Sei sulla pagina 1di 40

Guida stampe.

esec 19/07/00 26-07-2000 10:08 Pagina 41

Guida alla spedizione:


Stampe
Ω invii e cataloghi di vendita
per corrispondenza

Stampe
Ω pubblicità indirizzata e non
Ω invii di associazioni senza
scopo di lucro (no profit)
Ω periodici (eccetto i quotidiani)

Guida
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:08 Pagina 38
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:08 Pagina 39

sommario Guida alla spedizione:


Stampe
Modalità di:
prelavorazione, confezionamento e impostazione.

2 Perché una Guida alla spedizione delle Stampe?

3 Quando è importante rivolgersi direttamente


alle strutture postali?

4 La nuova organizzazione logistica e i nuovi obiettivi


di servizio per le Stampe

7 Prelavorazione
7 Il Codice di Avviamento Postale
8 Raggruppamento delle spedizioni
8 Raggruppamento in plichi
11 Aggregazione in pallet
13 Confezionamento
13 Confezionamento dei plichi
14 Confezionamento dei pallet
15 Etichettatura di plichi e pallet
18 Indirizzi con gestione meccanizzata
18 Indirizzi per gli invii avvolti in cellophane

19 Impostazione

21 Invii senza indirizzo

Allegati
25 Allegato 1 - Responsabili Poli Corrispondenza
26 Allegato 2 - Responsabili Commerciali
e Responsabili Grandi Clienti
27 Allegato 3 - Centri di Impostazione Comprensoriali
28 Allegato 4 - Centri di Impostazione Provinciali
31 Allegato 5 - Elenco delle città suddivise in Agenzie di Recapito
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 2

Perché una Guida


alla spedizione delle Stampe?

Per offrire ai nostri clienti un servizio sempre più qualificato


e competitivo abbiamo sviluppato per le Stampe una rete logistica
integrata di accettazione, trasporto, smistamento e recapito finalizzata
in particolare al raggiungimento dei nuovi obiettivi di tempi
di consegna (v. Tabella 3 pag. 6).
Per raggiungere questi obiettivi abbiamo modificato e migliorato sia
le procedure organizzative che quelle gestionali. Tutto per garantire
uno standard qualitativo sempre più elevato. Affinché questo servizio
funzioni, tuttavia, è necessario che vengano adottate le modalità
illustrate in questa Guida, in particolare in presenza di grandi lotti
di spedizioni.

La collaborazione con le aziende che spediscono stampe


è essenziale per poter garantire la massima velocità durante tutte
le fasi di attraversamento della catena logistica e la massima efficacia
nella distribuzione.

Questa Guida è uno strumento di supporto per coloro


che utilizzano su larga scala il servizio postale e fa riferimento
2
in particolare ad alcune tipologie di stampe:
Periodiche (eccetto i quotidiani), invii promozionali e cataloghi
di Vendita per Corrispondenza, Pubblicità indirizzata e non indirizzata,
invii delle associazioni senza scopo di lucro.
Vengono illustrate nel dettaglio le modalità da adottare per
la prelavorazione, il confezionamento e l’impostazione, aspetti
fondamentali per il raggiungimento dei nostri comuni obiettivi di qualità.

Tipologie e descrizione delle Stampe


oggetto della guida
Tipologie di Stampe Descrizione

Stampe Periodiche Riviste di carattere informativo, sociale o culturale


(eccetto i quotidiani) con una periodicità di spedizione di almeno due volte
nell’anno solare. È necessario essere iscritti
al Registro dei Periodici, presso la Cancelleria
del Tribunale; nel caso di associazioni senza fini di
lucro, oltre alla registrazione presso la Cancelleria
del Tribunale, lo statuto societario deve essere
conforme ai criteri di no profit.

Invii promozionali Cataloghi e stampe pubblicitarie contenenti messaggi


e Cataloghi di Vendita promozionali relativi alla vendita per corrispondenza;
per Corrispondenza devono pertanto contenere il coupon per l’acquisto
dei prodotti o servizi pubblicizzati.

Pubblicità indirizzata Invii contenenti uno stesso messaggio, diretti a un


numero significativo di persone, che non osservano
una periodicità di impostazione. Ad es. dépliants
pubblicitari, brochures, attività di direct marketing,
mailing.

Pubblicità non indirizzata Si tratta di comunicazioni pubblicitarie e/o campioni


di merce da distribuire indistintamente a tutti i recapiti
di una o più località o zona C.A.P., oppure alle sole
famiglie o ai soli operatori economici.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 3

perché - quando
Quando è importante rivolgersi
direttamente alle strutture postali?

Per garantire i livelli qualitativi di servizio è necessario


preavvisare i responsabili dei Poli Corrispondenza quando si deve
inoltrare un quantitativo di stampe per un peso eccedente i 5.000 Kg.
In questi casi occorre infatti comunicare i quantitativi
e la destinazione delle spedizioni e concordare un orario di inoltro
adeguato.
Questo preavviso permetterà a Poste Italiane di predisporre
l’organizzazione logistica più adeguata alla gestione efficace
e puntuale della spedizione.

In allegato troverete l’elenco dei nomi e dei recapiti telefonici


di tutti i Responsabili dei Poli Corrispondenza e dei Responsabili
Commerciali Territoriali, che sono a vostra disposizione per qualsiasi
precisazione inerente le procedure di accettazione delle vostre
spedizioni.

Ogni eventuale eccezione alle modalità di impostazione


illustrate in questo documento, deve essere concordata direttamente
con il Servizio Logistica Stampe della Divisione Corrispondenza.
3
Divisione Corrispondenza – Prodotto Stampe:
Servizio Logistica Stampe:
Pietro Abbate / Antonella Manfredi: 06 5958 3573.
Direzione Commerciale:
Susanna Macciò / Cinzia Cosentino: 06 5958 3670.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 4

La nuova organizzazione logistica


e i nuovi obiettivi di servizio per le Stampe

La nuova organizzazione della rete Stampe si basa


su 16 Centri Comprensoriali (uno per ogni area), 87 Centri Provinciali
e 8.843 Agenzie di Recapito.
Il Centro Comprensoriale o Centro di Movimento Postale (CMP),
costituisce il punto di consolidamento per tutto il traffico in arrivo
e in partenza dall’area di riferimento.

