Sei sulla pagina 1di 13

Copyright by: Bigol News - Testata Registr. Trib.

Napoli 20/2008 del 28/02/2008

IL CAPITANO GIALLOROSSO TORNA DECISIVO, IL RINNOVO NELLARIA


Finito? Macch, Totti si prende la sua rivincita, e in gran stile. A Roma, fino poco meno di un mese fa, il capitano
giallorosso era di troppo, un problema, adesso invece decisivo. Totti ha saputo sfruttare al meglio gli spezzoni di gara
concessigli da Spalletti diventando determinante per le sorti della propria squadra. Tutto cominciato (o ricominciato)
lo scorso 11 aprile quando Francesco subentrando in Roma-Bologna serve a Salah lassist con il quale legiziano ha
riacciuffato un insperato pareggio. Appena sette giorni dopo, in casa dellAtalanta, la Roma di nuovo sotto, Totti
subentra e con un suo gol regala il pari ai giallorossi. Il turno successivo ha del clamoroso, il capitano giallorosso non
lascia ma anzi raddoppia. AllOlimpico la Roma per lennesima volta sotto, stavolta con il Torino, sul risultato di 2-1 per
gli ospiti Totti fa il suo ingresso in campo al 41 e in soli quattro minuti ribalta il match: punizione di Pjanic, sponda di
Manolas e gol in spaccata del pupone, un paio di giri di lancette e il braccio di Maksimovic convince Calvarese a
concedere il rigore, sul dischetto va Totti che con il destro fa secco Padelli e regala i 3 punti alla Roma. Senza gol e senza
assist, ma ancora decisivo il suo ingresso in campo nellultimo match di campionato contro il Napoli. Totti da la scossa,
accende la Roma e al termine di un azione nata da una sua iniziativa Nainggolan mette in porta il gol della vittoria che
rilancia i giallorossi nella corsa al secondo posto. Finito? Non direi. E il rinnovo? Pare sia nellaria, la favola pu avere il
suo lieto fine. Totti si riprende la Roma, 39 anni e non sentirli. Per niente.
Gianluca Castellano

JUVE CAMPIONE DITALIA, il Napoli perde a Roma e rischia il 2 posto


La Juventus si laurea Campione dItalia per la 32esima volta nella sua storia e per la quinta volta consecutiva. Complice
il successo per 2 a 1 in casa di una buona e sfortunata Fiorentina e, dopo 24 ore, la sconfitta del Napoli a Roma, la
squadra di Allegri raggiunge un traguardo che, ad inizio stagione, sembrava non alla portata. Poi, dal derby col Torino di
andata, inizia la rimonta che ha portato a 24 vittorie e 1 pareggio nelle ultime 25 gare. Una marcia inesorabile,
rallentata, ma non troppo, solo dal pareggio di Bologna. Buffon, Pogba e Dybala sono i veri protagonisti di questo
ennesimo prodigioso cammino. Il Napoli ha tenuto fin quando ha potuto, ma la sconfitta di Roma ha messo sempre pi
in evidenza alcuni limiti dei partenopei, che in questo campionato hanno collezionato record su record per ci che
riguarda possesso palla e passaggi realizzati, ma che poi non hanno sempre concretizzato nel migliori dei modi le
centinaia di occasioni create. Gli uomini di Sarri perdono una gara dominata per lunga parte e rischiano ora un
ritorno della stessa Roma, che punta allingresso diretto in Champions: sono solamente 2 i punti che separano gli
azzurri secondi dai giallorossi terzi. Torna alla vittoria lInter, 3 a 1 allUdinese nellanticipo del sabato. Primo gol di Eder
con la nuova maglia dopo il passaggio avvenuto dalla Samp a gennaio. Bruttissima sconfitta per il Milan in casa di un
Verona matematicamente retrocesso in B: 2 a 1 per i veronesi, che si tolgono la soddisfazione di vincere contro una big
in questo campionato. Ora il Milan ha solamente 1 punto di vantaggio sul Sassuolo, che espugna Torino per 1 a 3
vincendo contro i granata di Ventura. Arriva il prolungamento di contratto per Di Francesco fino al 2019 e potrebbe
arrivare anche lapprodo in Europa League vista la vicinanza ai rossoneri sesti, ultimo posto valido per lEuropa.
Fondamentale vittoria per il Palermo nello scontro diretto per non retrocedere in casa del Frosinone per 2 a 0, cos
come la vittoria del Carpi contro lEmpoli per 1 a 0. Infine, vittorie in casa per lAtalanta (1 a 0 contro il Chievo), il
Bologna (2 a 0 ai danni del Genoa) e la Sampdoria (2 a 1 in rimonta contro la Lazio di Simone Inzaghi).

