Sei sulla pagina 1di 7

ANTIGIURIDICIT

Consiste nel CONTRASTO TRA FATTO TIPICO ILLECITO vs ORDINAMENTO GIURIDICO


= un giudizio oggettivo di relazione e di disvalore.
Il codice non ne d una definizionesi ricava per negazione: antig. ASSENZA DI ESIMENTI
(cause di giustificazione)
[Si parla di azione antigiuridica quando il fatto tipico illecito non giustificato dalla presenza
di un esimente]
Ha natura FORMALE e OGGETTIVA, cio prescinde:
- dalla COLPEVOLEZZA
- dalla CONSAPEVOLEZZA dellagente di trovarsi in una situazione di operativit di
unesimente
- dallIMPUTABILIT del soggetto ad es. che pone in essere laggressione cui si
reagisce

QUINDI: ank laggressione del non-imputabile [es. infermo di mente] cmq OFFESA INGIUSTA
opera la LEGITTIMA DIFESA
Se si adotta un criterio SOGGETTIVO, invece, nn considerata offesa ingiusta quindi= nn legittima
difesa ma STATO DI NECEX.
ANTIGIURIDICIT SPECIALE [o illiceit speciale] = si ha quando nella norma
incriminatrice compaiono espressioni come abusivamente, illegittimamente, indebitamente
sono ELEMENTI NORMATIVI DELLA FATTISPECIE [secondo la dottrina] DEVONO
RIENTRARE NEL DOLO? Tesi prevalente: NO, ma si dovrebbe propendere x il s
ANTIGIURIDICIT SOSTANZIALE = tipica del diritto penale nazista, si considerano REATI tutti
quei FATTI CONTRARI AL SENSO DI GIUSTIZIA DELLA COLLETTIVIT [secondo una parte della
dottrina, inv: aspetto sostanziale dellantigiuridicit: contrasto tra fatto vs norme penali che
valori
costituzionalmente
rilevanti/non
incompatibili
Esimenti: tutelano
Limputato
ha solo
lonere di ALLEGARLE,
nn di provarle

ESIMENTI
Sono le CAUSE DI ESTINZIONE DEL REATO operanti sullANTIGIURIDICIT.
FONDAMENTO: dottrina divisa mancanza del danno sociale / bilanciamento dei
valori in conflitto / autotutela
NATURA OGGETTIVA: se oggettivamente esistenti, operano INDIPENDENTEMENTE DALLA
CONSAPEVOLEZZA dellagente di trovarsi in una situazione di operativit dellesimente.
[come la Francia diversam. Germania]
Esse sono: CONSENSO DELLAVENTE DIRITTO (art 50) ESERCIZIO DI UN
DIRITTO/ADEMPIMENTO DI UN DOVERE (ART 51) DIFESA LEGITTIMA (ART 52) USO
LEGITTIMO DELLE ARMI (ART 53) STATO DI NECESSIT (ART 54)
CONSENSO DELLAVENTE DIRITTO ART 50
Non punibile chi lede/pone in pericolo un diritto col consenso della persona che pu
validamente disporne
CONSENSO deve:
consenso = atto giuridico
in senso stretto

1) AVERE AD OGGETTO UN DIRITTO DISPONIBILE


Sono invece INDISPONIBILI: [i diritti appartenenti

alla collettivit/i beni


dellindividuo di interesse pubblico o regolati da norme civili di ordine pubblico]
AD ESEMPIO:
[NB: omicidio del consenziente: CONSENSO
a) diritti in MATERIA
= FAMILIARE
ELEMENTO TIPICIZZANTE nn esimente

b) diritto alla VITA della singola persona


c) bene della PUBBLICA FEDE e qll della GENUINIT DELLE PROVE
invece PARZIALMENTE DISPONIBILE:
a) diritto allINTEGRIT FISICA [ex ART 5 cc = atti di disposizione del prpr corpo
VIETATI quando comportano una DIMINUZIONE PERMAMENTE dellintegrit fisica o
qnd sono contrari alla LEGGE-ORDINE PUBBLICO-BUON COSTUME // PARTE
DELLA DOTTRINA: nn si pu ricorrere allart 5 ke una norma civilistica e
MANCANDO una CORRISP. NORMA PENALE in forza dellART 1 CP, non pu
essere punito ki leda lintegrit fisica altrui col consenso di questi]
2) ESSERE PRESTATO DAL TITOLARE DI TALE DIRITTO = cio dal titolare del
bene giuridico-valore-interesse protetto dalla norma, colui ke altrim. sarebbe il
SOGGETTO PASSIVO DEL REATO [SE + TITOLARI = DA TUTTI]
PERSONALMENTE [escluso ricorso al rappresentante, salvo compatibilit con
latto da consentire]
MANIFESTATO ALLESTERNO NO FORMA PARTIC, ank COMPORT.
CONCLUDENTE [consenso tacito]

