Sei sulla pagina 1di 2

Il compito della scienza permettere all'uomo di dominare la natura.

La natura va
conosciuta per essere espugnata e l'intelligenza umana ha bisogno di strumenti per
penetrare la natura. Questi strumenti sono gli esperimenti. Possiamo essere frenati
dall'anticipazione della natura, ovvero dal prescindere gli esperimenti per passare solo
ad assiomi generalissimi. Mentre l'interpretazione vera della natura si addentra con
metodo e ordine nell'esperienza, giungendo gradualmente alla formulazioni di verit
generali.
La mente ha delle anticipazioni (pregiudizi), che vengono chiamati idola.
Idola tribus: l'uomo presuppone pi armonia nella matura di quanta non ce ne sia o
precipitoso nelle conclusioni, questo dovuto all'insufficienza dei sensi
Idola specus: ognuno ha il suo sostrato culturale, di abitudini e di educazione che
modifica la percezione della realt.
Idola fori: consistono nel fraintendimento del linguaggio, che convenzione di significati
fra gli uomini. O un significato male inteso oppure non esiste proprio.
Idola theatri: derivano dalle teorie errate del passato, le quali modificano la nostra
visione.
Bisogna liberarsi dalla riverenza degli antichi perch la verit figlia del tempo, quindi
non stabile ed eterna. Occorre percorre la via dell'esperienza in ordinato e maturo.
La scienza induzione, metodo che sposa le esperienze sensibili e l'intelletto. Questa
induzione procede per gradi ed elimina tutti i casi particolari grazie agli esperimenti, non
astrazione logica come quella artistotelica.
Il metodo di Bacone per fasi:
A) raccolta dei dati e descrizione dei fatti i quali vanno inquadrati in --->
B) tavole: catalogazioni di istante di un fatto, ne esistono di 3 tipi:
1)tavole della presenza: casi in cui un fenomeno si presenta
2)tavole dell'assenza: casi in cui un fenomeno non si presenta pur indicando casi simili a
quello da studiare
3)tavole dei gradi: casi in cui il fenomeno si presenta in gradi descrescenti rispetto a
quello studiato.
C)andando per esclusione dalle tavole, si giunge alla prima ipotesi che guider la ricerca
e che dovr essere messa alla prova con "istanze prerogative"
D) fra le varie istanze prerogative ci sar quella cruciale, ovvero quella che metter in
mostra la causa vera del fenomeno da parte di un solo altro fenomeno, escludendo tutte
le altre possibilit

Il metodo di Bacone pensato come razionale interpretazione e selezione dei dati.


L'interp processo di induzione tende a stabilire la causa delle cose, la sua forma. Bacone
nega il valore della causa finale dei fenomeni pensata da Aristotele. La causa pi
importante fra quelle Aristoteliche quella formale, nell'accezione in cui la forma rivela
l'unit della natura. La forma quindi:
-schematismo latente: la struttura o l'ordine dei corpi quando sono statici;
-processo latente: il movimento intrinsespco dei corpi che li porta a realizzare la forma.
La forma , in sintesi, la struttura che definisce un fenomeno naturale e la legge che
regola o produce il fenomeno stesso.
Il metodo di Bacone non venne mai applicato e al suo interno notiamo l'assenza della
matematica.