Sei sulla pagina 1di 89

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE

PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

BANDO DI PROCEDURA APERTA SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I


CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE.
(Servizio di cui allallegato II B D.Lgs. 163/2006)
- Codice Identificativo C.I.G. 560657433A
1.

STAZIONE APPALTANTE: Comune di Civitanova Marche, P.zza XX

Settembre, 93 62012 Civitanova Marche Tel n. 0733/822297 Fax n.


0733/822296 C.F.-P.I. n. 00262470438.
2. PROCEDURA DI GARA: Offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi dellart. 83
D.Lg.vo n. 163/2006, degli articoli specificatamente richiamati dal presente bando e degli
articoli 68-65-225 e s.m.i.;
3. OGGETTO DELLAPPALTO: Servizi cimiteriali presso i civici cimiteri del Comune di
Civitanova Marche come dettagliatamente specificato allart.7 lett.a) del Disciplinare di Gara;
3.1 Cat. del Servizio n. 27 Altri servizi;
- CPV: n.ro 98371110-8
4. LUOGO, IMPORTO COMPLESSIVO DEL SERVIZIO, ONERI PER LA SICUREZZA
E DURATA:
4.1. Luogo di esecuzione: Civici Cimiteri del Comune di CivitanovaAlta e Civitanova Porto;
4.2. Importo annuale a base dasta: E. 96.152,00 (IVA esclusa), compresi oneri per la
sicurezza non soggetti a ribasso pari ad Euro 3.000,00;
4.3. Durata: Anni 2;
4.4. Importo Complessivo del servizio a base dasta: E. 192.304,00 (IVA esclusa) di cui E.
6.000,00 non soggetti a ribasso;
5. REQUISITI DI PARTECIPAZIONE:
Sono ammessi a partecipare alla gara i soggetti individuati dagli artt. 34 e segg. del D.Lgs. n.
163/2006, che siano in possesso, a pena di esclusione, dei requisiti di ordine generale, di capacit
economica e finanziaria, tecnica e professionale, come di seguito specificatamente indicati:
5.1 Requisiti di ordine generale:
Attestati con:
A) Inesistenza della cause di esclusione previste dallart. 38 del D.Lgs. n. 163/2006, indicate
dettagliatamente nellistanza di partecipazione;
B) Essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili di cui alla L. n.
68/99;

Pagina 1

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

C) Insussistenza delle cause di esclusione di cui alla L. 266/2002 (emersione del Lavoro
Sommerso), ovvero di cause analoghe per gli appartenenti ad altri Stati membri della UE;
D) Non essersi avvalsi dei piani individuali di emersione dal lavoro di cui alla L. 383/2001
(Rilancio dellEconomia Sommersa) ovvero di essersi avvalsi dei piani individuali di
emersione di cui alla L. 383/2001, ma che il periodo di emersione si concluso alla data di
scadenza del presente bando.
5.2- Requisiti di idoneit professionale:
Attestati con:
A) Iscrizione alla Camera di Commercio per lattivit inerente loggetto dellappalto, ovvero, in
caso di impresa avente sede allestero, iscrizione in uno dei registri professionali o
commerciali dello stato di residenza ai sensi dellart. 39 del D.Lgs. n. 163/2006;
5.3 - Requisiti di capacit economica e finanziaria:
Attestati con :
A) idonea dichiarazione bancaria rilasciata da almeno 2 Istituti bancari o intermediari autorizzati ai
sensi del D.Lgs. n. 385/1993, in data non anteriore a tre mesi rispetto a quella di scadenza per la
presentazione delle offerte.
5.4 - Requisiti di capacit tecnica e professionale:
Attestati con :
A) Aver svolto nel periodo 2003-2012 la gestione con esito positivo, per la durata continuativa
di almeno 2 anni, sul territorio di un Comune avente densit demografica non inferiore a
20.000 abitanti, inerente operazioni cimiteriali (inumazioni, esumazioni, tumulazioni,
estumulazioni, traslazioni ecc..);
B) Avere una dotazione minima di attrezzature richiesta allart. 6.2 del C.S.A. (allegato G):
5.5 Riunione dImprese e Consorzi:
In caso di raggruppamento temporaneo di imprese o consorzi ordinari, i requisiti di cui ai precedenti
punti 5.1 5.2 5.3 5.4 devono essere cos ripartiti, a pena di esclusione:
ciascuna Impresa o Consorzio deve essere in possesso dei requisiti di cui:
- al punto 5.1, lettere: A), B),C), D);
- al punto 5.2, lett. A);
Il requisito di cui al punto 5.3 deve essere cos ripartito:
lImpresa Capogruppo deve possedere almeno una idonea dichiarazione bancaria;
unaltra impresa mandante deve possedere la restante idonea dichiarazione bancaria;

Pagina 2

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Il requisito di cui al punto 5.4 lett. A), deve essere cos ripartito:
lImpresa Capogruppo deve possedere almeno il 60% del periodo richiesto pari comunque
ad almeno 15 mesi continuativi sul territorio di un Comune avente densit non inferiore a
20.000 abitanti;
le altre imprese mandanti devono possedere il restante periodo di tempo continuativo fino al
raggiungimento dei 2 anni minimi previsti, fermo restando comunque che il Comune deve
avere densit demografica non inferiore a 20.000 abitanti;
Il requisito di cui al punto 5.4 lett. B) deve essere cos ripartito:
cumulativamente in dotazione allATI partecipante;
6. DOCUMENTAZIONE: il Capitolato di gara, il Disciplinare di gara Allegato Mod. F)
ed il Capitolato dAppalto Allegato mod. D) che costituiscono tutti parte integrante e
sostanziale del presente bando e contengono tutte le norme integrative relative alle modalit di
partecipazione alla gara, alle modalit di compilazione e presentazione dellofferta, ai
documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dellappalto,
sono visibili presso: Ufficio Contratti-Appalti - ESCLUSIVAMENTE NELLA
MATTINATA DEI GIORNI MARTEDI E VENERDI : 10,30 13,00.
E inoltre possibile scaricare
www.comune.civitanova.mc.it. .

lintera

documentazione

dal

sito

del

Comune

7. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:
Offerta economicamente pi vantaggiosa ai sensi degli artt. 53 e 83 del D.Lgs.n.163/2006 ed art.
120 del D.PR. n.207/2010, con attribuzione di un punteggio massimo di 100 punti.
In relazione al servizio da appaltare vengono presi in considerazione i seguenti elementi di
valutazione a ciascuno dei quali viene attribuito un punteggio massimo pari a:
A) Offerta Economica
punti 35/100;
B) Altri elementi di valutazione
punti 65/100.
Le modalit di assegnazione dei punteggi sono dettagliatamente indicate allart. 10 del
Disciplinare di gara.
8. CAUZIONI E GARANZIE richieste: Vedi art. 16 del Disciplinare di Gara.
9. FINANZIAMENTO DEI LAVORI : Fondi propri di bilancio cap. 1903.2;
10. PAGAMENTI: il pagamento delle prestazioni verr effettuato ogni tre mesi come
dettagliatamente indicato allart. 17 Disciplinare di Gara.

11. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA DI PRESENTAZIONE E


DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:
11.1 termine: 18.03.2014 - ore 13,00;
11.2 indirizzo: Comune di Civitanova Marche, P.zza XX Settembre, n. 93 - Tel. n.
0733/822297 Fax n. 0733/822296

Pagina 3

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

11.3 modalit: secondo quanto previsto nellart. 1 del Capitolato di gara, allegato al presente
bando, costituente parte integrante e sostanziale dello stesso;
11.4 apertura buste con documentazione di ammissione: 19.03.2014 - ore 9,30 presso Sala
dellAmicizia Piano 2 della Sede Comunale.
12. SPESE CONTRATTUALI: a totale carico dellaggiudicatario.
13. Ai sensi dellart. 65, c. 4 e art. 225, c. 8 del D.Lgs. 163/2006, la Stazione Appaltante comunica
che non intende pubblicare lesito di gara. Lo stesso verr pubblicato esclusivamente sul sito
internet dellEnte (Vedi anche Art. 4.1 del Capitolato di Gara).
14. Il presente provvedimento impugnabile unicamente mediante ricorso al Tribunale
Amministrativo competente entro 30 giorni.
15. Responsabile del Procedimento: Ing. Franco Capozucca (0733/822.320) al quale la ditta potr
rivolgersi per informazioni di carattere tecnico, mentre per informazioni relative alla procedura di
gara potr contattare la Dott.ssa Elga Angelini - Ufficio Contratti-Appalti, P.zza XX Settembre, n.
93, tel. 0733/822.296.
Civitanova Marche, li 20.02.2014

IL DIRIGENTE SETTORE V^
f.to Ing. Franco Capozucca
e.an/mg

Pagina 4

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

CAPITOLATO DI GARA
ART. 1 - MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE
I plichi contenenti la documentazione per partecipare allappalto devono pervenire, a mezzo
raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine
perentorio del 18.03.2014, ore 13,00 allindirizzo che segue; altres facolt dei concorrenti la
consegna a mano dei plichi, allUfficio Protocollo della stazione appaltante, sito al piano terra
della Sede Comunale Palazzo Sforza P.zza XX Settembre Civitanova Marche, durante
lorario di apertura al pubblico sotto indicato:
LUNEDI
10.30 13.00
MARTEDI
MERCOLEDI
GIOVEDI
VENERDI
10.30 13.00 / 15,30 17,30
10.30 13.00
15.30 17.30
10.30 13.00
Il recapito del plico rimane ad esclusivo rischio dei mittenti per cui lEnte Appaltante non assume
responsabilit alcuna qualora per qualsiasi motivo il plico non venga recapitato in tempo utile.
I plichi devono essere idoneamente sigillati con ceralacca, controfirmati sui lembi di chiusura, e
devono recare allesterno oltre allintestazione del mittente ed allindirizzo dello stesso le
indicazioni relative alloggetto della gara, al giorno e allora dellespletamento della
medesima.
Il plico deve contenere al suo interno le (3) tre buste a loro volta sigillate e controfirmate sui lembi di
chiusura, recanti lintestazione del mittente e la dicitura rispettivamente:
- busta n. 1: Contiene documenti amministrativi GARA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI
CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE;
- busta n. 2: Contiene offerta tecnico qualitativa GARA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI
CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE;
- busta n. 3: Contiene offerta economica GARA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI
CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE;
* La busta contraddistinta con il n.ro 1 Documentazione amministrativa Gara per l
affidamento dei servizi cimiteriali presso i civici cimiteri del Comune di Civitanova Marche
deve contenere quanto segue:
1) istanza di partecipazione alla gara in bollo da 16,00 contenente la connessa
dichiarazione unica, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente. Nel caso di
imprese che intendano presentare offerte in Raggruppamento Temporaneo o Consorzio
ordinario di concorrenti o con l'impegno di costituire un Raggruppamento Temporaneo o
Consorzio ordinario di concorrenti, la domanda di partecipazione con annessa
dichiarazione deve essere redatta e sottoscritta da ciascuna impresa raggruppata o
raggruppanda ovvero consorziata, pena lesclusione, dalla gara. Alla domanda, in
alternativa all'autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di
esclusione, copia fotostatica di un documento di identit del/dei sottoscrittore/i; la
domanda pu essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal
caso va allegata copia autentica della relativa procura. Listanza di ammissione alla gara e

Pagina 5

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

connessa dichiarazione unica, redatta utilizzando lallegato Modello A) del presente


Disciplinare di cui parte integrante, dovr contenere quanto in esso previsto;
2) dichiarazione di almeno 2 Istituti bancari o intermediari autorizzati attestanti la
capacit economica e finanziaria del concorrente, rilasciata in data non anteriore a mesi tre
rispetto a quella di scadenza per la presentazione delle offerte. In caso di raggruppamento
temporaneo di imprese o consorzio, la dichiarazione di cui al presente punto deve essere
fornita da ciascuna impresa partecipante al raggruppamento o consorziata;
3) cauzione provvisoria di importo pari almeno al 2% di quello a base di gara, cio pari
almeno ad 3.846,08 (euro tremilaottocentoquarantasei/08), salva riduzione c. 7 ex art.
75 del D.Lgs. 163/2006, costituita come segue:
- con i contenuti e le modalit dell'art.75 del D.Lgs n.163/2006, qualora non costituita
mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa fideiussoria;
- mediante fideiussione bancaria o polizza assicurativa fideiussoria ai sensi dellart.75,
commi 4 e 5, anche presentando lallegato modello H) approvata con il Decreto Ministero
Attivit Produttive n.123/2004, la quale deve prevedere espressamente la rinuncia
allaccezione di cui allart.1957, c.2, del c.c.;
- In entrambi i casi deve essere corredata dallimpegno del fideiussore a rilasciare la
garanzia fidejussoria per lesecuzione del contratto di cui al comma 8 dellart.75 del
D.Lgs n.163/2006, qualora lofferente risultasse aggiudicatario ( garanzia fidejussoria del
10% dellimporto contrattuale).
Loperatore economico, qualora voglia usufruire della riduzione ex art.75 del D.Lgs
n.163/2006, deve dichiarare il possesso, in corso di validit, del sistema di qualit
conforme alle norme europee serie UNI EN ISO 9000 e alla vigente disciplina
nazionale, rilasciata da soggetti accreditati ai sensi delle norme europee della serie
UNI CEI EN 45000 o della serie UNI CEI EN Iso/Iec 17000, o presentare la relativa
certificazione secondo la normativa in materia di autenticazione di copie di cui agli
artt. 18, 19 e 19-bis del DPR n.445/2000.
La data dellinizio della garanzia fidejussoria quella della scadenza della
presentazione dellofferta (18.03.2014). Si precisa che la cauzione provvisoria
elemento essenziale dell'offerta, ai sensi del combinato disposto degli artt. 75, comma 1,
4 e 46, c.1-bis del Codice. Conseguentemente, l'offerta non corredata dalla cauzione
provvisoria, cos come prevista dal Codice, sar esclusa.
In caso di raggruppamenti temporanei non ancora costituiti tale polizza provvisoria
deve essere intestata all ATI e sottoscritta dal soggetto mandatario in nome e per conto
della costituenda ATI, e potr essere ridotta ai sensi dellart. 75 del D. Lgs. n. 163/2006,
solo se tutti i componenti il raggruppamento risulteranno in possesso della prescritta
certificazione o dichiarazione di qualit;
4) copia autentica dellatto costitutivo con mandato collettivo irrevocabile con
rappresentanza conferito alla mandataria, ovvero dell'atto costitutivo del Consorzio, in
caso di Raggruppamento Temporaneo di Imprese o Consorzio gi costituiti;
oppure, in alternativa

Pagina 6

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

in caso di Raggruppamento Temporaneo di Imprese o Consorzio non ancora costituiti,


dichiarazione, resa sulla base dellallegato Modello B) al presente Disciplinare di gara,
dal legale rappresentante di ogni Impresa raggruppanda o da persona dotata di idonei e
comprovati poteri di firma attestante limpegno a costituire, in caso di aggiudicazione
dell'appalto, un Raggruppamento Temporaneo di Imprese o consorzio ordinario prima
della sottoscrizione del contratto, con mandato collettivo speciale con rappresentanza
allimpresa indicata come mandataria, la quale stipuler il contratto in nome e per conto
proprio e dei mandanti;
5) Copia della ricevuta di pagamento di E. 20,00 (venti/00), rilasciata dal nuovo servizio
di Riscossione (scontrino Lottomatica ovvero ricevuta di pagamento on line) quale
dimostrazione dellavvenuto versamento del contributo allAutorit, pena inammissibilit
dellofferta. Si specifica che i soggetti tenuti al versamento del contributo dovranno
preventivamente richiedere le proprie credenziali iscrivendosi on line al nuovo servizio
di riscossione, che disponibile sul sito dellAutorit dal 1 Maggio 2010,
indipendentemente dalla modalit di versamento utilizzata ed anche se gi iscritti al
vecchio servizio.
Gli operatori economici per effettuare il pagamento dovranno collegarsi al servizio con
le nuove credenziali e inserire il codice CIG che identifica la procedura alla quale si
intende partecipare.
Il sistema consentir il pagamento diretto mediante carta di credito oppure la produzione
di un
modello da presentare a uno dei punti vendita Lottomatica Servizi. Sono quindi
consentite due modalit di pagamento della contribuzione:
online mediante carta di credito;
presso la rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini, con il
modello rilasciato dal portale dellAVCP.
6) Elenco dei principali servizi prestati nel periodo dal 2003 2012 reso sulla base
dellallegato Mod. C) corredato da almeno 1 certificato rilasciato da un Comune con
densit demografica non inferiore a 20.000 abitanti attestante di aver eseguito con esito
positivo il servizio inerente operazioni cimiteriali per la durata continuativa di almeno 2 anni;
7) Elenco degli automezzi e delle attrezzature minime in dotazione dellimpresa
partecipante (vedi punto 6.2 del Capitolato dAppalto) da destinare alla gestione dei cimiteri
comunali, reso sulla base dellallegato Mod. G);

8) Dichiarazione di sopralluogo ai civici cimiteri di Civitanova Marche del Titolare, Legale


Rappresentante della Societ o Procuratore (la Capogruppo nel caso di Imprese Riunite),
rilasciato da un Tecnico del Settore LL.PP.. Il sopralluogo dovr essere richiesto allUfficio Tecnico
ai seguenti numeri telefonici 0733-822.409-414 (Ulteriori dettagli vedasi disciplinare di gara art.
8).
Il soggetto che effettuer il sopralluogo, potr rappresentare una sola Impresa.

Pagina 7

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

N.B.1: E consigliabile presentarsi gi muniti di copie del documento di identit e della eventuale
procura;
N.B.2: Qualora nessuna delle figure sopra indicate, possa recarsi direttamente dinanzi al personale
menzionato, il legale rappresentante o direttore tecnico, o titolare, pu delegare, esclusivamente a
mezzo di procura redatta in forma pubblica notarile, una terza persona.
9) Copia dellatto di nomina del Legale Rappresentante;
10) Eventuale Passoe rilasciato dal servizio AVCPASS, per procedere alla verifica dei
requisiti di carattere generale, tecnico-organizzativa, economico-finanziario.
La stazione appaltante escludera i concorrenti in caso di mancato adempimento alle
prescrizioni previste dal D.Lgs n.163/2006 e da altre disposizioni di legge vigenti, nonch nei
casi di incertezza assoluta sul contenuto o sulla provenienza dellofferta, per difetto di
sottoscrizione o di altri elementi essenziali ovvero in caso di non integrit del plico contenente
l'offerta o altre irregolarit relative alla chiusura dei plichi, tali da far ritenere, secondo le
circostanze concrete, che sia stato violato il principio di segretezza delle offerte.
* La busta contraddistinta con il n.ro 2 Offerta tecnico qualitativa Gara affidamento dei
servizi cimiteriali presso i civici cimiteri del Comune di Civitanova Marche deve contenere
quanto segue:
A) STRUTTURA OPERATIVA DEL CONCORRENTE (esclusi i 2 anni richiesti per
lammissione)
B) MIGLIORIE OBBLIGATORIE di cui allart. 3.1 3.2 3.3 del C.S.A. con allegate
descrizioni delle migliorie proposte, schemi planimetrici, ed eventuali schede tecniche,
senza alcun riferimento di natura economica
C) EVENTUALI SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA PER LENTE di cui allart. 3.4
C.S.A., attinente il servizio oggetto dellappalto, con allegate descrizioni delle migliorie
proposte, schemi planimetrici, ed eventuali schede tecniche; con indicazione della
tempistica di esecuzione dalla data della stipula del contratto, senza alcun riferimento di
natura economica.
Inoltre tale busta dovr contenere una nota riportante lelenco dei documenti
contenuti che verr riscontrato dalla Commissione Amministrativa di Gara.
N.B.1:Tale busta a pena di esclusione non dovr contenere nessun documento con
riferimenti economici sia totali che parziali, tali da dare inidicazioni sia direttamente che
indirettamente sullofferta economica.
N.B.2 - Nel caso di ATI non ancora costituiti, tutte le dichiarazioni, ecc. incluse nella busta
n. 2, devono essere sottoscritte da ogni soggetto intenzionato a costituire lATI, con
allegata la fotocopia non autentica del documento di identit dei sottoscrittori.

Pagina 8

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

* La busta contraddistinta con il n.ro 3 Offerta Economica Gara affidamento dei servizi
cimiteriali presso i civici cimiteri del Comune di Civitanova Marche deve contenere quanto
segue:
1) Offerta in bollo da E. 16,00 sottoscritta dal legale rappresentante, contenente
l'indicazione in cifre ed in lettere della percentuale di ribasso sullimporto complessivo a
base dasta. Tale documento deve contenere lesatta ragione sociale della Societ e
loggetto dellappalto. La suddetta offerta, redatta utilizzando lAllegato Modello B)
dovr contenere quanto in esso previsto.
NB: Si ricorda che limporto complessivo del servizio a base di gara di E. 192.304,00 (IVA
esclusa) di cui E. 6.000,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso ed il max punteggio
attribuibile pari a 35 punti.
2) Relazione contenente lanalisi economica a giustificazione del prezzo offerto, finalizzata
alla eventuale applicazione dellart. 86 del D. Lgs. 163/2006. Per ulteriori dettagli vedasi
disciplinare di gara art.3.
In caso di Raggruppamento Temporaneo non ancora costituito, le imprese dovranno indicare
le parti del servizio o la quota percentuale di esso, che le stesse andranno ad eseguire ed essere
sottoscritta da tutte le imprese intenzionate a costituire lATI, mentre in caso di ATI gi
costituita, lofferta deve essere firmata dal legale rappresentante dell'Impresa mandataria.
Si precisa inoltre che:
a) la busta contenente l'offerta economica non dovr contenere altri documenti oltre a quelli di
cui sopra indicati;
b) oltre il termine di scadenza per la presentazione dell'offerta non resta valida alcuna offerta,
anche se sostitutiva o aggiuntiva ad offerta precedente, e non si far luogo a gara di
miglioria, n sar consentita in sede di gara la presentazione di altra offerta;
c) sono in ogni caso escluse dalla gara: le offerte alla pari o in aumento; le offerte parziali; le
offerte recanti abrasioni; le offerte condizionate; quelle espresse in modo indeterminato o
con riferimento ad offerta relativa ad altro appalto;
d) in caso di discordanza tra ribasso indicato in cifre e quello indicato in lettere, sar ritenuto
valido quello pi vantaggioso per lAmministrazione appaltante;
e) in caso di offerte uguali si proceder allaggiudicazione mediante sorteggio.
La stazione appaltante escluder i concorrenti in caso di mancato adempimento alle
prescrizioni previste dal D.Lgs n. 163/2006 e da altre disposizioni di legge vigenti, nonch nei
casi di incertezza assoluta sul contenuto o sulla provenienza dellofferta, per difetto di
sottoscrizione o di altri elementi essenziali ovvero in caso di non integrit del plico contenente
l'offerta o altre irregolarit relative alla chiusura dei plichi, tali da far ritenere, secondo le
circostanze concrete, che sia stato violato il principio di segretezza delle offerte.
ART. 2 - SVOLGIMENTO DI GARA
Nel giorno indicato dal bando per lapertura del plico, la Commissione di Gara valuter i documenti
amministrativi di ammissione contenuti nella busta n. 1 di ciascuna Societ.
Ad avvenuta ammissione delle Societ, la Commissione di gara proceder allapertura della busta
n. 2 per riscontrare solamente lelenco dei documenti contenuti. Le buste n. 2 contenente gli

Pagina 9

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

elaborati tecnici delle Societ ammesse, verranno inviate alla Commissione Esaminatrice per il
giudizio tecnico.
La Commissione Esaminatrice, in una o pi sedute riservate, esaminer i documenti contenuti nella
busta n. 2 ed attribuir un punteggio, cos come indicato allart. n.10 del Disciplinare di gara,
redigendo specifico verbale finale.
Completata la fase di attribuzione del punteggio tecnico, gli elaborati contenuti nella busta n.2 ed i
verbali della Commissione tecnica, verranno immediatamente rimessi alla Commissione di gara per
lavviso ai concorrenti e lapertura della busta n.3.
La commissione di gara comunicher alle Ditte a mezzo telegramma, Fax o E-Mail il giorno della
seduta pubblica, anche solamente il giorno precedente a quello di apertura della suddetta busta n. 3.
Avvenuta lapertura delle buste n. 3, la Commissione di gara attribuir i punteggi. Questi sommati
ai valori tecnici di ciascun concorrente, formeranno la graduatoria di merito determinando cos
lofferta economicamente pi vantaggiosa. Il Comune non risponder del mancato ricevimento della
comunicazione di avviso di apertura della busta n. 3, n le Societ potranno accampare diritti di
sorta.
Il concorrente primo classificato otterr laggiudicazione provvisoria dal Comune.
Nel caso di parit di punteggio prevarr la Societ che ha offerto il ribasso pi vantaggioso e in caso
di ulteriore parit si proceder a sorteggio.
Il giudizio tecnico della Commissione Esaminatrice nominata dal Comune insindacabile.
Ai sensi dellart.11, commi 9 e 10, del D.Lgs.n.163/2006 la stipulazione del contratto di appalto
avr luogo entro il termine di 60 gg. dallefficacia dellaggiudicazione definitiva, termine durante il
quale lofferta dellaggiudicatario irrevocabile. Il contratto non potr comunque essere stipulato,
salvo quanto previsto dal comma 10-bis, lett.a), prima di 35 gg. dallinvio dellultima delle
comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione definitiva ai sensi dellart.79. Si richiama
inoltre quanto previsto dallart.11, comma 9 in ordine alle ipotesi di esecuzione durgenza e comma
10-ter in ordine alle ipotesi di sospensione del termine di cui sopra.
Le offerte hanno validit per 180 gg. dalla data di scadenza del termine di presentazione
dellofferta, fatta salva la facolt della stazione appaltante di richiedere agli offerenti il differimento
del termine ai sensi dellart.11, c.9, e 140 del D.Lgs n.163/2006, in caso di fallimento
dell'appaltatore o di risoluzione del contratto di appalto per grave inadempimento dell'originario
appaltatore. Sono fatte salve altres, tutte le conseguenze di legge e di capitolato derivanti dalla
risoluzione del contratto stesso.
ART. 3 - OBBLIGHI A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA

Per quanto riguarda gli obblighi a carico della Ditta aggiudicataria si richiamano le norme, le
prescrizioni e condizioni vigenti in materia di appalti di servizi pubblici, quelle contenute nel
Capitolato Generale per quanto in vigore e nel Disciplinare di gara.
L aggiudicatario si impegna inoltre sin da ora:
A) ai sensi dellart. 3 della L.13.08.2010, n. 136 e successive modifiche:
- ad assumere tutti gli obblighi relativi alla tracciabilita dei flussi finanziari;

Pagina 10

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- a comunicare, prima della stipula del contratto, il c/c bancario o postale su cui lAmministrazione
dovra effettuare tutti i pagamenti relativi al presente appalto;
- ad effettuare i pagamenti relativi ad eventuali subappalti o sub contratti esclusivamente tramite c/c
bancario o postale ed a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante ed alla PrefetturaUfficio Territoriale del Governo della Provincia di Macerata, della notizia dellinadempimento della
propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di tracciabilita finanziaria.
N.B.: Laggiudicatario che effettuera pagamenti al di fuori delle modalita sopra indicate,
incorrera nella risoluzione del contratto.
B) Ai sensi e per gli effetti della direttiva del Ministero dellInterno del 23.06.2010 in materia di
controlli antimafia preventivi nelle attivita a rischio di infiltrazione da parte delle organizzazioni
criminali, a comunicare a questa stazione appaltante lelenco (ed ogni eventuale variazione
successivamente intervenuta per qualsiasi motivo) delle imprese eventualmente coinvolte nel piano
di affidamento, con riguardo alle forniture e servizi elencati nellallegato 1) della direttiva stessa.
Di conseguenza, con la partecipazione alla presente gara, le imprese si impegnano inoltre ad
interrompere ogni rapporto di fornitura con gli operatori economici nei cui confronti il Prefetto
abbia emesso informazioni a carattere interditivo.
Inoltre, da ultimo si richiama il disposto di cui agli artt.1-bis della L. 18-10-2001 n. 383 e s.m. e 2
della L.n.266/2002, come ribadito dallart. 38 del D.Lgs.n.163/2006, che rispettivamente
prevedono:
C) Ai sensi dellart.1-bis. Comma 14, L.n.383/2001 I soggetti che si avvalgono dei piani
individuali di emersione sono esclusi dalle gare di appalto pubblico fino alla conclusione del
periodo di emersione.
ART. 4 - ALTRE INFORMAZIONI:
1) N.B. Terminata la gara ed attribuiti i relativi punteggi, i risultati verranno prontamente pubblicati
sul sito internet dellEnte: www.comune.civitanova.mc.it.
Si invitano pertanto le imprese partecipanti alla gara, a non chiedere telefonicamente informazioni
in merito che comunque non saranno evase.
2) laggiudicatario dovr prestare:
- cauzione definitiva non inferiore al 10% dellimporto del contratto, incrementabile in funzione
dellofferta, ai sensi dellart. 113 D. Lgs. n. 163/06, mediante fidejussione conforme allo schema
1.2 di cui al D. M. n. 123/04;
- polizza per danni, ai sensi dell'art. 129, comma 1 del D. Lgs. n. 163/06, (polizza assicurativa
C.A.R.) che tenga indenne la stazione appaltante da tutti i rischi di esecuzione da qualsiasi causa
determinati, per una somma non inferiore ad Euro 500.000,00 (cinquecentomila/00) (schema tipo
2.3 di cui al D. M. n. 123/04).
La polizza deve inoltre assicurare la stazione appaltante contro la responsabilit civile per danni
causati a terzi nel corso dell'esecuzione dei lavori (R.C.T.) con un massimale non inferiore ad
Euro 1.500.000,00 (unmilionecinquecentomila/00) (schema tipo 2.3 di cui al D. M. n. 123/04).

