Sei sulla pagina 1di 15

Informazioni su questo libro

Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google
nell’ambito del progetto volto a rendere disponibili online i libri di tutto il mondo.
Ha sopravvissuto abbastanza per non essere più protetto dai diritti di copyright e diventare di pubblico dominio. Un libro di pubblico dominio è
un libro che non è mai stato protetto dal copyright o i cui termini legali di copyright sono scaduti. La classificazione di un libro come di pubblico
dominio può variare da paese a paese. I libri di pubblico dominio sono l’anello di congiunzione con il passato, rappresentano un patrimonio storico,
culturale e di conoscenza spesso difficile da scoprire.
Commenti, note e altre annotazioni a margine presenti nel volume originale compariranno in questo file, come testimonianza del lungo viaggio
percorso dal libro, dall’editore originale alla biblioteca, per giungere fino a te.

Linee guide per l’utilizzo

Google è orgoglioso di essere il partner delle biblioteche per digitalizzare i materiali di pubblico dominio e renderli universalmente disponibili.
I libri di pubblico dominio appartengono al pubblico e noi ne siamo solamente i custodi. Tuttavia questo lavoro è oneroso, pertanto, per poter
continuare ad offrire questo servizio abbiamo preso alcune iniziative per impedire l’utilizzo illecito da parte di soggetti commerciali, compresa
l’imposizione di restrizioni sull’invio di query automatizzate.
Inoltre ti chiediamo di:

+ Non fare un uso commerciale di questi file Abbiamo concepito Google Ricerca Libri per l’uso da parte dei singoli utenti privati e ti chiediamo
di utilizzare questi file per uso personale e non a fini commerciali.
+ Non inviare query automatizzate Non inviare a Google query automatizzate di alcun tipo. Se stai effettuando delle ricerche nel campo della
traduzione automatica, del riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) o in altri campi dove necessiti di utilizzare grandi quantità di testo, ti
invitiamo a contattarci. Incoraggiamo l’uso dei materiali di pubblico dominio per questi scopi e potremmo esserti di aiuto.
+ Conserva la filigrana La "filigrana" (watermark) di Google che compare in ciascun file è essenziale per informare gli utenti su questo progetto
e aiutarli a trovare materiali aggiuntivi tramite Google Ricerca Libri. Non rimuoverla.
+ Fanne un uso legale Indipendentemente dall’utilizzo che ne farai, ricordati che è tua responsabilità accertati di farne un uso legale. Non
dare per scontato che, poiché un libro è di pubblico dominio per gli utenti degli Stati Uniti, sia di pubblico dominio anche per gli utenti di
altri paesi. I criteri che stabiliscono se un libro è protetto da copyright variano da Paese a Paese e non possiamo offrire indicazioni se un
determinato uso del libro è consentito. Non dare per scontato che poiché un libro compare in Google Ricerca Libri ciò significhi che può
essere utilizzato in qualsiasi modo e in qualsiasi Paese del mondo. Le sanzioni per le violazioni del copyright possono essere molto severe.

Informazioni su Google Ricerca Libri

La missione di Google è organizzare le informazioni a livello mondiale e renderle universalmente accessibili e fruibili. Google Ricerca Libri aiuta
i lettori a scoprire i libri di tutto il mondo e consente ad autori ed editori di raggiungere un pubblico più ampio. Puoi effettuare una ricerca sul Web
nell’intero testo di questo libro da http://books.google.com
/ 'ff? ’ f?!" ' ”-Î’ "
({ k_ j’-«- ,

