Sei sulla pagina 1di 68

Hi-Play Pro

Standard e DJ Live Edition


Versione 7.xx
Revisione 1.00

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

Presentazione
Grazie innanzitutto per aver scelto Hi-Play. Questo software il risultato di un lungo e
paziente lavoro di programmazione, accompagnato dalla propria passione per la
musica. Il prodotto, inoltre, viene costantemente migliorato grazie soprattutto alle
esperienze ed i consigli dei suoi utilizzatori.
Un particolare ringraziamento a:
Piero Dalena per la collaborazione alla programmazione, alle parti grafiche ed
al supporto tecnico utenti.

Enzo Caporale
***

Note Introduttive
Hi-Play Pro un prodotto completamente italiano, pensato e sviluppato
prevalentemente per il mercato italiano. Tuttavia, spesso si preferito utilizzare termini
tipicamente anglosassoni (File, Song, Play, Stop, ecc.), quando la traduzione di tali
termini avrebbe implicato, secondo noi, una minore chiarezza o immediatezza di
individuazione, vista la loro ormai massiccia diffusione nel nostro linguaggio di tutti
giorni.
Ci scusiamo con gli utenti che dovessero avere qualche difficolt con tale terminologia,
invitandoli a consultare lapposita appendice a fine guida.

-1-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
INDICE
1
2

Hi-Play Pro ........................................................................................................


Pronti? Partenza ... Via! ...................................................................................
.1 Definizione di Repertorio/Catalogo .................................................................
.2 Caricamento basi da cartelle dell'hard disk .....................................................
.3 Caricamento basi tramite Drag & Drop ............................................................
.4 Caricamento basi da Media Explorer ..............................................................
.5 Caricamento basi da unit removibili...............................................................
Il Songs Control ................................................................................................
.1 Modalit Repertorio ........................................................................................
.1 Altri Controlli del Songs Control .............................................................
.2 Personalizza Song .................................................................................
.1 Song Info ..................................................................................
.2 Lyrics/Chord/Markers ................................................................
.2a Sincronizzazione di una Song...................................................
.3 XMM Event List .........................................................................
.2 Modalit Repertorio - Edit Mode (Tree View)...................................................
.1 Gestione Scalette (Play-List) .................................................................
.3 Media Explorer ...............................................................................................
.4 Virtual Live Band .............................................................................................
.1 VLB Player Control.................................................................................
.2 Modalit Grafica .....................................................................................
.3 Modalit Tastiera ....................................................................................
.4 Live Drum ...............................................................................................
.5 SFX - Suoni Speciali e Rumori ...............................................................
Il Player Control .................................................................................................

3
4
4
6
8
9
10
11
11
13
18
18
20
21
23
27
27
29
30
31
32
32
33
34
35

Il Master Control ................................................................................................

36

Il Karaoke Control .............................................................................................

37

La Cool Bar ........................................................................................................

38

Altri Controlli Principali .....................................................................................


.1 Virtual Mixer ....................................................................................................
.1 Gestione Instrument List ........................................................................
.2 Virtual Synt .....................................................................................................
.3 DJ Cross Fade Control ...................................................................................
.4 MIDI Keyboard Control ...................................................................................
Il Menu di Hi-Play Pro ........................................................................................
.1 Maxi Karaoke ..................................................................................................
.2 Impostazioni ...................................................................................................
.1 Abilitazione d'uso ...................................................................................
.2 MIDI Setup .............................................................................................
.3 AUDIO Setup ........................................................................................
.3 Hi-Song n. ..................................................................................................
.4 Preferenze Karaoke .......................................................................................

40
40
41
43
44
46
49
49
50
50
51
53
53
54

.1 Performer Karaoke ........................................................................


.2 Maxi-Karaoke ................................................................................
.3 Altre Preferenze ............................................................................
.5 Altre Impostazioni ..................................................................................
.6 Requisiti di installazione e modifica automazione media files ...............

54
55
58
59
63

Appendice A: Funzionalit Tastiera Alfanumerica ....................................................

64

Tastierino Numerico ...................................................................

65

Appendice B: Creare un nuovo stile per Hi-Play Virtual Live Band ...........................
Appendice C: Glossario ............................................................................................

66
67

-2-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

1. Hi-Play Pro
La prima volta che viene lanciato (configurazione DEMO o DJ Live Edition), il programma si
presenta strutturato come in figura:

Nel caso di configurazione Standard Edition, verr visualizzata la sola sezione di destra, che
verr ampliata sull'intera finestra.
N.B.: Il manuale far sempre riferimento all'uso della configurazione DJ Live in quanto pi
completa e complessa. Nel caso in cui il programma sia configurato in Standard Edition (una
singola sezione), bisogner considerare l'impossibilit di effettuare tutte quelle operazioni che
richiedono la presenza della doppia sezione.
Prima di iniziare a leggere i capitoli descrittivi delle varie funzionalit di Hi-Play Pro, bene
imparare ad individuare e riconoscere i suoi componenti principali:
Cool Bar (o Barra Controlli Generali): la barra posta in alto, al di sotto dei menu, e contiene
tutta una serie di pulsanti e controlli comuni sia alla Standard Edition che DJ Live Edition.
Karaoke Controls: la parte immediatamente sotto alla Cool Bar ed ha la funzione di
visualizzare il testo karaoke e gli eventuali accordi presenti nelle songs oppure, nel caso di
files specifici, immagini o filmati;
Songs Controls: sono individuabili graficamente tramite il loro componente principale
rappresentato da una griglia contenente i titoli delle Songs ed altre informazioni correlate che
dora in avanti chiameremo genericamente Repertorio o Catalogo ed ha come scopo principale
quello di gestire la catalogazione e la scelta dei brani da eseguire durante le live
performances.
Player Controls: collocati inizialmente nella parte inferiore del video, consentono di pilotare
graficamente il playing delle songs; sono facilmente individuabili in quanto dotato dei tipici
pulsanti di Play, Stop, Rewind, ecc..
Master Controls: sono collocati all'estrema sinistra e destra del video, e sono costituiti da un
insieme di controlli disposti verticalmente che consentono di modificare in tempo reale una
serie di parametri importanti quali volume, tempo, tonalit, Fade-In, Fade-Out, ecc.
-3-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

2. Pronti ? Partenza . Via!


Una volta individuati i componenti principali di Hi-Play Pro, passiamo subito a descrivere le fasi
che consentono di creare e definire il proprio repertorio, in modo da poter diventare operativi
nel pi breve tempo possibile.

2.1 Definizione di Repertorio/Catalogo


Intanto bene precisare che per repertorio non va inteso linsieme fisico delle proprie Songs
(files MIDI, MP3, WAV, ecc.) ma un semplice elenco elettronico delle stesse, che consentir
di accedere velocemente ai media-files e ad una serie di informazioni correlate, alcune di
carattere informativo (titolo, interprete, categoria, ecc.) ed altre di carattere operativo
(variazione tonalit, variazione tempo, battuta inizio e fine, ecc.). Tale elenco viene
rappresentato fisicamente da un file con estensione .HPDB (acronimo di Hi-Play Data Base).
Sar possibile creare e gestire un numero illimitato di tali files, raggruppabili in altrettante
illimitate scalette (o Playlist).
E' preferibile utilizzare il Repertorio e non il Media-Explorer (par. 3.3) per la riproduzione delle
Songs quando l'utilizzatore di Hi-Play Pro un musicista/cantante che ha quindi bisogno di
personalizzare le Songs del suo repertorio con la giusta tonalit, tempo ed altri parametri da
preipostare una volta per tutte
Graficamente, il Repertorio rappresentato dalla griglia che appare nel Songs Control quando
si lancia Hi-Play. Inizialmente, subito dopo il primo setup, viene caricato un repertorio di
esempio (DEMO.HPDB): sufficiente un doppio click su ciascuna delle Song in elenco per
prendere visione delle principali funzionalit di Hi-Play Pro.
Una volta esaminati gli esempi, si potr passare alla definizione del proprio repertorio,
stabilendo innanzi tutto il nome che vorremo dare al relativo file, che dovr essere diverso
dalla parola DEMO in quanto una eventuale re-installazione del software andrebbe a
sovrascrivere il lavoro svolto fino a quel momento.
Per fare ci, sufficiente scegliere dal menu File > Nuovo Repertorio, ed alla comparsa della
finestra standard di Windows scegliere il nome e la cartella in cui memorizzare il file. Se si
vuole conservare il contenuto del repertorio DEMO anche nel nuovo repertorio si potr
scegliere invece sempre dal menu File > Salva Repertorio come ed assegnare il nuovo
nome. A questo punto si potr iniziare ad inserire nel repertorio le proprie basi, seguendo le
prossime indicazioni:

-4-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Come primo passo da compiere per creare o aggiornare il proprio repertorio si consiglia di
lavorare su una sola delle sezioni DJ, tramite i seguenti pulsanti sulla Cool Bar:
L - Left (Sinistra)
modalit di Modifica

R - Right (Destra) Quindi il pulsante:

per entrare in

A questo punto la griglia cambia look predisponendosi per l'aggiornamento del repertorio:

In Hi-Play Pro v. 7 sono previste ben quattro modalit diverse per caricare le basi musicali nel
catalogo/repertorio:
1 - Da cartelle su Hard Disk (la pi semplice)
2 - Da Media Explorer (meno semplice ma pi potente)
3 - Tramite Drag & Drop (per chi ha gi dimestichezza con tale tecnica)
4 - Da unit removibili (copia delle basi sull'HD ed inserimento in catalogo)
Ciascuna delle quattro modalit, prevede una fase iniziale diversa e caratteristica della tipologia scelta, ed una secondaria, denominata di Elaborazione e Convalida Songs, comune alle
quattro opzioni.

-5-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
2.2 Caricamento basi da cartelle su Hard Disk
Cliccando il pulsante

, viene visualizzato il seguente messaggio informativo:

Scegliendo di proseguire si passa quindi alla visualizzazione di una finestra standard di


Windows, che consente di navigare tra le cartelle dell'HD e di scegliere i files da elaborare:

Una volta selezionati i files con le modalit consentite dal S.O. (Shift+Click / Ctrl + Click, ecc.),
e confermata l'operazione tramite il pulsante <Apri>, si passa alla fase di Elaborazione e
Convalida Songs descritta di seguito, e comune a tutte le successive opzioni di
aggiornamento Repertorio.

-6-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

2.2.1 Elaborazione e Convalida Songs

La griglia che costituisce l'elemento principale di questa finestra, mostra un'anteprima delle
informazioni principali che saranno acquisite nel catalogo di Hi-Play. Tra le novit pi
significative di questa nuova modalit di aggiornamento, c' che abbiamo la possibilit di
individuare immediatamente le Songs gi caricate nel Catalogo in quanto saranno evidenziate
in rosso (campo Already In Catalog = Si). Per eliminarle dalla lista sar sufficiente selezionarle
e premere l'apposito pulsante in alto (o tramite i tasti Shift+Canc)

Tramite questa casella inoltre, sar possibile creare immediatamente una nuova scaletta
digitandone il nome, o aggiornarne una esistente scegliendola dalla lista come nell'esempio.
A questo punto possiamo gi confermare l'aggiornamento tramite il pulsante
che eseguir l'aggiornamento vero e proprio.

Questo pulsante attiva una serie di opzioni ulteriori, da utilizzare prima del
pulsante precedente, che ci offrono la possibilit di completare gi nella fase di anteprima, una
serie di informazioni che altrimenti rimarrebbero generiche (p.e. Artista, Categoria e Genere
verrebbero inseriti con il valore 'NC', ecc.) .

-7-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Opzioni Avanzate

Come si desume dalle descrizioni delle varie sezioni, l'assegnazione delle varie informazioni
avviene in tre passi:
1) Selezionare i media files su cui operare tramite gli appositi pulsanti (o tramite il mouse o F4
direttamente sulla griglia (i colori dei media files selezionati cambiano i colori di sfondo); il
pulsante Seleziona Doppioni pu essere utile per eliminare, con un successivo click sul
pulsante di eliminazione righe, le songs evidenziate in rosso, relative ai file che risultano gi
presenti in Catalogo.
2) Provare a leggere le informazioni interne ai files: sia i file .MP3 che .MID possono contenere
al proprio interno alcune informazioni gestite nel catalogo quali Titolo, Artista, Genere, durata,
ecc. i file .MID contengono anche informazioni pi specifiche quali il BPM (Beat per Minute), il
numero di tracce, il tipo, ecc; premendo i rispettivi pulsanti, il programma aprir uno per uno
tutti i files selezionati caricando le informazioni eventualmente memorizzate. L'operazione pu
comportare un tempo di esecuzione anche di diversi minuti in funzione del numero di files da
elaborare.
Se il risultato delle elaborazioni soddisfacente e sono state reperite le informazioni
necessarie, si pu passare all'aggiornamento altrimenti si pu continuare con la fase
successiva.
3) Assegnazione automatica di valori fissi per tutti i files selezionati: questa fase prevede la
possibilit di assegnare ai campi Categoria e Genere/Stile dei valori fissi, eventualmente
scegliendoli da quelli gi utilizzati per le altre Songs in catalogo; per quanto riguarda il campo
Genere/Stile anche possibile scegliere il valore tra quelli usati per classificare gli MP3
secondo lo standard TAG ID3 V2 tramite il pulsante
.
Per quanto riguarda i campi Titolo ed Artista invece, si ha la possibilit di sfruttare una
consuetudine che si andata affermandosi negli ultimi anni, che quella di indicare nel nome
del media file, il nome dell'artista separandolo dal titolo con un trattino o inserendolo tra
parentesi: tramite le opzioni previste nella casella combinata, sar possibile applicare ai media
files in anteprima il metodo appropriato per la separazione e la giusta valorizzazione dei due
campi.
Questo pulsante consente di ripristinate il titolo originale dei media files
selezionati, qualora le elaborazioni eseguite non dovessero soddisfare le proprie aspettative.

2.3 Caricamento basi con 'Drag & Drop'


Per utilizzare la tecnica di Drag & Drop sufficiente aprire una cartella dell'hard disk tramite le
funzioni del sistema operativo Windows (menu Start > Esplora Risorse, ecc. ecc.); individuare
la cartella dell'hard disk che contiene i media files da aggiungere al Catalogo e selezionare i
files con uno dei metodi conosciuti (Click, Shift+Click, Ctrl+Click, ecc.), quindi trascinarli sulla
griglia di Hi-Play. Se l'operazione di Drag e Drop sar stata eseguita correttamente, si aprir la
finestra di Elaborazione e Convalida Songs descritta precedentemente al par. 2.2.1.

-8-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
2.4 Caricamento basi da Media Explorer
Il Media Explorer, attivabile tramite l'apposito pulsante
una delle principali
modalit di lavoro del Songs Control e consente di effettuare tutta una serie di funzioni (tra cui
anche il playing) utilizzando i files direttamente dalla loro locazione fisica (cartelle dell'HD,
cartelle residenti su chiavette USB, CD, ecc..). A differenza delle funzioni precedenti,
consente di effettuare ricerche e visualizzare media files anche di cartelle differenti:

E ora possibile navigare su qualsiasi unit disco gestita dal PC, usufruendo di particolari
funzionalit disponibili tramite gli appositi controlli previsti:
Questa casella combinata consente di selezionare un
particolare tipo di media-file (solo MID, solo MP3, ecc.)
altrimenti la griglia principale visualizzer tutti i media-files
(MIDI/Audio/Video) gestiti da Hi-Play Pro.
Da notare che Hi-Play Pro memorizza per ciascun tipo di
media-file lultimo percorso visitato, per cui sar sufficiente
scegliere uno dei formati in elenco per posizionarsi
automaticamente su tale percorso.

