Sei sulla pagina 1di 7
Canale 678

Canale 678

Canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO Canale 286 www.libertasicilia.it
Canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO Canale 286 www.libertasicilia.it

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO Canale 286 www.libertasicilia.it

Sicilia

6 6
6 6

Emittente TV

VIDEO

Canale 286

www.libertasicilia.it Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987 mail: libertasicilia@gmail.com mercoledì 1 giugno 2016 • Anno XXiX •
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
mail: libertasicilia@gmail.com
mercoledì 1 giugno 2016 • Anno XXiX • n. 129 • Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 • Pubblicità locale: via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 • € 1,00

Contravvenendo a precedenti accordi e alla sua stessa Finanziaria ha annunciato una ulteriore riduzione

e’ bufera, la regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti ai Comuni

La ribellione dei sindaci che sono pronti a scendere in piazza

eVento
eVento

Festa della repubblica in piazza Duomo

Domani in piazza Duomo a Siracusa avrà luogo la celebrazione del 70° Anni- versario della Fondazione della Repubblica Italiana. La manifestazione avrà inizio alle ore 10.30 con la rassegna, da parte del Prefetto di Siracusa, Ar- mando Gradone, e del Co- mandante del Comando Marittimo Sicilia, Ammira- glio Nicola De Felice, della Compagnia interforze in armi costituita da soldati, marinai, avieri e Carabi- nieri, agenti della Polizia di Stato, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria e delle rap- presentanze del Corpo Forestale dello Stato, del Corpo Nazionale.

A pagina dodici

Canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO Canale 286 www.libertasicilia.it
CronaC a
CronaC a

spese pazze all’ars: la Procura chiede il rinvio a giudizio per Cappadona

La Procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per gli ex capigruppo e de- putati dell'Assemblea.

A pagina dodici

Caso eLigia

La grafologa Livatino al processo

Processo “Euripide”, ieri è stata emessa la sentenza di condanna a carico dei primi due imputati, coinvolti nell’operazione.

A pagina cinque

C ’è incredulità e nello

stesso rabbia da parte dei Sindaci siciliani, rappresen-

tati ieri mattina dall’Ufficio

di Presidenza di AnciSi- cilia (Presidente Leoluca Orlando, Vice Presidenti Paolo Amenta, Luca Can- nata, Giulio Tantillo e Salvo Lo Biundo, e il Segretario generale, Mario Emanuele Alvano), nella conferenza Regione-Autonomie Locali, presenti gli Assessori Luisa Lantieri, alle Autonomie Lo- cali, e Alessandro Baccei, all’Economia, per la totale assenza di interlocutori.

A pagina quattro

Città
Città

Prezzi al consumo aumento +0,3%

L a Commissione “Prezzi al consumo” del Comune di Siracusa, presieduta dall'assesso - re Teresa Gasbarro, nel corso della sua riunione mensile ha rilevato.

A pagina quattro

Canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO Canale 286 www.libertasicilia.it

ieri nell’emiciclo dell’aula Vittorini

nuovo ospedale, incontro risolutore Commissione-asp

Canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO Canale 286 www.libertasicilia.it

L a Commissione Lavori pubblici, presieduta da Antonio Trimarchi, ha incontrato ieri mattina in aula consiliare i vertici dell’Asp di Siracusa che hanno illustrato la “scheda sintetica dell’intervento” per il

nuovo ospedale cittadino.

A pagina tre

“Pillirina”, l’assessorato al territorio incalza il Comune

L’assessorato del territorio e dell’am- biente – Dipartimento dell’urbanistica della Regione siciliana, con nota prot. n. 10713 del 18/05/2016, su richiesta della società Elemata.

A pagina tre

“Pillirina”, l’assessorato al territorio incalza il Comune L ’assessorato del territorio e dell’am- biente – Dipartimento

Società 12

Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-

Palermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte- rattivo di fruizione di beni archeologici su- bacquei che permette ai sub di sapere tutto sul relitto che stanno osservando sottoac- qua. Come ormai av- viene davanti a tanti monumenti dove basta puntare il te- lefonino e un lettore interpreta il cartellino aprendo una pagina e fornendo tutte le notizie utili, adesso tutto ciò sarà possibi- le farlo sottacqua con un analogo sistema di riconoscimento. Il sub arriverà davanti al relitto sommerso dove troverà una pic- cola boa con una tar- ghetta, e tramite un apposito dispositivo che decodifica le in- formazioni contenu- te, saranno mostrate al visitatore le infor- mazioni sul reperto che sta osservando con la possibilità di scegliere la lingua:

italiano o inglese. L’innovativo sistema sarà in funzione nei sette itinerari cultu- rali subacquei realiz- zati nell’ambito del Programma Opera- tivo Interregionale Attrattori culturali, naturali e turismo (POIn) con il pro- getto “Itinerari Cul- turali Subacquei in Sicilia”. A Taormina sarà quindi possibile visitare il cosiddetto “Relitto delle colon- ne”, a Capo Passero il Relitto dei mar- mi, a Ustica Punta Falconiera e Punta Spalmatore, a Noto il Relitto delle anfore, a Marettimo il Relitto dei cannoni e a Mar- zamemi ancora il Re- litto delle colonne. Il mare costituisce un elemento fondamen- tale del patrimonio culturale e dell’eco- sistema ambientale nazionale e interna- zionale: in Sicilia la Soprintendenza del Mare governa più di 1500 chilometri di costa e infiniti fonda- li sottomarini ancora da esplorare. In que- sto contesto il pro- getto “Itinerari Cul- turali Subacquei in

Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì
Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì
Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-

sistema interattivo di fruizione di beni archeologici subacquei

Presentato alla Soprintendenza del Mare l’innovativo di- spositivo, unico nel suo genere, che permette ai subacquei di conoscere il relitto che stanno osservando sottoacqua

Sicilia”, in attuazione con quanto previsto dal P.O.In. “Attratto- ri culturali, naturali e turismo” ha permes- so l’esecuzione di un percorso integrato di sette itinerari arche- ologici, tre dei quali all’interno di Aree Marine Protette, per la valorizzazione del patrimonio cultura- le sottomarino e la riscoperta dei tesori custoditi nei fonda- li siciliani, parte dei quali svelati nel corso degli ultimi 10 anni. Il percorso puntua- lizza un Sistema che ha interessato le aree marine di eccellenza siciliane, restituendo la percezione di un ambiente in cui i fat- tori naturalistici inte- ragiscono con quelli antropici, creando un sistema ambienta- le e culturale unico. L’ausilio delle nuove tecnologie digitali in questo progetto ha permesso di mettere a sistema la rete di eccellenza delle aree marine coinvolte, consentendo, all’in- terno del primo Parco

Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-

archeologico sotto- marino virtuale del Mediterraneo, non solo all’appassionato subacqueo ma anche al semplice internau- ta, di penetrare i mi- steri dei fondali mari- ni siciliani, attraverso la riscoperta dei re- perti delle più avven- turose battaglie della

storia della nostra ci-

viltà. Ciò attraverso un sistema di ricono- scimento subacqueo con appositi lettori

che decodificano le

informazioni conte- nute nel cartellino esplicativo e mostra- no al subacqueo in- formazioni sul reperto che stanno osservan-

do con foto e testi. Inoltre nell’ambito

del progetto è stato realizzato uno spot vi- deo su ogni itinerario e un promo video su tutti quelli realizzati dalla Soprintenden- za del mare, inoltre un portale web sugli percorsi con schede,

notizie e filmati e una

app per smartphone e

tablet disponibili su piattaforma IOS e an- droid.

Dichiarazione di Sebastiano Tusa, Soprintendente del Mare per la Regione Siciliana

“La divulgazione e la valorizzazione del patrimonio culturale sommerso sono stati fin dagli inizi una del-

le attività più sentite

della Soprintendenza del Mare progettan- do ed attivando, tra le molteplici attività, i percorsi/itinerari o parchi archeologici subacquei visitabili in linea con i princi- pi della Convenzione Unesco sulla prote- zione del patrimonio culturale sommerso. Tale iniziativa si basa

sulla convinzione che la tutela del mare non può prescindere dal- la conoscenza e dalla sensibilizzazione non solo dei cosiddetti addetti ai lavori, ma anche del pubblico più vasto. Laddove l’immersione risul-

ta difficile abbiamo

sperimentato con suc-

cesso i primi sistemi

  • di telecontrollo e te-

lefruizione a distanza ponendo alcune tele-

camere subacquee nei pressi di un relitto e rimandando il segnale a terra mediante cavi e trasmissione via etere. Mare e cultu- ra, ecco un binomio che rappresenta per

noi qualcosa di in-

scindibile che, oltre a costituire l’oggetto quotidiano dell’entu- siasmante percorso di ricerca, conoscenza, tutela e valorizzazio- ne che pratichiamo con professionalità ed entusiasmo, potrà essere per il futuro di quest’isola qualcosa

  • di più di uno slogan

turistico.La ricerca, la tutela e la valorizza- zione del patrimonio storico ed archeolo- gico sommerso sono aspetti di una medesi- ma strategia che non vanno separati. Anzi il coordinamento e, soprattutto, l’equili- brio tra le varie azioni è la chiave per garan- tire il successo di ogni corretta iniziativa vol- ta a tutelare il grande scrigno del mare per noi e per le generazio- ni future. Il presente progetto contribuisce in maniera rilevante ad accrescere la rico- noscibilità ed il valore sociale e culturale di un patrimonio – quel- lo culturale sottoma- rino – a lungo neglet- to e, soprattutto, in balia di pochi specu- latori. Questo proget- to accresce in maniera esponenziale il valore dell’offerta culturale che emana dal patri- monio storico-arche- ologico sottomarino siciliano, con ricadute non indifferenti sia sull’incremento del livello di conoscenze della popolazione sia nell’offerta turistica culturale della Sici- lia”.

