Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Diocesi

Cesena

12

Gioved
7 luglio 2016
anno XLIX (nuova serie)

numero 27
euro 1,30 - contiene I.P.

27

Cesenatico

15

Sport

21

Sport e amicizia
Trofeo Benedetto
Le premiazioni

Rockin mille
E in citt arriva
Thats live

A Villamarina
la chiesa
si rif il look

Un biologo marino
tra i giganti
del basket americano

i ragazzi coinvolti nelle varie disciSplineettecento


sportive. Serata fi-

ntervista a Fabio Zaffagnini, ideatore della maInifestazione


musicale di

montate le
campane che erano
Snellaaranno
chiesa di Montea-

alla Carisp alla Ncaa. Il


giovane cesenate EmaD
nuele Montaguti frequen-

nale, con il vescovo Douglas, a Case Finali

domenica 24 luglio. Le info


per partecipare

guzzo. Sono le pi antiche


della nostra Diocesi

ta luniversit in Florida e
gioca negli Argonauts

Editoriale
Sgomento, dolore e preghiera

Oltre tremila tra bambini ed educatori coinvolti nei centri estivi parrocchiali

di Francesco Zanotti

orna la paura terrorismo. Riappare pi


forte che mai. Questa volta sono stati
colpiti gli italiani e il fatto ha avuto nel
nostro Paese, ovviamente, molta pi
risonanza. Non che i morti si possano dividere
per nazionalit, ma la vicinanza psicologica
gioca un ruolo importante nella gerarchia delle
notizie e nellimpatto emotivo sulle persone.
Anche le oltre 200 vittime degli attentati di
domenica scorsa a Baghdad hanno avuto una
eco notevole. Si trattato di un attacco di una
violenza inaudita, come non si vedeva da anni,
nonostante la capitale irachena sia ancora e
purtroppo un luogo in cui si versa tantissimo
sangue innocente. Uno di quei territori nel
quale si consuma la terza guerra mondiale a
pezzi da cui ha messo in guardia papa
Francesco.
Siamo tutti sgomenti, inutile nasconderlo.
Siamo anche inorriditi nellapprendere come
si sono svolti i fatti, in modo particolare
lattacco a Dacca, in Bangladesh. Le storie di
chi stato colpito a morte aumentano lo
smarrimento e il dolore. Non si comprende
dove possa stare di casa tanta brutalit e chi la
possa ispirare.
Avere letto, nei giorni successivi allattacco,
che i giovani assalitori sono tutti di buona
famiglia, studenti universitari e che sarebbero
diventati militanti islamici per moda lascia
ancora pi interdetti e senza parole. Come si
possono oscurare in questo modo delle
giovani menti? Chi li ha plagiati? Come si pu
arrivare a tanto?
Sono tutti figli ha scritto Giorgio Ferrari
nelleditoriale su Avvenire di marted scorso
della propaganda persuasiva e radicalizzante
promossa dai centri wahhabiti (del
Wahhabismo, movimento di riforma religiosa
che insiste su un'interpretazione letterale del
Corano, presente in maniera particolare in
Arabia Saudita, ndr), da quelloceano di
denaro che rigurgita instancabile dai forzieri
petroliferi dei soliti noti per suddividersi in tre
differenti rivoli: lacquisto di armamenti, lo
shopping internazionale di aziende, squadre di
calcio e beni di lusso e appunto il
marketing religioso. Un marketing che si
configura come una vera e propria moda.
Aspiranti stragisti, quindi, che non vengono
pi dalle banlieue o dai posti pi degradati, ma
appartengono a cerchie elitarie di figli di pap.
Un altro elemento, ancora pi inquietante, di
fronte al quale non sappiamo che pensare.
Non vogliamo cedere alla paura, stato detto
subito dopo lattacco a Dacca. E il sentimento
comune che si accompagna a quanto stiamo
vivendo da tempo. Alla fine resta solo
uninvocazione, come quella di Bergoglio:
Preghiamo per le vittime, i feriti e i loro
familiari, e chiediamo al Signore di convertire
il cuore dei violenti accecati dallodio.

Lestate
in gioco
FOTO ARCHIVIO SIR

Sono un esercito, bisogna dirlo. Abbiamo fatto un sondaggio contattando tutte


le parrocchie della Diocesi. emersa una realt nota, ma non forse di queste
proporzioni. Una trentina di centri estivi sono in corso, con altri che stanno
partendo a breve. Centinaia di educatori, giovani e adulti, che si mettono
accanto ai bambini, a migliaia. Non va in vacanza limpegno educativo della
Chiesa, come succede da sempre.
Tutto questo movimento, senza tener conto dei campi-scuola che per lo pi si
tengono in montagna. Non si tratta di volontarismo, e neppure di volontariato.
Si percorre un po di strada assieme, alla maniera dei discepoli di Emmaus,
come compagni di viaggio. Si spezza il pane, si condivide la vita.
Primo piano alle pagg. 4 e 5

Cesena

13 Gambettola

Cassa di Risparmio
Bilancio approvato
con polemiche

16

Banca del Tempo


Un istituto
con i conti in regola

Centro sportivo 22 Pagina aperta 23


Pol. 5 Cerchi
Gli Allievi
pi bravi dItalia

Lastrofisica
materia
riservata agli atei?

Opinioni

Gioved 7 luglio 2016

Luomo, lebreo, lo scrittore checredeva in Dio contro Dio


Per non
dimenticare
Elie Wiesel

ELIE WIESEL,
NATO IN ROMANIA NEL 1928,
MORTO IL 2 LUGLIO
NEGLI STATI UNITI (FOTO AFP/SIR))

a notte si stemperata e si aperta sulla Luce per A-7713, deportato dal natio villaggio di Sighet
nei Carpazi a Auschwitz dove giunse il 6 maggio 1944: Non dimenticher mai quelle fiamme
che consumarono la mia Fede per sempre. Seguirono Buna e Buchenwald.
Per la follia nazista lebreo quindicenne, Elie Wiesel, era uno Stck, un pezzo. Niente pi. Vinta la
sciagurata ideologia dello sterminio divenne memoria vivente e infuocata con tanti racconti, articoli,
interventi, Premio Nobel per la Pace nel 1986 e ancora di pi: annunciatore di Shalom.
Lannuncio della conclusione del suo peregrinare dalla storia non poteva che provenire dallo Yad
Washem di Gerusalemme: luogo della memoria della Shoah, del suo scempio orribile, chi non ha
vissuto la morte laggi non capir mai ci che noi, i sopravvissuti, vi abbiamo patito dal mattino alla
sera, sotto un cielo muto, ma pure della rinascita incontenibile del popolo dIsraele. Quanto si incise
a fuoco sulla pelle e sulla vita delladolescente si tramut in una propulsione inesausta: In verit, per
lebreo che io sono, Auschwitz rappresenta una tragedia umana ma anche e soprattutto uno
scandalo teologico. Per me un fatto innegabile: impossibile accettare Auschwitz con Dio n senza
Dio. Ma allora come comprendere il Suo silenzio?.
Dio divenne il suo interlocutore, Colui che non si stacc mai pi dal suo fianco, dal suo io, dal suo
pensiero e da tutta la sua vita.

morto un grande testimone del Novecento e delle sue barbarie. Per la follia nazista
lebreo quindicenne, ElieWiesel, era uno Stck, un pezzo. Niente pi.Vinta la sciagurata
ideologia dello sterminio divenne memoria vivente e infuocata con tanti racconti, articoli,
interventi, Premio Nobel per la Pace nel 1986 e ancora di pi: annunciatore di Shalom

Il nuovo si sta imponendo


La patria Europa
o lEuropa delle patrie?
uesta domanda stata molto acuta negli anni 50
quando si pensava quale volto dare allUnione
Europea in divenire e come fondarla su una
comune base ideale e motivazionale.
Il presidente francese De Gaulle con il suo forte senso della
patria- noto orgoglio francese - era nettamente per una
Europa delle patrie, sostenuto dalla Gran Bretagna che ha
sempre coltivato la politica dello splendido isolamento
confermato oggi dalla Brexit. Quando molti anni dopo
venne affidato a Valery Giscard dEstaing il compito di
stendere una bozza di Costituzione europea, questi fece
una sua proposta che avrebbe dovuto essere
successivamente approvata dai diversi parlamenti
nazionali della Comunit. La bocciatura dellOlanda ferm
tutto. E non fu un gran danno. Purtroppo Valery Giscard
dEstaing si era fatto guidare dal suo spirito illuminista
invece di partire dalla storia, ossia dalla realt, riversando
su questa presupposti ideologici e filosofici tipici della
tradizione culturale francese. Tutti ricordiamo la ripetuta e
inascoltata richiesta di San Giovanni Paolo II perch
venissero riconosciute allanima dellEuropa le radici
giudaico-cristiane evidenti nella storia (pensiero e comune
sentire dei popoli europei frutto della fede e dellesperienza
cristiana presente in tutti i popoli dEuropa). La prima
realizzazione di una unione di popoli europei stata del
resto il Sacro Romano Impero con Carlo Magno (.)
nellalto Medio Evo il cui fondamento era la comune
cristianizzazione. Certo, anche il pensiero greco e il diritto
romano sono alla base di una mentalit europea e di un
comportamento collettivo dei popoli europei, spesso
purtroppo divisi da guerre, e guerre fratricide, ossia tra
popoli di comune origine e di comune destino.
Proprio questa situazione conflittuale mosse i padri
fondatori dellEuropa a intraprendere un cammino
concordato per evitare nuovi conflitti e assommare le
potenzialit positive. Era evidente il disastroso bilancio di
due guerre mondiali (1914-18 e 1939-45) che in poco tempo
avevano massacrato intere generazioni, distrutto citt e
paesi, spento tante speranze e acceso nuovi odii, vere

La fotografia
Paesaggio molto mutato negli
anni, anche in Romagna. La
nostra pianura passata in gran
parte da culture intensive per le
quali siamo stati e siamo ancora
famosi (pesche e fragole su tutti,
specie nel Cesenate) a culture
estensive, in particolare di
cereali, come descritto anche
nellinserto AgriRomagna della
scorsa settimana. In perfetto stile
americano, da gustare anche con
gli occhi, dopo i giorni sempre
affascinanti della trebbiatura.
inutili stragiper dirla con Benedetto XV. E per questo concordarono di partire
da accordi e unioni sulle fonti energetiche, causa di assalti e divisioni: il carbone
e lacciaio. Nasce la Ceca (Comunit Economica del Carbone dellAcciaio) nel
1951 cui aderirono Benelux, Germania, Francia, Italia. Non fuori luogo
osservare che i tre padri ispiratori - Schumann (Francia), Adenauer
(Germania) e De Gasperi (Italia)- erano tutti credenti di fede cattolica e
dialoganti in lingua tedesca. Si poi arrivati ai Trattati di Roma del 1957
istitutivi della Cee (Comunit Economica Europea) e dellEuratom per
approdare alla attuale Ue (Unione Europea) dei 27 Stati dopo avere istituito un
Parlamento Europeo (1979). Una costruzione sempre pi ampia e complessa
che ha amplificato, a quanto pare, a dismisura lassetto burocratico e soprattutto
nel corso degli anni ha affogato nelleconomia e nella finanza tante idealit
iniziali.
La Ue si in buona parte allontanata dalle aspirazioni di giustizia e eguaglianza,
di benessere nella solidariet e di libert nella cooperazione tra popoli, facendo
sorgere un euroscetticismo serpeggiante un po in ogni nazione e reso eclatante
dal recente referendum britannico sulluscita dalla Ue. Leccessiva attenzione
agli aspetti economici e finanziari non ha unito ma diviso le varie nazioni tutte
impegnate a trarre i maggiori vantaggi possibili invece di concorrere al migliore
benessere comune.
Le migrazioni infine si sono rivelate una cartina al tornasole di questi egoismi
nazionalistici con le connesse paure e si sono rivelate, come sempre e ovunque,
un cuneo che fa saltare vecchi equilibri ed esige mutamenti culturali.
La domanda iniziale si ripropone e richiede un cambiamento di rotta verso la
realizzazione degli ideali iniziali nel realismo di economie complementari e non
conflittuali e del nuovo che si sta imponendo. Quindi non solo se Europa delle
patrie o la patria Europa ma anche quale Europa volere.
Silvano Ridolfi

Con la sua scrittura dallemozione


contenuta, ma dalla passione ardente
nello stile dinamico, essenziale scrisse E il
mondo rimase in silenzio, in yiddish, poi
in francese con la prefazione di F. Mauriac
e con il titolo di La notte. Tutte le porte
editoriali gli furono sbattute in faccia.
Erano i tempi di quel clima che sar
ripreso da Il labirinto del silenzio. Era
langoscia che veniva rimossa?
Solo nel 1958 un piccolo editore
coraggioso, Editions de Minuit, si lanci
nellimpresa e fece un buco nellacqua:
quasi zero di vendite. Poi fu un crescendo,
degno del capolavoro che ormai
conosciutissimo, 400.000 copie allanno
alla fine degli anni 90 per superare la vetta
dei 10 milioni. Daniel Vogelmann ne intu
bellezza e portata per primo in Italia e lo
stamp con la sua editrice Giuntina nel
1980.
Lo scandalo religioso, il dolore umano, le
continue vessazioni e violenze sotto tutti i
paralleli e i meridiani del nostro pianeta
furono per Elie Wiesel ragione di vita,
secondo limperativo ebraico che ruggiva
in lui: Sceglierai la vita, La Torah insegna
a scegliere la vita. Credo nellumanit
contro lumanit. Credo in Dio contro
Dio.
Coraggioso e pugnace fino a rammentare
al presidente Reagan in visita ufficiale che
il suo posto non era al cimitero tedesco
delle SS, quanto piuttosto in quello delle
loro vittime.
Una grave operazione, versata nel suo libro
A cuore aperto, lo colse di sorpresa e in
uno stato diverso: Questa volta ero pi
solo. Allora ero con gli altri. La storia aveva
ancora bisogno della sua testimonianza:
Tante cose ancora da portare a termine
tante sfide da affrontare. Tante preghiere
da comporre. Tante parole da trovare, tanti
silenzi da far cantare.
Superata lemergenza fisica e psicologica,
il suo contenzioso con Dio continua: Io
ammetto di essermi messo contro il
Signore, ma non lho mai rinnegato.
Rivendico il grido di Geremia nelle
Lamentazioni quando evoca la
distruzione del primo Tempio di
Gerusalemme: Tu hai ucciso i tuoi figli
senza piet! Tu hai assassinato il tuo
popolo senza compassione!. Tuttavia,
Wiesel aggiunge il suo grido: Cosa? Dio un
assassino? Certo, tra noi sopravvissuti,
alcuni hanno protestato contro il silenzio
divino! Ma nessuno ha avuto laudacia di
chiamare Dio assassino!. Scrive ancora
nella sua narrazione che Elijah, il nipotino
prediletto da Elie, gli dice: Nonno, tu sai
che io ti amo; e io so quanto tu stai
soffrendo. Dimmi: se io ti amo di pi, tu
soffrirai meno?. La reazione, sofferta e
ponderata dello scrittore, rivela mente e
spirito: In quel momento, ne sono
convinto, Dio contempla la Sua creazione
sorridendo.
Ora, con Dio e in Dio, anche Elie Wiesel
sorride su di noi, la sua memoria sia a
benedizione.
Cristiana Dobner

Primo piano

Gioved 7 luglio 2016

CENTRI ESTIVI.Nelle parole dei bambini la testimonianza diretta del valore di unattivit
straordinaria. In breve raccontiamo di quanto accade in alcune realt della Diocesi

Di questa esperienza mi piace tutto


LONGIANO

Case Finali
di Cesena
I baobab, i geografi, i
lampionai, i re, i serpenti boa
e i vanitosi. Ecco le sei
squadre in cui sono divisi
questanno i bambini del Cep
di Case Finali a Cesena. Un
centro estivo parrocchiale che
consente di vivere
unesperienza cristiana e di
comunione - spiega Giacomo
Macelletti, coordinatore
insieme a Enrico Venturi e ad
Andrea Jinchen -. Coinvolge
un centinaio di bambini e per
organizzarlo si attivano un
po tutti, dal parroco don
Marcello Palazzi agli adulti,
circa 20 tra responsabili e
volontari, ai coordinatori,
fino ai 70 tra animatori ed
educatori. Il centro estivo si
svolge nei locali della
parrocchia dal 7 giugno al 15
luglio. La giornata conclusiva
terminer con la festa finale
aperta a tutti. Unesperienza
importante per la quale gli
animatori si stanno
preparando da gennaio con
lorganizzazione di giochi e
attivit diverse che ruotano
attorno al tema centrale
scelto per questanno, Il
piccolo principe. Alle 8,30 si
d il via alla giornata con
animazione e bans che
lasciano spazio alle 9,15 al
momento di preghiera
guidato da don Marcello.
Durante la mattinata si
svolgono le attivit, sia
sportive che manuali, diverse
a seconda dei giorni,
interrotte dalla merenda con
frutta e fette biscottate e
seguite dal pranzo che inizia
alle 13. Dopo unora di tempo
libero, nel pomeriggio si
fanno i compiti, si guarda un
film o c la bottega, ovvero
lavoretti manuali inerenti al
tema di fondo. Non c di
sicuro il rischio di annoiarsi,
considerando che i ragazzi si
danno da fare affinch ogni
giorno si svolgano attivit e
giochi diversi, cos da poter
vivere unesperienza sempre
nuova. E non bisogna
dimenticarsi delle attese gite,
quattro in totale, distribuite
nel corso dellintera durata
del Cep. A confermarne la
buona riuscita la voce stessa
dei bambini che trascorrono
con allegria queste giornate
in parrocchia: Del centro
estivo mi piace tutto,
soprattutto quando Mace
(Giacomo Macelletti, ndr) mi
fa cantare.
Lisa Beatrice Galliano

giugno e fino al 16 luglio, si


svolgono dalle 14,30 alle 18.
Dieci gli educatori
agli ordini di Antonio Valente
seminarista della diocesi
e a servizio della
parrocchia di Quarto per il
periodo del centro estivo.
ospite da una famiglia
del paese.
La fascia det ampia:
va dai quattro fino ai
14 anni, ma lamalgama fra
loro buona perch i pi
grandi si occupano dei pi
piccoli e li guidano nelle
occupazioni svolte.

Di seguito le esperienze
nelle parrocchie di Case Finali
di Cesena, di Quarto di Sarsina
e di Longiano grazie ai frati
e allassociazione Homo viator

Homo viator
Longiano
Centro estivo Da sogno a
Longiano. organizzato
dallassociazione Homo
viator. Per lumanit in
crescita con il circolo Anspi
Forza venite gente, la
comunit francescana dei frati
e delle suore e la
collaborazione del Comune e
delle scuole. Avviato lo scorso
13 giugno, sar attivo fino al
prossimo 29 luglio. Gli iscritti
sono 85, dalla prima
elementare alla seconda
media, e provengono da tutto
il territorio. La giornata inizia
alle 8 e finisce alle 18. Una
parte del pomeriggio
dedicata allo svolgimento dei
compiti.
Il tema la macchina del
tempo. Ogni settimana viene
presentata, attraverso giochi e
attivit a tema, unepoca
storica, dalla preistoria al
futuro. Sono proposti dei
momenti di bottega, in cui i
ragazzi imparano arti e attivit
manuali. Si effettuano anche
delle uscite per conoscere
meglio la citt. In programma
un incontro con la Polizia
municipale e uno con il
sindaco.
I ragazzi sono seguiti da uno
staff fisso di quattro educatori

adulti, tre volontari del servizio


civile e, a turno, da alcuni
animatori dai 16 ai 19 anni.
Dice il responsabile, fra
Giuseppino Sabbioni: Il
centro estivo non una scatola
chiusa. La formula si
perfeziona ogni anno in base
alle esigenze del territorio.
Offriamo un servizio che non
un parcheggio per i bambini.
Lobiettivo trasmettere valori
partendo dal gioco.
Mv

Quarto
di Sarsina
A Quarto frequentano il
centro estivo organizzato
dalla parrocchia 44
bambini. La frazione
sarsinate intercetta anche i
bisogni dei bambini di
Sarsina e di Turrito: un
servizio navetta li raccoglie
e li riporta la sera, alla fine
delle attivit. Iniziato il 20

Queste variano molto a


seconda dei pomeriggi:
laboratori, compiti, giochi,
ascolto di testimonianze. Tra
le novit - dicono gli
educatori - lintroduzione dei
bans, i balli tipici
di Scout e Acr. Il gioved
dedicato a unuscita: mare,
piscina, La Verna.
Il filo rosso del centro estivo
In cammino co
Zaccheo e legato
al tema della Misericordia.

A QUARTO
DI SARSINA

Primo piano

Gioved 7 luglio 2016

Villachiaviche Divertimento assicurato con una favola della Disney


in corso la quinta settimana di centro
estivo per la parrocchia di Villachiaviche,
dove 200 bambini e 60 educatori svolgono
un mese di attivit, tutte le mattine, con la
gita il gioved. Il parroco don Daniele Bosi
ha scelto, quest'anno, come filo conduttore
il noto capolavoro Disney La spada nella
roccia, per i suoi temi educativi, scenici e
religiosi molto incisivi. Il luned e il
mercoled si fanno i compiti, mentre il
marted e il venerd i laboratori, tanto
attesi dai bambini. I bambini, al mattino,
arrivano alle 7,30 e hanno gioco libero fino
alle 9, quando il parroco inizia la giornata
con la preghiera, i canti, e con la recita in
cui si presenta, in tutto il periodo, la favola
Disney. Per ogni parte di recita i ragazzi
devono indovinare la parola educativa
chiave, che viene poi ripresa dal parroco
alle 12,15 nel momento conclusivo in
chiesa, quando ai bimbi proposta una
videostoria legata al tema della parola del
giorno.

Nel territorio diocesano


sono una trentina
le parrocchie coinvolte
nellanimazione estiva
DallAlto Savio al Mare
Un tempo prezioso
di crescita e condivisione

A Gatteo il Don Guanella


non va mai in vacanza

CENTRI ESTIVI
Un esercito
di oltre 3000
bambini e ragazzi
P

assare lestate da soli? No, grazie.


