Sei sulla pagina 1di 15

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo

economico: Italia e Spagna a confronto


Daniela Capra
Universit di Modena e Reggio Emilia
Il linguaggio giornalistico che troviamo nelle pagine economiche dei
quotidiani si avvale oltre che della cosiddetta lingua comune anche del
lessico specializzato che gli proprio; a seconda del pubblico cui
indirizzata la pubblicazione, trovano spazio termini e concetti economici in
maggiore o minore concentrazione e con gradi diversi di specificit e,
diciamolo pure, di difficolt concettuale (Manassero, 2005). Non bisogna
tuttavia dimenticare che tale lessico specializzato il risultato di un lento
processo che, fatti salvi calchi e traduzioni da altre lingue, ebbe origine a
partire dalla lingua comune, attraverso un meccanismo di attribuzione a
certe parole o espressioni di un nuovo significato specifico e univoco;
pensiamo ai tecnicismi di accezione 'investimento', 'mercato' o 'azione', che
nella lingua generale hanno un significato diverso o pi ampio, mentre in
campo economico assumono un senso pi circoscritto1. Per questa ragione,
anzich parlare di linguaggi specializzati, per settori in tal modo
caratterizzati preferibile parlare di usi speciali della lingua comune. Gli
articoli giornalistici di argomento economico si servono inoltre con
frequenza di determinati termini non precisamente tecnici n monosemici
(per esempio, estabilidad, beneficiarse, situarse), ma che indubbiamente
fanno parte del discorso dell'economia ambito nel quale tali vocaboli
presentano una disponibilit maggiore di quella che possiedono nel discorso
generale. Oltre a ci, impiegano immagini metaforiche pi o meno
lessicalizzate (Scelfo, 2002) e collocazioni che, se non sono appannaggio
assoluto di quest'ambito, sono almeno particolarmente diffuse in esso (si
pensi a mximo histrico o a lder del sector; Capra, in c. s.).
Complessivamente, il lessico disponibile dell'economia quindi facilmente
circoscrivibile e tutto sommato non molto ampio e di conseguenza i suoi
testi presentano un certo grado di codificazione lessicale.
1

chiaro che ci vale anche per altri ambiti ristretti, dove si sono osservati
analoghi travasi di termini dalla lingua generale.

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo economico

Se spostiamo la nostra attenzione a ci che esula dai tratti distintivi


sopra enunciati, troviamo la lingua generale, che costituisce la trama con cui
il lessico proprio si intreccia. Ci si potrebbe cos domandare come la lingua
comune si presenti e quali siano le sue caratteristiche o eventualmente le sue
peculiarit all'interno del discorso economico2. La ricerca di espressioni
fraseologiche pu contribuire a rispondere a questa domanda. Per avere un
quadro pi completo e come termine di paragone abbiamo affrontato la
questione relativamente al giornalismo tanto in lingua spagnola, quanto in
lingua italiana. Abbiamo quindi cercato espressioni fraseologiche a partire
da un corpus di cento articoli tratti dalla stampa spagnola (essenzialmente
da El Pas) e di altri cento da quella italiana (La Stampa, La Repubblica e Il
Sole 24 Ore, che peraltro presentano grande omogeneit da questo punto di
vista), escludendo dall'indagine tanto i titoli degli articoli, quanto interviste
e 'pezzi' giornalistici di opinione, con i risultati che di seguito illustreremo.
Anzitutto, non sar inutile precisare su quali espressioni abbiamo
incentrato la nostra attenzione e quali abbiamo invece escluso. La
classificazione teorica non ha raggiunto l'univocit auspicata e ci rende
necessarie alcune precisazioni. Come prima approssimazione, opportuno
fare riferimento a Coseriu (1977: 113), che com' noto si riferiva a due tipi
di costrutti, quelli a combinazione libera (assoggettati alla tcnica del
discurso) e quelli a combinazione fissa il discurso repetido, che
comprendono "todo lo que tradicionalmente est fijado como expresin,
giro, modismo, frase o locucin y cuyos elementos constitutivos no son
reemplazables o re-combinables segn las reglas actuales de la lengua". La
sua classificazione delle forme fisse funzional-strutturale, in quanto si basa
sul ruolo delle stesse all'interno del discorso: completa identit con una
frase, equivalenza al sintagma o, ancora, alla parola. Se da un lato tale
suddivisione ha il pregio di mettere l'accento sul funzionamento sintattico
della forma fissa rispetto al suo contesto linguistico immediato, dall'altro
lascia insieme molte espressioni che presentano grandi diversit. Per meglio
chiarire tali divergenze utile rivolgerci alla linea che da Casares (1950)
giunge a Zuluaga (1980) e in parte prosegue con Corpas Pastor (1996), per i

Un terreno, ampiamente commentato dai linguisti, nel quale non


vogliamo entrare quello relativo allo scarto del linguaggio giornalistico rispetto
allo standard, le cui manifestazioni sono molteplici e investono tutti i livelli della
lingua.

