Sei sulla pagina 1di 2

1.

Da partito territoriale a partito di governo: la Lega Nord dalla nascita ai giorni nostri
2. La Lega Nord per l'Indipendenza della Padania, meglio nota come Lega Nord, un partito
politico italiano nato dall'unione di sei movimenti autonomisti regionali del nord Italia: Lega
Lombarda, Liga Veneta, Piemont Autonomista, Union Ligure, Lega Emiliano-Romagnola e
Alleanza Toscana che volevano una maggiore libert ed un maggiore decentramento da
Roma. L'attuale denominazione stata adottata nel 1997.
Il partito, giornalisticamente noto come il Carroccio, attivo soprattutto nell'Italia
settentrionale, ma presente anche in alcune regioni del Centro e in Sardegna.
3. Fondatore e per oltre 20 anni segretario federale stato Umberto Bossi, dal 5 aprile 2012
presidente federale a vita. Nel 2012 a Bossi subentrato Roberto Maroni. Dal 15 dicembre
2013 il segretario del partito Matteo Salvini.
4. Alle elezioni amministrative del 1983, la Liga Veneta, partito regionalista del Veneto,
elegge un deputato, Achille Tramarin, e un senatore, Graziano Girardi. Alle successive
elezioni del 1987 un altro partito regionalista, la Lega Lombarda, attiva nel territorio della
Lombardia, ottiene rilevanza nazionale con l'elezione del leader Umberto Bossi in Senato. Nel
1989, alle elezioni europee di giugno, i due partiti, assieme ad altri movimenti regionalisti, si
presentano sotto il nome di Lega LombardaAlleanza Nord. Il cartello elettorale ottiene
l'1,8% dei voti.
5. Il 4 dicembre 1989 nasce ufficialmente il Movimento Lega Nord. hanno sceto Il Sole
delle Alpi come simbolo dalla Lega come bandiera della Padania.
In seguito la Lega crea delle sezioni regionali nelle province autonome di Trento e Bolzano, in
Friuli-Venezia Giulia, Valle d'Aosta, Umbria e Marche. In poco tempo gli altri partiti italiani
iniziano a considerare la Lega come un autentico avversario.
La gente si svegliata e ha visto nella Lega uno strumento di liberazione. Le elezioni
amministrative del 6 maggio 1990 confermano la tendenza in crescita della Lega che raccolse
circa il 4% dei voti su base nazionale, ma nella sola Lombardia il secondo partito con il
18,9% dei voti validi, davanti al Partito Comunista Italiano (18,8%) e dietro alla Democrazia
Cristiana (28,6%).
6. Dopo aver riscosso un significativo successo nelle elezioni del 1992 (80 parlamentari, di
cui 25 senatori e 55 deputati) nel 1994 si presentata alle elezioni (8,4% dei voti nella quota
proporzionale alla Camera) nel cartello elettorale di centrodestra (insieme con Silvio
Berlusconi) diventando cos il pi grande raggruppamento parlamentare.
7. Passata allopposizione decretando la crisi dellesecutivo (dicembre 1994), si presentata
da sola alle elezioni del 1996 e viene introdotto, per la prima volta, il nome Lega Nord per
l'Indipendenza della Padania.
8. Tra il 1999 e il 2000 la Lega si avvicina nuovamente alla coalizione di centrodestra,
rinsaldando (riforzare) i rapporti con Silvio Berlusconi e il suo partito, Forza Italia. La nuova

alleanza tra Lega, Forza Italia, AN e centristi, che viene chiamata Casa delle Libert, muove i
primi passi gi alle elezioni regionali del 2000. La Lega Nord entra nel Governo Berlusconi
secondo con Umberto Bossi che viene nominato Ministro delle Riforme istituzionali e
devoluzione.
Nel governo la Lega spinge per la realizzazione delle riforme costituzionali in particolare di
quella federalista chiamata "devolution" che valorizza il ruolo delle autonomie regionali.
9. Dopo la caduta del quarto governo Berlusconi nel 2011 passata all'opposizione del
governo Monti e nell'aprile del 2012 ha attraversato un periodo di crisi con le dimissioni del
segretario Bossi a causa di un'inchiesta giudiziaria che coinvolgeva la sua famiglia e la
sostituzione temporanea nel ruolo. Nel maggio 2012 Bossi viene iscritto nel registro degli
indagati dalla Procura di Milano con l'accusa di truffa ai danni dello Stato, unitamente ai figli
Renzo e Riccardo, al senatore Piergiorgio Stiffoni e a Paolo Scala. **
10. Al congresso tenutosi nel luglio dello stesso anno stato eletto segretario Maroni, a cui
succeduto a dicembre M. Salvini. Alle elezioni politiche del 2013, in cui la L. si presentata
in coalizione con il Popolo della libert, ha ottenuto poco pi del 4% dei voti, ma alle elezioni
regionali dello stesso anno Maroni stato nominato presidente della Regione Lombardia.
11. La Lega si qualifica innanzitutto come un partito regionalista ed etnonazionalista che
tutela gli interessi dell'Italia settentrionale. La Lega viene inoltre comunemente classificata
all'interno della famiglia del populismo di destra, con cui condivide un'impostazione
(approccio) economica liberista e anti-statalista e il forte contrasto all'immigrazione e alla
societ multiculturale (motivo per cui stata anche accusata di xenofobia e razzismo).
12. slide

**Segretario Federale del partito a seguito dell'inchiesta giudiziaria che ha coinvolto il


tesoriere del partito Francesco Belsito