Sei sulla pagina 1di 12

Ilforno a microonde un elettrodomestico presente in moltissime delle nostre case.

Seppur
lentamente, infatti, le persone stanno iniziando a superare le molte diffidenze riguardo a questo
apparecchio. Non mancano comunque ancora oggi coloro che vi rinunciano considerandolo poco
sicuro. C anche da dire che, nonostante molti ne posseggano uno, sono pochi quelli che ne
sfruttano le notevoli potenzialit. Molte persone infatti lo usano soltanto per riscaldare alcuni tipi
di bevande e scongelare rapidamente i cibi tolti dal congelatore dimenticando che sono moltissimi
i piatti che con il suo aiuto potrebbero essere cucinati bene e velocemente (si veda pi avanti il
paragrafo I vantaggi del forno a microonde). Questo interessante elettrodomestico sfrutta la
capacit delle onde elettromagnetiche di cuocere i cibi. Le microonde ricoprono un intervallo di
frequenze decisamente ampio, ma i forni a microonde utilizzano una frequenza ben precisa, pari a
2.450 MHz; queste onde vengono generate allinterno del forno da un apposito strumento
dettomagnetron, e opportunamente direzionate per garantire al meglio una diffusone uniforme e,
conseguentemente, una cottura pi adeguata.

ADVERTISEMENT

A differenza dei metodi tradizionali di cottura, che utilizzano il calore che deve trasmettersi
dallesterno allinterno dei cibi e qui diffondersi, nel forno a microonde la cottura sfrutta la
capacit di trasmettere energia da parte delle onde elettromagnetiche alle molecole di acqua
contenute in ogni cibo. La cessione di energia alle molecole di acqua ha come conseguenza la loro
vibrazione che si traduce in calore. Le molecole eccitate sono solo quelle superficiali, in uno
spessore di circa 2 cm. Nella parte pi interna invece il calore si trasmette per conduzione, ossia
per contatto.
In prima approssimazione comunque si pu dire che, rispetto alle forme tradizionali di cottura, nel

forno a microonde il calore viene generato allinterno dei cibi, e non allesterno di essi. Una diretta
conseguenza del principio fisico alla base della cottura nel forno a microonde che i cibi cuociono
tanto pi rapidamente e in modo uniforme quanto maggiore il loro contenuto di acqua. Per
questo motivo, per le verdure bastano pochissimi minuti (a seconda della quantit); uno degli
aspetti critici quindi del forno a microonde calibrare in modo opportuno i tempi, in quanto
sbagliare anche di un solo minuto pu avere come conseguenza la completa bruciatura
dellalimento cucinato.
Forno a microonde: Unapresentazione con animazionidi come funziona.

Forno a microonde: un po di storia


La geniale intuizione che ha portato alla nascita del forno a microonde la si deve aPercy L.
Spencer (1894-1970), un impiegato dellimpresa statunitenseRaytheon Corporation.
Spencer era uno degli impiegati che lavoravano alla progettazione dei magnetron. In un giorno del
1946, Spencer stava lavorando come al solito ai suoi progetti quando si rese conto che una
tavoletta di cioccolato che aveva nelle tasche si era totalmente sciolta. Spencer suppose quasi
immediatamente che doveva esserci una relazione fra le microonde alle quali stava lavorando e la
fusione del cioccolato che aveva in tasca. Penso quindi che cera la possibilit di utilizzare i
magnetron a scopi culinari; dopo alcuni esperimenti Spencer cap che grazie alle microonde
esisteva la possibilit di cucinare i cibi in modo molto pi rapido di quanto non consentissero i
comuni forni da cucina. La Raytheon Corporation support le idee di Spencer e nel 1954 produsse
il primo forno a microonde commerciale che fu chiamato 1161 Radarange; era un apparecchio
enorme, pesante, ingombrante e costoso e aveva una potenza pari a circa 1.600 watt. Qualche
anno pi tardi, nel 1967, laAmana(una divisione della Raytheon Corporation) produsse il primo
forno a microonde di tipo domestico. Allinizio le vendite stentarono, anche a causa del prezzo
relativamente alto del nuovo elettrodomestico, ma a met degli anni 70 il forno a microonde
conobbe un vero e proprio boom tant che le vendite dei forni a microonde superarono quelle dei
forni di tipo tradizionale. Negli Stati Uniti il forno a microonde uno degli elettrodomestici pi
utilizzati e si stima che circa il 95% delle famiglie statunitensi ne abbia uno. Nel nostro Paese,
spesso restio alle novit, la vendita dei forni a microonde ha iniziato a muovere i primi passi
soltanto diversi anni pi tardi; tra laltro si deve rilevare che anche oggi che ci troviamo nel XXI
secolo, molti nutrono ancora una certa diffidenza nei confronti di questo pratico e utile
elettrodomestico.