LECITO cio non contrario a NORME IMPERATIVE ORDINE PUBBLICO BUON


COSTUME

INFORMATO sui rischi in cui pu incorrere specie nelle pratiche mediche


3) SUSSISTERE AL MOMENTO DEL FATTO
CONSENSO PUTATIVO quando lagente RITIENE ERRONEAMENTE ESISTENTE il
consenso dellavente diritto
CONSENSO PRESUNTO quando lagente CONSAPEVOLE che il consenso NON STATO
PRESTATO, ma SUPPONE ke lavente diritto lavrebbe prestato se glielo avesse chiesto [ad
es. xk compie il fatto NEL SUO INTERESSE es. negotiorum gestio]
ESCLUSI DALLART 50:
- tutte le ipotesi di CONSENSO IMPROPRIO cio quando il DISSENSO gi un
ELEMENTO COSTITUTIVO DELLA FATTISPECIE CONSENSO fa venir meno il FATTO
CONSENSO: GENERALMENTE per natura REVOCABILE.
TIPICO ILLECITO, non lantigiuridicit [es. mi introduco in casa di Tizio col suo consenso nn
TUTTAVIA
in alcuni
casi [es. trattamento disintossicante del drogato] diventa PROBLEMATICO
violazione
di domicilio]
stabilire
se
il
consenso
prestato
sia o meno revocabile
e quindi se ladella
LIBERT
PERSONALE
sia del
- Le ipotesi in cui CONSENSO=ELEMENTO
COSTITUTIVO
fattispecie
[es. omicidio
DISPONIBILE.
INFATTI: LIBERTA PERSONALE un bene solo parzialmente disponibile = possibile il
consenso solo a TEMPORANEE RESTRIZIONI che rientrino nella normale vita di
relazione e purch non costituiscano LESIONI NOTEVOLI ALLA LIBERT E DIGNIT
dellindividuo [beni costituz. garantiti]
CASO MUCCIOLI = organizzatore di una comunit terapeutica x tossicodipendenti, accusato
di sequestro di persona e maltrattamenti, fu invocata lesimente del consenso dellavente
diritto assolto in CORTE DAPPELLO.

ESERCIZIO DI UN DIRITTO ART 51


Lesercizio di un diritto esclude la punibilit
o facolt legittima se si tratta di illeciti
amministrativi

DIRITTO inteso in senso lato


FONTE pu essere la + varia: LEGGE [statale/regionale], REGOLAMENTO,
ATTO AMMINISTRATIVO, PROVVEDIMENTO GIURISDIZIONALE, NEGOZIO
GIURIDICO, ATTO NORMATIVO DELLUE
ESERCITATO DAL SUO TITOLARE; se un DIRITTO NON PERSONALE: ammesso il ricorso a un
RAPPRESENTANTE

LIMITI:
a) INTRINSECI CONDOTTA deve corrispondere a qll PREVISTA E PERMESSA DALLA
SUA FONTE
b) ESTRINSECI CONDOTTA deve rispettare la PROPORZIONE tra VALORE
ESERCITATO/VALORE LESO
ALTRO L.ESTRINS nellipotesi di ESERCIZIO ARBITRARIO DELLE PRPR
RAGIONI con VIOLENZA SULLE COSE/PERSONE = se un soggetto, x esercitare
un suo preteso diritto, POTREBBE RICORRERE AL GIUDICE MA NON LO FA
NON SI HA ES. DI UN DIRITTO ma ESERCIZIO ARBITR. DLL PRP RAGIONI =
NON PUNIBILIT DELLE OFFESE
PUNIBILE
CONTENUTE
NEGLI
LESIMENTE OPERA se sussistono:
SCRITTI/DISCORSI
DINANZI
a) PERICOLO ATTUALE DI PERDERE IL DIRITTO
ALLAUTORIT GIUDIZIARIA
b) NECESSIT DI ESERCITARLO
X la Giurisprudenza = applicazione
c) PROPORZIONE TRA DIRITTO ESERCITATO/DIRITTOESTENSIVA
SACRIFICATO
del principio generale ex