Pi di 3000 ragazzi coinvolti, fra
bambini (pi di 2300) ed educatori
(oltre 700): ecco la situazione dei centri
estivi nel territorio diocesano. Sono ben
29 le parrocchie o associazioni che
organizzano questi momenti di
condivisione fra inizio giugno e met
luglio. Senza contare che nelle chiese di
San Piero, Taibo e Santa Maria Madre
della Chiesa in Boschetto si svolgeranno
pi avanti durante lestate. Tutti i centri
estivi sono diversi fra loro: qualcuno
utilizza dei temi, come don Giovanni
Barduzzi a Bagnarola, che tramite "Il
libro della Giungla" parla ai bambini di
solidariet e accoglienza, senza
dimenticare laspetto ludico, o come
don Giovanni Savini a San Carlo, che
cattura lattenzione dei piccoli
raccontando tutti i giorni la storia di san
Filippo Neri attraverso dei pannelli. In
tanti propongono gite, di solito il
gioved, al mare, in collina o in
montagna, per spezzare la routine e

combattere il
caldo della citt.
Oltre a realt
grandi, come
quelle di
Villachiaviche
(200 bambini, 65
educatori), San
Rocco (205
bambini, 40 educatori) o SantEgidio
(230 bambini e 80 educatori),
interessante notare come anche nei
centri estivi pi piccoli ci sia sempre
qualcuno disponibile a mettersi al
servizio della comunit. Ci avviene ad
esempio a Carpineta, Montenovo,
Quarto, Bulgarn dove, pur essendoci
pochi abitanti, vengono organizzati
piccoli centri estivi. Un esercito di
bambini e ragazzi, pronti per divertirsi e
per trascorrere del tempo in compagnia.
Accanto ai centri estivi non possiamo
non ricordare i campi scuola per
bambini, ragazzi, giovani, adulti e
famiglie che parrocchie, associazioni e
movimenti organizzano ogni estate. Con
loro anche un altro esercito, quello degli
scout, con le loro vacanze, i campi estivi
e le route. Tutti quanti, a migliaia, si
muovono con passo intrepido e sicuro al
tempo stesso e lo sguardo verso lAlto.
Di seguito pubblichiamo il lungo elenco
che racconta, pi di qualsiasi altra
parola, di un impegno incessante, che

FOTO ARCHIVIO SIR

non conosce soste, neppure in estate.


Bagnarola: 90 bambini, 35 educatori.
Budrio: 100 bambini, 22 educatori.
Bulgarn: 12 bambini, 5 educatori.
Calabrina: 77 bambini, 20 educatori.
Carpineta: 12 bambini, 4 educatori.
Case Finali: 120 bambini, 50 educatori.
Crocetta: 57 bambini, 11 educatori.
Gattolino: 30 bambini, 10 educatori.
Istituto Lugaresi: 115 bambini, 43
educatori. Longiano (Associazione
Homo viator e frati): 55 bambini, 12
educatori. Madonna del Fuoco:
55 bambini, 18 educatori. Martorano:
70 bambini, 22 educatori. Montenovo:
13 bambini, 5 educatori. Osservanza:
80 bambini, 34 educatori. Quarto:
44 bambini, 10 educatori. Ranchio: 140
bambini, 54 educatori. Ronta: 102
bambini, 22 educatori. Sala: 50 bambini,
6 educatori. San Carlo: 104 bambini,
7 educatori. SantEgidio: 230 bambini,
80 educatori. San Maria Nuova: 28
bambini, 6 educatori. San Mauro in
Valle: 60 bambini, 30 educatori.
San Paolo: 45 bambini, 10 educatori.
San Rocco: 205 bambini, 40 educatori.
Santo Stefano: 60 bambini, 25 educatori
San Vittore: 70 bambini, 20 educatori.
Torre del Moro: 25 bambini, 10
educatori. Villachiaviche: 200 bambini,
60 educatori. Virtus Cesena (Ponte
Abbadesse): 25 bambini, 6 educatori.
Andrea Pracucci

Nel nostro territorio merita una menzione lattivit messa in campo dall'Opera Don Guanella. A Gatteo si occupa
di assistenza sociale. E non va mai in vacanza. Nei mesi estivi viene messo in
campo il Progetto emergenza estate: 12
ragazzi (6 per volta, sono 70 i posti totali a
disposizione) che si aggiungono ai 64
ospiti presenti per tutto lanno. L'Istituto
fu avviato nel 1883 da don Ghinelli, a vantaggio dei ragazzi del territorio, aggiungendovi anche col tempo una
costruzione per anziani degenti. A seguito delle mutate condizioni sociali, culturali ed educative, l'Istituto ha prima
ridotto e poi chiuso questultima finalit,
curata dal 1909 dallopera don Guanella,
nel 1991. Attualmente l'Opera Don Guanella, proprietaria dell'Istituto, svolge, in
modo organizzato e senza fini di lucro, attivit socioassistenzialieducative e riabilitative a favore di 64 persone, giovani e
adulti con handicap, con modalit di intervento conformi alle vigenti norme di
legge, di cui 34 nel centro semiresidenziale e 30 nella comunit residenziale.
Lesperienza maturata nel settore dell'handicap in oltre 100 anni di attivit, sia a
livello nazionale che internazionale dicono i responsabili - ci spinge ha realizzare il Progetto Emergenza Estate. Dal
2010 siamo impegnati su questo fronte
per migliorare la gestione delle emergenze residenziali e diurne nel settore
della disabilit, con la speranza di offrire
una risposta specifica alle famiglie particolarmente disagiate presenti nei territori
della valle del Rubicone. L'Opera don
Guanella in grado di accogliere, sia nella
modalit diurna sia in quella residenziale,
persone disabili adulti e non, anche nei
periodi di luglio ed agosto, con la sola
chiusura della settimana dal 15 al 21 agosto. Le attivit proposte sono programmate per garantire crescita e
divertimento umano personale, grazie
agli spazi interni e all'ampio giardino,
mentre la piscina interna offre occasioni
di rilassamento senza paura delle ondate
di calore. Per informazioni sulle modalit
di adesione rivolgersi alla direzione, tel.
0541/930157, oppure ai servizi sociali di
riferimento.

Vita della Diocesi

Gioved 7 luglio 2016

NOTIZIARIO DIOCESANO

Giovani, tre giorni di fraternit a La Verna


Nella casa di spiritualit La roccia delle suore della Sacra Famiglia
Ho qualcosa da dirti! (Lc 7,40) il tema delle giornate di preghiera, fraternit e servizio che si terranno a La Verna (Arezzo),
nella casa di spiritualit "La Roccia" delle suore francescane della
Sacra Famiglia.
La tre giorni, dall8 al 10 luglio, rivolta a giovani dai 18 ai 35
anni.
Per info e iscrizioni: suor Alessandra, tel. 0575 599252, iaia80@libero.it

Il prossimo ogni persona posta sulla nostra strada


Domenica 10 luglio (Anno C)
15 domenica Tempo Ordinario
Dt 30,10-14; Sal 18; Col 1,15-20; Lc 10,25-37

Gmg, una proposta per chi non andr in Polonia


... e desidera comunque partecipare: una due-giorni a Rimini
A poche settimane
dalla 31esima Giornata mondiale della
Giovent che si svolger a Cracovia dal 26
al 31 luglio (con partenza il 19 luglio per
chi partecipa alle
giornate di gemellaggio) ha preso campo
la proposta di vivere
la Gmg da casa, in
collegamento da Rimini, nei giorni conclusivi della Gmg di
sabato 30 e domenica 31 luglio. Il programma della due
giorni prevede il ritrovo alle 18 di sabato 30 luglio nel piazzale del convento delle Grazie (via Covignano 234), breve
percorso a piedi fino al Seminario diocesano (per fare qualche passo da pellegrino) e aperitivo di benvenuto. Alle
19,30 collegamento con la Veglia; alle 22,30 serata musicale
e spuntino al sacco. Alle 23,30 chiacchierata sotto le stelle e
riposo. Alle 8, colazione e preghiera delle Lodi. Alle 9 Messa
e collegamento con la celebrazione eucaristica di Cracovia.
Alle 11 conclusione.
Per info: Servizio pastorale giovanile Cesena-Sarsina, serviziopgx@gmail.com, 328 1891770.
Per iscrizioni: antorn8@gmail.com (entro il 20 luglio 2016).
Quota di partecipazione: 10 euro.

IL GIORNO
DEL
SIGNORE

l Vangelo della XV domenica del Tempo


Ordinario ci presenta la parabola del buon
samaritano. Il brano si apre con una domanda
posta da un dottore della Legge per mettere alla
prova Ges, non per conoscere la verit. E questa
domanda, la pi importante della nostra vita, Che
cosa devo fare per ereditare la vita eterna?,
provoca in risposta uno degli insegnamenti pi
belli del Signore e ci consente di riflettere sul
comandamento dellamore, cuore di tutto il
Vangelo. Ges non insegna cose diverse da quanto
scritto nella Legge che il dottore conosce bene:
amore per Dio e amore per il prossimo. A questo
punto per il centro di tutto si sposta sulla
domanda: Chi il mio prossimo?. La risposta
abituale, che trovava conferme anche in una
lettura parziale delle Scritture, tendeva a
identificare prossimo con connazionale. Quello
di prossimo era un concetto con diverse
limitazioni poich ne erano escluse certe categorie
di persone, fra cui anche i Samaritani. Loriginalit
del Signore sta proprio nella spiegazione di chi si
debba considerare prossimo oltre a parenti, amici,
connazionali. Innanzitutto Ges fa cadere i
confini: prossimo ogni uomo che il Signore
mette sulla mia strada e offre alla mia attenzione.
Non si tratta pi di definire chi sia il mio prossimo
o chi non lo sia. Si tratta di me stesso. Io devo
diventare il prossimo, cos laltro conta per me
come me stesso. La vera novit sta nella
motivazione che giustifica il comandamento

dellamore: dobbiamo amarci tra noi


perch il Signore ci ha amati tutti dello
stesso amore, si chinato per primo sulle
nostre ferite e con il Suo sacrificio ci ha resi
una cosa sola. Questa parabola riassume il
Vangelo e la storia della nostra salvezza.
Luomo percosso dai briganti e
abbandonato sulla strada sono io, siamo
noi, la nostra umanit ferita e fragile. Il
buon samaritano prima di tutto Ges, il
Figlio di Dio che si chinato sulle nostre
ferite e ci ha dato il sollievo (la sua Parola,
la Fede, i Sacramenti). Se dimentichiamo
questo, ogni slancio umano di solidariet e
fratellanza destinato a naufragare.
Nella parabola, il ferito soccorso da uno
che straniero, nemico e non si chiede
fino a dove arrivino i suoi doveri di
responsabilit e nemmeno quali siano i
meriti per la vita eterna. Il sacerdote e il
levita vedono, ma il loro cuore chiuso. Il
samaritano vede, ebbe compassione e
nei suoi gesti riconosciamo lagire
misericordioso di Dio. Il suo un cuore
che vede. Vede dove c bisogno di amore e
si comporta in modo conseguente: questo
il programma di vita del cristiano. Va e
anche tu fa cos, ci ricorda Ges. Non
stare a classificare gli altri per vedere chi
prossimo e chi no. Tu puoi diventare
prossimo di chiunque incontri nel
bisogno, e lo sarai se nel tuo cuore hai
compassione, cio se hai quella capacit di
patire con laltro (papa Francesco,
udienza generale, 27 aprile 2016).
Marco Castagnoli

La Parola
di ogni giorno
luned 11 luglio
san Benedetto
patrono dEuropa
Pr 2,1-9; Sal 33;
Mt 19,27-29
marted 12
santi Ermagora
e Fortunato diac.
Is 7,1-9; Sal 47;
Mt 11,20-24
mercoled 13
santEnrico
Is 10,5-7.13-16;
Sal 93; Mt 11,25-27
gioved 14
san Camillo
de Lellis
Is 26,7-9.12.16-19;
Sal 101; Mt 11,28-30
venerd 15
san Bonaventura
Is 38,1-6.21-22.7-8;
cant. Is 38,10-12.16;
Mt 12,1-8
sabato 16
B.V. Maria
del Monte Carmelo
Mi 2,1-5; Sal 9;
Mt 12,14-21

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche
8.30 Madonna delle Rose,
San Rocco, SantEgidio,
cappella del cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, San Rocco,
Osservanza
18.30 San Pietro, Santa Maria
della Speranza, Cappuccini,
SantEgidio
20.00 San Giovanni Bono,
Ponte Pietra,
Gattolino, Tipano
20.30 Villachiaviche, San Pio X,
Torre del Moro

Sabato
e vigilie
15.00 Formignano
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
17.00 Cappella cimitero Cesena,
Capp. ospedale Bufalini
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
Santuario dellAddolorata
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Santo Stefano, San Paolo,
Madonna delle Rose,
San Rocco, Diegaro,
Borello,
San Giorgio, San Vittore
18.30 Convento Cappuccini,
Case Finali,
San Pietro, SantEgidio,
Santa Maria della Sper.
19.00 Osservanza, Villachiaviche
19.30 Bulgarn
20.00 Bulgaria, Tipano, Ruffio,
Pioppa, Pievesestina,
Ponte Pietra, Gattolino
20.30 San Pio X, Calisese,
San Giovanni Bono,
Torre del Moro,
San Mauro in Valle, Ronta

Messe festive
7.00 Cattedrale
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine, Martorano,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro, San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Tipano,
San Cristoforo,
Gattolino, Roversano
8.45 San Martino in Fiume
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina, SantEgidio,
Capannaguzzo,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
Bulgaria,
San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza, Ronta,
Torre del Moro, Carpineta,
Cappuccini, San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono
11.00 Santuario Addolorata,
Basilica del Monte,
San Domenico,
Santo Stefano,
San Paolo,
San Bartolo, Villachiaviche,
SantEgidio, San Giorgio,
San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino,

11.10
11.15
11.30
17.00
18.00
18.30
19.00
20.00

Madonna del Fuoco,


San Mauro in Valle,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra, Bulgaria,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone, Capannaguzzo
Torre del Moro
Madonna delle Rose,
Diegaro, Martorano
Cattedrale, San Rocco,
Istituto Lugaresi,
San Pietro, San Pio X,
Cappella del cimitero
Cappella
dellospedale Bufalini
Cattedrale,
San Domenico
San Pietro, Cappuccini
Osservanza
San Bartolo, Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9,
10,30 (19 sabato)
Cesenatico
Sabato: ore 16 Villamarina,
Boschetto;
17,30 Conv. Cappuccini,
Santa Maria Goretti;
18 Gatteo Mare;
18,30 Valverde,
San Giuseppe;
20 Sala;
20,45 Gatteo Mare;
21 San Giacomo,
Boschetto

Festivi:7 Gatteo Mare,


7,30 Valverde,
Bagnarola, Santa Maria
Goretti,
8 San Giacomo,
Gatteo Mare;
8,30 Sala, Boschetto;
9 Cappuccini, San
Giuseppe, Gatteo Mare,
Valverde;
9,15 San Pietro;
Cannucceto;
10 Villalta;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo, Sala,
Gatteo Mare;
11,15 Bagnarola,
Santa Maria Goretti;
17,30 Cappuccini;
18 Gatteo Mare;
18,30 San Giacomo, San
Giuseppe, Valverde;
20,45 Gatteo Mare
21 Boschetto,
San Giacomo
Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9
Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10,30 / 18; 20,30
(sabato). Consolata: 19
(sabato); 7,30 / 9,30
Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11 / 18
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso;
18,30 Crocetta;
20,30 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero
di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe),
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30;
San Romano: 11;
Taibo: 10
Montiano
ore 20,30 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18,30 (sabato), 10,30
Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30

Sarsina
Concattedrale: 7 / 9 /
11 / 18; Casa di Riposo:
ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).
Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15;
Balze (chiesa parr): 11,15;
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16;
Eremo di SantAlberico:
domenica, ore 16;
Alfero: 17 (sab.); 11,15;
Pereto: 10; Riofreddo: 10;
Corneto: 11

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Queste cose vi scriviamo, perch la vostra gioia sia piena (1Gv 1,4)
Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 48;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 100 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 26 del 30 giugno 2016: 8.200 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 18 di marted 5 luglio 2016

Vita della Diocesi

Da Cesena-Sarsina partecipano 182 ragazzi. In distribuzione ilkit del pellegrino

Luned 11 luglio
Solennit
di San Benedetto

Gmg a Cracovia
Tutto pronto
per la partenza
iornata mondiale della giovent a Cracovia, iniziato il conto alla rovescia.
Manca davvero pochissimo alla partenza dei ragazzi della Diocesi verso il grande
appuntamento in Polonia indetto da papa
Francesco. Nellultima riunione svoltasi luned scorso in Seminario a Cesena con tutti i
capigruppi delle parrocchie, don Marcello Palazzi e i suo collaboratori di Pastorale giovanile hanno dato alcune indicazioni ai giovani
cesenati oltre ad avere distribuito il kit che
contraddistinguer i giovani romagnoli.
Alcuni numeri, intanto: da Cesena-Sarsina
saranno 182 a partire. Di questi, 131 partiranno il 19 luglio per partecipare anche al ge-

Gioved 7 luglio 2016

Al Monastero
dello Spirito Santo
delle monache benedettine

mellaggio con la diocesi di Tarnow, confinante con Cracovia, mentre il rimanente gruppo
di 51 persone partir la sera del 24 luglio per
raggiungere il resto della truppa direttamente a Cracovia. Da tutte le sette Diocesi della
Romagna, che si sono unite per organizzare al
meglio levento, sono 1.347 i giovani iscritti.
Per i ragazzi di Cesena ci saranno momenti
romagnoli in condivisione con le altre sei
sorelle e momenti diocesani solo per i cesenati. A Cracovia ci si sposter a piedi o con
mezzi pubblici (il costo del trasporto compreso nel pacchetto di iscrizione). I pasti nella citt polacca potranno essere consumati
attraverso buoni pasto con i locali conven-

Settecento i ragazzi coinvolti nelle varie discipline sportive. La serata finale


si svolta domenica 3 luglio nella parrocchia di Case Finali di Cesena

zionati.
Gli organizzatori raccomandano molta attenzione relativamente ai documenti di
identit da portare con s. Con la sospensione del trattato di Schengen, lambasciata polacca ha annunciato controlli pi
severi alla frontiera.
Tra le tappe pi significative del pellegrinaggio la visita ad Auschwitz gioved 28 luglio e la via crucis guidata dal Papa, venerd 29 luglio. Sabato 30 previsto lo spostamento a piedi al Campus Misericordiae
(circa 15 chilometri dal centro di Cracovia) dove si terr la veglia e, la domenica
31, la Messa celebrata dal Pontefice.

Il tiro con larco si risolto in una sorta di


allenamento consumatosi in un
pomeriggio, senza vinti n vincitori.
Successo ha riscosso invece la novit del
biliardino: hanno vinto la coppa Matteo
Aloisi e Giacomo Cangini, mentre in
campionato lhanno spuntata Enrico
Ravaglia insieme a Simone Polloni. Infine
nella disciplina delle bocce si sono
imposti Matteo Piraccini e Luca Battistini
entrambi della parrocchia di Martorano.
Alle premiazioni erano presenti il vescovo
Douglas Regattieri, lassessore alla
cultura del Comune di Cesena Christian
Castorri, il responsabile della Pastorale
giovanile di Cesena-Sarsina e parroco di
Case Finali don Marcello Palazzi.
ALCUNE FASI DELLE PREMIAZIONI DELLE VARIE
SQUADRE (FOTOSERVIZIO JESSICA MARINO)

Trofeo Benedetto
Tanti i vincitori
S

La Chiesa ricorda con gratitudine San


Benedetto, compatrono dEuropa e fondatore
dellordine benedettino. Una gura grande, ma
forse un po distante nel tempo ed estranea alla
nostra cultura odierna.
Le monache benedettine del monastero dello
Spirito Santo di Cesena testimoniano che vi
una vicinanza, un primato - difficili da custodire
- che rendono ci che lontano vicino e ci che
estraneo intimo. Il Dio di oggi e di sempre,
conosciuto attraverso la particolare via
monastica.
La comunit invita tutti a partecipare, luned 11
luglio alle 9, alla celebrazione della Messa
presieduta dal vescovo Douglas Regattieri che
sar celebrata nella chiesetta del monastero di
via Celincordia, 185, a Cesena.

Alla Basilica del Monte


La comunit monastica di Santa Maria del Monte
celebra la festivit di San Benedetto luned 11
luglio con la celebrazione presieduta dal
vescovo Douglas alle 18. Prima della Messa, il
vescovo benedir la statua di San Mauro posta
nel portico antistante lingresso in basilica,
dono dellartista Domenico Neri. Nelloccasione
il vescovo Douglas benedir anche la lapide che
ricorda il trentennale della visita di papa
Giovanni Paolo II a Cesena (maggio 1986),
quando fu ospite della Basilica del Monte. La
lapide sar ricollocata nel chiostro
quattrocentesco. A seguire, ingresso giubilare
attraverso la Porta Santa della Basilica e
celebrazione della Messa.

Busto di San Mauro


in dono allAbbazia
Il busto in bronzo raffigurante San Mauro
vescovo realizzato dallartista Domenico Neri
sar donato alla Basilica del Monte. La
cerimonia di benedizione si terr luned 11
luglio prima della Messa delle 18 presso la
Basilica benedettina. Lopera stata collocata
allingresso della Basilica, mentre la versione in
terracotta sar custodita nella cripta.
Sono molto affezionato a questopera - dice
Neri che gi nel 2006 ha fatto dono di un busto
raffigurante il santo (ricordato fra i particolari
patroni celesti di Cesena assieme a Giovanni
Battista) proprio allantica pieve di San Mauro in
Valle. Lho realizzato su richiesta di un
parrocchiano di San Mauro. Inizialmente non
avevo accettato la proposta perch non ero
certo di averne il tempo. stata poi una parente
suora che mi ha fatto capire che stavo perdendo
unoccasione. Mi ha infatti detto che dovevo
essere grato al Signore per avermi fatto il dono
di scoprire la scultura a 72 anni. Quindi ci ho
riettuto, ho accettato la richiesta e mi sono
messo al lavoro. (Barbara Baronio)

i conclusa la decima edizione del Trofeo Benedetto,


torneo tra le parrocchie della diocesi che ha visto
cimentarsi pi di 700 ragazzi in svariate discipline.
La serata finale si svolta domenica 3 luglio presso la
parrocchia di Case Finali a Cesena. Alle 20,30 si disputata
lultima gara del trofeo, quella della pallavolo mista, che ha
visto la vittoria per tre set a due della parrocchia di Santa
Maria Goretti (foto in alto) su quella di Ponte Pietra.
Nel calcio a 7, questanno a girone unico, si imposta la
parrocchia di Gambettola (nella foto in basso a destra).
Grazie a una migliore classifica in coppa disciplina,
risultata vincitrice sul SantEgidio, giunto a pari punteggio.
Il calcio a 5 femminile ha visto imporsi le ragazze del
Lugaresi che in finale hanno battuto 5 a 0 le avversarie della
parrocchia di San Pio X. Nella stessa disciplina, ma al
maschile, il Ronta (nella foto in alto a destra) ha superato il
San Carlo per 5 a 3.