90

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Daniela Capra

quali gli ambiti principali nella sfera del discurso repetido sono: le
locuzioni, con i loro numerosi sottotipi, le collocazioni (invero spesso
escluse dal novero) e infine gli enunciati fraseologici, pi lunghi e articolati
delle forme precedenti e integrati per lo pi da proverbi, ma soprattutto
distinguibili dalle categorie precedenti perch appannaggio degli atti di
parole (e non del sistema della langue come le locuzioni, n propri della
norma come le collocazioni: Corpas, 1996: 51).
Non questa la sede per entrare nella complessit dei problemi
relativi alla tassonomia di tutti e tre gli ambiti, tanto pi che la nostra
attenzione si concentrata quasi esclusivamente sugli enunciati fraseologici,
su alcune locuzioni verbali e su ci che Corpas (1996) chiama locuciones
clausales in sostanza, unit di discorso provviste di elementi attanziali che
hanno bisogno di essere attualizzati, come hacersele a alguien la boca agua,
o senza forza illocutiva come como Dios manda. D'ora in poi tali espressioni
saranno anche evocate con i termini unit fraseologica, espressione
fraseologica e idiomatismo.
Alcuni linguisti hanno una concezione ampia della fraseologia, nella
quale infatti includono anche proverbi, detti, frasi proverbiali e citazioni,
oltre alle collocazioni (Navarro, 2002; in parte Ruiz Gurillo, 1998; Trist
Prez, 1998); altri hanno una concezione ristretta, che esclude i proverbi e le
collocazioni. Noi abbiamo adottato una posizione intermedia, includendo i
proverbi -sebbene la loro presenza si sia rivelata piuttosto scarsa-, ma
escludendo le associazioni collocative, in quanto nella loro grande
maggioranza non sono catalogabili tra i sintagmi fissi, data
l'intercambiabilit di un termine con un suo sinonimo. La frequenza con cui
appaiono le collocazioni non garanzia di fissit, per quanto la loro
ricorrenza possa essere sistematica (Bosque, 2004).
Tra le caratteristiche salienti delle espressioni fraseologiche vediamo
operante, oltre alla fissit, l'idiomaticit: proprio per questa ragione, in
genere, gli idiomatismi non sono traducibili letteralmente. Tale propriet si
pu anche esprimere come non composizionalit del significato, intesa
come somma dei significati delle singole parole di cui l'espressione
composta; mentre la collocazione , tranne poche eccezioni,
composizionale, l'espressione fraseologica non lo (Gonzlez Rey, 1998). I
proverbi possono essere pi o meno composizionali, ma sono facilmente
identificabili in quanto costituiscono una classe chiusa e sono forme fisse,
codificate dalla tradizione. La composizionalit uno dei criteri che ci ha

91

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo economico

permesso di trascurare numerose locuzioni, che da questo punto di vista


risultano pi vicine alla collocazione che all'espressione idiomatica; quindi,
le uniche locuzioni che abbiamo inserito nel corpus sono quelle verbali.
Infatti intendiamo per espressioni fraseologiche quei sintagmi fissi
che costituiscono una frase (clusula) o, almeno, sono costituite da un verbo
e dai suoi adiacenti. Tuttavia, la loro fissit non assoluta, giacch un buon
numero di essi accetta diversi tipi di modificazioni grammaticali o
sintattiche, in base a criteri determinati: sono operazioni che a volte
consistono nella semplice inserzione di un elemento (ad esempio, un
avverbio o un possessivo), nella trasformazione del tempo o del modo
verbale, mentre in altri casi sono metalinguistiche, di decontestualizzazione,
come avremo modo di constatare pi avanti; a tali espressioni abbiamo dato
particolare risalto nelle pagine seguenti, come pure a quelle che in qualche
modo evidenziavano le differenze tra i dati raccolti nelle due lingue. Altre
caratteristiche delle espressioni fraseologiche sono la prevalenza, nel loro
significato, del contenuto metaforico; la loro riproducibilit e ripetibilit dal
punto di vista pragmatico (sebbene noi non abbiamo rilevato due volte la
stessa unit). Infine, com' noto, rispondono a criteri diatopici, diastratici e
diafasici e a questo proposito nel nostro pur ristretto ambito di lavoro
abbiamo effettivamente riscontrato una certa variet diafasica (mentre il
livello diatopico e quello diastratico risultano per forza omogenei in un
corpus come il nostro).
Alcune espressioni fraseologiche hanno un omonimo letterale: il
caso di "echar lea al fuego" -presente anche nel nostro corpus- il cui senso
interpretativo dipende dal contesto. La metaforicit una caratteristica
fondamentale nella fraseologia, assieme all'eufemismo e all'iperbole; solo
nel caso in cui un'espressione come quella sopra riportata sia usata in senso
metaforico possiamo classificarla tra le unit fraseologiche3. Tornando
all'esempio appena citato, notiamo che l'espressione appare nel nostro testo
giornalistico con valore metaforico, ma non viene utilizzata in forma
completa, bens parziale, "echar lea": "el BCE ech ayer lea a las

