Sei sulla pagina 1di 8

Prof.

ssa
Celeste Avila

LO SPORT IN ITALIA
Nella societ italiana lo sport abbastanza praticato, soprattutto tra i giovani. In
altri Paesi la formazione sportiva avviene soprattutto a scuola, in Italia invece
vengono dedicate solo due ore settimanali alleducazione fisica.
Lo sport quindi viene principalmente praticato fuori dalla scuola, nel tempo lilbero;
di solito sono associazioni sportive private che si occupano dellallenamento dei
ragazzi.
Lo sport pi seguito e praticato da adulti e ragazzi in Italia il calcio, che riceve
anche la maggiore attenzione da parte della televisione e dei giornali.
Di solito le ragazze non amano il calcio come i loro compagni, molte di loro
praticano fin dallinfanzia la danza e la ginnastica.
Uno sport amato e praticato da tutti il nuoto, sono molto diffusi anche il
ciclismo, il tennis, la pallavolo, la pallacanestro, latletica, e le arti marziali
come il karate o il judo.
Durante la stagione invernale molti frequentano localit di montagna dove poter
praticare lo sci.
In et pi adulta molti italiani si iscrivono in palestra, a partire dagli anni Ottanta
si sono diffusi club sportivi dove si svolge attivit fisica in un luogo chiuso; spesso
questi posti offrono anche piscina, massaggi, sauna e altre attivit finalizzate al
relax e al benessere.
UN PO DI LESSICO
fare sport praticare uno sport
sport di squadra uno sport che si pratic a squadre, come il calcio
sport individuale uno sport che si pratica non in squadra, come lo sci
allenatore a seconda dello sport ha nomi diversi: il maestro di sci, di nuoto, di
tennis; allenatore di altetica; mister di squadre di calcio, istruttore di palestra
amatore chi pratica sport a livello non agonistico
professionista chi pratica sport a livello agonistico
tenere per tifare per una squadra o un atleta
salire sul podio arrivare in uno dei primi tre posti in una gara

Prof.ssa
Celeste Avila

fare gol segnare un punto per la propria squadra in una


partita di calcio
derby partita tra due squadre della stessa citt
fuoriclasse persona che eccelle in uno sport
schiappa modo scherzoso per indicare una persona non portata per uno sport
fare una vasca percorrere una volta la piscina nel senso della lunghezza
stili di nuoto ci sono vari stili di nuoto: lo stile libero; la rana; il dorso; il
delfino
la corsa corsa di velocit (dai 100 ai 400 metri); corsa di mezzofondo e fondo
(fino a 10 000 metri); maratona (corsa di 42 kilometri)

Testo tratto da: Anna Ferrari e Cinzia Medaglia, Il bel paese. Corso di civilt italiana,
Zanichelli, Bologna, 2011.

IL CALCIO
In italia il calcio sicuramente lo sport pi seguito e in occasione dei campionati
del mondo anche chi non solitamente appassionato di questo sport segue con
interesse le partite della squadra della propria nazione.
La maglia azzurra luniforme indossata dai giocatori della Nazionale italiana che
per questo motivo vengono anche chiamati "gli azzurri".
La squadra nazionale italiana ha vinto quattro edizioni del campionato mondiale di
calcio: nel 1934, nel 1938, nel 1982 e nel 2006.
Vediamo ora alcuni termini specifici di questo sport:
allenatore il tecnico che prepara fisicamente e tatticamente la squadra,
anche chiamato mister;
commissario tecnico (CT) allenatore preposto prevalentemente alla
preparazione tecnica e alla selezione dei giocatori, lui a gestire le Nazionali
di calcio;
arbitro ufficiale di gara incaricato di far osservare le regole, di sanzionare
le infrazioni e i falli, di convalidare il risulatato finale;
capitano giocatore che riveste il ruolo di rappresentare la squadra;

