Sei sulla pagina 1di 2

60

Il 60 (LX in numeri romani) un anno bisestile del I 1.0.3 Arti e scienze


secolo.
Erone di Alessandria scrive Metrica, Mechanica e
Pneumatica.

Eventi

1.0.1

Impero romano

7 novembre - Keik, imperatore giapponese ( 130)

I Roxolani vengono scontti dai Romani sulle rive


del Danubio.
L'imperatore Nerone invia una spedizione per esplorare l'antica citt di Meroe (in Sudan, capitale del
regno di Kush).

Morti
Frontone di Emesa, retore greco antico

Erode Agrippa II assume il controllo della parte


nord-orientale della Giudea.

Gaio Ummidio Durmio Quadrato, politico e militare


romano (n. 12 a.C.)

Il governatore della Britannia Gaio Svetonio Paolino


cattura l'isola di Mona (Anglesey), roccaforte difensiva dei druidi. Prasutago, re degli Iceni (nella moderna Anglia orientale), muore: nel suo testamento
indica che lascia il suo regno alle sue due glie e
all'imperatore Nerone. L'esercito romano prende il
controllo del territorio come se fosse una conquista militare vera e propria: si appropria delle terre
ereditarie dei nobili locali e saccheggia campi e case. La vedova di Prasutago, Budicca, viene agellata pubblicamente e costretta a guardare lo stupro
delle sue glie. I nanziatori romani della conquista (come Seneca) ritirano i propri denari. Budicca quindi prende l'iniziativa e organizza una grande
ribellione in alleanza con i Trinovanti, i Cornovi, i
Durotrigi e i britanni-celitici. Gli Iceni e i Trinovanti assaltano e distruggono la capitale della provincia Camulodunum (Colchester), spazzando via la
Legio IX Hispana comandata da Quinto Petilio Ceriale. Poi la loro azione prosegue con gli assedi di
Londinium (Londra) e Verulamium (St Albans), con
migliaia di morti. Lo scontro decisivo lungo le rive del ume Anker vede i romani spegnere denitivamente le speranze rivoluzionarie di Budicca e l'aermazione denitiva dell'egemonia romana
sull'isola britannica. Budicca si avvelena e muore.
1.0.2

Nati

Prasutago, sovrano
30 novembre - Andrea apostolo, santo (n. 6 a.C.)

4 Calendario

Religioni

Paolo di Tarso viaggia verso Roma, ma la sua nave


aonda e si salva rifugiandosi nell'isola di Malta. Vi
rimane per tre mesi, durante i quali converte Publio
(che poi diventer il primo vescovo di Malta).
1

5 FONTI PER TESTO E IMMAGINI; AUTORI; LICENZE

Fonti per testo e immagini; autori; licenze

5.1

Testo

60 Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/60?oldid=77342469 Contributori: Snowdog, Suisui, Leonard Vertighel, Oks, Gacbot, C1PB8, LukiBot, Chobot, Beta16, Gpvosbot, KocjoBot~itwiki, Chlewbot, Giancarlo Rossi, SashatoBot, Everest2002, Ft1bot~itwiki, Thijs!bot, Escarbot, TuvicBot, .anacondabot, JAnDbot, Avemundi, MelancholieBot, TXiKiBoT, Biobot, VolkovBot, SieBot, TopoEg2, KiaBot, Cristiano64, Kyle the bot, PipepBot, DragonBot, No2, FixBot, DumZiBoT, CarsracBot, RamboT, Luckas-bot, NuclearBot, FrescoBot, ArthurBot, XZeroBot, Xqbot, Almabot, LucienBOT, MauritsBot, The Polish, KamikazeBot, Horcrux92, Alph Bot, EmausBot, ZroBot,
GnuBotmarcoo, ChuispastonBot, WikitanvirBot, MerlIwBot, Makecat-bot, Botcrux, ValterVBot e Anonimo: 5

5.2

Immagini

File:Nota_disambigua.svg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/b/bc/Nota_disambigua.svg Licenza: Public domain


Contributori: Trasferito da it.wikipedia su Commons. Artista originale: Krdan Ielalir di Wikipedia in italiano

5.3

Licenza dell'opera

Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0