Sei sulla pagina 1di 1

NAPOLEONE BONAPARTE

Napoleone, nato ad Ajaccio nel 1769, apparteneva ad una famiglia nobile corsa.era stato
spinto da suo padre Carlo Maria ,un avvocato che aveva studiato legge a Pisa,a fare
carriera militare.Si guadagno'il grado di generale nell'assedio diTolone (ottobre 1793);con
quell'assedio si mise in luce. Convertitosi alle idee giacobine e legatosi al gruppo di
Robespierre, cadde in disgrazia dopo il Termidoro. Arrestato e radiato dall'esercito (aprile
1795), pote' riprendere la carriera grazie alla protezione di Barras. Il matrimonio (marzo
1796) con l'influente Giuseppina di Beauharnais gli consenti' di ottenere il comando
dell'armata d'Italia con il compito di impegnare le forze austro-piemontesi, alleggerendo in
tal modo il fronte tedesco.
Temperamento emotivo ed inquieto, desideroso di potere, dotato di uno spiccato senso
dell'opportunita', che in varie occasioni assunse le caratteristiche dell'opportunismo, nel
settembre del 1797 aiuto' il Direttorio ad eliminare dalle assemblee i membri di piu' recente
elezione, compiendo un vero e proprio colpo di stato (il Coup d'etat di Fruttidoro). Nel 1798
gli fu affidato il comando di una spedizione in Egitto, tesa ad isolare la Gran Bretagna
dall'India e dagli altri suoi possedimenti asiatici. Espugno' in giugno l'isola di Malta.Occupo'
in luglio Alessandria e comincio' ad avanzare verso la Siria. La vittoria riportata sui
Mamelucchi, dominatori di fatto del paese, fu vanificata dalla distruzione, in agosto, della
flotta francese ad opera dell'ammiraglio inglese Nelson nella baia di Abukir. Inoltre
l'esercito francese fu colpito dalla peste nel maggio 1799. Napoleone fu costretto ad
abbandonare l'Egitto: salpo' da Alessandria in agosto, riusci' a sfuggire alla sorveglianza
della flotta inglese ed in ottobre sbarco' in Francia, mentre il paese era sotto la minaccia
dell'invasione.
Il 9 novembre 1799 egli attuo', con Barras e Sieyes un colpo di stato che avrebbe portato
la concentrazione del potere politico nelle sue mani. Contando sulla propria popolarita',
egli aveva creduto di poter essere nominato capo dello stato per acclamazione, ma la
maggioranza dei deputati respinse le sue proposte. Per questo Napoleone fece ricorso
all'esercito, e cosi' fu realizzata una riforma costituzionale in cui il potere era affidato a tre
consoli, di cui il primo e piu' importante era Napoleone. Quando fu eletto primo console,
Napoleone aveva solo 30 anni.. Costrinse alla pace l'Austria nel 1801 e l'Inghilterra nel
1802, e si dedico' alla riorganizzazione interna della Francia. Nel 1804 fece il passo
decisivo verso il titolo di imperatore, e fu incoronato dal Papa nella Chiesa di Notre Dame.
Nel 1805 e 1806 una lunga serie di vittorie gli permise di frantumare la terza coalizione,
formata da Gran Bretagna, Austria e Russia.. Nel 1805 si proclamo' re d'Italia, e contribui'
a distruggere il feudalesimo. Nel 1812 Gran Bretagna, Russia e Svezia si allearono ad
altre nazioni, dando vita alla quarta coalizone. Napoleone tento' l'invasione della Russia
con 600.000 uomini, ma l'invasione si trasformo' in una sconfitta che gli costo' 500.000
uomini. Le nazioni della coalizione invasero la Francia, il cui esercito era ormai distrutto, e
il 7 luglio 1814 Napoleone abdico' e si reco' in esilio all'isola d'Elba. Nel marzo 1815 pero'
Napoleone fuggi' e sbarco' nella Francia meridionale; riorganizzo' un esercito ma, dopo
"cento giorni", lo aspettava la disfatta di Waterloo (18 giugno 1815). Si aveva cosi' la
seconda e definitiva abdicazione. Confinato nell'isola di Sant'Elena, mori' nel 1821.