Prof.ssa
Celeste Avila

attaccante membro della squadra che gioca in prima


linea con il compito di sviluppare azioni offensive e di fare goal;
centravanti attaccante centrale, di solito pi abile nel svulippare le azioni
offensive;
ala attaccante che gioca in prossimit della fascia laterale del campo;
centrocampista calciatore che gioca nella fascia centrale del campo,
solitamente preposto alla costruzione del gioco;
difensore giocatore che ricopre un ruolo difensivo;
portiere giocatore il cui ruolo consiste nel difendere la porta;
guardalinee coloro che aiutano larbitro nella gestione della gara, il cui
compito fondamentale la segnalazione del fuorigioco;
gol (italianizzazione di goal) punto che una squadra segna a proprio
vantaggio;
porta spazio attraverso il quale deve passare il pallone per fare un punto
(gol);
rete la sacca agganciata dietro i pali e la traversa della porta, nella quale il
pallone si ferma in caso di gol; anche sinonimo di gol;
panchina settore adiacente al campo dove stanno allenaore, tecnici e
riserve;
area di rigore zona rettangolare adiacente alla porta, delimitata da un
rettangolo bianco disegnato sullereba;
calcio di rigore o rigore punizione assegnata contro la squadra che
commete un fallo nellarea di rigore, il pallone viene calciato direttamente in
porta senza ostacolo di difensori a parte il portiere;
calcio dangolo ripresa di gioco effettuata dallarea dellangolo;
fuorigioco regola secondo la quale un giocatore in posizione irregolare se
al momento del passaggio si trova nella met campo avversaria e non ci
sono almento due giocatori avversari tra lui e la porta;
fallo infrazione al regolamento di gara commessa da un calciatore contro
un avversario; a seconda del tipo di fallo pu essere sanzionato con un calcio
di punizione in favore della squadra che ha subito il fallo o con
unammonizione o unespulsione a carico del giocatore che lo ha commesso;
recupero tempo extra giocato alla fine dei 45 minuti, per recuperare le
interruzioni verificatesi durante il gioco.

Il calcio sicuramente lo sport nazionale italiano. Tra i vari sport, uno dei pi

semplici da praticare: bastano un pallone sferico e un campo di gioco. Lo scopo del


gioco segnare pi gol facendo passare il pallone fra i pali della porta avversaria.
Il tutto viene controllato da un arbitro e due guardialinee, in modo che il gioco si
svolga secondo le regole. La semplicit del gioco e delle attrezzature richieste ha
reso il calcio popolarissimo, praticato in tutto il mondo.
Il calcio ha origini antichissime. Se ne possono trovare tracce nel gioco cinese tsuchu (palla spinta con il piede) praticato gi da duemila e seicento anni. Un
passatempo uguale era praticato anche nellantico Giappone dove prendeva il
nome
di
kemari.
Un gioco simile era praticato anche dagli antichi romani e veniva chiamato
harpastum. Era praticato dai soldati delle legioni che probabilmente lo diffusero in
tutta Europa. I romani invasero anche la Britannia, che oggi chiamiamo Gran

Prof.ssa
Celeste Avila

Bretagna. Proprio nellisola britannica gi dal 1200 si praticava


una forma di calcio, ma si verificavano anche i primi incidenti che fanno da
contorno al gioco del pallone.
Anche in Italia, vi erano nel Medioevo e nel Rinascimento giochi simili al calcio. Il
calcio fiorentino, conosciuto anche col nome di calcio in livrea o calcio in costume,
era praticato presso la corte dei Medici, signori della citt di Firenze. Vedeva
coinvolti i vari quartieri della citt. Questo gioco viene ancora praticato, con
i costumi dellepoca e con le stesse regole. Per la violenza del gioco, il calcio
fiorentino ricorda molto pi il rugby che
Il calcio attuale
NellOttocento, nei college e nelle universit inglesi si cominciano a praticare gli
sport moderni e a stabilire per essi le regole che ancora oggi vengono seguite. La
nascita del football moderno avvenne il 23 ottobre 1863, quando a Londra venne
costituita la Football Association, la federazione inglese del calcio. Per la prima
volta, vennero scritte le regole del gioco, che vennero poi modificate
successivamente. Per esempio, nel 1866 fu introdotta la regola del fuorigioco e nel
1890 si definirono i ruoli di arbitro e guardialinee.
Viaggiatori inglesi e appassionati italiani cominciarono a fondare dei Football and
Cricket Club, per diffondere gli sport inglesi anche in Italia. A Torino, vennero creati
lInternazionale Football Club nel 1891 e il Football Club Torinese nel 1894: le due
squadre si fusero insieme nel 1906 per dare vita alla attuale squadra del Torino.
Nel 1893 naque a Genova il Genoa Crickett and Football Club, cio il Genoa. Nel
1896, la Societ Udinese di Ginnastica e Scherma si aggiudic il primo torneo
italiano di calcio contro squadre di Treviso e Ferrara. Nel 1897, a Torino alcuni
studenti del Liceo Massimo DAzeglio fondarono lo Sport Club Juventus. Nel 1900
nacque a Roma la Societ sportiva Lazio. A Vercelli, la Societ ginnastica pro
Vercelli nel 1903 fond una sezione per il calcio e divent subito una tra le squadre
di maggior valore di quegli anni.
Nel 1898, a Torino, venne fondata la Federazione italiana gioco del calcio. Il primo
campionato che fu giocato in quello stesso anno tra quattro squadre, in una sola
giornata. Le partecipanti furono lInternazionale di Torino, F.C. Torinese, Ginnastica
di Torino e il Genoa che vinse e domin la scena per diversi tornei successivi. A
Milano, nel 1910 ci fu lesordio della Nazionale italiana con maglia bianca contro la
Francia.