Tramite il controllo ad albero visualizzato a sinistra


possibile scegliere lunit disco e la cartella da esaminare
mentre il pulsante
ha la utilissima funzione di lanciare la
scansione della cartella scelta e delle eventuali sottocartelle
presenti e di mostrare nella griglia tutti i media-files
corrispondenti alla selezione impostata. In pratica se ci si
posiziona su C:\ e si preme questo pulsante, avremo in
griglia tutti i media files gestibili da Hi-Play Pro, pronti per
essere riprodotti o inseriti nel repertorio in un solo
passaggio !!!!
2.3.1 Per inserire nel repertorio i media-files visualizzati nella
griglia sufficiente selezionarli tramite le diverse possibilit
previste: F4 per selezionare un singolo file, Ctl+T per selezionare tutti i files, shift click sul
pulsante a sinistra della prima colonna per selezionare un intervallo continuo di files o
Ctl+Click sempre sul pulsante a sinistra della prima colonna per aggiungere alla selezione
-9-

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
esistente il singolo file, quindi premere il pulsante
per avviare la finestra di
Elaborazione e Convalida Songs descritta precedentemente al par. 2.2.1.

2.4 Caricamento basi da unit removibili


Il caricamento delle basi da unit removibili (Floppy Disk, CD, Memorie USB, ecc.) consiste
praticamente nel copiare i media-files in una cartella dellhard disk, quindi inserire le basi nel
repertorio con il nuovo percorso che tali files hanno assunto dopo la copia. Per effettuare
automaticamente le due operazioni seguire le seguenti indicazioni:

Premere il pulsante
modalit Media Explorer;

dalla barra comandi del Songs Control per entrare in

individuare drive e cartella di origine tramite il controllo ad albero sulla sinistra;

individuare i media file da inserire nel Repertorio e selezionarli con le modalit gi


descritte nel par. 2.3.1

cliccare il pulsante
e individuare la cartella di destinazione tramite la finestra
di dialogo proposta successivamente:

La presenza del flag


consentir di attivare, a fine copia,
la finestra di Elaborazione e Convalida Songs, descritta precedentemente al par. 2.2.1.

- 10 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

3. Il Songs Control
Il Songs Control pu essere considerato a tutti gli effetti il cuore dellambiente operativo di HiPlay Pro e lo differenzia dalla quasi totalit di software pi o meno simili che si possono
trovare in giro, sia freeware/shareware che commerciali.
Ha lo scopo di gestire i media-files e tutti i parametri ad essi collegati, in modo da fornire al
Player Control tutte le informazioni necessarie alla corretta riproduzione della Song, cos come
predisposto dal musicista/intrattenitore.
E utilizzabile in due principali modalit, ciascuna collegata ad uno dei due pulsanti posizionati
in alto a sinistra:
[Nessun Pulsante Attivo]:

Modalit Repertorio/Catalogo
Modalit Media-Explorer
Modalit Virtual Live Band (VLB)

Con esclusione della modalit VLB dove vengono trattati esclusivamente file con estensione
.hps e .sty (MIDI Styles), tutte le altre modalit sono in grado di gestire indifferentemente i
seguenti tipi di media-files:
MIDI:
Audio:
Video:
Varie:.

.mid, .kar, .hps (Hi-Play Styles), sty (Yamaha Styles)


.mp3, .wav, .wma (windows media audio) e .cda (CD audio track)
.mpg, .avi (video generico), .mp4, .flv (flash video), wmv (windows media video)
.bmp, .jpg, .txt (Testo Ascii)

3.1 Modalit Repertorio

E la modalit di default (predefinita) del Songs Control e consente di organizzare e gestire


con estrema semplicit, migliaia e migliaia di media-files, cos come richiesto oggi dai moderni
musicisti di pianobar o dai karaoke entertainers.
Ad ogni Song del Repertorio, rappresentata dalla singola cella della griglia (o dalla singola riga
in Edit Mode) associata come informazione primaria il percorso del Media-File da riprodurre,
oltre ad alcune informazioni di carattere informativo (Titolo, Interprete, Autore, Stile, Categoria,
ecc.) utili per effettuare ordinamenti, selezioni e ricerche, ed altre di tipo operativo (Tempo +/-,
Tonalit +/-, Volume +/-, Battuta Inizio, Battuta Fine, ecc.) che serviranno a far suonare il
media-file secondo le esigenze del musicista o della performance in genere.

- 11 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Un altro punto di forza inoltre, costituito dalla possibilit di gestire una illimitata quantit di
Playlist (o "Scalette") in modo da poter pianificare a proprio piacimento ogni tipo di evento
(p.e. Inizio serata, Fine serata, Intervallo Caff, Pausa Foto, Balli di Gruppo, ecc.). Da tener
presente che parecchi dei parametri operativi impostabili per ogni song, sono addirittura
variabili nelle diverse scalette, offrendo quindi la possibilit di creare delle particolari scalette
per un determinato cantante o per lesecuzione con determinati musicisti (p.e. Canta Luisa,
Suona Mario e Giovanni, ecc.).
l'area di lavoro di questo controllo suddivisa in tanti rettangoli che contengono le principali
informazioni relative alla Song: 1a riga Interprete, 2a riga Titolo, 3a riga Transpose, Categoria,
Stile. La dimensione dei rettangoli viene stabilita automaticamente in funzione della
dimensione del carattere prescelto, modificabile dal menu Impostazioni > Altre Preferenze. Lo
scorrimento, esclusivamente orizzontale, pu avvenire con il mouse o con i tasti freccia e Pag
Su / Pag Gi. Dal menu Impostazioni > Altre Preferenze possibile variare la dimensione delle
singole celle della griglia, impostando una dimensione maggiore o minore del carattere del
testo.
Il pulsante
(tasto F3) consente di
visualizzare, alla sinistra della griglia, una serie di
pulsanti che, quando cliccati, sostituiscono il contenuto
della griglia con quanto rispettivamente indicato.
Tramite il tasto F5 possibile commutare da Songs ad
Artisti, da Artisti a Categorie, e cos via con Stili e Play
Lists.
Una volta effettuata la scelta del gruppo (p.e. Artisti), e
di un particolare elemento del gruppo (p.e. Battisti),
vengono visualizzate tutte le Songs classificate con
tale elemento.
Con il tasto Esc si pu ritornare alla scelta sul gruppo.

- 12 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.2 Altri controlli del Songs Control
Questo pulsante (tasto F8) consente di mostrare la finestra Leggio, contenente
Testo ed Accordi sincronizzati relativi alla Song corrente:

Tramite i controlli previsti, possibile diversificare il tipo di carattere (Font) tra Testo ed Accordi
e scegliere la dimensione ottimale per entrambi. Per gli accordi anche possibile scegliere un
colore diverso dal nero del testo.
La funzione Special Play, attivabile tramite i tasti Ctrl+Invio (o Ctrl+Doppio Click) sulla
Song da riprodurre (Catalogo o Media Explorer), consente di cambiare al volo, in maniera
provvisoria o definitiva, Tonalit, Tempo e Volume, ed i valori di Inizio e Fine di una Song:

Nel caso in cui l'origine della Song sia il Catalogo, sar anche possibile salvare i valori
preimpostati, per le future riproduzioni. Per gli utilizzatori della configurazione DJ Live, sar
anche possibile scegliere di far riprodurre il brano dal player della sezione opposta (Play DJ).
Per riprodurre il brano nella sezione opposta a quella corrente, stato anche previsto il
comando da tastiera Shift+Invio.
- 13 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
La funzione No-Stop Playing utilie per riprodurre una sequenza di Songs senza
interruzioni: viene attivata la seguente finestra di dialogo:

Tramite la casella Mode si scegli la modalit di No-Stop Playing, tra Stop/Start e Fade-In/FadeOut. L'opzione Auto DJ disponibile solo per gli utilizzatori della configurazione DJ Live e
consente di eseguire contemporaneamente il Fade-Out del brano uscente ed il Fade-In del
brano entrante. Il Pre-End Time il valore che servir a sfumare i brani in dissolvenza prima
del loro termine naturale. Uscendo dalla funzione tramite il pulsante Exit non si effettua alcuna
variazione rispetto allo stato precedente mentre con Disattiva o Attiva No-Stop si modifica lo
stato della funzionalit. N.B.: possibile impostare questa funzionalit anche durante il playing
di un brano gi avviato.

Sdoppiamento e massimizzazione Songs Control


Per sfruttare al meglio lo spazio video a disposizione dei moderni PC/Notebook, che si sono
ormai standardizzati sulle proporzioni di 16/9, ora possibile sdoppiare (tasti \ e shift + \ ) e/o
massimizzare (tasto ^) il Songs Control tramite i pulsanti posti in alto a destra dello stesso:
Lo sdoppiamento (tasto \ ) consente di aggiungere un nuovo Songs Control a fianco di quello
esistente. Il nuovo oggetto, completamente indipendente da quello originario, potr contenere
lo stesso repertorio o uno diverso, una play-list uguale o differente a quella originaria, il media
explorer o il V-Live Band. E' possibile spostarsi da un Songs Control all'altro tramite il tasto >.
N.B.: Non usare il tasto Tab in quanto gestito autonomamente dal sistema.
Anche il Karaoke Control, tramite i pulsanti
(tasto Shift + \ ), consente di
massimizzare la propria altezza o dimezzare l'ampiezza facendo posto ad un nuovo Songs
Control, per cui sar possibile disporre contemporaneamente di 3 fonti di scelta delle Songs da
eseguire. Le varie combinazioni di sdoppiamento e massimizzazione sono numerose e le
figure che seguono rappresentano solo due esempi di combinazioni possibili:

- 14 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

La massimizzazione del controllo consente invece di espandere lo stesso, andando a


sovrapporsi allo spazio occupato dal Karaoke Control:

- 15 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

(o tasto F2) questa casella combinata consente di effettuare rapide


ricerche sia in modalit Repertorio che Media-Explorer: la ricerca avviene
per default considerando il titolo della Song; nelle modalit Repertorio anche possibile
commutare la ricerca su Interprete, Categoria o Stile premendo ancora F2 fino a veder
comparire nella casella il nome del parametro di ricerca desiderato.
nome del file Repertorio in
uso: tramite il pulsante (o un
doppio click sul nome) possibile caricare un Repertorio diverso da quello corrente.
La funzione di questo pulsante sempre quella di consentire di aggiungere Songs
nel repertorio; tuttavia ci sono due tipi di funzionamento a seconda che venga
attivato in modalit Repertorio o Media-Explorer: nel primo caso si attiver il Caricamento basi
da Cartelle su Hard Disk descritto al par. 2.2 mentre nel secondo il caricamento basi da MediaExplorer descritto al par. 2.4.
La funzione di questo pulsante, gi parzialmente esaminata nel paragrafo 2,
consiste nel dare la possibilit di aggiungere o modificare le Songs del repertorio ed
i relativi parametri di playing. La griglia centrale assume un look diverso, mostrando una riga
per ciascuna Song con tante colonne quanti sono i parametri previsti.
(o Ctrl Su/Ctrl Gi): consentono di spostare il cursore della griglia rispettivamente alla
song precedente o successiva; viene eventualmente eseguito lo stop della song in
play ed avviata la nuova song.
(o tasto J) E attivabile solo in modalit Repertorio e va premuto dopo aver selezionato
un numero qualsiasi di Songs per creare una scaletta immediata (sequenza prestabilita
di songs).
Song(s) Loop: se il pulsante No-Stop disattivato, verr ripetuto illimitatamente il brano
corrente, altrimenti il loop sar riferito alla lista (terminato l ultimo brano della lista il
playing riprender dalla prima).

(Tasti Ctrl+E) Consente di entrare in editing diretto della griglia: in modalit


Repertorio si potranno modificare tutte le informazioni delle varie colonne della
griglia (Titolo, interprete, Tonalit, Tempo, ecc.) mentre in modalit Media-Explorer si potr
modificare solo il contenuto della colonna Files che equivale a rinominare il file. N.B.:
Attenzione a non modificare i nomi dei files dopo averli importati nel repertorio .
(Ctrl+D) Vengono eliminate le righe selezionate (per la selezione delle righe
vedere par 2.3.1); nel caso di Media-Explorer vengono praticamente eliminati i files
dallhard-disk mentre in modalit Repertorio vengono cancellati solo i riferimenti della Song
(Titolo, Interprete, percorso del file, ecc.) ovvero il contenuto descrittivo della riga. Per
eliminare anche i files in modalit Repertorio necessario utilizzare il controllo descritto di
seguito.
Utile solo in modalit Repertorio per eliminare contemporaneamente i riferimenti
alla Song ed il file indirizzato.
Questo utilissimo pulsante ha la funzione di aggiornare i MIDI Files originari,
memorizzandovi allinterno le informazioni relative a titolo, autore, interprete,
categoria e stile assegnate alle songs. Anche se le specifiche MIDI lo prevedono infatti, i MIDI
Files sono quasi sempre sprovvisti di tali informazioni (o le contengono in maniera non
- 16 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
omogenea), che bisogna quindi integrare manualmente; le informazioni che digitiamo o
modifichiamo nella griglia pero', rimangono separate dai MIDI Files fino a che non eseguiamo
questa operazione. Loperazione pu essere ripetuta a piacere in quanto provvede il
programma ad aggiornare solo i MIDI files non aggiornati. N.B.: tenere aggiornati i MIDI files
con questa funzione pu consentire in qualsiasi momento, di ricostruire interamente il data
base in maniera completamente automatica.
Come gi visto nel par. 2.5, tramite questa funzione possibile copiare i files
corrispondenti ai records selezionati in una qualsiasi destinazione (dischetto, altra
cartella o percorso, ecc.) da specificare nella successiva finestra di dialogo.
Tramite questo pulsante (non attivo in modalit Media-Explorer) si accede ad una
sezione di modifica approfondita della Song, come spiegato nei successivi
paragrafi.

- 17 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.1.2 Personalizza Song
Tramite il pulsante
possibile accedere ad una finestra dedicata alle
personalizzazioni effettuabili sulla Song:

3.1.2.1 Song Info


Questa prima sezione ripropone, in veste pi comoda rispetto alla modalit griglia, la
possibilit di modificare le informazioni descrittive della Song:
[Titolo][Interprete][Autore][Categoria][Stile] Questi campi alfanumerici sono a completa
disposizione dellutente per la catalogazione del media-file; ognuno di tali campi consentir
nelle fasi di ricerca/selezione/ordinamento, di rendere immediatamente disponibile il brano o
linsieme dei brani da eseguire (vedi par. 3.2 Modalit Repertorio Lista ad albero).
[Percorso File] Questo campo costituisce il vero e proprio indice (o puntatore) al file affettivo
che verr suonato; viene solitamente assegnato in fase di caricamento automatico del data
base, ma ovviamente possibile rettificarne il contenuto facendo naturalmente attenzione alla
validit del nome del file.
[Durata/Tracks/Time/Tempo/Key] Anche questo gruppo di campi viene solitamente
assegnato automaticamente durante il caricamento dei files nel Repertorio (vedi opzione
Leggi MIDI file Info) ma possibile comunque variarne il contenuto, che ha un valore
puramente descrittivo delle caratteristiche del MIDI file. Da segnalare che la Durata espressa
in Battute nel caso di MIDI file e in Minuti:Secondi nel caso di Audio file.
[Tipo] In caso di file MIDI contiene i valori 0/1 a seconda del tipo di MIDI file; in tutti gli altri casi
possono comparire le lettere KCM che stanno rispettivamente per Karaoke, Chord (accordi) e
Markers (locatori) per indicare che la Song contiene (o collegato ad un file che contiene)
eventi di quel tipo.