I vantaggi del forno a microonde


Nel forno a microonde si ha lindubbio

vantaggio che la cottura dei cibi possibile


anche senza laggiunta di acqua (per i cibi pi
delicati, come le verdure, si pu aggiungere
un cucchiaio di acqua per ogni etto, etto e
mezzo di alimento) o di condimenti, il che
garantisce un ridotto apporto calorico,
rispetto allanalogo piatto cucinato con
metodi tradizionali.
Il forno a microonde evita inoltre il contatto degli alimenti con lacqua, permettendo di limitare la
perdita di sostanze nutritive che si ha, per esempio, con la bollitura. Poich i tempi di cottura nel
forno a microonde sono sensibilmente ridotti, anche lesposizione degli alimenti ad alte
temperature limitata, con conseguente migliore conservazione delle sostanze nutritive. Da
diversi studi effettuati emerso che rispetto ad altri metodi di cottura, la cottura dei cibi nel forno
a microonde danneggia in misura minore la stabilit delle cosiddette vitamine idrosolubili (per
esempio la vitamina C o le vitamine appartenenti al gruppo B). Di non poco conto anche il fatto
che i grassi risultano essere meno ossidati e quindi c un rischio minore di formazione di sostanze
tossiche quali i radicali liberi. In linea generale, la cottura nel forno a microonde ha il vantaggio
che si ha una minore produzione di sostanze ritenute nocive quali gli idrocarburi policiclici
aromatici e le amine eterocicliche aromatiche (in effetti la formazione di croste nei cibi cotti nel
forno a microonde non si verifica o si verifica in misura limitatissima).
Sono state compiute anche diverse indagini a livello tossicologico allo scopo di verificare che nei
cibi cotti o riscaldati nel forno a microonde non si formino nuove sostanze ritenute tossiche; da
tali indagini non sono emersi dati che possano allarmare in questo senso. Le indagini
microbiologiche e biochimiche non hanno rilevato, da parte dei cibi cotti o riscaldati nel forno a
microonde, nessun effetto tossico sul patrimonio genetico.
Altri vantaggi del forno al microonde sono relativi ai notevoli risparmi di tempo. Il forno a
microonde trova infatti impiego nello scongelamento degli alimenti e nel riscaldamento; essendo
un modo veloce e sicuro ( sufficiente rispettare rigorosamente i tempi indicati nei manuali
distruzioni), non si compromettono ulteriormente le propriet nutritive di alimenti precotti o gi
pronti e surgelati.
La cottura nel forno a microonde consente di tenere separati i sapori dei cibi, quindi, se questo

un vantaggio perch tutti gli ingredienti mantengono intatte le loro propriet organolettiche
(profumo e sapore), pu essere per anche uno svantaggio quando lo scopo invece quello di
amalgamare i sapori (come nel classico soffritto aglio, olio e cipolle). In questo caso conviene
preparare la base del piatto (sugo e intingolo) su una cucina tradizionale e poi unirla agli altri
ingredienti nel forno a microonde.

