Sei sulla pagina 1di 1

CULTURA

DOSTOEVSKIJ/Checosarendelavitamegliodel
niente?
UbertoMotta
mercoled1febbraio2012
A Fdor Dostoevskij dobbiamo, in primo luogo, nientaltro che una testimonianza di gratitudine e sconfinata
ammirazione,poichconisuoiromanzieisuoiracconti,lesueletteredrammaticheecommosseelesuefebbrili
note di diario, questuomo ci consegna ogni giorno tutti gli stimoli e gli strumenti per essere altezza del nostro
destino.Pernonesseremeschini,tiepidi,paurosidifronteallincalzaredellarealtedellavita.
Come quelle scientifiche, anche le rivoluzioni letterarie modellano limmagine che lumanit si forma di s
medesima e del mondo. E solo per pavidit o timidezza, a fronte di quella copernicana o newtoniana, non
collochiamolarivoluzionedostoevskijana:malasostanzanonmuta.Coisuoilibri,conlesuemigliaiadipagine,
Dostoevskij ha mutato per sempre il corso dei nostri pensieri sulla nostra stessa natura. Basterebbe far caso a
quanto ci dice intorno a tre semplici parole: il cuore, la libert, il mistero. Questioni o concetti tuttaltro che
astratti, con cui ciascuno, quotidianamente, chiamato a confrontarsi, in bilico tra linvadenza del male e la
propriapassioneirriducibileperlafelicit.Eppure,questionioconcetticheperfettamentedefinisconoquelche
larga parte delleducazione oggi alla moda vorrebbe censurare o rimuovere: il dramma della nostra vocazione,
dellanostradestinazione,dellanostracostituzione.
Isuoitesti,daquestopuntodiosservazione,posseggonounacoerenzaeunatensioneformidabili.Daunlato,con
amarezzaeironia,registranolinconsistenza,labanalit,lasuperficialitvolgareearrogantediquantipensanodi
poterridurreluomo,elavita,allemisurequantitativediessa.Malacarneeleviscere,ciavvertequestonostro
fratellomaggiore,nonsonosolomassa,nonsonosolochiliecentimetri.Sonoancheunfremito,unpalpito,una
scossa: qualcosa di non riducibile alla logica deterministica del positivismo, alla dialettica algebrica, allastratto
moralismo.
Si richiamino un paio di date: la parabola di Dostoesvkij si svolge dal 1846 di Poveragente al 1880, quando
terminaIfratelliKaramazov,conunpiccointornoallametdegliannisessanta(gliannidiDelittoecastigoe
dellIdiota).Del1842lultimovolumedelCorsodifilosofiapositivadiAugustComte,dovesisostienelanatura
esclusivamentebiologicaesociale,ciopratica,delluomo,espungendocomeastrattachimeraogniipotesidialtro
genere.Cheledueesperienzesianofortemente,econtrastivamente,connesse,indubitabile.
Questalaprimaverit,olaprimaesortazione,diDostoevskij:amarelavitatuttainteraconleparolediAliosa
Karamazovpidellalogicarisoluzionediessaaunsemplicepensiero,aunteorema,aunsistemadipostulati.
Amare la vita pi una devitalizzante sua metamorfosi, che ne rimuova i drammi, le inconcludenze, gli errori.
Megliosbagliaredavivi,cheridursiamanichiniperfetti.
E che cosa c allora, dentro questa vita intera, che la renda davvero desiderabile, preferibile al niente, o al
mondodoratodeisogniedelleutopiedelprogresso?Dostoevskijconluciditimpressionantedefinisceilcuore
delluomo(edunquelavitastessa)uncampodibattaglia,unluogoditensioneinesorabile.Definisceogniistante
dellesistenzailmomentodiunopzionedecisiva.Sitrattadellanostralibert:questoilprivilegiocherendela
vitabellaanchesedifficile(oforseproprioperchtale).Vitache,ammetteDostoevskij,compieautenticamente
sestessa,rispondedavveroalpropriobisogno,quandodifronteallagioia,allabellezza,allamore,siinginocchiae
dices.
Questocicherendelavitamegliodelniente,nonleideenobiliolecoseutili:macipercuialcuoreviene
spontaneoringraziare.Ilsorrisoaffascinanteepuro,nmalignonsciocco,diunuomochesiarimastonelcuore
bambinolabellezzainfinitachecicirconda,quelladelsolechenasceedellerbachecrescelamorevigile,umile,
attivo,chesitrasformainpietperogniindifeso.
RimanelaquestionediDioedellateismoassoluto,pirispettabile,sileggeinuncelebrepassodeiDemoni,
dellindifferenzamondana.Perch,scriveDostoevskij,lateoassolutostasulpenultimogradinodellapiperfetta
fede,mentrelindifferentenonhapinessunafedemasolopaura.Questoilmaledellanostracomediogni
epoca:lindifferenza,laccidiadichirimanesemprescettico,dichinonsilasciamaiandareestasempreconi
remi in barca. Ai piedi della scala, senza accettare la sfida che la nostra stessa natura, zeppa di desideri e
domande,cipone.
MalepaginediDostoevskijsonolapposta:perchnoisivivasempreaccesidipassioneeinteresseperlarealt
checivieneincontro.Risuonanocomeunasveglia,comeunrinnovatoinvitoaquellavigiliachesolovitavera.