Sei sulla pagina 1di 7

TRIBUNALE ORDINARIO CIVILE DI ROMA

Sez. IX - Dr. Fausto Basile


Giudizio Civile n. 20302/15 ud. 11.02.2016
Per il sig. ZAMBON Claudio rappresentato e difeso dallAvv.
Franco Rucci,
contro
H3G SpA rappresentata e difesa dal prof. Avv. Andrea Di Porto,
Memoria ex art. 183 IV comma cpc II Termine
Con le presenti brevi note

si contestano integralmente

tutte le deduzioni, le eccezioni e le richieste formulate ex adverso


in quanto assolutamente generiche ed ininfluenti ai fine del
decidere e, in pari tempo, si contesta, nuovamente,

la

documentazione prodotta.
Si chiede che lIll.mo sig. Giudice voglia disporre CTU,
tendente a dimostrare i fatti di causa cos come dedotti da parte
attrice e, pi specificamente, lindebito utilizzo, da parte di H3G
spa, di un brevetto esistente e rilasciato, in esclusiva, in favore
dello Zambon, ponendo al consulente i seguenti quesiti:
- Voglia il CTU, per il periodo giugno 2011-febbraio
2014,esaminare le fatture PASSIVE ricevute da H3G spa
dagli operatori mobili Wind; Vodafone e TIM, relative al
traffico telefonico originato dalla rete di H3G spa verso gli
abbonati telefonici di tali operatori, il tutto comprensivo
della descrizione dettagliata delle fatture contenente: a) la
tipologia del servizio; b) il numero di chiamate totali; c) il

numero dei minuti totali; d) la rate (costo) per minuto e se


diversi per ora e giorno; e) limporto corrispondente,
nonch limporto totale della
singola fattura onde verificare se limporto totale corrisponde
con la somma degli importi parziali;
- Voglia il CTU sempre per il medesimo periodo sopra
indicato, esaminare le fatture ATTIVE inviate da H3G spa
verso gli operatori mobili Wind, Vodafone e TIM,
comprensive della descrizione dettagliata delle fatture
contenente i dettagli di cui punti a);b);c);d)e),

riportati

nel quesito precedente;


- Voglia il CTU, descrivere il dimensionamento, mese per
mese, per il periodo indicato, della rete di H3G spa
(numero di circuiti TDM attivi) con riferimento agli
operatori mobili Wind, Vodafone e TIM, procedendo a
definire i circuiti per il traffico outbound, il traffico
inbound e il traffico bothways evidenziando, di volta in
volta, lincremento/decremento dei circuiti rispetto al mese
precedente;
- Voglia il CTU, per il periodo indicato, esaminare le fatture
passive ricevute dagli operatori Fastweb, Wis (Wind
International Services),Telecom Italia Sparkle, Belgacom
relative al traffico telefonico originato dalla rete di

H3G

spa (origine abbonati italiani), operatori CARRIER


INTERNAZIONALI comprensive della descrizione del

servizio a supporto delle fatture, comprensive di: a) singoli


destini

sia internazionali che nazionali, verso Wind,

Vodafone e TIM; b) la tipologia del servizio; c) il numero


di chiamate totali; d) il numero di minuti totali; e) la rate
(costo) per minuto e se diversi per ora e giorni; f) limporto
corrispondente, nonch limporto totale della fattura onde
verificare se limporto totale ha corrispondenza con gli
importi parziali;
- Voglia il CTU accertare, per il medesimo periodo, il
dimensionamento della rete (numero di circuiti TDM
attivi) con i sopra indicati operatori Wholesale definendo
quelli con traffico outbound, il traffico inbound traffico
bouthways, evidenziando lincremento/decremento dei
circuiti rispetto al mese precedente;
- Voglia il CTU, per il medesimo periodo, esaminare le
fatture attive inviate da H3G spa ai menzionati operatori
Wholesale comprensive della descrizione del servizio e
contenenti: il destino (specificando se nazionale o
internazionale e, se nazionale, se rete H3G e/o Vodafone,
Wind o TIM), b) la tipologia del servizio; c) il numero di
chiamate totali; d) il numero di minuti totali; e) la rate per
minuto e se diversi per ora e giorno; f) limporto
corrispondente, nonch limporto totale della fattura per
verificare la corrispondenza del totale con i parziali;
Ritiene lattore che attraverso la CT richiesta e, pi

