto a Pulsatilla in cui labbandono
utilizzato pi come una strategia per ottenere appoggio e
manipolare lambiente a proprio favore. Myosotis basandosi sui
miti e le leggende vivrebbe un abbandono pi precoce, che lo ha
lasciato inesorabilmente solo. Traslato nel rimedio un
abbandono che si verifica nei primi periodi della vita e non gli
permette di costruirsi una valida struttura di personalit.
Il tropismo sullapparato respiratorio li accomuna essendo due
rimedi tubercolinici, ma le patologie respiratorie di Myosotis
sono pi gravi si tratta per lo pi di infezioni polmonari
tubercolari che portano il soggetto ad un grave stato di
emaciazione con intense sudorazioni notturne. La componete
astenia maggiore in Myosotys dove c una comparsa repentina
dei sintomi che non troviamo in Pulsatilla dove predomina la
variabilit dei sintomi. Entrambi aggravano con i cibi grassi,
Myos ha una lateralit sinistra assai marcata Puls
prevalentemente destra come lateralit.
Ipeca(Rubiacee): sono pazienti isteriche, gelose, a volte con
aspetti childish, con tossi pertussoidi accompagnate da vomito di

muco denso, associato a fortissime nausee con la lingua pulita


spesso, sono bambini emaciati. Rispetto a Myos c una
componente spastica ed isterica assai pi netta.
Stannum: sono persone tristi, con una grandissima debolezza,
ipocondriache. Hanno tossi con muco giallo verdastro, di sapore
dolciastro, tenace, anchesso un grande rimedio di tubercolosi e
di bronchiti croniche, bronchiectasie con sudorazioni notturne,
con dolori toracici puntori che aggravano parlando cos come la
tosse. Sono pazienti dispnoici con una sensazione di vuoto al
torace aggrava parlando che migliorano da coricati.
A livello delle estremit abbiamo frequenti crampi e tremori
specialmente agli arti superiori

Bibliografia.
WILHELM PELIKAN. BJH :The Boraginaceae .Myosotis
arvensis, field forget-me-not
A silica process maintained in plastic process.The British
Homoeopathic Journal, pp. 56-64.
Myosotis arvensis Releys proving: ReferenceWorks 4
Frans Vermeleum: Materia medica sinottica vol 2 Salus
Infirmorum ed Copyright 2007
Complete Millenium Repertory: estrazione reertoriale di
Myosotis arvensis.
Pelikan. Le piante medicinali per la cura delle malattie.
Natura e cultura ed.

MYOSOTIS SYMPHITIFOGLIA (Myos)

Myosotis symphytifolia [myos.]


Forget-me-not
English: Black Root
Sperimentata per la prima volta dal dr Funk nel 1871,
sembrerebbe essere una variante del Myosotis palustre molto
simile allArvensis che essendo cresciuto nei terreni paludosi
dellIndiana ha acquisito nuove caratteristiche che la
differenziano, seppure di poco, dall Arvensis, in particolare le
foglie sono pi larghe.
E riportata la traduzione per quanto riguarda il Myosotis
symphitifoglia dal 2 volume della materia medica di
Hale(RW4) in cui si chiarisce bene come avvenuta la
sperimentazione del rimedio da parte del dr Funk.
Emerge dai casi riportati un netto tropismo respiratorio per le
gravi polmoniti, le pleuriti e le vecchie forme tubercolari.
Franz Vermeulen nella sua Materia Medica Sinottica
vol 2, riporta solo Myosotys Arvensis, ma molti dei sintomi
respiratori segnalati appartengono al Symphitifolia: ci
indurrebbe a pensare che li consideri come un unico rimedio e
concordi con il Prof Hale che ritiene che il Symphitifoglia sia una
variante dellArvensis cresciuta su un terreno con caratteristiche
diverse da quello dellArvensis per cos dire classico.
Hales MM II (RW4)
Myosotis Symphitifoglia.
Il dr Funk, al quale appartiene il merito di aver scoperto ed
introdotto questa pianta nella nostra materia medica, gli ha dato
questo nome, e per ora, noi la riconosceremo come una nuova
specie di Myosotis.
Il dr Funk ha scritto: questa pianta cresce nei suoli bassi,
paludosi ed anche in terreni pi elevati tra gli alberi e sui pendii
collinari di terreni fertili. I fusti crescono dai 30 ai 60 cm o
singoli o in cespugli di 5 o 6.
Le foglie sono lanceolate, non affusolate, con vena mediana
distinta e vene pi piccole che si esauriscono ai margini delle
foglie e che si ramificano alternativamente partendo dalla parte

mediana delle foglie, senza anastomosi; entrambe le facce delle


foglie sono pelose.
I fiori crescono su steli ramificati alla cima del fusto in piccoli
gruppetti, sono molto piccoli, biancastri o tinti di rosso pallido o
sfumati di blu. I semi sono globuli perfetti, coperti da una specie
di guscio rigido, quasi una spina.
La radice per larga parte cava, il midollo sembra in
decomposizione; le radici pi piccole sono legnose e tortuose.
Il dr Delamater scrisse di questa pianta nel giornale Amer. Hom.
Observer quanto segue:
Ho sottoposto un campione di questa pianta a diversi botanici,
tra cui il prof Babcock, di questa citt, il quale afferma che senza
dubbio appartiene alla famiglia el Myosotis ed assomiglia
allArvensis in modo pi stretto che ad ogni altra pianta, ma le
foglie sono troppo larghe per essere un Arvensis e quindi egli non
vuole dare unopinione sena ulteriori ricerche.
Il Prof Hale pensa che appartenga alla famiglia del Myosotis e
che sia un Arvensis, le larghe foglie sono il risultato del ricco
terreno su cui cresce la pianta. Potrebbe essere un ibrido od un
incrocio, essendo cambiato, come sappiamo fanno molte piante in
base alla localit in cui si trovano, allunione o al matrimonio con
altre piante della stessa famiglia che crescono vicino a loro, o
quello che penso sia pi probabile, si tratti di un esempio del
fatto ben noto che alcune piante cambiando luogo, tendono a
formare nuove variet per cause non ancora ben conosciute.
Il dr Funk riferisce la sua scoperta e la sua esperienza
clinica.
Nellinverno del 1971-72 sono stato chiamato per visitare un
ragazzo malato. In quella occasione vidi poche radici secche su
un tavolo e alla mia richiesta perch fossero l, il padre del
paziente, il sig Graupner, mi inform che aveva raccolto queste
radici due anni fa in un bosco vicino ad Evansville.
Egli aveva imparato ad usarle come un rimedio veramente
prezioso moti anni fa in Germania , da una vecchia donna che
aveva salvato molte vite umane ed anche la sua, dopo che diversi
medici esperti gli avevano predetto la sua morte certa entro
ventiquattro ore.

Egli soffriva da due mesi di un grave attacco di polmonite, era


stato salassato, coppettato, nauseato, narcotizzato, purgato,
tormentato in ogni modo possibile.
Egli aveva con la tosse con espettorazione di enormi quantit di
muco, era ridotto ad uno scheletro ed era incapace di trovare un
minuto di riposo giorno e notte.
I suoi genitori chiamarono una vecchia donna che aveva la
reputazione di aver curato molti casi disperati di polmonite e
pleuriti con certe radici. Ella aveva raccolto una certa quantit
di queste radici che aveva polverizzato, mescolate a miele e fritte
con del burro senza sale in una pentola sul fuoco. Questo
impasto doveva essere mangiato a cucchiaini. Seguendo queste
indicazioni la tosse del paziente scomparve entro 24 ore ed in
breve tempo egli guar. Attualmente egli un uomo robusto.
Naturalmente ero ansioso di apprendere il nome di queste
preziose radici che egli chiamava radice nera e la descrizione
della pianta mi convinse al di la di ogni dubbio che non poteva
essere altro che il nostro Symphitum officinale, del quale
comunque noi conosciamo prima dora niente altro che la sua
azione sulle fratture ossee.
Dopo che il sig Graupner emigr ad Evansville in Indiana egli
presto cerc nelle foreste circostanti la radice nera, ed pens di
averla trovata.
Disse che non sarebbe mai stato senza di questa ed egli con
questa radice americana aveva gi trattato diversi casi, quasi
disperati come il suo, e molti altri in Germania da dove
proveniva.
Solo due settimane prima, egli aveva dato ad una vecchia
signora, sofferente delle conseguenze di una pleurite non ben
curata, quasi tutta la sua scorta di radice nera e solo le poche
che io vedevo erano quelle che gli erano rimaste. Generosamente
egli divise con me quelle rimaste, le quali, sugger non sarebbero
bastate per trattare un altro caso; ma io ero convinto, nella mia
mente, che solo un vero rimedio omeopatico poteva avere tali
meravigliosi effetti e che si sarebbe potuto avere la stessa azione

con piccole dosi omeopatiche e senza mescolarle al miele ed al


burro.
Perci preparai queste radici in parte in una triturazione
decimale e centesimale ed in parte con alcool ed acqua in una
tintura. Ho usato questa preparazione nei casi in cui lho data
alla dose di una goccia o di un granulo e ho potuto verificare
diverse volte la pi copiosa espettorazione in pazienti tisici entro
24 ore, l dove Stannun, Ipeca e molti altri dei rimedi indicati
avevano completamente fallito.
Il dr E. J. Ehrmann, al quale io comunicai la mia esperienza e al
quale diedi un po della mia triturazione, trov il rimedio
ugualmente efficace in molti casi.
Io vorrei, comunque, ben lungi da insistere di aver curato
definitivamente vecchi casi di tubercolosi cavitaria, affermare
di averli praticamente migliorati e successive sperimentazioni
potrebbero insegnarci che cosa potremmo aspettarci da questo
rimedio in questi casi.
La primavera successiva chiesi al sig Graupner di farmi vedere
dove aveva raccolto la radice nera, e vidi, allo stesso tempo che
le larghe lanceolate foglie della pianta assomigliavano a
Symphitum officinale, ma che i fiori erano completamente
differenti ed assomigliavano al Non ti scordar di me (o
Myosotis palustre). I fiori erano comunque pi piccoli e meno
belli nella forma e nel colore di quelli dellarvensis.
Ma le caratteristiche del genere Myosotis erano indiscutibili; il
nome di questa specie particolare non lavevo perci accertato.
Io preparai una tintura della radice fresca della pianta, ma esitai
ad introdurre un nuovo rimedio nella professione medica, perch
volevo provarlo in alcuni casi disperati, cos che potessi far
riferimento alla mia personale esperienza pratica.
Questo io sono attualmente in grado di fare con questo rimedio.
Un caso di polmonite trascurata in un giovane uomo di circa
venti anni di et (W.M King, in Mt. Vermon in Indiana) lho
curato linverno passato. Il paziente era stato senza cure
mediche fino al punto in cui era quasi morto a causa della
copiosa espettorazione; miglior completamente entro due giorni
con dosi da 1 granulo ciascuna di una triturazione centesimale di

Myosotis.
Laltro caso mi capitato allinizio dellOttobre appena passato.
Un ragazzo (W.M. Downey) di circa 15 anni, che avevo curato per
un tifo addominale con i rimedi abituali (principalmente Rhus
tox e Bryonia), ebbe una ricaduta dopo essere andato diversi
giorni a scuola (probabilmente a causa di alimentazione errata)
ed rimase quasi tre settimane in questa situazione, divenne
sempre pi debole ed mal ridotto giorno dopo giorno ed una
tosse tormentosa,talvolta secca, talvolta con una scarsa
espettorazione, dissip la sua forza vitale, sudorazioni profuse di
giorno e di notte affrettarono il suo declino. Gli occhi e le guance
erano infossati, il naso affilato e pallido, un chiaro esempio di
faccia ippocratica e vi erano le indicazione dellultima risorsa:
Carbo vegetabilis, che comunque fu provato senza effetto come
gli alti rimedi prescritti in precedenza.
La madre e la sorella del paziente erano gi preparate alla sua
morte e pi per un tentativo disperato (poich lespettorazione
non era copiosa) che per una reale speranza di successo,
somministrai la tintura madre di Myosotys, 5 gocce ogni due ore.
Il mattino seguente ero preparato a trovarlo morto, invece un
meraviglioso cambiamento si era verificato. I suoi occhi erano
brillanti, la faccia sorridente. Egli mi salut, notai che la tosse lo
aveva quasi abbandonato, lappetito era ritornato, cos che non
ebbi bisogno di dargli io una buona prognosi; se lera gi data da
se stesso.
Entro 4-5 ore la sudorazione profusa gradualmente scomparve
ed entro una settimana si ristabil perfettamente!
Io non esitai pi a raccomandare questa valida nuova
acquisizione ai miei colleghi, a tal proposito il presente meeting
dellIstituto di Omeopatia dellIndiana offre la pi appropriata
opportunit per farlo.
Commento del Prof. Hale.
Sia il dr Delamater che i miei associati ed io stesso lo abbiamo
usato ma non con risultati cos brillanti come il dr Funk. Lunica
verifica pubblicata del dr Cushing, nellAmerican Observer del
1874 che io riporto completamente.
Egli afferma:

Fatemi dire una parola su Myosotis nel Est. Nel giugno del 1873,
sono stato chiamato per vedere una donna, di circa 30 anni. La
trovai a letto, malata, diceva che era stanca morta per un duro
lavoro in un negozio, era emaciata e febbrile, il viso scavato,
pallido, occhi vitrei, polso debole, una brutta tosse con una
profusa espettorazione di grossi blocchi di catarro grigiastro che
assomigliavano a delle piccole ostriche, rumori polmonari acuti,
gorgoglii in entrambi i polmoni, mancanza di appetito e un po di
diarrea.
Suo padre mor di consunzione, i fratelli, le sorelle e la madre
erano alti magri e con un aspetto debole. Diagnosi consunzione
(probabile esito di varie malattie, tra cui la tubercolosi, che
portavano ad uno stato cachettico), prognosi la morte. Dopo due
mesi di trattamento la donna era capace di camminare per
strada.
Durante lautunno e linverno la pelle su suo viso e delle sue
mani divenne di colore marrone scuro e spessa e sembrava come
la pelle di un pesce senza le scaglie.
Nel Febbraio del 1974, la pelle ebbe, senza nessuna applicazione
esterna, assunto il suo quasi normale aspetto e fu colpita da
convulsioni, diverse in 24 ore, proseguite per diversi giorni,
molto probabilmente convulsioni puerperali. Unaltra prognosi
infausta.
Dopo questo ella miglior un po, quando si ammal, in Maggio,
senza cause apparenti. Inizi a delirare: Lei era Dio e tutto Dio
era li. Ella si sentiva morta, messa nella sua bara finch non
mandasse cattivo odore, poi andata alla terza sfera e ritornata
ecc... Allora si mise in testa di annegarsi, in quei momenti era
abbastanza violenta, sebbene debole ed emaciata. Dopo due
settimane divenne pi calma, poi inizi ad andare meglio, anche
se la vecchia tosse la seguiva ancora.
Gli diedi dei rimedi, pi di tutti Calcarea Phosphorica.
Quando ricevetti la tintura di Myosotis, iniziai a
somministrargliela nella prima diluizione decimale, allinizio sia
di giorno che di notte, dopo due settimane gliela diedi pi spesso
ed ero felice nel vedere che la sua tosse migliorava e lappetito
pure, guadagn peso e si sentiva ed appariva meglio.

Un altro sintomo che ho dimenticato di dire che essa era


incapace di odorare o sentire il gusto di qualsiasi cosa, ma dopo
che prese Myos, ella recuper lolfatto ed il gusto. Non ha
mestruato per due anni ed io sto aspettando che ritorni il ciclo e
completi la guarigione.
Myosotis symphytifolia [Myos.]
Preparazione. Tintura della radice
Commento
In pratica come afferma anche Hering, facendo una sintesi di ci
che ha riportato il dr Funk, indicato nelle tossi ostinate con
profusa espettorazione mucopurulenta, soffocanti o con vomito
durante la tosse, che peggiora immediatamente dopo mangiato,
lespettorazione pi profusa il mattino. E presente un dolore a
sinistra alla base del polmone che non peggiora sdraiandosi in
qualsiasi posizione, ma peggiora tossendo ed sensibile alla
percussione.
Dopo il tifo, presenza di progressiva emaciazione con tosse grave,
talvolta secca e con una ancora scarsa espettorazione,
sudorazioni profuse di giorno e di note, occhi e guance infossati,
naso affilato e pallido.
Quello che emerge dalla valutazione e dei casi del dr Funks
sembra che Myosotis symphytifoglia sia una variante
dellArvensis e quindi riteniamo che i due rimedi siano molto
vicini sia nella loro patogenesia, sia nelle loro indicazioni
terapeutiche, perci non riteniamo che cambi molto nella
prescrizione delluno o dellaltra variante anche se il
Symphytifoglia sembrerebbe avere un maggior tropismo per
lapparato respiratorio.
Bibliografia
Hales Materia medica vol II (da Referencee works)

HELIOTROPIUM PERUVIANUM(Helio)
Heliotropium peruvianum appartiene alla famiglia delle
Boraginaceaee, in questo genere si contano da 250 a 300 specie.
Il suo nome deriva dal fatto che le foglie seguono il ciclo solare(
dal greco Helios= sole e tropein che significa girare). Il suo
vecchio nome ingleseturnsole ha la stessa etimologia.
Originariamente scoperta nelle Ande peruviane, leliotopo fu
introdotto nei giardini reali di Parigi nel 1757. La maggior parte
delle specie sono piccole, erbe o arbusti con foglie allungate ed
ovali. La pi comune variet da giardino chiamato Cherry pie o
Heliotropium arboescens varia nei colori al blu al bianco al viola.
La variet viola scuro, forse il pi profumato facilmente
reperibile. Al di fuori del giardino, molte variet di eliotropo
crescono spontaneamente, alcuni come il Curassavium originario
della California, sono piuttosto invasivi nel loro habitat
naturale.
Geografia. Gli eliotropi si trovano in tutto il mondo, i climi
caldi e temperati, delle specie introdotte negli Stati Uniti la
maggior parte cresce sulla costa atlantica e negli Stati del sud.
Mentre la specie originaria del Per cresce sino ad un altezza da
un metro a 3 metri, le variet da giardino crescono da 30 a 90
cm. Molte variet di eliotropo da giardino non sono nocive alcune
specie come lIndicum e il Amlexicaule sono invasive e velenose
per gli erbivori, mentre leliotopo Arborescens pu dare disturbi
gastrici a uomini ed animali. Le farfalle del genere Dainaine
amano far visita a queste piante. Una ragione di questo
fenomeno che la loro linfa le rende nocive per i predatori.
Alcune specie raccolgono dalla linfa sostanze olfattive che
servono a produrre una specie di profumo per attirare i maschi.
Diversi eliotropi sono piante note come piante ornamentali da
giardino, specialmente leliotropo arborescens . Alcune specie
sono infestanti, altre sono epatotossiche per labbondante
presenza di alcaloidi pirrolozidinici. Il succo dei fiori di eliotropo,
in particolare quello europeo era usato in passato come colorante

dei cibi nel Medio Evo, nellepoca moderna e nella cucina


francese. Leliotropo usato per produrre profumi nel SudEuropa.
Consigli per la coltivazione in giardino delleliotropo .
Per uno sviluppo equilibrato l'Eliotropio consigliabile
posizionarla in luogo in cui pu ricevere almeno alcune ore di
sole diretto. In genere durante i mesi pi freddi dell'anno la
parte aerea di queste piante disseccher; ricomincer a
svilupparsi con l'arrivo della primavera successiva. L' eliotropio
necessita di una temperatura minima superiore ai 15C, in
questo periodo dell'anno bene controllare le temperature
notturne prima di porla all'aperto. Crescendo sviluppano un
arbusto tondeggiante. Mantengono la foglia in inverno. Coltivare
queste piante perenni in un substrato molto ben drenato.
Miti e leggende
Quale fiore eliotropio poteva essere quello in cui fu mutata la
giovane Clizia, che furibonda per il tradimento del sole, suo
amante, uccise la rivale Leucotoe seppellendola nella terra? IL
sole addolorato e furente, non volle pi vederla. Da allora la
ninfa incapace di rassegnarsi, cominci a deperire restando
giorno e notte seduta allaperto sulla nuda terra con i capelli
sciolti e spettinati. Per nove giorni di seguito si nutr solo di
rugiada e di lacrime, non faceva che fissare il volto del dio che
passava nellalto dei cieli, seguendo il suo giro con lo sguardo. Le
sue membra si radicarono e per il pallore si tramutarono in parte
in erba esangue ed il suo volto si trasform in un fiore viola, che
bench trattenuto dalla radice si volge sempre al sole e pur cos
mutata gli serba sempre amore.(Ovidio).Per questo motivo nel
vocabolario dei fiori il simbolo dellebbrezza damore, se viene
regalato ice:Io ti amo, sono pazzo di te, ma anche segno di
dolce sorpresa e persino di bello spirito.Un eliotropo accompagna
o si identifica con la Potnia minoica come testinomia un sigillo
doro depoca minoica ritrovato a Creta.

Orna anche la testa dei re e egli imperatori, corona il capo della


Vergine e dei santi. Era apprezzato anche sotto forma di decotto
contro le punture degli scorpioni, ma anche per sciogliere i
calcoli renali e uccidere i vermi interni.( da Alfredo Cattabiani
Florario- Oscar Mondadori)
OMEOPATIA
Heliotropim peruvianum(Helio)
E un rimedio poco usato e poco conosciuto che meriterebbe
ulteriori sperimentazioni.Per preparare il rimedio si usa la
tintura della pianta intera fresca in fiore.
Si tratta di una pianta solare che ama la luce ed i climi caldi e
temperati e patisce il freddo, molto bella, profumata, utilizzata
nei giardini come pianta ornamentale. In alcuni miti simbolo
dellamore e deluso e dellabbandono, o della regalit paragonata
al sole che il fiore segue nella sua evoluzione quotidiana.
I sintomi riportati sono ricavati dal repertorio di Allen
Allen riporta un caso del dr Cooper che somministr il rimedio
da una signora che era gi stata informata da diversi chirurghi
che vari organi pelvici sarebbero dovuti essere fissati
chirurgicamente perch prolassavano o rimossi. Dopo solo sei ore
dal rimedio(Helio) essa disse mi sono sentita come se fossi
sostenuta.
Testa: dolore premente e come se tirasse e premesse alla fronte
che migliora camminando allaria aperta.
Occhi: sensazione di tensione al canto interno sinistro che si
estende in basso verso le ossa nasali. Gli occhi sembrano
attirarsi ed essere pi piccoli.
Gola: raucedine, bruciore di gola.

Torace: pressione importante sullo sterno che non impedisce di


respirare.
Stomaco: Pressione nella bocca dello stomaco che peggiora
nellinspirazione profonda. La regione epigastrica dolente alla
palpazione, il dolore pi violento dopo aver mangiato e la sera.
Genitali maschili: emissione di seme durante la defecazione.
Genitali femminili: ha unazione sulle malposizioni dellutero,
sono segnalate anche leucorree. E presente un bearing down
uterino attivo con la sensazione che lutero pu scendere gi.
Sintomi di pressione e tensione si ritrovano in altre parti del
corpo come sul monte di Venere solo quando la donna seduta.
Dismenorrea membranosa. Movimenti di spostamento dellutero
con mal di schiena associati talvolta a perdita della voce.
Estremit: Dolore come se fossimo stati battuti sulle caviglie
che si estendono verso lalto ai muscoli, anche quando si seduti.
Prurito sulla tibia, con la sensazione che ci possa essere
uneruzione cutanea.
Modalit: le cefalee migliorano camminando allaria aperta, gli
altri sintomi migliorano dopo il riposo e peggiorano
nellinspirazione.
I sintomi ricavati da un estrazione repertoriale del Mac
Repetory, Complete Millenium , non aggiungono molto i pi
al repertorio di Allen.
Head Pain; GENERAL*
Head Pain; GENERAL; walk, walking; amel. while*
Head Pain; GENERAL; walk, walking; amel. while; air, in open*
Head Pain; PRESSING (K188, G157)*
Head Pain; PRESSING; walking; amel., in open air*

Eyes; SWELLING; sensation of (K267, G200)*


Eyes; SWELLING; sensation of; canthi*
Eyes; SWELLING; sensation of; canthi; inner*
Eyes; SWELLING; sensation of; canthi; inner; left*
Eyes; SWELLING; sensation of; canthi; inner; left; extending
into nasal bone*
Eyes; TENSION; increased (K268, G225)*
Eyes; TENSION; increased; canthi; inner (G225)*
Eyes; TENSION; increased; canthi; inner; left, extending into
nasal bone*
Throat; PAIN; general*
Throat; PAIN; rawness (K462, G392)*
Male; POLLUTIONS, seminal emissions; general (K710, SRIII414, G606)*
Male; POLLUTIONS, seminal emissions; general; morning
(K710, SRIII-416, G606)*
Male; POLLUTIONS, seminal emissions; general; morning;
stool, during (K710, SRIII-416, G606)*
Male; BOENNINGHAUSEN; agg.; sitting*
Male; BOENNINGHAUSEN; agg.; voice, symptoms with*
Female; DISPLACEMENT of uterus (K717, G611)*
Female; LEUCORRHEA; general (K720, SRIII-474, G614)*
Female; MENSES; membranous (K727, SRIII-551, G619)*
Female; BOENNINGHAUSEN; agg.; sitting*

Female; BOENNINGHAUSEN; agg.; voice, symptoms with*


Speech & Voice; VOICE; hoarseness (K758, G645)*
Speech & Voice; VOICE; hoarseness; menses; agg.; before (K759,
G646)*
Speech & Voice; VOICE; hoarseness; menses; agg.; during (K759,
G646)*
Generalities; WARMTH; agg. (K1412, SRII-684, SRII-685)leg.
TEMI
Si possono ipotizzare alcuni temi in base alle poche voci
repertoriali ed alle analogie della pianta in rapporto con il suo
habitat ed ai miti e alle leggende che la riguardano.
INTEGRITY/FRAGILITY/VULNERABILITY
La ferita pi che fisica sentimentale legata allabbandono che
mette in luce tuta la loro fragilit. Il tema dellintegrit emerge
dai vari dolori pressing che indicano una struttura facilmente
penetrabile ed in questo la pianta vicina alla sua famiglia di
appartenenza.
FORSAKEN FEELING/INADEQUATE FEELING/
Love disappointed/Ineluctability
. Il senso di abbandono molto forte almeno se guardiamo ai
miti che laccompagnano;in questi casi associato ad un senso di
ineluttabilit, lamore perduto per sempre, quasi impossibile.
INJURES/SLOW REPAIR
La ferita che in questo caso sul piano affettivo come negli altri
membri della famiglia difficilmente sanabile.

