Sei sulla pagina 1di 5

FORUM PA Call4ideas 2016

Documentazione di progetto della soluzione

X-DOM: una soluzione domotica a basso costo


Descrizione dellapplicazione/ servizio

X-DOM un rivoluzionario prodotto hi-tech, dedicato al mercato domotico. X-DOM nasce per offrire a
chiunque la possibilit di rendere un po pi domotico la propria casa, il proprio ufficio, e molto altro.
X-DOM infatti si pone in netta contrapposizione con lattuale concezione della domotica come tecnologia
fantascientifica, costosa, difficile da installare e gestire. Il sistema, composto da moduli elettronici facilmente
installabili nelle cassette 503 dellimpianto elettrico, e da una app di gestione disponibile per
smartphone/tablet, permette di controllare luci (dimmate e non), serrande e tapparelle elettriche,
termostati, e qualunque altro sistema provvisto di contatti per accensione e spegnimento. La comunicazione
avviene tramite Web, utilizzando un sistema Cloud per la trasmissione delle informazioni ed il mantenimento
dello stato del sistema.
Il tutto ad un prezzo eXtraordinario! Senza bisogno di centraline di controllo, o di sostanziali modifiche
allimpianto elettrico di casa. Il controllo avviene sul singolo oggetto, a differenza della maggior parte delle
soluzioni totali dei competitor. Decidi tu, cosa controllare e come!
X-DOM adatto sia al mercato B2C, grazie alla vendita diretta al cliente finale dei moduli elettronici, sia al
mercato B2B, grazie alla possibilit da parte di Aeromechs di customizzare la app di gestione on demand.
Con X-DOM, Aeromechs ambisce a diventare una azienda leader nel settore della domotica, e lo vuole fare
attraverso un prodotto alla portata davvero di tutti.

Descrizione dei bisogni che si intende soddisfare e mercato target


X-DOM nasce per offrire unalternativa low-cost, pratica e di immediato utilizzo alle soluzioni domotiche
attualmente esistenti sul mercato, che spesso non posseggono queste caratteristiche.
Lidea principale nasce dallintuizione avuta in merito al naturale desiderio, rilevato nei contesti quotidiani,
di controllare a distanza alcune utenze comuni, o di leggerne lo stato da remoto. Lutente medio che
attualmente manifesta questo desiderio, spesso ha a disposizione delle soluzioni troppo complesse per
essere concretamente utilizzate. Semplicit la parola chiave che ha accompagnato lo sviluppo di X-DOM,
in tutti i suoi aspetti.
Lobiettivo approcciare anche coloro che non conoscono neppure la parola domotica, ma che esprimono
in maniera naturale i bisogni di cui sopra. Lentit della insoddisfazione e della frustrazione da parte di
persone che, alla ricerca di soluzioni domotiche, si scontrano con terminologie tipiche del mondo
ingegneristico (quindi intelligibili solo da alcuni) sicuramente molto alta, ed X-DOM viene incontro proprio
a questa fascia di utenti.
Riteniamo che anche persone usualmente poco avvezze alle soluzioni tecnologiche possano essere in qualche
modo attratte dal fascino della domotica facile e low-cost, che il valore di maggior impatto legato ad XDOM; a patto che le potenzialit di una soluzione come X-DOM vengano chiaramente illustrate a tali fasce
di utenza. Secondo il nuovo rapporto Home Automation and Control Market by Lighting Control (Occupancy
Sensors, Relays, Transmitters), Security & Access Control (Video Surveillance, Biometric), HVAC Control
(Heating & Cooling Coils, Pumps & Fans, Sensors), and Geography - Global Forecast to 2020, il mercato
domotico globale destinato per raggiungere quasi 13 miliardi di dollari entro il 2020.
Per approcciare questo mercato cos ampio, si sviluppato X-DOM in modo tale che possa essere acquistato
sia da utenti finali (B2C) sia da aziende con specifiche necessit (B2B).
Il pool di utenti/clienti potenziali di X-DOM identificabile nel dettaglio come segue:

