Sei sulla pagina 1di 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
marted 7 giugno 2016 Anno XXix N. 134 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

La terza forza a livello regionale, collocandoci per numero complessivo dietro le province di Palermo e Catania Guardia di Finanza smaschera imprese onlus

Bilancio carabinieri: estorsioni


stabili, rapine in lieve aumento
Festa dellArma dei Carabinieri 2016 nel parterre della Stazione di Avola
N

camcom

Contraddittoria
posizione
dellassessore
regionale Lo Bello
I

n relazione alla posizione


espressa dall'Assessore Lo
Bello in data odierna, nel corso dellincontro tenuto presso lassessorato a seguito
di apposita convocazione,
agevole rilevare la contraddittoriet delle decisioni annunciate dallesponente della
Giunta di governo. LAssessore, infatti, pur confermando
nei fatti i pi volte denunciati
dubbi sulla conformit alla
legge della procedura tanto
da rappresentare la volont
di procedere, d'intesa con il
MISE, alla nomina di un "supercommissario" con poteri
ispettivi, ritiene propedeutico a tale verifica la chiusura
della attuale procedura con la
firma del decreto di riconoscimento.

Processo delitti di Cassibile,


i consulenti hanno depositato,
in occasione delludienza di ieri
mattina, parte della perizia.

risultati delle elezioni


amministrative, nei Comuni della provincia di
Siracusa interessati.

A pagina quattro

A pagina quattro

A pagina tre

cronaca

Delitti Cassibile
Perizia sui fucile
di Giuseppe Raeli

Elezioni

Pd soddisfatto
a Ferla e Noto,
deluso a Lentini

Affare immigrazione,
individuati 4 milioni
sottratti al fisco

cronaca

egli ultimi dodici mesi, i


carabinieri di Siracusa hanno proceduto per 10.381
reati, pari al 69% dei delitti
verificatisi sullintero ambito provinciale (15.236,
in decremento rispetto ai
15.615 dello stesso periodo
dellanno precedente), con
una riduzione rispetto agli
11.076 del periodo giugno
2014 maggio 2015, traendo in arresto 795 persone,
con un decremento del 7%
rispetto allo stesso periodo
dellanno precedente.

Sono apparsi dinanzi al


gip Consiglio i due uomini
che sabato mattina a Cassibile sono stati oggetto di
reato. E stata una condotta legittima quella dellartigiano di Cassibile che
esplose allalba di sabato.

A pagina dodici

A pagina quattro

Confermati gli
arresti per i due
rivali in amore

Quattro milioni 252 mila euro e lemissione di fatture per ope-

razioni inesistenti per 1 milione 351 mila euro. Le cifre condensano una complessa indagine portata a termine dai militari
della guardia di finanza che ha passato al setaccio le associazioni e le imprese che assicurano laccoglienza agli stranieri.
A pagina cinque

Lavoro nero in edilizia


evasi 11 milioni di euro
Oltre 11 milioni di
euro evasi nellultimo
anno, pi del 50%
in meno di iscritti nei
registri delle aziende
edili rispetto al 2008
e un numero sempre
meno crescente di imprese regolari.
A pagina cinque

Focus 2
D
ue intere classi dellIstituto di Istruzione Su-

periore M.F. Quintiliano diretto da Giuseppe


Mammano, sono state
ospitate nella sede del
consorzio di gestione
dellArea Marina Protetta del Plemmirio per
realizzare uno stage
nellambito del progetto
sullAlternanza scuolalavoro Vivere il territorio, dal sapere al saper
fare, frutto di un apposito decreto legislativo
e a cui lente presieduto
da Sebastiano Romano
ha aderito, e volto ad
assicurare ai giovani,
oltre alle conoscenze di
base, lacquisizione di
competenze spendibili
nel mondo del lavoro.
Lo stage, ha comportato una attivit di 25 ore
suddivise dal luned al
venerd, ha avuto inizio
nella sede del Consorzio Plemmirio il 23 maggio scorso e si concluso stamani 6 giugno, ha
coinvolto circa cinquanta studenti delle terze
classi di media superiore, indirizzo scienze applicate (III AP e III BP), i
quali si sono avvicendati, sempre accompagnati dai rispettivi tutor interni ed aziendali, in varie
sessioni di istruzione
didattico-formativa svolte direttamente nei locali
dellente.
La conoscenza diretta
del mondo del lavoro,
come recita la convenzione stipulata tra il
Quintiliano e il Consorzio Plemmirio, vuole attraverso una esperienza
diretta in azienda, e in
questo caso nel cuore
di un ente pubblico, essere parte dei percorsi
formativi personalizzati,
da ritenersi metodologia
didattica attraverso la
quale possibile perseguire gli stessi obiettivi
formativi costitutivi dei
vari percorsi scolastici e
dare quindi luogo a crediti spendibili ai fini degli

Sicilia 7 giugno 2016, marted

7 giugno 2016, marted

Nellambito
del progetto
sullAlternanza
scuola-lavoro
Vivere
il territorio,
dal sapere
al saper fare

Due momenti aggregazione tra gli studentii

Studenti del Quintiliano:


stage in area marina

Ha comportato una attivit di 25 ore suddivise dal luned al venerd

stessi.
Un apprendimento in
alternanza con la scuola che ha visto tutte le
unit dipendenti del soggetto ospitante, ovvero il
Consorzio che gestisce
lAMP Plemmirio, impegnate in una prestazione
volontaria in favore degli
studenti per assicurare
loro un percorso di formazione full immersion
e una esperienza diretta
con i servizi prestati dal
Consorzio.
Gli studenti coordinati
dai propri tutor e dal tutor aziendale, il direttore
dellAmp Rosalba Rizza
col supporto dellufficio
Informazione, Divulgazione e Promozione e la
collaborazione di
tutti i responsabili dei
vari servizi allopera nel
Consorzio, hanno potuto spaziare tra diverse

esperienze di approfondimento nella conoscenza delloasi marina


siracusana, della sua
mission istituzionale e
delle sue modalit di gestione e di presenza nel
territorio.
Lo stage ha previsto tra
laltro, la proiezione di
video e di PowerPoint
finalizzati agli obiettivi
della convenzione, svolti
tra la sala Ferruzza-Romano e la sala Centimulo, e lalternanza della
presenza degli studenti
nei vari uffici dellente.
Lente peraltro ospita
anche il corso di formazione per operatori di
parchi dellEneius che
si concluder il 21 giugno.
Abbiamo aderito al
progetto di alternanza
scuola-lavoro affermano il presidente e il direttore dellAmp del Plemmirio,
rispettivamente
Sebastiano Romano e
Rosalba Rizza nonostante questo significhi
un notevole impegno per
lente, che si somma alle
incombenze e al lavoro
quotidianamente svolto
da ciascuno dei dipendenti del Consorzio che
ringraziamo per la collaborazione, perch gli
studenti rappresentano il
nostro futuro.
Come dimostra lintensa attivit di educazione
ambientale svolta dal
Consorzio Plemmirio nel
2016 con i vari Focus
proposti nellambito delle Giornate di Biodiversit post Expo 2015 che
hanno coinvolto migliaia
di studenti siracusani,
puntiamo sulle nuove
generazioni per incentivare lopera di sensibilizzazione e approfondimento delle conoscenze
relative allambiente che,
non
dimentichiamolo,
pu anche essere fonte
di futuri sbocchi occupazionali nonch volano di
sviluppo ecosostenibile
del territorio.

Festosa serata sociale allinsegna della cucina spagnola

Protagonista Don Chisciotte


successo della Dante Alighieri

Gioia Pace riconfermata allunanimit alla presidenza


di Aldo Formosa

Metti una sera a cena. Ma una cena speciale.


questo limput di una iniziativa ideata e organizzata dalla alacre creativit della professoressa
Gioia Pace, presidente del Comitato siracusano
della Dante Alighieri.
E cos i soci sono accorsi in un ristorante cittadino dove il sorprendente protagonista era nientemeno che Don Chisciotte. Una serata spagnola,
dunque, con tanto di cucina spagnola in molte
delle variazioni culinarie.
La presidente Pace, con lapporto determinante
della professoressa Tiziana Sergi, ha coinvolto
alcuni soci ai quali ha affidato la lettura, in lingua
originale, di alcune pagine di capolavoro di Cervantes. Cos, senza pretese attorali. Insomma,
molto nature. Ma tutto con brio, entusiasmo,
consapevolezza di partecipare ad un momento
importante di cultura, come soddisfacente conclusione del precedente Corso di spagnolo della

Dante. Al microfono si sono avvicendati Domenico Brancatelli, Luciano Lo Bello, Rossella


Raudino, Antonella Magliocco, Luigi Giuliano. Il
tutto sapientemente coordinato da Tiziana Sergi.
La quale, poi, si soffermata in una magistrale
conversazione in cui ha illustrato a tutto campo i
colori, i sapori, gli inediti particolari di vita e di carattere degli spagnoli. Uno spaccato di personale
competenza e di illuminazioni anche psicologiche oltre che etnologiche. Cervantes, ascoltandola raccontare anche di Don Chisciotte e Sancio Panza, sarebbe rimasto ammirato.
Poi sono arrivati agli affollati tavoli i vari piatti di
intingoli spagnoli, per gustare alla fine limmancabile paella col conforto della sangria. Una occasione multietnica: commensali italiani, cucina
spagnola, e cuoca giapponese
Ma linventiva della presidente Pace (alle recenti
votazioni dei soci per il nuovo Direttivo risultata
rieletta con un plebiscito) non poteva fermarsi
qui. La ciliegina sulla torta stata la esibizione

Gioia Pace, presidente del Comitato


siracusano della Dante Alighieri.
di Angelo Rizza che alla chitarra ha interpretato
due brani classici della tradizione musicale iberica, concludendo con un Villa Lobos, e brillando
inoltre per un applaudito e spettacolare virtuosismo strumentale.
Tutto per bene, dunque? Perfettamente in linea
con le ventennali prestigiose iniziative della Dante la cui finalit didattiche hanno un occhio di riguardo per i giovani sul versante della cultura.

giustizia

I diritti
in Italia
e in Europa

i terr gioved 9 giugno alle 15.30


nella Chiesa di San Nicol, Largo
dellAnfiteatro, Siracusa (all'ingresso
del Parco Archeologico della Neapolis), lincontro dal titolo I diritti in
Italia e in Europa. L'incontro sar
introdotto dall'avvocato Carlo Greco, segretario del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Siracusa, e
moderato da Maria Cristina Alicata,

Sicilia 3

presidente della Libera Associazione


Forense (Sezione di Siracusa).
Interverr Sabino Cassese, Giudice
emerito della Corte Costituzionale,
gi Ministro della Repubblica Italiana, Professore Emerito della Scuola
Normale Superiore di Pisa. Lincontro organizzato dalla Sezione di
Siracusa della Libera Associazione
Forense Sicilia, che sta promuoven-

SiracusaCity

do levento in collaborazione con il


Consiglio dellOrdine degli Avvocati
di Siracusa. Tale incontro vuole proporre un approfondimento / dibattito
sui compiti e sulle funzioni della Corte Costituzione e delle Corti Europe
alla luce dei continui mutamenti giurisprudenziali e della nascita di sempre nuovi diritti come si evince dalle
ultime disposizioni legislative.