Narcissism/Seduction/Haugthy
Il narcisismo emerge da molti aspetti della pianta, ha un bel
fiore, una tipica pianta ornamentale che si fa ammirare che
seduce, ma che alla fine visti i sintomi sui genitali non si
concede. La seduttivit rafforzata dal suo profumo e dal fatto
che attira le farfalle che succhiando la sua linfa da un lato
respingono i loro nemici con lodore che acquisiscono e dallaltro
elaborano un probabile ferormone con cui attraggono il
compagno. In questo atteggiamento di regale isolamento dopo
labbandono vedo un certo grado di altezzosit.
Light desire for
E una pianta solare, che ama la luce e che la cerca e la segue per
tutto il giorno come fonte di vita e di contatto con una realt
spirituale.
Head pain/Pressing pain
I dolori sono pressanti in tutto il corpo, specialmente allo
stomaco e alla testa come qualche cosa che vuole penetrare una
struttura che non molto forte ma piuttosto fragile come nelle
altre Boraginaceae, mentre agli arti inferiori si ha la sensazione
fosse stati picchiati una sensazione che ci conferma che anche
qui c una minaccia alla loro integrit fisica.
Throat
Vi sono sintomi di bruciori di gola e raucedine, associati talvolta
a disturbi uterini e mal di schiena.
Eyes
C la sensazione di gonfiore sul canto interno dellocchio sinistro
che si estende alle ossa nasale, associato alla sensazione che gli
occhi sembrino pi piccoli e che si attirino tra di loro, questo
sintomo conferma che anche questa pianta ha un tropismo
oculare come le altre Boraginaceae.

Stomach
Vi sono dei dolori pressing alla bocca dello stomaco come e
qualcosa volesse entrare penetrarli.
Sexual/Genitalia/Sterility
E un rimedio con una decisa polarit sullapparato genitale
maschile e femminile. Nella donna abbiamo leucorree,
dismenorrea, malposizione uterina, ma soprattutto un bearing
down uterino attivo con dolori irradiati alla schiena, vale a dire
che avvertita la sensazione come lutero volesse effettivamente
uscire dalla vagina. Nel maschio abbiamo perdita del seme,
specialmente al mattino e anche defecando. Questa
sintomatologia conferma la tematica della difficolt sessuali e
dei disturbi genitali tipici delle famiglia.
Warmth aggravate
Tra le estrazioni repertoriali viene
aggravamento dei disturbi col calore.

anche

segnalato

DIAGNOSI DIFFERENZIALI
Natrum hypochlorosum
La sensazione di bearing down con una sensazione di apertura e
di chiusura dellutero, con mal di schiena e cefalea di questo
rimedio si avvicina molto a quella di Heliotropium dove la
sensazione che lutero voglia uscire attivamente. Natrum hyp
il rimedio di donne stanche, depresse anemiche, con vertigini
accompagnate da dolore alla fronte e questa una Keynote del
rimedio. Le vertigini non sono segnalate in Heliotropium
peruvianum che inoltre ha una seduttivit che non troviamo in
Natrum hypoclorosum.

Sepia
In Sepia presente bearing down con la sensazione che lutero
pu uscire e cos la donna deve sedersi ed accavallare le gambe,
mentre in Heliotropium la sensazione che lutero possa uscire
peggiora da seduta, inoltre Sepia freddolosa ed aggravata dal
freddo mentre Helio aggravato dal caldo. Sepia ha sintomi
cutanei che non troviamo in Helio, migliorata nella sua stasi
dalla occupazione violenta ed energica, mentre Helio migliora
con il riposo. Il forsaken feeling, il senso di fragilit, il dolore
silente il narcisismo invece li accomunano.
Ignatia amara
In Ignatia ci sono sintomi in comune con Helio quali il
narcisismo, lamore deluso, ma la componete isterica e spastica
molto pi spiccata in Ignatia, ed inoltre la sensazione di bearing
down presente in Helio, non affatto un sintomo caratterizzante
per Ignatia.
Pulsatilla.
La differenza sul piano comportamentale molto forte,
Pulsatilla cerca sempre un appoggio e si rimette in gioco, Helio si
sente ineluttabilmente abbandonata e sta da sola. E anchessa
un rimedio di prolasso uterino come Helio.
Platina
In Platina sono presenti laltezzosit, il narcisismo, legotismo
che troviamo anche in Heliotropium, tuttavia assai pi marcati,
inoltre c una sensazione di superiorit molto netta che non c
in Helio dove troviamo predominante il senso di abbandono ed
una maggior fragilit della personalit rispetto a Platina. A
livello fisico ha un bearing down come in Helio e pu definirsi
frigida, ma in realt Platina vive un mancato appagamento
sessuale e la sessualit molto pi spinta che in Helio e non
troviamo quei disturbi da avversione al coito pi tipiche delle
Boraginaceae, anche se sotto questo aspetto Helio andrebbe

sperimentato ulteriormente per valutarne gli aspetti tipici del


lato sessuale.
Helionas
In questo rimedio c la consapevolezza di avere lutero quasi
come se fosse qualcosa di vivo, ha prolasso uterino e sente lutero
che si muove e sposta con i movimenti. Sono spesso donne
isteriche, depresse ed hanno la caratteristica che i loro problemi
peggiorano pensandoci e migliorano se sono occupati. Hanno
spesso avversione al marito ed ai figli, migliorano da coricate
Come Heliotropium e le altre Boraginaceae sono rimedi di
infertilit e di disturbi in gravidanza con la tendenza allaborto.
Anche qui la seduttivit nettamente prevalente in
Heliotropium.

Bibliografia
Wikipedia:Heliotropium peruvianum

Per le altre voci vedere bibliografia generale a fondo tesi.

LITHOSPERMO OFFICINALE (Litho-o)


Nome comune: Litospermo, Migliarino Miglio selvatico
Francese: Gremii; Herpes aux perle
Inglese: Gromwell
Famiglia: Boraginaceae.
Etimologia: Lithospermum una parola greca composta da
lithsos= pietra e da sperma = seme che significa seme di

pietra in riferimento all'aspetto e alla durezza del seme.


Officinale con propriet medicamentose, riconosciute dalla
farmacopea.
Parte utilizzata: semi e parti aeree
Costituenti principali:
olio grasso 15%
sostanze minerale (calcio e silicio) nei semi
acido litospermico
fenoli e glucani
flavomoidi (parti aeree)
alcannina o litopsermina (colorante rosso presente nella
parte esterna della radice)
Tutte le parti della pianta contengono acido litospermico anche
se in concentrazioni differenti, diminuendo a partire dai fiorisemi- radici- foglie e steli)
Attivit principali: attivit antigonadotropa, antitireotropa,
ipoglicemizzante.
Impiego terapeutico desueto.
Erba perla maggiore, Migliarino, Litospermo, Miglio
selvatico.
Forma Biologica: H scap. Emicriptofite scapose. Piante
perenni per mezzo di gemme poste a livello del terreno e con asse
fiorale allugato, spesso privo di foglie.
Descrizione: pianta erbacea perenne con rizoma legnoso
contorto e fusti eretti, con numerosi rami laterali fiorenti, ispidi
per peli ruvidi appressati.
Foglie lineari- lanceolate, acuminate, intere, sessili e ruvide, a
nervature laterali pennate e prominenti nella pagina inferiore,
spesso rivolute ai bordi.
Fiori in grappoli o cime fogliari terminali o ausiliari.
Corolla bianca o giallastra con un tubo lungo 4,5mm., a 5 lobi
che oltrepassa di poco il calice con 5 stami interni al tubo della
corolla.

Calice persistente formato da 5 brattee arrotondate coperte di


peli radi.
Frutti: mericarpi 4-5 ovoidali, biancastri, lucenti molto duri,
lunghi ca. 3 mm.
Tipo corologico: Eurosiberia. Zone fredde e temperato-fredde
dell'Eurasia.
Antesi: maggio luglio
Distribuzione in Italia: presente in tutte le regioni italiane,
incerta la sua presenza in Calabria. Entit non comune.
Habitat: Luoghi ombrosi umidi e freschi, in alvei fluviali ed
argini, su terreni calcarei, dalla pianura fino a 1600 m. di
altitudine.
Utilizzo in medicina.
Questa pianta usata da numerose trib di nativi del Nord
America una pianta interessante come possibile fonte i moderni
farmaci.
Gli indiani Cheyenne usavano le foglie finemente polverizzate, le
radici, i gambi e strofinati sulla pelle per il trattamento elle
paralisi degli arti. Essi, inoltre, masticavano la pianta e la
sputavano e soffiavano sulla faccia per tenere sveglia una
persona che tendeva a addormentarsi, o in faccia o strofinata sul
torace come stimolante.
Gli indiani Zuni usavano un te con le radici nel trattamento dei
dolori di stomaco o per problemi renali. Essi facevano anche un
impacco di radici o un decotto della pianta per gli edemi e il mal
di gola.
Gli indiani Hopi li usavano per il trattamento delle emorragie
polmonari. Un te freddo delle radici polverizzate e dei semi
stato usato dai Navajo come collirio.
Nel 1941 degli studiosi americani in un lavoro inerente allo
studio delle piante utilizzate dagli Indiani del Nord America
riferiscono che le donne della trib Owyhee del Nord Arizona e
del Nevada assumevano quotidianamente sotto forma di estratti
acquosi tramite macerazione le radici del Lithospermum ruderale
al fine di provocare una sterilit temporanea.

Analoghe propriet sono condivise dal Lithospermum officinale


specie europea la quale ha dimostrato in sperimentazioni
sullanimale propriet simili, anche se minori.
Il principio di questa azione rappresentato non solo dallacido
litospermico, ma anche dal prodotto di ossidazione di diversi
fenoli contenuti nella droga, per opera della fenolo-ossidasi, che
permette alla droga di acquisire le sue propriet
antigonadotrope.
Lattivit antigonadotropa sembra dovuta ad un blocco della
secrezione di gonadotropina a livello dellipofisi anteriore.
Si ritiene che lazione anticontracettiva del litospermo si
esplichi a quattro livelli:
inibizione dellazione degli estrogeni su utero e vagina
inibizione della produzione da parte dellovaio di estrogeni
stimolata dalle gonaotropine
inibizione della produzione e secrezione di gonadotropine da
parte dellipofisi anteriore
inattivazione
diretta delle gonadotropine
e degli
ormoni sessuali.
Si ritiene che lacido litospermico agirebbe inibendo la
produzione di LH, mentre quella del FSH resterebbe invariata.
Attualmente le propriet antiormonali della pianta non sono
utilizzate a livello terapeutico, la maggior parte degli
anticoncezionali sono a base di steroidi, interessante osservare,
ancora una volta che nel regno vegetale delle propriet
fisiologiche marcate, utilizzate empiricamente da popolazioni
cosiddette primitive, in seguito rovino verifica scientifica.
Lattivit antitireotropa si basa probabilmente su un
antagonismo diretto nei confronti della tiroxina.
La pianta indicata pertanto nelle forme blande di
ipertiroidismo.
E segnalata inoltre unazione ipoglicemizzante (glucani)
responsabile delle propriet antidiabetiche e unattivit
antiumorale (shikonina)

In passato la pianta era ritenuta un rimedio per la litiasi


renale, in quanto si riteneva che dissolvesse i calcoli renali,
lutilizzo in seguito fu abbandonato.
Le sue foglie sono usate nella medicina tradizionale come leggero
diuretico ed essa ritenuta, su base empirica, capace di
dissolvere i calcoli renali, sotto la suggestione di semi duri e
brillanti come pietruzze, interpretata secondo la dottrina delle
segnatura.
Tossicit ed effetti secondari
Non sono segnalati in letteratura effetti tossici ad eccezione di
un aumento della diuresi, mentre sono possibili interazioni con
le terapie ormonali.
OMEOPATIA
Lithospermun officinale(Litho-o)
Tale rimedio non poco usato in omeopatia, possibili temi
potrebbero essere i seguenti.
Oltre ai temi della:
Integrity/Vulnerability
Confidence want/inadeguate feeling
Injures /slow repair
Possiamo aggiungere
Sexual desire/genitalia/sterilit
Lattivit antigonadotropa, massima in questa pianta, causa
dellastenia sessuale e della tendenza alla amenorrea e alla
sterilit che caratterizza un po tutte le Boraginaceae.
Per la legge ella similitudine potrebbe essere un grande rimedio
dellastenia sessuale, delle amenorree e della tendenza alla
sterilit perci occorrerebbero dei provings.
Thyroid /Diabetes.

Lazione antitireotropa che la rende utile nel trattamento


dellipertiroidismo, ed ipoglicemizzante nel diabete potrebbe
renderla utile in omeopatia nelle patologie tiroidee e nel diabete.
Kidney/dropsy
Il tropismo renale con blanda azione diuretica, e la legge ella
segnatura per quanto riguarda i semi indicano che in omeopatia
troverebbe indicazione per gli edemi e per le calcolosi renali.
Bibliografia.
Enrica Campanini Dizionario di fitoterapia e piante medicinali,
seconda edizione Tecniche nuove.
Wikipedia:Lythospermum officinale

PULMONARIA OFFICINALIS (Pul-o)


Nome comune:Polmonaria officinale.
Francese: Pulmonaire
Inglese: Lungwart
Famiglia Boraginaceae
Parte utilizzata: foglie
Costituenti principali:
Mucillagine, tannino (6-10%), flobafene, resina.
Vitamina C, carotene, sostanze minerali (sino al 15%), acido
salicilico(5%), manganese
Flavonoidi (kaempferoo e quercetina), allantoina
Saponine: circa %
Alcaloidi pirrolozidonici: stata segnalata la presenza, non
confermata tuttavia da analisi gas-cromatografiche.
Azione: bechica
Impiego terapeutico: affezioni delle vie aeree.

Botanica e habitat
I fiori pentameri, caratterizzati da unevidente eterostilia, sono
portati in cime terminali bratteate. I calici, angolosi, sono divisi
fino a circa la met della loro lunghezza. Le corolle di colore
rosso, blu o violetto, sono infundibuliformi senza scaglie o
invaginazioni, portano nella gola cinque ciuffi di peli riuniti a
formare un anello. Gli stami sono inclusi, inseriti nella gola o
nella parte mediana del tubo. Lo stilo incluso; stimma capitato
o a volte bifido. Le nucule ovoidi, sono erette, lisce, pelose, a volte
glabrescenti, ristrette alla base sopra a un distinto cercine.
Il genere comprende circa 18 specie delle regioni temperate
dell'Europa e dell'Asia.
Si possono trovare in suoli profondi ricchi di humus, di solito in
ombra, anche se alcune specie (es. P. angustifolia) si trovano in
luoghi assolati.
La polmonaria fiorisce allinizio della primavera, quando la luce
passa ancora liberamente tra i tronchi giungendo al suolo dal
sottobosco. Il gioco delle macchie luminose sullo sfondo scuro
sembra ripetersi sulle foglie macchiate di bianco. La forma dei
fiori induce a considerare questa pianticella una primula dei
boschi, bench i suoi fiori siano rosa alla chiusura e blu quando
appassiscono, una particolarit a loro propria.
La polmonaria contiene abbondanti quantit di mucillagini,
acido silicico, tannini ed una saponina responsabile della sua
azione espettorante attribuita alla polmonaria, nelle bronchiti ed
emottisi, ma anche nellematuria e nellincontinenza.
Utilizzo medico.
Come dice il nome stesso, la pianta conosce un impiego
terapeutico, in passato molto esteso, relativo alle affezioni a
carico dellapparato respiratorio, come antiussivo, blandamente
sedativo ed espettorante.
La presenza di sostanze minerali, carotenoidi, acido ascorbico,
che determina da parte della pianta propriet corroboranti e
ricostituenti, la rende utile nelle convalescenze e nella bronchite
cronica degli anziani. La presenza di tannini e flavonoidi

giustificherebbe luso nella medicina popolare come diuretico e


blando astringente utile nel trattamento della diarrea e delle
emorroidi. Attualmente poco utilizzata.
La tintura madre si prepara con la pianta intera fresca titolo al
55%.
Secondo Culpepper trova indicazioni, nelle tossi, nei
broncospasmi, nelle bronchiti, nelle faringiti. A livello
gastrointestinale per la diarrea e le emorroidi e per littero a
livello epatico. A livello dei genitali trova indicazioni per le
ulcere, sia nel maschio che nella femmina.
Curiosit.
Secondo la teoria delle signature le foglie con la caratteristica
maculatura biancastra raffigurava il polmone; tale indicazione
giustificava lutilizzo terapeutico della pianta nelle affezioni a
carico dellapparato respiratorio.
.

OMEOPATIA
PULMONARIA OFFICINALIS(Pul-o)
Pur essendo scarsamente usata in omeopatia emerge
chiaramente il tropismo per le vie respiratorie per laringiti,
tracheiti e bronchiti e questo la avvicina a Myosotis arvensis, e a
Cynoglossum officinale, altri organi su cui ha un buon tropismo
lapparato gastrointestinale, il fegato ed il genitale.
Potremmo, con molta prudenza e con la necessit assoluta di una
verifica, ipotizzare i seguenti temi come spunto per la sua
sperimentazione:
CWF/Timidity/Seduction/Mimetism
E una pianticella, considerata erroneamente una primula, che
cresce in primavera nel sottobosco in zone dove ci sono ombra o
giochi di luce ed ombra, questa similitudine suggerirebbe un
carattere insicuro, timido e schivo ed un desiderio di apparire e

non apparire che crea un comportamento ambiguo di chi vuole


sedurre con discrezione senza mettersi troppo in luce. Un altro
aspetto a favore di questa ipotesi sono le foglie chiazzate di
bianco che potrebbe essere una specie di mimetismo che la
pianta attua per mettersi in sintonia col sottobosco.
Transformation/Change
I fiori di questa pianta sono rosa e poi blu prima di appassire; si
potrebbe, alla luce della legge della similitudine, pensare al
desiderio di cambiare e di trasformarsi. Il miasma di questa
pianta chiaramente tubercolinico.
Respiratory/Lungs
In considerazione dellazione, blandamente sedativo e
espettorante della tosse derivante dai suoi principi attivi e del
suo uso consigliato nelle bronchiti e nelle affezioni delle alte vie
aeree ha un grande tropismo per le vie respiratorie, e forse,per la
teoria delle segnature, potrebbe essere utile in affezioni
polmonari pi importanti come la tubercolosi e le polmoniti.
Stomach/Abdomen/Liver/Rectum
Come segnala Culpepper e anche secondo le indicazioni della
Medicina popolare trovava indicazioni per le diarree, per gli
itteri e per le emorroidi. Questo tropismo gastrointestinale e
specialmente per il fegato con ittero, che qualora fosse associato
alle emorroidi configurerebbe, alla luce della legge della
similitudine,
unindicazione
per
la
sua
prescrizione
nellinsufficienza epatica con ipertensione portale. Questa ipotesi
dovrebbe naturalmente essere verificata da una sperimentazione
o prescrizione in un caso clinico con queste caratteristiche.
Genitalia
Culpepper nel suo erbario la indica anche per il trattamento di
ulcere veneree, e questo potrebbe indicare un tropismo
sullapparato genitale sia maschile che femminile in accordo con
quanto succede nelle altre Boraginaceae.
Kidney
Il suo utilizzo fisioterapico nellematuria e nellincontinenza
urinaria indicherebbero un tropismo urinario di questa pianta.
Weakness/Convalescence

La presenza di minerali, carotenoidi ed acido ascorbico rende


utile la pianta nelle convalescenze e nelle bronchiti croniche che
tendono a non guarire negli anziani, tutto ci sarebbe in accordo
con una delle caratteristiche principali della famiglia delle
Boraginaceae, cio la tendenza a lenti processi di guarigione e di
recupero.
Bibliografia
Wikipedia; Polmonaria Officinalis
Culpepper Herbals in Reference Works 4.
Enrica Campanili: Dizionario di fitoterapia e piante medicinali
Ed Tecniche Nuove

CYNOGLOSSUM OFFICINALE (Cyno)


Cinoglossa, Erba vellutina, Lingua di cane, Hounds
tongue.
Forma Biologica: Pianta erbacea a ciclo biennale con gemme
poste a livello del terreno.
Descrizione.
E una pianta erbacea, biennale; eretta, con densa e soffice
pelosit grigia, alta 20-50 cm.
Nel primo anno produce una rosetta di foglie; nel secondo anno,
produce il fusto eretto, robusto, in alto con rami eretti. Tutta la
pianta ha odore sgradevole.
Le foglie sono a margine intero, coperte da una soffice peluria
biancastra; le foglie basali sono riunite in rosette, lanceolate,
larghe 5-6 cm e lunghe 9-12 cm, acute all'apice e gradatamente
ristrette nel picciolo lungo 7-9 cm, spesso sono assenti al
momento della fioritura. Le foglie cauline sono progressivamente
ridotte, lanceolato-lineari e acute all'apice, con picciolo corto o
sessili.

I fiori sono disposti in cime inizialmente subsferiche, poi


allungate e patenti in generale senza brattee; il calice
accrescente diviso in cinque sepali ovali; corolla glabra, di
colore rosso scuro o violaceo, talvolta azzurro, di 5-7 mm di
diametro, con tubo corto, cilindrico, lembo rotato, fauce chiusa da
scaglie e 5 lobi distesi, ovali; stami inclusi, inseriti nella met
superiore del tubo; stilo incluso e stimma piccolo e subcapitato.
Frutto: formato da quattro mericarpi racchiusi nel calice
persistente, dai bordi ispessiti, con superficie esterna piatta o
leggermente concava e forma da ovoide a subglobosa, lunghi 6-8
mm, coperti con aculei pi rari al centro delle facce; il peduncolo
alla maturazione si incurva verso il basso. Tutta la pianta ha un
odore sgradevole.
La pianta nativa dellAfrica, Asia ed Europa, nel Nord America
stato introdotto in seguito ed considerato una fastidiosa erba
infestante in quanto le sue radici inibiscono la germinazione di
alcune specie di graminacee e di latifoglie tramite la liberazione
di sostante chimiche ed in generale competono con la vegetazione
nativa per lacqua ed i nutrienti, inoltre le sue borse si conficcano
nel vello delle pecore e di altri animali che pascolando infestano
nuove zone. Lingestione di queste piante pu anche condurre a
reazioni di fotosensibilizzazione negli animali da pascolo.
Distribuito nelle regioni temperate e subtropicali sia
dell'emisfero nord che dell'emisfero sud, questo genere annovera
circa 65 specie.
Distribuzione ed habitat in Italia. Il Cynoglosso presente
in tutto il Nord Italia fino all'Emilia Romagna, mentre assente
in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, mentre la sua presenza
incerta in Molise; non stato pi ritrovato Toscana.
Comune nei boschi, incolti, bordi dei campi, sentieri vigne e
recinti per il bestiame dal livello del mare fino a 1300 metri o,
raramente 2400 metri.
Distribuzione in America. Cynoglossum officinale si
distribuisce su aree incolte, ai bordi delle strade, pascoli, vecchi
campi, praterie, ai margini delle foreste, lungo i fiumi e dune di
sabbia.

Caratteristiche ed utilizzo
Cynoglossum officinale ha una lunga storia di utilizzo come
erba medicinale, sebbene sia raramente usata nel moderno
erbalismo. Le foglie contengono allantoina, una sostanza assai
efficace nel favorire i processi di guarigione del corpo. Dovrebbe
essere posta molta cautela nellapplicarla, dal momento che
grosse dosi assunte per via interna hanno effetti narcotici e la
pianta potenzialmente cancerogena nonostante sia stata usata
per il trattamento e cancro. Ha propriet simili a Symphytum
offcinale
La pianta ha unampia reputazione per luso in tumori di vari
tipi. Un rimedio omeopatico preparato dalle radici delle piante.
E molto efficace nel trattamento dellinsonnia. I te fatti con le
radici e le foglie sono stati usati per trattare la tosse, i
raffreddori, le mucose irritate, le emorroidi la diarrea e la
dissenteria.
Le foglie e le radici sono antidolorifiche, hanno azione favorente
la digestione, anti-emorroidale, antispastica, lievemente
narcotica e ha agenti che favoriscono la ritrazione dei tessuti e
che rendono pi morbida e soffice la pelle per applicazione locale.
Inoltre contengono allantoina, un composto simile a cera che
stato usato per trattare ulcere cutanee ed intestinali.
Tuttavia la pianta pu causare reazioni cutanee e contiene
alcaloidi che deprimono il sistema nervoso centrale.
La pianta contiene alcaloidi come la consolidina e la cynoglossina
che sono usati in medicina come antidolorifici.
Essi deprimono il sistema nervoso centrale e sono
potenzialmente cancerogeni.
Per via orale stata usata per trattare le tossi e la diarrea,
sebbene sia attualmente usata solo per applicazioni esterne sotto
forma di impacco su emorroidi, ferite, traumi minori, morsi ed
ulcere.
Le radici sono raccolte alla fine della primavera di piante del
secondo anno. Un'altra indicazione suggerisce invece, che
meglio raccoglierle in autunno e seccarle per un uso successivo.

Le foglie ed i germogli fioriti sono raccolti come la pianta fiorisce


e seccate per usarle in seguito.
Nel libro di Culpepper (Culpeppers Herbal in RW4) sono
riportate ulteriori indicazioni per il trattamento di emorragie, di
tumori delle ghiandole linfatiche e come antidolorifico.
A livello cutaneo usato per i morsi di cani rabbiosi, ulcere
maligne, ustioni, scottature, ferite, caduta dei capelli(uso topico).
A livello gastrointestinale usato per il trattamento topico elle
emorroidi. E consigliata da Culpepper anche per trattare le
ulcere veneree.
Culpepper riporta inoltre in accordo con Mizaldus: Le foglie
applicate sotto i piedi faranno s che i cani non ti mordano. Egli
aggiungeva:E chiamata lingua di cane perch si attaccherebbe
alle lingue dei cani da caccia; se sia vero o no, Io non ho mai
cercato di curare il morso di un cane rabbioso con solo questa
medicina. Quindi il curioso nome di Lingua di cane o Hounds
tongue deriva dalla propriet che avrebbero le foglie avvolte
attorno ai piedi di impedire ai cani di mordere chi le ha applicate
ai suoi piedi.
OMEOPATIA.
Alcuni aspetti mentali del rimedio si possono desumere in
Flowers essences su Reference Works 4, per il resto non ci sono
molte informazioni sul suo uso in omeopatia per cui necessita di
successive sperimentazioni.
Flowers essences.
In fase di compenso: pensiero olistico, percezione del mondo
fisico e della vita materiale con chiari pensieri spirituali.
In fase di scompenso: vede il mondo in senso materialistico,
oppresso ed offuscato da un punto di vista mondano e
eccessivamente scientifico.
Lo spirito moderno sta evolvendo nella sua capacita di pensare:
questo un grande dono spirituale che porta enormi potenziali
creativi.

