Sei sulla pagina 1di 1

Umile audacia e audace umilt - 2 gennaio

Stampa
Stampa

Mt 19,10-12 (Lezionario feriale di Bose)


10Gli

dissero i suoi discepoli: Se questa la situazione dell'uomo rispetto alla donna, non conviene
sposarsi. 11Egli rispose loro: Non tutti capiscono questa parola, ma solo coloro ai quali stato concesso.
12Infatti vi sono eunuchi che sono nati cos dal grembo della madre, e ve ne sono altri che sono stati resi
tali dagli uomini, e ve ne sono altri ancora che si sono resi tali per il regno dei cieli. Chi pu capire,
capisca.
Per la festa di San Basilio, grande padre della chiesa e della vita cenobitica, la liturgia ci propone il famoso detto di
Ges sul celibato, sulleunucha per il Regno. Se vero che in Basilio, fedele al dato scritturistico, il radicalismo
evangelico per tutti i cristiani e tra di essi non c nessuna diversit di categorie, ci che fonda la vita monastica
proprio il celibato accolto come un dono dello Spirito santo e vissuto nella libert in una fraternit di fratelli e sorelle che
tentano di amarsi.
Le parole che levangelista Matteo mette sulle labbra di Ges sono esigenti, dure, scandalose, rovesciano valori e
atteggiamenti della mentalit del tempo. Lintero insegnamento di Ges sul matrimonio e sul divorzio (cf. Mt 19, 1-9)
scardina la sklerokarda, la durezza di cuore dei suoi interlocutori. Ges rinvia al disegno creativo di Dio e allessenza
della Legge che lamore. E al cuore del matrimonio c lamore fedele, il dono definitivo di s.
Ma accanto al matrimonio c anche la possibilit sempre nella libert e per amore di vivere leunucha e lastinenza
sessuale per il Regno. E qui il linguaggio di Ges si fa aspro e finanche violento: Ges paragona il celibe alleunuco, a
chi evirato, riproponendo forse la terminologia dispregiativa che veniva rivolta a lui, villano della Galilea, e alla sua
rozza cerchia di seguaci. Il celibato al tempo di Ges era uno stile di vita molto inusuale, praticato solo da pochi, in
particolare da alcuni esseni: appariva dunque insolito e poco comprensibile.
Ci sono tre categorie di eunuchi, spiega Ges: quelli nati cos, impotenti a compiere lattivit sessuale; vi sono eunuchi
resi tali perch mutilati, evirati dagli uomini; vi sono infine coloro che liberamente scelgono il celibato, rinunciando al
matrimonio e impegnando tutta la loro esistenza per affrettare la venuta del regno di Dio, per proclamarne il primato
assoluto e le sue esigenze.
Il celibato per il regno una scelta dura, violenta, apparentemente negativa. Ma, se accolto come un dono gratuito di
Dio e come risposta alla propria verit personale, esso pu diventare un segno profetico del Regno. Non un esercizio
stoico, non la conquista del sapiente che cerca la perfezione morale nella rinuncia e nel disprezzo della corporeit e
della sessualit. Non nemmeno motivato da ragioni liturgico-sacrali, in vista di una purezza rituale per il culto e il
servizio a Dio. Niente di tutto questo.
Ges inaugura il suo ministero pubblico con lannuncio della vicinanza del regno di Dio (cf. Mt 4,17): la sua stessa vita,
lirruzione drastica di una nuova era che ha invaso loggi di Dio, e diventa per il credente un progetto a cui aderire con
tutte le forze. Ges inaugura il regno di Dio sconfiggendo il potere del male nelle sue molteplici forme e facendo di
lebbrosi, pubblicani, peccatori, poveri, ultimi, i figli del Regno. E chiama a s i discepoli perch stessero con lui e per
mandarli a predicare (Mc 3,14). qui che trova fondamento il celibato: nellintimit con il Signore e nellannuncio del
vangelo.
Con umile audacia e audace umilt, il discepolo celibe sposa il progetto sconvolgente di Ges Cristo e predica, con la
propria carne fragile e vulnerabile, lamore riconciliatore e la tenerezza di Dio per tutta lumanit. La scelta delleunuco
in ultima analisi per la vita e contro la morte, per la giustizia e contro loppressione, per la costruzione della pace e contro
ogni forma di violenza, per la bellezza e contro le brutture del mondo, per lunit e la comunione e contro la divisione.
Fratel Giandomenico

Se desideri ricevere quotidianamente la meditazione sul Vangelo del giorno iscriviti alla lista Leggere il Vangelo
con noi.

Monastero di Bose - Pagina 1 di 1