- 18 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
[Xmm] (Extended Multimedia/MIDI Message list) Questo campo contiene il valore 0 (zero) nei
casi normali ed il valore -1 se alla Song abbinata una lista di eventi XMM; per maggiori
informazioni consultare il paragrafo 3.1.2.3 (XMM Event List).

per il campo contenente il percorso completo del media-file (File Path) disponibile un
pulsante che attiva la finestra di navigazione per individuare in maniera sicura e precisa il
media-file collegato.

Questa opzione consente prevalentemente di gestire il testo karaoke (Lyrics) per i media-file
Audio/Video che non prevedono la memorizzazione di tali informazioni al proprio interno
(WAV, WMA, AVI, ecc.). In questi casi, viene creato in file MIDI che ha lo stesso nome del file
audio e risiede nella stessa cartella di questultimo, e che contiene esclusivamente messaggi
di questo tipo (testo, accordi e locatori).
N.B. Il formato MP3 prevede di contenere al proprio interno il testo karaoke (standard Lyrics3
V. 2 Tag), ma non consente la gestione di accordi e locatori, pertanto se si vogliono gestire tali
informazioni necessario anche per i files MP3 attivare questa opzione durante il salvataggio
(par. 3.2.1.2).

Questa opzione invece, abilita (o disabilita) la Song alla gestione della lista XMM, ovvero una
lista di eventi multimediali esterni e sincronizzati con il media-file; per la descrizione dettagliata
delle funzionalit si rimanda al par. 3.1.2.3.
Questi due controlli (ed i corrispondenti tasti della tastiera) consentono di
spostarsi rispettivamente al precedente/successivo record del data base.

- 19 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.1.2.2 Lyrics/Chord/Markers
Questa sezione dedicata invece alla gestione del testo karaoke (lyrics) degli accordi (chords)
e dei locatori (Markers).

Se il testo memorizzato allinterno del file secondo uno degli standard gestiti, oppure
collegato tramite un file .MID esterno (vedi par. 3.1.2.1) esso viene immediatamente
visualizzato, altrimenti possibile digitarlo ex-novo, importarlo e/o modificarlo secondo
necessit. Hi-Play Pro gestisce, in memorizzazione, la sola sincronizzazione riga per riga; per
la colorazione delle sillabe (Tune1000/Softkar/Gem GMX) necessario ricorrere ad altri
strumenti pi specializzati come Hi-Play Tools.

Questo controllo, posizionato in alto a destra della finestra testo, consente di scegliere il tipo di
testo da gestire; ricordiamo che se stiamo trattando un file MP3 e si sceglie di salvare in
modalit MP3 (allinterno del file) questo controllo non sar visibile in quanto non sar possibile
gestire accordi (chord) e locatori (markers).
Per entrare/uscire dalla fase di modifica del testo; il cursore della griglia diventa un
rettangolo vuoto per indicare la possibilit di intervenire sul contenuto di ciascuna
riga. E possibile modificare/inserire sia il testo che il valore di sincronizzazione (nella
colonna a sinistra; per inserire righe (vuote) allinterno di un testo va premuto il tasto [Ins];
Per salvare il testo ed i rispettivi valori di sincronizzazione, nella modalit specificata
nel controllo Salva In. ll salvataggio nel MIDI File avviene attraverso il "Meta Evento
LYRYC": le righe di testo vengono precedute dal simbolo "<" mentre gli accordi dal simbolo
"%"; se il MIDI File in formato 1 vengono create tre tracce distinte denominate
rispettivamente "Hi-Play Text", "Hi-Play Chords" ed Hi-Play Markers; se il MIDI file in
formato 0 invece, gli eventi vengono ovviamente miscelati insieme a tutti gli altri.
Per importare il testo prelevandolo da un file ASCII (.txt); il nome del file viene
richiesto in un passo successivo tramite una finestra di dialogo standard. Unica cosa
da tenere presente che le righe degli accordi devono essere precedute dal carattere
| (ASCII 124); nella directory di Hi-Play presente un semplicissimo file chiamato
IMPORT.TXT apribile con un qualsiasi editore di testi (p.e. Blocco Note di Windows) che
- 20 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
contiene un breve ma significativo esempio di come pu essere strutturata la scrittura di testo
e accordi pronti per limportazione.
Per esportare il testo in un file ASCII (.txt) esterno; il nome del file viene richiesto in un
passo successivo tramite una finestra di dialogo standard.
Per ricaricare il testo dal file. Pu essere utile qualora le eventuali modifiche apportate
non soddisfano le necessit e si vuole ripartire dalla situazione memorizzata nel file.
Per entrare nella fase di sincronizzazione musica-testo; i pulsanti in alto vengono
sostituiti con quelli della fig. del par. 3.2.2.2a seguente.
Pulsante di uscita dalle funzionalit Lyrics/Chord/Markers.

3.1.2.2a Sincronizzazione di una Song

Tramite i due pulsanti possibile riposizionare il brano allinizio (rewind)


mentre il secondo attiva il playing veloce (fast forward). Il display mostra la
posizione corrente della riproduzione.
Per avviare/fermare la riproduzione del brano da sincronizzare (tasto Barra
Spazio).
Premere questo pulsante (o Invio) per sincronizzare la riga corrente: al click
del pulsante viene assegnato il valore di sincronizzazione, corrispondente
alla posizione della song.
Premendo questo pulsante (o il tasto [Freccia Gi]) il cursore si sposta alla
riga successiva, assegnando il valore di sincronismo corrente alla nuova
riga.
Questo pulsante consente di effettuare delle variazioni generali sulla
sincronizzazione del testo tramite l'incremento o il decremento di un numero
stabilito di unit su tutte le righe; utile per ritoccare in maniera globale,
sincronizzazioni gi esistenti, che risultino leggermente sfasate rispetto al
funzionamento di Hi-Play.
Attivando questo pulsante e riavviando la song si ha la possibilit di testare
il risultato della sincronizzazione effettuata analizzando il movimento del
cursore rispetto allo scorrimento della musica.

- 21 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

Terminato il lavoro di sincronizzazione, questo pulsante ci riporta alla fase


precedente dove sar possibile eventualmente ritoccare manualmente i
valori di sincronizzazione e salvare il lavoro svolto.
Ricapitolando, le operazioni da effettuare per sincronizzare ex-novo una song sono le
seguenti:
- Posizionare la Song allinizio (pulsante rewind);
- Posizionare il cursore della griglia sulla prima riga della Song;
- Avviare la Song (Play);
- Premere Invio (pulsante Sync row) quando lorecchio suggerisce di colorare la riga
corrente;
- Premere [Freccia Gi] (o il pulsante Sync Next) tutte le volte che lorecchio ci
suggerisce di colorare la riga successiva fino allultima riga del testo.
- Fermare il playing della Song, testare la validit della sincronizzazione e ripetere la
sincronizzazione di eventuali righe sincronizzate male (n.b. Doppio Click su una riga
gi sincronizzata consente di far saltare il playing alla posizione di sincronizzazione di
quella riga);
- uscire dalla sincronizzazione e salvare.

- 22 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

3.1.2.3 XMM Event List

Si tratta di una delle funzionalit pi esclusive di Hi-Play Pro ed offre la possibilit di


aggiungere/sovrapporre alla normale sequenza di un MIDI file (prossimamente anche per i file
AUDIO), una lista aggiuntiva di messaggi, sia di tipo MIDI che di tipo Multimediale. I messaggi
MIDI della XMM, a differenza di quelli contenuti nel MIDI file, possono essere indirizzati su
qualsiasi porta disponibile (Midi Out). Tramite questi messaggi possibile per esempio
cambiare in sincronia con l'esecuzione del MIDI file, i Program Change, i Controller Change o
le impostazioni della tastiera del musicista, impostare gli effetti del chitarrista,
accendere/spegnere o pilotare luci (ovviamente tramite light MIDI controller), ecc.. Tramite i
messaggi di tipo Multimedia invece, possibile, sempre in sincronia con il MIDI file, impostare
particolari immagini nel maxi-karaoke, lanciare delle sequenze Wave/MP3 durante
l'esecuzione del MIDI file (ottenendo p.e. effetti di coro, controcanto, percussioni, suoni e
rumori vari, ecc.).
Per capire meglio quello che sono le potenzialit di questa funzione, si consiglia di esaminare
attentamente gli esempi in dotazione (come quello mostrato in figura).
Per inizializzare lelenco eliminando una eventuale lista preesistente.

Consente di aprire una lista xmm gi esistente per riadattarla p.e. al file corrente;

Per salvare la lista corrente nel relativo file.

Per salvare la lista xmm con un altro nome, in modo da poterla utilizzare, per
esempio, per un altro MIDI file.

- 23 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Per entrare in variazione generica della lista; in questo caso i campi vengono
modificati senza alcun controllo o supporto del programma.
Questo pulsante consente di inserire un nuovo messaggio alla lista xmm corrente.
Linserimento guidato da una finestra che semplifica la scelta e le impostazioni del
messaggio XMM.
Tramite questo pulsante si entra invece in modifica guidata; l'inserimento/modifica
dei messaggi avviene tramite un'interfaccia che consente di scegliere e configurare i
vari messaggi possibili con la massima semplicit:

Quello mostrato in figura un esempio di Nota On, e come si pu vedere veramente


facile definire i dettagli tecnici di tale messaggio.
La casella Position individua il punto nel quale verr eseguito il messaggio; il valore di
tale casella espressa in Battute/Quarti/Ticks ed ovviamente deve essere compreso tra
000:0:000 e il valore di fine del MIDI file.
Il controllo Port individua invece una delle unit di Output MIDI cos come sono state
ricodificate nellapposita tabella presente nel MIDI Setup.
La lista di opzioni "Event Type" ci consente di scegliere tra il tipo di messaggio da
gestire: MIDI da Note On a Sysex, MCI o Immagine al Maxi Karaoke.
Ci soffermeremo su qualche esempio pi significativo per le tre categorie di messaggi e
precisamente:
MIDI - Program Change
Con un messaggio MIDI di tipo Program Change
possibile impostare/cambiare lo strumento di
esecuzione su di un dato canale MIDI; in questo
caso il programma chiede il canale sul quale
impostare lo strumento e quale strumento
impostare (Data 1); lo strumento (GM) si pu
scegliere tramite il combo-box preposto. Per ottenere suoni relativi ai formati GS/XG
ecc., necessario combinare messaggi di tipo Controller Change e Program Change;
- 24 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
per le spiegazioni dettagliate sull'argomento si rimanda alle guide di riferimento relative
ai moduli sonori.
MCI Multimedia Control Interface
Sono dei particolari comandi strutturati con un
linguaggio di tipo discorsivo (purtroppo in inglese)
tramite i quali possibile pilotare il player
multimediale di Windows. L'unico parametro
richiesto in questo tipo di messaggio in pratica
una frase codificata che descrive l'operazione
che vogliamo fare: Il messaggio pi semplice che
pu far capire la struttura e la potenza di questa interfaccia multimediale pu essere per
esempio: Play Pippo.Wav
Che pu essere tradotto in "suona il file pippo.wav". Nel contesto operativo di Hi-Play,
nasce per la necessit di intervento automatico del programma su certe azioni
dell'utente: p.e. se l'utente preme il tasto stop mentre sta suonando sia il file MIDI che il
file wave, il programma deve intervenire anche sul file wave mettendolo in pausa, cos
come quando l'utente riavvia il playing, deve essere riavviato anche il file wave, ecc.
Per fare in modo che Hi-Play possa intervenire opportunamente durante le azioni
dell'utente, necessario complicare un po' la sintassi dei comandi introducendo la fase
di apertura e chiusura del File, e definendo un cosiddetto Alias che consentir,
qualunque sia il file .wav o .mp3 che faremo suonare, di essere individuato da Hi-Play
sempre con lo stesso nome. Per far suonare un file .wave inseriremo quindi una riga di
comando tipo:
OPEN c:\hiplay\waves\pippo.wav TYPE WAVEAUDIO ALIAS mediafile
Questo comando consentir ad Hi-Play di individuare il file indicato come tipo wave
(waveaudio) e con il nome convenzionale mediafile nelle fasi in cui dovr intervenire
automaticamente. Inoltre eliminer il tempo di caricamento del file rendendolo pronto a
suonare quando lo riterremo opportuno.
PLAY mediafile
Questo comando andr inserito nel punto in cui vorremo far partire effettivamente il
playing del file wave.
Al termine del playing potremo invece chiudere il file tramite il comando:
CLOSE mediafile.
Tra le informazioni utili estratte dalle guide di riferimento di MCI bisogna ricordare che i
file .mp3 vengono visti come di tipo MpegVideo, per cui il precedente esempio, diventa:
OPEN c:\hiplay\waves\pippo.mp3 TYPE MpegVideo ALIAS MediaFile.
Per utilizzare correttamente queste pratiche si consiglia di far riferimento agli esempi in
dotazione che dovrebbero essere sufficienti a coprire le esigenze tipiche di questo tipo di
utilizzazione.

- 25 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Maxi Kar Display / Performer Kar Display
I messaggi di questo tipo sono i pi semplici in
quanto basta specificare nella casella di testo, il
percorso del file che contiene l'immagine da
visualizzare (o anche il video nel caso di MaxiKar); anche previsto un pulsante che attiva la
finestra di dialogo del Windows che guida nella
ricerca del file.

Per eliminare il messaggio corrente dalla lista xmm.

Per annullare l'ultima operazione eseguita sulla lista.

Uscita dalla funzionalit di gestione Lista XMM.

- 26 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.2 Modalit Repertorio - Edit Mode (Tree View)
Tramite i pulsanti sopra rappresentati, si entra in modalit completa di modifica del
Catalogo/Repertorio. Si tratta di una rappresentazione graficamente diversa da quella iniziale,
ma sotanzialmente simile, con la quale possibile, oltre a poter effettuare le stesse operazioni
di riproduzione delle Songs, modificare il contenuto dell'intero Catalogo/Repertorio o delle
singole scalette.

Il riquadro di sinistra consente di scegliere il gruppo di Songs corrispondenti alle diverse


opzioni (Interpreti, Categorie e Stli) o la scaletta da eseguire o modificare. Il contenuto dei
gruppi non modificabile direttamente, ma attraverso i rispettivi campi delle le singole Songs
memorizzare.
3.2.1 Gestione Scalette (Play-List)
Per operare in modifica sulle scalette bisogna utilizzare il Click Destro del mouse sul riquadro
di sinistra, che attiva un Pop-Up Menu con le seguenti opzioni:

Nuova Scaletta: con il Click Destro su Scalette o Songs Catalog il Pop-Up menu
consente di scegliere solo l'azione specifica. Proseguendo, verr richiesto il nome della
nuova scaletta e, confermando, verr creata una nuova scaletta vuota che verr
aggiunta all'elenco esistente. Per inserire la sequenza di Songs nella nuova scaletta
sar necessario procedere in modifica, come descritto successivamente.
Salva Scaletta come ... : per duplicare una scaletta al fine di una successiva modifica
con eventuali varianti.
Esporta Scaletta: il contenuto della scaletta viene esportato in un file testo ASCII per
eventuali elaborazioni esterne (p.e. stampa, incolla su altri documenti, ecc.)
Modifica Scaletta: con il Click Destro su una scaletta in elenco sar possibile scegliere
se modificare o eliminare la relativa scaletta (viene richiesta una conferma). In caso di
modifica, il Songs Control si modifica come segue:

- 27 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

il riquadro di sinistra contiene ora l'elenco delle Songs che compongono la scaletta,
nell'ordine di esecuzione (o nulla nel caso di una nuova scaletta), ed una serie di
pulsanti che consentono le seguenti azioni:
per includere nella scaletta la Song correntemente evidenziata nel riquadro sinistro;
per eliminare la Song selezionata dalla scaletta in modifica;
per includere nella scaletta tutte le Songs selezionate nel riquadro di destra;
per spostare la Song corrente su o gi, nell'ordine di esecuzione desiderato;
per salvare la scaletta cos come configurata;
per usscire dalla fase di modifica scaletta.

