Sei sulla pagina 1di 11

Analisi sismica di un sistema lineare viscoso a pi gradi di

libert con il metodo dello Spettro di Risposta

Prof. Adolfo Santini - Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

1/10

Ai fini progettuali importante conoscere i valori massimi della risposta in termini di sforzi
interni e di spostamenti.

La determinazione della risposta massima di un sistema a molti gradi di libert pu essere
eseguita convenientemente utilizzando il concetto di spettro di risposta, definito per i sistemi
lineari viscosi a un grado di libert.

Lequazione del moto di un sistema lineare viscoso a un grado di libert sollecitato da unaccelerazione del suolo g(t) si scrive

+ 2 u(t)
+ 2u(t) =
u(t)
u g (t)
Per un assegnato moto del suolo g(t), la risposta u(t) dipende solo dalla frequenza del sistema ,
o dal corrispondente periodo naturale T, e dal rapporto di smorzamento . Si ha cio

u = u ( t,T , )

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

2/10

In genere, laccelerazione del suolo varia con notevole irregolarit. Per tale ragione la soluzione
dellequazione pu essere eseguita solo mediante metodi numerici. Una volta calcolata la storia
nel tempo della risposta u(t), gli sforzi interni possono essere valutati attraverso unanalisi statica
della struttura eseguita a ogni istante di tempo desiderato applicando la forza equivalente

fS (t) = ku(t) = m 2u(t) = mA(t)


in cui A(t) = 2u(t) la pseudo-accelerazione. Il taglio e il momento ribaltante alla base risultano

Tb (t) = mA(t)
M b (t) = hmA(t) = hTb (t)
in cui h laltezza della massa rispetto alla base.

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

3/10

Spettro di risposta

Assegnato un moto del suolo g(t), il diagramma dei valori massimi della risposta in funzione del
periodo naturale del sistema T, per un valore prefissato del rapporto di smorzamento ,
chiamato spettro di risposta.

La variazione di T consente di considerare tutti i possibili sistemi lineari viscosi a un grado di
libert.

Al variare di si possono tracciare diversi spettri, in modo da considerare i tipici intervalli di
variazione dello smorzamento delle strutture.

Pertanto, per unassegnata componente del moto del suolo, lo spettro di risposta consente di
rappresentare la risposta massima di tutti i possibili sistemi lineari viscosi a un grado di libert.

Gli spettri di risposta possono essere tracciati in funzione di diverse quantit:

u0 (T , ) = max u(t,T , ) = D (T , )

spostamento

u0 (T , ) = max u(t,T
,)

velocit

u0t (T , ) = max ut (t,T , )

accelerazione totale

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

4/10

Da un punto di vista applicativo sono importanti gli spettri di risposta in termini di pseudovelocit V e di pseudo-accelerazione A definiti in funzione di D come segue

2
V = D =
D
T

2
A= D = D
T
2

La pseudo-velocit V non rappresenta la velocit effettiva, ma legata al valore massimo E


dellenergia di deformazione immagazzinata dal sistema durante il sisma:

E=

1 2 1 2
1
1
2
kD = mD 2 = m ( D ) = mV 2
2
2
2
2

La pseudo-accelerazione A non rappresenta laccelerazione effettiva del sistema, ma consente di


calcolare il valore massimo del taglio alla base:

Tb0 = mA
che risulta pari alla forza dinerzia associata alla massa m sottoposta allaccelerazione A.

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

5/10

Per un accelerogramma assegnato, possibile calcolare i valori di D, V e A incorrispondenza di


valori discreti di T e di , costruendo cos gli spettri di risposta che si presentano, in generale, con
una forma piuttosto irregolare.

Per ogni sito di interesse importante, da un punto di vista applicativo, poter disporre di spettri
regolari. Questi possono essere ottenuti normalizzando, mediando e regolarizzando gli spettri
corrispondenti a gruppi di accelerogrammi compatibili con la geologia e i meccanismi
sismogenetici del sito.

Spettri di questo genere sono forniti dalle norme sismiche.