Tuttavia questa forza del pensiero minacciata nel suo sviluppo


da eccessive attitudini intellettuali e materialistiche.
Per esempio, noi potremmo esattamente analizzare un albero
per le sue propriet combustibili o come materiale da costruzione
senza vedere la sua identit spirituale. Noi possiamo pensare il
sole come una semplice esplosione di atoni di idrogeno, o le stelle
come il risultato del big-bang, senza capire che reali forze
spirituali ed esseri vivono e respirano nei movimenti del sole e
delle stelle.
Questo equivalente a vedere gli esseri umani solamente come
corpo fisico composto di parti assai definite come ossa,
cartilagini, tessuti cellulari e DNA, senza mai rendersi conto
della totalit e della complessit spirituale dellessere che sta
prima di noi.
Le persone sensibili si ribellano contro questa coscienza
materialistica, ma spesso fanno ci in un modo che rinnega le
reali capacit del pensiero.
Il Cynoglosso stimola e ravviva lattivit del pensiero.
Esso ristora il senso di meraviglia e riverenza per la vita, inoltre
aiuta lo spirito a pensare in modo chiaro e specifico alla
dimensione spirituale del mondo fisico.
.TEMI
Non possibile dai pochi dati disponibili creare dei temi certi,
tuttavia il rimedio ha delle caratteristiche che lo avvicinano alle
tematiche di Symphytum, in quanto contenendo allantoina,
favorirebbe i processi di guarigione e di cicatrizzazione di ulcere
e ferite a vari livelli, potrebbe avere azione antitumorale in base
alla legge di similitudine.
Cynoglossum ha un tropismo respiratorio che potrebbe
avvicinarlo a Myosotis arvensis e Symphytifoglia
e a
Pulmonaria officinalis. E da segnalare latteggiamento
infestante di questa pianta ed il suo odore offensivo.
I vecchi libri di erboristica lo consigliano per uso topico anche per
la caduta dei capelli e per le emorroidi. Leffetto depressivo degli
alcaloidi che contiene potrebbe indicare un tropismo neurologico

che andrebbe approfondita con delle sperimentazioni cos pure la


sua efficacia nei disturbi del sonno.
I temi sotto elencati sono perci un ipotesi di lavoro
non rappresentano nulla di definitivo e dovranno
essere verificati dalluso o dalla sperimentazione del
rimedio.
INTEGRITY/VULNERABILITY
Il fatto che contenga allantoina, una sostanza ad azione
cicatrizzante e favorente la guarigione dei tessuti presente anche
in Symphyum, indicherebbe che la pianta condivide i temi della
integrit e della vulnerabilit tipici della famiglia delle
Boraginaceae. Sarebbe perci indicata per il trattamento di
traumi o ferite.
CONFIDENCE WANT / INADEQUATE FEELING
FORSAKEN FEELING
Egotism/Growth/Offensiveness
Il carattere infestante della pianta che inibisce la crescita di
altre piante e sottrae loro il nutrimento potrebbe per analogia
indicare che questi pazienti hanno un carattere invadente e
prevaricante seppure con una fragilit di fondo dovuto alla
componente silicea che come sappiamo presente in tutte le
piante ma pi rappresentata nelle Boraginaceae. Lodore
sgradevole della pianta farebbe presumere che dentro di loro ci
possa essere qualcosa di offensivo che serve in qualche modo ad
allontanare gli altri per espandersi.
Wounds/Ulcers/SLOW REPAIR
Lindicazione per il trattamento delle ulcere cutanee maligne,
intestinali, ustioni, scottature conferma questo aspetto della
minaccia alla propria integrit fisica cui seguono lenti processi
riparativi
Nervous System
La pianta contiene alcaloidi che possono deprimere il S.n.c.

Questa
azione,
se
seguita
da
opportune
sperimentazioni,suggerirebbe un tropismo a questo livello che
sembra collegarlo, per questo aspetto, ad Onosmodium.
Oversensitive to pain
Luso della pianta come antidolorifico suggerirebbe, per analogia,
lipersensibilit al dolore dei soggetti che la richiedono come
rimedio.
Sleeplessnees
Cynoglossum era utilizzato per le insonnie e questo aspetto
associato ad altre caratteristiche della famiglia lo potrebbe
rendere utile per questa indicazione.
Respiratory/Coryza
Lazione emolliente ed espettorante delle mucillagini che
contiene ne fanno un buon rimedio per le patologie dellapparato
respiratorio, in accordo con lazione a questo livello delle altre
Boraginaceae.
Abdomen/Rectum/Liver
Il suo uso erboristico come antidiarroico e per uso topico sulle
emorroidi conferisce un tropismo intestinale a questo rimedio,
associato anche a problemi epatici con ittero.

Cancer
Leffetto cicatrizzante dellallantoina, associato a quello
cancerogeno degli alcaloidi pirrolozidinici che contiene, per la
legge della similitudine potrebbe configurare una
azione antitumorale del rimedio.
Skin/Hair
Sul pieno cutaneo abbiamo unazione del rimedio su ulcere
maligne, ferite ed ustioni, a livello del cuoio capelluto
unindicazione possibile per la calvizie.
.
Bibliografia

Wapedia ;Cynoglossum officinale


Wikipedia; Cynoglosum officinale
Culpeppers Herbal (RW4)
Flowers essences( RW4.)

CONSIDERAZIONI SINTETICHE
Si preferito per concludere utilizzare il termine di
considerazioni sintetiche, visto il numero ridotto di piante di
questa famiglia conosciute in omeopatia, rispetto alle quasi 2000
specie che fanno parte delle Boraginaceae.
Le considerazioni che seguiranno non sono nulla di conclusivo
ma unipotesi di lavoro su cui bisogner impegnarsi per mettere
ancor meglio in luce i temi omeopatici fondanti.
In generale dai rimedi studiati emerge chiaramente il tema
della integrit e della vulnerabilit che come abbiamo gi
discusso le avvicina alle Composite.
Questi temi si evidenziano nella tendenza dei rimedi omeopatici
approfonditi in questa tesi a reagire in modo inadeguato
alle ferite che subiscono, segno inequivocabile di un senso
dellintegrit problematico e di una vulnerabilit ancor pi
evidente.
Symphytum sul piano osteoarticolare, Onosmodium su quello
neurologico, Borago su quello della dignit ferita, Myosotis e
Heliotropium su quello dellabbandono sono esempi emblematici
di come ferite a diversi livelli abbiano come risultato comune uno
slow repair, cio una lenta e problematica guarigione.
Tuttavia in questi rimedi notiamo, seppure con molte difficolt
unostinazione tutta silicica a superare gli ostacoli per i quali
non i sentono attrezzati a farlo, ed, infatti, sono persone attive
e tenaci.
Questi pazienti hanno delle personalit fragili segno di un
abbandono precoce reale o vissuto come tale da parte delle

figure di riferimento, come si evince dallo studio repertoriale e


dai miti di Myosotis ed Heliotropium peruvianum, oppure dai
due casi di Borago officinalis dove ci sono figure parentali poco
accudenti o infine dal caso di Onosmodium del dr Merialdo (sig.
Aldo) dove le figure non adeguate sono gli insegnanti scolastici.
Nonostante labbandono nelle Boraginaceae la tendenza ad
appoggiarsi su se stessi senza cercare sostegni esterni e questo ,
per certi versi, un altro aspetto silicico.
Questo abbandono precoce fa s che queste persone siano poco
idonee a reagire alle difficolt alle ferite sia fisiche che
psicologiche che la vita infligge loro.
Questi individui, hanno unintrinseca sensazione di
debolezza che li fa sentire inadeguati a riparare queste ferite.
Nelle Composite le ferite sono vissute in modo eroico, quasi come
un segno di invulnerabilit mentre nelle Boraginaceae sono
vissute in modo problematico a causa dell intrinseco senso di
debolezza che li fa sentire incapaci di ripararle.
Questo senso di debolezza ed inadeguatezza sono alla base della
mancanza di fiducia in se stessi e di tutte le ansie di
anticipazione e delle paure di non essere in grado di
superare gli ostacoli che troviamo nella famiglia studiata.
Intrinsecamente sentono che non ce la faranno a superare gli
ostacoli e spesso subentra una sensazione di stanchezza e
di pesantezza che accompagna le diverse patologie presenti
nei rimedi di questa famiglia; alla fine la malattia diventa una
giustificazione alla loro non riuscita. La rigidit che troviamo in
Symphytum ed Onosmodium specialmente agli arti in qualche
modo un tentativo, irrigidendosi, di affrontare meglio le difficolt
che vedono insormontabili e verso le quali si sentono poco
attrezzati a superarle.
I rapporti con lo spazio ed il tempo sono problematici,
specialmente Onos per il quale il tempo passa troppo
lentamente, in quanto vorrebbe gi aver superato un ostacolo
che vede troppo grande; vi sono poi vari sintomi vertiginosi sia in
Onos che in Symph a confermare il difficile rapporto con lo
spazio.

Gli atteggiamenti dittatoriali che troviamo in Borago, meno


accentuati in Symphytum e Onosmodium e forse in Cynoglossum
sono un compenso alla loro intrinseca fragilit e non
lespressione di una forte personalit come emerge ad esempio
dalla timidezza del caso di Onos del dr Merialdo.
Borago ha anche una simpateticit verso i familiari derivante
dalla situazione di piccolo adulto che si trova a dover vivere.
In Myosotys ed in Heliotropium prevale il senso
dellabbandono e dellamore
deluso vissuti come
uninsanabile ferita.
In Heliotropium peruvianum presente un narcisismo di fondo
che non troviamo negli altri rimedi.
In questi rimedi ci sono a volte sensazioni di espandersi e
restringersi, di dividersi e riunirsi che non vanno confuse con
lesplosiva deframmentazione delle leguminose, ma come un
tentativo di ipertrofizzarsi davanti alle difficolt e di riunire i
pezzi di una integrit messa in crisi dalle scarse capacit
riparative.
Per approfondire ulteriormente le tematiche delle Boraginaceae
ritengo necessario valutare, alla luce degli aspetti mentali, le
proiezioni sul piano fisico.
Il tropismo connettivaledi Symphytum e degli altri rimedi
in misura minore, con azione sulle ossa, articolazioni e muscoli,
lo rende un utilissimo rimedio nei ritardi di guarigione delle
fratture, dei traumi, delle infezioni dellosso specie se associati a
dolori pungenti e penetranti. La tendenza a favorire i processi di
cicatrizzazione di questo rimedio lo rende indicato anche nei
sarcomi ossei confermando una sua azione antitumorale.
Sul piano neurologico il rimedio principe di questa famiglia
Onosmodium virginianum che ha unazione deprimente sul
sistema nervoso centrale ed indicato nelle patologie
neurologiche gravi come sclerosi a placche, sclerosi laterali
amiotrofiche, atassie, dove, senza risolvere il problema in modo
radicale, ha per fornito benefici effetti. Il caso del dr Merialdo ci
insegna che il piano neurologico non riguarda solo le gravi
patologie, ma anche disturbi meno minacciosi come dislessie,

disgrafie, difficolt di memoria, tutte manifestazioni di


inadeguatezza ed incapacit a superare gli ostacoli che la Key
note di questo rimedio.
Lapparato respiratorio ha in Myosotis e forse in Polmonaria
officinalis due utili rimedi.

Il tropismo per apparato respiratorio legato allazione delle


mucillagini contenute in queste piante che hanno azione
espettorante e fluidificante sul muco e sulle secrezioni in
generale delle vie respiratorie.
Troveranno perci indicazione in tutti quei processi infettivi a
carico delle alte e basse vie aeree come bronchiti, polmoniti,
pleuriti, tubercolosi, con la modalit che la guarigione lenta e
non risolutiva, specie se accompagnate da emaciazione e
sudorazioni fredde notturne a testimonianza del miasma
tubercolinico che domina in questi rimedi.
I rimedi di questa famiglia hanno un costante tropismo
oculare che bene evidente in Symphytum per i trami del bulbo
oculare, per le apoplessie della retina, per le cataratte posttraumatiche ed in Onosmodium dove vi sono una serie di turbe
oculari e visive tra cui il vedere gli oggetti pi grandi di quello
che sono, per cui deve alzare il piede pi di quanto serva
camminando, emblematico di come questo rimedio abbia
difficolt a superare gli ostacoli. Ci sono sintomi oculari anche
negli altri rimedi trattati e tutto ci conferma il netto tropismo
oculare di questa famiglia.
Come sappiamo dalla Medicina tradizionale cinese locchio la
porta del fegato: linteressamento oculare nelle Boraginaceae,
alla luce di questa interpretazione, indicherebbe perci che vi
possa essere un tropismo epatico ben pi evidente di quanto si
nota in Borago in Symphytum e forse in Cynoglossum.
Da un punto di vista patogenetico questo collegamento trova
riscontro nella tossicit epatica di molte piante di questa
famiglia per il loro contenuto in alcaloidi pirrolozidinici che sono

epatotossici. Penso che sperimentazioni pi approfondite


potrebbero confermare un tropismo epatico pi netto delle piante
di questa famiglia che contengono i suddetti alcaloidi.
I disturbi sessuali sono una costante di questi rimedi. In
Onosmodium(chiamato anche falso litospermo) sono presenti nel
maschio una freddolosit dei genitali che si associata
allimpotenza ed allo scarso desiderio sessuale e nella femmina
leucorree, avversione al coito con scarso o assente piacere, che
configurano una sessualit problematica e vissuta con una
cattiva integrazione degli istinti, ed a questi aspetti si pu
associare facilmente sterilit. Occorre ricordare che molte di
queste piante sono perenni e per analogia, doversi riprodurre
perennemente diventa assai impegnativo.
Le sostanze ad azione antigonadotropa, presenti soprattutto in
Lithospermum officinale ma anche in Onos, spiegano lazione
deprimente di queste piante sullapparato genitale e, non a caso,
questa pianta era usata dalle donne dei Nativi dellAmerica
come contraccettivo.
In Heliotropium peruvianum abbiamo una peculiare sensazione
di bearing down attivo, vale a dire la donna ha la chiara
sensazione che lutero potrebbe attivamente uscire dalla vagina.
Il senso di inadeguatezza, come si pu vedere, si estende anche
alla sfera sessuale; lunico rimedio tra quelli studiati che,
seppure con problemi di dismenorrea e vampate di calore in
menopausa, sembra pi vispo a livello sessuale Borago
officinalis.
I dolori che troviamo in questa famiglia variano dagli dolori
penetranti e pungenti di Symphytum in cui la componente
silicica molto evidente, a conferma di una struttura di fondo
fragile e con difficili processi riparativi, a quelli a piccole zone
di Onosmodium che cerca di circoscrivere la malattia ad una
piccola area facendo una distinzione tra la testa che funziona ed
il corpo che va in pezzi, per concludere con quelli pulsanti e
martellanti delle cefalee di Borago, un paziente tipicamente
congesto e pletorico.

In Symphytum sono presenti cefalee con dolori prevalentemente


penetranti; in Onos pressanti o taglienti.
I lenti processi di guarigione tipici di Symphytum ed un po
di tutta la famiglia, quelli che ho definito slow repair, sono
un aspetto essenziale per la comprensione di questi rimedi sia
sul piano mentale che su quello fisico; questo spiega lutilit di
questi rimedi nei processi suppurativi cronici che non tendono a
guarire a carico delle ossa, articolazioni, muscoli, polmoni,
ghiandole linfatiche e del sistema nervoso centrale.
(Onos)
Borago officinalis ha un tropismo per lapparato
cardiocircolatorio che lo rende utile per lipertensione, e per il
senso di pesantezza a livello cardiaco.
Le patologie articolari di Borago peggiorano col calore e
questa unimportante modalit per la prescrizione di questo
rimedio, mentre le patologie articolari di Symphytum sono
prevalentemente post-traumatiche e migliorano col calore e si
aggravano col movimento
La cute non molto interessata in questa famiglia se non per le
ulcere cutanee torpide che trovano giovamento da questi rimedi
se ci sono le modalit della guarigione che ritarda e dei dolori
pungenti, o per gli eczemi essudanti alle mani di Borago che
come sappiamo ha un noto tropismo cutaneo per il suo contenuto
in acido gamma-linolenico. Cynoglossum officinale, simile per
molti aspetti Symphytum, potrebbe rivelarsi un buon rimedio
per le ulcere cutanee e genitali torpide e maleodoranti in
analogia con loffensivit della pianta.
Un tropismo che emerge dal caso di Onos del dr Merialdo ed
anche nelle rubriche repertoriali di Symph. per lo stomaco e
laddome dove ci possono essere ulcere, gastriti, distensioni
addominali e diarree.
Lithospermun officinale contiene sostanze ad azione antigonadotropa, ma secondo il suo uso fitoterapico ha anche un
tropismo tiroideo e pancreatico e renale nella calcolosi (per
analogia con le caratteristiche dei suoi semi simili a calcoli
renali); tali aspetti naturalmente andrebbero verificati con
ulteriori sperimentazioni.

Sono in genere dei rimedi freddolosi almeno Symphytum ed


Onosmodium nel quale c anche una coldness a livello genitale
maschile tuttavia Onos. a differenza di Symph che migliora col
caldo, migliora con il freddo. Borago invece un congesto un
caloroso che aggrava col caldo, compresi i dolori articolari.
Le sudorazioni di Symphytum e Myosotis sono fredde e
specialmente in Myosotis notturne (miasma tubercolinico)
mentre in Onos. sono scarse.
In Symphytum c avversione ed aggravamento col tabacco ed
aggravato dal caff, Onosmodium migliorato dal vino ed ha
molta sete in piccoli sorsi per bevande fredde ghiacciate ed
ha un buon appetito come si vede come dal caso di Aldo del dr
Merialdo.
Per gli altri rimedi non citati frequentemente in questa sintesi
come Cynoglossum officinale, Lithospermum officinale,
Polmonaria officinale si rimanda agli spunti tematici nella
singola trattazione dei rimedi stessi, in quanto vi sono troppo
pochi dati per creare tematiche omeopatiche veramente
affidabili.

Bibliografia
Franz Vermeulen Materia medica omeopatica sinottica vol
1 e 2 Salus infirmorum ed
Morrison Manuele guida ai sintomi chiave e di confermaGaleazzi editore
Radar Keynote

Enrica Campanili: Dizionario di fitoterapia e piante


medicinali. Ed Tecniche nuove
Alfredo Cattabiani: Florario Oscar Mondatori
Pelikan. Le piante medicinali per la cura delle malattie.
Natura e cultura ed.
Da Reference Works:
Allens Encyclopedia
Allens Keynote
Allens Handbook
Boericke material
Boericke repertory
Clarke dictionary
Clarke material medica
Clarke repertory
Mangialavoris Additions 5
Roberts repertory
USDA Plant Chemical
Saines Repertory addictions
Hales Materia medica 1-2
Herings Materia medica
Mirillis tematica materia medica
Repertori per estrazioni repertoriali
Mac Repertory Complete Millenium
Synthesis repertory 9.2
I siti internet sono precisati sotto i singoli capitoli
della tesi.

KAOS
Scuola di medicina omeopatica classica

FAMIGLIA BOTANICA CRASSULACEAE


Tesi di Specializzazione
Dr.ssa ANNAMARIA ALBERTINI

Direttore Accademico Dr Giacomo Merialdo


Genova a.a. 2009-10

Tutor: Dr.ssa MARIAROSA VITALI

INDICE

pagina
Crassulaceae
Cotyledon umbilicus
Sempervirum tectorum
Sedum acre
Sedum telephium
Sedum repens
Rhodiola rosea

Bibliografia

3
9
14
18
22
24
25

26

CRASSULACEAE

D'interesse omeopatico:

COTYLEDON UMBILICUS
SEMPERVIRUM TECTORUM
SEDUM ACRE
SEDUM TELEPHIUM
SEDUM REPENS

D'interesse solo fitoterapico:


- RHODIOLA ROSEA

CLASSIFICAZIONE BOTANICA
Regno: Plantae; Divisione: Magnoliophyta;
Classe: Magnoliopsida; Ordine:
Rosales/Saxifragales; Famiglia: Crassulaceae

Le Crassulacee sono una famiglia di piante


dicotiledoni che comprendono circa 3000 piante
erbacee e suffrutticose, in passato classificate
nell' ORDINE ROSALES, ma che in base alla
moderna classificazione filogenetica andrebbero
inserite nel
l 'ORDINE SAXIFRAGALES.

DIFFUSIONE
Sono diffuse in tutto il mondo di solito nelle zone
secche e/o fredde in cui l'acqua pu essere

scarsa, ma si trovano maggiormente nell'emisfero


boreale e nell'Africa meridionale tranne in
Australia e in Polinesia.
DESCRIZIONE
Sono caratterizzate da un habitus xeromofo, con
foglie semplici, succulente.
I fiori sono caratterizzati dall'isomeria costante di
tutti i verticelli.
I petali possono essere liberi (Sedum) o saldati
(Umbilicus)
L'impollinazione di regola eutomogama (ad
opera di insetti)
Si tratta di piante succulente che accumulano
acqua nelle loro foglie ingrossate.
IL FENOMENO DELLA SUCCULENZA
Il fenomeno dell'accumulazione di acqua durante
la crescita vegetale, non una rarit riservata
alle piante grasse, solo la permanenza
anormale e l'esagerazione di un processo che
tutta la pianta attraversa in determinati stadi del
suo sviluppo. Ha luogo al momento della
germinazione quando il seme incontrando l'acqua
si trasforma in una goccia di vita. Sovente, i

cotiledoni (foglie germinative) sono spessi,


rigonfi e amorfi. Ma nei vegetali normali questo
stadio non che transitorio. La goccia si allarga
in un piano quello della foglia verde- e l'acquoso
si incontra con l'aereo.
Le piante grasse possono essere interessanti, ma
mai perfettamente belle.
Le crassulacee sono una famiglia di piante
consistenti di 37 generi, di cui Sedum e
Sempervirens sono ben conosciuti.
Contano1400 specie di cui 500 che conservano
la succulenza degli organi embrionali attraverso
tutta la genesi fogliare. Hanno foglie riunite in
rosette compatte carnose di forma variabile, che
spesso si contraggono in grosse gemme sferiche,
simili al cuore di un cavolo, come ad es.
nel
sempervivo dei tetti (Sempervirum tectorum).

La forte plasticit vitale di questa famiglia non


porta ad alcun indurimento, alcuna lignificazione:
non si trovano n spine, n aghi. Non d vita a
piante parassite.

La propria vita gia abbastanza energica, quindi


non ha bisogno di prenderne in prestito altre, al
contrario, le crassulacee popolano la roccia nuda,
le sabbie sterili, fino ad alte altitudini. Esse amano
una luminosit molto intensa, un sole torrido.
Non producono sostanze infiammabili, n balsami,
n resine e non generano sostanze tossiche.
Sono piante a fioritura estiva.
Nelle piante grasse la respirazione non si compie
totalmente come nelle altre piante, bruciando
completamente il carbonio, ma si arresta ad una
abbondante formazione di acidi vegetali. Nelle
crassulacee in particolare si forma l'acido malico.
Esse non aprono i loro pori durante le ore calde
del giorno, quando ci sarebbe una grande perdita
di acqua ma durante le ore fresche della notte
per permettere l'ingresso dell'anidride carbonica
che si converte in acidi organici per poi
riconvertirsi in CO2 di giorno ed essere usati nella
fotosintesi.
La fotosintesi CAM (dall'inglese Crassulacean
Acid Metabolism) prende il nome da questa
famiglia, perch questa particolare via metabolica
fu scoperta per la prima volta nelle crassulacee.

Goethe alla vista di una di queste piante ha


sentito risvegliarsi la sua prima intuizione della
pianta archetipica: la pianta intera idealmente
contenuta e nascosta in tutti i punti del vegetale.
Questo fenomeno raggiunge l'apice nel genere
Bryophyllum, in cui le foglie sono capaci di
riprodurre la pianta intera nei loro lobi o
frastagliature.

USO TRADIZIONALE
Nessuna pianta appartenente a questa famiglia
utilizzata nell'agricoltura, ma molte sono
apprezzate
come
piante
ornamentali
d'appartamento o di terrazzo.
Molte infatti hanno un aspetto bizzarro e sono di
solito abbastanza rustiche, pertanto richiedono
poche cure. Crassula ovata, ad esempio una
delle specie pi apprezzate e diffuse nelle nostre
case.
Alcune piante hanno un utilizzo medico con
Sempervirum tectorum, Cotyledon umbilicus,
Rhodiola e il genere Sedum ed altre che vedremo
dettagliatamente.

OMEOPATIA

TEMI FONDANTI
(il tema fondante un concetto strutturale e la
sua caratteristica essenziale la sua permanenza
in qualsiasi circostanza )
VITALITA' / ENERGY
Possono sopravvivere nei terreni pi ostili.
Ricrescono a partire da piccolissimi frammenti,

tessuti feriti, e possono moltiplicarsi di nuovo (W.


