Sei sulla pagina 1di 3

La Cronaca

L UNEDI 3 MAGGIO 2010 18

Lo Sport
33ª GIORNATA CREMONESE-COMO 1-0

Riccardo Musetti tocca al volo di piatto destro e menda la palla nell’angolo più lontano. Nulla da fare per Zappino e per il bomber grigiorosso è il nono centro nelle ultime 8 gare (14 in stagione) (Foto Rastelli)

Basta un gol: Strano ma bello


Il solito Musetti firma la vittoria di misura sui lariani
Dopo 12 partite i grigiorossi tornano a non subire reti
N
on sarà glamour come lo spigolosi. A farne le spese, Paoloni te? I lariani giurano e spergiurano al contare sul raddoppio dei compagni. Nizzetto ha portato gli uomini di
Special One, che in panchi- punito con il secondo giallo per aver di là della semiretta che congiunge Fragiello, sovrastato da Cremonesi, è Venturato vicini al gol con Musetti
na ci va abbinando le Clarks ritardato di pochi istanti la rimessa palo con palo. Arbitro e guardalinee stato invece tolto dalla disperazione (tirocross non raccolto dai compa-
da intellettuale alla grisaglia del ma- in gioco quando altri, rimasti vergi- hanno invece ritenuto che il rimbal- nel corso della ripresa. gni) e con lo stesso esterno che ha
nager in carriera, ni, se le stavano zo sia avvenuto al di qua. Un episo- I g r ig iorossi gettato al vento un
ma le partite le sa suonando dall’ini- dio intricato, che nemmeno le im- hanno subito contropiede, ritar-
vincere pure lui zio del pomerig- magini televisive hanno potuto chia- l’improduttiva dando all’eccesso
leggendo i conte- gio. Una minuzia, rire. Fatto sta che il gol non è stato iniziativa ospite il passaggio decisi-
nuti nascosti fra le Mossa vincente di quella dell’estre- accordato e lo Zini si è trasformato nel quarto d’ora Domenica a Varese vo verso Musetti.
righe. C’è il mar-
chio di fabbrica di
Venturato che trova mo, soprattutto se
rapportata al cli-
in un’arena per gladiatori ai quali il
vicentino Barbiero non ha saputo te-
iniziale (Paoloni
che anticipa Fra-
lo scontro diretto Il Como, sempre
più annebbiato, ha
Venturato sopra la chiave di volta ma da resa dei ner testa. giello e Viali che per decidere subito la maggior
gli ultimi tre pun- conti montato do- La vittoria grigiorossa comunque stoppa la conclu- freschezza grigio-
ti. E’ stato il suo passando al tridente po l’episodio del ci sta per intero. Il Como, privo del sione di Brevi gli il secondo posto rossa soprattutto
fare da meccani- gol f antasma di bomber Cozzolino – non si tratta di unici dettagli di dopo l’ingresso di
co-guru a smonta- Gonnella. Una un ossimoro, l’ex grigiorosso ha già cronaca), aggiu- Villar. Il gol è
re il Como. Pezzo punizione, quella centrato il bersaglio 12 volte -, ha stando via via le giunto a matura-
dopo pezzo. Seguendo una lucida lo- scagliata dal difensore comasco ver- caricato le poche cartucce attingen- misure fino a prendere decisamente zione sfruttando uno dei tanti inseri-
gica ha lasciato che i lariani sfogasse- so Paoloni al 22’ del secondo tempo, do più all’aggressività che alle idee. in mano il pallino dal 30’ in avanti e menti senza palla di Fietta, assecon-
ro le ansie da classifica stitica dentro andata sbattere sulla base della tra- Ma Zerzouri e Filippini sono stati dopo aver sprecato un paio di buone dato al momento giusto dal lancio di
una nube sollevata da preziose ener- versa prima di ricadere dalle parti imbrigliati a dovere da Bianchi e manovre. Bianchi. Il mediano è arrivato al
gie mandate in vacca, poi ha conse- della linea di gesso. Dove esattamen- Malcarne, che sempre hanno potuto Il cambio di ritmo imposto da cross (radente) in corsa, Musetti ha
gnato nelle loro mani la pala con la tagliato al centro dell’area e antici-
quale scavarsi la fossa. pando l’intera difesa con l’interno
Rinunciando in corsa a quel 4-4-2 destro ha spedito palla sul palo lon-
ultimamente considerato alla stregua DOPPIO PASSO tano. Un’altra piccola perla incasto-
di un vangelo apocrifo, Venturato ha nata in un girone di ritorno faraoni-
cancellato con un colpo di spugna le co.
perplessità sul suo conto alimentate
dalla marcia a singhiozzo della Cre-
monese nel ritorno. Ma con l’1-0