A questo proposito, ci sembra fuorviante impostare la discussione critica


nei termini di preesistenza dell'espressione letterale rispetto a quella metaforica:
mentre la frase metaforica esiste come espressione fissa, quella letterale
semplicemente una possibilit combinatoria offerta dalla lingua ed perci meno
reale della prima.

92

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Daniela Capra

presiones bajistas del euro" (5 luglio: 59)4. Tale parzialit volontaria un


meccanismo non insolito, che fa il paio con altri tipi di manipolazione
(Zuluaga, 1980 e, per la lingua colloquiale, Vigara Tauste, 1998). Sarebbe
forse risultato pedante citare l'espressione nella sua totalit e la frase stessa
ne avrebbe risentito in agilit e chiarezza ("*ech lea al fuego de las
presiones"); in fondo, si trattava qui di esprimere un concetto in modo
chiaro ed efficace: a buen entendedor.
Un tipo differente di possibile alterazione delle espressioni
fraseologiche offerto nel nostro corpus dalla frase "alzarse de nuevo las
armas", che evidentemente allude a "alzarse en armas" ("quedan varios
meses hasta que se alcen de nuevo las armas en caso de que no se alcance
un acuerdo definitivo entre las partes", [15 giugno: 63]): l'integrazione
dell'idiomatismo al discorso ha prodotto un cambiamento di reggenza del
verbo, che da preposizionale diventato transitivo, e un cambio di regime
del verbo, che da riflessivo diventa impersonale. Ci provoca uno
spostamento semantico: si perde l'idea di sollevarsi in armi, che fa pensare
alla ribellione, per suggerire invece l'idea della battaglia tra le due parti cui
si fa riferimento alla fine della frase. Una sfumatura fondamentale, visto che
con modificazioni sintattiche solo apparentemente banali e irrilevanti
l'espressione fraseologica resa atta alla descrizione della situazione
specifica [ossia i disaccordi tra Boeing e Airbus sui criteri di valutazione
degli aiuti pubblici].
Un utilizzo parziale di "tener mano" si trova nella frase "el
reforzaminento del yuan proporciona al Banco Popular de China ms mano
para elevar los tipos de inters" (22 luglio: 52): in effetti, cos costruita, la
frase non poteva impiegare l'idiomatismo intero, visto che constata che la
Banca in questione solo dopo il rafforzamento della moneta ha capacit e
potere d'intervento. Il soggetto grammaticale sicuramente il focus della
frase e al contempo la vera notizia: perci stato convenientemente
4

Tutte le espressioni fraseologiche del nostro corpus sono state raccolte


dalle pagine economiche dei citati quotidiani nel periodo compreso tra il 15 giugno
e il 22 luglio del 2005. Gli articoli non sono stati scelti in quanto contenevano
un'unit fraseologica, ma a priori, con lo scopo di valutare anche l'incidenza della
fraseologia sul volume totale: perci abbiamo scelto l'articolo-tipo, di media
lunghezza e contenuti informativi, in entrambe le lingue. Degli articoli in italiano,
per ragioni tecniche, non disponiamo dell'informazione sul numero della pagina da
cui citiamo: ci scusiamo dell'incompletezza.