Ogni Centro Comprensoriale è collegato ogni giorno:


Ω con gli altri Centri Comprensoriali con collegamenti
diretti o con scambio presso uno dei due hub della rete,
con oltre 70 autoarticolati;
Ω con i Centri Provinciali di competenza,
tramite collegamenti diretti di tipo stellare,
grazie a 90 automezzi.

Di conseguenza le spedizioni che hanno come punti di accettazione


i Centri Comprensoriali sono contraddistinte da tempi di consegna
più rapidi.

Figura 1. Centri Comprensoriali e aree geografiche di competenza


4

MI VR
VE
TO

BO
GE

FI AN

PE

RM

BA

NA

CA
LAMEZIA

PA

CT
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 5

All’interno dei 16 Centri Comprensoriali, 6 sono particolarmente


attrezzati a gestire grandi volumi di spedizioni Stampe.

Tabella 1. Centri Comprensoriali (rispettive province di competenza)


(I Centri contrassegnati da fondo colorato sono particolarmente attrezzati alla gestione
di grandi volumi)

organizzazione
Torino CMP Nord Alessandria, Aosta, Asti, Biella, Cuneo,
Torino, Vercelli

nuova
Genova CMP C. Colombo Genova, Imperia, La Spezia, Savona

Milano CMP Roserio Bergamo, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano,


Novara, Piacenza, Pavia, Sondrio, Varese, Verbania

Padova CMP Belluno, Gorizia, Padova, Pordenone, Rovigo,


Treviso, Trieste, Udine, Venezia

Verona CMP Bolzano, Brescia, Mantova, Trento,


Verona, Vicenza

Bologna CMP Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Ravenna,


Reggio Emilia, Rimini

Firenze CMP Arezzo, Grosseto, Firenze, Livorno, Lucca, Massa,


Perugia, Pisa, Pistoia, Prato, Siena

Ancona CMS Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro

Pescara CMP Campobasso, Chieti, L’Aquila, Isernia,


Pescara, Teramo

Roma Frosinone, Latina, Rieti, Roma,


Ufficio Romanina Terni, Viterbo
5
Napoli CMP Avellino, Benevento, Caserta, Napoli,
Potenza, Salerno

Bari CMP Bari, Brindisi, Foggia, Lecce,


Matera, Taranto

Lamezia Terme CMP Catanzaro, Cosenza, Crotone,


Reggio Calabria, Vibo Valentia

Catania CMP Catania, Enna, Messina, Ragusa, Siracusa

Palermo CMP Agrigento, Caltanissetta, Palermo, Trapani

Cagliari CMP ELMAS Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari

Oltre che nei Centri Comprensoriali, le Stampe possono essere


impostate (previa apertura di un conto) anche negli 87 Centri
Provinciali e nelle Agenzie Abilitate. Tuttavia, in questi ultimi due casi,
vi sono dei limiti massimi di peso all’accettazione, rispettivamente
di Kg 1.000 e Kg 100 spedizione/cliente, come precisato nella Tabella 2
(pag. 6). Per ulteriori precisazioni in merito si veda la sezione
“Impostazione” di questa Guida.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 6

Tabella 2. Punti di Accettazione e limiti di peso


Punti di Accettazione Limiti di peso in Accettazione

Centri Comprensoriali Nessun limite di peso/spedizione

Centri Provinciali Fino a Kg 1.000 - spedizione/cliente

Agenzie Abilitate Fino a Kg 100 - spedizione/cliente

Una volta prelavorate e confezionate le spedizioni secondo


le modalità illustrate nella presente Guida, i tempi di consegna
dipenderanno dalla dislocazione dell’Agenzia di impostazione,
dall’orario di invio (da concordare preventivamente) e dalla
destinazione delle spedizioni, secondo la Tabella 3.

I tempi di consegna che Poste Italiane offre alla clientela a partire da


dicembre 2000 sono illustrati nella Tabella 3*.

(1)
Tabella 3. Tempi di consegna per le Stampe e destinazione
geografica delle spedizioni
(espressi in: J = giorno di impostazione + n° giorni previsti per la consegna a destinazione)

(2)
Destinazione spedizioni

Punti Ora massima Città Extra


di Accettazione Accettazione(3) e Provincia Comprensorio Comprensorio 6
Centri 16.00 J+3 J+4
Comprensoriali
18.00 J+3 J+3

11.00 J+3 J+3 J+4


Centri Provinciali
18.00 J+3 J+4 J+5

Agenzie Abilitate 16.00 J+3 J+4 J+5

(1) Riferiti alle tipologie di Stampe trattate nella presente Guida, con la sola eccezione
della pubblicità non indirizzata, per la quale il recapito avviene con tempistica concordata
con il cliente. Per i settimanali, previa la creazione di una forte integrazione logistica tra
Poste Italiane e il cliente, potranno essere concordati tempi di consegna più rapidi.
(2) Le spedizioni destinate alla Sicilia e alla Sardegna richiedono un giorno in più.
(3) Gli orari massimi di accettazione per il CMP di Bari sono le 12.00, per Lamezia Terme
le 10.00 e per Torino le 15.00. Il sabato l’ora limite di impostazione per tutti i centri
è entro le 12.00.

Per “Comprensorio” si intende l’area di riferimento del Centro


Comprensoriale (v. Figura 1 pag. 4) e per Extra-Comprensorio
l’area esterna a quella di impostazione.

* Obiettivo di consegna: media del 70% delle spedizioni.


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 7

Prelavorazione

Tutte le spedizioni richiedono la corretta indicazione del C.A.P.


(Codice di Avviamento Postale) e il raggruppamento per località
di destinazione, in base al C.A.P. e ad alcuni criteri aggiuntivi, precisati
in questa sezione.

Per ottenere i tempi di recapito indicati (v. pag. 6), è necessario


predisporre le spedizioni secondo i criteri esposti di seguito.

prelavorazione
Il Codice di Avviamento Postale
Il C.A.P. utilizza numeri a cinque cifre. Ciascuna cifra individua
le aree territoriali secondo il criterio sotto illustrato:

Figura 2. Corrispondenza tra cifre del C.A.P. e zone territoriali


Zone C.A.P. della città

La terza cifra Quarta Quinta


7 pari a 1 o 9 individua Cifra Cifra
la città capoluogo

Terza
Cifra
Regione
Postale Provincia

Prima Seconda
Cifra Cifra

Terza
Cifra

La terza cifra
pari a 0 o 8 individua Quarta Quinta
tutte le località
della provincia
Cifra Cifra

Stradali Singola località


della provincia della provincia
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 8

Raggruppamento delle spedizioni


La prelavorazione e il raggruppamento delle spedizioni deve
avvenire a seconda dei volumi e della destinazione degli invii.