LIMITI DELLESERCIZIO DEL DIR. DI


SCIOPERO
AZIONI SUSSIDIARIE dv ex poste in essere
in modo NON LESIVO di ALTRI INTERESSI
PRIMARI
costituzionalmente
e
penalmente tutelati + dev avere come
SCOPO = SOLO la PROPAGANDA e
PERSUASIONE verso incerti/dissenzienti
[se impiegata COAZIONE FISICA/MORALE =
illegittime]
PICCHETTAGGIO NON ESIME

LIMITI DELLESERCIZIO DEL DIR. DI CRONACA


GIORNALISTICA
Efficacia esimente subordinata al rispetto di 3
condizioni:
NOTIZIA
PUBBLICATA SIA VERA e cmq
PROVENIENTE DA FONTE ADEGUATAMENTE
CONTROLLATA E CONTROLLABILE
INTERESSE PUBBLICO ALLA DIVULGAZIONE
INFORMAZIONE SIA ESPOSTA IN MANIERA
OBIETTIVA, SERENA, E CON UN LINGUAGGIO
DI PER S NN OFFENSIVO

se IMPEDISCE LUSCITA DALLA


FABBRICA
[manca
una
proporzione tra valori protetti =
integra il sequestro di persona]
se ATTUATO IN MODO VIOLENTO
[integra il reato di violenza privata]

LIMITI DELLESERCIZIO DEL DIR. DI CRITICA E


SATIRA
Estrinsecz del diritto di manifestaz. del pensiero ex art
21 Cost.
Efficacia esimente subordinata al rispetto di 3
condizioni:
CORRETTEZZA DEL LINGUAGGIO
RISPETTO DEGLI ALTRUI DIRITTI di pari rilievo
costituz.
RILEVANZA SOCIALE DELLARGOMENTO
[in ogni caso tenere presente il principio ke la libert
di un individuo non deve invadere la libert di un altro
LIMITI DELLESERCIZIO DEL DIR. DI DIFESA
DELLA PROPRIET
cd offendicula il mezzo predisposto:
SIA PROPORZIONATO AL BENE DA DIFENDERE
NON ABBIA ECCESSIVA ATTITUDINE A LEDERE
SIA FORNITO DI ADEGUATA PUBBLICIT
SALVAGUARDI ADEGUATAMENTE LINCOLUMIT
DEI TERZI NN AGGRESSORI

LIMITI
DELLESERCIZIO
DELLO
IUS
CORRIGENDI
Potere MODERATO attribuito dalla Cost. ai
GENITORI [art 30 Cost] eventualmente derogabile
ad altro soggetto/istituzione
- limiti fissati dalla fattispecie di abuso dei
mezzi di correz
Dal fatto nn dv derivarne IL PERICOLO di
una MALATTIA DEL CORPO/MENTE nella
xsn ke subisce la correzione
- PARTE DELLA DOTTRINA: rientra nella legittima
cosa ke inv accade quando vi sia una
difesa
TOTALE E COMPLETA LESIONE DEL - ALTRA PARTE: se vs TERZO NN AGGRESSORE:
BENE-VALORE
DELLINCOLUMIT,
ESERCIZIO DEL DIR.
se vs TERZO AGGRESSORE:
LIBERT,
DIGNIT
PERSONALE
LEGITTIMA DIFESA
delleducando.
Nel caso di TERZO ESTRANEO che intervenga in - GIURISPRUDENZA: NO LEGITT DIF. xk manca
lattualit del pericolo e la necessit di difesa.
una SITUAZIONE DI MERA CONTINGENZA = nn
esercizio di un diritto, bens STATO DI
NECEX/LEGITT DIFESA

dallESERCIZ
DI UN DIR. xkanche
il
NB=
ius corrigendi
un DOVERE DI
Ratio: PRINCIPIO DI NON
comportamento
IMPOSTO =
CONTRADDIZ
EDUCARE
manca il potere di scelta se agire o
lordinamento nn pu imporre
ADEMPIMENTO
DI
UN
DOVERE