ESPLOTAZlÙ'NE
@lÉILLIE MHNUERlÉ'. @lîlLlL-A ©ALAESIRHIA

Una delle più importanti ed utili intraprese in Italia, è


l'esplotazione delle ricche miniere del Sale, del Ferro , e del
Carbon fossile nelle Calabrie , le Indie dell‘ Italia meridionale.
Le tre sudette miniere giacciono su di una linea di 150 mi
glia dal principio della Calabria all' estremità di essa. Quelle
importanti formazioni sono in mezzo e ricchi terreni e fra
magnifiche foreste ancora vergini. -I prodotti in quelle tre
Provincie , sono immensi e varii , essi sono molto ricercati in
Inghilterra ed altrove , ed in esse si potrebbero creare e svi
luppare un gran numero d' industrie diverse con facilità e con
immensi profitti, mentre quelle contrade sono ancora nell’in
fanzia in materia Industriale , di manifatture, e di commercio.
Coll‘esplotazione delle sudette tre miniere in Calabria, una
Compagnia acquisterebbe una immensa influenza morale e ma
teriale in tutta l' Italia meridionale, e non potrebbe temere
la concorrenza da nessuna altra. Così essa potrebbe esercitare
un monopolio esclusivo, ove lo volesse, su i ricchi prodotti
di olii, sete, grani, vini, agrumi, essenze bergamotto , ca
nape, lini, liquirizia. semi di lini, manna, salami di ogni
specie, catrame, pece, taberinto, ed altre produzioni che
tanto abbondano nelle Calabria, ove vi sono ancora cave di
alabastro , miniere di piombo, di rame, e di grafite. Sono
_‘7__
N

ancora rinomate le razze di forti cavalli, e di muli, molto


adatti per tiro.
Si propone ad una Compagnia con un capitale nominale di
un milione e duecento mila ducati, 200,000 Lire Sterline,
quanto siegue.
' 1° Di ottenere dal governo la Concessione per cinquantanni
della miniera del sale di Lungro , ed altre , nella Provincia di
Cosenza. ‘
La formazione di quel terreno che contiene sale della più
grande parità e bellezza , è stata sempre riconosciuta da un
gran numero di Mineralogisti esteri e nazionali di essere della
più grande ricchezza ed abbondanza. Essa è creduta inesauri
bile , e simile alle più famose miniere della Polonia. Si estende
per oltre a quindici miglia , e la sua profondità è enorme.
Il governo de' Borboni, che ha sempre avversato le industrie
di ogni specie, arrestando o facendo ostacoli per lo sviluppo
di qualunque intrapresa che potesse essere causa di prosperità
e di civiltà per questo sventurato paese , ha preso e fatto di
sua proprietà assoluta le mine di sale , di ferro, di carbon fos
sile , ed altre.
Finora la mina di sale di Lungro era lavorata da circa mezzo
secolo per suo proprio conto , e senza introdurre nello scavo e
nel trasporto itanti mezzi che l'arte e la meccanica hanno
tanto creato e sviluppato per la esplotazione delle miniere;
quindi quella di sale , e l’altra di ferro, fin’ oggi sono state la
vorate per come ne’ tempi più barbari e selvaggi; e con ciò
colla necessità di usare un più gran numero di braccia , otte
nendo meno prodotti, e colla perdita di un enorme quantità
di materiale tanto nell’ estrazione che nel trattamento.
I lavori per l’estrazione del Sale erano eseguiti in un solo
punto , e volendo ottenere sale dalla Sicilia e da altri luoghi
del Regno, si limitava l’ estrazione ad una certa quantità , e
per la sola consumazione in alcune Provincie , mentre gl’ im
piegati in Lungro avevano sempre organizzato un esteso con
__3_
trobamlo per conto. proprio . e per altra enorme quantità che
estraevano e spedhano altrove.
La quantità annuale di Sale che si estraeva per conto del
governo era di settanta mila cantaja. Il numero degli operai
pagati dallo stesso ammontavano a 500 per ogni giorno, men
tre se si fosse l‘atto uso di macchine e di altri mezzi meccanici
ed economici , duecento operai sarebbero abbastanza per una
maggiore estrazione di minerale.
Il costo di ogni cantajo di Sale alla bocca della miniera,
tutto compreso, si calcolava a grana 55 , mentre usando mac
chine ed altro, non sarebbe maggiore di quaranta grana al
cantajo.
Secondo il calcolo di uomini pratici, se la miniera fosse
espletata su diversi punti e con energia, darebbe più che un
milione e mezzo di cantaja di puro sale all' anno. Oltre a quella
quantità. si potrebbero ottenere più che un milione di cantaja
da quel terreno che da molti anni a grandi massi giace gittato
nelle gallerie ed in altri punti della miniera , perchè siccome
esso conteneva una certa quantità di sale, perciò era vietata
l'estrazione. Da quel terreno potrebbe ottenersi col mezzo del
I' evaporazione una enorme quantità di sale di prima qualità,
e colla sola spesa di due carlini il cantajo.
Nelle vicinanze della miniera di Lungro vi sono boschi e
foreste di proprietà de' privati e delle Comuni, da potersi com
prare l’uso di legnare. Il prezzo del legno alla miniera am
monterebbe a grana. 15 il cantajo.
La grande strada di ferro che traverserà le Calabrie , pas
serà in distanza di poche miglia dalla miniera, per come la
traverserà l' altra rotabile , che per i monti va ad essere co
struita al più presto, mettendo cosi in comunicazione quella
miniera con tutte le Provincie vicine, ed il mare Tirreno.
Il governo faceva pagare il sale a ducati otto il cantajo, oggi
è ridotto al prezzo di ducati sei.
Supposto che la quantità annua del sale estratto fosse al mi
__4_
nimo di un milione di cantaja, colla spesa di quattro carlini
per cantajo; più aggiunta quella per trasporto nel luogo più
lontano per via di mare o di terra , di altri sei carlini, allora
la spesa totale sarebbe di un ducato al cantajo. Ammesso an
che a peggiore condizione che la spesa per trasporto od altro
ammontasse a due ducati per ogni cantajo, vi sarebbe sempre
un profitto netto di quattro ducati per cantajo.
Supposto che si facesse al governo la proposta di pagare allo
stesso cinque carlini per ogni cantajo della quantità annua che
sarebbe estratta , e di provvedere le Provincie , o una parte
di esse, del sale necessario per la consumazione , ed al prezzo
di cinque ducati il cantajo in luogo di sei. Ammessa la spesa
del trasporto ed altre a ducati due il cantajo , si avrebbe sem
pre al minimo un profitto netto di ducati due e mezzo , 25
carlini, per ogni cantajo.
In questo modo il governo avrebbe un introito annuo assicu
rato, dovendo però mantenere le guardie Doganali come al
solito per impedire che altri facessero controbando; più ren
darebbe contente le classi povere in particolare, mentre vi sa«
’rebbe diminuzione sul prezzo del sale di un grano a rotolo;
otterrebbe la simpatia universale in tempi tanto straordinarii
per quanto i presenti , ove è napo che le industrie ed il lavoro
fossero promossi, incoraggiati, e sviluppati sollecitamente ed
a qualunque costo. Così la Compagnia otterrebbe colle benedi
zioni degli abitanti la loro cooperazione per il progresso di que'
lavori. i quali apportando ad essi utile , sarebbe del loro inte
resse di proteggere e di difendere in quelle contrade , in qua
lunque tempo e per qualunque avvenimento politico , gl'inte
ressi de' Capitalisti.
Si potrebbe proporre al governo, nel caso che non accettasse
la precedente proposta , di fargli consegna della quantità an
nua di settantamila cantajo per quanta spedisce nelle Provincie
che attualmente provvede , pagando esso governo alla Compa
gnia il premo da convenirsi.
._._r,_.