93

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo economico

evidenziato; l'espressione figurata stata quindi sacrificata alle necessit


oggettive, ma non ha comunque perso il suo significato.
A partire dai casi esposti, potremmo ipotizzare che la modificazione
dell'espressione figurata avviene per motivi funzionali, inerenti al discorso,
che mantiene dunque la sua centralit. Tali espressioni si configurano perci
come accessorie, seppure funzionali. Nei cento articoli che costituiscono il
nostro corpus spagnolo abbiamo trovato ventinove espressioni fraseologiche
in tutto, e tra queste sei appaiono modificate o menzionate in modo parziale,
sempre per ragioni funzionali5. Il corpus italiano stato pi fruttifero, con
cinquantatr unit trovate (inclusi proverbi, detti e citazioni), molte delle
quali manipolate. In queste pagine, non potendo dare un resoconto completo
della nostra ricerca, presentiamo i casi che ci sono parsi pi eclatanti o
significativi per qualche ragione, come appunto le espressioni la cui forma
modificata o allusa o quelle con provenienza da ambiti particolari.
Infatti, non infrequente che entrino nella fraseologia espressioni
proprie di specifici campi: si ha cos un passaggio dall'ambito specializzato
alla lingua generale; questo il caso di de rdago. Nel nostro corpus
abbiamo trovato haber rdago e echar un rdago ("no hubo nuevo rdago
de Acciona" [22 giugno: 63]; "las grandes compaas echaron un rdago
con una carta abierta al ex presidente de la UE" [5 luglio: 60]). In
quest'ultimo caso, sembra che il gioco di parole si spinga pi in l, giacch
nella frase menzionata una carta, che essendo per abierta, colloca altrove
il significato rispetto al suo ambito di appartenenza originale, il gioco delle
carte: l'espressione fraseologica, metaforica, si combina con un gioco di
parole che sorge dall'iniziale possibile equivoco dovuto alla polisemia del
termine carta. Se di manipolazione si tratta, sar in questo caso non per
sottrazione di una parte dell'espressione, ma per aggiunzione. In casi come
questo, la funzione ludico-scherzosa sembra essere la ragione prevalente
della sua inserzione; d'altra parte, gli argomenti trattati, puramente
informativi e non gravi, lo permettono.
L'ambito specializzato che si configurato come fonte per eccellenza
di espressioni fisse quello taurino, che ha fornito alla lingua generale

Escludiamo da questo computo gli adattamenti di lieve entit, ad esempio


la sostituzione dell'articolo con il possessivo, come avviene in una frase che
citiamo infra tra quelle sostanzialmente non modificate (poner sus cartas sobre la
mesa).

94

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Daniela Capra

decine di idiomatismi (Tecedor Yangela, 1998). Tra questi, nel nostro


corpus abbiamo trovato "dar la puntilla", che compare modificato in questa
guisa: "la puntilla que dispar las alarmas fue la interrupcin de las
importaciones procedientes de Francia" (22 giugno: 60); il tema di cui tratta
l'articolo l'alto fabbisogno energetico estivo la cui conseguenza stata una
temporanea caduta nella fornitura di energia elettrica ad alcune imprese.
L'espressione fraseologica, di natura colloquiale, a cui allude il giornalista si
accavalla con la frase "dispar las alarmas", che a sua volta suggerisce la
locuzione "dar la alarma". Il tono dell'articolo, in generale piuttosto critico,
trova in questa frase che coniuga, modificandole, due unit fraseologiche,
dei segnali linguistici che palesano l'atteggiamento negativo di chi scrive,
tanto nel significato -diciamo 'definitivo' pur nella sua interpretazione
figurata- dell'espressione di provenienza taurina, quanto nella scelta del
verbo disparar, che intensifica la seconda espressione, in s poco
tranquillizzante. In questo caso, quindi, l'impiego della fraseologia lascia
trasparire e anzi rafforza e sottolinea le opinioni personali dello scrivente,
inducendo surrettiziamente il lettore ad assumere la stessa prospettiva; se
come arma retorica piuttosto rudimentale anche per la scelta del tipo di
idiomatismi-, non tuttavia priva di efficacia, anche in virt della natura
effimera del testo e della rapidit con cui esso consumato.
Abbandoniamo ora il versante spagnolo per portarci su quello
italiano e confrontare i risultati ottenuti. Anzitutto, va sottolineata la
maggior quantit di espressioni qui presenti, fatto che non si spiega solo con
la constatazione che gli articoli sui giornali italiani sono mediamente pi
lunghi di quelli spagnoli; uno studio con pretese statistiche dovr tener
conto del numero di parole e non di quello degli articoli6. In ogni caso, non
ci pare azzardato affermare che anche a parit di numero di parole, la
presenza delle espressioni fraseologiche nei quotidiani italiani sarebbe
percentualmente superiore a quella degli articoli giornalistici in spagnolo,
oltre ad essere pi varia e articolata. Infatti, come si vedr, troviamo pure
enunciati fraseologici, del tutto assenti dal corpus spagnolo.
Nei testi in italiano sono presenti alcuni detti proverbiali che, tranne
in un caso, non vengono citati letteralmente, ma sono volutamente

La lunghezza degli articoli spagnoli influenzata dal Libro de estilo dello


stesso El Pas, che raccomanda di non superare le cento parole per il paragrafo e le
novecento parole per l'articolo.