Amministrative, Pd soddisfatto
a Ferla e Noto, deluso a Lentini

Analisi del voto di domenica nei centri


dove si votato da parte del segretario
del Pd siracusano Alessio Lo Giudice

I risultati delle elezio-

ni amministrative, nei
Comuni della provincia
di Siracusa interessati,
mostrano la capacit
degli elettori di apprezzare i Sindaci che
hanno amministrato
bene, con passione e
competenza cos in
una nota il segretario
provinciale del PD di
Siracusa, Alessio Lo
Giudice.
Mi rallegro dunque
per il risultato straordinario di Michelangelo
Giansiracusa, vicesegretario provinciale
del PD, che inizier
il secondo mandato
come Sindaco di Ferla,
dove ha consolidato le
buone pratiche amministrative in settori importanti per i cittadini,
come quello dei servizi
essenziali.
Esprimo grande soddisfazione anche per
limportante consenso
ottenuto a Noto da
Corrado Bonfanti, fortemente sostenuto dal
Partito Democratico,
che ha condiviso da
protagonista, insieme
al Sindaco, la felice
e virtuosa esperienza
amministrativa di questi anni. Adesso tutti
al lavoro per condurre
Bonfanti alla vittoria
definitiva al secondo
turno.
Di rilievo anche il
risultato di Sortino
dove i due candidati
riconducibili, in un
modo o nellaltro, al
Partito Democratico
rappresentano, con i
loro voti, la met della
popolazione, e ci la
dice lunga sulla necessit di andare uniti alle
competizioni elettorali.
Uno dei candidati in

particolare, Carmelo
Spataro, ha perso per
poche decine di voti la
corsa a Sindaco, con
la lista a lui collegata
che prima in assoluto ed elegge quattro
consiglieri. A partire da
questi risultati, si potr
comunque costruire
un progetto politico di
seria alternativa anche
nel Comune di Sortino.
Deludente invece il
risultato di Lentini dove
con il nostro candidato,
Andrea Zarbano, a cui
va il mio ringraziamento per limpegno profuso, non siamo riusciti a
intercettare e declina-

Ottimo risultato delle


liste Lentini Protagonista e Noto Protagonista. Lo comunica soddisfatto lon.
Vincenzo
Vinciullo,
Coordinatore Provinciale delle liste che
hanno come aggettivo
qualificativo il termine Protagonista. La
lista Noto Protagonista la pi votata
della coalizione che
aveva candidato lottimo Salvo Veneziano,
con un risultato eccezionale delle donne
candidate che si sono
piazzate al terzo e al
quarto posto, a pochi
voti dai primi due.
Stesso risultato ha
conseguito a Lentini
la lista Lentini protagonista, che si piazzata prima della coalizione e quarta in tutta
la citt, con unottima
affermazione sempre
delle donne candidate, a dimostrazione
della grande capacit
che le donne hanno
quando si cimentano
in politica.
Nello Bongiovanni, a
Sortino, per pi 200

Il segretario provinciale del PD di Siracusa, Alessio Lo Giudice.

re in senso costruttivo
la sfiducia nei confronti
delle istituzioni che la
comunit lentinese ha
espresso con il voto.
Malgrado la lista del
Partito Democratico,
a Lentini, sia invece

la seconda in assoluto, dimostrando un


rilevante radicamento,
il dato di Lentini non va
sottovalutato. Ci obbliga a porre in essere le
basi per un progetto
politico innovativo con

cui ritrovare, al pi presto, una piena sintonia


con la citt.
Nel complesso, i dati
elettorali ci rappresentano un Partito Democratico presente e radicato nel territorio. Un

Ottimo risultato delle liste Lentini


Protagonista e Noto Protagonista

Lon. Vincenzo Vinciullo coordinatore provinciale liste Protagonista.

voti, non riesce nellimpresa di essere eletto


sindaco,
nonostante
limpegno straordinario
che ha profuso in questa campagna elettorale, scontrandosi, con
grande generosit, con
le altre liste. A Sortino,
straordinario risultato
raggiunto da Desire
Galati che con 438 voti
in assoluto la pi votata di Sortino, a dimo-

strazione che i cittadini


sanno riconoscere chi
si impegna quotidianamente nellinteresse
della collettivit e del
territorio.
Laffermazione
delle
donne candidate nelle
tre realt comunali, ancora una volta, dimostra la bont del voto di
genere, per il quale mi
sono battuto in Commissione Affari Istitu-

zionali prima che


passasse in Aula.
Un risultato, ha concluso lon. Vinciullo,
come gli altri anni,
che riempie di soddisfazione me e tutta
la comunit umana
che si riconosce in
un progetto politico
fatto di impegno, lavoro, sacrifici e, mi
sia consentito dire,
risultati.

Partito che sa essere


protagonista di esperienze amministrative
virtuose nellinteresse
dei cittadini. Ma anche
un Partito che, per
esprimere al meglio il
suo potenziale, deve
puntare sullunit vera,
sullautorevolezza dei
propri rappresentanti
e sullapertura mirata
ai tanti settori della
societ civile in cerca di
riferimenti politici credibili. Quando questo
non avviene, rischiamo
di sprecare limpegno
e le risorse umane
che il nostro Partito
in grado di esprimere.

Bosco, Quei
miasmi che
bruciano la gola
E

inaccettabile che
nonostante le denunce
presentate e le interrogazioni parlamentari ancora
a Priolo Gargallo non si
sia fatta piena luce sulla
natura e sulla provenienza
dei forti odori nauseabondi che causano malesseri
ai cittadini priolesi. Gi nel
febbraio scorso venne chiesto un intervento immediato e diretto ad eliminare la
problematica che ormai si
manifesta periodicamente.
Allora denunciammo per
iscritto alle Autorit la fortissima puzza che si sentiva nei giorni susseguenti a
un guasto avvenuto in una
raffineria di Augusta, simile a quella prodotta dalla
plastica bruciata o dalla
benzina e a quella di uova
marce, e che sembrava
essere la causa di difficolt respiratorie. Il silenzio
assordante delle istituzioni
a dir poco vergognoso.
Eventuali negligenze devono essere portate alla luce
ed per questo che sia le
Forze dell'Ordine che il Comune devono dare adesso
le risposte dovute, che a
febbraio furono richieste
per iscritto. Se non si dovesse fare nulla siamo gi
pronti a portare in giudizio
chi dovrebbe regolarmente
vigilare su queste problematiche ambientali e sanitarie. Non pu sussistere
la scusante del "poteva non
sapere" o della mancanza
di denunce: queste ci sono
e devono avere risposte,
soprattutto dopo che sono
passati quasi quattri mesi
dalla denuncia e dall'interrogazione parlamentare rivolta Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio
e del mare e al Ministero
della Salute.
Christian Bosco

SiracusaCity 4

Sicilia 7 giugno 2016, marted

7 giugno 2016, marted

Costituzione Camera di Commercio


contraddittoria posizione assessore Lo Bello

Le associazioni chiederanno allAutorit


giudiziaria se si configurino autonome ipotesi
di reato anche nella forma del concorso.

n relazione alla posizione espressa dall'Assessore Lo Bello ieri


mattina, nel corso dellincontro tenuto presso
lassessorato a seguito
di apposita convocazione, agevole rilevare la
contraddittoriet delle decisioni annunciate dallesponente della Giunta di
governo. LAssessore, infatti, pur confermando nei
fatti i pi volte denunciati
dubbi sulla conformit
alla legge della procedura
tanto da rappresentare la
volont di procedere, d'intesa con il MISE, alla nomina di un "supercommissario" con poteri ispettivi,
ritiene propedeutico a tale
verifica la chiusura della
attuale procedura con la
firma del decreto di riconoscimento dei seggi del
consiglio della Camera di
Commercio di Catania,
Ragusa e Siracusa. Ci
appare allevidenza una
contraddizione. Delle due
l'una: o le attivit svolte
da Pagliaro sono regolari,
e non necessaria la nomina di alcun "supercommissario" o, viceversa, si
nutrono dubbi sulla loro
regolarit: e allora non si
capisce come possa procedersi con la firma del
decreto>>. Ad affermarlo
sono i rappresentanti del-

Processo delitti di Cassibile, i consulenti hanno


depositato, in occasione
delludienza di ieri mattina, parte della perizia
balistica che sono stati chiamati ad eseguire
per fugare ogni dubbio
sul caso giudiziario. Gli
esperti hanno individuato
in unarma, un fucile marca Beretta 310 semiautomatico, quella utilizzata in
occasione dei cosiddetti
delitti di Cassibile, contestati allimputato. Un
fucile che non figura tra
quelli custoditi in casa e
nel garage di Raeli e sequestrati dai carabinieri
allatto della perquisizione eseguita durante il
corso delle indagini.
Quindi, non furono i tre
fucili da caccia che Giuseppe Raeli, il pensionato
di Cassibile, condannato
due anni fa allergastolo dalla corte dassise di
Siracusa, deteneva regolarmente nel proprio
domicilio, a sparare in occasione degli omicidi contestati al presunto mostro
di Cassibile. A queste

le associazioni scriventi
che aggiungono: tutto
ci vale ancor di pi alle
luce della nota 0116416
del 27/04/2016, del Direttore Generale del Ministero per lEconomia,
dott. Gianfrancesco Vecchio, la quale evidenzia
che rientra nelle competenze della Regione
la compiuta valutazione
delloperato del Commissario ad acta, relativamente allattivit istruttoria ai fini della nomina
del Consiglio della nuova
Camera di commercio
e che la stessa Regio-

Sopra, lassessore regionale Lo Bello.


ne, sulla base di tale
istruttoria chiamata ad
assumere le determinazioni conseguenti. Non
solo: anche il Presidente

della Regione ha chiesto


con nota scritta allAssessore Lo Bello di disporre
verifiche autonome e
imparziali, ad opera dei

funzionari assessoriali,
dell'operato del Dott. Pagliaro, rappresentando
che solo in esito a dette verifiche lAssessore
avrebbe potuto proporre
al Presidente gli atti conseguenti. A questo punto
ci chiediamo: mai possibile, come intende fare
lAssessore, procedere
con lemanazione dei decreti davanti a un siffatto
scenario avendo il dubbio conclamato delle gravissime alterazioni dei
risultati poste in essere,
tanto che per questi fatti
pende nei confronti del
Commissario
Pagliaro
un procedimento penale
presso la Procura della
Repubblica di Catania?
Da tale punto di vista
veramente paradossale

Accoglienza migranti, Amoddio: Plauso a indagine Gdf e Procura


Un plauso allindagine della guardia di Finan-

za coordinata dalla Procura di Siracusa, che


ha smascherato levasione fiscale di cinque
imprese coinvolte nella gestione dei migranti
nel siracusano. A dichiararlo e Sofia Amoddio,
deputato nazionale PD. Quello dellaccoglienza un campo molto delicato che scatena gli
appetiti economici di soggetti che nulla hanno
a che fare con questo settore. Gi in passato
avevo denunciato con una interrogazione parlamentare, gli interessi sorti attorno ai centri di
accoglienza della nostra provincia, centri che
pur avendo ricevuto i fondi ministeriali proseguivano a non garantire i servizi per i quali erano pagati: carenza di posti letto, cibo scadente,
condizioni non dignitose e personale non specializzato. Lemergenza migranti prosegue

Perizia sui tre fucili del Raeli


stata fissata per il 27 giugno

Il garage di Raeli.
conclusioni sono arrivati i
periti balistici, nominati dalla corte dassise dappello
di Catania, davanti alla
quale dallo scorso anno si
sta celebrando il processo di secondo grado. Nel
corso delludienza di ieri,
i giudici hanno deciso anche di estendere la perizia
a una terza cartuccia calibro 12, marca Winchester
di colore rosso, rinvenuta
dagli investigatori in una

discarica. Si tratta di una


cartuccia che non fu oggetto di approfondimento e di
valutazione nel processo
di primo grado. Alla luce
dellesito della perizia balistica, nutriamo immutata
fiducia e siamo del tutto
sereni sullesito positivo del
processo a carico di Raeli
spiega lavvocato Giambattista Rizza, che insieme
con il professore Guido Ziccone e con lavvocato Ste-

Amoddio - una questione molto delicata che


impone grande impegno e massima trasparenza
nellutilizzo dei fondi pubblici perch, come dimostrano le recenti inchieste giudiziarie, anche laccoglienza si trasformata in business. Confido che il Ministero dellInterno e la Prefettura di
Siracusa, che fino ad oggi ha svolto un lodevole
lavoro di coordinamento, possano accelerare i
tempi per laffidamento dei centri di accoglienza
a soggetti certificati perch i flussi migratori non
tendono a diminuire ed occorre dare strumenti
efficaci per garantire l'accoglienza nel rispetto
della legalit e delle convenzioni internazionali
sui diritti del minore dato che, come dichiarato
di recente anche dalla onlus AccogliRete, il sistema di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati al collasso.
fano Rametta, difende il
pensionato cassibilese
detenuto in carcere dal
29 novembre del 2010
e poi condannato nel
giugno del 2014 perch
riconosciuto colpevole di
sei omicidi e di tre tentati
omicidi Abbiamo avuto lulteriore prova che
contro il nostro assistito
non c nulla. Lulteriore
perizia sulla cartuccia,
disposta dalla corte, qualunque sia lesito, conferma lestraneit di Raeli ai
gravi fatti che gli vengono
contestati.
Per il pm Antonio
Nicastro, ieri mattina in
udienza, la sostanza al
momento non cambia
perch i consulenti nulla
hanno ancora detto sulla
compatibilit delle cartucce trovate in possesso
del Raeli.
La data del deposito della perizia stata fissata
per il 27 giugno mentre
la prossima udienza del
processo stata fissata per l11 e il 12 luglio,
quando saranno esaminati i tre periti.

il fatto che il Presidente


della Regione, pubblico
ufficiale deputato ai sensi
dellart. 5, comma 4, del
DM 156/2011 al controllo ultimo sulla regolarit
della procedura, dichiari
alla stampa che il sospetto che ci siano dei
numeri falsi ce lho tutto
e che tuttavia, nonostante
il proprio Assessore non
abbia compiuto le richieste e doverose verifiche
sulloperato del commissario ad acta, proceda,
non impedendo la commissione dei reati che
pure ha lobbligo giuridico
di impedire. Tutto ci premesso, anche alla luce
della dichiarazione di diffida gi notificata via PEC
in data odierna, formulata
anche ai sensi del combinato disposto di cui agli
artt. 328 c.p. (Rifiuto di
atti dufficio. Omissione)
e 361 c.p. (Omessa denuncia di reato da parte
del pubblico ufficiale), ribadiamo la nostra ferma
contrariet al percorso
procedurale prospettato
dall'Assessore. Con la
trasmissione della documentazione a Palermo da
parte del commissario ad
acta Pagliaro il reato ormai consumato, ma ancora possibile evitare che
se ne aggravino le conseguenze e che gli autori
ne ottengano il prezzo o
il profitto semplicemente ponendo in essere le
condotte amministrative
di verifica imposte dalla
legge. Per queste ragioni
chiederemo allAutorit
giudiziaria di verificare
se condotte omissive da
chiunque tenute, e segnatamente dalle funzioni che si apprestano a
concludere un procedura
sulla cui regolarit essi
stessi dubitano, configurino autonome ipotesi di
reato anche nella forma
del concorso.