Pagina 11

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

N. B.: - Le imprese munite della certificazione del sistema di qualit della serie europea "UNI CEI
ISO 9000", ai sensi degli artt. 2, lett. q) e 4 del DPR n. 34/2000, in corso di validit, costituiranno le
cauzioni ridotte del 50%, ai sensi dellart. 40 del D. Lgs. n. 163/06.
N.B.: - In caso di partecipazione alla gara in raggruppamento temporaneo di concorrenti la cauzione
dovr menzionare espressamente tutte le ditte facenti parte dellAti e potr essere ridotta solo se
tutte le imprese facenti parte del raggruppamento siano in possesso della certificazione o
dichiarazione di qualit ( Art. 128 del DPR 207/2010 e Art. 75 del D.Lgs. 163/2006).
3) non sono ammessi a partecipare alla gara i soggetti che si trovano nelle condizioni di cui
allarticolo 38, del D.Lg.vo n. 163/2006, e di cui alla legge 68/99 (norme per il diritto dei lavori dei
disabili); non sono altres ammesse alla gara, le imprese che si trovano fra di loro in una delle
situazioni di controllo di cui allart. 23 del Codice Civile e quelle nella quale siano configurate
evidenti situazioni di comune centro di interesse con conseguente violazione dei principi di par
condicio dei concorrenti e di segretezza dellofferta;
4) si proceder allaggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida;
5) DUVRI: non necessita;
6) La stazione appaltante si riserva la facolt, in caso di fallimento o di risoluzione del contratto per
grave inadempimento delloriginario appaltatore, di interpellare il secondo classificato al fine di
stipulare un nuovo contratto per il completamento dei lavori alle medesime condizioni economiche
gi proposte in sede di offerta (art.140 D. Lgs. 163/2006);
7) Il Comune si riserva il diritto insindacabile, nellinteresse pubblico, di annullare, sospendere,
revocare la gara, revocare laggiudicazione senza che la Societ possa accampare o vantare alcun
diritto o rivalsa, n richiedere compensi di sorta, n rimborsi spese.
8) Ai sensi dellart.16, comma 10, del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito con
modificazioni nella Legge 28/1/2009 n. 2 In attuazione dei princpi stabiliti dallarticolo 18,
comma 2, della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, e dallarticolo 43, comma
5, del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, le
stazioni appaltanti pubbliche acquisiscono dufficio, anche attraverso strumenti informatici, il
documento unico di regolarit` contributiva (DURC) dagli istituti o dagli enti abilitati al rilascio in
tutti i casi in cui richiesto dalla legge.
9) La Stazione Appaltante non proceder alla verifica dei requisiti di cui allart. 48 del D.Lgs.
163/2006, in presenza di Imprese delle dimensioni di cui al P.M.I. di cui la Raccomandazione
2003/361/CEE del 6.5.2003 (Allegato I).
10) Ai sensi del D.Lgs. 196 del 30.06.2003 e s.m.i., i dati forniti dalle imprese concorrenti sono
trattati per le finalit connesse alla presente gara e per leventuale successiva stipula e
gestione del contratto, il loro conferimento obbligatorio per le ditte che vogliano
partecipare alla gara e lambito di diffusione dei dati medesimi quello definito dalla L. n.
241/1990 e dalla normativa vigente in materia di contratti pubblici.

Pagina 12

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

La ditta aggiudicataria dellappalto, dovr presentare a sua cura e spese, il piano sostitutivo di
sicurezza e relativo piano operativo, ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e s.m.ii.. Pertanto ne dovr tener
conto in sede di formulazione dellofferta.
e.an/mg
Modelli Allegati:
- Mod. A) Istanza di Ammissione e dichiarazione unica;
- Mod. B) Eventuale dichiarazione di impegno a costituirsi in R.T.I.;
- Mod. C) Elenco servizi prestati;
- Mod. D) Capitolato dAppalto;
- Mod. E) Offerta economica;
- Mod. F) Disciplinare di Gara;
- Mod. G) Dichiarazione Dotazione di attrezzatura;
- Mod. H) Scheda per polizza;
- Mod. I) Definizione micro, piccola e media impresa.

Pagina 13

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Modello A)
Bollo
. 16.00

Al Comune di Civitanova Marche


P.zza XX Settembre, 93
62012 CIVITANOVA MARCHE

OGGETTO: Istanza di ammissione e Dichiarazione sostitutiva relativa alla procedura aperta per
lappalto SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI
CIVITANOVA MARCHE.
CIG N. 560657433A
Il sottoscritto ___________________________________________________________________
nato a ________________________________________________ (___) il __________________
residente nel Comune di ___________________________________________________________
CAP_____________Prov. __________________ via ___________________________________
_____________________________________________________________________ n.________
(

) in qualit di Titolare (

) Legale Rappresentante (

) Procuratore

dellImpresa_____________________________________________________________________
_______________________________________________________________________________
con sede in __________________________________________________ (CAP. _____________ )
Prov.___, Via ______________________________________________________, n.___________
partita IVA ___________________ codice fiscale _______________________________________
telefono n. _______________, telefax n. ______________, e mail __________________________
PEC __________________________________________________;

Pagina 14

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

con espresso riferimento allimpresa concorrente che rappresenta


CHIEDE
- di partecipare alla gara in oggetto come (barrare la casella che interessa):
q impresa singola
q in raggruppamento temporaneo in qualit di capogruppo
q in raggruppamento temporaneo in qualit di mandante
con le seguenti imprese (indicare la denominazione e la sede legale di ciascuna impresa)
impresa capogruppo:

imprese mandanti:

A tal fine, ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000 n.445, consapevole delle
sanzioni penali previste dall'articolo 76 del medesimo DPR 445/2000, per le ipotesi di falsit in atti
e dichiarazioni mendaci ivi indicate,
DICHIARA:

a) che la menzionata Ditta iscritta allUfficio del Registro delle Imprese istituito presso la
C.C.I.A.A. di .......................................................

per la seguente attivit dimpresa:

e che i dati di iscrizione sono i seguenti:


(per le imprese stabilite in Stati stranieri, indicare i dati discrizione nellAlbo o Lista ufficiale
dello Stato di appartenenza)
numero discrizione: .
data discrizione ...
durata della Ditta / data termine ...
forma giuridica .........

Pagina 15

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

che il/i titolare/i o legale/i rappresentante/i /sono il/i Sig/Sigg.ri


......................................................... nato/i a ........................, residente/i a
........................................................................., Via ...............................................,
che i soci o i componenti lorgano di amministrazione sono:
(specificare quelli che sono muniti di potere di rappresentanza)
il Sig. ....................................................... nato a ............................ il ....
residente a ............................................... Via ............................................. in qualit di
.;
il Sig. ....................................................... nato a ............................ il ....
residente a ................................................. Via ............................................... in qualit di
.;
il Sig. ....................................................... nato a ............................ il ....
residente a ................................................. Via ............................................... in qualit
di .;
che Direttore/i tecnico/i dellimpresa /sono il/i Sig./Sigg.ri
............................................................., nato/i a ...................................,
residente/i a ...................................................., Via ..............................................;
b) che nei confronti dellimpresa, del sottoscritto e dei soggetti di cui sopra, controllati ai sensi
dellart.2, del DPR 252/98, NULLA OSTA ai fini dellart.10 L. n.575/65 e s.m;

Requisiti di ordine generale di cui allart. 5 punto 5.1 del Bando di gara:
a) che la medesima ditta non si trova in alcuna delle condizioni previste dallart. 38, comma 1, lett.
a, b, c, d, e, f, g, h, i, m-bis, m-ter e m-quater del D. Lgs. n. 163/2006 e che nei confronti della
stessa non sussistono sanzioni che comportano il divieto di contrarre con la pubblica
amministrazione compresi provvedimenti interdittivi di cui allart. 14 del D. Lgs. n. 81/2008;
c) che il sottoscritto ed i soggetti di cui allart. 38, comma 1 lettere b), c) e m-ter non si trovano
nelle condizioni di esclusione da esse previste;
(Tale dichiarazione riguarda il titolare o il direttore tecnico, se si tratta di impresa
individuale; i soci o il direttore tecnico se si tratta di societ in nome collettivo, i soci
accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di societ in accomandita semplice, gli
amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o il socio unico persona

Pagina 16

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di societ con meno di quattro soci, se si tratta di
altro tipo di societ)

che ai fini del comma 1 lett.c) il sottoscritto ed i soggetti di cui allart. 38, comma 1 lettera
c) attualmente in carica non hanno riportato condanne penali;
in alternativa

che ai fini del comma 1 lett.c) il sottoscritto ed i soggetti di cui allart. 38, comma 1 lettere
c) attualmente in carica hanno riportato le seguenti condanne penali:

(contrassegnare lipotesi che interessa, tenendo presente che tale dichiarazione riguarda il
titolare o il direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; i soci o il direttore tecnico se si
tratta di societ in nome collettivo, i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di
societ in accomandita semplice, gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il
direttore tecnico o il socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di societ
con meno di quattro soci, se si tratta di altro tipo di societo consorzio, e che debbono essere
indicate tutte le condanne penali riportate ivi comprese quelle per le quali si sia beneficiato della
non menzione, ad eccezione delle condanne per reati depenalizzati ovvero dichiarati estinti dopo
la condanna stessa, n le condanne revocate, n quelle per le quali intervenuta la
riabilitazione);
q che nellanno antecedente la data della presente lettera di invito non sono cessati dalla
carica i soggetti di cui allart.38,lett.c);
in alternativa
q che nellanno antecedente la data della presente lettera di invito /sono cessati dalla carica
il/i Sig e che nei suoi/loro confronti non sono state
emesse sentenze di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna
divenuto irrevocabile, oppure sentenze di applicazione della pena su richiesta, ai sensi
dellart. 444 del codice di procedura penale, per i reati di cui allart. 38 lett. c);
in alternativa
q che nellanno antecedente la data della presente lettera di invito /sono cessati dalla carica

Pagina 17

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

il/i Sig. , che nei suoi/loro confronti non sono state


emesse sentenze di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna
divenuto irrevocabile, oppure sentenze di applicazione della pena su richiesta, ai sensi
dellart. 444 del codice di procedura penale, per i reati di cui allart. 38 lett. c) e che vi
stata da parte dellimpresa completa ed effettiva dissociazione della condotta penalmente
sanzionata;
(contrassegnare lipotesi che interessa, tenendo presente che tale dichiarazione riguarda il titolare
o il direttore tecnico, se si tratta di impresa individuale; i soci o il direttore tecnico se si tratta di
societ in nome collettivo, i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di societ in
accomandita semplice, gli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o il direttore tecnico o
il socio unico persona fisica, ovvero il socio di maggioranza in caso di societ con meno di
quattro soci, se si tratta di altro tipo di societ o consorzio, e che debbono essere indicate tutte le
condanne penali riportate ivi comprese quelle per le quali si sia beneficiato della non menzione, ad
eccezione delle condanne per reati depenalizzati ovvero dichiarati estinti dopo la condanna
stessa, n le condanne revocate, n quelle per le quali intervenuta la riabilitazione ).
q

di non trovarsi in alcuna situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile rispetto
ad alcun soggetto, e di aver formulato l'offerta autonomamente;
in alternativa

di non essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si
trovano, rispetto al concorrente, in una delle situazioni di controllo di cui all'articolo 2359 del
codice civile, e di aver formulato l'offerta autonomamente;
in alternativa

di essere a conoscenza della partecipazione alla medesima procedura di soggetti che si trovano,
rispetto al concorrente, in situazione di controllo di cui all'articolo 2359 del codice civile, e di
aver formulato l'offerta autonomamente;

(Contrassegnare lipotesi corrispondente alla propria situazione, tenendo presente che tale
dichiarazione richiesta ai fini del comma 1, lettera m-quater);
b) di essere in regola con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili ex L.n.68/1999;
in alternativa
q

di non essere tenuta al rispetto degli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla L.n.68/1999
in quanto impresa che occupa meno di quindici dipendenti o da 15 a 35 dipendenti che non ha

Pagina 18

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

effettuato assunzioni dopo il 18 gennaio 2000;


(Contrassegnare lipotesi corrispondente alla propria situazione)
c) di non incorrere nelle cause di esclusione previste dalla Legge 266/2002 (emersione del
lavoro sommerso) ovvero di cause analoghe per gli appartenenti ad altri Stati membri della
U.E.;
d) (

) di non essersi avvalso di piani individuali di emersione dal lavoro di cui alla L.

383/2001,
ovvero
(

) di essersi avvalso dei piani individuali di emersione di cui alla L. 383/2001, ma che il

periodo di emersione si concluso alla data di scadenza del presente bando.

Requisiti di idoneit professionale ai cui allart. 5 punto 5.2 del Bando di gara:
a) di essere iscritto alla C.C.I.A.A. come gi sopra dettagliatamente specificato.

Requisiti di capacit tecnica e professionale di cui allart. 5 punto 5.3 del Bando di gara:
A) di aver svolto nel periodo 2003-2012 la gestione con esito positivo, per la durata
continuativa di .. ( ) anni .( ) mesi, nel territorio di un Comune avente densit
demografica non inferiore a 20.000 abitanti, inerente operazioni cimiteriali (inumazioni,
esumazioni, tumulazioni, estumulazioni, traslazioni ecc) come da allegato Modello C)
completo di certificato richiesto;
B) di essere in possesso di attrezzatura minima richiesta allart.6.2 del C.S.A. come da allegato
Modello G);

DICHIARA INOLTRE
A corredo dellIstanza:
a1) di autorizzare, sensi dellart. 79, comma 5 bis, del D.Lgs. 163/2006, espressamente
lAmministrazione Comunale, sollevandola da ogni responsabilit, ad inviare unicamente ogni
comunicazione a mezzo fax, al seguente numero ..;
a2) di non aver avuto risoluzioni anticipate di contratti per inadempienza;

Pagina 19

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

a3) di non partecipare alla gara in pi di un raggruppaemto temporaneo o consorzio di


concorrenti e neppure in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara in
raggruppamento;
a4) di concorrere partecipando (barrare la casella che interessa):
a.

come consorzio di cui allart. 34, co. 1, lett. b) (


oppure lettera e) (

), oppure lettera c (

),

) art. 34 del D.Lgs. n. 163/2006


ovvero

b. (

) come consorzio stabile di cui allart. 36 del D.Lgs. n. 163/2006

per le seguenti Imprese consorziate:

e che in caso di aggiudicazione i soggetti assegnatari del servizio, non saranno diversi da quelli
sopra indicati, salvo che nei casi di forza maggiore e previa autorizzazione della stazione
appaltante;
a5) che limpresa in regola con lassolvimento degli obblighi contributivi previsti dalle leggi
e dai contratti di lavoro verso INPS, INAIL ed alluopo indica:
posizione INPS n. ............................... sede di ............................Via .......................................
matricola n.ro .
posizione INAIL n. ........................ sede di.................................. Via ..............
matricola n.ro
a6)
(

(barrare la casella che interessa) :


) che limpresa in regola con gli obblighi di sicurezza previsti dal D.Lgs. 81/2008;
ovvero

) che limpresa non soggetta agli obblighi di cui al D.Lgs. 81/2008;

a7) che lofferta tiene conto ed il legale rappresentante si obbliga ad attuare a favore dei
lavoratori dipendenti gli obblighi connessi alle disposizioni in materia di sicurezza e
protezione dei lavoratori, di condizioni di lavoro e di previdenza ed assistenza in vigore nel
luogo dove andr erogato il servizio appaltato;

Pagina 20

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

a8) di rispettare ed applicare integralmente, relativamente al personale assunto o da assumere


in futuro, i vigenti CCNL di categoria e quelli che successivamente dovessero intervenire;
a9) di aver preso esatta cognizione della natura dellappalto e di tutte le circostanze generali e
particolari che possono influire sulla sua esecuzione;
a10) di conoscere ed accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni
contenute nel Bando di gara, nel Capitolato di gara, nel Disciplinare di gara e nel Capitolato
dAppalto e in tutti i suoi allegati;
a11) di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze generali, particolari e locali,
nessuna esclusa ed eccettuata, che possono avere influito sulla determinazione della propria
offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa lofferta economica presentata;
a12) di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per
lievitazione dei prezzi che dovessero intervenire durante lesecuzione del servizio, rinunciando
fin dora a qualsiasi azione o eccezione in merito;
a13) di aver ricevuto linformativa di cui allart. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 e ss.mm.ii.(Accesso
agli atti e divieti di divulgazione);
a14) - di impegnarsi, ai sensi dellart.3 della L.13.08.2010, n.136 e successive modifiche:
* ad assumere tutti gli obblighi relativi alla tracciabilita dei flussi finanziari;
* a comunicare, prima della stipula del contratto, il c/c bancario o postale su cui
lAmministrazione dovra effettuare tutti i pagamenti relativi al presente appalto;
* ad effettuare i pagamenti relativi ad eventuali subappalti o sub contratti esclusivamente
tramite c/c bancario o postale ed a dare immediata comunicazione alla stazione appaltante
ed alla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo della Provincia di Macerata, della notizia
dellinadempimento della propria controparte (subappaltatore/subcontraente) agli obblighi di
tracciabilita finanziaria;
a15) - di impegnarsi, ai sensi e per gli effetti della direttiva del Ministero dellInterno del
23.06.2010 in materia di controlli antimafia preventivi nelle attivita a rischio di infiltrazione
da parte delle organizzazioni criminali:
* a comunicare a codesta stazione appaltante lelenco (ed ogni eventuale variazione
successivamente intervenuta per qualsiasi motivo) delle imprese eventualmente coinvolte nel
piano di affidamento, con riguardo alle forniture e servizi elencati nellallegato 1) della
direttiva stessa;

Pagina 21

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

* ad interrompere ogni rapporto di fornitura con gli operatori economici nei cui confronti il
Prefetto abbia emesso informazioni a carattere interditivo.
a16) di essere in grado di comprovare quanto dichiarato con la documentazione indicata nella
lettera di invito;
a17) di indicare, ai sensi dellart. 79 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i., quale domicilio eletto,
per tutte le comunicazioni, il seguente indirizzo: .....
...
...
a18) che la menzionata ditta, ai sensi dei criteri e parametri di definizione della dimensione
delle P.M.I. di cui la Raccomandazione 2003/361/CE del 06.05.2003 (vedi Allegato I) rientra
nella seguente tipologia:
( ) microimpresa;
( ) piccola impresa;
( ) media impresa;
in alternativa
( ) non rientra in nessuna delle categorie sopra menzionate;
a19) che lUfficio dellAgenzia delle Entrate presso il quale si iscritti il seguente:
......
a20) che lUfficio competente per il rilascio del certificato di ottemperanza ai sensi della L.
68/99, il seguente:
NB: (indicare indirizzo) .....

FIRMA
IL LEGALE RAPPRESENTANTE
..

allegare copia fotostatica non autenticata di un documento di identit valido

Pagina 22

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Ai sensi del D.Lgs 196 del 30.06.2003, i dati forniti dalle imprese concorrenti sono trattati per
le finalit connesse alla presente gara e per leventuale successiva stipula e gestione del
contratto, il loro conferimento obbligatorio per le ditte che vogliano partecipare alla gara e
lambito di diffusione dei dati medesimi quello definito dalla L.n.241/1990 e s.m. e dalla
normativa vigente in materia di appalti pubblici.

Pagina 23

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Modello B)

DICHIARAZIONE DI IMPEGNO
A COSTITUIRSI IN R.T.I
(per le sole imprese che partecipano alla gara in R.T.I. non ancora formalmente costituito)

Spettabile
Comune di Civitanova Marche
P.zza XX Settembre, 93
62012 Civitanova Marche (MC)

OGGETTO: APPALTO SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL


COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE.
CIG N. 560657433A

Dichiarazione di impegno a costituirsi in R.T.I.


Il sottoscritto ________________________, in qualit di _____________________________
dellImpresa _______________________________________________________, con sede in
_____________________________, Via_______________________________________________
DICH IARA
che l'impresa che rappresenta partecipa all'appalto in qualit di (barrare la casella che interessa)
capogruppo di un raggruppamento temporaneo di imprese che l'impresa stessa si impegna a
costituire, in caso di aggiudicazione dell'appalto, prima della stipulazione del contratto,
uniformandosi alla disciplina dettata dall'art. 37 del D.Lgs. 163/2006.
mandante di un raggruppamento temporaneo di imprese che l'impresa stessa si impegna a
costituire, in caso di aggiudicazione dell'appalto, prima della stipulazione del contratto,
uniformandosi alla disciplina dettata dall'art. 37 del D.Lgs. 163/2006.

Pagina 24

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Il raggruppamento cos composto:


Capogruppo-mandataria:_______________________________________________________,
Mandante: __________________________________________________________________,
Mandante: __________________________________________________________________,
Mandante: __________________________________________________________________,

____________________________________________________________________________
luogo
data
sottoscrizione di tutte le imprese
............................................................................................................................................ ..
. .................................................................................. ..
............................................................................................................................................ ..
............................................................................................................................................ ..
............................................................................................................................................ ..
............................................................................................................................................ ..
............................................................................................................................................ ..
............................................................................................................................................ ..

Pagina 25

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Modello C)
CIG N.560657433A

ELENCO DEI PRINCIPALI SERVIZI PRESTATI PERIODO DAL 2003 AL 2012


DALLIMPRESA

A) Ente ...
N. tel. ., durata del servizio .., tipo
di servizio ..

Importo ..
N.B. : Allegato: (

) Certificato dellEnte destinatario e (

) relativa fattura quietanzata

B) Ente ...
N. tel. ., durata del servizio .., tipo
di servizio ..

Importo ..
N.B. : Allegato: (

) Certificato dellEnte destinatario e (

) relativa fattura quietanzata

C) Ente ...
N. tel. ., durata del servizio .., tipo
di servizio ..

Importo ..
N.B. : Allegato: (

) Certificato dellEnte destinatario e (

) relativa fattura quietanzata

N.B.:- corredato da almeno 1 certificato rilasciato da un Comune con densit demografica non
inferiore a 20.000 abitanti.

Pagina 26

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Modello E)
(Bollo da E. 16,00)

OFFERTA ECONOMICA

Oggetto: BANDO DI PROCEDURA APERTA SERVIZI CIMITERIALI


PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE.
C.I.G. 560657433A

(In caso di concorrente singolo)

Il sottoscritto ............................................................
in qualit di .......................................
della (

) Ditta ...................................................

...
con sede in ...........................................................
CAP. N. . VIA ..
tel... fax .
Pec

Pagina 27

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

(in caso di raggruppamenti costituiti)

Il sottoscritto ,
in qualit di ,
della (

) Ditta ..

.
con sede in Via ..
cap. n. ., Tel. N. .... Fax n. ..
mandataria del raggruppamento temporaneo di concorrenti costituito dalle seguenti
Ditte . ..
.
.
in nome e per conto proprio e delle mandanti, si impegna a conformarsi in caso di
aggiudicazione della gara, alla disciplina prevista dallart. 37, D.Lgs. 163/2006 e
dichiara che il servizio sar eseguito dai singoli concorrenti riuniti per la parte a
fianco di ciascuno indicata:
- mandataria
- mandante ..
- mandante ..

Pagina 28

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

(in caso di raggruppamenti non costituiti)

I sottoscritti: ..,
.....
in qualit di delle seguenti (

) Ditte

(......)... .
.....
.....................................................................................................................................
.
.
partecipanti alla presente gara in forma associata, si impegnano a conformarsi, in
caso di aggiudicazione della gara, alla disciplina prevista dallart. 37, D.Lgs.
163/2006 e dichiarano che il servizio sar eseguito dai singoli concorrenti riuniti per
la parte a fianco di ciascuno indicata:
- mandataria
- mandante ..
- mandante ..