NB: si ricorda che possibile creare nuove scalette o aggiungere nuove Songs a scalette gi
presenti in elenco, durante la fase di Aggiornamento Repertorio (par. 2.2.1 Elaborazione e
Convalida Songs).

- 28 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.3 Media Explorer
Il Media-Explorer di Hi-Play Pro si rivela uno strumento potente ed indispensabile sia nelle fasi
di preparazione e manutenzione del repertorio, che nelle fasi operative live.

Grazie alla funzionalit dei controlli standard previsti, come gi descritto al par. 2.4, possibile
navigare ed esplorare il contenuto di qualsiasi unit di memorizzazione interna (hard-disk) o
esterna (Floppy-disk, CD, flash drive, ecc.), ascoltare i media-file, copiarli, rinominarli,
eliminarli, effettuare ricerche e selezioni, scansioni, e quindi inserire i brani desiderati nel
repertorio corrente.
Particolare
attenzione
merita
il
pulsante che consente di effettuare una
scansione completa della cartella selezionata ed individuare tutti i media-files contenuti anche
in eventuali sottocartelle. Posizionandosi per esempio nella cartella principale dellhard disk
(solitamente c:\) e con la selezione del tipo media-file non attivata [*.* (MIDI/Audio/Video))] si
otterr, dopo qualche secondo/minuto di elaborazione, lelenco di tutti i media-files presenti
sullhard-disk e gestibili da Hi-Play Pro.

- 29 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.4 Virtual Live Band
Si tratta della parte sicuramente pi originale di tutto il progetto Hi-Play Pro e consente di poter
eseguire tutta una serie di funzionalit difficilmente riscontrabili in altri software simili.
Premendo lapposito pulsante, la parte centrale del Songs Control apparir pressappoco cos:

Iniziamo premettendo che le funzionalit di questa sezione di Hi-Play si basano sulluso di


particolari media-files denominati Styles, individuabili fisicamente con le estensioni .HPS (HiPlay Styles) e .STY (Styles Yamaha); si tratta tecnicamente di standard MIDI files con una
particolare struttura a blocchi (o parti), la cui elaborazione armonica in tempo reale consente
di ottenere i risultati voluti. Essendo unopzione disponibile solo per gli utenti della edizione DJ
Live, gli stili sono presenti solo nel CD di installazione di tale versione e vanno installati
separatamente, altrimenti saranno disponibili solamente quelli demo. Per quanto riguarda gli
styles Yamaha, non viene assicurata alcuna compatibilit di comportamento a causa delle
svariate versioni che si trovano in giro, ciascuna legata alla tastiera di appartenenza. Per
ottenere il massimo delle soddisfazioni consigliabile editare con un MIDI sequencer i files
.STY trasformandoli in .HPS facendo riferimento allappendice B (il lavoro abbastanza
semplice e poco impegnativo).
Linstallazione degli styles crea nella cartella di installazione di Hi-Play 6 (solitamente
C:\HiPlay6), delle ulteriori sottocartelle corrispondenti ad altrettante categorie di styles: sono
quelle che vediamo elencate nella prima lista a sinistra. Un doppio click su una delle categoria
consente di caricare nella lista a fianco (colore Verde) lelenco degli stili disponibili per la data
categoria. Se per curiosit si vuole verificare il contenuto musicale nudo e crudo di tali files,
sufficiente individuarli con il Media-Explorer e mandarli in esecuzione .

- 30 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.4.1 VLB Player Control
Un doppio click (o Invio) su uno degli stili in elenco (p.e. scegliamo il CHACHA2 dalla categoria
DEMO) ed il Player Control assumer la grafica prevista per la gestione degli stili:

A questo punto, premendo


dovremmo ascoltare, tramite il modulo sonoro MIDI, una
corrispondente sequenza ritmica in loop, tipica di un famoso Cha-Cha (solo batteria). Vediamo
cosa succede cliccando invece sugli altri pulsanti disponibili ..
Dopo un breve stacchetto ritmico (o fill-in) dovremmo udire una variazione ritmica
rispetto alla sequenza precedente, ma sempre attinente al famoso Cha-Cha: siamo
passati al Part B (ritornello) previsto dallo style (Il led del pulsante
indicare che in esecuzione il Part B).

si accende per

Altro stacchetto e si ritorna al ritmo originale (o Part A) ed il led del pulsante


ritorna spento indicando quindi che in esecuzione il Part A
Il playing passa dal Part A (base) al Part B (Ritornello) senza stacchetti di
introduzione o viceversa, a seconda che stia suonando il Part A o il Part B;
Viene eseguito una particolare sequenza individuabile acusticamente come Finale
del Cha-Cha, quindi il player va in Stop.
Questo pulsante attiva una sequenza che solitamente va utilizzata come
introduzione; se il player in Stop va premuto il pulsante di Start per far partire il
Play dello stile. In ogni caso, al termine di questa parte andr in esecuzione automaticamente
il Part A o il Part B a seconda dello stato del relativo pulsante: se il led spento, il Part A, se
acceso il Part B.
Tramite questo esempio abbiamo visto come ottenere, dal VLB di Hi-Play Pro una vera e
propria Batteria Elettronica Automatica; vediamo cosa succede con gli altri pulsanti non
ancora utilizzati:
Premendo questo pulsante ed avviando nuovamente lo Style noteremo
immediatamente la differenza: si sono aggiunti Basso, e Pianoforte, creando
un sound da vero e proprio accompagnamento musicale; naturalmente possiamo rifare il giro
dei pulsanti gi visti vedendo cosa succede alla musica durante i vari cambiamenti che
richiediamo in tempo reale ..
Anche lattivazione di questo pulsante salta immediatamente allorecchio, in
quanto il risultato quello di attivare ulteriori strumenti musicali che
arricchiranno ancora di pi il sound finale, facendolo assomigliare a quello di una vera e
propria Live Band !!
Lazione di questo pulsante provoca un tipico Break o pausa musicale fino
alla fine della battuta corrente, terminato il quale, riprende normalmente il playing.

- 31 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
A questo punto la Band al completo e con un po di orecchio musicale (cosa che non
dovrebbe mancare a chi utilizza Hi-Play Pro) sar possibile accontentare qualsiasi richiesta
fuoriprogramma che vi dovessero chiedere durante lintrattenimento musicale. Vediamo
come.
Per completare quelle che sono le esigenze necessarie allesecuzione live di un
accompagnamento musicale vero e proprio necessario indicare al motore del VLB, battuta
per battuta, laccordo armonico che deve essere eseguito; naturalmente questa cosa
fattibile facilmente nel caso di canzoni con una struttura semplice come stornellate o canzoni
popolari (basate su due/tre accordi) e quelle melodico classico basate su giro armonico
(quattro/cinque accordi), mentre nel caso di canzoni pi complesse sar necessario conoscere
la sequenza precisa degli accordi e soprattutto fare molta pratica preparatoria. In ogni caso,
per poter utilizzare questo tipo di funzionalit necessario possedere una predisposizione
naturale tanto pi acuta quanto pi complesse sono le canzoni che si vogliono accompagnare.
Per lindicazione degli accordi Hi-Play mette a disposizione due strade: quella grafica, pi
spontanea ed immediata ma poco pratica in certe situazioni in quanto bisogna utilizzare il
mouse, e quella da tastiera, sicuramente pi efficace ma che richiede un po di allenamento.
3.4.2 Modalit Grafica

Tramite il primo pannello si pu gestire laccompagnamento delle canzoni pi semplici, quali


stornellate e canzoni popolari, che generalmente utilizzano il Do (maggiore) ed il Sol (maggiore
o settima) con qualche variante di Fa (maggiore).
Il secondo pannello propone invece i tipici accordi usati nella canzoni basate su
armonico (p.e. Tozzi: Ti Amo, Paoli: Sapore di Sale, Bennato: Il Gatto e la Volpe, ecc.)

giro

Il terzo pannello propone invece una scala armonica utilizzabile per le canzoni pi complesse
dove sicuramente lorecchio non basta pi (salvo i fortunati possessori di orecchio assoluto) ed
magari necessario far riferimento ad una lista scritta.
Oltre agli accordi cos come vengono presentati su ciascun pulsante, inoltre possibile
ottenere delle varianti importanti dellaccordo stesso, cliccando il pulsante in una zona
estrema, secondo il presente esempio:
Spostando il mouse nelle parti estreme del pulsante, sar
possibile ottenere laccordo con la variante corrispondente (p.e.
in alto a sinistra: Do Minore, in basso a sinistra Do Minore
Settima, ecc.)
Naturalmente una volta scelto lo stile pi idoneo (folk, country,
ecc.) ed avviato il player basta cliccare il pulsante relativo
allaccordo e . musica fatta.

- 32 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.4.3 Modalit Tastiera
Per attivare la modalit tastiera necessario premere il pulsante
(tasto F11) che
dissocia i tasti dalle funzioni standard per assumere quelli pi particolari relativi agli accordi
secondo la seguente mappa:

Da notare che per ottenere laccordo (o il cambiamento in modo minore/settima) sufficiente


un solo click sui tasti preposti. Per esempio per passare dal Do Maggiore al Do minore basta
un solo click sul tasto maiuscola (shift); per ritornare alla modalit maggiore va ripremuto il
tasto corrispondente allaccordo (senza shift).

3.4.4 Live Drum


Il quarto pannello del VLB consente invece di accedere alla funzionalit Live Drum (o batteria
live) di Hi-Play Pro:

I pulsanti Drum visibili sul pannello raffigurato a sinistra hanno


come funzione principale quello di elencare labbinamento
tastiera-suono in quanto ovviamente poco praticabili per un
utilizzo live reale.
Da notare la casella a discesa in alto a sinistra che consente
di scegliere il Drum Set (per il momento solo GM) ed il cursore
a fianco per la regolazione del volume.

Premendo invece il pulsante


sar possibile utilizzare la tastiera PC per suonare i
componenti percussivi della batteria secondo il seguente schema:

Con un po di pratica sar possibile in breve tempo improvvisare semplici groove e stacchetti
(fills) con i quali arricchire le performances in esecuzione e stupire i vostri spettatori (e
soprattutto i vs. concorrenti che non utilizzano Hi-Play DJ Live edition) .
- 33 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
3.4.5 SFX Suoni Speciali e Rumori
Lultimo pannello dedicato ai suoni speciali presenti nei moduli sonori MIDI:

Per ottenere il suono/rumore desiderato


sufficiente selezionarlo nel List-Box e premere il
pulsante grande a destra.
Da notare che utilizzando il mouse al centro del
pulsante si otterr il suono corrispondente con
una frequenza media, mentre cliccando in alto o
in basso rispetto al centro il suono diventer
rispettivamente pi acuto o pi grave.
Tramite il controllo Out. Ch. possibile scegliere
il canale MIDI di uscita, mentre il pulsante Hold
consente di mantenere il suono anche dopo aver
rilasciato il pulsante.

3.4.6 Altri controlli del VLB


Tramite questo gruppo di controlli possibile regolare diversi parametri
dellaccompagnamento automatico:
Le tre strisce del mini-mixer controllano rispettivamente i canali di
Batteria (Drum), Basso (Bass) e Accompagnamento (tutti gli altri
strumenti).
Tramite il pulsante in alto si sceglie quale effetto controllare dal
potenziometro subito sotto, tra Reverbero (Rev.), Panpot (pan.) e
Chorus (Chor.)
Lo slider centrale controlla il volume della sezione ed i pulsanti sotto
rispettivamente lon/off dello strumento ed il solo;

Molto importante per laccompagnamento live la possibilit di poter aumentare


o diminuire la tonalit dellaccompagnamento in modo da adattare la musica alle
capacit del cantante;
Tuttavia, per non complicare inutilmente le cose nellindicazione degli accordi, le
etichette degli accordi rimarranno invariate: se per esempio impostiamo il valore -1
al transpose, cliccando il pulsante del Do, si otterr l accompagnamento in Si (Do -1 = Si);
premendo invece il pulsante Label Trn. Otterremo la trasposizione anche delle etichette
accordi (Il pulsante di Do cambier in Si).

- 34 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

4. Il Player Control
Quella che vediamo rappresentata graficamente dalla tipica sequenza di controlli relativi al
playing, in realt nasconde dietro le quinte un potente e sofisticato sistema software in grado
di gestire opportunamente qualsiasi tipo di media-file venga inviato dal Songs Control:

Iniziamo la descrizione di questa sezione con quello che il controllo principe di questo
oggetto, il pulsante Play/Stop, che ha il compito di avviare/fermare la riproduzione del brano
musicale; la stessa funzione disponibile attraverso la Barra Spazio della tastiera PC.
Conosciuto come Rewind, va utilizzato per riportare il brano in esecuzione alla posizione
originale; pu essere attivato da tastiera con il tasto 0 (zero).
Pulsante Fast Forward (avanzamento veloce) consente di accelerare di circa il 70/80%
lesecuzione del brano corrente, per il tempo in cui il pulsante viene cliccato; con la tastiera va
premuto il tasto F sia per avviare che per terminare la funzionalit,
Melody On/Off (tasto = M): funzione attiva solo nel caso di MIDI files, consente di
escludere/includere la traccia della melodia (default canale 4); se il MIDI file contiene pi di un
canale di melodia, o presente su di un canale diverso dal 4 possibile specificare le varianti
nel controllo Mute Melody come descritto al par. 8.1 (V-Mixer).
Preascolto On/Off (tasto = H): con questo pulsante possibile dirottare luscita MIDI/Audio
sullunit di preascolto o su quella normale; per un corretto funzionamento di questa funzione
necessario disporre di un doppio output sia MIDI che Audio, e specificare le unit di preascolto nei relativi setup (MID Setup/Audio Setup).
I due display riportano rispettivamente la posizione corrente
del playing e la durata del brano sia in Battute (solo MIDI) che in Minuti:Secondi.
Questo controllo consente di monitorare l'avanzamento del Playing
e contemporaneamente di spostarsi ad un dato punto della song, cliccando e trascinando il
cursore in una posizione qualsiasi del controllo; per spostarsi ad un punto preciso della song
utilizzabile il tasto B o un doppio click sulla etichetta Bar del controllo precedente.
Questo display mostra il titolo della song o il percorso del file a seconda che
si stia lavorando in modalit Repertorio o Media-Explorer.

Questi pulsanti, attivabili anche dai corrispondenti tasti numerici 1-9, consentono di eseguire
un salto del brano al Marker (locatore) relativo. La presenza dei Markers viene evidenziata
dall'etichettatura di questi pulsanti con i nomi assegnati a tali locatori (p.e. Intro, Verse 1,
Chorus 1, ecc.); in assenza di etichettatura (cos come si vedono in partenza) non si avr
alcun effetto sulla riproduzione del brano. Attenzione: per utilizzare al meglio la funzionalit
descritta, consultare il par. 3.1.2.2 e l'impostazione del parametro Filtro Ctrls (Goto Marker) del
Menu Impostazioni (par. 9.5).