Gli svantaggi del forno a microonde


Il rifiuto che il forno a microonde ispira ancora a molte
persone, specie in Italia e in altri Paesi pi
tradizionalisti, del tutto infondato, in quanto la cottura
con il forno a microonde da considerarsi sicura.
La diffidenza verso il forno a microonde si basa sul fatto
che le onde elettromagnetiche sono un fenomeno fisico
di notevole complessit, per molti oscuro se non
addirittura sconosciuto e quindi, come tale, percepito
come pericoloso. In realt,le onde elettromagnetiche in gioco non hanno unenergia cos elevata
da indurre modifiche nocive alla struttura chimica degli alimenti a livello molecolare o atomico,
quindi da questo punto di vista un cibo cucinato con laiuto del forno a microonde del tutto
sicuro. Forse molti non sanno che anche la cottura per irraggiamento che avviene in un forno
sfrutta onde elettromagnetiche nello spettro dellinfrarosso, esattamente invisibili come quelle del
forno a microonde. Il reale svantaggio della cottura con le microonde la difficolt di cucinare
certi cibi, per la difficolt di tarare esattamente i tempi. Per simulare le funzioni del normale forno
da cucina, nei migliori forni a microonde sono inserite diverse funzioni (grill, ventilazione,crisp,
cio il riscaldamento del piatto inferiore di supporto allalimento, ecc.).
Un altro problema del forno a microonde rappresentato dal fatto che la camera di cottura non
pu dirsi particolarmente grande; a nostro parere opportuno orientarsi su un forno dalla
capacit media di 28 litri, un giusto compromesso fra ingombro e praticit; un forno del genere di
questa grandezza infatti non particolarmente ingombrante, ma consente di inserire al suo
interno contenitori di un diametro fino a 30 cm circa. Forni di minore capacit possono spesso
limitare la variet di contenitori inseribili al suo interno.

Qualche consiglio per lacquisto


Per quanto riguarda la capacit ottimale del forno a microonde ci siamo appena espressi nel
paragrafo precedente; un altro suggerimento che ci sentiamo di dare di verificare che il forno

che intendiamo acquistare sia dotato della funzione grill; conviene infatti scartare gli apparecchi
che ne sono privi perch la funzione grill pu risultare di una certa utilit nella cottura di
determinati piatti, anche se, generalmente, i grill dei forni a microonde non brillano per potenza.
Nei forni a microonde di ultima generazione presente il grill reclinabile, caratteristica che rende
pi semplice la pulizia e consente di grigliare gli alimenti non soltanto dallalto verso il basso.
Unaltra caratteristica che conviene ricercare in un forno a microonde la possibilit di bloccare il
piatto girevole il che consente di fermare il cibo proprio sotto al grill e di tenere fermi quei
contenitori che, girando, andrebbero a toccare le pareti del forno.
Relativamente alla potenza, opportuno orientarsi su un forno che sia in grado di raggiungere
900 watt (la media dei forni a microonde reperibili attualmente sul mercato si attesta sui 750
watt). Oltremodo importante assicurarsi che il forno possieda una gamma piuttosto ampia di
regolazione della potenza. A seconda delle ricette da cucinare, infatti, opportuno, per una loro
migliore riuscita, avere a disposizione varie possibilit (per alcuni cibi, per esempio, consigliabile
sfruttare la massima potenza del forno, per altri invece opportuno scegliere potenze
decisamente inferiori).

Il forno a microonde: le precauzioni


Il forno a microonde potrebbe interferire con altri
elettrodomestici; infatti, come abbiamo visto, il forno a
microonde genera onde elettromagnetiche a una certa frequenza
(la scelta della frequenza, in questo caso 2.450 MHz, non
dettata dal caso, ma dal fatto che, internazionalmente, per le
applicazioni diverse dalle telecomunicazioni, si autorizzati
allutilizzo di sole cinque frequenze, ovvero
13,56 MHz, 27,12 e 40,68 MHz per le radiofrequenze e 915 MHz
e 2.450 MHz per le microonde), motivo per cui il forno a microonde deve essere tenuto lontano da
televisori, altri forni o anche fonti di calore in genere; anche se dotato di meccanismo di
raffreddamento, il forno a microonde va comunque tenuto al riparo da ulteriori fonti di
surriscaldamento, in quanto le temperature raggiunte sono comunque gi di per s elevate. Come
ogni elettrodomestico, anche il forno a microonde deve avere intorno spazio sufficiente per una
corretta aerazione e le fessure per questa funzione non devono essere assolutamente ostruite,
anche solo parzialmente.
Nonostante il forno a microonde sia un prodotto sicuro, opportuno conoscere il miglior

