Sei sulla pagina 1di 32

34567

FEBBR AIO 2 0 16

ARTICOLI DI STUDIO PER IL PERIODO:

4 APRILE 1 MAGGIO 2016

IN COPERTINA:

POPOLAZIONE

BENIN

10.703.000

A Htin, un villaggio in una zona paludosa, le case


sono per lo pi palatte e i mezzi di trasporto pi
usati sono le piroghe. Ci sono 3 congregazioni con
215 proclamatori e 28 pionieri, che sono stati
felicissimi di avere 1.600 presenti alla
Commemorazione del 2014.

PROCLAMATORI

12.167
PIONIERI REGOLARI

1.492

INDICE
________________________________________________________________________________________________________________________________

BIOGRAFIA
Geova mi ha aiutato a servirlo
fedelmente

________________________________________________________________________________________________________________________________

21

SETTIMANA: 18-24 APRILE

26

SETTIMANA: 25 APRILE 1 MAGGIO

________________________________________________________________________________________________________________________________

SETTIMANA: 4-10 APRILE

13

SETTIMANA: 11-17 APRILE

Impariamo dai leali servitori di Geova


In questi articoli esamineremo qualche episodio
della vita del re Davide e di alcuni suoi contemporanei. Da questi racconti impariamo come applicare
certi princpi che ci possono aiutare a dimostrare
lealt a Geova in circostanze dicili.

Geova lo chiam suo amico


Imitiamo gli amici di Geova
Questi articoli ci aiuteranno a rendere la nostra
amicizia con Geova Dio ancora pi solida. Nel primo
articolo ci concentreremo sullesempio di Abraamo.
Nel secondo sugli esempi di Rut, Ezechia e Maria, la
madre di Ges.

Dimostriamoci leali a Geova

________________________________________________________________________________________________________________________________

31

DAI NOSTRI ARCHIVI

________________________________________________________________________________________________________________________________

18

Continuiamo a servire Geova


con gioia!

34567
`
Questa pubblicazione non e in vendita.
Viene distribuita nellambito di unopera
mondiale di istruzione biblica sostenuta
mediante contribuzioni volontarie.
Salvo diversa indicazione, le citazioni della Bibbia
sono tratte dalla Traduzione del Nuovo Mondo delle
Sacre Scritture con riferimenti.

February 2016
Vol. 137, No. 3 ITALIAN

`
La Torre di Guardia e un periodico mensile con supplemento nei mesi di gennaio, marzo, maggio, luglio, settembre e novembre, edito in Italia dalla Congregazione Cristiana dei Testimoni di Geova, Via della Bufalotta 1281,
Roma. Direttore responsabile: Romolo DellElice. Stampata in Germania da: Wachtturm Bibel- und Traktat-Gesellschaft der Zeugen Jehovas, e. V., Selters/Taunus. Reg.
Trib. Roma n. 14289 - 10/1/1972.

5 Druck und Verlag: Wachtturm Bibel- und Traktat-Gesellschaft, Selters/Ts., V. i. S. d. P. Ramon Templeton,
Selters/Ts.
5 2016 WatchTower Bible and Tract Society of Pennsylvania. Printed in Germany.

BIOGRAFIA

Geova
mi ha aiutato
a servirlo
fedelmente
NARRATO DA

CORWIN ROBISON

Dissi allagente che ero gi


stato in carcere per essermi
riutato di combattere.
Gli chiesi: Ha intenzione di
farmi rivivere tutto questo?
Questa era la seconda volta
che lesercito degli Stati Uniti
dAmerica mi chiamava
alle armi.

SONO nato nel 1926 a Crooksville, nellOhio.


Mio padre e mia madre non erano religiosi
ma volevano che noi, i loro otto gli, andassimo in chiesa. Allet di 14 anni il ministro
della chiesa metodista che frequentavo mi
diede un premio per non aver mai perso una
funzione domenicale in un anno intero.
In quel periodo Margaret Walker, una vicina di casa testimone di Geova, inizi a venire a casa nostra e a parlare a mia madre della Bibbia. Un giorno decisi di unirmi a loro
ma mia madre, temendo che avrei disturbato durante lo studio, mi disse di uscire. Cercai comunque di continuare ad ascoltare le
loro conversazioni. Dopo un altro paio di visite, Margaret mi chiese: Sai qual il nome
di Dio? Io risposi: Lo sanno tutti. Dio!
Lei disse: Prendi la tua Bibbia e leggi Salmo
83:18. Lo feci e scoprii che il nome di Dio
Geova. Corsi fuori dai miei amici e dissi:
Quando tornate a casa stasera, cercate nella Bibbia Salmo 83:18 e guardate qual il
nome di Dio. In pratica, iniziai subito a predicare.
3

Studiai la Bibbia e nel 1941 mi battezzai.


Poco dopo, fui incaricato di condurre lo studio di libro di congregazione. Invitai mia madre, i miei fratelli e le mie sorelle, e cominciarono tutti ad assistere allo studio di libro
che conducevo. Mio padre, comunque, non
era interessato.
OPPOSIZIONE IN FAMIGLIA

Mi furono adate altre responsabilit in


congregazione, e mi feci una biblioteca teocratica. Un giorno mio padre punt il dito
contro i miei libri e disse: Vedi tutta quella
roba? La voglio fuori di qui, e te ne puoi andare anche tu. Perci andai a vivere in una
stanza nella vicina Zanesville, anche se facevo avanti e indietro per incoraggiare la mia
famiglia.
Mio padre cercava di impedire a mia madre
di assistere alle adunanze. A volte la seguiva
e la riportava a casa con la forza. Ma mia madre usciva da unaltra porta e andava alladunanza. Io le dicevo: Non preoccuparti, si
stancher di starti alle calcagna. Col tempo
mio padre smise di ostacolarla, cos andare
alle adunanze non fu pi un problema.

Margaret Walker (la seconda sorella da sinistra)


mi ha aiutato a conoscere la verit

Nel 1943 nella nostra congregazione si inizi a tenere la Scuola di Ministero Teocratico, e io cominciai a pronunciare discorsi di
esercitazione. Grazie ai consigli che ricevevo
migliorai le mie capacit oratorie.
NEUTRALIT DURANTE LA GUERRA

Allepoca infuriava la seconda guerra


mondiale. Nel 1944 ricevetti la chiamata alle
armi e quindi mi presentai a Fort Hayes, a
Columbus nellOhio; mi sottoposi alla visita
medica e compilai alcuni documenti. Inoltre
dissi agli uciali che non mi sarei arruolato.
Mi lasciarono andare. Diversi giorni dopo,
un poliziotto venne a casa mia e mi disse:
Corwin Robison, c un mandato darresto
per lei.
Due settimane dopo, in tribunale il giudice disse: Se dipendesse da me le darei lergastolo. Ha qualcosa da dire? Risposi: Vostro Onore, io dovrei essere classicato
come ministro. Ogni porta di casa il mio
pulpito, e ho predicato la buona notizia del
Regno a molte persone. Il giudice disse alla
giuria: Non siete qui per decidere se questo giovanotto sia un ministro o no. Siete
qui per esprimervi sul suo riuto ad arruolarsi. In meno di mezzora la giuria ritorn con il verdetto: colpevole. Il giudice
mi condann a cinque anni di reclusione
nel penitenziario federale di Ashland, nel
Kentucky.
IN PRIGIONE GEOVA MI PROTEGGE

Trascorsi le prime due settimane in una


prigione a Columbus e il primo giorno non
mi fu permesso di uscire dalla cella. Dissi a
Geova in preghiera: Non posso stare rinchiuso in una cella per cinque anni. Non so
proprio cosa fare.
Il giorno dopo le guardie mi fecero uscire.
Mi avvicinai a un altro carcerato, un uomo
grande e grosso, e rimanemmo a guardare
fuori da una nestra. Lui mi chiese: Ehi pic4

LA TORRE DI GUARDIA

Io e altri Testimoni imprigionati per la neutralit ad Ashland, nel Kentucky

coletto, perch sei qui? Risposi: Sono testimone di Geova. Davvero? E allora che ci
fai qui?, mi domand. I Testimoni non vanno in guerra e non uccidono, gli dissi. E lui:
A te ti hanno messo in prigione perch non
vuoi uccidere. Altri li mettono dentro perch
uccidono. Ma ti sembra logico? Io risposi:
No, per niente.
Poi aggiunse: Sono stato 15 anni in unaltra prigione e l ho letto alcune vostre pubblicazioni. Pregai: Geova, fa che questuomo sia dalla mia parte. In quel momento
Paul, questo era il suo nome, disse: Se qualcuno prova a sorarti, tu urla. Ci penso io.
In eetti, con i 50 carcerati di quella sezione
non ebbi nessun problema.
Quando fui trasferito ad Ashland vi trovai molti fratelli maturi. Stando in loro
compagnia sia io che altri ci mantenemmo
spiritualmente forti. Ogni settimana ci veniva assegnato un brano biblico da leggere
sul quale ci preparavamo domande e risposte per le nostre adunanze chiamate Bible
Bees (raduni della Bibbia). Avevamo anche un servitore dei territori. Cera un
enorme dormitorio e i letti erano attaccati

alle pareti. Il servitore dei territori mi disse: Robison, a te sono stati assegnati questi letti. Chiunque dorme qui nel tuo territorio. Prima che se ne vada assicurati di
dargli testimonianza. E cos predicavamo
in modo organizzato.
UNA VOLTA FUORI DI PRIGIONE

Anche se la seconda guerra mondiale n


nel 1945 io dovetti rimanere ancora in prigione. Ero preoccupato per la mia famiglia perch mio padre aveva detto: Se mi sbarazzo
di te, il pi fatto. Dopo il mio rilascio, ebbi
una bella sorpresa. Nonostante lopposizione di mio padre, sette miei familiari frequentavano le adunanze e una delle mie sorelle si
era battezzata.
Quando nel 1950 scoppi la guerra di Corea, fui chiamato alle armi una seconda volta e mi presentai a Fort Hayes. Dopo un test
attitudinale un uciale mi disse: Hai uno
dei punteggi pi alti del gruppo. Risposi:
S, ma non ho intenzione di arruolarmi. Citai 2 Timoteo 2:3 e aggiunsi: Sono gi un
soldato di Cristo. Dopo un lungo silenzio
luciale mi lasci andare.
FEBBRAIO 2016

Mentre mi occupo delle caldaie negli stabili


adibiti a uci alla Betel di Brooklyn

Nel ministero con Demetrius Papageorge,


un fratello unto che inizi a servire
Geova nel 1913

Poco dopo assistei alladunanza per gli interessati alla Betel allassemblea di
Cincinnati, nellOhio. Milton Henschel disse
che se un fratello voleva darsi da fare per
il Regno, lorganizzazione avrebbe potuto
usarlo alla Betel. Feci la domanda, che venne
accettata, e nellagosto del 1954 mi presentai
a Brooklyn. Da allora servo alla Betel.
Alla Betel il lavoro non mi mai mancato.
Per diversi anni mi sono occupato delle caldaie della tipograa e degli stabili adibiti a
uci, ho fatto il meccanico e ho riparato serrature. Ho anche lavorato presso le Sale delle Assemblee di New York.
Ho imparato ad amare le attivit spirituali che si svolgono regolarmente alla Betel,
come ladorazione mattutina e lo studio familiare della Torre di Guardia, e anche il servizio con la congregazione. In eetti questo
quanto ogni famiglia che adora Geova pu e
dovrebbe fare. Quando genitori e gli considerano insieme la scrittura del giorno, fanno
regolarmente ladorazione in famiglia e par6

LA TORRE DI GUARDIA

tecipano con impegno alle adunanze e al ministero, tutta la famiglia gode di buona salute spirituale.
Sia alla Betel che in congregazione ho
stretto molte amicizie. Alcuni miei amici
erano cristiani unti e hanno ricevuto la ricompensa celeste; altri non lo erano. Ma
tutti i servitori di Geova sono imperfetti,
anche i beteliti. Se ho qualche incomprensione con un fratello cerco sempre di fare
pace. Penso a Matteo 5:23, 24 e a come dovremmo arontare i disaccordi. Chiedere
scusa non facile, ma ho riscontrato che
quando lo si fa, raramente i problemi non si
risolvono.
I BUONI RISULTATI DEL MIO SERVIZIO

A motivo dellet oggi faccio molta fatica


a predicare di casa in casa, ma non mi arrendo. Ho imparato un po di cinese mandarino
e mi piace molto dare testimonianza per
strada a chi parla questa lingua. Certe mattine riesco a lasciare 30 o 40 riviste.