Confermati gli arresti


per i due rivali in amore

Sono apparsi dinanzi al gip Consiglio i due

uomini che sabato mattina a Cassibile sono


stati oggetto di reato. E stata una condotta
legittima quella dellartigiano di Cassibile che
esplose allalba di sabato scorso una fucilata
per terra per fare desistere lallevatore dallintento di irrompere nella sua abitazione per un
chiarimento. Il gip del tribunale di Siracusa,
Michele Consiglio, ha convalidato larresto
del siracusano Tonino Magliocco di 37 anni
ma nei suoi confronti non ha applicato alcuna
misura, ritenendo non esservi i gravi indizi di
colpevolezza in ordine al contestato tentato
omicidio. Anche la difesa, rappresentata dagli avvocati Giorgio DAngelo e Diego Comis, aveva chiesto la scarcerazione del loro
assistito in virt della norma sulla violazione
di domicilio. Rimane detenuto agli arresti domiciliari, invece, il 33 enne Antonio Destro
Pastizzaro, il quale, difeso dallavvocato Aldo
Valtimora, deve rispondere dei reati di furto
aggravato e di violenza privata. Al gip, Magliocco ha riferito di non avere in alcun modo
incontrato la fidanzata dellallevatore e che,
alle insistenze di Pastizzaro, che bussava
alla porta e alla finestra per attirare la sua attenzione, aveva pi volte chiamato il 113 prima di vederselo sbucare in casa e decidere
di esplodere il colpo nellesclusivo intento di
spaventarlo e non di colpirlo.

Sicilia 5

SiracusaCity

Affare immigrazione, individuati


quattro milioni sottratti al fisco

Le Fiamme gialle smascherano


associazioni/imprese onlus che
gestivano i centri di accoglienza

L
a Guardia di Finanza
di Siracusa, nella consa-

pevolezza dellimpatto sul


territorio del crescente fenomeno dellimmigrazione
clandestina, ha eseguito
una serie di attivit di controllo nei confronti delle
strutture di accoglienza
della Provincia. Le indagini
di Polizia Economico Finanziaria condotte hanno
trovato riscontro iniziale nei
dati del secondo semestre
del 2013, quando un flusso
epocale di immigrati, 113
sbarchi con circa 13.300
arrivi, ha coinvolto le coste
Siracusane da Sud a Nord,
da Portopalo di Capo Passero a Capo Murro di Porco, con carattere incessante ed a volte anche con pi
sbarchi giornalieri.
Flusso di immigrati aumentati nel 2014, anche in considerazione dellavvio prima
delloperazione Mare Nostrum e successivamente
di Triton e Triton 2015,
operazioni
internazionali
che hanno permesso di fornire assistenza, al 31 maggio, a circa 87.000 immigrati distribuiti su 291 sbarchi
concentrati nel porto di
Augusta.
Tanti immigrati a cui dare
assistenza che hanno sollecitato: le strutture deputate
allordine ed alla sicurezza pubblica sul territorio,
con un impegno significativo delle Forze di Polizia
nellambito del dispositivo
coordinato dal Prefetto di
Siracusa, Armando Gradone; il Gruppo Interforze di
Contrasto allImmigrazione
Clandestina
denominato
G.I.C.I.C, coordinato dal
Procuratore Capo della
Repubblica, Dott. Francesco Paolo Giordano, per
assicurare gli scafisti alla
giustizia. Componente che
si sempre posta come link
con lAgenzia Frontex ed
i cui magistrati, coadiuvati
dai reparti del Corpo e da
personale delle altre Forze
di Polizia, hanno emesso
provvedimenti
restrittivi
della libert personale, dal
2013 ad oggi, nei confronti
di 230 soggetti indagati per
favoreggiamento dellimmigrazione clandestina.
Gli immigrati giunti sul territorio, hanno avuto bisogno
sin da subito di unadeguata assistenza, dal momento dello sbarco fino al loro
trasferimento nei centri di
prima accoglienza e/o nelle strutture del Sistema di
Protezione per Richiedenti
Asilo e Rifugiati: assistenza
che per due annualit (2013
e 2014) ha comportato un
esborso di 13.900.000.
Questa situazione, nuova e
non prevista, emergenziale,
ha creato un link assoluto
con la Prefettura aretusea
che richiedeva alla Guardia di Finanza, sin dai primi
eventi del secondo semestre 2013, approfondimenti
e controlli di natura ammi-

nistrativo contabile sulle


strutture temporanee di
accoglienza.
I controlli riguardavano le
spese sostenute ed il loro
inquadramento in specifici
centri di costo. I finanzieri,
in tale contesto investigativo, rilevavano irregolarit
sullinquadramento giuridico fiscale delle prestazioni di servizio rese, in
particolare sulla corretta
applicazione dellImposta
sul Valore Aggiunto. Le fenomenologie illecite individuate sulla base di attivit
di intelligence, analisi di
rischio e controllo economico del territorio, nonch indagini di polizia giudiziaria,

Sopra, controllo dettagliato dei finanzieri; sotto, un centro daccoglienza.


hanno orientato lattivit
di polizia finanziaria intrapresa verso una duplice
finalit:
appurare le dinamiche

Oltre 11 milioni di euro


evasi nellultimo anno, pi
del 50% in meno di iscritti
nei registri delle aziende
edili rispetto al 2008 e un
numero sempre meno crescente di imprese regolari.
Sono solo alcuni dei dati
illustrati da Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, con
i rispettivi segretari di categoria Severina Corallo,
Paolo Gallo e Salvo Carnevale, durante la conferenza stampa Sconfiggere il lavoro nero, battaglia
di civilt svoltasi questa
mattina alla Cassa Edile.
Una sorta di anticipazione della tavola rotonda in
programma il prossimo 8
giugno nella sala conferenze della Cassa Edile di
viale Ermocrate, durante
la quale interverranno anche il dott. Andrea Palmieri, Sostituto Procuratore
della Repubblica, il Magg.
re Giovanni Palatini del
Comando provinciale dei
Carabinieri, il Ten. Col.
Eugenio Bua, Comandante del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Fi-

decisionali e gestionali
allinterno di ciascuna Associazione/Societ che gestiva i centri di accoglienza;
riscontrare le modalit

delle prestazioni di servizio e somministrazione dei


beni oggetto dei rapporti
convenzionali prima, e di
appalto dopo, instaurati
con la Prefettura.
Le verifiche diniziativa, nei
confronti di associazioni
e/o enti non commerciali
(societ cooperative/ Onlus) hanno permesso di
individuare un vero e proprio fenomeno evasivo,
caratteristico dei soggetti
operanti nel Terzo Settore. E stata disconosciuta,
in carenza dei requisiti di
legge per poter usufruire
di agevolazioni contabili e
fiscali, la natura giuridica di
ente associativo no- profit.
I soggetti economici sono
stati pertanto inquadrati
nella reale natura di impresa commerciale con
ricostruzione del Volume
dAffari e recupero a tassazione delle imposte dovute
in tutti i settori impositivi.
Lattivit fiscale, inoltre,
ha fatto emergere fatture
per operazioni inesisten-

Una tavola rotonda in programma domani alla Cassa Edile

Lavoro nero in edilizia


evasi 11 milioni di euro

Lincontro di ieri mattina.


nanza di Siracusa e il dott.
Antonio Mazzaglia della
Direzione territoriale del Lavoro di Siracusa. Lapertura
dei lavori che sar modera-

ta da Prospero Dente vedr


gli interventi dei tre segretari
delle categorie Edili, mentre
la chiusura sar affidata ai
segretari regionali di Feneal

ti emesse da societ che


hanno fittiziamente eseguito lavori di ristrutturazione,
reso servizi di pulizia, fornito frutta e capi di abbigliamento, nei confronti dei
soggetti controllati.
Il Procuratore della Repubblica, Dott. Francesco Paolo Giordano, gi nel 2014,
ha delegato la Guardia di
Finanza di Siracusa per
lesecuzione di specifica
attivit nei confronti di alcuni soggetti riconducibili a
Buzzi e Carminati, indagati
nellambito delloperazione
Mafia Capitale.
Dalle attivit investigative
eseguite emerso un collegamento tra i personaggi
dellindagine romana con
un centro di accoglienza
gestito in consorzio con
una societ siracusana:
partecipanti del consorzio risultavano essere le
cooperative sociali romane Eriches29 ed ABC. In
sintesi lattivit di indagine ha fatto emergere un
fenomeno evasivo per
4.252.177, lindividuazione
dellemissione di fatture per
operazioni inesistenti per
1.351.004 e ed ha permesso la segnalazione di
19 soggetti per reati tributari allAutorit Giudiziaria
di Siracusa. Elemento caratterizzante il disconoscimenti di 5 ONLUS, lindividuazione di 2 evasori totali
ed 1 paratotale, la richiesta
di sequestro per equivalente per 920.122,00
Il Prefetto della Provincia di
Siracusa, inoltre, a seguito
delle risultanze investigative determinate dallattivit
eseguita, anche allesito
degli accertamenti conseguentemente
disposti
dallAgenzia delle Entrate,
gravi e reiterate violazioni
in materia di imposte sui
redditi e sul valore aggiunto, ha decretato lesclusione di una ONLUS dalla
procedura di gara volta alla
conclusione di un accordo quadro tra la Prefettura
e pi soggetti economici
operanti nella provincia per
assicurare i servizi di accoglienza ai migranti richiedenti protezione internazionale, per lanno 2016.

Uil, Fillea Cgil e Filca Cisl,


rispettivamente Francesco
De Martino, Francesco Tarantino e Salvatore Scelfo.
Questa tavola rotonda vedr la partecipazione non
solo di noi addetti ai lavori ma anche di coloro che
attivamente operano per
sconfiggere il lavoro nero.
Ne parliamo ancora oggi
perch il lavoro nero diventato ancor pi dilagante
e gli incidenti mortali sono
sempre allordine del giorno
hanno sottolineato i segretari di Feneal Uil, Filca Cisl e
Fillea Cgil -.
A tal proposito ringraziamo
le forze dellordine che hanno accettato il nostro invito.
Il lavoro nero daltronde
una vera emergenza nella
nostra provincia e i dati che
ci arrivano dallispettorato
del lavoro e dalla Cassa edile sono preoccupanti. Ecco
perch stiamo facendo questa lotta di civilt: essa servir a sensibilizzare lopinione pubblica e progettare un
sistema sinergico per una
battaglia vera e reale del
territorio.