- 35 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

5. Il Master Control
Il Master Control raggruppa tutta una serie di funzionalit operative realtime, utili
durante lesecuzione delle live performances:
Gruppo Mixer-Synt
I due pulsanti visibili in alto attivano rispettivamente il Virtual Mixer (par. 8.1) ed il
Virtual Synt (par. 8.2)
Gruppo Transpose
Questo gruppo di comandi serve a trasporre il brano o l'arrangiamento in corso di
tanti semitoni (in positivo o in negativo) indicati nella casella di testo; si pu agire
tramite gli appositi pulsanti-freccia o direttamente sulla casella impostando un nuovo
valore seguito dal tasto [Invio]; un doppio click sull'etichetta "Transp" ripristina il
valore neutro 0 (zero) il pulsante Lock serve invece a mantenere il valore impostato
anche se nel Repertorio o nella Scaletta stato programmato un valore diverso.
Gruppo Tempo
Il gruppo di comandi Tempo agisce invece sulla velocit di esecuzione del brano o
dell'arrangiamento; nel caso di MIDI file viene visualizzato direttamente il valore in
Beat Per Minute (quarti per minuto) mentre nel caso di file Audio verr visualizzato il
valore in percentuale 0 (zero) che star ad indicare la riproduzione senza variazioni
sul tempo originale: per incrementare/decrementare il valore visualizzato si pu'
agire tramite i pulsanti-freccia, tramite la manopola oppure impostando direttamente
il valore desiderato nella casella. Un doppio click sull'etichetta "Tempo" ripristina il
valore originario memorizzato nel Repertorio di Hi-Play. I pulsanti Ritardando ed
Accellerando effettuano invece un decremento/incremento progressivo e costante
del valore, fino a raggiungere un nuovo valore pari alla percentuale indicata come %
Ritardando/Accelerando dal menu Impostazioni (par. 9.5). Premendo Accelerando
dopo un Ritardando e viceversa si ripristina, sempre in maniera costante e
progressiva,
il
valore
originario.
Il
tempo
di
durata
dell'effetto
Ritardando/Accelerando, espresso in millisecondi, impostabile/modificabile tramite
l'opzione Temporizzazione Ritardando/Accelerando dal menu Impostazioni.
Per agire tramite tastiera necessario premere il tasto P (lampeggio frecce) quindi i
tasti + o per incrementare / decrementare.
Gruppo Masters
Qui troviamo, partendo dallalto, una manopola per il Master Panpot per il
bilanciamento del volume (Left-Right) che pu agire anche come Master
Reverb e Master Chorus semplicemente cliccando sulletichetta posta al di
sotto. Segue il comando di Fade-In (tasto Ins), lo slider del Master Volume
(tasti + / - quando non lampeggiano i controlli Transpose e Tempo), il
comando di Fade-Out (tasto Canc) ed il comando Reset che invia una serie
di messaggi MIDI per azzerare eventuali note in sospeso sul MIDI Output (All
Note Off, All Controller Off, All Sound Off)
Da tener presente che il comando Fade-Out, al termine del decremento automatico e
progressivo del volume, interrompe lesecuzione del brano corrente (pause).

- 36 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

6. Il Karaoke Control
Il Karaoke Control di Hi-Play Pro ha una funzione pi generalizzata, rispetto al suo nome, che
quello di gestire la parte visibile di un media-file: se il media file un MIDI o un Audio con
testo karaoke (e accordi), assumer la funzione classica come nella figura che segue:

Se il media-file di tipo Foto o Video, avremo invece una situazione simile alla seguente:

In questo caso abbiamo la possibilit di effettuare delle operazioni legate allultilizzo del MaxiKaraoke (par. 9.1) e precisamente:

Inviare limmagine o il video al Maxi-Karaoke


Ripristina la situazione di default (foto o video);
Cliccando questo pulsante, si pu scegliere un'immagine di sfondo, impostando la
cartella di lavoro del Media-Explorer come sorgente immagini/video per il Maxi-Karaoke; utile
quando impostata la Modalit Automatica > Ogni Song o > Temporizzata nel menu MaxiKaraoke (par. 9.1).
Massimizza l'area Karaoke a discapito del Songs Control (Esc per uscire).
Tutti i parametri modificabili del Karaoke Control quali colore dello sfondo, colore testo, colore
sillabe, dimensione carattere, carattere, accordi ecc. sono personalizzabili tramite la funzione
Preferenze Karaoke del menu Impostazioni (par. 9.4). Il numero delle righe visualizzate
invece modificabile realtime tramite lapposito controllo nella Cool Bar (par. 7.0).

- 37 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

7. La Cool Bar
La Cool Bar raggruppa tutta una serie di controlli generali, che sono comuni sia alledizione
Standard che DJ Live:

I primi tre pulsanti sono attivabili solo dagli utenti abilitati alledizione DJ Live e consentono di
impostare quale sezione visualizzare (Entrambe, solo Left, solo Right). Gli utenti della versione
Standard potranno invece preferire se utilizzare solo la sezione Right (default) o solo la
sezione Left dalla gestione Preferenze Video/Karaoke > Players del Menu Impostazioni
(par 9.4.4).
(tasto D) abilita la visualizzazione contemporanea della sezione L e R;
(tasto L) per la visualizzazione della sola sezione L;
(tasto R) per la visualizzazione della sola sezione R;
(tasto I) Attiva la gestione di una periferica collegata al MIDI Input (par. 8.4);
(tasto V) Attiva/Disattiva la funzionalit Auto Vocalist. Per usufruire di queste
funzionalit necessario dotarsi di un apposito hardware (Vocalist, Harmonizer,
ecc.), collegato via MIDI tramite porta dedicata da specificare nel MIDI Setup > Vocalist (par.
9.2.2) e di media-files contenenti gli Accordi sincronizzati nel formato Hi-Play (come p.e.
quello Solton o Word-Box). Quando attivato, Hi-Play invia al Vocalist, in tempo reale, le note
MIDI dellaccordo corrente (maggiore, minore o 7) in modo da ottenere la corretta intonazione
delle voci aggiuntive (cori) che questi apparecchi sono in grado di generare (modalit
"chordal");
Attiva/Disattiva il registro automatico dei brani eseguiti, utile alla compilazione dei
boreraux richiesti dalla S.I.A.E.. Tecnicamente abilita la composizione automatica
di una particolare scaletta (par. 3.2.1) denominata Border SIAE, che conterr lelenco di
tutti i brani suonati dal momento della sua attivazione. La stampa di tale scaletta consente di
ottemperare facilmente alle disposizioni legislative italiane in merito ai diritti dautore.
Leventuale messaggio Il border SIAE risulta gi aperto indica che esiste gi una
sequenza di brani in elenco e che proseguendo, si andr in accodamento alla lista esistente;
per azzerare la lista e ripartire da zero consultare la gestione scalette (par. 3.2.1). N.B.: Se
necessario, salvando la scaletta con un altro nome (p.e. "Serata con pubblico allegro"), potr
essere utilizzata in qualsiasi altra occasione simile a quella di origine;
(tasto <>) Cross-Fade Reset riporta il cursore del Cross-Fade alla posizione centrale;
Cross-Fade Control: per sbilanciare il volume dal player di sinistra a
quello di destra e viceversa;
(tasto C) Auto Cross-Fade On/Off (solo DJ Mode): quando si manda in esecuzione un
brano su uno dei due player, mentre gi in esecuzione un brano sullaltro player,
viene interrogato lo stato di questo pulsante: se attivato (default) interverr una finestra che
potr gestire automaticamente diversi tipi di cross-fade (par. 8.3) altrimenti il brano entrer in
esecuzione immediatamente (jingle, suoni particolari, rumori, ecc.);

- 38 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
N. Righe Karaoke: consente di incrementare o decrementare le dimensioni del
Karaoke Control;
Accordi On/Off: consente di attivare/disattivare la visualizzazione della riga accordi
nel Karaoke Control;
Sillabato On/Off: consente di attivare/disattivare la colorazione delle sillabe (quando
previsto nei media-file);
(tasto O) One Karaoke On/Off (solo DJ Mode): per limitare la visualizzazione di un
solo Karaoke Control (quello della song corrente) anche in modalit DJ;
(tasto W) per massimizzare l'area karaoke nascondendo il Songs Control (esc per
tornare alla modalit normale)
(tasto K) Maxi-Karaoke On/Off: attiva/disattiva la finestra Maxi-Karaoke;
costituita da una finestra a pieno schermo che pu essere indirizzata su un
eventuale monitor esterno ed costituita da una parte superiore per la visualizzazione di
Foto/Video ed una parte inferiore per il testo karaoke. I parametri di personalizzazione di tale
finestra sono disponibili nella relativa scheda dal menu Impostazioni > Preferenze Karaoke
(par. 9.4.3) . Le opzioni di utilizzo in tempo reale sono invece gestite dal menu Maxi-Karaoke
(par. 9.1)
(tasto Q) per chiudere la sessione di lavoro di Hi-Play Pro.

- 39 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

8. Altri Controlli Principali


8.1 Virtual Mixer
Questo componente diventa attivo esclusivamente durante la riproduzione di MIDI files (.Mid e
.Kar e consente di effettuare modifiche virtuali alle Songs. Basta infatti modificare i controlli visuali in modo da ottenere i suoni e gli effetti desiderati, cliccare il pulsante
in basso a destra
ed il gioco fatto: le modifiche saranno sempre applicate alla Song, salvo che non sia attiva
l'opzione
, al momento di lanciare il playing della Song, che ha la funzione di bloccare le
funzionalit di modifiche virtuali. E' possibile in qualsiasi momento ripristinare il singolo canale
o tutti i canali ai valori originari, con un click destro sull'etichetta che riporta la descrizione dello
strumento (Pop-Up Menu > Reset Canale n. # / Reset tutti i canali).

Tralasciamo la descrizione della maggior parte dei componenti in quanto abbastanza scontati,
soffermandoci su quelli di non immediata comprensione:

Melody Channels: alcune Songs hanno la traccia della melodia in un canale diverso da
quello standard (n. 4) mentre altre hanno la melodia distribuita su pi di un canale (p.e.
duetti uomo-donna); in questi casi possiamo individuare i canali interessati dalla melodia spuntando l'opzione subito sotto lo slider Volume in modo che se e quando si utilizza la funzione Mute Melody si avr l'effetto desiderato.
Vocalist Channel: chi utilizza apparecchi con funzionalit Vocalist, pu specificare un
eventuale canale diverso da quello standard specificato nel MIDI Setup.
Instrument/Program: per cambiare lo strumento musicale assegnato ad un canale
sufficiente un doppio click sull'area in cui compare la descrizione (vedi par. successivo)

- 40 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
8.1.1 Gestione Instrument List
Per la modifica virtuale dei suoni trattata nel paragrafo precedente, vengono gestiti i tre parametri standard MIDI che permettono di individuare un particolare strumento musicale tra quelli
previsti dal proprio modulo sonoro utilizzato e sono:

Program Change: valore compreso tra 1 e 128 (0-127 nel messaggio MIDI vero e
proprio) che individua lo strumento nell'ambito dello standard GM, che prevede appunto
i 128 strumenti di base);
Controller Change 0: valore compreso tra 0 e 127 che, in eventuale combinazione con
il Controller Change 32 individua un particolare strumento tra quelli gestiti dal modulo
sonoro;
Controller Change 32: valore compreso tra 0 e 127 che, in eventuale combinazione
con il Controller Change 0 individua un particolare strumento tra quelli gestiti dal
modulo sonoro;

E' interessante notare che grazie all'utilizzo dei messaggi di Controller Change 0 e Controller
Change 32 stato possibile estendere il limite iniziale di 128 strumenti GM a quello teorico di
16.384 (128 x 128) utilizzando tutte le combinazioni possibili tra Program Change e Controller
Change 0 o addirittura 2.097.152 (128 x 128 x 128) utilizzando tutte le combinazioni possibili
tra Program Change, Controller Change 0 e Controller Change 32.
L'utilizzo di tali parametri da parte delle case produttrici di moduli sonori ha dato vita a dei
sotto-standard interni (p.e. GS per Roland, XG per Yamaha, ecc.) e non sempre omogeneo
e coerente tra i vari modelli prodotti; questo da origine alla necessit di dover rivedere le
impostazioni dei MIDI files anche quando si cambia modulo sonoro nell'ambito della stessa
casa, ed anche se si passa da un modulo sonoro con un certo numero di strumenti ad uno con
un maggior numero di strumenti.
Nella versione di lancio della versione 7 sono state fornite, a titolo esemplificativo, le mappe
del comunissimo Roland Virtual Sound Canvas (molto simili a quelle del mitico SC-88 PRO)
sia in standard GS che GM2. Si tratta di file in formato testo con estensione .ILS (Instrument
LiSt), strutturati in modo molto semplice, come si pu osservare aprendo tali files (sono in
C:\HiPlay7) con il Blocco Note di Windows o con qualsiasi altro editor di file testo.
Ci far particolarmente piacere se gli utenti che vorranno creare le Instrument List del
loro modulo sonoro lo metteranno a disposizione degli altri utenti di Hi-Play.
Per cambiare uno strumento utilizzando eventualmente una delle Instrument List in dotazione
sufficiente cliccare sull'etichetta dello strumento, nella parte bassa del Mixer:

- 41 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

I due riquadri principali riportano gli strumenti suddivisi per famiglia, ma bene capire subito
che, indipendentemente da quando possa essere scelto in termini descrittivi nella parte
centrale della finestra, quello che conta ai fini della variazione dello strumento sono i valori
numerici contenuti nella parte bassa, impostabili anche manualmente, e che devono
corrispondere ai valori indicati nel manuale del vostro modulo sonoro per lo strumento scelto:

In mancanza di corrispondenza tra quanto impostato ed il risultato sonoro della modifica (se
p.e. avete scelto una Chitarra Classica e lo strumento che suona un mandolino, vuol dire che
la Intrument List impostata non corrisponde con quella del vostro modulo sonoro.

In questa casella possibile impostare la Instrument List di


riferimento. Al momento del primo rilascio della versione 7 si pu scegliere solamente tra GM,
VSC-GS e VSC-GM2, ma contiamo sulla collaborazione degli utenti per arricchire la possibilit
di scelta con le Instrument List dei moduli sonori pi utilizzati.
Per creare una nuova Instrument List basta creare un file testo con struttura simile a quelli in
dotazione (VSC-GM2.ILS e VSC-GS.ILS) e salvarlo nella cartella di installazione (C:\HiPlay7)
con un nuovo nome (p.e. KetronSD2.ILS).

Inviando il file alla DEC Sistemi (support@hi-play.com), la nuova lista potr essere inclusa (a
discrezione del produttore software) nell'installazione standard di Hi-Play 7; in questo caso
l'etichetta di cui sopra riporter il nome dell'utente che ha gentilmente fornito per primo tale
lista.
In questa casella viene pre-visualizzato il valore completo di Program
Change dello strumento corrente evidenziato nella lista degli strumenti: con il doppio click o
<Invio> tale valore viene riportato nelle caselle in basso per l'assegnazione definitiva alla
Song, che avviene tramite il click sul pulsante OK.
- 42 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
8.2 Virtual Synt

Lo scopo principale di Hi-Synt quello di mostrare, in tempo reale, i tasti che verrebbero
premuti da un tastierista eseguendo la parte di uno o pi dei canali MIDI selezionati. Tale
funzione puo' risultare utile per studiare per esempio, delle parti di pianoforte particolarmente
impegnative in assenza di spartito. Hi-Synt riconosce anche tutta una serie di accordi, che
visualizza nel suo display sia in notazione italiana che anglosassone. Un'altra funzione che
pu sembrare meno importante quella che si puo' suonare in maniera virtuale come se fosse
un vero synt, cliccando con il mouse sui tasti; i suoni emessi saranno quelli relativi ai canali
MIDI selezionati tramite gli appositi pulsanti
[1]..[16] Questi pulsantini consentono di selezionare i canali MIDI da monitorare o da suonare.
Ogni pulsante abbinato al colore che verr utilizzato per colorare i tasti del canale MIDI
relativo.
Consente di trasporre l'ottava base di Hi-Synt; cliccando sulle freccette possibile
incrementare/decrementare tale valore, per consentire di visualizzare/suonare anche le note
pi "estreme" di uno strumento. Con il valore preimpostato (2), il primo Do della tastiera in
effetti un Do di seconda ottava (C2).
[Reset] Questo pulsante da utilizzare per resettare i tasti rimasti colorati; la colorazione dei
tasti non viene annullata con lo stop di una song per permettere di esaminare meglio lo stato
dei tasti in quel momento; assume contemporaneamente funzioni di All Note Off.