1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-
Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-

Sicilia 3 SiracusaCity

VIabIlItà
VIabIlItà

anas in aiuto del comune per ripulire le strade provinciali

Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-

Accordo per rimozione rifiuti abbandonati lungo le strade statali. Domani saranno fir- mate delle convenzioni con le amministra- zioni comunali di Catania e Siracusa. Sem-

pre domani, nel capoluogo etneo si terrà un incontro con i giornalisti per illustrare nei dettagli l’iniziativa. Oggi pomeriggio, invece, ad Agrigento, il Presidente di Anas Gianni Vittorio Armani e

il Sindaco Giuseppe Firetto firmeranno una convenzione con il Comune per definire le

procedure finalizzate alla rimozione dei rifiuti

abbandonati lungo le strade statali. A poco più di un mese dal progetto pilota attuato da Anas, per la prima volta in Italia, con il comune di Fiumicino, il programma #stradepulite approda in Sicilia, per affron- tare insieme agli enti locali il grave fenome-

no dell’abbandono dei rifiuti lungo le strade

statali e coordinare gli interventi di raccolta e smaltimento, anche per superare le diverse interpretazioni normative in materia.

Oggi si comincia da Agrigento, ma nella giornata di domani, analoghe convenzio- ni saranno stipulate anche con le ammini- strazioni comunali di Siracusa e Catania. In particolare, nella mattinata di domani, alle ore 11 avrà luogo al Comune di Catania un incontro con i giornalisti, alla presenza di Ar- mani, Presidente di Anas, e di Enzo Bianco, Sindaco di Catania e Presidente dell’As- semblea Nazionale dell’Anci, per illustrare nel dettaglio l’iniziativa.

Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-

nuovo ospedale, incontro tra Commissione e asp

E’ stata illustrata la “scheda sintetica dell’intervento” per il nuovo ospedale cittadino

L a Commissione Lavori pubblici, pre - sieduta da Antonio Trimarchi, ha incon - trato ieri mattina in aula consiliare i vertici dell’Asp di Siracusa che hanno illustrato la “scheda sintetica dell’inter - vento” per il nuovo

ospedale cittadino. E’ toccata al diret - tore generale, Sal- vatore Brugaletta, e a quello sanitario, Anselmo Madeddu, fare il punto della situazione attuale, con l’Azienda ospe - daliera impegnata nella redazione del progetto prelimina - re dell’opera che, ad oggi, insiste nell’a - rea individuata a suo tempo dal Pia - no regolatore gene - rale. Estesa circa 108.000 mq, l’area individuata nel pro - getto si sviluppa nella zona Nord tra la traversa Pizzuta e viale Epipoli. I dettagli tecnici sono stati illustrati dal responsabile dell’ u oc tecnico dell’Asp, Sebastia - no Cantarella: la

superficie occuperà

circa 65.000 mq, svilupperà una vo - lumetria di 380.176 mc., dei quali circa 100.000 come vo - lume interrato, il resto tra piano terra, primo e secondo piano; ed ancora 35.000 mq saranno destinati a parcheg - gio esterno, 13.000 mq. alla viabilità e a piazzali, 4.700 mq le aree verdi. Il costo dell’opera

sarà di 140 milioni di euro, 110 derivanti

dai fondi ex art. 20 Legge 67/88, e 30 derivanti dall’alie - nazione di tutti gli immobili attualmen - te utilizzati e dalla dismissione delle attività in essere. La nuova struttura ospedaliera, alla luce della rimodu - lazione prevista dal decreto 14.1.2015, prevede 367 posti letto complessivi in luogo degli iniziali

Società • 12 P alermo. E’ stato presentato alla So- printendenza del Mare il Sistema inte-

delle quali, peraltro, già individuate dal settore Pianifica - zione territoriale del Comune: la prima in contrada Trem - milia, la seconda lungo la strada per Canicattini. Per il presidente della Commissione, Antonio Trimarchi “La riunione odier - na segna l’inizio di

un percorso unitario che deve portare il Consiglio, in un las - so di tempo ragio - nevolmente breve, all’individuazione

 

di

un’area condi -

 

Sopra, l’incontro che si è tenuto ieri mattina nell’aula Viitorini.

visa. Per questo motivo, in accordo con tutti gli altri consiglieri, stiamo lavorando ad un cronoprogramma che ci permetta d’avere un quadro complessivo delle aree candidabili ad ospitare il nuovo ospedale e della

401.

comunicato l’inten -

re anche la fattibilità

nell’area della Piz -

presenza dei re - quisiti di fattibilità

Ai vertici dell’Asp

zione del Consiglio

della realizzazione

zuta, in eventuali al-

dell’opera al loro

la Commissione ha

comunale di valuta -

dell’opera, oltre che

tre nuove aree, due

interno”.

L’assessorato del

mento

dell’urbani-

stica della Regione

siciliana, con nota

18/05/2016,

su

richiesta della so-

cietà Elemata, ha

ne di Siracusa di

“Pillirina”, l’assessorato

cietà Elemata), per la

quale non è stata pre-

del ricorso con

territorio e dell’am- biente – Diparti-

prot. n. 10713 del

intimato al Comu-

al territorio incalza il Comune

sentata una “richiesta cautelare, sicché al momento non è fissa- ta alcuna udienza di

istanza di prelievo (ai sensi dell’art. 71, D. Lgs. n.

104/2010), al fine

di

poter definire

in tempi congrui

il procedimento

di

lottizzazione

della Elemata alla

luce delle risul-

provvedere

“entro

provvedere “entro trattazione”. In considerazio- tanze processuali (e non sulla base tre – dice il coordi-

trattazione”. In considerazio-

tanze processuali (e non sulla base

tre – dice il coordi-

di

sospensione,

termini ragione-

ne della delicatez-

del provvedimen-

voli” sul piano di

za della questione,

to regionale im-

lottizzazione

 

pre-

concernente il futuro

pugnato innanzi

sentato dalla so-

di un tratto di costa

al giudice ammi-

cietà in località

Maddalena (e at- tualmente ogget- to di contenzioso

siracusana dall’ine- stimabile pregio pa- esaggistico, natura- listico, archeologico

nistrativo, ma non ancora sospeso). “Ci si riserva, inol-

avanti

il

Tar

Cata-

ed etno-antropolo-

natore dei Verdi,

nia),

riservandosi

gico, che è altresì

Peppe Patti – la

di intervenire in via

parte di una istituen-

facoltà di interve-

sostitutiva ai sensi

Uno scorcio della spiaggetta della “Pillirina”

da riserva naturale

nire nel giudizio

dell’art.

27,

L.

R.

orientata, i Verdi in-

pendente avanti

n. 71/78, median-

te un commissario ad acta a spese

del procedimento in

relazione

troversia

alla

con-

giurisdi-

zione del Consiglio comunale n. 118 del 04/08/2011, che ha

vitano il Comune di Siracusa, ove non abbia già provveduto,

il T.A.R. Catania con una richiesta

del Comune di

zionale

(avente

ad

modificato la destina-

a presentare istanza

in via cautelare,

Siracusa.

oggetto il DDG

n.

zione urbanistica del-

di fissazione dell’u-

del DDG n. 333

In

particolare, si

333 del 15/10/2015,

le zone su cui insiste

dienza di discussione

del 15/10/2015,

lamenta la man-

con

cui

è

stata

an-

piano di lottizzazione

e contestualmente a

per la salvaguar-

cata definizione

nullata

la

delibera-

presentato dalla so-

segnalare l’urgenza

dia del territorio

SiracusaCity 4

SiracusaCity • 4 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti

Sicilia 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

SiracusaCity • 4 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti

regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti ai Comuni

I sindaci, i comuni, e i loro cittadini in piazza a Palermo per fare sentire la loro voce ad un Governo regionale sordo

C ’è incredulità e nello stesso rabbia da par- te dei Sindaci siciliani, rappresentati ieri mat- tina dall’Ufficio di Pre- sidenza di AnciSicilia (Presidente Leoluca Orlando, Vice Presiden- ti Paolo Amenta, Luca Cannata, Giulio Tantillo e Salvo Lo Biundo, e il Segretario generale, Mario Emanuele Alva- no), nella conferenza Regione-Autonomie Locali, presenti gli As- sessori Luisa Lantieri, alle Autonomie Locali, e Alessandro Baccei, all’Economia, per la totale assenza di inter- locutori nel Governo e, complessivamente, nella classe politica re- gionale, di fronte all’a- gonia che stanno viven- do i Comuni, ormai del tutto pronti a dichiarare

il dissesto finanziario,

a causa dei sempre maggiori tagli e mancati trasferimenti da parte della Regione, e per la sua parte, anche dello Stato. Nessun passo avanti rispetto alle richieste avanzate già nei pre- cedenti incontri, e non ultimo, qualche giorno addietro con il Ministro dell’Interno, Angelino

Alfano, di avere la pos- sibilità di uno slittamen- to dei termini per l’ap- provazione dei Bilanci di previsioni, utilizzan- do i fondi destinati dalla Finanziaria regionale ai Comuni e i fondi per garantire la sopravvi- venza dei lavoratori precari, oltre che delle ex Province. La Regione, contrav- venendo a preceden- ti accordi e alla sua stessa Finanziaria ha infatti annunciato una ulteriore riduzione del 70% dei trasferimenti ai Comuni (già ridotti ne- gli ultimi cinque anni da 911 milioni a poco più di 300 milioni), non aven- do a tutt’oggi ricevuto i 500 milioni di euro da parte dello Stato, an- nunciati e strombazzati da tutti gli esponenti del Governo nazionale ma mai erogati. «Speravamo oggi in un piccolo passo avanti – afferma il Vice Pre- sidente, Paolo Amenta – rispetto al vuoto che sinora ha caratterizza- to gli incontri e le pro- poste della Regione nei confronti dei Comuni. E invece, siamo peggio di prima, con lo spettro dell’approvazione dei

SiracusaCity • 4 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti

una recente foto dei sindaci in piazza.