95

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo economico

trasformati: "il banchiere centrale propone, l'economia dispone" (Il Sole, 24


giugno) fa il verso a "l'uomo propone, Dio dispone" e la dice lunga sulla
mentalit del giornalista, nonostante la probabile intenzione di fare una
battuta spiritosa. posto in apertura di articolo. Un altro detto stato
modificato solo tramite il rafforzamento della forma negativa: "il gioco non
vale davvero pi la candela".
La classe dei proverbi include enunciati autonomi quali frasi
proverbiali, sentenze, detti e citazioni (Corpas, 1996 e 1998); anche in
questi ambiti, gli esempi nel nostro corpus italiano non mancano e si tratta
talvolta di espressioni che hanno subito cambiamenti rispetto alla forma con
cui sono codificate. I settori da cui si attinge sono i pi disparati: si veda
l'esordio di uno degli articoli del corpus: "Anche i grandi piangono",
parafrasi di "anche i ricchi piangono", titolo di una telenovela di qualche
anno fa. Forse dal titolo di un romanzo -o dalla sua recente versione
cinematografica- viene "i signori della moneta", parafrasi de "il signore
degli anelli": "i signori della moneta di stanza a Francoforte hanno segnalato
il disagio di convivere con un costo del denaro minimo"; si ricordi che
alcuni anni fa il giornalismo aveva coniato l'espressione "i signori della
guerra" in riferimento a chi alimentava le guerre che affliggevano l'Africa.
L'espressione non pare evidenziare un'atteggiamento di simpatia verso gli
economisti dell'Unione europea e sembra invece un po' polemico7.
La citazione "prendi i soldi e scappa" fa riferimento al titolo di un
noto film; in questo caso, esplicitare il fatto che si tratta di una citazione,
come il contesto evidenzia, rende improbabile qualunque modificazione
formale: "esclusa, per il momento, l'opzione prendi i soldi e scappa, ossia
lo scenario nel quale la Popolare e gli altri soci dell'Antonveneta ad essa
uniti in un patto di sindacato si preparerebbero ad abbandonare ogni
rilancio" (LaR., 22 giugno): l'umorismo prende il sopravvento in questo
ennesimo articolo su un tema che ha catturato l'attenzione dei mezzi di
comunicazione per parecchie settimane.
7

Senza modificazioni e dunque come citazione pura, sebbene riferita a


soggetti diversi da quelli originali, la frase, che fu il titolo di un film, "Tutti
insieme, appassionatamente", esordio di un articolo che riguarda l'Opa su Edison e
che prosegue: "Tutti insieme, il presidente Edf, P. G., il patron, il presidente di
Aem Milano, G. Z., il partner, e l'amministratore delegato di Edison, U. Q., il
manager, per la prima foto ufficiale di gruppo dopo l'accordo che ha chiuso la
lunga e travagliata vicenda Edison, adesso controllata fifty-fifty da Edf e Aem".

96

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Daniela Capra

Un altro ambito che fornisce frasi citabili indubbiamente quello del


marketing e della pubblicit, la cui formula "premio fedelt" ricorre com'
noto in numerose occasioni; l'articolo in cui inserita per ben due volte- la
riporta tra virgolette: "Popolare Lodi rilancia da 26 a 27,5 euro, pi un
'premio fedelt', la sua offerta in titoli e contanti sull'Antonveneta" (La S.,
28 giugno). Era questo l'esordio di un articolo, che pi avanti insiste: "la
Lodi offre poi un ulteriore 'premio fedelt' in contanti": pare proprio che le
vicende bancarie abbiano annoiato persino i giornalisti, che ormai non
possono evitare di trattare le varie vicissitudini dell'Opa in questione con un
atteggiamento ironico e forse un po' burlesco. A meno che l'ironia non
voglia alludere a un sottotesto taciuto e ancora ignoto ai lettori, che le
vicende bancarie e giudiziarie dei mesi successivi hanno portato alla luce.
Nei giornali italiani non infrequente trovare proverbi, citazioni o
espressioni fraseologiche particolarmente pregnanti in posizione iniziale,
probabilmente per sorprendere e per attirare cos l'attenzione del lettore, ma
anche per entrare con sintesi e rapidit in argomento. La frase nota permette
infatti di preparare il lettore alle informazioni o alle valutazioni che di
seguito il giornalista far8. Negli articoli giornalistici in spagnolo, invece,
come si potuto osservare, la fraseologia meno variegata mancano infatti
dal nostro corpus citazioni e proverbi- e meno messa in evidenza, dal
momento che non appare in posizione iniziale di articolo, n mai posta tra
virgolette. Tale utilizzo meno ostentato della fraseologia a nostro parere da
mettere in diretto rapporto con il maggior equilibrio degli articoli spagnoli
(e dei quotidiani stessi), che raccolgono anche in questo modo l'invito alla
neutralit prodigato dal Libro de estilo, intervenendo con pi discrezione
sulla valutazione delle notizie e non cercando di attirare l'attenzione dei
lettori con 'effetti speciali'.
Prima di vedere alcuni esempi di unit fraseologiche non trasformate
o solo minimamente modificate, restiamo ancora sul versante italiano con
idiomatismi che presentano occasionali variazioni rispetto alla forma
standard. Oltre alle modalit con cui sono manipolate e inserite negli articoli
giornalistici, sar inoltre interessante vedere se le loro funzioni coincidono
con quelle dei testi in spagnolo. Esaminiamo solo qualche esempio, tra
quelli trovati, iniziando da "essere ai ferri corti", parzialmente presente nella
8

