Sei sulla pagina 1di 76

Allegato A1

Immobili di propriet
della Regione Toscana

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediFirenze
PRINCIPALIDISTANZE:
Roma290km
Milano310Km
Pisa80km
Siena50Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze8Km
Pisa80km
Bologna100Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
A1FirenzeNord10Km
A1FirenzeSud9km
S.G.C.FIPILI10Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Firenzecentrale4Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

LIVORNO

PISA

PISTOIA

COMPLESSODIVILLABASILEWSKY

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOAFIRENZE
Principali caratteristiche:

Propriet Regione Toscana

Immobile destinato ad alienazione mediante asta pubblica

Fabbricato da RESTAURARE

Superficie complessiva lorda mq. 7000

Superficie scoperta pertinenziale mq. 3000

Destinazione d'uso SOCIO - SANITARIO

Complesso vincolato dal Ministero dei Beni e delle Attivit


Culturali, decreto 95/2010

Area sottoposta a tutela DLGS 42/2004

INQUADRAMENTODIDETTAGLIODELLAPROPRIETA

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA

SINTESISTORICA
FIRENZEVILLABASILEWSKYVIALORENZOILMAGNIFICO,VIALEFILIPPOSTROZZI
Ubicatainposizionesemicentraledipregio,dellacittdiFirenze,prospicientelaprimacerchiadeivialidicirconvallazione.
Nelle adiacenze le significative presenze del polo fieristico/congressuale della Fortezza da Basso. Vicinissima al centro
storicocittadino,benservitadamezzipubbliciinassolutopotenziamentoulterioreconlarealizzazionedellelineetranviarie
n.2en.3.
CostruitatralafinedellottocentoediprimidelnovecentoinoccasionedeipiampilavoriurbanisticiperFirenzecapitale
effettuati da Giuseppe Poggi, il lotto fu acquistato da una aristocratica famiglia russa, i Basilewsky, appartenenti alla
illustre colonia di Firenze. Costruita dallarch.Aleksandr Julievic Jag secondo i canoni del neoclassicismo fu donata alla
cittdiFirenzeacondizionechefossedestinataacasadicura.Lavillacostruitasuquattropiani:pianoseminterrato,
pianoterrarialzato,pianoprimoepianosecondo.LafacciataprincipalequellaprospicientevialeFilippoStrozziedper
questocaratterizzatadabasamento,angolariinpietraedunampioportonediaccessoconarcoatuttosestoancheesso
circondato con bugne. Le finestre presentano le decorazioni tipiche delle finestre inginocchiate fiorentine, il timpano
triangolareeildavanzalechepoggiasudeisostegnisporgentiecurvilineioltreavariemodanaturedidecoro.Anchegli
interpianisonorimarcatidafascedilistellietondinicheneevidenzianoivaripianidicalpestioedunisconovisivamente
tuttiidavanzali.Alsuointerno,oltrelingresso,visonodellescalemonumentaliinpietra,conpregevolissimadecorazione
avoluta,adoppiarampacheportanoadungrandeanditoconvoltaacupolaemodanatureastuccotinteggiatedigrigio
come in finta pietra. Le sale adiacenti, anche queste monumentali, la sala delle feste e la sala da ricevimento hanno
rifiniture di pregio. La prima con stucchi in oro in parte distrutti eccetto che per il soffitto, la seconda con un imponente
soffitto a cassettone in legno. Sempre allo stesso piano, c una cappella privata. La villa circondata da un ampio
giardino con recinzione in muratura e pregevole ringhiera in ghisa e presenta alberi dalto fusto. Laccesso possibile
attraverso due cancelli monumentali in ghisa prospicienti viale Filippo Strozzi ed uno secondario su via Lorenzo il
Magnifico.Inadiacenzaallavillaedincomunicazioneconlastessaattraversounvanoscala,presenteunampliamento
modernodiscarsovalorearchitettoniconatocondestinazioneospedaliera.
CompletanolaproprietdueedificiottocenteschiadiacentilavillaeprospicientisuviaLorenzoilMagnifico:ilvillinoBorchi
e il villino Passerini entrambi su quattro piani, seminterrato, terreno rialzato, primo secondo e sottotetto e con giardino
retrostante.
In stile neoclassico con fasce marcapiano e bozze angolari, portone centrale e terrazza soprastante con distribuzione
centraleattornoallascalainpietracheuniscetuttiipiani.
IlvillinoBorchisicontraddistingueperdecorazionipittorichesuisoffittidelpianoprimo.

