Sei sulla pagina 1di 3

Bettini 160-163 + Clemente 165-169 + Wiki + Musti

Dire che (solo) a Sparta legge vietava di combattere prima che fosse passata luna piena + Milziade
ostracizzato da padre di Pericle Santippo (= Alcmeonidi)
Atene dopo Maratona = 2 schieramenti politici su atteggiamento vs nuovo possibile attacco
persiani: Temistocle (= moderato) = w costruzione di una grande flotta (interpreta oracolo di Delfi
su difesa di Atene con mura di legno come pareti di navi; vorrebbe 200 triremi) e propone uso di
rendite di miniere argento del Laurion vs Aristide (= conservatore e aristocratico, detto il Giusto)
= distribuire proventi a cittadini e no politica navale in quanto minaccia x classi + elevate (flotta =
fatta di uomini. X 200 triremi proposte da Temistocle necessari 40000 uomini = bacino sociale a
cui attingerli = teti. In caso di successo, questi avrebbero richiesto riconoscimento politico.
N.B. Triremi: navi da guerra antiche no grande velatura e di solito ammainata; movimenti affidati a
rematori e tattica dassalto + diffusa puntava a spezzare remi altrui. Nave greca + antica =
pentecontera, poi bireme e trireme (VI sec., 40 m ca. x 6 x 170 rematori: questi consentono buona
velocit e cos impatto di rostro di bronzo a prua su nave nemica = devastante; in trireme anche
qualche decina di fanti che scagliavano frecce e sassi e pronti ad arrembaggio. No certezza su
disposizione di remi)
In pratica questione non solo strategia militare, ma fondamentalmente legata ad avvenire politico ed
economico di polis: Temistocle prospettava futuro da potenza marinara e trovava appoggio in ceti
pi poveri e commerciali, Aristide difendeva equilibri esistenti e interessi di classe aristocratiche e
medie nerbo di falange oplitica di Maratona.
Assemblea di Ateniesi appoggia Temistocle con lungimiranza: infatti in immediato rinuncia a
distribuzione proventi Laurion, ma avviata Atene a ruolo di futura guida della Grecia.
482: Aristide ostracizzato e Temistocle vince. Fatta costruire flotta di 200 triremi (chiesto intervento
anche di 100 cittadini ricchi cui data cifra simbolica x equipaggiare nave visto che risorse non
bastavano)
Morto Dario in 485-6 (stava preparando riscossa vs Greci anche con spedizione via terra parallela
a flotta e sux n. di combattenti portando anche cavalleria), succede figlio Serse. Serse seguir
progetto paterno di intervento in Grecia x punire popolo pericoloso x suo esempio su altri sudditi e
x regime politico.
Fa costruire ponte di barche di oltre 1 km x attraversare Ellesponto (I tentativo affonder x
tempesta: Serse fa frustare acqua e buttare ceppi in mare x indicare che mare = suo prigioniero, far
giustiziare architetti e ricostruire da ingegnere greco ponte che alla fine regger = episodi, veri o
falsi che siano, usati da greci a scopi propagandistici x contrapporre libert e saggezza di greci a re
despota e tracotante). Serse os anche tagliare un canale penisola di Athos x evitare che sua flotta
navigasse in tratto di Mardonio.
Erodoto d grande rilievo a questi preparativi sottolineando manie di grandezza di Serse, ma anche
sue mosse atte a incutere terrore in avversari.
N.B. cavalleria in antichit fondamentale con assiri e persiani. Assenza di sella e staffe non
permetteva di reggersi saldamente e dunque scaricare urto di cavallo-cavaliere con picca su nemico;
dunque usate armi da lancio. In Grecia variamente diffusa e sviluppata x natura di territorio e
questioni politiche: essendo corpo aristocratico, variamente diffusa, es. poco o niente in regimi
democratici.
480: esercito persiano muove da Sardi (intenzione non + solo punizione, ma piano di conquista)
Grecia dimostrer compattezza maggiore rispetto a passato: 31 poleis si allearono a Corinto (Lega
Ellenica, sotto comando di Leonida), sospesi i conflitti in corso e fanno rientrare esuli (compreso