- 43 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
8.3 DJ Cross-Fade Control
Quando il pulsante X-Ctl della Cool Bar
attivo (led verde) e viene lanciato un nuovo
brano mentre gi in riproduzione un'altro sull'altro player, viene attivata la seguente finestra:

che consente di scegliere il tipo di mixing da effettuare tra le due Songs. I primi due modi
prevedono un solo click (o Invio) sul relativo pulsante:
Stop & Start: Stop per il brano che sta suonando e Play per il nuovo;
Cross Fade: Il brano corrente viene sfumato (Fade.Out) mentre quello nuovo viene introdotto
in crescendo di volume (Fade-In);
Manual Cross Fade: questa modalit prevede tre fasi distinte, da eseguire in sequenza:
Primo click: il controllo Cross Fade della Tool Bar viene
spostato interamente sul brano corrente, viene avviato il
nuovo brano (che non si sente in quanto ha il volume al
minimo) ed il fuoco viene spostato sul controllo di Cross Fade a fianco: tramite mouse o i tasti
freccia Sx e Dx ora possibile pilotare manualmente il passaggio in dissolvenza tra la vecchia
e la nuova Song. Ancora un click sul pulsante (o Invio) ed il brano precedente va in pausa,
altrimenti (con Esc) continuer a suonare fino alla fine.
I tre modi successivi prevedono invece due Click (o Invio) sul relativo pulsante per avviare le
relative fasi di mixing:
Fade Out > Start: il primo click (o Invio) avvia il Fade-Out sul brano corrente mentre il secondo
avvia il Playing della nuova Song;
Fade Out > Fade In: : il primo click (o Invio) avvia il Fade-Out sul brano corrente mentre il
secondo avvia la nuova Song in modalit Fade-In;
Fade In > Fade Out: : il primo click (o Invio) avvia la nuova song in modalit Fade-In mentre il
secondo avvia il Fade-Out sulla vecchia.
Nel caso invece di X Ctl disattivato, il nuovo brano partir in sovrapposizione a quello
gi in Play (utile nel caso di sovrapposizione gingle tipo applausi, sirene, urla, ecc.)

- 44 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Note sul Cross-Fade tra due MIDI file utilizzando un modulo sonoro Dual Part:
Quando si utilizza un modulo sonoro "Dual Part" delle diverse serie Edirol (SC88xx, SD-xx), il
cross-fade tra due file MIDI presenta dei problemi tecnici a prima vista insormontabili: i
messaggi di "Init Sysex" solitamente presenti tra i primi messaggi di ogni buon MIDI file, anche
se indirizzati sullo specifico MIDI Output (Part A o Part B), agiscono invece su entrambe le
parti del modulo sonoro; risultato: il MIDI file che sta sfumando viene "resettato" dai messaggi
di Init sysex del file che sta entrando in esecuzione riportando tutti gli strumenti a pianoforte, i
volumi a 127 ed i controller a 0.
Partendo dalla considerazione che la maggior parte di MIDI files in circolazione non effettuano
alcuna modifica alla struttura dei suoni, e che quindi i messaggi di Init Sysex, sono quasi
sempre "inutili", Hi-Play pu convertire automaticamente in tempo reale tali messaggi in una
serie di messaggi "equivalenti": All Note Off, All Sound Off e Reset All Controller, i quali
agiscono solo sul MIDI Output indirizzato. Naturalmente questo sistema non pu garantire
risultati soddisfacenti per ogni tipo di MIDI file, ma abbiamo appurato che su gran parte delle
produzioni professionali italiane assolutamente accettabile. E' bene precisare che Hi-Play
pu applicare la conversione descritta solo in presenza dei seguenti fattori:
1) Si sta utilizzando un modulo sonoro Dual Part;
2) E' stata attivata l'opzione Filter Init Sysex in DJ Mode nel MIDI Setup;
3) E' gi in riproduzione un MIDI file sul Player alternativo;
Se invece a parit delle condizioni 1 e 2, sull'altro player presente un MIDI file in pausa,
questo viene riportato automaticamente alla posizione 0 (Rewind) in quanto l'Init Sysex stato
eseguito e quindi tutte le precedenti impostazioni del player in pausa sono state azzerate .

- 45 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
8.4 MIDI Keyboard Control

Attivabile solo dagli utenti abilitati alledizione DJ Live, consente di gestire in modo particolare i
messaggi MIDI provenienti da una qualsiasi periferica collegata al MIDI Input (Master
Keyboard, Drum Pad, ecc.), reindirizzandoli, opportunamente rielaborati secondo una tecnica
conosciuta come Split & Layer, alla periferica di Output. Le impostazioni relative alle
periferiche di input-output sono gestite dal menu Impostazioni > MIDI Setup > Scheda MIDI
Keyboard, dove necessario appunto attivare lopzione Abilita Split/Layer.
Lo scopo quello di poter impostare, per ciascuna Song in Repertorio, e per ciascuna
parte della Song individuata dai Markers (o locatori), una serie di parametri che ci
consentiranno di ottenere i suoni e le impostazioni che abbiamo scelto per ognuna di questa
parte, senza operare alcun intervento manuale durante la performance .. vediamo come:
Le note in arrivo dal dispositivo di input specificato vengono catalogate in base allintervallo di
appartenenza che avremo stabilito; gli intervalli gestiti sono tre e sono denominati Lower
Upper1 e Upper2 e possono avere una o pi zone di sovrapposizione come mostrato
nellesempio seguente:

In questo esempio pratico stato definita Lower, la parte di tastiera compresa tra Do1 e Mi2,
Upper 1 tra Fa2 e Si4 e Upper 2 tra Do4 e Do6; se supponiamo di associare alla zona Upper1
un suono di pianoforte ed alla zona Upper 2 un suono di archi ed arriva una nota compresa tra
Do4 e Si4 (zona arancione), verr suonato in sovrapposizione sia il pianoforte che gli archi.
Se si considera che per ciascuna zona possibile variare lo Split di Ottava, il Volume e gli
effetti di Riverbero, Chorus e Panpot, si comincer sicuramente a capire quali sono le
potenzialit offerte. Ma passiamo ad analizzare i componenti a disposizione e la loro funzione:

- 46 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
I tre pannelli al centro della finestra sono preposti alla modifica dei
parametri a disposizione per ciascuna delle tre sezioni Lower, Upper
1 e Upper 2. Il parametro pi importante sicuramente costituito
dallo strumento GM, che si pu impostare sia con un doppio click
sulletichetta che tramite il pulsante a fianco. I pulsanti From e To
(Da A) consentono di definire lintervallo note di riconoscimento
della zona: cliccare il pulsante e suonare la nota con la tastiera MIDI
o con il Virtual Synt. Tramite il controllo Out Ch. possibile
specificare il canale MIDI di uscita delle note elaborate. Tramite il
controllo Octave invece possibile impostare uneventuale
slittamento di ottava delle note in uscita. I tre potenziometri regolano
i rispettivi livelli di effetto, mentre lo slider regola il Volume della
sezione. Il pulsante con il nome della sezione serve infine ad attivare/disattivare in tempo reale
labilitazione della sezione.
Dovendo affrontare
la regolazione di
numerosi parametri
nelle varie combinazioni possibili, stato previsto di poter salvare linsieme di tutte le
impostazioni in modo da poterle richiamare con un solo click nel momento in cui ne abbiamo
bisogno.
La casella a discesa contiene almeno un elemento chiamato
Default, che costituisce la configurazione predefinita caricata
allavvio del programma. Per cambiare tale configurazione sar
sufficiente effettuare le nuove regolazioni e premere il pulsante
Salva. Se vogliamo salvare la nuova combinazione con un altro
nome baster invece cliccare Salva come e digitare il nuovo
nome alla successiva richiesta: la nuova configurazione comparir
nellelenco come nellesempio in figura e rimarr a disposizione per le successive esigenze.
Questo pannello visualizza lelenco dei Markers contenuti nel MIDI
file o lelenco fisso che vediamo nella figura se si tratta di uno Style
(style sempre diviso in 6 parti fisse). La presenza dei punti tra
parentesi [] indica che alla parte non mai stata assegnata
alcuna configurazione. Il pulsante in basso Assegna Al Marker ci
consente di abbinare la configurazione corrente alla parte di song
selezionata nel list-box.
Se per esempio impostiamo la configurazione Gran Piano,
selezioniamo Intro [] e premiamo Assegna Al Marker,
abbineremo alla parte Intro la configurazione Gran Piano; nel list
box avremo quindi: Intro [Gran Piano]). Da questo momento, ogni
volta che il playing raggiunge la posizione Intro, verranno inviati al
MIDI Output tutti i parametri di configurazione impostati al momento
dellabbinamento.
N.B.: quella che viene memorizzata, lesatta configurazione di tutti i parametri (come fosse
stata scattata una foto), e non il nome dal quale risalire ai parametri, che viene quindi
associato solo come riferimento. Se dopo aver fatto labbinamento la configurazione Gran
Piano verr cambiata, le variazioni non influiranno sugli abbinamenti fatti in precedenza.
Tramite questo controllo possibile selezionare il canale MIDI sul quale
sintonizzare la porta di ingresso (MIDI Input).
- 47 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Questo controllo agisce sulla tonalit dei messaggi in uscita,
indipendentemente da quelli in entrata: se il brano in riproduzione in una
tonalit particolarmente difficoltosa, possiamo impostare il valore di
trasposizione in modo da suonare in una tonalit a noi pi comoda, ma naturalmente fare in
modo che in uscita abbiamo le note correttamente intonate al brano. P.e. se il brano in Si
Bemolle e noi vogliamo suonare comodamente in Do, baster impostare il valore -2 e le note
da noi suonate verranno diminuite in uscita di due semitoni, adattandosi alla tonalit di Si
Bemolle.
I controlli che seguono sono utilizzabili solo in abbinamento ad una tastiera MIDI e servono a
utilizzare il VLB come realtime arranger:
8.4.1 Realtime Arranger Controls
In questo pannello potremo leggere laccordo (insieme di almeno tre note) che
viene riconosciuto nella zona Lower della tastiera MIDI.
Quando attivato, la pressione di un tasto della MIDI Keyboard far avviare
laccompagnamento automatico.
Quando attivato, laccompagnamento termina se si sollevano tutte le dita dalla
tastiera (nessun tasto premuto).
Se attivato, lo strumento selezionato in Upper 2 suoner una nota di altezza
differente rispetto a Upper 1, armonizzata automaticamente in base allaccordo
suonato su Lower.
Per attivare il riconoscimento semplificato di accordi (vedere tabella in appendice).

Se attivato, consente di "mantenere" laccompagnamento completo anche dopo


aver rilasciato l'accordo, altrimenti prosegue solamente la parte di batteria.
Con questo pulsante attivato, la parte di basso subir una forzatura in relazione alla
prima nota a sinistra dell'accordo suonato. Serve a creare particolari sonorit
armoniche che si ottengono suonando una nota di basso diversa da quella
fondamentale dell'accordo.

- 48 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________

9. Il Menu di Hi-Play Pro


Il menu di Hi-Play Pro costituisce unalternativa solitamente poco praticata di richiamare le
varie funzionalit gestite dal programma, in quanto si preferisce quasi sempre utilizzare i
comandi grafici o quelli da tastiera. Ci soffermeremo quindi sulle funzioni che non prevedono
ulteriori possibilit di attivazione:

9.1 Maxi Karaoke


Questo menu si occupa di gestire alcune opzioni realtime di funzionamento della finestra MaxiKaraoke. Le stesse opzioni sono anche attivabili o disattivabili nella finestra di Preferenze
Maxi-Karaoke (par. 9.4.2) con la differenza che tutte le modifiche effettuate tramite questo
menu non verranno salvate.
Mostra/Nascondi
Svolge la stessa funzione del pulsante Maxi-Kar della Cool Bar e consente di
attivare/disattivare la visualizzazione di tale finestra.
Lyrics (Ctrl + L)
Attiva/Disattiva temporaneamente la visualizzazione delle liriche sulla finestra Maxi-Karaoke.
Modalit Automatica
Il Maxi-Karaoke prevede la possibilit di poter gestire in automatico il cambiamento di Immagini
o Video di sfondo; vediamo le varie opzioni previste:
-

Nessuna: nessun automatismo di gestione di Immagini/Video;


Ogni Song: Limmagine o il video verr sostituito automaticamente ogni volta che
cambia la song in riproduzione;
Slide Show: Limmagine o il video verranno sostituiti dopo un numero di secondi,
specificato nei parametri di impostazione (par. 9.4.2);
Web Cam: Lo sfondo del Maxi-Karaoke visualizzer lo streaming proveniente dalla
Web-Cam (solo abilitati DJ Live).

Messaggio
Le due opzioni previste consentono di:
- Visualizza Messaggio: Attivare/Disattivare la visualizzazione del messagio scorrevole
- Modifica Messaggio: Modificare il testo del messaggio scorrevole.
Auto Show
Questa opzione assume importanza quando non si dispone di un monitor esterno, e quindi la
finestra Maxi-Karaoke viene utilizzata dal musicista/intrattenitore; la sua attivazione consente
di visualizzare automaticamente la finestra Maxi-Karaoke tutte le volte che si lancia
lesecuzione di un brano.
Reset
Per riportare il contenuto visivo della finestra Maxi-Karaoke a quello iniziale (avvio di Hi-Play).

- 49 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.2 Impostazioni
Questo menu raggruppa tutta una serie di funzionalit che servono a personalizzare
lambiente di Hi-Play Pro alle necessit dellutente ed a quelle del sistema hardware-software
utilizzato.
9.2.1 Abilitazione d'uso
A partire dalla versione 7 possibile acquistare Hi-Play Pro Standard e DJ Live Edition a
prezzi di gran lunga inferiori rispetto a quelli previsti per le abilitazioni tramite chiavetta USB
(consultare listino su www.hi-play.com), ovvero in modalit "EMBEDDED" (incorporato nel
PC). In pratica come se acquistando un PC/Notebook, si acquistasse anche il software HiPlay in dotazione: tale software non potr essere installato su altri PC/Notebook e cesser di
essere utilizzato contestualmente alla cessazione d'uso di quel PC/Notebook.
Grazie ad un nuovo algoritmo di identificazione dell'hardware, indispensabile per questo tipo di
protezione software, viene considerato un ID per la scheda madre ed un ID per l'hard disk del
PC. L'abilitazione d'uso rimane valida fino a che anche uno solo dei due ID rimane originale,
quindi anche se in futuro verr sostituito il solo HD o la sola scheda madre, l'abilitazione non
verr invalidata.
NB: Il contenuto di questa finestra NON deve essere manomesso nel caso di utilizzo della
chiavetta USB abilitata per la versione 7. In ogni caso, la modifica dei dati contenuti in
questa finestra deve avvenire esclusivamente a seguito di istruzioni fornite dalla DEC
Sistemi Srl.