posizionamento possibile per evitare di esporsi inutilmente a emissioni a bassa frequenza, visto
che quotidianamente siamo gi aggrediti da quelle dei dispositivi elettronici ormai insostituibili.
A causa della bassa impedenza donda del campo magnetico, lemissione non facilmente
schermabile, a meno di non ricorrere a schermature molto costose e ingombranti.
La legge 36 del 22 febbraio 2001 prevede una serie di misure per valutare i livelli di esposizione e
la distanza di utilizzo consigliata. Un interessantedocumentodelluniversit di Ferrara chiarisce in
modo concreto la situazione e d un corretto suggerimento sul posizionamento del forno.
Dalle misure realizzate con forni commerciali alla massima potenza, si dedotto che:
1)ogni forno a microonde ha un trasformatore nella parte destra (visione frontale) e il
diagramma di emissione non simmetrico attorno al forno, ma spostato verso tale lato,
leggermente orientato verso il basso;
2)i valori dellinduzione magnetica decrescono rapidamente con la distanza e sono di 5 T
(microtesla) a 50 cm circa, per arrivare a 0,2 T a 150 cm circa.
Il posizionamento del forno a microonde deve essere pertanto in un angolo con la parte destra a
ridosso di una parete e lontano circa 1,50 m dalla normale presenza di chi opera in cucina.
Ripetiamo che tale suggerimento uno scrupolo che vuole rassicurare anche i pi scettici. Per
fornire un dato comparativo, il limite di legge per le emissioni da elettrodotti di 100 T, circa 20
volte superiore a quello che si subisce stando a mezzo metro da un forno a microonde in funzione.
Precauzioni duso e manutenzione Non si deve mai aprire il forno a microonde mentre
questo in funzione, in quanto le onde elettromagnetiche possono danneggiare anche i tessuti
organici (quindi anche il corpo umano) se si viene accidentalmente in contatto (esattamente come
con la fiamma del gas!). Questa evenienza puramente accademica perch la maggior parte dei
forni hanno dei meccanismi di sicurezza che impediscono alla porta di aprirsi mentre sono in
funzione o arrestano il magnetron in caso di apertura accidentale. Si consiglia comunque, come
ulteriore precauzione, di abituarsi a spegnere il forno a microonde prima di aprirlo.
Anche se i contenitori per la cottura con forno a microonde rimangono generalmente freddi o
appena riscaldati a fine cottura, gli alimenti interni raggiungono temperature elevate (tipicamente
70 o pi gradi a seconda del cibo) quindi conviene sempre usare un guanto da forno per estrarre i
contenitori e fare attenzione agli schizzi di creme o liquidi al momento dellestrazione del
recipiente dal forno.

Qualsiasi intervento di manutenzione sul forno a microonde deve essere effettuato solo da
personale competente, vista la potenziale pericolosit del generatore interno se usato in modo
improprio o manipolato. La pulizia ordinaria del forno a microonde esclude ogni tipo di detersivo e
ammette solo luso di panni puliti appena inumiditi con acqua. Le pareti interne devono essere
tenute libere da schizzi o residui di cibo e dal vapore acqueo che si forma durante la cottura.