Nel

Siracusano 6

7 GIUGNO 2016, MARTED

Sicilia 7 GIUGNO 2016, MARTED

Hanno partecipato
anche Lauretta Rinauro, coordinatrice
di Libera-Siracusa;
Giuseppe Cataudella, docente della
scuola e presidente
dei SuperAbili Onlus; l'Onorevole Bruno Marziano Asses- Noto, citt gioiello
barocco Siciliasore Regionale alla del
no, non brilla certaPubblica Istruzione mente nel recapito

Centro recapito
Noto, mancanza
personale
portalettere
(recapito otto/venti)

In foto, un momento
dellincontro

Avola, Il gusto della legalit


con Pietro Grasso

Ad

Avola, sabato
scorso, nellaula magna dellIstituto Majorana si tenuta la 2
edizione della manifestazione Il gusto della
legalit, che ha visto
affiancati sport e Costituzione. Insieme per
combattere lillegalit.
A parlare di contrasto
della mafia c' stato il
presidente del Senato, Pietro Grasso, ex
procuratore nazionale
antimafia. La Costituzione italiana, come
antidoto allillegalit,
forte del suo messaggio
educativo riesce a garantire in ogni contesto
socio-culturale la tutela
e la dignit della persona liberandola da ogni
vincolo di ignoranza
e di totale eclissi dei
valori. Lo sport stato
rappresentato, dal presidente nazionale Uisp,
Vincenzo Manco, che
ne ha evidenziato il valore di educazione alla
convivenza e alla cittadinanza, di rispetto di
un sistema di regole e
di un contesto sociale,
che consente la valorizzazione del ruolo di
tutti e il riconoscimento
del ruolo di ciascuno.
Hanno partecipato anche Lauretta Rinauro,
coordinatrice di Libera-Siracusa; Giuseppe
Cataudella,
docente
della scuola e presidente dei SuperAbili Onlus; l'Onorevole Bruno

Lo sport stato rappresentato, dal presidente nazionale Uisp, Vincenzo Manco,


che ne ha evidenziato il valore di educazione alla convivenza e alla cittadinanza
Marziano Assessore
Regionale alla Pubblica
Istruzione.
LUisp in prima fila
per abitare il territorio con le sue societ
sportive e associazioni dice Vincenzo
Manco, presidente nazionale Uisp siamo
convinti che questo sia
il modo pi efficace
per combattere mafia e
criminalit organizzata.
Attraverso le attivit di
sport sociale ogni gior-

uove agevolazioni
per i siracusani e tutti
i residenti della provincia. La Fondazione Inda ha deciso di
aumentare il numero
delle date nelle quali
sono previste riduzioni per chi volesse assistere agli spettacoli
inseriti nel cinquantaduesimo ciclo di
rappresentazioni classiche al Teatro Greco
di Siracusa.
In attesa di Fedra di
Seneca che debutter
il 23 giugno con la regia di Carlo Cerciello,
Elettra di Sofocle e
Alcesti di Euripide
stanno riscuotendo
un grande successo
in termini di spettatori
e proprio per questa
ragione la Fondazio-

no trasmettiamo socialit, partecipazione


ed educazione, per difendere spazi di democrazia e di libert. Lo
sport sociale e per tutti
innanzitutto cultura
e costruisce presidi di
responsabilit sul territorio che, coinvolgendo
i cittadini, tolgono terreno alle mafie.
Prima del convegno si
inaugurato, negli spazi interni della scuola,
il campetto di baskin

dedicato a Rita Atria,


giovanissima vittima
di mafia. In campo gli
studenti dell'indirizzo
di scienze umane e gli
atleti del baskin Sicilia.
"Una
grandissima
emozione aver fatto conoscere il baskin al Presidente Grasso", questo
il commento del presidente uisp territoriale e
responsabile del baskin
sicilia, Peppe Battaglia.
Il baskin (basket integrato) uno sport in-

novativo ed inclusivo,
che permette a persone
con e senza disabilit di
giocare insieme, grazie ad un regolamento
adattato. Il basket integrato si gioca 6 contro
6 su di un campo regolamentare, dotato di altri due canestri supplementari posizionati sui
lati lunghi. I ruoli vengono assegnati in base
alle capacit motorie di
ogni singolo giocatore.
Il regolamento elaborato in modo da consentire la migliore partecipazione possibile di
sportivi con disabilit.

Si vanno ad aggiungere le giornate per le istituzioni dal 13 al 16 giugno

Spettacoli classici al Teatro Greco


Nuove agevolazioni per i siracusani

ne Inda ha deciso di
andare incontro alle
tante richieste ricevute per le repliche in
programma fino al 19
giugno in modo da
agevolare una migliore partecipazione agli
spettacoli ed evitare il

sovraffollamento del
teatro in giornate particolari.
Oltre a confermare le
giornate siracusane
del 6 e 7 giugno, il 13,
14 (Alcesti ed Elettra) e 24 giugno (Fedra) tutti i residenti a

Siracusa e nei comuni


della provincia potranno acquistare un
biglietto per il settore
non numerato al prezzo di 15 euro. Unagevolazione che va ad
aggiungersi a quelle
gi previste e in particolare alle giornate
per le istituzioni, dal
13 al 16 giugno, con
i dipendenti delle Forze dellordine, della
Prefettura, della Sovrintendenza ai Beni
culturali e del Comune che, esibendo un
tesserino, potranno
acquistare due biglietti al costo di 15 euro
per ciascun ticket, in
qualunque ordine di
posto.

della corrispondenza del suo Centro


gestito da Poste Italiane S.p.A.
Slc Cgil Siracusa
aveva in data 19 05
2016 comunicato
ai vari responsabili
territoriali/regionali
che il centro era in
carenza di personale, nello specifico
vogliamo ricordare
che:
La zona numero
Otto che abbraccia
la C.da Eloro, Lido
di noto, C.da Balata, Madonna Marina, ecc, priva di
portalettere da oltre
un mese.
La zona numero
Nove che include
C.so V. Emanuele, Via Cavour, Via
Ducezio ecc
priva di portalettere
per lo stesso periodo.
Queste specifiche
tematiche,
oltre
a varie e ulteriori
criticit, contribuiscono a creare una
giacenza nel centro
che oggi cuba circa
2500 raccomandate
oltre a decine di chili di corrispondenza
di vario genere.
La strategia di
Poste Italiane basata sul risparmio
nellassunzione anche di portalettere
a tempo determinato sta creando una
qualit del servizio percepito dagli
utenti del tutto insufficiente per unazienda che ritiene di
essere LIDER del
settore.
SLC CGIL Siracusa
CHIEDE il potenziamento del personale portalettere
anche alla luce degli
accordi sottoscritti
(lunghe assenze, infortuni ecc)

Sicilia 7

Nel

Lapplicazione del Contratto Regionale ai dipendenti del Consorzio disposta dalla L.R. 10/2000

Consorzio per le autostrade siciliane


precisazioni del presidente Rosario Faraci

Siracusano
CULTO

Festa
dei popoli
al Santuario
della Madonna
delle Lacrime

In questi anni, il Consorzio ha avviato una importante ristrutturazione aziendale


Domenica scorsa alla Bafinalizzata al rilancio produttivo dellente autostradale salvaguardando i posti di lavoro silica
Santuario della Ma-

l Presidente Dott. Rosario


Faraci, in ordine ai recenti
articoli sul CAS - che riportano in modo non distinto e
ragionato questioni e vicende molto diverse tra loro,
facendo anche supporre
ostilit pi o meno nascoste
che condizionerebbero la
gestione - ritiene opportuno
evidenziare quanto segue.
In questi anni, il Consorzio ha avviato e sta perfezionando - una importante
ristrutturazione
aziendale
finalizzata al rilancio produttivo dellente autostradale
salvaguardando i posti di lavoro. E quindi normale che
su alcune questioni vi siano
pi voci e pi soluzioni per
rendere la struttura in grado
di consegnare ai siciliani una
efficiente rete autostradale,
frenata da anni di ritardi.
Lapplicazione del Contratto Regionale ai dipendenti
del Consorzio disposta dalla L.R. 10/2000. Sulla questione sono state gi pronunziate oltre 80 sentenze della
Magistratura del Lavoro,
Direttive della Regione che
esercita la vigilanza, oltre
che pareri del CGA. Quindi
nessuna decisione arbitraria

In foto, autostrada siciliana

anzi il conforto e la sollecitazione costante della Giunta


Regionale per la soluzione
della questione.
Il prepensionamento dei
dipendenti della Regione,
ovunque siano assegnati, un diritto scaturito da
apposita legge Regionale,
da giorni esteso con L.R.
8/2016 anche al personale
degli Enti di cui alart.1 della
L.R. 10/2000 (quindi anche
al CAS), nelle modalit che
la Regione indicher. Quindi
ogni dipendente avente diritto ha la occasione di chiede-

re per se lapplicazione della


legge che gli riconosce quel
beneficio.
Il Consorzio non ha proceduto a 24 licenziamenti, ma
ha preso atto che 24 persone
non avevano diritto a mantenere la posizione lavorativa tenuto conto anche delle
pronunce giudiziali nel tempo intervenute. Ha quindi
rilevato la nullit originaria
del rapporto. Il tribunale ha
riconosciuto corretto il comportamento del consorzio.
Per quanto riguarda la notizia dellulteriore proroga

concessa per le indagini


relativa alla presunta indebita percezione di incentivi
progettuali da parte di 56
dipendenti, si avuto gi
modo di ribadire lassoluta
serenit di fronte alloperato della magistratura. Si
tratta, peraltro , di questione
risalente ad anni antecedenti
allinsediamento di questa
Amministrazione.
Infine, la riduzione del numero dei componenti del
Consiglio Direttivo un atto
dovuto, disciplinato da legge
regionale, che recependo una
analoga nazionale, riduce a 3
i componenti degli organi
di gestione di tutti gli enti
e le societ pubbliche e/o
vigilate dalla Regione. La
riduzione, peraltro, operer
a partire dalla naturale scadenza dellattuale Consiglio
Direttivo (art. 39, comma 3
L.R. 7-5-2015, n.9). Quindi
nessuna penalizzazione gestionale e politica!
Per il resto il Presidente Faraci non intende commentare
le personalistiche fantasiose
ricostruzioni e congetture
sussurrate da esasperate insoddisfazioni o da indebiti
interessi.

donna delle Lacrime stata


la Festa dei popoli. L'iniziativa dell'Ufficio pastorale
migrantes, insieme all'Ufficio pastorale giovanile ed
ecumenismo e dialogo interreligioso, ha come tema
"Coloriamo la misericordia".
Dopo la presentazione dei
gruppi etnici ha avuto luogo un pranzo multietnico
condiviso. Nel pomeriggio
danze, canti e suoni da tutti i popoli e poi insieme il
passaggio dalla Porta Santa.
Nel pomeriggio stata prevista la celebrazione eucaristica.
Una festa per la promozione di tutte le realt etniche
presenti nostro territorio - ha
spiegato il direttore dellUfficio Migrantes, don Luigi
Corciulo -.
Un invito a mettersi insieme
per conoscere i popoli attraverso le tradizioni culturali.
Il Santuario luogo di accoglienza. La mattinata stata
dedicata alla conoscenza dei
gruppi: con cultura e tradizioni.
Il tutto avvenuto all'esterno del Santuario. Il passaggio della Porta Santa un
invito della Chiesa come dimensione dell'accoglienza:
la preghiera stata recitata
in italiano e in arabo. Mentre la celebrazione eucaristica naturalmente stata solo
per i cattolici, ma stata in
diverse lingue".
Le Feste dei popoli sono
lespressione della diversit considerata come una
ricchezza da scoprire e da
valorizzare, superando i
rischi e le tentazioni della
separazione, della chiusura
e, ancora peggio, della contrapposizione: sono luoghi
dove esercitare e esprimere
la cultura dellincontro.
Un importante di incontro,
di preghiera, di dialogo, di
festa tra persone e famiglie,
comunit diverse che sono
arrivate nelle nostre citt
e vivono insieme in alcuni luoghi fondamentali: la
scuola, il lavoro, limpresa,
la parrocchia, i luoghi del
tempo libero.

Nel

Siracusano 8

7 GIUGNO 2016, MARTED

Sicilia 7 GIUGNO 2016, MARTED

Lillustrazione dei numerosi e quasi sconosciuti siti archeologici affidata ad unampia documenta-zione grafica

Dinamiche insediative nel territorio di Canicattini Bagni e nel bacino


di alimentazione del torrente Cavadonna tra antichit e medioevo

Pubblicata la monografia sul territorio di Canicattini Bagni


dellarcheologo canicattinese Santino Alessandro Cugno
appena

uscita la monografia del giovane archeologo canicattinese, Santino


Alessandro Cugno, dal titolo
"Dinamiche insediative nel
territorio di Canicattini Bagni
e nel bacino di alimentazione
del torrente Cavadonna (SR)
tra Antichit e Medioevo",
all'interno della prestigiosa
collana scientifica British Archaeological International Series (n. 2802, Oxford, 2016),
con la prefazione del professo-re Dario Palermo (Ordi- In foto, la copertina del libro
nario di Archeologia Classica
- Universit di Catania) e la attivit antropiche e i caratteri
presentazione del professore originari dellambiente natuGiovanni Uggeri (Emerito di rale ibleo.
Topografia Antica - Universi- Lillustrazione dei numerosi e
quasi sconosciuti siti archeot La Sapienza di Roma).
Questo studio, frutto di un logici affidata ad unampia
lungo lavoro di ricerca, dura- documenta-zione grafica, carto quasi 8 anni, sul territorio tografica e fotografica, quasi
di Canicattini Bagni e sulle del tutto originale.
zone archeologiche limitrofe, In questo lavoro di ricerca
si pone lambizioso obiettivo l'autore ha provveduto a riedi fornire un quadro ag-gior- saminare tutte le informazioni
nato, ampio e articolato dei desumibili dal-la bibliogradiversi paesaggi storici, che si fia gi esistente e dalle fonti
sono succeduti nel corso dei d'archivio (i taccuini di Paolo
millenni in questa significa- Orsi, l'archivio inedito di Efitiva porzione dellaltopiano sio Picone, i dattiloscritti di
ibleo, in seguito allazione Salvatore Carpinteri, e cos
umana e allinterazione tra le via), alla luce dei nuovi ele-

Come

ormai tradizione da qualche


anno, nel pomeriggio
dello scorso venerd,
presso lauditorium
dellIstituto
scolastico Insolera, si
svolto il Celebration
day. Levento organizzato dagli studenti
della scuola rappresenta la fine ufficiale
dellanno scolastico
e insieme loccasione
per mettere in risalto
alla platea di docenti,
alunni e genitori, tutte
le attivit progettuali
svolte durante lanno.
La cerimonia valorizza principalmente gli
studenti che si sono
distinti e tutte le eccellenze con la consegna di attestati da

menti emersi nel corso delle


indagini di carattere archeologico e topografico avviate
a partire dallestate del 2008.
Sfogliando le pagine di questo libro sar possibile seguire
la storia di questo importante
territorio, situato a met strada tra Siracusa e Akrai, e ripercorrere le tappe dell'antica
via Acrense, la strada che collegava la madrepatria alla sua
sub-colonia.
Ampio spazio viene dedicato
alle necropoli preistoriche di
Alfano, Passo Ladro e Cardinale, con le caratteristiche
tombe monumentali dell'et
del Bronzo Antico, alle fatto-

rie greche di Bagni e Pianette, alle lussuose ville romane


con mosaici di Cinque Porte
e Cugno Martino, alle catacombe di Coz-zo Guardiole e
di Stallaini, al battistero tardo
antico di contrada Petracca,
per terminare con gli in-sediamenti rupestri medievali di
Case Vecchie, Cava Lencino,
Bosco di Sopra.
Particolare attenzione, infine,
viene rivolta all'analisi dei
simboli ebraici e paleocristiani presenti nella necropoli di
Case Vecchie e agli affreschi
medievali delle chiese rupestri, per i quali l'autore presenta nuove proposte e chiavi
di lettura.
Un lavoro di ricerca prezioso, quello di Santino Alessandro Cugno, per conoscere
il nostro terri-torio - ha commentato il Sindaco, Paolo
Amenta - la storia e le origini
degli antichi insediamenti esistenti nellarea di Canicattini
Bagni. Cugno con il suo lavoro mette ancora una volta in
rilievo e fa conoscere un patrimonio storico culturale di
grande valenza, che abbiamo
il dovere valorizzare, salvaguardare e custodire.