Carlo Sicignano

Manca lultimo punto per lufficialit, ma ormai ci siamo. La prima squadra


che raggiunger lobiettivo della Serie A (a meno di incredibili ed impensabili
ribaltoni) il Crotone. I calabresi battono lultimo in classifica Como allEzio
Scida per 2-0, ma a causa del 2-1 del Trapani con il Cesena, deve rinviare la
festa. Ferma ancora il Cagliari che pareggia 1-1con il Lanciano. Si ferma
anche il Bari che con lo stesso risultato pareggia con il Modena. Pescara
corre ancora con il 2-1 al Brescia. Spezia 0-3 al Vicenza e sogna ancora. Pari
per lAvellino in casa della Pro Vercelli, mentre la Salernitana vince lo scontro
diretto per la salvezza contro il Livorno con un secco 3-1. Ternana-Ascoli 1-3,
e lEntella vince in trasferta 0-1 con il Latina.

Classifica:
Crotone 77
Cagliari 73
Trapani 65
Bari e Pescara 64
Spezia 61
V.Entella 60
Cesena 58
Novara 57
Brescia 54
Perugia 51
Ascoli, Avellino e Ternana 45
Pro Vercelli e Vicenza 42
Latina, Modena e Salernitana 40
V.Lanciano 39
Livorno 36
Como 29

R.Agnello

Napoli,cos non va!


Dopo la meravigliosa vittoria contro il Bologna,il Napoli ritrova Higuain ma
perde lo scontro diretto contro la Roma riaprendo clamorosamente,a tre
giornate dalla fine del campionato,la lotta per il secondo posto.Durante il
primo tempo le due squadre si sono studiate producendo pochissime
emozioni ed azioni da gol.Nella ripresa la squadra di Sarri prova ad alzare il
baricentro mettendo la difesa giallorossa in difficolt.Negli ultimi minuti
entra Totti e la Roma cambia passo. Nell'ultima azione di gioco,Naingollan
sigla il gol della vittoria portando i giallorossi a -2 dal Napoli.
Con questa vittoria,il Napoli perde la sua terza partita consecutiva fuori casa
e dice addio al sogno scudetto ormai svanito da tanto tempo a causa dell'
aritmetica.Ora la squadra di Sarri,deve mantenere il secondo posto per
entrare direttamente in Champions.
L.Castaldo

35 turno: gli spurs frenano, ora il leicester ad un passo dal sogno: 3 punti al titolo
Linatteso, ma sperato, passo falso del Tottenham arrivato, il Leicester ad un passo dal titolo. Dopo che nella sfida tra
tecnici Made in Italy, Ranieri e Guidolin, il Leicester ha spazzato via lo Swansea con la doppietta di Ulloa e le reti di
Mahrez e Allbrighton, nel Monday night arrivata la frenata del Tottenham. A White Art Lane gli Spurs impattano
contro il West Bromwich, protagonista del match Dawson che prima con un autogol regala il vantaggio a gli uomini di
Pochettino, poi rimette le cose a posto andando a mettere il sigillo sull1-1 finale. Adesso gli Spurs sono a -7, a tre
giornate dal termine 3 soli punti separano il Leicester dalla realizzazione del proprio sogno. Sugli altri campi arrivano le
vittorie in trasferta di Southampton, Chelsea e City tutte e a forza quattro rispettivamente contro Aston Villa,
Bourmeouth e Stoke. Fallisce il contro sorpasso proprio ai Citizens lArsenal, che non oltre lo 0-0 in casa del Sunderland,
pari anche per il Liverpool contro il Newcastle del grande ex Benitez.
Gianluca Castellano