Aristide che guider scontro di Platea) = I volta che citt greche si alleano vs nemico comune
sospendendo loro rivalit interne, ma no fronte unico e compatto.
Infatti in ogni citt 2 schieramenti: lotta con ogni mezzo vs straniero che minaccia libert (+ forte) e
volont di conciliazione nella speranza di vantaggi x tranquillit interna ( forte)
X questa non compattezza Serse mander ambasciatori in varie citt (no ad Atene) in speranza di
avere appoggio e molte citt passarono a lui o fecero accordi segreti con lui (= medizo, stare dalla
parte dei medi e sostantivo medisms = usati I volta da Erodoto).
A inizio di 480 ambasciatori persiani chiedono terra e acqua = sottomissione formale a Serse (a
Sparta vennero uccisi) o dichiarata guerra
N = perduto (Traci gi sottomessi, ma anche Macedoni, Tessali e tra citt traditrici Tebe). Persino
oracolo di Delfi = filo persiano (Serse aveva versato contributi!!!)
X tenere insieme coalizione Ateniesi dovettero rinunciare a comando e lo concessero a spartani che
stavolta usano truppe di fanteria: spartani si impegnano a rallentare avanzata di terrestre di nemici x
dare tempo a flotta greca di organizzarsi vs quella persiana che era punto debole di nemici.
Strategia = difesa del sud (istmo Corinto). I linea di difesa valle di Tempe e II Termopili (in terra)/
capo Artemisio (in mare) (2 luoghi allineati forse x scelta di azione simultanea terra-mare)
Persiani superano Bosforo, scendono in Tessaglia, evitano scontro in valle di Tempe e vanno fino a
Termopili dove 300 opliti guidati da re spartano Leonida (con alleati in tutto 4000 soldati) bloccano
passaggio (Termopili = passo obbligato da Tessaglia a Grecia centrale, tra monte Eta e mare),
mentre flotta schierata presso capo Artemisio a N di Eubea.
(agosto 480)
Un greco, Efialte, a seguito di esercito persiano rivel sentiero (Anopea), mal difeso da Focesi, x
aggirare passo e arrivare a spalle di spartani. Leonida capisce di non poter resistere a lungo,
allontana resto di esercito (oltre a 300 spartani, restano 700 tespiesi) e affronta persiani. Leonida e
suoi si offrono al massacro con resistenza eroica x bloccare avanzata di nemici e muoiono tutti in
battaglia (mentre altri greci fuggono o sono congedati? x non essere assaliti da persiani dopo
superamento di valico) Concretamente ritardano avanzata di soli 3 giorni, ma Termopili in
immaginario di antichi = sux esempio di valore in battaglia.
Idea di bella morte (riprendere Tirteo) a cui ogni combattente deve aspirare disprezzando vita a
mantenuta a prezzo di vilt. Morire in battaglia = difesa di collettivit + che di propria vita. chi
morto cos = rimane in memoria di collettivit e trasmette nome a generazioni future e scampa a
destino + crudele di stessa morte = venire dimenticato.
Attenzione: Termopili mitizzate, ma forse dietro questa spedizione forse intenti politici: desiderio di
dimostrare di esserci, non volere sguarnire Peloponneso di n. eccessivo di guarnigioni (solite
logiche da signori della guerra che vanno al di l di vita umana).
Nel frattempo allArtemisio inflitte gravi perdite alla flotta persiana che gi aveva dovuto superare
una tempesta. Ma a notizia di Termopili, flotta greca si schiera rapidamente a Salamina
Dopo sconfitta di Termopili, Persiani raggiungono Beozia ed Attica: Ateniesi si erano rifugiati in
isoletta di Salamina e quando Serse arriva ad Atene la trova vuota = incendiata e saccheggiata (v.
colmata persiana).
A Salamina alleati greci fanno vari discorsi: chi voleva trincerarsi con forze terrestri in Peloponneso
e Temistocle che cerca battaglia navale. Serse pensa che manchi solo colpo di grazia e dirige sua
flotta in baia di Salamina: navi persiane = troppo numerose e difficilmente manovrabili in angusto
braccio di mare = sopraffatte da agili triremi greche = Battaglia di Salamina (= sux sanguinosa;
come Maratona, ma combattuta da greci alleati e vinta da navi ateniesi con comandante spartano)
(settembre 480)