Quando il gioco si fa duro... I lariani hanno incassato il colpo
arrivando a rischiare il ko in altre
due circostanze, sempre con Villar
abbiamo conquistato un altro bran- Se non fossero bastati i 5 gol rifilati al Figline e il testa vittoria e poi finisce in porta. “Qualcuno ha più re- che ha trovato sulla sua strada un at-
dello di secondo posto. a testa (più folcloristico che di sostanza) con i cam- sponsabilità”, spiega capitan Viali. tento Zappino. Poi il gol fantasma ha
Il tecnico ha cominciato a dare pioni, la prova che la Cremo di questi tempi è tornata Grinta, coraggio, determinazione. Personalità. Quelle fatto saltare la catena di trasmissione
scacco al collega Strano nel momen- convinta tosta come ai bei tempi è arrivata poco dopo doti che fanno la differenza nei momenti cruciali della agli ospiti, spingendoli a cercare ro-
to stesso in cui ha avanzato Nizzetto il primo tentativo di paso doble del nostranello Zer- stagione, quelli in cui letteralmente si scrive (o si can- gne prima ancora del gol del pareg-
sulla linea degli attaccanti, allargan- zouri. La prova è la rabbia di Zanchetta, la sua sana cella) la storia di un campionato fin qui più che buono gio.
do Musetti a sinistra. Assai prima, furia agonistica nel dimostrare chi è il più forte, il pa- ma non ancora perfetto. Zappino, Gonnella e Bruno avreb-
dunque, della nona prodezza conse- drone di casa e del proprio destino. Non per cattive- Francamente a tutti gli abbonati, quando a 10’ dalla fi- bero meritato almeno un cartellino
cutiva regalata dal bomber toscano a ria. No, il calcione ben assestato sul calcagno del ne tutto il Como, disperato, si riversava a folate nella giallo per i loro interventi bruschi sui
ridosso del quarto d’ora della ripre- fromboliere transalpino (l’unico ad avere in canna metacampo grigiorossa sarà orso lungo la schiena un grigiorossi. Invece per quel pecca-
sa. Ridisegnando attacco e centro- qualche colpo serio) è una presa di coscienza, un gri- brivido di timore, quasi di rassegnazione ad un altra tuccio da educande è arrivato il ros-
campo, Venturato ha generato un ef- do di battaglia. In campo solo con o contro. Per 90’ incompiuta, a maldigerire un’altra partita da vincere e so nei confronti di Paoloni. Era il 49’
fetto domino benefico, che si è ab- non esistono ex, prestiti, favori. invece... e con la lista cambi già completa
battuto sul Como. Gli ospiti in un Riecco la Cremo, dunque. La Cremo che sa cosa vuo- E invece no. Non è un caso se proprio ieri la Cremo è Musetti è stato costretto ad infilarsi i
colpo solo si sono ritrovati con un le e che trova (o ritrova) nei suoi uomini chiave i navi- tornata a non subire gol dopo 12 partite. Se proprio ie- guantoni per gli ultimi 120 secondi
difensore centrale di troppo e un gatori in campo che indicano la rotta. ri ha messo da parte una certa cortesia che nel calcio di paura. Fortunatamente non ha
mediano in meno disponibile ad ar- La lettura di Venturato che con lucidità coglie l’attimo non paga quasi mai. avuto il tempo di renderci edotti sul-
ginare le scorribande di un centro- e con una mossa mette la partita nel verso gradito. La Segnali di ripresa. Perché se Zanchetta trova tempo e le sue qualità.
campo disposto a triangolo, con faccia mascherata di Viali come un trucco di guerra al modo di guidare la battaglia psicologica, significa che Dato importante: non abbiamo
Fietta, Pradolin e più tardi Carotti a modo degli apaches. La testa di Michelone Cremone- non ha più bisogno di pensare due volte a come far gi- subito reti e non accadeva dallo
spolmonarsi per tutti. si una spanna sopra quella del gigante Fragiello. In rare la squadra. Buon finale a tutti. E che la Cremo se scorso 17 gennaio. Un altro squarcio
La Cremo è riuscita a mantenere i ringhio di Alberto Bianchi sul collo di una ragazzino la mandi buona! di sereno ad una manciata di giorni
nervi saldi, piegando secondo vo- troppo preso nella sua parte. Musetti segna il gol della f.g. dai playoff.
lontà novanta minuti malmostosi. E Paolo Loda
L UNEDI 3 MAGGIO 2010 La Cronaca dello Sport
19
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

