Sei sulla pagina 1di 23

Garavot 8.

0
Guida alluso
09/09/2013 Planet srl

Sommario
Introduzione.........................................................................................................
Operazioni preliminari..........................................................................................
Autenticazione.....................................................................................................
Live.......................................................................................................................
Broadcaster..........................................................................................................
Caricamento contenuti.......................................................................................
Registrazione......................................................................................................

Introduzione
Questo documento vuole essere una guida alle funzionalit della
piattaforma Garavot. Non sostituisce il manuale ma funziona quale
guida utente.
Verranno descritte le operazioni da eseguire per

Creare un utente e associarlo a gruppi pre-esistenti;


Pubblicare un canale live su intranet;
Pubblicare un canale live su internet;
Prelevare lembed code;
Gestire un contenuto video on demand;
Registrare un contenuto;
Gestire un canale a palinsesto;
Caricare un contenuto;
Gestire blog e chat associati ad un canale live.

Autenticazione
Se vi trovate a leggere questo documento dovreste gi esservi
autenticati allinterno del content management. Qualora non lo aveste
fatto, dovete utilizzare le credenziali che vi sono state fornite e
digitarle nellapposito login box:

Ad autenticazione avvenuta vi si presenter il seguente men:

Gestione utenti
La sezione utenti serve per definire gli accessi alla piattaforma sia a
livello di amministrazione (back end) che di fruizione (frontend).
Accedendo alla sezione viene visualizzata una anagrafica relativa agli
utenti che hanno i permessi di accedere alla piattaforma:

E quindi possibile aggiungere nuovi utenti che potranno poi essere modificati
e/o cancellati. Gli utenti di default non possono essere eliminati.
Gli utenti possono avere permessi di tipo diverso con lassociazione a gruppi
predefiniti. Utilizzando la colonna Gruppi:

Sar possibile scegliere a quali gruppi associare ogni utente. I gruppi possibili
sono:

Administrators
Editors
Operators
Users

Il gruppo ADMINISTRATORS configurato per poter amministrare la


piattaforma per cui ha a disposizione tutte le possibili opzioni di utilizzo.
Il gruppo EDITORS strutturato per poter gestire tutte le opzioni di
pubblicazioni di un contenuto; dal caricamento alla registrazione, dalla
strutturazione della navigazione frontend alla gestione di un canale a
palinsesto.
Il gruppo OPERATORS gestisce solamente i canali live e le statistiche.
Il gruppo USERS ha solamente la base live e vod di visualizzazione.

Servizi
La parte dei servizi il nucleo centrale della piattaforma di gestione e
prevede la parte live, vod, recorder e broadcaster.

Operazioni preliminari - live


La contribuzione di un flusso live streaming deve essere configurato
utilizzando i parametri:

server: rtmp://contribuzione1.stream-planet.it/
[ACCOUNT_NAME]
stream: video1 per profilo 1080p (video2 720p, video3 480p,
video4 320p, video5 240p, video6 PAL576i oppure pi profili
se la contribuzione multibitrate)

La piattaforma prevede anche la possibilit di usare un secondo server


di contribuzione nel caso in cui si desideri effettuare la contribuzione in
ridondanza.
La contribuzione pu avvenire tramite encoder RTMP quali
http://www.adobe.com/products/flash-media-encoder.html o
compatibili.
Il software indicato dal link (Flash Media Live Encoder), permette di
effettuare la contribuzione live utilizzando il canale live pre-configurato
allinterno della piattaforma backend:

Le credenziali richieste sono quelle dellaccount di amministrazione


fornito.

Live
Cliccando sullopzione Servizi, si aprir il men di accesso alla
sezione live streaming:

Al cui interno si trova lopzione di men che permette di gestire


effettivamente la lista dei canali live:

Appaiono due opzioni:

Canali live per poter avere lanteprima allinterno del back end
stesso
Elenco canali per poter gestire ogni singolo canale

Non essendoci nulla di particolare da dire circa lanteprima se non che


cliccando sul canale si potr vedere nella sezione destra il canale vero
e proprio:

la guida si occuper di illustrare le opzioni di pubblicazione del canale.