Pagina 29

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

OFFRE

Per lespletamento del servizio di cui in oggetto, la percentuale di ribasso del


. ;
- (in cifre )
- (in lettere .)
sullimporto a base di gara pari ad E. 192.304,00 al netto dei costi della sicurezza
inclusi nei prezzi, il cui importo complessivo, non soggetto a ribasso, pari ad E.
6.000,00.
Luogo e data _______________________

IL LEGALE/I RAPPPRESENTANTE/I
.....
....
.
N.B. il ribasso deve avere lindicazione di max 3 (tre) cifre decimali dopo la virgola.
N.B.1 La dichiarazione di offerta deve essere sottoscritta a pena di esclusione:
1) Legale Rappresentante nel caso di concorrente singolo;
2) Presidente o dal Legale Rappresentante della Mandataria, in caso di concorrenti riuniti;
3) Presidente o legale rappresentante di tutte le Ditte che costituiranno il raggruppamento, in caso di concorrenti
riuniti non costituiti.
La dichiarazione deve, a pena di esclusione, essere inserita in apposita busta chiusa nella quale non devono essere
presenti altri documenti, recante lindicazione BUSTA 2 - OFFERTA ECONOMICA.
D.Lgs.196/2003- T.U. SULLA PRIVACY
Ai sensi del D. Lgs.n.196/2003 e ss. mod. ed int., titolare del trattamento il Comune di Civitanova Marche. I dati
forniti dalle ditte partecipanti verranno trattati esclusivamente per le finalit connesse alla gara e per leventuale
successiva stipula e gestione del contratto. Il loro conferimento obbligatorio per le ditte che vogliono partecipare alla
gara e lambito di diffusione dei dati medesimi quello definito dalla normativa vigente.

Pagina 30

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Modello G)

Dichiarazione dotazione di attrezzatura

Il sottoscritto ,
in qualit di ,
della Ditta ..
con sede in Via ..
cap. n. ., Tel. N. .... Fax n. ..
PEC.
(

) mandataria in caso di ATI

DICHIARA
di essere in possesso della seguente attrezzatura che destiner alla gestione dei cimiteri comunali:

Il/I legale/i rappresentante/i


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pagina 31

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Modello H)
SCHEMA TIPO 1.1
SCHEDA TECNICA 1.1

GARANZIA

FIDEIUSSORIA

PER

LA

CAUZIONE

PROVVISORIA

La presente Scheda Tecnica costituisce parte integrante dello Schema Tipo 1.1 di cui al
D.M123/2004 e riporta i dati e le informazioni necessarie all'attivazione della garanzia
fideiussoria di cui al citato Schema Tipo: la sua sottoscrizione costituisce atto formale di
accettazione incondizionata di tutte le condizioni previste nello Schema Tipo. Il garante si
impegna a rilasciare la garanzia fidejussoria per lesecuzione del contratto di cui
allart.113 D.Lgs n.163/06 qualora lofferente risultasse affidatario. Ad integrazione
dellart.4 dello schema tipo 1.1 il garante dichiara di rinunciare al beneficio della
preventiva escussione del debitore principale nonch alleccezione di cui allart. 1957, c.2,
C.C. e dichiara che la garanzia operativa entro 15 gg a semplice richiesta scritta della
stazione appaltante. La presente scheda tecnica emessa ai sensi e per gli effetti dellart.
75 del D.Lgs n.163/06.
Rilasciata da (direzione, dipendenza, agenzia

Garanzia fideiussoria n.

ecc.)

Contraente (Obbligato principale)

Sede

C.F./P.I.

Via/p.zza n. civico

Cap

Stazione appaltante (Beneficiario)

Sede

Pagina 32

Prov.

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Gara d'appalto

Data presentazione offerta


18.03.2014

Descrizione opera

Luogo di esecuzione

Costo complessivo previsto opera

Somma
garantita

% costo compl. previsto opera

Data inizio garanzia fideiussoria

Data cessazione garanzia fideiussoria

v. art. 2 Schema Tipo 1.1

v. art. 2 Schema Tipo 1.1

Spazio a disposizione del Garante per la regolazione del premio/commissione

Il Contraente
Emessa in

Il Garante
copie ad un solo effetto il

Pagina 33

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Modello I)

Nuova definizione di micro, piccola e media impresa.


Premessa
La Commissione Europea ha modificato i criteri ed i parametri di definizione della dimensione delle
P.M.I. mediante la Raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003 che ha sostituito la
precedente Raccomandazione 96/280/CE.
Contenuto
Con l'articolo 2 del Regolamento CE n. 364/2004 del 25 febbraio 2004, in tema di aiuti di Stato a
favore delle imprese, la nuova definizione dimensionale di impresa viene applicata in tutti gli Stati
membri a partire dal 1 gennaio 2005, pertanto le nuove definizioni si applicano con attinenza alle
domande di agevolazione presentate a partire dal 1 gennaio 2005.
E attualmente alla firma del Ministro delle Attivit Produttive uno schema di "nuovo" decreto
ministeriale, in sostituzione del D.M. del MAP dell'8 settembre 1997, allora predisposto in
attuazione della precedente Raccomandazione 96/280/CE. Il nuovo decreto intende recepire la
nuova disciplina fornendo alle imprese i necessari chiarimenti in ordine alle modalit applicative
delle nuove disposizioni comunitarie. La bozza del nuovo decreto ministeriale riprende pertanto le
indicazioni fornite dalla Commissione europea, adeguando alla normativa nazionale gli aspetti di
novit riportati in modo solo generico nella Raccomandazione 2003/361/CE. In particolare, nello
schema di decreto non si precedono parametri diversi per i vari settori produttivi, cosi come
indicato nelle premesse della citata Raccomandazione, come invece era avvenuto per il passato.
Pertanto, le indicazioni fornite con il nuovo decreto, finalizzate alla determinazione della
dimensione aziendale ai fini della concessione di aiuti alle attivit produttive, si applicano alle
imprese di tutti i settori produttivi.
La bozza di decreto si compone di quattro articoli, di un' appendice in cui sono riportate alcune
"note esplicative" di base sulle modalit di calcolo dei parametri dimensionali e da diversi
"allegati", utili a fornire maggiori dettagli atti ad agevolare la determinazione della dimensione
aziendale
da
parte
delle
imprese.
Circa la nuova definizione della categoria delle piccole e medie imprese ( micro, piccola e media
impresa), come noto, i nuovi parametri di riferimento, definiti nella Raccomandazione e recepiti
nello schema di decreto del Ministero delle Attivit Produttive sono i seguenti:
microimpresa - a) meno di 10 occupati e, b) un fatturato annuo (corrispondente
alla voce A.1 del conto economico redatto secondo la vigente norma del codice
civile) oppure, un totale di bilancio annuo (corrispondente al totale dell'attivo
patrimoniale) non superiore a 2 milioni di euro;
piccola impresa - a) meno di 50 occupati e, b) un fatturato annuo, oppure, un
totale di bilancio annuo non superiore a 10 milioni di euro;

Pagina 34

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

media impresa - a) meno di 250 occupati e, b) un fatturato annuo non superiore a


50 milioni di euro, oppure un totale bilancio annuo non superiore a 43 milioni di
euro.
Nelle tre tipologie i due requisiti sub a) e b) sono cumulativi, nel senso che entrambi devono
sussistere.
In particolare, poi, per occupati si intendono i dipendenti delle imprese a tempo determinato e
indeterminato iscritti nel libro matricola dell'impresa e legati allimpresa da forme contrattuali che
prevedono il vincolo di dipendenza, con eccezione di quelli posti in cassa integrazione straordinaria.
Il loro numero corrisponde al numero di unit-lavorative-anno (ULA), quindi, al numero medio
mensile di dipendenti occupati a tempo pieno durante un anno, mentre quelli a tempo parziale e
quelli stagionali costituiscono frazioni di ULA. Il periodo da considerare ai fini del calcolo delle
ULA - di norma - quello relativo all'ultimo esercizio contabile chiuso e approvato
precedentemente
alla
data
di presentazione
della
domanda
di agevolazione.
N.B. Nella accezione comunitaria e nel decreto ministeriale, inoltre, le imprese sono identificabili
come autonome, associate o collegate. L'appartenenza di una impresa all'una o all'altra di queste
tipologie definita dall'esistenza o meno di peculiari rapporti/relazioni/influenze tra imprese,
riscontrabili attraverso precise ipotesi - dettagliate nel decreto - atte a meglio definirne la sua
complessiva collocazione dimensionale.

Pagina 35

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

ALLEGATO D

CAPITOLATO DAPPALTO PER ESPLETAMENTO DEI SERVIZI


CIMITERIALI PRESSO I CIMITERI COMUNALI
ARTICOLO - 1 OGGETTO DELLAPPALTO
Oggetto del presente capitolato la gestione dei servizi cimiteriali ricompresi nel territorio
comunale dei cimiteri di:
1) Civitanova Alta, via Strada Del Pincio
2) Civitanova Porto, via De Amicis
Per gestione si intende lespletamento dei seguenti servizi:
a) operazioni cimiteriali di seguito riportate:
- inumazione salma a terra
- esumazione ordinaria
- esumazione straordinaria
- tumulazione salma in loculo, tomba di famiglia, tomba ipogea, cappella privata
- tumulazione resti ossei/ceneri in loculo ossario/cinerario
- tumulazione resti ossei/ceneri in loculo, tomba di famiglia, tomba ipogea, cappella privata
- estumulazione ordinaria salma (con successiva riduzione, cremazione, reinumazione o
traslazione);
- estumulazione resti ossei/ceneri
- estumulazione straordinaria
- dispersione ceneri
- affidamento ceneri
- collocazione resti ossei in ossario comune
- ripristini igienici
- trasporto e cremazione resti mortali/ossei
- sigillazione e assistenza alle autopsie
- migliorie
ARTICOLO - 2 DESCRIZIONE OPERAZIONI CIMITERIALI
2.1 INUMAZIONE SALMA A TERRA
La sepoltura per inumazione consiste nella collocazione del feretro allinterno di una fossa scavata
nel terreno cimiteriale. In ogni fossa deve essere collocato un solo feretro.
Il cadavere destinato allinumazione deve essere chiuso in una cassa di legno, sulla quale deve
essere apposta una targhetta metallica, con lindicazione del nome, cognome, data di nascita e data
di morte del defunto. Al fine di garantire il riconoscimento del feretro allatto dellesumazione,
dovr essere predisposto foglio plastificato con riportato il nome, cognome, data di nascita e data di
morte del defunto. Tale documento sar messo allinterno di un contenitore in vetro sigillato e a sua
volta inserito allinterno della cassa..
Nel caso di feretro contenente cassa di zinco, si deve procedere alla rimozione dello zinco o
praticare intagli e/o forature nella cassa. Lintervento deve essere eseguito con la massima cautela e

Pagina 36

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

cura, nel rispetto assoluto della salma. Tali operazioni devono essere eseguite in luogo appartato e
idoneo, garantendo leventuale presenza dei familiari.

Disposizioni sullerogazione del servizio


Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi (per esempio, cingoli dellescavatore),
attrezzature e materiali, le tombe e i manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli
scarichi etc.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.
Descrizione della procedura
- Almeno 30 (trenta) minuti prima dellorario previsto per il rito della sepoltura, deve essere
preparata la fossa, nel rispetto delle dimensioni previste dalla normativa vigente. Lo scavo pu
essere eseguito a mano o con idonei mezzi meccanici. Con lescavatore si procede allo scavo
allinterno dei contorni tracciati.
La fossa per inumazione di feretro per adulti deve rispettare le seguenti dimensioni:
- profondit non inferiore a 2 ml dal piano di superficie del cimitero, salvo particolari disposizioni;
- larghezza 0,80 ml;
- lunghezza 2,20 ml;
- distanza minima tra le fosse almeno 0,50 ml su ogni lato.
La fossa per inumazione di feretro per bambini deve rispettare le seguenti dimensioni:
- profondit non inferiore a 2 ml dal piano di superficie del cimitero, salvo particolari disposizioni;
- larghezza 0,50 ml;
- lunghezza 1,50 ml;
- distanza minima tra le fosse almeno 0,50 ml su ogni lato.
Lo scavo deve essere effettuato nel rispetto delle prescrizioni contenute nel D.P.R. 285/90 e nel
D.Lgs. 81/08 s.m.i, in particolare, per la parte relativa alle protezioni degli scavi.
Lo scavo deve essere eseguito avendo cura di disporre i primi 0,50 ml di terra scavata, da
impiegare, successivamente per la prima ricopertura del feretro, distinti dagli strati di terra
sottostanti. Lo scavo deve essere segnalato con apposito nastro e protetto con adeguate tavole, in
modo tale da rendere larea decorosa e accessibile in sicurezza allutenza.
Allarrivo del feretro nel cimitero, gli operatori provvedono alla sua traslazione, dal carro funebre
(ovvero dalla camera mortuaria/locale deposito) al luogo di sepoltura, mediante apposita
attrezzatura (portaferetri).
Il responsabile della ditta appaltatrice verifica il permesso di seppellimento, lo ritira e lo consegna
successivamente al responsabile del servizio cimiteriale per le opportune registrazioni relative ad
entrate/uscite/movimentazioni salme.
E fatto assoluto divieto procedere alla sepoltura in mancanza del permesso di seppellimento. In
mancanza del permesso di seppellimento, il feretro viene collocato in deposito (solo qualora la

Pagina 37

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

salma appartenga a persona residente o deceduta nel territorio comunale, altrimenti il feretro non
potr essere accettato in deposito).
Il responsabile della ditta appaltatrice deve acquisire dal servizio cimiteriale la concessione del
loculo o fossa con indicato i dati e i riferimenti dellubicazione in cui dovr avvenire il
seppellimento.
Giunti nel luogo predisposto per la sepoltura, si procede allinserimento del feretro nella fossa.
Il feretro viene calato nella fossa, con idonee funi o con apposito calabara, evitando scuotimenti e
scosse. La prima ricopertura del feretro, fino al ricoprimento del coperchio, deve essere eseguita a
mano, con la pala, utilizzando i primi 0,50 ml di terra sopra menzionati. La terra deve essere sciolta
e nellesecuzione delloperazione si deve evitare la caduta di grosse zolle e/o inerti che possano fare
risuonare la cassa. Loperazione di copertura della fossa deve essere completata a mano o con
lausilio di mezzi meccanici, avendo cura di compattare accuratamente la terra. Si procede,
successivamente, alla formazione del tumulo utilizzando lapposita dima. Il tumulo deve risultare
perfettamente allineato con gli altri tumuli, salvo che i campi abbiano forma circolare. Durante tale
operazione, gli operatori hanno cura di garantire la presenza dei familiari, a distanza e in condizioni
di sicurezza.
Ultimato il tumulo, si procede allapposizione della croce recante nome, cognome, data di nascita e
data di morte del defunto.
Il terreno di risulta dallinumazione deve essere allontanato o spianato, ove possibile, nel restante
spazio libero del campo di inumazione.
Tutte le operazioni devono essere svolte evitando esecuzioni frettolose e rispettando le esigenze di
raccoglimento dei familiari.
2.2 ESUMAZIONE ORDINARIA
Lesumazione ordinaria consiste nelloperazione di scavo e riporto alla luce dei resti di salme
precedentemente inumate, al termine del periodo ordinario di inumazione previsto dalla normativa
(attualmente minimo 10 anni).
Si considera parimenti esumazione ordinaria loperazione finalizzata al recupero dei resti di
sepoltura a terra di salma inconsunta proveniente da reinumazione, al termine del periodo ridotto di
inumazione previsto dalla normativa (attualmente 5 anni o come indicato nel regolamento
comunale).
Il Committente, in collaborazione con lAppaltatore, programma, con cadenza periodica, in base
alle esigenze, le esumazioni da effettuare.
Il piano di esumazione allegato a specifico atto dirigenziale, pubblicato nelle forme di legge.
LAppaltatore ha il compito di coadiuvare il Servizio Cimiteriale in tutti gli accertamenti e le
ricerche anagrafiche necessarie, al fine di individuare i familiari/aventi titolo dei defunti da
esumare.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi (per esempio, cingoli dellescavatore),

Pagina 38

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

attrezzature e materiali, le tombe e i manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli


scarichi etc.;
- il campo o la porzione di campo, oggetto di esumazione, deve essere adeguatamente recintata con
pannelli e/o reti che non consentano la visibilit dallesterno verso linterno. La recinzione deve
essere decorosa, a tenuta di vento e a norma di sicurezza per gli utenti e per gli operatori;
- in prossimit del campo interessato, lAppaltatore deve posizionare idonea cartellonistica, con
lindicazione della data e ora delle esumazioni;
- lAppaltatore deve provvedere a informare lutenza, con apposita cartellonistica e secondo le
indicazioni del Responsabile Unico del Procedimento, di eventuali variazioni delle date previste per
le esumazioni;
- nelloperazione di esumazione si esegue una esumazione per volta, iniziando loperazione
successiva solo quando quella precedente completamente conclusa.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.
Qualora si proceda alla esumazione di una salma prima della scadenza di 10 anni dalla sepoltura
(nel caso di prima sepoltura) o prima della scadenza di 5 anni per salme non mineralizzate (nel caso
di seconda sepoltura) tutte le operazioni devono avvenire alla presenza dellufficiale sanitario.
Descrizione della procedura
- Concordate con lufficio comunale preposto le esumazioni da eseguire, lAppaltatore comunica, in
tempo utile, i nominativi degli esumandi, per la predisposizione degli atti necessari da parte del
Committente.
La stazione appaltante fornisce allAppaltatore una planimetria del campo o porzione di campo da
esumare, con lindicazione della posizione delle sepolture e dei dati anagrafici dei defunti (nome,
cognome, data di nascita e data di morte). La planimetria potr essere eventualmente corredata da
documentazione fotografica, dalla quale risulti visibile la posizione e i dati anagrafici di ogni
defunto sepolto.
La tomba e gli arredi funebri, che non siano stati rimossi dai familiari/aventi titolo, devono essere
distrutti e il materiale di risulta deve essere allontanato dal campo.
I rifiuti dovranno essere suddivisi tra rifiuti urbani (fiori, corone ecc.) da depositare nellapposito
scarrabile e rifiuti derivanti dallesumazione (legno, indumenti ecc.) da smaltire secondo le vigenti
normative con spese di eventuale stoccaggio, trasporto e smaltimento dei rifiuti a carico
dellAppaltatore.
- Liberato il campo dalle tombe, si procede al suo picchettamento. Lidentificazione della posizione
delle sepolture avviene incrociando due fili che hanno per estremi i segni riportati sui cordonati. I
segni delimitano, uno, lasse centrale del lato corto (cm. 80) della sepoltura, laltro, lallineamento
delle teste dei feretri. Lintersezione dei due fili individua il punto coincidente con
la mezzeria della testa del feretro, in corrispondenza del quale deve essere inserito un picchetto con
i dati anagrafici del defunto.
- Messi in atto tutti gli accorgimenti e le misure necessarie per individuare, in qualsiasi momento,
lesatta posizione di ogni esumando, si procede con lo scavo dei posti salma.
- Il terreno di scavo deve essere posizionato lateralmente, in modo tale che non costituisca un
pericolo per gli operatori e i familiari/aventi titolo.
- Le esumazioni devono essere eseguite una per volta; pertanto, si procede alloperazione successiva
solo quando quella precedente stata ultimata.

Pagina 39

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- Eliminata la terra con lescavatore, fino allaffiorare del coperchio della cassa e senza mai
procedere oltre, loperatore scende nella fossa e completa loperazione di scavo a mano, con idonea
attrezzatura.
- Rimosso il coperchio della cassa, il caposquadra della ditta appaltatrice verifica lo stato della
salma. Se la salma completamente mineralizzata, si procede alla raccolta, a mano, delle ossa in
apposita cassetta di zinco o sacco (in tessuto naturale biodegradabile di colore scuro, dotato di
laccio di chiusura), entrambi opportunamente sigillati e muniti di targhetta identificativa, con
lindicazione dei dati relativi al cimitero di provenienza e della data di esumazione. A seconda della
scelta dei familiari/aventi titolo, i resti ossei possono essere tumulati, inseriti in ossario comune o
cremati, previa richiesta dei relativi permessi e autorizzazioni. Se la salma risulta indecomposta, i
resti devono essere inseriti nellapposito coltrino biodegradabile, munito di targhetta identificativa,
con lindicazione dei dati relativi al cimitero di provenienza e della data di esumazione. A seconda
della scelta dei familiari/aventi titolo, i resti possono essere reinumati in altro campo/porzione di
campo, tumulati in loculo gi occupato altro feretro o cremati. Nel caso in cui si decida per la
cremazione dei resti, il coltrino sopra indicato deve essere inserito in una bara di cellulosa, munita
di targhetta identificativa, con lindicazione dei dati relativi al cimitero di provenienza e della data
di esumazione, ai fini del successivo trasporto (previa richiesta dei relativi permessi e
autorizzazioni) al crematorio presso altro comune. In attesa della destinazione definitiva, i
sacchi/cassette/coltrini/bare di cellulosa, identificati come sopra, devono essere collocati nella
camera mortuaria /deposito e lAppaltatore resta responsabile della loro custodia.
- Tutte le operazioni devono essere svolte con cura e meticolosit, evitando esecuzioni frettolose e
rispettando le esigenze di raccoglimento dei familiari.
- I resti della bara in legno, insieme ai resti di indumenti della salma e del rivestimento della bara,
devono essere inseriti in apposito sacco chiaro (uno per ogni esumazione) delle dimensioni di ml
1,20x2,20, munito di chiusura e recante ben visibile la scritta rifiuti urbani da esumazione ed
estumulazione. Il sacco deve essere chiuso e collocato in apposito contenitore o automezzo per il
trasporto e la successiva traslazione per lo stoccaggio temporaneo. Nellarea destinata allo
stoccaggio, gli operatori procedono alleventuale riduzione dei resti di legno della bara nelle misure
indicate dalla locale Azienda per lo smaltimento dei rifiuti e alla collocazione dei sacchi chiusi nei
big-bag, ovvero, in altro contenitore indicato dalla Azienda di cui sopra. l big-bag devono essere
deposti negli appositi scarrabili forniti dalla locale Azienda per lo smaltimento dei
rifiuti, che deve essere preventivamente contattata, cui compete lo smaltimento.
- Tutti i rifiuti cimiteriali (inerti, legni, indumenti, rivestimenti, metallo etc.) devono essere raccolti
e smaltiti nel rispetto della normativa vigente e secondo le indicazioni della locale Azienda per lo
smaltimento dei rifiuti .
- Il caposquadra della ditta appaltatrice deve redigere apposito verbale delle operazioni suddette,
con lindicazione dello stato di consistenza della salma (mineralizzata o indecomposta), degli
oggetti ritrovati, delle eventuali contestazioni dei familiari/aventi titolo presenti alle operazioni. Nel
verbale deve essere, altres, indicata la decisione dei familiari/aventi titolo in merito alla
destinazione dei resti.
La suddetta indicazione deve essere sottoscritta dal dichiarante, precedentemente identificato.
Se richiesto, purch siano sempre rispettate le condizioni generali di sicurezza, i familiari/aventi
titolo possono avvicinarsi alla fossa del loro defunto e assistere alle operazioni di esumazione. A tal
fine, sul lato del campo, in prossimit della fossa, deve essere collocata una transenna che delimiti
laccesso in sicurezza e sul terreno devono essere posizionate, se necessario, delle tavole
in legno per lo stazionamento dei familiari/aventi titolo.

Pagina 40

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- Al termine delloperazione, la fossa deve risultare completamente pulita e sgombra da ogni


residuo.
- A conclusione delle operazioni di esumazione, le fosse devono essere ricoperte, avendo cura di
rimuovere il fondo della fossa per una profondit minima di 15 cm, a mano o con mezzi meccanici,
movimentando la terra, in modo tale da riattivare le caratteristiche microbiologiche del terreno. Il
rinterro deve essere ben compattato per evitare successivi sprofondamenti.
- Al termine di tutte le operazioni di esumazione, la recinzione e i picchetti devono essere rimossi,
lattrezzatura utilizzata deve essere allontanata e tutto il campo/porzione di campo deve
risultare perfettamente spianato e pulito da ogni residuo di esumazione e inerti. I vialetti circostanti
devono risultare puliti e sgombri da materiali e attrezzature.
- Nel caso in cui i familiari/aventi titolo, pur se rintracciati e avvertiti, non si siano presentati
allesumazione e non abbiano dato disposizioni al riguardo, si procede alla collocazione dei resti
mineralizzati in ossario comune .
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta.
2.3 ESUMAZIONE STRAORDINARIA
Lesumazione straordinaria loperazione di esumazione eseguita prima del prescritto turno
ordinario di rotazione previsto dalla normativa (attualmente minimo 10 anni per salme di prima
sepoltura e 5 anni per salme non mineralizzate di seconda sepoltura o come previsto nel
regolamento).
Lesumazione straordinaria ammessa a seguito di disposizione dellAutorit Giudiziaria o a
seguito di richiesta dei familiari/aventi titolo per il trasferimento del feretro in altra sepoltura o per
la cremazione.
Le esumazioni straordinarie sono eseguite, nel rispetto della normativa vigente, alla presenza del
coordinatore sanitario, nel periodo da ottobre ad aprile salvo i casi disposti dallAutorit
Giudiziaria.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi (per esempio, cingoli dellescavatore),
attrezzature e materiali, le tombe e i manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli
scarichi etc.;
- il luogo dellesumazione deve essere adeguatamente recintato con pannelli e/o reti che non
consentano la visibilit dallesterno verso linterno. La recinzione deve essere decorosa, a tenuta di
vento e a norma di sicurezza per gli utenti e per gli operatori.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e lo stato dei luoghi
deve essere ripristinato.

Pagina 41

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Descrizione della procedura


- il committente provveder ad avvertire in tempo utile lAppaltatore comunicando la data e lora
dellesumazione;
- Almeno unora prima di quella stabilita per loperazione, lAppaltatore, se lesumazione
straordinaria avviene su richiesta dellAutorit Giudiziaria, ovvero, limpresa incaricata dai
familiari/aventi titolo, provvede a smontare la tomba e gli arredi funebri, avendo cura di collocarli
in luogo sicuro per il successivo riutilizzo. In caso di esumazione straordinaria finalizzata alla
cremazione, la tomba viene smantellata secondo le modalit descritte per lesumazione ordinaria.
- Rimossa la tomba, si procede con lo scavo.
- Il terreno di scavo deve essere posizionato lateralmente, in modo tale che non costituisca un
pericolo per gli operatori e i presenti.
- Eliminata la terra con lescavatore, fino allaffiorare del coperchio della cassa e senza mai
procedere oltre, loperatore scende nella fossa e completa loperazione di scavo a mano, con idonea
attrezzatura.
- Il coordinatore sanitario costata lo stato del feretro e impartisce le conseguenti indicazioni al
caposquadra della ditta appaltatrice.
- Il feretro deve essere collocato in apposita cassa e trasferito allobitorio, in caso di esumazione
richiesta dallAutorit Giudiziaria, ovvero, in altra sepoltura o al crematorio, a seconda della scelta
dei familiari/aventi titolo.
- Terminata lesumazione straordinaria, la fossa deve essere richiusa, la recinzione deve essere
rimossa e tutti i mezzi, le attrezzature e gli utensili devono essere allontanati.
- Tutte le operazioni devono essere svolte con cura e meticolosit, evitando esecuzioni frettolose e
rispettando le esigenze di raccoglimento dei familiari.
- Il caposquadra della ditta appaltatrice deve redigere apposito verbale delle operazioni suddette. Il
verbale deve essere sottoscritto dalle autorit preposte.
- Se richiesto, purch siano sempre rispettate le condizioni generali di sicurezza, i familiari/aventi
titolo possono avvicinarsi alla fossa del loro defunto e assistere alle operazioni di esumazione. A tal
fine, sul lato del campo, in prossimit della fossa, deve essere collocata una transenna che delimiti
laccesso in sicurezza e sul terreno devono essere posizionate, se necessario, delle tavole in legno
per lo stazionamento dei familiari/aventi titolo.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
e s.m.i. in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta. .
2.4 TUMULAZIONE SALMA IN LOCULO, TOMBA IPOGEA, CAPPELLA PRIVATA
La sepoltura per tumulazione consiste nella collocazione del feretro in loculo, tomba di famiglia,
tomba ipogea, cappella privata.
La salma, destinata alla tumulazione, deve essere chiusa in duplice cassa: una di legno, laltra di
zinco. La cassa di zinco deve essere chiusa ermeticamente.
Nelle tumulazioni fatto divieto sovrapporre un feretro allaltro escluso il caso di feretri non
mineralizzati provenienti dalla prima sepoltura .
Sulla cassa esterna deve essere presente una targhetta metallica con lindicazione del nome,
cognome, data di nascita e data di morte del defunto.