Bilanci con l’incertezza delle somme da trasfe- rire agli Enti Locali. Perché, oltre a non ga- rantirci le somme dello scorso anno, già più volte tagliate e ridotte, indispensabili per poter garantire la prosecu- zione dei servizi es- senziali ai cittadini, non ci è stata data nessuna garanzia per il fondo per i lavoratori precari. Nonostante i parlamen- tari dell’Ars continuano a dire di aver previsto nella Finanziaria la stabilizzazione e, addi- rittura, penalizzazioni per quei Comuni che non provvederanno a questo adempimento, con decurtazione del 50% e del 100% rispet- tivamente nel 2016 e 2017 con riferimento al contributo regionale

per i lavoratori a tem - po determinato. una norma questa, l’art. 27, che come AnciSicilia abbiamo già detto di essere d’accordo con il Governo regionale che la vuole revocare in quanto ritenuta inap- plicabile, per avanzare proposte credibili al Governo nazionale, tra le ipotesi, l’istituzione di una Agenzia che si occupi della trasfor- mazione dei contratti dei precari da tempo determinato a tempo indeterminato, attraver- so lo strumento della “comandata”. Per non parlare – con- tinua Amenta – delle ex Province, senza più un euro per pagar gli sti- pendi e senza sicurez- ze per il futuro. unica goccia in questo

grande mare di silenzi, incapacità e drammi per tante famiglie, è la promessa che oggi ci è stata fatta di trasfe- rimento del 60% della prima trimestralità, e l’impegno a soste- nere con il Governo nazionale, e quindi direttamente con il Presidente del Consi- glio, Matteo Renzi, la necessità di prorogare i termini per l’appro- vazione dei Bilanci di previsione, che ricor-

do sono già scaduti ad aprile. Per il resto – conclude il Vice Presidente Amen- ta – se non vogliamo continuare a vedere aggrediti i Sindaci, e morire senza tentare di lottare, vista l’assenza totale di attenzione da parte di questa classe dirigente e politica re- gionale, non ci resta che portare i Sindaci ed i Comuni, con i loro cittadini, in piazza a Palermo per fare sen-

tire la loro voce ad un Governo indifferente al dramma che le realtà locali stanno vivendo in termini di continu- ità nell’erogazione di servizi, ad iniziare dai

rifiuti, a quello delle

migliaia di famiglie di precari e di dipendenti delle ex Province sen- za stipendi e senza un

futuro».

L a

Commissione

“Prezzi al consumo” del Comune di Siracusa, presieduta dall'asses - sore Teresa Gasbar - ro, nel corso della sua riunione mensile ha rilevato, per il mese di Maggio 2016, l’indice congiunturale dei prez - zi al consumo (NIC) nella Città di Siracusa, registra un valore in aumentato dello 0.3%, rispetto al mese prece - dente, mentre l’indice tendenziale generale (NIC) risulta aumentato dello 0.2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Le divisioni di spesa che registrano un au - mento del tasso con - giunturale rispetto al mese precedente sono:

Prodotti alimentari e bevande analcoliche 0.4%; Bevande alcoli- che e tabacchi -1.9%; Abbigliamento e calza - ture 0.1%; Mobili, arti-

Registrato un valore in aumentato dello 0.3%

riunione della Commissione “Prezzi al consumo”

“Prezzi al consumo” del Comune di Siracusa, presieduta dall'asses - sore Teresa Gasbar - ro,

Foto repertorio.

coli e servizi per la casa 0.2%; Servizi sanitari e

spese per la salute 0.1%; Trasporti 0.6%; Comu -

nicazioni 0.6%; Servizi ricettivi e di ristorazione 0.1%; Altri beni e servizi

0.2%.

Per le seguenti divisio - ni di spesa la variazione congiunturale si è atte - stata allo zero: Abitazio - ne, acqua, elettricità e combustibili; Istruzione. Le variazioni con tasso congiunturale negativo ri- spetto al mese preceden - te riguarda la seguente divisione di spesa: Ri- creazione, spettacoli e

cultura -0.1%. Le rilevazioni sono sta - te effettuate secondo le disposizioni e le norme tecniche stabilite dall’I - STAT e approvate dalla Commissione Comunale

  • di controllo dei prezzi al

consumo.

Gli indici NIC del mese

  • di Maggio 2016 si inten -

dono provvisori, fino al

momento della diffusio -

ne definitiva degli indici

che l’ISTAT comunicherà martedì14 giugno.

soCietà
soCietà

“igiene urbana, De simone occorre trovare un piano b”

“Ci premuriamo di veicolare nella rete in- ternet, con la giusta dose di orgoglio, le immagini dei nostri te- sori architettonici- ha affermato Damiano De Simone, presidente del- la Consulta civica - del nostro inestimabile pa- trimonio archeologico, dei panorami ortigiani

mozzafiato, ma purtrop- po quando i turisti ap- prodano in questa città unesco hanno l’impres- sione di aver sbagliato “indirizzo”, di essere stati catapultati in una discarica a cielo aperto, dove l’arredo urbano è costituito da materassi

e rifiuti ingombranti e in

cui i topi si aggirano tra

  • i cassonetti grondanti di

spazzatura”. “Non im- porta – ha continuato De Simone- quale sia la causa del disagio :

probabili contrasti tra ente appaltante e azien- da appaltatrice; fase di transizione in vista del capitolato innovativo e risolutivo promesso col nuovo bando per la gestione del servizio di nettezza urbana, even- tuali difficoltà finanzia- rie… supposta poca vigilanza sul rispetto

degli accordi…So solo che non si può far vive- re i cittadini e accogliere

  • i turisti in queste pessi- me condizioni igienico-

sanitarie. Con questo

deleterio bigliettino da visita rischiamo di gio- carci la salute pubblica e l’immagine agli occhi

  • di chi potrebbe giudi-

care “ingannevole“ la

promozione dei nostri luoghi. Chiedo, pertan-

to, all’amministrazione comunale di far fron-

te all’emergenza rifiuti

che si è manifestata in

tutta la sua indecorosa prepotenza nelle ultime ore, risolvendo la que- stione a breve, perché la situazione è inaccet- tabile. Solo trovando la soluzione si darà una giustificazione all’ec- cessiva tassazione che subiscono i contribuen-

ti. Al di là del diritto dei lavoratori di scioperare, dell’azienda di astenersi dal prestare il servizio accollandosi eventuali sanzioni, bisognereb- be garantire comunque

un servizio efficiente

  • di raccolta 365 giorni

all’anno, anche preve-

dendo l’incarico a una o più ditte sostitutive. Il nostro territorio sotto il

profilo ambientale è già

fortemente provato non aggiungiamo, quindi, altri mali a quelli già ra- dicati”.

1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

SiracusaCity • 4 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti
SiracusaCity • 4 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti

Sicilia 5 SiracusaCity

La Range Rover era parcheggiata in via Bissolati a Solarino

Piromani hanno appiccato l’incendio al fuoristrada di un imprenditore

I carabinieri hanno avviato le indagini per dare una chiave

  • di lettura anche a quelli avvenuti nel giro degli ultimi mesi

N el mirino di ignoti piromani un altro im - prenditore il quale è rimasto vittima del danneggiamento della sua vettura a So -

larino. Il nuovo episodio si è verificato la

scorsa notte quando ignoti piromani han - no appiccato l’incendio alla Range Rover

  • di un imprenditore di 48 anni.

Il mezzo era parcheggiato in via Bissolati, a due passi dall’abitazione della vittima. Ignoti piromani hanno appiccato l’incendio che ha danneggiato seriamente la par- te anteriore del fuoristrada. L'arrivo della squadra dei vigili del fuoco, allertati da una serie di segnalazioni, pervenute al centra - lino della sede centrale, ha permesso di circoscrivere le fiamme e soprattutto evita - to il propagarsi delle stesse ad altri mezzi

parcheggiati nelle vicinanze.

Sul posto sono giunti i carabinieri della locale stazione, che hanno avviato le in - dagini per dare una chiave di lettura non soltanto a quest’ultimo episodio incen - diario ma anche a tutti quelli avvenuti nel giro degli ultimi mesi. Solarino, infatti, è un centro agricolo che sembra avere avuto un’impennata di atti intimidatori. Non ulti- mo quello dell'11 maggio scorso quando ignoti piromani hanno appiccato il fuoco al furgone di del titolare di un bar. S’indaga anche per scoprire gli autori dell’incendio ai contenitori di un frantoio, avvenuto nel territorio di Priolo Gargallo e ai danni di altri imprenditori solarinesi, Gli inquirenti inda - gano a tutto tondo senza escludere alcuna pista. Viene privilegiata, comunque, quella relativa alle estorsioni. Il problema, infatti, non è recente ma, se si aggiungono i furti

SiracusaCity • 4 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì regione annuncia tagli del 70% dei trasferimenti

i carabinieri della stazione di Solarino.

con spaccata e un altro incendio, avvenu - to il 25 settembre scorso, a un capanno - ne di un’azienda a conduzione familiare che opera nel settore della produzione di mangimi e prodotti per l’agricoltura, lungo la Statale 124, si comprende come Sola - rino abbia perso quella notoria tranquillità. “Siamo sgomenti di fronte a questo nuovo attentato che colpisce un ragazzo serio, un imprenditore valente – spiega il sinda - co di Solarino, Sebastiano Scorpo – Sap - piamo che i carabinieri fanno del loro me - glio per controllare il territorio ma la gente ha bisogno di risposte per evitare che si diffonda la sindrome degli attentati”.

