Sei sulla pagina 1di 35

Universit degli Studi di Cassino

Facolt di Ingegneria

Lezioni del Corso di

Fondamenti di Metrologia
11. Taratura nel settore dimensionale

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Indice

Taratura di Calibri (UNI 9313)


Taratura di comparatori (UNI 9191)
Taratura di micrometri (UNI 9954)
Taratura di macchine di misura 3D (UNI 10360)

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Taratura di CALIBRI - UNI 9313 ed. 1988

Campioni primari utilizzati


Verifiche preliminari
Prove e controlli
Analisi dei risultati
Stima dellIncertezza
Contenuti del Certificato di Taratura
Frequenza di Taratura

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Campioni primari e Strumentazione Utilizzata


serie di blocchetti pianoparalleli, guardapiani a coltello, anelli lisci,
micrometro millesimale
Piano di riscontro in granito
Termometro digitale con sonda a contatto
Verifiche preliminari
Verifica dati del calibro (costruttore, matricola, campo di misura,
graduazione della scala)
Verifica generale dellintegrit dello strumento (nitidezza dei tratti,
mancanza di ammaccature, finitura della superficie)
Verifica dei tratti delle graduazioni (se leggibili e uniformemente
distribuiti)
Verifica dellefficienza dei dispositivi funzionali (uniformit di
scorrevolezza, gioco tra asta e corsoio, dispositivo di bloccaggio)

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Prove e controlli
-

Verifica della planarit delle facce per misurazioni di esterni con


guardapiani a coltello
Verifica del parallelismo delle facce per misurazioni di esterni
con blocchetti pianoparalleli campione.
Verifica del parallelismo delle facce per misurazioni di interni
con micrometro millesimale.
Verifica dellazzeramento.
Verifica dello scostamento del valore di lettura del campo di
misura per misurazioni di esterni con blocchetti pianoparalleli
campione.
Verifica dello scostamento del valore di lettura del campo di
misura per misurazioni di interni con anelli lisci
Verifica dello scostamento del valore di lettura del campo di
misura per misurazioni di profondit con blocchetti pianoparalleli
campione.

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Analisi dei risultati


Per ogni tipo di controllo, determinazione della correzione (differenza
tra la lunghezza campione e lettura rilevata per ciascuno dei punti di
misura). Determinazione della deviazione dal parallelismo come
differenza tra il valore massimo e quello minimo in tre posizioni.
Stima dellincertezza
Lincertezza di misura determinata con un fattore di copertura K=2
corrispondente ad un livello di confidenza di circa il 95%, data dalla
formula (10 + 0.5R + A L) m, dove R lunit di formato del calibro
in m, A un coefficiente maggiore o uguale a 10 tipico del laboratorio
che ha eseguito la taratura, L la lunghezza misurata in m (in
condizioni cautelative pu essere riportato il fondo scala dello
strumento - condizioni di massima sicurezza)

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Contenuto del certificato di taratura


Riferimento alla norma UNI 9313 ed.1988
Numero di matricola del calibro
Nome del costruttore
Denominazione dello strumento e relativo campo di misura
Campioni utilizzati
Data di registrazione
Prospetto riepilogativo indicante i dati seguenti:
- massima deviazione di parallelismo tra le facce di misura
- risultato della verifica di planarit delle facce di misura
- scostamento rilevato per ogni singola posizione controllata,
- eventuali anomalie rilevate
- incertezza assegnata alle misure
- temperatura durante lesecuzione delle prove

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Frequenza di taratura
La frequenza di taratura pu essere stabilita in:
- 6 mesi per calibri di linea (utilizzo giornaliero)
- 12 mesi per calibri da laboratorio
- 24 mesi per calibri campioni primari
Si faccia riferimento alla UNI 10127; in ogni caso la
definizione della frequenza di taratura spetta allazienda
utilizzatrice e non pu essere riportata sul certificato di
taratura di un laboratorio esterno. La frequenza di taratura
pu essere variata in funzione della vita dello strumento e del
risultato delle tarature precedenti