Le spedizioni devono essere raggruppate in plichi, cioè


un insieme di invii diretti a una medesima destinazione
e confezionati in modo da restare uniti, a loro volta da consolidare
in pallet, qualora l’insieme degli invii diretti alla medesima destinazione
3
abbia un volume superiore a 0,5 m .

Raggruppamento in plichi
Poste Italiane richiede la formazione di plichi separati sulla
base del C.A.P e su alcuni criteri aggiuntivi, in funzione delle
quantità da spedire e della località di destinazione.

Ω Per quantitativi superiori a 10 invii è richiesta


la formazione di un plico separato per gli invii diretti:

π alla medesima località della provincia (identificate dalla


terza cifra C.A.P. pari a 0 o 8); in questo caso la ripartizione
per C.A.P. non è sufficiente, ed è necessaria anche quella
per località;
8
π al medesimo C.A.P. per le città capoluogo (identificate
dalla terza cifra C.A.P. pari a 1 o 9); in questo caso gli invii
a
devono essere raggruppati alla 5 cifra C.A.P. ed essere ordinati
per via e numero civico.
Nel caso di città con più di una Agenzia di Recapito,
oltre al raggruppamento C.A.P., è richiesto quello per singola
Agenzia (v. Allegato 5).

Ω Per quantitativi inferiori a 10 invii è comunque richiesta


la formazione di un plico separato per gli invii diretti:

π alla città capoluogo; il plico deve contenere tutti gli invii


diretti alla città;

π allo stradale provinciale; il plico deve contenere tutti gli


invii diretti alle località della provincia che condividono
la quarta cifra del C.A.P. (esempio: Gavoi 08020, Dorgali
08023, Oliena 08025).

Qui di seguito è illustrata una sintesi delle modalità di raggruppamento


in plichi (Tabella 4).
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 9

Tabella 4. Modalità di raggruppamento in plichi

Modalità di raggruppamento

C.A.P. Destinazione < 10 invii > 10 invii

a
La provincia ha la 3 Località Raggruppamento Raggruppamento
a
cifra C.A.P. = 0 o 8 di provincia in 4 cifra in plichi alla
a
o stradale 5 cifra C.A.P.(1) +
provinciale ordinamento per
via e n° civico

Città la cui 4 e
a Raggruppamento in plichi alla
a
a
5 cifra siano = 0 3 cifra C.A.P.(1) + ordinamento per
es. Treviso via e n° civico
31100

a
Le
a
città hanno la Città la cui 4 e Plico unico Raggruppamento
a

prelavorazione
3 cifra C.A.P. = 1 o 9 5 cifra siano 0 in plichi alla
a
es. Padova 5 cifra C.A.P.(2) +
35126 ordinamento per
via e n° civico

Qualora la città Plichi Raggruppamento


abbia più di per Agenzia in plichi alla
a
una Agenzia(3) 5 cifra C.A.P. +
es. Palermo ordinamento per
90135 via e n° civico

(1) Con 5a cifra = 0 è comunque necessario un raggruppamento per singola località


(2) Riguardo le principali 27 città italiane; vedi la Tabella alla pagina seguente
9 (3) È il caso di 13 città italiane: v. Tabella a pag. 10.

Se la spedizione è diretta a uno dei 13 capoluoghi di provincia


suddivisi in C.A.P. e con una sola Agenzia di Recapito, i plichi devono
a
essere raggruppati alla 5 cifra C.A.P.; se invece è diretta a uno
degli altri 13 capoluoghi suddivisi in C.A.P. ma con due o più Agenzie
di Recapito, è necessario ripartire i plichi oltre che per C.A.P.,
anche per Agenzia di Recapito.

Per esempio, l’invio ad Ancona, capoluogo ripartito in C.A.P.


ma con una Agenzia unica, richiederà la formazione di un plico
per singoli C.A.P.
Nel caso di invio a Roma, capoluogo ripartito in C.A.P. con più
di una Agenzia di Recapito, dovrà essere formato un plico per ogni
C.A.P. da riaggregare poi per singola Agenzia di Recapito (Roma Eur,
Roma Prati, ecc).

Riportiamo di seguito l’elenco delle 27 città il cui territorio


comunale è diviso in zone C.A.P. Sono evidenziate con fondo colorato
le 13 città che oltre ad essere ripartite in C.A.P. hanno più di una
Agenzia di Recapito. L’elenco delle 13 città con più di una Agenzia di
Recapito, unitamente ai C.A.P. di competenza, è riportato nell’Allegato 5.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 10

Tabella 5. Elenco delle città ripartite in più zone C.A.P.


(le città contrassegnate da fondo colorato hanno più di una Agenzia di Recapito)

Ancona Firenze Padova Salerno

Bari Genova Palermo Torino

Bergamo La Spezia Perugia Trieste

Bologna Livorno Pescara Venezia - Mestre

Brescia Messina Pisa Verbania

Cagliari Milano Reggio Calabria Verona

Catania Napoli Roma

Attenzione: gli invii diretti alle città in elenco, che riportano il C.A.P.
generico (es. 90100 Palermo), non saranno accettati (fatti salvi i casi
ammessi: Enti Pubblici, Enti Civili e Militari, caselle postali).

10
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 11

Aggregazione in pallet (bancali)


È richiesta la formazione di un pallet dedicato per gli invii diretti
alla stessa destinazione, in quantità tali da occupare un volume
superiore a m3 0,5.

L’aggregazione dei plichi in pallet completa l’attività di preparazione


e organizzazione delle spedizioni. Esistono 3 diverse modalità
di consolidamento, organizzate in funzione della composizione
e consistenza della spedizione stessa. Si consiglia di rivolgersi
ai Responsabili Territoriali per eventuali precisazioni sulle modalità
di raggruppamento in base ai propri quantitativi, pesi e volumi.
In linea di massima, le modalità di consolidamento delle spedizioni
sono 3:

prelavorazione
Modalità 1
Spedizioni composte da quantitativi tali da consentire la formazione
di pallet dedicati con una suddivisione che prevede il massimo grado
di dettaglio.

Figura 3

11

VERONA PROVINCIA VERONA CITTÀ

Per le città con due o più Agenzie di Recapito si richiedono pallet


distinti per singola Agenzia.

