Sei sulla pagina 1di 10

Modelli di accumulo del danno dovuto a carichi ciclici

Modelli di accumulo del danno dovuto a carichi ciclici


molto raro che un componente meccanico sia sollecitato a fatica da un carico
ciclico ad ampiezza costante.
Generalmente sia lampiezza che il valore medio della sollecitazione sono variabili
nel tempo.

a1

max1
min1

a2

m1

m2

max 2
min1

Tempo

Modelli di accumulo del danno dovuto a carichi ciclici

Teoria lineare di
Palmgren- Miner

Il danno accumulato dal materiale per effetto del


carico ciclico proporzionale al rapporto tra il
numero di cicli che il componente ha subito n1 ed il
numero di cicli N1 che provoca rottura al livello di
sollecitazione N1

Il danno complessivo accumulato dal materiale per


effetto della successione di carichi ciclici dato dalla
sommatoria dei danni relativi ad ogni livello di carico:

R
S

Curva di Whler

D=

N1
N2

D1 =

n1
N1

n1 n2
+
+
N1 N2

La rottura si verifica se:

n2
D2 =
N2

LF
n1

D=

n2 N1 N2

ni
1
Ni

lg N

Modelli di accumulo del danno

Teoria lineare di
Palmgren- Miner

Di =

ni
Ni

In realt la rottura pu verificarsi per


valori di D compresi tra 0.6 e 1.6

D2
D=

ni
Ni

1.6

0.6

0.25

e nel caso di particolari successioni di


cicli la variabilit del valore critico di D
pu essere ancora pi ampia, con valori
compresi tra 0.25 e 4

D1

n1
N1

n2
N2

le diverse curve sono relative a


diversi valori di mi

n
N

Teoria non lineare


di Marco-Starkey

Di =

ni mi
Ni

questo modello di accumulo di danno


sensibile allordine di successione della
sequenza di carico.

Modelli di accumulo del danno

1
La curva di danno
indipendente dal
livello di tensione

Applicando la teoria lineare nel caso di due


livelli di sollecitazione 1 e 2
(con 1 < 2)
Il valore di

ni
non dipende dalla
Ni

sequenza di carico.

D1

n1 a livello 1
n2 a livello 2

Sequenza

n1 (1 ) fino a
0.5

0.5

n1
= 0.5
N1

n2
= 0.5
N2

n
N

ni
dipende dalla
Ni

sequenza di carico.

1
n
N

0.5

mi dipende dal livello di tensione

Il valore di

1
D1

ni mi
Ni

Applicando la teoria non lineare


di Marco-Starkey nel caso di due livelli di
sollecitazione 1 e 2 , (con 1 < 2)

ni
=1
Ni

Teoria non lineare di


Di =
Marco-Starkey

n2 (2 ) fino a rottura D=1

Modelli di accumulo del danno

n1
= 0.5
N1

Sequenza n1

n1 a livello 1
n2 a livello 2

Sequenza n2

n2 a livello 2
n1 a livello 1

0.9
n1
= 0.5
N1

n2
= 0.9
N2

ni
= 0.5 + 0.9 = 1.4
Ni

Modelli di accumulo del danno

Teoria non lineare di


Di =
Marco-Starkey

mi dipende dal livello di tensione

2
1

Applicando la teoria non lineare


di Marco-Starkey nel caso di due livelli di
sollecitazione 1 e 2 , (con 1 < 2)

Il valore di

0.5
n1
= 0.5
N1

ni mi
Ni

ni
dipende dalla
Ni

sequenza di carico.

0.15

Sequenza n1

n1 a livello 1
n2 a livello 2

n
N

Sequenza n2

n2 a livello 2
n1 a livello 1

n2
= 0.15
N2

Modelli di accumulo del danno

ni
= 0.5 + 0.15 = 0.65
Ni

Teoria non lineare di


Di =
Marco-Starkey

ni mi
Ni

mi dipende dal livello di tensione


In generale, la vita stima della vita

ni
dovuta ad una successione di livelli di carico
Ni

pu essere fatta mediante la seguente espressione:

n
N

1+

1+
dove:

N1 N1 N1
+
+
+
N2 N3 N4

N1
dD
Ni

N1
r -1
N
r -1
r D 2 + 1 r3D 3
r2
r3 +
N2 2
N3

N1
r -1
rD i
ri
Ni i

D = livello di danno
N 1 , N 2 , N 3........... Ni = n di cilcli a rottura relativi ad

altrettanti livelli di tensione 1, 2, 3

...........

mi = esponente dellequazione del danno


ri = rapporto mi/m1

Modelli di accumulo del danno

a
R
S

Teoria di Henry
La teoria basata sul concetto che le prestazioni di
un materiale, che ha subito carico ciclico, siano
ridotte in proporzione al consumo di vita.
Di conseguenza la curva di Whler risulta alterata.