specificamente, dallesame della documentazione


dettagliatamente indicata nei quesiti da sottoporre al
Consulente, emergerebbe lutilizzo di un sistema di
ripartizione automatica delle chiamate (istradamento del
traffico) capace di utilizzare il miglior costo di terminazione
verso gli altri operatori mobili italiani, inferiore al costo di
interconnessione vigente , ovvero, quello riportato dalle
fatture degli operatori per ciascun mese di competenza, al
fine di ottenere riduzioni di costo da trasferire sotto forma di
offerte unlimited o speciali alla propria rete di abbonati o per
incrementare la propria base di abbonati. Il
dimensionamento della rete ci consentirebbe di conoscere se
listradamento del traffico sia stato fatto per ragioni tecniche
o puramente commerciale/opportunistica.
Il perito di parte dovrebbe estrapolare i dati dalle fatture ed
evidenziare il beneficio economico dellistradamento automatico,
nonch linsussistenza delle ragioni tecniche (traffico overflow)
ed in ogni caso il traffico overflow dovrebbe costare di pi.

Si

chiede

ammettersi

interrogatorio

formale

del

legale

rappresentante della H3G spa e, allesito, prova per testi sui


seguenti capitoli:
- Vero che tra il primo ed il secondo sopralluogo effettuato

dal CTU , Ing. Costa fu sostituito da H3G, il Server


Operativo presso la sede di Via Severo 246 in Roma.
- Vero che nellaccesso in data 16.01.2015, presso i locali
della sede della H3G spa, siti in Roma via Alessandro
Severo n. 246, effettuato dallIng. Luciano Costa, allepoca
CTU nominato nel procedimento di descrizione, giusto
provvedimento

del

17.10.2014,

responsabili

amministrativi, in uno con i tecnici della H3g spa

si

rifiutarono di fornire notizie e accesso agli impianti


comunque richiesti dal CTU nominato;
- Vero che laccesso del CTU, presso i locali della H3G spa
e sopra richiamato, protrattosi per lintera giornata, ebbe
esito negativo, ad eccezione della consegna
documenti,

volontariamente

forniti

dai

di alcuni
responsabili

amministrativi, irrilevanti ai fini dellaccesso;


- Vero

che,

dellatteggiamento

negativo

tenuto

dai

responsabili tecnici e amministrativi della H3G spa in


occasione dellaccesso tenutosi in data 16.01.2015 il CTU
Ing. Luciano Costa ebbe a dolersi personalmente presso la
Cancelleria del Tribunale
- Vero che i tecnici H3G dichiararono (leggasi verbale
ufficiale giudiziario nominato ), che linstradamento dei
server per conto della H3G, viene effettuato in Romania in
modo manuale .
- Vero che tale instradamento quindi puo essere facilmente

modificato in funzione dei costi ed orari .


- Vero che il traffico nazionale , instradato allestero e poi
redirezionato in Italia, non e economico ne tantomeno
logico .
- Vero che attraverso sistemi di LOW COST ROUTING , si
possono avere benefici ecomici notevoli con relativi
abbassamenti di costi .
- Vero che nel successivo accesso, tenutosi presso la sede
della H3G spa

in data 30.01.2015, la documentazione

venne fornita dai tecnici e dai responsabili amministrativi,


soltanto dopo lunghe e pressanti richieste effettuate dagli
agenti del Corpo della Guardia di Finanza, presenti
allaccesso;
- Vero che la gran parte delle fatture consegnate dalla H3G
spa allUfficiale Giudiziario procedente e successivamente
rimesse

al

CTU

Ing.

Luciano

Costa,

risultavano

incomplete, manomesse , non correttamente elaborate, e


parzialmente consegnate ;
- Vero che le incongruenze contenute nelle fatture
consegnate

allIng.

Luciano

Costa

risultano

compiutamente riportate dallelaborato peritale con diverse


manomissioni , mancanze ed alterazioni da parte della H3g
, e poi dal CTU consegnato successivamente al Giudice;
- Vero che dallesame della documentazione consegnata da
H3G spa nellaccesso del 30.01.2015 e sulla quale stato

realizzato lelaborato peritale da parte del CTU Ing.


Luciano Costa, egli evidenzia lindebito ed abusivo
utilizzo del brevetto ideato dallo Zambon;
Si indicano a testi:
Su tutti i capitoli lIng. Luciano Costa - Roma;
Sugli ultimi otto capitoli l Ing. Cialella Giovanni Roma
Roma 20.11.2015

Avv. Franco Rucci

NB Dopo i quesiti da sottoporre al CTU nella parte evidenziata in


grassetto si deve inserire la frase con cui si sostiene lindebito
utilizzo, da parte della H3G spa del brevetto Zambon.