S ono stati accorpa - ti dal procuratore capo Francesco Paolo Gior - dano i fascicoli sull’affi - damento di alcuni servi-

zi ai privati. Sono nella fase con - clusiva le indagini della magistratura sull’affida - mento di alcuni servizi comunali ai privati. Gli inquirenti hanno accor - pato tutte le inchieste su palazzo Vermexio, condotte dai carabinieri della Procura e dai mi- litari della Guardia di fi - nanza, e nelle prossime ore scatteranno gli avvi- si di conclusione inda - gini, che, secondo fonti

investigative, sarebbero in tutto venti. u n passo importante quello com - piuto dal capo della Pro - cura, Francesco Paolo Giordano e dal sostituto Marco Di Mauro, che dall’ottobre dello scorso anno hanno acceso i ri-

flettori sulla gestione di

alcuni servizi. Tra questi

  • ci sono quelli legati agli

asili nido, agli impianti sportivi ed al telesoccor - so, vicenda per la quale sono stati indagati alcu - ni consiglieri comunali. L’ipotesi degli inquirenti

Un passo importante quello compiuto dal capo della Procura, Francesco Paolo Giordano

inchieste giudiziarie accorpate su palazzo Vermexio, venti gli avvisi

è che l’amministrazione comunale, a quei tempi retta da Roberto Visentin, avrebbe favorito dei sog - getti privati, in qualche

modo, vicini agli espo - nenti politici tirati in ballo nell’inchiesta. Ad esegui- re i sequestri, per quella vicenda, sono stati i mi- litari delle Fiamme gial- le, che hanno compiuto, nel complesso, 9 per -

quisizioni, sia negli uffici

di palazzo Vermexio sia nelle sedi delle coopera -

tive finite nel mirino. Nel

“calderone” della Procu - ra c’è anche l’indagine relativa all’associazione «Zuimama», vincitrice del progetto, costato cir -

ca 10 mila euro, per la realizzazione di un cam - pus estivo per giovani appartenenti a famiglie non abbienti. Le ipote - si di reato, avanzate dai carabinieri della Procura,

sono di abuso d’ufficio e

truffa in concorso e tra 4 indagati c’è l’assessore alle Politiche educative della giunta di Giancarlo Garozzo. Secondo gli in - quirenti il nodo consiste nell’assenza di una gara d’appalto e nella circo -

stanza che tra la pre - sentzione del progetto e

l’affidamento sarebbero

trascorsi sette giorni. Ma l’attenzione è stata rivolta anche alla realizzazione del sito web «Siracusa Film Commission», per un importo di 11 mila euro, mai concretizzato, il «Restyling del sito istitu -

zionale del Comune», co - stato 19 mila euro, e «La città degli artisti e degli

Elfi», per un importo di 36

mila euro che comprende anche l’istallazione di un maxi schermo in occasio - ne dell’arrivo in città delle spoglie di Santa Lucia.

grafologa candida livatino. Come si ricorderà, Leonardi ha scritto di avere subito pressioni per la confessione

grafologa candida livatino.

Come si ricorderà, Leonardi ha scritto di avere subito pressioni per la confessione del delitto e quindi fa marcia indietro

La grafologa Livatino al processo omicidio eligia

Novità al processo a carico di Christian Leonardi, l’ex guardia giurata, che deve rispondere della morte della

moglie, Eligia Ardita e della figlioletta Giulia, avvenuta

la sera del 19 gennaio dello scorso anno. I familiari della sfortunata infermiera siracusana, infatti, hanno nominato la grafologa forense Candida Livatino, alla quale hanno consegnato copia della lettera mano - scritta, prodotta alla scorsa udienza dall’imputato con la quale ritratta le dichiarazioni confessorie rese il 19 settembre sia al comando provinciale dei carabinieri

sia davanti ai magistrati che hanno coordinato l’in -

chiesta sulla morte di Eligia Ardita. Come si ricorderà, Leonardi ha scritto di avere subi- to pressioni per la confessione del delitto e quindi fa marcia indietro, ritornando alla verità che egli ha rife -

rito durante gli otto mesi di indagini, quando su di lui si erano addensati sospetti, indizi, ma nessuna prova tangibile sul suo coinvolgimento sulla morte della mo -

glie e della figlioletta.

Questa mattina si torna in aula, quindi, con l’ulteriore novità del deposito agli atti del processo della peri- zia grafologica, eseguita dalla nota consulente, che ha avuto modo di ricostruire il profilo grafologico at- traverso lo studio del manoscritto per farsi un’idea sulla personalità e su tanti altri aspetti del carattere dell’imputato. Si riprende in corte d’assise anche con lo scioglimento delle riserve sulle diverse richieste di costituzione di parte civile.

La Polizia nel siracusano denuncia 8 persone Un arresto a Priolo e controlli a Lentini

Gli agenti della Polizia di Stato, in servizio alle volanti della Questura di Siracusa, nell’ambito dei quotidiani controlli a co-

loro che in città sono sottoposti a misure restrittive della libertà personale, hanno denunciato cinque persone per inosservan- za agli obblighi di dette misure.

• Agenti della Polizia di Stato, in servizio alla Squadra Mobile

della Questura di Siracusa, sono intervenuti in via del Cor- morano per un furto in atto in un’abitazione. Gli operatori di Polizia, a seguito di celere attività investigativa, riuscivano a

individuare e a bloccare l’autore del furto, identificato per un

uomo B.u. 44 anni, residente a Siracusa, già conosciuto alle

forze di Polizia, il quale veniva denunciato per il reato di furto

e di possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. La

refurtiva, celata nell’abitazione dell’uomo, veniva restituita al legittimo proprietario.

• A Lentini gli Agenti in servizio al Commissariato, unitamente

a personale della Guardia di Finanza e della Capitaneria di Porto, hanno svolto dei servizi straordinari di controllo del ter- ritorio nell’ambito dell’operazione denominata “Trinacria” con i seguenti risultati: 29 persone identificate; 25 veicoli control- lati; 8 violazioni al C.d.S.; 2 sequestri amministrativi; 1 fermo amministrativo e 3 perquisizioni domiciliari. In particolare, ve- nivano rinvenute e sequestrate tre piantine di 18 grammi di so- stanza stupefacente del tipo marijuana nell’abitazione di B.G. 31 anni, residente a Carlentini, il quale veniva denunciato.

• A Pachino gli Agenti in servizio al Commissariato, nel corso di un servizio straordinario finalizzato alla prevenzione dei furti

in abitazione, hanno denunciato in stato di libertà un giovane Z.M. 23 anni, residente a Pachino, già conosciuto alle forze di Polizia, per il reato di ricettazione. L’uomo veniva trovato in possesso di una mini moto Pit Bike da competizione del

valore di circa mille euro e di cui non riusciva a giustificarne il

possesso. Dagli ulteriori accertamenti, eseguiti dal personale operante, veniva rintracciato il legittimo proprietario al quale veniva restituito il maltolto. • Infine A Priolo Gargallo gli Agenti in servizio al Commissa- riato, hanno eseguito la misura cautelare in carcere, emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa, nei confronti di un uomo E.M. 47 anni, residente in Priolo.

Nel Siracusano • 6 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì
Nel Siracusano • 6
Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

La scelta di Passwork è ricaduta sulla Piazzetta San Giovanni, in quanto vicina alla sede di via del Seminario dello Sprar “Obioma”.

In foto, piazzetta San Giovanni

“adotta un’aiuola”, laboratorio di giardinaggio di passwork

Prende il via domani 1 Giugno il Laboratorio di Giardinaggio nella Piaz- zetta San Giovanni di Ca- nicattini Bagni, lungo via Antonino Uccello all’u- scita della città, nell’am- bito del progetto “Adot- ta un’aiuola” proposto dell’Assessore comunale al Verde, Seby Cascone, condiviso dal Sindaco Paolo Amenta, dall’inte- rantera Amministrazione e dal Consiglio comunale, e curato dalle ospiti del-lo Sprar “Obioma” per don- ne fragili vittime di tratta, e dai minori stranieri non accompagnati di “Casa Aylan”, le due strutture dell’accoglienza di mi- granti gestite dall’impresa sociale Passwork. Passwork, infatti, è una delle imprese che ha ri- sposto al bando predi- sposto lo scorso anno

dall’Assessore al Verde per la gestione da parte di privati delle undici aree a verde del centro abitato e della periferia della città (Rotatoria e spazi similari sulla S.P. 14 Maremonti 1° ingresso; Aiuole spar-

titraffico e spazi similari

sulla S.P. 14 Maremonti 2° ingresso; Edicola di Papa Giovanni XXIII; Rotatoria e spazi similari sulla S.P. 14 Maremonti 3° ingresso, questa però quando verrà assegnata al Comune di Canicattini Bagni dall’ex Provincia regionale; Spazi verdi della piazzetta San Gio- vanni; Spazio verde in via Diaz con la via Solferino; Rotatoria per il cimitero comunale via Menta-na ang. via San Nicola; Pon-

Momento per abbellire e rendere “viva” Piazzetta San Giovanni La consegna alla città il 20 Giugno per la Giornata Internazionale del Rifugiato

te D’Alfano; Piazzetta Dante Alighieri; Piazzetta Carpinteri; Piazzetta della nicchia della Madonna). La scelta di Passwork è ri- caduta sulla Piazzetta San Giovanni, in quanto vicina alla sede di via del Semi- nario dello Sprar “Obio- ma”. I costi della sistemazione e manutenzione del ver- de, così come previsto dal bando, sono a carico del privato, a cui il Co- mune in cambio concede l'utilizzo delle stesse aree assegnate per la sistema-

zione stabile di cartelli che pubblicizzano l'attività dello sponsor secondo le indicazioni contenute nel Re-golamento approvato dal Consiglio comunale. Da mercoledì pomeriggio, pertanto, con la collabora- zione di alcuni ragazzi del Gruppo Scout Cani-cattini Bagni e del locale Presidio “Salvatore Raiti” di Libe- ra, avrà inizio il laborato- rio di giardi-naggio diviso in tre fasi (1° Giugno, pu- lizia del verde e ripristino della piazzetta; 7 Giugno, rime-scolamento della ter-

ra e nozioni su come cura- re le piante che verranno posizionate nella terza fase; 17 Giugno, posizio- namento delle piante). La direzione del la- boratorio sarà affida- ta al Dott. Michele Gionfriddo,giovane agro- nomo canicatti-nese, che guiderà i lavori e istruirà i partecipanti (una ventina in tutto) riguardo la cura e la manu-tenzione delle piante posizionate che sa- ranno lantane, rosmarino, salvia e timo. Per gli ospiti dello Sprar

“Obioma” e “Casa Ay- lan”, l’avvio del labora- torio e la successiva cura del verde di Piazzetta San Giovanni, rappresenta-

no il potenziamento e lo sviluppo di quelle attività

fi-nalizzate al recupero e

al miglioramento del terri-

torio che li ospita e con il quale si confrontano quo- tidianamente nel percorso di integrazione.

