Sei sulla pagina 1di 5

TITOLO PROGETTO: Musica in corpo

PREMESSA: Tramite le attivit proposte possibile far avvicinare i bambini alla


musica in modo creativo, globale ed effettivo, potenziando la loro consapevolezza
corporea, le capacit di coordinamento e la musicalit, dando loro la possibilit di
apprendere attraverso lascolto, limitazione e il fare.
Inoltre, si pu apprendere la musica tramite tentativi autonomi di produzione
musicale non solo con la voce ma anche con il corpo, realizzando sonorit con gli
oggetti e anche con qualche semplice strumento musicale.
ANALISI DEI BISOGNI: A scuola dellinfanzia le attivit musicali rappresentano
per i bambini delle possibilit di crescita globale, ampia e completa. attraverso il
gioco che si sviluppano le capacit motorie, sensoriali, socio-affettive, espressive e
intellettuali. Durante il gioco infatti i bambini riescono a servirsi della musica come
mezzo di comunicazione e di espressione.

DESTINATARI: Bambini di 4-5 anni della sezione A della scuola dellinfanzia.


MICRO CONTESTO: La sezione A della scuola dellinfanzia dellI.C. Mons.
Gagliano di Altavilla Milicia composta da 20 alunni di cui uno diversamente abile.
Quasi tutti i bambini dimostrano una buona autonomia operativa e si adattano, senza
difficolt, alle diverse situazioni riuscendo a gestire le proprie emozioni. Cercano la
relazione e stabiliscono facilmente rapporti relazionali con adulti e coetanei.
MACRO CONTESTO: Le famiglie di provenienza sono di ceto socio-culturale
medio.
DURATA: Le attivit saranno tre, si svolgeranno nellarco di una settimana e
avranno durata di due ore ciascuna, per un totale di sei ore complessive.

PREREQUISITI:

capacit di distinguere la provenienza del suono;


capacit di riconoscere e denominare le parti del corpo su se stesso e sugli altri;
coordinazione oculo - manuale;
capacit di eseguire un semplice comando;
capacit di individuare e riconoscere suoni e rumori nel suo ambiente;
capacit di riconoscere i rumori degli oggetti di uso comune.

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE NEI CAMPI DI


ESPERIENZA:
Il s laltro
Il bambino gioca e lavora in modo costruttivo con gli altri bambini.
Il corpo e il movimento
Il bambino esercita le potenzialit sensoriali, conoscitive, relazionali, ritmiche ed
espressive del corpo.
Linguaggio, creativit, espressione
Il bambino sviluppa interesse per lascolto della musica.
Esplora i materiali che ha a disposizione e li utilizza con creativit.
Scopre il paesaggio sonoro attraverso attivit di percezione e di produzione musicale
utilizzando viso,corpo e oggetti.
RISULTATI ATTESI:
Sviluppo di capacit di gestione dei rapporti interpersonali e di modalit
comunicative organizzate e consapevoli.
Capacit di partecipare in modo coordinato e razionale ad esecuzione collettive
(ascoltare,andare a tempo, rispettare i turni).
1 ATTIVIT: La voce sulle mani
Obiettivi di apprendimento:

Inventare, creare, eseguire semplici sequenze ritmiche.


Comprendere, riconoscere, riprodurre le diverse caratteristiche del suono.
Materiale occorrente:
Tamburello
Scatola di cartone
Barattolo di latta
Linsegnante invita i bambini a disporsi in cerchio e si pone al centro. Utilizzando le
proprie mani linsegnante produce diversi suoni: batte i palmi, batte i dorsi, batte le
dita a due a due, schiocca le dita. Successivamente batter sempre con le mani su di
un tamburello, su una scatola di cartone, su di un barattolo di latta, sulle proprie
ginocchiaDopo aver ripetuto pi volte gli stessi suoni, inviter i bambini a chiudere
gli occhi e ad indovinare in quale modo stato prodotto un determinato suono. I
bambini a loro volta, produrranno liberamente suoni e rumori con le mani
sperimentando gli effetti prodotti.
Con le proprie mani i bambini scoprono fin dalla pi tenera et il mondo che li
circonda e sono in grado di esprimere la propria visione della realt rielaborandola
con fantasia e creativit. Attraverso lutilizzo di materiali eterogenei e tecniche
differenziate i bambini hanno modo di esprimere con gioia la propria capacit
espressiva affinando la propria percezione della realt e di tutti i sensi.
2 ATTIVIT: Tanti cuorimeno uno
Obiettivi di apprendimento:
Orientarsi nello spazio.
Associare il movimento libero allascolto.
Materiale occorrente:
Cartoncini rossi a forma di cuore
Tamburello
Base musicale allegra e ritmata

Linsegnante sparge sul pavimento tanti cuori ritagliati su cartoncino rosso quanti
sono i bambini, meno uno. Tutti i partecipanti sono in piedi, disposti in ordine sparso.
A questo punto linsegnante da il via alla musica che accompagner con battute
ritmate di tamburello mentre i bambini si muovono intorno ai cuori, adeguando
landatura al ritmo. Improvvisamente la maestra interromper la musica ed ogni
bambino dovr sedersi sopra un cuore. Chi rimane in piedi uscir dal gioco. Si
procede togliendo un altro cuore. La musica ritmata ricomincia e tutto prosegue come
prima fino alleliminazione di tutti i partecipanti meno uno, che sar il vincitore.

3 ATTIVIT: I suoni del corpo


Obiettivi di apprendimento:
Inventare, creare, eseguire sequenze ritmiche nonsense legate al movimento o
al gesto.
Riprodurre, per imitazione, semplici sequenze ritmiche.
Linsegnante invita i bambini a produrre un suono con una parte del proprio corpo. I
suoni pi curiosi e singolari, vengono ripetuti da tutto il gruppo.
In questo modo si favorisce la ricerca spontanea a livello individuale di ci che il
corpo in grado di produrre con semplici movimenti: rumori e suoni prodotti
battendo le mani a diverse velocit, suoni prodotti battendo i piedi a terra uno dopo
laltro o insieme, il rumore prodotto battendo i denti o battendo le mai sulle braccia o
sulle gambe
Linsegnante propone poi questa attivit a coppie, in modo che un bambino inventi un
ritmo e il compagno cerchi di riprodurlo.
Questo favorisce lo sviluppo della capacit di controllare e coordinare i propri
movimenti allunisono con gli altri.
METODOLOGIA UTILIZZATA: La metodologia ludica utilizzata rende i bambini
protagonisti attivi di tutte le fasi di organizzazione del lavoro. Tramite il gioco
possibile stimolare nei bambini la sensorialit uditiva, permettendogli di imparare ad

ascoltare non solo se stessi ma anche e soprattutto gli altri, attraverso la riproduzione
di sequenze ritmico-verbali e la creazione di nuove. Inoltre possibile favorire la
comunicazione e la relazione con gli altri secondo fantasia e creativit.

VERIFICA: La verifica verr effettuata in itinere e avr come oggetto le


performance dei bambini durante le prove.
VALUTAZIONE: La valutazione verr svolta per ogni campo desperienza preso in
esame e si esprimer attraverso quattro livelli (iniziale- intermedio- completopotenziato) adeguatamente declinati negli specifici descrittori.