Pelikan)
Per questo, queste piante hanno la capacit di
popolare i luoghi meno ospitali, in genere aridi e
poveri. Sono piante che sanno sfruttare al
massimo il minimo!
GENERALITIES; ENERGY, lots of
SUCCULENZA / WATER
Per la forma e struttura possono trattenere
grandi quantit di acqua ed apparire cos gonfie
di liquidi. Questo permette loro di vivere in climi
secchi.
AUTOSUFFICIENZA / INDEPENDENT
Un tema importante di questi rimedi un forte
bisogno di essere autosufficienti in modo
assolutamente narcisista, e il deserto che hanno
intorno a loro, metaforicamente rappresenta la
distanza che vogliono mantenere dalle persone e
dalle cose a loro pi care per evitare il dolore di
una relazione che li ancora per terra.
RABBIA / ANGER
La rabbia non espressa esternamente in questi
rimedi (non ci sono spine) ma rivolta tutta

dentro se stessi ed per questo che fanno


patologie autodistruttive, come in Sempervirum
tectorum e Sedum acre
SOLE / SUN
Senza di esso non possono vivere: l'elemento
principale ed essenziale

TEMI GENERALI
(il tema generale esprime un concetto
importante
di
un
rimedio,
ma
non
necessariamente sempre presente, pu essere
circoscritto a limitati spazi temporali)

ALLEGRIA / CHEERFULNESS
Quando compensati sono allegri e gioiosi
MIND;
CHEERFULNESS,
gaiety,
happiness;
tendency
MIND; COMPANY; desire for
MIND; EXCITEMENT, excitable; tendency; desire
for

MIND; EXHILARATION
MIND; FOOLISH behavior
MIND; MIRTH, hilarity, liveliness
ISTERIA / HYSTERIA
MIND; HYSTERIA
EVITAMENTO e CHIUSURA / WITHDRAWAL
Una delle pi comuni strategie di sopravvivenza
l'evitamento, che si manifesta con diversi sintomi
MIND; DELUSIONS, imaginations; body, body
parts; parts; absent
MIND; HEEDLESS, careless; morning, on waking
MIND; QUIET; disposition
MIND; TALK, talking, talks; indisposed to, desire
to be silent, taciturn
GENERALITIES; FAINTNESS, fainting; tendency
DEPRESSIONE / SADNESS
MIND; SADNESS, despondency,
melancholy
MIND; FORGETFULNESS

depression,

DISTRUTTIVITA' / DESTRUCTIVENESS
C' autodistruzione che si esprime con diverse
patologie d'organo: ragadi, ulcere e tumori

Mouth; APHTHAE
Mouth; CANCER; tongue
Mouth; ULCERS; tongue
Chest; CANCER; mammae
EMORRAGIE / HEMORRHAGE
Mouth; ULCERS; bleeding
FEMALE; METRORRHAGIA; General; climacteric
period; in
GENERALITIES; HEMORRHAGE; tendency or actual

TROPISMO D'ORGANO
Piante importanti per la cura di affezioni alla
pelle, genitali femminili, nervi, cuore, membrane
mucose e articolazioni.
Non potendo conoscere le caratteristiche
mentali di tutti i rimedi, per la scarsa
casistica, la differenziazione tra le varie
specie suggerita dalle loro azioni sul
piano fisico.

Diagnosi differenziale

- CACTACEAE
In comune con le Cactaceae hanno la VITALITA',
la
SUCCULENZA,
l'INDIPENDENZA
e
la
DISTRUTTIVITA' (tumori) in pazienti altamente
scompensati,
hanno
un
comportamento
narcisista.
Non hanno per le spine delle Cactaceae, per cui
non hanno il loro "noli me tangere", che nelle
cactacee significa il rispetto che hanno per gli
altri lo pretendono anche per se stessi.
- DROGHE
In comune con le droghe c' l'ALTERATA
PERCEZIONE di parti del corpo, la RABBIA poco
espressa che prende la strada dell'EVITAMENTO e
la tendenza alla FUGA, fino ad arrivare ad avere
confusione mentale, difficolt di concentrazione,
depressione e coma.

Le droghe
distruttive.

per

non

fanno

patologie

cos

- Rubiaceae, Compositae, sali di fosforo,


sali di manganese, rosaceae, serpenti,..
(per i sintomi EMORRAGICI )

COTYLEDON

UMBILICUS

Classificazione :
GENERE : Cotyledon
SPECIE : umbilicus
Nome scientifico :
Umbilicus rupestre
Etimologia :

( Cot.)

Il nome Cotyledon (dal greco Kotyle) una tazza:


alludendo alla sua rotondit per le foglie
leggermente concave.
Umbilicus si riferisce alla depressione (simile ad
un ombelico) nel centro delle foglie.
Nome comune :
Ombelico di Venere
Parti usate :
Pianta in toto
Descrizione della sostanza :
La maggior parte delle specie di Cotyledon sono
del Sud Africa, necessitano di sole, suolo ben
drenato e temperature che non devono scendere
sotto i 5 10 C.
Le spesse foglie succulenti sono frequentementi
verde pallido. In condizioni di povert del suolo e
secchezza sono spesso di colore rosso .
Cotyledon umbilicus un'insignificante, robusta
pianta sempreverde alta circa 20 cm. Il suo
rizoma una piccola radice tuberosa. I fiori gialloverde, a piccoli raggi, crescono in lunghi grappoli
pendenti.

Habitat :
La pianta cresce sulle rocce e nelle spaccature
nelle regioni Atlantico-Mediterranee da Madeira
all'Asia Minore, ma si trova anche in molte regioni
del Nord come l'Irlanda e l'Inghilterra
Pur supportando il freddo, non gradiscono il gelo;
necessitano molta luce.
Uso tradizionale :
Il succo ed estratto di Kidneywort era una volta
usato per l'epilessia, specialmente nell'ovest
dell'Inghilterra dove era frequentemente trovato.
Come cura per non si mai affermata
pienamente, in maniera definitiva.
Era applicato dai contadini del Galles sugli occhi
in alcune malattie.
Le foglie schiacciate, ridotte in poltiglia e
applicate come un impacco erano curative per le
emorroidi.
Erano anche utili se applicate su leggere ustioni o
scottature.
Il decotto delle foglie considerato rinfrescante
e diuretico e il succo quando bevuto un
eccellente decongestionante del fegato e della
milza.

Miti, leggende :
I fiori associati a Maria, madre di Ges, sono
profondamente
intrecciati
con
un'antica
tradizione che ha le sue tracce prima dell'era
cristiana. Nella mitologia pagana perlopi ogni
pianta comune era l'emblema di un dio. Ogni
albero era la dimora di una ninfa. In questo caso
l'ombelico di Maria formato dal Cotyledon
umbilicus, originariamente chiamato ombelico di
Venere.
Tossicologia, farmacologia :
Se polverizzato ed esposto all'aria, acquisisce un
peculiare odore simile a quello del pesce,
probabilmente dovuto alla Trimetilamina, che
contenuta in esso.
Contiene inoltre sali d'ammonio, nitrato di K, sali
di K, Na, Ca, ossido di Fe, mucillagini, cellulosa,
tannino, clorofilla, un olio volatile e il 95% di
acqua (nella pianta fresca).
A forma di campanelli pendenti, i suoi fiori
tubulari, sono disposti a spiga.

OMEOPATIA
Desiderio di compagnia ed eccitazione.
Grande brio, desiderio di cantare e di essere felici.
Disturbi causati da emozioni soppresse. Stato di
testa leggera appena sveglio, si dimentica ci che
sta facendo o dicendo, debolezza di memoria,
tristezza fino al coma.
Intorpidimento di molte parti del corpo,
svenimenti.
Catarro alle vie respiratorie, tossi spasmodiche
appena alzato, orzaioli ricorrenti.
Dolenzia muscolare, dolore al seno,, alle scapole,
fitte attraverso il torace che si estendono alle
braccia e tra le scapole.
Azione sul cuore, palpitazioni, oppressione sul
torace .
Indolenzimento articolare, gambe e braccia
pesanti e dolenti. Formicolio agli arti, sciatica.
Convulsioni, epilessia.
< mattina e sera, stando calmo e pensandoci
> movimento, aria aperta, bevendo th
TROPISMO D'ORGANO
Nervi, cuore, articolazioni, membrane mucose
(faringe, laringe, trachea)

REPERTORIO

DI ZANDVOORT

MIND; ABSENT-MINDEDNESS
MIND; AILMENTS from; excitement; general
symptoms from
MIND; AILMENTS from; excitement; general
symptoms from; suppressed
MIND; AILMENTS from; excitement; sexual
MIND; AILMENTS from; excitement; sexual;
suppressed
MIND; ANXIETY
MIND;
CHEERFULNESS,
gaiety,
happiness;
tendency
MIND; COMPANY; desire for
MIND; CONFUSION of mind
MIND; DELUSIONS, imaginations
MIND; DELUSIONS, imaginations; body, body
parts; erroneous ideas as to the state of his
MIND; DELUSIONS, imaginations; body, body
parts; parts; absent
MIND; DELUSIONS, imaginations; headless, that
she is
MIND; DELUSIONS, imaginations; lost

MIND; DELUSIONS, imaginations; mind; going out


of his, he is
MIND; DREAMS; nightmare
MIND; DREAMS; nightmare; inability to see, as if
he could not escape from
MIND; DULLNESS, sluggishness, difficulty of
thinking and comprehending
MIND; EXCITEMENT, excitable; tendency
MIND; EXCITEMENT, excitable; tendency; desire
for
MIND; EXHILARATION
MIND; EXHILARATION; alternating with; sadness
MIND; FOOLISH behavior
MIND; FORGETFULNESS
MIND; FORGETFULNESS; words while speaking, of,
word hunting
MIND; HEEDLESS, careless
MIND; HEEDLESS, careless; morning, on waking
MIND; HYSTERIA
MIND; MEMORY; weakness, loss of
MIND; MEMORY; weakness, loss of; expressing
ones self, for
MIND; MEMORY; weakness, loss of; say, for what
he is about to
MIND; MIRTH, hilarity, liveliness
MIND; QUIET; disposition

MIND; RESTLESSNESS, nervousness; tendency;


midnight; before
MIND; SADNESS, despondency, depression,
melancholy
MIND; SINGING
MIND; TALK, talking, talks; indisposed to, desire
to be silent, taciturn
MIND; TALK, talking, talks; indisposed to, desire
to be silent, taciturn; midnight, on waking
MIND; THINKING; alienation of mind
MIND; THINKING; alienation of mind; morning on
waking
MIND; THOUGHTS; vanishing, loss of
MIND; UNCONSCIOUSNESS, coma
MIND; UNCONSCIOUSNESS, coma; night; waking,
on
MIND; WILDNESS
MIND; WILDNESS; night, on waking
GENERALITIES;
body
GENERALITIES;
GENERALITIES;
GENERALITIES;
GENERALITIES;
GENERALITIES;

ABSENT, as if some part of the


CANCEROUS affections
CONVULSIONS
CONVULSIONS; epileptic
ENERGY, lots of
FAINTNESS, fainting; tendency

GENERALITIES; PAIN; sore, bruised


GENERALITIES; SCIATICA, ailments from
GENERALITIES; STRENGTH; sensation of
GENERALITIES; TRICKLING sensation, like drops
GENERALITIES;
WEAKNESS,
enervation,
exhaustion, prostration, infirmity
EYE; STIES
EYE; STIES; recurrent
LARYNX & TRACHEA; CATARRH
LARYNX & TRACHEA; CATARRH; Trachea
LARYNX & TRACHEA; INFLAMMATION; Larynx
LARYNX & TRACHEA; INFLAMMATION; Larynx;
chronic, catarrhal
CHEST; CONSTRICTION, tension, tightness
CHEST; CONSTRICTION, tension, tightness;
Trachea, bifurcation of
CHEST; OPPRESSION
CHEST; OPPRESSION; Heart
CHEST; PAIN; General
CHEST; PAIN; General; mammae
CHEST; PAIN; General; mammae; extending to;
scapula
CHEST; PAIN; General; mammae; under

CHEST; PAIN; General; mammae; under; left


EXTREMITIES; BURSAE; cysts
EXTREMITIES; INFLAMMATION
EXTREMITIES; INFLAMMATION; Joints
EXTREMITIES; INFLAMMATION; Joints; hysterical,
hysterical joints
EXTREMITIES; SENSITIVE (K1189, G983)
EXTREMITIES; SENSITIVE; Lower Limbs
EXTREMITIES; SENSITIVE; Lower Limbs; rubbing of
trousers, to
EXTREMITY PAIN; JOINTS
EXTREMITY PAIN; JOINTS; hysterical
EXTREMITY PAIN; LOWER LIMBS
EXTREMITY PAIN; LOWER LIMBS; sciatica

SEMPERVIRUM TECTORUM

(Semp.)

Classificazione :
GENERE : Sempervivum
SPECIE : tectorum
Nome scientifico :
Sempervivum tectorum
Nome comune :
Semprevivo
Parti usate :
Foglie
Costituenti principali :
-tannini, flavonoidi
-mucillagine, pectine, zuccheri
-acid organici (malico, ascorbico,
formico..) aminoacidi

Descrizione :

isocitrico,

La radice fibrosa di questa pianta produce


numerosi ciuffi di spesse e succulenti foglie.
Lo stelo del fiore cresce in altezza dal centro di
uno di questi frondosi ciuffi, diritto, lanuginoso,
che produce alla sua sommit una cima di
numerosi larghi e pallidi fiori rosa. E' una pianta a
crescita rapida, e in poco tempo in grado di
ricoprire qualsiasi spazio.
In inverno le punte diventano rosse.
Habitat:
La pianta nativa in Europa (Alpi francesi e
italiane), in grado di resistere a qualsiasi
condizine climatica.
Uso tradizionale :
Il succo fresco di Sempervirum tectorum viene
consigliato nelle afte. Conosciuto l'uso topico
effettuato applicando foglie fresche, come succo
o polpa, su bruciature, irritazioni, ulcere, piaghe,
emorroidi, punture d'insetti: determina un effetto
benefico con diminuzione del dolore e graduale
scomparsa della flogosi.
Il succo fresco considerato efficace contro le
verruche.

In passato la pianta stata utilizzata come succo


fresco
opportunamente
manipolato
nel
trattamento topico di alcune forme tumorali, sia
in iniezioni locali che per via interna.
Viene segnalato un uso interno, appartenente alla
medicina
popolare,
nella
dismenorrea
e
amenorrea, come antispasmodico e nelle forme
febbrili.
Miti e leggende :
In passato veniva piantata sui tetti perch si
riteneva proteggesse dai fulmini. Carlo Magno nel
Capitulare de Villis ordinava di piantare il
Semprevivo sui tetti delle case per evitare i
fulmini.
Le foglie, pestate con l'aceto, costituiscono
secondo Leclerc, un callifugo assai efficace.
OMEOPATIA
Produce tumori al seno, all'utero, alla lingua con
indurimenti e ulcerazioni.
E' usato esternamente per punture d'insetti,
ferite da veleno e verruche, herper zoster,
tricofizie, emorroidi.
Spasmi dell'utero, mestruazioni soppresse e
disturbi mestruali di ogni genere e in menopausa.

TROPISMO D'ORGANO
Bocca, pelle, utero.
Non ci sono sintomi repertoriali di questo rimedio
sul MIND

REPERTORIO DI ZANDVOORT
Mouth; APHTHAE
Mouth; CANCER
Mouth; CANCER; tongue
Mouth; CRACKED, fissured; general
Mouth; CRACKED, fissured; general; tongue
Mouth; EXCRESCENCES
Mouth; EXCRESCENCES; tongue
Mouth; HARD; tongue
Mouth; HEMORRHAGE
Mouth; HEMORRHAGE; tongue
Mouth; HEMORRHAGE; tongue; night
Mouth; INDURATION; tongue
Mouth; MUCOUS membrane; excoriation; general
Mouth; MUCOUS membrane; excoriation; general;
tongue
Mouth; PAIN; general

Mouth;
Mouth;
Mouth;
Mouth;
Mouth;
Mouth;
Mouth;
Mouth;
Mouth;
Skin;
Skin;
Skin;
Skin;
Skin;
Skin;
Skin;
Skin;
Skin;
Skin;

PAIN; general; tongue


PAIN; sore, bruised
PAIN; sore, bruised; tongue
TUMORS; general
TUMORS; general; tongue
ULCERS
ULCERS; tongue
ULCERS; bleeding
ULCERS; malignant

ERUPTIONS; general
ERUPTIONS; herpetic
ERUPTIONS; herpetic; circinate, ringworm
ERUPTIONS; herpetic; zoster, zona
ERUPTIONS; herpetic; zoster, zona; chronic
ERYSIPELAS
INFLAMMATION; general
SENSITIVENESS; general
TRICHOPHYTOSIS
WARTS

Extremities; CALLOSITIES, horny


Extremities; CALLOSITIES, horny; toes
Extremities; CORNS; general
Chest; CANCER; mammae

Chest;
Chest;
Chest;
Chest;

OPPRESSION
OPPRESSION; heart complaints, in
PULSATION
PULSATION; heart

Female;
Female;
after
Female;
Female;
Female;
Female;
Female;
Female;

MENOPAUSE
MENSES; general; climacteric period,
MENSES; general; nursing period, during
MENSES; suppressed
PAIN; general
PAIN; general; uterus
PAIN; constricting, contracting
PAIN; constricting, contracting; uterus

Generalities;
Generalities;
Generalities;
Generalities;
Generalities;
Generalities;

BURNS
CANCEROUS affections
WOUNDS
WOUNDS; bites
WOUNDS; bites; dogs, of
WOUNDS; poisoned

Il genere SEDUM comprende diverse specie


utilizzate in omeopatia, la pi conosciuta la
specie Acre poi
Telephium e
Repens, che
vedremo
Un'altra crassulacea molto simile al genere sedum
la Rhodiola a cui faremo cenno, ma non ha
utilizzo in omeopatia.

SEDUM ACRE (sed-ac)


Classificazione :
GENERE: Sedum
SPECIE: Acre
Etimologia :
Il nome del genere (Sedum) poterbbe derivare
dal verbo di radice latina sedeo = io mi siedo

per il tipo del fusto prostrato oppure da sedare


calmare in riferimento ad alcune propriet della
pianta.
Il nome della specie (Acre) deriva dal sapore
che appunto acre.
Nome comune :
Borragine gialla, erba pignola o riso delle streghe.
Parti usate :
Pianta in toto
Descrizione :
E' un'erba perenne generosamente ramificata. Si
contrae nelle piccole foglie grasse, sferiche
serrate attorno agli steli. Ogni frammento della
pianta adatto a mettere radici: un campo
pietroso incolto viene rapidamente coperto.
Il fusto esile a volte prostrato (se porta solo le
foglie) e a volte ascendente (se all'apice porta
l'inflorescenza).
Le ramificazioni sono di circa 5 cm di lunghezza.
La lama della foglia spessa, carnosa, smussata.
Tra maggio e luglio i fusti fertili si raddrizzano e
producono fiori giallo vivo di circa 1,25cm di

diametro, da un solo lato, che si piegano come


una coda di scorpione.
Componenti :
Il principio attivo di Sed-ac un alcaloide, la cui
facile tendenza alla decomposizione ne ha
impedito le analisi chimiche.
Inoltre contiene zuccheri, ac.malico, resina, cera,
vitamina C, vitamina P (rutina).
Habitat :
Questa piccola pianta nativa dell' Europa,
preferisce terreni assolati piuttosto asciutti e
sabbiosi. Il genere Sedum ricco di specie, circa
150, che abitano le regioni temperato-fredde.
Si trova anche in Africa settentrionale e in Asia.
In Italia vegeta in prevalenza nelle regioni
settentrionali.
Uso tradizionale:
E' astringente. Ha un'azione rubefacente, attiva
il metabolismo, per cui usata con molta cautela
per usi interni.
Per uso esterno l'erba pignola stata impiegata
sotto forma di impacchi sugli ascessi, le
scottature e le piaghe. Uno degli usi migliori per

rimuovere i calli, pu anche essere usata per


ridurre I brufoli, sebbene possa causare irritazioni
locali.
Ha anche azione ipotensiva e lassativa.
Essendo ricca di rutina e vitamina C ha trovato
utilizzo anche in situazioni di fragilit dei capillari
sanguigni.

OMEOPATIA
Sul sistema circolatorio usato nell'ipertensione.
Sulla pelle ha azione su vescicole, pustole.
E' utilizzato nelle irritazioni, nelle fessurazioni
anali e alcuni stati precancerosi e nella cura delle
emorroidi, anche con noduli, soprattutto quando
compare dolore qualche ora dopo essere andati
di corpo.
Condizioni emorragiche legate alla presenza di
vitamina C e P.
Febbre intermittente tipo malaria.
TROPISMO D'ORGANO
Genitali femminili, pelle, retto.

REPERTORIO DI ZANDVOORT
RECTUM; CONSTRICTION, closure, contraction
RECTUM; CONSTRICTION, closure, contraction;
convulsive, spasmodic
RECTUM; CONSTRICTION, closure, contraction;
stool; after
RECTUM; FISSURE
RECTUM; HEMORRHOIDS
RECTUM; HEMORRHOIDS; painful, very
RECTUM; HEMORRHOIDS; painful, very; fissure like
RECTUM; PAIN; General
RECTUM; PAIN; General; stool; agg.; after
RECTUM; PAIN; General; stool; agg.; long lasting
FEMALE; MENSES; frequent, too early, too soon
FEMALE; MENSES; profuse
FEMALE; MENSES; profuse; protracted, and
FEMALE; METRORRHAGIA; General
FEMALE; METRORRHAGIA; General; climacteric
period; in
FEVER, HEAT; INTERMITTENT, chronic, ague,
malarial
GENERALITIES; HEAT; flushes of

GENERALITIES; HEAT; flushes of;


period, in
GENERALITIES; SCURVY, scorbutus

REPERTORIO DI BOERICKE
GENERALITIES
Scrofulosis.
CLINICAL
Menorrhagia

SEDUM TELEPHIUM (Sed-t)


Nome comune :
Erba della Madonna
Parti usate :
Pianta in toto

climacteric

Costituenti principali :
-tannini e mucillagini
-glicosidi flavonici
-telephioside
-sali minerali, zuccheri, alcaloidi, acidi organici
Descrizione :
E' una pianta perenne, mediamente alta (fino a
60 cm) di aspetto erbaceo
Habitat :
E' una pianta originaria delle zone fredde e
temperato-fredde dell'Eurasia.
In Italia cresce sui pendii umidi e ombrosi, nei
prati incolti, aree montagnose anche sassose, ai
margini dei boschi e sentieri sterrati.
Uso tradizionale :
Le foglie fresche e spellate risultano detergenti,
disinfiammanti,
cicatrizzanti
e
analgesiche.
Vengono applicate con successo su ulcere,
ascessi, paterecci, fistole ove mostrano di
possedere
un'ottima
azione
cicatrizzante.
Sembra favoriscano, inoltre, l'espulsione di
frammenti di vetro o legno rimasti nelle ferite.

Da una segnalazione di Cazin, la pianta avrebbe


propriet analoghe a quelle del Sempervivum
tectorum, in particolare per quanto riguarda l'uso
esterno. A volte sono impiegate in prodotti
contro le emorroidi.
CURIOSITA': Il sedum conosce un utilizzo
gastronomico: le foglie possono essere pestate
con sale e aceto o fatte cuocere con il latte o
macerare con l'olio. La radice cotta con lo strutto
si pu mangiare in purea.
Tossicologia, farmacologia :
Poich la pianta molto potente possono
verificarsi delle reazioni allergiche, qualche volta
anche molto vistose, di natura eritemato
vescicolosa; ma solo in quei casi in cui il
trattamento dovesse durare pi di 10 giorni,
perch dopo questo lasso di tempo che
l'eventuale reazione si verificherebbe.
OMEOPATIA
Si visto viene utilizzato con successo nelle
forme di emorragie dell'intestino, del retto e
dell'utero, spesso associate a tumore, per quanto

riguarda le emorragie uterine soprattutto durante


il climaterio.
Sulla pelle pu essere usato localmente su ferite,
scottature
Tonsilliti, ulcere polmonari
Dolori corrosivi nello stomaco e nei visceri,
diarrea
TROPISMO D'ORGANO
Genitali femminili e intestino (Boericke)

REPERTORIO DI ZANDVOORT
FEMALE; Menses: profuse: general.
FEMALE; Menses: profuse: menopause: before.
FEMALE; METRORRHAGIA; General
FEMALE; METRORRHAGIA; General; climacteric
period; in
GENERALITIES; HEMORRHAGE; tendency or actual

SEDUM REPENS (sed-r)

Sinonimo: Sedum alpestre


OMEOPATIA
Di questo rimedio si conosce poco, come gli altri
Sedum fa tumori, in particolare il repens colpisce
gli organi addominali dove c' dolore e perdita di
forza.
Considerato un valido rimedio negli stadi
precancerosi, insieme a Sed-a.
TROPISMO D'ORGANO
Intestino

REPERTORIO DI SAINE
ABDOMEN
TUMORS: Intestines, cancerous [908]
CHEST
CANCER: Mammae [908]

RHODIOLA ROSEA
Descrizione :
E' una pianta vivace che nasce sui suoli sabbiosi,
rocciosi, freddi e secchi dei pendii siberiani. Le
foglie sono semplici, spesse , succulente , e
tendono al verdazzurro.
Il genere Rhodiola molto affine al genere
Sedum, le specie pi comuni sono :

l'integrifolia, la rhodantha e la rosea.


Uso tradizionale :
Viene utilizzato come fitoterapico. Una lunga
serie di studi ha evidenziato nella Rhodiola rosea
la capacit di influenzare positivamente alcune
funzioni del sistema nervoso centrale come la
capacit
di
concentrazione,
la
memoria,
migliorare il tono dell'umore, l'apprendimento
andando ad intervenire direttamente sugli
indicatori primari della qualit di tali prestazioni.
Tali propriet sono state ricondotte alla presenza
di fenilpropanolderivati e di Rosavin, principio
vegetale che caratterizza in modo unico
l'estratto.
Lo si considera come uno dei primi adattogeni
come il ginseng, l'eleuterococco e l'ashwaganda.
Non sono conosciuti studi omeopatici di tale
pianta

BIBLIOGRAFIA

Allen Reference Work


Boericke J. Reference Work
Campanini E. Dizionario di fitoterapia e piante
medicinali, Tecniche nuove Ed,
Milano 2003
Mangialavori M. Reference works
Murphy Reference Works
Kent D. Warketin :
Zandvoort Millenium Repertory Reference Works
Estrazioni repertoriali da MacRepertory
Koine International Reference Works
Pelikan W. Le piante medicinali Volume II p.
201-203 Natura e cultura ed. 1999
Vermeulen F. Reference Work

Scuola Internazionale di Formazione Permanente in Medicina Omeopatica

KAOS
SCUOLA DI MEDICINA OMEOPATICA CLASSICA

FAMIGLIA BOTANICA
SIMAROUBACEAE

tesi di specializzazione
dott. FLORIO COCCHI

tutor: dott.ssa ENZA ROSASPINI

anno accademico 2009 - 2010

. un albero solitario ha recinto invisibile,


largo quanto l'ombra da poggiare intorno.
Prima di entrarci tolgo i sandali.
Mi stendo alla sua luce.
Il cirmolo capace di biforcarsi in due rami principali, impossibile per
l'abete e il larice.
Il fusto di quello di quass ha due braccia levate parallele, una per il
fulmine.
Sa di essere bersaglio, l'altezza solitaria lo comporta.
nato dalla scarica che uccise il tronco precedente a lui.
Il fulmine suo padre secondario.
Varie paternit si riducono a cause,
i loro figli a effetto.
Terra sua madre in cui si attacca polipo di scoglio........