Curva di Whler

E0 = Limite di fatica del materiale vergine


E1 , E2 = Limite di fatica del materiale danneggiato
Per effetto del
danneggiamento si riduce
anche il limite di fatica

E0
E1
E2

lg N
La zona alta della curva non
varia perch le caratteristiche

Nel modello di Henry


il danno D definito dal rapporto:

statiche R e S non risentono


dellaffaticamento del materiale

D=

E0 - E
E0

E = Limite di fatica del materiale danneggiato

Modelli di accumulo del danno

Teoria di Henry

IPOTESI: 1) la curva di Whler pu essere descritta da una funzione del tipo:


N=

k0

dove

k0 una constante del materiale


N = n cicli che causano rottura al

- E0

livello di sollecitazione a

2) non c danneggiamento se la a inferiore al limite di fatica E.


k
Il numero di cicli residuo al livello di sollecitazione a vale: Nr =
a - E
k ed E sono relativi al materiale danneggiato
Sulla base di numerose osservazioni sperimentali Henry afferma che il rapporto:
rimane costante anche dopo danneggiamento per fatica.
Pertanto si pu scrivere:

k
k0

k0
E0

E
E0

In base a queste premesse il danno secondo il modello di Henry: D =

E0 - E
E0

pu essere calcolato come segue:

Modelli di accumulo del danno

Teoria di Henry
k

Il numero di cicli residuo Nr pu essere scritto come:

Nr = N - n

dove n il n cicli subiti dal materiale al livello di sollecitazione a


Dividendo per N si ottiene:
k0

Essendo: N =

Essendo:

k0

1- n = 1
N
N
n
=
N

1-

- E0
E

1-

E0

Risolvendo rispetto ad E si ha: E =

-E

k0

1- n
N

E0

n
+ 1N

Modelli di accumulo del danno

a
E=

- E0
E0

a
D= 1-

k0

E = Limite di fatica del


materiale danneggiato

Teoria di Henry

1- n
N
n
+ 1N

a - E0
a - E

k
-E

a - E0
a - E

E
=

E0

- E0

n
N

- E0

-E

D=

E0 - E

1- n
N

- E0 + E0 1 - n
N

E0

=1 -

D=
1+

E
E0

n
N
E0

- E0

1- n
N

Il livello di danno raggiunto D dipende quindi da:


n = cicli sopportati dal componente al livello di tensione a

N = cicli che causano rottura al livello di tensione a


E0 = limite di fatica del materiale non danneggiato

Modelli di accumulo del danno

Teoria di Henry

a
R

dopo n1 cicli il limite di fatica si riduce al valore

a1

Curva di Whler semplificata


E1 =

a1

1-

- E0

E0

a1

n1
N1

+ 1-

E0 E1
E0

D1 =

E1

N1

NLF

Modelli di accumulo del danno

lg N

Teoria di Henry

dopo n2 cicli il limite di fatica si riduce al valore

a2

Curva di Whler semplificata


E2 =

a2

1-

- E1

E1

a2
a1

N1

n1

E0

n1

n2
N2

+ 1-

n1
N2

n2
n1

D2 =

E0
E1
E2
N2

N1

NLF

E0 E2
E0

lg N

Modelli di accumulo del danno

Teoria di Henry

a
R

dopo n3 cicli il limite di fatica si riduce al valore

a3

Curva di Whler semplificata


E3 =

a3

- E2

E2

a2
a1
E

a30

1-

n3
N3

+ 1-

n3
N3

n2
n1

D3 =

n3

E1
E2

E0 E3
E0

E3 = 0 Rottura
N2

NN
1 3

Modelli di accumulo del danno

NLF

lg N

Teoria bilineare di Manson


Il danno accumulato dal materiale
per effetto del carico ciclico
n
proporzionale al rapporto

D=

ni
1
Ni

Ma possono essere individuate due fasi


dellaccumulo del danno:

cricca
Fase di nucleazione
Fase di propagazione
N
NP
Nf =N + NP = n di cilcli che causano la rottura
NP = PNfP

N di cicli necessari alla propagazione del difetto

N = Nf - NP

N di cicli necessari alla nucleazione del difetto

Caratteristiche del materiale

Per molti materiali da costruzioni meccaniche


P = 14 e p = 0.6

Modelli di accumulo del danno

Teoria bilineare di Manson


Nf ottenuta dalla curva di Whler
NP = 14Nf0.6

i Ni i

N = Nf - NP

nj

j Npj

=1

=1

cricca
Fase di nucleazione
N
Se Nf < 750 N = 0

Fase di propagazione
NP

NP=Nf

Applicazione: esercizio 1

Modelli di accumulo del danno

Curva di Whler (99%)


Tensione
1160 MPa
1104 MPa
1035 MPa
966 MPa
897 MPa
828 MPa
759 MPa
690 MPa
621 MPa
552 MPa
483 MPa
469 MPa

Spettro di carico
F= A) 98000 N
B) 54000 N
C) 29000 N

1.200 cicli
7.000 cicli
50.000 cicli

La sequenza di carico A) B) C)
deve essere ripetuta 3 volte
Calcolare larea della sezione
F

N di cicli
100
1350
3500
7100
14200
28000
55500
110000
216000
440000
1980000

Applicazione: esercizio 2

Modelli di accumulo del danno

Curva di Whler (99%)


Spettro di carico
4.200 cicli
F= A)150 000 N
B) 94 000 N
17.000 cicli
C) 50 000 N
50.000 cicli
D) 30 000 N
150.000 cicli
La sequenza di carico A) B) C) D)
deve essere ripetuta 4 volte
Calcolare larea della sezione
F

Tensione
1160 MPa
1104 MPa
1035 MPa
966 MPa
897 MPa
828 MPa
759 MPa
690 MPa
621 MPa
552 MPa
483 MPa
469 MPa

N di cicli
100
1350
3500
7100
14200
28000
55500
110000
216000
440000
1980000

10