Pagina 42

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Disposizioni sullerogazione del servizio


Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi, attrezzature e materiali, le tombe e i
manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli scarichi etc.;
- durante le lavorazioni in altezza, deve essere garantita unattenzione particolare per evitare la
caduta dallalto di materiali e attrezzature, attraverso luso di idonei piani di appoggio e protezioni.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.
Descrizione della procedura
- Almeno 30 (trenta) minuti prima dellorario previsto per il rito della sepoltura, deve essere
preparato il loculo. In particolare, necessario procedere alla pulizia allinterno del loculo, alla
preparazione del materiale occorrente per la sigillatura (lastre in cls, mattoni, cemento, ecc.) e alla
predisposizione dellattrezzatura occorrente per la tumulazione.
- Allarrivo del feretro nel cimitero, gli operatori della ditta appaltatrice provvedono alla sua
traslazione, dal carro funebre (ovvero dalla camera mortuaria/locale deposito), al luogo di sepoltura,
mediante apposita attrezzatura (portaferetri). Il caposquadra della ditta appaltatrice verifica il
permesso di seppellimento, lo ritira e, successivamente lo consegna al servizio cimiteriale addetto
per le opportune registrazioni. E fatto assoluto divieto procedere alla sepoltura in mancanza del
permesso di seppellimento. In mancanza del permesso di seppellimento, il feretro viene collocato in
deposito (solo qualora la salma appartenga a persona residente o deceduta nel territorio comunale o
altri casi previsti nel regolamento comunale, altrimenti il feretro non potr essere accettato in
deposito).
Il responsabile della ditta appaltatrice deve acquisire dal servizio cimiteriale la concessione del
loculo o fossa con indicato i dati e i riferimenti dellubicazione in cui dovr avvenire il
seppellimento.
- Giunti nel luogo predisposto per la sepoltura, si procede allinserimento del feretro nel loculo con
idonea attrezzatura,evitando scuotimenti e scosse.
- Nel caso di loculo collocato in posizione non agevole (per esempio, oltre la seconda fila a partire
da terra), linserimento deve avvenire utilizzando ponteggi e/o montaferetri, attrezzature e
dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti, secondo
quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 (lavori in quota) e nel DVR dellAppaltatore che deve tener conto
anche dei rischi relativi alla presenza degli utenti.
- Nel caso di loculo collocato in posizione interrata, linserimento deve avvenire utilizzando
montaferetri, attrezzature e dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori
e degli utenti, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e nel DVR dellAppaltatore che deve tener
conto anche dei rischi relativi alla presenza degli utenti..
- La chiusura del loculo pu essere realizzata in muratura di mattoni pieni a una testa intonacata,
in lastre in cls prefabbricate, in lastre di pietra o con altro materiale idoneo, avente le stesse
caratteristiche di resistenza, stabilit, spessore e tenuta ermetica.
- La lastra di chiusura deve essere sigillata con idoneo materiale, atto a prevenire la possibile
fuoriuscita di liquidi e gas.

Pagina 43

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- A sigillatura ultimata, al fine di identificare la sepoltura, deve essere applicata, sul cemento fresco
del loculo, una targhetta, in carta plastificata, recante nome, cognome, data di nascita e data di
morte del defunto tumulato. In mancanza di targhetta, nome, cognome, data di nascita e data di
morte del defunto tumulato vengono scritti direttamente sul cemento.
- Al termine della tumulazione, la zona interessata (compresi manufatti e lapidi circostanti) deve
risultare pulita, libera da attrezzatura e materiale (cemento, detriti, etc.).
- Durante loperazione di tumulazione, gli operatori hanno cura di garantire la presenza dei
familiari, a distanza e in condizioni di sicurezza. Tutte le operazioni devono essere svolte evitando
esecuzioni frettolose e rispettando le esigenze di raccoglimento dei familiari.
Lappaltatore dovr comunque garantire, per le operazioni di cui sopra, la presenza contemporanea
di minimo due operatori..
- Spetta al Comune fornire i materiali per la chiusura del loculo ( lastre in c.l.s. o mattoni) mentre
resta a carico dellappaltatore fornire i materiale per il confezionamento della malta e dei prodotti
sigillanti idonei come sopra riportati.
I famigliari del defunto provvedono successivamente a propria cura e spese allinstallazione della
lapide in travertino o altro materiale previsto nel regolamento comunale, contenente i dati anagrafici
del defunto nonch eventuali arredi funebri (vaso, foto, etc.). Resta a carico del comune fornire ai
famigliari le fasce di riquadratura della lapide di materiale avente caratteristiche similari del blocco
in cui avviene la tumulazione..
- Al gestore deputato il controllo del rispetto delle suddette disposizioni. In caso di verifica di
eventuali difformit, dovr darne immediata comunicazione al Servizio Cimiteriale del Comune.
- In caso di perdita di liquidi o fuoriuscita di odori, le operazioni di ripristino (riapertura del loculo,
sanificazione, risigillatura del loculo) sono a carico dellAppaltatore qualora tale evento sia
imputabile alla non corretta esecuzione della chiusura del loculo.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta..
2.5 TUMULAZIONE RESTI OSSEI/CENERI IN LOCULO OSSARIO/CINERARIO
La tumulazione dei resti ossei/ceneri consiste nella collocazione della cassetta/urna contenente i
resti ossei/ceneri in loculo ossario/cinerario.
Sulla cassetta/urna deve essere presente una targhetta metallica, con lindicazione del nome,
cognome, data di nascita e data di morte del defunto.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi, attrezzature e materiali, le tombe e i
manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli scarichi etc.;
- durante le lavorazioni in altezza, deve essere garantita unattenzione particolare per evitare la
caduta dallalto di materiali e attrezzature, attraverso luso di idonei piani di appoggio e protezioni.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.

Pagina 44

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Descrizione della procedura


- Almeno 30 (trenta) minuti prima dellorario previsto per il rito della sepoltura, deve essere
preparato il loculo ossario /cinerario. In particolare, necessario procedere alla rimozione della
chiusura e della lapide, qualora esistente, alla pulizia allinterno del loculo ossario/cinerario, alla
preparazione del materiale eventualmente occorrente per la sigillatura (lastre in cls, mattoni,
cemento, etc.) e alla predisposizione dellattrezzatura occorrente per la tumulazione.
- Nel caso in cui nel loculo ossario/cinerario sia gi presente una cassetta/urna, loperazione di
smontaggio lapide e demolizione della sigillatura deve essere eseguita contestualmente, avendo cura
di preparare in anticipo il materiale occorrente.
- Allarrivo della cassetta/urna nel cimitero, gli operatori provvedono alla sua traslazione, dal carro
funebre (ovvero dalla camera mortuaria/locale deposito) al luogo di sepoltura, mediante trasporto a
mano, ad opera degli operatori o, se richiesto, dei familiari/aventi titolo.
- Il caposquadra della ditta appaltatrice verifica il permesso di seppellimento, se obbligatorio (per
esempio, il permesso di seppellimento escluso nel caso di resti ossei derivanti da operazioni di
esumazione/estumulazione), lo ritira e successivamente lo consegna al servizio cimiteriale per le
opportune registrazioni . E fatto assoluto divieto procedere alla sepoltura in mancanza del
permesso di seppellimento, laddove obbligatorio. In mancanza del permesso di seppellimento, la
cassetta/urna viene collocata in deposito.
Il responsabile della ditta appaltatrice deve acquisire dal servizio cimiteriale la concessione
dellossario/cinerario con indicato i dati e i riferimenti dellubicazione in cui dovr avvenire il
seppellimento.
- Giunti nel luogo predisposto per la sepoltura, si procede allinserimento della cassetta/urna nel
loculo ossario/cinerario.
- Nel caso di loculo ossario/cinerario collocato in posizione non agevole, linserimento deve
avvenire utilizzando ponteggi, scale e/o montaferetri, attrezzature e dispositivi idonei, in modo tale
da garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08
(lavori in quota) e nel DVR dellAppaltatore.
- Nel caso di loculo ossario collocato in posizione interrata, linserimento deve avvenire utilizzando
montaferetri, attrezzature e dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori
e degli utenti, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e nel DVR dellAppaltatore.
- La chiusura del loculo ossario/cinerario, pu essere realizzata in muratura di mattoni pieni a una
testa intonacata, in lastre in cls prefabbricate, o con altro materiale idoneo avente le stesse
caratteristiche di resistenza, stabilit, spessore e tenuta ermetica.
- A sigillatura ultimata, al fine di identificare la sepoltura, deve essere applicata, sul cemento fresco
del loculo ossario/cinerario, una targhetta, in carta plastificata, recante nome, cognome, data di
nascita e data di morte del defunto tumulato. In mancanza di targhetta, nome, cognome, data di
nascita e data di morte del defunto tumulato vengono scritti direttamente sul cemento.
- Al termine della tumulazione, la zona interessata (compresi manufatti e lapidi circostanti) deve
risultare pulita, libera da attrezzature e materiali (cemento, detriti, etc.).
- Durante loperazione di tumulazione, gli operatori hanno cura di garantire la presenza dei
familiari, a distanza e in condizioni di sicurezza. Tutte le operazioni devono essere svolte evitando
esecuzioni frettolose e rispettando le esigenze di raccoglimento dei familiari.
- Spetta allutente lonere per la lapide di travertino o marmo. Lutente provvede, altres a proprie
spese, allincisione del nome, nonch allapposizione di eventuali arredi funebri (vaso, foto, etc.).

Pagina 45

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta. .
2.6 TUMULAZIONE RESTI OSSEI/CENERI IN LOCULO, TOMBA DI
FAMIGLIA,TOMBA IPOGEA, CAPPELLA PRIVATA
La tumulazione dei resti ossei/ceneri consiste nella collocazione della cassetta/urna contenente resti
ossei/ceneri in loculo, tomba di famiglia, tomba ipogea, cappella privata.
Sulla cassetta/urna deve essere presente una targhetta metallica, con lindicazione del nome,
cognome, data di nascita e data di morte del defunto.
La tumulazione della cassetta/urna di resti ossei/ceneri in loculo possibile, solo ed esclusivamente,
se nel loculo gi presente un feretro, ferma restando la capienza. Per quanto concerne le
disposizioni sullerogazione del servizio e la descrizione della procedura, si fa rinvio a quanto
prescritto nel paragrafo relativo alla tumulazione di resti ossei/ceneri in loculo ossario/cinerario.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
2.7 ESTUMULAZIONE ORDINARIA SALMA (CON SUCCESSIVA RIDUZIONE,
CREMAZIONE,REINUMAZIONE O TRASLAZIONE)
Lestumulazione ordinaria consiste nelloperazione di apertura del loculo e riporto alla luce del
feretro, al termine del periodo di concessione come stabilito dal regolamento comunale..
Decorsi 20 anni ma non ancora terminata la concessione, i familiari/aventi titolo possono richiedere
lestumulazione ordinaria della salma (resti mortali) per traslazione, riduzione o cremazione. Nel
caso di concessioni giunte a scadenza il Committente, in collaborazione con lAppaltatore,
programma, con cadenza periodica, in base alle esigenze, le estumulazioni da effettuare.
Il piano di estumulazione allegato a specifico atto dirigenziale, pubblicato nelle forme di legge.
LAppaltatore ha il compito di coadiuvare il Committente in tutti gli accertamenti e le ricerche
anagrafiche necessarie, al fine di individuare i familiari/aventi titolo dei defunti da estumulare.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi, attrezzature e materiali, le tombe e i
manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli scarichi etc.;
- durante le lavorazioni in altezza, deve essere garantita unattenzione particolare per evitare la
caduta dallalto di materiali e attrezzature, attraverso luso di idonei piani di appoggio e protezioni;
- nella bacheca/punti informativi del cimitero interessato, lAppaltatore deve posizionare idonea
cartellonistica, con lindicazione della data e ora delle estumulazioni;
- lAppaltatore deve provvedere a informare lutenza, con apposita cartellonistica e secondo le
indicazioni del Responsabile Unico del Procedimento, di eventuali variazioni delle date previste per
le estumulazioni;

Pagina 46

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- nelloperazione di estumulazione si esegue una estumulazione per volta, iniziando loperazione


successiva solo quando quella precedente completamente conclusa.
- lAppaltatore deve, preliminarmente, provvedere al disallaccio dellimpianto elettrico di
illuminazione votiva esistente (compresa la rimozione di lampada e portalampada da consegnare
allAzienda Atac spa che gestisce le lampade votive nei cimiteri).
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.

Descrizione della procedura


- Concordate con lufficio comunale preposto le estumulazioni da eseguire, lAppaltatore comunica,
in tempo utile, i nominativi degli estumulandi, per la predisposizione degli atti necessari da parte
del Committente.
Gli arredi funebri, che non siano stati rimossi dai familiari/aventi titolo, devono essere distrutti e il
materiale di risulta deve essere allontanato e depositato in apposito scarrabile predisposto dalla
locale Azienda per lo smaltimento dei rifiuti, che deve essere contattata in tempo utile.
- Larea interessata allestumulazione deve essere opportunamente delimitata, in modo che risulti
interdetta agli utenti.
- Nel caso di loculo collocato in posizione non agevole (per esempio, oltre la seconda fila, a partire
da terra), lestumulazione deve avvenire utilizzando ponteggi e/o montaferetri, attrezzature e
dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti, secondo
quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 (lavori in quota) e nel DUVR.
- Nel caso di loculo collocato in posizione interrata, lestumulazione deve avvenire utilizzando
montaferetri, attrezzature e dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori
e degli utenti, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e nel DUVR.
- Si procede, quindi, alla demolizione della sigillatura del loculo (in muratura, lastre di cls, etc.).
- Gli inerti derivanti dalla demolizione devono essere distrutti e il materiale di risulta deve essere
allontanato dallarea interessata e depositato in apposito scarrabile predisposto dalla locale Azienda
per lo smaltimento dei rifiuti, che deve essere contattata in tempo utile.
- Demolita la sigillatura, si procede allestrazione del feretro, con lutilizzo di adeguata attrezzatura.
- Il feretro deve essere traslato, dalla posizione in cui si trova, a idonea altezza di lavoro, che
garantisca la completa sicurezza degli operatori.
- Rimosso il coperchio della cassa, sia quello di legno sia quello di metallo, tramite dissaldatura o
taglio, il Caposquadra della ditta appaltatrice verifica lo stato della salma. Se la salma
completamente mineralizzata, si procede alla raccolta, a mano, delle ossa in apposita cassetta di
zinco o sacco (in tessuto naturale biodegradabile di colore scuro, dotato di laccio di chiusura),
entrambi opportunamente sigillati e muniti di targhetta identificativa, con lindicazione dei dati
relativi al cimitero di provenienza e della data di estumulazione. A seconda della scelta dei
familiari/aventi titolo, i resti ossei possono essere tumulati, inseriti in ossario comune o cremati,
previa richiesta dei relativi permessi e autorizzazioni.
Se la salma risulta indecomposta, a seconda della scelta preventivamente espressa dai
familiari/aventi titolo si pu procedere:
- alla inumazione in campo a terra, qualora vi siano spazi disponibili, secondo la procedura della
inumazione, effettuando opportune aperture nella cassa metallica, ovvero, trasferendo i resti
nellapposito coltrino biodegradabile; in entrambi i casi deve essere apposta targhetta identificativa,
con lindicazione dei dati relativi alla salma e della data di estumulazione;

Pagina 47

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- alla cremazione dei resti che devono essere raccolti in apposito coltrino che, a sua volta, deve
essere inserito in una bara di cellulosa, munita di targhetta identificativa, con lindicazione dei dati
relativi al cimitero di provenienza e della data di estumulazione, ai fini del successivo trasporto
(previa richiesta dei relativi permessi e autorizzazioni) al crematorio.
In attesa della definitiva destinazione, i sacchi/cassette/coltrini/bare di cellulosa, identificati come
sopra, devono essere collocati nella camera mortuaria/deposito e lAppaltatore resta responsabile
della loro custodia.
- Nel caso che non sia stato possibile rintracciare i familiari/aventi titolo, ovvero, nel caso in cui i
familiari/aventi titolo, pur se rintracciati e avvertiti, non si siano presentati allestumulazione e non
abbiano dato disposizioni al riguardo, si procede nel modo che segue: i resti ossei dellestumulato
vengono custoditi nellapposita cassetta riportante i dati identificativi e collocati in deposito per un
periodo di due anni, trascorso il quale, se non reclamati, vengono collocati in ossario comune (se si
tratta di resti mortali si procede alla reinumazione nel pi breve tempo possibile).
LAppaltatore resta custode e responsabile dei resti collocati in deposito.
- Il caposquadra della ditta appaltatrice deve redigere apposito verbale delle operazioni suddette,
con lindicazione dello stato di consistenza della salma (mineralizzata o indecomposta), degli
oggetti ritrovati, delle eventuali contestazioni dei familiari/aventi titolo presenti alle operazioni. Nel
verbale deve essere, altres, indicata la decisione dei familiari/aventi titolo in merito alla
destinazione dei resti. Nel caso non vi sia la presenza dei familiari o aventi titolo si procede come
sopra.
La suddetta indicazione deve essere sottoscritta dal dichiarante, precedentemente identificato.
- Tutte le operazioni devono essere svolte con cura e meticolosit, evitando esecuzioni frettolose e
rispettando le esigenze di raccoglimento dei familiari.
-I resti della bara in legno, insieme ai resti di indumenti della salma e del rivestimento della bara,
devono essere inseriti in apposito sacco chiaro (uno per ogni estumulazione) delle dimensioni di ml
1,20x2,20, munito di chiusura e recante ben visibile la scritta rifiuti urbani da esumazione ed
estumulazione. Il sacco deve essere chiuso e collocato in apposito contenitore o automezzo per il
trasporto e la successiva traslazione per lo stoccaggio temporaneo. Nellarea destinata allo
stoccaggio, gli operatori procedono alla separazione dei materiali e alleventuale riduzione dei resti
di legno della bara per lo smaltimento dei rifiuti e alla collocazione dei sacchi chiusi nel big-bag,
ovvero, in altro contenitore idoneo indicato dalla Azienda di smaltimento rifiuti.
Lappaltatore concorder con lAzienda per lo smaltimento dei rifiuti tempi e modalit per il ritiro.
- I resti metallici, tra cui la cassa di zinco, devono essere raccolti separatamente nei sacchi di cui
sopra recanti la scritta ben visibile rifiuti urbani provenienti da esumazione ed estumulazione e
smaltiti secondo le indicazioni dalla locale Azienda per lo smaltimento dei rifiuti, nel rispetto della
normativa vigente.
- Tutti i rifiuti cimiteriali (inerti, legni, indumenti, rivestimenti, metallo etc.) devono essere raccolti
e smaltiti nel rispetto della normativa vigente e secondo le indicazioni che verranno impartite dal
Servizio Cimiteriale Comunale e della locale Azienda per lo smaltimento dei rifiuti.
- Se richiesto, purch siano sempre rispettate le condizioni generali di sicurezza, i familiari/aventi
titolo possono avvicinarsi al luogo di sepoltura e assistere alle operazioni di estumulazione.
Nel caso di estumulazione ordinaria finalizzata ad una traslazione (spostamento del feretro da un
loculo o da una tomba privata ad un altro loculo o altra tomba privata) le successive operazioni da
compiere sono le seguenti:
- trasporto del feretro, dopo averne verificato la tenuta (altrimenti effettuare il rifascio) presso il
nuovo tumulo;

Pagina 48

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- effettuazione delle stesse operazioni previste per la tumulazione.


- Al termine dellestumulazione si procede alla pulizia accurata del loculo, utilizzando prodotti
idonei a impermeabilizzare, igienizzare e disinfettare ai fini della successiva concessione. Il loculo
deve essere richiuso con una nuova lapide, se disponibile, ovvero, con una lastra di materiale
povero (compensato, polistirolo) provvisoria.
- Al termine di tutte le operazioni di estumulazione, devono essere rimossi e allontanati tutti i
materiali di risulta e lattrezzatura utilizzata e il luogo deve risultare pulito da ogni residuo di
estumulazione e inerti. I vialetti circostanti devono risultare puliti e sgombri da materiali ed
attrezzature.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta. .

2.8 ESTUMULAZIONE RESTI OSSEI/CENERI


Lestumulazione di cassetta resti ossei/urna cineraria consiste nelloperazione di apertura del
loculo/loculo ossario/tomba privata e riporto alla luce di cassetta resti ossei/urna cineraria, al
termine del periodo di concessione o su richiesta dei familiari/aventi titolo.
Il Committente, in collaborazione con lAppaltatore, programma, con cadenza periodica, in base
alle esigenze, le estumulazioni, per scadenza della concessione, da effettuare.
Il piano di estumulazione allegato a specifico atto dirigenziale, pubblicato nelle forme di legge.
LAppaltatore ha il compito di coadiuvare il Committente in tutti gli accertamenti e le ricerche
anagrafiche necessarie, al fine di individuare i familiari/aventi titolo dei defunti da estumulare.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti da mezzi, attrezzature e materiali, le tombe e i
manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli scarichi etc.;
- durante le lavorazioni in altezza, deve essere garantita unattenzione particolare per evitare la
caduta dallalto di materiali ed attrezzature, attraverso luso di idonei piani di appoggio e protezioni;
- nella bacheca/punti informativi del cimitero interessato, lAppaltatore deve posizionare idonea
cartellonista, con lindicazione della data e ora delle estumulazioni;
- lAppaltatore deve provvedere a informare lutenza, con apposita cartellonistica e secondo le
indicazioni del Responsabile Unico del Procedimento, di eventuali variazioni delle date previste per
le estumulazioni;
- nelloperazione di estumulazione si esegue una estumulazione per volta, iniziando loperazione
successiva solo quando quella precedente completamente conclusa.

Pagina 49

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- lAppaltatore deve, preliminarmente, provvedere al disallaccio dellimpianto elettrico di


illuminazione votiva esistente (compresa la rimozione di lampada e portalampada da consegnare
allAzienda ATAC spa).
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.
Descrizione della procedura
- Concordate con lufficio comunale preposto le estumulazioni da eseguire, lAppaltatore comunica,
in tempo utile, i nominativi degli estumulandi, per la predisposizione degli atti necessari da parte
del Committente.
- La lapide e gli arredi funebri, che non sono stati rimossi dai familiari/aventi titolo, devono essere
distrutti e il materiale di risulta deve essere allontanato e smaltito.
- Larea interessata allestumulazione deve essere opportunamente delimitata, in modo che risulti
interdetta agli utenti.
- Nel caso di loculo collocato in posizione non agevole (per esempio, oltre la seconda fila, a partire
da terra), lestumulazione deve avvenire utilizzando ponteggi e/o montaferetri, attrezzature e
dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti, secondo
quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 (lavori in quota) e nel DUVR.
- Nel caso di loculo collocato in posizione interrata, lestumulazione deve avvenire utilizzando
attrezzature e dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti,
secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e nel DUVR.
- Si procede, quindi, alla demolizione della sigillatura del loculo (in muratura, lastre di cls, etc.), se
esistente.
- Gli inerti derivanti dalla demolizione devono essere distrutti e il materiale di risulta deve essere
allontanato dallarea interessata e depositato in apposito scarrabile e smaltito.
- Demolita la sigillatura, si procede allestrazione della cassetta/urna, con lutilizzo di adeguata
attrezzatura. Loperazione deve avvenire nella completa sicurezza degli operatori.
- A seconda della scelta dei familiari/aventi titolo, i resti ossei/ceneri possono essere tumulati,
inseriti in ossario comune/cinerario comune o cremati (scelta questultima limitata ai resti ossei),
previa richiesta dei relativi permessi e autorizzazioni.
- In attesa della definitiva destinazione, le cassette/urne, opportunamente sigillate e identificate, con
lindicazione dei dati anagrafici, della data di estumulazione e del cimitero di provenienza, devono
essere collocati nella camera mortuaria/deposito e lAppaltatore resta responsabile della loro
custodia.
- Nel caso che non sia stato possibile rintracciare i familiari/aventi titolo, ovvero, nel caso in cui i
familiari/aventi titolo, pur se rintracciati e avvertiti, non si siano presentati allestumulazione e non
abbiano dato disposizioni al riguardo, si procede nel modo che segue: la cassetta con i resti
ossei/urna cineraria dellestumulato viene collocata in deposito per un periodo di anni 2 (due),
trascorsi i quali, i resti ossei/ceneri se non reclamati, vengono collocati in ossario comune/cinerario
comune.
- E cura dellAppaltatore dare adeguata pubblicit (per esempio, mediante affissione di apposita
cartellonistica) della presenza in deposito di resti/ceneri. LAppaltatore resta custode e responsabile
dei resti/ceneri collocati in deposito.
- Il caposquadra della ditta appaltatrice deve redigere apposito verbale delle operazioni suddette,
con annotazione delle eventuali contestazioni dei familiari/aventi titolo presenti alle operazioni e

Pagina 50

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

lindicazione della decisione dei familiari/aventi titolo in merito alla destinazione dei resti/ceneri.
La suddetta indicazione deve essere sottoscritta dal dichiarante, precedentemente identificato.
- Tutti i rifiuti cimiteriali (inerti, pietre, marmi etc.) devono essere raccolti e smaltiti nel rispetto
della normativa vigente e secondo le indicazioni della locale Azienda per lo smaltimento dei rifiuti.
- Se richiesto, purch siano sempre rispettate le condizioni generali di sicurezza, i familiari/aventi
titolo possono avvicinarsi al luogo di sepoltura e assistere alle operazioni di estumulazione.
- Al termine dellestumulazione si procede alla pulizia accurata del loculo, utilizzando prodotti
idonei a impermeabilizzare, igienizzare e disinfettare, ai fini della successiva concessione. Il loculo
deve essere richiuso con una nuova lapide, se disponibile, ovvero, con una lastra di materiale
povero (compensato, polistirolo) provvisoria.
- A termine delloperazione di estumulazione, devono essere rimossi e allontanati tutti i materiali
di risulta e lattrezzatura utilizzata e il luogo deve risultare pulito da ogni di residuo di
estumulazione e inerti. I vialetti circostanti devono risultare puliti e sgombri da materiali e
attrezzature.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta.

