Sei sulla pagina 1di 4

MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO - ZAGAROLO

PROVE ATTITUDINALI DI AMMISSIONE ALLA PRIMA AD INDIRIZZO MUSICALE


A.S. 2013/2014

Riunione preliminare della commissione esaminatrice. Organico e criteri della prova psicofisico-attitudinale per lammissione alla Classe Prima ad Indirizzo Musicale Verbale n. 1

Oggi luned 14 gennaio 2013, alle ore 13,00 nellUfficio del Dirigente Scolastico della Scuola
Secondaria di Primo Grado di Zagarolo si riunita la commissione costituita dal Dirigente
Scolastico ai sensi dellart. 2 del D.M. 6 agosto 2000 e della Circolare Ministeriale n. 96 per le
iscrizioni nelle scuole, emanata dal Ministero della P.I. in data 17.12.2012. Della Commissione
fanno parte il D.S. dott.ssa Anna Zeppieri, ed i professori Mariella Lulli (Musica), Andrea
Causapruna (chitarra), Aldo Colecchia (chitarra), Grazia Neri (violino), Giuseppe Salvagni
(percussioni) e Savone Camillo (pianoforte).
La Commissione deve procedere alla determinazione dellorganico degli alunni per ciascuna
classe e alla formulazione dei criteri che guideranno lo svolgimento delle prove attitudinali per
lammissione degli aspiranti alla classe Prima della Sezione ad Indirizzo Musicale del prossimo
anno scolastico in osservanza alle leggi e norme vigenti. Detti criteri saranno immediatamente
resi pubblici sia con esposizione allalbo scolastico sia sul sito internet della scuola e con i mezzi
che si riterranno opportuni.
ORGANICO
Come disposto dalla Circolare Ministeriale n. 96 per le iscrizioni nelle scuole, emanata dal
Ministero della P.I. in data 17.12.2012, i docenti stabiliscono lorganico di ciascuna classe
strumentale composto fino ad numero di 6 allievi per ciascuna specialit.
PROVA ATTITUDINALE
Dopo approfondita discussione, sulla base dellesperienza dei docenti, si decide allunanimit di
far svolgere la prova attitudinale secondo il seguente schema e di ricavare cos i criteri valutativi
dalle prove, avendo cura anzitutto di mettere a proprio agio ogni aspirante mediante un breve
colloquio di presentazione della propria identit musicale, delle proprie aspirazioni e dei bisogni
educativi e formativi.

PROVA N. 1 Accertamento del senso ritmico


Un docente musicista della commissione propone al candidato un semplice ritmo composto da 3
o pi colpi (il ritmo pu essere binario, ternario o vario) battendolo con i legnetti e curandone la
chiarezza. Al ragazzo si chieder di ripetere la proposta e quindi le prove si faranno gradualmente
pi lunghe, varie e complesse. La prova pu completarsi con esercizi di coordinazione ritmica e
di psicomotricit. Con questa prima prova si valuteranno, le capacit attentive, di ascolto e di
riproduzione e, conseguentemente, le particolari predisposizioni e potenzialit psicofisiche per lo
studio della musica e di uno strumento musicale in questa scuola.

PROVA N. 2 Accertamento dellintonazione e musicalit


Un docente musicista chiede al candidato di intonare uno dei motivi popolari che conosce e, dopo
averne individuato la tonalit, glielo fa ripetere accompagnandolo al pianoforte. Quindi, sempre
rispettando il principio della gradualit, propone brevi melodie per grado congiunto sia con lo
strumento sia con la propria voce e chiede allaspirante di ripetere il piccolo brano, anche
trasportandolo uno o pi toni sopra e sotto. La prova pu continuare con lintonazione di
intervalli ascendenti e discendenti pi ampi e con la relazione tra suoni acuti e gravi. La
commissione valuta la risposta dellalunno in relazione al grado di difficolt raggiunto nella
prova, soffermandosi sullanalisi delle capacit attentive, percettive, discriminatorie, di ascolto e
auto-ascolto,

auto-correzione,

concentrazione

coordinamento;

conseguentemente

la

commissione verifica e valuta le particolari predisposizioni e potenzialit psicofisiche per lo


studio della musica e di uno strumento musicale in questa scuola.

PROVA N.3 : Accertamento caratteristiche fisico - attitudinali


La commissione, dopo il colloquio e le prove ritmico-melodiche, dialoga con il candidato circa le
aspirazioni, la scelta dello strumento e le motivazioni che lo hanno portato a richiedere la
frequenza ad un corso musicale. La Commissione indaga e valuta globalmente le caratteristiche
dellidentit musicale dellaspirante e l'utilit per lo stesso dello studio della musica. facolt
della commissione far compilare a ciascun candidato una scheda gi predisposta che illustri
alcuni aspetti informativi dellidentit musicale dellaspirante. Tale scheda non sar sottoposta a
valutazione ma avr finalit di approfondire la conoscenza dellaspirante. Si procede infine,
sempre in forma confidenziale, allesame funzionale per luso dello strumento effettuando la
prova su tutti e quattro gli strumenti dellorganico scolastico e di tutto quanto si ritiene
fondamentale appurare per disegnare un completo profilo psico-fisico attitudinale dellalunno.