BUNDESLIGA
Bayern sei campione, Leverkusen quasi fatta!
Mancano 3 partite il Bayer bastano 2 punti per
laurearsi campione. Gli uomini di Pepp Guardiola
battono lHerta Berlino fuoricasa per 0-2.
Il Dortmund in compenso si qualifica per la Champions
senza fare i preliminari, vincendo contro lo Stoccarda
per 0-3.
Per lultimo posto Champions il Leverkusen allunga di
5 lunghezze sullHerta Berlino, battendo fuoricasa, con
una rimonta incredibile lo Schalke 04 per 2-3. Al 6
minuto del primo tempo, Huntelaar sbaglia il rigore,
ma Choupo-Moting prima e Sane dopo gli fanno
dimenticare lerrore dal dischetto. Nel secondo tempo
il Leverkusen sembra unaltra squadra ed in 6 minuti
mette a segno ben 3 gol, quasi meglio del Liverpool
contro il Milan nella drammatica Finale di Champions.
Brndt, Bellarabi ed il Chicharito Hernandez sono gli
uomini dellimpresa che avvicinano il leverkusen ai
preliminari di Champions League.

MARCO SORRENTINO

Verso Lecco-Lpg Group, Antonio Di Luccio:


Le lacrime di Madonna ci caricheranno
-6. Il countdown iniziato. Archiviato il kappa di Santa Maria Capua Vetere che costato il terzo posto
in campionato, lLpg Group prepara il delicato ritorno di coppa Italia, previsto per marted prossimo
contro il Lecco che potrebbe regalare la promozione in serie B ai ragazzi di Gennaro Rizzo in caso di
vittoria: Ci aspetter una vera e propria guerra sportiva perch il Lecco una squadra ostica da
affrontare dice Antonio Di Luccio, laterale casoriano . Nel match di andata abbiamo dominato,
creando unottima mole di gioco, ma il loro portiere ha fermato tutte le nostre iniziative. Cosa mi
aspetto? Sicuramente dobbiamo dare di pi, personalmente non mi accontento mai della sufficienza.
LLpg Group dovr fare a meno di Maddalena, Visconti e Madonna: Sono assenza importanti perch
sono giocatori che fanno la differenza e possono crearti occasioni in qualsiasi momento della partita. Le
lacrime di Madonna al termine del match dandata ci daranno la carica giusta per vincere in Lombardia.
Catello Carbone