In questo secondo caso , la Compagnia potrebbe proporre al


governo di provvederlo de‘ settanlamila cantajo alla miniera;
più , di pagare un carlino per ogni cantajo di sale che la stessa
Compagnia esporterebbe all'estero, e nelle altre Provincie
d‘Italia , ottenendo così lo stesso governo un novello introito
a favore della Finanza.
Le spese di prima installazione , quelle di provvedere lo sta
bilimento di macchine, di utensili, ed altre , non che per la
costruzione di qualche strada per ora di necessità, a comuni
spese colle Comuni, non che per tutt’altro per l‘immediato
sviluppo de' lavori su scala estesa , per detta spesa vi bisogna
un capitale approssimativo da 130 a 150 mila ducati.
Adunque se su di un minimo di un milione di cantaja di sale
vi sarà un più minimo profitto da due ducati e mezzo a tre du
cati per ogni cantajo, in questo caso col fatto e colla realità
senza alcuna esagerazione di calcolo, la Compagnia si rimbor
serà nel corso del primo anno non solamente del capitale speso,
ma iucasserà un profitto enorme a ragione di 25 a 30 carlini
il cantajo su di un milione. o un milione e mezzo di prodotto
del Sale estratto. Oltre a questo, vi sarebbero gli altri utili di
un milione e più di cantaja di sale, che si otterrebbero dal ter
reno ammucohiato, come è sopra detto, ed al solo costo della
spesa di due carlini per cantajo.
Sono questi gl'immensì vantaggi che la Compagnia potreb
be immediatamente ottenere coll'esplotazione della Miniera del
Sale di Lungro , ed altre , nella Provincia di Cosenza.