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

TERRASANTA - Giubileo della Misericordia: 8 giorni, dal 6 al 13 oobre 2016


IN AEREO DA BOLOGNA: Nazareth, Monte Carmelo, Cafarnao, i Santuari del Lago di Tiberiade,
Gerico, Betlemme, Gerusalemme con il passaggio della Porta Santa nella Basilica del Getzemani sul Monte
degli Ulivi. Trasferimen per Bologna, pensione completa, ingressi, accompagnatore e guida
da 1.130 euro

SAN GIOVANNI ROTONDO: 2 giorni, il 7 e 8 oobre 2016 - Pellegrinaggio 7 Diocesi della Romagna:
il Volto Santo di Manoppello, San Giovanni Rotondo, Monte SantAngelo e Lanciano.
In pullman G.T. - Hotel 3 stelle a San Giovanni Rotondo - pensione completa - assicurazione

130 euro

LOURDES: 4 giorni: dal 9 al 12 seembre, dal 12 al 15 seembre o dal 15 al 18 seembre 2016


Volo ITC da Bologna - Hotel 3 stelle - pensione completa - assicurazioni

da 595 euro

GRECIA: pellegrinaggio Diocesi di Rimini dal 16 al 23 seembre 2016, guidato dal vescovo Lambiasi
Sulle orme di San Paolo: volo da Bologna, trasferimen in bus, hotel 4 stelle, pensione completa

da 1.140 euro

GIUBILEO DEI CATECHISTI (Roma) il 24 e 25 seembre 2016. Viaggio in pullman, incontri,


veglia di preghiera, mezza pensione, Messa e udienza con papa Francesco, Porta Santa

125 euro

CREDENZIALI C.E.I. AD LIMINA PETRI - Sono disponibili presso lUcio Pellegrinaggi Diocesano
le Credenziali del pellegrino per chi percorrer il Cammino di Sanago, la Via Francigena o altre anche vie di pellegrinaggio.

Vita della Chiesa

Papa Francesco pellegrino ad Assisi


gioved 4 agosto, in forma privata
Una nota dei Frati minori:
Il papa si far pellegrino
in forma semplice e privata
nella basilica papale
di Santa Maria degli Angeli,
dove si raccoglier in preghiera
e offrir il dono della sua parola

apa Francesco sar pellegrino alla


Ppomeriggio
Porziuncola, ad Assisi, nel
del 4 agosto prossimo.
Lo hanno annunciato luned 4 luglio
il vescovo di Assisi, monsignor
Domenico Sorrentino, il ministro
generale dellOrdine dei Frati minori,
padre Michael A. Perry, il ministro

provinciale dei Frati minori dellUmbria, padre


Claudio Durighetto, e il custode della
Porziuncola, padre Rosario Gugliotta, in
comunione con tutta la Famiglia francescana.
Loccasione offerta dall8 centenario del
Perdono di Assisi, che cade provvidenzialmente
nellAnno Santo straordinario della Misericordia.
Papa Francesco riporta una nota dei Frati
minori si far pellegrino in forma semplice e
privata nella basilica papale di Santa Maria degli
Angeli, dove si raccoglier in preghiera e offrir il
dono della sua parola. La notizia stata
comunicata dal presidente del Ponticio

Gioved 7 luglio 2016

Consiglio per la promozione della nuova


evangelizzazione, monsignor Rino Fisichella. A
proposito della Porziuncola, recentemente il
Papa si cos espresso: Il cammino spirituale di
San Francesco inizi a San Damiano, ma il vero
luogo amato, il cuore pulsante dellOrdine, l
dove lo fond e dove inne rese la sua vita a Dio
fu la Porziuncola, la piccola porzione,
langolino presso la Madre della Chiesa; presso
Maria che, per la sua fede cos salda e per il suo
vivere cos interamente dellamore e nellamore
con il Signore, tutte le generazioni chiameranno
beata.

Il commento allAngelus di domenica 3 luglio


FOTO ARCHIVIO SIR

ortare un
questo Regno di Dio
messaggio di
che si va facendo.
speranza e di
Non distruggere,
consolazione,
costruire!.
di pace e di carit:
Certo leggiamo, in
limpegno chiesto agli
Luca, che Ges non si
operai di Dio, ai
nasconde il fatto che
missionari. Ed il
gli operai sono pochi.
tema della riflessione
O forse potremmo
del Papa allAngelus,
dire che non siamo
nella domenica 3
lievito, sale e luce a
luglio che fa memoria
sufficienza. Ecco
dellapostolo
perch si vive spesso
Tommaso, che
come se Dio non
confess Ges come
esistesse, perch
suo Signore e lo
siamo presi dai nostri
testimoni fino in
condizionamenti, da
India, secondo la
problemi e
tradizione. La pace
preoccupazioni.
tema sempre attuale,
Loperaio del Vangelo,
e lo , in modo
afferma Francesco,
particolare, in questo
anzitutto dovr
nostro tempo cos
essere consapevole
confuso, tempo di
della realt difficile e
esodi, di muri, di
talvolta ostile che lo
rifiuti, di
attende. Lostilit
respingimenti; tempo in
sempre allinizio delle
cui in nome di Dio si arriva
persecuzioni dei cristiani;
persino a commettere
perch Ges sa che la
violenze e uccisioni, come
missione ostacolata
la recentissima strage di
dallopera del maligno. Ed
Dacca, in Bangladesh, cui
proprio per questo che il
va il pensiero del Papa nel
credente, il missionario si
dopo Angelus, assieme
sforzer di essere libero da
Il pensiero per le vittime e i feriti degli attentati degli ultimi giorni
allattentato a Baghdad:
condizionamenti umani di
preghiera per le vittime e
ogni genere, non portando
richiesta al Signore di
borsa, n sacca, n sandali,
convertire il cuore dei violenti accecati
rabbinica, sarebbero i popoli che hanno
preoccupazione.
come ha raccomandato Ges, per fare
dallodio.
ascoltato la legge al monte Sinai; sempre
I missionari, dice papa Francesco
affidamento soltanto sulla potenza della
Luca, con il suo Vangelo, ci ha come
70 gli anziani scelti da Mos e altrettanti
allAngelus, non sono solo coloro che
Croce di Cristo. Questo significa
inseriti nel cammino di Ges verso la
i membri del Sinedrio a Gerusalemme,
vanno lontano, ma anche noi,
abbandonare ogni motivo di vanto
sua Pasqua, a Gerusalemme. Un brano
escluso il sommo sacerdote. E infine
missionari cristiani che diciamo una
personale, di carrierismo o fame di
che possiamo dividere in due momenti:
settanta, o settantadue, sarebbero coloro buona parola di salvezza. E questo il
potere, e farsi umilmente strumenti della
linvio dei discepoli, a due a due, e il loro
che hanno tradotto la Bibbia in greco,
dono che ci d Ges con lo Spirito
salvezza operata dal sacrificio di Ges.
ritorno pieni di gioia. Settantadue
detta dei settanta. Ecco un ulteriore
Santo. Quando manda i discepoli nei
Tornarono pieni di gioia, leggiamo in
discepoli che Ges invia in ogni citt e
legame tra Antico e Nuovo Testamento,
villaggi, raccomanda loro, prima dite:
Luca. Perch quella del cristiano nel
luogo dove stava per recarsi, come
una continuit, dunque, che si iscrive in
pace a questa casa [] Guarite i malati
mondo una missione stupenda, una
leggiamo in Luca. Settantadue, o
un cammino che non frattura con la
che vi si trovano. Questo significa,
missione destinata a tutti, una
settanta nel testo ebraico della Genesi,
legge dei padri, e vive di quel ma io vi
afferma ancora il Papa, che il Regno di
missione di servizio, nessuno escluso;
come le nazioni pagane: come dire che
dico che Ges porta nel mondo. E la
Dio si costruisce giorno per giorno e
essa richiede tanta generosit e
Ges manda i suoi discepoli in tutto il
missione dei discepoli innanzitutto
offre gi su questa terra i suoi frutti di
soprattutto lo sguardo e il cuore rivolti in
mondo, testimoni della sua parola.
portare la pace e annunciare la
conversione, di purificazione, di amore e alto, per invocare laiuto del Signore. E
Interessante notare una sorta di
vicinanza del Regno di Dio. Nessuno
di consolazione tra gli uomini. una
richiede la forza debole della fede.
pitagorismo: 70, secondo la tradizione
escluso dal suo sguardo, dalla sua
cosa bella! Costruire giorno per giorno
Fabio Zavattaro

Da Dacca a Baghdad

Attualit
Necessarie quattro azioni per contenere il
terrorismo: annientare il Califfato, rafforzare
la rete di intelligence, eliminare le cause di
risentimento e frustrazione, infine avviare
un'azione culturale incessante a tutti i livelli,
un dialogo coraggioso e costruttivo con i
cittadini europei di fede islamica, con gli
intellettuali e le autorit religiose dei Paesi
arabi, che abbia come fine quello di
contemperare affermazione delle rispettive
identit e rispetto per ogni persona

Gioved 7 luglio 2016

Villaggio globale

FOTO AFP/SIR

di Ernesto Diaco

ANDATE IN MISSIONE 2.0

h
s
e
d
a
l
g
n
a
Attentato in B

Lorrore
della terza guerra mondiale a pezzi
L
attentato in Bangladesh ci
ha improvvisamente
ricordato le parole di papa
Francesco sulla "terza
guerra mondiale a pezzi" pi di quanto
non facciano le stragi in Turchia o le
autobombe in Iraq. E normale che sia
cos, la morte di nostri concittadini ci
tocca pi della scomparsa di persone a
noi lontane. Tuttavia,
non possiamo permetterci di perdere
completamente di vista "gli altri pezzi",
perch mancheremmo di rispetto alle
vittime e perderemmo la visione
dinsieme su ci che sta accadendo.
Perderemmo la prospettiva di papa
Francesco, per capirci. La terza guerra
mondiale a pezzi "mondiale" perch
tocca continenti diversi e perch
contiene un elemento di scontro
ideologico che seppure non sempre
unitario e perfettamente coerente,
emerge in molte zone segnate dal
conflitto e a fungere da fattore
unificante. invece "a pezzi" perch
radicata in tante tensioni e cause di
scontro a carattere fortemente locale e
perch non combattuta da poche
grandi potenze in grado di operare su
scala globale, ma da molti attori nonstatali che usano strategie non
convenzionali contro stati che devono
adeguarsi e agire di conseguenza.
Arriviamo dunque al perch di questi
recenti attentati e al nesso fra questi e
lIsis. Il sedicente Stato islamico ha da

il Periscopio

subito alternato terrorismo e metodi di


combattimento volti al controllo del
territorio fra Siria e Iraq. Inizialmente
gli attacchi terroristici servivano a
indebolire i governi arabi considerati
asserviti allOccidente e a far scappare
gli occidentali dal territorio che
sarebbe dovuto diventare del
"califfato". In seguito, il terrorismo
stato usato per colpire i Paesi
impegnati nella lotta allIsis. Adesso
che questo ha perso il controllo su gran
parte del territorio conquistato in
precedenza ed in forte difficolt, il
terrorismo rappresenta un tipo di lotta
privilegiato, poich necessita di poche
risorse finanziarie, organizzative e di
armamenti.
In realt, non sappiamo quanti degli
attentati rivendicati in qualche modo
dallIsis nellultimo anno siano stati
effettivamente ordinati a Raqqa ed
eseguiti seguendo una catena di
comando che collegava la Siria ai
luoghi delle stragi, ma nella logica della
guerra mondiale a pezzi non fa molta
differenza. Certamente, controllare gli
spostamenti di persone da e verso la
Siria, lIraq, il Pakistan, lAfghanistan e
altri Paesi importante a fini
investigativi, ma la logica della violenza
nella guerra mondiale a pezzi
ugualmente chiara. Chi vede
nellavvento del califfato globale
lorizzonte entro il quale la propria
frustrazione personale o lesclusione

politica del proprio gruppo potr


trovare finalmente una soluzione,
cercher di sostenere lIsis come e dove
sar in grado di farlo. Per questo
motivo, purtroppo, dobbiamo
aspettarci altri attentati in futuro.
Cosa possiamo fare?
Prima di tutto, lIsis va annientato
perch deve essere chiaro che
lorizzonte del Califfato non si
concretizzer mai. In secondo luogo,
necessario rafforzare la rete di
intelligence sia in Italia che allestero,
consolidando la cooperazione con i
nostri alleati e lavorando per standard
comuni, almeno in Europa. In terzo
luogo necessario un lavoro politico
ad ampio spettro che elimini le cause
di risentimento e frustrazione. In
Europa questo vuol dire lavorare
meglio sulle politiche dintegrazione,
mentre in Medio Oriente si deve
operare per la costruzione di regimi
inclusivi e per lisolamento degli Stati
che finanziano il terrorismo. Infine,
serve unazione culturale incessante a
tutti i livelli, un dialogo coraggioso e
costruttivo con i cittadini europei di
fede islamica, con gli intellettuali e le
autorit religiose dei Paesi arabi, che
abbia come fine quello di
contemperare affermazione delle
rispettive identit e rispetto per ogni
persona. un lavoro lungo, complesso
e costoso, ma ci sono poche alternative.
Stefano Costalli

Andate: ecco, vi
mando come
agnelli in mezzo a
lupi; non portate
borsa, n sacca,
n sandali. Nel
brano di Vangelo
letto domenica
scorsa, Luca riporta le parole
con cui Ges
invia in missione i suoi discepoli. Se levangelista vivesse oggi, forse aggiungerebbe:
Ma ricordate lo smartphone.
Guardando il calendario delle attivit della
Fondazione Cum di Verona, il pi importante centro di formazione e animazione
missionaria in Italia, non c dubbio che le
tecnologie informatiche abbiano un posto
di primo piano nellevangelizzazione dei vicini e dei lontani, due categorie che appaiono oggi sempre pi anacronistiche.
La missione raccontata attraverso i social
stato il tema del corso per gli operatori di
pastorale missionaria, tenuto nel capoluogo
veneto dal 23 al 26 giugno scorsi. Tutti noi
usiamo i siti e i social riconoscono gli organizzatori ma spesso li utilizziamo senza
appropriati criteri o senza la giusta consapevolezza del mezzo che utilizziamo. Semplicemente perch non ne conosciamo le
caratteristiche e come va utilizzato. Il corso
dunque ha lobiettivo di semplificare e di
rendere efficace il lavoro degli operatori di
pastorale missionaria che ogni giorno usano
i social per comunicare la missione nei tanti
sud del mondo.
In questa cornice, le giornate di lavoro
hanno preso il via con una riflessione sui
cambiamenti della comunicazione e del linguaggio nellepoca dei social network, nessuno escluso: facebook, twitter, instagram,
google plus, pinterest, ecc. Perch si crea,
come si crea, perch si utilizza, come si utilizza stato il passo successivo, per giungere il terzo giorno a Vivo (unesperienza),
scatto, riprendo, scrivo, edito: quanto tempo
per fare questo? Cosa dire e come dire sui
social. I partecipanti si sono interrogati sul
rapporto tra qualit e rapidit nella comunicazione, due elementi solo apparentemente
in conflitto. Grande spazio, poi, stato dedicato alle immagini, come mostrano i titoli
degli altri temi affrontati: le immagini giuste per i social; come (e perch) si realizza
un video per i social; interazione tra i social.
Strettamente legate alle prospettive della
missione ad gentes sono quelle dei flussi
migratori, che portano i popoli a incontrarsi
sempre pi.
Ecco dunque che il prossimo appuntamento del Cum, il 10 e 11 novembre 2016,
sar dedicato a I perch di un esodo. I giornalisti di fronte alle sfide dellimmigrazione, con gli interventi di Alberto Laggia e
Luciano Scalettari, redattori di Famiglia Cristiana, e di Enzo Nucci, corrispondente Rai
da Nairobi.

di Zeta

Lergastolano Carmelo Musumeci racconta i giorni in permesso


felice insieme ai suoi figli e ripensa a quanto stato troppo lontano

Vorrei fuggire, poi mi faccio di nuovo divorare

11

o sotto mano una scritto del tutto particolare. Me lo ha inviato la mia amica
Nadia Bizzotto della Comunit papa Giovanni XXIII. Sono riportate alcune
righe in forma di diario. Le prime sono del 7 giugno. Le ultime del 15 dello
stesso mese. Le ha scritte lergastolano Carmelo Musumeci. I frequentatori di questa
rubrica e di questo giornale ne sanno qualcosa perch in pi occasioni ne ho parlato.
Anzi, Carmelo, nonostante il carcere a vita che gli pesa sulla testa, entrato nella mia
vita e anche in quella della mia famiglia. Ogni tanto, raramente mi pare ovvio, si fa
sentire con conversazioni che sono memorabili.
Di seguito pubblico alcune sue note che mi pare meritino un minimo di ascolto.
Mi hanno concesso un breve permesso per andare a Firenze a presentare il mio ultimo
libro Gli ergastolani senza scampo. Fenomenologia e criticit costituzionali
dellergastolo ostativo. Sono fuori. Rimango sempre a bocca aperta quando esco dal
carcere. E mi stupisco di quanti bei colori ha la libert, forse perch il carcere un
mondo in grigio e nero. Dopo la presentazione del mio libro a Firenze mia figlia mi ha
portato a casa ed stata una delle cose pi belle che mi sia capitata nella mia vita. Ogni
volta che esco qualche giorno in permesso vivo davvero. E mi sembra strano muovermi
fra le persone del mondo libero. Oggi mentre mi sentivo luomo pi felice delluniverso
pensavo che ho vissuto troppi anni senza speranza e senza un domani e non mi sar
facile ritornare a vivere. Poi ho lasciato cadere questi pensieri e ho cercato di
concentrarmi per nascondere nel mio cuore pi emozioni possibili, per tirarle fuori
quando sar di nuovo dentro l Assassino dei Sogni.

Carmelo scrive queste frasi sul 10


giugno. Lo stesso giorno ricevo una
chiamata speciale. Sono a un
incontro in citt, quando verso le
19,30 squilla il mio cellulare. Vedo il
numero di Nadia Bizzotto. Capisco
subito chi c dallaltra parte.
Carmelo. Ogni volta come un
ritorno a casa. come la prima volta
che ci siamo visti di persona, in
carcere a Padova, dopo aver a lungo
corrisposto via email. unemozione
sempre straordinaria, pi di una
telefonata davvero importante.
Molto di pi, e sono sincero. Ecco di
nuovo il racconto di Musumeci.
NADIA BIZZOTTO E CARMELO MUSUMECI
Mi sento felice insieme ai miei figli.
IN UDIENZA IN PIAZZA SAN PIETRO, A ROMA
E chiss perch in certi momenti
invece di gustarmi la felicit penso a
quanto sono stato infelice in tutti questi anni lontano da loro.
il 13 giugno quando Carmelo scrive:
Sono di nuovo dentro. Ogni volta che rientro in carcere e vedo lAssassino dei Sogni che mi guarda
arrivare e spalanca la sua bocca per divorarmi mi viene voglia di voltarmi e di fuggire a gambe
levate. Poi invece mi faccio divorare. (936)

12

Cesena

Gioved 7 luglio 2016

Lintervista

Dopo Rockin1000 Fabio Zaffagnini porta in citt la pi grande rock band al mondo

Mille musicisti in concerto


Sbarca a Cesena Thats live
S

i pu diventare famosi in tutto il


mondo organizzando un
concerto? Fabio Zaffagnini (nella
foto), 40 anni, geologo, c riuscito.
Lideatore di Rockin 1000, lestate
scorsa era sulla bocca di tutti,
dallItalia allAmerica, passando per
mezza Europa, grazie a un particolare
evento. In 1000, fra chitarristi,
batteristi, bassisti e cantanti, si sono
ritrovati il 24 luglio 2015 al parco
Ippodromo di Cesena per suonare e
cantare contemporaneamente Learn to
Fly, famoso pezzo della band
americana Foo Fighters. Lo scopo era
portare il gruppo a Cesena per un
concerto live. Il video dellesibizione
diventato subito virale e, ad oggi, ha
superato 30 milioni di visualizzazioni
su Youtube, arrivando anche a Dave
Grohl, cantante dei Foo, che qualche
mese dopo, a novembre, ha suonato
con gli altri membri del gruppo al
Carisport. Una storia talmente
incredibile da non sembrare vera. Tutto
ci grazie alla passione del team di
organizzatori che, guidati da
Zaffagnini, e con i fondi ricevuti
attraverso il crowfunding, sono riusciti
a creare qualcosa di mai visto prima.
Zaffagnini, com nato lincredibile
progetto Rockin 1000?
Lidea nata ad aprile 2014.
Inizialmente doveva essere una
goliardata, per provare a chiedere a
una band che mi piace di venire a
suonare nella mia citt. Voleva essere
un grande tributo, poi anche attraverso
la raccolta fondi diventato realt.
Siamo arrivati a vincere premi in Italia
e in America. Abbiamo raccontato la
nostra storia ovunque. Siamo stati
contattati persino dalle televisioni
estere. E stata una grande
soddisfazione, ma ci siamo accorti che,
pur essendoci mille musicisti, cerano
poche persone a vedere questo
spettacolo, e per questo abbiamo
pensato a un nuovo evento per questa
estate, Thats live.
Di cosa si tratta?
Di un concerto allo stadio Orogel Dino
Manuzzi di Cesena, in cui saranno
presenti sempre mille artisti, ma
questa volta oltre a voci, batterie, bassi
e chitarre ci saranno anche violini,
cornamuse e tastiere. Suoneremo pi
di quindici pezzi, svariando da brani

LEVENTO ROCKIN1000 DELLO SCORSO


ANNO AL PARCO IPPODROMO
IN BASSO A DESTRA, FABIO ZAFFAGNINI

I musicisti, quando si iscrivono al


progetto sul nostro sito, accedono ad
unarea personale, nella quale ci sono
informazioni su ci che devono
portare con loro quando verranno a
Cesena. Inoltre sono presenti la lista
delle canzoni in scaletta, gli spartiti e
dei video tutorial attraverso i quali tutti
si possono esercitare da casa per il
concerto. Dal 21 al 23 luglio ci sar una
tre giorni di prove fra lo stadio e il
teatro Verdi, tutte a porte chiuse. I
musicisti il giorno del concerto
avranno una base in cuffia, tramite la
quale potranno suonare a tempo con
tutti gli altri.
Ha organizzato entrambi gli eventi a
Cesena, ma nativo di Faenza. Cosa la
lega alla nostra citt?
In questo periodo vivo a Cesena, ho
molti amici in questo posto. E una
citt che mi ha dato tanto
umanamente. Inoltre le possibilit a
livello di infrastrutture qui sono
maggiori.

dei Beatles, dei Rolling Stones e tanti


altri grandi gruppi o cantanti rock che
hanno fatto la storia di questo genere.
E un lavoro complicato, il budget
stato dieci volte maggiore rispetto a
quello dellanno scorso, ma per fortuna
abbiamo partner importanti. Il 24
luglio ci aiuteranno anche artisti
famosi come il chitarrista di Elio e le
Storie Tese, o come il batterista e il
chitarrista dei Bluvertigo, e tanti altri.
Lobiettivo non pi invitare una

grande band, ma
provare a fare
qualcosa di mai
sentito prima. Creare
la stessa atmosfera dello spettacolo di
una rockstar, con musicisti comuni. I
musicisti sono di qualit: sono
convinto che ce la faremo.
Com stato possibile e come sar possibile coordinare tutti questi musicisti
e cantanti?

