Sei sulla pagina 1di 2

La mucca pazza

Voi, che state per leggere questo articolo, non abbandonatelo alle prime
righe, solo perch ci sono alcune cose noiose, ma fondamentali per il
seguito.
Credo che ognuno di noi, chi pi chi meno, abbia sentito parlare di
selezione genetica dei bovini.
In un allevamento si effettua una selezione genetica. Si prelevano gli
ovuli della vacca che produce pi latte in assoluto; questi, solo dopo
essere stati fecondati dagli spermatozoi del toro prescelto, vengono
utilizzati per ingravidate artificialmente altre vacche, che non hanno
altra peculiarit, se non quella di avere il mestruo in sincronia. cos si
facilita il lavoro dellallevatore.
Questa tecnica, utilizzata in Italia soprattutto con la razza frisona (che ,
per capirci, quella bianca e nera), sotto certi aspetti ha avuto risultati
strepitosi: in poco tempo si riusciti a portare la produzione di latte che
negli anni 70 era in media di 46 quintali ogni 305 giorni, fino a i 105
quintali.
La realt per piuttosto cruda, perch una mucca del genere non
conduce unesistenza del tutto rosea. Infatti i vitelli appena nati vengono
allontanati dalla madre, a cui verr munto un quantitativo di latte 10
volte superiore a quello che le sarebbe stato richiesto in natura. In
questo modo, se la povera bovina non riuscisse a produrre la quantit di
latte richiesta, il suo corpo reagirebbe lacerando i tessuti e provocando
lo stato di acidosi, che potrebbe anche renderla zoppa.
Ma non solo. Di generazione in generazione, sta aumentando in modo
preoccupante linfertilit delle frisone geneticamente selezionate, che
oggigiorno sono anche pi soggette a mastiti (ovvero infiammazioni alle
mammelle) causate dalla produzione eccessiva di latte. Insomma, pi si
andr avanti con questa selezione, pi le mucche ne usciranno deboli e
fragili fisicamente.
Inoltre, alla sola et di 4-5 anni, la nostra povera frisona che non ha
avuto nemmeno il tempo di guardare il mondo che la circonda, si distrae
un attimo e BANG! Diventa una bistecca. Eh s, perch una vacca che
produce tanto latte viene letteralmente prosciugata dalle esigenze degli
allevatori, sfruttata e consumata al punto tale da non lasciare altra
alternativa allabbattimento.
Ma perch tanta crudelt nei confronti di queste povere bestie?
Beh, qua sono affari. Viene ritenuto meno conveniente allevare due
vacche normali piuttosto che una frisona selezionata, e anche se il
latte che produce risulta qualitativamente inferiore in quanto pi diluito,
i consumatori (spesso alloscuro di questa faccenda) raramente si
preoccupano da dove arriva uno yogurt.
Lunica restrizione attualmente esistente viene dal provvedimento
dellUnione Europea sul limite di latte producibile in ogni paese.
Ma indovinate un po?
Dal primo aprile mentre Juan Mann, icona di una nuova umanit,
spargeva la speranza per la citt, la polizia e lamministrazione pubblica
vietarono la campagna per la diffusione degli abbracci. Quello che
successe poi e di cui siamo testimoni rappresenta la vera essenza di una
umanit che si unisce, unione che diventa unonda e che si diffonde per

il mondo divenendo fonte di ispirazione e di crescita. Furono raccolte


10,000 firme per chiedere di annullare i divieti, e il 22 settembre 2006 il
filmato sugli abbracci di Juan Mann fu messo on-line su youtube
raggiungendo in un mese 4 milione di download, tanti lo emularono ed il
movimento dell' abbraccio libero si diffuse nel il mondo2015 queste
limitazioni verranno abolite per eliminare i vincoli imposti agli allevatori.