’Ù\I
MINIERA DI FERRO
on eazzzano e rooneuaaaa
m CALABRIA ULTRA 2*
=o

Una delle più ricche miniere di ferro dell’Italia , è quella


detta di Mongiana , della quale il governo è il proprietario ,
e lavora da ottantanni. Quella formazione è stata studiata da
molti distinti Mineralogisti esteri e nazionali, e tutti concor
dano su la ricchezza di quel minerale, della qualità simile al
migliore di Svezia. Si riguarda quel ferro capace di lavori di
ogni specie, di facile estrazione dalle miniere , di essere molto
tenace e non molto duro , essendo la grana acciarina, o a fila
mento chiaro argentino. _
La ghisa è utile per oggetti modellati , e per rifusione di
Cannoni. Da quel ferro si possono fabbricare fucili, e vi esi
ste una manifattura di armi, che non è stata mai incoraggiata
dallo stesso mostruoso governo de' Borboni. Si possono fabbri
care coltelli , bajonette , rotaie per strade di ferro , e ferri di
qualunque dimensione usati in commercio.
Sì fabbrica l‘Acciajo di ottima qualità , il quale è ottimo
perla sua durezza ed elasticità, ed è adatto per ogni specie di
lavoro.
La miniera è situata a Pazzano; lo Stabilimento di fusione
a Mongiana, quattro miglia l'uno dall’altro villaggio; giac
ciono tra i due mari Tirreno e Jonio, da‘ quali distano da' 7
a' 10 miglia.
_ 7 _
Que‘ Stabilimenti sono in comunicazione tra essi ed il mare
Tirreno . alla costa del Pizzo , per mezzo di buone strade ro
tabili. La strada di ferro delle Calabrie e l'Italia passerà a cin
que miglia dalla miniera di Pazzano. e sulla costa del Jonio ,
alla marina di Stilo . ove potrebbe formarsi un piccolo porto,
o ridosso , atteso la sinuosità del mare in quel punto.
Que' Stabilimenti sono situati fra monti , e tra belle e ric
che foreste e boschi , da dove si ottiene legname da costru
zione di ogni specie , e quello per fare Carbone, ed altro ne
cessario per uso di que’ lavori. _ _
Que‘luoghi abbondano di acque sorgive, ed un piccolo liu
me traversa Mangiano, ove sono in uso molte macchine idra
uliche.
Vi sono al presente in Mongiana tra alti forni; ed un quarto
a poche miglia distante , detto la Ferdinandea , essendo que
st’ultimo di una grande bellezza. Essi quattro alti forni pos
sono produrre, in sei mesi dell‘anno, da cinquemila cantaja
di ferro per ognuno. Vi sono in quello stabilimento fabbriche.
magazzini di deposito, macchine, materiali , utensili di ogni
specie , e tutti di proprietà del governo. ‘
La miniera si riguarda di essere inesauribile, e la forma
zione si estende a più che otto miglia di lunghezza. Messa in
attiva esplotazione , può dare al minimo da cinque a sei cento
mila cantaja di ferro acre all'anno.
Quello miniere si lavorano senza macchine , e senza il si
stema per come si pratica in quelle dell'Inghilterra. Vi è or
ganizzato il furto, ed il monopolio in modo, da rendersi diffi
cile la conoscenza esatta della quantità del minerale che si
estraeva nel breve tempo di lavoro in alcuni mesi dell‘anno,
come pure quella della quantità del ferro prodotto in ognian
no. Però da persone oneste e bene informate che sono stato
alla direzione di quello Stabilimento, si hanno potuto ottenere
precise informazioni ora che il dispotismo de‘ Borboni è ces
sato, ed i tristi che li circondavano sono esacrati dalla pub.
bliea opinione.
4
__3__
L'aunua produzione era solamente da' quattro a‘diccimila
cantajo di ferro all’anno , ed il governo pagava per spese di
manutenzione , da’ sessanta a' centomila ducati all’anno; per la
qual cosa il costo del ferro era enorme, mentre i lavori della
miniera non erano eseguiti che per alcuni mesi,dell‘anno. e
con pochi operai. Si cstraeva minerale assai meno del bisogno,
ed il prodotto del ferro era in poca quantità, e ciò per ser
bare certe apparenze, e mantenere in quello Stabilimento un
certo numero di Uffiziali dell’ Artiglieria. La fonderia de'Can
noni al Castelnuovo in Napoli, diretta dal noto Dagostino . si
provvedeva di ferro dall‘ altro noto Stabilimento detto di Pie
trarsa , e per come si praticava dall' Arsenale di marina , tre
proverbiali spelonche di ladri, di ogni condizione, grado, e na
zionalità. Il ferro per que' tre Stabilimenti, che s' importava
dall'estero, costava al governo da' 12 a' 30 ducati il cantajo.
Lo Stabilimento di Mongiana non poteva avere vita e pro
gresso, mentre stava nell’ interesse del Generale Filangieri ,
la vera cancrena delle industrie Calabresi, di arrestare , o di
fare lentamente progredire il corso di que’ lavori , perché era
egli il Direttore generale de' Corpi facoltativi, ed il proprie
tario di Boschi nelle vicinanze della Mongiana; ed avendo ivi
una fonderia di ferro da molti anni stabilita faceva uso della
ghisa dell’ isola dell'Elba , dalia quale otteneva una sufficiente
quantità di ferro da fame smercio in Napoli, e nelle Provincie.
Ecco un stato del Costo del ferro acre , e di questo ridotto
a ferro duttile.
_. 9 ._
Duo. Gr.
1° Per ottenere un cantajo di ferro acre, vi biso
gnano due cantaja di minerale , che costano alla’ mi
niera col sistema barbaro al presente praticato per e
strarlo..............»45
Più , vi fa bisogno di un cantajo e 30 rotoli di car
bonedilegno. . . . . . . . . .» 65
Caslino fondente posta sopra luogo . . . . . » 7
Manodopera. . . . . . . . . . . . » 12