LA CRONACA

Gli ospiti reclamano per un gol-fantasma


Dubbi sulla punizione di Gonnella. Espulso Paoloni al 50’ della ripresa
PRIMO TEMPO SECONDO TEMPO
13’ Sul calcio d’angolo battu- 13’ Fietta scende sulla cor-
to da Riva, Brevi si coordina a cen- sia destra e dal fondo serve un
tro area trovando una bella con- pallone invitante a centro area
clusione al volo ribattuta con il dove Musetti anticipa il difensore
petto da Viali di piatto indirizzando il pallone
15’ Incursione centrale di nell’angolino: 1-0
Nizzetto che giunto ai 25 metri 19’ Villar supera un avversa-
serve un pallone invitante per Mu- rio e dai venti metri lascia partire
setti, anticipato dall’uscita puntua- un destro insidioso sventato in
le dell’estremo difensore lariano tuffo dall’attento Zappino
20’ Musetti appoggia al limi- 22’ La punizione calciata
te dell’area per Coda che cerca la dai 30 metri da Gonnella si stam-
porta con un tentativo di destro pa sulla traversa e rimbalza sulla
che viene però rimpallato da un linea di porta prima di venire al-
difensore lontana da Paoloni. I giocatori
23’ I grigiorossi non riescono del Como protestano, sostenendo
a trovare varchi nella difesa avver- che la sfera avesse superato la li-
saria e così Bianchi ci prova dalla nea. L’arbitro lascia correre
lunga distanza con una conclusio- 32’ Villar si destreggia al li-
ne potente ma centrale bloccata mite e fa partire un tiro indiriz-
senza difficoltà da Zappino zato ad insaccarsi sotto la traver-
31’ Fietta servito con un tra- sa, ma è bravissimo Zappino a
versone dalla sinistra di Pradolin, smanacciare in corner
calcia di prima intenzione colpen- 35’ Zanchetta trova lo spira-
do in pieno Brevi glio per andare alla battuta dai
33’ Nizzetto allarga verso trenta metri. Zappino si distende
Musetti che da posizione defilata e fa suo il pallone
rimette al centro. Il pallone attra- 37’ Carotti strappa il pallo-
versa tutta l’area del Como senza La punizione di Gonnella supera Paoloni, sbatte contro la parte inferiore della traversa e rimbalza nei pressi della linea: per l’arbitro non è gol ne dai piedi di Gonnella e dal li-
trovare la deviazione di alcun com- mite prova un diagonale mancino
pagno che termina non distante dal palo
37’ Filippini serve Riva che calcia in corsa dal limite svegliando i riflessi di Paoloni 43’ Colpo di testa di Conti e palla che termina di poco a lato
43’ Un pallone vagante carambola sui piedi di Musetti. Botta improvvisa rimpallata da 50’ Paoloni, appena ammonito per proteste, secondo l’arbitro, ritarda troppo la rimessa
Brevi in gioco e viene ammonito per la seconda volta guadagnando anzitempo gli spogliatoi

Venturato è soddisfatto: “Nervi e determinazione: una prova di maturità”

“Siamo pronti alla volata”