Alla fine del laboratorio,

Piazzetta San Giovanni, così ristrutturata, a verrà consegnata formalmen- te alla cittadinanza il 20 Giugno, in occasione della Giornata internazio- nale del Rifugiato indetta dall’Onu, con una grande festa.

S i amplia a dismi- sura la forbice dei ricchi sempre più ricchi e dei poveri sempre più poveri. E’ proprio questa situazione planeta - ria che rende il no - stro impegno di so - lidarietà e di carità un semplice atto di giustizia. Se penso a quello che capita nelle zone del Nord Kiwu, e precisa - mente nei territori della nostra Dioce - si gemella di Bu - tembo Beni, dove vengono schiaviz - zati bambini per la raccolta del Koltàn (una pietra nera, preziosissima per la nostra tecnolo - gia), dove intere

Si amplia a dismisura la forbice dei ricchi sempre più ricchi e dei poveri sempre più poveri

ogni carità verso i poveri è anzitutto un atto di giustizia

popolazioni ven - gono tenute in una permanente guerri- glia per gli interessi che gli Occidentali
popolazioni ven -
gono tenute in una
permanente guerri-
glia per gli interessi
che gli Occidentali
hanno
sulle loro
risorse
minerarie
(ma
ora,
anche
cinesi, che
i
stan -
no occupando tutta

l’area), cosa sarà l’ampliamento del centro cardiologi- co Pino Staglianò o il rafforzamento

della Fattoria agri- cola Nino Baglie - ri? Semplicissimi gesti di solidarietà, affinché un mini- mo di giustizia si stabilisca in quelle terre martoriate. Così funziona il cristianesimo, con la sua carità vuole ristabilire la giu - stizia: non interes-

sa “chi prende”, “chi sfrutta”, “chi schiavizza”, “chi mercifica”, la cari- tà “vuole restituire anche per loro”.

inaugurazone biblio- teca di genere e salot- to letterario “ipazia”

Domenica 5 giugno alle ore 17,30 nella Sala Rossa

(via Brenta, 67) della Rete Centri Antiviolenza di Raf- faella Mauceri avrà luogo l’inaugurazione della bi- blioteca di genere e salotto letterario “IPAZIA”. Introduce l’evento la pre- sidente Raffaella Mauceri che traccerà un breve pro-

filo della celebre scienziata

martire cui è stata intitolata

la biblioteca. Seguirà un intervento dell’avvocata Daniela La Runa, vicepre- sidente di Rete, che illu- strerà le molteplici attività dell’associazione dedicate alle donne cui adesso si aggiunge questa preziosa ed esclusiva opportunità culturale. Responsabile della biblio- teca “Ipazia” la profes- soressa Angela Adamo, studiosa e ricercatrice, che ne curerà la presentazione.

  • Di seguito, per il “Gruppo

Eventi” della Rete, un bre- ve intervento della dott.ssa Maria Pistritto che inviterà il pubblico all’evento suc- cessivo: un piccolo spetta- colo teatrale tra il serio e il faceto sul tema della discri- minazione di genere. L’inaugurazione si conclu- derà con il sorteggio di uno splendido capo da corredo

e il classico brindisi. La bi- blioteca di genere “Ipazia” – dice la prof. Adamo - è uno spazio materiale, men- tale e intellettuale con una

specifica identità: quella

  • di offrire alle donne libri e

documenti che testimonia-

no la cultura, la sapienza, il genio delle donne. Libri

  • di letteratura, saggistica e

narrativa dove tutto lo sci- bile umano è stato rivisitato e messo in discussione da eccelse menti femminili che hanno guardato e ana-

lizzato il mondo da un pun- to di vista “altro” rispetto al pensiero unico, invadente, dominante dell’uomo. Primato e vanto della Rete Centri Antiviolenza di Raf- faella Mauceri, nei libri di questa speciale biblioteca

  • ci sono diverse opere di al-

cune fra le più grandi scrit-

trici di fama mondiale che costituiscono l’altra faccia del patrimonio culturale dell'umanità: la faccia ri- voluzionaria del femmini- smo.

1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

Nel Siracusano • 6 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì La scelta di Passwork è ricaduta
Nel Siracusano • 6 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì La scelta di Passwork è ricaduta

Sicilia 7 Nel Siracusano

Nel Siracusano • 6 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì La scelta di Passwork è ricaduta

“Un grazie è dovuto ai volontari che ha partecipato e colorato la giornata”

i volontari a Marina di Priolo raccolgono alcune tonnellate di rifuiti

Plastica per il 35% circa,15/20 % di vetro intero ma anche rotto e poi tanta carta e cartone nonché materiali ingombranti

Conclusa positivamente la giornata di volontariato ambientale spiagge e fon- dali puliti, una bella giorna- ta che ha visto partecipare attivamente tanti cittadini e associazioni priolesi e non che dandosi appuntamento a Marina di Priolo all’ingres- so della penisola di Magnisi hanno raccolto, circa 28 sac-

chi di rifiuti per un totale di alcune tonnellate di rifiuti.

Plastica per il 35% cir- ca,15/20 % di vetro intero ma anche rotto e poi tanta carta e cartone nonché ma- teriali ingombranti come uno scaldabagno, pezzi di involucri da motoscafo e

copertoni di auto ma anche di camion, insomma una quantità di rifiuti che rende- va questo angolo così sug- gestivo vicino al sito arche- ologico di Thapsos, una vera discarica ed ora abbastanza ripulito. Ma soprattutto riteniamo inaccettabile la politica dell’amministrazione co- munale del Sindaco Rizza, che non ha inserito il tratto di arenile tra i luoghi da atten- zionare e pulire così come si fa per la spiaggia già insedia-

Nel Siracusano • 6 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì La scelta di Passwork è ricaduta

In foto, volontari a Marina di Priolo

Nel Siracusano • 6 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì La scelta di Passwork è ricaduta

ta dai lidi comunali e non. Riteniamo gravissimo aver lasciato in abbandono to- tale tutto il tratto,come se fosse territorio di nessu-

no,

interessato

solo dalla

discarica di ceneri di pirite che costituisce un grave ri- schio di contaminazione del luogo e un rischio alla salu- te pubblica,così come tutta la zona intorno a Thapsos. Inoltre pensiamo non più

rinviabile l’abbattimento di quell’ecomostro costituito dall’ex impianto chimico

ESPESI, ormai acquisito a patrimonio comunale che

costituisce insieme ai rifiuti

speciali della discarica un

bruttissimo biglietto da visi- ta per quei pochi turisti che si avventurano a visitare il sito

  • di Thapsos anch’esso som-

merso da erbacce secche e

rifiuti.

Un grazie è dovuto ai vo- lontari che ha partecipato e colorato la giornata come

il gruppo scout di Priolo, i volontari del circolo CUL- TURALE TOMMASO GARGALLO, i volontari del movimento 5 STELLE

  • di Priolo, i volontari del

partito DEMOCRATICO di

Priolo, ed i volontari dell’A- SD-Priolo Sub e del circolo Legambiente Melilli.

Nel Siracusano • 6 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì La scelta di Passwork è ricaduta
PrioLo
PrioLo

susinni : “ratifico le mie dimissioni da componente del Direttivo e dal Par- tito Democratico”

“Con lettera scritta – dichiara il Dott. Carmelo Susinni - ho

ratificato le mie dimissioni ir- revocabili da componente del Direttivo e dal Partito Demo- cratico, poiché non sussistono le condizioni ambientali che mi consentono di continuare un rapporto leale e propositivo. Le mie proposte progettuali che propendono verso le aspettative della collettività priolese, e che potrebbero essere un motivo di ulteriore crescita del partito, non vengono nemmeno discusse e dibattute. Gli unici argomenti trattati sono le vicissitudini giu- diziarie dell’Amministrazione Comunale, argomenti di cui non intendo dedicare nemmeno un minuto del mio tempo. La mia presenza nel partito era moti- vata dalla volontà di discutere

e preparare tutti quei progetti

urgenti di cui la nostra cittadi- na ha bisogno per guardare al futuro, il venir meno di questa condizione non mi consente di

continuare la mia collaborazio- ne serena e leale nel partito. Le priorità urgenti di cui il Partito Democratico priolese non vuo- le discutere nonostante i miei reiterati inviti, riguardano i

progetti per lo sviluppo futuro della nostra cittadina, priorità urgenti che non possono essere disattesi. Assume un carattere propedeutico il protocollo di le- galità, la cui attuazione non può prescindere dalla realizzazione degli altri progetti, come il Mar- keting Territoriale per attrarre le piccole e medie imprese nel nostro territorio, e il progetto di Raccolta Differenziata rifiu- ti zero in discarica. Il progetto Water Plan un consorzio tra Comuni per realizzare l’Ente di tutela delle acque per il monito- raggio stabile della falda idrica e la gestione della risorsa idrica nei Comuni. Il progetto di map- patura degli scarichi industriali in atmosfera degli stabilimenti con centraline di rilevamento

specifiche, ubicate nel territorio

comunale. La valorizzazione

del centro storico abbandonato da oltre vent’anni, etc. Sono tutti progetti, le cui tematiche hanno una facile penetrazione per otte-

nere i finanziamenti necessari.

Condizioni necessarie, la com- petenza, il rispetto della legalità e l’abbandono della politica de- gli indivudualismi”.

Nel Siracusano 8

Nel Siracusano • 8 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì il teatro siracusano dalle parrocchie al

Sicilia 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

Nel Siracusano • 8 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì il teatro siracusano dalle parrocchie al

il teatro siracusano dalle parrocchie al Vasquez

L a

Storia

di

una

città

non

è fatta soltanto

dallo

sviluppo

edilizio,

da

un

fittizzio

benes -

sere,

dall'e -

voluzione

dei

costumi,

dalla

classicità

mo -

n u m e n t a l e ,

da

un

passato

lontanissimo di

secoli.

È

fatta

anche

da

un

passato più re -

cente,

quello

vissuto da per -

sone

appas -

sionate e intra -

prendenti

 

che

nella cultura, e

nell'arte

hanno

cercato

e

tro -

vato motivi esi -

stenziali. Quelli

del

Teatro, per

esempio.