Figura 4

ROMA EUR ROMA APPIO ROMA CENTRO


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 12

Modalità 2
Spedizioni composte da quantitativi per i quali è possibile formare
un pallet separato che cumula tutti gli invii diretti alla città e alle
località della stessa provincia.

Figura 5

BOLOGNA VERONA BRESCIA

Modalità 3
Spedizioni composte da invii in quantitativi medi; vanno raggruppate
in almeno 16 differenti pallet uno per ogni Comprensorio della
rete stampe. Per la delimitazione delle aree del comprensorio, vedi
la Tabella 1 a pagina 5.

Figura 6 12

PIEMONTE - VAL D’AOSTA SICILIA OCCIDENTALE SICILIA ORIENTALE


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 13

Confezionamento

Confezionamento dei plichi


I plichi, raggruppati secondo le modalità descritte, devono essere
confezionati in modo da assicurarne l’integrità durante il trasporto
e lo smistamento.

Modalità di confezionamento
Le modalità di confezionamento utilizzate di solito sono due:

Ω involucro in plastica termosaldato;


Ω reggette a croce.

Quest’ultima modalità è quella preferibile.

Figura 7
PLICHI CHIUSI CON REGGETTE INVOLUCRO DI PLASTICA
DISPOSTE A CROCE TERMOSALDATO

confezionamento
13 MODALITÀ CONSIGLIATA
DA POSTE ITALIANE

Gli invii che compongono il plico devono essere ordinati con criterio
univoco, con l’indirizzo rivolto verso l’alto.

I plichi che raggruppano invii diretti tutti alla medesima località


devono essere contraddistinti da una etichetta compilata
secondo le modalità riportate a pag. 15.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 14

Confezionamento dei pallet


I pallet devono avere le seguenti caratteristiche:
Ω pallet cm 80x120 (o misure modulari: cm 80x60,
cm 120x120);
Ω altezza massima cm 150;
Ω volume minimo m3 0,5.

Per quanto riguarda i limiti di peso occorre distinguere due tipologie


di invio:
Ω pallet non impilabili (Figura 8):
π peso lordo minimo Kg 500;
π peso lordo massimo Kg 800;

Ω pallet impilabili (Figura 9):


π peso lordo minimo per singolo pallet non inferiore a Kg 200.
È indispensabile in questo caso l’apposizione di sostegni
di cartone agli angoli;
π peso lordo massimo di due pallet sovrapposti non superiore
a Kg 600.

Gli invii che compongono il pallet devono essere ordinati tutti nello
stesso modo, con l’indirizzo rivolto verso l’alto e in ordine ascendente
o discendente dei C.A.P. 14

È importante che i pallet siano confezionati in maniera da assicurarne


l’integrità durante il trasporto e la movimentazione nei Centri
di Smistamento.
Per questo è necessario fare attenzione durante l’imballaggio
ed è consigliabile rinforzare gli angoli del pallet con apposito
sostegno in cartone, in particolare nel caso di pallet impilabili.
Tutto il carico deve rientrare nella sagoma del pallet.

Per garantire l’integrità delle spedizioni durante l’impilaggio dei pallet


in fase di movimentazione e trasporto è fondamentale che vengano
seguite le modalità indicate.

Figura 8 Figura 9

PALLET NON IMPILABILE PALLET IMPILABILE


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 15

Etichettatura di plichi e pallet


Le modalità di etichettatura di plichi e pallet costituiscono un ulteriore
elemento che contribuisce a determinare la qualità del servizio.
Qui di seguito definiamo il contenuto e le informazioni da riportare
sulle etichette.

Etichettatura dei plichi e tipologie di prodotto


I plichi devono essere accompagnati da un’etichetta le cui dimensioni
sono subordinate alle dimensioni del plico.
Consigliamo, tuttavia, l’utilizzo di un’etichetta di formato A5 (cm 21x
14,8). I caratteri utilizzati dovranno avere una dimensione pari
o superiore a 3 mm.

Le informazioni richieste sono:

Data di impostazione Codice Invio

Centro Postale Tipologia dell’invio


di Impostazione (Agenzia) (periodici, cataloghi vendita
per corrispondenza, stampa promozionale)

Azienda mittente Codice a barre


secondo le specifiche

confezionamento
che verranno comunicate

15 Destinazione
(completa di C.A.P.)
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 16

Inoltre, per facilitare la separazione dei settimanali, i plichi


dovranno essere contraddistinti dalla dicitura “settimanali”
in colore blu, o da un contrassegno (adesivo) di colore blu.

Riportiamo alcuni esempi di etichette, per diverse località


di destinazione e tipologia di prodotto:

Figura 10

Data Centro Postale Azienda Codice


Impostazione Impostazione Mittente Invio

PALERMO città
C.A.P. 90135

Settimanali

Data Centro Postale Azienda Codice


Impostazione Impostazione Mittente Invio

MONREALE
16
C.A.P. 90046

Periodici

Data Centro Postale Azienda Codice


Impostazione Impostazione Mittente Invio

PALERMO provincia
Stradale 4
da carteggiare

Vendita per Corrispondenza


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 17

Etichettatura pallet
Nel caso di pallet, la dimensione dell’etichetta deve essere almeno
pari a quella del formato A4 (cm 21x29,7).

Le informazioni richieste sono:

Azienda mittente Codice invio

Centro Postale Data di spedizione


di Impostazione

Peso del pallet Tipologia dell’invio (periodici, cataloghi


di vendita per corrispondenza, stampa
promozionale, settimanali)

Centro di destinazione codice a barre


secondo le specifiche
che verranno comunicate

Le indicazioni richieste devono essere riportate sul modello come


illustrato:

Figura 11

confezionamento
17 Azienda mittente: . . . . . . . . . . . . . . . . Codice invio: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Centro Impostazione: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Data spedizione: . . . . . . . . . . . . . . . . . . Peso netto Kg.: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Vendita per Corrispondenza

Centro destinazione: ..............................................

Centro di scambio: ...................................................


(Centro comprensoriale)
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 18

Indirizzi con gestione meccanizzata


Poste Italiane sta realizzando investimenti importanti nei settori
dell’automazione e della meccanizzazione. La gestione automatizzata
degli invii permette di migliorare ulteriormente la qualità e l’affidabilità
del servizio. Nel caso di spedizioni gestibili attraverso gli impianti
meccanizzati, gli invii dovranno avere le seguenti caratteristiche:

invii meccanizzabili (formato lettera):


Ω lunghezza mm 140 ÷ mm 235;
Ω altezza mm 90 ÷ mm 120;
Ω peso massimo gr 20;
Ω spessore mm 0,15 ÷ mm 5.

