Sei sulla pagina 1di 1

Gian Lorenzo Bernini nasce a Napoli il 7 dicembre 1598( mile cinque cento novantotto) dove

i suoi genitori si erano da poco trasferiti. Nel 1606 (mile sei cento sei) la famiglia torna a Roma
dove il padre di Bernini ottiene la protezione del cardinale Scipione Borghes. In questo contesto
ci sar occasione per il giovane Bernini di mostrare il suo precoce talento.
Gian Lorenzo si forma alla bottega del padre e con lui realizza i suoi primi lavori. Tra le sue opere
principali di questo periodo vi sono
Ratto di Proserpina, Apollo e Dafne, David (a differenza dei David di Michelangelo e Donatello, Bernini
s'interessa al momento di massimo dinamismo, quando l'energia esplode e si fa manifesta nel tendersi dei
muscoli, nella violenta torsione a spirale del busto e nella fierezza del volto.)

E' ancora giovanissimo quando papa Urbano VIII (otavo) Barberini, con il quale l'artista stabilir
un durevole e proficuo rapporto di lavoro, gli commissiona il "Baldacchino di S. Pietro"
(1624 mile seicento venti quatro-1633 mile seicento trenta tre)
Nel 1629(mile sei cento venti nuove) Papa Urbano VIII(otavo) nomina Bernini architetto
sovrintendente alla Fabbrica di San Pietro .Le fontane sono un prodotto tipico del gusto
barocco; Bernini inaugura una nuova tipologia, quella a vasca ribassata Fontana del Tritone,
Fontana della Barcaccia
Tra il 1628(mile seicento ventotto) ed il 1647( mile seicento quaranta sette) realizza la
"Tomba di Urbano VIII(otavo)" nella Basilica di San Pietro, sempre in questo periodo realizza
due dei suoi busti-ritratto pi famosi: Scipione Borghese, Constanza Buonarelli
Nel 1644(mile seicento quaranta quatro) muore papa Urbano VIII(otavo) ; In seguito Gian
Lorenzo Bernini trova l'appoggio di Papa Innocenzo X(decimo) per il quale realizza la Fontana
dei Quattro Fiumi, In seguito realizza la "Verit", il busto di Innocenzo X(decimo) Pamphili e il
busto di Francesco I (primo) D'Este, Il collonato di San Pietro, Luigi Quatordicesimo In
Francia 1665 (mile seicento sesanta cinque), Monumento funebre di Alessandro VII (Settimo)
Bernini esegue due dei dieci angeli che devono decorare il ponte: vengono giudicati talmente belli che si
decide di collocarli nella chiesa di Sant'Andrea delle Fratte per proteggerli dalle intemperie
L'ultima sua scultura il "Salvatore" che si trova custodita nel Museo Chrysler di Norfolk in Virginia.

Dopo una lunghissima vita dedicata all'arte, dopo aver imposto il suo stile a tutta un'epoca, Gian
Lorenzo Bernini muore a Roma il 28 novembre 1680(mile seicento otanta), all'et di 82 (ottanta
due anni.)
A lui intitolato il cratere Bernini presente sul pianeta Mercurio. La sua effigie stata presente
sulla banconota da 50.000 (cinquanta milla) Lire italiane.