 

Che

nel '900, appe -

na

ieri, anima -

rono

le

scene

siracusane con

alterne

vicen -

de, con una autogestione pionieristica

che

comunque

vivacizzava

il

tempo

libero.

Si chiamavano,

tra

i

tanti

che

riuscivano

a

suscitare

con -

sensi

e

spirito

di

emulazione,

Arturo

Raciti,

Enrico

D'Alpa,

Pippo

Lampo,

Giovanni

Ca -

podicasa,

Turi

Xibilia, Giusep -

pe

La

Rizza,

Carmelo

Ma -

ieli, ed

altri per

il

cui

nome

la

memoria

non

soccorre.

Tan -

ti,

comunque.

Entusiastica -

mente presenti

quando

qual -

che Compagnia

professionale

approdava

al

Comunale, tutti

a

guardare

ed

imparare. Poi la

fase

evolutiva,

dal manierismo

dopolavori-sti -

co,

cominciò

È stato un 900 ricco di fermenti amatoriali con Raciti, Lampo, La Rizza.

a manifestarsi

ca,

e

i classici

 

compartecipa -

avere smesso

con Sebastiano

da

Euripide

a

zioni. u no sto -

di

fare

l'attore

Zammitti, Fran -

Plauto.

Con

 

rico come Giu -

professionista.

co Marenga, e

G i o a c c h i n o

seppe Guarraci

Fu

lui

a

radu -

quel Gioacchi -

Lentini

comin -

conserva cer -

nare un gruppo

no Lentini che

ciò una nuova

tamente notizie

di

giovani coi

fu certamente

primavera,

e

più esaustive

quali

realizzò

Accanto, il cast del “Piacere dell’onestà”. La primattrice Maria Teresa D’Andrea al Vasquez ringrazia il pubblico

Accanto, il cast del “Piacere dell’onestà”. La primattrice Maria Teresa D’Andrea al Vasquez ringrazia il pubblico plaudente dopo “Serata d’onore per Tea” di Formosa. uno degli spettacoli del “Teatro di Sicilia” all’aperto. Sullo sfondo si nota- no il baritono siracu- sano Lino Puglisi e lo scrittore Gioacchino Lentini.

a manifestarsi ca, e i classici compartecipa - avere smesso con Sebastiano da Euripide a zioni.
a manifestarsi ca, e i classici compartecipa - avere smesso con Sebastiano da Euripide a zioni.

il

più

sensibile

se

ne

videro

 

i

anche

con

le

diverse

rap -

e colto intellet -

frutti

con

Aldo

sue

pubblica -

presentazioni

tuale della sua

Formosa, Ren -

zioni.

a Siracusa e in

generazione.

zo

Monteforte,

Oggi

però

ri -

giro

per la

pro -

Con

lui

il

Te -

Pippo

Bianca,

serviamo

uno

vincia.

 

atro amato -

Aldo

Spitale -

spazio

anche

Fu

lui

ad

intu -

riale

compì

ri,

Dora

e

Lilla

ad

Antonio

Di

ire

le

capacità

una

svolta

e

si

Peluso,

assie -

Matteo,

pa -

di

Aldo Formo -

aprì agli autori

me

a

tanti altri

lermitano

che

sa

inducendo -

più

importanti

giovani

virgulti

negli

anni

‘60

lo

a

dedicarsi

come Pirandel -

che

arricchi -

lavorava

alla

alla

regia

con

lo, Garcia

 

Lor -

vano

le

varie

Sincat

dopo

un

primo lavo -

ro intitolato "La l ampada alla fi - nestra" che ve - deva in scena Pippo Bianca,

Dora Peluso, Tony Fazzina al Vasquez. La foto testimonia

inoltre un'altra fase succes - siva di quella attività: la rap - presentazione de "II piacere dell'onestà" di Pirandello. Con

  • Di Matteo pro -

tagonista, fu -

rono di scena

(raffigurati da

sinistra) Ren - zo Monteforte,

Totò Salafia,

Carlo Decio, il regista Aldo Formosa, Pip - po Bianca, Car - lotta Failla. Poi Monteforte diede vita ad un proprio grup -

po che chiamò

"Teatro d'arte",

Aldo Formosa creò il suo "Te - atro di Sicilia" alla Nottola di via Gargallo, Cesare Politi aprì il "Teatro giovane", le sorelle Pelu - so la "Nuova Scena", Tony Fazzina la "Co - marca", ed ul - teriore impulso diedero anche Saro Miano, Pippo Bennar - do, Luca Morel - li, Enzo Firullo, Romeo. Dunque fu una

fioritura dopo

G i o a c c h i n o

Lentini, che

aveva dal can - to suo istituito il gruppo "Teatro

Drammatico”, e vennero gli epi - goni che hanno assiduamen - te e meritoria - mente contri -

buito a scrivere la più recente storia culturale

  • di questa città.

r . l .

1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

Nel Siracusano • 8 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì il teatro siracusano dalle parrocchie al
Nel Siracusano • 8 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì il teatro siracusano dalle parrocchie al

Sicilia 9 Nel Siracusano

Nel Siracusano • 8 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì il teatro siracusano dalle parrocchie al

antichi e nuovi sospiri sotto il ponte di via delle Vergini

di Laura Cassataro

M olto meno famoso del “Ponte dei So -

spiri” a Venezia il passaggio co - perto tra i due conventi, quel- lo di Montever- gine e di Santa Lucia alla Ba - dia in Ortigia, costituisce una curiosità per i

visitatori di tut- to il mondo che percorrono la via delle Vergi- ni. Questa stra - da rappresenta una valida al- ternativa alla frequentatis - sima parallela via Pompeo Picherali per chi voglia da Piazza Duomo raggiungere la Fonte Aretusa o fare il per- corso inver- so. Si tratta di un isolato che concentra una peculiarità del centro storico:

essendo fian - cheggiata da ex chiese, conven - ti e monaste -

ri esemplifica

emblematica - mente quel pas- sato non troppo remoto che era costituito da un’altissima percentuale di fabbricati pro - prietà del cle - ro. Il 7 luglio del 1866 e il 15 agosto 1867 verran - no emanate le Leggi eversi- ve (“eversione dell'asse eccle -

Questa strada rappresenta una valida alternativa alla frequentatissima parallela via Pompeo Picherali per chi voglia da Piazza Duomo raggiungere la Fonte Aretusa

siastico”: sop - pressione degli ordini conven - tuali e mona - stici). Da tale sastici
siastico”: sop -
pressione degli
ordini conven -
tuali e mona -
stici). Da tale
sastici
hanno
mantenuto
la
loro originaria
connotazione
come la Chie -
l’ex-chiesa di
San Rocco, la
chiesa di Santa
Lucia alla Ba -
dia con l’annes-

nella speranza di un rapido recupero di que- sto ambito urbano, passando sotto il Ponte di via delle Vergini (anch’esso da restaura- re), “sospirano” increduli i turisti di tutto il mondo per lo stato di degrado e abbandono generale di una strada ricca di memorie

provvedimento restarono esclu - si seminari, cat- tedrali, parroc - chie, canonicati e ordinariati. Il demanio dello Stato acquisì tutti i relativi beni ecclesia - stici. I fabbri- cati incamerati dallo Stato fu - rono poi con - cessi ai Comuni e alle Province, previa richiesta di utilizzo per pubblica utili- tà. Ecco perché oggi soltanto pochi fra gli edifici chie -

sa di Santa Lu - cia alla Badia. L’ex-chiesa e monastero di Montevergine,

so ex-convento

sono gli edifici

che testimonia - no l’originaria connotazio -

ne monastica ortigiana e la successiva tra - sformazione dei fabbricati avvenuta dopo l’Unità d’Ita - lia. Purtroppo

gli edifici non

godono di buo - na salute. L’ex- chiesa di San Rocco era stata messa in cantie - re, mai diventa - to operativo. Il paramento mu - rario dell’ex- convento di Santa Lucia alla Badia è in stato di degra - do assoluto. Il monastero di Montevergi - ne, che venne costruito dove sorgeva quello cistercense di Sant’Eustachio del 1381, oltre a contenere un grande serbato - io d’acqua del 1865, ha resti- tuito tracce di strade e costru - zioni greche dell’VIII-VI sec. a.C. du - rante scavi ar- cheologici nel cortile. Tutto il complesso è ri- dotto ad un ru - dere e il lato est, sulla via della Conciliazione, è puntellato dal 1996. La parte

del monaste -

ro che fu riu - tilizzata come Orfanotrofio e poi come Ospedale civile (vedi Libertà, 19/04/2016) è ricoperto dal- la vegetazione spontanea men - tre le murature si sgretolano, le fessurazioni

si amplificano,

i frammenti del paramento murario cado - no sull’asfalto. Le autovetture parcheggiate lungo la stra - da e davanti all’ex-Ospe - dale Vecchio, rappresentano un’ulteriore nota stonata. Nella speranza di un rapido re - cupero di que - sto ambito ur-

bano, passando sotto il Ponte di via delle Vergi- ni (anch’esso da restaurare), “sospirano” increduli i tu - risti di tutto il mondo per lo stato di degra - do e abbando - no generale di una strada ric - ca di memorie, in pieno centro storico, a due passi dalla piaz - za del Duomo.

Nel Siracusano • 8 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì il teatro siracusano dalle parrocchie al

Economia 10

Economia • 10 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per

Sicilia 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

Economia • 10 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per

sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per l’associazione delle micro, piccole e medie imprese siciliane

P rosegue sen - za sosta, a pochi

mesi dalla pre - sentazione uf -

ficiale, l'attività

istituzionale di Sicilia Impresa, l'Associazione

delle Micro, Pic - cole e Medie Im - prese della Sicilia alla quale fanno riferimento 800 imprese circa che occupano 6000 addetti, aderen - te all’organizza - zione nazionale FOR.ITALY. Insieme a nove associazioni im - prenditoriali ope - ranti in diversi settori merceolo - gici infatti, Sicilia Impresa ha sotto - scritto accordi In - terconfederali sui principali temi delle relazioni industriali non - ché tre Contratti Collettivi di La - voro nei settori del commercio, turismo e servizi

e attività affini al

sistema. “Sicilia Impresa – dichiara il pre - sidente regionale Sebastiano Lenti- ni – si candida a rappresentare la “Casa dell’impre - sa e degli Impren - ditori”. La ripresa delle micro, pic - cole e medie im - prese in Sicilia va sostenuta – conti- nua Lentini – at- traverso azioni e comportamenti concreti nell’am - bito della forma - zione, ricerca, innovazione tec - nologica, difesa dell’ambiente,

Ne fanno riferimento 800 imprese circa che occupano 6000 addetti, aderente all’organizzazione nazionale FOR.ITALY

igiene e sicurezza

nel lavoro, finan -

za

agevolata ed

accesso

al

cre -

dito.