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediImpruneta
PRINCIPALIDISTANZE:
Firenze10Km
Roma290km
Milano310Km
Pisa80km
Siena50Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze10Km
Pisa80km
Bologna100Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
A1FirenzeImprunetra5Km
A1FirenzeSud7km
S.G.C.FISi5Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Firenzecentrale10Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

FIRENZE

Villa Larderel

COMPLESSODIVILLALARDEREL

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOAIMPRUNETA

Principali caratteristiche:

Propriet Regione Toscana

Immobile destinato ad alienazione mediante asta pubblica

Fabbricato da sottoporre a RESTAURO

Superficie complessiva lorda mq. 11.800

Superficie scoperta pertinenziale mq. 70.000 ca.

Destinazione d'uso SERVIZI DI INTERESSE PUBBLICO

Complesso in corso di verifica del vincolo di cui al


DLGS 42/2004 da parte del Ministero dei Beni e delle Attivit
Culturali

Area sottoposta a tutela DLGS 42/2004

INQUADRAMENTODIDETTAGLIODELLAPROPRIETA

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA

SINTESISTORICA
IMPRUNETA(FI)loc.PozzolaticoVILLALARDEREL
E un complesso immobiliare costituito da la villa storica con giardino e parco oltre ad un laghetto artificiale con
prospiciente annesso edificio a chalet. Adiacente alla villa, un corpo di pi recente costruzione, con annessa
piscina.
AdoggiinattesadirispostaallarichiestadivincolodirettoaisensidelD.Lgs.42/04effettuataaluglio2005.
La villa: Il primo impianto del 1200, ed era la dimora campestre della famiglia Ricci, una nobile famiglia fiorentina,
che ne rimase proprietaria fino al 1837 quando fu acquistata dalla famiglia De Larderel di cui ancora oggi conserva il
nome. La facciata, con fasce marcapiano ricongiunte a lesene settecentesca, simmetrica con torre centrale che ne
costituisce lasse. Le aperture sono rifinite in pietra con timpani curvilinei spezzati. La torrette incornicia un grande
orologio, uno stemma a rilievo ed un busto in nicchia con lapide commemorativa.
Il giardino: antistante la villa stato modificato a causa della costruzione dellampliamento ospedaliero e della piscina
per la riabilitazione.
Il Parco: percorrendo un sottopassaggio voltato in stile gotico passante sotto la via imprunetana ed attraverso una
scala monumentale a doppia rampa, si accede al parco di oltre 4 ettari che giunge fino al laghetto artificiale. E
piantumato con essenze esotiche secondo la tradizione dei primi dellottocento.
Lo chalet: posto nella parte posteriore di sbarramento del lago, su due piani, oltre a seminterrato con locali di
servizio riprende laspetto architettonico degli chalet di montagna con copertura a doppia falda.

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediFirenze
PRINCIPALIDISTANZE:
Roma290km
Milano310Km
Pisa80km
Siena50Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze8Km
Pisa80km
Bologna100Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
A1FirenzeNord10Km
A1FirenzeSud9km
S.G.C.FIPILI10Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Firenzecentrale4Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

LIVORNO

PISA

PISTOIA

COMPLESSODIVILLAFABBRICOTTI

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOAFIRENZE

Principali caratteristiche:

Propriet Regione Toscana

Immobile destinato ad alienazione mediante asta pubblica

Fabbricato in buone condizioni

Superficie complessiva lorda fabbricato principale mq. 1800

Superficie scoperta pertinenziale mq. 37.800

Destinazione d'uso UFFICI PUBBLICI / PARCO PUBBLICO

Complesso vincolato dal Ministero dei Beni e delle Attivit


Culturali, decreto 237/2007

Area sottoposta a tutela DLGS 42/2004

INQUADRAMENTODIDETTAGLIODELLAPROPRIETA

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICAD'INSIEME

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA
EDIFICIOPRINCIPALE

SINTESISTORICA
FIRENZE VILLA FABBRICOTTI VIA VITTORIO EMANUELE II n. 64
CollocatainzonadipregiodiFirenze,viaVittorioEmanuelell,subitoaridossodelleprimecollinefiorentine,lavillaedificatainposizione
dominante

sul

circondario.

La propriet composta dalla villa storica con torretta merlata, limonaia, ampio parco con scalone monumentale, propilei e cancello
dingresso

di

tipo

monumentale,

alloggio

del

custode,

tempietto,

cappella

privata,

torrino

neogotico

ninfeo.

Villa storica: in posizione dominante si compone di tre livelli fuori terra oltre al piano seminterrato e alla torretta che si eleva di un piano
oltre il terzo, ha una superficie lorda complessiva di circa 1.800 mq. Si fonda su un castello del 1300. Nel 1500 divenne propriet della
famiglia Strozzi e nella seconda met dellottocento fu acquistata dallimprenditore del marmo Giuseppe Fabbricotti che, dando incarico
allarch. Vincenzo Micheli, la restaur e ne modific laccesso creando oltre ad un loggiato con soprastante terrazza, una nuova rampa di
accesso monumentale con sottostanti locali di servizio (limonaia). Il piano nobile presenta dei saloni decorati alla fine dellottocento con
pitture

tempera

ad

opera

di

Annibale

Gatti,

pittore

forlivese.

La monumetailt del complesso lo rese adatto al soggiorno di personaggi storici quali Sua Maest Vittoria, regina dInghilterra ed
imperatrice delle indie ed ElisaBaciocchi, Granduchessa di Toscana e sorella di NapoleoneBonaparte, che qui vi mor.
Giardino e scala monumentale: il parco monumentale, di oltre 3 ha. Cos come consono nel giardino romantico, il parco stato piantumato
anche con essenze rare oltre che esemplari. E attraversato da una doppia rampa, anche questa monumentale e composta da scale e viali
che, intersecandosi, dal cancello portano alla villa. Il percorso punteggiato di manufatti storici quali fontane, statue ed elementi
decorativi.
Propilei e cancello monumentale: apparato decorativo monumentale a doppio colonnato in pietra e mattoni facciavista a sostegno di un
imponente

cancello

in

ghisa

oltre

che

di

una

recinzione

muraria

in

pietra

ghisa.

Alloggio del custode: terratetto indipendente in prossimit del cancello di accesso, costituito da due piani fuori terra per complessivi 65 mq
con

pregevoli

stilizzate

decorazioni

di

tipo

liberty.

Tempietto: piccola costruzione aperta a pianta circolare, del tipo esastilo a tholos, costituita da colonne ioniche a sostegno di una
cupoletta.

Costruita

scopo

di

elemento

decorativo

come

duso

nel

giardino

romantico.

Cappella privata: edificio indipendente ma a breve distanza dal corpo della villa, in stile neoclassico con timpano e colonnato dingresso e
copertura

cupola.

Interni

con

decorazioni

tempera.

Torrino neogotico e ninfeo: anche questi manufatti, puramente decorativi, si aggiungono agli altri sopraddetti che generalmente
caratterizzavano e completavano il giardino romantico. Il torrino neogotico volutamente diroccato ed il ninfeo si trova in una posizione
suggestiva, essendo volutamente semi-nascosto per suscitare stupore.

