Sei sulla pagina 1di 6

ISTITUTO COMPRENSIVO N.

19

VialeM.Dazeglio8240127BOLOGNA

SCUOLASECONDARIADIPRIMOGRADOLAVIANIAFONTANA
VerbalePreScrutinioConsigliodiclassedella3^SEZ.A

Verbaleno

Data 25/01/2016
Ore: 17:00

presiede:laprof.ssaPagliarulo

verbalizzaprof.AndreaLamacchia

Docenti
presenti:
[Baldazzi,
Calzolari, Ieno, Lamacchia, Nannetti,
Pagliarulo, Ursino]
assenti:
[De
Franceschi, Ferrari, Ieno, Mongardi,
Redini]
O.d.g.:
1)situazionedidatticaededucativa
della

classe

(verifica
programmazione);
2)analisideglistudenticonbisogni
educativi speciali e dei casi
particolari;
3)primoconfrontodelConsigliodi
classesulvotodicomportamento.
Punto1
Il comportamento degli allievi, alla
finedelprimoquadrimestre,simostra
accettabile dal punto di vista della
condotta.
Il Consiglio di Classe valuta le
possibili strategie educative da
mettere in atto al fine di incrementare

il profitto conseguente al lavoro


domestico e linteresse degli allievi. Il
consiglio di classe concorda nella
necessit di stimolare gli allievi con
proposte educative adeguate che
ricorrano ad altri metodi di
apprendimento come il cooperative
learning, la flipped classroom ed il
maggiore uso delle tecnologie digitali.
Le programmazioni procedono
regolarmente
Punto2
Il/la Coordinatore/rice da un attento
esamedeisingolialunniesponequelli
che sono i risultati per gli alunni
particolarmente problematici, si
discusso della possibile strategia volta
ad una maggiore inclusione degli
allievi Chen Luca, Sabattini Giorgio e
Di Marco Edoardo.
Per quanto riguarda l'allievo Luca
Chen opportuno tenere in
considerazione il disturbo di mutismo
selettivo che lo affligge e che si
presume sia manifestazione di
meccanismi di difesa insorgenti a
seguito di stati d'ansia. Dato il poco
tempo rimanente a disposizione fino
alla fine della.s., al fine di un'azione
mirata che aiuti l'allievo ad
avvicinarsi ad una futura risoluzione
del disturbo, si decide di stimolare la
comunicazione dellallievo e la
relazione. La prof.ssa Pagliarulo
propone in accordo con il sottoscritto
docente di sostegno, un'azione
didattica che stimoli la relazione
attraverso la comunicazione scritta, al
fine di abbassare il conseguente stato
ansioso e permettere all'allievo di
guardare all'Istituzione Scolastica

come un agente facilitatore e non


come
un
deterrente
alla
comunicazione con il mondo esterno.
In previsione del colloquio desame
si concorda sul fatto che lalunno
impari ad usare il supporto
informatico sul quale dar le risposte
alle domande che gli saranno rivolte
in sostituzione del colloquio orale che
si presume non possa essere effettuato
a causa del disturbo specifico
dellallievo. Si determina inoltre la
necessit per lallievo di iniziare la
preparazione di una tesina finale che
integrer la valutazione. Lallievo
Sabattini Giorgio, richiede di essere
seguito maggiormente dallinsegnante
di sostegno in modo che venga
sollecitato ad un impegno maggiore.
Siconcordasulfattochelallievo Di
Marcovengastimolatoadesternarei
propristatiemotivi.
Punto3
La Coordinatrice a questo punto
proponeivotiperlacondottaperogni
singoloalunno,comemediadeivoti
di comportamento riportati in ogni
singoladisciplina,eilconsiglio,dopo
avervotatosiesprimecomesegue:

Cognome e Nome
Votazione
1
Avigo F.
10
2
Barbanti B.A.

7
3
Barbieri B.
8
4
Bonacorsi F.
9
5
Bonvicini A.
9
6
Bortolotti A.
9
7
Bottecchia N.
10
8
Breda E.
9
9
Chen H. L.
7
10
DallOmo A.
7
11
Del Zozzo S.
9
12
Di Feliciantonio S.
9
13
Di Marco E. M.
8
14
Geminiani G.
9
15
Giacomino G.
8
16
Giovanardi S.

9
17
Gradi N.
9
18
Lorenzani A.
10
19
Marretti V.
9
20
Orsi B.
9
21
Pagani G.
9
22
Porcu C.
8
23
Resca A.
10
24
Romagnoli R.
8
25
Sabattini G.
8
26
Sanna M.
10
27
Schmitz M.S.
9
28
Tricomi A.
8
29
Zanetti M.
8

Conclusiipuntiallo.d.g.,laseduta
toltaalleore18:10
ilsegretariodelCdC
CdC

Prof.Lamacchia
______________________
__________________________

ilPresidentedel
Prof.ssaPagliarulo