Il forno a microonde: come usarlo


Un forno a microonde pu essere scelto correttamente
partendo da due domande fondamentali.
Che capacit deve avere?
Ci serve per cucinare o solo per
scongelare/riscaldare?
A partire dalle risposte si possono esaminare i vari modelli
di forno a microonde per:
costo
funzioni.
Lo scongelamento nel forno a microonde Uno dei vantaggi del forno a microonde la
velocit con cui si possono scongelare i cibi. Ecco alcuni semplici, ma fondamentali consigli.
Lasciare riposare qualche minuto carni, pollame, pesce e frutti di mare prima di inserirli
nel forno a microonde.
Utilizzare sempre contenitori abbastanza alti, perch il cibo scongelandosi perde acqua e
quindi fuoriuscirebbe dal contenitore.
Per scongelare umidi, rag e stufati meglio mescolarli almeno una volta durante il
tempo di scongelamento in forno.
Molte piccole verdure, come i piselli possono essere cotte, senza scongelarle.
Se si scongelano cibi freschi, utilizzare contenitori che possano passare direttamente dal
frigo al forno a microonde.
La durata di scongelamento varia da cibo a cibo, quindi utilizzare le tabelle inserite nei
manuali distruzione che sono allegati ai forni.
Se desiderate consumare un gelato e vi accorgete che ghiacciato, mettetelo nel forno a
microonde per 20 secondi a 350 W: sar cremoso e pronto per essere gustato.
Ovviamente non mettetelo con il suo contenitore, ma inseritelo in un contenitore adatto

al forno a microonde.
Il riscaldamento Con il forno tradizionale il riscaldamento di un cibo gi cucinato rischia di far
seccare il cibo, fargli perdere fragranza e sapore e far peggiorare il suo aspetto. Nel forno a
microonde il cibo non viene scaldato, ma rigenerato, grazie al processo di riscaldamento interno
che fa riaffiorare tutti i grassi e i liquidi naturali del cibo. In pochi minuti sar come appena cotto.
Anche in questo caso alcuni semplici consigli.
Non riscaldare mai a lungo.
Coprire con una pellicola per forno a microonde tutti i cibi a basso contenuto di umidit
per non disperderla durante la fase di riscaldamento.
Non coprire mai cibi con alto contenuto di liquidi come salse o minestre.
Riscaldare il cibo appena tolto dal frigo, comporter pi tempo di un cibo lasciato a
temperatura ambiente.
Il riscaldamento di piatti composti di pasta e riso nel forno a microonde facile e ha un
risultato sorprendente, basta coprirli e attendere pochi minuti per avere un piatto che
sembri appena cucinato.
La conversione delle ricette Per convertire le ricette tradizionali:
ridurre la quantit di liquidi, il sale o le spezie (che andranno aggiunte solo alla fine della
cottura).
Ridurre la quantit di grasso o ancora meglio non metterlo.
Ridurre il tempo di cottura da 1/3 o del tempo normale.
Cuocere le verdure senza o con pochissima acqua, a volte coprendole.
Pi la quantit di cibo elevato, pi sar il tempo di cottura. I cibi che hanno una
quantit di acqua maggiore come pesce, verdure, pollame cuociono pi in fretta e pi
uniformemente.
I consigli indispensabili per un corretto uso del forno a microonde- Il tempo di riposo dei
cibi cucinati con il forno a microonde molto importante. Gli alimenti vengono tolti dal forno non
completamente cotti; durante il tempo di riposo di 5-8 minuti la temperatura interna del cibo
continua ad aumentare e quindi ne permette la cottura completa. Indicativamente il tempo di
riposo sar:
carne circa 14 minuti
verdure 1 o 2 minuti
patate circa 5 minuti