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediLucodiMugello
PRINCIPALIDISTANZE:
Firenze30Km
Roma290km
Milano310Km
Pisa80km
Siena50Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze30Km
Pisa1000km
Bologna70Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
A1FirenzeBarberino10Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Firenzecentrale35Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

CIRCUITO DEL MUGELLO

COMPLESSOEXOSPEDALEDILUCO

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOALUCODIMUGELLO

Principali caratteristiche:

Propriet Regione Toscana

Immobile destinato ad alienazione mediante asta pubblica

Fabbricato in pessime condizioni

Superficie coperta mq. 3.500

Superficie scoperta pertinenziale mq. 5.000

Destinazione d'uso TURISTICO - RICETTIVO

Complesso vincolato dal Ministero dei Beni e delle Attivit


Culturali, decreto 311/2007

Area sottoposta a tutela DLGS 42/2004

INQUADRAMENTODIDETTAGLIODELLAPROPRIETA

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA

SINTESISTORICA

BORGOSANLORENZO(FI)LOC.LUCODIMUGELLO
EdificiodenominatoEXOSPEDALEDELMUGELLO
I primi riferimenti temporali risalgono al 1086 giorno della posa della prima pietra del
cenobio femminile di S. Pietro, che fin dal principio si mostr quale insediamento
strategico dal punto di vista geopolitico, posto com'era tra area tirrenica ed area
adriatica,conbeniinMugelloedoltreilgiogodelleAlpi,frailComitatoeL'Episcopato
Fiorentino. Nel 1473, un ancor oggi ignoto architetto, inizia un ampliamento del
convento,dinotevoleconsistenza,chesiconcretizzanell'arcodisoliquattroanniconil
nuovoemaestosoimpiantorinascimentaledelMonastero.
Tutto il 1500 vide una serie di interventi quali il rinnovamento del campanile, la
realizzazione della piccola cappella ai margini degli orti. Successivamente, alterne
vicende ed un secolo di silenzioso torpore, condussero il complesso, attraverso la
soppressionedegliEntiEcclesiasticidecretatadalgovernofrancese,nel1808,allafine
dell'usomonastico.Nell'agostodel1871conl'inaugurazionedell'Ospedaleilcomplesso
assumedestinazionesociosanitariachepersisteper120annifinoallafinedeglianni
'70.

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediFirenze
PRINCIPALIDISTANZE:
Roma290km
Milano310Km
Pisa80km
Siena50Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze8Km
Pisa80km
Bologna100Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
A1FirenzeNord10Km
A1FirenzeSud9km
S.G.C.FIPILI10Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Firenzecentrale4Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

LIVORNO

PISA

PISTOIA

COMPLESSODIVIAPIETRAPIANA

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOAFIRENZE

Pr in cip a li ca r a t t er is t ich e

Pr op r iet Region e Tos ca n a


Im m ob ile d es t in a t o a d a lien a zion e m ed ia n t e
a s t a p u b b lica
Fa b b r ica t o d a s ot t op or r e in b u on e con d izion i
S u p er ficie cop er t a m q.1 6 0 0
S u p er ficie s cop er t a p er t in en zia le m q.6 5 0
Des t in a zion e d u s o UFFICI
Com p les s o vin cola t o d a l Min is t er o d ei Ben i e
d elle At t ivit Cu ltu r a li, d ecr eto 9 6 / 2 0 0 6
Ar ea s ot t op os ta a t u t ela DLGS 4 2 / 2 0 0 4