L’indirizzo deve essere posizionato sul lato destro


della busta secondo i seguenti criteri:
1] la prima riga dell’indirizzo deve trovarsi ad una distanza minima
di mm 40 dal bordo superiore;
2] l’ultima riga (contenente C.A.P. e località di destinazione
o l’eventuale impronta di marcatura lineare) deve essere scritta
ad una distanza di almeno mm 15 dal bordo inferiore;
3] la distanza minima di mm 15 deve essere osservata anche
per i bordi laterali destro e sinistro;
4] la fascia di 15 mm lungo il bordo inferiore dell’invio deve essere
di colore chiaro e libera da qualsiasi simbolo o scritta; 18
5] inoltre la distanza massima tra il margine sinistro dell’indirizzo e il
bordo laterale destro della busta non deve essere superiore a mm 140.

Figura 12
70
Ω Ω

Zona disponibile Zona riservata
(marchi, indirizzo del mittente, ecc.) all’affrancatura
40

Zona in cui non


devono comparire Zona riservata all’indirizzo del destinatario
testi o numeri
che possono
creare equivoci Egr. Sig. Mario Bianchi
con l’indirizzo
Via Cavour 4
10123 Torino To
lI III III I III IIIIIII I IIIIIII I IIII

15 Zona da lasciare libera da qualsiasi simbolo grafico 15


Ω Ω Ω Ω
15 15

Indirizzi per gli invii avvolti in cellophane


Le etichette riportanti l’indirizzo devono avere una dimensione
minima di cm 4 x cm 8,5 ed i caratteri utilizzati dovranno avere
una dimensione non inferiore a mm 3. Inoltre l’etichetta deve
essere fissata alla pubblicazione o al contenuto.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 19

Impostazione

Le impostazioni possono essere effettuate in tutte le Agenzie


Abilitate (fino a un peso massimo di Kg 100 per spedizione/cliente),
negli 87 Centri Provinciali (fino a un peso massimo di Kg 1.000 per
spedizione/cliente) e naturalmente nei Centri Comprensoriali (senza
limiti di peso).
Le impostazioni di grandi partite di stampe (100.000 pezzi per oltre
Kg 1.000 di peso) devono essere effettuate presso uno dei 16 Centri
Comprensoriali della rete (in caso di impostazioni massive,
preferibilmente in uno dei 6 centri maggiormente attrezzati alla
gestione dei grandi volumi: Torino CMP Nord, Milano CMP Roserio,
Padova CMP, Verona CMP, Bologna CMP, Roma Ufficio Romanina).

Tabella 6. Tipologia dei punti di accettazione e limiti di peso

Punti di Accettazione Limiti di peso in accettazione

Centri Comprensoriali Nessun limite


di peso/spedizione

Centri Provinciali Fino a Kg 1.000


19 spedizione/cliente

Agenzie Abilitate Fino a Kg 100


spedizione/cliente

Le spedizioni effettuate con le modalità di prelavorazione


e confezionamento, in orario concordato con gli uffici interessati

impostazione
e comunque non oltre gli orari massimi di accettazione
(v. pag. 6), sono inoltrate per tutte le destinazioni nel corso
della stessa giornata.
Per questo motivo è consigliata l’impostazione entro le ore 11.00.
Per le spedizioni con un peso superiore ai 5.000 Kg è necessario
comunicare con un anticipo di almeno una settimana
i quantitativi e le destinazioni delle spedizioni e concordare
le modalità di prelavorazione e riaggregazione con i Responsabili
Polo Corrispondenza.

Non sono accettate le impostazioni decentrate (ovvero in Agenzia


di Accettazione diversa da quella in cui risulta aperto il conto),
con la sola eccezione di quelle previste dall’attuale sistema tariffario:
periodici iscritti al registro nazionale della stampa, stampe periodiche
in abbonamento postale edite da soggetti non iscritti al registro
nazionale della stampa e non rientranti nella categoria
“Enti e associazioni senza fini di lucro”.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 20

Distinta di impostazione
La spedizione di pallet deve essere accompagnata dalla distinta
di impostazione (in duplice copia) contenente il riepilogo delle
caratteristiche dell’invio, precisando per ogni pallet le seguenti
informazioni:

Peso Peso unitario invio

n° invii Destinazione

Riportiamo per semplicità un esempio della Distinta di Impostazione:

Figura 13

Azienda mittente: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Data Impostazione: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Tipologia invii: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Pallet n° Invii Destinazione Peso


Unitario
Pallet n° Invii Destinazione Peso
Unitario
20
1 14

2 15

3 16

4 17

5 18

6 19

7 20

8 21

9 22

10 23

11 24

12 25

13 26

Totale Kg Totale Kg

Annotazioni: . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Giorno Firma
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 21

Invii senza indirizzo

Per questa tipologia sono previsti due tipi di involucro:


Ω buste;
Ω cellophane.

Sull’involucro deve essere riportato:

Ω stampigliatura di triangoli (di qualsiasi dimensione


e colore) lungo tutto il lato sinistro dell’involucro;
Ω l’indicazione in alto a destra della dicitura
“Tassa pagata, invii senza indirizzo” e l’indicazione
“autorizzazione n…….” (l’autorizzazione deve essere
rilasciata dalla Direzione Commerciale);
Ω logo e Azienda mittente, in alto a sinistra;
Ω i destinatari di questo tipo di spedizione possono essere
esclusivamente le famiglie o gli operatori economici.
In qualunque caso è necessario indicare la famiglia
di riferimento.

Riportiamo un esempio di busta:


21
Figura 14

Azienda mittente Poste Italiane


Tassa Pagata

Alle famiglie

senza indirizzo
invii
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 22

Modalità di confezionamento
Gli invii devono essere raggruppati in confezioni (plichi, scatole, ecc.)
da 50 o da 100 invii.
Sulla confezione devono essere riportate le seguenti indicazioni:

Invii senza indirizzo

Confezioni da n° ________

Da recapitare entro _____________

Destinato a ___________________
(indicare famiglia o operatore economico)
Le confezioni (scatole, plichi, ecc.) devono essere raggruppate
in pallet per singole destinazioni, come indicato alle pagg. 11 e 12.

