Sei sulla pagina 1di 2

LO STILE

Il Wing Chung oggi uno dei metodi pi praticati di arti marziali al mondo, insieme al Thai Chi.
Bench la sua popolarit sia piuttosto recente, infatti si sviluppata solo dalla seconda met del
900, tuttavia, in breve tempo, diventato uno degli stili pi praticati, rispetto a tutti gli altri. Le
ragioni del suo successo sono principalmente legate alla sua semplicit e alla sua efficacia.
LA STORIA
Lo stile Wing Chung ha origine da una monaca, Hng Mui. Scampata alla distruzione del Tempio di
Shaolin ad opera dei Man Chu, nel 1644, Hng Mui scappa al Sud, per trovare rifugio al Monastero
di Tai Leung (della Gru Bianca). L elaborer un nuovo sistema di combattimento per lottare contro
i Man Chu. Ad un certo punto della sua vita incontrer la giovane Kim (o Yim) Wing Chung, del
villaggio ai piedi del monastero di Tai Leung. Questa, figlia di un venditore di farina di fagioli, le
chieder di diventare sua allieva per imparare un modo per combattere contro i predoni, e finir con
lereditare tutta la sua arte.Wing Chung si sposer con un mercante, Leung Boc To (o Cho), il qule a
sua volta diventer suo allievo Sar proprio lui a dare alo stile il nome di Wing Chung, da sua
moglie.
Dallunione di questi, lo stile passer quindi ad una nuova generazione, grazie al maestro Leung
Lan Kwai, allievo diretto di entrambi. Il maestro Leung Lan Kwai, a sua volta lo trasmetter ad una
nuova generazione di allievi: Leung Yee Tai e Wong Wah Po.
Questi, non pi discendenti diretti, bens compagni, si conosceranno perch entrambi membri della
medesima Compagnia teatrale itinerante, la Compagnia delle Giunche Rosse. Leung Yee Tai porter
nuove tecniche allo stile infatti egli, oltre ad essere allievo di Leung Lan Kwai, ebbe la fortuna di
essere anche allievo di Chi Shin, cuoco della stessa compagnia, ma anche e soprattutto uno dei
cinque monaci sopravvissuti alla distruzione del Tempio di Shaolin. Da questi, Leung Yee Tai
apprender le tecniche del bastone lungo, e le trasmetter al Wong Wah Po. In cambio questi gli
insegner le tecniche dei coltelli a farfalla, appresa direttamente dai precedenti maestri Leung ed
cos che entrambe le tecniche entreranno a far parte dello stile Wing Chung.
Discepolo di Leung Yee Tai sar Leung Jan, un grande combattente e maestro dello stile Wing
Chung il quale a sua volta lascer la scuola e tutta la sua arte a Chan Wah Sun e a sua figlio Leung
Bik il quale migr ad Hong Kong dove apr una Sala da Tea ed una palestra dove poter insegnare.
Nel susseguirsi dei maestri, da Chan Wah Sun abbiamo Hng Chun So, Chen Yu Chin, Luk Yiu Chai
e per ultimo Yig Man che stato pure allievo di Leung Bik. Successivamente da questi
linsegnamento dello stile si divulgher in tutta Hongk Kong.
LA TECNICA

Da un punto di vista strettamente tecnico, lidea di base gi studiata nel Tempio di Shaolin
prevedeva lo studio e lapplicazione degli stili di diversi animali al fine di ricavarne tecniche e stili
nuovi.
Riguardo lo stile Wing Chung si dice che questo sia nato dal combattimento di due animali: un
uccello (forse una gru) e un serpente. Lidea di base consiste non tanto nellaffidarsi alla forza fisica
ma alla velocit del movimento ed alla sua continuit.
Il movimento deve essere corto e diretto o laterale. In questo caso si parla di Dui Kak mah (laterale
e raffigurato da una freccia direzionale obliqua) e di Jik seen mah (centrale e raffigurata da una
freccia direzionale dritta). Scomponendo e riunendo le linee tra di loro si ottiene il Sham Kak Po
(ovvero lo stile a triangolo e raffigurato appunto da un triangolo), le cui due posizioni principali
sono lo Yee Jee Kim Yang mah e lo Jor mah.
Le armi principali dello stile Wing Chung sono le stesse parti del corpo. Queste devono essere
facili, comuni e tuttavia valide allimpatto.
La traiettoria dei movimenti dritta e lineare; il Choy il pugno, che sempre lineare e si muove
sui livelli alti e medi; il Jueon il palmo; il Fak Sau il taglio; il Biu Jee la punta delle dita ed il
Kua Choy il dorso. Oltre le mani, altre armi sono: lavambraccio utile per colpire, spingere e
stritolare; il gomito (il Kiu) ed il colpo di gomito (il Pei Tchan).
I colpi bassi sono il ginocchio (Cho te) e la tibia (Khan o Tan). Il piede pu essere laterale a taglio,
Juk, o frontale, Jik.
Lavampiede si utilizza sia per poggiarsi che per i calci (Sot), come nel calcio fantasma.
Visto che la distanza deve essere breve occorrer muoversi negli spazi e nei tempi appropriati.
Una cosa importante da ricordare che non bisogna mai perdere il controllo sullavversario anzi,
riuscendo sempre a tenere una mano sullavversario sar come riuscire a tenere un certo controllo
sulla sua persona.
29.10.2007
Chu Su Po (La Grande Distanza)
La Grande Distanza, o il Grande Spazio, un settore importante da considerare nel combattimento.
I principi della difesa sono: parata, schivata, controllo, protezione/assorbimento e distanza.