La serata stata condotta da due studenti in veste di presentatori

Celebration day allIstituto


scolastico Insolera

parte dei docenti che li


hanno guidati nelle varie attivit. La dirigente
scolastica Maria Ada
Mangiafico ha sottolineato limportanza della partecipazione attiva
alla vita scolastica che
senzaltro un investimento per il futuro. La
serata stata condotta
da due studenti in veste
di presentatori e allietata da due momenti dedicati al ballo e al canto, e si conclusa con
un piccolo ricevimento
finale.

CITT

Serata per AISM


in piazzetta
Mergulensi

na serata live, degustazione, ed i volontari dell'Associazione Italiana Sclerosi


Multipla,
che hanno fornito le informazioni sulla malattia del sistema nervoso centrale.
Chi ha la sclerosi multipla
non deve nascondersi e stare
in casa. E' questo il messaggio che la sezione di Siracusa
dell'AISM ha proposto domenica scorsa in piazzetta
Mergulensi nel centro storico
di Ortigia.
Un live da Irma per gustare un aperitivo ascoltando
la splendida voce di Angela
Nobile accompagnata al piano da Salvatore Adorno e al
sax da Daniele Limpido.
In contemporanea al live e
alla degustazione della birra
alla spina, i volontari dellAISM, l'Associazione Italiana
Sclerosi Multipla, lunica
organizzazione in Italia che
interviene a 360 gradi sulla
sclerosi multipla. LAISM
rappresenta e afferma i diritti delle persone con sm;
promuove i servizi a livello
nazionale e locale; sostiene,
indirizza e promuove la ricerca scientifica.
In Italia sono 110 mila le
persone con sclerosi multipla, circa 600 in provincia di
Siracusa.
La sezione di Siracusa
dellAISM crede che le persone con sclerosi multipla
abbiano diritto a una buona
qualit di vita e alla piena inclusione sociale. La conclusione migliore per la Settimana Nazionale della Sclerosi
Multipla, momento di sensibilizzazione per informare
sulla malattia.

Workbeer
di CNA Siracusa

i tenuto venerd il
workbeer di CNA Siracusa
all'interno della manifestazione
BeerArt&Gourmet
a Siracusa presso l'Antico
Mercato. Un evento legato
alla recente adesione a CNA
di Unionbirrai in Italia a seguito della quale stata avviata un'azione molto forte
con le istituzioni per la riduzione delle accise in favore
dei piccoli birrifici e di una
adeguata riforma del collegato agricoltura che ha distorto
un po' il significato di "birra
artigianale".

di Titta Rizza

a vicenda di Sara,la ragazza


di Roma uccisa dal suo fidanzato che non si rassegnava a perderla, mi porta ad una conclusione amara: Sara ha vissuto
la ultima vicenda con il suo ex
fidanzato nella solitudine pi
cupa ,cos come vive ogni altra donna che viva una vicenda
analoga a quella di Sara..
Cosa avrebbe dovuto fare Sara
per evitare la morte?
A tutti viene istintivo di pensare
che doveva denunziare lex
fidanzato.
Non lo so se Sara si sia rivolta
alla Polizia o ai Carabinieri ma
dubito che sarebbe seguito un
intervento:forse nel migliore
dei casi una diffida.
Infatti ,dov il reato? Ma ammesso che avessero creduto
a Sara,Polizia e Carabinieri
avrebbero poi potuto convincere un giudice ad emettere
un provvedimento restrittivo
dellex fidanzato ; ma su quali
elementi? Su una semplice minaccia anche se di morte?
In questi casi ci dobbiamo convincere che ogni donna e sola
e resta sola; gli unici che possono aiutarla sono quelli della sua
famiglia;i giudici si muovono
con la lentezza e con lobbligo
della ricerca delle prove.
Ci restano le istituzioni, i cos
detti centri antiviolenza ,ma la
donna che ne cerca protezione
resta stritolata da logiche pi
punitive che salvifiche.
A tal proposito attingo ad una
mia esperienza professionale
che voglio raccontare cambiando naturalmente i nomi
dei protagonisti ;una singolare
esperienza che dovrebbe indurre ad una profonda riflessione
tutti gli attori di un tal tipo di
assistenza,perch di assistenza
sempre si tratta con costi attribuiti alla res pubblica e quindi
a ciascuno di noi. Una ragazza,
chiamiamola Anna Maria, a
16 anni resta incinta;non vuole abortire e convince il suo
lui,chiamiamolo Vittorio, 26
anni a far nascere il bimbo e
se ne vanno a vivere insieme
senza sposarsi;dopo nove mesi
nasce il figlio.
Vittorio ha il vizio del giuoco e
bench lavori non ci sono soldi
n per pagare il fitto di casa,n
per comprare il latte del bambino.
Sopperiscono i nonni materni
ed Anna Maria tante volte lascia Vittorio che non pensa ne
a lei n al bambino e se protesta
legnate: Vittorio fonda la sua
vita coniugale e su sesso e legnate, e sul costante intervento
dei genitori di Anna Maria per
la sopravvivenza della famiglia.
Molte volte le legnate ricevute
fanno scappare di casa Anna
Maria che si rifugia dai suoi ,
ma poi per il bene del bambino
e perch Vittorio le giura che ha
tagliato col giuoco, ritorna.
Ma quella di Vittorio e una promessa da marinaio,in casa non
c giorno che non scoppi una
lite perch Vittorio si innervosisce se Anna Maria gli chiede i
soldi per il latte del bimbo: deve

Sara strangolata
dal suo uomo
La solitudine delle cento
Sara delle nostre citt

rivolgersi ai suoi genitori; punto


e basta .
Anna Maria non ne pu pi e
quindi due anni fa lascia la casa
coniugale e non intende pi riappacificarsi con Vittorio. Anche questa volta Vittorio mette
sotto controllo Anna Maria e la
casa dove vive Anna Maria: non
deve uscire, non deve incontrare
nessuno perch Anna Maria e
cosa sua.
Anna Maria che intanto ha
compiuto ventanni vuole riprendere a vivere come ha diritto di vivere una ragazza di venti
anni ed accetta linvito di un
amico che ha organizzato una
festa nella sua villa con piscina:
una serata affascinante; non dimentichiamoci dellet di Anna
Maria.
Lamica del cuore sembra un
romanzo dappendice la tradisce ; telefona a Vittorio e gli
dice dellinvito ,della festa, della piscina e gli indica la villa.
Continua il romanzo dappendice: il padrone di casa non ha
organizzato una festa,ma vuole
fare la festa ad Anna Maria e
quindi si fa trovare solo nel giardino della sua villa.
Vittorio arriva, non lo ferma il cancello chiuso della
villa;scavalca il muro di recinzione trova Anna Maria sola col
padrone di casa e la massacra a
legnate: botte da orbi.
Impartita la lezione,le ordina di
telefonare a suo padre per farsi
venire a prendere e con calma
le d un avvertimento: questa
volta ti ho salvato; la prossima
volta ti ammazzo e tu sai che lo
far e va via.
Viene il padre e trova Anna Maria col viso tumefatto e la porta
subito al Pronto Soccorso
del nostro Umberto I^ e qui le

fanno un referto che fotografa il


pestaggio subito.
Padre e madre di Anna Maria
due persone allantica che credono nelle istituzioni conducono la figlia nella Stazione dei
Carabinieri pi vicina ed Anna
Maria querela Vittorio e dice
che crede alla minaccia di morte
che le ha fatto Vittorio.
A questa minaccia crede anche
il Maresciallo che ha ascoltato
Anna Maria e d un consiglio
di un buon padre di famiglia
che vuole sottrarre una ragazza
di venti anni alla minaccia di
un uomo che ha massacrato a
legnate una inerme ragazza di
venti anni.
Il Consiglio: il rifugio immediato in una struttura antiviolenza
per donne.
Anna Maria pone come unica
condizione quella di portare con
s il figlio.
La condizione viene accettata
ed in giornata viene condotta
in una struttura in luogo segreto
della Sicilia che non viene nemmeno rivelato ai suoi genitori: il
segreto deve essere un segreto,
ed addirittura la prima cosa che
fanno una volta arrivata nella
casa rifugio le viene tolto il cellulare e da quel momento in poi
potr parlare esclusivamente
con padre e madre solo una volta al giorno e solo alla presenza
delle responsabili dellistituto
perch deve mantenere il segreto sul luogo dove si trova ed anche sul trattamento che riceve
nella struttura protetta.
E qui cominciano i guai per
Anna Maria; e guai grossi.
Vittorio si rivolge alla giustizia
perch lui non puo vivere senza il figlio per il quale per non
aveva avuto i soldi per comprargli il latte. E poich si aspetta

che un interrogatorio da parte di


un P.M. o di un Carabiniere si
mette al sicuro.
La fortuna laiuta: il padrone della villa eun gran
gentiluomo,uomo dalla teste ai
piedi, che interrogato dal P.M.
dir che Vittorio aveva bussato
al campanello della sua villa;che
lui aveva aperto e laveva fatto
entrare amichevolmente e che
era stata Anna Maria che aveva
assalito Vittorio, che da pecorella aveva subito gli schiaffi e
gli insulti di Anna Maria senza
reagire ; ma quali minacce ,lui
poteva solo riferire delle parole
di amore che Vittorio rivolgeva
ad Anna Maria con appassionato invito per una ripresa della
convivenza.
Vittorio si rivolge al Tribunale
perch non pu vivere senza il
figlio ed Anna Maria ha bisogno
di un legale.
Alt; sempre alt alla richiesta dei
genitori di scegliere per la figlia
un loro avvocato di fiducia. Ma
quale eresia, un avvocato estraneo alla struttura per far perdere
la segretezza del sito? Impossibile.
O si faceva come imponeva la
regola della casa antiviolenza o
Anna Maria se ne poteva tornare a casa.
Padre e madre pur di preservare la figlia dalle minacce di
Vittorio assentono e rinunziano
allavvocato di loro fiducia.
Ma anche Anna Maria sa di
non poter correre un tal rischio
perch intuiva che la minaccia
dellex convivente era sempre
attuale.
Inizia la causa avanti il Tribunale e Vittorio ottiene di poter
avere con s il figlio dal venerd
al sabato a settimane alterne;
gli viene imposto lobbligo del