Ho persino fatto una visita ulteriore in


Cina! Un giorno una ragazza dallaria sveglia
che distribuiva pubblicit per un banco di
frutta mi sorrise. Io ricambiai il sorriso e le
orii La Torre di Guardia e Svegliatevi! in cinese. Le accett e mi disse che si chiamava
Katie. Da quella volta, quando mi vedeva veniva a parlarmi. Io le insegnavo il nome di un
frutto o di un ortaggio in inglese e lei lo ripeteva. Le spiegai alcuni versetti della Bibbia, e
lei accett il libro Cosa insegna la Bibbia.
Dopo alcune settimane, per, Katie scomparve.
Alcuni mesi dopo unaltra ragazza che distribuiva pubblicit accett le riviste. La settimana seguente mi pass il cellulare e mi
disse: Parla con la Cina. Le dissi: Non conosco nessuno in Cina. Ma lei insistette, cos presi il telefono e risposi: Pronto,
sono Robison. La voce dallaltra parte disse:
Robby, sono Katie. Sono tornata in Cina.
Le dissi: In Cina? Katie rispose: S. Sai chi
la ragazza che ti ha dato il telefono? mia
sorella. Tu mi hai insegnato tante cose belle.

Ti prego, insegnale anche a lei. Io le dissi:


Katie, far del mio meglio. Grazie per avermi fatto sapere dove sei. Poco dopo parlai
con la sorella di Katie per lultima volta.
Ovunque siano quelle due ragazze, spero
possano imparare di pi su Geova.
Svolgo il sacro servizio da 73 anni. Sono
felice che Geova mi abbia aiutato a mantenere la neutralit e a rimanere fedele mentre
ero in prigione. I miei fratelli e le mie sorelle
mi dicono che vedermi arontare lopposizione di pap senza arrendermi diede loro
molto coraggio. Alla ne mia madre, tre delle mie sorelle e tre dei miei fratelli si sono
battezzati. Anche mio padre si addolcito e
prima di morire ha assistito a qualche adunanza.
Se volont di Dio, i miei familiari e i miei
amici che sono morti verranno risuscitati nel
nuovo mondo. Immaginate che gioia proveremo servendo Geova per tutta leternit insieme a coloro che amiamo!1
1 Mentre era in corso la stesura di questarticolo
Corwin Robison morto fedele a Geova.

Predico
ai cinesi
a Brooklyn

Geova lo chiam
suo amico
Tu, o Israele, sei il mio servitore, tu, o Giacobbe,
che ho scelto, il seme di Abraamo mio amico (ISA.
CANTICI: 91, 22

COME RISPONDERESTE?
________________________________________________________________________________________________________________________________

In che modo la conoscenza


e lesperienza aiutarono
Abraamo a raorzare la sua
fede?
________________________________________________________________________________________________________________________________

Cosa fece Abraamo per


raorzare la sua amicizia
con Dio?
________________________________________________________________________________________________________________________________

Cosa possiamo fare noi per


raorzare la nostra amicizia
con Geova?

41:8)

DALLA culla alla tomba, ci di cui abbiamo pi bisogno lamore. Gli esseri umani hanno un grande bisogno di dare e ricevere amore, e non solo amore romantico. Desideriamo fortemente amicizie e relazioni sociali. Ma c un tipo di amore di cui
abbiamo bisogno pi degli altri: lamore di Geova. Per molti
dicile credere che degli esseri umani possano avere unamicizia stretta e calorosa con lOnnipotente Dio, che uno Spirito
invisibile in cielo. Noi per siamo convinti del contrario!
2 La Bibbia mostra che esseri umani imperfetti diventarono
amici di Dio. Vale la pena di riettere sul loro esempio, perch
costruire questa amicizia lobiettivo pi nobile che si possa
avere nella vita. Abraamo fu uno straordinario esempio di come
coltivare unamicizia del genere. (Leggi Giacomo 2:23.) Come
riusc Abraamo ad avere un legame cos stretto con Geova? Un
fattore chiave fu la fede. Infatti, la Bibbia chiama Abraamo
1, 2. (a) Come facciamo a sapere che possibile per gli esseri umani diventare amici di Dio? (b) Di cosa parleremo in questo articolo?

il padre di tutti quelli che hanno fede


(Rom. 4:11). Vediamo come la fede di
Abraamo gli permise di avere una stretta
amicizia con Dio. Inoltre chiediamoci:
Come posso imitare la fede di Abraamo e
raorzare la mia amicizia con Geova?
COME ABRAAMO
DIVENNE AMICO DI GEOVA
3

Immaginiamo la scena: Abraamo sale


a fatica lungo il pendio di un monte. Quello probabilmente il viaggio pi dicile
della sua vita; ma non let a renderlo
cos dicile. Abraamo potrebbe avere sui
125 anni, ma ancora pieno di energie.[1]
Insieme a lui c un uomo pi giovane, forse sui 25 anni. suo glio Isacco, e sta trasportando della legna. Abraamo invece ha
un coltello e il necessario per accendere un fuoco. Geova gli ha chiesto di sacricare suo glio! (Gen. 22:1-8).
4 Quella che Abraamo stava arontando era probabilmente la pi grande prova
di fede della sua vita. Alcuni dicono che
Dio fu crudele a chiedergli di sacricare
suo glio; altri sostengono che Abraamo
fosse privo di sentimenti e che la sua fosse cieca ubbidienza. Queste persone dicono cos perch sono prive di fede e non
sono in grado di capire come agisce la
vera fede (1 Cor. 2:14-16). Abraamo non
ubbid a Dio ciecamente. Al contrario, lo
fece perch aveva vera fede ed era certo
di una cosa: il suo Padre celeste, Geova,
non chiederebbe mai a un suo fedele servitore di fare qualcosa che gli causi danni permanenti. Abraamo sapeva che se
avesse ubbidito, Geova avrebbe ricompensato lui e il suo amato glio. Su cosa
si basava quella fede? Sulla conoscenza e
sullesperienza.
3, 4. (a) Descrivete quella che probabilmente fu
la prova di fede pi grande per Abraamo. (b) Perch Abraamo fu disposto a sacricare Isacco?

Conoscenza. Anche se era cresciuto a


Ur, una citt caldea in cui dilagava lidolatria, Abraamo aveva conosciuto Geova.
Ma in che modo, visto che suo padre Tera
adorava altri di? (Gios. 24:2). La Bibbia
non lo rivela, ma ci dice che Abraamo apparteneva alla nona generazione a partire da Sem, che era uno dei gli di
No e un uomo dalla fede straordinaria.
Sem mor quando Abraamo aveva circa
150 anni. Non possiamo essere certi che
Abraamo abbia conosciuto Geova grazie
a Sem. Ma ragionevole pensare che Sem
abbia trasmesso alla sua famiglia quello
che sapeva di Geova. In qualche modo
Abraamo venne a conoscenza di quelle
informazioni e il suo cuore ne fu toccato. Impar ad amare quel Dio che aveva
conosciuto, e tale conoscenza lo aiut a
edicare la sua fede.
6 Esperienza. In che modo Abraamo acquis lesperienza necessaria a raorzare
la sua fede in Geova? stato detto che i
pensieri fanno nascere i sentimenti, e i
sentimenti spingono ad agire. Quello che
Abraamo aveva imparato su Geova produsse in lui un sentimento di profonda riverenza e sincero rispetto per Geova,
lIddio Altissimo, che ha fatto il cielo e la
terra (Gen. 14:22). La Bibbia denisce
questo sentimento santo timore, e indica che essenziale per stringere unintima
amicizia con Dio (Ebr. 5:7; Sal. 25:14).
Quel santo timore spinse Abraamo ad
agire.
7 Dio comand ad Abraamo e a Sara, ormai avanti negli anni, di lasciare Ur e trasferirsi in un paese straniero. Avrebbero
abitato in tende per il resto della loro vita.
5. In che modo forse Abraamo conobbe Geova,
e quella conoscenza cosa lo spinse a fare?
6, 7. In che modo la fede di Abraamo fu raorzata dallesperienza che si era fatto?
FEBBRAIO 2016

LAMICIZIA TRA ABRAAMO E GEOVA


Abraamo e Sara conoscono
Geova e iniziano ad adorarlo

Abraamo ubbidisce a Dio


e lascia Ur

NELLA CITT DI UR

Dato che Abraamo ubbid, Geova lo benedisse e lo protesse. Ad esempio, Abraamo


aveva paura che la sua bella moglie Sara gli
venisse portata via e che lui fosse ucciso.
Le sue paure non erano infondate, ma
Abraamo non permise che gli impedissero
di ubbidire a Geova. Pi di una volta Geova intervenne miracolosamente per proteggere sia lui che Sara (Gen. 12:10-20;
20:2-7, 10-12, 17, 18). Lesperienza che
Abraamo acquist in occasioni come queste raorz la sua fede.
8 Anche noi possiamo costruire unamicizia con Geova. Acquisire la conoscenza e lesperienza necessarie alla
portata di tutti. Abraamo aveva a disposizione solo una piccola parte di tutti
gli abbondanti tesori della sapienza ora
contenuti nella Bibbia (Dan. 12:4; Rom.
11:33). Questi tesori, di cui la Parola di
Dio piena, possono farci avere una conoscenza pi profonda di Colui che ha
fatto il cielo e la terra e aiutarci a intensicare lamore e il rispetto nei suoi confronti. Questi sentimenti ci spingono a
ubbidire a Dio, e vedendo come questo
porta a buoni risultati acquisiamo esperienza. Impariamo che i consigli di Dio ci
proteggono, e che lui ci benedice e ci rafforza. Capiamo che servire Dio con tutto
il cuore d soddisfazione, pace e gioia
8. Grazie a che cosa possiamo avere la conoscenza e lesperienza che raorzeranno la nostra
amicizia con Geova?