PROVA eventuale: esecuzione strumentale (non valutata) e considerazioni finali


La commissione, considerate le finalit dei Corsi ad Indirizzo Musicale istituiti dal Ministero
dellIstruzione e sulla base dellesperienza maturata concorda, come principio generale, nel
considerare leventuale studio pregresso di uno strumento musicale come elemento importante al
fine di una pi corretta e chiara definizione delle attitudini musicali dellaspirante e non come un
vantaggio "a priori" dellalunno rispetto agli altri aspiranti. Dallesperienza comune, infatti,
derivano a questa Commissione casi non rari di alunni che, pur frequentando un corso musicale
da diverso tempo (spinti a volte da condizionamenti familiari o da passioni intermittenti) hanno
ormai perduto la determinazione e la curiosit per lo studio dello strumento. Altre volte, invece, i
docenti appurano, durante le prove, spiccati profili musicali o comunque determinate
predisposizioni e attitudini di alunni che, dotati di naturale istinto musicale, non hanno potuto
studiare per motivi contingenti e che quindi attendono con entusiasmo questa occasione per
misurarsi con la musica. A chi ne far richiesta, quindi, sar data la possibilit di eseguire brani
eventualmente studiati o preparati precedentemente e questa verifica contribuir a chiarire
maggiormente l'esatto profilo musicale dell'alunno. Il titolo del brano eseguito e lo strumento
usato saranno riportati a verbale. Si ribadisce che tale prova eventuale non sar valutata ma sar
utile a chiarire il profilo musicale dellalunno espresso nelle prove comuni 1,2,3. La commissione
si riserva, infine, la possibilit di diffondere un questionario conoscitivo scritto da far compilare a
ciascun candidato. Anche questa prova, come indicato, non sar valutata ma utilizzata per chiarire
e approfondire le valutazioni delle prove n. 1, n. 2, n. 3.
Valutazione
La Commissione delibera di valutare ciascun aspirante, relativamente alle prove nn. 1, 2 e 3 del
presente verbale, con un voto espresso in decimi ed eventuali decimali, indicato ad unanimit dei
membri e derivante dal giudizio complessivo delle relative prove e del colloquio in relazione
esclusivamente allunico strumento musicale assegnato dalla Commissione.
Inserimento nelle graduatorie per l'ammissione:
La valutazione misurata con voto da 6 (sei) a 10 (dieci) decimi in relazione allo strumento
assegnato dalla Commissione determina lidoneit musicale; quella da 1 (uno) a 5,99 (cinque
virgola novantanove) la non idoneit, e cio la non opportunit a svolgere gli studi musicali
dellaspirante nella Sezione ad Orientamento Musicale in questa Scuola. La votazione sar
riportata nel verbale desame assieme allestratto delle prove attitudinali. La commissione,
valutata positiva e proficua l'esperienza fin qui condotta in anni di attivit didattica, determina che
gli aspiranti saranno inseriti in ordine di merito nelle graduatorie divise per strumento in numero

massimo di 6 (sei) per ciascuna disciplina strumentale. Lidoneit conseguita sullo strumento
assegnato dalla commissione e ad insindacabile giudizio di essa. Pertanto ai primi sei si
riconoscer una pi spiccata idoneit allo studio di uno specifico strumento. Terminata la
disponibilit dei posti, gli altri aspiranti saranno collocati in una graduatoria aggiuntiva sempre in
ordine di merito e divisa per strumento musicale, per lidoneit allo studio ma senza diritto
immediato allammissione. In caso di successivo recesso da parte di uno o pi aspiranti gi
ammessi nella graduatoria strumentale della prima classe, saranno chiamati a subentrare nella
specialit strumentale dove si creata la disponibilit di posto, a scorrimento e secondo lordine
di merito, gli alunni inseriti nella graduatoria aggiuntiva degli idonei con diritto di ammissione
del medesimo strumento.
Il presente verbale, composto di n. 4 fogli, stato letto approvato e sottoscritto da tutti i
componenti della Commissione ad unanimit in data odierna parte integrante del verbale di
esame e deve esserne allegato in ogni circostanza. Si precisa che la prova attitudinale per il
corrente anno scolastico stata fissata il giorno marted 5 marzo a partire dalle ore 8.30 nella
classe di Pianoforte della Scuola Secondaria di Primo Grado. Gli alunni saranno convocati
secondo ordine alfabetico in gruppi di 8 unit ogni ora.
Zagarolo 14.01.2013

La Commissione
Prof.ssa Mariella Lulli (Musica)

Prof. Andrea Causapruna (Chitarra)


Prof.ssa Grazia Neri (Violino)

Prof. Giuseppe Salvagni (Percussioni)


Prof. Camillo Savone (Pianoforte)

Il Dirigente Scolastico
Dott.ssa Anna Zeppieri

N.B. il presente atto si completa con il verbale del colloquio e le graduatorie di ammissione