dolci dai 4 agli 8 minuti


Alcuni consigli aggiuntivi per unottima cottura Di seguito forniamo diversi altri consigli
che possono migliorare i risultati della cottura dei cibi nel forno a microonde.
Sale e aromi si aggiungono alla fine.
Negli alimenti con pelle, bucce o membrane (pollo, patate e salcicce) si devono praticare dei
piccoli forellini per permettere la fuoriuscita del vapore.
I pezzi pi piccoli di cibo cuociono pi velocemente di quelli grandi, quindi sarebbe meglio tagliare
i pezzi in parti uguali.
Bisogna ricordarsi che nel forno a microonde, la cottura avviene prima allesterno e poi verso
linterno; posizionare quindi le parti pi spesse verso la parte esterna del piatto e le pi sottili
verso linterno. Disporre gli alimenti di uguale misura come polpette e patate, tutti in cerchio
lasciando vuoto il centro (a forma di una ciambella).
Le uova intere con il guscio non vanno cotte nel forno a microonde perch potrebbero rompersi e
danneggiare il forno.
Per evitare di pulire frequentemente gli schizzi allinterno del forno a microonde, si devono
proteggere gli alimenti con un coperchio adeguato al microonde o con carta per forno a microonde
(per esempio gli spezzatini o altri tipi di cibo che hanno lintingolo).
Se si desidera cucinare prodotti surgelati, opportuno leggere le note sulla confezione del
prodotto, dove a volte indicato il tempo di cottura per il forno a microonde.
Per far dorare o crocchiare i cibi o piccoli antipasti, si pu usare (ovviamente se presente) la
funzionecrisp. Preriscaldare il piatto qualche minuto prima di inserire il cibo.
Il brodo deve essere sempre bollito per 20 minuti circa alla massima potenza, coperto e poi
successivamente lasciato riposare per qualche minuto.
I risotti vengono molto bene nel forno a microonde, bisogna soltanto mescolarli a met cottura.
I liquidi da aggiungere al riso o alla pasta dovranno essere in quantit doppia rispetto al riso o
alla pasta e il liquido dovr essere caldo.
I recipienti devono essere sempre adeguati a seconda del tipo di cibo; opportuno seguire le
istruzioni dei vari tipi di forno a microonde.

Le carni cotte nel forno a microonde hanno bisogno di met tempo di quello che occorre con la
cottura tradizionale.
I pezzi di carne, come per esempio gli arrosti, cuociono meglio usando il programma
combinato,Microonde + Ventilato. Invece con piccoli pezzi di carne, per gratinarli e cuocerli,
meglio usare ilgrillo ilcrisp. Girare sempre il cibo a met cottura. Alla fine lasciate sempre
riposare la carne per qualche minuto.
Le salse insaporiscono molto i cibi, come verdure, dolci e carni, quindi utilizziamo il forno a
microonde per cucinarle. Le salse vanno mescolate un paio di volte durante la cottura e sono
veloci e molto facili da preparare, senza il rischio di bruciarle o farle sgrumare. Tutte le salse,
tranne quelle a base di frutta, devono essere cotte scoperte. Si possono cucinare anche il giorno
prima, conservare in frigorifero e poi scaldare al bisogno nel forno a microonde.
Usare sempre un recipiente un po pi alto della quantit di cibo contenuto, in modo che questo
non possa fuoriuscire e sporcare linterno del forno.
Le salse a base di uova vanno cotte a potenza minima.
Per le torte e i dolci la preparazione quella tradizionale seguendo le varie indicazioni delle ricette
che troviamo sui libri di ricette. Le torte vanno cotte a potenza bassa; per esempio se si vuole
sciogliere il cioccolato, opportuno usare la potenza 500 Watt oppure la funzioneMicroonde +
Ventilato. Cuocetelo scoperto e mescolatelo alla fine. Se presente la funzionecrisp, potete
cucinare i dolci in poco tempo con ottimi risultati.
Laggiunta di olio e grassi deve essere fatta sempre nelle minime quantit in quanto la
temperatura raggiunta dallolio non facilmente controllabile.
Vino e alcolici in genere non devono essere scaldati nel forno a microonde, in quanto lalcol in essi
contenuto un potenziale rischio dincendio.