INQUADRAMENTODIDETTAGLIODELLAPROPRIETA

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA

SINTESISTORICA
FIRENZE - IMMOBILE DI VIA PIETRAPIANA n. 30, VIA DI MEZZO n. 17
Ubicato in zona centrale della citt di Firenze, si tratta di una palazzina detta ex-palazzo della Ripa.
Questappellativo dovuto al fatto che stato costruito in luogo di un antica costruzione, restaurata ed
ingrandita nel 1835 dall'architetto Niccol Matas, e dotata di un ampio giardino detto Giardino degli Aranci
da cui il toponimo ancora oggi attribuito al quadrivio: Canto degli Aranci. La demolizione del Palazzo della
Ripa fu talmente sofferta che per la sua distruzione fu necessaria una pronuncia del Consiglio di Stato del
1960. Su quella stessa area oggi sorge un palazzo di quattro piani fuori terra, oltre a scantinato, garagemagazzino e cortile interno, realizzato nel 1961-62 su progetto dell'architetto Rolando Pagnini in
collaborazione con Giorgio Giuseppe Gori.
La scelta dei materiali e lo stile compositivo delle facciate, la composizione e distribuzione planimetrica degli
spazi funzionali oltre che la compattezza e lo sfruttamento massimo della volumetria, risponde alle
caratteristiche tipiche dellarchitettura residenziale fiorentina. La facciata su via G. Verdi, con elementi
decorativi in pietra forte, caratterizzata da una fila di finestre timpanate che scandiscono insieme agli sporti
del piano terreno il ritmo delle superfici vetrate ben proporzionate. Il prospetto tergale su via G. Da
Verrazzano completamente diverso, circonda lo spazio intorno alla corte con un disegno serrato e minimale
delle strutture portanti a vantaggio delle aperture finestrate e dei balconi.
Si ritiene che il pregio peculiare del palazzo sia dovuto non solo alle buone linee del progetto originale, ma
anche dallorganicit dei suoi successivi accrescimenti.

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediPisa
PRINCIPALIDISTANZE:
Firenze80Km
Roma300km
Milano300Km
Siena70Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze80Km
Pisa5km
Bologna100Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
S.G.C.FIPILII5Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Pisacentrale2Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

MARE

LIVORNO

AEROPORTO

COMPLESSODIPALAZZOBATTAGLIA

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOAPISA
Principali caratteristiche:

Propriet Regione Toscana

Immobile destinato ad alienazione mediante asta pubblica

Fabbricato da sottoporre a parziale RESTAURO

Superficie complessiva lorda mq. 850

Superficie scoperta pertinenziale mq. 50

Destinazione d'uso UFFICI PUBBLICI / ABITAZIONI

Complesso vincolato dal Ministero dei Beni e delle Attivit


Culturali, decreto 449/2006

Area sottoposta a tutela DLGS 42/2004

INQUADRAMENTOCOMPLESSIVODELL'IMMOBILEINCUI

RAPPRESENTAZIONEDELLEUNITA'IMMOBILIARI

SINTESISTORICA

PISAPALAZZOBATTAGLIAECASACECCONILUNGARNOPACINOTTIn.49
Situato sul lungarno prospiciente la famosa chiesa di Santa Maria della Spina, un
complessodidueedificiadiacenti:ilPalazzoBattagliaeCasaCecconi.Siinseriscono
nella fascia degli edifici nobiliari e prestigiosi del Lungarno che costituisce tuttoggi
unodeglispaziurbanidimaggiorpregionellacittdiPisa.
Il Palazzo Battaglia ha un aspetto seicentesco con portale centinato a tutto sesto,
corniciinpietraabozzerustiche,sopraluceinferrobattutoetimpanospezzato.
Casa Cecconi, di impianto pi semplice, ha anchessa rifiniture in pietra e al piano
primo presenta un balcone sorretto da mensole a volute e impreziosito da una
ringhierainferrobattuto.
Idueedificisonoadiacentieedhannoquattropianifuoriterra.Laproprietregionale
costituita da tre unit immobiliari poste a piano terreno e a piano primo per una
superficielordacomplessivadimq.850.LaccessodicasaCecconistatotamponato
epertantolingressounico,quellocondominialedipalazzoBattaglia.

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediPisa
PRINCIPALIDISTANZE:
Firenze80Km
Roma300km
Milano300Km
Siena70Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze80Km
Pisa5km
Bologna100Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
S.G.C.FIPILII5Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Pisacentrale2Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

MARE

LIVORNO

AEROPORTO

COMPLESSODIVIAROMA40

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOAPISA

Principali caratteristiche:

Propriet Regione Toscana

Immobile destinato ad alienazione mediante asta pubblica

Fabbricato in buone condizioni

Superficie complessiva lorda fabbricati:


- edificio principale mq. 670 su tre piani fuori-terra
- edificio pertinenziale mq. 230 su un unico piano