Foto di Catello Carbone

IL RITORNO
E stata una finale inedita quella che si disputata al Nastase
Tiriac Trophy, torneo del circuito ATP 250 (Bucarest 463,520
euro di montepremi). In campo , a disputare l atto decisivo ,
Lucas Pouille alla prima finale ATP della sua carriera e il
mancino Fernando Verdasco sceso in classifica ATP al n. 86,
posizione infelice se confrontata con il talento del madrileno.
Un francese e uno spagnolo. Non accadeva dal 2008, quando
Gilles Simon batt in due comodi set Carlos Moya.
Curiosamente, la Spagna la nazione ad essersi aggiudicata
pi edizioni dellevento, grazie al trionfo di otto
rappresentanti diversi in altrettante occasioni. Per Pouille si
tratta di un ottimo inizio di stagione .Il transalpino infatti
reduce dagli ottavi di Monte Carlo, dove ha battuto in
rimonta il connazionale Richard Gasquet al secondo round, e
di Miami, in cui si imposto clamorosamente su David Ferrer
dopo aver salvato addirittura un match point. La finale
prevista nel pomeriggio di domenica rimandata a lunedi .A
Bucarest piove. Anche il cielo sembra non volere che la storia
del torneo di tennis rumeno abbia fine visto che il torneo
dal prossimo anno si trasferir in terra spagnola. Dopo due
rinvii alla fine Fernando Verdasco a vincere il torneo. Lo
spagnolo, al settimo torneo in carriera (non arrivava in finale
da oltre 2 anni) ha superato senza problemi Lucas Pouille
(ancora allasciutto di titoli nel circuito Atp) per 6-3, 6-2.
Gioca bene il giovane Lucas ,la palla viaggia veloce, ma
Fernando che naviga in queste acque da molto tempo sa cosa
fare ,ed pronto ad approfittare
di un black out
dellavversario nel secondo set per portarsi 4/1 e governare
con esperienza il match fino alla fine. Il giovane Pouille in
semifinale aveva battuto in due set l'argentino Federico
Delbonis (7-6[4], 6-3) in 1h e 40' di gioco. Lo spagnolo invece
aveva vinto il derby tra veterani iberici con Guillermo
Garcia-Lopez in 3 set (6-3, 3-6, 6-2) dopo 2 ore di gioco. Da
sottolineare la grande prova in questo torneo del nostro
Marco Cecchinato che firma il primo successo ATP contro
Baghdatis al primo turno e si ripete in una splendida prova
contro Damir Dzumhur.

Marco Sebastiano Zotti

LINCERTEZZA DELLA PENA


IL CASO DOPING TIENE ANCORA BANCO, TRA DUBBI E RIPENSAMENTI
Sono passati quasi 2 mesi, da quando Maria Sharapova ha
annunciato la sua positivit ad un test anti-doping agli
Australian Open. Tra alti e bassi mediatici, il suo caso non ha
mai smesso di fare notizia, e lunica cosa certa in tutta la
vicenda chenon ci sono certezze.
Maria Sharapova attualmente sospesa in attesa di ricevere
la condanna definitiva. Una condanna che, per, potrebbe
anche non arrivare. La possibile svolta arriva proprio dalla
WADA (Agenzia Mondiale Anti-Doping) che, lo scorso 13
Aprile, ha dichiarato che la presenza di meno di un
microgrammo di meldonium (il farmaco incriminato per
Masha) nellorganismo nei test effettuati prima del 7 Marzo
(quello della russa risale a fine gennaio) sar tollerata.
Un eventuale amnistia che potrebbe riguardare anche la
Sharapova, oltre a tanti altri atleti russi caduti nella
trappola del Meldonium.
Questo improvviso cambio di rotta, sempre a detta della
WADA, dipenderebbe dalla poca disponibilit di informazioni
scientifiche adatte per stabilire se latleta in questione
avrebbe assunto il farmaco prima o dopo il 1 Gennaio (data in
cui diventata ufficialmente sostanza proibita).
Una possibile via d uscita per la Sharapova, che per dovr
attendere ancora, visto che i casi verranno valutati tutti
singolarmente, ed uno alla volta.
Non sono mancate, puntuali, le critiche alla WADA stessa, per
la gestione della situazione: David Haggerty, Presidente ITF,
ha detto che la vicenda poteva essere gestita meglio,
mentre lavvocato di Masha, John Haggerty, ha dichiarato che
chiaro come la WADA non abbia gestito a dovere la
situazione; gli atleti sono stati trovati positivi per aver preso
qualcosa che prima era lecito. Ci sottolinea, prosegue
Haggerty, come fossero legittime le domande fatte alla
WADA per la modalit di avviso agli atleti. Avrebbero dovuto
farlo nel 2015.
Daltro canto, c anche chi rimane dalla parte dellaccusa, per
cos dire: Oliver Niggli, prossimo direttore della WADA
(entrer in carica il 1 Luglio), afferma che La Sharapova ha
ammesso di aver fatto uso del Meldonium, ed i valori dei suoi
test parlano chiaro.