10

LA TORRE DI GUARDIA

Durante il viaggio Geova


protegge Abraamo e Sara

Abraamo circoncide
ubbidientemente tutti
i maschi della sua casa

IN VIAGGIO VERSO CANAAN

(Sal. 34:8; Prov. 10:22). Man mano che la


nostra conoscenza e la nostra esperienza
crescono, crescono anche la nostra fede
in Geova e la nostra amicizia con lui.
COME ABRAAMO
COLTIV LA SUA AMICIZIA CON DIO
9

Unamicizia come un tesoro prezioso. (Leggi Proverbi 17:17.) Comunque,


non come un soprammobile che compriamo e poi lasciamo su qualche scaale
a impolverarsi. Lamicizia pi come un
ore, che ha bisogno di cura e nutrimento per crescere bene. Abraamo considerava preziosa la sua amicizia con Geova e la
coltivava. In che modo?
10 Abraamo non pens mai di aver gi
dimostrato ubbidienza e santo timore in
misura suciente. Mentre con la sua numerosa famiglia viaggiava verso Canaan
continu a lasciarsi guidare da Geova nelle sue decisioni, sia grandi che piccole. Un
anno prima della nascita di Isacco, quando Abraamo aveva 99 anni, Geova comand che tutti i maschi della sua casa fossero
circoncisi. Abraamo contest forse quel
comando o cerc qualche scappatoia per
non ubbidire? No. Cond in Dio e ubbid in quel medesimo giorno (Gen. 17:1014, 23).
9, 10. (a) Di cosa ha bisogno unamicizia per
diventare pi forte? (b) Da cosa capiamo che
Abraamo considerava preziosa la sua amicizia
con Geova e che la raorz?

Geova ascolta con


pazienza Abraamo
che gli parla delle sue
preoccupazioni riguardo
a Sodoma

Geova d ad Abraamo e a Sara la possibilit


di avere un glio nonostante siano
avanti negli anni

Abraamo muore in buona vecchiaia,


vecchio e soddisfatto

Mostrando grande fede,


Abraamo disposto
a sacricare Isacco

NEL PAESE DI CANAAN

11

Dato che ubbidiva sempre a Geova,


persino in cose che potevano sembrare piccole, Abraamo mantenne forte la sua amicizia con lui. Quando aveva domande che
lo assillavano, era sua abitudine aprirgli il
cuore. Ad esempio, quando venne a sapere che Dio avrebbe distrutto le citt di Sodoma e Gomorra, Abraamo tem che insieme ai malvagi potessero morire anche
persone giuste. Forse era preoccupato per
il nipote Lot e la sua famiglia, che vivevano
a Sodoma. Abraamo rivolse le sue domande a Dio con grande umilt e ducia sapendo che il Giudice di tutta la terra. Con
pazienza Geova insegn ad Abraamo che
un Dio misericordioso, perch legge il cuore e vuole salvare i giusti, anche in tempo
di giudizio (Gen. 18:22-33).
12 Furono proprio tutta la conoscenza e
lesperienza acquisite ad aiutare Abraamo
a mantenere la sua stretta amicizia con
Geova. In seguito, quando aront la difcile prova in cui doveva sacricare il glio Isacco, Abraamo riett su ci che sapeva di Geova, il suo Amico celeste. Ma
ripensiamo a quelluomo fedele mentre
cammina faticosamente lungo il pendio di
un monte nel paese di Moria. Credeva for11. Perch Abraamo era preoccupato per la distruzione di Sodoma e Gomorra, e come lo aiut
Geova?
12, 13. (a) In che modo la conoscenza e lesperienza furono utili ad Abraamo? (b) Come sappiamo che Abraamo aveva ducia in Geova?

se che allimprovviso Geova fosse diventato freddo e spietato? Abraamo non avrebbe mai pensato una cosa del genere! Come
lo sappiamo?
13 Prima di separarsi dai servitori che
accompagnavano lui e il glio, Abraamo
disse: Restate qui con lasino, ma io e il ragazzo vogliamo andare l ad adorare e tornare da voi (Gen. 22:5). Cosa voleva dire
Abraamo? Stava forse dicendo ai suoi servitori che Isacco sarebbe tornato quando
invece sapeva bene che stava per essere
sacricato? Stava mentendo? No. La Bibbia ci aiuta a capire cosa stava pensando
Abraamo. (Leggi Ebrei 11:19.) Riguardo a Isacco, Abraamo riconobbe che
Dio poteva destarlo anche dai morti.
Abraamo credeva nella risurrezione. Si ricordava di come Geova aveva ravvivato
le capacit riproduttive sia sue che di
Sara nonostante let avanzata (Ebr. 11:11,
12, 18). Abraamo sapeva che per Geova
niente impossibile. Quindi era certo che,
qualunque cosa fosse successa in quel
giorno dicile, avrebbe riavuto il suo
amato glio, e in questo modo le promesse di Geova si sarebbero potute realizzare.
Non ci sorprende che Abraamo sia denito il padre di tutti quelli che hanno fede!
14 vero, oggi Geova non ci fa richieste
come quella che fece ad Abraamo. Per ci
14. Quali dicolt potremmo trovare nel servizio
a Geova, e come ci pu essere utile lesempio di
Abraamo?
FEBBRAIO 2016

11

chiede di ubbidire anche quando i suoi comandi ci sembrano dicili da seguire o


quando non ne capiamo le ragioni. Ci viene in mente qualcosa che Dio ci chiede di
fare ma che troviamo dicile? Per alcuni
potrebbe essere lopera di predicazione.
Forse combattono con la timidezza, e per
loro non facile parlare della buona notizia agli estranei. Per altri pu rappresentare una sda essere considerati diversi,
per esempio a scuola o al lavoro (Eso.
23:2; 1 Tess. 2:2). Ci capita di sentirci
come Abraamo, come se stessimo salendo
a fatica su quella montagna nel paese di
Moria, magari quando arontiamo una
prova che ci sembra pi grande di noi? Allora Abraamo e la sua fede ci possono incoraggiare. Meditare su esempi di uomini
e donne fedeli pu spingerci a imitarli e ad
avvicinarci a Geova, il nostro Amico (Ebr.
12:1, 2).
UNAMICIZIA DAVVERO PREZIOSA
15

Pensate che Abraamo si sia pentito di


aver ubbidito lealmente a Geova? Notate
come la Bibbia descrive la ne della sua
vita: Abraamo spir e mor in buona vecchiaia, vecchio e soddisfatto (Gen. 25:8).
A 175 anni le forze gli vennero a mancare, ma pot ripensare con soddisfazione
alla sua vita, una vita che aveva vissuto
nel modo migliore perch incentrata sulla sua amicizia con Geova Dio. Comunque, quando nella Bibbia leggiamo che
Abraamo era vecchio e soddisfatto, non
dobbiamo concludere che fosse stanco di
vivere.
16 La Bibbia dice che Abraamo aspettava la citt che ha reali fondamenta, il

cui edicatore e costruttore Dio (Ebr.


11:10). Abraamo era convinto che un
giorno avrebbe visto quella citt, il Regno
di Dio, governare sulla terra. E nel futuro accadr davvero! Riusciamo a immaginare quanto sar felice Abraamo di vivere nel Paradiso sulla terra e di raorzare
sempre di pi la sua amicizia con Geova?
Che emozione sar per lui scoprire che
il suo esempio di fede ha incoraggiato i
servitori di Geova per migliaia di anni!
Nel Paradiso verr anche a sapere che il
modo in cui Isacco gli fu ridato era illustrativo di qualcosa di pi grande (Ebr.
11:19). Sapr inoltre che il dolore che
prov mentre si preparava a sacricare
Isacco ha aiutato milioni di persone fedeli a immaginare il dolore provato da Geova nel dare suo Figlio, Ges Cristo, come
riscatto (Giov. 3:16). Lesempio di Abraamo ha aiutato tutti noi a provare maggiore gratitudine per il riscatto, il pi grande
gesto di amore della storia!
17 Impegniamoci al massimo per imitare la fede di Abraamo. Man mano che conosciamo meglio Geova, diamo prova
della nostra integrit e acquisiamo pi
esperienza dei modi in cui Geova benedice chi lo serve con lealt. (Leggi Ebrei 6:
10-12.) Geova pu essere nostro Amico
per sempre! Nel prossimo articolo considereremo altri tre esempi di persone fedeli che avevano una stretta amicizia con
Dio.
17. Cosa siamo decisi a fare, e cosa vedremo nel
prossimo articolo?

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

15. Perch possiamo essere certi che Abraamo


non si pent mai di aver ubbidito lealmente a
Geova?
16. Quali motivi di gioia avr Abraamo nel Paradiso?

12

LA TORRE DI GUARDIA

NOTA:
[1] (paragrafo 3) In origine lui e sua moglie si chiamavano Abramo e Sarai, ma in questo articolo li
chiameremo con i nomi che Geova diede loro in seguito, cio Abraamo e Sara.

Imitiamo
gli amici di Geova
Lintimit con Geova appartiene a quelli che lo temono

(SAL. 25:14)

NELLA Bibbia Abraamo denito amico di Dio (Isa. 41:8;


Giac. 2:23). Per di pi, lunico fedele servitore di Geova di
cui venga detta una cosa del genere nelle Scritture. Dovremmo dedurne che Abraamo sia lunico essere umano ad aver
mai stretto unamicizia con Geova? No, perch la Bibbia spiega che lamicizia con Dio un privilegio che tutti possiamo
avere.
2 La Parola di Dio narra di numerosi uomini e donne fedeli
che dimostrarono di temere Geova, riposero fede in lui e diventarono suoi intimi amici. (Leggi Salmo 25:14.) Lapostolo Paolo parl di un gran nuvolo di testimoni, composto
senza dubbio di persone molto diverse tra loro ma con una caratteristica in comune: lamicizia con Dio (Ebr. 12:1).
3 Cerchiamo di scoprire qualcosa in pi riguardo a tre intimi amici di Geova. Parleremo di (1) Rut, una giovane e leale
vedova moabita; (2) Ezechia, un giusto re di Giuda e (3) Maria, lumile madre di Ges. Cosa impariamo dal modo in cui
ognuno di loro coltiv lamicizia con Dio?

CANTICI: 106, 118

COME RISPONDERESTE?
________________________________________________________________________________________________________________________________

Cosa impariamo dallamicizia


che Rut aveva con Dio?

________________________________________________________________________________________________________________________________

Cosa aiut il re Ezechia a


diventare amico di Geova?

________________________________________________________________________________________________________________________________

Quali qualit resero Maria,


la madre di Ges, amica di
Geova Dio?

1-3. (a) Perch possiamo essere sicuri che possibile diventare amici di
Dio? (b) Di quali personaggi parleremo in questo articolo?

