Sei sulla pagina 1di 12

27/11/2013

Scale comuni
scala

note e gradi

intervalli

MAGGIORE
IONICA
(C)

do re mi fa sol la si
1 2 3 4 5 6 7+

T T S T T T S

MINORE
PURA
(A)

la
1

si do re mi fa sol
2 3m 4 5 6m 7

T S T T S T T

MINORE
DORICA
(A)

la
1

si do re mi fa# sol
2 3m 4 5 6 7

T S T T T S T

MINORE
ARMONICA
(A)

la
1

si do re mi fa sol#
2 3m 4 5 6m 7+

T S T T S T1/2 S

MINORE
MELODICA
(A)

la
1

si do re mi fa# sol#
2 3m 4 5 6 7+

T S T T T T S

27/11/2013

Scala Pentatonica Maggiore


Si ottiene dalla scala maggiore Ionica
eliminando la quarta e la settima maggiore:
intervalli

Scala Ionica:
gradi

intervalli

3 4

T1/2

7+ 8

T1/2

Pentatonica Maj:
gradi

7+ 8

Scala Pentatonica Minore


Si ottiene dalla scala minore Dorica
eliminando la seconda e la sesta:
intervalli

Scala Dorica:
gradi

intervalli

2 3m

T1/2

6 7

T1/2

Pentatonica min:
gradi

2 3m

6 7

27/11/2013

Scala Blues
Pu essere vista come una pentatonica minore
con l'aggiunta di una quinta diminuita.
intervalli

T1/2

S S

T1/2

Scala Blues:
gradi

3m

4 5b 5

Cblues

do

mib

fa solb sol

sib

do

Data la particolare sonorit del blues, tale scala pu


essere usata su accordi maggiori, minori e di settima

Scale Modali
Sono scale di 7 note costruite sui vari gradi della
scala maggiore, utilizzando solo le note della scala.
si
do
re
mi
fa
sol
la
la
si
do
re
mi
fa
sol
sol
la
si
do
re
mi
fa
fa
sol
la
si
do
re
mi
mi
fa
sol
la
si
do
re
re
mi
fa
sol
la
si
do
do
re
mi
fa
sol
la
si
I
II
III
IV
V
VI
VII

27/11/2013

Scale Modali
scala

tipo

do
1
re
D
II Dorica m7
1
mi
E
III Frigia m7
1
fa
F
IV

Lidia
1
sol
G
V Misolidia 7
1
la
A
VI Eolia
m7
1
si
B
VII Locria

1
I

C
Ionica

re
2
mi
2
fa
2b
sol
2
la
2
si
2
do
2b

note e gradi
mi fa sol
3
4
5
fa sol la
3m 4
5
sol la si
3m 4
5
la si do
3 4# 5
si do re
3
4
5
do re mi
3m 4
5
re mi fa
3m 4 5b

intervalli
la
6
si
6
do
6m
re
6
mi
6
fa
6m
sol
6m

si
7+
do
7
re
7
mi
7+
fa
7
sol
7
la
7

TTSTTTS
TSTTTST
STTTSTT
TTTSTTS
TTSTTST
TSTTSTT
STTSTTT

Semplificazione armonica
Suonare una scala diversa su ogni accordo molto
complesso, pertanto occorre trovare un metodo pi semplice
per utilizzare tali scale.
Una semplificazione estrema sarebbe quella di
trovare i centri tonali del brano;
utilizzare una scala per ciascun centro tonale, ad esempio
la Ionica o la pentatonica maggiore costruita sul I grado
Questa soluzione funziona, ma appiattisce l'improvvisazione,
poich non fa risaltare le differenze esistenti tra i vari gradi
della tonalit.

27/11/2013

Semplificazione armonica
Un metodo meno drastico molto usato dai jazzisti di
tradurre ogni accordo in un accordo minore equivalente
sfruttando le sostituzioni:
Accordi

Sostituzione

Esempio

Maggiori

minore sulla 6
minore sulla 3

C A-7
C E-7

S tti
Settime

minore
i
sulla
ll 5

G7 D-7
D7

Semidiminuiti

minore sulla 3m

B D-7

In questo modo sufficiente memorizzare le scale minori.

Semplificazione modale
Un'ulteriore semplificazione efficace consiste nel
gli accordi della tonalit in due g
gruppi,
pp ,
suddividere g
sfruttando le similitudini tra gli accordi;
Identificare una scala diversa per ciascun gruppo.
Questa soluzione costituisce un ottimo compromesso, poich
semplice, ma al tempo stesso fa risaltare le differenze
esistenti tra i diversi gradi della tonalit.
Vediamo ora come dividere i gradi in due gruppi.