Tutti

temi

che

sebbene

tica di offrire alle

imprese

di

tutti

i

settori produt-

tivi una

serie di

servizi

variegati

e personalizzati,

in questo parti- colare momento di congiuntura socio-economica il giusto rilancio,

amplificato dalla

e della valorizza - zione nazionale e internazionale. F.AGRI.P. Sici- lia – conclude il presidente Lenti-

La nuova Giunta di Presidenza, nominata su proposta del Pre- sidente, lavorerà con rinnovato entusiasmo per

La nuova Giunta di Presidenza, nominata su proposta del Pre- sidente, lavorerà con rinnovato entusiasmo per il rilancio delle attività dell’as- sociazione

La nuova Giunta di Presidenza, nominata su proposta del Pre- sidente, lavorerà con rinnovato entusiasmo per
La nuova Giunta di Presidenza, nominata su proposta del Pre- sidente, lavorerà con rinnovato entusiasmo per

In alto, Sebastiano Lentini;

per qualcuno non sembrano essere più di moda – re - stano ancora un argomento cen - trale e attualis - simo, attorno al quale riorganiz - zare l'ecosistema produttivo della Sicilia ma anche del resto d'Italia”. E proprio nell'ot-

Sicilia

Impresa

riscoperta della

ni – si propone di

ha promosso e

indubbia nonché

diventare la sede

costituito

l’as -

impareggiabile

naturale nella

sociazione

inter-

qualità delle pro -

quale le imprese

provinciale della

duzioni sicilia -

operanti nell'agri-

Filiera Agricola e della Pesca del- la Sicilia, in sigla

ne che rischiano però, a causa di mortificanti poli-

coltura e nella pe - sca possano final- mente costituirsi

F.AGR.I.P

Si-

tiche economiche

in filiera e affron -

cilia.

“Il

settore

e fiscali, di man -

tare così, insie -

primario – pro -

care l'appunta -

me, le sfide che il

segue Sebastiano

mento con il tre -

mercato globale

Lentini –

trova

no della ripresa

propone”.

La nuova Giun - ta di Presidenza, nominata su pro - posta del Presi- dente, lavorerà con rinnovato entusiasmo per il rilancio delle attività dell’asso - ciazione, anche alla luce degli ac - cordi sottoscritti con AGCI Sicilia, Associazione Ge -

nerale delle Coo - perative della Si- cilia, i protocolli d’intesa e gli ac - cordi interconfe - derali sottoscritti con le OO.SS. rappresentative Nazionali e Re - gionali. Il nuovo gruppo dirigente di Si-

cilia Impresa è così composto:

Pietro Bulfaman - te (Coordinatore della Delegazione Territoriale di Pa - lermo e Trapani), Rita Franzone, Francesco Indo - menico (Tesorie - re), Paolo Lentini (V. Presidente Vi- cario Regionale e coordinatore della delegazio - ne territoriale di Catania, Ragusa e Siracusa), Ro -

sario Savoca (V.

Presidente Re -

gionale

e

Co -

ordinatore della Delegazione ter- ritoriale di Mes - sina), Concetta Scafidi (V. Presi- dente Regionale e V. Coordinatore della delegazio - ne territoriale di Catania Ragusa e Siracusa) e Anto - nino Scarito (V. Presidente Regio - nale).

1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

Economia • 10 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per
Economia • 10 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per

Sicilia 11 Sport

Economia • 10 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per

Mentre l’Akragas si smarca dal fronte orientale (Siracusa, Catania e Messina)

Le riunioni di lavoro non devono essere il massimo per Anto- nello Laneri, uomo di azione che non ama troppo i convenevoli e le manifestazioni da primo giorno di scuo- la, preferendo di gran lunga tessere le tratta- tive e portarle, se pos- sibile a compimento. Quando poi le presen- ze delle neopromosse hanno la sola libertà di ascoltare, senza possibilità d’intervento o di formulazione di proposte, l’interesse scema fino a tocca- re quota zero. E così sarebbe stato per questa prima uscita di Laneri se il presidente di Lega Pro, Gabriele Gravina, non avesse vivacizzato questo primo incontro sta- gionale con notizie di grande importanza, esposte in maniera chiara e lineare, com’è nella sua consuetudi- ne. Primo argomento quello delle fidejussio- ni che a partire dalla stagione 2016/2017 non dovranno essere più rilasciate solo da un Istituto Bancario, avendo la Consob esteso alle compagnie assicuratrici la facol- tà di emetterle. Per comprendere l’impor- tanza di questa varia- zione, basti pensare a quanto accadeva al Siracusa nel Giugno del 2012, allorché con una fidejussione ban- caria con scadenza 31 Ottobre e con ben due compagnie as- sicuratrici disposte a

alla prima di Lega Pro panoramica di gravina

Excursus a 360 gradi: dalla tipologia delle fidejussioni alle scadenze delle iscrizioni, dai ripescaggi alla ciliegina dei diritti televisivi ciambella di salvataggio delle società

Economia • 10 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per

il presidente di lega Pro gabriele gravina.

rilasciare la sospirata fidejussione, gli fu ne- gato il diritto di iscrizio- ne in Lega Pro essen- do limitato il rilascio

solo ed unicamente agli istituti bancari. La parte centrale della prolusione di Gravina è stata poi riservata ai

tempi i di iscrizione, ai criteri di ripescaggio e alle ipotesi di forma- zione dei gironi che ha visto l’Akragas smar-

torneo nazionale “secondo Memorial Marra”

gara di golf domenicale in attesa del torneo nazionale

D omenica scorsa si è tenuta al

I risultati di domenica 29 maggio

golf Club Monasteri, una gara

Prima coppia qualificata Stefano

di circolo ma valida anche per il ranking giovanile. Non molti i par- tecipanti ma fortemente motivati i presenti in funzione della prossi- ma manifestazione: il torneo na - zionale "Secondo Memorial Mar- ra", in programma il 4 e 5 giugno. E' questa l'unica gara nazionale nel calendario agonistico della Sicilia e Calabria.

Caia - Federico Magnano Seconda Coppia qualificata Ca - sella Alberto - La Rosa Giuseppe Terza coppia qualificata Domeni- co Colella - Giorgio Petrolo Categoria Ranking giovanile Primo Lordo Samuele Monitto con 76 colpi Primo netto Federico Randazzo Secondo Netto Ginevra Coppa

carsi dalle posizioni di Siracusa, Catania e Messina, ma solo

per la diversa posi-

zione geografica che

lo pone a due ore di distanza dagli aero- porti di Catania e di Palermo. La ciliegina sulla torta è stata poi costituita dagli incen- tivi per il lancio dei giovani e per i diritti televisivi che rappre- senterebbero per tutte le società di Lega Pro una fonte importante di incassi. A quest’ultimo propo- sito, Gravina ha detto che se qualcuno in “alto loco” si illude che la Lega Pro si possa accontentare delle briciole si sbaglia di grosso perché lui, co-

noscendo i sacrifici

che fanno le società, non si accontenterà di parole. Tornando però al Siracusa, la nuova società dovrà tenere una linea di assoluto equilibrio fra la possi-

bilità di un maggiore incasso proveniente dai diritti televisivi e quello dei paganti al De Simone, non di- menticando gli sforzi che ha comportato riportare la gente allo stadio. un miracolo che difficilmente si po- trebbe ripetere.

Armando galea

Memorial “Panigada” Michele sortino vince il premio “golden boy”

N ei giorni scorsi si è tenuto l'ottava edizio - ne del memorial “Ma - rio Panigada”, la ma - nifestazione che si è svolta al campo spor- tivo di via Pachino, a Siracusa, e che ha

visto ben figurare sia

i Pulcini “primo anno” che gli Esordienti del Palazzolo. Proprio i Pulcini (clas - se 2007) hanno chiu - so il loro splendido torneo battendo per 3 reti a 1, nella fina - le per il terzo posto, i “cugini” della Panta - nelli (reti di Michele Sortino, Mattia Genti- luomo e Loris Ferlisi). Riconoscimento spe - ciale, poi, al termine della kermesse, per il

piccolo Michele Sorti- no, a cui è stato asse - gnato dagli organizza - tori il titolo di “golden boy” per essere stato uno dei migliori gioca - tori della categoria. Ottime indicazioni, in - fine, anche per la for- mazione Esordienti, che, dopo aver chiu - so il relativo girone di qualificazione al pri- mo posto, è riuscita a battere il Belvedere per 3 a 2 agli ottavi di finale prima di esse - re sconfitta, ai quarti,

dalla Leonzio con il risultato di 1 a 0. Le due squadre palazzo - lesi sono stati accom - pagnate e seguite dai tecnici Nello Velasco, Marco Lanza e Giu - seppe Matarazzo.