“Questa gara ha confermato la crescita.Ma possiamo fare ancora meglio”
L
a mossa studiata a tavolino e
applicata con i giusti tempi du-
rante la gara ha dato i suoi LA GARA IN TV
frutti. Nella vittoria di ieri sul Como
c’è eccome lo zampino di mister Ven-
Stasera la differita
turato. Come gli stessi giocatori han-
no sottolineato, la scelta presa in set-
alle 21 su Studio1
timana di alternare il 4-4-2 al 4-3-3 La gara di ieri tra Cremonese
ha spiazzato il Como e consentito alla e Como sarà trasmessa in
Cremo di portare a casa il bottino differita questa sera alle 21
pieno. E a fine gara il tecnico si mo- sull’emittente televisiva Stu-
stra evidentemente soddisfatto: “Ab- dio1 con la telecronaca di
biamo lavorato per arrivare a questo Mauro Maffezzoni e il com-
punto della stagione al massimo della mento tecnico di Luciano Ce-
condizione fisica e psicologica per es- sini. L’emittente è visibile in
sere pronti a giocarci le nostre possi- analogico nelle province di
bilità di promozione e la gara di oggi Cremona, Bergamo, Parma
(ieri, ndr) ha dato risposte importan- e Piacenza sul ch 57, nelle
ti”. Se dunque da un lato il mister province di Brescia e Manto-
elogia il cammino percorso fino ad va sul ch 40 e sulle frequen-
ora dai suoi, da un altro sottolinea la ze del digitale terrestre a Mi-
crescita delle ultime settimane, testi- lano, Monza, Como e Varese.
moniata dalla prova contro il Como: A lato Musetti nelle inedite vesti di portiere dopo l’espulsione di Paoloni. Qui sopra Venturato
“Devo applaudire la squadra che alla
penultima giornata ha fatto 61 punti
segnando 61 gol. E’ vero - ammette - giore fiducia: “Il Como - commenta
il Novara è stato più bravo e più con- Venturato - si disponeva spesso con IL MISTER DEGLI AVVERSARI
tinuo di noi, dobbiamo riconoscerlo, dieci uomini dietro la palla per ripar-
ma noi siamo pronti a giocarci le ulti-
me gare determinanti”. Una punta
di rammarico? “Durante l’anno ci so-
tire velocemente. Non era una gara
facile, ma abbiamo dato dimostrazio-
ne di maturità. Abbiamo avuto la pa-
“Il pari non sarebbe servito
no state delle situazioni poco fortu-
nate che hanno determinato un po’ di
nervosismo e ci hanno tolto punti che
zienza di tenere palla senza fretta e
siamo cresciuti molto sul piano ner-
voso, della volontà e della determina-
Ci giochiamo tutto a Lecco”
ora ci permetterebbero di andare a zione. Ora godiamoci questa situazio- Dopo più di un’ora di gioco nella to di vista del morale con l’ennesimo
Varese a lottare per il primato. Tutta- ne e pensiamo a migliorare ancora. propria metà campo, limitandosi più risultato utile, ma rimane comunque
via ho sempre visto una squadra che Sono convinto che questa squadra ha che altro a non concedere spazi agli la buona prestazione ottenuta sul
andava in campo per vincere. Siamo le qualità per fare ancora meglio”. avversari, il Como nel finale le ha campo della seconda forza del cam-
cresciuti molto, poi abbiamo avuto Per chiudere due parole sui giovani provate tutte andando anche vicinis- pionato”. Adesso ai lariani, ancora in
un momento di calo che ci può stare, talenti grigiorossi (o quasi). Villar e simo al pareggio con la punizione di lotta per non venire risucchiati in zo-
ma a ben vedere abbiamo perso solo Zerzouri, che ieri ha vestito un’altra Gonnella. Palla oltre la linea di por- na playout, rimane l’ultimo scontro
una gara in tutto il girone di ritorno”. maglia ma è in prestito e la società lo ta? Il tecnico dei lariani Strano non decisivo contro il Lecco. “La nostra
E questo è un ottimo presagio, visto tiene sotto osservazione: “Villar - os- risolve il mistero: “Dalla panchina mente è rivolta solamente alla deli-
che con 5 pareggi si andrebbe dritti serva il tecnico - ha qualità tecniche non ho potuto vedere se era gol o cata sfida di domenica. Una gara
in B. In fondo è come se i playoff ini- importanti e può darci imprevedibi- meno. Chi era in tribuna e ha visto difficile, dove dobbiamo essere at-
ziassero già domenica a Varese. “Si lità. Si è inserito bene nel gruppo e le immagine televisive mi ha riferito tenti a non f arci condizionare
affronteranno due squadre che hanno sarà utile. Zerzouri, invece, ha avuto che la palla era entrata. Anche se dall'’ambiente e dalle emozioni che
fatto bene per tutto il campionato. Il la possibilità di giocare con conti- avessimo conquistato un punto però provoca sempre un derby. Con le
secondo posto sarà molto importan- nuità a Como e mi pare che ne abbia non cambiava assolutamente niente buone o le cattive proveremo di con-
te. Diciamo che adesso viene il bel- approfittato”. Ma ora, tra presente e per la nostra classifica. Forse avrem- quistare questa benedetta salvezza”.
lo”. E le ultime prove permettono di futuro, c’è di mezzo... tutto. mo avuto una spinta in più dal pun- m.z. Mister Ottavio Strano
guardare alle sfide decisive con mag- Filippo Gilardi
La Cronaca dello Sport L UNEDI 3 MAGGIO 2010