Sicilia 9

concorso del mantenimento del


figlio pagando una piccola somma al mese,assegno che pag
il primo mese e poi lamor di
padre lo port ad investire la
somma in sale da giuoco ove
incontrava sempre per avversa
fortuna.
C la causa avanti un Tribunale Civile, mi spiego meglio avanti un Tribunale per
maggiorenni,ma il legale di
fiducia della casa rifugio ed imposto ad Anna Maria, sua sponte va ad impostare una causa
avanti il Tribunale per i Minorenni competente per territorio e
qui e lascio giudicare ad ogni
sereno lettore questo avvocato
chiede la decadenza dalla potest genitoriale di Vittorio, e fin
qui potrebbe star anche bene,
ma va a richiedere la collocazione del figlio presso la Casa
Rifugio: Anna Maria ha perduto
il suo potere di madre sul figlio
che passa sotto la competenza
esclusiva della casa rifugio.
E dire che era entrata nella casa
rifugio non perch fosse una
cattiva madre,ma perch cera
un qualcuno che voleva ucciderla!!! .
Debbo ribadirlo, perch qui sta
linghippo, il ricovero nel centro
antiviolenza non e avvenuto
per fatti che riguardano il minore n per un fatto di rieducazione della madre ,come se il
ricovero fosse avvenuto perch
Anna Maria fosse una poco di
buono; il ricovero era avvenuto
esclusivamente per preservarla
dalla minaccia di morte del suo
ex.Da questo momento il bambino diventa oggetto di possesso
della struttura:Anna Maria se ne
pu andare quando vuole,ma
il bambino deve restare nella
casa-rifugio per ordine del Tribunale per i Minorenni.
Ma da questo momento scattano altri introiti per la casa
rifugio !!
E passano quasi due anni: Anna
Maria compie 22 anni e vuole
ritornare a casa; gli incontri del
figlio col padre le fanno credere
che la minaccia di morte si sia
attutita e vuole rientrare a casa
dai suoi.
Perch vuole rientrare a casa?
perch e una reclusa;lei che si
e rifugiata per sfuggire alla violenze di un uomo,invece deve
essere rieducata a fare la madre
ed il Tribunale per i Minorenni
la sottopone ad un esame sulla
sua capacit genitoriale,esame
che supera facilmente come attesta la perizia del responsabile
di psicologia della Azienda Sanitaria di competenza.
Quella richiesta di collocazione
fatta dal suo avvocato al Tribunale per i Minori ha messo in
moto un processo per il quale
Anna Maria da giovane bisognevole di protezione diventa
una donna da rieducare e quindi
deve sottostare alla disciplina
per le rieducande.
Se per esempio la responsabile
giudica che una risposta di Anna
Maria non e stata rispettosa per
quel giorno viene immediatamente punita con la sospensione
per uno o pi giorni della somministrazione della dose giorna-

Taccuino
liera di sigarette.
Questo e soltanto un esempio
del clima in cui per quasi due
anni si ebbe ad immergere Anna
Maria colpevole di aver cercato
un rifugio antiviolenza.
Stringiamo il discorso: un pomeriggio Anna Maria non ne
pu pi e lascia la struttura per
ritornarsene a casa dai suoi.
Sa che non pu condurre con
s il figlio perch in caso contrario la responsabile avrebbe richiesto lintervento dei
Carabinieri;ma sapeva anche
che lindomani era il giorno in
cui Vittorio sarebbe andato a
prendere il figlio per il fine settimana di sua competenza.
Rientra a casa e subito nella stessa serata si reca dal legale dei
suoi genitori il quale lindomani
,ma proprio lindomani,presenta
un ricorso al competente Tribunale per i Minorenni perch revocasse il collocamento presso
la struttura antiviolenza.
Ora sar un susseguirsi di colpi
di scena:
Primo atto : Anna Maria e sola
con i suoi genitori e cerca il ritrovo del figlio nella casa dei
propri genitori dove lei e andata
a vivere
Atto secondo: improvvisamente
dopo due anni di relazioni del
centro antiviolenza che dipingevano Anna Maria come la
migliore delle madre ( la decima ed ultima relazione era di
ventisei giorni prima e con la
quale veniva ribadita ancora
una volta il rifiuto del figlio di
incontrare il padre,ch il piccolo
si sentiva da lui non amato perch lo lasciava dai nonni e lui se
ne andava e quel che era peggio
gli parlava male della madre)
improvvisamente Anna Maria
con una relazione non richiesta
dal Tribunale (quello per i maggiorenni tanto per intenderci)
veniva dipinta come la peggiore
delle madri, che insultava e legnava il figlio e che imponeva al
bambino di rifiutarsi di andare
col padre.
Dopo dieci relazioni a firma
congiunta della responsabile del
centro e della assistente sociale
del centro,Anna Maria da gran
brava madre di famiglia diventa
una disgraziata che maltratta e
non sa educare il figlio.
Terzo atto:sulla base di una tale
relazione il figlio viene collocato con provvedimento inaudita
altera parte presso il padre,che
cos pu tenere in pugno Anna
Maria e cosa importante non le
dovr corrispondere pi lassegno di mantenimento.
Quarto atto: Anna Maria e figlio
se ne sono andati ed il centro
antiviolenza ha perduto due
gran belle rette,oltre al cattivo
esempio che Anna Maria ha
dato alle altre utenti,o rectius
recluse,della casa rifugio.
Questa la vicenda di una ragazza di venti anni che si e rivolta
alle istituzioni per essere protetta da una minaccia di morte.
Il rifugio nel centro antiviolenza
lha stritolata: e sola ed ha perduto il figlio.
I Ben pensanti per la consolano: ti hanno tolto il figlio,ma sei
ancora viva.

Societ 10

7 giugno 2016, marted

Sicilia 7 GIUGNO 2016, MARTED

Comitato lavoratori formazione professionale:


Il politico e la politica al servizio del popolo

seguito delle nostre insistite denunce e


manifestazioni di
piazza dichiara
Il Comitato Lavoratori
Formazione
Professionale - che hanno
indubbiamente
provocato nellopinione pubblica,
abbiamo assistito,
nelle ultime ore,
ad una serie interminabile di comunicati stampa, interviste, proclami
ecc... che hanno
il sapore di chi si
vuole in extremis
ripulire la coscienza, nel vano tentativo di porre sulla
pentola un coperchio, che Noi, da
tempo abbiamo rimosso.
Proclami che coinvolgono i pi alti
livelli istituzionali,
dallAss. Marziano
fino al sottosegretario On. Faraone, passando per
gli illustri sindacalisti, che da
sempre, minando
il loro ruolo istituzionale, hanno
rappresentato tutto
e tutti, eccetto i
L AV O R ATO R I
con i loro Sacrosanti diritti.
Lincontro
del
17/05/2016
in
Prefettura
con
lAss. Marziano
stato emblematico
di come questo
Governo usi la
tattica dove la
Miglior difesa
lattacco! limitando i nostri interventi e cercando di
sminuire la tragedia economico
e sociale che ha
travolto i lavoratore dellintero
comparto Formazione
professionale.
Capiamo

Oggi si contano 8000 licenziamenti, ma c chi si permette ancora


il lusso di accogliere con oddisfazione le ultime novit

che si avvicina
a grandi passi la
tornata elettorale,
tutto vogliamo essere, fuorch divenire merce di

scambio nei tavoli


del potere.
Tre anni di assoluto silenzio, tre
anni dove si
consumata
una
carneficina sistematica di innocenti.
Mentre si sedava
lopinione pubblica con proclami
stile guerra fredda, la mattanza

aveva inizio il
Governo Regionale, con il suo
presidente Crocetta, gli Assessori
Scilabra, lo Bello,

Marziano, i Sindacati e le Associazioni di Enti,


si sono resi protagonisti di unopera
di
devastazione
ampiamente pianificata della normativa
vigente,
azione senza precedenti.
Oggi si contano
8000 licenziamenti, ma in queste

ultime ore c chi


si permette il lusso di accogliere
con soddisfazione
le ultime novit,
che peraltro van-

no a sommarsi
alle infinite cialtronerie degli ultimi anni, esultando
come se di incanto avessero salvato il comparto.
Qui ci troviamo
dinnanzi al Diavolo che oggi tenta
di travestirsi da
Santo per presentarsi
allappuntamento del voto

completamente
depurato!!! Listerismo, la follia, larroganza di
questa
meschina politica non

pone alcun limite


alla sua azione
devastante,
pur
avendo asfaltato
8.000 unit lavorative, non riesce
a compiere un
salto di qualit,
un mea culpa sincero e convinto
ma continua, in
maniera insopportabile, a sposare
logiche demago-

giche, mistificando
la realt dei fatti.
Il Politico e la
Politica
devono
essere al servizio
del Popolo, nel
nostro
comparto si assistito ad una feroce
guerra di interessi
contrapposti
per
ragioni di investimenti, lotte intestine tra fazioni di uno stesso
partito, che hanno
finito per mettere
in ginocchio un
servizio pubblico
che rientra pienamente nelle attivit
educative, formative, sociale, che una
Societ Civile ha
lobbligo di espletare.
saltato tutto, il
Quadro normativo
(legge
regionale
n.25 del 1 settembre 1993; circolare assessoriale n.
10 del 5 ottobre
del 1994; larticolo 26 del CNNL
1994/1997 recepito dallAllegato 12
CCNL 2011/2013;
la legge n. 24/76
che prevedono la
collocazione
in
MOBILITA del
personale
della
Formazione Professionale e il
successivo ricollocamento in altri enti o in uffici riconducibili
alla Regione), la
continuit formativa e lavorativa
dinnanzi a questa
tragedia chiediamo
alla Procura della Repubblica e
alla Corte Europea dei Diritti
dell'Uomo di intervenire e porre
in essere quella
Giustizia che da
troppo tempo nel
nostro settore risulta essere NON
PERVENUTA!!!

Fra fantacalciomercato e sondaggi di disponibilit

Mai

come di questi
tempi bocche cucite in
materia di calciomercato, anche se mai come
di questi tempi capita di
imbattersi in manovre
preliminari che si svolgono sottotraccia e quindi
senza il conforto dellufficialit. Daltra parte, con
i contratti in scadenza al
30 Giugno, lunica attivit dei direttori sportivi
quella di sondare la disponibilit dei giocatori
prima di addentrarsi in
trattative spesso difficili
e complicate. Circa i movimenti del Siracusa la
sensazione che Antonello Laneri si muova in
tre direzioni diverse. La
prima quella di trattenere i giovani che pi si
sono distinti nel campionato appena concluso e
a tal proposito si fanno
i nomi di DAlessandro,
di Dentice, di Sibilli, di
Dezai e forse di Marghi. La seconda quella
di rastrellare da prestiti
di societ maggiori altri giovani promettenti e
qualche pedina importante. La terza, quella
di assicurare elementi di
esperienza, attingendo
anche a volti noti per evitare passi falsi, anche se
bisogna tener conto del
tempo trascorso. Messi
quindi in preallarme i
quattro o cinque golden
boys che gi si sono
messi in luce la scorsa
stagione in maglia azzurra e avuto da loro un
gradimento di massima,
lattenzione,
secondo
voci insistenti, si sarebbe spostata sullossatura
della squadra che oltre
ad uomini di esperienza
come Giordano e forse

Siracusa, prime indiscrezioni


tre graditi ritorni e una novit

Squadra da subito competitiva con Paolo Baiocco, Davide Moi, e con i fratelli
Mancosu - Riconferme in vista per DAlessandro, Dentice, Giordano, Sibilli e Dezai

Paolo Baiocco, Davide Moi, Marco e Matteo Mancosu

Spinelli, potrebbe avvalersi di graditi ritorni


come quelli degli ex ragazzi del campionato
2011/2012, dal portiere
Paolo Baiocco, la scorsa
stagione allArezzo dove
ha collezionato ben
33 presenze, a Davide
Moi la scorsa stagione
al Catanzaro, a Marco
Mancosu in prestito alla

Casertana dal Benevento gi promosso in serie


B. E proprio a proposito del non dimenticato
esterno di centrocampo
col vizietto del gol, un
pensierino pare sia stato
fatto anche per il fratello
Matteo, ex bomber del
Trapani in cerca di un rilancio, che il Bologna ha
girato questanno in pre-

stito al Carpi. Bisogner


vedere cosa ne pensa in
proposito Roberto Bigon
, nuovo diesse rossobl
, davanti alleventuale
richiesta di prestito del
Siracusa. Bocce ferme
invece per il centrale di
centrocampo Nino Barill che il direttore sportivo
del Trapani, Daniele Faggiano, sarebbe disposto

a cedere in prestito, ma
solo in caso di promozione nella massima
serie dei granata. Per
il momento quindi solo
indizi. O come dicono i
francesi ballon dssai,
in attesa dellentrata nel
vivo delle trattative che
potrebbero produrre gradite sorprese.
Armando Galea

Il campionato di A2 Femminile dellOrtigia rosa

Quinto posto in classifica in coabitazione con il Volturno

Si conclude con una bella vittoria, e un quinto

posto in classifica in coabitazione con il Volturno, il campionato di A2 Femminile dellOrtigia


rosa. Questa mattina, a Velletri, le aretusee
hanno battuto la F&D H2O con il risultato di 9-6,
al termine di un match condotto bene sin dalle
prime battute. Nonostante la salvezza acquisita
dalle aretusee una settimana fa, e il buon quarto
posto finale della squadra locale, in acqua stata comunque partita vera. Lequilibrio del primo
tempo, finito in parit (1-1), viene infatti interrotto
da un ottimo avvio di secondo tempo delle ragazze di Valentina Ayale, brave a piazzare subito il +2 con Grazia Sparacio e Alessia Mascari.
Velletri accorcia, ma Agnese Rella, in chiusura

