Sei sulla pagina 1di 2

Proposta di modello organizzativo

per il coordinamento del Movimento 5 Stelle in Lombardia

Aprile 2010 – M5S-LOM (bozza 0.90)

La seguente proposta di modello organizzativo si pone l’obiettivo di conciliare la carta di riferimento


del Movimento 5 Stelle nazionale, ovvero il ‘Non-Statuto’ in versione corrente del 10/12/2009
(http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Regolamento-Movimento-5-Stelle.pdf) con
la necessità di avere un adeguato coordinamento a livello regionale articolato secondo poche e
semplici regole che assicurino apertura, pluralismo, democraticità, e che permetta capacità
decisionale e di azione da parte del Gruppo facendo capo a tutti i principi del Movimento 5 Stelle
nazionale ed in particolare al principio “1-vale-1” che lo contraddistingue in modo essenziale.

Si tratta di una “proposta-ponte” al fine di non disperdere quanto di positivo già sino ad oggi
costruito in Lombardia, colmando temporaneamente il vuoto organizzativo sul piano regionale in attesa
di avere un’eventuale ed auspicabile formulazione comune a livello di Movimento 5 Stelle nazionale,
quella preannunciata da Beppe Grillo come imminente e basata sulla cosiddetta “nuova piattaforma”.

1. L’unico organo permanente plenipotenziario è costituito dall’Assemblea degli iscritti al


Movimento 5 Stelle in Lombardia, ovvero iscritti secondo procedura standard sul sito web di
Beppe Grillo in http://www.beppegrillo.it/movimento/iscriviti.php che risiedono in Lombardia.

2. Per la Lombardia il “luogo” deputato alla proposizione, al confronto, al dibattito, al


coordinamento e alla presa di decisioni è il MeetuUp
www.meetup.com/5stellelombardiacoordinamento/ denominato anche “MU888”:
a. tutti gli aderenti al movimento in Lombardia, ossia tutti i membri dell’Assemblea degli
iscritti al Movimento 5 Stelle in Lombardia, devono essere informati dell’esistenza del
MU888 per avere la facoltà di farne parte e quindi partecipare al confronto, al dibattito,
fare proposte e chiederne pareri per darne esecutività, esprimere il proprio parere su
proposte di altri membri perché diventino o meno esecutive;
b. ciascun aderente al movimento è libero di decidere se e a quanti MeetUp (MU) sul
territorio iscriversi indipendentemente dalla decisione di iscriversi o meno al MU888 di
coordinamento regionale (ex. caso di adesione a uno o più MU sul territorio e non
adesione al MU888 di coordinamento, oppure viceversa), sapendo che le decisioni sul
piano regionale saranno prese all’interno del MU888;
c. il MU888 deve avere almeno 5 assistant organizer, la rotazione di ciascuno deve avvenire
ogni 3 mesi, le nomine sono per votazione elettronica da parte dei membri del MU888
sulla base di candidature spontanee.

3. Organizzazione e coordinamento:
a. in Lombardia il Movimento 5 Stelle non prevede ne organi rappresentativi ne direttivi, non
vi sono presidenze, segreterie, “staff”, centri di potere. Ogni abuso verrà sanzionato con
l’espulsione dal MU888 con proposta documentata da uno o più membri del MU888 e
decisa tramite voto elettronico da tutti i membri;
b. sono previsti: (A) un portavoce regionale; (B) un portavoce provinciale per ciascuna
provincia al fine di rispondere nel modo migliore alle specificità del territorio; gli aventi
diritto a nominare il portavoce regionale sono tutti gli iscritti al MU888 residenti nella
regione, mentre gli aventi diritto a nominare il portavoce provinciale sono gli iscritti al
MU888 residenti nella relativa provincia; la rotazione in ciascun ruolo, regionale o
provinciale che sia, deve avvenire ogni 3 mesi, la nomina è per votazione elettronica sulla
base di candidature spontanee; (C1) gruppi regionali di competenza per aree tematiche
(ossia di programma/progetto, ex. Acqua Pubblica) che devono nominare un portavoce di
area tematica verso l’esterno con rotazione ogni 3 mesi, la cui nomina è per votazione
interna al gruppo sulla base di candidature spontanee, (C2) un gruppo comunicazione che
gestisce, senza rappresentanza e senza alcun potere decisionale da parte dei suoi membri,
sia i rapporti con i media, di cui interviste e gli incontri del portavoce del caso (regionale o
provinciale, oppure per area tematica), sia la produzione e la gestione a magazzino dei
materiali di comunicazione, (C3) un gruppo amministrazione che deve gestire con totale
trasparenza quei fondi disponibili al Movimento 5 Stelle in Lombardia derivanti da
contributi volontari e da donazioni, deve prevedere un membro rappresentante di ogni
provincia designato dai membri del MU888 di tale provincia, e che gestisce senza potere
decisionale alcuno da parte dei suoi componenti in quanto le decisioni sono e restano in
capo all’Assemblea dei membri iscritti al MU888;
c. tutti tali gruppi C1, C2 e C3 sono gruppi spontaneamente creati, aperti e flessibili,
composti da quei membri del MU888 che ritengono di poter dare contributi costruttivi con
specifiche competenze ed esperienze; tali gruppi decidono autonomamente come
organizzarsi al loro interno, designando all’occorrenza un coordinatore operativo senza
poteri decisionali propri;
d. tutti i membri dell’Assemblea degli iscritti al Movimento 5 Stelle in Lombardia, tramite il
MU888 devono poter comunicare senza impedimenti, barriere, ostacoli, sia con gli altri
membri, sia con Beppe Grillo ed il suo staff. Ogni abuso verrà sanzionato con l’espulsione
dal MU888 con proposta documentata da uno o più membri del MU888 e decisa tramite
voto elettronico da tutti i membri.

4. Processi decisionali:
a. ogni decisione sul piano regionale viene presa dai membri dell’Assemblea che scelgono di
partecipare attivamente alla vita del Movimento in Lombardia attraverso la loro iscrizione
al MU888;
b. le decisioni vengono prese collegialmente, a maggioranza semplice, sempre tramite
votazione elettronica al fine di assicurare agilità, flessibilità e soprattutto la più ampia
partecipazione, fatto sovente altrimenti impedito a molti membri nei casi di riunioni di
persona per via di impegni e logistica; le riunioni di persona a livello regionale si limitano
pertanto all’elaborazione di analisi, proposte, documenti, al confronto, alla discussione,
rimandando ogni decisione sul piano regionale alla votazione elettronica da parte di tutti i
membri del MU888;
c. qualsiasi membro del MU888 ha diritto di formulare proposte e chiedere che vengano
messe a votazione elettronica, gli assistant organizer non possono opporsi e devono dare
totale ed incondizionato supporto all’attuazione;
d. ogni proposta deve consentire almeno 1 settimana di dibattito in modo che sia data la
possibilità a tutti di prenderne parte e poter discutere sia con il promotore sia con tutti gli
altri membri del MU888, ovvero anche a chi non è in grado di frequentare il web e il
MU888 con assiduità;
e. passata tale settimana vengono tirate le fila da parte del promotore e si passa alla fase
decisionale tramite votazione elettronica che verrà posta in essere dagli assistant organizer
del MU888;
f. per dar modo a tutti di esprimere la propria opinione il sondaggio deliberativo deve essere
tenuto aperto 72 ore;
g. ogni votazione elettronica può effettuarsi solo e soltanto a condizione che tutti i membri
del MU888 siano edotti in modo chiaro ed inequivocabile di ogni elemento maturato alla
base delle decisioni su cui si è chiamati a votare, pena l’invalidazione della votazione.