Cliccando lopzione Elenco Canali, verr visualizzata una griglia


contenente i canali attualmente configurati:

Nella figura di cui sopra vengono visualizzati un canale live ed un


canale di tipo broadcasting che prende in input una playlist e ne fa lo
streaming.
La schedulazione dei contenuti avviene tramite linterfaccia
Broadcaster, descritta nellapposita sezione pi avanti.
I canali possono essere pubblicati su internet, su intranet o su entrambi
gli ambienti. La contribuzione di tipo internet una pubblicazione
pubblica per cui visibile senza restrizioni sulla rete mentre la
contribuzione di tipo intranet riservata ad un ambiente ristretto e
quindi ad una rete locale.
Quando i canali vengono depubblicati, essi non sono fruibili dal
frontend anche se visibili allinterno del backend.
Ultima opzione per ogni singolo canale, riguarda il codice di embed.
Cliccando sullapposita icona, viene visualizzata una finestra ove
prelevare il codice da poter utilizzare senza alcuna modifica allinterno
di pagine web proprietarie:

Broadcaster
La gestione del broadcaster (broadcast) si trova anchessa nella
sezione servizi:

Al suo interno ci sono due diverse opzioni:

Schedula broadcasting
Playlist

Il canale di broadcast predefinito ha una sua playlist di riempimento


che scorre continuamente. Essa viene interrotta qualora venga
schedulato un nuovo contenuto tramite una nuova playlist.

Per definire una playlist, bisogna aver caricato dei contenuti allinterno
del sistema tramite upload (sezione Caricamento contenuti) o
tramite registrazione.
Nel momento in cui sono presenti dei contenuti, premendo lopzione
playlist, si viene invitati a dargli un nome che la identifichi:

Confermandone la creazione, viene visualizzata una nuova finestra che


permette di definire i contenuti da visualizzare:

Confermando i contenuti, viene richiesto se si vogliono allineare


eventuali schedulazioni gi presenti contenenti la playlist
creata/modificata alla durata della stessa. Essendo un nuovo
inserimento la scelta indifferente mentre diventa importante qualora
si decida di effettuare una modifica di una playlist pre-esistente.
E ora possibile definire una schedulazione dalla sezione Schedula
broadcasting:

Premendo Nuova schedulazione viene presentata la finestra ove


scegliere gli orari e i contenuti cos da poter creare un vero e proprio
palinsesto televisivo:

Caricamento contenuti
Il caricamento dei contenuti da poter utilizzare come elementi di una
playlist allinterno di una schedulazione, avviene utilizzando lapposita
sezione:

Cliccando lopzione invia Contenuto, viene mandata in esecuzione


unapplicazione che si occupa del caricamento vero e proprio:

Cliccando su Seleziona file, si pu scegliere sul proprio pc quale


contenuto caricare sulla piattaforma:

Appena confermato il contenuto tramite il bottone Apri, inizia lanalisi


ed il trasferimento vero e proprio. Una volta terminato, viene
presentata una maschera che ne permette la catalogazione:

Si pu quindi procedere alla memorizzazione premendo il pulsante


Invia il video a fondo pagina:

Video On Demand
Un contenuto caricato tramite la maschera appena descritta, diviene
disponibile come Video On Demand nella sezione Contenuti VOD:

La sezione in oggetto, permette di strutturare i filmati caricati e/o


registrati in sezioni (raggruppamenti) per una navigazione da frontend.
Permette poi di decidere quali contenuti rendere fruibili in intranet e/o
internet. E possibile poi cancellare il contenuto, modificarne
lanagrafica nonch recuperare lembed code cos come per la sezione
live descritta precedentemente. Una delle opzioni di gestione pi
potenti quella di tag che permette di definire dei metadati di
navigazione allinterno dei filmati nonch di tagliarne dei frammenti. E
anche possibile definire uno snapshot per ogni singolo gruppo.
Nel dettaglio, i gruppi di colore blu sono i raggruppamenti mentre
quelli di colore viola sono i filmati veri e propri.
I raggruppamenti possono essere definiti come dei contenitori tematici
al di sotto dei quali possono essere inseriti i vari filmati. Per questo
vengono utilizzate le colonne padri e figli:

Nel caso di filmato sar cliccabile solamente lopzione Padri mentre


nel caso di Raggruppamenti entrambe. Questa la finestra di gestione
per i Figli:

