Sei sulla pagina 1di 2

Il Romanticismo e lIdealismo rappresentano il superamento della ragione

illuministica, e una nuova visione della realt caratterizzata dallesaltazione del


sentimento e della tradizione. Lidealismo la corrente prettamente filosofica
post-kantiana che si svilupp in Germania nel periodo romantico; questultimo
invece un movimento riguardante pi ambiti (compreso lidealismo), fondata
da Fichte, Shelling ed Hegel.

ROMANTICISMO
L'Idealismo tedesco una corrente filosofica sviluppatasi in Germania tra la
fine del XVIII secolo e l'inizio del XIX. Essa nacque in Germania dal movimento
culturale Sturm und Drang e intorno alla rivista "Athenum", fondata a Jena
dai fratelli Wilhelm e Schlegel, che enunci le linee programmatiche del nuovo
movimento. In Inghilterra invece si diffuso grazie alle poesie di Wordworth e
Coleridge. Coincidono con il periodo della Rivoluzione Francese e Industriale,
ma al posto dellottimismo illuminista, ricorrono al sentimento che in grado di
comprendere questi cambiamenti epocali.
INFINITO: laspirazione allinfinito il tema principale del Romanticismo. La
mentalit romantica prova inquietudine per ci che limita, e per questo aspira
allinfinito, dove luomo pu realizzarsi totalmente.
Linfinito coincide con Dio, e per questo rifiutano la visione di un Dio come
semplice regolatore delluniverso, e appoggiano la visione cristiana di un
Essere che partecipa alle vicende umane.
Luomo romantico aspira allinfinito con nostalgia, perch nel passato vi era un
stretto rapporto tra Uomo-Dio, ma ora lepoca della scienza e della ragione:
gli Dei sono fuggiti dal mondo. Luomo romantico, infatti, crede che il presente
lepoca della ragione e della scienza, le quali hanno decretato la fine della
visione religiosa del mondo.

ARTE: larte la forma espressiva pi completa delluomo, poich lartista


imita il divino artefice, prolungando la sua attivit creatrice.
Lopera artistica permette di cogliere lessenza del mondo, attraverso il
sentimento, contrapposto alla ragione scientifica.
Durante la creazione dellopera luomo unisce il finito con linfinito, volgendo il
suo sguardo verso lAssoluto, ma con la consapevolezza degli aspetti materiali.
Larte affascina perch rappresenta la Natura, ente che non svela mai i suoi
misteri, ma nonostante questo nelluomo agisce una forza, il demoniaco, che
pur riconoscendo i limiti delluomo rispetto la natura aspira a superarli
(titanismo del mito di Prometeo).

PASSATO: luomo romantico vuole evadere dal presente immaginando di


vivere un unepoca ideale passata, in cui gli uomini vivevano in armonia con la
Natura e gli Dei (Grecia antica); luomo nel presente si allontanato da questa
rapporto, affidandosi alla scienza dellepoca moderna.
I romantici hanno una visione della storia come processo nel quale si incarna il
concetto di umanit, e come continuo perfezionamento che porta al presente;
vi dunque una rivalutazione del passato. Ogni epoca storica uno scrigno di
sapienza, la quale viene tramandata attraverso il linguaggio (poesia,
letteratura ) che porta luomo moderno a contatto con il passato elevandolo
sopra le altre creature. Dunque le epoche considerate buie dagli Illuministi
come il Medioevo, sono rivalutate dai romantici, infatti in questo periodo
nacquero gli Stati Nazionali.

IDEALISMO
LIdealismo la filosofia del periodo romantico; esso soggettivo e
assoluto:
-soggettivo perch si oppone alla visione di Spinoza riguardo la natura che la
considerava un principio unico
-assoluto perch se Kant ammetteva oltre allIo la Cosa in s come realt
esterna, percepita dallIo, e ordinata dalle forme a priori, per Fichte i due
aspetti coincidono: tutto Spirito. La realt umana vista come attivit sia
conoscitiva che creativa. La realt un momento dello sviluppo dialettico dello
Spirito. Queste caratteristiche dellUomo lo fanno coincidere con lAssoluto e
lInfinito, ovvero con Dio.