13

MOSTR AMORE LEALE


4

Con gli abiti agitati dal vento, tre vedove camminano su una strada che attraversa le pianure di Moab. Sono Naomi e
le sue due nuore, Rut e Orpa. Orpa si allontana perch ha deciso di tornare a
casa sua in Moab. Naomi determinata
a tornare in Israele, suo paese di origine.
Con lei c Rut, che si trova ad arontare quella che forse la decisione pi importante della sua vita. Deve scegliere se
tornare dal suo popolo in Moab o se rimanere con la suocera, Naomi, e seguirla a Betleem (Rut 1:1-8, 14).
5 Rut avrebbe potuto ragionare che in
Moab cera la sua famiglia; sua madre e
altri parenti avrebbero senzaltro accolto in casa una giovane vedova per aiutarla e provvedere alle sue necessit. Dopotutto Moab era la sua terra, e l avrebbe
ritrovato la sua cultura, la sua lingua, il
suo popolo. Naomi non poteva garantirle nessuna di queste cose a Betleem, e
nemmeno un marito o una casa. Per questo le sugger di rimanere in Moab. Cosa
avrebbe fatto Rut? Orpa era tornata al
suo popolo e ai suoi di (Rut 1:9-15). Rut
sarebbe tornata ad adorare i falsi di del
suo popolo? No di certo.
6 A quanto pare Rut aveva gi conosciuto Geova Dio, forse grazie al marito
o a Naomi. Geova non era come gli di di
Moab. Rut sapeva che Geova meritava il
suo amore e la sua adorazione. Ma questa consapevolezza non bastava, doveva
decidere cosa fare. Avrebbe scelto Geova come suo Dio? Rut prese una decisione saggia. Il tuo popolo sar il mio
4, 5. Quale decisione importante dovette prendere Rut, e perch era cos dicile prenderla?
(Vedi limmagine iniziale.)
6. (a) Quale scelta saggia fece Rut? (b) Perch
Boaz disse che Rut aveva cercato rifugio sotto le
ali di Geova?

14

LA TORRE DI GUARDIA

popolo, disse a Naomi, e il tuo Dio il


mio Dio (Rut 1:16). Lamore di Rut nei
confronti della suocera commovente,
ma ancora pi importante il suo amore per Geova. In seguito Boaz, un proprietario terriero, lod Rut per aver cercato rifugio sotto le ali di Geova. (Leggi
Rut 2:12.) Questo forse richiama alla
nostra mente limmagine di un uccellino
che si rifugia sotto le ali protettive della
mamma (Sal. 36:7; 91:1-4). In maniera
simile, Geova or amorevole protezione a Rut e la ricompens per la sua fede,
e Rut non ebbe mai motivo di rammaricarsi della sua decisione.
7 Pur conoscendo Geova, molti non si
rifugiano in lui. Esitano a diventare suoi
servitori dedicati e battezzati. Se questo
il vostro caso, vi siete mai chiesti il perch? Tutti in realt servono un dio (Gios.
24:15). Perch allora non rifugiarsi nellunico Dio che merita di essere servito?
Dedicarsi a Geova un ottimo modo per
dimostrare che avete fede in lui. E Geova vi aiuter ad attenervi alla decisione
presa e ad arontare qualunque sda si
presenti. Questo proprio ci che fece
nel caso di Rut.
SI TENNE STRETTO A GEOVA
8

A dierenza di Rut, il giovane Ezechia nacque in una nazione dedicata a


Geova. Ma non tutti gli israeliti tennero
fede a tale dedicazione. Il re Acaz, padre
di Ezechia, ne un esempio emblematico. Quelluomo malvagio fece sprofondare il regno di Giuda nellidolatria, arrivando a profanare il tempio di Geova
a Gerusalemme. Ezechia ebbe davvero
uninfanzia dicile; alcuni dei suoi fratelli subirono una morte orribile: furono
7. Cosa potrebbe aiutare chi esita a dedicare la
propria vita a Geova?
8. Descrivete lambiente in cui crebbe Ezechia.

bruciati vivi in sacricio a un falso dio!


(2 Re 16:2-4, 10-17; 2 Cron. 28:1-3).
9 Ezechia sarebbe potuto diventare un
uomo pieno di amarezza e di rabbia nei
confronti di Dio e ribellarsi a lui. Alcuni di
fronte a dicolt molto pi lievi pensano
di avere ogni ragione per divenire [furenti] contro Geova o amareggiati verso
lorganizzazione (Prov. 19:3). Altri invece
ritengono che il fatto di essere cresciuti in
una famiglia dicile li porter sicuramente a condurre una vita disordinata e magari a ripetere gli errori dei genitori (Ezec.
18:2, 3). Queste idee sono corrette?
10 La vita di Ezechia fornisce una risposta chiara: assolutamente no! Non
esiste una buona ragione per risentirsi
contro Geova, perch non lui la fonte
dei mali che colpiscono le persone in
questo mondo malvagio (Giob. 34:10).
un dato di fatto che i genitori possono
9, 10. (a) Perch Ezechia avrebbe potuto provare rabbia? (b) Perch non dovremmo prendercela con Dio? (c) Perch possiamo dire che il tipo di
persona che diventiamo non dipende dallambiente in cui siamo cresciuti?

Molti giovani accettano


la verit nonostante
lambiente familiare
in cui sono cresciuti
(Vedi i paragra 9 e 10)

esercitare una forte inuenza sui gli, in


bene o in male (Prov. 22:6; Col. 3:21).
Ma questo non signica che lambiente
in cui si cresce determini il tipo di persona che si diventer. Perch no? Perch
Geova ci ha fatto un prezioso regalo, il libero arbitrio, che ci permette di scegliere come vogliamo comportarci e chi vogliamo essere (Deut. 30:19). Come us
Ezechia questo dono?
11 Sebbene suo padre fosse stato uno
dei peggiori re di Giuda, Ezechia divenne
uno dei migliori in assoluto. (Leggi 2 Re
18:5, 6.) Suo padre fu per lui un pessimo
esempio, ma cerano altri esempi a cui
ispirarsi. Allepoca Isaia, Michea e Osea
prestavano servizio come profeti. Possiamo immaginare che il re Ezechia ascoltasse con grande attenzione le dichiarazioni
ispirate di questi uomini fedeli; cos i consigli e la correzione di Geova gli arrivarono dritti al cuore e lo motivarono a porre
rimedio ai terribili errori commessi da suo
padre. Di conseguenza puric il tempio,
11. Cosa rese Ezechia uno dei migliori re di
Giuda?

fece espiazione per i peccati del popolo e


distrusse gli idoli pagani in una vigorosa
campagna di vasta portata (2 Cron. 29:
1-11, 18-24; 31:1). Quando aront gravi
dicolt, come la minaccia dellattacco
a Gerusalemme per mano del re assiro Sennacherib, Ezechia dimostr grande
coraggio e forte fede. Fece adamento su
Dio per avere la salvezza e raorz il
popolo con le parole e con lesempio
(2 Cron. 32:7, 8). In seguito, quando dovette essere corretto per la sua superbia,
Ezechia si umili e mostr pentimento
(2 Cron. 32:24-26). evidente che Ezechia non permise al suo passato di rovinargli il presente o di privarlo di un futuro. Al contrario, mostr di essere un
amico di Geova e un eccellente esempio
da imitare.
12 Dato che viviamo in un mondo spietato e privo di amore, non sorprende che
molti gli siano costretti a crescere senza poter contare su genitori amorevoli e
protettivi (2 Tim. 3:1-5). Molti cristiani
sono cresciuti in famiglie dicili, eppure hanno stretto unintima amicizia con
Geova. Come Ezechia, dimostrano che il
passato non deve per forza condizionare
il futuro. Dio ci ha donato il libero arbitrio, ed un privilegio usare tale dono
per tenerci stretti a Geova e recargli onore e gloria, proprio come fece Ezechia.
ECCO, LA SCHIAVA DI GEOVA!
13 Secoli dopo, Maria, unumile ragazza
ebrea di Nazaret, coltiv unamicizia davvero speciale con Geova. Le fu adato un
incarico unico e straordinario: avrebbe
concepito, dato alla luce e cresciuto luni-

12. Come Ezechia, in che modo molti oggi si


sono dimostrati amici di Geova?
13, 14. Perch lincarico di Maria poteva sembrare troppo dicile, eppure lei cosa rispose allangelo Gabriele?

16

LA TORRE DI GUARDIA

Ecco, la schiava di Geova!


(Vedi i paragra 13 e 14)

genito Figlio di Dio! Immaginiamo come


Geova doveva considerare Maria, glia di
Eli, per arrivare a riporre in lei una tale ducia. Ma cosa avr provato allinizio Maria al pensiero di quellincarico?
14 Spesso si pensa pi al meraviglioso
privilegio adato a Maria che alle conseguenze che ne derivarono, e che forse le causarono grande preoccupazione.
Gabriele, langelo di Dio, le disse che sarebbe rimasta miracolosamente incinta
senza avere rapporti con un uomo. Ma
non si or di spiegare tutto questo anche a familiari e vicini. Cosa avrebbero
pensato? Forse Maria si sar preoccupata della reazione di Giuseppe, il suo danzato. Come sarebbe riuscita a convincerlo che, pur essendo incinta, non lo
aveva tradito? Per di pi, pensiamo alla
responsabilit di crescere lunigenito Figlio dellAltissimo, educarlo e prendersi
cura di lui! Non sappiamo quali pensieri abbiano aollato la mente di Ma-

ria quando Gabriele le parl. Sappiamo


per quale fu la sua risposta: Ecco, la
schiava di Geova! Mi avvenga secondo
la tua dichiarazione (Luca 1:26-38).
15 La fede di Maria era veramente fuori dal comune! La vita di una schiava era
completamente nelle mani del suo padrone. Maria perci aveva ducia che il
suo Padrone, Geova, si sarebbe preso
cura di lei e lavrebbe protetta. Voleva
servirlo in qualunque modo lui ritenesse
opportuno. Come mai Maria aveva una
fede cos forte? La fede non innata, ma
il frutto degli sforzi che una persona fa
e della benedizione di Dio (Gal. 5:22;
Efes. 2:8). Che prove ci sono che Maria
si impegnasse a fondo per raorzare la
propria fede? Consideriamo come ascoltava e come parlava.
16 Come ascoltava. La Bibbia d questo
consiglio: Ogni uomo devessere pronto a udire, lento a parlare (Giac. 1:19).
Maria si dimostr pronta a udire? Evidentemente s. In due casi il Vangelo di
Luca indica che Maria ascoltava con attenzione le parole che avevano un profondo signicato spirituale e poi meditava su ci che aveva ascoltato. Al tempo
della nascita di Ges, degli umili pastori
rivelarono a Maria un messaggio angelico. Circa 12 anni dopo, sebbene fosse ancora un ragazzo, Ges disse qualcosa che
aveva grande signicato dal punto di vista spirituale. In entrambi i casi Maria
ascolt quelle parole, le impresse nella
sua memoria e ne fece oggetto di meditazione. (Leggi Luca 2:16-19, 49, 51.)
17 Come parlava. Sono poche le paro-

le pronunciate da Maria riportate nella Bibbia. Il suo intervento pi lungo


si trova in Luca 1:46-55. Quelle parole
rivelano che Maria conosceva bene le
Scritture ispirate e sembrano ricalcare
alcune espressioni pronunciate in preghiera da Anna, la madre del profeta Samuele (1 Sam. 2:1-10). A quanto pare
Maria fece riferimento alle Scritture circa 20 volte. evidente che era una donna che parlava apertamente delle cose
spirituali. Maria attingeva dal bagaglio di
preziose verit che aveva nel cuore e che
aveva imparato dal suo pi grande Amico, Geova Dio.
18 Come Maria, anche noi a volte potremmo ricevere da Geova incarichi che
ci sembrano dicili. Come lei, mettiamoci umilmente nelle mani di Geova,
certi che agir nei nostri migliori interessi. Possiamo imitare la fede di Maria
ascoltando attentamente Geova, meditando sulle verit spirituali e sui suoi
propositi e parlando gioiosamente ad altri delle cose che abbiamo imparato (Sal.
77:11, 12; Luca 8:18; Rom. 10:15).
19 Chi pu mettere in dubbio che Rut,
Ezechia e Maria fossero amici di Geova,
proprio come Abraamo prima di loro?
Tutti e tre, insieme al gran nuvolo di testimoni e a molti altri uomini e donne fedeli nel corso della storia, hanno avuto il
meraviglioso privilegio di essere amici di
Dio. Continuiamo a imitare questi esempi
di fede (Ebr. 6:11, 12). Se lo faremo, possiamo essere certi che avremo una grande
ricompensa: saremo per sempre intimi
amici di Geova!