Un ultimo detto, che si trova in posizione iniziale di articolo, : "Errare


umano, perseverare diabolico".

97

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo economico

frase "lo scontro inevitabile, ma l'idea di un duello ai ferri corti non piace
agli azionisti di Airbus, che preferirebbero una soluzione negoziata" (La S.,
16 giugno). Si noti che l'argomento lo stesso di cui abbiamo parlato a
proposito di un'espressione fraseologica in spagnolo (vedi supra); nel caso
dell'italiano, l'inserimento della parola "duello" intensifica il sema di
conflittualit gi insito nell'espressione stessa, e ci dopo che si era appena
parlato di "scontro inevitabile": non vi alcun dubbio che il giornalista
voglia sottolineare l'esistenza di un problema di non facile soluzione9.
Un caso di trasformazione per allungamento costituito dalla frase
"se ci si arma di pazienza e di Internet si scopre che il conto bancario ben
segnalato" (La S., 18 giugno), che modifica l'espressione "armarsi di
pazienza"10; l'autore dell'articolo si appoggiato all'idiomatismo per mettere
al corrente i lettori del fatto che i dati su un certo tipo di conto corrente
bancario erano disponibili on-line. un modo simpatico di informare, senza
pedanteria e anzi in modo piacevole e attraente. In un altro articolo si
introduce invece un avverbio che minimizza la portata, positiva,
dell'espressione fraseologica: "il via all'operazione quasi un fiore
all'occhiello oltre che un no alle resistenze del governo conservatore
bavarese" (La R., 22 luglio). L'introduzione dell'avverbio pu essere dettata
dalla coscienza del fatto che l'uso dell'espressione fissa si riferisce in genere
non a un avvenimento (tantomeno al suo inizio), bens a un'entit concreta.
Va classificata come allusione all'espressione "essere il lumicino di
coda" la frase "oggi siamo il lumicino di un'Europa che non brilla" (La R., 2
luglio), che racconta una verit smorzando i toni negativi: se fosse stato
utilizzato l'idiomatismo completo, l'effetto sul lettore sarebbe stato pi crudo
e si sarebbe perso in parte il richiamo al concetto espresso dalla frase
relativa. Essere un lumicino nel contesto descritto non cos grave come
invece, da altri indicatori, pare sia la situazione attuale dell'Italia: in questo

comunque sconcertante notare che la metafora di gran lunga pi


utilizzata nelle pagine dei nostri quotidiani sia quella relativa alla guerra, con le sue
varianti di battaglia, duello, scontro, lotta, sfida, plotone, incursione, marcia,
schermaglie, affondo, siluro, mirino, trincea, nemico, forze in campo, fronte,
tregua, ritirata e armistizio: tutte trovate nei cento articoli che costituiscono il
nostro corpus. Tale declinazione dell'idea di conflitto non trova paragoni con gli
articoli dei quotidiani spagnoli.
10

Si osservi che qui la metafora guerresca riconvertita positivamente.