ART
51
meno
un certo comportamento e poi
Lad. di un dovere imposto da una norma giuridica / da un ordine legittimo della
pubblica autorit esclude la punibilit
NORMA GIURIDICA qualsiasi regola di diritto, scritta/consuetudinaria, del potere
legislativo/esecutivo, dellordinamento nazionale/altro ordinamento [anche del dir. intl.
generalm. riconosciuto ex art 10 Cost] MA solo se il DOVERE IMPOSTO rientra tra i DOVERI DI
DIRITTO PUBBLICO [CASSAZIONE]
ORDINE qualsiasi manifestazione di volont che un SUPERIORE GERARCHICO
RIVOLGE A UN INFERIORE affinch questi tenga un determinato comportamento.
PRESUPPOSTI:
LA LEGGE
RAPPORTO DI SUBORDINAZIONE DI DIRITTO PUBBLICO [CASS:
FUNGE DA
FONTE
esimente opera anche nel rapporto di lavoro di diritto privato quando il lavoratore
MEDIATA =
NON in grado di RENDERSI CONTO del PERICOLO DERIVANTE dallESECUZIONE
pur sempre la
DELLORDINE]
legge ke
ORDINE PROVENGA DA UN PUBBLICO UFFICIALE/INCARIC. DI UN
consente al
PUBBLICO SERVIZIO [si discute se anche da un sogg. esercente un SERVIZIO
superiore di
DI PUBBLICA UTILITA]
LEGITTIMO DAL POV FORMALE e SOSTANZIALE
o LEGITTIMIT FORMALE:
1) SUPERIORE abbia la COMPETENZA A EMETTERLO
2) INFERIORE abbia la COMPETENZA AD ESEGUIRLO
3) Rispettate le PROCEDURE E FORMALIT prev. dalla legge x
lemissione
o LEGITTIMIT SOSTANZIALE: devono sussistere i PRESUPPOSTI
prev. dalla legge

ORDINE ILLEGITTIMO [art 51 co 2] la responsabilit del reato commesso ricade


su:
A) SUPERIORE GERARCHICO che ha dato lordine
B) INFERIORE che ha eseguito lordine, SALVO CHE:
a) x ERRORE DI FATTO/LEGGE DIV DA QLL PENALE abbia ritenuto di
obbedire a un ordine legittimo
b) quando la legge NON GLI CONSENTE ALCUN SINDACATO SULLA
LEGITTIMIT dellordine
CMQ la INSINDACABILIT = SOLO SOSTANZIALE, mai formale, x cui potr
sempre verificare:
1) FORMA DELLORDINE
2) ATTINENZA DELLORDINE AL SERVIZIO [se lordine rientra tra i poteri
attribuiti al superiore nei cfr del subordinato + rientra nelle attribuzioni
spettanti al subordinato stx]