Il pallet deve riportare un’etichetta con le seguenti indicazioni:

Destinazione

Scatole da 50 n° ________

Scatole da 100 n° _______

Data recapito entro il _____________

Definizione territoriale della distribuzione 22


Non è possibile limitare il recapito a quote parti di una località
ad eccezione delle città divise per C.A.P. In questo caso è possibile
limitare la spedizione a una o più zone C.A.P. della città, provvedendo
ad evidenziare sulle etichette il C.A.P. di destinazione.

Modalità di impostazione
Per ogni invio di grandi quantitativi (oltre 100.000 pezzi per un peso
eccedente i 1.000 Kg) è necessario concordare con il responsabile
del Polo Corrispondenza:

Ω quantitativi da impostare (coerenti con le due categorie


di indirizzi da servire: famiglie o operatori economici);
Ω centri di postalizzazione;
Ω modalità di confezionamento e aggregazione in pallet;
Ω giorno di postalizzazione (almeno 10 giorni prima
della data ultima ritenuta utile per il recapito).

Su vostra richiesta possiamo fornirvi le informazioni relative


al numero di famiglie e al numero di operatori economici per ciascuna
Agenzia di Recapito.
Naturalmente anche le spedizioni senza indirizzo devono essere
accompagnate dalla Distinta di Impostazione come da Figura 13
a pag. 20.
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 23

Allegati allegati
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 24
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 25

Allegato 1

Responsabili
Poli Corrispondenza

Polo
Corrispondenza Responsabile Telefono Fax

ABRUZZO Antonio Di Stefano 085 373195 085 4222125

BASILICATA Luigi Scognamiglio 081 6922122 081 266272

CALABRIA Francesco Cutrupi 0965 40504 0965 46075

CAMPANIA Luigi Scognamiglio 081 6922122 081 266272

EMILIA ROMAGNA Margherita Manzo 051 4168426 051 4168455

FRIULI Vincenzo Girardi 041 2915657 041 5318636

LAZIO Vincenzo Girardi 06 77104751 06 77104065

LIGURIA Olivo Chiola 010 6574809 010 6574702

LOMBARDIA Aurelio Baiardo 02 6691035 02 66981632

MARCHE Saverio Festa 075 5064527 075 5053367

MOLISE Antonio Di Stefano 085 373195 085 4222125

PIEMONTE Giovanni Di Pietro 011 2459197 011 284160


25
PUGLIA Giuseppe Dargenio 080 5586371 080 5586374

SARDEGNA Giovanni Loi 070 2114047 070 2114002

SICILIA Angelo Rizzo 091 7062712 091 7062020

TOSCANA Alessandro Piccioli 055 219488 055 294582

TRENTINO Aurelio Baiardo 02 6691035 02 66981632

UMBRIA Saverio Festa 075 5064527 075 5053367

VAL D’AOSTA Giovanni Di Pietro 011 2459197 011 284160

VENETO Vincenzo Girardi 041 2915657 041 5318636


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 26

Allegato 2

Responsabili Commerciali
e Responsabili Grandi Clienti

Regione Responsabile Telefono Fax

ABRUZZO Letizia Carbonari 071 5012301 071 5012007

ABRUZZO* Francesco D’Ascanio* 071 5012302 071 5012009

CALABRIA Aldo Alabiso 0965 40390 0965 46409

CAMPANIA Teresa Vitale 081 266204 081 261834

EMILIA ROMAGNA Franco Faccenda 051 6480320 051 229068

EMILIA ROMAGNA Evandro Lenticchia* 051 6480310 051 229068

EMILIA ROMAGNA Nicoletta Rinaldi* 051 6480311 051 229068

FRIULI VENEZIA GIULIA Nicola Vischi 041 2915582 041 2915732

FRIULI VENEZIA GIULIA Massimiliano Waiglein* 040 6764546 040 6764229

LAZIO Gianfranco Arena 06 77104762 06 77104013

LAZIO Claudino Paglione* 06 77104106 06 77104013

LIGURIA Fulvio Campanella 010 6574728 010 6500324

LOMBARDIA Giampiero Ignaccolo 02 6690010 02 6709402

LOMBARDIA MI-PV-LO-CR Anna Lisa Perdichizzi* 02 6690860 02 6709402

LOMBARDIA BG-BS-MN Giovanni Napolitano* 035 4532268 035 4532294

LOMBARDIA CO-VA-SO-LC Pasquale Sarracco* 031 2762028 031 2762005

MARCHE Letizia Carbonari 071 5012301 071 5012007 26


MARCHE Andrea Varoli* 071 5012309 071 5012009

MOLISE Letizia Carbonari 071 5012301 071 5012007

MOLISE Francesco D’Ascanio* 071 5012302 071 5012009

PIEMONTE Fulvio Campanella 010 6574728 010 6500324


PIEMONTE Dora Bartone* 011 2459247 011 2459031

PUGLIA - BASILICATA Luigi Sfregola 080 5507270 080 5586336

PUGLIA - BASILICATA Giuseppe Strippoli* 080 5507226 080 5586336

SARDEGNA Emanuela Coco 070 2025420 070 2025337

SICILIA Nunzia Maria Cantella 091 6587185 091 6587015

SICILIA Rosalia Lo Bue* 091 6587186 091 6587015

TOSCANA Luca Ribechini 055 2774314 055 219360

TOSCANA Cinzia Colombari* 055 294085 055 219360

TRENTINO ALTO ADIGE Nicola Vischi 041 2915582 041 2915732

TRENTINO ALTO ADIGE Marco Soppelsa* 0471 322343 0471 322217

UMBRIA Letizia Carbonari 071 5012301 071 5012007

UMBRIA Lorena Fabbretti* 075 5064044 075 5064014

VAL D’AOSTA Fulvio Campanella 010 6574728 010 6500324

VAL D’AOSTA Dora Bartone* 011 2459247 011 2459031

VENETO Nicola Vischi 041 2915582 041 2915732

VENETO Francesco De Maio* 041 2915572 041 2915732

*Responsabili Grandi Clienti.