Duc.... 1 29

2° Per ridurre un cantajo di ferro acre a ferro dut


tile , vi bisognano tre cantaja di carbone di legno che
costano sopra luogo . . . . . . . . . . 1 50
Manodopera per ogni cantajo . . . . . . . » 90
Per venti rotoli di ferro acre . . . . . . . » 21

Duc.... 3 90‘

Da ciò si osserva che il costo del ferro duttile allo Stabili


mento della Mongiana costa ducati tre e grana novanta il can
tajo. Però ove la miniera fosse esplotata secondo le regole del
l'arte e della scienza, ove il taglio de’ boschi fosse eseguito
con mezzi più economici, e così meno il costo del carbone da
farsi; ove le macchine e gli utensili adoprate fossero per co
me sono ne' Stabilimenti dell' Inghilterra ed altrove,e quando
i mezzi di trasporto e tante altre operazioni importanti fossero
bene eseguite , allora potrebbe ottenersi il costo di ogni can
tajo di ferro a meno di tre ducati il cantajo allo Stabilimento
di Mongiana.
Se il ferro Inglese al giorno di oggi, colla diminuzione del
dazio , si vende in Napoli a ducati cinque il cantajo, potrebbe
quello di Mangiano sostenere la concorrenza , e col vantaggio
immenso da dieci a quindici carlini il cantajo , ove la compa
-.10