3) COMPETENZA DELLAUTORIT ORDINANTE


MANIFESTA CRIMINOSIT DELLORDINE INFERIORE NON VINCOLATO alla
pronta obbedienza + ha il DIRITTO/DOVERE DI OPPORRE UN RIFIUTO
SE EMESSI 2/+ ORDINI occorre distinguere le ipotesi di:
A) CONTRORDINE
a. se PROVIENE DALLA STX AUTORIT = successivo ordine revoca il precedente
b. se PROVIENE DA AUTORIT DIVERSA = se il destinatario nn in grado di
accertare quale prevalga, soccorre la DISCIPLINA DELLERRORE
B) CONFLITTO TRA ORDINI
a. se PROVENGONO DA DIVERSE AUTORIT ke x appartengono allo
stx/diversi RAMI DELLAMMINISTRAZIONE = destinatario autorizzato a
ESAMINARE quale AUTORIT abbia COMPETENZA nel CASO CONCRETO e a
quella presta obbedienza
b. se PROVENGONO DA ORGANI DI DIVERSI POTERI DELLO STATO = la
RATIO DELLA DIFESA LEGITTIMA secondo parte della dottrina: SANZIONE PUBBLICA
caratterizz dallIMPEDIBILIT da p. dellaggressore secondo altra p.: principio generale a
fondamento delle esimenti: BILANCIAMENTO DEGLI INTERESSI e il relativo giudizio IN
CONCRETO e QUALITATIVO [nn quantitativo]
DIFESA LEGITTIMA ART 52
Non punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessit di
difendere un diritto proprio o altrui contro il pericolo attuale di unoffesa ingiusta,
sempre che la difesa sia proporzionata alloffesa
Gli elementi della dif. legitt sono:
A) OFFESA (o aggressione)
1) OGGETTO DELLOFFESA DEVE ESSERE UN DIRITTO PROPRIO O ALTRUI
[=cd. SOCCORSO DIFENSIVO]
Diritto in senso lato, sia DIRITTI SOGGETTIVI che INTERESSI LEGITTIMI, sia PERSONALI
che PATRIMONIALI.
2) OFFESA DEVE ESSERE INGIUSTA
Cio contra ius e ingiustificata [=al di fuori di qualsiasi norma che la imponga o
autorizzi] *indipendentemente che il soggetto sia NON PUNIBILE o NON IMPUTABILE xk le
esimenti hanno natura OGGETTIVA
3) PERICOLO DELLOFFESA DEVE ESSERE ATTUALE
PERICOLO: si intende la PROBABILIT DI UN DANNO [ una situazione OGGETTIVA
da cui possa desumersi una ELEVATA POSSIBILIT del verificarsi di una lesione]
ATTUALE: si intende INCOMBENTE E PERDURANTE [se reazione a un pericolo passato:
VENDETTA/RAPPRESAGLIA]
4) PERICOLO NON DEVE ESSERE STATO DETERMINATO VOLONTARIAMENTE
DALLAGENTE
Anche se non espressamente menzionato nellarticolo [a diff. dellart 54 che la
menziona]
(Non basta non averne dato causa)
LA DIFESA LEGITTIMA E ESCLUSA nei casi di:
o RISSA [eccezione: in caso di REAZIONE di uno dei partecipanti
ASSOLUTAMENTE IMPREVEDIBILE E SPROPORZIONATA, che sia NUOVA,
AUTONOMA, INGIUSTA rispetto a quella inizialmente accettata dagli altri
corrissanti]

SFIDA A DUELLO [eccezione: PERICOLO DI VIOLENZA + GRAVE e +


PERICOLOSA di quella propria del duello/preventivata es, chi in un duello a
pugni si veda puntare contro una pistola, e quindi sia costretto a sua volta a
sparare]
B) DIFESA (o reazione)
1) NECESSIT DI DIFENDERSI
Nel senso che NON SIA POSSIBILE EVITARE ALTRIMENTI loffesa [es. con la fuga]
LA DIFESA LEGITTIMA ESCLUSA quando il soggetto abbia avuto la
POSSIBILIT DI ALLONTANARSI SENZA PREGIUDIZIO / DISONORE
NON tenuto a fuggire quando la fuga esporrebbe VALORI PERSONALI
PROPRI/ALTRUI
A
RISCHI
MAGGIORI
DI
QLL
INCOMBENTI
SULLAGGRESSORE]* [o ad es. per i militari x salvaguard onore dll divisa]
o