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

La Taratura di comparatori UNI 9954 ed. 1992 - UNI


10699-11 ed. 1998
Campioni primari utilizzati
Verifiche preliminari
Prove e controlli
Analisi dei risultati
Stima dellIncertezza
Contenuti del Certificato di Taratura
Frequenza di Taratura

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Campioni primari utilizzati


Serie di blocchetti pianoparalleli
Termometro digitale con sonde a contatto
Supporto portacomparatore
Verifiche preliminari e controlli
dati del comparatore (costruttore, matricola, campo di misura,
graduazione della scala)
presenza di gravi difetti visibili
funzionalit dello strumento (scorrevolezza asta del
comparatore, sistema di bloccaggio)

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Prove e controlli
Determinazione della ripetibilit dello strumento tramite tastature
ripetute (almeno 5) su 3 blocchetti pianoparalleli corrispondenti circa
allinizio, alla met ed al fondo scala dello strumento
Determinazione del valore di isteresi tramite misure ripetute (almeno
6) su blocchetti pianoparalleli (corrispondenti circa allinizio, alla
met ed al fondo scala dello strumento ), raggiunti alternativamente
con spostamenti dellasta positivi e negativi.
Rilevamento della curva di taratura del comparatore tramite
blocchetti pianoparalleli, scelti in modo da controllare lintero campo
di misura ogni N unit di formato (N non deve essere inferiore a 10).

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Analisi dei risultati


Stima del valore di ripetibilit considerando il massimo scarto
riscontrato nelle tre serie di misure
Stima del valore di isteresi considerando il massimo scarto
riscontrato nelle tre serie di misure
Stima dello scostamento del valore di lettura come differenza
tra il valore letto sul comparatore e il valore nominale del
campione.

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Stima dellincertezza
Lincertezza di misura, determinata con un fattore di copertura
K=2 corrispondente ad un livello di confidenza del 95%, da
associare agli scostamenti del comparatore data dalla
seguente formula:
U = K ( S r ) 2 + ( S i ) 2 + ( S l ) 2 + ( S t ) 2 + ( S bpp ) 2 m

dove s rappresentano i vari contributi di incertezza da


attribuire:
- alla ripetibilit
- allisteresi
- alla lettura
- agli effetti termici
- ai blocchetti pianoparalleli campioni primari utilizzati

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Contenuto del certificato di taratura


Riferimento alla norma UNI 9954 ed.1992
Numero di matricola e modello del comparatore
Nome del costruttore
Unit di formato e campo di misura
Campioni utilizzati
Data di registrazione
Prospetto riepilogativo indicante i dati seguenti:
- tabella degli scostamenti dal valore nominale
- esito delle prove di ripetibilit ed isteresi
- incertezza assegnata alle misure
- temperatura durante lesecuzione delle prove

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Frequenza di taratura
La frequenza di taratura pu essere stabilita in:
- 6 mesi per comparatori di linea
- 12 mesi per comparatori da laboratorio
- 24 mesi per comparatori campioni primari
Si faccia riferimento alla UNI 10127; in ogni caso la
definizione della frequenza di taratura spetta allazienda
utilizzatrice e non pu essere riportata sul certificato di
taratura di un laboratorio esterno. La frequenza di taratura
pu essere variata in funzione della vita dello strumento e del
risultato delle tarature precedenti

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Taratura di micrometri
UNI 9191 ed. 1988 - UNI 10699-5 ed. 1998
Campioni primari utilizzati
Verifiche preliminari
Prove e controlli
Analisi dei risultati
Stima dellIncertezza
Contenuti del Certificato di Taratura
Frequenza di Taratura

