Sei sulla pagina 1di 14

Universit`

a degli studi di Pisa


` DI INGEGNERIA
FACOLTA
Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Elettrica

DISPENSE DI MACCHINE ELETTRICHE


TRATTE DAL CORSO TENUTO DAL PROF.
OTTORINO BRUNO

CAMPO MAGNETICO
ROTANTE

A cura dello studente Gabriele Giovanni Padovano


Con la supervisione del prof. Luca Sani

Anno Accademico 2011/12

Indice
Indice delle figure

1 Campo magnetico rotante


1.1 Distribuzione di f.m.m prodotta da una bobina diametrale . .
1.2 Scomposizione del campo magnetico rotante . . . . . . . . . .
1.3 Campo magnetico al traferro generato da un avvolgimento
trifase alimentato in corrente alternata . . . . . . . . . . . . .

1
2
5

Elenco delle figure


1.1
1.2
1.3
1.4
1.5
1.6
1.7
1.8

Statore di un motore asincrono trifase. . . . . . . . . . . . . .


Andamento dellonda di campo nel traferro e della prima
armonica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Rappresentazione del campo sinusoidale pulsante al traferro. .
Scomposizione del campo magnetico rotante in due campi
contro-rotanti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Andamento della prima componente del campo magnetico
rotante. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Andamento della seconda componente del campo magnetico
rotante. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Avvolgimento di statore. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
Andamento nel tempo della scomposizione in armoniche del
campo magnetico rotante. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

ii

2
3
4
5
6
6
7
10

Capitolo 1

Campo magnetico rotante


In questa parte della dispensa si procedere allo studio del campo magnetico
rotante. In particolare, si vuole illustrare come sia possibile scambiare una
coppia tra due strutture coassiali. Questo aspetto `e la base della conversione
elettromeccanica dellenergia che si attua nelle macchine rotanti in alternata.
Nel corso della trattazione saranno considerate valide le seguenti ipotesi
semplificative:
le linee di campo entrano ed escono ortogonalmente rispetto alla struttura in ferro;
la macchina si comporta in modo lineare;
il fenomeno sia piano, ovvero si trascurano gli effetti di bordo.
si trascurano, dal punto di vista della conversione elettromeccanica dellenergia, gli effetti delle armoniche spaziali di f.m.m prodotte
dagli avvolgimenti reali. In altre parole, tale studio considera solo le
armoniche fondamentali delle distribuzioni spaziali al traferro;
i fenomeni di saturazione, isteresi e correnti parassite sono trascurati,
permettendo, cos`, di applicare il principio di sovrapposizione degli
effetti.
la caduta di tensione magnetica e presente solamente nel traferro ,
quindi si considera la permeabilita magnetica del ferro infinita rispetto
a quella dellaria (ossia r >> 0 e quindi <f erro = 0).

Lenunciato del teorema di Galileo Ferraris `e il seguente:


Tre avvolgimenti con lo stesso numero di spire, disposti nello spazio a 23 tra
loro e percorsi da una terna equilibrata di correnti alternate, con pulsazione
e sfasate tra loro nel tempo di 32 , originano un campo magnetico rotante
con velocit`
a e di ampiezza pari a 23 il campo massimo, prodotto da ogni
singolo avvolgimento.

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

1.1

Distribuzione di f.m.m prodotta da una bobina diametrale

Si consideri la struttura elettromagnetica illustrata in figura rappresentante


una bobina di N1 spire in serie. I conduttori di andata (a sinistra, percorsi da corrente uscente dal piano della figura) ed i conduttori di ritorno
(a destra, percorsi da corrente entrante dal piano della figura) della bobina
siano collocati in posizione diametrale e percorsi dalla corrente I, che per il
momento si considera una corrente continua fittizia con il solo compito di
evidenziare la distribuzione di f.m.m..
Data la simmetria della struttura, si pu`o ritenere che le linee di campo magnetico, prodotte dalla bobina, abbiano landamento qualitativo illustrato
in figura col tratteggio.
Secondo la legge della circuitazione magnetica di Ampere, la f.m.m. concatenata da ciascuna linea di campo vale:
Z
NI
H dl = N I 2H = N I H =
(1.1)
2

Figura 1.1: Statore di un motore asincrono trifase.


Tale f.m.m. serve a compensare la caduta di tensione magnetica nei due attraversamenti di traferro relativi ad ogni linea di campo. Pertanto, tenendo
conto del verso delle linee di campo, la distribuzione di caduta di tensione
magnetica lungo la circonferenza di traferro (detta distribuzione di f.m.m.
al traferro) assume una forma ad onda quadra.
La funzione descritta nella fig.1.2 `e una funzione periodica e alternativa,
quindi scomponibile in serie di Fourier. Nello sviluppo della serie, tutte le

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

Figura 1.2: Andamento dellonda di campo nel traferro e della prima


armonica.
armoniche di ordine pari, e tutti i termini in seno, non sono presenti essendo
h() una funzione pari.
La funzione pu`
o essere espressa come:

hn () =

n=1,3,5...