98

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Daniela Capra

caso, probabile che il giornalista cercasse di sdrammatizzare, di


nascondere fingendo di dire.
Sulla stessa linea di elusione si pu inserire un'altra frase, che
tuttavia forse un vero e proprio lapsus: "l'Italia dei Comuni ha il fiato al
collo" (La R., 1 luglio); la frase si presenta come analoga a "avere il fiato sul
collo", ma in realt nasconde un'altra espressione, ancora pi drammatica,
cio "avere l'acqua alla gola": la preposizione a non appropriata nella frase
citata e non apporta alcuna accezione significativa. Tuttavia, serve da ponte
per giungere al secondo idiomatismo, anche grazie alla contiguit semantica
tra collo e gola. Se poi si considera il fatto che la notizia verte sui 'tagli' a
vari servizi cui i Comuni sono costretti per ragioni di bilancio, allora pare
evidente che l'allusione del giornalista fosse diretta all'espressione pi
sconfortante.
Infine, come esempio di espressione proveniente da un ambito
particolare ed entrata nella lingua generale troviamo dal linguaggio
sportivo- "segnare un punto a favore", che nel nostro corpus si ritrova
rafforzata da un aggettivo: "dopo che gli olandesi hanno segnato un chiaro
punto a loro favore" (La S., 29 giugno). L'apporto di fraseologia proveniente
dall'ambito dello sport o da altri settori non si rivelata molto cospicua. Si
sono invece rivelate consuete le allusioni a particolari sfere o settori della
vita umana e ci ha a che fare con l'origine stessa delle singole espressioni.
Nel presente studio abbiamo incentrato la nostra attenzione
soprattutto sugli idiomatismi la cui forma ha subito qualche trasformazione
rispetto a quella nota, spinti dalla rilevanza del fenomeno, dalle discrepanze
quantitative e qualitative con cui esso si presenta nelle due lingue e nella
convinzione che ci obbedisse a precise ragioni. Non mancano per gli
esempi contrari, ossia le espressioni sostanzialmente non modificate. A
maniera di esempio, si vedano le seguenti frasi:
Ante estos nubarrones, Gonzlez se cur en salud y afirm que no es
una operacin que marque el futuro de BBVA.
Airbus lleva cinco aos en el primer puesto de la lista de pedidos y
tres aos encabezando entregas, una posicin que piensan defender a
capa y espada.
Los empresarios empiezan a poner sus cartas sobre la mesa en la
actual negociacin para reformar el mercado de trabajo.

99

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo economico

Las organizaciones medioambientales pusieron el grito en el cielo


[].
J.L. Elejstegui se qued con la palabra en la boca al intentar
intervenir por segunda vez tras quejarse de operaciones errneas con
sus valores y ahorros.
Todo sea por plantar cara a Boeing, que lleva a cabo una intensa
campaa de lanzamiento del B-787 y asegura que recuperar el
liderazgo de las entregas de aviones.
Il leader della Confindustria, mettendo il dito nella piaga, torna sul
tema della crescita.
Una soluzione in tempi rapidi toglierebbe le castagne dal fuoco alle
autorit implicate nella vicenda.
Nei dieci anni trascorsi dalla decisione di abolire le quote
all'importazione l'industria nazionale non ha mosso un dito.
Tra i consiglieri c' chi ha gi dissotterrato l'ascia di guerra.
Torino sar la prima citt a reagire mettendo a stecchetto i dipendenti
degli uffici.
Come si pu constatare, si tratta di note locuzioni verbali utilizzate
in modo appropriato, con tono colloquiale e senza modificazioni, se
escludiamo la sostituzione dell'articolo determinativo con il possessivo sus
nella terza frase.
Uno studio di carattere paremiologico (Corpas, 1998) basato su un
corpus vario e consistente dello spagnolo attuale giunto alla conclusione
che la maggior concentrazione di proverbi (inclusi detti e citazioni) si trova
nel giornalismo, con un 35,5% delle occorrenze, seguito dall'oralit, con il
25%; inoltre, risulta che nel 40% dei casi l'espressione paremiologica appare
formalmente modificata. I dati non sono sorprendenti e sono in armonia con
quelli da noi raccolti, anche se nel caso dello spagnolo vanno riferiti alle
sole locuzioni e non ai proverbi, che sono risultati assenti. La stampa
italiana appare pi intessuta di espressioni fisse, proverbi e citazioni

100

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Daniela Capra

comprese11. Come si potuto osservare, esse appaiono a volte nella loro


forma abituale o solo leggermente modificate e intensificano o sottolineano
aspetti inerenti al contenuto dell'articolo, mentre altre volte i cambiamenti
apportati sono pi sostanziali e ci contribuisce a gettare luce sulle
valutazioni di chi le utilizza. In ogni caso, possono essere un veicolo per
comunicare con economia verbale e senza sforzo, facilitando il compito del
giornalista, che ha uno spazio limitato e poco tempo a disposizione per
scrivere il pezzo e si orienta pertanto verso soluzioni ready-made
(Carrascn, in c. s.). D'altra parte, anche il lettore frettoloso recepisce pi
agevolmente l'informazione se essa presentata attraverso unit
prefabbricate, come del resto accade anche nello slogan pubblicitario.
Oltre a organizzare il discorso e a inquadrare il tono dell'argomento
(soprattutto in ambito italiano, dato che spesso inaugurano assertivamente
larticolo giornalistico), gli idiomatismi possono servire da commento o da
rinforzo di idee espresse, o per dare valutazioni e persino per cercare un
consenso. Nella stampa spagnola la funzione estetica sembra pi importante
che in quella italiana per quanto riguarda motti di spirito e ironia; pi
sarcasmo e celata critica vediamo nei testi italiani. Infine, in modo pi o
meno cosciente, rivelano lideologia di chi li adopera.

