Sei sulla pagina 1di 2

STORIA

DELLARTE

Percorsi

BREVI

LArte gotica
La cattedrale gotica: unarchitettura di luce
Le cattedrali gotiche si caratterizzano in tutta Europa
per lo sviluppo in verticale delle strutture murarie
sempre pi ardite, e per una diffusa luminosit. La
luce filtra allinterno attraverso rosoni e grandiose
finestre decorate da vetrate multicolori, che le fanno
assomigliare a variopinti caleidoscopi. La luce
esprime anche un significato simbolico, perch ricorda la sacralit del luogo e favorisce la devozione
dei fedeli, ammirati da tanto splendore.
Veduta delle volte, del rosone e delle finestre a vetrate,
1140-1238 ca. Saint-Denis (Parigi), Chiesa abbaziale.

Le figure umanizzate
Una grande novit dellarte figurativa gotica lintensa espressivit delle
figure, soprattutto di quelle femminili, grazie anche alla diffusione del
culto della Madonna, alla quale vengono dedicate molte cattedrali in tutta
Europa. La Madonna, simbolo di tutte le madri, adesso sorride al Bambino che allatta, e anche il dolore materno pu essere espresso con molto
realismo, persino attraverso le lacrime che scendono sul viso.

I simboli della civilt comunale


Giotto, Madri in lacrime,
particolare della Strage
degli innocenti, 1303 ca.,
affresco. Padova,
Cappella degli Scrovegni.

Lautorit comunale si trova a gestire centri urbani sempre pi popolosi.


Nasce cos il palazzo pubblico, che la sede delle attivit comunali, amministrative e politiche.
Questi imponenti edifici dominano lo spiazzo pi importante della citt
e sono spesso in dialogo urbanistico col monumento-simbolo della
vita religiosa: la cattedrale.

Angelo da Orvieto,
Palazzo dei Consoli,
1332 ca. Gubbio
(Perugia),
piazza della Signoria.

Facciata della
Cattedrale di Santa
Maria Assunta in
cielo, fine del XIIIprima met del XIV
secolo. Orvieto.
2011 Giunti Scuola S.r.l. - Firenze

STORIA
DELLARTE

Percorsi

BREVI

Tanti monumenti per abbellire la citt


Gli architetti-scultori dellet gotica (fra questi, in Italia, Arnolfo di
Cambio, Giotto e Giovanni Pisano, in Francia Villard de Honnecourt)
si sono adoperati non solo per ideare grandiose cattedrali e palazzi
pubblici ma anche per creare nuove tipologie di monumenti per abbellire la citt: torri, logge per manifestazioni pubbliche, fontane decorate con rilievi, sculture equestri e monumenti funebri.

Il trionfo delle tecniche


Nellet gotica si inaugura una tendenza che si rafforzer nel Quattrocento: in ununica bottega vengono sperimentate diverse discipline.
Molti artigiani sanno lavorare indifferentemente alla pittura su tavola,
alla miniatura, alla scultura, agli affreschi, e spesso sono anche abili carpentieri in grado di preparare con le loro mani la complessa struttura
dei pannelli in legno dei polittici che poi dipingeranno.
Talvolta sono anche urbanisti ( il caso di Giotto a Firenze) o fanno disegni per vetrate, grande caratteristica dellarte gotica ( il caso del pittore Duccio a Siena).

Storie di San Lubino, particolare di una vetrata, inizi


del XIII secolo. Chartres, Cattedrale di Notre-Dame.

Artista di Federico II, Limperatore nuota nel


laghetto, prima met del XIII secolo, miniatura dal Trattato di falconeria. Citt del
Vaticano, Biblioteca Apostolica Vaticana.

Andrea di Cione detto


lOrcagna e Jacopo di
Cione, Trittico di san
Matteo, 1368 ca.,
tavola. Firenze,
Galleria degli Uffizi.

Colomba eucaristica,
inizi del XIII secolo, bronzo
dorato e inciso, smalti
e pietre preziose.
Salisburgo (Austria),
Tesoro della Cattedrale.
2011 Giunti Scuola S.r.l. - Firenze

Statua equestre di
Cangrande della Scala,
Verona, Museo
di Castelvecchio.