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Campioni primari utilizzati


Serie di blocchetti pianoparalleli - Lampada spettrale
Set lamine interferenziali con spessori crescenti di 1/4 di giro dellasta
Termometro digitale con sonde a contatto
Verifiche preliminari e controlli
Verifica dati del micrometro (costruttore, matricola, campo di misura,
graduazione della scala)
Verifica dellazzeramento
Verifica di:
- integrit facce di misura
- eventuale presenza di un dispositivo e/o sistema di
compensazione dei giochi
- corretto funzionamento del dispositivo di bloccaggio

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Prove e controlli
Verifica della planarit delle facce di misura con lampada
spettrale e lamina interferenziale
Verifica del parallelismo delle facce di misura con lampada
spettrale e set di lamine interferenziali
Rilevazione della curva di taratura del micrometro nei punti di
misura consigliati dalla norma.
Controllo della ripetibilit circa allinizio, a met ed al fondo
scala dello strumento (almeno 5 letture per ciascuna
posizione)

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Analisi dei risultati


Stima della deviazione dalla planarit
(espressa in mm) mediante la formula:
Stima della deviazione dal parallelismo
(espressa in mm) mediante la formula:
Stima dello scostamento dal valore nominale
come differenza tra il valore rilevato ed il
valore del campione, eventualmente corretto
Stima della ripetibilit delle misure mediante la
formula:

dl =

200

nf

dp =

200

x1 x

S = i =1
n 1
n

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Stima dellincertezza
Lincertezza di misura, determinata con un fattore di copertura K=2
corrispondente ad un livello di confidenza del 95%, da associare
agli scostamenti del micrometro data dalla seguente relazione:

U = K ( S pl ) 2 + ( S pa ) 2 + ( St ) 2 + ( S r ) 2 + ( S bpp ) 2 m
dove s rappresentano i vari contributi di incertezza da attribuire:
- alla planarit
- al parallelismo
- agli effetti termici
- alla ripetibilit e alla lettura
- ai blocchetti pianoparalleli campioni primari utilizzati

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Contenuto del certificato di taratura


Riferimento alla norma UNI 9191 ed.1988
Numero di matricola del micrometro
Nome del costruttore
Denominazione dello strumento e relativo campo di misura
Campioni utilizzati
Data di registrazione
Prospetto riepilogativo indicante i dati seguenti:
- correzione per ogni posizione del campo di misura verificato
- deviazione dalla planarit delle superfici di misura
- deviazione del parallelismo
- ripetibilit delle misure
- incertezza assegnata alle misure
- temperatura durante lesecuzione delle prove

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Frequenza di taratura
La frequenza di taratura pu essere stabilita in:
- 6 mesi per micrometri di linea
- 12 mesi per micrometri da laboratorio
- 24 mesi per micrometri campioni primari
Si faccia riferimento alla UNI 10127; in ogni caso la
definizione della frequenza di taratura spetta allazienda
utilizzatrice e non pu essere riportata sul certificato di
taratura di un laboratorio esterno. La frequenza di taratura
pu essere variata in funzione della vita dello strumento e del
risultato delle tarature precedenti

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Taratura di una CMM 3D - UNI 10360-2 ed. 1994


Campioni primari utilizzati
Verifiche preliminari
Prove e controlli
Analisi dei risultati
Stima dellIncertezza
Contenuti del Certificato di Taratura
Frequenza di Taratura

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Campioni primari utilizzati


Blocchetti pianoparalleli (almeno 5)
Sfera di riscontro
Termometro digitale con sonde a contatto
Verifiche preliminari e controlli
Avvio macchina
Scelta e qualifica tastatori
Scelta e pulizia blocchetti pianoparalleli
Attesa stabilizzazione termica ambiente di misura

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Prove e controlli
- misura della lunghezza di 5 Bpp in 7 posizioni differenti del
campo di misura (Es. 3 posizioni parallele agli assi della CMM,
3 posizioni con i campioni a 45 rispetto agli assi, 1 posizione
lungo una delle diagonali maggiori, ciascun BPP in ognuna
delle 7 posizioni deve essere misurato 3 volte )
- determinazione della ripetibilit della CMM attraverso
lesecuzione di 25 misure consecutive su di un Bpp in una
posizione qualsiasi del volume della macchina
- determinazione del limite derrore di tastatura R attraverso la
tastatura di 25 punti uniformente distribuiti sulla semicalotta .
- determinazione del limite derrore di tastatura con tastatore
multiplo M attraverso la la tastatura di 25 punti uniformente
distribuiti sulla semicalotta utilizzando le configurazioni a
disposizione.