1) Proprietari/affittuari di case con scarsa confidenza con le tecnologie domotiche


2) Proprietari/affittuari di case con buon grado di confidenza con la tecnologia (geeks)
3) Proprietari di strutture private quali fabbriche, alberghi, ristoranti, teatri, ecc
4) Gestori di strutture pubbliche quali municipi, scuole, ospedali, ecc

Descrizione della tecnologia sottostante


La soluzione X-DOM si compone dei seguenti elementi chiave:
1) Moduli elettronici, installabili da un tecnico (o da un utente con conoscenze hobbistiche degli
impianti elettrici casalinghi) allinterno della cassetta 503 dellutenza da controllare. Il cuore del
modulo elettronico un chip wi-fi, grazie al quale lelemento pu agganciarsi alla rete wireless
domestica e comunicare. Ogni modulo possiede due contatti in uscita, quindi in grado di controllare
in modalit ON/OFF oppure DIMMING (per alcuni tipi di lampade) fino a due utenze distinte. Inoltre
possiede due contatti in ingresso, per lutilizzo via pulsanti tradizionali.
2) App per smartphone/tablet, disponibile sia per iOS che per Android. lo strumento, semplice e
rapido, attraverso cui lutente controlla il sistema X-DOM. La app permette di configurare il generico
modulo X-DOM, a valle della installazione e collegamento con la rete elettrica, per fargli svolgere
funzionalit specifiche. In particolare un modulo X-DOM pu essere configurato come:
PUSHDOM: il contatto in uscita viene configurato come ON/OFF. Con uno swipe sullo smartphone
possibile collegare o scollegare lutenza dalla rete elettrica.
DIMDOM: il contatto in uscita viene configurato come Dimmer. Lutente pu selezionare una
intensit dellazione di dimming (0%, 25%, 50%, 75%, 100%) del contatto.
HEATDOM: il contatto in uscita viene collegato al contatto di accensione della caldaia. Inoltre, viene
sfruttata la potenzialit di un sensore di temperatura presente nel modulo per fornire i corrispettivi
dati. Lutente pu quindi settare una temperatura desiderata, e la app funger quindi da termostato.
MOTORDOM: i contatti in uscita sono entrambi utilizzati in questo caso, dove uno dei due controller
un motore a ruotare in una direzione, mentre laltro controlla la rotazione nella direzione opposta.
3) Master su Cloud, ovvero il cuore software della soluzione. A differenze della maggioranza delle
soluzioni competitor, X-DOM non ha bisogno di una centralina hardware da installare a casa.
Infatti, i moduli elettronici e la app comunicano attraverso una architettura software basata su Cloud
e protocollo MQTT, perfettamente adatto alle nuove soluzioni IoT recentemente introdotte. Il
sistema X-DOM sfrutta tutte le potenzialit del Cloud, e al contempo nascondendone la complessit
allutente. Tramite Cloud possibile implementare anche scenari complessi.

Descrizione dei risultati economici attesi

Il business model si basa sullofferta del prodotto X-DOM, in particolare sulla vendita dellhardware
necessario per il funzionamento del sistema. La app invece offerta gratuitamente, e comprende uno spazio
su Cloud per larchiviazione dei dati di ogni singolo utente e dello stato dei diversi sistemi X-DOM. Il modello
di tipo indiretto per il B2C, mentre il B2B sar pure esplorato attraverso canali di comunicazione diretta,
che prevede una interazione col cliente al fine di analizzare i suoi bisogni.
Lanalisi dei costi sostenuti per lacquisto del materiale per la produzione dei primi 100 pezzi, abbastanza
rappresentativa dei costi su larga scala, aggiungendo il costo per lassemblaggio, nonch del packaging, porta
ad un costo totale di produzione per modulo di circa 50 . Il prezzo iniziale di vendita sar 79,90 (IVA inclusa)
per singolo pezzo. Lo sviluppo del sistema X-DOM ha previsto alcuni investimenti, riferiti allo sviluppo del
prototipo iniziale ed al primo set di moduli pre-commercializzazione. In particolare:
-