gaia volesse venderlo da 40 a 45 carlini , cioè da ducati li a


la ‘/, il cantajo. Il ferro di Svezia si vende al presente in Na
poli a ducati sette il cantajo, quindi il vantaggio di quello della
Mongiana, per lavori di fino lavorio, sarebbe immenso, ed
a favore degl‘interessi de‘ Capitalisti.
Se sulla presente Strada rotabile dalla Mongiana al Pizzo,
e su quella alla marina di Stile fosse costruita una ferrovia, il
cui costo sarebbe minimo essendo tutti i materiali sopraluogo,
in questo caso il costo del trasporto al mare non sarebbe mag
giore di grana cinque a cantajo , e di un carlino a Napoli, in
Sicilia , o poco più su’porti dell'Adriatico, dell' Isole Jonie ,
in Grecia , ed altrove.
Supposto che il minimo della produzione del ferro grezzo
ammontasse per ogni anno a cinquecento mila cantajo.
Supposto la vendita di 500, 000 cantaja a Ducati 4, prezzo
minimo per ogni cantajo, importo . . Due... 2,000,000
Supposto il costo del prodotto minimo di
500, 000 cantajo di ferro grezzo ammontasse a
Ducati tre il cantajo . . . . Costo Duo... 1500, 000

Annuo profitto netto Ducati.... 500, 000

In questo modo da fatti positivi, e basati su cifre esatte ,


non vi è alcun dubbio che i beneficii potranno sorpassare gli
annui ducati cinquecentomila , ove la miniera di Mongiana
fosse regolarmente espletata. Oltre a'sudetti profitti altri ve
ne sarebbero ove si volesse stabilire una fonderia di Cannoni,
aitra volta messa in uso dal governo de’Francesi, e da'Borbo
ni ; di mettere in attività la manufattura delle armi bianche e
da fuoco , esistendo sopra luogo un fabbricato convenevole, di
costruire , per come si pratica attualmente, projettili da guer
ra; fare lavori di acciajo , ed altro per rendere quel magnifico
locale il primo Arsenale del Regno Italico, e lo più impor
tante per la sua posizione stando nella Contrada delle tre Ca
labrie . all' estremità della Penisola, e circondata dal Mediter
raneo, e dal Jonio. in vicinanza della Sicilia , e fra montagne
di dillìeile accesso.
Il Capitale necessario per lo sviluppo di tale Stabilimento su
di una scala estesa , con indrodurre macchine di ogni specie ,
e fare andare sopra luogo , minatori, ingegneri ed altri esteri
e nazionali, sarebbe da' 300 a' I400 mila ducati . iqoali sareb
bero stati rimborsati al secondo anno de' lavori intrapresi.
Dopo di aver dato principio e sviluppo alle due importanti
miniere del Sale di Lungro, e del ferro di Mongiana , si po
tranno continuare ilavori di saggi della miniera del Carbon
fossile di Agnana , nella Calabria Ultra 1‘“.
Essi erano stati eseguiti per conto de’ Signori Achille Fould
Fould Uppenheim di Parigi, nel 1839 e 40; quindi ripresi
nell’interesse del Signor Thompson di Londra, dal 1843 al 46,
e sospesi per effetto della più brutale malafede del governo
Borbonico , verso il quale protestava Sir W. Tempio nel 1846.
Que' lavori sarebbero stati ripresi colla sopraintendenza del
Signor Filippo Cappelli, il primo promotore di quell'intra
presa fin dal 1836 , se gli avvenimenti politici del 1848 non
avessero fatto abbandonare quelle ricerche di tanta importanza.
La miniera del Carbon fossile di Agnana è alla quasi estre
mità dell’Italia, a sessanta miglia da Malta, a 15 miglia dalla
Mongiana , e colla nuova strada di ferro, ad un' ora lontana
da quello Stabilimento; è distante poche’ore da Reggio, di
rincontro a Messina; sta sul Jonio, ed è per mare sulla via di
Costantinopoli, dell'Egitto, e dell'Adriatico.
La novella posizione politica, industriale, e commerciale
che va ad occupare l' Italia nel mondo, ed il bisogno di dare
alle industrie ed al commercio dell’ Italia Meridionale sviluppo
ed energia, creando Hmportante classe degli operai, ignota ti‘
nera in questa Contrada, saranno potenti ragioni, e circostanze
favorevoli per chiamare la più seria attenzione de’ Capitalisti e
de' Speculatori, per imprendere un'intrapresa della più grande
-_ 12 _

importanza, e di utilità pubblica e privata in que’ ricchi ed


ubertosi paesi, ignorati in oggi dal mondo industriale e com
merciale per quanto lo sono quelli dell‘interno della China e
del Giappone.
r., . V.
Z dx. \ "ifi .

Napoli 5 Dicembre 4860

FILIPPO CAPPELLI