Per assistere allevento del 24 luglio, info biglietti


Sar il concerto della pi grande rock band al mondo. Il 24 luglio allOrogel Stadium Dino Manuzzi oltre 1000 musicisti suoneranno tutti insieme i
brani che hanno fatto la Storia del Rock. Per assistere dal vivo a qualcosa
di mai visto prima possibile assicurarsi i biglietti acquistandoli presso i
circuiti Mailticket e Ticketone. Le tariffe: curva, 21 euro pi diritti di prevendita, distinti euro 30 pi diritti di prevendita, tribuna 39 euro pi diritti di prevendita.
La campagna raccolta fondi si tenuta dal 29 marzo al 25 maggio (55
giorni). Il traguardo di 100.000 euro stato ampiamente superato. Sono
stati raccolti 161.940 euro. Saranno utilizzati per la produzione dell'evento.
Serviranno inoltre per l'allestimento dello stadio, il service audio e luci, la
fornitura e distribuzione elettrica, tutti i professionisti ed i tecnici coinvolti , le attivit per le riprese video, la logistica, la comunicazione, la sicurezza, le pulizie, i permessi, ingegnerizzazioni, la Siae e altri costi.

Oltre alla passione per la musica, ama anche viaggiare,


tant che ha creato una startup, Trail me up. Di cosa si
tratta?
Nella mia vita ho viaggiato
tanto e lavorato parecchio
allestero, dalle navi
oceanografiche nellOceano
Indiano Meridionale alle
spedizioni archeologiche in
Oman, ho fatto tante
esperienze fuori dallItalia.
Trail me up un progetto partito nel
2011, attraverso il quale assieme a un
team di amici e collaboratori abbiamo
deciso di mappare sentieri percorribili
solo a piedi, attraverso migliaia di foto
panoramiche.
Per concludere, sente di poter dire
che, dal successo del Rockin 1000 del
luglio scorso, la sua vita sia cambiata?
Dal punto di vista lavorativo qualcosa
cambiato, dato che ho dovuto
abbandonare un lavoro al Cnr di
Bologna per seguire il Rockin 1000.
Sinceramente, sono talmente
concentrato su ci che stiamo
organizzando e ho cos poco tempo
che non mi sono ancora fermato a
riflettere sui cambiamenti che mi sono
capitati. Sicuramente tutta questa
attenzione ha dato molta credibilit a
me e al mio team. In pi c una cosa
che a me sembra molto buffa: capita
che le persone mi fermino in giro e mi
chiedano di fare un selfie. Forse
realizzer meglio quanto di incredibile
mi sia successo ultimamente, dopo
questo grande e importante evento.
Andrea Pracucci

Cesena

Nellassemblea dei soci


sono state approvate tutte
le proposte. Al via un nuovo
aumento di capitale grazie
al Fondo interbancario
Fondazioni ridimensionate

CARISPORT, DOMENICA 3 LUGLIO.


UN MOMENTO DELLASSEMBLEA DEI SOCI

Carisp Cesena
Iniziata
nuova era
Azioni a 50 cent

na cura da cavallo per la Cassa


di Risparmio di Cesena: tante
medicine amare, tutte e subito.
Nessuna diluizione nel tempo:
aumento di capitale fino a 280 milioni
di euro, un crollo del valore delle azioni
a 50 centesimi (dai 14-16 euro degli
ultimi anni), un bilancio 2015 che si
chiude con una perdita di 252 milioni di
euro (causata, in larga parte, dalla
riclassificazione di molti prestiti in
sofferenza, che hanno richiesto
rettifiche per 390 milioni di euro).
Il nuovo consiglio di amministrazione
della Cassa, presieduto dal febbraio
scorso dallavvocato riminese Catia
Tomasetti, ha chiesto lacrime e sangue
agli azionisti. E gli azionisti, riuniti
domenica scorsa al Carisport di Cesena,
hanno deciso di ingoiare lamara
medicina. Prima votando laumento di
capitale in assemblea straordinaria (con
il 96,52 per cento delle azioni presenti),
poi approvando in assemblea ordinaria
il bilancio dellanno scorso (con il 97,44

Gioved 7 luglio 2016

per cento del capitale


presente).
I numeri, per, non
devono trarre in
inganno. In assemblea
erano presenti
numerosi piccoli
azionisti assai scettici
sulla dieta forzata
proposta dal nuovo Cda.
Decine di interventi
hanno stigmatizzato
loperato del precedente
Consiglio di amministrazione e lo sforzo
straordinario, per non dire smisurato,
richiesto dai nuovi amministratori agli
azionisti. Lesito della partita,
comunque, era stabilito in partenza
dato che le tre fondazioni bancarie
(Cesena, Faenza e Lugo), che detengono
i due terzi della Cassa, avevano gi
annunciato il proprio voto favorevole.
Proprio le Fondazioni bancarie escono
completamente ridimensionate
dallassemblea di domenica. Avrebbero
dovuto comunque perdere il controllo
della banca entro 5 anni, in base a un
accordo tra le Casse di Risparmio
italiane (Acri) e il ministero
dellEconomia. Cos, per, a loro
restano in mano solo poche briciole,
con una partecipazione azionaria
insignificante. Nuovo azionista di
maggioranza sar il Fondo
interbancario di Tutela dei depositi,
partecipato dalle maggiori banche
italiane, che sottoscriver laumento di
capitale.

13

Il Comitato
si organizza

Un male minore per le Fondazioni, una


sorta di atto dovuto per salvare la banca,
per usare le parole del presidente della
Fondazione Carisp Cesena, Bruno
Piraccini: Ora gli indici patrimoniali e
di copertura della Cassa sono di
eccellenza a livello nazionale e
dovrebbero favorire, in un futuro non
lontano, laggregazione con una banca
di maggiori dimensioni. La massima
prudenza applicata nella valutazione, in
particolare, della recuperabilit dei
crediti cui sono conseguiti costi
pesantissimi a carico del bilancio 2015
pu essere discutibile, ma lazionista,
anche di controllo, non partecipa
allattivit aziendale.
Scaricare tutte le difficolt sulle spalle
degli azionisti ha avuto, come effetto,
quello di non far fallire la banca. Il
migliaio di dipendenti e le loro famiglie,
dunque, possono tirare un sospiro di
sollievo, cos come le tante aziende sane
del territorio con un prestito in corso.
Agli azionisti resta la magra
consolazione dei warrant, che verranno
emessi a titolo gratuito e attribuiti loro
in opzione (quattro per ogni azione
posseduta). Si tratta di certificati che
potranno essere convertiti in azioni (al
prezzo pagato oggi dal Fondo
interbancario) tra il 18esimo e il
60esimo mese dalla data di emissione.
Se in futuro le azioni della Cassa
dovessero risalire la china, grazie ai
warrant le perdite attuali potrebbero
essere lenite.
MiB

Agguerriti pi che mai, fuori e dentro al


Carisport. Gli esponenti del Comitato difesa risparmiatori della Cassa di Risparmio di Cesena, promosso dal blogger Davide Fabbri e da Franco Faberi, hanno fatto sentire la propria voce domenica scorsa
allassemblea degli azionisti dellistituto di
credito.
Il banchetto informativo allestito in piazzale Tordi ha totalizzato 56 adesioni nel giro di una mattinata, portando il totale degli aderenti a 172 iscritti: "Sono circa
13mila e 200 gli azionisti privati che si ritrovano con i loro titoli pressoch azzerati
- ha commentato Fabbri - vogliamo ridare
dignit agli oppressi, contro lesercizio arrogante del potere della banca. Per questo
faremo azioni di responsabilit in sede penale e civile nei confronti degli amministratori e dirigenti della banca, assieme a
uno staff di avvocati".
Il Comitato, in particolare, punta il dito
sulla presunta inattendibilit della stima
del valore dellazione e sulla svalutazione
eccessiva dei crediti deteriorati nel bilancio della banca del 2015.
La Carisp, praticamente, per rendere pi
appetibile al Fondo laumento di capitale,
avrebbe alzato bandiera bianca su molti
prestiti "a rischio". Dichiarando non pi
esigibili queste somme, ed accantonando
fior di milioni per coprire gli eventuali buchi, avrebbe fatto scendere a picco il valore delle proprie azioni.
Per il Comitato non tutti questi crediti dovevano essere dati per persi: "Sembra
piuttosto strano che lazione di una banca,
che ha fondate prospettive di realizzare
nei prossimi due o tre anni utili per oltre
300 milioni di euro, nel contempo debba
subire una cos pesante svalutazione vedendosi assegnato un valore medio pari a
euro 0,50. Non era preferibile adottare criteri altrettanto rigorosi, ma non cos penalizzanti per la stima dei crediti deteriorati?
Fermarsi a 275 milioni di nuovi accantonamenti avrebbe comunque posizionato
la banca nella fascia pi alta delle coperture, ma avrebbe consentito di mantenere
un valore patrimoniale del titolo vicino
agli 8 euro".
MiB

14

Cesena

Gioved 7 luglio 2016

La Confesercenti Cesenate ha presentato i dati di una rilevazione su 200 imprese del territorio

IL TAVOLO DI PRESIDENZA
DURANTE UN MOMENTO DELLA
CONFERENZA STAMPA

Ancora luci e ombre


Ripresa, andamento lento
L

eggermente ottimista. Blanda


ripresa. Sono stati questi i termini
usati luned scorso durante la
presentazione dellandamento
delleconomia tra le imprese del
settore commercio, turismo e servizi
avvenuta nella sede cesenate della
Confesercenti. Li hanno usati il
presidente della Camera di
commercio, Alberto Zambianchi e il
direttore generale del Credito
cooperativo romagnolo, Giancarlo

Petrini. Si parlato della rilevazione


effettuata tra il 20 e il 23 giugno scorsi
su 200 imprese del territorio, le stesse
interpellate nei quattro anni
precedenti. Noto una stanchezza
diffusa - ha detto il sindaco di Cesena
Paolo Lucchi -. Le difficolt della Brc
prima e ora della Cassa di Risparmio di
Cesena acuiscono i momenti di
criticit nei quali siamo immersi da
anni. Le famiglie che fanno fatica
vivono sempre maggiori

Shopping serale
Metti il Venerd sera
in centro a Cesena

Visita a Cesena di Andrea Frediani


scrittore di romanzi storici
La centuriazione
il vostro monumento

no scrittore da un milione di copie in cerca di


ispirazione nel cesenate. Andrea Frediani (nella
foto, seduto), saggista e scrittore di romanzi
storici, venerd e sabato stato a Cesena invitato dallAssociazione Terre Centuriate.
Gli ultimi suo romanzi storici, ambientanti nellantica Roma, hanno avuto un successo
clamoroso. Lultimo pretoriano, dedicato alla figura di Costantino, descrive lascesa al
potere dellimperatore che, nel 313 con lomonimo editto, tolse dallambiguit il
cristianesimo facendo cessare le persecuzioni, come gi Galerio alcuni anni prima
aveva sancito. Ma Costantino non era uno stico di santo - ha detto lo scrittore - in
quanto sono dimostrati omicidi e persecuzioni che attu per raggiungere il potere.
Venerd sera Frediani ha partecipato a una serata moderata dallex sindaco Giordano
Conti, con letture di Ilario Sirri. Sabato invece ha dedicato la giornata a studiare la
Centuriazione romana, accompagnato dallex presidente di Terre Centuriate Giancarlo
Brighi, dal presidente Michele Ceccaroni e da alcuni consiglieri fra i quali Tarcisio
Raggi e Lorenzo Gasperoni. Immancabile la visita a Savignano e a Calisese per capire
quale sia il vero Rubicone. Difficile esprimersi - ha detto diplomaticamente Frediani anche se forse penserei di pi al fiume di Savignano. Poi stato accompagnato alla
Biblioteca Malatestiana. La serata di sabato stata dedicata allincontro con i soci delle
Terre Centuriate. La suddivisione dei poderi in questa zona - ha terminato Frediani -
straordinaria. il vostro monumento, un patrimonio da valorizzare. Credo che non
tarder molto a scrivere o un saggio o un romanzo ambientato in questi luoghi.
Cristiano Riciputi

econdo appuntamento dei Venerd Sera In


SseraleCentro,
lappuntamento con lo shopping
coordinato dal Comitato di valorizzazione
del centro storico Zona A in collaborazione con il
Comune di Cesena e i commercianti del centro
che hanno aderito alliniziativa partecipando
attivamente alle serate.
In piazza del Popolo, venerd 8 luglio dalle 21
lappuntamento con Benessere in Piazza
evento dedicato allo stare bene con uno show
cooking della chef Monia Amadori; sar inoltre
possibile testare tecniche di rilassamento e
massaggi. Non mancheranno nelle varie piazze
del centro storico le tradizionali animazioni per
tutta la famiglia. In piazzetta Alboni esibizione
della scuola di ballo Happy Rock; in piazza
Almerici gal di ginnastica ritmica; in piazza
Giovanni Paolo II letture di Favole sotto le
stelle. Con partenza dal teatro Bonci alle 21,
Camminata letteraria per ascoltare le pagine
di William Shakespeare; legge Roberto
Mercadini.
Programma completo su www.zonaacesena.it

ANNIVERSARIO

La parrocchia del Duomo propone un pellegrinaggio


di quattro giorni (tre notti) nella cittadina mariana
di Lourdes, dal 12 al 15 settembre. Volo da Bologna,
hotel tre stelle (pensione completa),
accompagnatore e assistenza religiosa. Quota: 595
euro.
Per info e iscrizioni: parrocchia del Duomo, don
Giodano Amati, 339 4228650; ufficio diocesano
pellegrinaggi, tel. 0547 610280.

Nel primo anniversario della salita


al cielo, la famiglia e gli amici
ricordano il caro

PIERO LUCCHI
Una Messa di anniversario sar
celebrata marted 12 luglio alle 18
nella chiesa parrocchiale
di San Paolo di Cesena

Cammino San Vicinio


Tappa rimandata
al prossimo fine settimana

Romagna Iniziative
Aziende e territorio
Sodalizio Per vivere a colori
Quasi ventanni fa, durante una cena al ristorante
Ponte Giorgi, lidea. Da quel momento partito il
progetto Romagna Iniziative. Il copyright del
racconto appartiene a Dionigio Dionigi, presidente
della Societ Gas Rimini, socio fondatore del
consorzio assieme a Davide Trevisani, fondatore della
Trevi, e Bruno Piraccini, amministratore delegato di
Orogel. I tre hanno partecipato, nella mattinata del
30 giugno, allincontro tenutosi al Carisport, per fare
il punto sulle attivit organizzate e sostenute dal
sodalizio cesenate nellultimo periodo e per
festeggiare il ventennale del pool di aziende.
Francesca Amadori, presidente del consorzio, ha
parlato delle attivit pi signicative in cui Romagna
Iniziative stata coinvolta nellultimo anno. Dopo i
racconti di Trevisani, Dionigi e Piraccini, e dopo
lintervento del sindaco Paolo Lucchi, la Amadori ha
introdotto le due new entry dellassociazione.
Isotelma, azienda di Gambettola che si occupa di
sigillanti e 3 civette, specializzata nellallestimento
di eventi, si aggiungono ad Amadori, Camac
Industria Moda, Cassa di Risparmio di Cesena, F.lli
Battistini, Hippo Group, Orogel, SGR Servizi,
Technogym, Trevi Group e Viaggi Manuzzi. Presentati
anche il nuovo logo e il nuovo slogan, Vivere a
colori. Il classico marchio con lacronimo RI lascia
spazio a una scritta formata da cinque colori, tutti
con un signicato preciso: larancione il colore
storico istituzionale, lazzurro ricorda le aziende
socie, il giallo rappresenta il Carisport, gestito dal
consorzio dal 2001, il rosso per la cultura e il verde
dedicato al lo sport. In pi sono stati forniti alcuni
dati: 10mila giovani coinvolti, 40 associazioni ed
eventi sportivi sponsorizzati, 20 progetti culturali
realizzati, 30 concerti ed eventi organizzati al
Carisport nel solo 2016. Numeri importanti,
presentati attraverso video creati per loccasione,
anche grazie allaiuto di una bambina di 11 anni,
protagonista di una delle clip e presente allincontro.
Rimangono inalterati gli obiettivi di Romagna
Iniziative per il prossimo futuro: valorizzare il
territorio e dare spazio ad arte, cultura e sport,
partendo dai giovani. Francesca Amadori ha anche
sottolineato come il Carisport rappresenti una vera e
propria azienda aperta tutta la settimana. Sulla
Fondazione Cassa di Risparmio si mantenuta cauta
e ha evidenziato come il compito di Romagna
Iniziative sia quello di lavorare con efficienza anche
senza i contributi della banca. Inne, la presidente
ha chiarito che negli anni il consorzio ha investito
nel territorio pi di 250mila euro lanno, ribadendo
una volta di pi limportanza del lavoro svolto dal
1996 a oggi. Lincontro si concluso con una sda
lanciata da Trevisani: ogni socio dovr impegnarsi a
portarne un altro allinterno dellassociazione. Pi
aziende, pi investimenti, pi benessere per tutti.
Andrea Pracucci

Festa in casa di riposo | I 100 anni di Lea Valzania

Duomo

Pellegrinaggio a Lourdes

I libri ha stampato lettera per


lettera, verificati pagina per pagina,
letti per tornare nella storia
e volare nel futuro. Ora ha aperto
il libro dellultimo viaggio,
quello che porta a te.
Accoglilo, o Signore.

impedimenti.
Presente anche il direttore generale
Graziano Gozi che ha illustrato la
ricerca curata dallufficio studi interno
guidato da Angelo Span, i lavori sono
stati introdotti dal presidente della
sede di Cesena, Vanni Zanfini. Si va
avanti piano - ha aggiunto Zambianchi
-. Ci sono pi luci che ombre, ma
tutto qui il positivo, sembrato di
capire. Pi speranze che certezze,
timide riprese che stabili risalite.
Petrini gli ha fatto eco: Noto qualche
imprenditore di nuovo in ascesa,
qualcuno di successo. Le sanzioni
economiche con la Russia hanno
inciso anche sul Cesenate. Noto un
ritorno allinvestimento immobiliare,
soprattutto da parte dei piccoli, anche
se la svalutazione degli alberghi
continua. Da un valore di 60-70 mila
euro una camera oggi viene valutata
20-25 mila euro. E poi ci dobbiamo
confrontare con il nuovo fenomeno
della deflazione, cio la diminuzione
dei prezzi che inibisce i consumi. I
cittadini non comprano in attesa di
ulteriori discese.
E la Brexit come incide? A fronte di un
import dal Regno Unito di 40 milioni
di euro per il nostro territorio
provinciale - ha fatto presente
Zambianchi - nel 2015 abbiamo
effettuato esportazioni per 233 milioni
di euro. Un saldo positivo di non poco
conto col quale ci dovremo
confrontare in una nuova situazione
tra Ue e Paesi entra Ue, come ora il
Regno Unito dopo il referendum del 23
giugno scorso.

I primi ventanni

In seguito a condizioni di meteo avverse Gilberto


Graffieti, organizzatore delliniziativa Il cammino di
san Vicinio in otto domeniche, comunica che la
tappa in programma il 12 giugno scorso, non stata
portata a termine.
Verr recuperata il prossimo ne settimana
sabato 9 luglio il percorso
sar Camaldoli-Badia Prataglia, domenica 10 luglio
Badia-La Verna.

FESTA INSIEME ALLA CASA


DI RIPOSO SORELLE DEI
POVERI DI SANTA CATERINA. Nella struttura di corso
Comandini, a Cesena, ogni
mese si festeggiano i compleanni delle signore ospiti.
stata festa grande, mercoled 29 giugno, in occasione
dei 100 anni di Lea Valzania
(nella foto).
Insieme alle suore e alle collaboratrici che gestiscono la
struttura, hanno partecipato
alla festa nel cortile interno
della struttura tanti familiari
e amici. Tra questi, anche i
giovani della parrocchia di
San Rocco di Cesena, insieme al parroco don Paolo Pasolini.
La casa Sorelle dei poveri di
Santa Caterina ospitava anche la signora Maria Lucia
Donati, maestra del vescovo
Douglas. deceduta nelle
scorse settimane.

Cesenatico

Tornano i luned culturali


Il tema la Misericordia
Quattro appuntamenti nel cortile del Museo della marineria
Rassegna organizzata dalla parrocchia di San Giacomo

orna la rassegna dei luned culturali


organizzata dalla parrocchia di san
Giacomo di Cesenatico. Questanno
ha per tema Le opere di misericordia,
come approfondimento dellanno
giubilare voluto dal Santo Padre.
Ai relatori dei quattro incontri, che si
terranno alle 21,15 nel cortile del Museo
della Marineria di Cesenatico, l11, il 18, il
22 luglio e il 1 agosto, stato chiesto di
riflettere su alcune delle opere di
misericordia corporali e spirituali, a
partire dalla propria esperienza personale.