11

L'insistenza del Libro de estilo su alcune norme quali la precisione, la


correttezza linguistica e la concisione possono orientare gli autori verso un uso pi
contenuto e meno creativo della fraseologia.

101

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo economico

Bibliografia
BOSQUE, IGNACIO (2004), Combinatoria y significacin. Algunas
reflexiones, in REDES. Diccionario combinatorio del espaol
contemporneo, Madrid, Ediciones SM.
CAPRA, DANIELA, in c. di s., Lingua comune e lessico disponibile nel
linguaggio della stampa spagnola, in Le lingue e l'economia. Atti
delle Giornate Internazionali (Brescia, 5-6 dicembre 2002),
Alessandria, Ed. dell'Orso.
CARRASCN, GUILLERMO, in c. di s., Aspectos del lenguaje econmico
periodstico en relacin al receptor, in Le lingue e l'economia. Atti
delle Giornate Internazionali (Brescia, 5-6 dicembre 2002),
Alessandria, Ed. dell'Orso.
CASARES, JULIO (1950 e 1992), Introduccin a la lexicografa moderna,
Madrid, C.S.I.C.
COSERIU, EUGENIO (1977), Principios de semntica estructural, Madrid,
Gredos.
CORPAS PASTOR, GLORIA (1996), Manual de fraseologa espaola, Madrid,
Gredos.
CORPAS PASTOR, GLORIA (1998), El uso de paremias en un corpus del
espaol peninsular actual, in Wotjak, Gerd, ed., Estudios ....
GONZLEZ REY, MARIBEL (1998), Estudio de la idiomaticidad en las
unidades fraseolgicas, in Wotjak, Gerd, ed., Estudios ....
MANASSERO, LISA (2005), Lessico e grammatica del linguaggio
giornalistico dell'economia, in Artifara. Rivista di Lingue e
Letterature iberiche e iberoamericane, 2, 515-536.
MENDVIL GIR, Jos Luis (1998), Aspectos tericos del estudio de las
unidades fraseolgicas: gramtica, pragmtica y fraseologa, in
Wotjak, Gerd, ed., Estudios ....
NAVARRO, CARMEN (2002), La fraseologa en el discurso poltico y
econmico de los medios de comunicacin, in Testi specialistici e
nuovi saperi nelle lingue iberiche. Atti del XX Convegno dell'AISPI
(Firenze, 15-17 marzo 2001), Messina, Andrea Lippolis Editore.
RUIZ GURILLO, LEONOR (1998), La fraseologa del espaol coloquial,
Barcelona, Ariel.
SCELFO, MARIA GRAZIA (2002), Slancio dell'immaginazione e concetti
pragmatici nel linguaggio economico: la metafora, in Testi

102

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...

Daniela Capra

specialistici e nuovi saperi nelle lingue iberiche. Atti del XX


Convegno dell'AISPI (Firenze, 15-17 marzo 2001), Messina, Andrea
Lippolis Editore.
TECEDOR YANGELA, MARGARITA (1998), Consideraciones lingsticopragmticas acerca del trasvase de las expresiones fijas del lenguaje
taurino al cdigo general, in Wotjak, Gerd, ed., Estudios .
TRIST PREZ, ANTONIA MARA (1998), La fraseologa y la fraseografa,
in Wotjak, Gerd, ed., Estudios ....
VIGARA TAUSTE, ANA MARA (1998), "Aspectos pragmtico-discursivo del
uso de expresiones fosilizadas en el espaol hablado", in Wotjak,
Gerd, ed., Estudios .
WOTJAK, GERD, ed., Estudios de fraseologa y fraseografa del espaol
actual, Francoforte/ Madrid, Editorial Iberoamericana / Vervuert.
ZULUAGA, ALBERTO (1980), Introduccin al estudio de las expresiones
fijas, Francoforte/ Berna.

103

AISPI. Actas XXIII (2005). Daniela CAPRA. Presenza e funzioni della fraseologia nel giornalismo econo...