A, g

1,000
0,900
0,800
0,700
0,600
0,500
0,400
0,300
0,200
0,100
0,000
0,000

0,500

1,000

1,500

2,000

2,500

3,000

3,500

4,000

4,500

T, s

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

6/10

Risposte modali massime



Il valore massimo del contributo alla risposta del modo n-esimo pu essere calcolato attraverso lo
spettro di risposta elastico in termini della pseudo-accelerazione spettrale

An = An (Tn , n )
e la risposta modale massima risulta

rn0 = rnst An
st
Il segno di rn0 uguale al segno di rn perch An sempre positiva.

Le risposte modali non sono sincrone e quindi non raggiungono simultaneamente i loro valori
massimi. Pertanto, le risposte modali massime determinate attraverso lo spettro di risposta non
possono essere sommate direttamente, ma solo combinate in maniera approssimata.

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

7/10

Regole di combinazione dei contributi modali massimi



Una buona stima della risposta nel caso di strutture con frequenze naturali ben separate data
dalla radice quadrata della somma dei quadrati, cio

r0 = rn02
n=1
N

1
2

Per strutture in cui le frequenze naturali non sono ben separate, una migliore stima pu essere
ottenuta con la regola della combinazione quadratica completa, cio

r0 = in ri 0 rn0
i=1 n=1

1
2

in cui in il coefficiente di correlazione relativo ai modi i ed n. Il coefficiente in pari a 1


quando i = n, mentre compreso tra 0 e 1 negli altri casi. Diverse espressioni sono state
presentate nella letteratura scientifica per tale coefficiente. A titolo di esempio, nel caso in cui

i = n = , una delle pi semplici la relazione

in =

2 (1+ in )

(1 in )2 + 4 2 in

in cui

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

in =

i
n
8

Analisi sismica con lo spettro di risposta

8/10

Osservazione

Lanalisi sismica con lo spettro di risposta si riduce a una serie di analisi statiche, corrispondenti
ai contributi modali presi in considerazione:

1. si applicano le forze s n = n Mn e si calcolano le risposte modali statiche rnst ;

2. le risposte modali statiche sono moltiplicate per lordinata spettrale An allo scopo di ottenere le
risposte modali massime rn0st ;

3. la risposta del sistema si ottiene combinando tra di loro le risposte modali massime.

Il metodo, quindi, non richiede esplicitamente lanalisi dinamica dei sistemi modali a un grado di
libert, ma va comunque interpretato come unanalisi dinamica.

Lo spettro di risposta, infatti, ottenuto mediante numerose analisi dinamiche e fa riferimento
alle propriet dinamiche del sistema e del terreno di fondazione (frequenze, modi naturali di
vibrazione e rapporti di smorzamento modali).

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

Analisi sismica con lo spettro di risposta

9/10

Edifici multipiano a pianta simmetrica



Le risposte modali massime possono essere espresse in funzione dello spostamento spettrale Dn o
della pseudo-accelerazione spettrale An.

Il vettore fSn = s n An con fSin = n miin An consente di calcolare direttamente le risposte massime
modali:

uin = nin Dn =

n
A
n2 in n

Tbn = mn* An
M bn = hn* mn* An

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

10

Analisi sismica con lo spettro di risposta

10/10

Sommario del procedimento



1. Definizione delle propriet dinamiche del sistema (gradi di libert dinamici, matrice di massa
M e matrice di rigidezza traslazionale K).

2. Determinazione delle frequenze naturali n (o dei periodi naturali di vibrazione Tn = 2/n),
dei modi naturali di vibrazione n e delle masse modali efficaci mn*.

3. Stima dei rapporti di smorzamento modale n.

4. Calcolo dei valori massimi della risposta relativi a tutti i contributi modali inclusi nellanalisi:

per ogni periodo naturale di vibrazione Tn e del corrispondente rapporto di smorzamento
modale n si leggono dallo spettro di risposta i valori dello spostamento massimo Dn e
della pseudo-accelerazione massima An.

calcolo degli spostamenti di piano;

calcolo delle forze statiche equivalenti fSn;

calcolo degli sforzi interni attraverso unanalisi statica della struttura soggetta alle forze
fSn.

5. Stima dei valori massimi della risposta mediante la combinazione dei valori massimi dei
contributi modali.

Prof. Adolfo Santini - Introduzione alla Dinamica delle Strutture

11