Gioved 7 luglio 2016

Apre la rassegna luned 11 luglio padre


Bernardo Cervellera, missionario del Pime
e direttore dellagenzia di stampa
Asianews. Tratter la figura di Madre
Teresa di Calcutta, un grande esempio di
carit cristiana, che verr canonizzata a
Roma il prossimo 4 settembre.
Luned 18 luglio interverr il noto
giornalista Domenico Quirico, sul tema
Educare chi non sa: il giornalismo al
servizio della verit. Balzato allattenzione
della cronaca nel 2015 poich rapito per
mesi dai terroristi dellIsis, Quirico stato
interpellato perch nella sua carriera ha
operato per uninformazione al servizio
della verit e attenta alla dignit delle
persone, lontana dallatteggiamento di chi
insegue scoop a ogni costo, colpevole
spesso di calpestare e offendere
sentimenti e dignit personali e collettive.
Nella stessa settimana, venerd 22 luglio,
uno straordinario esempio di perdono
raccontato da chi ha vissuto una tragica
esperienza, che ha toccato e fatto
riflettere la nostra societ. Carlo Castagna
e la giornalista di Avvenire Lucia

Firmata intesa
In rete
con le altre case museo

A Villamarina la chiesa
si rif il look
L

Lintervento riguarda il consolidamento


della struttura con tiranti installati nel
sottotetto, dove si sta costruendo una
passerella stabile di ispezione. Per
facilitare futuri interventi si installano
anche gli ancoraggi della linea vita.
Saranno verificate le travi del sottotetto.
Gli elementi deteriorati saranno
sostituiti. Verr eseguita la pulitura
delle statue, che rendono unica la
facciata della chiesa, e sar ripristinato
il rosone per evitare future infiltrazioni.
A conclusione dellintervento saranno
eseguite le tinteggiature delle facciate
che saranno ripulite e trattate con
intonaco traspirante. Sar ritinteggiata
anche la canonica, dove saranno
sistemate le inferriate a porte e finestre.
La chiesa di Villamarina sar dotata per
la prima volta di un campanile vero e
proprio. Sar ricostruita la cella
campanaria e verranno collocate due
campane elettrificate. Si tratta - spiega
il parroco - delle campane pi vecchie
della nostra diocesi. Provengono dalla
chiesa di Montaguzzo. Risalgono al
1300 e sono inutilizzate da circa
ventanni.

Bellaspiga, legati da una profonda


amicizia, nata durante la stesura del libro
dedicato alla strage di Erba, tratteranno
lopera di misericordia spirituale
Perdonare le offese, durante una
conferenza dal titolo La strage di Erba: il
perdono impossibile.
Nellultimo appuntamento, luned 1
agosto, alleconomista bolognese,
professor Flavio Delbono, relazioner sulla
conferenza dal titolo, Da mangiare agli
affamati: la distribuzione della ricchezza
nelleconomia globalizzata, tema di
grande attualit. I cambiamenti della
nostra societ e i recenti fatti
internazionali evidenziano, come pi volte
sottolineato da papa Francesco e dai suoi
predecessori, la necessit di equit per un
giusto progresso europeo e mondiale.
I luned culturali sono realizzati grazie al
sostegno della Banca di Credito
Cooperativo di Sala di Cesenatico, del
ristorante Capo del Molo, della tipografia
Adnovas, alla collaborazione del Museo
della Marineria, e con il patrocinio del
Comune di Cesenatico.

Casa Moretti

A colloquio con il parroco don Mirco Bianchi


Sar dotata di un vero campanile

avori in corso alla chiesa di Santa


Maria Assunta in Villamarina.
Iniziati da circa un mese, si
concluderanno in autunno.
La chiesa, al confine fra i Comuni di
Gatteo e Cesenatico, di stile neogotico,
risale agli anni Trenta del Novecento.
Durante la seconda guerra mondiale
labside fu distrutta per nascondere un
carro armato tedesco. La chiesa fu poi
bombardata dallartiglieria angloamericana. I lavori di ricostruzione
iniziarono nel 1946-47 e si conclusero
negli anni Cinquanta. Dopo la riforma
conciliare vennero apportate delle
modifiche nel presbiterio. Negli anni
Ottanta si rividero i sistemi interni di
illuminazione e amplificazione. Fra il
2011 e il 2012 lallora parroco don
Derno Giorgetti fece restaurare
linterno delledificio, danneggiato
dallumidit.
Ora, con lattuale parroco don Mirco
Bianchi, si sta intervenendo allesterno
perch non vada perduto il lavoro
fatto allinterno. Si tratta - spiega don
Mirco - del completamento dellopera
iniziata cinque anni fa da don Derno.

15

Il costo totale dei lavori si aggira sui


180mila euro, coperti con un mutuo.
Dice don Mirco: Ringrazio larchitetto
progettista Gianluca Errante che segue i
lavori, il comitato parrocchiale
Restauro chiesa di Villamarina, i
privati, le aziende e i turisti che stanno
dando il loro contributo.
Mi rifaccio alla Regola di san
Benedetto: prega, leggi e lavora.
Lavorare per rendere il luogo di culto
pi bello una missione. Costruendo
chiese e abbazie, san Benedetto ha
messo le condizioni per la crescita del
cristianesimo in Europa. Sistemare una
chiesa oggi significa rinsaldare le nostre
radici cristiane.
Matteo Venturi

Cesenatico, nuova Giunta

Anche Casa Moretti aderisce alla rete per


la valorizzazione e la promozione delle
case museo dei poeti e degli scrittori
della Romagna. stato rmato nei giorni
scorsi, a Villa Saffi di Forl, il protocollo
dintesa.
La rete tra le case museo degli scrittori
romagnoli nasce dalla volont degli Enti
proprietari o gestori di formalizzare il
coordinamento gi attivo da diversi anni,
per raggiungere insieme obiettivi comuni
di sviluppo e promozione di queste piccoli
ma preziosissimi musei.
Tra queste realt, Casa Moretti ha svolto
sin dallinizio un ruolo di promotrice,
grazie alla sua sionomia consolidata
(nasce gi nel 1982 sulla base di una
esplicita volont dello scrittore di
Cesenatico), e alla attiva presenza
culturale sul territorio. Fu proprio a
Cesenatico, due anni fa, che si decise di
fare un passo ulteriore sulla strada della
collaborazione fra questi tipi particolari
di musei, formalizzando un vero e proprio
protocollo di intesa fra Comuni ed Enti
proprietari.
Al coordinamento aderiscono, oltre a
Casa Moretti di Cesenatico, la Casa Rossa
di Alfredo Panzini a Bellaria-Igea Marina,
Casa Pascoli a San Mauro Pascoli, Casa
Serra a Cesena, Villa Silvia Carducci a
Lizzano di Cesena, Casa Vincenzo Monti
ad Alfonsine, il Cardello di Alfredo
Oriani a Casola Valsenio, e Villa Saffi a
Forl.

Nominati gli assessori e convocato il Consiglio


Riparte lattivit amministrativa

La squadra del neo sindaco Gozzoli


R

iparte la normale attivit amministrativa del


Comune di Cesenatico, dopo le elezioni e la parentesi del commissariamento.
Nei giorni scorsi, il nuovo sindaco Matteo Gozzoli ha
presentato la Giunta che lavorer con lui.
Mauro Gasperini, capolista del Pri alle ultime elezioni, 59 anni, ingegnere, il vice-sindaco. Gozzoli gli ha
affidato le deleghe a sviluppo economico e attivit
produttive, agricoltura e pesca, Protezione civile, viabilit e mobilit sostenibile, sicurezza dei cittadini,
messa in sicurezza del territorio, porto e demanio.

Roberto Amaducci, 42 anni, commercialista,


per anni in Amministrazione comunale a Cervia, ottiene le deleghe a bilancio e programmazione finanziaria, rapporti con le societ partecipate, gestione e valorizzazione del patrimonio, affari generali, riorganizzazione della macchina comunale e semplificazione amministrativa.
Valentina Montalti, 32 anni, architetto, il nuovo assessore a lavori pubblici, progetti e finanziamenti europei,
ambiente e sviluppo sostenibile, politiche giovanili e cittadinanza attiva.
Gaia Morara, 42 anni, consulente marketing per il turismo, ottiene le deleghe a turismo, marketing territoriale, comunicazione, coordinamento eventi, sport e tempo libero, pari opportunit.
A Stefano Tappi, 31 anni, educatore, vanno le deleghe a
servizi alla persona, politiche della casa e della famiglia,
terzo settore e volontariato, rapporti con i comitati di
zona, risorse umane, informatica e innovazione tecno-

logica, rapporti con lUnione Rubicone e Mare.


Il sindaco Matteo Gozzoli, 30 anni, giornalista, ha mantenuto per s
le deleghe a programmazione urbanistica e pianificazione territoriale, scuola e formazione professionale, beni e attivit culturali, valorizzazione dellidentit territoriale, politiche sanitarie, Polizia Municipale.
Convocato il nuovo Consiglio comunale. Si riunir per la prima volta venerd 8 luglio alle 19,30.
Allordine del giorno il giuramento del sindaco, la costituzione dei
gruppi consiliari e la designazione dei rispettivi capigruppo, lelezione del presidente e del vice presidente del Consiglio comunale, la
nomina della commissione elettorale comunale, lelezione dei rappresentanti del Comune in seno al Consiglio dellUnione Rubicone
e Mare, la presentazione degli indirizzi di mandato 2016-2021.
In vista del Consiglio, Gozzoli fa sapere che Mario Drudi, in forza delle sue 404 preferenze incassate alle elezioni, sar il capogruppo della maggioranza Pd. Non si sbilancia su chi ricoprir il ruolo di presidente del Consiglio comunale: Non do indicazioni. Il presidente lo
votano tutti i consiglieri.
Matteo Venturi

16

Valle del Rubicone

Gioved 7 luglio 2016

Longiano.Diverse le criticit segnalate dal presidente del quartiereCapoluogo-Montilgallo-FellonicheUgo Bartoletti al sindaco Ermes Battistini

Acceso confronto tra Comune e consiglio di frazione


B

otta e risposta fra


lAmministrazione comunale e il
Consiglio di frazione CapoluogoMontilgallo-Felloniche alla riunione
che si tenuta la scorsa settimana a
Longiano.
Il presidente del quartiere Ugo
Bartoletti ha lamentato alcune
promesse non mantenute riguardanti
lasfaltatura di via Circonvallazione, via
Felloniche e via Giovanni XXIII.
Da Bartoletti anche altre segnalazioni:
Le macerie di una mura privata
crollata nel febbraio 2015 sopra a un parcheggio pubblico in via
Circonvallazione non sono ancora state sgomberate. Ci sono vari fossi da
ripulire ed erba da sfalciare. Nelle piante del borgo, in via IV Novembre, in
corso un imponente attacco di pidocchi.
Durante lincontro, i residenti del peep di via Monte Paradiso sono tornati a
segnalare al Comune, come gi in precedenti occasioni, che la mura sta
crollando, il marciapiede stretto e sconnesso e la zona poco illuminata.

Un istituto di credito
con i conti in regola
A colloquio con il presidente della
Banca del tempo, Andrea Magnani,
eletto nellassemblea dello scorso marzo
Tra le finalit
quella di favorire
il libero incontro
di persone
disponibili
ad avviare forme
di solidariet nuove
Lunit di scambio
il tempo

el marzo scorso la Banca del tempo di Gambettola ha festeggiato il


primo anno di attivit con una festa aperta a tutti che si svolta
nella sala conferenze del centro Fellini in corso Mazzini. Sono stati
tantissimi i servizi offerti a tutti i gambettolesi. Ne abbiamo parlato con il
neo presidente Andrea Magnani, eletto lo scorso marzo.
Ci pu spiegare brevemente cos la Banca del Tempo?
un istituto di credito un po particolare. Si tratta di un servizio che si
propone di favorire il libero incontro di persone disponibili ad avviare
nuove forme di solidariet attraverso uno scambio di servizi e prestazioni
senza utilizzare denaro perch lunit di scambio il tempo.
Cosa avviene dal momento delliscrizione?
Ognuno mette a disposizione ci che sa fare e si pu consultare la lista dei
servizi offerti dalle altre persone gi iscritte. Non gira denaro, ma solo la
disponibilit a scambiare prestazioni con gli altri aderenti utilizzando il
tempo come unit di misura degli scambi, una risorsa da condividere con
gli altri.
Quali sono le finalit che si prefigge?
Sono previlegiate le relazioni umane. Si mettono in moto molteplici
scambi volti a soddisfare i bisogni materiali, culturali e relazionali dei
singoli, in un clima di amichevole cooperazione. Lo scopo anche una
gestione dei propri tempi quotidiani pi vicina alla dimensione umana del

Non ero a conoscenza del problema dei


pidocchi - ha detto il sindaco Ermes
Battistini - mi informer. Su via Monte
Paradiso il sindaco ha assicurato che un
primo intervento sar realizzato allinizio
dellautunno con le economie dei lavori in
corso nelle scuole.
Per il sindaco, i ritardi nelle asfaltature
promesse sono da imputare a lungaggini
burocratiche che non si possono aggirare.
Ha aggiunto lassessore alla pianificazione
urbanistica e territoriale Widmer Sarpieri:
I lavori di rifacimento del manto stradale
in via Circonvallazione e via Felloniche
partiranno a breve. Lappalto stato
firmato pochi giorni fa. Riguardo a via
Giovanni XXIII, che strada provinciale,
sollecitiamo costantemente la Provincia
che sta vivendo una fase di incertezza dal
punto di vista tecnico e amministrativo.

vivere, pi attenta alla cura di s e


dellaltro, per ritrovare lo spirito di una
comunit solidale e aperta, radicata nel
territorio. Inoltre organizziamo diversi
corsi: come fare i saponi e la cosmesi,
ginnastica posturale per la schiena,
informatica, piccoli corsi di cucina, come
fare le punture intramuscolo. Tutti i corsi
e altre informazioni sono anche sul sito
www.bancadeltempogambettola.it.
Quali altre possibilit per donare?
Si passa dalle semplici attivit di pulizia
casa, a consulenze informatiche, legali,
attivit di disbrigo pratiche
amministrative, giardinaggio, cura degli
animali, attivit ricreative, preparazione
torte, musica e canto, persino consulenze
per il lavoro, cucito, infermieristiche,
piccola falegnameria e tanto altro ancora.
Lunit di misura degli scambi tra i soci
sar il tempo impiegato nel dare e nel
ricevere: unora di tempo impiegato ha
valore unicamente di unora, a
prescindere dalla prestazione offerta.
Non sono ammesse transazioni di denaro
tra soci previa limmediata esclusione. Ad
esempio unora di consulenza
specialistica uguale a unora di pulizia o
riparazioni sartoriali. Una volta effettuato
il servizio richiesto, il prestatore del
servizio diviene creditore nei confronti
della Banca del tempo e potr richiedere
a chiunque altro dei soci un altro servizio
che gli occorre. Questo per spiegare
che non si rimane vincolati alle
prestazioni reciproche, ma alla Banca
del tempo.
Come si possono avere informazioni sui
servizi offerti?
Si pu chiamare il numero 392.0233069 (il
venerd e il sabato dalle 18 alle 20) e/o per
iscriversi ci si pu recare direttamente
alla segreteria della Banca, sita in via Don
Minzoni a Gambettola, il primo e il terzo
sabato di ogni mese oppure ogni ultimo
gioved del mese, presso la saletta del
centro Fellini in via Mazzini 73, quando si
riunisce la BdT e tutti gli interessati
(anche i non iscritti) possono partecipare
per conoscere come funziona.
Per gli interessati ci sar possibilit di
avvicinarsi al sodalizo grazie a gazebi
informativi nelle serate estive dei
mercatini dei bambini e della sfilata dei
cani.
Piero Spinosi

A Montiano quattro giorni di festa per il patrono


esta del patrono san Vincenzo Ferreri
domenica 10 luglio a Montiano. La Messa
solenne sar celebrata alle 11 in parrocchia.
Alle 17, Messa allaperto in piazza Maggiore. A
seguire, la processione con limmagine di san
Vincenzo, accompagnata dalla 3MontiBand. In
preparazione alla festa in programma un triduo
con Messe in parrocchia alle 20,30. Il programma
ricreativo, organizzato dal comitato san Vincenzo
Ferreri in collaborazione con la Pro loco, prevede

quattro serate di festa in piazza. Si parte venerd 8


luglio, alle 21,30, con lanimazione per bambini di
BimboBell. Sabato 9 luglio, alle 21, spettacolo folk
dei Ragazzi dei Settecrociari. Domenica 10 luglio
appuntamento alle 21 con lorchestra Moskina e,
alle 23, con il tradizionale spettacolo pirotecnico.
Luned 11 luglio, alle 21, la chiusura della festa con
Naci: Claudio Lazzarini karaoke. Ogni sera, dalle
19, funzioner uno stand gastronomico.
Mv

Ritardi dovuti a procedure burocratiche


anche per quanto riguarda il
mantenimento dei fossi e lo sfalcio
dellerba. Sulla mura crollata i proprietari
sono gi stati sollecitati a liberare il suolo
pubblico.
Durante il Consiglio di frazione si
parlato anche della riqualificazione del
locali dellex forno in piazza San
Girolamo. I lavori in corso da febbraio
saranno ultimati entro lestate. Gli spazi
saranno gestiti dalla Pro Loco e
comprenderanno un locale adibito a
cucina. Novit in vista per il centro sociale
Vivere il borgo gestito da Auser. Se
laccordo fra Pro loco e Auser andr in
porto, dalla storica sede presso i locali
della parrocchia, si trasferir nei nuovi
spazi di piazza san Girolamo.
Matteo Venturi

Longiano

Vini e sapori
al castello
Al via la rassegna
Vini e sapori in strada a Longiano.
Lappuntamento con lundicesima
edizione della rassegna enogastronomica
organizzata dallassociazione Strada dei
vini e dei sapori dei Colli di Forl e Cesena
per sabato 9 luglio, dalle 19 alle 24,
nella piazza e nella corte del castello
Malatestiano di Longiano.
Saranno presenti decine di aziende
vitivinicole, agriturismi e produttori di
specialit gastronomiche con
degustazioni e assaggi di vini pregiati,
salumi, formaggi, dolci, sottoli e altri
prodotti tipici della tradizione
romagnola.
Ospiti della serata il Comune di
Cocconato (Asti), e la cantina la
Tunella di Udine.
Con 12 euro i visitatori potranno
acquistare un kit formato da calice,
tracolla e dieci tagliandi per degustazioni
e assaggi.
Sar possibile partecipare al concorso I
migliori vini e sapori per te, con
estrazione di percorsi benessere alle
Terme della Fratta e vini in premio.
Presso il terrazzo panoramico del
Castello, si svolgeranno, a cura dei
sommelier di Ais Romagna, degustazioni
gratuite di vini rossi pregiati.
La serata sar allietata dalle note del
Michele Scucchia jazz quartet.
Non mancher laspetto culturale.
La fondazione Tito Balestra rester
aperta a ingresso ridotto e sar attivo un
laboratorio di argilla per bambini.
Dice Lorenzo Angelini, nuovo referente
unico della Strada dei vini e dei sapori:
La manifestazione nata per creare un
legame fra produttore e pubblico.
Le postazioni sono un biglietto da visita
per portare il cliente in azienda.
Mv

Valle del Savio

Gioved 7 luglio 2016

San Piero

A favore di bambini con disagi

Lavori pubblici

Biblioteca pi ricca
Donati oltre 200 libri
U

na donazione di oltre 200 libri


per il Comune di Sarsina. La
generosa iniziativa ha visto
protagonista Daniele Vitali e la onlus
da lui presieduta, Qualcosa di grande
per i piccoli. Si tratta di 203 testi di
genere vario (narrativa, saggistica,
storia, salute) e tutti in buono stato,
donati per rendere accessibile la
lettura ai ragazzi e alle persone in
condizioni di disagio economico.
Divisi per argomento, in parte
andranno a implementare la dotazione
libraria della biblioteca comunale nei
settori nei quali risulta sprovvista, in
parte a costituire una piccola
dotazione libraria a gestione
autonoma dei Servizi sociali del
Comune di Sarsina. Infine, verr data
possibilit di prestito e donazione dei
volumi, assegnandoli ai ragazzi e alle
persone in condizioni di povert, o a
enti e associazioni locali che operano
nel settore educativo e assistenziale.
Per esempio, dopo lassegnazione dei
libri alla biblioteca comunale e al
settore Servizi sociali, alcuni testi
verranno consegnati alle famiglie dei

Palazzo comunale,
palestra, e scuola media

A Sarsina una nuova


dotazione libraria
grazie al gesto
di Daniele Vitali
e della sua onlus
bambini, pi di quaranta, che stanno
partecipando al centro estivo
organizzato dalla parrocchia di
Quarto, a conclusione di
quellesperienza. In base
allargomento trattato, potranno
essere donati a singoli o famiglie,
gruppi e associazioni che si trovano ad
affrontare momenti di disagio o
problematiche particolari.
Daniele Vitali non la prima volta che
compie un gesto simile verso il
Comune di Sarsina, al quale aveva gi
donato una serie di testi qualche anno
prima. Lattivit dellassociazione (nata
nel 2008) che guida si sempre messa
in evidenza per azioni finalizzate ad
aiutare gli altri, soprattutto i bambini e

le loro famiglie nei momenti di


difficolt. Lo riteniamo - dicono
dallassociazione - un gesto talmente
appagante da riempire il cuore. Per
questo siamo uniti e uniamo i nostri
intenti attraverso l associazione, ha
detto. Tra le tante attivit realizzate,
labbellimento, attraverso dipinti, di
reparti dellospedale Bufalini di
Cesena in cui sono ricoverati i
bambini. Si possono vedere nel reparto
otorino maxillo-facciale o nel
consultorio pediatrico. Ancora,
lacquisto di attrezzature destinate ai
bambini, lanimazione nei reparti
ospedalieri con musica e animazione
in costume.
Mm

Bcc Sarsina | Gita in Austria

Mercato Saraceno
Ordigni inesplosi
ontinuano i ritrovamenti di
bombe inesplose nella Valle del
Borello. Lultimo caso avvenuto
nei giorni scorsi in localit Concolle,
con la segnalazione ai Carabinieri del
ritrovamento di un ordigno da parte di
una persona residente nella zona e
che conduce attivit legate
allagricoltura, tra Linaro e Ranchio. Si
tratta di un ordigno bellico
inesploso, verosimilmente una bomba
da artiglieria (lunga 30/40 centimetri
e con diametro di 10/15 centimetri
circa) in mediocri condizioni,
rinvenuto in un terreno adibito a
bosco nei pressi di una mulattiera di
propriet demaniale. Il sindaco di
Mercato Saraceno Monica Rossi ha
disposto il divieto di accedere al sito
del ritrovamento. Larea stata
appositamente segnalata, in attesa
delle operazioni di bonica del sito.
Saranno i militari specializzati
dellEsercito a far brillare lordigno.