Erri De Luca

INDICE
simaroubaceae famiglia
cedron
ailantus
quassia amara
simarouba
leitneria
simarouba glauca
temi

3
4
19
47
61
66
68
70

SIMAROUBACEAE

Alberi e arbusti
contenenti di norma nella
corteccia, nel legno e nei semi sostanze amare
caratteristiche ( lattoni triterpenoidici). Si
tratta di 22 generi e 170 specie, tutte
tropicali ad eccezione di Ailanthus Altissima e
Picrasma, diffusi nellAsia temperata. Hanno
foglie generalmente pennate, composte, alterne;
fiori regolari, piuttosto piccoli, bisessuali o
unisessuali e, in questo caso , con residui
rudimentali del sesso opposto. Il frutto pu
essere una bacca, una drupa, ( un frutto
carnoso indeiscente cio che, anche giunto a
completa maturazione, non si apre spontaneamente
per fare uscire il seme) o un drupario ( frutto
multiplo i cui carpelli concresciuti maturano
separandosi in altrettante piccole drupe) .
Delle Simarubaceae troviamo 18 generi:
Ailanthus
Amaroria
Brucea
Castela
Cedron
Cedronia
Eurycoma
Gymnostemon
Harrisonia
Iridosma
Laumoniera
Leitneria
Perriera
Picrasma
Picrolemma
Quassia
Simarouba
3

Soulamea
Valenzuelia

CEDRON:
Simaba cedron Planch
Cedron
4

Simaba Cedron un albero della famiglia delle Simarubacee che


vive nelle zone costiere dell'America centrale (Colombia) e
meridionale, lungo le rive dei fiumi. Il frutto una drupa grande
solitaria, contenente un solo seme. La drupa lunga 3-4,5 , e
largo 1,5 a 2,5 cm. , ovale allungata, convessa da un lato, piatta
o leggermente concava, dall'altra presenta una cicatrice ovale.
Spesso giallognola, dura e compatta, ma si taglia facilmente
con un coltello; inodore , ma ha un gusto puro e intensamente
amaro, non dissimile da quella di Quassia.

Lowry (JPC, XIX, p. 365), separ da quello che credeva essere il seme della
Simaba Cedron, una sostanza cristallina che chiam cedrin. Tuttavia Tanret,,
nel tentativo di confermare il suo lavoro, non riuscito a ottenere una
sostanza cristallina da questa pianta, ma lo ha fatto da uno strettamente
legato ad esso, vale a dire, il waldivia S., e credeva che Lowry si fosse
sbagliato sull'identit del suo materiale grezzo. (vedi PJ, 1908, LXXXI, p.
103.) tutto ci ha per molto tempo generato molta confusione sulla
classificazione di questa pianta.

Cedrin ora un preparato in commercio sotto forma di cristalli . E'


amaro, lentamente solubile in acqua, tanto pi facilmente in alcool
o etere .
5

La dose del farmaco greggio da cinque a quindici grani (0,3-0,9


gr.).
Il cedrin amaro stato usato per via sottocutanea , probabilmente
per lenire spasmi, in dosi ipodermiche in dosi di un quindicesimo
di un grano (0,004 gr.).
La tintura madre viene preparata a partire dai cotiledoni. Contiene
lattoni amari , composti da cedronina e cedronolina

STORIA
Questo frutto era noto agli Indiani dellAmerica centrale, ed
menzionato per la prima volta nel 1699 nella storia dei Bucanieri.
Questi erano gli avventurieri che nel 17 e 18 secolo davano un
intensa caccia ai bufali dAmerica, per prenderne le pelli delle
quali facevano mercato. Questo rimedio aveva la reputazione,
peraltro giustificata, di salvare coloro che erano le vittime di un
morso di serpente.
Nel 1828 gli Indiani della cordigliera delle Ande, ne vendevano a
Cartagena, porto della Colombia sul mare delle Antille. Nel 1844
dei naturalisti scoprirono questalbero nellistmo di Panama, e nel
1848 sul Rio Grande.
Uno studio approfondito fu fatto dal naturalista Hellert.
Questi, viaggiando nella Cordigliera di Veraguas, fu morso alla
gamba destra da un serpente corallo.
Fortunatamente egli aveva con s dei pezzi di frutto di Cedron.
Nei pochi secondi che impieg per togliere il rimedio dal sacchetto
che portava sospeso sul torace, egli fu preso da violenti dolori al
cuore e alla gola; subito dopo aver masticato e inghiottito una
piccola porzione di Cedron della grandezza di una piccola fava, i
suoi dolori cessarono come per incanto. Ma gli rimase
unoppressione e una sensazione di annientamento generale. Ne
mastic un altro pezzo e ne applic la poltiglia sulla ferita. Nel giro
di un quarto dora sentiva soltanto le leggere coliche.
Queste furono seguite da una forte evacuazione di materia che
aveva laspetto del latte cagliato, ed egli fu perfettamente guarito.
Un anno dopo, diversi indigeni furono morsi allo stesso modo da
un serpente corallo, mentre spianavano un terreno in queste
regioni. Due di loro, che avevano con s la noce di Cedron si
salvarono mangiandola; gli altri morirono.
Halbert racconta un caso di febbre malarica in un soldato. Brividi
e febbre ricorrevano con regolarit esatta. Il fegato e la milza
erano molto ingrossati. Estrema anemia; e vi era questa
caratteristica supplementare: gastralgia intermittente che si
manifestava con le crisi febbrili. Insieme a queste condizioni si
ebbe una manifestazione di sintomi coreici, che riguardavano
principalmente la faccia e le spalle, con spasmi muscolari dolorosi
nello stato interfebbrile; spesso vi erano spasmi isterici debilitanti;
il cuore diventava irritabile e qualche volta irregolare. Dopo che
con altri rimedi non si era ottenuto nessun risultato, Cedr. cur il
7

paziente in tre settimane, il miglioramento inizi immediatamente.


La rapidit di azione sembra essere una caratteristica come con
Bell. La notevole prevalenza di sintomi nervosi sar evidente nei
sintomi di Cedr., anche la forte eccitazione sessuale che esso
causa. Torpore; dilatazione; malessere; sensazione di paralisi.
Molti sintomi si manifestano nella parte sin. del corpo, ma sono
affetti il lato ds. di testa e faccia, il gomito ds., ed il deltoide ds.
Hellert prov poi a diverse riprese il Cedron nei casi di febbri
malariche, endemiche a Panama; e sempre col massimo
successo, anche nei casi in cui il solfato di chinino aveva fallito.

usi e leggende
In Nuova Grenada vi una credenza superstiziosa riguardo sua
efficacia nello sradicare il veleno; si narra infatti che gli indigeni
portassero sempre con s alcuni dei semi.(sulla propria persona)
Per i morsi di serpente, una piccola quantit viene raschiata,
mescolando con acqua e applicando il prodotto sulla ferita. Poi 2
chicchi vengono messi in brandy o in acqua e assunti per os
(internamente).
Veniva usato anche per le punture di insetti (1699 Inghilterra); la
tintura di semi veniva usata sulle ferite; nella nevralgia.

USO OMEOPATICO
Metcalf nel 1853, Casanova nel 1856, Petroz e Teste nel 1858, e
Douglas nel1859, sperimentarono gli effetti di Cedron e ne
stabilirono la patogenesi. Questi rivela che lazione del rimedio
particolarmente marcata sul sistema nervoso, poich provoca
dei dolori nevralgici, degli spasmi, dei crampi e delle

convulsioni, queste convulsioni possono assumere il


tipo della corea, delleclampsia e dellepilessia.
Dal punto di vista mentale esso produce una eccitazione seguita
da depressione. Ha anche unazione marcata sulla sfera
sessuale. I sintomi sono generalmente aggravati dopo
latto sessuale, soprattutto nella donna, e il periodo mestruale
aggrava tutti i sintomi. Questo rimedio, come la China, provoca
dei sintomi febbrili periodici, che ne fanno un eccellente rimedio
della malaria e delle sue sequele. Questa periodicit si manifesta,
non solo per la febbre, ma per tutti i sintomi del rimedio, e questo
costituisce una chiave per la sua utilizzazione.

NEVRALGIE
Il malato di Cedron presenta nevralgie facciali, pi spesso a
destra, che ritornano in crisi parossistiche di una certa durata e
che provocano una distorsione dei muscoli del lato affetto. I dolori
appaiono bruscamente, come in Belladonna; anche, come
questultimo, un rimedio ad azione rapida.
Dolori nevralgici intollerabili, che originano sovente da un dente
cariato, vagano da un posto allaltro e vi provocano delle forti fitte
lancinanti e degli intensi dolori tiranti. Nevralgie facciali che
tornano ogni giorno verso le 7 o le 8 di sera e che durano due ore.
Sono accompagnate da congestione della testa e da brividi
nel corpo. Queste nevralgie si incontrano spesso in vecchi
malarici. La periodicit molto marcata e le crisi ritornano
ogni giorno alla stessa ora.
Esse durano in genere due ore, e questa durata di due

ore si manifesta anche per gli altri sintomi del


rimedio.
Nevralgie dentarie: laria inspirata d una sensazione di freddo
nei denti. Odontalgia la sera e la notte. Mal di denti durante le
mestruazioni,che ritorna ogni notte, o che dura due ore tutte le
sere fintanto che continuano le mestruazioni. Sanguinamento
delle gengive.

Dolori lancinanti nella regione dellorbita, che si


estendono fino alloccipite e obbligano a chiudere gli
occhi; battito spasmodico delle palpebre superiori.
Violenti dolori frontali che iniziano al di sopra degli occhi e si
estendono verso le tempie o verso loccipite, come in Prunus
spinosa. Dolori aggravati prima di un temporale. Questo si
riscontra nelle malattie oculari: irite, iridociclite, glaucoma,
coroidite.
Dolori che vanno da una tempia allaltra attraverso gli occhi. Dolori
pressivi alla tempia destra e al lato destro della testa, che durano
lintera mattinata e cessano verso mezzogiorno. Congestione
della testa con dolori battenti, come Belladonna, che iniziano nelle
tempie, raggiungono poi la fronte e finalmente tutta la testa.
Come si pu vedere i disturbi oculari sono molto marcati,
come in Prunus e in Belladonna. Cedron guarir non solo i
dolori, ma anche laffezione che ne la causa.
10

Vista confusa e lampi luminosi davanti agli occhi. Viso tumefatto o


congestionato con pupille dilatate; gli occhi sono iniettati di
sangue e sono dolenti al tatto.
Nevralgia ciliare periodica. Irite dolorosa, glaucoma con dolori
periodici. Aggravamento dei dolori la sera e quando ci si corica.
Battito spasmodico delle palpebre.
Dolori brucianti e contundenti negli occhi con lacrimazione.
Fotofobia. Lacrime
brucianti che irritano le palpebre e le guance.

SPASMI E CONVULSIONI
Lirritazione di Cedron non si manifesta soltanto sui nervi
sensitivi e sugli organi di senso, ma anche sui nervi motori.
Ne deriva lapparizione di spasmi.
Alla gola e al torace, questi provocheranno un soffocamento; agli
arti provocheranno dei sintomi di corea, declampsia e di
convulsioni epilettiformi. Questi sono spesso in relazione con la
sfera genitale: atti sessuali e periodi mestruali.
Abbiamo visto lo spasmo delle palpebre, si pu produrre anche
alla gola, creando delle difficolt alla deglutizione. Balbettamento
e parola difficile per spasmo della faringe e della laringe.
Contrazione della laringe, sensazione di soffocamento,
voce rauca o debole e respirazione difficile. Crisi di laringite
spasmodica,che ritornano periodicamente tutte le sere, con
brividi, che durano due ore e si concludono con unabbondante
sudorazione, esattamente come una crisi di malaria.
Tosse spasmodica che torna ogni mattina alle 6 e che dura due
ore. Respirazione accelerata e ansimante, soprattutto nella donna
dopo latto sessuale e accompagnata da una crisi di convulsioni
coreiformi.
Crisi di soffocamento che sopraggiungono ogni giorno dalle dieci
a mezzogiorno; respirazione ansimante e oppressa che obbliga il
malato a stare in piedi in posizione irrigidita; gonfiamento
della gola e delle tonsille durante la crisi. Il malato obbligato a
fare uno sforzo costante per inghiottire; questo stato aggravato
dopo aver dormito ed migliorato mangiando.
11

Eccitazione mentale con aggravamenti notturni; agitazione e


impossibilit di restare tranquilli; eccitazione sessuale;
eccitazione sensoriale che aggrava le nevralgie, ed
eccitazione motoria che provoca degli spasmi e delle
convulsioni. Questi due momenti della vita genitale,
creano nella donna uno stato spastico. A questo punto la donna
presenter balbettamento e parola difficoltosa, smorfie e
contorsioni del viso, movimenti coreiformi delle braccia e delle
gambe. Queste crisi di corea durano da 15 a 20
minuti e anche di pi; possono essere accompagnate da una
perdita involontaria delle urine e delle feci, come nella crisi
epilettica.
Crisi di epilessia o convulsioni epilettiformi al momento delle
mestruazioni, soprattutto il primo giorno; vertigini, ronzii auricolari,
azione tumultuosa del cuore, perdita di conoscenza e caduta; a
volte emissione di un grido, riso sardonico, schiuma alla bocca; a
volte anche perdita involontaria di urine e feci.
Il rimedio qui vicino a Oenanthe crocata, che uno di quelli che
hanno, fra i loro sintomi, lepilessia catameniale in un modo molto
marcato. Ce ne sono comunque altriche ricorderemo: Argentum
nitricum, Belladonna, Caulophyllum, Actea racemosa,
Cuprum, Hyoscyamus, Ignatia, Kali bromatum, Natrum mur., Nux
vomica,
Platina e Sulphur.
Questi differenti tipi di crisi si possono manifestare anche durante
la gravidanza, sia che la donna sia albuminurica oppure no:
eclampsia puerperale, che prende laspetto di una corea o di crisi
epilettiformi.
Il periodo delle mestruazioni daltronde quello in cui la
malata di Cedron soffre del maggior numero di disturbi: tutti i
suoi sintomi si aggravano in questo periodo, ed ella ne
presenta anche altri supplementari. cos che avr anche dei
mal di denti che tornano ogni notte, dei sanguinamenti gengivali,
una grande sete, una difficolt a parlare con la sensazione che la
lingua si paralizzi, le labbra secche e la lingua dolente.
Dopo le mestruazioni, la donna presenta ptialismo e leucorrea.
Questa leucorrea pu daltronde apparire nei 5 o 6 giorni che
precedono le mestruazioni, cessare durante queste e riprendere
quando sono finite. La leucorrea pu anche rimpiazzare
le mestruazioni quando queste non appaiono.
Infine, nella donna che richiede Cedron, si potr presentare anche
12

una tendenza allaborto ogni volta che incinta, e questo aborto si


presenter sempre alla stessa epoca, ad esempio al 3 mese.

PERIODICIT E MALARIA
Una delle caratteristiche pi marcate di Cedron la sua
periodicit. Ogni sintomo ritorna regolarmente ogni giorno alla
stessa ora. Questa ora non la stessa per i diversi sintomi,
ma per un sintomo determinato essa sempre identica.
cos che gli sperimentatori del rimedio, e i clinici che hanno
guarito dei malati con Cedron, hanno notato gli orari seguenti: alle
4 del mattino, brividi seguiti da sudori; alle 6 del mattino, tosse
spasmodica, o parossismi di febbre; dalle 10 a mezzogiorno, crisi
di soffocamento; alle 11 del mattino, emicrania un giorno su
due; a mezzogiorno mal di testa pressivo. Alle 4 del pomeriggio,
brividi dopo essersi lavati con acqua fredda; alle 7 o alle 8 della
sera, crisi di nevralgia facciale; alle 9 della sera, freddo al viso e in
particolare al naso, con brividi e sbadigli.
C un marcato aggravamento la sera, soprattutto per quel che
riguarda le nevralgie, e la tendenza agli spasmi, alle crisi di corea
e di epilessia. I sintomi mentali sono aggravati la notte. Gli oggetti
sembrano rossi la notte e gialli il giorno. Si pu produrre anche
una sordit notturna.
la periodicit del rimedio, periodicit sia quotidiana sia di un
giorno su due, che fa di Cedron uno dei principali rimedi delle
febbri intermittenti. Lalbero che porta questo frutto cresce in
regioni molto paludose, e in particolare nellistmo di
Panama, che per quel che riguarda la malaria, una delle zone
pi malsane del mondo. Poich la periodicit il carattere
essenziale della malattia e delle febbri intermittenti, Cedron vi
corrisponder essendo simile a loro. Lora abituale
dellaccesso sar le 4 del mattino o le 4 del pomeriggio, ma certi
casi guariti da Cedron presentavano laccesso alle 6 del mattino.
Questi accessi malarici durano abitualmente due ore. Notiamo
che questa durata di 2 ore abituale di Cedron, sia per gli accessi
malarici, che per le crisi di nevralgie o di soffocamento e per
gli accessi di tosse.
13

Il malato preso da brividi a volta abbastanza violenti da scuotere


tutto il corpo, il volto si congestiona, le pupille si dilatano, ma le
mani e i piedi restano freddi. Allo stadio del calore il corpo si
riscalda, le mani diventano brucianti; il polso pieno e accelerato.
Il malato ha la testa pesante, ha sete, e desidera delle
bevande calde. Infine questo stadio seguito da una abbondante
sudorazione, la febbre cade e la crisi finisce.
Cedron adatto alle febbri delle regioni basse e paludose durante
la stagione calda, e alle febbri tropicali. Il brivido si ripete tutti i
giorni o ogni due giorni, con una regolarit cronometrica.
Sar anche il rimedio delle nevralgie post-malariche, cos
frequenti nei vecchi coloniali; come pure delle crisi di corea e di
epilessia che possono sopraggiungere dopo dei soggiorni alle
colonie e le malarie che ne derivano. Cedron agisce a
volte l dove i derivati del chinino hanno fallito

PSICHISMO
Poich Cedron un rimedio di eccitazione, sia del sistema
sensitivo che di quello motorio, il soggetto che lo richiede
presenter necessariamente dei sintomi deccitazione.
Eccitazione mentale con aggravamenti notturni; agitazione e
impossibilit di restare tranquilli; eccitazione sessuale; eccitazione
sensoriale che aggrava le nevralgie, ed eccitazione motoria che
provoca degli spasmi e delle convulsioni. Ma poich Cedron
anche un rimedio che possiede una marcata periodicit, ne
risulteranno delle alternanze di eccitazione e di depressione.
Dopo che leccitazione sar durata circa due ore e lo avr ben
stancato, il soggetto sar pi o meno esaurito e avr un periodo di
depressione.
Questo malato in generale depresso dopo ogni periodo attivo o
dopo ogni sintomo serio: dopo le mestruazioni, dopo il coito, dopo
la crisi di tosse o di soffocamento, dopo la crisi di nevralgia o di
emicrania, dopo laccesso malarico.
Lalternanza di eccitazione e di depressione quindi molto
marcata.
14

DISTURBI DIGESTIVI
Lintossicazione del malato si far sentire anche sul tubo
digerente, soprattutto per gli spasmi. Il malato avr una sete
marcata, sia per le bevande fredde che per le calde; questa sete
sar maggiore durante le mestruazioni e allo stadio del
calore della febbre. Avr poco o per niente appetito, ma una
tendenza alla nausea, una rapida distensione gastrica
mangiando, e una sensazione di pietra nello stomaco.
Laddome duro e teso, ci sono flatulenze, coliche e crampi
intestinali, dolori nella regione del fegato e della milza. Le feci
saranno disfatte, semi-liquide, e potranno, nei casi gravi,
assumere laspetto dellamido. Il malato ha delle evacuazioni postprandiali urgenti, e pu avere una perdita involontaria di feci
durante la crisi di corea, di epilessia e di eclampsia. Lirritazione
intestinale pu anche, in certi casi eccezionali, assumere il
carattere del cholera morbus. Infine, qualche sensazione
particolare potr richiamare questo rimedio: sensazione
che la testa si gonfi; che dellaria fredda colpisca i denti, che la
lingua sia paralizzata; che una corrente elettrica passi attraverso
la bocca, di avere una pietra nello stomaco; che una goccia
durina scorra nelluretra; o che le gambe siano gonfie.

15

TEMI:
PERIODICITA' Questa ora non la stessa per i diversi
sintomi, ma per un sintomo determinato essa sempre
identica.
periodicit nella febbre ( malaria),
periodicit nei disturbi pscichici, quindi alternanza di
depressione ed eccitazione
< ciclo mestruale
< coito
Eccitazione mentale con aggravamenti notturni; agitazione
e impossibilit di restare tranquilli; eccitazione
sessuale; eccitazione sensoriale che aggrava le
nevralgie, ed eccitazione motoria che provoca degli
spasmi e delle convulsioni.
Contrazione della laringe, sensazione di soffocamento,
voce rauca o debole e respirazione difficile
eccitazione prima dei brividi
lectrofobia

tropismo :
occhi
tessuto muscolare
tessuto nervoso
Indicazioni cliniche:
Coito, disturbi dopo il. Corea. Epilessia, mestruale.
Febbre intermittente.
Glaucoma. Gotta. Idrofobia. Isterismo. Meningite cerebro-spinale.
Morsi di serpente.
Nevralgia. Nevralgia ciliare. Nevralgia frontale. Nevrite.
Odontalgia. Reumatismi.

Caratteristiche:
16

Adatto alle persone di una disposizione


voluttuosa, eccitabile,con temperamento nervoso.

Relazioni:
Diagnosi differenziale: Chin., Ars., Aran., Bell., Cedr. elimina il
rumore nellorecchio di Chin. Bell. elimina Gli oggetti sembrano
rossi di notte, e giallognoli di giorno di Cedr.; Ars. e Sabad. (i
disturbi ritornano alla stessa ora ogni giorno); Aran. (iperpiressia
acuta: Aran., predominano i brividi). Teste include Cedr. nel
gruppo di Bell., con Agar., Lach., Stram., Op., Ruta, Cann-i.,
Hyos., & c. (azione sul cervello; faccia rossa, calda; eccitazione
febbrile). Cedr. un antidoto per: Lach. antidotato
da: Lach., Bell.

17

Cedron-:un albero con foglie aromatiche, che vengono


utilizzate per preparare un t medicinali per mal di stomaco.

ABSTRACT
Cedronin stato isolato da Simaba Cedron Planchon (Simaroubaceae), una specie
che in Sud America la credenza popolare riferiva che avesse propriet antimalarica.
stata esaminata in vitro e in vivo l'attivit antimalarica e la citotossicit contro
cellule KB. I risultati sperimentali hanno mostrato che cedronin attiva verso i ceppi
clorochina-sensibili e resistenti a trazione, con un IC50 di 0,25 microgrammi / ml
(0,65 mumol / ml). stato anche accertata l'attivit in vivo contro il Plasmodium
vinkei con un IC50 di 1,8 mg / kg (4,7 nM / kg) nel classico 4-giorni di test. .
Cedronin appartiene al piccolo gruppo di quassinoids con uno scheletro di base e
C19 si presenta con un citotossicit piuttosto bassa contro le cellule KB (IC50 = 4
microgrammi / ml, microM 10,4) rispetto al C20 quassinoids biologicamente attiva,
ma la sua tossicit rapporto terapeutico (10 / 1.8) resta inferiore a clorochina
(10/0.5).

18

Ailanthus altissima
comunemente noto come albero del cielo,
Ailanthus, o chouchun
19

un albero deciduo della famiglia Simaroubaceae E 'nativo della


zona sia a nord-est e centrale della Cina e Taiwan. A differenza di altri
membri della genere, si trova nei climi temperati, piuttosto che ai
tropici. L'albero cresce rapidamente ed in grado di raggiungere altezze
di 15 metri (49 piedi) in 25 anni. Raramente comunque vive fino ai
cinquanta anni.
In Cina, l'albero del cielo ha una storia lunga e ricca. E 'stato
menzionato nell' antichissimo Dizionario cinese ed elencato in
innumerevoli testi medici cinesi per la sua capacit pretesa di curare i
disturbi che vanno dalla malattia mentale alla calvizie. Le radici, le
foglie e la corteccia vengono ancora oggi usate in medicina tradizionale
cinese in primo luogo come astringente.
L'albero coltivato estensivamente in Cina e all'estero, come una pianta
ospite per la silkmouth ailantus, una falena coinvolti nella produzione
della seta.
Ailanthus diventato una parte della cultura occidentale e, con l'albero
che serve come metafora centrale e l'oggetto del romanzo best-seller
americano
Un alber o cr esce a Br ooklyn
di Betty Smith.
lestate del 1912 a Brooklyn. I raggi obliqui del sole illuminano il cortile della casa
dove abita Francie Nolan, riscaldano la vecchia palizzata consunta e le chiome
dellalbero che, come grandi ombrelli verdi, riparano la dimora dei Nolan. Alcuni a
Brooklyn lo chiamano lAlbero del Paradiso perch lunica pianta che germogli sul
cemento e cresca rigoglioso nei quartieri popolari. Quando nuovi stranieri poveri arrivano
a Brooklyn e, in un cortile di vecchie e tranquille case di pietra rossa, i materassi di
piume fanno la loro comparsa sui davanzali delle finestre, si pu essere certi che l, dal
cemento, sbucher prima o poi un Albero del Paradiso.
Francie, seduta sulla scala antincendio, lo guarda contenta, poich oggi sabato, ed un
bel giorno a Brooklyn. Il sabato gli uomini ricevono la paga e possono andare a bere e
azzuffarsi in santa pace. Il sabato lei, bambina irlandese di undici anni, come tutti i
bambini del suo quartiere, fa un salto dallo straccivendolo. Insieme a suo fratello Neeley,
Francie raccoglie pezzi di stagnola che si trovano nei pacchetti di sigarette e nelle gomme
da masticare, stracci, carta, pezzi di metallo e li vende in cambio di qualche cent.
L'albero stato prima portato dalla Cina in Europa nel 1740 e
negli Stati Uniti nel 1784. E 'stato uno dei primi alberi portato ad ovest
nel corso di un periodo in cui le cineserie influenzavano le arti
20

europee, ed stata inizialmente accolto come un esemplare bellissimo


da giardino. Tuttavia, l'entusiasmo ben presto svan dopo che ci si rese
conto delle sue caratteristiche infestanti e del suo cattivo odore.
Nonostante questo, stata ampiamente utilizzato come un albero
decorativo per i lati della strada durante la maggior parte del 19 secolo.
E' diventato una specie infestante grazie alla sua capacit di colonizzare
rapidamente le zone perturbate e reprimere la concorrenza con la sua
propagazione chimica. Ora infatti considerato una pianta infestante
nociva in Australia, Stati Uniti, Nuova Zelanda e in diversi paesi del sud
Europa.
http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http:
//en.wikipedia.org/wiki/Eastern_Europe&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhiuQs
ODnpfW2tnnGlZymADTCam9gQ
http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http:
//en.wikipedia.org/wiki/Eastern_Europe&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhiuQs
ODnpfW2tnnGlZymADTCam9gQ

Caratteristiche
L'albero resiste al taglio, rendendo la sua eradicazione difficile e richiede
tempo. In molte aree urbane, ha acquisito i soprannomi di scherno di
"palma del ghetto" e "albero che puzza" .

disegno botanico delle foglie, fiori e Samaras da Britton e Brown, 1913


Illustrated flora dei paesi del nord e del Canada

21

Altissima A. un albero di medie dimensioni che raggiunge un'altezza


compresa tra 17 e 27 metri con un diametro ad altezza petto di circa 1
metro (40 pollici). La corteccia liscia e di colore grigio chiaro, spesso
diventa un po pi ruvida con fessure marrone chiaro che indicano l'et .
I rami sono robusti, lisci , di colore grigio scuro , liscio, lucido. Le
estremit dei rami diventano pendenti. Tutte le parti della pianta hanno
un odore forte che viene spesso paragonato al marcire di arachidi o
anacardi.
Le foglie sono grandi, pari o dispari e disposte alternativamente sullo
stelo. Esso varia da 30 a 90 cm di lunghezza e contiene 10 - 41 foglie.
E' pu tendere al rossastro/verde con una base gonfia. Le foglie sono
ovali lanceolate, con margini asimmetrici . Ogni foglia misura dai 5 a
18 cm di lunghezza e 2,5 a 5 cm di larghezza.