20
PRIMA DIVISIONE / CREMONESE

CREMONESE COMO

1 0
4-4-2 5-4-1
1 PAOLONI 1 ZAPPINO

2 A. BIANCHI 2 MAGGIONI
5 VIALI 5 CONTI
6 CREMONESI 4 GONNELLA
3 MALACARNE 6 GORETTI
3 BRUNO
10 NIZZETTO (29' ST 15 KALAMBAY)
(13' ST 16 VILLAR)
4 FIETTA 11 ZERZOURI
8 ZANCHETTA 8 BREVI
7 PRADOLIN (18' ST 17 SALVI)
(28' ST 15 CAROTTI) 10 RIVA
7 FILIPPINI
9 MUSETTI
11 CODA 9 FRAGIELLO
(33' ST 18 VARRICCHIO) (18' ST14 PRANDELLI)

ALL.: VENTURATO ALL.: STRANO

ARBITRO
BARBIERO DI VICENZA (ASSISTENTI: RUSSO, ARMELLIN)

RETI
14’ ST MUSETTI

AMMONITI
ZANCHETTA BREVI
VIALI

ESPULSO
PAOLONI AL 50’ ST
PER SOMMA DI AMMONIZIONI

ANGOLI
3 7

NOTE
SPETTATORI 3732 per un incasso complessivo di 23.928 euro.
L’arbitro Barbiero mostra il rosso a Paoloni al 95’. Sotto il brutto intervento di Filippini su Viali pochi minuti prima RECUPERO: 1’ PT, 7’ ST

LE INTERVISTE
Bella o brutta, è una vittoria che pesa
Soluzioni offensive e solidità:“Siamo in condizione”
Il concitato finale di gara, con l’espulsione di una sfida importantissima per la classifica, scita, ma per fortuna è intervenuto Cremone-
Paoloni, ha rischiato di compromettere la ma noi ci arriviamo in buona condizione”. si. L’arbitro ha fatto il protagonista cacciando
giornata grigiorossa. “E’ assurdo - sottolinea Non totalmente soddisfatto sullo spettacolo Paoloni e lasciandoci in dieci”.
Fietta - perché Marco stava aspettando che mostrato in campo è l’uomo partita Musetti. A surriscaldare gli animi nel finale ci ha pen-
l’arbitro facesse riprendere il gioco. Noi co- “Credo che da vedere sia stata una delle gare sato Filippini con un brutto intervento ai
munque siamo stati bravi a gestire il vantag- più brutte del campionato, soprattutto nella danni di Viali. “Non sono uno che si lamen-
gio senza mai andare in affanno e stando prima mezz’ora quando non riuscivamo a fa- ta - spiega Willy - ma il loro giocatore mi ha
molto attenti sulle palle inattive”. Il motorino re niente. Con il cambio di schema abbiamo colpito sul mento disinteressandosi del pallo-
del centrocampo non solo ha recuperato la cercato di più gli esterni e c’è stata qualche ne”. Già nel primo tempo il capitano aveva
consueta quantità infinita di palloni, ma si è occasione”. E con il tuo nono centro conse- rischiato grosso su un tiro al volo di Brevi:
anche ritagliato un ruolo importante nell'a- cutivo è arrivata la vittoria: “E’ l’unica cosa “In quel caso mi ha centrato sul petto. Se mi
zione del gol. “Avevamo provato in settimana positiva della mia giornata - commenta con prendeva in volto non mi sari più alzato”. Per
questa nuova soluzione tattica e giocando co- modestia Riccardo - e dopo tanti pari final- quanto riguarda la gara: “Sono contento di
sì ho maggior possibilità di inserirmi. Sono mente un mio gol vale tre punti”. Nel finale ti questa vittoria importante per il morale che
contento per l’assist a Musetti”. Alla fine sei messo i guantoni e hai difeso il risultato: dimostra ancora una volta che la Cremonese
però il successo non regala ancora la certezza “Non mi era mai capitato. Su quel pallone è in crescita”.
della seconda piazza: “Domenica abbiamo che hanno buttato in area volevo provare l’u- m.z.