Universit degli Studi di Cassino

Campioni di lunghezza

Corso di Fondamenti di Metrologia

Universit degli Studi di Cassino

calibro a passi

Incertezza di taratura :
U = 0,20 m + 0,5 10-6 L

Corso di Fondamenti di Metrologia

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Esempio di 7 posizioni del calibro a passi nel volume di lavoro della CMM

Diagonale A

Asse X sotto

Diagonale B

Asse Y sinistra

Asse Z

Asse X sopra

Asse Y destra

Universit degli Studi di Cassino

Esempio: piatto a sfere

Corso di Fondamenti di Metrologia

Universit degli Studi di Cassino

Esempio: blocchetti pianparalleli

Corso di Fondamenti di Metrologia

Universit degli Studi di Cassino

Determinazione errore di tastatura

Tastatura in 25 punti di una sfera di


prova ( = 10 50 mm);
determinazione raggio locale;
determinazione errore di tastatura:

P = Rmax Rmin

Corso di Fondamenti di Metrologia

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Analisi dei risultati


Calcolo dellerrore di lunghezza L per ciascuna delle 105
misure, come valore assoluto della differenza tra la misura
ottenuta ed il valore noto del campione.
Calcolo della ripetibilit delle misure mediante la formula:

x
x

S = i =1
n 1
n

Calcolo del limite derrore di tastatura R come differenza tra la


distanza radiale massima e minima per i punti presi sulla sfera
Calcolo del limite derrore con tastatore M multiplo come
differenza tra la distanza radiale massima e minima per i punti
presi sulla sfera

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Stima dellincertezza
Lincertezza di misura, determinata con un fattore di copertura
K=2 corrispondente ad un livello di confidenza del 95%, :

U = ( A + K * L )m
dove L la lunghezza misurata espressa in metri, A e K sono
due coefficienti stimati sperimentalmente e che, applicati alla
relativa formula, determinano un campo di accettabilit tale
da comprendere i risultati ottenuti nel corso della taratura.

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Contenuto del certificato di taratura


- Riferimento alla norma UNI 10360-2
- Numero di matricola, modello e campo di misura della macchina
- Numero di matricola e modello del sistema tastatore
- Dati relativi ai blocchetti pianoparalleli utilizzati
- Dati relativi alla sfera di riscontro utilizzata
- Tabella degli scostamenti in mm relativi alla verifica del limite
dellerrore di indicazione della CMM
- Scostamento dal valore nominale di eventuali misure ripetute
- Diagramma dei dati sperimentali per la verifica del limite derrore
di indicazione della CMM
- Tabella dei risultati sperimentali relativi alla determinazione del
limite dellerrore di tastatura
- Tabella dei risultati sperimentali relativi alla determinazione del
limite dellerrore di tastatura con tastatore multiplo
- Incertezza assegnata alle misure

Universit degli Studi di Cassino

Corso di Fondamenti di Metrologia

Frequenza di taratura
La frequenza di taratura pu essere stabilita in 12 /24 mesi
Si faccia riferimento alla UNI 10127; in ogni caso la
definizione della frequenza di taratura spetta allazienda
utilizzatrice e non pu essere riportata sul certificato di
taratura di un laboratorio esterno. La frequenza di taratura
pu essere variata in funzione della vita dello strumento e del
risultato delle tarature precedenti