Oltre 100 persone hanno partecipato (dal 16 al 19 giugno), alla gita sociale organizzata
dalla Banca di Credito Cooperativo di Sarsina.Tra queste anche i vertici dellistituto plautino,
il direttore Mauro Freschi e il presidente Mauro Fabbretti. Tra le tappe della visita: Vienna, il
castello di Schonbrunn, Salisburgo e i luoghi di Mozart, la valle del Danubio. Loccasione
stata propizia per vedere da vicino le banche cugine Raiffeisen, rappresentative del credito
cooperativo austriaco.

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

17

Il programma delle opere pubbliche del


Comune di Bagno di Romagna prevede, per il
2016, interventi di miglioramento sismico del
Palazzo municipale e lavori di recupero
funzionale e manutenzione della palestra
comunale di via del Savio a San Piero.
Nel programma, discusso e approvato dal
Consiglio comunale insieme al bilancio
preventivo, vengono individuati gli
investimenti di entit superiore ai 100.000
euro.
Per i lavori di adeguamento sismico del
Palazzo comunale, la Giunta regionale, gi il
31 agosto 2015, ha attribuito al Comune di
Bagno di Romagna un contributo di
862.912,50 euro, sulla base del piano di
interventi in precedenza approvato dal
Dipartimento della Protezione Civile presso la
Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Entro il 31 dicembre 2016 occorre aver
proceduto allaffidamento dei lavori. Nella
scheda con lelenco dei lavori previsti nel
2016, linizio previsto per il terzo trimestre
2016.
Torna poi alla ribalta lannosa questione della
palestra comunale di San Piero.
Sono ancora una volta previsti i lavori di
recupero funzionale, manutenzione, messa in
sicurezza e miglioramento accessibilit della
palestra comunale in via Savio, per una spesa
prevista di 800.000 euro. Il nanziamento
dovrebbe avvenire con un contributo di
560.000 euro (di cui per ancora non si ha
notizia), laccensione di un mutuo per
230.000 euro e uno stanziamento a bilancio di
10.000 euro.
Anche per questo intervento, per il quale gi
approvato il progetto esecutivo, nella scheda
con lelenco lavori 2016 si prevede di iniziare i
lavori nel terzo trimestre 2016.
In questa fase qualche ulteriore problema
potr derivare dalle dimissioni del dirigente
del settore Lavori pubblici, lingegnere
Lorenzo Bianchini, che era anche il
responsabile del procedimento per questi
interventi.
Attualmente la funzione di responsabile del
settore Lavori pubblici stata assunta dal
responsabile ufficio Urbanistica, l architetto
Michele Cornieti, ma solo per il tempo
strettamente necessario per la individuazione
del sostituto di Bianchini.
Il programma delle operte pubbliche prevede
poi per il 2017 lavori di riqualicazione
dellimmobile e degli impianti del centro di
socializzazione di San Piero (per 499.257,20
euro), lavori di rifunzionalizzazione piscina
comunale e zona ex vivaio (per 1.550.000
euro) e gli interventi del progetto Por Vis
animae-Le strade ritrovate (per
1.461.840,28 euro). Per il 2018 si prevede la
realizzazione di una nuova centrale a cippato
per lalimentazione energetica degli immobili
comunali a S.Piero (per 550.000 euro) e la
costruzione della nuova scuola media a San
Piero (per 6.670.000 euro).
Alberto Merendi

18

Solidarit

Gioved 7 luglio 2016

Fare impresa
superando
le frontiere
Cdo Romagna organizza levento in collaborazione
con Orogel. Il ricavato sar devoluto alle missioni di
Avsi nei campi profughi in Siria e Libano

INTERNO DEL CLUB HOUSE DELLOROGEL STADIUM DI CESENA, SEDE


DELLINCONTRO PROMOSSO DA CDO ROMAGNA E OROGEL. A DESTRA,
IL GIORNALISTA E STORYTELLER DIGITALE ROBERTO BONZIO

Una serata pensata per


raccontare le storie di chi
riuscito ad andare oltre gli
schemi per innovare,
trasformare o reinventare la
sua attivit imprenditoriale.
Lappuntamento per luned
11 luglio con inizio alle 19 alla
Club House Cesena Calcio
dellOrogel Stadium di Cesena

uori dagli
schemi, oltre le
frontiere, al di l
delle barriere: solo cos
possibile continuare
a fare impresa con
successo in un
contesto economico e sociale
rivoluzionato dalla pi grande crisi
strutturale degli ultimi tempi.
partendo da questa profonda
convinzione che Compagnia delle
Opere (Cdo) Romagna in
collaborazione con Orogel ha deciso
di proporre a tutti gli imprenditori,
manager e professionisti del territorio
romagnolo levento Trust your crazy ideas. Viaggio alla scoperta della
capacit, tutta italiana, di fare impresa, una serata pensata per raccontare
le storie di chi riuscito ad andare oltre gli schemi per innovare,
trasformare o reinventare la sua attivit imprenditoriale.
Lappuntamento per luned 11 luglio con inizio alle 19 alla Club House
Cesena Calcio dellOrogel Stadium di Cesena. Protagonista della serata

A Cesenatico
Cisl Romagna in festa
In festa con Cisl Romagna. Sabato 9 luglio
a Cesenatico (in viale Carducci 225, sede
dello Ial) la Cisl Romagna invita alla
Festa Cisl Romagna, con ingresso
gratuito. Alle 18 aperitivi Dj set e alle 19
incontro con lautore Gian Ruggero
Manzoni, autore del libro Briganti.
Saracca & Archibugio. Alle 19,30
apertura degli stand gastronomici con
cappelletti, carne ai ferri, piadina e
spiedini di pesce. Alle 21 intrattenimento
con il gruppo musicale Jbees. Spazio
bimbi a disposizione delle famiglie.

sar Roberto Bonzio, giornalista poi


reinventatosi storyteller digitale, un
professionista che a un certo punto della
sua carriera si licenziato dallagenzia
Reuters per andare in Silicon Valley a
conoscere gli italiani che l hanno avuto
successo e raccontare le loro avventure
imprenditoriali e professionali. Da l
nata lidea di fondare Italiani di Frontiera
(italianidifrontiera.com), il network che
divulga le storie raccolte in giro per il
mondo. Bonzio intratterr gli ospiti di
Cdo Romagna con una performance fatta
di storytelling multimediale dal forte
impatto emotivo, uno spettacolo che
combina racconto e nuove tecnologie per
indagare con un pizzico di ironia i segreti
del talento e dello spirito dimpresa degli
italiani.
Al termine della performance, prevista
una cena a buffet per gli ospiti. Per
lingresso, a invito e previa iscrizione,
richiesta unofferta minima di 10 euro.
Lintero ricavato della serata sar
devoluto alle missioni di Avsi, nei campi
profughi in Siria e Libano.
Abbiamo deciso di invitare Roberto
Bonzio - sottolinea Carlo Battistini,
presidente di Cdo Romagna - perch ci
ha colpito questa sua spinta a
voler superare gli schemi e
andare oltre le frontiere.
Limprenditore, come ogni
persona, ha bisogno tutti i giorni
di uscire da se stesso, uscire
dalla sua impresa per incontrare
laltro, che sempre fonte di
bene per la sua persona e per la
sua stessa azienda. Le nostre
imprese hanno bisogno di
conoscere nuovi mercati, di
puntare sullinnovazione, di
reinventare le loro mission:
possibile farlo solamente se tutti i giorni
ognuno di noi si mette in discussione, se
si accetta il rischio di costruire qualcosa
di nuovo. Il compito di Cdo Romagna in
fondo questo: una compagnia alle
imprese e un sostegno nel loro percorso
di crescita.
Nel corso della serata ci sar anche
spazio per una breve presentazione della
37esima edizione del Meeting per
lamicizia tra i popoli, che si svolger a
Rimini dal 19 al 25 agosto.
Per informazioni e iscrizioni:
segreteria@cdoromagna.it /
www.cdoromagna.it

NOTIZIARIO PENSIONATI
Incontro
sindacati e Governo
Gioved 28 giugno i sindacati, insieme alla
componente dei pensionati, hanno
incontrato il Ministro Poletti. Lincontro di
oggi pomeriggio al ministero del Lavoro ci
sembrato positivo - afferma Bonfanti,
segretario generale dei pensionati Cisl abbiamo infatti registrato la disponibilit
del Governo ad
affrontare alcuni
temi a noi molto
cari, quali la
rivalutazione delle
pensioni e quello
relativo alla no tax
area. Su entrambi i
temi il ministro
Poletti ha
manifestato la
volont di
proseguire sulla
strada appena
tracciata per cercare
le soluzioni che
possano andare
incontro ai bisogni
dei nostri
pensionati.
Partendo dalla
considerazione che
in questi anni il
potere dacquisto
delle pensioni ha
subto una forte
diminuzione, il
governo
disponibile ad
aprire una

Omaggio di Ancos
Pulmino
per disabili
A servizio di Confartigianato
per il sociale
Ancos, lassociazione nazionale comunit
sociali e sportive che opera in seno a
Confartigianato, ha donato a
Confartigianato per il sociale cesenate un
pulmino per il trasporto dei disabili.
Confartigianato per il sociale
lassociazione non prot che nasce dalla
storia e dai valori del Sistema
Confartigianato Cesena.
Promuove e sostiene progetti e iniziative
per il miglioramento della qualit della
vita e lo sviluppo culturale, sociale ed
economico del territorio della Provincia di
Forl-Cesena.
Si tratta di uno strumento per intervenire
direttamente in ambito sociale e
umanitario per promuovere e sostenere
progetti per la crescita della comunit
locale; essere daiuto alle organizzazioni e
agli operatori che lavorano nel campo
della cooperazione, del volontariato e del
non prot per valorizzare e diffondere la
cultura del non prot, della donazione e
del volontariato.
Le persone, le aziende e le organizzazioni
che ne condividono gli scopi e le nalit
possono aderire a Confartigianato per il
sociale, attraverso una quota associativa
annuale.
La dotazione del pulmino per i disabili
permetter a Confartigianato per il
sociale di rendere ancora pi efficaci i
servizi a favore dei bisognosi.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

A Linaro di Mercato Saraceno un nuovo spazio Anteas


Sabato 2 luglio Anteas Cesena
ha ufficialmente inaugurato
un nuovo sportello sociale di
comunit a Linaro di Mercato
Saraceno, alla presenza del
sindaco Monica Rossi e dellassessore Marika Gusman.
Lo sportello sar gestito dallassociazione di Volontariato
Anteas di Cesena, in collaborazione con il Centro Risorse
Anziani dellAsp Cesena-Valle
Savio, il Comune di Mercato
Saraceno e lUnione dei Comuni della Valle Savio.
Lo Sportello Sociale stato
attivato per rispondere alle esigenze sanitarie della
popolazione anziana del paese e delle localit limitrofe.
I volontari di Anteas saranno a disposizione per fornire piccole prestazioni sanitarie come misurazione
dei parametri vitali, medicazioni semplici, iniezioni e
offrire ascolto e accoglienza.
Anteas si propone, attraverso lattivit di volontariato,
di aumentare la facilit di accesso ai servizi-socio sanitari e sostenere lautonomia delle persone anziane e
fragili che vivono nella localit di Linaro e dei paesi vicini.
Lo Sportello collocato all'interno del centro civico di
Linaro e sar aperto tutti i mercoled dalle 8,30 alle 10.

riessione per poter entrare nel merito del problema. Si


aprir quindi una discussione tecnica per cercare di
trovare le soluzioni pi appropriate a questo problema.

Per quanto ci riguarda, rimarremo incollati al tavolo per


discutere e dare risposte ai nostri pensionati che le
aspettano, oramai, da troppo tempo.

Cultura&Spettacoli

Gioved 7 luglio 2016

Arte sacra tra tradizione e modernit


Incontri alla Basilica del Monte

Cinema
di Filippo Cappelli
Uci Romagna (Savignano sul Rubicone)
Aladdin (Cesena)

LA BATTAGLIA DEGLI IMPERI


Dragon Blade

lla Basilica del Monte, nel suggestivo chiostro


quattrocentesco che tutti accoglie. Inizia sabato 9
luglio, allabbazia di Santa Maria del Monte, a Cesena,
la rassegna di tre appuntamenti con tema Arte sacra del
20esimo secolo nella Diocesi di Cesena-Sarsina. Il ciclo
promosso dallAbbazia del Monte, dalla Societ Amici del
Monte, dai quartieri Cesuola
e Fiorenzuola, con il
patrocinio della Diocesi di
preceduto, alle 18, da una
Cesena-Sarsina e del
visita guidata al monastero
Comune di Cesena. Tutti gli
dello Spirito Santo delle
incontri saranno introdotti
Monache benedettine (via
da Ines Briganti.
Celincordia 185, Cesena): il
Il primo appuntamento
monastero delle suore, a
per sabato 9 luglio alle 21,15, pochi passi dalla basilica del
quando Massimo Pulini,
Monte, ha visto lartista
Paolo Rava e Annalisa
cesenate Ilario Fioravanti
Trentin proporranno una
esprimersi nella sua arte di
riflessione e un ricordo su Il architetto, scultore e pittore.
compianto e larte sacra di
Il secondo si terr sabato 16
Ilario Fioravanti a Cesena.
luglio alle 21,15, sempre nel
Lappuntamento di sabato
chiostro quattrocentesco del

di Daniel Lee (II)


FOTO ARCHIVIO PIER GIORGIO MARINI

monastero di Santa Maria


del Monte. Il professore
Orlando Piraccini, con
proiezioni e
argomentazioni, guider gli
interessati nel percorso Arte
sacra a Cesena tra
Novecento e modernit: in
particolare saranno
considerate le opere
presenti in spazi e chiese
cesenati degli artisti
Fortunato Teodorani,
Giannetto Malmerendi,

Giovanni Cappelli, Enrico


Guidi, Leonardo Lucchi,
Lucio Cangini, Annamaria
Nanni, Mario Morigi.
Terzo e ultimo
appuntamento, sabato 23
luglio, con Larte sacra nei
luoghi francescani della
Diocesi di Cesena-Sarsina,
con le riflessioni proposte
dal padre guardiano dei frati
cappuccini di Cesena,
Prospero Rivi.
Sabrina Lucchi

Sabato 9 luglio la 15esima edizione

Festa Romana a Sarsina


La Legio Gemina XIII
invade il centro storico
L

egame col territorio, ricerca legata


sulle fonti, approfondimenti. Questi
gli elementi che contraddistinguono
la Festa romana di Sarsina, in calendario
sabato prossimo, 9 luglio e giunta alla
15esima edizione. Da oltre quattro anni vi
partecipa il gruppo riminese di
rievocazione storica Legio XIII Gemina (la
Legio XIII era quella che nel 49 A.c. con
Giulio Cesare attravers il Rubicone) che
con gli organizzatori della Pro Loco
condivide le stesse intenzioni. Veniamo
sempre volentieri perch si tratta di una
festa legata alle radici romane della citt.
Non ce ne sono di simili nel territorio confida Denis Pasini, presidente del
sodalizio -. La cosa che apprezziamo
particolarmente che si tratta di un
evento condiviso da tutto il paese. Tutti
sono coinvolti, tutti si vestono, tutti
banchettano. Un tale coinvolgimento
difficile trovarlo da altre parti. Anche
lallestimento della piazza e delle vie del
centro notevole.
La Legio allestir un accampamento
romano, ma non solo. Saremo presenti
con le tende e del materiale di
equipaggiamento. Saremo a disposizione

19

Archeologia sperimentale e ricerca sulle fonti per il gruppo di rievocazione


storica riminese. In piazza banchetto romano, cibo secondo le ricette del cuoco
Apicio e tanti altri spettacoli organizzati dalla Pro Loco plautina
con banchi di didattica interpretando sia
legionari romani, che mestieri civili.
Riprodurremo un piccolo esempio di
addestramento militare romano. Un vero
e proprio lavoro di archeologia
sperimentale. Ma guai a chiamarli
figuranti. Tutto quello che facciamo sul
campo e che indossiamo,
dallequipaggiamento alle armi o altra
attrezzatura, nasce da una ricerca
approfondita legata alle fonti. Nulla
lasciato al caso. In questo lavoro storico e
culturale portiamo avanti collaborazioni
con personale specializzato come
larcheologa Cristina Ravara Montebelli e
il medico riminese Stefano De Carolis col
quale, facendo riferimento ai reperti della
Domus del Chirurgo di Rimini, abbiamo
riprodotto ferri chirurgici dellantica
Roma.
Il gruppo anche a Sarsina richiamer la
vita proprio come era nellantica Roma.

La rievocazione storica, in paesi dalle


origini romane come Sarsina, crediamo
possa avvicinare le persone a tematiche
altrimenti riservate solo a studiosi.
Non solo legionari. Vasto il programma
della serata caratterizzata da un grande
banchetto che si sviluppa in piazza Plauto
e nelle vie del centro. Avr un suo stand la
Pro Loco, ma anche tutti i bar e i ristoranti
apriranno le loro taberne per proporre
men specifici, secondo le ricette del
cuoco Apicio. Bandite pizza, piadina e
lasagne per dare spazio a zuppe,
porchette, sformati e vini aromatici. Per
tutta la serata spettacoli, danze, giochi di
fuoco. Da segnalare le novit dei concerti
del gruppo Barbarian (alle 19 e 24), la
visita guidata al Museo archeologico alle
18, e lappuntamento delle 21,30, presso
lantico foro, Le orazioni con Jacopo
Costantini che dar ufficialmente il via al
Plautus Festival 2016.

Dipende da cosa ci si aspetta: questo


lunico discrimine per sapere se si uscir
dalla sala con il sorriso o il broncio per
aver sprecato i soldi del biglietto. Battaglie spettacolari, ma inverosimiglianza a
fiumi. Furbizie tecnologiche e visive, ma
kitsch come se piovesse. Se il desiderio
quello di guardare un film per una sera,
ma non vederlo, non sentirlo, e appena finito tornare alle proprie faccende, ecco il
film che fa per voi.
La trama: diretto da Daniel Lee, La battaglia degli imperi pu contare su buoni
attori, anche se spesso inseriti nel film un
po come i cavoli a merenda: Jackie Chan,
anche produttore. Poi John Cusack e il
premio Oscar Adrien Brody. Il film ambientato nellAsia di duemila anni fa e inizia con un misterioso manipolo di soldati
romani che si sposta lungo la Via della
Seta. Sono la scorta per la protezione di
Publio, il figlio pi giovane del Console
Crasso, perseguitato dal fratello malvagio
Tiberio. Dopo essersi persi nel deserto, arrivano ai Cancelli delle oche selvatiche,
dove Lucio combatte contro Huo An, il
comandante della squadra che protegge
la Via della Seta nella regione occidentale.
I due, entrambi accusati ingiustamente di
tradimento, iniziano a provare un reciproco rispetto. Cos, Huo An concede ai
romani esausti riparo da una pericolosa
tempesta di sabbia. In cambio, la legione
di Lucio aiuta gli uomini di Huo An a terminare i lavori di riparazione dei Cancelli.
Arriva Tiberio con il suo esercito e pretende la consegna di Lucio e Publio. Huo
An riunir i guerrieri di 36 nazioni di etnie
diverse per combattere insieme Tiberio...
A dire la verit, vista anche la profusione
di dollari spesi per la realizzazione, sarebbe anche potuto diventare un discreto
film. Il problema che si calcato lacceleratore su immagini magniloquenti dimenticandosi del tutto un fatto
fondamentale: la storia, la trama, qualcosa di lineare che permetta di seguirne
la logica. Invece, in tutta la parte centrale
si tenta di ammazzare il tempo provocando un pasticcio di idee e toni. Lee,
inaspettatamente, prepara il suo compitino con dovere, ma senza personalit, rivestendo lintero progetto con un look
asettico che infastidisce. Poco altro da
dire: se le sequenze acrobatiche di Chan
sono accattivanti, lo stile ironico che un
tempo dava loro un ambito pi fine resta
del tutto sospeso. Il montaggio un vero
disastro, Brody e Cusack poi sono costantemente fuori ruolo come se indossassero
vestiti di due taglie pi piccole. Non meritavano questo trattamento. E neanche
noi.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI nuova sede: corso Sozzi 39, Cesena (tel. 0547 29654)
UN ATLANTE PER RIVISITARE IL CONCILIO

dazione per le scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna, lofficina editoriale


creata negli anni dellepiscopato bolognese del cardinale Giacomo Lercaro,
da papa Giovanni a papa Francesco
con limpulso di don Giuseppe Dossetti, diretto poi da Giuseppe Alberigo,
Sono trascorsi cinquantanni dalla conclusione del Concilio Ecumenico Vaticano II. La grembo della monumentale Storia del Concilio Vaticano II edito in seconda
convocazione della Chiesa nella basilica vaticana, l dove lapostolo San Pietro ha testi- edizione dalla editrice bolognese Il Mulino.
moniato con il sangue la sua fedelt al Signore Ges, costituendo la Chiesa di Roma
Latlante il racconto, rigorosamente documentato, a partire dallannuncio
come la madre di tutte le Chiese, che presiede nella carit.
del 25 gennaio 1959, fatto da papa Giovanni nella Basilica di San Paolo fuori del mura, a concluLintuizione profetica di papa Giovanni XXIII si realizzata via via con il susseguirsi
sione della Settimana di preghiera per lunit dei cristiani. Dopo i capitoli dedicati alla preparadelle diverse sessioni, portate a compimento da papa Paolo VI come una rinnovata
zione, si susseguono le cronache delle diverse sessioni, la discussione, le manovre ostative e le
Pentecoste che dilata la diffusione del Vangelo negli orizzonti dellintero pianeta, afvotazioni dei documenti, la sorveglianza sapiente e autorevole prima di papa Giovanni XXIII e
frontando le sfide del III millennio.
poi di papa Paolo VI; sino alla conclusione e la consegna alla Chiesa che vive e opera nei diversi
Sono trascorsi cinque decenni. La generazione che ha fatto e vissuto il Vaticano II
continenti. Non mancano carte geografiche, schemi, elenchi dei partecipanti Il valore, tuttavia,
ormai passata allaltra sponda. Urge per la domanda: la Chiesa, le singole Chiese che
dellopera, cinquantanni dopo la conclusione dellassise conciliare, sta nel ricostruire il signifila compongono, come hanno fatto fruttificare questo evento che stato definito da San cato storico, pentecostale, di un evento straordinario che ha segnato il XX secolo: la Chiesa ha
Giovanni Paolo II la pi grande grazia del ventesimo secolo? Il Concilio rimasto rac- preso coscienza di ci che era, e si trovata di fronte ci che doveva essere secondo il Vangelo.
chiuso nel volume che ne contiene i documenti prodotti dallassemblea conciliare,
LAtlante presenta un Concilio che nasce europeo e amplia poi le sue dimensioni e orizzonti per
fonte di pertinenti citazioni o - come nei disegni della Provvidenza la forza rigenera- sposare la cattolicit della Chiesa.
trice con cui lo Spirito sostiene la Chiesa in uscita per incontrare e risanare le piaghe
Altra utile segnalazione: Lavventura del Concilio Vaticano II (editrice Studium). Lautore Ettore
che affliggono lumanit? necessario nel frattempo riprendere in mano questo voMalnati rivisita il Concilio facendosi guidare dai pensieri e dalle parole di papa Benedetto XVI che,
lume. Nella libreria San Giovanni tornata a Palazzo Ghini (a Cesena in corso Sozzi,
rivolgendosi alla Curia romana (22 dicembre 2005) si sofferm a indicare lermeneutica pi ade39), sono presenti diverse edizioni. La pi completa quella pubblicata dalle Edb Il
guata per una corretta interpretazione dellAssise conciliare, e quindi della Riforma voluta dal
Concilio Vaticano II, edizione del 50esimo.
concilio, che non ha rappresentato infatti una rottura con il passato, con la tradizione pi autenPer una rivisitazione storica del Concilio, leditrice Jaca Book ha prodotto con impetica, ma un avvio di un fecondo processo di riscoperta e di riappropriazione del patrimonio della
gno tipografico ed editoriale di grande e suggestiva qualit il volume Atlante storico fede e di una capacit profetica di annuncio a tutte le genti.
del Concilio Vaticano II diretto da Alberto Melloni, attualmente segretario della FonPiero Altieri

