Sei sulla pagina 1di 2

Periodico dell’associazione studentesca Tertio Millennio

Anno 5 - numero 13 Giugno 2004

CASO? MA NEMMENO PER CASO!


QUESTO UNIVERSO E’ ORDINATO E SOTTOPOSTO A LEGGI DEFINITE
I contendenti si riducono, mente più complesso di una Ma il rifiuto del fisico austria- tare responsabilità, meglio
come sempre, a due soli. fabbrica automatica. Voler co di "costruirsi un'immagi- rifiutare di "farsi un'immagi-
Nella sfida per spiegare l'or- ammettere che il caso ha ne" di quel "programmatore" ne" del programmatore, di
dine meraviglioso dell'uni- creato tale essere mi sem- che tutto ha fatto ordinata- pensarci, di indagare, di ap-
verso, Dio e il caso si con- bra assurdo. Se esiste un mente nasconde una scelta - profondire. Atteggiamento
tendono la vittoria. Stando programma, non posso am- meglio, una non scelta - che tutt'altro che scientifico. Il
ad alcuni, e noi siamo tra mettere programma senza oggi è comoda per molti. Se buon senso, o il senso co-
questi, solo una suprema in- programmatore: del quale il caso è assurdo, non resta mune, alza la sua voce pe-
telligenza può essere all'ori- però non voglio costruirmi che Dio. Ma ammettere Dio renne e universale ma il
gine del creato, dell'armonia un'immagine". E, tuttavia, implica una vera conversio- buon senso fa difetto a mol-
che vi regna, dell'ordine sot- non è raro che insegnanti ne, un mutamento, una nuo- ti. Non a Fred Hoyle, astro-
tostante i fenomeni che os- poco istruiti diano per va prospettiva che coinvolge nomo e matematico: "Basta
serviamo. Secondo altri, l'ar- scontato ciò che per Ka- la vita stessa, non solo la una piccola serie di calcoli
monia dell'universo è pro- stler è ovviamente assurdo. professione. Allora, per evi- al computer [segue 2°pag.]
dotta casualmente, non esi-
ste alcun progettista, men
che meno un Dio creatore, LUNEDÌ 7 GIUGNO 2004, ORE 21
ordinatore e finalizzatore. MODENA - Parrocchia dello Spirito Santo - Via F.lli Rosselli, 180
Ma davvero solo chi crede,
solo chi ignora le conquiste Pubblico incontro con l’Autore:
della scienza, solo chi non
s'aggiorna, può sostenere l'i-
potesi Dio come ordinatore CAMILLE EID
dell'universo? Una semplice
indagine ci svela che tra gli
scienziati, credenti e non
credenti, al caso ci credono
A MORTE
ormai in pochi. Non ci crede
per niente Carlo Rubbia, fisi-
co credente, premio Nobel
1984, secondo il quale
IN NOME DI ALLAH
"l'ordine troppo preciso" I martiri cristiani
che si scopre guardando la
natura, osservando il creato, dalle origini dell’islam a oggi
studiando la sua struttura, Prefazione di Sandro Magister Edizioni Piemme, 2004, € 12,50
"non può essere il risultato ***
di un caso". Un collega di ♦ Dall’espulsione dei cristiani yemeniti sotto i primi califfi dell’islam fino ai martiri del
Rubbia, un fisico, anche lui XX secolo: i trappisti del monastero algerino di Tibhirine, mons. Claverie, i cristiani
premio Nobel nel 1966, Al- del Sudan, della Nigeria, dell’Egitto, dell’Indonesia e del Pakistan.
fred Kastler (1902-1984) in ♦ Attraverso le pagine più cruenti, il racconto delle tragiche vicende dei cristiani uccisi
Dio non ci credeva. Ma in nome di Allah nei secoli e nei vari imperi islamici: un martirio che ha visto cadere
quando si interrogava, come uomini, donne, sacerdoti, monaci, missionari e talvolta bambini:
scienziato, sulla possibilità ♦ Conoscere un tesoro di grazie accumulato nei secoli per la nuova evangelizzazione
che il caso fosse all'origine di dell’Europa e la conversione degli islamici.
quanto la sua scienza gli fa- CAMILLE EID, giornalista libanese residente in Italia, collabora in qualità di esperto del mon-
ceva conoscere, sosteneva do arabo e islamici con varie testae, fra cui Avvenire, Mondo e Missione e Tracce. E’ autore
“che in un essere vivente di Osama e i suoi fratelli, Libano e Siria, e coautore, con Giorgio Paolucci, di Cento domande
troviamo un sistema infinita- sull’islam.