Il forno a microonde: gli utensili


Poich le onde elettromagnetiche sono respinte dai metalli, non si
possono introdurre recipienti in metallo nel forno a microonde.
Vetro, terracotta e plastica vanno bene, a patto che siano stati
progettati appositamente (generalmente portano scritto sul fondo
oppure sulla confezione la dicituraadatto al forno a microonde).
Pure le stoviglie in ceramica che hanno il bordo dorato sono da

escludersi. Anche la forma del recipiente importante, in quanto


le onde possono essere deviate da punte o bordi acuminati; per questo motivo preferibile usare
recipienti rotondi oppure ovali, comunque privi di angoli. Brocche e biberon devono inoltre essere
privi o privati delle parti in gomma.
Per verificare se un contenitore adatto a essere utilizzato nel forno a microonde, bisogna
mettere il contenitore vuoto e un bicchiere dacqua allinterno del forno, facendolo funzionare per
un minuto alla massima potenza. Alla fine di questa operazione il contenitore dovr risultare
soltanto tiepido.
Con la funzionegrilloventilatasi deve verificare che i contenitori scelti siano in grado di resistere
a quelle temperature.
Non si devono utilizzare plastica, carta o legno se si usa la funzionegrill. Con le
funzionicrisp,crunchieo altre che comportano luso di un piatto specifico, necessario utilizzare
quello indicato nelle istruzioni.
Contenitori di metallo Evitarli in quanto respingono le microonde e
possono causare la produzione di scintille allinterno del forno.
Fogli di alluminio Si possono usare soltanto per ricoprire piccole
parti, per evitare una cottura eccessiva (ad esempio lestremit di cosce
di pollo o code di pesce), ma evitando che il foglio tocchi le pareti del
forno a microonde.
Porcellana o ceramica -Sono perfette per luso nel forno a
microonde, ma si dovrebbero evitare quelle con decorazioni (per
esempio oro) perch potrebbero danneggiarsi; lo stesso consiglio vale anche per i vetri colorati.
Carta e plastica -Accertarsi che resistano a temperature superiori di 120 C.
Plastica. Molti tipi di plastica non sono utilizzabili nel forno. Accertatevi che i contenitori in plastica

siano resistenti al calore, ma assolutamente non si devono usare con la funzionegrill.


Carta forno a microonde -Questa una carta specifica per il forno a microonde, simile a quella
del forno tradizionale.
Contenitori in plastica adatti per il forno a microonde Si trovano ormai comunemente, di
varie marche, ma la comodit che hanno vari tipi di modelli, con coperchi e senza, comodi da
lavare in lavastoviglie o con una semplice spugnetta.
Materiali in pirex -Sono materiali trasparenti, quindi consentono di vedere la cottura del cibo.
Usando il coperchio si garantisce una cottura pi uniforme, impedendo ai grassi e al vapore di
uscire.
Sacchetti in plastica -Resistenti per la cottura con il forno a microonde (non a grill). La cosa
pi importante da ricordare che vanno sempre bucherellati .
Il piatto grill (o crisp, crunchie o altri nomi) in dotazione in alcuni forni a microonde
abbinato a una funzione specifica. Questo piatto trattiene le microonde e permette di riscaldare
lintera superficie mentre le microonde e la resistenza del grill aiuteranno la cottura, rendendo il
cibo pi croccante e dorato.
Materiali in silicone - uno stampo in silicone utilizzato per la cottura nel forno a microonde e
anche per forni tradizionali o per il congelamento in frigo. Resistente alle pi elevate temperature,
quindi adatto per i forni a microonde fino a 280 C. Risparmiando tempo e denaro, la
straordinaria conducibilit di calore del silicone, permette di cuocere i cibi a alte temperature
rispetto alle cotture tradizionali. Lunica funzione da non utilizzare con questi materiali ilcrisp(o
altre funzioni analoghe).
I materiali in silicone alimentare sono di varie marche la pi nota delle quali Formidea
(Formaflex) con forme allegre, flessibili, di varie misure e colori.
Gli stampi e le tortiere e da cottura flessibili e antiaderenti Formaflex, sono realizzati interamente
in silicone alimentare perfettamente conforme alle leggi internazionali che regolano lutilizzo di
materiali utilizzati per il contatto alimentare. Possono essere utilizzati sia per la surgelazione che
per la cottura nei forni ventilati e microonde. Le propriet antiaderenti e di flessibilit degli stampi
permettono di sformare il piatto in modo eccellente. Quindi lavateli a mano o in lavastoviglie.
Altre notizie si possono trovare nel sitowww.pavonitalia.com.