15. Perch possiamo dire che Maria aveva una


fede straordinaria?
16. Da cosa capiamo che Maria sapeva ascoltare?
17. Cosa impariamo dal modo in cui Maria parlava?

18. In quali modi possiamo imitare la fede di Maria?


19. Se imitiamo gli straordinari esempi di fede
riportati nella Bibbia, di cosa possiamo essere
certi?
FEBBRAIO 2016

17

Continuiamo a servire
Geova con gioia!
PENSIAMO al giorno pi felice della nostra vita.
Forse stato quando ci siamo sposati o quando
nato nostro glio. O forse quando abbiamo simboleggiato la nostra dedicazione a Geova con il
battesimo in acqua. molto probabile che il giorno pi importante e felice della nostra vita sia stato proprio questo. Che gioia avranno provato i
fratelli e le sorelle nel vedere questa nostra dimostrazione pubblica di amore verso Dio, un amore
espresso con tutto il cuore, lanima, la mente e la
forza (Mar. 12:30).
Con ogni probabilit, dal momento del nostro
battesimo abbiamo provato molta gioia nel servire Geova. Tuttavia, alcuni proclamatori del Regno
hanno perso parte della gioia che avevano. Perch
successo? Quali ragioni abbiamo per continuare
a servire Geova con gioia?
PERCH ALCUNI HANNO PERSO LA GIOIA

Il messaggio del Regno, con la promessa di Geova di eliminare a breve questo sistema malvagio e
di stabilire il suo nuovo mondo, ci d valide ragioni per essere gioiosi. Inoltre Sofonia 1:14 ci assicura: Il grande giorno di Geova vicino. vici-

no, e si aretta moltissimo. Dover aspettare pi


di quello che immaginavamo potrebbe per privarci della gioia che avevamo in passato e farci rallentare nel sacro servizio (Prov. 13:12).
Un incentivo a continuare a servire Geova con
gioia proviene dalla sana compagnia dei fratelli e
delle sorelle. Pu darsi che sia stato proprio il
buon comportamento dei servitori di Dio a farci
avvicinare alla vera adorazione e ad aiutarci a iniziare con gioia il nostro servizio a Dio (1 Piet.
2:12). Ma cosa potrebbe accadere se un nostro
fratello venisse disciplinato perch non vive secondo le norme divine? In un caso del genere, alcuni che erano stati attratti alla verit dalla condotta devota dei servitori di Geova potrebbero
scoraggiarsi e perdere la gioia.
La propaganda commerciale del malvagio sistema di cose di Satana pu anche toglierci la gioia.
Il Diavolo usa il mondo per farci credere che abbiamo bisogno di cose che in realt non sono necessarie. bene ricordare le parole di Ges: Nessuno pu essere schiavo di due signori; poich o
odier luno e amer laltro, o si atterr alluno e
disprezzer laltro. Non potete essere schiavi di

Grazie alla predicazione


e alla speranza del Regno
Hctor non perde la gioia

Dio e della Ricchezza (Matt. 6:24). Non possiamo servire Geova con gioia e al tempo stesso
cercare di ottenere tutto il possibile da questo
mondo.
GIOIAMO NELLIDDIO DELLA NOSTRA SALVEZZA

Per coloro che amano Geova servirlo non un


peso (1 Giov. 5:3). Ges disse: Venite a me, voi
tutti che siete aaticati e oppressi, e io vi ristorer. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da
me, poich io sono dindole mite e modesto di
cuore, e troverete ristoro per le anime vostre. Poich il mio giogo piacevole e il mio carico leggero (Matt. 11:28-30). Il giogo dellessere discepoli di Cristo d ristoro e reca gioia. Di certo
abbiamo ottimi motivi per essere felici nel servizio di Geova. Analizziamo tre importanti ragioni
per cui possiamo gioire nellIddio della nostra salvezza (Abac. 3:18).
Serviamo Colui che ci d la vita, il felice Dio (Atti
17:28; 1 Tim. 1:11). Riconosciamo che al Creatore
dobbiamo la nostra stessa esistenza. Ecco perch
continuiamo a servirlo con gioia a prescindere da
quanti anni sono passati dal nostro battesimo.
Prendiamo il caso di Hctor, che ha servito
Geova come sorvegliante viaggiante per 40 anni e
che ancora attivo nonostante i capelli grigi
(Sal. 92:12-14). A motivo della malattia di sua moglie non pu fare pi di tanto nel servizio a Dio,
ma la sua gioia non si aevolita. Dice: triste
vedere che la salute di mia moglie peggiora sempre pi e non facile prendersi cura di lei, ma non
permetto che questo mi tolga la gioia di servire il
vero Dio. Devo la mia vita a Geova, che ha creato
luomo per uno scopo, e questa una ragione sufciente per amarlo e servirlo con tutto il cuore.
Mi sforzo di essere attivo nella predicazione e di

Dopo aver semplicato la sua vita Jess ha servito


Geova per anni

tener viva la speranza del Regno, cos da non perdere la gioia.


Il sacrificio di riscatto che Geova ha provveduto ci
permette di avere una vita gioiosa. In eetti, Dio ha
tanto amato il mondo che ha dato il suo unigenito Figlio, anch chiunque esercita fede in lui
non sia distrutto ma abbia vita eterna (Giov.
3:16). I nostri peccati possono essere perdonati e
possiamo ricevere la vita eterna sulla base della
nostra fede nellamorevole provvedimento del sacricio di riscatto di Ges. Questa unottima ragione per mostrarci grati, e tale gratitudine ci motiver a servire Geova con gioia.
Jess, un fratello dal Messico, raccontava: Ero
schiavo del lavoro. A volte facevo cinque turni
di seguito anche se non era richiesto, solo per
FEBBRAIO 2016

19

guadagnare di pi. Poi ho conosciuto Geova e ho


capito che ha dato il suo amato Figlio per lumanit. Ho sentito il forte desiderio di servirlo. E
cos ho dedicato la mia vita a Geova e dopo
28 anni in quellazienda mi sono licenziato e ho
intrapreso il servizio a tempo pieno. Quello fu linizio di un lungo periodo in cui Jess ha servito
Geova con gioia.
Condurre una vita moralmente pura ci rende felici.
Ricordiamo comera la nostra vita prima di conoscere Geova? Scrivendo ai cristiani di Roma lapostolo Paolo ricord loro che un tempo erano stati schiavi del peccato ma poi erano diventati
schiavi della giustizia. Ora producevano frutti
nella via della santit, il che li avrebbe portati a
ottenere la vita eterna (Rom. 6:17-22). Anche noi
ci sforziamo di vivere in modo santo, liberi dal dolore che deriva da una condotta impura o violenta. Questo ci d vera gioia.
Consideriamo il caso di Jaime, che era ateo,
credeva nellevoluzione e faceva il pugile. Jaime
inizi a frequentare le adunanze cristiane e fu col-

pito dallamore che vide. Per abbandonare il suo


modo di vivere dovette chiedere a Geova di aiutarlo a credere in Lui. A poco a poco, mi resi conto che esiste un Padre amorevole, un Dio misericordioso, racconta. Vivere secondo le giuste
norme di Geova stata una protezione. Se non
avessi cambiato la mia vita forse sarei stato ucciso, come successo ad alcuni miei ex amici pugili. I giorni pi felici della mia vita sono quelli che
ho passato servendo Geova.
NON ARRENDIAMOCI!

Come dovremmo sentirci mentre attendiamo la


ne di questo sistema di cose malvagio? Ricordiamo che stiamo seminando in vista dello spirito
e mieteremo la vita eterna. Quindi non smettiamo di fare ci che eccellente, poich a suo tempo mieteremo se non ci stanchiamo (Gal. 6:8, 9).
Con laiuto di Geova possiamo perseverare, coltivare con impegno le qualit che ci servono per
sopravvivere durante la grande tribolazione e
continuare a servirlo con gioia nonostante le difcolt (Riv. 7:9, 13, 14; Giac. 1:2-4).
Possiamo avere ducia che la nostra perseveranza sar ricompensata perch Dio conosce i nostri sforzi e lamore che proviamo per lui e per il
suo nome. Se continuiamo a servire Geova con
gioia imiteremo Davide, che scrisse: Ho posto di
continuo Geova dinanzi a me. Poich egli alla
mia destra, non mi si far vacillare. Perci il mio
cuore si rallegra, e la mia gloria incline a gioire.
Inoltre, la mia propria carne risieder al sicuro
(Sal. 16:8, 9).

I giorni pi felici della mia vita sono quelli


che ho passato servendo Geova (Jaime)

Dimostriamoci leali a Geova


Geova stesso mostri dessere fra me e te e fra la mia progenie
e la tua progenie a tempo indefinito (1 SAM. 20:42)
GIONATAN dovette rimanere sbalordito dal modo in cui il giovane Davide aveva arontato il gigante Golia. Ora Davide stava
di fronte a Saul, re dIsraele e padre di Gionatan, con la testa
del listeo nella sua mano (1 Sam. 17:57). Probabilmente Gionatan lo ammirava per il suo coraggio. Senza dubbio Dio era con
Davide, e la medesima anima di Gionatan si legava allanima di
Davide in una stretta amicizia. Inoltre, dato che Gionatan lo
amava come la sua propria anima, i due conclusero un patto
(1 Sam. 18:1-3). Gionatan rimase leale a Davide per tutta la vita.
2 Anche se Dio aveva scelto Davide come futuro re dIsraele,
laetto che Gionatan provava per lui non si aevol mai. Nel periodo in cui Saul cercava di uccidere Davide, Gionatan era preoccupato per il suo amico. Per incoraggiarlo e per raorzare la sua
mano riguardo a Dio, si addentr nel deserto di Giuda a Ores.
Gionatan disse a Davide: Non aver timore; [...] tu stesso sarai re
su Israele e io stesso ti sar secondo (1 Sam. 23:16, 17).

CANTICI: 125, 62

COME RISPONDERESTE?
________________________________________________________________________________________________________________________________

In che modo Gionatan, glio


del re Saul, fu leale a Geova?
________________________________________________________________________________________________________________________________

Come possiamo essere leali


a Dio quando ci sembra che
qualcuno che ha autorit non
meriti il nostro rispetto?
________________________________________________________________________________________________________________________________

Come possiamo essere leali


a Geova quando qualcuno
non ci capisce o ci tratta
in modo ingiusto?