Sport
Prima
Divisione:
Eurialo, qui
la festa!
Ed serie D

Sicilia 11

di frazione, ristabilisce il vantaggio. Nel corso


del terzo tempo, le giocatrici di casa riescono
ad agguantare il pareggio, portandosi, prima sul
4-4 e poi sul 5-5, riacciuffando anche il gol di
Alessandra Battaglia. A un minuto dal termine,
per, ancora Battaglia sigla il momentaneo 6-5
per lOrtigia. Nellultimo quarto di gioco, Alessia
Mascari (top scorer del match di oggi con una
tripletta) e Grazia Sparacio allungano sull8-5.
Maurita Antonacci segna per la F&D H2O ma, a
1:07 dalla sirena, Giorgia Gallo realizza il definitivo 9-6 biancoverde. Era lultima partita della
stagione, eravamo stanche ma siamo felici di
aver concluso con una vittoria ha dichiarato
lallenatrice biancoverde Valentina Ayale.

astava racimolare un
punto, lEurialo ne ha portati a casa 2. E la festa
cominciata gi alla fine del
terzo set, quello che ha
sancito laritmetica promozione in serie D della
squadra verde blu. Il derby contro lAnspi ultimo in
classifica si rivelato pi
difficile del previsto perch, in occasione dellultimo turno di campionato,
la societ ospite ha deciso di mandare in campo
buona parte delle giocatrici che hanno disputato
il campionato di serie C
con lHolimpia, rinforzate
dalla evergreen Barbara
Anello, 35 anni ed esperienza da vendere. E cos
il match inizia male per
le giovani allenate dalla
coppia Moscuzza-Drago
che, dopo una fase iniziale equilibrata, accusano qualche passaggio
a vuoto di troppo, non
riuscendo a contrastare
adeguatamente le avversarie. Il primo strappo
arriva sul 7-12, e sull8-15
il set gi compromesso.
Raccosta, Longo e Tanasi
provano ad accorciare le
distanze, ma Anello firma
laice del 16-25.
Veemente la reazione
delle padrone di casa,
che dominano il secondo
set, lasciando soltanto 10
punti alle ospiti. La gara
infatti cambia completamente volto, lEurialo torna a sciorinare un gioco
veloce e spumeggiante
e, approfittando anche di
qualche errore di troppo
delle avversarie in palleggio, chiude facilmente il
parziale. Il terzo simile
al secondo. La differenza
stavolta la fanno soprattutto gli aices di una scatenata Rebecca Tanasi,
che portano velocemente
le verdeblu sul 16-9.

La vittoria andata alla Virtus Augusta

1 Memorial Marcella
Cortese di basket
E' andata alla Virtus Augusta la vittoria del 1 Memorial
Marcella Cortese di
basket, riservato alla
categoria
aquilotti
(nati nel 2005). Una
manifestazione,
organizzata dalla ASD
SIRACUSA BASKET,
che per tre giorni, dal
2 al 4 giugno scorsi,
ha visto impegnate
nei campi del Palazzetto dello Sport e
della palestra Akradina ben otto squadre
provenienti da tutta
la Sicilia e che, per
la bont dell'organizzazione ed il livello
delle squadre, ha ri-

cevuto il plauso tanto


degli addetti ai lavori
che di tutto il pubblico
presente.
Pubblico
che al momento della
premiazione finale ha
letteralmente gremito
una delle tribune del
Palazzetto, tributando i meritati applausi
tanto ai vincitori quanto a tutte le squadre
presenti.
La finale, disputata
tra la Virtus Augusta e
la SB Basket School
di Gela, ha visto prevalere i giovani virtussini al termine di una
gara equilibratissima
giocata punto a punto
da due squadre che

non si sono certamente risparmiate.


Al torneo per i pi piccoli ha fatto da apprezzata cornice anche un
triangolare riservato
alla categoria under
15 disputato dall'Elefantino Catania, dalla
Siracusa Basket e dai
Lyons Lentini e vinto
dai catanesi sui padroni di casa.
Soddisfatto per la riuscita della manifestazione il presidente
della Siracusa Basket
Francesco Caraffa il
quale, durante la cerimonia finale di premiazione, dopo aver
ringraziato tutti i parte-

cipanti, non ha mancato di sottolineare i


valori morali che hanno contraddistinto i
tre giorni di torneo,

lo spirito di gioia e di
aggregazione che si
respirato e che i ragazzi hanno saputo
trasmettere, nel ricor-

do di una donna e di
una mamma, Marcella Cortese, che da
lass ha certamente
gioito.

Speciale 12

Sicilia 7 giugno 2016, marted

Bilancio Carabinieri 2016: estorsioni


stabili, rapine in aumento

Arma dei Carabinieri ha celebrato ieri il 202 Annuale della


Sua fondazione.
La festa, nella provincia di
Siracusa, ha avuto luogo nel
cortile della Caserma dove ha
sede la Stazione Carabinieri di Avola, scelta questanno
nellambito di un programma
itinerante che nelle prossime
ricorrenze vedr interessate
altre localit del territorio, per
esprimere la vicinanza dellArma a tutti i cittadini della provincia.
La cerimonia si svolta alla presenza delle Autorit civili, militari e religiose, dei familiari delle
vittime del dovere e degli orfani
assistiti
dallO.N.A.O.M.A.C.
(Opera Nazionale Assistenza
Orfani Militari Arma Carabinieri) del personale dellArma in
congedo delle Sezioni A.N.C.
(Associazione Nazionale Carabinieri). Nella bella cornice
del cortile della Caserma intitolata alla memoria del Brig.
Giuseppe Coletta, il carabiniere
di origine avolese che rimase
ucciso nella strage di Nassiriya,
si schierato un reparto in armi
composto da militari del Comando Provinciale Carabinieri
di Siracusa, affiancato dalle
rappresentanze dellArma in
congedo nonch delle Infermiere Volontarie di Siracusa della
Croce Rossa Italiana, dai labari
della Associazione Nazionale
Mutilati e Invalidi di Guerra,
dalle bandiere e labari delle
associazioni combattentistiche
e darma.
Nelloccasione, allingresso della Caserma della Stazione Carabinieri di Avola stata esposta unopera pittorica, tela della
misura di 10 metri, dellartista
siracusano Salvo Bonnici dal
titolo Corpo e Anima, iniziativa che ha voluto sottolineare
limpegno dellArma dei Carabinieri in una costante attivit che
si indirizza verso il controllo, il
contrasto e anche la prevenzione di tutte le forme di violenza
ed illegalit soprattutto verso le
fasce deboli.
Con lo spirito di voler veicolare
attraverso il linguaggio dellarte un messaggio di continua
attenzione verso la parte della
societ pi esposta ad episodi
di violenza, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Siracusa
ha promosso ed organizzato
la mostra darte contemporanea dal titolo LArma dellarte
contro la violenza. Dalla sofferenza al riscatto, la forza della
donna, inaugurata luned 23
maggio, giorno della legalit, e
visitabile fino al 30 giugno presso la Sala Caravaggio della
Soprintendenza per il Beni Culturali ed Ambientali di Siracusa
a Piazza del Duomo in Ortigia.
Nel corso della cerimonia sono
stati insigniti delle ricompense
i militari di ogni ordine e grado
che si sono distinti nelle attivit
di servizio.
La celebrazione del 202 annuale della Festa dellArma dei
Carabinieri loccasione per
tracciare il bilancio dellattivit
operativa svolta dai Carabinieri
dellintera provincia di Siracusa
nel periodo giugno 2014 maggio 2015; un anno intenso, che
ha visto costantemente impegnati tutti i presidi dellArma,
dalle Stazioni ai reparti prettamente investigativi, capaci di
raccogliere adeguati risultati e,
soprattutto, soddisfare le richieste del cittadino offrendo alle
comunit dellintero territorio un
modello di polizia di prossimit
efficiente ed aderente alle esigenze della collettivit, in grado
di fornire risposte immediate
alle diverse problematiche verificatesi.
Negli ultimi 12 mesi, lArma
dei Carabinieri di Siracusa ha
proceduto per 10.381 reati,
pari al 69% dei delitti verificatisi sullintero ambito provinciale (15.236, in decremento
rispetto ai 15.615 dello stesso
periodo dellanno precedente),
con un decremento rispetto
ai 11.076 del periodo giugno
2014 maggio 2015, traendo
in arresto 795 persone, con un
decremento del 7% rispetto al
periodo giugno 2014 - maggio
2015 (859), e deferendone in
stato di libert 14293 (+ 118%
rispetto alle 6565 del periodo
giugno 2014 - maggio 2015).
Per quanto attiene agli arresti, il Comando Provinciale di
Siracusa ha evidenziato una
costante ascesa che lo ha portato, ad essere la terza forza a
livello regionale, collocandosi
per numero complessivo dietro

Celebrata ieri mattina la Festa dellArma presso lo spazio antistante della Stazione di Avola

le province di Palermo e Catania con 861 arresti effettuati


nel 2015 di cui ben 578 (67%)
sono stati eseguiti in flagranza di reato, valore indice di un
costante, capillare ed efficace
controllo del territorio assicurato da 19.626 pattuglie che hanno portato allidentificazione di
119.885 persone ed al controllo
di 94.871 veicoli. Anche nellanno in corso il trend dellattivit
operativa consente di consolidare tale posizione confermando il Comando Provinciale di
Siracusa dopo quelli delle due
maggiori province isolane.
La delittuosit in provincia ha
fatto registrare, per quanto attiene alle pi gravi tipologie di
reato ad elevato allarme sociale per cui ha proceduto lArma,
il seguente andamento:
omicidi: non sono stati commessi per i quali abbia proceduto lArma dei Carabinieri;
estorsioni: sono state consumate 57 estorsioni, dato sostanzialmente analogo a quello
registrato nel periodo giugno
2014 - maggio 2015 (in cui
erano 59); 47 sono gli episodi
scoperti pari al 82% delle estorsioni perpetrate;
rapine: sono state commesse
107 rapine, con un incremento
del 4% rispetto nel periodo giugno 2013 maggio 2014 (103
casi) e con un aumento del
21% degli episodi scoperti;
furti: il dato segna un decremento con 5276 episodi delittuosi a fronte dei 5577 del
periodo giugno 2014-maggio
2015. Tra le tipologie di furti, sono in diminuzione quelli
perpetrati allinterno di abitazioni, quelli di veicoli e mezzi
e quelli compiuti allinterno di
auto in sosta; aumentano quelli
perpetrati allinterno di esercizi commerciali. Per contro,
nello specifico ambito, lattivit
dellArma ha fatto registrare un
incremento del numero di arresti e denunce (375) pari all8%
rispetto al periodo giugno 2014
maggio 2015 (343);
truffe: in calo con 438 episodi
a fronte dei 462 verificatisi nel
periodo giugno 2014 maggio
2015;
attentati incendiari: 104, dato
in calo rispetto a quello registrato nel periodo giugno 2014
maggio 2015 (122);
attentati dinamitardi: nessuno;
danneggiamenti a mezzo
arma da fuoco: 4 episodi rispetto ai 7 registrati nel periodo giugno 2014 maggio 2015;
stupefacenti: la produzione e
traffico di sostanze stupefacenti una tipologia di reato il cui
andamento strettamente connesso ai delitti che emergono
grazie alla costante attivit investigativa svolta nello specifico settore. Infatti a fronte di una
diminuzione degli episodi di
produzione/traffico e di spaccio
al dettaglio perseguiti (+31%,
173 a fronte di 184 casi nel
periodo giugno 2014-maggio
2015), vi stato un incremento
pari al 3% del numero di persone tratte in arresto, 113 rispetto
alle 110 arrestate nellanalogo
periodo dellanno precedente.
LArma di Siracusa ha proceduto al sequestro di oltre 250 kg.
di stupefacente, in prevalenza
marijuana, segnalando oltre
300 assuntori alla Prefettura di
Siracusa (fascia det 15 45

anni);
armi: sono state tratte in arresto 26 persone (+ 53% a fronte
di 17 casi nel periodo giugno
2014-maggio 2015) e deferite
109, procedendo al sequestro
di 132 armi comuni da sparo;
quasi 1500 il numero di munizioni rinvenute e sequestrate;
violenza di genere (atti persecutori e maltrattamenti in famiglia): in recrudescenza il numero di episodi di maltrattamenti
in famiglia, con un incremento
del numero di arresti operati
dai Carabinieri (35, a fronte dei
25 dello stesso periodo dellanno scorso (+71%)) mentre il
dato risulta essere in calo per
lo stalking. Il positivo risultato frutto anche della stretta
collaborazione avviata con
un protocollo sottoscritto dal
Procuratore della Repubblica
con la rete di centri antiviolenza dislocati sul territorio, le cui
puntuali segnalazioni sono state trattate con immediata attenzione dallArma, nonch della
specifica attivit formativa rivolta a Carabinieri opportunamente selezionati per la trattazione
del tipico fenomeno delittuoso
e della frequente partecipazione di personale dellArma in
convegni e seminari a tema,
conferenza negli istituti scolastici, per la divulgazione dei
consigli su come prevenire o
contrastare efficacemente la
violenza di genere.
Nel periodo giugno 2014 maggio 2015 lArma di Siracusa ha
profuso un particolare impegno
a tutela dellordine e della sicurezza pubblica in occasione
di manifestazioni di carattere
sportivo, religioso o connesse
alle problematiche del mondo
occupazionale, in un territorio
caratterizzato dalle criticit del
polo industriale e dellindotto,
svolgendo 2204 servizi specifici ed impiegando pi di 4222
Carabinieri nel complesso. Il
fenomeno
dellimmigrazione
clandestina ha visto i Carabinieri di Siracusa sin dallinizio
coinvolti nelle operazioni Mare
Nostrum prima e Triton poi,
supportati anche dai reparti
dellOrganizzazione
Mobile
dellArma, inviati senza soluzione di continuit per coadiuvare
lArma territoriale nella gestione
degli sbarchi e nella vigilanza ai
migranti ospitati nelle strutture
di prima accoglienza. LArma di
Siracusa intervenuta su 101
sbarchi, procedendo allidentificazione di 22845 migranti ed al
fermo di 92 scafisti, operando
in costante sinergia con la locale Procura della Repubblica,
con la Prefettura e con le altre
FF.PP. e FF.AA..
Inoltre, particolare attenzione
stata rivolta al mondo della
scuola, sia attraverso una serie di conferenze sui temi della legalit rivolte agli studenti
delle scuole elementari, medie
e superiori, sia attraverso incisivi controlli volti a contrastare
il fenomeno della dispersione
scolastica, deferendo in stato
di libert quasi quattrocento genitori/esercenti la patria potest
responsabili di inosservanza
dellobbligo di istruzione dei
propri figli minori. I controlli e
le attivit di formazione presso
gli istituti scolastici della Provincia sono stati effettuati durante
tutto lanno scolastico 2014-