Ma no fine guerra: Serse rientra in Asia e lascia truppe di terra a svernare in Tessaglia sotto guida di
Mardonio.
Primavera 479 = Platea (Beozia) scontro finale. Decisivo contributo di contingente spartano guidato
da Pausania reggente e tutore del figlio bambino di Leonida: annientati persiani e Mardonio stesso
perde vita in battaglia.
Intanto navi ateniesi raggiungono e affondano ci che rimane di flotta persiana a Capo Micale
presso Samo.
Ragioni di vittoria: esercito persiano + numeroso, ma compatto (diviso etnicamente e non
tatticamente, no coesione e collaborazione fra vari reparti gli Immortali andavano in guerra
vestiti elegantemente, con concubine; persiani ben addestrati, ma non tutti i popoli cos)
Greci invece combattono insieme dandosi strategia comune nonostante frammentazione politica: w
falange oplitica x spirito di corpo, efficace disciplina e sux forza durto di gruppo.
Importanza di demos: d massa di opliti + idea di forte identit di polis e coscienza di essere
comunit collettiva di cittadini
Bilancio = senso di superiorit vs ogni straniero x quanto forte e numeroso fosse.
(N.B. in stessi giorni in Sicilia scontro greci vs Cartaginesi (questi, cogliendo occasione di presenza
di Serse in Grecia, avevano occupato tutta Sicilia): coalizione di colonie greche li sconfiggeranno a
Himera in 480 (Gelone di SR aveva rifiutato appoggio a lega ellenica).
Esito: grande progetto imperialistico = vittoria vs E e rafforzamento a W = idea di superiorit (pol.
mil. e cult.) soprattutto di Atene)
Ideologizzazione delle guerre persiane = forte autocelebrazione collettiva
Greci si pensano come popolo unito avendo individuato nemico comune (= fattore di coesione) e si
definiscono con nome di Elleni e contrappongono loro modo di vivere a quello barbaro di
persiani = liberi vs schiavi, sanit vs lusso (v. citazione Erodoto p. 168 con definizione di
grecit)
Centro di celebrazioni = Delfi in cui offerte votive e parte di bottino (altra parte su acropoli di Atene
compreso trono di Serse)
Ma:
1) solo voce dei vincitori (fonti varie: storiche, letterarie, iconografiche), manca voce di sconfitti
2) probabilmente per Persiani niente di che
3) sux propaganda, ma cultura W anche figlia di questa propaganda (modo in cui vittoria
consegnata a memoria); importanza anche di modalit di comunicazione in ivilt in cui pochissimi
sanno leggere e scrivere
3) metope del Partenone (tempio sacro x eccellenza, dedicato ad Atena Parthnos; gigantesco ex
voto) x ringraziamento di vittoria su persiani. Eretto tra 447 e 432, scultore = Fidia; architetto =
Ictino; tema di metope (al British Museum; lord Elgin) = lotta civilt vs barbarie (= Greci vs
persiani = no rappresentazione diretta, ma allegorica): gigantomachia (dei vs giganti),
amazzonomachia (greci e Teseo vs amazzoni), centauromachia (lapiti popolo di tessaglia vs
centauri): giganti, amazzoni e centauri = figure della diversit
N.B. straniero pu essere ospite (v. Zeus Xenios) e nemico
Erodoto:
vive sotto Pericle, Atene dopo guerre persiane, Storie, 9 libri, interesse antropografico (Egitto,
Lidia, Persia), ricerca dei fatti (istoria), controllo personale (autopsia), guerra persiana =
fatto pi importante, ricerca della cause

Potrebbero piacerti anche