4 AM
cos
n

(1.2)

essendo AM = N2I , la precedente relazione diventa:


hn () =

2N I
cos
n

(1.3)

Ai fini dello studio semplificato del campo magnetico rotante assume particolare rilevanza larmonica fondamentale della distribuzione di f.m.m. che
si ottiene ponendo n=1:
h1 =

2N I
cos = KI cos
n

(1.4)

da cui si evince che londa di campo magnetico risulta funzione della corrente I e della coordinata angolare .
Supponiamo, ora, di inviare nellavvolgimento una corrente non pi`
u continua, ma sinusoidale del tipo: i(t) = IM sin t.
La distribuzione spaziale di campo al traferro prodotta dalla corrente non
rimane, quindi, fissa nello spazio ad ogni istante di tempo, ma verr`a a dipendere, istante per istante, dal valore della corrente, oscillando tra un valore
i
N i
massimo ( N
2 ) e un valore minimo ( 2 ).
In tal caso:
h1 (, t) =

2N IM sin t
cos

(1.5)

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

Figura 1.3: Rappresentazione del campo sinusoidale pulsante al traferro.


Usando, poi, le formule di prostaferesi
1
sin cos = [sin( ) + sin( + )]
2
la (1.5) diventa:
1
h1 = HM sin(t ) + sin(t + )
2
dove HM = 2NIM .

(1.6)

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

1.2

Scomposizione del campo magnetico rotante

La precedente relazione permette di scrivere il campo pulsante al traferro


come la somma di due funzioni che dipendono dal tempo e dallo spazio. Tali
funzioni sono delle onde, cio`e delle sinusoidi di ampiezza costante.
Il teorema di Galileo Ferraris, infatti, afferma che: un campo magnetico con
distribuzione sinusoidale fissa nello spazio e pulsante sinusoidalmente nel
tempo pu`
o essere scomposto in due onde controrotanti (diretta e invers) di
campo magnetico non alternative, con velocit`a e di ampiezza costante nel
tempo pari a met`
a del campo alternativo totale.

Figura 1.4: Scomposizione del campo magnetico rotante in due campi


contro-rotanti.
La prima componente del campo, quella diretta, `e:
1
hd () = HM sin(t )
2

(1.7)

Fissato il tempo t, `e possibile tracciare landamento di hd in funzione di :


1. per t=0 hd = 12 HM sin() (curva blu);
2. per il generico t* tale per cui t = 0 (curva rossa).
Dalla figura si deduce che hd `e una sinusoide che trasla lungo il traferro con
velocit`
a = .

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

Figura 1.5: Andamento della prima componente del campo magnetico


rotante.
La seconda componente del campo, quella inversa, `e:
1
hd () = HM sin(t + )
2

(1.8)

Fissato il tempo t, `e possibile tracciare landamento di hi in funzione di :


1. per t=0 hi = 12 HM sin(); (curva blu)
2. per il generico t* tale per cui t + = 0 (curva rossa).
Dalla figura si deduce che hi `e una sinusoide che trasla lungo il traferro con
velocit`
a = .

Figura 1.6: Andamento della seconda componente del campo magnetico


rotante.

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

1.3

Campo magnetico al traferro generato da un


avvolgimento trifase alimentato in corrente alternata

Nelle macchine elettriche lavvolgimento disposto sullo statore `e nella grande


maggioranza dei casi un avvolgimento trifase.
Si supponga lavvolgimento trifase formato da tre avvolgimenti monofase
identici tra loro e sfasati di 120 elettrici, come mostrato nella seguente
figura.

Figura 1.7: Avvolgimento di statore.


Le tre fasi siano percorse da una terna equilibrata di correnti sinusoidali,
tale che:

i1 (t) = IM sin t

i2 (t) = IM sin t 32 
(1.9)

i1 (t) = IM sin t + 32
Per il generico avvolgimento di fase di ordine i, il campo avr`a la seguente
espressione:

X
2
hi () =
HM cos(n i + n )
(1.10)
3
n=1

Quindi si ha:

P
h1 () =

n=1 Hn cos(n + n )


P
h2 () =
Hn cos n 32 + n
n=1


P

2
h3 () =
n=1 Hn cos n + 3 + n

(1.11)

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

I
Sapendo che HM = 2N
n e sostituendo le espressioni delle correnti, il precedente sistema diventa:

P
h
(,
t)
=

1
n=1 HM n sin t cos(n + n )



P
HM n sin t 23 cos n 23 + n
h2 (, t) =
(1.12)
n=1



P

h3 (, t) = n = 1 HM n sin t + 23 cos n + 23 + n

Applicando le formule di prostaferesi e considerando lipotesi di linearit`a della macchina, il campo magnetico risultante limitato alla sola prima armonica
h1 (, t) `e dato dalla somma dei singoli campi di ogni fase, ovvero:
h
1
h1 (, t) = HM sin(t 1 ) + sin(t + + 1 )+
2