2.9 ESTUMULAZIONE STRAORDINARIA


Lestumulazione straordinaria loperazione di estumulazione eseguita prima della scadenza della
concessione o comunque prima del periodo di 20 (venti ) anni prescritto dalla normativa vigente.
Lestumulazione straordinaria ammessa a seguito di disposizione dellAutorit Giudiziaria o a
seguito di richiesta dei familiari/aventi titolo per il trasferimento del feretro in altra sepoltura o per
la cremazione.
Lestumulazione straordinaria eseguita, nel rispetto della normativa vigente, alla presenza del
coordinatore sanitario, nel periodo da ottobre ad aprile salvo i casi disposti dallAutorit
Giudiziaria.
LAppaltatore ha il compito di coadiuvare il Committente nellespletamento di tutti gli accertamenti
e le ricerche anagrafiche necessarie, al fine di individuare i familiari/aventi titolo del defunto da
estumulare.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi, attrezzature e materiali, le tombe e i
manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli scarichi etc.;
- durante le lavorazioni in altezza, deve essere garantita unattenzione particolare per evitare la
caduta dallalto di materiali e attrezzature, attraverso luso di idonei piani di appoggio e protezioni;

Pagina 51

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- il luogo dellestumulazione deve essere adeguatamente recintato con pannelli e/o rete che non
consentano la visibilit dallesterno verso linterno. La recinzione deve essere decorosa, a tenuta di
vento e a norma di sicurezza per gli utenti e per gli operatori.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e lo stato dei luoghi
deve essere ripristinato.
Descrizione della procedura
- Concordata con lufficio comunale preposto la data e lora dellestumulazione e sentite le autorit
interessate, lAppaltatore deve coadiuvare il Committente ad avvertire, in tempo utile, i
familiari/aventi titolo del defunto da estumulare.
- Almeno unora prima di quella stabilita per loperazione, lAppaltatore, se lestumulazione
straordinaria avviene su richiesta dellAutorit Giudiziaria, ovvero limpresa incaricata dai
familiari/aventi titolo, provvede a smontare la tomba e gli arredi funebri, avendo cura di collocarli
in luogo sicuro per il successivo riutilizzo. In caso di estumulazione straordinaria finalizzata alla
cremazione, la tomba viene smantellata secondo le modalit prescritte per lestumulazione
ordinaria.
- La tomba e gli arredi funebri, che non sono stati rimossi dai familiari/aventi titolo, devono essere
distrutti e il materiale di risulta deve essere allontanato e depositato in apposito scarrabile e smaltito.
- Larea interessata allestumulazione deve essere opportunamente delimitata, in modo che risulti
interdetta agli utenti.
- Nel caso di loculo collocato in posizione non agevole (per esempio, oltre la seconda fila, a partire
da terra) lestumulazione deve avvenire utilizzando ponteggi e/o montaferetri, attrezzature e
dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti, secondo
quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 (lavori in quota) e nel DVR dellAppaltatore.
- Nel caso di loculo collocato in posizione interrata, lestumulazione deve avvenire utilizzando
montaferetri, attrezzature e dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori
e degli utenti, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e nel DVR dellAppaltatore.
- Si procede, quindi alla demolizione della sigillatura del loculo (in muratura, lastre di cls, etc.).
- Gli inerti derivanti dalla demolizione devono essere distrutti e il materiale di risulta deve essere
allontanato dallarea interessata e depositato in apposito scarrabile e smaltito.
- Demolita la sigillatura, si procede allestrazione del feretro, con lutilizzo di adeguata attrezzatura.
- Il feretro deve essere traslato, dalla posizione in cui si trova, a idonea altezza di lavoro che
garantisca la completa sicurezza degli operatori.
- Il coordinatore sanitario costata lo stato del feretro e impartisce le conseguenti indicazioni al
caposquadra.
- Il feretro deve essere collocato in apposita cassa e trasferito allobitorio, in caso di estumulazione
richiesta dallAutorit Giudiziaria, ovvero, in altra sepoltura o al crematorio, a seconda della scelta
dei familiari/aventi titolo.
- In base alla scelta dei familiari/aventi titolo, si pu procedere:
- alla inumazione in campo/porzione di campo destinato ai reinumati, secondo la procedura della
inumazione, effettuando opportune apertura nella cassa metallica e comunque secondo le
indicazioni del coordinatore sanitario. In ogni caso, deve essere apposta targhetta identificativa, con
lindicazione dei dati relativi al cimitero di provenienza e della data di estumulazione;
- alla tumulazione nella stessa o altra sepoltura, secondo le indicazioni del coordinatore sanitario,
provvedendo, se necessario, al cosiddetto rifascio;

Pagina 52

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- alla cremazione, secondo le indicazioni del coordinatore sanitario, avendo cura di apporre apposita
targhetta identificativa, con lindicazione dei dati relativi al cimitero di provenienza e della data di
estumulazione, ai fini del successivo trasporto (previa richiesta dei relativi permessi e
autorizzazioni) al crematorio presso altro comune.
- In attesa della definitiva destinazione, il feretro estumulato, identificato come sopra, pu essere
collocato, su indicazione del coordinatore sanitario, nella camera mortuaria/deposito e lAppaltatore
resta responsabile della custodia.
- Tutte le operazioni devono essere svolte con cura e meticolosit, evitando esecuzioni frettolose e
rispettando le esigenze di raccoglimento dei familiari.
- Delle operazioni suddette dovr essere redatto apposito verbale, sottoscritto dalle autorit
preposte.
- Se richiesto, purch siano sempre rispettate le condizioni generali di sicurezza, i familiari/aventi
titolo possono avvicinarsi al luogo di sepoltura e assistere alle operazioni di estumulazione.
- Al termine dellestumulazione si procede alla pulizia accurata del loculo, utilizzando prodotti
idonei a impermeabilizzare, igienizzare e disinfettare, ai fini della successiva concessione. Il loculo
deve essere richiuso con una nuova lapide, se disponibile, ovvero, con una lastra di materiale
povero (compensato, polistirolo) provvisoria.
- Al termine delloperazione di estumulazione, devono essere rimossi e allontanati tutti i materiali di
risulta e lattrezzatura utilizzata e il luogo deve risultare pulito da ogni di residuo di estumulazione e
inerti. I vialetti devono risultare puliti e sgombri da materiali e attrezzature.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta.
2.10 AFFIDAMENTO CENERI
Laffidamento delle ceneri avviene nel rispetto della volont del defunto.
Il soggetto affidatario dellurna cineraria pu essere un familiare/avente titolo, un ente o
unassociazione scelta dal defunto o da chi pu manifestarne la volont.
Laffidamento delle ceneri subordinato al rilascio di apposita autorizzazione dellUfficio Stato
Civile, nel rispetto della normativa della normativa vigente (D.P.R. 285/90 Legge 130/2001 e Legge
Regione Marche n.3/2005) e successivo regolamento.
E fatto divieto procedere allaffidamento delle ceneri in mancanza dellautorizzazione prescritta.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia.
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti.
2.11 DISPERSIONE DELLE CENERI (AREA ATTREZZATA) PRESSO IL
CIMITERO DI CIVITANOVA ALTA
Descrizione della procedura
Per la dispersione delle ceneri in area cimiteriale attrezzata, lAppaltatore tenuto a rispettare la
seguente procedura:
- Allarrivo dellurna cineraria nel cimitero, gli operatori della ditta appaltatrice provvedono alla sua
traslazione, dal carro funebre (ovvero dalla camera mortuaria/locale deposito/) al luogo di

Pagina 53

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

dispersione, mediante trasporto a mano, ad opera degli operatori o, se richiesto, dei familiari/aventi
titolo.
- Nelle more del perfezionamento della pratica per lautorizzazione alla dispersione, lAppaltatore
deve custodire e conservare lurna cineraria nella camera mortuaria/deposito, presso il cimitero di
Civitanova Alta .
- Il caposquadra della ditta appaltatrice verifica lautorizzazione alla dispersione, la ritira e,
successivamente, e procede alle operazioni di dispersione. E fatto assoluto divieto procedere alla
dispersione in campo attrezzato in mancanza della relativa autorizzazione. In mancanza
dellautorizzazione alla dispersione, lurna viene collocata in deposito.
- Giunti nellarea cimiteriale dedicata alla dispersione, si rimuove il sigillo dellurna e si procede a
disperdere il contenuto. Se richiesto, la dispersione pu essere eseguita dai familiari/aventi titolo.
- Durante tale operazione, gli operatori della ditta appaltatrice hanno cura di garantire la presenza
dei familiari a distanza e in condizioni di sicurezza.
- La dispersione delle ceneri un rito funebre. Pertanto, tutte le operazioni devono essere svolte con
la massima cura e cautela, evitando esecuzioni frettolose e rispettando le esigenze di raccoglimento
dei familiari.
- Al termine delloperazione, gli operatori della ditta appaltatrice devono porre in atto gli
accorgimenti prescritti dal Responsabile Unico del Procedimento.
- Lurna vuota deve essere smaltita, a cura e onere dellAppaltatore, nel rispetto della normativa
vigente e secondo le modalit previste per i rifiuti da esumazione/estumulazione.
2.12 COLLOCAZIONE RESTI OSSEI IN OSSARIO COMUNE
La collocazione dei resti ossei nellossario comune interessa, prevalentemente, i resti ossei derivanti
da operazioni di esumazione/estumulazione. Si tratta di una tipologia di sepoltura rientrante fra i
compiti distituto, come definiti dalla normativa vigente, che deve essere effettuata a seguito delle
operazione sopradette, salvo diversa indicazione dei familiari.
Lossario comune presente nel cimitero di Civitanova Alta e Civitanova Porto, collocato in
posizione interrata.
Lintroduzione dei resti ossei nellossario comune avviene in forma indistinta, trasferendo,
direttamente, il contenuto del sacco di raccolta delle ossa, utilizzato durante le operazioni di
esumazione/estumulazione, nellossario comune.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
Disposizioni sullerogazione del servizio
Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere protetta, in modo tale da evitare danni a cose e/o
persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi, attrezzature e materiali, le tombe e i
manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli scarichi etc.;
- durante le lavorazioni in altezza, deve essere garantita unattenzione particolare per evitare la
caduta dallalto di materiali e attrezzature, attraverso luso di idonei piani di appoggio e protezioni.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.

Pagina 54

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Descrizione della procedura


- Almeno 15 (quindici) minuti prima dellorario previsto per il rito della sepoltura, deve essere
preparato lossario comune. In particolare necessario procedere alla rimozione della lapide ed
eventuale controlapide, ricoprire lossario con un pannello provvisorio, in modo tale che il
contenuto dellossario non sia visibile e transennare adeguatamente larea, in modo che risulti in
sicurezza sia per gli utenti che per gli operatori.
- Allarrivo dei resti nel cimitero, gli operatori provvedono alla loro traslazione, dal carro funebre
(ovvero dalla camera mortuaria/locale deposito) al luogo di sepoltura, mediante carrello, in caso di
resti ossei, e se richiesto, ad opera dei familiari/aventi titolo.
- Il caposquadra della ditta appaltatrice verifica lautorizzazione al deposito nellossario comune e
procede alle operazioni..
E fatto assoluto divieto procedere al deposito in mancanza della prescritta autorizzazione.
In mancanza dellautorizzazione loperazione non pu essere svolta.
- Giunti allossario comune si procede allinserimento dei resti ossei nel vano ossario.
- Il sacco o cassetta di raccolta ossa non deve essere mai introdotta nel vano dell ossario comune.
- Durante tale operazione, gli operatori hanno cura di garantire la presenza dei familiari a distanza e
in condizioni di sicurezza.
- La collocazione dei resti in ossario comune un rito funebre. Pertanto, tutte le operazioni devono
essere svolte con la massima cura e cautela, evitando esecuzioni frettolose e rispettando le esigenze
di raccoglimento dei familiari.
- Al termine delloperazione, si deve procedere alla chiusura dellossario comune, riposizionando la
lapide e controlapide e ripristinando lo stato dei luoghi.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta.
2.13 RIPRISTINI IGIENICI
Il naturale processo di decomposizione della salma determina la produzione di liquidi e gas.
Il rivestimento in zinco del feretro, posto nel loculo, ha la funzione di isolare e contenere i liquidi e
gas prodotti. Talvolta, per un difetto del rivestimento in zinco, tali liquidi fuoriescono, percolando
allintero e allesterno del loculo, con sgradevole componente odorosa immediatamente percepibile
e tale da rendere i luoghi impraticabili sotto il profilo igienico sanitario. A fronte di simili
evenienze, si rende necessario provvedere al ripristino igienico del loculo, ovvero, alla sua
igienizzazione e sanificazione. LAppaltatore ha il compito di effettuare tutti gli accertamenti e le
ricerche necessarie, al fine di individuare il loculo oggetto del ripristino, avvertendo,
contestualmente, il Responsabile Unico del Procedimento ed il servizio cimiteriale.
Spetta al servizio cimiteriale avvertire i familiari/aventi titolo che, a loro volta, provvedono a
contattare limpresa funebre per il rifasciamento della cassa. Il servizio cimiteriale dovr altres
avvisare lASUR locale in quanto, nel rispetto della normativa vigente, alla riapertura del loculo
dovr essere presente il Coordinatore Sanitario.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
Disposizioni sullerogazione del servizio

Pagina 55

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:


- loperazione di ripristino deve essere, necessariamente, effettuata alla presenza del coordinatore
sanitario;
- alloperazione di ripristino deve essere presente limpresa funebre, incaricata dai familiari/aventi
titolo, per il rifasciamento della cassa;
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- il personale operativo deve indossare tutti i dispositivi di protezione individuale prescritti;
- larea interessata dalloperazione deve essere interclusa agli utenti e protetta, in modo tale da
evitare danni a cose e/o persone. In particolare, devono essere protetti, da mezzi, attrezzature e
materiali, le tombe e i manufatti circostanti, le pavimentazioni, i cordonati, gli scarichi etc.;
- durante le lavorazioni in altezza deve essere garantita unattenzione particolare per evitare la
caduta dallalto di materiali e attrezzature, attraverso luso di idonei piani di appoggio e di
protezioni.
Al termine delloperazione, larea deve essere lasciata perfettamente pulita e deve essere ripristinato
lo stato dei luoghi.
Descrizione della procedura
- LAppaltatore concorda con i soggetti interessati la data e lora del ripristino.
- LAppaltatore provvede allo smontaggio della lapide e degli arredi funebri. Se la lapide
recuperabile, deve essere riposta in luogo sicuro per il successivo rimontaggio, se, invece,
irrecuperabile, deve essere distrutta e il materiale di risulta allontanato e depositato in apposito
scarrabile e smaltita.
- Larea interessata alloperazione di ripristino deve essere opportunamente delimitata, in modo che
risulti interdetta agli utenti.
- Nel caso di loculo collocato in posizione non agevole (per esempio, oltre la seconda fila a partire
da terra), loperazione di ripristino deve avvenire utilizzando ponteggi e/o montaferetri, attrezzatura
e dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza degli operatori e degli utenti, secondo
quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 (lavori in quota) e nel DUVR.
- Nel caso di loculo collocato in posizione interrata, loperazione di ripristino deve avvenire
utilizzando montaferetri, attrezzature e dispositivi idonei, in modo tale da garantire la sicurezza
degli operatori e degli utenti, secondo quanto previsto dal D.Lgs. 81/08 e nel DUVR.
- Si procede, quindi, alla demolizione della sigillatura del loculo (in muratura, lastre di cls, etc.).
- Gli inerti derivanti dalla demolizione devono essere distrutti e il materiale di risulta deve essere
allontanato dallarea interessata e depositato in apposito scarrabile predisposto dalla locale Azienda
per lo smaltimento dei rifiuti, che deve essere contattata in tempo utile.
- Demolita la sigillatura, si procede allestrazione del feretro, con lutilizzo di adeguata attrezzatura.
- Il feretro deve essere traslato, dalla posizione in cui si trova, a idonea altezza di lavoro, che
garantisca la completa sicurezza degli operatori.
- Loperazione deve avvenire nella completa sicurezza degli operatori.
- Il coordinatore sanitario costata lo stato del feretro e impartisce le indicazioni al caposquadra della
ditta appaltatrice per le successive operazioni da eseguire.
- E cura e onere dellimpresa funebre incaricata dai familiari/aventi titolo procedere alla
collocazione del feretro in una nuova cassa metallica (rifascio del feretro) e alla relativa
sigillatura.

Pagina 56

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- LAppaltatore provvede a igienizzare e sanificare il loculo, secondo le indicazioni impartite dal


coordinatore sanitario, utilizzando prodotti idonei (sabbia, calce, trucioli di legno, prodotti
igienizzanti, etc.) che sono a suo carico.
- Al termine delloperazione, il loculo deve risultare perfettamente pulito e igienizzato.
- Il feretro rifasciato a cura e spese dellimpresa funebre deve essere reintrodotto allinterno del
loculo;
- LAppaltatore procede alla sigillatura del loculo in muratura di mattoni pieni a una testa
intonacata, in lastre in cls prefabbricate, in lastre di pietra o con altro materiale idoneo avente le
stesse caratteristiche di resistenza, stabilit, spessore e tenuta ermetica. I materiali per la nuova
chiusura del loculo ( lastra in c.a.v, mattoni ecc.) saranno forniti dalla stazione appaltante, mentre le
malte e prodotti idonei per la sigillatura saranno a carico dellAppaltatore.
- LAppaltatore deve verificare le condizioni dei loculi adiacenti. Se il percolamento ha interessato i
loculi adiacenti, lAppaltatore deve intervenire secondo la procedura descritta.
- Al termine delloperazione di ripristino, devono essere rimossi e allontanati tutti i materiali di
risulta e lattrezzatura utilizzata e il luogo deve risultare pulito da ogni residuo/inerti.
- Il rimontaggio della lapide, sar a cura e spese dei familiari/aventi titolo come descritto in
precedenza al punto 2.4.
Tutti i rifiuti provenienti dalle operazioni sopra descritte saranno selezionati in modalit
differenziata, stoccati, trasportati e smaltiti in discarica autorizzata con oneri a completo carico
dellAppaltatore che ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta.

2.14 TRASPORTO E CREMAZIONE RESTI MORTALI/OSSEI


Limpianto di cremazione di cui intenzionata avvalersi la ditta Appaltatrice non potr essere
collocato oltre 100 Km. di distanza dal comune di Civitanova Marche.
La ditta appaltatrice dovr fornire al committente il nominativo dellimpianto di cremazione a cui
intenzionata affidare il servizio di cremazione dei resti mortali non mineralizzati.
Tale comunicazione dovr essere effettuata entro 10 gg. dalla data di assegnazione dellappalto.
Qualora la ditta appaltatrice, durante il periodo contrattuale, intenda procedere a modificare il sito
della cremazione ne dovr dare immediata comunicazione al comune e comunque entro 10 gg.
dallavvenuta modifica.
Nel caso in cui i familiari/aventi titolo abbiano optato per la cremazione dei resti mortali/ossei,
risultanti dalle operazioni di esumazione/estumulazione, lAppaltatore deve provvedere al trasporto
dei resti stessi allimpianto di cremazione stabilito. I resti mortali/ossei di ogni defunto devono
essere contenuti in apposito sacco/cassetta/coltrino/bara di cellulosa, sigillati secondo le indicazioni
del crematorio convenzionato e muniti di targhetta identificativa, recante nome, cognome, data di
nascita e data di morte del defunto.
E fatto assoluto divieto procedere al trasporto al crematorio in mancanza della relativa
autorizzazione. In mancanza dellautorizzazione, il sacco/cassetta/coltrino/bara di cellulosa viene
collocato in deposito presso il cimitero di Civitanova Alta .
LAppaltatore rimane responsabile della custodia.
LAppaltatore deve provvedere a farsi rilasciare dallUfficio Cimiteriale Comunale lautorizzazione
al trasporto e alla cremazione dei resti.

Pagina 57

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Disposizioni sullerogazione del servizio


Prima di procedere a ogni operazione si ricorda che:
- il personale operativo deve indossare la divisa prevista ed essere munito di tesserino di
riconoscimento con fotografia;
- per il trasporto dei resti deve essere utilizzato apposito automezzo pulito e decoroso. Al termine
delloperazione di trasporto, lautomezzo deve essere lasciato perfettamente pulito.
Descrizione della procedura
- Prima di procedere al trasporto dei resti mortali/ossei destinati alla cremazione, lAppaltatore
contatta il crematorio convenzionato per concordare la data e lora di effettuazione di ogni singola
operazione di cremazione e, se richiesto, ne informa i familiari/aventi titolo.
- Il caposquadra della ditta appaltatrice provvede a traslare il sacco/cassetta/coltrino/bara di
cellulosa, contenete i resti mortali/ossei, su idoneo automezzo per il trasporto.
- La cassetta dei resti ossei deve essere opportunamente sigillata secondo le indicazioni del
crematorio convenzionato.
- Al crematorio viene accertata la regolarit e la completezza della documentazione presentata
(permessi e autorizzazioni) e la sua rispondenza ai dati riportati sulla targhetta identificativa
applicata sul sacco/cassetta/coltrino/bara di cellulosa.
- Lufficio amministrativo dei Servizi Cimiteriali provvede a contattare i familiari/aventi titolo per
ricevere le indicazioni sulla successiva destinazione delle ceneri (tumulazione, inumazione,
dispersione, affidamento).
- Qualora presso limpianto di cremazione convenzionato non vi sia la presenza dei familiari o venti
titolo, lAppaltatore concorda con il crematorio la data e lora per il ritiro delle ceneri.
- Loperatore della ditta appaltatrice , prima di ritirare le urne cinerarie, accerta la regolarit e la
completezza della documentazione rilasciata dal crematorio.
- In attesa della destinazione definitiva delle ceneri, lAppaltatore deve custodire e conservare lurna
cineraria nella camera mortuaria/deposito presso il cimitero di Civitanova Alta.
2.15 SIGILLAZIONE ED ASSISTENZA ALLE AUTOPSIE
Il servizio di assistenza alle autopsie, ove richiesto dalle autorit competenti dovr essere svolto
dellAppaltatore. Questultima dovr addebitare direttamente al richiedente il costo del servizio
applicando le tariffe vigenti in riferimento alle operazioni svolte.
Si ricorda che lAppaltatore deve aver adottato tutte le misure di tutela previste dal D.Lgs. 81/2008
in relazione al rischio biologico connesso allesposizione in oggetto.
ARTICOL0 - 3 MIGLIORIE VARIE
La ditta aggiudicataria., nellambito del servizio affidato come indicato al precedente articolo n.1,
dovr effettuare a propria cura e spese senza ricevere alcun compenso aggiuntivo oltre ai
corrispettivi stabiliti allart. 17 del disciplinare di gara, le seguenti opere e/o migliorie da eseguire
presso il cimitero di Civitanova Alta ( vedi documentazione fotografica (ALLEGATO E):
1) installazione barriera automatica presso lingresso carrabile lato est, entro mesi 6 dalla data di
stipula del contratto di appalto;
2) realizzazione impianti di automazione cancelli ingresso principale e lato est, entro mesi 6 dalla
data di stipula del contratto di appalto;

Pagina 58

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

3) sostituzione cancello carrabile lato est, entro mesi 6 dalla data di stipula del contratto di appalto.
Le indicazioni costruttive sotto riportate relative alle migliorie sono puramente indicative .
Lappaltatore potr, in sede di gara, proporre propri specifici interventi che abbiano la funzionalit
come sopra richiesta, ma con libert tecnologica e di pregio dei materiali impiegati.
Le migliorie proposte saranno valutate dallapposita commissione di gara ai fini dellattribuzione
del punteggio, come indicato nel disciplinare di gara.
A migliorie eseguite, lufficio tecnico proceder alla redazione del certificato di regolare esecuzione
effettuando riscontro con gli elaborati proposti in sede di gara. Qualora vengano riscontrate
difformit alle migliorie eseguite si proceder alla contestazione procedendo formalmente con le
modalit applicate per le opere pubbliche.
3.1 ISTALLAZIONE BARRIERA AUTOMATICA INGRESSO CARRABILE LATO EST
La ditta aggiudicataria dovr installare internamente al cancello lato est del cimitero di Civitanova
Alta, una sbarra automatica, attivabile in apertura e chiusura con telecomando o orologio
programmabile, per regolare laccesso carrabile ai disabili o addetti autorizzati allinterno del
cimitero.
Limpianto sar costituito da
- n.1 barriera automatica in acciaio zincato e verniciato,
- n.1 scheda di comando per motoriduttore 24 Volt;
- n.2 pannelli fotovoltaici 75 watt monocristallini;
- n.2 batterie al piombo 100 Amp, 12 V;
- n.1 centralina elettronica per carica batterie;
- n.1 palo in ferro zincato completo di plinto in calcestruzzo per sostegno pannelli solari;
- n.2 cavi in acciaio inox per sostegno per ancoraggio pannelli solari al palo;
- n.1 asta tubolare in alluminio verniciato bianco 2 metri/cad;
- n.2 cordone luminoso per aste;
- cavo per collegamento cordone luminoso;
- n.1 confezione strisce rosse per asta;
- n.1 supporto per applicazione DIR su armadio;
- n.3 coppia fotocellule di sicurezza;
- n.1 molla di bilanciamento 50 ver.
- n.1 sensore magnetico monocanale per spira;
- n.1 spira pre cablata per MLX;
- n.3 colonnine piccole nere;
- n.1 selettore a chiave da incasso;
- n.1 antenna accordata 433 Mhz;
- n.1 scheda radio ad innesto 433 Mhz;
- n.1 basamento barriera in acciaio incluse opere murarie spira uscita automatica;
il tutto completo di manodopera, collaudo finale e certificato di conformit rilasciato ai sensi del
D.M. 22 gennaio 2008 n.37.
La ditta appaltatrice dovr fornire n.5 telecomandi al committente per gli usi interni ai servizi
comunali, mentre dovr fornire copia dei telecomandi agli addetti autorizzati (servizi funebri) dando
comunicazione dei nominativi allufficio tecnico. La ditta appaltatrice sar tenuta a fornire ulteriori
telecomandi alle ditte operanti allinterno del cimitero, dietro nulla-osta dellufficio tecnico. Far
carico allappaltatore procedere al ritiro dei telecomandi alla scadenza dellautorizzazione. Per il

Pagina 59

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

rispetto della restituzione dei telecomandi da parte degli utenti la ditta appaltatrice potr pretendere
cauzione in denaro.
In orario pomeridiano, nei giorni stabiliti ed orari stabiliti con ordinanza sindacale, per consentire
laccesso al cimitero da parte di disabili con autovetture, lapertura e la chiusura della sbarra sar
gestita da orologio programmabile.
3.2 REALIZZAZIONE IMPIANTI DI AUTOMAZIONE CANCELLI DINGRESSO
La ditta aggiudicataria dovr realizzare limpianto di automazione per lapertura e chiusura
meccanizzata dei sotto indicati cancelli di ingresso al cimitero di Civitanova Alta:
- n.1 anta cancello dingresso principale;
- n.2 ante cancello ingresso carrabile lato est.
3.2.1 Automazione cancello ingresso principale
Limpianto prevedr lautomazione di una sola anta del cancello in ferro, lato dx, con sistema di
braccio elettrico esterno ancorato alla struttura del cancello.
Automazione elettromeccanica sar del tipo FAAC o similare con motore in corrente continua,
versione con ritorno motorizzato di potenza necessaria in relazione al peso dellanta da manovrare.
Sar prevista una unit di controllo a microprocessore integrata con autodiagnosi e verifica
continua su tutte le funzioni del cancello.
Installazione avverr sullanta con apertura verso linterno.
I bracci di azionamento saranno in acciaio inox a spingere con carter in ABS verniciato grigio o in
alluminio estruso colore antracite.
Sicurezza antischiacciamento attiva sia in chiusura che in apertura. Il sistema prevedr linversione
immediata del cancello in caso di ostacolo ma memorizza il punto dove avvenuto limpatto e vi si
avvicina a velocit ridotta. Solo dopo averne verificata la rimozione ritorna alle condizioni di
manovra standard.
Limpianto dovr prevedere il colpo in chiusura per garantire la chiusura del cancello anche in
presenza di forte vento con angolo di apertura del cancello regolabile.
Il sistema sar dotato di AVS (Anti Vandal System) dispositivo di protezione del motore in caso di
forzatura del movimento dellanta.
Dovr essere dotato di selettore per le funzioni integrate nelloperatore con logiche: AUTOMATI
CO MANUALE NOTTE APERTO .
Le velocit di apertura e di chiusura nonch la forza di trazione saranno regolabili.
Sar prevista linstallazione di un pulsante posto allinterno del cimitero per lapertura dellanta per
consentire luscita degli utenti in caso di emergenza.
Limpianto dovr essere abilitato per consentire una programmazione del funzionamento del
cancello per 5 fasce orarie giornaliere e settimanale.
Lateralmente al cancello, sulla parte esterna, dovr essere previsto un selettore a chiave per
consentire lapertura del cancello da parte degli addetti.
Lalimentazione elettrica dovr essere derivata dal quadro generale posto esternamente al cancello
carrabile lato ovest, utilizzando la canalizzazione interrata esistente. In prossimit dellimpianto del
cancello dovr essere realizzato un pozzetto in c.l.s con chiusino in ghisa per lintercettazione del
cavidotto interrato con derivazione della alimentazione da realizzare da porre allinterno di nuova
tubazione IP 65. Nel quadro elettrico generale dovr essere installato un interruttore differenziale
magnetotermico,di adeguata dimensione, per la protezione del nuovo impianto realizzato.