E possibile constatare la semplicit di gestione dello spostamento dei


filmati sotto ad un raggruppamento nonch lordinamento degli stessi
al suo interno.
La pubblicazione anchessa molto semplice ed utilizza due icone, una
per intranet ed una per internet:

La pubblicazione intranet/internet permette di definire unarea


riservata che potrebbe, ad esempio, essere regolata da un ingresso via
login/password a livello di frontend.
La colonna Stato identifica se le trascodifiche sono state completate
o meno. Praticamente un filmato viene caricato in un formato originale
dopo di che viene trascodificato in diversi formati cosicch possa
essere fruito da bande diverse.
La colonna embed permette di prelevare il codice da poter utilizzare
in pagine proprietarie:

La colonna dei dettagli fornisce informazioni generali circa il singolo


filmato:

La modifica interviene sullanagrafica e permette di modificare i


dettagli di ogni singolo filmato. Permette, inoltre, di definire delle chiavi
di ricerca (keywords):

Come dicevo, una delle parti pi potenti, riguarda il tagging ed il taglio


dei singoli filmati. Linterfaccia di gestione si presenta cos:

Viene presentato un tag di fine file che visualizza la durata del filmato
in esame. Pu servire per posizionarsi a fine file per operazioni di

editing partendo dal fondo. La barra sotto al player permette di


navigare per intervalli predefiniti allinterno del filmato.
Una volta identificato il punto in cui si vuole eseguire un taglio oppure
inserire un metadato, si suggerisce di mettere in pausa il player. In
questo modo lidentificazione del punto su cui operare sar pi preciso.

Identificato il punto, possibile:

Inserire
Inserire
Inserire
Inserire

linizio taglio;
un indice (metadato di navigazione);
il tag di start video;
il tag di end video;

Se si clicca su inserisci A, si definisce linizio del taglio e viene quindi


abilitato il pulsante inserisci B che identifica il fine taglio.
E possibile tornare al punto di inizio taglio cliccando sul tasto A che
visualizza il timing del primo taglio.
Navigando nel video e cliccando il tasto inserisci B, verr definito un
taglio.

Premendo il pulsante conferma verr visualizzata una finestra di


dettaglio delloperazione richiesta:

Vi sono tre opzioni di definizione del taglio:

CREA TRE RISORSE: dallinizio del video fino ad A, da A a B,


da B fino alla fine del video;
CREA UNA RISORSA: da A a B;
CREA DUE RISORSE: dallinizio del video fino ad A, da B fino
alla fine del video

E inoltre possibile inserire dati di i identificazione della nuova/e


risorsa/e che verr/verranno creata/e.
Dando unulteriore conferma, la risorsa verr inserita tra quelle
disponibili.
Tornando sulla risorsa iniziale e cliccando sul pulsante Podcasts,
verranno visualizzati i tagli avvenuti su quel video:

Se si definisce un indice, esso verr associato al punto esatto in cui si


trovava il video quando stato premuto il tasto Add e verr inserito
nella timeline sulla sinistra:

Sar quindi possibile navigare nel video cliccando sullindice inserito e


lo stesso verr visualizzato sotto al player.

Registrazione
Un contenuto da inserire in palinsesto, come annunciato
precedentemente, pu essere scelto anche da registrazioni avvenute
tramite la piattaforma stessa.
Il processo di registrazione pu avvenire solamente dai canali live
definiti nellelenco canali.
Vediamo come avviene il processo di registrazione.
Intanto bisogna accedere alla sezione mediante lapposito men
Registrazione allinterno della sezione dei Servizi:

Allinterno vi ununica scelta che permette di procedere alla


schedulazione di una registrazione. Viene presentata una griglia
riassuntiva (inizialmente vuota):

Premendo il pulsante Nuova registrazione viene presentata la


finestra che permette di definire i dati con cui deve avvenire la

registrazione stessa proprio come se si avesse a disposizione un


videoregistratore:

Confermando i dati, verr allungato il form di inserimento dando la


possibilit di modificare i dati inseriti:

A questo punto possibile scegliere quale canale registrare cliccando


su Inserimento nuova registrazione canale. Apparir la finestra che
permette la scelta che possibile dettagliare ulteriormente:

E possibile inserire anche pi canali ed avere registrazione


contemporanee.