*risolto mediante bilanciamento

2) DIFESA DEVE ESSERE PROPORZIONATA ALLOFFESA


Si deve applicare il principio di BILANCIAMENTO DEI VALORI: valutare se il MALE
inflitto da chi si difende inferiore/uguale/superiore rispetto a quello minacciato
dallaggressore.
SI DISCUTE SUI TERMINI DELLA PROPORZIONE
1. BETTIOL proporzione tra BENI IN CONFLITTO da valutare in rif. alle
RISPETTIVE CONCEZIONI ETICHE [es. x una donna x cui lonore sessuale
sarebbe valore dominante risp alla vita]
2. PAGLIARO proporzione tra i MEZZI USATI dallaggredito e quelli che
AVREBBE POTUTO EFFETTIVAMENTE USARE [es. supera i limiti della
legittima difesa un uomo robusto che avrebbe potuto difendersi con un pugno ma
invece spara con una pistola]
3. MANTOVANI proporzione tra OFFESA MINACCIATA [da parte
dellaggressore] e OFFESA ARRECATA [da parte dellaggredito].
Se le offese sono dirette a BENI OMOGENEI (es vitavita): GIUDIZIO QUANTITATIVO (intensit delle offese)
Se le offese sono dirette a BENI ETEROGENEI: GIUDIZIO
QUALITATIVO E CONCRETO (bilanciamento dei valori secondo
la GERARCHIA presente nel ns ordinamento a partire dalla
Costituzione)
4. FIANDACA, MUSCO, PADOVANI Giudizio di bilanciamento secondo la
GERARCHIA DI VALORI presente nel ns ordinamento
5. GROSSO Giudizio di proporzionalit tra REAZIONE e il PERICOLO
CAUSATO DALLAGGRESSIONE, tenendo conto di tutte le circostanze della
situazione di fatto:
direzione e modalit della condotta
mezzi, abilit, prestanza fisica
dellaggressore
strumenti di difesa a disposizione
dellaggredito
e
sua
prontezza/forza
6. GIURISPRUDENZA Giudizio di proporzionalit EX ANTE tra:
- BENI GIURIDICI IN CONFLITTO
ma anche tra
- MEZZI USATI e MEZZI A DISPOSIZIONE DELLAGGREDITO

AMPLIAMENTO DIFESA LEGITTIMA: L.59/2006 aggiunti 2 commi allart 52


- PRESUNZIONE DI PROPORZIONALIT OFFESA/DIFESA nella legittima difesa
esercitata in relazione a REATI COMMESSI CON VIOLAZIONE DI DOMICILIO [estesa
ad OGNI ALTRO LUOGO ove sia esercitata unATTIVIT
COMMERCIALE/PROFESSIONALE/IMPRENDITORIALE]
Se si tratta di difesa a BENI PATRIMONIALI, necex 2 requisiti:
1) Offensore NON DESISTA dallazione
2) Ci sia PERICOLO DI AGGRESSIONE
Essendo una presunzione, PROVA DELLA SUSSISTENZA dei 2 requisiti INCOMBE

USO LEGITTIMO DELLE ARMI ART 53

Ferme le disposizioni dei 2 articoli precedenti, non punibile il pubblico ufficiale che, al
fine di adempiere un dovere del proprio ufficio, fa uso ovvero ordini di fare uso delle
armi o di altro mezzo di coazione fisica, quando vi costretto dalla necessit di respingere
una violenza/vincere una resistenza []
Si discute in dottrina se debba considerarsi unesimente autonoma oppure rientrante
nelladempmento di un dovere tuttavia il legislatore ha voluto considerarla come FIGURA
AUTONOMA, richiedendo SPECIFICI REQUISITI.

NATURA: SUSSIDIARIA [opera solo nei casi di inapplicabilit delle esimenti artt 51/52] e
PROPRIA [pu essere invocata solo dai PUBBLICI UFFICIALI quando fanno uso delle armi
per ADEMPIERE UN DOVERE DEL LORO UFFICIO]
REQUISITI:
1) FINE DI ADEMPIERE UN DOVERE DEL PROPRIO UFFICIO
2) NECESSIT DI: necessit xk uso delle armi dv essere lextrema ratio
a. RESPINGERE UNA VIOLENZA [non necex ke ci siano gli estremi x il reato di
violenza/minaccia a pub uff]

b. VINCERE UNA RESISTENZA [non necex ke ci siano gli estremi x il reato di resistenza
a pubblico ufficiale]