Corteccia e fiori di A. altissima

Semi maturi su un albero di sesso femminile.


I fiori sono piccoli e sono raccolti in pannocchie grandi fino a 50 cm di
lunghezza. I fiori sono singoli di colore verde giallastro che vira fino al
rossastro , ciascuno con cinque petali e sepali. I sepali sono a forma di
coppa, lobi uniti, mentre i petali sono valvati (cio si incontrano lungo i
bordi senza sovrapposizioni), bianca e pelosa verso l'interno. Essi
appaiono dalla met di aprile nel sud ( nei paesi pi caldi) a luglio nel
nord.
22

A. altissima pianta dioica, con fiori maschili e femminili su piante


diverse Le piante maschio hanno una fioritura tre o quattro volte pi
sviluppata di quelle femminili e i fiori sono pi grandi . Inoltre, le piante
maschio emettono un cattivo odore durante la fioritura, per attirare gli
insetti impollinatori.
I semi sugli alberi femminili sono 5 mm di diametro e ciascuno
incapsulato in un samara, che di 2,5 cm di lunghezza e 1 cm di
larghezza ; anche se appare in luglio e agosto, persiste sulla pianta fino
alla primavera successiva.
Le femmine producono enormi quantit di semi, di solito circa 30.000
per chilogrammo di albero.

Tassonomia
Le prime descrizioni scientifiche dell'albero del cielo sono state
effettuate subito dopo che stato introdotto in Europa dal gesuita
francese Pierre Nicholas d'Incaville. D'Incarville aveva mandato i semi
da Pechino via Siberia al suo amico botanico Bernard de Jussieu nel
1740. I semi inviati da D'Incarville si pensavano fossero simili al vernicifluum
Toxicodendron, che aveva osservato nella regione dello Yangtze inferiore, piuttosto
che l'albero del cielo. D'Incarville caus quindi molta confusione tassonomica nei
decenni successivi Nel 1751, Jussieu piant alcuni semi in Francia e ne invi gli altri
a Philip Miller, il soprintendente al Chelsea physic Garden, e a Philip C. Webb, il
proprietario di un giardino di piante esotiche in Busbrige , Inghilterra.
Questo albero fu denominato da tutti e tre con tre nomi diversi.Linneo, poi, a Parigi,
lo ha definito Rhus succedanea mentre era conosciuta comunemente come vernis
grand du Japon. A Londra gli esemplari sono stati nominati da Miller come
altissima Toxicodendron e in Busbridge stato doppiato nel vecchio sistema di
classificazione come Rhus foliis alatis Sinese.
Fu solo nel 1788, quando Ren Louiche Desfontaines , ha pubblicato un articolo con
una descrizione illustrata che gli attribu il nome di Ailanthus glandulosa,
mettendola nel medesimo genere, come le specie tropicali, allora conosciuto come A
integrifolia Walter T Swingle.Il nome deriva dal Ailanto parola, che significa
"cielo-albero" o "albero di vasta portata per il cielo". Il glandulosa specifica,
riferendosi alle ghiandole sulle foglie, persisteva fino al pi tardi nel 1957.
Il nome attuale fu dato da Walter T.Swingle che lavor nella United States
Department of Plant Industry: Ailanthus altissima ; Altissima per "alto", e si
riferisce alle dimensioni l'albero pu raggiungere

23

Ci sono tre Variet di A. altissima:


Var altissima A.. Altissima, che il tipo e la variet originaria
della Cina.
Var altissima A.. Tanakai, che endemica nell'altipiano nord di
Taiwan Si differenzia per la corteccia giallastra; le foglie dispari
pinnate, che sono anche pi brevi,
Var altissima A.. Sutchuenensis, che differisce per i ramoscelli
rosso.

Distribuzione e habitat
L'albero predilige terreni umidi e argillosi, ma si adatta ad una
vasta gamma di condizioni del suolo e valori di ph. E 'resistente alla
siccit, ma non tollera le inondazioni. Non resiste all'ombra. In Cina
spesso si trova in zone calcaree L'albero del paradiso sopravvive anche a
diverse altitudini.
http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http:
//en.wikipedia.org/wiki/Ailanthus_altissima&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhiF
NdDAc3UdlRkfWJgW1rr4XvKESA - cite_note-USDF-1
http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http:
//en.wikipedia.org/wiki/Ailanthus_altissima&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhiF
NdDAc3UdlRkfWJgW1rr4XvKESA - cite_note-USDF-1
http://translate.googleusercontent.com/translate_c?hl=it&langpair=en%7Cit&u=http:
//en.wikipedia.org/wiki/Ailanthus_altissima&rurl=translate.google.it&usg=ALkJrhiF
NdDAc3UdlRkfWJgW1rr4XvKESA - cite_note-USDF-1

Ecologia

femmina recante un pesante carico di semi


Si diffonde in modo aggressivo sia da semi che da germogli;
rigermoglia rapidamente dopo il taglio.
24

Ailanthus sopporta l'inquinamento di biossido di zolfo che assorbe


nelle sue foglie. Resiste anche alla polvere di cemento , ai fumi di
catrame di carbone. Resiste anche ad elevate concentrazioni di mercurio
(che sono state trovate infatti in grande concentrazione nelle sua
corteccia).
Ailanthus stato utilizzato per rinfoltire zone con terreni molto acidi;
resiste infatti anche ad un ph intorno al 4 (circa quello del succo di
pomodoro). E 'in grado di sopportare livelli di fosforo molto bassi e alti
livelli di salinit. Resiste alla siccit per la sua capacit di trattenere
acqua. Le sue radici sono aggressive e spesso fanno danni alle
fognature sotterranee e tubi. Sopravvive in fatti lungo le autostrade dove
solo poche specie sopravvivono.

albero maschio
Ailanthus produce una sostanza chimica chiamata ailanthone che
inibisce la crescita delle altre piante. Questa sostanza pi concentrata
nella corteccia e nelle radici, ma presente anche nelle foglie, nel legno
e nei semi della pianta. Uno studio ha dimostrato che un estratto grezzo
della corteccia della radice inibisce il 50% di un campione di crescione
inglese (Lepidium sativum) . Si rivelato in grado di uccidere quasi il
100% delle piantine con l'eccezione di velvetleaf, che ha mostrato una
certa resistenza.

25

Cultura
Cina:
Viene citato all'interno del pi antico, ancora esistente, il
dizionario cinese, l' Erya, scritto nel 3 secolo a.C come Chu ,l'albero
del cielo menzionato come secondo tra un elenco di alberi.
E riportato poi in una materia medica compilata durante la dinastia
Tang nel 656 dC. Il nome attuale, chouchun, significa "sorgente
puzzolente", ed una denominazione relativamente recente.
Vicino al Fiume giallo viene chiamato chunshu:; chnsh), che
significa "albero di primavera".
Il nome deriva dal fatto che la A.altissima uno degli ultimi alberi ad
uscire dal sonno dell'inverno, ma lo sviluppo delle sue foglie sta ad
indicare il vero inizio della primavera.
In letteratura cinese, Ailanthus viene spesso utilizzato per una
metafora piuttosto estrema. Si chiama cos infatti un bambino viziato,
o/e irresponsabile, come l'albero tutto storto, cos diventer il
bambino che non segue le tradizioni.
Stati Uniti
Ailanthus a volte anche stato soprannominato "albero
dall'inferno" a causa della sua prolificit e per la difficolt a sradicarlo.
In alcune parti degli Stati Uniti, la specie stata soprannominata la
palma "ghetto" per la sua propensione alla. crescita in condizioni
inospitali delle aree urbane, o su immobili abbandonati
Fino al 26 marzo 2008, un Ailantus di 60 piedi (18 m) stato un
importante "punto centrale" del giardino delle sculture al Museo
Noguchi nel quartiere di Queens a New York City. L'albero era stato
risparmiato dallo scultore Isamu Noguchi, quando nel 1975 ha acquistato
l'edificio che sarebbe poi diventato il museo e, ripulito da tutte le
26

erbacce, stato risparmiato solo quell'albero che era nel mezzo del
cortile. Il personale e lo scultore stesso erano soliti mangiare al riparo
della sua ombra.
Il giardino delle sculture stato progettato intorno all'albero", ha detto
un vecchio collaboratore di Noguchi, Bonnie Rychlak, che in seguito
divenne il curatore del museo. Nel 2008, il vecchio albero fu abbattuto
perch minacciava seriamente l'edificio, avendone infiltrato le
fondamenta. Il legno di questo albero fu poi consegnato a degli artisti
che lo trasformassero in arredi ed in sculture per il museo.

Appena arriva il ghiaccio , cominciano a cadere le foglie, senza aver in


precedenza mostrato forti cambiamenti di colore; a questo riguardo
mostrano una differenza sorprendente con le foglie della maggior
parte dei Rhus , a cui generalmente assomigliano le foglie di questo
albero.(VERMEULEN)

27

Usi

falena maschio Ailanthus


In aggiunta al suo uso come pianta ornamentale, l'albero del cielo
utilizzato anche per il suo legno, le sue propriet medicinali, e come
una pianta ospite per nutrire i bachi da seta della falena Samis Cytia, che
produce appunto la seta ed economicamente pi redditizia della seta
del gelso, anche se meno consistente e meno brillante. anche in grado
di impregnarsi di colorante chiamato shantung Shandong Province.
Questo tipo di seta, noto come shantung di seta.
La falena stata introdotta anche negli Stati Uniti.
Il legno flessibile, ridotto a strisce, intrecciato, poi utilizzato per
contenitori per la cottura a vapore .
Non buono come legna da ardere.

28

Medicinali:
Quasi ogni parte di A. altissima ha alcune applicazioni nella
medicina tradizionale cinese.
Una delle pi antiche ricette, scritta in un lavoro dal 732 dC, utilizzato
per il trattamento delle malattie mentali. Un'altra fonte del 684 dC,
afferma che le foglie in infuso inducono si il sonno, ma anche la
confusione mentale. Se usato esternamente invece trova numerose
applicazioni contro foruncoli , ascessi e pruriti. Ancora un'altra ricetta
registrata dal Li usa le foglie per curare la calvizie.
Uso medico : E' usato nella tradizione medica come antispastico,
sedativo cardiaco e astringente. Gli effetti prodotti dalla sperimentazione
fatta da Hetet su un cane, sono state un'abbondante emissione di feci e di
vermi. La resina un purgante, ma raramente anche antielmintico. In
Cina la corteccia usata per la dissenteria ed altre patologie intestinali.
Una dose piccola della resina oleosa produce effetti simili e pu essere
conservata meglio della corteccia.
I vapori ottenuti dall'estratto evaporato ha effetti debilitanti e soporiferi,
cosi come l'aroma delle inflorescenze, mentre l'azione su pazienti della
polvere o dell'estratto ha un sapore disgustoso e nauseante, ma efficace
nella dissenteria, diarrea, gonorrea, leucorrea, prolasso anale e
vermifugo, ma non contro i vermi tondi o del terreno.
Dalla Manciuria alla Penisola Malese varie parti sono usate in medicina :
i frutti per disturbi oftalmici, diarrea, mentre in Cina sono usati come
emmenagogo ( riduce i sintomi legati al ciclo mestruale) e per le
emorroidi; le radici in Corea sono usate contro la tosse, disturbi gastrici
e intestinali; la resina estratta dalle radici e le foglie come revulsivo o
vescicante; le foglie, la corteccia e le radici sono usate per detergere
ulcere, eczemi ed altre eruzioni cutanee.
L'infusione pu essere addolcita con succo d'arancia zuccherato o acqua
aromatizzata per ridurre il sapore amaro e il conseguente disgusto.
La tintura della corteccia delle radici stata usata con successo nelle
palpitazioni cardiache, nell'asma e nell'epilessia.
L'azione nelle zone malariche considerato simile a quella
dell'eucalipto.
29

E' discusso l'effetto purgante della resina: alcuni sostengono che sia
inerte.
La corteccia usata per le propriet astringenti e per il trattamento della
dissenteria, dolori intestinali, emorragia, menorragia, spermatorrea,
sangue nelle feci.
Non bisogna superare le dosi tra 4 e 10 grammi, in modo da non
avvelenare il paziente.
Famose sono le sue propriet antimalariche e tuttora viene usato nella
medicina tradizionale cinese.
Una tintura di radice-corteccia stata utilizzato con successo nel
trattamento di palpitazioni cardiache, asma e l'epilessia.
Dati raccolti dimostrano infine che le piantagioni di Ailantus possono
essere tossiche.
Gli odori nocivi sono stati associati a nausea e mal di testa, cos come
con dermatite da contatto riportati sia negli esseri umani che per le
pecore. Tra gli altri sintomi sono stati descritti debolezza e paralisi. Esso
contiene un irritante chinone, 2,6-dimethoxybenzoquinone, cos come
quassinoids attivi (ailanthone ), che possono spiegare questi effetti

Uso omeopatico:
In accordo con Hartwell (1967-1971) l'albero viene usato in omeopatia
come rimedio contro il cancro.
E' usato inoltre come antisettico, vermifugo e teniafugo, astringente,
battericida, cardiotonico, catartico, disostruente, sedativo, emetico.
L'albero del Paradiso usato per l'asma, il cancro, la diarrea, la
dissenteria, la disuria, l'eiaculazione precoce, l'epilessia, l'eruzioni
cutanee, la febbre, la gonorrea, l'ematochezia, la leucorrea, la malaria, la
metrorragia, le piaghe, gli spasmi, la spermatorrea, i disturbi di stomaco,
il tumore della mammella (come China) e l'enuresi (Duke e Wain 1981).

30

Temi:
La prostrazione all'insorgere di una patologia una marcata
indicazione di questo rimedio ( CLARKE)
psichismo durante la malattia con sogni ad occhi aperti di animali
amnesia anche per cose dette un minuto prima, gli avvenimenti
passati sono come e fossero vissuti da un altro o letti su un libro
ansia ed agitazione durante la malattia stupore, delirio,
insensibilit specie dopo la soppressione della scarlattina
depressione durante la malattia
grande ansia con incapacit di concentrarsi
andatura vacillante , barcollamento; capogiro con nausea , sforzi
di vomito talvolta di vomito vero e proprio
lingua: secca, riarsa, fissurata ; coperta da una patina biancastra
con centro marrone con punta e margini del colore del livido
sensazione di secchezza soffocante, di ispessimento ed edema
della gola: sintomi che possono cronicizzare
dolenzia in regione epigastrica, bruciore di stomaco, meteorismo.
Sensazione di insicurezza come se si potessero avere attacchi di
diarrea in ogni momento
rimedio nella febbre maligna puerperale
DD DI PATOLOGIA : RUSH SCARLATTINIFORME
AILANTUS GLANDULOSA: febbri adinamiche e zimotiche , come
nella scarlattina maligna in cui il normale rush non compare , anche se
compaiono macchie rosse irregolarmente distribuite , con sanguinamento
gengivale e nasale ; volto purpureo, inebetito, e occhi congesti fino al
sanguinamento ; con prostrazione fino allo stupore cerebrale.
ACONITUM NAPELLUS: rash simile ad Ailantus ma con molto meno
zimosi.(processo durante il quale si sviluppa una malattia infettiva)
31

BELLADONNA: rash brillante e distribuito regolarmente.


PULSATILLA NIGRANS: rash scarso e con febbre bassa, ma non cos
bassa come nello stato tifoide.
LACHESIS MUTUS: con prostrazione > dopo il sonno , con
prostrazione e dolore
AURUM TRIPHILLUM: il bambino si stuzzica la pelle tra le labbra e il
naso , giace pallido ed esausto; non ha alcun rush ed ha un'anuria quasi
completa.
PHOSPHORUS: aspetto purpureo, orribile fetore e mal di gola in un
bambino che non pu mai bere abbastanza , perch vuole un flusso di
liquido continuo che scenda gi per la gola.

32

AILANTHUS GLANDULOSA CLARKE


Indicazioni cliniche: Acne. Astenia notevole. Cefalea. Collasso,
tendenza al (nelle malattie
infettive). Corizza. Difterite. Febbre: puerperale, reumatica, tifoide.
Meningite cerebrospinale.
Parotite epidemica. Scarlattina. Sifilide. Sifiloma primario. Tifo.
Caratteristiche: Corrisponde alle condizioni caratterizzate da aspetto
livido o violaceo della pelle. Lesantema si manifesta a chiazze. Le
eruzioni compaiono lentamente.
Forme adinamiche della malattia con prostrazione, torpore e vomito. La
prostrazione allinizio della malattia lindicazione principale per il
rimedio. Il paziente ottuso, stupido, delirante, debole. Il rimedio si
dimostrato di notevole utilit nei casi di scarlattina maligna e soppressa.
La testa brucia, con dolori pungenti. Le ghiandole parotidi sono sensibili
ed ingrossate. Gli attacchi sono caratterizzati da pienezza e caldo alla
testa; dolori urenti, a fitte nelle tempie e nelloccipite; vertigini e nausea.
Lesantema di Ail. spesso ritorna annualmente. La sensazione di
pienezza in tutto il corpo, e la sensazione di passaggio di corrente
elettrica dalla testa agli arti, sono rilevati nei pazienti.
Con la febbre adinamica di Ail. si ha incoscienza o indifferenza con
sospiri.
Costante cefalea frontale di carattere nevralgico. Cefalea parossistica con
sonnolenza durante il giorno, con mente confusa e depressione.
La gola affetta in modo grave: sensazione di soffocamento, di edema,
di secchezza, di ispessimento.
Gola secca, ruvida; peggiora al mattino; livida, gonfia, con ulcere dalla
secrezione fetida. I sintomi migl. coricandosi sul fianco ds. (affezioni
bronchiali). Stare seduti causa vomito, capogiro. Il movimento causa
barcollamento.
Passeggiare migl. lodontalgia.
Il rimedio adatto alle persone nervose, sensibili; dal temperamento
collerico; robuste e forti.
Relazioni: Ail. legato botanicamente a: Ptelea e Xanthoxylee.
antidotato da: Alco.,
Rhus-t., Nux-v. Diagnosi differenziale: Am-c., Arn., Arum-t., Aloe
(cefalea frontale
33

sorda), Bapt., Bry., Gels., Hyos., Lach., Nit-ac., Nux-v., Phyt., Hydr-ac.,
Rhus-t., Stram.,
Echi.

PATOGENESI
1. Psichismo: Ansia e irrequietezza. Il paziente depresso; sospira

continuamente.
Molto irritabile. Semi-incosciente, non comprende quello che gli
dicono.
Stupor, delirio e insensibilit. Delirio con continuo mormorio,
insonnia e irrequietezza.
Dal momento dellavvelenamento il paziente dimentica tutti i fatti
precedenti,
o li ricorda ma come se appartenessero ad altri, o come se li avesse letti.
Delirio
furioso, con occhi lucenti.
2. Testa: Cefalea grave, delirio, con febbre e ansia. Cefalea con
capogiro, viso rosso e caldo; il paziente non pu stare seduto con la
schiena eretta. stordito quando si alza. Forte pressione nella
fronte; rifiuto di pensare o agire. Dolore pungente alle tempie e
alloccipite, con confusione di idee. Bruciore e dolori pungenti in
testa.
3. Occhi: Occhi congestionati; sguardo spaventato al risveglio; pupille
dilatate e pigre. Fotofobia. Congiuntivite; lacrimazione dolorosa,
spurgo purulento.
4. Orecchio: Dolore nelle orecchie, inghiottendo. Ghiandola parotide
sensibile e ingrossata.
5. Naso: Spurgo abbondante, denso, icoroso ed ematico, dal naso.
Narici congestionate.
Naso secco; secrezione soppressa. Corizza con narici irritate;
starnuti. Perdita dellolfatto.
6. Faccia: Viso giallastro, itterico; occhiaie. Viso rosso e caldo,
coperto da esantema.
Viso colore mogano. Prostrazione, lespressione indica molta
preoccupazione.
34

Viso violaceo. Foruncoli. Labbra gonfie, screpolate; ulcere


vicino le commessure.
8. Bocca: Denti ricoperti di incrostazioni. Lacerazioni nei denti (a
sin.) e nel viso;
aggr. stando distesi, migl. camminando e con pressione esterna.
Lingua secca, screpolata. Lingua umida, con patina bianca; punta e
bordi lividi.
9. Gola: Sensibile e dolente quando si deglutisce, o quando passa aria.
Gola dolente quando si inghiotte, con emissione di una sostanza
verdastra e purulenta. Difterite, con estrema prostrazione. Gola livida,
quasi colore porpora; gonfiore; tonsille prominenti, con ulcere profonde
da cui fuoriesce una sostanza fetida; esternamente il collo gonfio e
sensibile. Irritabilit della gola e raschiamento a causa di grossi grumi
bianchi mucosi. Gola ispessita, edematosa, secca; sens. di
soffocamento. Gola secca, ruvida e raschiata, aggr. al mattino.
11. Stomaco: Vomito di cibo, con brividi di freddo; vomito violento ed
improvviso quando si sta seduti, con incoscienza. Sete, desiderio di
bibite fredde e di brandy. Caratteristica sens. di vuoto nello stomaco.
12. Addome: Sensibilit sopra la regione epatica. Pirosi. Addome
timpanico.
13. Retto e Feci: Diarrea acquosa, liquida, sgradevole, scaricata
involontariamente con lurina. Feci frequenti, acquose, evacuate con
sforzo. Cestodi.
14. Apparato urinario: Poca urina, o soppressa; scaricata
involontariamente; acida.
15. Organi genitali e sessualit maschile: Dolore sul prepuzio, come un
cancro incipiente.
16. Organi genitali e sessualit femminile: Febbre puerperale maligna.
Vomito in gravidanza.
17. Apparato respiratorio: Respirazione affrettata, irregolare, pesante.
Tosse profonda, spossante, secca, raschiante; crisi violente prima di
andare a letto o alzandosi, fino ad emissione di escreati. Sputi amari,
35

gialli, misti a sangue; aggr. al mattino. Afonia. Laringite


asfissiante.
18. Torace: Fitte e dolore nel torace. Polmoni dolenti e sensibili.
Sens. di stanchezza nei polmoni, anche respirare uno sforzo.
Bruciore nel polmone ds.; sens. Di contrazione nel sin. Il torace
sembra fasciato; o come se le cellule aeree fossero incollate.
19. Apparato cardiovascolare: Polso rapido, breve, debole, frequente e
irregolare. Dolore sordo e sens. di contrazione nella regione alla base
del cuore e attraverso ilcentro del polmone sin.
20. Collo e schiena: Collo sensibile e molto gonfio. Dolori acuti
attraverso i reni e le anche.
24. Sintomi generali: Nelle forme adinamiche della malattia, estrema
prostrazione, tor- Ailanthus glandulosa 68 vomito, polso breve e rapido,
pelle violacea. Prostrazione fin dallinizio della malattia. Il
paziente stupido, delirante, debole. Febbre puerperale con le stesse
caratteristiche gi elencate.
25. Cute: Pelle fredda, secca, livida. Eruzioni sparse, con mal di gola;
eruzioni bluastre, livide; fronte e viso violacei. Corpo e arti ricoperti
da eruzioni a chiazze
irregolari, livide, che scompaiono premendo, ricompaiono molto
lentamente. Grosse vescicole piene di siero scuro. Eruzioni miliari
a chiazze scure, quasi livide; soprattutto su fronte e viso.
25 .Sonno: Sonnolenza, inquietudine che presto diventa insensibilit.

36

AILANTHUS

KENT

Questo rimedio particolarmente indicato nelle forme adinamiche delle


malattie infettive come accade nella difterite e nella scarlattina, nelle
setticemie e nel tifo, soprattutto nei casi caratterizzati da punti di
congestione capillare e da chiazze rosse. Lesempio pi impressionante
di una tale malattia di tipo adinamico forse la scarlattina maligna.
Non ci sono esantemi, ma, al loro posto, compaiono macchie rosse come
quelle della rosolia; la abituale diffusione uniforme dellesantema
minore o manca del tutto e vi gengivorragia ed epistassi con una
temibile tumefazione della gola. Il colorito purpureo,lespressione
idiota, gli occhi congestionati, al punto da sanguinare. Il paziente ha
laria prostrata, ma in realt inebetito, sembra stupido e mentalmente
intorpidito. Se esaminate la gola vi accorgete che coperta di piccole
macchie purpuree, su un fondo edematoso, simile a quello che si
riscontra in Baptisia.
una forma morbosa caratterizzata da temperatura poco elevata e
prostrazione del paziente. Rapidamente si manifestano alterazioni
ematiche, il sangue che sgorga nero. Il bambino sprofonda in uno stato
di stupore, dal quale difficile tirarlo fuori. A volte si formano delle
vescichette sulla punta delle dita o qui e l sul corpo. La bocca e il naso
emanano odori fetidi. Il bambino si avvia verso una malattia maligna nel
modo pi veloce possibile. Talvolta la malattia inizia con un leggero
accesso febbrile, ma se il paziente si raffredda o si sopprime una
qualsiasi manifestazione naturale della malattia, il caso allora assume
una lenta forma tifoidea. Mentre allinizio cera solo una semplice febbre
remittente, c, in seguito, uno stato di prostrazione con battito
rapidissimo, fetore, colorazione della pelle blu o purpurea, congestione
passiva della pelle con macchie purpuree che produce un aspetto
marmorizzato.
Quando una malattia si trasforma cos improvvisamente, il motivo che
si stanno producendo alterazioni ematiche e sta per manifestarsi uno
stato tifoide. Esempi di questa malattia sono una febbre remittente che,
in ventiquattro ore, si trasforma in uno stato infettivo acuto o una
difterite che prende la forma caratterizzata da stupidit e chiazze cutanee.
interessante studiare i sintomi psichici che accompagnano questo
37

stato. Il paziente vive come in continuo sogno ad occhi aperti.