2
2
2
+ sin t + 1 + sin(t +
3
3
3


2
2
2
+ sin t + 1 + sin(t + + +
3
3
3


2
+ 1 +
3
i
2
+ 1
3
(1.13)

Operando le opportune semplificazioni si ottiene:


h


1
4
h1 (, t) = HM 3 sin(t 1 ) + sin(t + + 1 ) + sin t + + 1 +
2
3
|
{z
}


i
4
+ sin t + + + 1
|
{z 3
}
(1.14)
Poich`e i termini evidenziati costituiscono una terna simmetrica di vettori la
cui somma istante per istante `e pari a 0, il campo complessivo approssimato
alla prima armonica assume la seguente forma:
3
h1 (, t) = HM sin(t 1 )
2

(1.15)

Abbiamo dimostrato che se alimentiamo i tre avvolgimenti di statore con


una sequenza diretta di correnti si ottiene la componente diretta di campo
che si muove con velocit`
a = .
Qualora si alimentassero i tre avvolgimenti di statore con una sequenza inversa di correnti invertendo tra loro le correnti delle fasi 2 e 3, si otterrebbe
la componente inversa che si muove con velocit`a = .
Vediamo, ora, la forma assunta dal campo magnetico rotante per ln-esima

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

armonica:
h
1
hn (, t) = HM n sin(t n n ) + sin(t + n + n )+
2



2
2
2
2
+ sin t n + n n + sin(t + n n + n +
3
3
3
3

i

2
2
2
2
+ sin t + n n n + sin(t + + n + n + n
3
3
3
3
(1.16)
Raccogliendo e semplificando, si ha:
h
1
hn (, t) = HM n sin(t n n ) + sin(t + n + n )+
2



2
2
+ sin t n + (n 1) n + sin(t + n (n + 1) + n +
3
3


i
2
2
+ sin t n (n 1) n + sin(t + n + (n + 1) + n
3
3
(1.17)
E possibile distinguere tre gruppi di armoniche:
1. primo gruppo tale per cui n=3k;
2. secondo gruppo tale per cui n=3k+1;
3. terzo gruppo tale per cui n=3k+2.
Sia k=1,2,3..., allora si ha:
ARMONICHE DEL PRIMO GRUPPO: sono tutte quelle multiple di
3 (3,6,9...); ponendo k=1 si ottiene n=3. Sostituendo nella (1.17)
il valore n=3, si ottengono due terne simmetriche ed equilibrate di
vettori, la cui somma `e nulla.
Quindi tutte le armoniche del 1gruppo, hanno come campo risultante
un campo nullo per ogni valore di k.
ARMONICHE DEL SECONDO GRUPPO: sono la 4,7,13...; ponendo
k=1 si ottiene n=4. Questa armonica non `e presente essendo pari;
quindi si pone k=2 e si ha n=7. Sostituendo nella (1.17) il valore n=7
si ha:
h
1
h7 (, t) = HM 7 sin(t 7 7 ) + sin(t + 7 + 7 )+
2



2
2
+ sin t 7 + (7 1) 7 + sin(t + 7 (7 + 1) + 7 +
3
3


i
2
2
+ sin t 7 (7 1) 7 + sin(t + 7 + (7 + 1) + 7
3
3
(1.18)

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

10

Operando le opportune semplificazioni si ottiene:


3
h7 (, t) = HM 7 sin(t 7 7 )
2
con HM 7 =

(1.19)

2N IM
7

ARMONICHE DEL TERZO GRUPPO: sono la 5,8,11...; ponendo


k=1 si ottiene n=5. Sostituendo nella (1.17) il valore n=5 si ha:

h
1
h5 (, t) = HM 5 sin(t 5 5 ) + sin(t + 5 + 5 )+
2



2
2
+ sin t 5 + (5 1) 5 + sin(t + 5 (5 + 1) + 5 +
3
3


i
2
2
+ sin t 5 (5 1) 5 + sin(t + 5 + (5 + 1) + 5
3
3
(1.20)
Operando le opportune semplificazioni si ottiene:
3
h5 (, t) = HM 5 sin(t + 5 5 )
2
con HM 5 =

(1.21)

2N IM
5

Nella seguente figura si riporta landamento della fondamentale, della quinta


e della settima armonica.

Figura 1.8: Andamento nel tempo della scomposizione in armoniche del


campo magnetico rotante.
Dal grafico si deduce che:

CAMPO MAGNETICO ROTANTE

11

larmonica fondamentale, si annulla per un istante generico t tale che

t 1 = 0 t =

+ 1

la settima armonica ha unampiezza pari a


ruota nello stesso verso con velocit`a = 7 ;

1
7

la quinta armonica ha unampiezza pari a


ruota in verso opposto con velocit`a = 5 .

della fondamentale, ma

1
5

della fondamentale e