Si discute se, oltre alla resistenza ATTIVA, debba includersi anche quella PASSIVA =
inerzia/fuga
CASSAZIONE: viene meno la PROPORZIONALIT TRA USO DELLE
ARMI/CARATTERE NON VIOLENTO della resistenza [+ violento, + si pox
usare armi ndCotty] vanno cmq valutate le MODALIT DELLA FUGA = se
mettono in pericolo lincolumit di terzi uso delle armi legittimo [da
valutarsi cmq le ESIGENZE DEL CASO e la PROPORZIONALITA]
NON OPERA LESIMENTE quando laggressore si fa SCUDO CON UN
OSTAGGIO = vita dellostaggio valore preminente
ORDINI DI FARE USO = lesimente opera anche quando il pub uf ordina ad altri di fare
uso delle armi CHI ESEGUE LORDINE x NON PUNIBILE xk si tratta di ADEMPIMENTO
DI UN DOVERE [qualora ricorrano i presupp.]
OPERA ANCHE: x quei soggetti che, SU LEGALE RICHIESTA del pubblico uff, GLI
PRESTINO ASSISTENZA
CASI NORMATIVIZZATI DI USO LEGIT. DELLE ARMI
- ART 53: Legittimato al fine di impedire la consumazione dei delitti di: STRAGE,
NAUFRAGIO, SOMMERSIONE, DISASTRO AVIATORIO, OMICIDIO VOLONTARIO,
RAPINA A MANO ARMATA, SEQUESTRO DI PERSONA
[Il pub uff ha cmq il potere di decidere SUL MOMENTO se nel caso concreto INIZIATO O
MENO LITER CRIMINOSO di uno dei delitti indicati]
- ART 53 U.C. = altri casi in cui la legge consente luso delle armi/altri strum di coazione
fisica DISCIPLINATI DA NORME SPECIALI [che prevedono anche le CONDIZIONI
RICHIESTE, indipendenti da qll dellart 53]
o es per impedire EVASIONI oppure VIOLENZE TRA DETENUTI
STATO DI NECESSIT ART 54
Non punibile chi ha commesso il fatto per esservi stato costretto dalla necessit di
salvare s o altri dal pericolo attuale di un danno grave alla persona, pericolo da lui
non volontariamente causato n altrimenti evitabile, sempre che il fatto sia
proporzionato al pericolo NB: SI ARRECA DANNO A UN TERZO ESTRANEO, diritto di invocare indennizzo
in sede civile

REQUISITI:
1) SITUAZIONE DI PERICOLO ATTUALE PROBABILITA che si verifichi, nn necex
INCOMBENTE
STATO DI NECESSITA ANTICIPATO: chi porta larma senza licenza per dare la caccia a cane
idrofobo = nn risponde di porto abusivo di armi

2) PERICOLO ATTUALE DANNO GRAVE ALLA PERSONA danno allINTEGRITA


FISICA/DANNI MORALI
GIURISPRUDENZA: VIOLAZIONE DI DIRITTI INDIVIDUALI COSTITUZIONALM. GARANTITI
NON RIENTRA NELLO STATO DI NECEX:alimentazione, cure mediche
= xk in una MODERNA ORGANIZZAZIONE SOCIALE vengono cmq garantiti
INIZIALMENTE: anche lESIGENZA DI UN ALLOGGIO nn integrava lo stato
di necessit SUCCESSIVAMENTE la Cassazione ha MUTATO
ORIENTAMENTO = DANNO GRAVE ALLA PERSONA sono anche quelle
situazioni che PONGONO IN PERICOLO ANCHE INDIRETTAMENTE

LINTEGRITA FISICA anche lesigenza di un alloggio, se ricorrono


i requisiti della NECESSITA e dellINEVITABILITA DEL PERICOLO
DOTTRINA: stato di bisogno va accertato CASO X CASO IN CONCRETO

3) PERICOLO DA LUI NON VOLONTARIAMENTE CAUSATO E LAGENTE NON DEVE


AVERE UN PARTICOLARE DOVERE DI ESPORSI AD ESSO
4) AZIONE LESIVA NECESSARIA E PROPORZIONATA
NECESSARIA quando il pericolo non ALTRIMENTI EVITABILE [ad es. con la FUGA,
che in questo caso SEMPRE DOVEROSA E MAI DISDICEVOLE]
PROPORZIONATA essendo lazione lesiva diretta vs un TERZO INCOLPEVOLE =
PROPORZIONE + RIGOROSA rispetto alla difesa legittima = PROPORZIONE TRA
BENI-VALORI CONFLIGGENTI.
C proporzionalit qnd il BENE-VALORE MINACCIATO PREVALENTE/ALMENO
EQUIVALENTE a QUELLO SACRIFICATO
RATIO dottrina divisa: o MANCANZA DI DANNO SOCIALE ISTINTO DI CONSERVAZIONE
INESIGIBILITA PSICOLOGICA di un comportamento diverso da quello tenuto [ma cos
rientrerebbe tra le scusanti xk linesigibilit attiene alla colp. Norm.