Il bambino piange ininterrottamente. Vede animaletti come dei topi che
gli corrono intorno. Sente un topo o un animaletto arrampicarsi lungo un
arto e strisciargli sul corpo. L'amnesia sembra essere un sintomo
costante; anche quello che ha detto un momento prima gli sfugge dalla
mente. Dimentica tutto continuamente. Ha dimenticato ogni
avvenimento passato. Ha dimenticato il passato e se ne ricorda come se
appartenesse ad un altro o come se lavesse letto in un libro. Ci in
rapporto con lo stato di sonnolenza; sembra che gli avvenimenti passati
siano visti come in sogno, come se il paziente li avesse sognati. Non pu
concentrarsi in un sia pur minimo sforzo mentale; non riesce a
rispondere correttamente; si trova in uno stato di semicoscienza e alla
fine arriva alla completa incoscienza.
Al primo stadio di questi stati infettivi c grande ansia e agitazione; in
seguito stupore ed indifferenza. Continui sospiri con depressione
psichica, estrema irritabilit, semi incoscienza; alla fine, incoscienza,
stupore, delirio e insensibilit; delirio con borbottio, accompagnato da
insonnia e agitazione. Tale stato psichico proprio quello che si
riscontra nelle malattie infettive; la corrispettiva malattia cronica non
stata messa in evidenza. Il dott. WELLS utilizz questo rimedio in
numerosissimi casi, poich a quellepoca Ailanthus fu uno dei rimedi in
unepidemia di scarlattina, a Brooklyn, e salv molti ammalati. Sembr
in grado di trasformare le forme maligne di scarlattina in forme benigne.
Oltre i sintomi riportati nei testi delle sperimentazioni, stato osservato
che cadono i capelli e che davanti agli occhi dei pazienti quando di notte
chiudono le palpebre, passano dei lampi di luce. Pupille molto dilatate;
secrezione abbondante, fluido, icoroso ed ematico dal naso. Questo
avviene nelle forme infettive di scarlattina. Narici congestionate,
grande prostrazione ed espressione che riflette profonda angoscia.
Carnagione color mogano. Si riscontra questaspetto quando la
scarlattina stata eliminata. Volto purpureo, congestionato, gonfio,
inebetito.
Questo rimedio non uno di quelli che si adoperano frequentemente e
non indicato spesso, ma quando indicato utilissimo. Lo vedrete
raramente perfino nelle scarlattine maligne. Osserverete che le scarlattine
maligne richiedono spesso un certo numero di altri rimedi, ma Ailanthus
corrisponde a uno dei tipi pi maligni e sar pi usato nel corso di
unepidemia nella quale si verificheranno numerosi casi di tipo maligno.
Vi sono tre tipi comuni di scarlattina. Durante una stagione, constaterete
che i casi sono semplici e benigni, che lesantema tipica, e che si
evolve rapidamente senza febbre. Casi simili seguiranno il loro normale
38

decorso con buone cure, una camera e unabbigliamento ben caldi, senza
molti farmaci. La pelle dun rosso brillante, liscia e lucente. Il caso non
grave. In altre epidemie troverete un solo caso come questo, mentre la
maggior parte degli altri presenteranno spiccati disturbi alla gola;
lesantema, quando presente, scarso e si verifica la congestione
cerebrale e sintomi spinali con dolore alla nuca. La gola terribilmente
edematosa e infiammata, dun colore rosso brillante e molto dolente.
E poi esiste un terzo tipo nel quale la gola pericolosamente edematosa,
tutte le mucose sono edematose e il decorso generale della malattia si
avvia alla setticemia e allinfezione, con aumenti di volume delle
linfoghiandole, tumefazione della pelle e molto fetore; la pelle marrone
scuro e lesantema poco abbondante, talvolta appena visibile dal
principio alla fine. Se non si fa niente, questi pazienti moriranno; sono
pazienti gravissimi. Gli antichi autori chiamano queste tre forme:
scarlattina simplex, scarlattina anginosa e scarlattina maligna. In
alcune epidemie ritroverete tutti e tre gli aspetti, in certe famiglie ne
riscontrerete due. Un bambino avr una forma benigna e un altro, invece,
una pi grave con vescicole infettive qua e l, sulla punta delle dita, che
emaneranno un odore fetido; quando le vescichette si apriranno, se il
bambino sopravvive, lasceranno unulcerazione; questi sono i casi
mortali, il tipo maligno.
Anche quando lesantema non viene fuori nelle forme di scarlattina a
decorso benigno, la pressione delle dita lascia sulla pelle una impronta
bianca che tarda a riprendere colore. Pi spiccato questo segno, pi
grave il tipo di malattia. Pi il tipo di malattia di natura infettiva, pi
lenta la circolazione ed un sintomo peculiare di questo rimedio.
La pelle congestionata anche quando non c esantema: una
congestione passiva delle vene. Un gran numero di rimedi possiede
questo sintomo, ma Veratrum viride produce una tale paralisi
vasomotoria che una linea tracciata sulla pelle con leggera pressione
rester visibile a lungo. In tutte queste malattie infettive c odore fetido,
a volte cadaverico, a volte di carne avariata; quando questo rimedio
indicato, si riscontrer tale odore nelle malattie a forma adinamica.
Gola molto gonfia, color rosso scuro, quasi porpora. Difterite con
prostrazione estrema. Gola livida, edematosa: tonsille prominenti e
ricoperte di ulcere profonde. Si ha spesso limpressione che si potrebbe
lasciare una fovea sulla gola e sulle tonsille come se fossero sede di
edema. In qualcuno di questi casi infettivi dove si deve produrre una
reazione, si verifica una diarrea terribilmente nauseabonda, una diarrea
critica. Questi stati infettivi sono accompagnati da dolore alla parte
posteriore del collo e della testa, indipendentemente dalla malattia.
39

Respirazione rapida, irregolare, pesante. Bruciore al palmo delle mani e


alla pianta dei piedi: si cerca un posto fresco in cui metterle. Ha la
sensazione che un topo si arrampica sulla gamba, o che un serpente sale
strisciando sulla gamba.
Questi sintomi psichici si sono verificati su uno dei miei sperimentatori.
Vomito polso debole e rapido, colorazione purpurea della pelle, si
manifestano nelle malattie a forma adinamica, caratterizzata da
improvvisa ed estrema prostrazione. Come una scossa elettrica che va
dal cervello alle estremit. Brivido alle 8 del mattino con i tre stadi:
brivido, calore e traspirazione. Durante il brivido, vomito di
alimenti e dolore perforante al fianco. Il brivido preceduto da
uneruzione daspetto maligno soprattutto al volto e alla fronte.
Durante il brivido: fame, sensazione di vuoto allo stomaco, dolore
insopportabile dietro il collo, al dorso e al fianco. Il dolore dietro il
collo un segno premonitore comune alle febbri lente. In genere precede
un accesso congestizio molto violento caratterizzato da sensazione di
pienezza della testa e grande calore.
Lesantema miliare di cui si parla nel testo delle sperimentazioni e che
somiglia alla rosolia, si verifica quando lesantema della scarlattina o
della rosolia non si manifesta in maniera uniforme, ma a chiazze, in
piccole zone circolari circoscritte ed scuro. Esantema irregolare,
livido, a chiazze, che scompare alla pressione e riappare molto
lentamente; mescolato a piccole vescichette pi numerose sulla fronte,
sul collo e sul torace. Esantema che compare in maniera insufficiente,
nellarco di due giorni, con angina e leggera temperatura. Gli elementi
di tale esantema sono come le petecchie che riscontriamo nelle febbri
tifoidee. Le annotazione che abbiamo su questo rimedio nella scarlattina
lo rendono degno di studi pi approfonditi; bisognerebbe fare nuove
sperimentazioni, in maniera daverne una comprensione pi completa.
Esantema fitta, bluastra. Scarlattina tifoidea. Lesantema si
manifesta lentamente e permane livido. Corpo e arti coperti da un
esantema irregolare composta da chiazze assolutamente livide.
In questo rimedio osservate solo un tipo di scarlattina. Questo tipo di
febbre a decorso benigno ha bisogno a volte di Sulphur, o di
Phosphorus, o di Belladonna, o di Baptisia, o di Lachesis. Si deve fare
un lungo studio della Materia Medica per essere capaci di distinguere
una forma dallaltra e tenere in mente, in modo chiaro, il quadro di ogni
rimedio. facile paragonare i rimedi per conto proprio dopo averli
studiati singolarmente.
Quando siete al letto del paziente, potete mettere in risalto molte
40

similitudini, particolarmente in questo caso. Se avvicinate un paziente


conoscendo bene i sintomi generali dei rimedi della Materia Medica,
sarete sorpresi dal numero di sintomi che vi verranno in mente,
richiamati dai segni della malattia. Quando arrivate presso un paziente
affetto da scarlattina non dovete cercare di rammentare il nome del
rimedio che vi stato raccomandato per questa malattia, lasciate che
laspetto del paziente evochi in voi i rimedi che sembrano simili al
paziente, che siano stati o no associati alla scarlattina. Osservando
lesantema, penserete forse che somiglia ad unesantema di Aconitum,
ma in natura vi sono cos poche infezioni di Aconitum che non la
prenderete in considerazione. La Belladonna non adatta perch, in tale
rimedio, lesantema lucido e leggero, lesantema tipica di Sydenham.
Pulsatilla, daltro canto, presenta un esantema morbilliforme che spesso
associato a temperatura non molto alta, ma non tanto bassa come nella
forma tifoidea, e cos eliminate anche Pulsatilla.
Pensate allora ai rimedi caratteristici di tutti gli stati infettivi;
prostrazione, aggravamento dopo aver dormito, stupore generale e
delirio vi suggeriscono quasi a colpo docchio Lachesis, tipico di questo
genere di malattia: il suo quadro si presenta subito alla vostra mente. Se
vedrete un altro caso di scarlattina in cui lesantema scarso; il bambino
che avete dinanzi non cessa di scorticarsi il naso e le labbra; disteso,
pallido e sfinito, non ha quasi esantemi, urina a fatica: quasi subito
pensate ad Arum triphyllum. laspetto del paziente a suggerirvi il
rimedio. Vi un altro caso in cui riscontrate il colorito purpureo di cui
ho parlato a proposito di questo rimedio: un orribile fetore, forte angina,
in cui lacqua che si d al paziente non mai abbastanza fredda e il
bambino desidera che un filo dacqua gli scorra continuamente in gola:
potete in questo caso fare assegnamento su Phosphorus.
In queste malattie a decorso benigno, se siete disposti ad ascoltare,
studiare e aspettare abbastanza a lungo, c sempre qualcosa che ci d la
chiave della diagnosi.

41

AILANTHUS VERMEULEN
DA CONFRONTARE CON:
lachesis muta, Sulphur, phosforus, belladonna, baptisia tinctoria, crotalus
horridus, apis mellifica.
DIAGNOSI DIFFERENZIALE:
. mal di gola maligno:
Ailantus glandulosa :gola livida,quasi viola, alito fetido; gola
esterna gonfia e sensibile ;<inalando aria e grande prostrazione.

Apis mellifica: insorgenza insidiosa, senza molto dolore, ; lato dx


maggiormente interessato; edema della gola e ugola sono molto
marcate; alito fetido, non ha sete; intenso senso di soffocamento;
febbre alta.
Carbonicum acidum: assenza di dolore; febbre grave e adinamica;
fetore insopportabile dalla bocca e gonfiori ghiandolari.
Crotalus horridus: emorragie da bocca e naso; distruzione
gangrenosa dei tessuti di fauci e tonsille; grande sete, estrema
prostrazione.
Lachesis muta: astenia marcata dall'inizio; lato sinistro
maggiormente interessato; dolore intenso; desiderio costante di
mettere la lingua fuori dalla bocca;< bevande calde,>bevande
fredde <sonno; <vestiario attorno al collo
Lycopodium clavatum: lato dx maggiormente interessato;
desiderio di bevande calde, che >; <sonno
Phiytolacca decandra: sensazione di gola ruvida, stretta, oppure
come se fosse una grande caverna vuota;< bevande calde che> ;
<sporgendo la lingua; mal di gola e cefalea e dolori al collo ed agli
arti; sensazione di avere una pallina calda in gola.

POLARITA' DI AZIONE
SANGUE, GOLA, Cute, Mente, Parotidi

42

SINTOMI PRINCIPALI
M STUPORE o indifferenza: e Lamenti
M Incapacit a concentrarsi. Memoria debole
G Forme gravi e adinamiche di na patologia con estrema prostrazione,
torpore, vomito.
La prostrazione all'insorgere di una patologia una marcata
indicazione di questo rimedio ( CLARKE)
G Mancanza di vitalit DOPO malattie infettive ( mononucleosi
infettiva, parotite epidemica, meningite cerebrospinale, tifo, infezione di
streptococco):
Stanchezza costante; sensazione di chiuso in testa; dolore pressante la
fronte.
Con i suoi peculiari sintomi cutanei, questo rimedio dimostra la sua
spiccata capacit di alternare il sangue, causando condizioni che
riscontriamo in febbri gravi, gravi patologie esantematiche, difteriti,
tonsilliti follicolari, infezioni da streptococco, diatesi emorragica,
ecc (Veema)
G Sonno
il sonno agitato e non ristoratore di notte, mentre durante il giorno
si ha la marcata sensazione di pesantezza e sonnolenza, che aumentano
se si beve un bicchiere di vino
G < dopo aver dormito; nausea al risveglio
G> vomito (delirio ; stupore)
G Sensazione di pienezza generalizzata:
OPPURE:
sensazione generale di vomito
G sensazione che passi corrente elettrica della testa agli arti
G sensazione di formicolio sia internamente che esternamente
G odore FETIDO (bocca naso, feci , ulcere)
G intolleranza all'abbigliamento sopratutto sul torace
G Vertigini: alzandosi; con il movimento e piegandosi:
barcollamento, vomito
G vertigini e dolore occipitale e viso caldo
P secrezione acquosa, marcata ed escoriante dal naso, che provoca
piaghe sul labbro superiore; in patologie gravi.
P viso color rosso scuro, gonfio e inebetito. Occhi congestionati
43

P sensazione pesante , edematosa, di soffocamento e stanchezza in gola;


che potrebbe cronicizzare
P Esantema a CHIAZZE di colore scuro , quasi LIVIDO; che scompare
alla pressione e ritorna molto lentamente. Cute variegata
RUBRICHE REPERTORIALI
MENTE: Angoscia e nausea [ 1; Dig]. Delirio: & rossore del viso [ 2;
Hyos ]; borbotta [2]; non riconosce alcuno[ 3 ]. Falsa percezione, vede i
topi [ 1] ; vede serpenti dietro e intorno a lei[ 1 ]. indifferenza quando si
ha la febbre[1 ].
TESTA: Sensazione di pienezza dopo aver bevuto vino[ 1/1] .
SENSAZIONE DI PESANTEZZA > pressione [1; Cact] sensazione di
scosse elettriche [1] che si estendono agli arti [2 Cic] Dolore: cefalea e
sonnolenza [2] quando in posizione supina [1] dolori alle tempie , di
mattina al risveglio[1]
OCCHI: sensazione come se avesse polvere negli occhi [1]]
lacrimazione durante la febbre [1]; dovuta a luce intensa [1]
VISIONE: lampi quando chiude gli occhi[1]
NASO: dolore: senso di escoriazione durante la rinite acuta [1]
FACCIA : espressione angosciata [3] spaventato quando viene svegliato
[2/1]. dolore >pressione 1: > camminando [1]
BOCCA: lingua secca colorata di marrone [2];colorazione marrone del
centro della lingua [2]
GOLA: sensazione astringente 1] colorazione viola 3] tendenza a
schiarirsi la gola di mattina 2] dolore quando inspira 1] quando
deglutisce a vuoto2]
GOLA ESTERNA: gola esterna sensibile all'aria 1] dolore alle
ghiandole cervicali1] dolore alla tiroide 1]
STOMACO: appetito aumentato con il freddo [1; Ars., Sil.,] nausea al
risveglio 1] sete mentre mangia1]
RETTO: defecazione involontaria durante la minzione 1] prolasso
quando si inginocchia1]
LARINGE: perde la voce la mattina 1]
ESPETTORATO:solo di giorno 1] facile durante il giorno1]
TORACE: senso di pienezza > espettorato 2]
ESTREMITA': eruzioni cutanee; vescicole attorno alle unghie [1; Natc]; vescicole attorno alle punte delle dita 1/1]
SONNO:posizione: dorme sul lato dx 1] . sonnolenza dopo aver bevuto
vino 1].
SUDORAZIONE: sudore freddo & nausea e vertigini 1/1 ].
44

GENERALITA' Soppressione delle eruzioni cutanee, le eruzioni non


riescono a manifestarsi 2]. debolezza e appetito aumentato 1/1]

ALIMENTI
Avversioni: alcool 1] cibo, vista del 1]
Desideri: Alcool 1]; brandy1]; bevande fredde 1];alimenti crudi o
insalate 1]; whishy1]
Aggravamenti: alcool 1] vino1]
Miglioramenti: alimenti caldi 1] bevande calde 1]

45

MANGIALAVORI ADDICTION
MIND, DELUSIONS, imaginations, animals, of, rats, mice, insects,
etc., running, across the room
MIND, DELUSIONS, imaginations, animals, of, rats, mice, insects,
etc., running, up the legs, feels
MIND, DREAMS, animals, of, rats, creeping under the clothing
MIND, FEAR, animals, of, mice, of
MIND, FEAR, animals, of, rats
MIND, FEAR, animals, of, snakes, of
MIND, SHRIEKING, screaming, shouting, sleep, during
MIND, TALK, talking, talks, sleep, in
GENERALITIES, PAIN, burning, externally
GENERALITIES, PAIN, burning, internally

46

47

QUASSIA AMARA

chiamata anche AMARGO, di derivazione spagnola, rimanda al


suo gusto molto amaro; un piccolo albero tropicale che cresce in
Brasile, Per, Venezuela, Suriname, Colombia, Argentina e
Guinea, e raggiunge al massimo i 2-6 metri di altezza.
La corteccia di Quassia amara contiene molti costituenti attivi, fra
cui dei principi amari 50 volte di pi del chinino. Oltre a molti degli
elementi antimalarici presenti anche nel chinino, la quassia
contiene un elemento chimico chiamato quassino, che dona un
indice di amarezza 400000 maggiore del chinino. La corteccia
contiene poi altri fitochimici che hanno dimostrato propriet antileucemiche e antitumorali, oltre che antivirali e antimalariche.
La corteccia di Quassia stato introdotta in Europa dal Suriname
nel 1756 e prende il nome da Quassia, un guaritore nativo, che ha
riportato agli europei il suo valore terapeutico. Anche se una
tintura ricavata dai trucioli di legno pronta per l'uso oggi come
digestivo, i nativi giamaicani tradizionalmente avevano trovato un
altro metodo per raggiungere lo stesso scopo.
Hanno scavato coppe e ciotole di legno, che lasciava il
sapore amaro della Quassia a qualsiasi alimento che vi
veniva versato. Cos, i loro prodotti alimentari si
impregnavano di sostanze amare, rendendo la digestione
48

dei cibi pi facile


Diversi studi clinici hanno verificato il suo uso tradizionale come
naturale insetticida, documentando un'effettiva azione per il
trattamento dei pidocchi. Uno di questi studi ha riportato
un'efficacia del 99% su un campione di 454 pazienti con solo due
trattamenti in due settimane. Studi risalenti al 1991, hanno inoltre
dimostrato l'azione preventiva anti-pidocchi.
L'estratto acquoso di amargo ha inoltre dimostrato un'efficacia
come insetticida se sparso nei giardini.
Altri studi hanno invece documentato l'efficace azione
antimalarica e antivirale dell'amargo.
Nel 1996, gli scienziati della Texas Christian University,
hanno studiato l'azione dell'estratto di amargo sulle cellule
infette dall'HIV.
Nel 2002, test di laboratorio, hanno confermato le sperimentazioni
del 1978, che mostravano le propriet anti-leucemiche e anticancerogene di questa pianta.
Numerosi studi hanno poi documentato le propriet di questa
pianta nei trattamenti di ulcere, come analgesico, rilassante
muscolare e sedativo.
.
Composizione chimica.
Componenti:
Molti degli estratti proventi dalla famiglia delle Simarubeae sono
liberamente definiti Quassia,. Tuttavia, sembra che gli estratti poi
chiamati Quassia, pur differendo nella loro composizione chimica
e genetica, risultano affini, se non simili e nella storia furono
confusi e usati indipendentemente Quassia excelsa, quassioides
Picrasma Benn. Ecc. La maggior parte delle specie di Quassia
contengono Quassina e isomeri di neoquassinl, olio volatile,
gommoso ; pectina, fibra legnosa, tartrato e solfato di calce,
cloruri di calcio, sodio, sali diversi come il sale di ossalato e
ammoniacale, nitrato di potassa e di solfato di . soda Quassia
amara, in particolare, contiene sia beta-Carbonile e cantin-6
alcaloidi cos come, in primo luogo, i composti amari noto come
quassinoids (13) Il componente principale di Quassia amara la
quassiin o Quassina. E 'stato ottenuto da Winckler, nel 1835, dal
49

legno di Quassia amara. Successivamente, stato studiato da


Wiggers (1837) che ha dato un metodo dettagliato per la sua
preparazione .
A. Christensen (Archiv der Pharm., 1882, p. 481) ottenuto
quassiin puro precipitando un'infusione acquosa, concentrata per
evaporazione, con l'acido tannico, decomponendo il precipitato
con carbonato di piombo, e l'estrazione con l'alcol. Quassiin cos
ottenuta, cristallizza in sottili scaglie rettangolari, di un sapore
molto amaro, permanente in aria, e che formano soluzioni neutre
con acqua. Fonde a 205 C (401 F.), ed solubile in 735 parti
di acqua, a 15 C. (59 F.), quando saturo ad una temperatura
superiore. pi solubile in acqua bollente, facilmente solubile in
alcol, e in alcali caldo, anche in cloroformio, in 30 parti del 84 per
cento di alcol a 15 C. (59 F.), solubile, con difficolt, in etere ed
etere di petrolio.
I precipitati ottenuti in soluzioni di quassiin, con reagenti alcaloidi,
sono ottenuti per la presenza di una base cristallizzabile scoperta
nel legno di Quassia amara. Questa sostanza insolubile in
cloroformio ed etere, solubile, con difficolt, in acqua e alcool
freddo, facilmente solubile in alcol acidulata con oltremarefluorescenza blu. Oliveri e Denaro (1885) quassiin (C 32
H44O10) hanno stabilito che un derivato del antracene
idrocarburi (C 14 H10). Merck (Jahresb. der Pharm., 1895, p. 457)
ottenne la formula cristallizzabile del quassol insapore per la
fabbricazione di quassiin.

Azione, utilizzo e dosaggio.


Gli effetti maggiori di questo rimedio si rilevano sullapparato
digerente: utile in presenza di meteorismo intestinale, bruciore
e acidit gastrici, comparsi specialmente dopo malattie infettive;
una delle caratteristiche tipiche la secchezza della lingua,
ricoperta da patina di colore marrone.

50

L'infusione si ottiene mettendo a macerare per 12 ore 3 dramme


( 1/8 di oncia, 3,5 gr) di Quassia in mezzo litro di acqua fredda.
Di questo mezzo bicchiere pieno pu essere preso 3 volte al
giorno, da solo, o con una tazza di t allo zenzero, e sar utile per
persone deboli, emaciate , con compromissione degli organi
digestivi.
L'estratto ottenuto attraverso l'evaporazione, decotto fino
renderlo cristallino, pu essere somministrato in dosi di 1 grano, 3
o 4 volte al giorno.
Questo preparato viene preferito perch considerato meno
aggressivo per il tubo digerente.
Quassia, in connessione con acido solforico, entra in gran parte
nella composizione di un elisir anti Baccanali, per la cura degli
effetti dell'alcool
( ubriachezza).
Dr. W. Ferguson ha dato al Dr. John King la seguente formula per
la preparazione di questo elisir, che ha usato con molto vantaggio:
si prendono: la tintura di calumba, composta da tintura di
genziana, di tintura di cascarilla, ciascuna, 1 oncia fluida;
infusione di Quassia, 1 litro; elisir di vetriolo, 2 dramme fluido e 40
Minimi. Mix. La dose un cucchiaio ogni 1 o 2 ore, oppure pu
essere preso ogni 4 o 6 ore, in dosi di 2 1 / 2 once.
Si consiglia di bagnare frequentemente la testa con acqua fredda
( un ausilio prezioso).Il rimedio agisce come un tonico, in alcuni
casi la sua prima azione quella del vomito. Il suo uso deve
costante per qualche tempo affinch lo stomaco ritrova il tono e
vigore. Riduce l'appetito e il desiderio per le bevande alcoliche.
Quassia agisce come un veleno potente narcotico su mosche
ed altri insetti, e l'estratto alcolico quando penetra nel
tessuto cellulare uccide animali di piccola taglia.
Mr. Brande, nel suo lavoro sulla chimica, raccomanda un decotto
forte di Quassia, ben dolcificati con zucchero di canna o melassa,
51

come un veleno efficace per le mosche, e di gran lunga preferibile


agli articoli velenosi generalmente utilizzato per distruggerli.
Un rimedio per gli ascaridi e una iniezione di una infusione di 3
parti di Quassia, e 1 radice di mandragola, per ogni oncia a cui
pu essere aggiunto un dramma fluido di tintura di assafetida .
Per un bambino di 2 anni, 2 once pu essere iniettato nel retto
due volte al giorno. Diluito acido fenico pu essere sostituito per
l'assafetida, se lo si desidera. Dose di polvere, 30 grani; di
infusione, da 1 a once 3 fluido; della tintura, 1 o 2 dramme fluido;
dell'estratto, da 2 a 10 grani, e di quassiin, 1 / 2 a 1 grano.