E nonostante alcuni casi si siano rivelati effettivamente


controversi per limpossibilit di stabilire con
precisione il momento di assunzione del farmaco (per
ulteriori risultati ci vorranno altri 2 mesi), di chiaro nel
caso Sharapova c ancora poco.
Shamil Tarpischev, Commissario Tecnico della
Nazionale, ancora non si sbilancia: E troppo presto
per sapere se Maria sar in grado di giocare
Wimbledon e le Olimpiadi.
Intanto la Sharapova ha ripreso ad allenarsi. Ma se
prima lo aveva fatto sulla terra rossa, stavolta
tornata direttamente sul cemento.
Praticamente nulle le possibilit di vederla al Roland
Garros, la speranza che possa rientrare se non entro
Wimbledon, almeno per i Giochi di Rio, come appunto
si augura lo stesso Tarpischev da tempo.
Alessandro Testa

E lArmani Jeans Milano vince la


regular season di Basket del
campionato di serie A 2015/16,
bissando la vittoria della scorsa
stagione, pur non uscendo
vittoriosa al termine dei play-off.
Vince la sfida contro Cremona
81-77 e approfitta della
contemporanea sconfitta di
Reggio Emilia in quel di Varese
77-69. Cos chiude al comando
un campionato passato quasi
interamente in testa, con la sola
compagine emiliana a tenere
testa alla squadra di patron
Armani. Con una giornata di
anticipo e con 44 punti in
classifica, Milano chiude al
primo posto, con al secondo
Avellino, che agguanta Reggio
grazie alla vittoria contro Capo
DOrlando 85-69. Pistoia vince
su Sassari 77-68 cos come
Venezia, che espugna il campo
di Trento 62-67. Sfida salvezza
tra Pesaro e Cant, vinta dai
primi col risultato di 96 a 90.
Altra sfida salvezza quella tra
Bologna e Torino, con la squadra
di casa che si impone 73-54 e
complica la situazione dei
piemontesi,
ancora
ultimi,
assieme a Caserta, anchessa
sconfitta in quel di Brindisi 7355 e finita in coda alla classifica
con 20 punti ad una sola partita
dal termine della stagione.

Carlo Sicignano

Vale el matador

Rossi batte Lorenzo e Marquez nel Gp di Spagna


Vedono rosso come un toro nellarena i due rivali spagnoli Lorenzo e
Marquez. Anzi, vedono Rossi! Il dottore soprannominato el matador
per loccasione, vince il Gran Premio di Spagna sul circuito di Jerez de la
Frontera. Prestazione eccezionale per il 37enne campione della Yamaha,
gi suggellata dalla pole position e condotta dallinizio alla fine in
solitaria, con Lorenzo protagonista solo in un piccolo sorpasso, subito
recuperato in fase iniziale dal pilota di Tavullia. Ancora una triste
Domenica in casa Ducati: la sfortuna si abbatte ancora su Andrea
Dovizioso, costretto al ritiro per un problema alla gomma posteriore,
mentre Iannone chiude in settima posizione dietro gli spagnoli Pedrosa,
Espargaro e Vinales. Prossimo appuntamento col motomondiale fissato
per Domenica 8 Maggio in Francia per il Gran Premio di Le Mans.

Fabio De Martino

I NOSTRI SETTIMANALI ON LINE DEI CORSI DI GIORNALISMO


INVESTIGATIBO E SPORTIVO DELLATENEO PARTHENOPE DI NAPOLI

Direttore: Cristiana Barone


Editore: Antonella Castaldo
Capo Redattore: Luigi Liguori
Coordinatore di Redazione: Ferruccio Montesarchio
Editing Grafica e Copertina: Catello Carbone
Redazione: Corso di Giornalismo Sportivo - Universit
Parthenope di Napoli
FDC e FDS by Bigol News - Testata Registr. Trib. Napoli 20/2008
del 28/02/2008
Info line: fattodisport@gmail.com
Seguici anche su Facebook : FATTO DI SPORT
FATTO CRONACA
SPYNEWS24