Pagina 60

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Saranno a carico dellappaltatore tutte le opere elettriche, murarie, scavi, ripristini ecc necessari alla
realizzazione dellimpianto come sopra descritto incluso manodopera, collaudo finale e certificato
di conformit rilasciato ai sensi del D.M. 22 gennaio 2008 n.37.
3.2.2 Automazione cancello ingresso carrabile lato est
Limpianto prevedr lautomazione delle due ante del cancello in ferro con sistema di braccio
elettrico esterno ancorato alla struttura del cancello.
Automazione elettromeccanica sar del tipo FAAC o similare con motore in corrente continua,
versione con ritorno motorizzato di potenza necessaria in relazione al peso dellanta da manovrare.
Sar prevista una unit di controllo a microprocessore integrata con autodiagnosi e verifica continua
su tutte le funzioni del cancello.
Installazione avverr sulle due ante con apertura verso linterno.
I bracci di azionamento saranno in acciaio inox a spingere con carter in ABS verniciato grigio o in
alluminio estruso colore antracite.
Sicurezza antischiacciamento attiva sia in chiusura che in apertura. Il sistema prevedr linversione
immediata del cancello in caso di ostacolo ma memorizza il punto dove avvenuto limpatto e vi si
avvicina a velocit ridotta. Solo dopo averne verificata la rimozione ritorna alle condizioni di
manovra standard.
Limpianto dovr prevedere il colpo in chiusura per garantire la chiusura del cancello anche in
presenza di forte vento con angolo di apertura del cancello regolabile.Il sistema sar dotato di AVS
(Anti Vandal System) dispositivo di protezione del motore in caso di forzatura del movimento
dellanta. Dovr essere dotato di selettore per le funzioni integrate nelloperatore con logiche:
AUTOMATI CO - MANUALE NOTTE APERTO .Le velocit di apertura e di chiusura nonch
la forza di trazione saranno regolabili. Sar prevista linstallazione di un pulsante posto allinterno
del cimitero per lapertura delle ante per consentire luscita degli utenti in caso di emergenza.
Limpianto dovr essere abilitato per consentire una programmazione del funzionamento del
cancello per 5 fasce orarie giornaliere e settimanale.
Lateralmente al cancello, sulla parte esterna, dovr essere previsto un selettore a chiave per
consentire lapertura del cancello da parte degli addetti.
Lalimentazione elettrica dovr essere derivata dal quadro elettrico Q14 posto nelle vicinanze,
utilizzando la canalizzazione interrata esistente. In prossimit dellimpianto del cancello dovr
essere realizzato un pozzetto in c.l.s con chiusino in ghisa per lintercettazione del cavidotto
interrato con derivazione della alimentazione da realizzare da porre allinterno di nuova tubazione
IP 65. Nel quadro elettrico Q14 dovr essere installato un interruttore differenziale
magnetotermico,di adeguata dimensione, per la protezione del nuovo impianto realizzato.
Saranno a carico dellappaltatore tutte le opere elettriche, murarie, scavi, ripristini ecc necessari alla
realizzazione dellimpianto come sopra descritto incluso manodopera, collaudo finale e certificato
di conformit rilasciato ai sensi del D.M. 22 gennaio 2008 n.37.
3.3 SOSTITUZIONE CANCELLO CARRABILE LATO EST
Lappaltatore dovr procedere a propria cura e spese alla sostituzione del cancello carrabile lato est
ormai completamente ossidato realizzando un nuovo cancello a due ante in ferro tubolare , per
dimensioni e forma uguale allesistente.
Sono inclusi e compensati tutti gli oneri per:
- rimozione del cancello esistente e trasporto a rifiuto, incluso opere murarie di rimozione
cardini;

Pagina 61

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- realizzazione di cancello a due ante per tipologia e forma uguale allesistente, compreso
zincatura a caldo, completo di cardini a murare;
- verniciatura a polvere colore micaceo antracite;
- sistema di chiusura a chiave, paletti, e predisposizione per apertura automatizzata.
3.4 SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA PER LENTE
LAppaltatore, in sede di gara, pu proporre ulteriori migliorie che saranno valutate dallapposita
commissione , a scelta per i seguenti ulteriori interventi:
3.4.1 mappatura rete fognaria interna ai cimiteri ed eventuale videoispezione delle condotte con
inserimento delle condotte/pozzetti/caditoie sulle planimetrie dei cimiteri in file autocad;
3.4.2 mappatura della rete idrica interna ai cimiteri con inserimento delle condotte/pozzetti di
derivazione/fontane sulle planimetrie dei cimiteri in formato autocad;
3.4.3 ampliamento impianto videosorveglianza cimitero Civitanova Alta;
3.4.4 realizzazione impianto videosorveglianza cimitero Civitanova Porto.
indicando, per ogni singolo intervento ulteriormente proposto, i tempi di esecuzione dalla data di
stipula del contratto di appalto che comunque non potr superare i 12 (dodici) mesi . Per le ulteriori
migliorie proposte allAppaltatore non sar corrisposto alcun compenso.
LAppaltatore., nellambito del servizio affidato come indicato al precedente articolo n.1, dovr
effettuare a propria cura e spese tutte le migliorie proposte senza ricevere alcun compenso
aggiuntivo oltre ai corrispettivi stabiliti allarticolo 17 del disciplinare di gara, pertanto ne dovr
tener conto in sede di formulazione dellofferta.
Le migliorie proposte saranno valutate dallapposita commissione di gara ai fini dellattribuzione
del punteggio, come indicato nel disciplinare di gara.
A migliorie eseguite, lufficio tecnico proceder alla redazione del certificato di regolare esecuzione
effettuando riscontro con gli elaborati proposti in sede di gara. Qualora vengano riscontrate
difformit alle migliorie eseguite si proceder alla contestazione procedendo formalmente con le
modalit applicate per le opere pubbliche.
ARTICOLO - 4 ORARI DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI
Le operazioni cimiteriali di inumazione e tumulazione ordinaria si svolgeranno tutti i giorni di
calendario, con i seguenti orari:
- orario solare dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 15,00 dalle ore 17,00
- orario legale dalle ore 9,00 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 18,00
Nei giorni: 1 Gennaio, Domenica di Pasqua, 1 Maggio, 2 Giugno, 15 Agosto, 1 Novembre, 25
Dicembre tutte le operazioni cimiteriali saranno sospese.
Le operazioni di apertura e chiusura dei cancelli dei civici cimiteri di Civitanova Alta e Civitanova
Porto nonch la custodia, manutenzione del verde ecc. sar affidata ad altro operatore. Per queste
procedure lappaltatore sollevato da ogni onere.
ARTICOLO - 5 SERVIZIO DI INFORMAZIONI ED AUSILIO AL PUBBLICO
LAppaltatore tenuto a fornire un servizio al pubblico consistente nel:

Pagina 62

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- fornire, a chi ne facesse richiesta, durante lorario di apertura del cimitero, informazioni
riguardanti il servizio o altre indicazioni necessarie al ritrovamento dei defunti, utilizzando la
documentazione agli atti ed il sistema informatico esistente presso il Servizio Cimiteriale;
- apporre agli ingressi dei cimiteri apposti dei cartelli informativi, recanti il numero telefonico del
reperibile di pronto intervento e tutte le informazioni da fornire agli utenti secondo le indicazioni
del Servizio Cimiteriale.
ARTICOLO - 6
MEZZI ED ATTREZZATURE
6.1 -Sono concessi in dotazione, a titolo di comodato gratuito per lo svolgimento del servizio
appaltato, le seguenti attrezzature di propriet comunale:
a) Cimitero Civitanova Porto
- n. 1 carrello elevatore ditta Ferretti, altezza 1,79, portata 200 kg:
b) Cimitero Civitanova Alta
- n.1 lettiga matr. 216, altezza 2,30, peso 200 kg;
- n.1
matr. 191, altezza 1,79, peso kg. 200, portata 500 kg.;
- n.1 carrello matr. 62, kg. 270;
- n.1 elevatore sviluppabile ditta Ferretti matr. 7360, portata 300 kg., altezza mt 4,10.
Le attrezzature di cui sopra verranno consegnate allAppaltatore nello stato di fatto in cui si
trovano, sollevando lEnte ed il proprio personale da ogni e qualsiasi responsabilit per eventuali
malfunzionamenti, rotture , ecc.
Alla data di consegna del servizio verr redatto apposito verbale per la consegna delle attrezzature
di cui sopra allAppaltatore.
Le attrezzature restano di propriet dellAmministrazione e verranno riconsegnate dallAppaltatore
al Comune alla scadenza del contratto, nelle condizioni accertate in sede di verbale di consegna,
salvo il normale deperimento.
6.2 -LAppaltatore, in sede di gara, dovr presentare gli automezzi e le attrezzature minime in suo
possesso che destiner alla gestione dei cimiteri comunali. Si rimette di seguito un elenco degli
automezzi e attrezzature da considerarsi come dotazione minima da garantire da parte
dellappaltatore:
- n. 1 autocarro con gru
- n. 1 autocarro per trasporto escavatore/bob-cat
- n. 1 mini-escavatore
- n. 1 bob-cat
Restano a carico dellAppaltatore le spese per le attrezzature quali, oltre a quelle minime richieste
come sopra indicate, si dovessero rendere necessarie nel corso dellappalto ai fini della corretta e
puntuale esecuzione dei servizi affidati/richiesti dallutenza e dal Committente, nel rispetto delle
disposizioni igienico-sanitarie nonch della normativa cimiteriale.
Tutte le spese di manutenzione ordinaria e straordinaria, verifiche periodiche, ecc. necessarie al
mantenimento dei mezzi (compresi quelli di propriet del Comune concessi in uso gratuito
allAppaltatore) in perfetta efficienza, nonch la tassa di circolazione, assicurazione, carburanti e
lubrificanti dei mezzi impiegati saranno a carico dellImpresa appaltatrice.

Pagina 63

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

LImpresa non potr ricoverare allinterno del Cimitero attrezzature e materiale oltre quelli
strettamente necessari per svolgere il servizio n potr esercitare prestazioni che non siano connesse
con il servizio stesso.
ARTICOLO - 7
LOCALI A DISPOSIZIONE
LAppaltatore potr fruire di locali di propriet comunale da utilizzare come deposito che si
rendesse necessario durante per le operazioni cimiteriali di cui al precedente articolo n.2.
LAppaltatore potr utilizzare quale deposito il locale posto al piano seminterrato del gruppo n.21
nel cimitero di Civitanova Alta .
ARTICOLO 8
DISPOSIZIONI VARIE
8.1 Non rientra nel presente appalto lonere per lappaltatore per :
- la manutenzione, gestione degli impianti elettrici relativi alle lampade votive e pubblica
illuminazione esistenti allinterno dei civici cimiteri in quanto gi affidati in convenzione
allazienda municipalizzata ATAC Civitanova s.p.a.;
- la manutenzione ordinaria degli impianti elettrici esistenti presso i locali e servizi igieni interni ai
cimiteri affidata ad altra ditta;
- la gestione e manutenzione del verde, la pulizia dei locali e servizi igienici (escluso il locale
deposito di cui allart.7 del presente capitolato) la pulizia dei viali interni e parcheggi esterni ai
cimiteri, la custodia e vigilanza nonch lapertura e chiusura dei cancelli, affidati ad altra ditta;
8.2 Le utenze elettriche sono a carico dellazienda municipalizzata ATAC Civitanova s.p.a.;
8.3 Le utenze idriche dei cimiteri restano a carico dellAmministrazione comunale.
8.4 Le operazioni di Polizia Mortuaria saranno effettuate sotto il controllo dellAppaltatore, che
disporr affinch vengano rispettate tutte le norme del caso previste dal D.P.R. 285 del 10/09/90
e ss.mm. ii. nonch dal vigente Regolamento comunale di Polizia Mortuaria.
In caso di esumazione, traslazione, riduzione nonch altre operazioni per le quali prevista la
presenza del Sanitario designato dalla ASL, lAppaltatore dovr controllare lapplicazione delle
particolari disposizioni impartite dal Sanitario stesso.
8.5 LAppaltatore ha lobbligo di avvertire subito i Servizi cimiteriali del Comune degli
inconvenienti che essa o il suo personale avessero riscontrato nel Civico Cimitero con apposito
rapportino giornaliero. La segnalazione effettuata non dispensa lAppaltatore dalladoperarsi, per
quanto possibile, affinch il servizio abbia il suo regolare svolgimento.
8.6 LAppaltatore dovr garantire che non vi siano materiali di risulta, lapidi o mezzi di lavoro
parcheggiati nei vialetti dei cimiteri, cos come i loculi inutilizzati dovranno essere sempre provvisti
di lapide di chiusura.
ARTICOLO 9
PERSONALE ADDETTO
Il personale addetto allesecuzione dei lavori previsti allart. 1, dovr mantenere un contegno
decoroso ed operare secondo letica, in modo da non violare le disposizioni di Legge e di

Pagina 64

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Regolamento Comunale di Polizia Mortuaria. Inoltre il personale dovr indossare una divisa di
colore bl e distintivo di riconoscimento munito di fotografia.
LAppaltatore dovr applicare nei confronti dei lavoratori dipendenti, occupati per espletamento del
servizio di cui al presente Capitolato, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle
risultanti dai contratti collettivi di lavoro per la categoria ed eventuali integrazioni territoriali.
Limpresa, pertanto, si impegna ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti in base
alle disposizioni legislative e regolamenti vigenti in materia di lavoro, di assicurazioni sociali,
assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. Il mancato rispetto dellapplicazione del CCNL ed
eventuali norme integrative costituisce giusta causa per immediata risoluzione del contratto
stipulato fra lImpresa appaltatrice e la stazione appaltante, senza necessit di ulteriore messa in
mora.
Costituisce violazione contrattuale e d luogo pertanto ad immediata risoluzione del contratto,
lapplicazione di eventuali regolamenti interni dellimpresa appaltatrice che, di fatto danno luogo
a trattamenti economici inferiori a quelli fissati dal CCNL.
LImpresa appaltatrice responsabile verso lamministrazione Comunale della disciplina del
proprio personale .
Alluopo essa, constatata linfrazione, dovr contestarla allinteressato nei modi previsti dal
C.C.N.L. vigente e da eventuale regolamento interno. Accertata la responsabilit del dipendente
dovr applicare le sanzioni previste dal citato contratto di lavoro.
A richiesta dellautorit comunale, lImpresa appaltatrice prender provvedimenti disciplinari nei
riguardi di coloro che trasgredissero alle disposizioni comunali, che tenessero contegno scorretto
verso il pubblico o agenti preposti allordine pubblico, o infine commettessero atti di
insubordinazione o di insofferenza verso le persone preposte dal Comune al controllo dei servizi.
Il personale dellAppaltatore dovr osservare con lutenza un comportamento di civile rispetto della
persona e di contegno, sempre e comunque, decoroso e adeguato alla particolarit delloperazione.
Tale personale dovr avere un abbigliamento consono al proprio ruolo.
ARTICOLO 10
SPECIFICHE PARTICOLARI INERENTI LAPPALTO
Per lesecuzione di tutte le operazioni previste nel presente appalto, in sede di formulazione
dellofferta, lImpresa dovr tener conto che, ai fini della propria organizzazione (personale e
mezzi), nel periodo fissato dal Committente per le esecuzioni delle operazioni cimiteriali di
estumulazione ed esumazione ordinarie (scadenza concessioni) e straordinarie, dovr garantire fino
ad un numero di 8 (otto) estumulazioni/esumazioni al giorno, escludendo da questo numero le
tumulazioni o inumazioni ordinarie.
ARTICOLO - 11 SICUREZZA
LAppaltatore obbligato al rispetto delle condizioni e prescrizioni in materia di sicurezza e
prevenzione come appresso riportato:.
11.1 allaggiornamento del documento di valutazione del rischio ai sensi degli art. 28 e 29 del
D.Lgs. 81/2008 con la specifica redazione della valutazione del rischio per mansione, in riferimento
ai servizi descritti allarticolo n.1.

Pagina 65

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Nello specifico lAppaltatore dovr effettuare la valutazione del rischio da rumore e da vibrazioni ai
sensi di quanto previsto dal titolo VIII capi 2 e 3 del D.Lgs. 81/2008 (e al relativo aggiornamento
quadriennale) dandone evidenza a questa Amministrazione ai fini della corretta redazione del DVR
e del DUVRI, ove applicabile.
11.2 a garantire che il personale chiamato allerogazione del servizio sia:
- formato, informato ed addestrato sulle modalit di esecuzione dellattivit ai sensi dellart. 37 del
D.Lgs. 81/2008 e correlati (es titolo IV relativamente a uso macchinari, scavi e lavori in altezza),
- formato alluso dei mezzi di spegnimento, mediante partecipazione a corso di formazione
condotto ai sensi del DM 10/03/1998, allegato IX, almeno punto 9.4.
- formato in merito alle disposizioni del DM 388/01 relativamente al primo soccorso
11.3 a garantire lidoneit alla mansione del proprio personale addetto, anche attraverso le attivit di
controllo sanitario previste per legge ai sensi del D.Lgs. 81/2008 e dei Provvedimenti Nazionali del
18/09/2008 e del 30/10/2007 in materia di accertamento di assenza di tossicodipendenza;
11.4 provvedere ad inviare alla stazione appaltante, entro 30 gg. dallaggiudicazione definitiva e
comunque entro linizio del servizio, la documentazione ed i dati necessari allaggiornamento del
documento valutazione rischio interferenze (DUVRI) ai sensi dellart. 26 D.Lgs. 81/2008, come di
seguito elencati:
- Impresa appaltatrice (ragione sociale):
- Sede legale e riferimenti (tel.):
- Datore di Lavoro:
- Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (se presente):
- Numero di lavoratori impiegati nellambito dellappalto(specificare numero e mansione svolta):
- Elenco delle attrezzature/mezzi di lavoro di propriet della ditta appaltatrice utilizzate
nellambito dellappalto:
- Elenco attrezzature/mezzi di propriet della ditta/Ente committente utilizzate dalla ditta
appaltatrice :
- Inizio e durata dei lavori (come da contratto)
- Ammontare dei lavori (come da contratto)
- Costi per la sicurezza (ovvero i costi che la ditta appaltatrice deve sostenere per eliminare le
interferenze);
- Natura dei lavori (previsti nel contratto oggetto di valutazione):
- Luoghi di Lavoro previsti nel contratto oggetto di valutazione:
- certificato di iscrizione alla CCIAA;
- autocertificazione del possesso dei requisiti di idoneit tecnico-professionale ai sensi dellart.
47 del D.P.R. 445/2000;
- copia libro unico del lavoro relativa alle seguenti sezioni: logo INAIL, nominativo lavoratore,
mese, data di assunzione, qualifica (relativamente ai soli lavoratori impegnati nellappalto);
- copia documento di valutazione dei rischi/Autocertificazione per imprese con meno di 10
addetti, per la parte relativa alle attivit previste dal presente appalto;
- copia dei verbali di consegna dei dispositivi di protezione individuale (relativi ai lavoratori
impegnati nellappalto);
- copia dei verbali di avvenuta formazione ed informazione dei lavoratori (relativi ai lavoratori
impegnati nellappalto);
- schede di sicurezza dei prodotti chimici utilizzati (se utilizzati).
- se lappaltatore unIMPRESA INDIVIDUALE con dipendenti:
dovr fornire tutta la documentazione di cui sopra (certificato di iscrizione alla CCIAA, copia

Pagina 66

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

libro unico del lavoro, documento valutazione rischi, ecc.).


11.5 alla redazione del Piano Operativo di Sicurezza tenendo conto delle operazioni che si
svolgeranno sia in elevazione che interrate ed in presenza di persone (funerali). Per ogni fase
lavorativa, in linea generale, dovranno essere indicate le misure di sicurezza adottate nel rispetto del
citato D.Lgs. 81/2008 a salvaguardia sia delle persone che degli operatori.
Limpresa appaltatrice assume ogni pi ampia ed unica responsabilit per tutte le fasi lavorative del
presente appalto sollevando completamente da ogni responsabilit lEnte appaltante .
ARTICOLO - 12
DOMICILIO LEGALE
A tutti gli effetti di legge lAppaltatore elegge il proprio domicilio legale presso la sede comunale di
Civitanova Marche. LAppaltatore per iscritto entro 15 giorni dallaggiudicazione comunica il
nominativo del responsabile del servizio e dei rapporti con lAmministrazione.
Le comunicazioni od istruzioni fatte presso il predetto domicilio dal Comune sono da considerarsi
come fatti personalmente al Legale Rappresentante dellAppaltatore.
ARTICOLO - 13 RINVIO A DISPOSIZIONI PRIMARIE E REGOLAMENTARI
Per quanto non espressamente previsto nel presente Capitolato si fa riferimento alle disposizioni del
Codice Civile, alle disposizioni regolanti la materia di operazioni cimiteriali, alle disposizioni
del vigente Regolamento di Polizia Mortuaria ed alle disposizioni del Contratto Collettivo
Nazionale di Lavoro.