Superficie scoperta pertinenziale mq. 580

Destinazione d'uso UFFICI PUBBLICI / MAGAZZINI /


CIVILE ABITAZIONE

Complesso vincolato dal Ministero dei Beni e delle Attivit


Culturali, decreto 96/2006

Area sottoposta a tutela DLGS 42/2004

INQUADRAMENTODIDETTAGLIODELLAPROPRIETA

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA
EDIFICIOPRINCIPALE

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA
EDIFICIODIPERTINENZA

SINTESISTORICA
PISAIMMOBILEVIAROMAn.3
Immobile del 1800 ubicato in zona centrale della citt di Pisa sullincrocio di via
Roma con via Enrico Fermi. Trattasi di zona di pregio della citt vicinissima al
lungarno,zonaPonteSolferino.
Limmobile, terra tetto, costituito da tre piani a pianta quadrata con resede
delimitato da un muro perimetrale con sormontata una pregevole cancellata in
ferro.LafacciataprincipalequellasuviaRomaedcaratterizzatadaunportale
centrale con soprastante balcone con colonnine sagomate sostenuto da quattro
mensole.Lefacciatesonorifiniteadintonacoabugnatolisciodacuiemergonoi
cantonalielecorniciinbugnatorusticoinpietra.Dalportoneprincipalesiaccede
adunatrioche,superatounpiccolodislivelloattraversopochigradiniinmarmodi
Carrara,evidenziatodaunarcoaserlianapoggiantesucolonnecentraliesemi
colonneaddossateallamuratura.Superatoquesto,siaccedeadunvanocentrale
da cui parte una scala con gradini in pietra e gradevole ringhiera in legno, che
uniscetuttiipiani.Dasegnalareinoltreunapregevolescalaachiocciolainghisa
chedalvestiboloportaallecantine.
Leproporzionivolumetricheelesceltedecorativestilistichedeisuoiprospettioltre
chelaposizionelorendonounedificiotutelato.

cartinadellaToscanaconlocalizzazionediPistoia
PRINCIPALIDISTANZE:
Firenze35Km
Roma310km
Milano300Km
Pisa70km
Siena800Km

DISTANZEAEROPORTI:
Firenze35Km
Pisa70km
Bologna100Km

PRINCIPALIAUTOSTRADE:
A1FirenzeMare5Km

PRINCIPALISTAZIONE:
Pistoiacentrale2Km

PRINCIPALIATTRATTIVEDELTERRITORIO

LOCALIZZAZIONE

FIRENZE

COMPLESSODICORSOGRAMSCI

DESCRIZIONEGENERALEDELLEOPPORTUNITADIINVESTIMENTOAPISTOIA

Principali caratteristiche:

Propriet Regione Toscana

Immobile destinato ad alienazione mediante asta pubblica

Fabbricato in buone condizioni

Superficie complessiva lorda mq. 1.778 su cinque piani fuoriterra

Destinazione d'uso UFFICI PUBBLICI / COMMERCIALE

Complesso vincolato dal Ministero dei Beni e delle Attivit


Culturali, decreto 97/2006

INQUADRAMENTODIDETTAGLIODELLAPROPRIETA

RAPPRESENTAZIONEPLANIMETRICA

SINTESISTORICA

PISTOIAVIAGRAMSCIn.110
Ilpalazzoarticolatosuquattropianifuoriterraepresentaelementi
architettoniciedartisticidipregio.Alpianoterrenounampioingresso
portaadellescaleinpietracheunisconoidiversilivelli.Ivanihanno
dellevolteavelacondecorazioniditipotrecentesco.Alpianoprimo
sono presenti soffitti in legno a cassettoni e due ampie sale con
stucchi e decorazioni pittoriche settecentesche. I piano superiori
hanno soffitti in legno e pavimenti in cotto. Caratteristico il quarto
pianoconlocaleconveroneapertodaduelati.Ledificioappartenne
alSeminariovescovilediPistoiachenel1956lotrasferallEnteperil
Turismo.EpervenutopoiallaRegioneToscanaconlaL.R.9/88,art.
28.

Interessi correlati