Sviluppo prototipo iniziale: costi del personale (1 anno di lavoro circa di due unit di personale, costi

retributivi pari circa a 25000 ), costi di ingegnerizzazione e del materiale (circa 1200 )
-

Sviluppo moduli pre-commercializzazione (25 moduli): costo del materiale (1000 circa), costi di

assemblaggio (250 circa)


Il break even point da raggiungere entro il 2016 associato alla vendita di circa 100 pezzi al mese, a partire
da Giugno 2016. Il fatturato atteso non ancora stimabile, in quanto deriver dalle proiezioni di vendita
associate ai primi 100 pezzi venduti, disponibili sul mercato entro il 31 Maggio 2016.

Cosa cerchiamo
X-DOM una soluzione attualmente (Aprile 2016) in stato di testing pre commercializzazione. Ci di cui
abbiamo bisogno sono investimenti relativi alla campagna di marketing ed alla diffusione territoriale del
prodotto. La campagna di marketing dovr essere pervasiva su tutti i mezzi di comunicazione, in modo da
convincere i potenziali acquirenti sulla bont della soluzione, facendo leva sui suoi punti cardine (basso costo,
facilit di installazione e manutenzione, scalabilit, versatilit).
In merito alla diffusione territoriale, il punto cruciale per la diffusione del prodotto su scala nazionale la
creazione di una rete di installatori locali; sebbene la complessit del prodotto sia ridotta al minimo,
comunque necessario che un tecnico qualificato installi fisicamente i moduli X-DOM nelle cassette 503.
Pertanto, c bisogno di uno sforzo economico volto allengagement di tecnici qualificati ed aperti alle nuove
tecnologie, dislocati su tutto il territorio nazionale (e perch no, europeo).

Descrizione del team e delle proprie risorse e competenze


Ing. Beniamino GUIDA Aeromechs CEO
Lidea iniziale dello sviluppo di X-DOM da lui concepita e studiata preliminarmente sia dal punto di vista
tecnico che di fattibilit; attualmente coordina e supervisiona il team di lavoro dello sviluppo software della
soluzione, oltre che gestire i rapporti con lesterno e con il responsabile del marketing e comunicazione.
Ing. Lucio FIAMINGO Aeromechs CTO
Il suo ruolo nello sviluppo di X-DOM relativo al design dei moduli elettronici del sistema, comprensivo di
testing e validazione.
Dott. Giuseppe PORCARO Aeromechs CFO
Le sue responsabilit in merito ad X-DOM riguardano la gestione del processo di approvvigionamento della
componentistica del sistema, le relazioni con i fornitori e gli installatori, la gestione della contabilit dedicata,
e lanalisi dei flussi economici e finanziari relativi al sistema.
Dott. Crescenzo MUGIONE Software developer for Aeromechs
Il suo lavoro relativo al sistema X-DOM riguarda la scrittura del firmware per i moduli elettronici e la
creazione dellarchitettura software su Cloud, comprensiva di database e gestione del protocollo MQTT.
Dott. Sossio MONTANA Software developer for Aeromechs
Le sue responsabilit in merito allo sviluppo di X-DOM riguardano la creazione delle app, sia per Android
che per iOS, delle diverse versioni (prototipale e commerciale), con enfasi sulla cura degli aspetti grafici e di
comunicazione con la sezione firmware.
Dott. Luis Miguel SILVA Marketing and communication manager for Aeromechs
La campagna di marketing e comunicazione per il lancio del sistema X-DOM affidata a Luis come team
leader, in costante interazione con lo staff di Aeromechs. Il suo ruolo quello di massimizzare limpatto
comunicativo di X-DOM attraverso i social e la gestione un sito web apposito per le vendite del sistema.