Pagina 67

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

INDICE
ART. - 1 - OGGETTO DELLAPPALTO
ART. - 2 - DESCRIZIONE OPERAZIONI CIMITERIALI
2.1 INUMAZIONE SALMA A TERRA
2.2 ESUMAZIONE ORDINARIA
2.3 ESUMAZIONE STRAORDINARIA
2.4 TUMULAZIONE SALMA IN LOCULO, TOMBA IPOGEA,
CAPPELLA PRIVATA
2.5 TUMULAZIONE RESTI OSSEI/CENERI IN LOCULO
OSSARIO/CINERARIO
2.6 TUMULAZIONE RESTI OSSEI/CENERI IN LOCULO, TOMBA DI
FAMIGLIA,TOMBA IPOGEA, CAPPELLA PRIVATA
2.7 ESTUMULAZIONE ORDINARIA SALMA (CON SUCCESSIVA
RIDUZIONE, CREMAZIONE,REINUMAZIONE O TRASLAZIONE)
2.8 ESTUMULAZIONE RESTI OSSEI/CENERI
2.9 ESTUMULAZIONE STRAORDINARIA
2.10 AFFIDAMENTO CENERI
2.11 DISPERSIONE DELLE CENERI (AREA ATTREZZATA) PRESSO IL
CIMITERO DI CIVITANOVA ALTA
2.12 COLLOCAZIONE RESTI OSSEI IN OSSARIO COMUNE
2.13 RIPRISTINI IGIENICI
2.14 - TRASPORTO E CREMAZIONE RESTI MORTALI/OSSEI
2.15 - SIGILLAZIONE ED ASSISTENZA ALLE AUTOPSIE
ART. - 3 - MIGLIORIE VARIE
3.1 ISTALLAZIONE BARRIERA AUTOMATICA INGRESSO
CARRABILE LATO EST
3.2 REALIZZAZIONE IMPIANTI DI AUTOMAZIONE CANCELLI
DINGRESSO
3.2.1 AUTOMAZIONE CANCELLO INGRESSO PRINCIPALE
3.2.2 AUTOMAZIONE CANCELLO INGRESSO CARRABILE LATO EST
3.3 SOSTITUZIONE CANCELLO CARRABILE LATO EST
3.4 SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA PER LENTE
ART. - 4 - ORARI DELLE OPERAZIONI CIMITERIALI
ART. - 5 - SERVIZIO DI INFORMAZIONI ED AUSILIO AL PUBBLICO
ART. - 6 - MEZZI ED ATTREZZATURE
ART.- 7 - LOCALI A DISPOSIZIONE
ART. - 8 - DISPOSIZIONI VARIE
ART. - 9 - PERSONALE ADDETTO
ART. -10 -SPECIFICHE PARTICOLARI INERENTI LAPPALTO
ART. -11 - SICUREZZA
ART. - 12 - DOMICILIO LEGALE
ART. - 13- RINVIO A DISPOSIZIONI PRIMARIE E REGOLAMENTARI

Pagina 68

pag. 1
pag. 1
pag. 1
pag. 3
pag. 6
pag. 7
pag. 9
pag.10
pag.11
pag.14
pag.16
pag.18
pag.18
pag.19
pag.20
pag.22
pag.23
pag.23
pag.23
pag.23
pag.23
pag.23
pag.26
pag.26
pag.27
pag.27
pag.27
pag.28
pag.28
pag.29
pag.29
pag.30
pag.31
pag.31

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

ALLEGATO F

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

DISCIPLINARE DI GARA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL
COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE
CIG 560657433A
ARTICOLO 1 - AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE
Denominazione ufficiale:
Comune di Civitanova Marche (MC), con sede in P.zza XX Settembre n.93, cap. 62012
Punti di contatto:
Settore V^ Settore LL.PP. e Patrimonio: telefono 0733/822409/414 fax 0733/822420;
Altre informazioni:
Indirizzo di Posta elettronica presso cui possibile richiedere la documentazione di gara:
- pertinente laspetto tecnico della gara :
antonio.frapiccini@comune.civitanova.mc.it
stefania.ghergo@comune.civitanova.mc.it
matteo.baldassarri@comune.civitanova.mc.it
- per quanto concerne la procedura di gara:
elga.angelini@comune.civitanova.mc.it
Responsabile unico del procedimento:
Ing.Franco Capozucca Dirigente V^ settore LL.PP. e Patrimonio del Comune di Civitanova Marche
ARTICOLO 2 - OGGETTO DELL'APPALTO
L'appalto consiste nellaffidamento dei servizi CIMITERIALI presso i civici cimiteri di Civitanova Alta e Porto facenti
parte del comune di CIVITANOVA MARCHE, mediante procedura aperta ai sensi dellart.55 comma 5 del
Dlgs.n.163/2006.
ARTICOLO 3 - LUOGO DEL SERVIZIO
Lindividuazione delle aree oggetto degli interventi relativi allappalto sono riportate nellAllegato A al presente
disciplinare.
ARTICOLO 4- IMPORTO CORRISPETTIVO
Il corrispettivo da erogare allAppaltatore per la gestione dei servizi cimiteriali di cui al presente appalto per le
operazioni elencate al successivo articolo 7, lettera a), stabilito a misura in base al prezziario di cui allallegato

Pagina 69

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

C al presente disciplinare, al netto del ribasso offerto dallAppaltatore in sede di gara ed oneri della sicurezza
non soggetti a ribasso. Si precisa che presuntivamente lammontare annuo delle operazioni di cui allArt. 7 lettera
a) quantificabile in .96.142,00 (euro novanteseimilacentoquarantadue/00) +

IVA di cui per oneri della

sicurezza . 3.000,00 (euro tremila/00)non soggetto ribasso come rilevasi nel computo metrico (allegato B).
LAmministrazione si riserva lesecuzione in tutto o in parte delle operazioni cimiteriali previste che potranno subire
variazioni soprattutto alle quantit indicate nel computo metrico di cui allallegato B senza che limpresa possa
chiedere oneri aggiuntivi.
L'importo complessivo dellappalto della durata di anni 2 quindi pari ad . 192.284,00 di cui .6.000,00(euro
seimila/00 ) per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso dasta oltre IVA al 21% pari . 40.379,64(euro
quarantamilatrecentosettantanove/64), pertanto limporto soggetto a ribasso ai fini della valutazione economica
di 186.284,00 (euro centottantaseimiladuecentottantaquattro/00) .
ARTICOLO 5 - DURATA DELLAPPALTO
L'appalto avr la durata di anni 2 (due), decorrenti dalla data di efficacia della aggiudicazione definitiva, anche in
pendenza della stipula contrattuale.
ARTICOLO 6 - PROCEDURA DI GARA
Dovendo il servizio di cui trattasi garantire continuit di assolvimento ,stante anche alla prossima scadenza
dellattuale contratto prevista per il 30/09/2013, laffidamento riveste particolare urgenza di definizione, per
cui nella determinazione del termine di presentazione delle offerte si ricorre a quanto previsto dal comma 11,
art. 70 del D.Lgs. n. 163/2006.
Laffidamento del servizio, rientrante tra quelli elencati nellallegato II B cat.27 (altri servizi) CPV
98371110-8 servizi cimiteriali (art. 20 D. Lgs.vo12/4/2006, n.163 e successive modifiche ed integrazioni)
da espletarsi mediante procedura aperta ai sensi dell'art. 55 comma 5 del medesimo decreto, verr
aggiudicata con il criterio dellofferta economicamente pi vantaggiosa di cui allart. 83 del citato Decreto. La
procedura di valutazione delle offerte prevede lattribuzione di un punteggio sulla base dellofferta tecnica e
dellofferta economica presentate,
Il Comune si riserva,laffidamento diretto nel caso in cui, in esito allesperimento della presente selezione,
non sia stata presentata nessuna offerta, o nessuna offerta appropriata, o nessuna candidatura.
Il Comune si riserva inoltre:il diritto di procedere alla aggiudicazione del servizio anche in caso di
presentazione di una sola offerta valida purch ritenuta rispondente alle caratteristiche del servizio richiesto
e congrua nei valori economici offerti; linsindacabile facolt di modificare, sospendere o revocare il presente
bando e/o di non procedere alla aggiudicazione definitiva qualora insorgano motivate esigenze di interesse
pubblico.
ARTICOLO 7 PRESTAZIONI OGGETTO DI AFFIDAMENTO
1. Servizio di
Oggetto del presente disciplinare la gestione dei servizi cimiteriali dei seguenti cimiteri ricompresi nel territorio
comunale:

Pagina 70

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

1) Civitanova Alta, via Strada Del Pincio


2) Civitanova Porto, via De Amicis
Per gestione si intende lespletamento dei seguenti servizi:
a) operazioni cimiteriali di seguito riportate:
a1)- inumazione salma a terra
a2)- esumazione ordinaria
a3)- esumazione straordinaria
a4)- tumulazione salma in loculo, tomba di famiglia, tomba ipogea, cappella privata
a5)- tumulazione resti ossei/ceneri in loculo ossario/cinerario
a6)- tumulazione resti ossei/ceneri in loculo, tomba di famiglia, tomba ipogea, cappella privata
a7)- estumulazione ordinaria salma
a8)- estumulazione resti ossei/ceneri
a9)- estumulazione straordinaria
a10)- dispersione ceneri
a11)- affidamento ceneri
a12)- collocazione resti ossei in ossario comune
a13)- ripristini igienici
a14)- trasporto e cremazione resti mortali/ossei
a15)- sigillazione e assistenza alle autopsie
a16)- migliorie
ARTICOLO 8 - REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA
Possono partecipare alla gara per laffidamento del servizio in argomento esclusivamente le Imprese:
1) che siano iscritte alla C.C.I.A.A. per le seguenti attivit inerenti: gestione operazioni cimiteriali, riferite alle
operazioni richieste di cui al precedente art.7 del presente disciplinare;
2) che abbiano svolto, nel periodo 2003-2012, la gestione con esito positivo, per la durata continuativa di almeno
anni 2,con indicazione dei tempi, della entit economica, ente appaltante o societ partecipata, sul territorio di un
Comune avente densit demografica non inferiore a 20.000 abitanti, inerenti operazioni cimiteriali (inumazioni,
esumazioni, tumulazioni, estumulazioni, traslazioni ecc.);
3) dotazione minima relativamente alle attrezzature di cui allart.6.2 del C.S.A. (allegato D);

Pagina 71

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

4) che siano in possesso di idonee referenze bancarie rilasciate da almeno due istituti bancari o intermediari
autorizzati ai sensi del D. Lgs. n.385/1993, a dimostrazione della capacit finanziaria ed economica di cui allart.
41 del D. Lgs. n.163/2006 e s.m.i.;
5) al fine di una corretta e consapevole formulazione dellofferta economica, ciascuna impresa concorrente dovr
effettuare un sopralluogo ricognitivo per visionare i civici cimiteri del comune di Civitanova Marche, onde avere
piena consapevolezza della natura e dellentit dei servizi da svolgere. Limpresa dovr altres prendere visione dei
mezzi, attrezzature e locali di propriet comunale concessi in dotazione e in uso dal Comune.
Il sopralluogo dovr essere effettuato da un rappresentante legale dellImpresa titolare, da un proprio direttore
tecnico o da un procuratore, alluopo espressamente delegato. Ciascun procuratore potr effettuare il sopralluogo
per una sola singola impresa.
Lattestazione di avvenuto sopralluogo, rilasciata dal personale comunale incaricato, va allegata, pena lesclusione,
alla documentazione amministrativa per la partecipazione alla gara.
Per leffettuazione del sopralluogo, ciascun concorrente potr contattare telefonicamente, dal luned al venerd dalle
ore 9,00 alle ore 13,00 , il geom. Antonio Frapiccini e/o geom. Stefania Ghergo , geom. Matteo Baldassarri (tel.
0733/822409/414).
Il legale rappresentante dellImpresa o il direttore tecnico o il procuratore dovranno recarsi nel luogo ed allorario
concordato, muniti di idoneo documento di identificazione personale nonch di documentazione attestante la
qualifica e/o il ruolo ricoperto.
E ammessa la partecipazione dei Raggruppamenti Temporanei di Imprese, costituiti ai sensi dellart. 37 del D. Lgs.
n. 163/2006 e successive modifiche e integrazioni , il tutto meglio specificato nel relativo bando di gara.
Sono ammessi a partecipare alla gara i Consorzi di cui alle lettere b) e c) dellart.34 del D. Lgs. n.163/2006 e
s.m.i.. Il tutto meglio specificato nel relativo bando di gara.
E ammesso il ricorso allavvalimento in conformit a quanto stabilito dallarticolo 49 del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i..
Il tutto meglio specificato nel relativo bando di gara.
LAmministrazione, a norma dellarticolo 48 del D. Lgs. n.163/2006 e s.m.i, potr effettuare controlli sul possesso
dei requisiti dichiarati dalle Societ partecipanti.
ARTICOLO 9 ISTANZA E DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE PER PARTECIPARE ALLA GARA
Lofferta e i documenti tecnico/amministrativi inviati al Comune per la gara, con le modalit descritte nel bando, nel
presente disciplinare tecnico e nel capitolato speciale di appalto, dovranno essere contenuti in un plico riportante la
seguente dicitura GARA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL
COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE, con allinterno n. 03 buste sigillate e controfirmate sui lembi di chiusura,
cos distinte:

Pagina 72

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

BUSTA N. 1 DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA


contenente tutti i documenti necessari per lammissione alla gara, indicati nel bando di gara , tale busta dovr
riportare allesterno la dicitura: contiene documenti amministrativi per ammissione partecipazione GARA PER
AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI CIVITANOVA
MARCHE .
Tale busta a pena di esclusione non dovr contenere nessun documento con riferimenti economici , tali da dare
indicazioni sullofferta economica.
BUSTA N. 2 OFFERTA TECNICO QUALITATIVA contenente :
A)STRUTTURA OPERATIVA DEL CONCORRENTE(esclusi i 2 anni richiesti per lammissione)
B)MIGLIORIE OBBLIGATORIE di cui allart.3.1-3.2-3.3 del C.S.A con allegate descrizione delle migliorie proposte,
schemi planimetrici, ed eventuali schede tecniche; senza alcun riferimento di natura economica,
C)EVENTUALI SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA' PER L'ENTE di cui allart.3.4 CSA , attinente il servizio oggetto
dellappalto, con allegate descrizione delle migliorie proposte, schemi planimetrici, ed eventuali schede tecniche;
con indicazione della tempistica di esecuzione dalla data della stipula del contratto, senza alcun riferimento di
natura economica
Inoltre tale busta dovr contenere una nota riportante lelenco dei documenti contenuti che verr riscontrato dalla
Commissione Amministrativa di Gara.
Tale busta dovr riportare allesterno la dicitura contiene offerta tecnico qualitativa relativa a GARA PER
AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI CIVITANOVA
MARCHE .
Tale busta a pena di esclusione non dovr contenere nessun documento con riferimenti economici sia totali che
parziali, tali da dare indicazioni sia direttamente che indirettamente sullofferta economica.

.
BUSTA N. 3 OFFERTA ECONOMICA contenente:
Essa dovr essere incondizionata e riportare i seguenti elementi:
- ribasso percentuale espresso in cifre ed in lettere rispetto allimporto dellappalto a base di gara soggetto a
ribasso e limporto determinato dallapplicazione del ribasso percentuale offerto(in cifre ed in lettere) con aggiunta
degli oneri della sicurezza complessivo per i due anni di gestione.
Tale ribasso unico verr applicato contabilmente ai singoli prezzi unitari nel corso dellappalto.
In caso di discordanza tra il valore espresso in cifre e quello espresso in lettere sar attribuita prevalenza a quello
pi favorevole per il Comune;
Sullimporto offerto verr calcolato il punteggio economico di cui allART. 10 del presente disciplinare di gara;

Pagina 73

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

In applicazione dellart. 286, comma 3, del DPR n. 207/2010 (Regolamento attuativo Codice contratti pubblici)
lofferta economica dovr essere corredata da idonea relazione contenente lanalisi economica a giustificazione del
prezzo offerto, finalizzata alla eventuale applicazione dellart.86 comma 2 del DLGS n.163/2006.
Tale analisi dovr indicare:
a) il costo del lavoro riguardante lo svolgimento del servizio oggetto di gara
b) costo dei materiali/beni di consumo, dei macchinari e delle attrezzature varie impiegate nel servizio.
Allesterno la busta dovr riportare la dicitura contiene offerta economica
relativa GARA PER AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CIMITERIALI PRESSO I CIVICI CIMITERI DEL COMUNE DI
CIVITANOVA MARCHE .
Non sono ammesse, a pena di esclusione, offerte in aumento, rispetto allimporto posto a base di gara.
Tutte le buste, compreso il plico, debbono essere non trasparenti, idoneamente sigillate (non obbligatoria la
ceralacca), timbrate e controfirmate sui lembi di chiusura, non devono contenere altri o diversi documenti da quelli
sopra indicati.
Tutte le buste, compreso il plico, debbono esternamente riportare la dicitura di cui sopra del presente articolo.
Tutti i rappresentanti delle Societ raggruppate in ATI o che, intendono raggrupparsi, debbono sottoscrivere i
documenti tecnici, amministrativi, di costo, durata e offerta a pena di esclusione.
Tutti i documenti contenuti nelle buste, compresa lofferta economica, pena lesclusione:
-

non debbono indicare condizionamenti e/o riserve alcuna;

debbono essere redatti in lingua italiana.


ARTICOLO 10 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE DELLAPPALTO

Laggiudicazione avverr in favore dellofferta economicamente pi vantaggiosa in base ai criteri di seguito


schematicamente elencati.
A) Valutazione dellOfferta economica. Punti 30
B) Valutazione della qualit dellOfferta tecnica. Punti 70
Punteggio massimo attribuibile punti 100.
Laggiudicazione viene effettuata a favore della Impresa che avr riportato il punteggio complessivo pi alto.
10.1 Offerta tecnica - Nellambito del punteggio attribuito al valore tecnico pari ad un massimo di 70 punti,
migliorie comprese, vengono attribuiti i seguenti sub-punteggi massimi a cui la Commissione Esaminatrice si dovr
attenere:

Pagina 74

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

OFFERTA TECNICA

MAX PUNTI 70

A) ESPERIENZE MATURATE NEL SETTORE Esperienza specifica nei servizi

12

analoghi a quelli oggetto di gara (anni e qualit), specificandone la durata ed i


soggetti affidatari, ulteriore a quella richiesta per essere ammessi alla gara.
B) STRUTTURA OPERATIVA DEL CONCORRENTE
B.1) DISPONIBILITA DI PERSONALE QUALIFICATO E/O SPECIALIZZATO

10

PERTINENTE IL SERVIZIO IN APPALTO (necroforo,muratore,operatore mezzi


meccanici ecc.):.
B.2) DISPONIBILITA DI ULTERIORI ATTREZZATURE INERENTI IL SERVIZIO

IN APPALTO A DISPOSIZIONE DELLA DITTA OLTRE ALLA DOTAZIONE


MINIMA DI CUI ALLART.6.2 DEL CSA. .
C) MIGLIORIE OBBLIGATORIE DI CUI ALLART.3.1-3.2.1-3.2.2- 3.3. del C.S.A.
5

MIGLIORIE DI CUI ALLART.3.1 DEL CAPITOLATO


MIGLIORIE DI CUI ALLART.3.2.1 -3.2.2 -3.3 DEL CAPITOLATO

10

D) EVENTUALI SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA' PER L'ENTE ART.3.4 CSA


EVENTUALI SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA' PER L'ENTE ART.3.4.1 CSA

EVENTUALI SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA' PER L'ENTE ART.3.4.2 CSA

EVENTUALI SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA' PER L'ENTE ART.3.4.3 CSA

EVENTUALI SERVIZI AGGIUNTIVI DI UTILITA' PER L'ENTE ART.3.4.4 CSA

10

10.2 Modalit di attribuzione del punteggio

Il calcolo dellofferta economicamente pi vantaggiosa effettuato con il metodo aggregativocompensatore, secondo le linee guida illustrate allallegato G del D.P.R. n.207/2010.

Pagina 75

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Lofferta economicamente pi vantaggiosa verr effettuata con la seguente formula:


C(a) =

n [ Wi * V(a) i ] dove:

C(a) = indice di valutazione dellofferta (a);


n = numero totale dei requisiti;
Wi = peso o punteggio attribuito al requisito (i);
V(a) i = coefficiente della prestazione dellofferta (a) rispetto al requisito (i) variabile tra zero ed uno;

n = sommatoria.

I coefficienti V(a) i sono determinati:

a) per quanto riguarda lelemento di valutazione di natura qualitativa valore tecnico


attraverso la media dei coefficienti, variabili tra zero e 1, attribuiti discrezionalmente dai
singoli commissari e applicati su ciascun sub-punteggio; la somma dei sub-punteggi
ottenuti indicher il punteggio del valore tecnico attribuito a ciascun concorrente o
societ;
b) per quanto riguarda gli elementi di valutazione di natura quantitativa, quali il prezzo
complessivo offerto per i due anni (oneri della sicurezza compresi), attraverso
interpolazione lineare tra il coefficiente pari ad uno, attribuito ai valori degli elementi
offerti pi convenienti per il Comune, e coefficiente pari a zero, attribuito a quelli posti a
base di gara.
Su ogni operazione aritmetica di attribuzione dei punteggi, verranno considerate solamente due cifre decimali per
troncamento.
Il servizio verr affidato alla ditta che otterr il punteggio pi elevato in base alla sommatoria aritmetica dei
punteggi conseguiti per l'offerta tecnica e per l'offerta economica.
Si proceder allaggiudicazione anche nel caso di una sola offerta, purch sia valida e sar definitiva ad unico
incanto e quindi non soggetta a miglioramento.
Anomalia Offerte - La stazione appaltante si riserva la facolt di procedere alla verifica della anomalia delle offerte
ai sensi artt. 86 e seguenti D.Lgs. n. 163/2006.
ARTICOLO 11 SVOLGIMENTO GARA
Nel giorno indicato dal bando per lapertura del plico, la Commissione di Gara valuter i documenti amministrativi di
ammissione contenuti nella busta n. 1 di ciascuna Societ.

Pagina 76

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Ad avvenuta ammissione delle Societ, la Commissione di gara proceder allapertura della busta

n. 2 per

riscontrare solamente lelenco dei documenti contenuti. La busta n. 2 contenente lofferta tecnico qualitativa delle
Societ ammesse per riscontrata validit della documentazione amministrativa verranno inviate alla Commissione
Esaminatrice per il giudizio tecnico.
La Commissione Esaminatrice, in una o pi sedute riservate, esaminer lofferta tecnico qualitativa contenuta nella
busta n. 2 ed attribuir un punteggio a ciascuna voce indicata nella tabella di cui allart.10 del presente disciplinare
redigendo specifico verbale finale.
Completata la fase di attribuzione del punteggio tecnico, gli elaborati contenenti nella busta n. 2 ed il/i verbali della
Commissione tecnica, verranno immediatamente rimessi alla Commissione di Gara per lavviso ai concorrenti e
lapertura delle buste n. 3 .
La Commissione di Gara, comunicher alle Ditte concorrenti il giorno della seduta pubblica in cui avverr lapertura
delle buste n. 3 .
La comunicazione, stante lurgenza, potr avvenire sia a mezzo telegramma, Fax o E-Mail, trasmessa anche
solamente il giorno precedente a quello di apertura della busta n. 3 .
Avvenuta lapertura della busta n. 3 , la Commissione attribuir il punteggio. Questo sommato a quello tecnico di
ciascun concorrente, formeranno la graduatoria di merito determinando cos lofferta economicamente pi
vantaggiosa. Il Comune non risponder del mancato ricevimento della comunicazione dellapertura della busta n. 3,
n le Societ potranno accampare diritti di sorta.
Il concorrente primo classificato otterr laggiudicazione provvisoria dal Comune , fatta salva leventuale verifica di
cui allart. 86 del D.Lgs n. 163/2006.
Nel caso di parit di punteggio prevarr la Societ che ha offerto il prezzo complessivo pi vantaggioso e in caso
di ulteriore parit si proceder a sorteggio.
Il giudizio tecnico della Commissione Esaminatrice nominata dal Comune insindacabile.
ARTICOLO 12 SOSPENSIONE, ANNULLAMENTO GARA
Il Comune si riserva il diritto insindacabile, nellinteresse pubblico, di annullare, sospendere, revocare la gara,
revocare laggiudicazione senza che la Societ possa accampare o vantare alcun diritto o rivalsa, n richiedere
compensi di sorta, n rimborsi spese.
Nel caso venga richiesta la revoca del contratto a servizio non ancora iniziato alla Societ verranno corrisposte
solo le spese sostenute per le polizze assicurative e le spese contrattuali.
Nel caso venga richiesta la revoca del contratto a servizio iniziato alla Societ verranno corrisposte:
le spese sostenute per le polizze assicurative e le spese contrattuali;

Pagina 77

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

i servizi eseguiti fino al momento della revoca, secondo il prezziario, con relativo ribasso, offerto in sede di gara;
nessun altro compenso spetter alla Societ.
ARTICOLO 13 ONERI E RESPONSABILITA A CARICO DELLE PARTI
Sono a carico dell'Affidatario:
la fornitura dei dispositivi di protezione individuale e del vestiario;
la copertura assicurativa per il proprio personale occupato nell'espletamento del servizio;
la fornitura delle idonei materiali, attrezzature e mezzi;
le retribuzioni, contribuzioni e relativi oneri riflessi in genere, afferenti al personale;
lassunzione della responsabilit riconducibile alloperato e al contegno dei propri dipendenti;
la manutenzione ordinaria e straordinaria di TUTTE le attrezzature e di TUTTI i mezzi utilizzati, NESSUNO
ESCLUSO, compresi quelli dati in dotazione dallente appaltante;
ladozione di tutti i provvedimenti e le cautele atti ad evitare di arrecare danni a terzi, a persone, agli animali, alle
cose in genere e alle propriet del Comune;
rimangono comunque a carico dellAffidatario tutti gli oneri non posti a carico del Comune;
lobbligo di risarcire il Comune dal danno causato da ogni inadempimento alle obbligazioni derivanti dal presente
Disciplinare di gara ogni qualvolta venga accertato che tale danno si sia verificato in violazione alle direttive
impartite dal Comune.
Fa comunque interamente capo all'Affidatario che, di conseguenza, risponder nei confronti dei terzi e del Comune
per linadempimento alle obbligazioni contrattuali, ogni responsabilit inerente e conseguente allesatto
adempimento del contratto e alla perfetta esecuzione del servizio affidato.
Il Comune estraneo al rapporto di lavoro costituito tra l'Affidatario e gli addetti al servizio per cui si ribadisce che
esso non pu essere coinvolto in eventuali controversie che dovessero insorgere dal momento che nessun
rapporto di lavoro si instaura tra i dipendenti dell'Affidatario ed il Comune.
ARTICOLO 14 OBBLIGHI DELL'AFFIDATARIO
L'Affidatario obbligato:
al rispetto, per tutta la durata dellappalto, di quanto dichiarato: nellofferta tecnico-qualitativa e nellofferta
economica presentate;
ad esibire, a richiesta del Comune, il registro previsto dalla vigente normativa in materia di lavoro in cui risultino i
nominativi delle persone incaricate del servizio affidato;

Pagina 78

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

a provvedere alla tutela materiale e morale del personale dipendente comunque addetto allespletamento del
servizio e quindi, a tal fine, ad osservare ed applicare tutte le norme sulla tutela, protezione, assicurazione ed
assistenza del personale dipendente;
a garantire comunque, in ogni tempo, il Comune da ogni e qualsiasi pretesa di terzi derivante da sua
inadempienza, anche parziale, delle norme contrattuali;
all'osservanza scrupolosa delle particolari disposizioni di volta in volta impartite e con facolt, da parte dal
Responsabile del Settore LL.PP. E PATRIMONIO del Comune o suo delegato, di chiedere l'allontanamento del
personale che non fosse gradito al Comune per una condotta non irreprensibile;
ad avvalersi, per le attivit dellappalto, di personale in possesso di preparazione professionale e tecnica
adeguata che dovr avere anche perfetta conoscenza delle norme antinfortunistiche e sar tenuto all'osservanza
delle regole e disposizioni impartite dal Comune, tramite suo delegato;
a comunicare prima della sottoscrizione del contratto dappalto il nominativo del responsabile che ha il compito di
intervenire, decidere, rispondere direttamente riguardo ad eventuali problemi che dovessero insorgere
relativamente al servizio prestato;
a curare che il personale addetto al servizio appaltato vesta decentemente, curi il proprio decoro e la pulizia
personale e sia sempre munito di documento di riconoscimento e di apposito cartellino riportante almeno le
generalit dell'interessato e la ragione sociale dell'impresa;
a comunicare tempestivamente qualsiasi sostituzione o spostamento di personale avvenuto;
a nominare, un proprio rappresentante, munito di ampia delega a trattare in merito a qualsiasi controversia che
possa insorgere in tema di esecuzione degli adempimenti previsti dal contratto di appalto;
a garantire che il personale adibito al servizio appaltato:
- mantenga il segreto dufficio su fatti e circostanze, concernenti lorganizzazione e landamento dei servizi del
Comune, dei quali abbia avuto notizia durante lespletamento delle attivit appaltate;
- tenga un comportamento disciplinato, riguardoso e corretto nei confronti degli utenti, ricordando che in caso di
infrazioni soggetto alla procedura disciplinare prevista dai contratti di lavoro e dalla legge;
- sia sempre in numero sufficiente ed idoneo, cos da garantire la perfetta esecuzione del lavoro;
LAffidatario inoltre tenuto prima di dare concreto esecuzione al contratto a comunicare l'esatto numero delle
persone in servizio, completo delle generalit, con lindicazione della qualifica professionale con la quale stato
assunto e la posizione assicurativa e previdenziale, fermo restando che lo stesso personale non deve avere a
proprio carico procedimenti penali o condanne che lo rendano incompatibile con i rapporti con la pubblica
Amministrazione.