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 27

Allegato 3

Centri di Impostazione
Comprensoriali

Centro
Comprensoriale Indirizzo Telefono Fax

TORINO CMP NORD Via Cebrosa 5 011 2623883 011 2625635


10036
Settimo Torinese TO

MILANO CMP ROSERIO Via Cristina 02 3561794 02 3561794


di Belgioioso 165/11
20157 MILANO

GENOVA AEROPORTO Via Pionieri e Aviatori 010 6574753 010 6501358


d’Italia
16154 Sestri Pon. GE

PADOVA CMP Via Ricerca 049 7624226 049 7624226


Scientifica 3
35127 PADOVA

VERONA CMP P.le XXV Aprile 4A 045 9272052 045 8003255


37138 VERONA

BOLOGNA CMP Via Zanardi 30 051 4168300 051 6350472


40131 BOLOGNA

FIRENZE CMP Via Pasolini 055 4481873 055 4487605


50019 FIRENZE
27
ROMA ROMANINA Via B. Alimena 06 7232064 06 7236975
00173 ROMA

ANCONA CMS Via Cameranense 071 2913410 071 2913407


km 303
60029 ANCONA

PESCARA CMP Via A. Volta 12 085 4311457 085 4311847


65129 PESCARA

NAPOLI CMP Via Galileo Ferraris 081 5542980 081 5542980


80128 NAPOLI

BARI CMP Via De Blasio 080 5867131 080 5311841


70123 BARI

LAMEZIA TERME CMP Località 0968 416534 0968 209058


S. Pietro Lametino
88046 Lamezia Terme CZ

CATANIA CMP Zona Ind.le Località 095 291436 095 7486202


Pantano d’Arci
95121 CATANIA

PALERMO CMP Via Ugo La Malfa 177 091 6887090 091 6884515
90147 PALERMO

CAGLIARI CMP Località Elmas 070 284668 070 284668


09030 CAGLIARI
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 28

Allegato 4

Centri di Impostazione
Provinciali

Regione Ufficio Indirizzo

PIEMONTE Torino Nord Strada Cebrosa 5


VALLE D’AOSTA Settimo Torinese - 10036

Alessandria Piazzale Curiel 8 - 15100

Aosta Via Ribitel 1 - 11100

Asti C.so Dante 55 - 14100

Biella Via Pietro Micca 31 - 13900

Cuneo C.so De Gasperi 72 - 12100

Domodossola P.zza Matteotti 21 - 28845

Novara Via Monterosa 101 - 28100

Vercelli Corso Rigola 107 - 13100

LOMBARDIA Milano Roserio Via C. di Belgioioso 185 - 20157

Bergamo Via Roma 87, GORLE - 24100

Brescia Via Dalmazia 4 - 25100

Como P.le San Gottardo - 22100

Cremona Via Dante - 26100


Lecco Via Dante 28 - 23900

Lodi Via Volturno - 26900

Mantova Via Martiri Belfiori 15 - 46100


28
Pavia Via Brambilla 1 - 27100

Sondrio V.le Europa - 23100

Varese Via Milano 11 - 21100

VENETO Padova Via Ric. Scientifica 3 - 35127


FRIULI
Belluno Via T. Vecellio 27 - 32100
VENEZIA GIULIA
Gorizia Corso Verdi 14 - 34170

Pordenone Via Dante 2 - 33170

Rovigo Via Leopardi 4 - 45100

Treviso P.le Duca d’Aosta - 31100

Trieste Via Brigate Casale - 34100

Udine Via Europa Unita 8 - 33100

Venezia Via Triestina 208 - 30100

Verona P.le xxv Aprile - 37138

Vicenza V.le S. Lazzaro 91 - 36100


TRENTINO ALTO Bolzano Via Resia 190 - 39100
ADIGE
Trento Via Dogana 2 - 38100
LIGURIA Genova Brignole Piazzetta G. Raggi 4 - 16137

Imperia Via Spontone 39 - 18100

La Spezia Via Crispi 173 - 19100

Savona P.zza A. Moro - 17100


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 29

Regione Ufficio Indirizzo

EMILIA ROMAGNA Bologna Via Zanardi 30 - 40131


Ferrara Via Felisatti 22 - 44100
Forlì Via Buli 17 - 47100
Modena Via delle Nazioni 21 - 41100
Parma Via Pasubio 24 - 43100
Piacenza P.le Marconi 9 - 29100
Ravenna Via Meucci - 48100
Reggio Emilia Via Picard 14 - 42100
Rimini V.le Roma - 47900

TOSCANA Firenze Via Pasolini - 50019


Arezzo Via Fiorentina 359 - 52100
Grosseto P.zza Marconi 24 - 58100
Livorno Via Glauco Masi 21 - 57100
Lucca Via Carlo Piaggia - 55100
Massa Via Carducci 40 - 54100
Pisa Via Emilia 270 - 56100
Pistoia Via Pratese 49 - 51100
Prato Via A. Martini 54 - 59100
Siena V.le Achille Sclavo 2 - 53100
MARCHE Ancona S. Cameranense km 303 - 60029
29 Ascoli Piceno Via Luciani 2 - 63100
Macerata Via Annibali 2, Piediripa - 62100
Pesaro Strada dei Cacciatori - 61100
UMBRIA Perugia Via M. Angeloni - 06100
Terni Viale Bramante 5 - 05100

ABRUZZO Pescara Via A. Volta 12 - 65129


Chieti Via Pescara 115 - 66100
L’Aquila Loc. Centi Colella - 67100
Teramo Loc. Colleatterato basso - 64100

MOLISE Campobasso Via S. G. dei Gelsi 19 - 86100


Isernia Via XXIV Maggio 243 - 86170

LAZIO Roma Romanina Stampe Via B. Alimena - 00173


Frosinone Via Verdi 29 - 03100
Latina P.le Bonificatori - 04100
Rieti Via Sacchetti Sassetti - 02100
Viterbo Via U. Ferroni - 01100
(Cassia Sud km 80.45)

CAMPANIA Napoli Via Galileo Ferraris - 80128


Avellino Via De Sanctis - 83100
Benevento P.zza Vittorio Colonna - 82100
Caserta V.le Ellittico - 81100
Salerno Via S. N. di Pastena 5a - 84100
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 30

Regione Ufficio Indirizzo

PUGLIA Bari Via De Blasio - 70123

Brindisi P.zza Crispi - 72100

Foggia P.le Vittorio Veneto - 71100

Lecce Via Lequile - 73100

Taranto P.zza della Libertà - 74100


BASILICATA Matera V. d. Scienza (Zona PAIP) - 75100

Potenza Via Grippo - 85100


CALABRIA Lamezia Terme Loc. S. Pietro Lametino - 88046

Cosenza Via Vittorio Veneto - 87100

Crotone Via Torino - 88900

Reggio Calabria Via Baarlam - 89100

Vibo Valentia Via Sorbilli - 89900


SICILIA Catania Zona Ind.le Località
Pantano d’Arci - 95121

Palermo Via Ugo La Malfa 177

Agrigento Via Matteo Cimarra 13 - 92100

Caltanissetta Via Leone XIII - 93100

Enna Contrada Baronessa - 94100

Messina SS 114 Km.5,200 Pistunina


Tremestieri - 98100

Ragusa Via Ercolano - 97100 30


Siracusa Via S. Panagia 87 - 96100

Trapani Via Platamone - 91100


SARDEGNA Cagliari Località Elmas - 09030

Nuoro Via Sardegna - 08100

Oristano Via Liguria - 09170

Sassari Zona Ind.le Predda


Niedda Sud - 07100
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 31

Allegato 5

Elenco delle Città


suddivise in Agenzie di Recapito

Città Agenzie C.A.P.