1
Anno 5 - numero 13 Giugno 2004

[ segue dalla 1°pag.] per ren- della vita? Non serve la fede ordine cosmico, capace di o- stanno così mutando e il ca-
dersi conto che la probabilità per rispondere: basta il spitare e dar forma alla straor- so sta perdendo la sua sfida
che nel brodo primordiale si buon senso. Anche dinaria complessità della vita e con Dio. La scienza è oggi
sarebbero prodotti casual- l’astrofisico americano di dell'intelligenza, sia frutto di una finestra aperta sul Crea-
mente anche solo gli oltre origine vietnamita Trinh un fortunato lancio dei famosi tore e gli scienziati più accor-
duemila enzimi necessari al Xuan Thuan, riprendendo e dadi di Einstein. Anzi, a ben ti, scevri da pregiudizi ideolo-
nostro corpo è pari alla pro- sviluppando il pensiero di vedere, la similitudine del gio- gici, scorgono nell'ordine del
babilità di ottenere sempre scienziati precedenti, sotto- co dei dadi appare perfino sot- creato l'impronta di un Auto-
12, per 50.000 volte di fila, linea come l’universo sia todimensionata rispetto all'al- re, di una Intelligenza supre-
gettando due dadi di fila sul regolato in maniera così tissima improbabilità che si ma, di Dio. Qualcuno non lo
tavolo". "Più o meno la stessa precisa che basterebbe che verifichino spontaneamente chiama ancora così, ma che il
probabilità del vecchio esem- uno dei numeri costanti tutte le coincidenze indispen- caso non c'entri nulla con
pio della scimmia che, bat- (forza di gravitazione, velo- sabili per la formazione dell'at- quel che studiano sembra
tendo su una macchina da cità della luca, carica degli tuale universo. Questa preci- ormai assodato. Ora, questa
scrivere, finirebbe con lo elettroni, ecc…) fosse di- sione di regolazione viene pa- scoperta deve diventare di
sfornare tutta intera la divina verso per compromettere la ragonata da Trinh Xuan Thuan dominio pubblico e anche a
Commedia, con capoversi e vita dell’uomo e dello stesso all'abilità di un arciere che riu- scuola dove chi nega Dio di-
punteggiatura al punto giu- universo. Un congegno a scisse a ficcare la sua freccia al mostra di mancare di buon
sto". E se è impossibile che orologeria assai delicato centro di un bersaglio di un senso.
per caso si siano formati gli creato per noi. Obiettiva- centimetro quadrato da una Per approfondimenti
sull’argomento:
enzimi, può essere che sia mente è difficile pensare che distanza di 15 miliardi di anni-
René Laurentin, Dio esiste. Ecco
accaduto a caso il sorgere questo nostro stupefacente luce, l'età del cosmo. I tempi le prove, Ed. Piemme,1997

QUALE FUTURO SENZA DIO?


Nel secolo che si è concluso, abbiamo visto in atto - per la clamata la "morte". Per questo in tali due ambiti si sono
prima volta in dimensioni così gigantesche - il tentativo di verificati anzitutto quegli omicidi su scala così inconcepi-
costruire delle società umane facendo a meno di Dio e del- bile; in secondo luogo vi sono comparse delle menzogne
la sua legge, anzi in opposizione esplicita alla sua legge. sistematiche, presentate come modernissima scienza della
Ovviamente l'esclusione di Dio dalle società comuniste e società; in terzo luogo si è preteso di imporre ai cittadini
da quella nazista non ha portato alla sua morte. Constatia- quei coacervi di errori e menzogne in sostituzione della
mo, invece, che ha portato alla morte di un numero ster- fede portataci da Cristo.
minato di esseri umani. Ma il processo di scristianizzazione non si arresta. Così
Non è difficile individuare in quel terribile processo storico nuovi cadaveri hanno cominciato ad accumularsi: prodotti
l'alterno sovrapporsi delle due "città", che stanno nella vi- adesso dalla droga, e soprattutto dall'aborto (già milioni
sione cristiana della storia formulata e trasmessaci dal fi- ogni anno). Ma sta forse per affacciarsi una sorta d'imbe-
losofo Agostino. stiamento nuovo, via via più diffuso tra le giovani genera-
Nel nostro secolo in due distinti ambiti, appunto quello zioni private degli ideali cristiani, e ormai di qualsiasi ide-
comunista e quello nazista, è stata portata avanti la co- ale.
struzione di due società "terrene" senza quasi mescolanze Solo il ritorno della prevalenza della "città di Dio", ove la
con società "celesti" che, se anche imperfette, avrebbero Religione sia tenuta nella giusta considerazione e la legge
come in passato costituito un ritegno. In particolare, senza di Dio rispettata ed osservata, consentirà di uscire dal ba-
più la presenza del timore di Dio, del quale era stata pro- ratro nel quale ci ha gettato l’assenza di Dio.

CHI È VERAMENTE
CONTRO IL TERRORISMO E PER LA PACE? TM - Gruppi Studenteschi Tertio Millenio
Se accettiamo che una madre possa sopprimere il frutto del suo seno, La gioventù si misura dalla verità e dalla grandezza di
che cosa ci resta? L’aborto è il principio che mette in pericolo la pace cui sono portatori i suoi desideri.
Charles Peguy
nel mondo.
È vero! Non può esserci pace autentica senza rispetto della vita, specie
* PREGHIERA * FORMAZIONE
se innocente e indifesa, qual è quella dei bambini non ancora nati. * AMICIZIA *APOSTOLATO
Un’elementare coerenza esige che chi cerca la pace difenda la vita.
Per informazioni sulla nostra attività o per ricevere gli ar-
Nessuna azione per la pace può essere efficace se non ci si oppone retrati del nostro periodico contattare l’indirizzo di posta
con la stessa forza agli attacchi contro la vita in ogni sua fase, dal suo elettronica tmmodena@libero.it oppure chiamare il nu-
sorgere sino al naturale tramonto. mero 3291869586.
B. Teresa di Calcutta Incontri tutti i sabati pomeriggio dalle ore 15,30 alle
11 marzo 2004: 192 spagnoli vittime innocenti del terrorismo! 17,00.
UNISCITI ANCHE TU ALLE NOSTRE ATTIVITÀ
Quanti innocenti vengono uccisi tutti i giorni con l’aborto nelle clini- E COLLABORA CON NOI AL PERIODICO!
che spagnole, italiane e di tutto il mondo? ***
Quanti sono i manifestanti contro il terrorismo o per la pace che si Foglio a diffusione intrascolastca
interessano di loro? Direttore: Andrea Casini - Vice-direttore:Giorgio Pallotti