Il risultato finale fu una vittoria per 6 a 2 sui cugini doltralpe davanti a oltre
quattromila spettatori. Nel 1913, ci fu il primo campionato nazionale, articolato su
due raggruppamenti, uno settentrionale e uno centro-meridionale.
Da anni questo sport diventato popolarissimo. Scherzando sulla nostra
Costituzione, si potrebbe dire che "lItalia una repubblica basata sul pallone", pi
che
sul
lavoro.

Prof.ssa
Celeste Avila

Spesso le notizie sul calcio, in Italia, prendono il sopravento su


quelle politiche, ambientali ed economiche: una sorta di stordimento mediatico. I
calciatori riescono raramente a essere esempi positivi per i loro giovani tifosi.
Spesso assumono durante il gioco degli atteggiamenti violenti e scorretti.
Invece, come personaggi pubblici idolatrati e strapagati, avrebbero il dovere di
controllare sempre gesti e parole.
Il calcio professionistico diventato uno sport che invece di unire, divide.
I tifosi si distinguono spesso per i loro slogan violenti e razzisti o per episodi di
violenza criminale. Bande di ultr scatenati mettono letteralmente a ferro e fuoco
gli stadi, le citt e i mezzi di trasporto. Molti poliziotti e carabinieri devono essere
impiegati ogni domenica per cercare di contenere i tifosi violenti, con enormi costi
a carico di tutta la societ.
Ma ormai molti italiani non sopportano pi questo insano modo di vivere lo sport. I
costi dei tifosi violenti dovrebbero essere a carico delle societ sportive che si
arricchiscono
con
biglietti
e
diritti
televisivi.
Il gioco, qualsiasi esso sia, dovrebbe insegnare il rispetto dellavversario
e la passione per la sana competizione. Il risultato dovrebbe essere secondario:
limportante partecipare sportivamente, non vincere.

Esercizio.
Scegli la risposta corretta

Prof.ssa
Celeste Avila

1. Il calcio
sport pi popolare in Italia

lo

o
f

o
v

2. Il gioco del calcio stato


inventato da pochi anni
o

5. Il Genoa fu una delle prime


squadre di calcio in Italia

o
f

6. Il gioco praticato dai Romani


era chiamato "Sarbastum"
o

3. Larbitro coadiuvato da due


guardalinee
o
f

o
v

7. Il calcio fiorenrtino, il calcio in


livrea e il calcio in costume sono
lo stesso sport.
o

v
4. In Inghilterra si scrissero le
prime regole del calcio
o

8. A Milano nel 1910 ci fu


lesordio della Nazionale italiana

Prof.ssa
Celeste Avila

9. In Italia il calcio governato


dalla Federazione
importante
gioco calcio.
o

10. In Italia il calcio vissuto in


modo molto tranquillo: che si
vinca o si perda, le opposte
tifoserie festeggiano
sempre insieme
o
v

v
o