Ospiti illustri parteciperanno alla serata di venerdì

7° torneo “Valle degli iblei Città di Palazzolo acreide”

V enerdì di festa che con ospiti d’eccezio -

ne daranno il benve - nuto ai giovani cal- ciatori impegnati nel settimo torneo “Valle degli Iblei – Città di Palazzolo Acreide”, da Totò Schillaci a Pep - pe Mascara passando per il giovane portiere

Giuseppe Ficara fino

al tecnico del Siracusa Andrea Sottil, all’ex al- lenatore del Palazzolo Gaspare Cacciola e a Pino Rigoli. Saranno loro, insieme a tanti ex giocatori del Palazzolo come Carlo Roccasalva, Germa - no Salonia, Maurizio

Cappellani, Santo Sci- betta, Sebastiano Riz - za, Angelo Toscano, Calogero La Vaccara, Massimo Gennarini e Gabriele Ferla (a cui si aggiungeranno il “patron” della società iblea Graziano Cutru - fo ed il responsabile dell’area tecnica del Siracusa Antonello Laneri), a dar vita ad una gara d’altri tempi che inaugurerà il tor- neo a cui, quest’anno, parteciperanno ben 36 squadre. Ad aprire le danze, però, dalle 16, sarà l’e - sibizione delle ragazze del “Too much club”.

Poi spazio al calcio gio - cato, con l’attesissima amichevole delle “vec - chie glorie” e, quindi, con le prime partite a cominciare da quelle dei “Pulcini”. Quella che si preannuncia come un’edizione da record del tradizionale torneo in programma ogni anno sul sintetico dello “Scrofani Salu - stro” ha fatto registrare l’iscrizione di ben tren - tasei squadre che sono state suddivise in quat- tro categorie, Esordien - ti (2003-2004), Pulcini primo anno (2007), Pul- cini misti (2005, 2006 e 2007) e Piccoli amici

Economia • 10 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì sicilia impresa, prosegue l’attività di rilancio per

(2008, 2009 e 2010). I responsabili ed i tecni- ci del settore giovanile del Palazzolo Peppe Matarazzo, Nello Vela - sco, Marco Lanza, Se - bastiano Di Domeni- co, Salvo Garfì, Seby Genovese, Corrado Ferlisi e Vincenzo Genovese, da tempo impegnati nell’orga -

nizzazione dell’even - to, stanno facendo le cose in grande grazie anche all’immancabile sostegno del direttore generale Gigi Calabre - se e del patron Gra - ziano Cutrufo, sempre in prima linea quando si tratta di dar vita a degli eventi riservati al settore giovanile.

“L’obiettivo, oltre che far crescere i nostri ragazzi, - ha tenuto a sottolineare Cutrufo - non può che essere quello di farli star bene qui a Palazzolo e di di- vertirsi. A contatto con tanti ex campioni, poi, - ha aggiunto - per tutti questa sarà una vera e propria festa”.

Speciale 12

Speciale • 12 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì Festa della repubblica siracusa festeggia in piazza
Speciale • 12 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì Festa della repubblica siracusa festeggia in piazza

Sicilia 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì

Speciale • 12 Sicilia • 1 GIuGNO 2016, MERCOLEDì Festa della repubblica siracusa festeggia in piazza

Festa della repubblica siracusa festeggia in piazza Duomo

D omani in piazza Duomo a Siracusa avrà luogo la ce - lebrazione del 70° Anniversario della Fondazione della Repubblica Italiana. La manifestazione avrà inizio alle ore 10.30 con la rasse - gna, da parte del Prefetto di Siracusa, Armando Gradone, e del Comandante del Comando Ma - rittimo Sicilia, Am - miraglio Nicola De Felice, della Com - pagnia interforze in armi costituita da soldati, marinai, avieri e Carabinieri, agenti della Polizia di Stato, della Guar- dia di Finanza, della Polizia Penitenziaria e delle rappresen - tanze del Corpo Fo - restale dello Stato, del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, della Croce Rossa Italiana, delle Asso - ciazioni Combatten -

La cerimonia si concluderà con il saluto del Prefetto e con la consegna della Medaglia d’onore

tistiche e d’Arma e delle Associazioni di Volontariato di Pro - tezione Civile. Dopo l’alza ban - diera è prevista la

lettura del messag - gio del Presidente della Repubblica e gli interventi di una studentessa della Consulta Provin -

ciale Studentesca, di un’elettrice del 1946, del Sindaco di Siracusa e del Pro - fessor Carlo Trigilia, docente della Fa -

coltà di Sociologia dell’u niversità di Fi- renze. La cerimonia si concluderà con il saluto del Prefetto e con la consegna

spese pazze all’ars: la Procura chiede il rinvio a giudizio per Cappadona

La Procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per gli ex capigruppo e deputati dell'Assemblea regionale si- ciliana, indagati per peculato nell'ambito dell'inchiesta sulle cosiddette "spese pazze" (nel- la scorsa legislatura, dal 2008 al 2012), che hanno scelto il rito ordinario. Si tratta di Giu- lia Adamo (Pdl, gruppo misto e udc), Nunzio Cappadona (Aps, Alleati per la Sicilia) in foto, Francesco Musot- to (Mpa), Rudy Maira (udc e Pid), Nicola D'Agostino (Mpa), Marianna Caronia (Mpa e Pid), Paolo Ruggirello (Mpa e grup- po misto), Livio Marrocco (Pdl

spese pazze all’ars: la Procura chiede il rinvio a giudizio per Cappadona L a Procura di

e Fli), Cataldo Fiorenza (Pd e gruppo misto), Salvo Poglie- se (Pdl). Innocenzo Leontini (Pdl) e Cateno De Luca (Mpa e gruppo misto) hanno scelto il rito abbreviato e la prossima

udienza sarà il 4 luglio. L'in- chiesta è coordinata dal pro- curatore aggiunto Leonardo Agueci, e dai pm Sergio De- montis, Maurizio Agnello e Luca Battinieri.

della Medaglia d’o - nore, prevista per i cittadini italiani, mi- litari e civili, depor- tati ed internati nei lager nazisti e desti- nati al lavoro coatto, ai familiari di Angelo Cascone. Saranno presenti i Gonfaloni dei Co - muni della Provin - cia di Siracusa e del Libero Consorzio Comunale (già Pro - vincia Regionale). Il coro degli alunni del IV Istituto Com - prensivo “Giovanni Verga” di Siracusa eseguirà l’Inno Na - zionale, mentre l’orchestra d’archi del Liceo Musicale “Corbino Gargallo” di Siracusa si esibi- rà nell’esecuzione di brani musicali che accompagneranno tutta la cerimonia. Saranno presenti numerose scolare - sche del Capoluogo e della provincia.

Spettacoli

Spettacoli Sicilia • 1 GIUGNo 2016, MErCoLEDì

Sicilia • 1 GIUGNo 2016, MErCoLEDì

Attualità su Rai 3 con “Chi l'ha visto?”; “Bomber” su Rete4

“ti sposo ma non troppo” film su rai 1, “Virus - il contagio delle idee” su rai 2

“Lone survivorfilm su italia1, “Matrimoni e altre follie” su Canale 5

• Film su Rai Uno

alle 21.20 con

"Ti sposo ma non troppo" Le vite di Andrea, una gio - vane donna delu - sa dall'amore, e di Luca, un single impertinente che per scelta sfugge ai sentimenti, finisco - no per incrociarsi ed intrecciarsi con quelle di Carlotta (Chiara Francini) e Andrea (Fabio Avaro), una coppia in crisi alla vigilia del matrimonio.

• Attualità su Rai

2 alle 21.20 con il programma "Virus - Il contagio delle

idee" L'approfon - dimento politico di Nicola Porro, tra reportage, inchie -

ste, e il dibattito tra gli ospiti in studio. Conduce: Nicola Porro

• In onda su Rai3

alle 21.15 "Chi l'ha visto" Realizzato in diretta da studio con il contributo di filmati apposita - mente realizzati o di repertorio com l'intervento telefo - nico dei telespet- tatori. L'interesse del programma è centrato sulla ri- cerca di persone scomparse.

• Commedia su

Rete 4 alle 21.15 con il film “Bom - ber” Ex pugile in pensione, viene arruolato dal pro - prietario di una pa - lestra per allenare

degliimbranati che partecipano a un

torneo di Box con - tro quelli della pa - lestra concorrente.

• Film Canale 5

alle 21.11 con il programma "Ma - trimoni e altre fol- lie - Parco paradi- so" Se l'amore e' da sempre cio' che muove il mondo, la vita di coppia ne e' l'inappellabi- le banco di prova. Variegati nuclei familiari di varia composizione e ti- pologia si trovano a vivere nello stes- so nuovo "condo - minio" Parco Para - diso, a dieci minuti dal centro, un nuo - vo e avveniristico comprensorio im -

Cinema a siracusa

indirizzi utili a siracusa

TAXi: Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino

(0931-711127) ore 18:30 20:30

 

JULIETA” PLANET VASQUEZ (0931/414694)

ore 16:00 • 18:00

”WARCRAFT – L’INIZIO”

ore 18:00 • 20:00 • 21:00

”KISS ROCKS VEGAS”

 

ODEON - Avola (0957833939) ore 19:30 21:30

”LA PAZZA GIOIA”

T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980

PRONTO INTERVENTO:

Soccorso pubblico di emergenza 113;

Carabinieri (pronto intervento) 112; Polizia di Stato (pronto intervento) 495111;

Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311;

Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214;

Municipio 451111; Prefettura 729111;

Provincia 66780; Tribunale 494266; Enel 803500;

Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116;

Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021;

Ospedali 724111; Centro antidroga 757076;

Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids

(telefono verde) 167861061;

Ente Comunale assistenza 60258

merso nel verde. Cinque famiglie abitano la prima palazzina venduta con la promessa di usufruire di tut- ti i vantaggi della domotica, ma ben presto si accorgono

che la realta' e' ben diversa.

• Su Italia 1 alle

21.10 andrà in

onda il film "Lone

Survivor" Afghani- stan, giugno 2005.

Nella base aerea di Bagram l'ufficia - le Erik Kristensen predispone i suoi uomini alla mis- sione: catturare e uccidere Ahmad Shah, temibile capo talebano re - sponsabile della morte di numerosi marines. Marcus, Mickey, Danny e Axe vengono man - dati in ricognizio - ne sulle montagne

intorno al villaggio dove Ahmad Shah si rifugia.

• Attualità su La7

con "La gabbia" Con il linguaggio rock di Gianlui- gi Paragone, La Gabbia è il talk di approfondimento politico che mette

in evidenza il con - trasto tra il potere

politico finanziario

e i cittadini. Terza edizione.