1, 2. Perch lamicizia e la lealt di Gionatan verso Davide sono straordinarie?

21

Tutti apprezzano la lealt. Ma se ci concentrassimo sulla lealt di Gionatan nei


confronti di Davide senza tener conto della
sua lealt verso Dio, ci sfuggirebbe una lezione fondamentale. Perch Gionatan considerava Davide un amico anzich un rivale? Evidentemente per Gionatan cera
qualcosa di pi importante dei propri interessi. Dobbiamo ricordare che and in aiuto di Davide per raorzare la sua mano riguardo a Dio. chiaro, quindi, che la
lealt a Dio occupava il primo posto nel
cuore di Gionatan. Anzi, era proprio questa lealt a costituire la base della sua lealt
verso Davide. Entrambi tennero lealmente
fede al loro giuramento: Geova stesso
mostri dessere fra me e te e fra la mia progenie e la tua progenie a tempo indenito
(1 Sam. 20:42).
4 Quali cristiani, non ci limitiamo ad ammirare chi leale, ma dimostriamo anche
noi lealt nei confronti di familiari, amici e
compagni di fede (1 Tess. 2:10, 11). Ma chi
pi di tutti merita la nostra lealt? Senza
dubbio Colui che ci ha dato la vita! (Riv.
4:11). Mostrarci leali a lui ci riempie di
gioia e ci d vera soddisfazione. Ma per dar
prova di vera lealt nei confronti di Dio
dobbiamo tenerci stretti a lui anche quando arontiamo prove dicili. In questo articolo prenderemo in esame come lesempio di Gionatan ci pu aiutare a essere
leali a Geova in quattro situazioni delicate:
(1) quando chi ha una certa autorit non
sembra degno di rispetto, (2) quando non
facile decidere a chi essere leali, (3) quando veniamo fraintesi o siamo giudicati
male e (4) quando essere leali signica andare contro i nostri interessi.
3. Per Gionatan cosera pi importante della lealt a Davide, e come lo sappiamo? (Vedi limmagine iniziale.)
4. (a) Cosa ci dar vera felicit e soddisfazione?
(b) Cosa vedremo in questo articolo?

22

LA TORRE DI GUARDIA

QUANDO CHI HA UNA CERTA AUTORIT


NON SEMBRA DEGNO DI RISPETTO
5

Anche se Saul, il padre di Gionatan, era


stato unto re, in seguito divenne disubbidiente e fu rigettato da Geova (1 Sam. 15:
17-23). Ma dato che Dio non lo destitu subito dal trono, la sua condotta errata mise
alla prova coloro che gli erano vicini e il resto dei suoi sudditi: tutti loro si trovarono
ad arontare la sda di rimanere leali a Dio
mentre il re, che sedeva sul trono di Geova, agiva in modo ribelle (1 Cron. 29:23).
6 Quando Saul inizi a manifestare uno
spirito disubbidiente, suo glio Gionatan
diede prova di lealt a Geova (1 Sam. 13:
13, 14). Il profeta Samuele aveva detto:
Geova non abbandoner il suo popolo
per amore del suo grande nome (1 Sam.
12:22). Gionatan dimostr di credere in
quelle parole quando un imponente esercito listeo con 30.000 carri da guerra minacci Israele. Saul aveva a disposizione appena 600 uomini, e solo lui e Gionatan
erano armati! Nonostante ci, Gionatan si
avvicin a un avamposto nemico accompagnato soltanto dal suo scudiero. Per Geova non c ostacolo a salvare con molti o
con pochi, disse Gionatan. I due israeliti
uccisero circa 20 listei di quellavamposto.
Poi la terra si scuoteva, e ci fu un tremito
da Dio. Gettati in confusione, i listei presero a combattere luno contro laltro. La
fede di Gionatan port alla vittoria (1 Sam.
13:5, 15, 22; 14:1, 2, 6, 14, 15, 20).
7 La relazione che Saul aveva con Geova
era sempre pi compromessa; nonostante
ci, Gionatan continu a collaborare con il
padre ogni volta che fu possibile. Per
5. Perch per il popolo di Israele era dicile essere leale a Dio mentre Saul era re?
6. Cosa dimostra che Gionatan rimase leale a
Geova?
7. Come si comport Gionatan nei confronti di
suo padre?

Un modo per essere


leali a Geova mostrare
rispetto al nostro coniuge
che non Testimone
(Vedi il paragrafo 9)

esempio, combatterono anco a anco in


difesa del popolo di Dio (1 Sam. 31:1, 2).
8 A imitazione di Gionatan, possiamo dar
prova di lealt a Geova mostrando sottomissione relativa alle autorit superiori, anche quando alcune di queste non sembrano
degne di rispetto. Per esempio, un funzionario pubblico potrebbe essere corrotto,
ma noi rispetteremo comunque la sua posizione perch mostriamo sottomissione relativa alle autorit superiori. (Leggi Romani 13:1, 2.) Rispettando coloro ai quali
Geova concede una certa autorit, ci dimostriamo leali a lui (1 Cor. 11:3; Ebr. 13:17).
9 Olga,[1] che vive in Sudamerica, si dimostr leale a Dio rispettando il marito anche in circostanze dicili. Il marito era
irritato dal fatto che la moglie fosse testimone di Geova, e per anni la sottopose a
violenza psicologica: la insultava, si riutava di parlarle e minacciava di portarle via i
bambini e di lasciarla. Ma Olga non ripag
il male con il male. Fece del suo meglio per
essere una buona moglie: continu a cuci-

nare per il marito, a lavare e stirare i suoi


abiti e a prendersi cura di alcuni dei suoi
familiari (Rom. 12:17). Quando lui andava
a trovare la sua famiglia o usciva con i colleghi di lavoro, lei lo accompagnava ogni
volta che era possibile. Quando lo accompagn al funerale del suocero, si diede da
fare per preparare i bambini e tutto il necessario per il viaggio, dato che il funerale
si sarebbe tenuto in unaltra citt. Poi
aspett il marito allingresso della chiesa
no al termine della cerimonia. Dopo molti anni, grazie alla pazienza e al rispetto
mostrati da Olga, latteggiamento del marito cominci ad ammorbidirsi. Ora lui a
incoraggiarla ad andare alla Sala del Regno, laccompagna e a volte assiste addirittura a qualche adunanza (1 Piet. 3:1).

8, 9. Perch se rispettiamo quelli che hanno autorit dimostriamo di essere leali a Dio?

10. Cosa aiut Gionatan a decidere a chi mostrare lealt?

QUANDO NON FACILE DECIDERE


A CHI ESSERE LEALI
10

Dal momento che Saul era determinato a uccidere Davide, Gionatan si trov a
dover decidere a chi mostrarsi leale. Aveva
fatto un patto con Davide, ma era anche

FEBBRAIO 2016

23

sottomesso a suo padre. Tuttavia sapeva


che Dio era con Davide, non con Saul. Per
questo decise di essere leale a Davide piuttosto che a suo padre. Disse a Davide di nascondersi e parl bene di lui a suo padre.
(Leggi 1 Samuele 19:1-6.)
11 Alice, una sorella che vive in Australia,
dovette decidere a chi essere leale. Quando inizi a studiare la Bibbia, cominci a
parlare delle belle cose che stava imparando ai suoi familiari. In seguito Alice disse
loro che non avrebbe pi festeggiato il Natale, e ne spieg anche i motivi. La lieve
preoccupazione dei suoi familiari si trasform gradualmente in vera e propria rabbia. Pensavano che stesse voltando le spalle alla famiglia. Alice racconta: Alla ne
mia madre mi disse che non mi considerava pi sua glia. Questo mi sconvolse e mi
fer profondamente perch amavo molto i
miei familiari. Tuttavia decisi che la lealt
verso Geova e suo Figlio sarebbe venuta
prima di tutto il resto e mi battezzai allassemblea successiva (Matt. 10:37).
12 Se non stiamo attenti, la lealt verso
una nazione, un istituto scolastico o una
squadra sportiva potrebbe nire per soocare la nostra lealt a Dio. Per esempio, a
Henry piace giocare a scacchi. La sua scuola vinceva spesso il campionato, quindi
Henry voleva fare del suo meglio. Tuttavia
ammette: Piano piano la lealt verso la
mia scuola inizi a prendere il posto della
lealt a Dio. I tornei nei ne settimana interferivano molto con le mie attivit spirituali. Cos decisi di lasciare la squadra di
scacchi (Matt. 6:33).
13 Anche in famiglia pu essere dicile
decidere a chi mostrare lealt. Per esem11, 12. In che modo lamore verso Dio ci aiuta a
decidere a chi essere leali?
13. In che modo la lealt a Dio ci aiuta a decidere
cosa fare quando ci sono problemi in famiglia?

24

LA TORRE DI GUARDIA

pio, Ken dice: Volevo andare abbastanza


spesso da mia madre, che anziana, e fare
in modo che qualche volta stesse da noi.
Ma mia madre e mia moglie non andavano
molto daccordo. Allinizio non sapevo
proprio cosa fare perch se accontentavo una scontentavo laltra. Poi capii che
in una situazione del genere la lealt a mia
moglie doveva avere il primo posto. Cos,
con tatto, cercai un compromesso che fosse accettabile per lei. La lealt a Dio e il
rispetto per la sua Parola diedero a Ken
il coraggio di spiegare a sua moglie perch
avrebbe dovuto trattare con gentilezza la
madre e di parlare con la madre perch rispettasse la moglie. (Leggi Genesi 2:24;
1 Corinti 13:4, 5.)
QUANDO VENIAMO FRAINTESI
O SIAMO GIUDICATI MALE
14

La nostra lealt a Geova potrebbe essere messa alla prova se qualcuno che ha un
incarico di responsabilit dovesse giudicarci male. Forse Gionatan si trov in una situazione simile. Il re Saul, lunto di Dio, era
al corrente dellamicizia fra Davide e suo glio, ma non ne capiva le ragioni. In uno
scoppio dira Saul tratt Gionatan in modo
umiliante. Ma Gionatan non reag. Non vacillarono n la sua lealt verso Dio n quella verso Davide, che sarebbe poi divenuto il
re di Israele (1 Sam. 20:30-41).
15 Oggi nelle congregazioni dei Testimoni di Geova molto improbabile che si venga trattati ingiustamente. Tuttavia i fratelli
che hanno incarichi di responsabilit sono
uomini imperfetti e potrebbero fraintendere le nostre azioni (1 Sam. 1:13-17). Se ci
capitasse di essere fraintesi o giudicati
male, dovremmo essere decisi a rimanere
leali a Geova.
14. In che modo Saul tratt Gionatan?
15. Se un fratello ci tratta in modo ingiusto, come
dovremmo reagire?