USI
QUASSIA viene utilizzata per la febbre, dispepsia,
blenorragia, (eccessiva scarica di muco), mal di stomaco, disturbi
del fegato, la malaria e come tonico.
Sembra possedere un'azione marcata sugli occhi, producendo
ambliopia e la cataratta.
Dolore a destra muscoli intercostali sopra il fegato. Pressione e
punti nel fegato, nella milza e simpatia.
apparato urinario:eccessivo desiderio, impossibile trattenere
l'urina

rigurgito di cibo

inclinazione a sbadigliare

sensazione di freddo sulla schiena

prostrazione con fame

estremit fredde, con sensazione di freddo interno

Brasile:
anemia, anoressia, coliche, debolezza, mal di denti, diarrea,
disordini digestivi, dissenteria, dispepsia, febbre, problemi
alla cistifellea, disordini gastrointestinali, calcoli renali,
problemi di fegato, malaria, morbillo, insufficienza urinaria,
muco vaginale, digestivo
Costa Rica:
diabete, diarrea e vermi
52

Europa:
insufficienza biliare, disordini digestivi, calcoli biliari,
problemi di fegato, parassiti, scabbia, pulci,
Guatemala:
stipsi, diabete, ipertensione, nervosismo
Messico:
disordini digestivi, problemi alla cistifellea, problemi
intestinali, disordini epatici, vermi.
Sud America:
anoressia, pulire il sangue, debolezza, disordini digestivi,
carcinoma, cirrosi, stipsi, febbre, pulci, iperglicemia,
indigestione, leucemia, pidocchi, disordini epatici, malaria,
parassiti, scabbia, morsi di serpenti, spasmi, digestivo,
vermi, insetticida
Stati Uniti:
alcolismo, anoressia, convalescenza, accrescere la
salivazione

PREPARAZIONI TRADIZIONALI

Come digestivo: 1-2 cucchiaini di polvere di amargo infusi in


acqua bollente. Da prendere 10-15 minuti prima dei pasti

Come antiparassitario: 1g in tavolette o capsule 2-3 volte al


giorno a stomaco vuoto.

Come antiparassitario, contro i calcoli biliari, per i disordini


digestivi: 2 cucchiaini di polvere dell'albero lasciati a macerare in
acqua fredda per tutta la notte.

Per i parassiti della pelle e dei capelli, contro gli insetti, per
le pulci nei cani: lasciare a macerare 2 cucchiaini di polvere di
amargo per tutta la notte. Applicare topicamente. Pu essere
lavato dopo un'ora. Per i pidocchi ripetere l'applicazione ogni 3
giorni per un totale di 3 applicazioni. Per le pulci nei cani,
applicare una volta al mese
53


Come digestivo: 1-2 cucchiaini di polvere di amargo infusi in
acqua bollente. Da prendere 10-15 minuti prima dei pasti

Come antiparassitario: 1g in tavolette o capsule 2-3 volte al


giorno a stomaco vuoto.

Come antiparassitario, contro i calcoli biliari, per i disordini


digestivi: 2 cucchiaini di polvere dell'albero lasciati a macerare in
acqua fredda per tutta la notte.

Per i parassiti della pelle e dei capelli, contro gli insetti, per
le pulci nei cani: lasciare a macerare 2 cucchiaini di polvere di
amargo per tutta la notte. Applicare topicamente. Pu essere
lavato dopo un'ora. Per i pidocchi ripetere l'applicazione ogni 3
giorni per un totale di 3 applicazioni. Per le pulci nei cani,
applicare una volta al mese.

Contro le zanzare: un piccolo pezzo di corteccia pu essere


messo nelle fontane
PROPRIETA'
Antibatterica e propriet antifungine: Studio in vitro hanno
confermato l'attivit antibatterica e antimicotica di Quassia
undulata ed estratti di Quassia amara contro Escherichia coli,
Streptococcus faecalis, Staphylococcus Stapylococcus e
Aspergillus niger. Sono stati studiati otto estratti, composto di
esano e metanolo estratti delle foglie e steli di ciascuno dei due
impianti. Ad una concentrazione di 5 mg / ml tutte e otto gli
estratti esposti hanno rilevato attivit antibatterica e antimicotica
nella maggior parte dei casi superiore a quello dei farmaci
standard di riferimento inclusi nello studio. L'estratto di foglia di
Quassia amara con metanolo ha rilevato le attivit pi alte in
entrambi i test, che comprendeva l'uso di sei ceppi di batteri,e
cinque di funghi .
Antiedematogeno, antinocicettivo, propriet sedative: La
somministrazione orale di estratti di esano di Quassia amara in
uno studio su animali ha diminuito nella zampa edema indotto da
carragenina; ha mostrato effetti antinociceptive e sedativi. Il
naloxone non annulla l'effetto antinociceptive di questo estratto. 1
Anche se i meccanismi sono incerte, i risultati hanno dimostrato
che tali effetti sono evidentemente connessi alle propriet
sedativo e rilassante muscolare dell'estratto esano della pianta
54

Propriet antifertilit:
iniezioni intramuscolari di cloroformio l'estratto della corteccia di
quassia amara per 15 giorni in ratti albini ha comportato una
riduzione significativa del testicolo e dell'epididimo, ma non quello
delle vescichette seminali e della prostata.
Propriet anti-infiammatorie:
Sulla base di studio in vitro, quassinoids isolato da fusti delle
indicazioni Quassia si pensa a mostrare significativi antiinfiammatoria
Propriet antimalarica,
antivirali, ( test clinici sono stati effettuati verso l'erpes simplex,
virus Coxakie e stomatite vescicolare)
Propriet antiulcera .
Propriet inibitorie la crescita: alcuni quassinoids isolati da fusti
di Quassia hanno fatto registrare una significativa diminuzione
della crescita del Plasmodium Falciparum e mostra tossicit in
vitro contro cellule KB (21)
javascript:doRefLink('PM:12230107')
DISCUSSIONE
Sintesi: Uno studio clinico disponibile ha confermato l'efficacia di Quassia per
i pidocchi e osservati effetti avversi. Una serie di casi in 454 pazienti hanno
anche evidenziato che la tintura Quassia era efficace nel 99% dei casi.
prove: Ninci ha condotto uno studio in doppio cieco Quassia contro placebo
in due scuole elementari della parte occidentale di La Pampa, con 105 alunni
e 43 rispettivamente. L'oggetto di questo lavoro era quello di scoprire
l'azione profilattica della Quassia dalla pediculosi del cuoio capelluto umano.
Questa analisi stata eseguita per determinare il numero di nuovi casi di
infestazione in entrambi i gruppi, che stato rilevato come significativo. Non
55

si sono avute reazioni avverse dopo il trattamento o durante la sua


applicazione.

Dati sulla tossicit:


Esano, etanolo ed estrazioni diclorometano di corteccia di
Quassia amara somministrato alla dose di 5000mg/kg per via
orale e intraperitoneale 1000mg/kg in uno studio degli animali, ha
causato non tossicit o morte . Tuttavia, le iniezioni intramuscolari
di cloroformio estratto della corteccia di Quassia amara per 15
giorni in ratti albini ha comportato una riduzione significativa del
peso del testicolo e dell'epididimo, ma non quello delle vescicole
seminali e della prostata (tutti i lobi). Una marcata diminuzione
della conta degli spermatozoi, la motilit, la redditivit stata
anche osservata nello sperma raccolto presso l'epididimo degli
animali trattati. Un certo numero di anomalie come teste doppie,
code doppie, staccato le teste e le code sono spesso fragili visto.
Epididymal alfa-glucosidasi attivit stata drasticamente ridotta.
Cloroformio estratto della corteccia di Quassia amara ha il
potenziale per l'uso come agente antifertility
Anticoagulante / antiaggregante :
L'uso concomitante di erbe che sono componenti di cumarina o
riducenti l'aggregazione delle piastrine potrebbero teoricamente
aumentare il rischio di sanguinamento, compreso, chiodi di
garofano, fieno greco, aglio, zenzero, ginkgo, panax ginseng,
ippocastano, rafano, liquirizia,cipolla, papaina, passiflora, pioppo,
chiodi di garofano rosso, curcuma, carota selvatica, lattuga
selvatica, salice, e altri (15; 17). Teoricamente, Quassia pu
potenzialmente aumentare il rischio di sanguinamento o
potenziare gli effetti della terapia con warfarin.
Alte dosi possono complicare trattamenti cardiaci (Quassia pu
essere inotropa).

56

references
Toma, W., Gracioso, JS, Hiruma-Lima, CA, Andrade, FD, Vilegas, W.,
e Souza Brito, AR Valutazione delle attivit analgesica e antiedematogenic di
estratto di corteccia di Quassia amara. J Ethnopharmacol. View Abstract
2003; 85 (1) :19-23. View Abstract

Ajaiyeoba, EO e Krebs, HC attivit antibatterica e antimicotica di


undulata Quassia ed estratti Quassia amara in vitro. View Abstract Afr.J Med
Med Sci 2003; 32 (4) :353-356. View Abstract

Njar, VC, Alao, TO, Okogun, JI, Raji, Y., Bolarinwa, AF, e Nduka, UE
attivit Antifertility di Quassia amara: Quassina inibisce la steroidogenesi nel
ratto in vitro delle cellule di Leydig. View Abstract Planta Med 1995; 61 (2)
:180-182. View Abstract

Parveen, S., Das, S., Kundra, CP, e Pereira, BM Una valutazione


complessiva della tossicit riproduttiva di Quassia amara nei ratti maschi.
Reprod.Toxicol. View Abstract 2003; 17 (1) :45-50. View Abstract

Raji, Y. e Bolarinwa, AF attivit Antifertility di Quassia amara nei ratti


maschi - uno studio in vivo. View Abstract Life Sci 1997; 61 (11) :1067-1074.
View Abstract

Ajaiyeoba, EO, Abalogu, UI, Krebs, HC, e Oduola, AM in vivo attivit


antimalarica di Quassia amara ed estratti di piante Quassia undulata nei topi.
J Ethnopharmacol. View Abstract 11-30-1999, 67 (3) :321-325. View Abstract

Bertani, S., Bourdy, G., Landau, I., Robinson, JC, Esterre, P., e
Deharo, E. Valutazione della Guiana francese tradizionali rimedi antimalarici.
View Abstract J Ethnopharmacol 4-8-2005; 98 (1-2) :45-54. View Abstract

Cabral, JA, McChesney, JD, e Milhous, WK quassinoid Un nuovo


antimalarico da guianensis Simaba. J Nat Prod. View Abstract 1993; 56 (11)
:1954-1961. View Abstract

Vigneron, M., Deparis, X., Deharo, E., e Bourdy, G. rimedi antimalarici


in Guiana francese: un atteggiamento conoscenze e le pratiche di studio.
View Abstract J Ethnopharmacol 4-26-2005; 98 (3) :351-360. View Abstract

Apers, S., Cimanga, K., Vanden Berghe, D., Van Meenen, E.,
Longanga, AO, Foriers, A., Vlietinck, A., e Pieters, L. L'attivit antivirale di
simalikalactone D, un quassinoid da Quassia africana. View Abstract Planta
Med 2002; 68 (1) :20-24. View Abstract

Evans, DA e Raj, RK efficacia larvicida di Quassina contro


quinquefasciatus Culex. View Abstract Indian J Med Res 1991; 93:324-327.
View Abstract

57

De cupere, F., Vandebroek, I., Puentes, M., Torres, S., e Van Damme,
P. La valutazione di estratti vegetali, come Herbi biologica e di pesticidi per il
loro uso in agricoltura cubana. Meded.Rijksuniv.Gent
Fak.Landbouwkd.Toegep.Biol Wet. View Abstract 2001; 66 (2a) :455-462.
View Abstract

Toma, W., Gracioso, Jde S., de Andrade, FD, Hiruma-Lima, CA,


Vilegas, W., e Souza Brito, AR attivit Antiulcerogenic di quattro estratti
ottenuti dalla corteccia di legno di Quassia amara L. (Simaroubaceae) . Biol
Pharm.Bull. View Abstract 2002; 25 (9) :1151-1155. View Abstract

Newall, CA, Anderson, Los Angeles, e Philpson, JD Herbal Medicine:


una guida per gli Operatori Sanitari. 1996.

Leung, AY e Foster, S. Encyclopedia of Common ingredienti naturali


utilizzati nei prodotti alimentari, farmaci e cosmetici. 1996, 2a ed.

Gruenwald, e J. et al. PDR for Herbal Medicines. 1998; 1 ed.

Brinker, F. Herb Controindicazioni e interazioni farmacologiche. 1998,

2 ed.
Ninci, ME [Profilassi e trattamento delle pediculosi con amarga
Quassia]. View Abstract Rev Fac.Cien.Med Univ. Nac.Cordoba 1991; 49 (2)
:27-31. View Abstract

Jensen, O., Bjerregaard, P., e Nielsen, AO [Trattamento dei pidocchi


con tintura Quassia]. View Abstract Ugeskr.Laeger 1-22-1979; 141 (4) :225226. View Abstract

58

TEMI:

I bambini che necessitano di quassia


hanno tendenza ad urinare frequentemente
di giorno e la notte, spesso, si svegliano gi
bagnati
- sbadigliare e stirarsi frequentemente,
- freddolosit molto intensa.
- ansia, agitazione,
- confusione e rigidit mentale.
- impossibilit temporanea a formulare
pensieri,studiare ecc, episodi preceduti da stato d'ansia.

grave insonnia

PERIODICITA'
Difficolt a svegliarsi
svegliarsi con senso di ansia
sonno, sonno profondo[Quas]
Generalities:
senso di vuoto, sgonfiarsi, sensazione di vuoto,
irrealt
assenza - incline al sogno
tensione addominale specie estendendo le
estremit

febbri intermittenti remittente


dispepsia,
debolezza durante la convalescenza da malattie
defedanti ,
vermi.
59

Come si evince da questa breve trattazione,


Quassia non un rimedio di fondo, ma uno di
quei rimedi definiti situazionali, ed una delle
casistiche pi frequenti la convalescenza
da malattie infettive.
Quassia tonico, febbrifugo e antielmintico.
Lo stomaco irritato dall'uso continuato.
Una infusione forte, per enteroclisma, ha prodotto gravi
sintomi allucinogeni/stupefacenti e collassamento in un
bambino di 4 anni.

60

61

SIMAROUBA
Genus: Simarouba Genere: Simarouba
Specie: Amara, glauca
Sinonimi: simarouba Quassia, Zwingera Amara, officinalis Picraena, Simarouba
medicinalis
Nomi comuni: Simarouba, Gavilan, negrito, Maruba, marup, corteccia
dissenteria, bitterwood, albero paradiso, palo blanco, robleceillo, Caixeta,
daguilla, cedro blanco, caj-rana, Malacacheta, amargo palo, pitomba, amer
bois, bois blanc, bois FRENE, negresse bois, simaba
Parte utilizzate: la corteccia, legno, foglie
Simarouba un albero di medie dimensioni che cresce fino a 20 m di altezza, con un
tronco 50-80 cm di diametro. Produce foglie di colore verde brillante che hanno una
lunghezz tra i 20 e i 50 cm , presenta piccoli fiori bianchi e piccoli frutti rossi. E
'indigene della foresta amazzonica e di altre aree tropicali del Messico, Cuba, Haiti,
Giamaica, e America Centrale.
Usi tribali e medicamenti
Le foglie e la corteccia di Simarouba sono state a lungo usate come un rimedio
naturale ai tropici. Fu importato in Francia dal Guyana nel 1713 come un rimedio
per la dissenteria. Quando la Francia ha subito una epidemia di dissenteria 17181725, la corteccia simarouba stato uno dei pochi trattamenti efficaci. Esploratori
francesi iniziarono ad utilizzare questo rimedio quando lo videro utilizzaredalle
trib indigene indiane nella foresta pluviale della Guyana come un trattamento
efficace per la malaria e la dissenteria (ancora oggi la corteccia di simarouba
utilizzata in questi territori per tali scopi) . Altre trib indigene delle foreste pluviali
utilizzavano l acorteccia anche come agente emostatico e come tonico.
Simarouba ha anche una lunga storia nella medicina erboristica in molti altri paesi.
A Cuba, dove chiamato Gavilan, un infuso di foglie o corteccia considerato come
astringente, per la digestione e stimolante il ciclo mestruale. Tipico il suo uso come
antiparassitario. Applicato sulla cute, viene usato per le ferite e per curare le piaghe.
In Belize l'albero si chiama negrito o corteccia di dissenteria; si fa una specie di the
mettendo a bagno la corteccia e facendola bollire viene considerato come il rimedio
pi efficace per la diarrea acuta e cronica.
Struttura chinica
Le principale sostanze chimiche che troviamo in simarouba sono i quassinoids, che
62

appartengono alla famiglia dei triterpenici . Quassinoids si trovano in molte piante e


sono ben noti agli scienziati per le propriet antiprotozoarie e antimalariche,
antiamebiche.recenti studi hanno valutato anche la loro efficacia per la leucemia.
I prodotti chimici principale stabilimento di simarouba includono:
simaroubidin ailanthinone, benzochinone, canthin, dehydroglaucarubinone,
glaucarubine, glaucarubolone, glaucarubinone, holacanthone, melianone,,
simarolide, simarubin, simarubolide, sitosterolo, e tirucalla.

Usi, sperimentazioni, ricerca


Dopo pi di 200 anni di storia di utilizzo , il suo uso per la dissenteria amebica
stato infine convalidato dai medici convenzionali nel 1918. Un ospedale militare in
Inghilterra ha dimostrato che il t fatto con la corteccia stato un trattamento
efficace per la dissenteria amebica negli esseri umani. L'Istituto Merck ha riferito in
uno studio del 1944 che simarouba ha avuto una efficacia pari al 91,8% verso le
amebe intestinali negli esseri umani e, nel 1962, altri ricercatori hanno constatato che
i semi di simarouba mostrano principi attivi anti-attivit amebica negli esseri umani.
Nel 1990 stata dimostrata l'efficacia di simarouba verso la dissenteria pi comuni
causata da Entamoeba histolytica, cos come da due batteri , Salmonella e Shigella.
Nnel 1947 uno studio ha mostrato che dosi di solo 1 mg di estratto di corteccia per
kg di peso corporeo ha forte attivit antimalarica.
Quando nuovi ceppi di malaria, hanno evidenziato la resistenza verso i nostri attuali
farmaci antimalarici, gli scienziati hanno cominciato a studiare simarouba ancora
una volta.
Studi pubblicati tra il 1988 e il 1997 hanno dimostrato che simarouba e / o dei suoi
tre quassinoids si sono dimostrati efficaci contro la malaria in vitro e in vivo. Pi
efficaci nei nuovi ceppi resistenti.
Un'altra area di ricerca sulle simarouba e il sua propriet anti cancro.
Primi screening effettuati dal National Cancer Institute nel 1976 hanno indicato che
un estratto alcolico di corteccia simarouba (e un estratto delle acque dei suoi semi)
aveva azioni tossiche contro le cellule tumorali a dosaggi molto bassi (meno di 20
mcg / ml). In seguito a tale selezione iniziale, gli scienziati hanno scoperto che molti
dei quassinoids in simarouba (glaucarubinone, alianthinone, e
dehydroglaucarubinone) avevano azione antileucemica contro la leucemia linfocitica
in vitro.su questa ricerca furono pubblicati numerosi studi nel 1977 e nel 1978.
I ricercatori nel Regno Unito, citavano l'attivit antitumorale di due dei quassinoids,
ailanthinone e glaucarubinone, nei confronti dei carcinoma epidermoide della
faringe.
63

Nel 1998 alcuni ricercatori americani dimostrarono l'attivit antitumorale di


glaucarubinone contro i tumori solidi (umani e nelle cellule del topo), tumori
mammari nei topi, e l'attivit antileucemica contro la leucemia nei topi.
Simarouba oggi anche un brevetto statunitense per le sue propriet di aumentare la
differenziazione dei cheratinociti della pelle e per migliorare l'idratazione della pelle.
Nel 1997, stato depositato un brevetto per la produzione di un prodotto cosmetico.
Il brevetto descrive simarouba efficace per la depigmentazione della pelle (macchie
), migliorando la funzione protettiva della stessa , mantenendone una migliore
idratazione e con una significativa attivit di differenziazione dei cheratinociti (che
protegge contro la pelle squamosa).

Tradizionale Preparazione:
Per la diarrea o dissenteria, le chiamate tradizionali rimedio per la
preparazione di un decotto standard con la corteccia. Una tazza da t piena
(circa 6 once) preso 2-3 volte al giorno. Pu essere sostituita da cinque / dieci
ml di una tintura di corteccia due volte al giorno.

Controindicazioni:
Gli effetti indesiderati osservati a dosaggi elevati (circa tre volte il rimedio
tradizionale) comprendono una maggiore traspirazione, poliuria, nausea, e /
o vomito.
references
May, G., et al. Possono, G., et al. : 17. "L'attivit antivirale di estratti acquosi di piante
medicinali in colture di tessuti". Arzneim-Forsch 1978; 28 (1): 1-7.

Rivero-Cruz, JF, et al. Rivero-Cruz, JF, et al. "Costituenti citotossici dei ramoscelli di
Simarouba glauca raccolto da un terreno nel sud della Florida." Phytother. Res . Res. 2005;
19(2): 136-40. 2005; 19 (2): 136-40.

Mata-Greenwood, E., et al. Mata-Greenwood, E., et al. "ratti di glaucarubolone come


induttori di differenziazione terminale di promielocitica HL-60 celle e gli inibitori della 7,12dimetilbenz [a] antracene indotto formazione di lesione preneoplastiche in mammaria cultura
del mouse di organi." J. Nat. Nat. Prod. 2001; 64(12): 1509-13. Prod. 2001; 64 (12): 150913.

Bonte, F., et al. Bonte, F., et al. "Estratto amara Simarouba aumenta la
differenziazione dei cheratinociti umani pelle." J. Ethnopharmacol. 1996;
53 (2): 65-74.
64

MURPHEY
HOMEOPATHIC -- H. H. Beamish says that for dysentery the Simaruba bark is
boiled and, by way of strengthening the astringent effect, Alum is added to the
decoction. But Simaruba is the specific agent.
CLINICAL - Diarrhea. Dysentery. Snake-bite. Worms.
COMMENTS - Clarke's first practical acquaintance with Sima. as a homeopathic
remedy was in the case of a traveling patient who suffered from a chronic tendency
to looseness of the bowels. He had stools like yellow ochre, for which Gamboge had
been very helpful.
When in the South of France he consulted a homeopath and he prescribed Sima.
with excellent effect. Since then Clarke have used it in similar cases.
COMPARE - (1) Cedr., Ail., Chap., Quas. (2) Vac., Chin., Rheum. Gamb.
SOURCES - Clarke.

65

66

LEITNERIA
67

E' difficile trovare arbusti che abbiano facilit a svilupparsi


sia in luoghi umidi che in luoghi ombreggiati.questa qualit
tipica di piante native americane , note come Leitneria floridana
scoperte nel 1835 nelle zone paludose delle Flonda's
Apalachicola nel Golfo di Messico.
Il Genere prende il nome dal . Dr. ET Leitner, un Tedesco
naturalista del diciannovesimo secolo. Leitneria monotipico, che
significa che la specie sola nel suo genere nella famiglia delle
Leitneriaceae. Solo di recente grazie a studi molecolari, si
dimostrato invece l'appartenenza alle simarubaceae.
Caratteristica di questa pianta l'estrema leggerezza del legno , e
la sua galleggiabilit. E' un arbusto deciduo , che si trova solo nel
sud-est degli Stati Uniti Stati di Arkansas, Florida, Georgia,
Missouri e Texas.Resiste in habitat umidi, soprattutto nelle zone
costiere. Raggiunge in genere 2-4 m di altezza, di tanto in tanto
fino a 8 m. Le foglie sono lanceolate di 5-20 cm lunghezza e 3-6
cm di larghezza. E 'in fiore da marzo, ed i semi maturano da
maggio a luglio E' una pianta dioica, ha solo fiori maschili o solo
femminili, ( da soli non sono fertili) . Pu essere prezioso per il
controllo dell'erosione lungo i torrenti e le zone umide.

68

SIMAROUBA GLAUCA
69

Simarouba glauca una specie importante che cresce nelle


foreste del Centro e Sud America. introdotto nel 1960 nella
stazione di ricerca a Amravathi, Maharashtra. Questo stato
portato alla University of Agricultural Sciences, Bangalore nel
1986 e dal 1992 si sviluppata l'attivit di ricerca e sviluppo.
Potenzialmente Simarouba glauca considerato uno dei semi
oleosi pi importanti per la produzione di biodiesel CJP
diventando quindi una fonte importantissima per il biodisel nel
futuro. Sta diventando quindi molto vantaggioso economicamente
coltivare alberi da semi oleosi come Lakshmi Tharu (Simarouba),
vista l'alta produttivit della stessa per soddisfare la produzione
di olio commestibile, industriale e dei biocarburanti ; per di pi
questa pianta cresce bene e rapidamente anche in territori con
piogge irregolari e assicura comunque un buon rendimento.

TEMI

DELLE SIMAROUBACEAE.
70

non sono rimedi di fondo, ma sono rimedi


definiti situazionali.
peculiare l'utilizzo in febbri gravi, gravi
patologie esantematiche, difteriti, tonsilliti
follicolari, infezioni da streptococco, diatesi
emorragica, ecc , cos come l'uso nella
convalescenza da gravi malattie infettive.
La caratteristica principale proprio il delirio,
lo psichismo nel delirio ad occhi aperti con
continue fantasie di animali.
Amnesia anche di ci che accaduto poco
prima, come se non lo avessero vissuto in
prima persona ma letto in un libro; la paura, la
confusione sono caratterizzanti lo stato di
malattia di questi pazienti.
La periodicit ore diverse per sintomi diversi
periodicit nella febbre ( malaria),
periodicit nei disturbi pscichici, quindi
alternanza di depressione ed eccitazione
< ciclo mestruale
< coito

71

Tropismo per:
occhi
testa
apparato gastroenterico
sangue, gola, apparato respiratorio
cute
studi:
leucemia, tumori.
rimedi
per il veleno di serpenti.
Le persone appaiono storte, cio che non hanno
assimilato gli insegnamenti e le regole della
tradizione (ottusi - malviventi)

72

73