Pagina 79

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

ARTICOLO 15 APPLICAZIONE CONTRATTI DI LAVORO


L'Affidatario, verso i propri dipendenti occupati nei lavori costituenti oggetto del presente Disciplinare, si impegna:
a rispettare tutti gli obblighi imposti dalle vigenti disposizioni legislative e regolamentari in materia di lavoro e
assicurazioni sociali, assumendone gli oneri relativi;
a conformare il loro trattamento giuridico ed economico alle condizioni normative e retributive non inferiori a
quelle risultanti dai contratti collettivi di categoria vigenti nelle localit e nei tempi in cui si svolge il servizio affidato
e a continuare ad applicarli anche dopo la loro scadenza e fino alla loro sostituzione.
Il Comune esplicitamente sollevato da ogni obbligo e/o responsabilit verso il personale impiegato per quanto
attiene a retribuzioni, contributi assicurativi e previdenziali, assicurazioni infortuni.
ARTICOLO 16 POLIZZE E GARANZIE
In sede di partecipazione alla gara lofferente dovr presentare:
16.1 Cauzione Provvisoria:
Lofferta

dovr

essere

corredata

da

una

cauzione

provvisoria,

pari

ad

3.845,68

(euro

tremilaottocentoquarantacinque/68),corrispondente al 2% dellimporto posto a base di gara, secondo quanto


previsto dallart. 75 D.Lgs. n. 163/06, da prestarsi a favore del Comune di Civitanova Marche P.zza XX

Settembre 62012 Civitanova Marche, sotto forma di cauzione o di fidejussione, a scelta dellofferente. Ai sensi del
comma 7 dellart. 75, del D.Lgs. n. 163/2006 soggetta a riduzione del 50% per gli operatori economici che
dimostrino il possesso della certificazione di qualit .
La cauzione, per limporto come sopra calcolato, pu essere costituita a scelta dellofferente, in contanti, allegando
copia della quietanza comprovante il deposito alla tesoreria Comunale presso la Banca delle Marche Ag. di
Civitanova Marche, oppure prestata mediante presentazione di garanzia fidejussoria (bancaria, assicurativa o
rilasciata da intermediari finanziari iscritti nellelenco speciale, tenuto dalla Banca dItalia, di cui allart. 107 del
D.Lgs. n. 385/1993 che svolgono in via esclusiva o prevalente attivit di rilascio di garanzie, a ci autorizzati dal
Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica, ora Ministero dellEconomia e Finanze)
conforme allo schema tipo 1.1 del Decreto Ministero Attivit Produttive n. 123/2004 opportunamente integrato con
le modifiche apportate dal D.Lgs. n.163/2006.
Nel caso di presentazione di fideiussione o polizza assicurativa, la stessa dovr prevedere espressamente:
- la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui allart. 1944 Codice Civile,
volendo ed intendendo il fideiussore restare obbligato in solido con limpresa;
- la rinuncia alleccezione di cui allart. 1957, comma 2, del codice civile;
- limpegno del fideiussore a versare limporto della cauzione al Comune di Civitanova Marche dietro semplice
richiesta del Comune stesso, senza riserve, entro 15 giorni dalla richiesta medesima;

Pagina 80

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- limpegno del fideiussore a rilasciare garanzia fidejussoria per lesecuzione del contratto ex art. 113 del D.Lgs.
n.163/2006 nel caso di aggiudicazione dellappalto.
- una validit per almeno centottanta (180) giorni dalla data di presentazione dellofferta (si intenderanno
comunque valide le polizze e le fideiussioni aventi una validit di 180 giorni dalla data della loro emissione).
N.B. Anche nel caso in cui la cauzione provvisoria sia prestata tramite quietanza comprovante lavvenuto
versamento dovr essere accompagnata, ai sensi dellart. 75, comma 8 del D.Lgs. n. 163/2006, da una
dichiarazione di impegno di un fideiussore (Banca, Compagnia di Assicurazioni o Intermediario Finanziario iscritto
nellelenco speciale, tenuto dalla Banca dItalia, di cui allart. 107 del D.Lgs n. 385/1993) a rilasciare garanzia
fidejussoria per lesecuzione del contratto ex art. 113 del D.Lgs. n. 163/2006 nel caso di aggiudicazione
dellappalto.
La cauzione provvisoria copre la mancata sottoscrizione del contratto per volont dellaggiudicatario ed svincolata
automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo. Ai non aggiudicatari la cauzione
provvisoria verr restituita entro trenta giorni dalla definitiva aggiudicazione.
In sede di stipula del contratto lAffidatario dovr presentare:
16.2 Cauzione Definitiva :
E richiesta una garanzia fidejussoria, a titolo di cauzione definitiva, ai sensi dellart. 113, c. 1, D.Lgs. n. 163/2006
pari al 10% dellimporto netto contrattuale.
La cauzione definitiva dovr prevedere espressamente:
- la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui allart. 1944 Codice Civile,
volendo ed intendendo il fideiussore restare obbligato in solido con limpresa;
- la rinuncia alleccezione di cui allart. 1957, comma 2, del codice civile;
- limpegno del fideiussore a versare limporto della cauzione al Comune dietro semplice richiesta del Comune
stesso, senza riserve, entro 15 giorni dalla richiesta medesima.
La cauzione definitiva sar svincolata appena accertata la positiva conclusione dellaggiudicato affidamento.
La mancata costituzione della cauzione definitiva determina la revoca dellaffidamento e lacquisizione della
cauzione provvisoria da parte del Comune, che aggiudica laffidamento al concorrente che segue in graduatoria.
La cauzione definitiva copre gli oneri per il mancato od inesatto adempimento relativamente a quanto prescritto nel
presente Disciplinare e nel bando di gara e cessa di avere effetto solo al completo adempimento degli obblighi
previsti al termine dellaffidamento di cui trattasi.
16.3 Ai sensi dell'art. n.129, comma 1, del D.lgs n.163/2006 la Societ aggiudicatrice o per essa la Societ
esecutrice in ATI, alla stipula del contratto, oltre alla cauzione definitiva, dovr presentare:

Pagina 81

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

polizza assicurativa per un massimale non inferiore ad 500.000,00 (euro cinquecentomila/00) che
copra i danni subiti dal Comune ad opere o impianti, anche preesistenti, verificatisi nel corso dei lavori;

polizza per assicurazione della responsabilit civile verso terzi, con un massimale pari a . 1.500.000,00
(euro unmilionecinquecentomila/00).

Per quanto non espressamente indicato in questo disciplinare viene fatto riferimento agli artt.75, 113 e 129 del
D.Lgs n. 163/06.

ARTICOLO 17 CORRISPETTI E MODALITA DI PAGAMENTO


Il corrispettivo da erogare allAppaltatore per la gestione dei servizi cimiteriali di cui al presente appalto per le
operazioni elencate al precedente articolo 7, stabilito a misura in base al prezziario di cui allallegato C , Si
precisa che presuntivamente lammontare annuo delle operazioni di cui allarticolo

7 quantificabile in .

.96.142,00 (euro novantaseimilacentoquarantadue/00) + IVA di cui per oneri della sicurezza . 3.000,00 non
soggetto ribasso come rilevasi nel computo metrico (allegato B).
LAmministrazione si riserva lesecuzione in tutto o in parte delle operazioni cimiteriali previste che potranno subire
variazioni rispetto alle quantit indicate nel computo metrico di cui allallegato B senza che limpresa possa
chiedere oneri aggiuntivi e/o apporre riserva alcuna nella variazione delle quantit anche eccedenti il 20%.
Pertanto, considerato che i servizi in oggetto concessi in appalto avranno la durata di anni due, limporto
complessivo

del

presente

appalto

ammonta

presuntivamente

complessivi

.192.284,00

(euro

centonovantaduemiladuecentottantaquattro/00) + IVA..
Sintende compreso e compensato allinterno dellimporto contrattuale ogni onere che limpresa deve
sostenere per la realizzazione delle migliorie previste e proposte di cui allart.3.1-3.2.1 -3.2.2- 3.3. del C.S.A.
e servizi aggiuntivi di cui allart.3.4.1-3.4.2-3.4.3-3.4.4 del CSA (allegato D)
Si precisa che per la realizzazione delle migliorie di cui sopra non verr corrisposto alcun compenso
aggiuntivo.
Di quanto sopra lappaltatore ne dovr tener conto in sede di formulazione dellofferta, casi come per lonere
per lacquisto/noleggio uso di attrezzature, mezzi operativi impianti ecc. necessari oltre a quelli forniti in
comodato duso dal Comune.
Il pagamento delle prestazioni verr effettuato ogni tre mesi a decorrere dalla data di consegna del servizio affidato
di cui al presente disciplinare, previa contabilizzazione dei servizi cimiteriali effettivamente svolti nel trimestre di
riferimento , mediante lapplicazione dei prezzi indicati nellallegato C da assoggettare al ribasso offerto dalla ditta
appaltatrice. Resta a carico dellUTC della DELEGAZIONE la redazione della contabilit dei servizi svolti.
Lemissione del certificato di pagamento avverr previa emissione del DURC con esito positivo.

Pagina 82

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

La fattura potr essere emessa dallappaltatore solamente dopo lemissione del certificato di pagamento
Dal ricevimento della fattura, il pagamento sar effettuato dal Comune entro 60 giorni, salvo eventuale vincoli
imposti dal Patto di Stabilit Interno .
La liquidazione delle fatture potr essere sospesa qualora siano sopraggiunti gravi o significativi addebiti
all'Affidatario formalmente contestati
In tale caso la liquidazione sar disposta successivamente alla data di notifica della comunicazione scritta delle
decisioni adottate dal Comune, dopo aver sentito l'Affidatario, con decurtazione dal pagamento dell'importo
imponibile fatturato, delle eventuali penalit applicate per inadempienze accertate.
I pagamenti dei corrispettivi potranno essere effettuati esclusivamente con le modalit previste dalla L. 136/2010,
in base alla quale l'Affidatario dovr assumere tutti gli obblighi previsti e fornire i dati per la tracciabilit dei flussi
finanziari, ovvero il codice IBAN del conto corrente dedicato sul quale devono transitare tutti i movimenti finanziari
relativi al servizio di cui al Disciplinare, nonch le generalit ed il codice fiscale delle persone fisiche abilitate ad
operare sul suddetto conto. In assenza di tali dati o di comunicazione variazione del conto, nessuna responsabilit
imputabile al Comune per i ritardi o le omissioni in sede di pagamento. In ogni caso le fatture dovranno riportare
il sopraccitato codice IBAN ed il CIG assegnato alla gara.
ART. 18 CONTROLLI E PENALI
Per quanto attiene loggetto del servizio affidato, il Comune potr effettuare periodici controlli per verificare il
corretto svolgimento del servizio ed il rispetto delle normative relative alla polizia mortuaria e lo smaltimento dei
rifiuti cimiteriali. Tutte le inadempienze e le mancanze connesse con le prescrizioni e gli obblighi previsti per
l'Affidatario, nonch quelle conseguenti a leggi e regolamenti vigenti, saranno accertate dagli uffici comunali,
mediante verbali dei quali sar data comunicazione all'Affidatario stesso.
Il Committente si riserva inoltre il diritto di chiedere allAppaltatore di predisporre provvedimenti nei confronti del
personale dipendente della stessa per il quale siano stati rilevati comportamenti non adeguati alla funzione svolta.
LImpresa appaltatrice sar coordinata dal Servizio Cimiteriale e dallUfficio Tecnico della Delegazione, ognuno per
le proprie competenze.
Il Responsabile Unico del Procedimento il Dirigente del V Settore LL.PP. e Patrimonio Edilizio.
Tutte le operazioni inerenti il servizio di cui alla lettera a dellarticolo 7 saranno comunicate direttamente dal
Servizio Cimiteriale allAppaltatore che dovr sempre rendersi reperibile dando corso immediatamente alle
operazioni previste per la giornata, da effettuarsi puntualmente da parte dellImpresa.
Sar cura del Servizio Cimiteriale comunicare mensilmente allUfficio Tecnico della Delegazione le operazioni svolte
dallAppaltatore ai fini della redazione della contabilit.

Pagina 83

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Qualora vi siano comunicazioni da fare allAppaltatore in ordine del mancato rispetto di quanto previsto nel
presente disciplinare e /o nel capitolato speciale dappalto, queste verranno effettuate unicamente dal
Responsabile Unico del Procedimento.
La contabilit e liquidazione dei compensi di cui al presente disciplinare

e contratto sar redatta dallUfficio

Tecnico della Delegazione con liquidazione da parte del Dirigente V Settore LL.PP. - Patrimonio Edilizio e
Responsabile Unico del Procedimento.
L'Appaltatore deve garantire la corretta esecuzione del servizio, nel rispetto dei tempi e dei modi previsti dal
Capitolato e documenti allegati.
Qualora si verifichino inadempienze nellesecuzione delle prestazioni contrattuali, si applicano le penali indicate nel
presente disciplinare.
La penale viene applicata, previa contestazione, dal Responsabile Unico del Procedimento.
La valutazione in ordine alla non corretta esecuzione delle prestazioni, finalizzata allapplicazione delle penali,
insindacabile e pu considerare, oltre alla qualit tecnica delle prestazioni, anche il rispetto delle norme di
sicurezza, di igiene pubblica e la normativa riguardante i servizi oggetto dellappalto.
Lapplicazione di una penale per ritardata esecuzione di una prestazione non esime lAppaltatore
dallobbligo di eseguire comunque la prestazione stessa, con le modalit previste nel capitolato speciale di appalto
e dalle disposizioni impartite.
Lapplicazione delle penali non esclude il diritto del Committente di procedere allesecuzione dufficio, parziale o
totale, della prestazione, addebitando gli oneri relativi allAppaltatore. La scelta del soggetto che deve provvedere
allesecuzione della prestazione in sostituzione dellAppaltatore riservata al Committente e la relativa spesa non
sindacabile da parte dellAppaltatore.
L'applicazione della penale non solleva l'Appaltatore dalle responsabilit civili e penali che si assunto con la
stipulazione del contratto.
Le penali possono essere applicate anche contemporaneamente, sommandosi.
Nel caso di violazione dello stesso genere, ripetuta nellarco di 1 (uno) mese, limporto della penale raddoppiato.
Le penali vengono applicate mediante trattenuta sul corrispettivo mensile erogato per il pagamento delle fatture.
A fronte di inadempienze e inosservanze di obblighi previsti dal presente disciplinare e normativi, per i quali non
siano previste penali specifiche, il Responsabile Unico del Procedimento si riserva di applicare penali graduate, in
relazione alla gravit dellinadempienza/inosservanza, da 0,01% a 1% dell'importo contrattuale.
Il Responsabile Unico del Procedimento si riserva la facolt di comminare allAppaltatore una penale, di importo
variabile da 100 a 500 Euro, nei seguenti casi:
- mancato, ritardato o insufficiente riscontro alle richieste del Responsabile Unico del Procedimento;
- rapporti non corretti con gli utenti;

Pagina 84

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

- mancata o intempestiva risposta alle richieste di informazione dellutenza;


- mancata registrazione delle segnalazioni/reclami dellutenza;
- esecuzione di interventi in assenza degli accorgimenti necessari per limitare il disturbo agli utenti;
- inosservanza delle disposizioni del Capitolato relative alle norme comportamentali del personale e allobbligo di
indossare la divisa prevista;
- mancato rispetto delle norme di sicurezza;
- comportamenti in contrasto con il raggiungimento degli obiettivi previsti nel Capitolato.
La

penale

pu

essere

comminata

in

modo

reiterato,

fintanto

che

permane

la

situazione

di

inadempienza/inosservanza.
Il Responsabile Unico del Procedimento si riserva la facolt di non considerare inadempienze o inosservanze di
lieve entit, purch non siano sistematiche.
Il Committente pu anche rivalersi sulla cauzione definitiva, salvo lobbligo per l'Appaltatore di reintegrare limporto
originario.
Se l'Appaltatore cumula, in un anno, penali per un importo pari o superiore al 10% del valore annuo del servizio
affidato come stabilito nella specifica sottoelencata, sar ritenuto gravemente inadempiente con le conseguenze
previste dal presente disciplinare, inclusa la possibile risoluzione del contratto e lincameramento della cauzione.
18.1 - Ritardo nellesecuzione delle operazioni cimiteriali (inumazione, tumulazione,
collocazione ceneri etc.)
18.1.1 consentita una tolleranza fino ad un massimo di 15 minuti rispetto allora stabilita per il rito della
sepoltura;
18.1.2 oltre 15 minuti e fino a 30 minuti rispetto allora stabilita per il rito della sepoltura:
penale da un minimo di Euro 50,00 a un massimo di Euro 100,00;
18.1.3 oltre 30 minuti rispetto allora stabilita per il rito della sepoltura: penale base di Euro
200,00 incrementata di Euro 50,00 ogni 5 minuti ulteriori di ritardo (per esempio, 45
minuti di ritardo penale pari a Euro 350,00);
18.2 - Identificazione
18.2.1 mancata apposizione della targhetta(identificazione provvisoria), contenente i dati identificativi del defunto,
sul luogo di sepoltura: penale di Euro 50,00 euro per ogni giorno di ritardo;
18.2.2 mancata apposizione della targhetta, contenente i dati identificativi del defunto, su
cassetta/sacco resti ossei, coltrino, bara di cellulosa, urna cineraria: penale da un minimo
di Euro 200,00 a un massimo di Euro 1.000,00, a seconda della gravit delle
conseguenze, oltre alle responsabilit penali.
18.3 - Esumazione/estumulazione

Pagina 85

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

18.3.1 mancata esecuzione delle esumazioni/estumulazioni nei giorni programmati: penale di


Euro 200,00 a salma;
18.3.2 mancata o incompleta redazione del verbale delloperazione cimiteriale eseguita, laddove
previsto: penale da un minimo di Euro 50,00 a un massimo di Euro 200,00;
18.3.3 effettuazione delle operazioni cimiteriali in assenza delle necessarie autorizzazioni,
permessi o nulla osta (per esempio, coordinatore sanitario, permesso di seppellimento
etc.): penale di Euro 1.000,00.
18.4 - Tumulazione
18.4.1 mancata, parziale o difforme esecuzione delle opere di sigillatura e muratura: penale pari
a Euro 500,00 per ogni operazione.
Il Comune si riserva la facolt di far eseguire ad altri il mancato o incompleto servizio addebitando la relativa
maggiore spesa all'Affidatario. Le norme del presente articolo non pregiudicano la possibilit che il Comune
proceda con ogni mezzo possibile alla richiesta di indennizzi anche maggiori delle somme indicate nel caso in cui i
danni provocati dall'Affidatario risultino superiori.
18.5. mancata realizzazione delle migliorie di cui allart. 3.1-3.2.1-3.2.2- 3.3. del CSA
La ritardata realizzazione delle migliorie di cui sopra , scaduto il termine di mesi 6 previsto nel CSA per la
realizzazione delle migliorie, verr applicata una penale pari ad .50,00 per ogni giorno di ritardo e per ogni
singola miglioria non realizzata, fino ad un massimo di giorni 30 di ritardo per ogni singola miglioria. Trascorso tale
termine, lUTC della Delegazione proceder alla quantificazione del costo per la realizzazione della /e migliorie
(applicando il prezziario Marche in vigore alla data dellappalto ) ed alla decurtazione del costo della miglioria non
realizzata/e sul certificato di pagamento dei compensi dovuti ai sensi dellart.17.Qualora limporto da decurtare
fosse superiore alla rata da corrispondere , la differenza verr decurtata nella rata successiva ed oltre. Si precisa
che facolt dellente appaltante di affidare ad altra ditta lesecuzione delle migliorie non realizzate.
18.6. mancata realizzazione delle migliorie aggiuntive di cui allart. 3.4.1-3.4.2-3.4.3-3.4.4 del CSA
La ritardata realizzazione delle migliorie di cui sopra, scaduto il termine di anni 1 previsto nel CSA per la
realizzazione delle migliorie proposte, verr applicata una penale pari ad .50,00 per ogni giorno di ritardo e per
ogni singola miglioria non realizzata, fino ad un massimo di giorni 30 di ritardo per ogni singola miglioria. Trascorso
tale termine, lUTC della Delegazione proceder alla quantificazione del costo per la realizzazione della /e migliorie
(applicando il prezziario Marche in vigore alla data dellappalto ) ed alla decurtazione del costo della miglioria non
realizzata/e sul certificato di pagamento dei compensi dovuti ai sensi dellart.17. Qualora limporto da decurtare
fosse superiore alla rata da corrispondere , la differenza verr decurtata nella rata successiva ed oltre. Si precisa
che facolt dellente appaltante di affidare ad altra ditta lesecuzione delle migliorie non realizzate.

Pagina 86

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Le contestazioni verranno formulate dal Comune per iscritto, a mezzo fax oppure P.E.C..
L'Affidatario potr produrre con le stesse modalit le proprie controdeduzioni entro 8 gg.. (otto giorni) dal
ricevimento della contestazione. Qualora non pervenisse alcun riscontro o le giustificazioni prodotte non
risultassero comprovate e sufficienti, il Comune provveder a quantificare la penale ed a trattenere il
corrispondente importo dal mandato di pagamento relativo alla prima fattura utile emessa dall'Affidatario.
Qualora la violazione riscontrata risulti di lieve entit e non abbia provocato alcuna conseguenza, potr essere
comminata una semplice ammonizione.
ART. 19 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO
19.1 Qualora non risultino veritieri o non vengano rispettate le dichiarazioni rese in sede di partecipazione alla
gara, non siano rispettati i tempi di esecuzione dei lavori e migliorie previste e/o proposte in sede di gara, ovvero
per gravi reiterate deficienze ed inadempienze, il Committente ha diritto di procedere alla risoluzione del contratto
in danno e per colpa dellAppaltatore

a norma di legge; analogamente, qualora il servizio procedesse

irregolarmente per cause imputabili allAppaltatore o questi non osservasse le regole contrattuali, il Committente
provveder a diffidarlo, assegnando un adeguato termine per la regolarizzazione. Trascorso infruttuosamente il
termine di cui sopra, il Committente potr promuovere la risoluzione del contratto senza che lAppaltatore possa
richiedere compensi o avanzare diritti di sorta.
19.2 La risoluzione si effettuer con semplice atto di diffida in via amministrativa da parte del Committente senza
che lAppaltatore possa invocare il beneficio della costituzione in mora ed ogni altra procedura giudiziaria cui la
societ appaltatrice riconosce non aver diritto ed alle quali rinuncia espressamente con la firma del contratto di
appalto
19.3 La risoluzione del contratto sar pronunciata dalla Giunta Comunale su proposta del Dirigente del settore e
comporter lincameramento della cauzione contrattuale, oltre il risarcimento dei danni che la risoluzione apporter.
ART. 20 FACOLTA DI RECESSO
Il Comune, nel caso di variazioni rilevanti degli attuali presupposti generali, legislativi, normativi ovvero nel caso di
riorganizzazione interna riguardanti i servizi affidati, o qualora ragioni di pubblico interesse inderogabili ed urgenti lo
impongano, si riserva in qualsiasi momento la facolt, previa assunzione di provvedimento motivato, di recedere
dal contratto con preavviso di 90 giorni, senza che l'Affidatario possa sollevare eccezione ed avanzare pretese di
indennizzo a qualsiasi titolo.

Pagina 87

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

ART. 21 MODIFICHE DEL CONTRATTO SOSPENSIONI DEL SERVIZIO


Nessun eventuale accordo verbale che apporti modifiche di qualsiasi specie o natura al contenuto dellappalto potr
avere efficacia se non tradotto per iscritto e nelle forme amministrative.
Le operazioni cimiteriali di cui ai punti a1-a4-a5-a6-a10-a11- dellart.7 del presente disciplinare tecnico non
possono essere ne sospesi ne rimandati per nessuna ragione, le rimanenti operazioni previste nel medesimo art.7
possono essere rinviate solo ed esclusivamente per cause di forza maggiore.
E comunque fatto obbligo allAffidatario di dare tempestiva comunicazione dei casi di forza maggiore che rendano
impossibile lesecuzione delle prestazioni.
ART. 22 CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO
IL contratto non pu essere ceduto sotto pena di nullit , salvo quanto stabilito allart.116 del Dlgs n.163/2006.
Il subappalto sar ammesso nei limiti e con le modalit stabiliti dall'articolo 118 del D.Lgs. n. 163/2006.
ART. 23 STIPULA DEL CONTRATTO E SPESE
Laggiudicatario dovr presentarsi alla stipulazione del contratto nel termine che sar assegnato dal Comune. Prima
della stipula del contratto il concorrente aggiudicatario dovr costituire:
- le garanzie di cui al punto 16.2 e 16.3 di cui allart. 16 del presente disciplinare;
- adeguato deposito per le spese contrattuali.
A carico dell'aggiudicatario vengono poste le spese contrattuali ;
ART.24 ESCLUSIONE CLAUSOLA COMPROMISSORIA
Ogni controversia che dovesse sorgere in ordine allesecuzione del contratto relativo ai servizi affidati ed alla
conformit in relazione a quanto indicato negli elaborati di gara, qualora non risolte in via bonaria, sar devoluta
esclusivamente al giudizio dellAutorit Giudiziaria Ordinaria del foro competente di Macerata.
E esclusa ogni possibilit di ricorso alla competenza arbitrale.
Il Responsabile del Procedimento
ING.FRANCO CAPOZUCCA

Pagina 88

COMUNE DI CIVITANOVA MARCHE


PROVINCIA DI MACERATA
C.A.P. 62012 Codice Fiscale e Partita IVA n. 00262470438

Elenco elaborati di gara :


- ALLEGATO A : ELABORATO GRAFICO INDIVIDUAZIONE AREE OGGETTO DI AFFIDAMENTO DEL
SERVIZIO E MIGLIORIE
- ALLEGATO B : COMPUTO METRICO ESTIMATIVO
- ALLEGATO C : ELENCO PREZZI
- ALLEGATO D : CAPITOLATO SPECIALE DAPPALTO
- ALLEGATO E : DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA E LOCALIZZAZIONE MIGLIORIE
- ALLEGATO F : DISCIPLINARE TECNICO DI GARA
- ALLEGATO G : COSTI DELLA SICUREZZA
INDICE
ART. 1 AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

pag.1

ART. 2 OGGETTO DELL'APPALTO

pag.1

ART. 3 LUOGO DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO

pag.1

ART. 4 IMPORTO CORRISPETTIVO

pag.1

ART. 5 DURATA DELLAPPALTO

pag.1

ART. 6 PROCEDURA DI GARA

pag.1

ART. 7 PRESTAZIONI OGGETTO DI AFFIDAMENTO

pag.2

ART. 8 REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA

pag.2

ART. 9 ISTANZA E DOC.NE DA PRESENTARE PER PARTECIPARE ALLA GARA

pag.3

ART. 10 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE DELLAPPALTO

pag.4

ART. 11 SVOLGIMENTO GARA

pag.5

ART. 12 SOSPENSIONE ED ANNULLAMENTO DELLA GARA

pag.5

ART. 13 ONERI E RESPONSABILITA A CARICO DELLE PARTI

pag.6

ART. 14 OBBLIGHI A CARICO DELLAFFIDATARIO

pag.6

ART. 15 APPLICAZIONE CONTRATTI DI LAVORO

pag.7

ART. 16 POLIZZE E GARANZIE

pag.7

ART. 17 CORRISPETTIVI E MODALITA DI PAGAMENTO

pag.8

ART. 18 CONTROLLI E PENALI

pag.9

ART. 19 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO

pag.11

ART. 20 FACOLTA DI RECESSO

pag.11

ART. 21 MODIFICHE DEL CONTRATTO SOSPENSIONI DEL SERVIZI

pag.11

ART. 22 CESSIONE DEL CONTRATTO E SUBAPPALTO

pag.11

ART. 23 STIPULA DEL CONTRATTO E SPESE

pag.11

ART. 24 ESCLUSIONE CLAUSOLA COMPROMISSORIA

pag.11

Pagina 89