Onorare un accordo
di aari potrebbe mettere
alla prova la nostra lealt
a Dio e il rispetto che
abbiamo per la Bibbia
(Vedi il paragrafo 16)

QUANDO ESSERE LEALI SIGNIFICA


ANDARE CONTRO I NOSTRI INTERESSI
16

Saul esort Gionatan a perseguire i


propri interessi (1 Sam. 20:31). Ma la lealt
a Dio spinse Gionatan a mostrarsi amico di
Davide invece di ambire al trono e ai vantaggi che avrebbe comportato. Possiamo
essere incoraggiati a imitare lesempio di
Gionatan e il suo spirito altruistico se ricordiamo che Geova accetta chi mantiene la
parola data anche a proprio danno (Sal.
15:4, Parola del Signore). Gionatan tenne
fede al giuramento fatto a Davide; anche
noi dovremmo mantenere le promesse che
facciamo. Per esempio, se rispettare un accordo di aari diventa pi complicato del
previsto, la nostra lealt a Dio e il rispetto
che abbiamo per la Bibbia dovrebbero spingerci a mantenere la parola data. E che dire
se il nostro matrimonio presentasse pi difcolt di quelle che avevamo messo in conto? Sicuramente lamore verso Dio ci moti16. In quali situazioni dobbiamo essere leali a Dio
e non pensare solo ai nostri interessi?

ver a rimanere leali al nostro coniuge.


(Leggi Malachia 2:13-16.)
17 Soermandoci sullesempio di Gionatan, senzaltro ci sentiremo spinti a imitare la sua lealt a Dio. Non dovremmo perseguire i nostri interessi egoistici. Come
Gionatan, dovremmo dimostrare la nostra
lealt a Geova essendo leali nei confronti
dei suoi servitori, anche di quelli che forse
ci deludono. Quando rimaniamo leali a
Geova Dio in circostanze dicili, rallegriamo il suo cuore, e questo ci d profonda
soddisfazione (Prov. 27:11). Se restiamo
leali a Geova, vedremo come ogni cosa che
fa alla ne risulta per il bene di coloro
che lo amano. Nel prossimo articolo impareremo preziose lezioni considerando il
modo di agire di personaggi leali e sleali
che furono contemporanei di Davide.
17. In che modo questo articolo vi stato utile?
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

NOTA:
[1] (paragrafo 9) Alcuni nomi sono stati cambiati.
FEBBRAIO 2016

25

Impariamo dai
leali servitori di Geova
Con qualcuno leale agirai con lealt
CANTICI: 63, 43

COME RISPONDERESTE?
________________________________________________________________________________________________________________________________

Chi merita la nostra lealt?

________________________________________________________________________________________________________________________________

Perch Gionatan e Abner


si comportarono in modo
cos diverso nei confronti
di Davide?

________________________________________________________________________________________________________________________________

Quali qualit ci aiuteranno


a essere leali a Dio, e come?

(SAL. 18:25)

NEL cuore della notte, mentre il re Saul e i suoi 3.000 soldati


stanno dormendo, Davide e Abisai si introducono furtivamente
n nel centro dellaccampamento. L i due trovano Saul, profondamente addormentato. andato nel deserto di Giuda per trovare Davide e ucciderlo. Abisai sussurra a Davide: Lascia [...] che
lo inchiodi a terra con la lancia una sola volta, e non glielo far
due volte. La risposta di Davide sorprendente! Non lo ridurre in rovina, dice, poich chi ha steso la mano contro lunto di
Geova ed rimasto innocente? [...] impensabile, da parte mia,
dal punto di vista di Geova, che io stenda la mano contro lunto
di Geova! (1 Sam. 26:8-12).
2 Davide sapeva cosa signica essere leali a Dio. Non aveva nessuna intenzione di fare del male a Saul. Per quale motivo? Perch
Saul era stato unto da Dio come re su Israele. I leali servitori di
Dio rispettano chi ha ricevuto autorit da Geova. chiaro che
Geova richiede lealt da parte di tutti i suoi servitori. (Leggi Salmo 18:25.)
3 Abisai mostr rispetto per Davide. Per esempio, pensiamo a
quando Davide, per nascondere il suo adulterio con Betsabea,
1, 2. In che modo Davide fu leale a Dio? (Vedi limmagine iniziale.)
3. In che modo Abisai fu leale a Davide?

26

chiese al fratello di Abisai, Gioab, di fare in


modo che il marito della donna, Uria, morisse in battaglia (2 Sam. 11:2-4, 14, 15;
1 Cron. 2:16). Forse Abisai sapeva qualcosa di questo fatto, ma continu a rispettare Davide, che era il re costituito da Dio.
Inoltre, Abisai non cerc mai di usare la sua
autorit di capo militare per usurpare il
trono di Israele. Al contrario difese Davide
dai traditori e da altri nemici (2 Sam. 10:10;
20:6; 21:15-17).
4 Il fatto che Davide si fosse riutato di
fare del male al re Saul indica che era un
leale servitore di Geova. Da ragazzo Davide aront il gigante listeo Golia, che
sfacciatamente [biasimava] le linee di battaglia dellIddio vivente (1 Sam. 17:23, 26,
48-51). Quando divenne re e commise gravi peccati che implicarono ladulterio e lomicidio, accett la riprensione del profeta
Natan e si pent (2 Sam. 12:1-5, 13). Nella
vecchiaia Davide continu a dimostrare
lealt a Dio. Ad esempio fece generose contribuzioni per la costruzione del tempio di
Geova (1 Cron. 29:1-5). vero, Davide
commise gravi errori, ma rimase leale a Dio
(Sal. 51:4, 10; 86:2). Mentre esaminiamo
altri episodi della vita di Davide e di alcuni
suoi contemporanei, rispondiamo a queste
domande: A chi in primo luogo dovremmo
essere leali? E quali qualit ci aiuteranno a
mostrare lealt?

5 Quando si introdusse nellaccampamento di Saul, Abisai non aveva chiaro a


chi in primo luogo dovesse essere leale.
Spinto dalla lealt verso Davide, Abisai era

ansioso di uccidere il re Saul, ma Davide lo


ferm, consapevole che sarebbe stato un
errore [stendere] la mano contro lunto di
Geova (1 Sam. 26:8-11). Da questo episodio impariamo unimportante lezione. Possiamo provare un senso di lealt verso pi
di una persona, ma dovremmo determinare il giusto ordine di priorit in base ai princpi biblici.
6 La lealt nasce dal cuore, ma il nostro
cuore ci pu ingannare (Ger. 17:9). Quindi
potrebbe facilmente capitare che una persona leale a Dio provi un forte senso di lealt nei confronti di un caro amico o di un
parente, anche se sta tenendo una condotta sbagliata. Ricordiamo che, anche nel
caso in cui qualcuno che ci vicino dovesse
lasciare la verit, la nostra lealt spetterebbe sempre prima a Geova. (Leggi Matteo
22:37.)
7 Quando un parente stretto viene disassociato, pu essere dicile decidere a chi
dimostrare lealt. Ad esempio una sorella
di nome Anne [1] ricevette una telefonata
dalla madre disassociata, che voleva andare a trovarla perch il fatto di essere isolata dalla famiglia la faceva sorire molto.
Anne fu molto turbata da questa supplica
della madre, e le promise che le avrebbe risposto per lettera. Prima di scriverle, Anne
riett su alcuni princpi biblici (1 Cor.
5:11; 2 Giov. 9-11). Nella lettera ricord con
tatto alla madre che era stata lei con il suo
comportamento errato e con la sua mancanza di pentimento a tagliare i ponti con
la famiglia. Anne le scrisse: Lunico modo
in cui potrai stare meglio quello di tornare a Geova (Giac. 4:8).

4. (a) Perch Davide fu un esempio di lealt a


Dio? (b) Di quali altri esempi parleremo in questo articolo?
5. Quale lezione impariamo dallerrore di Abisai?

6. Anche se normale essere leali ai nostri


familiari e amici, perch dobbiamo stare attenti?
7. In che modo una sorella rimasta leale a Dio
in una situazione dicile?

A CHI IN PRIMO LUOGO


DOVREMMO ESSERE LEALI?

FEBBRAIO 2016

27

Se venissimo a sapere
che un compagno di fede
ha commesso una grave
trasgressione, lo aiuteremmo con
lealt a ricevere aiuto spirituale?
(Vedi il paragrafo 14)

8 Gli esempi di lealt di alcuni contemporanei di Davide mettono in risalto tre qualit che ci possono aiutare a essere leali a
Dio: lumilt, la benignit e il coraggio. Vediamole una alla volta.

LA LEALT A DIO RICHIEDE UMILT


9

Quando Davide, con in mano la testa


mozzata di Golia, parl al re Saul dovevano essere presenti almeno due uomini.
Uno era Gionatan, glio di Saul, che aveva stretto un patto di amicizia con Davide. Laltro era Abner, il capo dellesercito
(1 Sam. 17:5718:3). In seguito Abner sostenne Saul nei suoi tentativi di uccidere
Davide. Davide scrisse che uomini spietati
volevano la sua morte (1 Sam. 26:1-5; Sal.
54:3). Perch Gionatan e Abner si comportarono in modo cos diverso nei confronti
di Davide? Come Gionatan, anche Abner
sapeva che Dio aveva scelto Davide come
re dIsraele. Dopo la morte di Saul, Abner
avrebbe potuto dimostrarsi umile e leale a
Dio. Ma invece di sostenere Davide, sostenne Is-Boset, un altro glio di Saul. E
quando in seguito Abner ebbe relazioni
8. Cosa ci aiuter a essere leali a Dio?
9. Perch Abner cerc di uccidere Davide?

28

LA TORRE DI GUARDIA

con la concubina del re Saul, probabilmente stava cercando di ottenere il trono per s
(2 Sam. 2:8-10; 3:6-11).
10 Absalom, glio di Davide, non fu leale a Dio perch non era umile. Per esempio, si fece fare un carro, con cavalli e
con cinquanta uomini che correvano davanti a lui (2 Sam. 15:1). In modo subdolo riusc anche a ottenere la lealt di molti
israeliti. Absalom cerc perno di uccidere Davide, come aveva fatto Abner prima
di lui, pur sapendo che Geova lo aveva
scelto per essere il re dIsraele (2 Sam. 15:
13, 14; 17:1-4).
11 Gli esempi di Abner e Absalom ci fanno capire in modo chiaro che lambizione
sfrenata pu facilmente portare una persona a essere sleale a Dio. ovvio che nessun
fedele servitore di Geova si comporterebbe in modo egoista e malvagio. Ma per un
cristiano il desiderio di ricchezze o di una
carriera prestigiosa in questo mondo pu
essere deleterio dal punto di vista spirituale. In qualche modo che la Bibbia non rivela, Baruc, il segretario del profeta Geremia,
10. Perch Absalom non fu leale a Dio?
11. Cosa impariamo da Abner, Absalom e Baruc?

perse temporaneamente di vista le cose pi


importanti. Geova disse a Baruc: Ecco,
ci che ho edicato demolisco, e ci che ho
piantato sradico, s, tutto il paese stesso.
Ma in quanto a te, tu continui a cercare
grandi cose per te stesso. Non continuare
a cercare (Ger. 45:4, 5). Baruc accett la
correzione. Com saggio ricordare queste
parole di Dio mentre aspettiamo la ne di
questo sistema malvagio!
12 Daniel, un fratello che vive in Messico,
dovette decidere se essere leale a Dio o perseguire i propri interessi. Voleva sposare
una ragazza, che per non era una Testimone. Continuai a scriverle perno dopo essere diventato pioniere, dice Daniel. Ma
alla ne mi resi conto che dovevo essere
umile e andare a parlare della situazione
con un anziano maturo. Quel fratello mi
aiut a capire che per essere leale a Dio
avrei dovuto smettere di scriverle. Dopo
molte preghiere e tante lacrime, decisi di
farlo. Ben presto iniziai a provare pi gioia
nel ministero. In seguito Daniel spos una
brava sorella e ora presta servizio come
sorvegliante di circoscrizione.
12. Spiegate perch non possiamo essere leali a Dio se siamo egoisti.