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 7 luglio 2016

Villachiaviche

a parrocchia di Villachiaviche di Cesena organizza


unintera settimana di festeggiamenti, da luned 11 a
domenica 17 luglio, per la celebrazione della Madonna
del Carmine.
Nei primi giorni le attivit saranno rivolte a bambini e
ragazzi, con gite al ume (luned i ragazzi delle superiori,
gioved quelli di 2 e 3 media), ad Atlantica (mercoled
alle 9), lincontro per preparare il Campo Scuola
(mercoled alle 18,30) e la sda a pallavolo con i ragazzi
della Papa Giovanni XXIII di Balignano (gioved alle 21).
Da venerd si intensica il programma religioso, con la
Messa che sar celebrata nel cortile di una famiglia della

parrocchia alle 20,30. Poi, la processione con la statua


della Madonna del Carmine e a seguire un rinfresco.
Sabato 16 luglio alle 18,15 recita del Rosario e alle 19
celebrazione della Messa.
Alle 21 la compagnia Quii ad San Zili si esibir in una
commedia dialettale.
Domenica 17, inne, ci sar la 4 edizione della Festa del
Ritorno, a cui sono invitati tutti coloro che, nati a
Villachiaviche, si sono trasferiti altrove lungo il corso
della vita. Sia sabato sia domenica sar possibile cenare
negli stand gastronomici.
Saranno anche disponibili due gonabili per i bambini.

Proiezioni nei luoghi simbolo del centro storico, incontri con attori e registi

Piazze di Cinema
illumina le serate
estive di Cesena
A

Cesena si riaccendono i riflettori per


Piazze di cinema, la manifestazione
giunta al sesto anno di vita.
Al Palazzo del Ridotto in corso di svolgimento (fino all11 luglio) la mostra Ciao Marcello!
dedicata a Marcello Mastroianni, e in Malatestiana (fino al 4 settembre) espongono i fotografi che partecipano a Cliciak, il concorso
nazionale per fotografi di scena, giunto alla diciannovesima edizione.
Molti gli appuntamenti, visibili sul sito
www.piazzedicinema.it; fra i tanti ci sono alcune novit curiose. Marted 12, in piazzale
Aldo Moro, sar possibile assistere alla proie-

Valle del Savio


Mirim/Maria
alla Badia di Montalto
La storia di una ragazza, Maria, la cui vita
viene cambiata da un Annuncio.
Accompagnata da musica e canto. Gioved 14
luglio alle 21.15, lassociazione Amici della
Badia propone Mirim/Maria, un recital
poetico-musicale ispirato al libro In nome
della madre di Erri De Luca. Levento si
svolger nella chiesa di Badia di Montalto,
vicino a Sarsina. Liana Mussoni, ideatrice,
regista e voce dello spettacolo, propone il
racconto di unemozionante storia damore,
di coraggio e di fede, quella raccontata dal
libro, che si intreccia con testi di Fabrizio De
Andr, sonorit Yiddish e canti slavi e
argentini. Durante levento interverranno
Fabrizio Flisi, al pianoforte e Tiziano
Paganelli, che suoner auto, sarmonica e
percussione. Luciano De Paoli si occuper
del disegno luci.

Balze-Montecoronaro
Festa dellApparizione
Si svolge da gioved 14 a domenica 17 luglio
la Festa dellapparizione della Beata
Vergine Maria delle Grazie, nellunit
parrocchiale di Balze-Montecoronaro. Il
predicatore del Triduo sar don Alessandro
Saputo, parroco ad Aprilia.
Si inizia gioved 14 luglio, con la Messa alle
18, la cena insieme e a seguire la
processione mariana.
Venerd 15 ci sar una Giornata di
riessione, con Messa sempre alle 18, cena
e recital mariano alle 21.
Sabato 16 invece sar la Giornata delle
buone relazioni, si svolgeranno incontri e
giochi vari per tutti nel cortile,
accompagnati da un lmato sugli eremi. Alle
18 poi ci saranno rosario e predicazione.
Alle 19 la cena sar offerta dai pescatori di
Cesenatico, che porteranno una Rustida di
pesce. A seguire intrattenimento musicale.
Domenica 17 alle 11 il vescovo Douglas
Regattieri presieder la Messa; si terranno
due processioni (alle 17 e alle 21) e nel
cortile ci saranno nel pomeriggio i giochi
con il Mago Cotechino. Alla sera la cena allo
stand con animazione musicale. Alle 22,15
si esibir il gruppo Casadei Danze Cesena,
poi alle 23,30 lo spettacolo pirotecnico in
onore della Madonna.

zione del film Grease, classico musical con


John Travolta, dalle proprie automobili, in una
rivisitazione del drive-in americano. Inoltre
ci saranno, in piazza Bufalini, di fronte alla Biblioteca, incontri dedicati al mondo dei fumetti. Tre aperitivi a tema: sabato 16, presso il
bar Acquadolce (ore 19,30), con i fotografi che
partecipano a Cliciak, mercoled 20 presso il
chiosco dei Giardini Savelli (ore 19,30), con Alba Rohrwacher, immagine simbolo di questa

Gambettola

Bagno di Romagna
Mostra di Fulvio Gradassi

Appuntamenti estivi

Si potr visitare no al 28 agosto al Palazzo


del Capitano la mostra di Fulvio Gradassi
Cara vecchia statale. Pittoriche vedute da
Sorbano a Bagno. Le opere sono dedicate al
paesaggio dellalta valle del Savio
attraversata dalla vecchia statale 71
diventata secondaria dopo lapertura della
E45. Il catalogo curato da Stefano
Gradassi, Giuliano Marcuccini e Orlando
Piraccini.

edizione della manifestazione,


e gioved 21, presso il bar Re di
pane, con la giuria del premio
Monty Banks dedicato alle
opere prime. Riguardo questo
premio, oltre alla giuria, potr
votare anche il pubblico: le
proiezioni si terranno presso
larena San Biagio. Ci saranno
omaggi a Mastroianni, con alcuni dei suoi film, e ad Alba
Rohrwacher, talentuosa attrice italiana, che presenzier
mercoled 20 luglio alla proiezione del film Hungry Hearts
(piazza del Popolo, ore 21,45).
La rassegna si concluder venerd 22, alle 21,45, con Amarcord in piazza
del Popolo.
Ritorna anche questanno la notte dedicata al
cinema, venerd 15 luglio, con proiezioni al
San Biagio, in piazza del Popolo, in piazza Bufalini, in piazza San Domenico e presso il bar
Acquadolce. Tranne per il San Biagio, tutte le
manifestazioni sono a ingresso libero e si svolgeranno anche in caso di maltempo.
Paolo Turroni

In piazza Sandro Pertini no a sabato 9 luglio sar


presentata dallassociazione Amici della Scuola, in
collaborazione col Credito cooperativo romagnolo, Aria
destate. Gioved 7 luglio serata dedicata ai bambini e
alle famiglie con lesibizione degli acrobati Skizzo e
Jeief. Venerd 8 danza con gli allievi del Centro studi
danza e arti coreograche di Eleonora Pandolni e
Giorgia Muratori. Musica della Giancarlo Ronchi band
sabato 9 alle 21. Dalle 19 in via Garibaldi il raduno per
Fiat 500 e derivate.

Cesena

Longiano

Memorial Cococcia

Fotografia al Castello

Si svolger a Spiaggia 23 di Andrea


Spinelli Resilience-memorial Lorenzo e
Gianfranco Cococcia sabato 9 luglio con
atleti da tutta Italia. Si affronteranno
nelle regole del K1 e della Muay Thai.
Nel corso della serata sar assegnato il
trofeo Citt di Cesena a un giovane
atleta del territorio impegnato in questa
disciplina.

La Fondazione Tito Balestra ha organizzato una serata


allinsegna della fotograa. Nella corte del Castello
Malatestiano, venerd 8 luglio alle 21,15, Luca Panaro
presenter il suo nuovo libro Photo ad Hoc. Lautore,
critico darte e laureato al Dams di Bologna, insegna Storia
della critica fotograca allAccademia di Brera e Iconograa
fotograca al Politecnico di Milano. Nelloccasione il Museo
darte moderna e contemporanea sar aperto no alle 23
con ingresso ridotto.

Mercato Saraceno
Palcoscenici destate

Larena degli Orti a Bora, mercoled 13


luglio alle 21, ospiter la compagnia
Dla Zercia di Forl che metter in
scena la commedia Zibaldon
rumagnol.
Gioved 14 luglio alle 21 in piazza
Petrucci nel centro storico musica
sotto le stelle
con Lele il Saraceno.

Verghereto

Sui sentieri del Fumaiolo


La Pro loco di Balze ha programmato per
domenica 10 luglio la gara in Mtk con
partenza alle 9,30 dalla piazza. Fa parte
Si tratta del Campionato italiano 2
serie, della VII tappa Romagna bike,
Caveja cup e dellVIII Italian 6 races. Le
iscrizioni sabato 9 luglio dalle 15 alle 19
e domenica 10 dalle 7 alle 9.

Gatteo a Mare

La fede non va in vacanza


Ogni domenica alle 12 sul maxischermo di piazza della
Libert in diretta da piazza San Pietro lAngelus di papa
Francesco.
Marted 12 luglio alle 21,30, sempre in piazza della
Libert, presentazione del libro "Una storia della Chiesa"
di Angela Pellicciari.
Da venerd 15 a domenica 17 luglio in parrocchia a Gatteo a
Mare e a Villamarina la presenza di reliquie di San Giovanni
Paolo II.

Gatteo

Servizio civile al "Don Ghinelli"


LIstituto don Ghinelli-Opera don Guanella informa tutti i
giovani dai 18 ai 28 anni che possibile iscriversi al
progetto di Servizio Civile Come Dio comanda, no all8
luglio.
La proposta quella di svolgere 30 ore settimanali di
servizio civile per supportare i ragazzi disabili del centro
nella loro quotidianit.
Per iscriversi contattare lOpera don Guanella alla mail:
gatteo.direzione@guanelliani.it.

Cesena

Serate al quartiere al Mare


Nel parco della Casa rossa, a Ponte Pietra di Cesena,
sono in programma spettacoli col sostegno del
Credito cooperativo romagnolo. Venerd 8 luglio dalle
21,15 saranno esposte opere darte e recitate poesie
di autori locali con un omaggio a Tito Neri, scultore di
Villa Casone. Sabato 9 musica dal vivo con le band
Marangones e Dedos. Venerd 15 serata per i bambini
con Roberto Fabbri. Sabato 16 monologo di Roberto
Mercadini e domenica 17 commedia La perdita
presentata dalla compagnia La Broza.

Cesena, nuovo Comitato


Difendiamo
i nostri figli
asce a Cesena il comitato Difendiamo i
N
nostri gli (Cdnf). Dopo i due Family Day di
Roma dicono i referenti Antonio Domenico
Capristo e Enrico Castagnoli abbiamo deciso di
raccogliere la sda lanciata dal professor Massimo
Gandolni durante la visita cesenate di aprile.
Il comitato cittadino mantiene i caratteri
distintivi del comitato nazionale, per cui fonda la
propria azione culturale, sociale e politica su
principi e valori irrinunciabili, quale ad esempio il
diritto alla vita dal concepimento no alla morte
naturale, operando con iniziative concrete idonee
a promuoverli, garantirli e difenderli.
Il Comitato locale non si pone in alternativa alle
organizzazioni, gruppi e movimenti gi presenti
sul territorio, che gi operano con i medesimi
scopi. Mira invece a essere complementare ed
aggregativo. La sua composizione eterogenea
permetter un costante dialogo con le realt
locali per cercare di essere pi incisivi ogni qual
volta la vita, la famiglia, leducazione libera dei
nostri gli e la societ verranno messi in
discussione ed in pericolo.

Cesena
A San Carlo incontro
con Ania Goledzinowska
Nellambito della festa parrocchiale, gioved 14
luglio alle 21,15 nella chiesa di San Carlo, la ex
modella polacca Ania Goledzinowska parler del
suo straordinario percorso di conversione che
riassunto nel titolo del suo libro Salvata
dallinferno. Dalla precariet della vita in Polonia
alle false promesse di una vita migliore in Italia
dove stata usata e sfruttata. Dal successo nel
mondo dello spettacolo che non guarisce le sue
ferite arriva allincontro con la misericordia di Dio.

Grandi uomini
grandi malattie
Il Gruppo archeologico cesenate ha organizzato
lincontro Grandi uomini/grandi malattie. Un
viaggio nella medicina del passato. Da Giulio
Cesare a Piero Della Francesca, da Alarico I a
Dante. Avr luogo venerd 8 luglio alle 21,15
nellaula magna della Biblioteca Malatestiana.
Relatore Francesco Maria Galassi dellIstituto di
Medicina evolutiva dellUniversit di Zurigo.

Un libro per aperitivo


Tutti i venerd di luglio e agosto alle 19 saranno
proposti libri e si potr gustare un aperitivo in
piazza Bufalini, davanti alla Malatestiana.
Venerd 8 luglio Domiziana Caldaci presenter Il
buio nel cuore di Silvia Bertozzi (Fernandel,
2016) e Lipotetica assenza delle ombre di
Massimo Padua (Fernandel, 2015). In
collaborazione con la libreria Mondadori.

Commedia dialettale
Al chiostro di San Francesco, domenica 10 luglio
alle 21, la compagnia cesenate La Broza
presenter E testament, tre atti brillanti di
Antonio Guidetti. Regia di Andrea Lelli. Domenica
17 alle 21 la compagnia Dla Zercia di Forl
porter in scena la commedia di Giorgio Tosi
Ines, Ada, Ida e e su fradel. Regia di Claudio
Tura. Ingresso 6 euro.

Gran premio Riccardo Grassi


La VII serata allIppodromo del Savio, sabato 9
luglio dalle 21, prevede come corsa principale e
internazionale sui 1660 metri il Gran premio
Riccardo Grassi. Sono iscritti i cavalli Smeralda
Jet, Probo Op, Sharon Gar, Rania Lest, Peace of
Mind, Stankovic Ok, Newyork Newyork e Sin Miedo.

Sport

Dalla Carisp alla Ncaa


Un biologo marino
tra i giganti del basket
Emanuele Montaguti si trova in America dove frequenta
luniversit di West Florida. Gioca a basket negli Argonauts,
squadra che milita nella Division II della lega universitaria

Gioved 7 luglio 2016

Sono partito con poche aspettative. Una


volta arrivato sono venute a galla
emozioni e paure, soprattutto perch ero
lunico italiano e non avevo punti di
riferimento. A livello scolastico limpatto
non stato traumatico. Allinizio gli esami
che dovevo fare non centravano con il
mio corso, ma questo stato un bene
perch mi ha permesso di vivere con
maggiore tranquillit il periodo di
transizione. Con il basket invece stata
dura. Il primo giorno non sono riuscito
neanche a finire la prima parte
dellallenamento. A livello di preparazione,
qui sono abituati fin da piccoli a fare
allenamenti duri. Io mi sono dovuto
rimboccare le maniche e ho dovuto
lavorare pi dei miei compagni. In ogni
caso, dopo il primo periodo di
ambientazione diventato tutto
bellissimo, e non potrei essere pi
soddisfatto della scelta compiuta.
Parlando di futuro, il basket professionistico per te rappresenta pi un sogno, una
speranza o una reale possibilit?
Se sei anni fa, quando sedevo in panchina
in serie C2, qualcuno mi avesse chiesto se
vedevo Ncaa nel mio futuro, avrei risposto
di no. Non voglio fare la figura del finto
umile, ma neanche del montato. Penso
solo che, se si punta in basso,
fisicamente impossibile ritrovarsi a giocare
ad alti livelli. Siamo fatti per sognare in
grande: nei prossimi anni far il possibile
per diventare tanto forte quanto Dio ha in
mente di farmi diventare.
I giocatori in Ncaa possono rimanere tali
per cinque anni, poi devono scegliere se
passare al professionismo o smettere. Tu
rimarrai come giocatore fino al 2018 agli
Argonauts. Puoi fare il punto sulla tua
esperienza di questi primi tre anni?
Ho avuto la possibilit di fare esperienze
diverse, dagli allenamenti di tre ore per sei
giorni alla settimana, alla preparazione
atletica di prima mattina o a mezzanotte,
situazioni che neanche mi immaginavo.
Sono stati i tre anni pi difficili, ma i pi
belli della mia vita. Non ho giocato molti
minuti n segnato molti punti. Anzi ho
guardato molte partite dalla panchina, ma
si creato un rapporto bellissimo con i
miei compagni.

alla Romagna fino allAmerica, il


passo breve se ti chiami
Emanuele Montaguti. Lele un
ragazzo nato a Cesena nel 1993, 177 cm
di altezza per 73 kg di peso. Questi due
dati sono importanti per capire una
delle doti fondamentali di questo
ragazzo: la tenacia. In America
Montaguti, oltre a frequentare
luniversit di West Florida, corso di
biologia marina, gioca a basket. Proprio
cos: un piccoletto in mezzo ai giganti
che, di solito, si approcciano a questo
sport. Prima del grande salto in Ncaa
(National Collegiate Athletic
Association), la lega universitaria pi
prestigiosa del mondo, in cui militano i
suoi Argonauts, ha giocato nella Carisp
Cesena, poi nel 2012-2013 alla Gaetano
Scirea, formazione di Bertinoro, nella
quale ha spiccato il volo. La sua
squadra attuale milita nella Division II,
seconda categoria delle 3 in cui si
dividono le squadre di college
americano.
Ad agosto 2013 il passaggio dallItalia
agli States. E stato difficile?

EMANUELE MONTAGUTI

Bene linserimento scolastico,


mentre col basket limpatto
stato duro.
Il primo giorno
non ho neanche finito
la prima parte
dellallenamento

Campionati su pista
Due tricolori per Gozzi
Tra gli Allievi grande prova dei ciclisti della Fiumicinese-Fait
Adriatica. Podio per Sala, secondo il compagno Facja

l velodromo Monti
di Padova, marted
28 giugno, il
portacolori della
Sidermec-F.lli Vitali Nicol
Gozzi ha vinto la gara di
Keirin per juniores ai
Campionati italiani su
pista e in coppia con
Matteo Doneg ha
indossato la maglia
tricolore nellAmericana.

Cosa ti aspetti per i prossimi due anni?