LE PAGELLE Villar, che classe. Fietta inesauribile IL MISTER


IL MIGLIORE
PAOLONI 5: Francamente il se-
condo cartellino giallo è un’invenzio-
ne dell’arbitro. Ma chi glielo fa fare
ZANCHETTA 6: Tonico sempre,
lucido qualche volta in meno. Fisi-
camente in netta crescita, a volte
Roberto
Venturato
7,5
Michele
Cremonesi 7 di protestare continuamente? Sicu-
ro fra i pali

A. BIANCHI 6,5: Solito sguardo


pare spazientirsi con i compagni
troppo frettolosamente

FIETTA 7: Il motorino del centro-


Cambia regi-
stro ai suoi e
trova l’equa-
zione che
torvo e voglia zero di concedere campo tampona in rimpiegamento
equivale alla
palloni agli avversari. Una chicca il e si fa notare nei controribaltoni. formula ma-
passaggio che mette in azione Fiet- Il gol nasce da una sua scorriban- gica. Il Como
ta e porta al gol da in fascia soffre la sua
mossa tatti-
VIALI 6: Il capitano mascherato PRADOLIN 6: Non si risparmia e ca e non reagisce. Una vittoria
soprattutto sua
gioca un gran primo tempo. Nel fi- soprattutto nel primo tempo gioca
nale, però, va in sofferenza, com- alcuni palloni interessanti per i
mette falli evitabili e cade preda di compagni
un nervosismo ingiustificato (CAROTTI 6: Lottatore) COMO
Zappino 6,5, Gonnella 6, Con-
ti 6,5, Goretti 5,5, Maggioni
MALACARNE 6,5: Fa il suo dove- MUSETTI 7: Regala più perle lui 6, Riva 5,5, Brevi 6 (Salvi 5),
re fino in fondo mettendo la muse- delle coltivazioni dei mari del Sud. Il Bruno 5 (Kalambay 6), Zer-
ruola al temuto Zerzouri. Il Como è nono gol consecutivo è un mix di zouri 5,5, Filippini 6, Fragiello
un po’ la sua squadra portafortu- tempismo, qualità e coordinazione. 5 (Prandelli 5,5). All.: Strano
In continua crescita. Michele, na. Convincente Applausi 6.
dopo aver assaggiatto la gioia
del gol nelle ultime due uscite ARBITRO
torna a fare il difensore a tem- NIZZETTO 6,5: In netta ripresa. CODA 5,5: L’alternanza luci ed
Dopo mesi di astensione, riaccen- ombre non lo premia. Qualche buo- Barbiero 5 Gol non-gol a parte,
po pieno e non fa sconti né a
de il turbo e si lancia in due contro- na giocata ma in dissolvenza e sen- il match gli sfugge di mano. Uso
Fragiello né ai suoi compagni di
za veri effetti dei cartellini decisamente ap-
viaggio. Insuperabile piede a tavoletta.
prossimativo
(VILLAR 7: Grande qualità) (VARRICCHIO sv)