LA LEALT A DIO CI AIUTA


A ESSERE BENIGNI
13

A volte la lealt a Geova inuisce sulla


lealt che mostriamo ad altre persone. Il
profeta Natan rimase leale a Davide e allo
stesso tempo continu a essere leale a Dio.
Natan venne a sapere che Davide aveva
commesso adulterio con Betsabea e aveva fatto in modo che suo marito morisse in
battaglia. Quando Geova mand Natan a
correggere Davide, il profeta ubbid e ag
coraggiosamente, anche se era leale a Davide. Natan riprese Davide con saggezza e
benignit. Per aiutarlo a capire la gravit
dei suoi peccati, Natan si serv dellesempio
di un uomo ricco che aveva preso ingiustamente lunica agnella di un uomo povero.
Quando Davide si indign per quello che
aveva fatto luomo ricco, Natan gli disse:
Tu stesso sei luomo! Davide cap il punto (2 Sam. 12:1-7, 13).
14 La benignit ci pu aiutare quando
dicile decidere a chi essere leali. Facciamo un esempio. Supponiamo di sapere
13. In che modo Natan rimase leale sia a Dio
che a Davide?
14. In che modo possiamo essere leali sia a
Geova che ai nostri amici o parenti?
FEBBRAIO 2016

29

con certezza che un fratello o una sorella


ha commesso una grave trasgressione.
probabile che vogliamo essere leali a questa persona, specialmente se un caro
amico o un parente. Ma se coprissimo il
suo grave errore, saremmo sleali a Dio.
Ovviamente la lealt a Geova viene prima
di tutto. Quindi, come Natan, dobbiamo
essere benigni e gentili ma fermi. Esortiamo il nostro amico o il nostro parente a
chiedere aiuto agli anziani. Se non lo fa
entro un ragionevole periodo di tempo,
la lealt a Dio ci spinger a riferire la cosa
agli anziani. In questo modo saremo leali
a Geova e benigni con la persona a cui vogliamo bene, perch gli anziani cercheranno di ristabilire tale uomo con uno
spirito di mitezza. (Leggi Galati 6:1; Levitico 5:1.)
LA LEALT A DIO RICHIEDE CORAGGIO
15 Un uomo di nome Husai dovette essere coraggioso per mostrare lealt a Dio.
Husai era un leale amico del re Davide. Ma
la sua lealt fu messa alla prova quando il
glio di Davide, Absalom, riusc a conquistare la ducia di molti israeliti, cerc di
prendere Gerusalemme e di usurpare il trono (2 Sam. 15:13; 16:15). Davide fugg dalla citt, ma cosa avrebbe fatto Husai?
Avrebbe abbandonato Davide e seguito
Absalom? O avrebbe sostenuto lanziano
re che stava scappando per salvarsi la vita?
Deciso a essere leale al re costituito da Dio,
Husai incontr Davide sul Monte degli Ulivi (2 Sam. 15:30, 32).
16 Davide chiese a Husai di tornare a Gerusalemme, ngersi amico di Absalom e
frustrare il consiglio di Ahitofel. A rischio
della propria vita, Husai si dimostr leale a
Geova e fece quello che Davide gli aveva

15, 16. Perch Husai dovette essere coraggioso per mostrare lealt a Dio?

30

LA TORRE DI GUARDIA

chiesto. Il consiglio del coraggioso Husai


frustr quello di Ahitofel, proprio come
Davide aveva chiesto in preghiera a Geova
(2 Sam. 15:31; 17:14).
17 Abbiamo bisogno di coraggio per essere leali a Geova. Molti di noi hanno resistito coraggiosamente alle pressioni di familiari, colleghi o autorit secolari per
dimostrarsi leali a Dio. Per esempio Taro,
che vive in Giappone, cresciuto considerando fondamentali la lealt e lubbidienza
ai genitori. Non era ubbidiente solo per
senso del dovere; voleva davvero fare felici i suoi genitori. Quando inizi a frequentare i Testimoni di Geova, i suoi genitori si
opposero e per Taro fu davvero dicile
dire loro che aveva deciso di assistere alle
adunanze cristiane. Taro racconta: Si arrabbiarono cos tanto che per anni mi proibirono di andarli a trovare a casa. Pregavo
per avere il coraggio di attenermi alla mia
decisione. Ora il loro atteggiamento si addolcito, e posso andare da loro regolarmente. (Leggi Proverbi 29:25.)
18 Proprio come Davide, Gionatan, Natan e Husai, anche noi possiamo avere la
profonda soddisfazione che deriva dal rimanere leali a Geova. Daltra parte, la slealt di Abner e Absalom ci insegna molto. Vogliamo senzaltro rimanere stretti a Geova,
come fece Davide. In quanto esseri umani
imperfetti, non possiamo evitare di commettere degli errori, ma possiamo dimostrare che nel nostro cuore la lealt a Geova ha il primo posto.
17. Perch ci vuole coraggio per essere leali?
18. Come vi stato utile questo articolo?

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

NOTA:
[1] (paragrafo 7) Alcuni nomi sono stati cambiati.

DAI NOSTRI ARCHIVI

Lauto munita di altoparlanti conosciuta


da milioni di persone
In Brasile c solo unauto munita di altoparlanti
che al servizio del Signore, ed conosciuta da
milioni di persone come lauto munita di altoparlanti della Watch Tower (Nathaniel Yuille, 1938)
AGLI inizi degli anni 30 lopera del Regno in Brasile andava un po a rilento.
Nel 1935, per, i pionieri Nathaniel
e Maud Yuille scrissero a Joseph
Rutherford, che in quegli anni organizzava lattivit di predicazione. Si resero disponibili e
scrissero che sarebbero stati felici di andare ovunque
ci fosse stato bisogno.
Nathaniel, ingegnere civile in pensione, allepoca
aveva 62 anni. Era stato direttore del servizio in una
congregazione di San Francisco, in California, dove
aveva organizzato lopera e utilizzato attrezzature acu-

stiche per diondere la buona notizia. La sua esperienza e il suo spirito volenteroso si rivelarono davvero
preziosi nel nuovo incarico di servitore di liale in un
territorio vasto e multilingue come quello del Brasile.
Nathaniel e Maud arrivarono in Brasile nel 1936 insieme ad Antonio Andrade, un pioniere che faceva
loro da interprete. Portarono con s merce preziosa:
35 fonogra e unauto munita di altoparlanti. Il Brasile, quinto paese al mondo per dimensioni, contava allora solo una sessantina di proclamatori. Questi innovativi strumenti li avrebbero aiutati a raggiungere
milioni di persone in pochi anni.
Un mese dopo larrivo dei coniugi Yuille, la liale organizz a San Paolo il primo congresso di servizio del
Brasile. Con lauto munita di altoparlanti, a quanto
pare guidata da Maud, si inizi a pubblicizzare la conferenza pubblica, alla quale assisterono 110 persone.
FEBBRAIO 2016

31

Questa auto munita di altoparlanti fu usata per far


conoscere la buona notizia a milioni di persone in Brasile

n
o

Puoi scaricare
gratuitamente questa
rivista e altre
pubblicazioni

Puoi anche leggere la


Traduzione del Nuovo
Mondo online

Visita www.jw.org
o scansiona
il codice

w16.02-I
151026

Il programma fu uniniezione di entusiasmo per i proclamatori, che si sentirono spinti a partecipare di pi


al servizio. Impararono a usare le pubblicazioni e le
cartoline di testimonianza nonch i fonogra con registrazioni in inglese, polacco, spagnolo, tedesco, ungherese e in seguito anche in portoghese.
I tre congressi del 1937, tenuti a San Paolo, Rio de
Janeiro e Curitiba, diedero nuovo impulso allopera di
evangelizzazione. Lauto munita di altoparlanti seguiva i partecipanti al congresso mentre predicavano di
casa in casa. Jos Maglovsky, che a quel tempo era un
giovanotto, scrisse in seguito: Mettevamo le pubblicazioni bibliche su un banco e, mentre gli altoparlanti diffondevano un messaggio registrato, parlavamo alle
persone che uscivano di casa per vedere quello che stava accadendo.
Il battesimo avveniva nei umi mentre i bagnanti si
crogiolavano al sole. Si creava cos unottima opportunit di predicare la buona notizia tramite lauto munita di altoparlanti, da cui risuonava il discorso del battesimo pronunciato dal fratello Rutherford. Spinti
dalla curiosit, diversi si avvicinavano per ascoltare la
traduzione del discorso in portoghese. Poi i candidati
al battesimo venivano immersi mentre si sentivano i
cantici del Regno in polacco e i fratelli cantavano insieme in lingue diverse. Come diceva lAnnuario del 1938
(inglese): Ricordava la Pentecoste, quando ognuno
capiva nella propria lingua ci che veniva detto.
Dopo i congressi, ogni domenica, con il sole o con
la pioggia, lauto munita di altoparlanti trasmetteva

conferenze bibliche che si sentivano nei parchi, nelle


zone residenziali, nelle fabbriche del centro di San
Paolo e anche nelle cittadine vicine. Questauto trasmetteva anche un programma mensile a una colonia
di 3.000 lebbrosi che vivevano un centinaio di chilometri a nord-ovest di San Paolo. Col tempo si form
una bella congregazione. Nonostante la loro grave malattia, questi proclamatori del Regno ottennero il permesso di portare il confortante messaggio della Bibbia
a unaltra colonia di lebbrosi.
Alla ne del 1938 arrivarono le tanto attese registrazioni in portoghese. Il Giorno dei Morti lauto munita
di altoparlanti andava di cimitero in cimitero e trasmetteva le registrazioni dei discorsi Dove sono i morti?,
Geova e Ricchezza; in questo modo furono oltre
40.000 le persone che ricevettero testimonianza.
Infastidito dallintrepida proclamazione della verit,
il clero spesso spingeva le autorit locali a mettere a tacere lauto munita di altoparlanti. La sorella Yuille raccont che in unoccasione un prete istig una turba ad
accalcarsi attorno allauto. Tuttavia, quando il sindaco
e la polizia giunsero sul posto ascoltarono lintero programma, e il sindaco se ne and con delle pubblicazioni bibliche. Non ci furono disordini quel giorno.
Nonostante lopposizione, il rapporto sul Brasile riportato nellAnnuario del 1940 diceva che il 1939 era stato
il tempo migliore per servire il grande Teocrata e proclamare il suo nome.
Limpiego dellauto munita di altoparlanti della
Watch Tower segn una svolta nellopera di predicazione in Brasile. Ebbe un ruolo chiave nel far conoscere il messaggio del Regno a milioni di persone. Anche
se nel 1941 questa famosa auto fu venduta, i Testimoni di Geova hanno continuato a dichiarare la buona
notizia alle persone sincere nel vasto territorio brasiliano. (Dai nostri archivi in Brasile.)