2015, concentrandosi sui temi


della legalit con la 8^ edizione
del Concorso Un Casco vale
una Vita, ideato e promosso
dal Comando Provinciale dei
Carabinieri di Siracusa per diffondere fra i giovani la consapevolezza delluso del casco
e losservanza dei comportamenti corretti alla guida, oltre
a farli riflettere sulle principali
tematiche della legalit attraverso una serie di conferenze
al termine delle quali gli stessi
ragazzi hanno realizzato sui
temi trattati opere grafiche di
pregio.
Tra le principali operazioni condotte nellultimo anno vanno
citate:
in data 2 luglio 2015, i militari del Nucleo Investigativo, in
Siracusa, a conclusione di articolate attivit investigative, procedevano alla notifica dellavviso di conclusione delle Indagini
emesso dalla Procura della Repubblica di Siracusa nei confronti di nr. 6 soggetti, tra cui il
Capo di Gabinetto del Sindaco
di Siracusa, un ex Consigliere,
un imprenditore ed un ristoratore, per associazione a delinquere finalizzata alla truffa per
il conseguimento di contributi
pubblici erogati dal Comune di
Siracusa. Le indagini permettevano di appurare che i predetti,
in concorso tra loro, con artifizi
e raggiri, ottenevano contributi
pubblici dal citato Comune per
circa 46 mila euro per organizzare eventi enogastronomici in
realt mai tenutisi rendicontando falsamente fatture di spese
non sostenute;
in data 08 agosto 2015, i
militari del Nucleo Operativo
e Radiomobile di Siracusa, a
conclusione di articolate attivit investigative, traevano in
arresto un soggetto catanese,
resosi responsabile di traffico
di stupefacenti; lattivit investigativa ha consentito di porre
sotto sequestro e di bloccare la
distribuzione di una partita di 7
chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana che
stava per essere introdotta nel
mercato illecito siracusano;
in data 19 settembre 2015,
in Siracusa, militari locale
N.O.R.M. della Compagnia di
Siracusa, a seguito di complesse indagini e riscontro allattivit
tecnica del RIS di Messina, sottoponevano a fermo di indiziato
di delitto LEONARDI Christian,
disposto dalla Procura Ordinaria di Siracusa, per lipotesi
di reato di omicidio volontario
aggravato e procurato aborto,
perpetrato nei confronti della
propria consorte ARDITA Eligia
e del feto allottavo mese di gestazione. Il delitto veniva perpetrato a mezzo soffocamento
e percosse nei confronti della
vittima, al culmine di accesa
lite tra coniugi. I fatti risalgono
al 20 gennaio 2015, quando
la donna, allottavo mese di
gestazione, veniva soccorsa e
trasportata presso lospedale
di Siracusa, decedendo durante il tragitto. A seguito di ci il
coniuge LEONARDI Christian
denunciava lepisodio come un
caso di malasanit, al fine di
depistare le indagini, facendo
ricadere le proprie responsabilit nei confronti del personale
sanitario. Le successive attivit investigative appuravano

inequivocabilmente la responsabilit del marito nel decesso


del coniuge con conseguenza
morte del feto;
in data 24 settembre 2015,
i Carabinieri della Compagnia
di Noto, coadiuvati da personale del Nucleo Carabinieri
Cinofili di Nicolosi, hanno dato
esecuzione a 4 provvedimenti
cautelari emessi dal Giudice
per le Indagini Preliminari di
Siracusa, su richiesta della
locale Procura della Repubblica che ha concordato con le
risultanze investigative della
Stazione Carabinieri di Rosolini, per i reati di estorsione e
tentata estorsione commessi
nel Comune di Rosolini tra
Marzo e Giugno scorso. A Carico dei 4 indagati, tutti noti alle
forze dellordine per i numerosi
precedenti di polizia, sono stati
acquisiti concreti elementi investigativi tali da identificarli
quali autori a vario titolo di 5
estorsioni e 4 tentate estorsioni
consumate da marzo a giugno
scorso nel comune di Rosolini
ai danni di piccoli imprenditori
del posto sia col metodo del
cavallo di ritorno che con la
pi tradizionale richiesta del
pizzo;
in data 27 ottobre 2015, i carabinieri della Stazione Carabinieri di Carlentini, a conclusione di una indagine avviata gi
nel 2014, hanno dato esecuzione a 13 ordinanze emesse
dal G.I.P. presso il Tribunale
di Siracusa, su richiesta della
stessa Procura della Repubblica, nei confronti di altrettanti
soggetti facenti parte di un associazione a delinquere finalizzata al conseguimento di erogazioni pubbliche in agricoltura
e nella zootecnica nei Comuni
di Augusta, Carlentini e Melilli,
mediante lillecita acquisizione
di terreni privati e le false attestazioni sul loro reale utilizzo;
lindagine, a cui ha contribuito
il Comando Carabinieri Nucleo
Antifrodi di Roma, ha consentito di accertare che il gruppo
criminale, avvalendosi di atti
pubblici falsi, rogati dal notaio
Giambattista COLTRARO, tra
il 2011 ed il 2014, e perpetrando in qualche caso anche intimidazioni e danneggiamenti,
aveva acquisito la disponibilit
di oltre 2.000 ettari di terreno
in effetti appartenenti ad ignari
proprietari e, con la complicit
di ispettori dellAGEA , aveva
conseguito erogazioni pubbliche per oltre 200mila euro; Nel
corso delloperazione, in esecuzione di provvedimento del
Gip su richiesta della Procura
della Repubblica, i Carabinieri hanno, altres, sottoposto a
sequestro preventivo la somma di 175.000 euro circa, quali
erogazioni pubbliche dellanno
2014, e 555 terreni agricoli tra
agrumeti, uliveti, aree seminative e terreni utilizzati a pascolo,
per un valore complessivo di
oltre 3 milioni e mezzo di euro;
in data 13 novembre 2015,
militari della Stazione Carabinieri di Augusta, unitamente a
personale del Gruppo Interforze Contrasto Immigrazione
Clandestina, istituito presso
la Procura della Repubblica di
Siracusa, hanno tratto in arresto 14 cittadini extracomunitari,
per associazione a delinquere
finalizzata al favoreggiamento
dellimmigrazione clandestina,
in esecuzione dellordinanza di
custodia cautelare in carcere
12213/15 R.G. Gip, emessa il
9 novembre 2015 dal Tribunale di Catania su richiesta
di quella Procura Distrettuale
Antimafia; le indagini condotte
hanno consentito di accertare
che i predetti, sorpresi a bordo
di un motopeschereccio mentre
tentavano di recuperare un barcone abbandonato alla deriva,
si erano occupati di organizzare la traversata di 478 cittadini
extracomunitari in precedenza
giunti presso il porto commerciale di Augusta;
in data 23 novembre 2015,
i Carabinieri della Compagnia
di Noto, nellambito delloperazione denominata KEPHA,
stata davano esecuzione a 24
misure cautelari emesse dal
Giudice per le indagini Preliminari di Catania su richiesta della
Procura Distrettuale Antimafia
di Catania a seguito di informativa di reato depositata dal
N.O.R.M. della Compagnia Carabinieri di Noto. I 24 soggetti,
sono stati ritenuti responsabili

dei delitti di cui agli artt. 73 e 74


D.P.R. 309/90, per essersi associati tra loro e con altre persone allo stato non identificate,
allo scopo di commettere pi
delitti fra quelli previsti dallarticolo 73 del citato D.P.R. e, in
specie, per avere acquistato,
trasportato, detenuto, posto in
vendita o comunque ceduto a
terzi sostanze stupefacenti del
tipo eroina, cocaina ed hashish,
con laggravante di cui allart.74
comma 4 avendo gli associati la
disponibilit di armi;
tra il 18 e il 24 maggio 2016,
i militari del Nucleo Investigativo, hanno tratto in arresto 5
soggetti, 4 siracusani e 1 messinese, tutti resisi responsabili
a vario titolo di traffico di stupefacenti; lattivit investigativa
ha consentito di bloccare la
distribuzione di una partita di
oltre 2,7 chilogrammi di cocaina
che stava per essere introdotta
nel mercato illecito siracusano; il quantitativo di cocaina
recuperato, uno dei pi ingenti
degli ultimi anni nella provincia
di Siracusa, avrebbe potuto
far introitare ai gruppi criminali
dediti al traffico della droga fino
a 500.000,00 euro in modo illecito.
Il Comandante Provinciale, Col.
Luigi Grasso, nel suo discorso
formulato in occasione della cerimonia ha voluto tracciare le linee programmatiche per lanno
in corso. Gli obiettivi essenziali
verso cui il Comando Provinciale sar impegnato sono:
lo sviluppo dellattivit informativa che possa consentire
di porre in essere tutte le attivit preventive, investigative e
di contrasto ad ulteriori forme
di inserimento della criminalit
organizzata nel tessuto sociale
della provincia;
una ancor maggiore attenzione verso la prevenzione
della criminalit predatoria, sia
nei centri abitati che nelle aree
rurali, con lindividuazione di innovativi strumenti di azione nel
controllo del territorio;
la valorizzazione dei concetti
di prossimit e di sicurezza partecipata ponendo il cittadino al
centro degli interessi istituzionali;
il contrasto ad ogni forma di
criminalit ma anche a situazioni di degrado e di disagio ambientale;
un forte e determinato impulso a tutte le attivit di prevenzione alle forme di lavoro nero
e pi in generale allo sfruttamento del lavoro soprattutto nel
settore agricolo, iniziative da
attuarsi in stretta collaborazione con la Direzione Territoriale
del Lavoro;
un forte e costante impegno nel contrasto al fenomeno
dellimmigrazione clandestina e
a quello della violenza verso le
fasce deboli, settore in cui verranno promosse ulteriori iniziative che andranno ad aggiungersi a tutte quelle realizzate negli
ultimi mesi tra cui si ricordano:
linaugurazione di due stanze
presso le Compagnie Carabinieri di Siracusa e Noto per
lascolto delle donne oggetto di
violenza; la Campagna di sensibilizzazione contro le ludopatie
dal titolo Non tazzardare ti
giochi la vita; le Campagne di
sensibilizzazione contro il fenomeno dellalcolismo giovanile
dal titolo Alza lattenzione
non il gomito, ed il fenomeno
del bullismo e cyberbullismo
con mirate conferenze presso
le scuole di tutta la provincia; la
campagna di sensibilizzazione
per la prevenzione delle truffe
agli anziani con la distribuzione
attraverso le bollette dellacqua
del vademecum Dieci consigli
per non farti truffare; lallestimento di un gazebo in Piazza
Duomo a Siracusa in cui stato
distribuito materiale per la sensibilizzazione contro le violenze
di genere in particolare verso le
donne; lallestimento della mostra la mostra darte contemporanea dal titolo LArma dellarte
contro la violenza. Dalla sofferenza al riscatto, la forza della
donna, inaugurata luned 23
maggio, giorno della legalit, e
visitabile fino al 30 giugno presso la Sala Caravaggio della
Soprintendenza per il Beni Culturali ed Ambientali di Siracusa
a Piazza del Duomo in Ortigia.
il coinvolgimento del mondo
della scuola e, pi in generale,
di tutti i giovani, per un confronto pressoch quotidiano nelle
sedi dellArma ma anche in
quelle scolastiche, con lo scopo
di sviluppare congiuntamente
progetti di legalit.