- 50 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.2.2 MIDI Setup

In questa finestra vanno definite le periferiche di input-output relative a tutte le diverse


funzionalit MIDI di Hi-Play Pro, da quelle pi semplici a quelle pi avanzate.
9.2.2.1 Left/Right Players
Si tratta delle impostazioni MIDI di base, dove andremo a definire il tipo di generazione sonora
dei MIDI players; a parte il Microsoft GS Wave che un sintetizzatore virtuale in dotazione fin
dal Windows XP, i nomi delle periferiche contenuti nelle caselle a discesa sono ovviamente
variabili in funzione della propria dotazione hardware.

In alternativa ai MIDI Output presenti nelle caselle a discesa, e disponendo della opportuna
abilitazione d'uso ai Virtual Synth Software, sar possibile scegliere il file relativo al V-Synth da
utilizzare. Solo per il MIDI player di default (right) abbiamo anche la possibilit di scegliere, in
alternativa al singolo device, lHi-Play MIDI Mapper, che un particolare device multiplo
configurabile dallutente, e descritto in dettaglio al par. 9.2.2.4.
Virtual Synth Audio Output: Nel caso di utilizzo di Virtual Synth, possibile specificare
l'uscita Audio da utilizzare per la generazione sonora.
Use New VST Host: Hi-Play Pro v. 7 dispone di un doppio VST host. Il primo stato
sviluppato autonomamente fin dalla versione 6.1, mentre il secondo si reso disponibile a
seguito dell'implementazione dei Soundfont, avvenuta tramite l'interfacciamento ad una libreria
software che dispone di entrambe le possibilit (BASS.DLL). L'uso del nuovo VST Host
potrebbe essere utile nel caso di riscontro probemi con il VST host nativo.

- 51 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Le impostazioni relative al Left Player ed al Pre Output player sono ovviamente necessarie
solo se si utilizza ledizione DJ Live, altrimenti si possono ignorare. Per quanto riguarda il PreOutput (o Pre-Ascolto) si consiglia di definire una periferica che abbia luscita audio sulla
stessa del Pre-Output Audio in modo che collegando la cuffia su tale uscita si potr usufruire
sia del preascolto MIDI che Audio.
9.2.2.2 Vocalist
Prerequisito indispensabile per la configurazione di questa parte di setup la dotazione di un
Vocalist (generatore di voci/cori) e di una porta MIDI Output da dedicare a tale apparecchio:
In questo caso potremo specificare in questa
casella la porta MIDI da utilizzare per il
Vocalist; si ricorda che per reindirizzare la traccia vocalist gi presente nei MIDI files di diverse
produzioni, occorre specificare il numero della traccia, song per song, nella parte del repertorio
dedicata alle personalizzazioni delle song (par. 8.1 - Virtual Mixer).
Questo pannello relativo esclusivamente alla
funzionalit di Auto Vocalist descritta al par
7.0. In questo caso necessario specificare il
canale MIDI da utilizzare, il volume del canale
e la Velocity (o intensit) delle note da inviare
(questi ultimi due parametri possono essere
necessari o meno in funzione della marca e
del modello di vocalist in utilizzo).
9.2.2.3 MIDI Keyboard
Questo setup invece richiesto quando si deve pilotare una periferica MIDI di Input come
tastiere, drum pad, ecc.
In questi casi va specificata sia la porta di input dove
collegata la periferica,
che la porta di Output alla quale verranno indirizzati i
messaggi elaborati da Hi-Play Pro.
Lopzione
potr essere utilizzata dagli utenti abilitati alla versione DJ Live,
che potranno gestire le relative funzionalit descritte nel par. 8.4.
9.2.2.4 HP MIDI Mapper
In questa sezione abbiamo la possibilit di configurare una mappa dei canali MIDI in modo da
reindirizzare automaticamente ciascun canale (da 1 a 16) ad un determinato MIDI Output; una
volta configurato opportunamente (devono essere indirizzati tutti e 16 i canali) potr essere
utilizzato in alternativa al MIDI output singolo, nella configurazione del Right Player della
sezione principale del MIDI setup (par. 9.2.2.1).

- 52 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.2.2.5 XMM Table
Questa sezione simile alla precedente e consente di creare una mappa dei MIDI Output da
utilizzare nella funzionalit XMM descritta al par. 3.1.2.3; a differenza dellHP MIDI Mapper non
necessario configurare tutte le uscite, purch quelle non utilizzate rimangano tali anche nella
fase operativa di gestione della lista XMM.
9.2.3 AUDIO Setup
Molto pi semplice rispetto al MIDI setup, sono previsti solo tre caselle a discesa per la scelta
dei relativi dispositivi di output:

Da segnalare che mentre i primi due dispositivi (L-R) possono coincidere, quello per il PreOutput (Pre-Ascolto) deve necessariamente essere diverso dagli altri due, pena limpossibilit
pratica di ottenere la funzionalit di preascolto.

9.3 Hi-Song n.
Hi-Play Pro consente di tenere sempre "a portata di Player" 20 songs tra le pi ricorrenti nel
repertorio del musicista in modo da poterne sempre disporre al momento giusto con il minimo
intervento operativo. Le prime 12 songs potranno essere immediatamente lanciate premendo i
tasti [Shift]+[Fx] (x=1, 2 .. 12) o scegliendole dal menu Hi-Player.
Prima di attivare questa opzione indispensabile posizionare il cursore della griglia sulla song
che vogliamo classificare tra le Hi-Songs; il programma richiede infatti solo il numero (da 1 a
20) con la quale vogliamo identificare la Hi-Song.

- 53 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.4 Preferenze Karaoke
9.4.1 Performer Karaoke
Questa finestra consente di poter personalizzare le impostazioni del Karaoke per il
musicista/performer:

Tramite i quattro pulsanti in alto possibile personalizzare il colore di sfondo dell'area (quando
non si intende utilizzare un'immagine come da opzioni seguenti), il tipo e la dimensione del
carattere (Font), ed i due colori tipici delle modalit karaoke (testo e sillabe)
Il riquadro che segue serve ad impostare/cambiare una eventuale immagine di sfondo,
indicandone il percorso o individuandolo tramite l'apposito pulsante; l'opzione Riempi va
utilizzata nel caso di piccole immagini elementari definite "textures" che duplicate in senso
orizzontale e verticale vanno a riempire lo sfondo in maniera da ottenere l'effetto muro,
pavimento, ecc..
Nel riquadro successivo invece possibile aggiungere un effetto 3D al testo karaoke, tramite i
parametri: Colore Posteriore, che verr sfumato fino a raggiungere il colore del testo tramite il
valore Profondit (prof.) e con sfasamenti impostati tramite Angolo X ed Angolo Y (provare a
cambiare i parametri uno alla volta per vedere l'effetto di ciascun tipo di variazione).
A seguire in basso, il riquadro per attivare/disattivare la Barra di Attesa e sceglierne il colore.
L'ultimo pannello gestisce i parametri del pannello Accordi (attivabile o disattivabile tramite
pulsante nella Cool Bar)

- 54 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Prossima lirica sempre in testa: questa opzione consente di cambiare la modalit di
scorrimento del testo Karaoke; se abilitata, la prossima riga di testo da cantare verr
posizionata sempre come prima riga, altrimenti il blocco di testo verr aggiornato dopo
l'esecuzione della penultima riga.
Dim. Font Secondario: il valore specificato in questo paramentro viene utilizzato sia per la
dimensione delle righe successive alla prima, nel caso di attivazione del flag precedentemente
descritto, e sia per la dimensione degli accordi, nel caso di visualizzazione "in linea"
(parametro successivo).
Accordi In Linea: l'attivazione di questa opzione consente di visualizzare gli accordi,
posizionandoli in corrispondenza della sillaba del testo cantato. Si tratta di una funzionalit al
momento esclusiva di Hi-Play Pro, che consente al musicista di seguire al meglio la sequenza
armonica della canzone.

9.4.2 Maxi-Karaoke
Questa finestra consente invece di poter personalizzare le impostazioni del Karaoke dedicato
al pubblico. Tutte le variazioni vengono applicate immediatamente per cui anche possibile un
utilizzo "live" dei parametri previsti, al fine di "movimentare" l'utilizzo di questa importante
funzionalit di Hi-Play Pro:

Visualizza nel Monitor Secondario: questa opzione abilita la visualizzazione della finestra
Maxi-Karaoke nel video secondario del sistema, che deve essere definito come "Estensione
del Desktop". Per le impostazioni hardware necessarie alla corretta configurazione del monitor
secondario consigliamo di consultare apposite istruzioni o di rivolgersi a personale tecnico
dotato di conoscenze di base. Se si attiva questa opzione anche possibile scegliere se
caricare sempre il Maxi-Karaoke all'avvio di H-Play.

- 55 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.4.2.1 Opzioni Maxi-Karaoke: Sfondo
Visualizza Immagini/Video/Web Cam: se disattivata, lo sfondo del Maxi-Karaoke sar
costituito da un semplice pannello con il colore specificato nel piede del riquadro, altrimenti
sar possibile gestire i seguenti ulteriori parametri:
Percorso di Default: la casella di testo deve contenere il percorso completo ad una immagine
(.Jpg /. Bmp) o ad un video (.Avi, .Flv, .Mpg, .Mp4, . Wmv, ecc.) che costituiranno l'oggetto da
visualizzare al caricamento del Maxi-Karaoke. Una volta individutata l'immagine iniziale, HiPlay provvede ad aggiornare la lista dei File Disponibili, rendendoli immediatamente
disponibili per un eventuale attivazione dello Slide Show o per l'invio al Maxi-Karaoke (doppio
click sul nome).
Abilita Web Cam: in caso di attivazione di questa opzione, lo sfondo di default del MaxiKaraoke sar costituito dallo streming proveniente dalla Webcam collegata al sistema; in
questo caso, tramite lo slider presente sulla destra, si pu impostare la frequenza di refresh
delle immagini (maggiore frequenza = maggiore consumo di CPU). Si sconsiglia l'utilizzo della
Webcam in streaming continuo su sistemi poco performanti.
Abilita Slide Show: l'attivazione di questa opzione consente di ottenere sul Maxi-Karaoke, una
sequenza di immagini in base alle altre opzioni previste: se la Webcam risulta abilitata, verr
catturata e visualizzata un immagine secondo le opzioni descritte successivamente.
Ogni Song: opzione attiva solo in caso di contestuale attivazione dell'opzione precedente;
l'immagine (da cartella o Webcam) verr cambiata ad ogni nuova Song.
Ogni ___ Secondi: parametro considerato solo in caso di contestuale attivazione dell'opzione
Slide Show; l'immagine (da cartella o Webcam) verr cambiata dopo il numero di secondi
specificati nella casella.
9.4.2.2 Opzioni Maxi-Karaoke: Liriche

0
Con un semplice click sulla prima opzione posizionata dall'alto possibile abilitare o
disabilitare per intero la visualizzazione del pannello Liriche;
Staccato da Video/Immagini: se attivata, questa opzione serve a staccare nettamente la zona
Video/Immagini rispetto a quella karaoke, altrimenti il testo verr sovrapposto in trasparenza;
- 56 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Numero Righe: numero delle righe karaoke da visualizzare; assieme alla dimensione del
carattere (Font) contribuisce a definire le dimensioni totali dell'area Karaoke.
Posizione: grazie allo Slider posizionato sulla destra , possibile posizionare l'insieme delle
righe Karaoke in qualsiasi posizione verticale della finestra Maxi-Karaoke. N.B.: nel caso di
opzione "Staccato da Video/Immagini" attivata possibile scegliere solamente la posizione
Inferiore o Superiore.
Altri Parametri: vedi stesse opzioni al par. 9.4.1 - Performer Karaoke
9.4.2.3 Opzioni Maxi-Karaoke: Pannello Liriche

E' anche possibile attivare la visualizzazione di un pannello colorato e semitrasparente che


viene posizionato come sfondo alle liriche; i controlli visualizzati consentono di scegliere il
colore ed il valore di trasparenza.
9.4.2.4 Opzioni Maxi-Karaoke: Messaggio Scorrevole

Questa ultima sezione di opzioni si occupa del Messaggio Scorrevole (attivabile solo su DJ
Live) e pu essere attivato o disattivato tramite un semplice click sul relativo controllo in alto.
Gli altri controlli consentono di modificare il testo, scegliere carattere e colori di visualizzazione,
trasparenza, velocit e posizione verticale.

- 57 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.4.3 Altre Preferenze

Questa finestra consente di poter personalizzare altre opzioni dell'ambiente di lavoro:


Catalog: Tramite il pulsante in alto possibile scegliere il carattere (Font) e la dimensione da
utilizzare nella griglia Touch and Scroll del Songs Control; in base a questi verr
ridimensionato automaticamente il box (rettangolo) che contiene le informazioni della singola
Song.
Songs Catalog (Edit Mode): per questa modalit invece prevista la possibilit di variare
numerosi parametri tra cui: tipo Carattere (Font) e dimensione, il Colore del Testo e dello
Sfondo e le colonne da visualizzare. E' anche possibile modificare l'ordine di visualizzazione
delle colonne, cliccando sulla testata della colonna da spostare e trascinandola nella posizione
desiderata.
Tipo Sfondo: Consente di invertire la colorazione dello sfondo di lavoro (e di conseguenza del
testo) che preimpostato su Scuro (Scritte Chiare su Fondo Scuro); selezionando l'opzione
Chiaro, si otterr (dal successivo riavvio) la visualizzazione di Scritte Scure su Fondo Chiaro.
Posizione Player: Per cambiare la posizione del Player(s) da quella preimpostata (Gi) a
quella alternativa (Su).
Master Controls: Opzione utilizzabile solo in caso di Standard Edition; in questo caso la
posizione del Master Controls pu essere spostata da Destra a Sinistra.

