Sei sulla pagina 1di 2

PRINCIPALI TIPI DI DEMENZE

La demenza un disturbo delle funzioni intellettive acquisito e di natura organica.


E caratterizzato da una compromissione della memoria a breve e a lungo termine e la
compromissione di almeno uno delle attivit cerebrali primarie (pensiero
astratto,linguaggio,orientamento ecc).
CLASSIFICAZIONE:
Demenze primarie: Alzheimer,demenza vascolare,demenza frontotemporale,malattia di Pick,afasia primaria,malattia a corpi di Lewy
Demenza associata a malattie con degenerazione neuronale: Parkinson,corea di
Huntingon.
Demenze da disturbi metabolici: patologia tiroidea,patologia
paratiroidea,patologia epatica,malattia di Wilson.
Malattia dellAlzheimer: la forma pi comune di demenza degenerativa
progressivamente invalidante con esordio prevalentemente in et presenile (oltre i 65
anni, ma pu manifestarsi anche in epoca precedente). Si stima che circa il 60-70%
dei casi di demenza sia dovuta a Alzheimer.. Il sintomo precoce pi comune la
difficolt nel ricordare eventi recenti (perdita di memoria a breve termine). Con
l'avanzare dell' et possiamo avere sintomi come: afasia, disorientamento,
cambiamenti repentini di umore, depressione, incapacit di prendersi cura di s,
problemi nel comportamento. Ci porta il soggetto inevitabilmente a isolarsi nei
confronti della societ e della famiglia. La velocit di progressione pu variare,
l'aspettativa media di vita dopo la diagnosi dai tre ai nove anni.
TC e risonanza: laspetto alla diagnosi di un malato di Alzheimer presenta un aspetto
cerebrale diffusamente atrofico,circonvoluzioni cerebrali ristrette,solchi allargati e un
allargamento del terzo ventricolo.
SPECT: riduzione dellattivit metabolica cerebrale.
Demenza vascolare: una demenza secondaria a un danno vascolare cerebrale su
base ischemica e/o emorragia.
Pu essere causata da una perdita dei piccoli o dei grandi vasi.
Si presenta in et avanzata e soprattutto sulle persone di sesso maschile,i fattori di
rischio principali sono le patologie cardiache,lipertensione arteriosa,il fumo di
sigaretta e labuso di alcool.
Malattia a corpi di Lewy: rappresenta circa il 10/15% delle demenze nella sua
completezza e presenta sintomatologia molto simile alla malattia del Parkinson.
Si presenta soprattutto nella popolazione con et superiore ai 65 anni.
Il paziente ha dei disturbi psichiatrici (allucinazione,disturbi dansia,depressione),ha
disturbi del sonno (insonnia,sogni terrificanti,movimenti involontari nel sonno) e dei
disturbi di tremore come quelli del morbo di Parkinson.
RM: si presenta come unatrofia generalizzata
SPECT: ipoperfusione occipitale

Demenza fronto-temporale: insieme di gruppi di demenze eterogenee sul piano


clinico e neuropatologico caratterizzate da disfunzione dei lobi frontali e di parte di
quelli temporali.
Malattia di Pick: una malattia poco diffusa,molto meno diffusa dellAlzheimer,
caratterizzata da una demenza.
TC e risonanza: presenta unimportante atrofia dei lobi frontali e temporali,si
sviluppa attorno alla quarta o quinta decade. Provoca alterazioni del
comportamento,della personalit e della condotta sociale e dellespressione verbale.
SPECT: ipometabolismo frontale e temporale.
Afasia primaria: disturbo del linguaggio,difficolt nellarticolare le parole.

Morbo di Parkinson: sindrome ipocinetica rigida o paralisi agitante una malattia


neurodegenerativa. I sintomi motori tipici della condizione sono il risultato della
morte delle cellule che sintetizzano e rilasciano la dopamina. Tali cellule si trovano
nella substantia nigra, una regione del mesencefalo. La causa che porta alla loro
morte sconosciuta. All'esordio della malattia, i sintomi pi evidenti sono legati al
movimento, ed includono tremori, rigidit, lentezza nei movimenti e difficolt a
camminare. In seguito, possono insorgere problemi cognitivi e comportamentali, con
la demenza che si verifica nelle fasi avanzate. La malattia di Parkinson pi comune
negli anziani, la maggior parte dei casi si verifica dopo i 50 anni.
Corea di Huntingon: una malattia genetica neurodegenerativa che colpisce la
coordinazione muscolare e porta ad un declino cognitivo e a problemi psichiatrici.
Esordisce tipicamente durante la mezza et; la pi frequente malattia a causa
genetica nei quadri clinici neurologici con movimenti involontari anomali. molto
pi comune nelle persone di discendenza europea occidentale rispetto a chi di
origine asiatica o africana. La malattia causata da una mutazione autosomica
dominante in una delle due copie (alleli) di un gene chiamato huntingtina.