Lanno prossimo non giocher per la
squadra, perch le trasferte sono lunghe e
mi costringerebbero a saltare pi di due
laboratori, ci significherebbe prendere
un voto negativo, che mi impedirebbe per
legge di continuare a giocare. Comunque
non ho intenzione di mollare questo
sogno proprio ora: lavorer con il personal
trainer. Ho incontrato ostacoli pi alti di
questi. Allo stesso tempo non ho
intenzione di lasciare la scuola. So quanto
sar importante per il mio futuro. Mi
aspetto di continuare questo percorso di
crescita personale, sperando di tornare da
uomo laureato, nella migliore forma fisica,
e con sogni ancora pi grandi.
Andrea Pracucci

Per la squadra romagnola si tratta del


quinto titolo tricolore negli ultimi quattro
anni. Domenica 3 luglio a Calderara di
Reno (Bologna) Nicol Gozzi si
classificato al 2 posto nella corsa di 112
chilometri alla media dei 43,131 orari,
dietro a Moreno Marchetti che si preso
la rivincita nella gara di minor pregio.
(Nella foto a destra in
basso, al centro Nicol
Gozzi e Matteo Doneg;
alla loro destra la
coppia lombarda
formata da Michele
Gazzoli e Stefano Oldani
e e alla sinistra la coppia
veneta composta da
Moreno Marchetti e
Filippo Ferronato).
Grande affermazione
degli allievi della
Fiumicinese-Fait
Adriatica domenica 3
luglio a Sala di
Cesenatico. Sui 72
chilometri della gara sul

21

Calcio cesenate
Sinergie
Bianconeri
e Romagna Centro
Giaccherini sarebbe nito al Romagna
Centro. Lo ha detto luned mattina il
presidente del Cesena calcio, Giorgio
Lugaresi, durante una conferenza stampa
congiunta col presidente del Romagna
Centro Daniele Martini. Lo ha affermato per
fare comprendere la bont dellaccordo con
la societ cesenate nata in parrocchia oltre
trentanni fa e da quattro anni in serie D.
Lugaresi ha cercato di fare capire le scelte
con le quali indirizzano un giocatore del
vivaio.
Noi parliamo chiaro ai ragazzi. Il passaggio
dalla squadra Primavera alla prima non
per nulla semplice. Il pallone corre veloce
tra gli adulti. Se uno accetta di andare al
Romagna Centro, magari lanno dopo torna
con noi. Se vuole andare per altre strade, lo
lasciamo libero. Noi seguiamo sempre i
giocatori del Romagna Centro. E li seguiamo
anche durante gli allenamenti. Per noi, la
societ del presidente Martini - noi siamo
amici, questo accordo per la vita - il
massimo. E del territorio, stimiamo i
dirigenti e la stima reciproca.
C un tempo di maturazione - ha
proseguito il presidente del Cesena - che
diverso da ragazzo a ragazzo. Per, ci sono
anche alcuni che vogliono portare via i
giocatori. I genitori e i procuratori a volte
vedono la situazione in maniera diversa da
come la vediamo noi. Pazienza. Il nostro
valore aggiunto resta il vivaio, per cui
cerchiamo di lavorare al meglio con i nostri
giovani. Si tenga presente che Giaccherini
ha disputato quattro campionati di C2.
Esemplare il caso di Lorenzo Ferretti,
classe 1997 ex Primavera del Cesena, lo
scorso anno tutta la stagione con il
Romagna Centro. Adesso tornato di
nostra propriet - ha aggiunto Lugaresi -.
Molte volte i ragazzi sono mal consigliati.
Poi ha detto anche che il giovane italoalbanese del 2000, Alessandro Ahmetaj,
sotto contratto dal primo luglio scorso.
Altrimenti ce lo portavano via, ha
chiosato il presidente Lugaresi.
Youssef Maleh, italiano con origini
marocchine, classe 1998, dovrebbe andare
in prima squadra, mentre Francesco
Mazzavillani, cesenate nato nel 1998,
sarebbe destinato al Romagna Centro. In
tutto si dovrebbe trattare di cinque-sei
giocatori. In ogni caso - ha precisato il
presidente - gli scontenti non li teniamo.
E stato citato anche il caso del fantasista
Stefano Sensi, con una prelazione della
Juve, il prossimo anno vestir la maglia del
Sassuolo. A me non convinceva molto - ha
sottolineato Lugaresi -. Labbiamo
riscattato dal San Marino per 300 mila euro.
Cinque mesi dopo valeva quattro milioni, a
dimostrazione che i tempi di maturazione
dei giocatori, che rimangono pur sempre
dei giovanotti, sono molto diversi. Chi vuole
intendere...

primo gradino del podio Saramano Sala


(nella foto a sinistra, al centro) alla
seconda vittoria stagionale e sul secondo
gradino il compagno di squadra Samuele
Facja. Terzo giunto al traguardo
Emanuele Ansaloni del gruppo sportivo
Santa Maria Codifiume.
Terzo Spada

22

Gioved 7 luglio 2016

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

Livioneris playground
In ricordo di un amico

LA SQUADRA DE I BOLLITI,
VINCITRICE DEL TORNEO
DI BASKET A TRE
DEDICATO AL GIOCATORE
E ALLENATORE LIVIO NERI

Basket: sui campi del quartiere Fiorenzuola, a Cesena,


si svolto nei giorni scorsi il quarto torneo 3 contro 3
allinsegna del fair play

i ripetuto per il quarto anno consecutivo il grande successo della


manifestazione di basket denominata Livioneris Playground, che si
svolta sabato 18 e domenica 19 giugno a Cesena sui campi del
Quartiere Fiorenzuola, sotto legida del Centro Sportivo Italiano di
Cesena.
Lobiettivo della manifestazione quello di regalare una due giorni di
divertimento in coda a tutti i campionati agonistici, onorando il ricordo di
Livio Neri, indimenticato amico morto prematuramente a soli 35 anni,
che questa manifestazione vuole ricordare nella maniera migliore. Lo
spirito della manifestazione, che rendeva omaggio a Livio, era di carattere
amatoriale e imponeva un gioco allinsegna dellamicizia e della sana

La Pol. 5 Cerchi
di Macerone
si aggiudicata
il titolo nazionale
di calcio a 11 allievi
del Centro Sportivo
Italiano
Le finali
si sono svolte a
Montecatini Terme
dal 28 giugno
al 3 luglio

competizione. Tutte le partite erano


ispirate al principio del fair play: gli
atleti dovevano mantenere un
comportamento rispettoso nei
confronti di tutti i partecipanti e
accettare le decisioni arbitrali senza
recriminazioni.
Sono state 34 le squadre iscritte,
ciascuna composta di tre giocatori,

MONTECATINI TERME, DOMENICA 3 LUGLIO:


LA PREMIAZIONE DEI RAGAZZI ALLIEVI
DELLA POLISPORTIVA 5 CERCHI DI MACERONE,
VINCITORI DELLA FINALE DEL TORNEO NAZIONALE
DI CALCIO A 11
(FOTO MAURO ARMUZZI)

i
v
e
i
l
l
a
1
1
a
Calcio

Scacchi
I GIOCATORI
ALLIEVI DELLA
POLISPORTIVA
5 CERCHI SONO:
FEDERICO ANTOLINI, JONAS BOSSIO, GABRIEL
LUCHIAN, MARCO
FOSCHI, GIACOMO
PAOLUCCI, DENNIS
PANNO, SIMONE
BENZI, LORENZO
DAMBROSIO,
NICOLA MORIGI,
LORENZO FAEDI,
SAMUELE BOSCHI,
ENRICO CANDOLI,
LUCA DAMBROSIO,
LORENZO LELLI,
EMANUELE
BRILLANTE,
MATTEO CRUDELI

I pi bravi dItalia
N

come il regolamento
prevede, con gare da
disputarsi su un solo
canestro.
Dopo due giorni di
battaglia stata la
squadra de I Bolliti a
prevalere su I
Cancelletto in una gara
in equilibrio fino
allultimo secondo, che si
risolta con lultimo tiro
da 3 di Jacopo Grassi de I Bolliti sul
risultato di 29 a 28.
Lappuntamento per il prossimo anno
per ripetere un evento di sicuro
successo, che raccoglie tante persone
nel ricordo di un amico, che mette in
primo piano la pallacanestro e
coinvolge un elevato numero di
giocatori e familiari in una grande festa.

ello stesso giorno in cui si infranto il sogno azzurro della Nazionale di


calcio contro i tedeschi, si realizzato il sogno dei ragazzi della
Polisportiva 5 Cerchi di Macerone di Cesena.
Primi assoluti ai nazionali del Centro Sportivo Italiano nella categoria Allievi
di calcio a 11 (nati nel 2000-2001) che si sono svolti a Montecatini Terme dal
28 giugno al 3 luglio. Un ruolino di marcia impressionante quello dei ragazzi
di Macerone che hanno concluso la manifestazione con 15 gol allattivo e
nessuna rete subita nei quattro incontri che li hanno visti affrontare le
migliori formazioni della Calabria, Lombardia, Sardegna e Piemonte. Alla
fine stata la squadra dellEmilia Romagna, del Csi di Cesena, a prevalere e
ad aggiudicarsi lambito titolo.
Sono bravi, educati e veramente forti, meritano di vincere il titolo di
campioni nazionali Csi, stato il commento di Nicolas Rossi allenatore del
Gs Nabor di Milano sconfitti per 2 a 0 in una finalissima giocata con elevati
momenti di gioco e agonismo e una correttezza rara per una finale.
Gara sbloccata negli ultimi tre minuti di gioco, quando ormai ci si preparava
alla lotteria dei rigori, e
definitivamente chiusa
con un contropiede nei
minuti di recupero. Il
I CAPITANI DELLE SQUADRE FINALISTE DEL TORNEO.
PRIMO DA SINISTRA, MATTEO CRUDELI, CAPITANO DELLA
terzo tempo in campo
POL. 5 CERCHI MACERONE ALLIEVI
con i saluti e gli abbracci
fra i ragazzi ha sancito la
riconosciuta superiorit dei cesenati che tornano a casa con un titolo
veramente importante.
Bisogna attivare i ricordi di circa quarantanni fa per trovare una squadra
del Csi di Cesena arrivata cos in alto a livello nazionale (il San Vittore di
Cesena), ma erano altri tempi e si giocava un altro calcio.

DA SINISTRA RINO GIOVANARDI, MARCO LANDI


ED ENRICO GRASSI

Assalto alla Rocca


Tappa a Cesenatico
Iniziata a marzo, la decima edizione del torneo
di scacchi Assalto alla Rocca, ideato da
Enrico Johnson e portato avanti dal circolo
Paul Morphy che ha sede presso il Centro
Sportivo Italiano di Cesena, giunta allottava
tappa.
Questo torneo itinerante tocca quattordici
citt della provincia di Forl-Cesena ed
unoccasione per giocare a scacchi sempre in
un posto diverso e familiarizzare con gli
avversari nella pausa pranzo, richiamando
giocatori da tutta la Romagna e oltre.
Allottavo appuntamento, disputatosi
domenica 26 giugno a Cesenatico presso il Bar
Manzelli in viale De Amicis, si sono presentati
venti giocatori. Il pi giovane di otto anni, il
pi anziano sopra gli ottanta. Come sempre
sono stati sei i turni di gioco da disputarsi col
sistema italo-svizzero da 30 minuti, suddivisi
nellarco della giornata: tre al mattino e tre al
pomeriggio.
Lospitalit della signora Lucchi stata
determinante per consentire ai partecipanti di
trascorrere una giornata di gare intensa e
divertente. Solo un dettaglio: la classica
nale a sancire laffiatamento di persone che,
dopo incontri e scontri sulla scacchiera,
trovano comunque motivi per festeggiare e
stare insieme. Al 1 posto si classicato Rino
Giovanardi di Gambettola, che ha preceduto
nellordine Marco Landi di Ravenna ed Enrico
Grassi di San Marino.
Dopo le tappe di Terra del Sole, Sala di
Cesenatico, Bertinoro, Meldola, Montiano,
Santa Maria Nuova, Forlimpopoli e Cesenatico,
domenica 10 luglio sar il turno di Galeata. A
seguire gli appuntamenti di Gambettola,
Sorrivoli, Forl, Longiano e Cesena.

Pagina aperta

Il direttore risponde

Gioved 7 luglio 2016

23

LOcchio indiscreto

Lastrofisica materia riservata agli atei?


Einstein: La scienza senza la religione zoppa

aro direttore, che lastrofisica sia per la


maggior parte degli scienziati che non
credono nel coinvolgimento di Dio nelle
cose della scienza risaputo. Il mio parroco,
don Giordano Amati, che conosco da oltre
trentanni come un fine studioso di teologia,
mi ha sorpreso con una serie di interessantissimi articoli e documenti di astrofisica (tutti
ampiamente sottolineati) di cui mi ha fatto
dono in copia, che vanno ad aggiungersi a
tanti volumi di astrofisica che colleziono.
Negli anni Venti un sacerdote gesuita, Georges
Lematre, mettendo insieme la teoria della relativit di Einstein con la sua convinzione che
luniverso era in espansione, contribu a gettare le basi dellastrofisica moderna. Il processo di adattamento di darwiniana memoria,
che era collocato nel XIX secolo e che si riferiva
al mondo biologico, stato esteso a tutto luniverso. La teoria dellevoluzione fu appunto formulata dal cosmologo belga Lamatre, a
partire dal 1927. Egli studi le equazioni gravitazionali della teoria della relativit generale di Einstein, cercando una soluzione con
raggio di curvatura variabile delluniverso,
contrariamente a quanto ipotizz Einstein, in
un primo momento, a proposito della costante
cosmologica. Questi studi gli permisero di formulare la sua teoria dellorigine delluniverso
nel 1931: in un dato momento del passato
(origine), luniverso avrebbe avuto una densit
elevatissima, molto superiore a quella attuale,
e le galassie sarebbero state vicinissime luna
allaltra. Negli ultimi stadi dellespansione iniziale e in seguito si erano formati addensamenti di materia (galassie e stelle). Durante
lespansione la densit diminu e la materia si
distanzi sempre pi, lattrazione gravitazionale divenne sempre pi debole e lespansione
sempre pi rapida, fino ad arrivare a un universo senza densit. Successivamente le teorie
evolsero ma allora la teoria di Lematre fu predominante. Possiamo dividere la storia dei
tentativi delluomo per conoscere luniverso in
tre fasi. La prima va dalle civilt pi antiche
fino al XVI secolo, con Copernico. Si credeva
che luniverso esistesse per le qualit degli dei
e, pi tardi di Dio. Ci nonostante ci fu qualcuno come Giordano Bruno e Tolomeo che
vide pi avanti. Il secondo periodo si apre con
la teoria eliocentrica di Copernico (1543) e si
chiude con la teoria di Lematre (1930). Newton, che trov la legge matematica della gravit, ammise di non capirne il senso e che
restava un mistero per luomo. La gravit sarebbe rimasta sempre incomprensibile alluomo. Confrontando le teorie pi recenti con
quelle pi antiche, si colpiti dal frequente richiamo a Dio di quelle passate e a una scarsa
elaborazione matematica delle nozioni fisiche
nelle seconde. Nelle teorie pi recenti accade
esattamente il contrario. Lamatre, sacerdote
cattolico e scienziato, crede che latomo originario sia stato creato da Dio. La terza fase
quella attuale e inizia nel 1950 con le teorie di
Gamow e della creazione continua. In questa
fase a Dio non si ricorre mai. Secondo lui
luniverso esistito per un tempo infinito, a

densit media uguale a zero, in stato di contrazione che precedette lesplosione iniziata 13
miliardi di anni fa. Dunque luniverso non ha
avuto inizio, ma esiste da sempre e quindi non
ha senso ricorrere a Dio. Daltra parte per
luomo mortale e finito e non riuscirebbe mai
a produrre sistemi o oggetti di queste caratteristiche. La mancanza di un inizio e una fine
delluniverso suggellava lesistenza di Dio. Solo
linfinito pu creare cose infinite. La civilt
umana nata circa cinquemila anni fa e solo
da quattrocento anni (tempo di Copernico) si
avuta coscienza della struttura delluniverso,
ben poca cosa rispetto a 13 miliardi di anni fa.
Ci potuto avvenire quando la scienza divenuta laica. Un insegnante che spiega ai suoi
studenti luniverso deve stare molto attento a
dire che esso viene da Dio. Nascerebbero sicuri
problemi quando gli verrebbe chiesto cosa facesse Dio prima della creazione. La storia del
rapporto tra scienza e religione assai combattuta, ma sarebbe sbagliato dire che la religione
sia stata in grave errore. Forse c stata una incertezza dei ruoli, ma anche questo frutto
della fallibilit delluomo. Il rapporto fra
scienza e religione dovrebbe essere allimpronta del reciproco rispetto e le due entit
non devono ostacolarsi lun laltra. Diceva Einstein: La scienza senza la religione zoppa,
ma la religione senza la scienza cieca. La
chiesa non deve vedere con sospetto chi e come
si indagano le leggi delluniverso, come che
questo potesse portare a un indebolimento
della sua fede. Al contrario una pi intima comunione con le leggi delluniverso, cos complesse e perfette, susciter maggiore
ammirazione per la grandezza e la maest dellopera di Dio. Capisco ora quindi perch il
mio parroco si interessa e guarda con scrupolo
lastrofisica, la sua evoluzione, i suoi scopi e i
suoi significati.
Marco Guiduzzi (Cesena)
Carissimo ingegnere, grazie mille per il suo
scritto che indaga lorigine delluniverso e
lannosa questione del rapporto scienza-fede.
Stupenda la citazione tratta da Einstein: La
scienza senza la religione zoppa, ma la religione senza la scienza cieca. Lei parla di
ammirazione per le opere delluniverso creato
da Dio. A me piace di pi la parola stupore.
Entrambi, penso, desideriamo esprimere lo
stesso concetto: quello del bambino incantato
che fissa la volta celeste e spalanca la bocca
per le meraviglie che pu gustarsi. Ecco, io
vorrei essere sempre quel bambino e stupirmi
ogni giorno per ci che accade di stupefacente
sotto i miei occhi. Che siano le costellazioni,
un fiore che sboccia, un tramonto allorizzonte non ha importanza. Ci che conta il
cuore grato per il tanto, limmensamente ricevuto. Troppo, a cominciare dal dono della
vita.
Grazie per le sue riflessioni. E grazie anche a
don Giordano che la invita a ragionare su
temi tanto accattivanti e decisivi. A presto.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it

Strade provinciali sempre pi orfane. Proprio come quella ritratta nella foto.
Siamo sulla provinciale Sala, tra Ruffio e la rotonda per Macerone, in comune di
Cesena. Il guard rail in parte abbattuto e la boscaglia cresce senza che nessuno
se ne curi. A chi spetta la manutenzione?

La Brexit e i timori degli over 50

Caro direttore, nel suo editoriale sull'ultimo Corriere Cesenate c' scritto che in
Inghilterra le nuove generazioni si sono schierate per le frontiere aperte. A dire
la verit solo un terzo dei giovani sotto i 24 anni e il 50 per cento di quelli con
unet compresa tra i 25 e 34 anni ha votato al referendum, mentre ha votato l80
per cento degli over 65. Lascio a lei le ragionevoli conseguenze. Il resto sono opinioni. Cordialit.
Lettera firmata
Carissimo lettore, le sue osservazioni sono giuste. Mi permetto solo di aggiungere che in una elezione, a parte il caso dei referendum abrogativi in Italia per
i quali occorre raggiungere il quorum e quindi lastensione una forma di voto,
chi non si esprime non dice nulla. Si rimette alla volont di chi vota. E questo
forse vale di pi per le nuove generazione. Ci comunque ci conforta sul voto
di chi partecipa, di certo pi convinto e consapevole. Quindi, ancora pi forte
il remain espresso dai giovani nel Regno Unito. A maggior ragione lalta percentuale degli over 65 dimostra il timore di perdere privilegi acquisiti negli ultimi decenni. Privilegi che lUnione europea a volte mette in discussione, come
capita di vedere alle latitudini italiane. Un dato, che ci d molto fastidio, mi pare
inconfutabile: i debiti accumulati, prima o poi, qualcuno li deve pagare. Ma
forse sbaglio.
A presto.
Fz

A quarantanni dal diploma


la classe 5 C del 1976 si ritrova allItis Pascal
Hanno camminato lungo i corridoi
dellItt
Pascal
visitando quei luoghi dove oltre
quarantanni fa
hanno studiato e
si sono diplomati: si tratta
degli studenti
della classe 5 C
del 1976 che lo
scorso 18 giugno si sono ritrovati allIstituto tecnico tecnologico Blaise Pascal
di Cesena per festeggiare i quarantanni dal diploma di maturit.
La classe di diplomati del 1976, accompagnati nel tour della scuola dalla professoressa Ferri e dal professor Gasperoni, hanno visitato anche il museo della
Tecnologia.

ZONA MULINI (Cesena): su un lotto di circa 380 mq casa indipendente da ristrutturare con ampio giardino privato. Limmobile composto al piano rialzato da soggiorno/pranzo, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio e al piano seminterrato
da cantine e servizi. Possibilit di sopraelevare e di realizzare tre unit abitative con
progetto gi approvato. 320.000 / Rif. 1590
ADIACENZE OSSERVANZA E CENTRO CITT (Cesena): In piccola palazzina con spese
condominiali contenute appartamento ristrutturato completamente 4 anni fa con materiali moderni. Limmobile si trova al secondo e ultimo piano ed composto da luminoso soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, bagno,
balcone verandato, cantina e posto auto in corte condominiale. 169.000 / Rif. 1614
CASE FINALI (Cesena): in zona verde e tranquilla vicino a tutti i servizi in palazzina
di nuova costruzione appartamento al piano terra con ingresso indipendente composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 1 balcone,
tavernetta, cantina, garage doppio e giardino di propriet. Ottime finiture, aspirazione centralizzata, riscaldamento a pavimento con caldaia autonoma, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. 340.000 Rif. 1334-3
SAN MAURO IN VALLE (Cesena): a pochi passi dal centro, immerso nel verde allultimo piano appartamento di nuova costruzione ad alto risparmio energetico
composto da ampio soggiorno/pranzo, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, 2 bagni, 3 logge, ampio sottotetto diviso in 3 vani, piccolo ripostiglio,
cantina e garage. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI
A TITOLO ONEROSO. 425.000 / Rif. 0121-2
CENTRO STORICO (Cesena, via Cesare Battisti fronte via Chiaramonti): in elegante
palazzo appartamento al primo piano servito da ascensore composto da ingresso,
soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con finestra e cantina.
Limmobile gode di eccezionale luminosit e si distingue per gli spazi comodi e
ben disposti. 240.000 / Rif. 1563

PONTE PIETRA (Cesena): in zona residenziale porzione di casa da ristrutturare con ingresso indipendente, cortile privato, garage e ripostigli esterni. Limmobile composto
al piano rialzato da soggiorno e cucina abitabile; al piano primo da 2 camere da letto,
bagno e balcone; al piano seminterrato da cantina. 150.000 / Rif. 1578
ZONA SAN VITTORE (Cesena): in palazzina di 9 unit appartamento in discrete condizioni all'ultimo piano composto da soggiorno, cucina, abitabile, veranda, 2 camere da
letto, 2 bagni, finestrati, balcone, cantina e garage. 150.000 / Rif. 1321
ZONA CENTRALE (vicinanze Giardini di Serravalle, Cesena): in condominio servito da ascensore al primo piano appartamento recentemente ristrutturato composto da ampio ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere da letto matrimoniali,
bagno, balcone e cantina. 210.000 / Rif. 1542
ZONA VIGNE (Cesena): In fabbricato costruito all'inizio degli anni 80 vicino al centro e ai servizi appartamento al secondo piano con ascensore composto da soggiorno con cucina a vista, bagno, 2 camere da letto, 2 balconi, garage al piano
interrato. 167.000 / Rif. 2028