- 58 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.5 Altre Impostazioni
Le impostazioni rimanenti hanno una struttura molto semplice e vengono di seguito elencate:
Temporizzazione Dissolvenza Volume: viene richiesto il tempo di azione (in millisecondi) dei
controlli Fade In/Fade Out presenti nel Master Control.
% Dissolvenza Volume: viene richiesta la percentuale di incremento/decremento per i controlli
Fade In/Fade Out presenti nel Master Controls.
Temporizzazione Ritardando/Accelerando: viene richiesto il tempo di azione (in millisecondi)
dei controlli Ritardando/Accelerando presenti nel Master Controls.
% Ritardando/Accelerando: viene richiesta la percentuale di incremento/decremento per i
controlli Ritardando/Accelerando presenti nel Master Controls.
Cambia Schermo: consente di visualizzare Hi-Play nel monitor secondario.
Turbo Start: consente di eliminare eventuali spazi vuoti (silenzio) in testa ed in coda alle
songs MIDI/Audio/Video. Attenzione: nel caso di MIDI, la song verr suonata a partire dalla
prima NOTA ON presente nel MIDI file e terminer con l'ultima NOTA OFF: se la song non
inizia subito (o esita a terminare) bisogner analizzare il contenuto della song con un
sequencer e rimuovere le eventuali anomalie (p.e. NOTE ON a volume troppo basso o NOTE
OFF troppo distanti, ecc.).
Ritardo Sysex (Turbo Start): l'opzione precedente (Turbo Start) viene ottenuta inviando in
maniera forzata (in pochi millisecondi) tutto il contenuto delle battute vuote, che contengono i
messaggi di inizializzazione (sysex, control change, program change, ecc.); alcuni moduli
sonori (in particolare le tastiere ed i moduli Arranger della Roland) non hanno velocit
sufficiente per elaborare la grande quantit di messaggi inviata, con il risultato di sentire alcuni
canali che non suonano come dovrebbero.
Questa opzione consente di assegnare un tempo minimo di ritardo tra i sysex ed i program
change risolvendo il problema descritto; quando si riscontra tale problema, si consiglia di
provare ad inserire dei valori compresi tra 5 e 50 ms tenendo presente che pi alto il valore e
meno efficace diventa la funzione di Turbo Start.
Compressione Volumi: l'attivazione di questa importante funzione abilita un meccanismo di
attenuazione/incremento automatico (livellamento o compressione) dei volumi sui canali, in
modo da eliminare le differenze solitamente esistenti tra MIDI files di diversa produzione; Il
sistema adottato da Hi-Play quello di rilevare il valore massimo di Volume Controller Change
(VCC) tra tutti quelli presenti nel MIDI file ed effettuare quindi una correzione sugli stessi
adeguandoli al valore del Master Volume. Se per esempio il VCC massimo presente in un
MIDI file 127 e lo slider Master Volume di Hi-Play posizionato alla posizione 100, tutti i VCC
verranno decrementati di 27 unit. Ovviamente questo sistema non infallibile e se il MIDI file
stato programmato male (p.e. con i volumi alti e l'intensit delle note (velocity) bassa) non
avremo l'effetto desiderato. In questo caso si potr provare ad inserire un valore manuale
(positivo o negativo) nella colonna "Vol." del Repertorio per compensare le differenze
esistenti: se neanche questo tipo di intervento serve a livellare correttamente il volume di una
MIDI song, non resta che intervenire con un sequencer (o con Hi-Play Tools) e modificare
opportunamente il MIDI file!
Notazione Italiana: quando segnato dall'apposito simbolo, consente di visualizzare negli
appositi display, le note e gli accordi in notazione italiana.
- 59 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Filtro Sysex: questa opzione consente di filtrare i messaggi di sistema esclusivo presenti nei
MIDI File, evitando che questi giungano al modulo sonoro (se non tollerati).
Filtro Ctrl(Goto Marker): per capire la funzione di questa opzione, dobbiamo rifarci alla
potenzialit di Hi-Play Pro di posizionare il playing di un brano MIDI ad un determinato Marker
o locatore contenuto in un MIDI file; affinch la musica ed i suoni riprendano in maniera
corretta dopo un salto, necessario infatti, che tutti i messaggi che non sono delle Note
On/Off contenute nellintervallo che rimane ineseguito (soprattutto Controller Change, ma
anche Program Change, Pitch Bender, ecc.) vengano comunque eseguiti prima della ripresa.
Non c purtroppo da stupirsi se il salto di poche battute pu comportare in ogni caso
lesecuzione di diverse centinaia di questi messaggi invisibili, che possono tradursi in un
piccolo ritardo (pochi millisecondi) nella ripresa a tempo del brano musicale. Abbiamo anche
constatato, che il ritardo dovuto allelaborazione di tali messaggi, non viene accumulato dal
programma (Hi-Play), che impiega sempre un tempo praticamente prossimo a zero anche se
elabora migliaia di questi messaggi, ma dal driver software che si occupa di indirizzare tali
messaggi all'hardware. Abbiamo per esempio verificato che un driver di tipo Creative
Syntetizer di gran lunga pi veloce rispetto ad un Creative MIDI Output. Questa opzione
consente in ogni caso di eliminare eventuali ritardi di ripresa a discapito per della
funzionalit sopra descritta.
Lingua: Questa opzione consente di scegliere, tramite un'ulteriore sottolivello, se i messaggi e
le bandierine di commento devono apparire in Italiano o in Inglese.
GS Init: Questa funzione consente di gestire l'invio di un messaggio MIDI (SYSEX) di
inizializzazione (reset) al modulo sonoro collegato. Tramite le tre opzioni previste possibile
impostare l'invio automatico ad Ogni Song, inviare il messaggio manualmente (Invia Ora) e
modificare la stringa del messaggio esclusivo (quella predefinita relativa ai moduli sonori
Roland/Edirol). Per quest'ultima opzione necessario far riferimento al manuale del modulo
sonoro.
Risoluzione timer: il valore di questo parametro consente di rendere pi o meno preciso
lintervallo di azione del timer multimediale di Hi-Play; pi basso il valore impostato e pi
preciso sar il flusso di output, a scapito per di un maggior impegno della CPU. In ogni caso,
salvo che non si inseriscano valori superiori a 10 millisecondi, lorecchio umano non in grado
di percepire alcuna differenza per cui si consiglia di tenere il valore su 10 Ms. specialmente se
si utilizza la modalit DJ Live.

- 60 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Setup Automazione Media Files
questa funzione utile per poter integrare Hi-Play Pro con l'Esplora Risorse di Windows.
Seguendo le apposite istruzioni, sar possibile sfruttare le opzioni di ricerca del sistema
operativo per individuare eventuali file non ancora catalogati nel repertorio di Hi-Play e di
eseguirli con un semplice Doppio Click sul nome del file.

La finestra mostra tutte le estensioni di media files riconosciute e gestite da Hi-Play Pro e per
ciascuna di esse possibile:
- indicare Hi-Play come media player predefinito; in questo caso il doppio click su un
media file con tale estensione verr inviato ad Hi-Play Pro.
- utilizzare l'icona di Hi-Play per la visualizzare nell'Esplora Risorse; in questo modo si
otterr una completa uniformazione tra le visualizzazioni in Hi-Play ed in Esplora
Risorse.
N.B.: Affinche le impostazioni effettuate abbiano effetto, necessario che l'Account Utente
con il quale si sta operando su Windows, disponga delle autorizzazioni di Amministratore con
le Impostazioni di Controllo dell'Account Utente senza nessuna restrizione.
Per verificare tale prerequisito, consultare il successivo par. 9.6.
E' anche possibile agire da sistema operativo per ottenere gli stessi risultati:
-

Da Esplora Risorse di Windows, click destro su un media files;


Dal Pop-Up menu scegliere Apri Con ...
Dall'elenco visualizzato, scegliere Hi-Play System Media Player.exe (attenzione: non
scegliere in nessun caso HiPlay7.exe; se il nome indicato non presente nella lista,
individuarlo manualmente tramite la voce Programma predefinito ... > Sfoglia >
C:\Hiplay7> Hi-Play System Media Player.exe)

- 61 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Impostare lo slider sulla sinistra come visualizzato in figura (posizione: Non notificare mai).
Formato Web Cam: viene attivata la finestra di sistema per le impostazioni della Web-Cam (la
stessa che viene attivata da Pannello di Controllo del Windows);
Ripristina Configurazione Iniziale: questa funzione va utilizzata con molta attenzione in
quanto pu vanificare eventuali lavori di personalizzazione effettuati. Dopo aver eseguito
loperazione come se il programma fosse stato appena installato, e tutti i parametri
personalizzabili (font, dimensioni controlli, colori, posizioni, ecc.) assumono i valori predefiniti
(defaults).

- 62 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
9.6 Requisiti di installazione e modifica automazione media files
Per poter installare correttamente Hi-Play Pro e modificare le impostazioni del sistema
operativo in modo da associare le estensioni e le icone dei media files al software Hi-Play,
necessario disporre dei diritti di Amministratore di sistema, senza restrizioni:
Da Menu Start > Pannello di Controllo > Account utente e protezione famiglia > Account utente
> Modifica le impostazioni di Controllo dell'Account utente:

Verr chiesto il riavvio del sistema.


Al termine dell'installazione e delle eventuali modifiche si pu riportare la situazione a quella
iniziale (non sar necessario riavviare ulteriormente).

- 63 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Appendice A: Funzionalit Tastiera Alfanumerica e Tastierino Numerico
Tastiera Alfanumerica Standard:
<>
A
B
C
D
E
F
H
I
J
K
L
M
O
P
Q
R
S
T
V
Y
X

Posiziona il cursore sul controllo LR Slider (Dissolvenza incrociata);


Master Volume Focus (+/- per incrementare/decrementare il volume);
Finestra Go To Bar (salta ad una data posizione della Song);
X Ctrl On/Off;
Dee-Jay Mode On;
Reset Tempo;
Fast Forward;
Headphone (Preascolto); Ctrl+Invio = Invio Song con attivazione preascolto;
MIDI Keyboard Input;
Scaletta immediata (da songs selezionate);
Show Maxi Karaoke;
Left Section On;
Mute Melody;
One Kar (Una sezione karaoke in DJ Mode); Ctrl+O = Personalizza Song;
Tempo Focus (+/- per incrementare/decrementare il valore, 0=azzera variazioni, A =
Accelerando, R = Ritardando);
Quit Hi-Play;
Right Section On;
Reset MIDI; Ctrl+S = GS Init;
Transpose Focus (+/- per incrementare/decrementare il valore, 0=azzera variazioni)
Auto Vocalist On/Off;
Attiva Virtual Synt;
Attiva Virtual Mixer;

0-9
Goto Marker;
Ins
Fade In;
Canc Fade Out;
Tasti Funzione
F1
F2
Ctl+F2
F3
F4
F5
F6
F7
F8
F9
F10
F11
F12

Non ancora riassegnato


Posiziona il cursore sulla casella di ricerca per titolo;
Ricerche/Selezioni/Ordinamenti in modalit avanzata;
Ripete la ricerca titolo individuando leventuale Song successiva corrispondente;
Seleziona una Song
Switch Modo Repertorio / Tree-View e viceversa;
Switch Modo Explorer / Repertorio e viceversa;
Switch Modo Virtual Live Band / Repertorio e viceversa;
Visualizza Lyric Window (Nuova finestra leggio elettronico full screen);
Full Songs List (Lista con i soli titoli delle songs)
Non ancora riassegnato;
Keyboard Chord Control (par. 3.4.3)
Keyboard Drum Control (par. 3.4.4)

- 64 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Tastierino Numerico:
/
*
+
<1-9

Switch Mode (come F5);


Switch Tempo/Transpose/Volume focus;
Incremento Volume/Tempo/Transpose (vedi *);
Decremento Volume/Tempo/Traspose (vedi *);
(back space) player switch;
Modalit Player: Skip to Markers;
In modalit VLB/Batteria elettronica automatica, i tasti in figura rispecchiano i pulsanti
del player nello stesso ordine di visualizzazione:

0/Ins
000
./Del
1/End
2
3

Intro (Batteria elettronica automatica o Arranger);


Start/Stop player o arranger (come barra spazio);
Ending (Batteria elettronica automatica o Arranger);
Fill To Part B (Batteria elettronica automatica o Arranger);
Switch Part A/B (Batteria elettronica automatica o Arranger);
Fill To Part A (Batteria elettronica automatica o Arranger);

- 65 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Appendice B: Creare un nuovo stile per Hi-Play Virtual Live Band
Hi-Play VLB, non viene fornito di alcun strumento per la creazione/modifica di stili.
Anche se ci pu sembrare limitativo, in effetti non lo in alcun modo in quanto una
delle caratteristiche pi apprezzabili di Hi-Play VLB quella di gestire i files degli stili
in formato MIDI standard (.MID). Questo vuol dire che basta dotarsi di un qualsiasi
Software Sequencer (sul mercato c ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche) per
poter divenire padroni al 100% della situazione.
Una volta individuato quello pi idoneo, la via pi semplice per ottenere un nuovo stile,
quella di partire da uno preesistente, studiarne la struttura, apportare le variazioni
desiderate e salvare il nuovo stile con un nuovo nome.
Affinch lo stile venga riconosciuto e gestito da Hi-Play VLB bisogna tenere sempre
docchio le seguenti regole che sono di fondamentale importanza:
01) Il MIDI file deve essere salvato in formato 0 (singola traccia);
02) La prima battuta deve contenere solo i comandi preliminari di inizializzazione del
modulo sonoro (SYSEX, PROGRAM CHANGE e CONTROLLER CHANGE, ecc.);
03) Il primo Pattern inizia dalla 2a battuta; i Pattern di passaggio (Fill To ..)
dovrebbero sempre essere contenuti nella durata di una battuta;
04) Non ci sono limiti fisici per la durata dei Pattern e per la risoluzione del file (Ticks
Per Quarti di Nota) ma si consiglia di non allontanarsi troppo dalla struttura degli
stili desempio;
05) I Pattern possono essere 6 (Solo Modo Base) o 12 (Base/Advanced) e devono
essere memorizzati nel seguente ordine: Intro, Original, Fill To Variation,
Variation, Fill To Original, Ending; Se gestita la modalit Advanced devono
seguire gli altri 6 pattern nella medesima sequenza;
06) Tra un Pattern e laltro deve essere presente 1 battuta completamente vuota
(nessuna NOTA ON, nessuna NOTA OFF, NESSUN PROGRAM CHANGE,
CONTROLLER CHANGE o altro !!!!!);
07) Tra i primi 6 pattern del modo Base e gli eventuali altri 6 del modo Advanced
devono esserci invece 2 Battute completamente vuote;
08) Ogni Pattern deve iniziare con i PROGRAM CHANGE ed i CONTROLLER
CHANGE necessari al corretto avvio del Pattern a freddo (escludendo ovviamente
quelli gi presenti nella prima battuta);
09) Ogni Pattern deve terminare (comprese le NOTE OFF) nellultimo tick dellultima
battuta prevista.
10) Utilizzare solo i primi 13 canali per laccompagnamento (gli ultimi 3 sono utilizzati
per le parti tastiera) riservando il canale 2 per il Basso ed il 10 per la Batteria
come in tutti i moderni MIDI Files.
11) Tutti i pattern devono essere scritti in tonalit di Do maggiore evitando luso di
intervalli diversi da quelli di terza o di quinta; I Pattern Intro ed Ending, possono
anche contenere inflessioni melodiche pi particolari in quanto vengono eseguiti
rispettivamente in testa ed in coda alla song senza ripetizione ciclica (loop).

- 66 -

Hi-Play Pro
Manuale Utente
Dec Sistemi srl
_____________________________________________________________________
Appendice C: Glossario
Chord: accordo;
Cross-Fade: dissolvenza incrociata;
Data Base: archivio elettronico indicizzato per consentire rapidi accessi alle informazioni;
Default: valore predefinito dalla procedura;
Drum: batteria - percussioni;
Edit/Editing: modifica/durante la modifica;
Entertainer/Entertainment: intrattenitore/intrattenimento;
Fade-In: il brano viene introdotto con volume crescendo;
Fade-Out: il volume del brano decresce fino a valori prossimi a zero;
Fast Forward: avanzamento veloce del brano;
File: archivio elettronico memorizzato su disco;
Groove: tessuto armonico-ritmico;
Left: sinistra;
Live: dal vivo;
Loop: intervallo di musica ripetuto in modo ciclico;
Lyrics: testo karaoke;
Keypad/Numeric Keypad: insieme di tasti/tastierino numerico;
Marker: locatore posizione di riferimento nel brano;
Media-File: file contenente musica, immagini o video;
Path: percorso completo o indirizzo (riferito al file);
Performance: prestazione musicale;
Play/Playing: avvio della riproduzione di un brano musicale / brano musicale in riproduzione;
Player: apparato in grado di riprodurre la musica;
Playlist: lista programmata scaletta;
Pop-Up menu: menu temporaneo attivabile tramite click destro, ove previsto;
Realtime: in tempo reale;
Record: riga/elemento (anche multi-campo) di una lista;
Reset: azzeramento;
Rewind: riavvolgimento (riposizionamento del brano alla posizione iniziale;
Right: destra;
Sequencer: software per la creazione dei media-files;
Setup: installazione o definizione dei parametri;
Slider: potenziometro a cursore;
Song: brano, canzone;
Stop: arresto della riproduzione di un brano musicale;
Transpose: variazione in positivo o in negativo della tonalit originale;
Tree-View: lista ad albero;

- 67 -