27/11/2013

Semplificazione dei modi


C
re

Am7

si
sol
mi

do

Em7

la

Semplificazione dei modi


G9

do
la
fa

re
si

Dm9

F6

basso

re

fa

la

si

Accordo

3
3m

5b

G9

3m

Dm6

5b

F6b5

27/11/2013

Semplificazione dei modi


I
III

C
I

Dm7
II

Em7
III

VI

Gruppo 1

G7
V

F
IV

II IV
V VII

Am7
VI

B
VII

Gruppo 2

Semplificazione dei modi


Riferimento Maggiore:

Ionica

Lidia

IV

II IV
V VII

III

Riferimento minore:

VI

Eolia

Dorica

VI

II

27/11/2013

Riferimento Maggiore
A volte la 4 e la 4# creano dissonanza:
scala

gradi

intervalli

Ionica

7+

TTSTTTS

IV

Lidia

4#

7+

TTTSTTS

7+

T T T1/2 T T S

S6-Maj

Scala Maggiore a 6 note

Riferimento minore
A volte la 6 e la 6m creano dissonanza:
scala

gradi

intervalli

II

Dorica

3m

TSTTTST

VI

Eolia

3m

6m

TSTTSTT

3m

T S T T T1/2 T

S6-min

Scala minore a 6 note

27/11/2013

Semplificazione dei modi


Dunque possiamo usare lo stesso tipo di scala su
ciascun gruppo:
Riferimento Maggiore:
[ 1 2 3 4 5 7+ ]

S6-Maj

I
III

Riferimento minore:
[ 1 2 3m 4 5 7 ]

VI

IV
II IV
V VII

VI

S6-min

S6-Maj

S6-min

II

Esempio in Do Maggiore
stesso tipo di scala,
ma note diverse

Riferimento
f
Maggiore:
[ 1 2 3 4 5 7+ ]

scale diverse,
ma stesse note

Riferimento minore:
[ 1 2 3m 4 5 7 ]

S6-Maj(C)
j( )

S6-Maj(F)
j( )

C
E-7 A-7

D-7 F
G7 B

S6-min(A)

S6-min(D)

stesso tipo di scala,


ma note diverse

27/11/2013

Confronto tra gruppi


Le scale di riferimento tra i due gruppi della stessa
tonalit differiscono solo per una nota:
Rif. Maj

S6-Maj (C)

do

re

IV

S6-Maj (F)

7+

mi sol

la

si

fa sol

la

do

re

mi

Rif. min

3m

VI

S6-min (A)

la

si

do

re

mi sol

II

S6-min (D)

re

mi

fa

sol

la

do

Confronto tra gruppi


Nei passaggi di accordi tra un gruppo e l'altro
insistere sulla nota diversa fa risaltare il passaggio:
Cmaj7
I

A-7

D-7

G7

VI

II

Gruppo 1

Gruppo 2

S6-min (A)

S6-min (D)

[la si do re mi sol]

[re mi fa sol la do]

scegliendo il
Rif. min si ha:

10

27/11/2013

Esempio d'uso
F-7

Bb7

Eb

C-7

Ab

C-7

Traduzione in gradi
II Eb

VEb

I Eb

VI Eb

IVEb

VII Eb

VI Eb

Raggruppamento

Gruppo 2

Gruppo 1

Gruppo 2

Gruppo 1

S6-min (F)

S6-min (C)

S6-min (F)

S6-min (C)

S6-Maj (Ab)

S6-Maj (Eb)

S6-Maj (Ab)

S6-Maj (Eb)

Uso della pentatonica


Le scale di riferimento tra i due gruppi della stessa
tonalit differiscono solo per una nota:
Rif. Maj

P-Maj (C)

do

IV

P-Maj (F)

re

mi sol

la

fa

sol

la

do

re

Rif. min

3m

VI

P-min (A)

la

do

re

mi sol

II

P-min (D)

re

fa

sol

la

do

11

27/11/2013

Scale su tonalit minore


Come si visto, i gradi della tonalit minore possono
essere suddivisi in 3 gruppi:
I

II

III

IV

VI

VII

A-

C#5

D-7

E7

G#7o

III

Gruppo 1
S6-min (A)

II IV VI

V VII

Gruppo 2
S6-min (D)

Gruppo 3
Min-Arm (A)

Fondamenti di Armonia - Giorgio Buttazzo

23

Esempio d'uso
F

G#7

D-7

E7

A-7

Traduzione in gradi
VI A-

VIIA-

IVA-

III A-

G2

G3

G2

G1

S6-min (D)

S6-min (D)

Min-Arm (A)

IIA-

VA-

G2

G3

S6-min (D)

S6-min (A)

I A-

G1
S6-min (A)

Min-Arm (A)

12