BARI Bari CMP 70123


Bari Transito 70126
Bari Centro 70121 - 70122 - 70124
Bari Sud 70125
BOLOGNA Bologna A.D. 40121 - 40122 - 40123 - 40124
40125 - 40126 - 40136
Bologna Borgo Panigale 40132
Bologna A.D. Nord 40128 - 40129
Bologna Roveri 40127 - 40138
Bologna Levante 40137 - 40139 - 40141
Bologna Ponente 40131 - 40133 - 40134 - 40135
CAGLIARI Cagliari 1ª Zona 09121 - 09122 - 09123 - 09124
09125 - 09126
Cagliari 2ª Zona 09127 - 09128 - 09129 - 09131
Cagliari Monserrato 09042
Cagliari Pirri 09134
FIRENZE Firenze Ovest 50124 - 50142 - 50143
31 Firenze A.D. Centro 50121 - 50122 - 50123 - 50125
50129 - 50144
Firenze Campo Di Marte 50126 - 50131 - 50132 - 50133
50135 - 50136 - 50137
Firenze Novoli 50127 - 50134 - 50139
50141 - 50145
GENOVA Genova Brignole 16121 - 16122 - 16123 - 16128
(Piazzetta Raggi)
16129 - 16132 - 16133 - 16137
16139 - 16142 - 16143 - 16144
Genova Valbisagno 16138 - 16141 - 16165
Via Spalato 25

Genova Orsini 16131 - 16145 - 16146 -16147


Via Monleone 4 16148 - 16166 - 16167

Genova Mura Zingari 16124 - 16125 - 16126


Via Andrea Doria 16127 - 16134 - 16135 - 16136
Varco Crimea

Genova Monastero 16149 - 16151 - 16152


Piazza Del Monastero

Genova Catalani 16153 - 16154


Via Catalani 44

Genova Aeroporto 16155 - 16156 - 16157 - 16158


Via Dell’Aviazione

Genova Valpovecera 16159 - 16161 - 16162 - 16163


Via Pastorino 97 R
16164
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 32

Città Agenzie C.A.P.

MESSINA Messina A.D. Centro 98121 - 98122

Messina Pistunina 98123 - 98124

Messina C.P.O. Dal 98125 al 98168

MILANO Milano A.D. Settore Centr. 20121 - 20122

Milano Baggio 20144 - 20146 - 20147

20151 - 20152 - 20153

Milano Bovisa 20154 - 20155 - 20156

20157 - 20158

20159 - 20161 - 20162

Milano C.P.C. 20123

Milano Isola 20124 - 20125 - 20126

Milano Lambrate 20129 - 20133 - 20134

20138

Milano Precotto 20127 - 20128 - 20131

20132

Milano S. Siro 20145 - 20148 - 20149

Milano Ticinese 20135 - 20136 - 20137

20139 - 20141 - 20142

20143

NAPOLI Napoli A.D. Corso 80136 - 80137 - 80138


Meridionale
80139 - 80141 32
80142 - 80143

Napoli A.D. Mergellina 80121 - 80122 - 80123

Napoli Barra S. Giovanni 80146 - 80147

Napoli C.P. 80132 - 80133 - 80134

80135

Napoli Colli Aminei 80131

Napoli Fuorigrotta 80124 - 80125

Napoli Secondigliano 80144 - 80145

Napoli Soccavo 80126

Napoli Vomero 80127 - 80128 - 80129

PALERMO Palermo A.D. 90127 - 90128 - 90129

90133 - 90134 - 90135

90138 - 90139

Palermo Ausonia 90144 - 90146 - 90149

90151

Palermo C.P. 90141 - 90142 - 90143

90145

Palermo Sperone 90121 - 90122 - 90123

90124 - 90125

Tommaso Natale 90147

Sferracavallo 90148

Villagrazia 90126

Rocca Monreale 90131 - 90132

Boccadifalco 90136 - 90137


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 33

Città Agenzie C.A.P.

PERUGIA Perugia A.P. 06121 - 06122 - 06123

06124 - 06125 - 06126

06127 - 06128 - 06129

06131

Perugia A.P. S. Sisto 06132


ROMA Acilia 00124 - 00125 - 00126

Divino Amore 00134

Ostia Lido 00121 - 00122

Ostia Antica 00119


a
Roma A.D. 1 Zona 00198 - 00199
a
Roma A.D. 3 Zona 00184 - 00185

Roma Appio 00179 - 00181 - 00182

00183

Roma Aurelio 00166 - 00167 - 00168

Roma Belsito 00135 - 00136

Roma Borghesiana 00132

Roma Bravetta 00163 - 00164 - 00165

Roma Capannelle 00178

Roma Centro 00186 - 00187

Roma Cinecittà Est 00169 - 00173 - 00174


33 00175

Roma Eur 00142 - 00144 - 00145

00146 - 00147

Roma Grottarossa 00123 - 00189

Roma Laurentino 00143

Roma Montesacro 00137 - 00138 - 00139

00141

Roma Nomentano 00157 - 00158 - 00159

00161 - 00162

Roma Ostiense 00152 - 00153 - 00154

Roma Prati 00191 - 00192 - 00193

00194 - 00195 - 00196

Roma Prati 13ª Zona 00197

Roma Prima Porta 00188

Roma Spinaceto 00128 - 00129

Roma Tiburtino Sud 00131 - 00155 - 00156

Roma Torpignattara A.P. 00171 - 00172 - 00176

00177

Roma Torre Gaia 00133

Roma Trullo 00148 - 00149 - 00151

Vitinia 00127
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:05 Pagina 34

Città Agenzie C.A.P.

TORINO Torino Nizza 10121 - 10122 - 10123

10124 - 10125 - 10126

10128 - 10129 - 10133

Torino Marsigli 10138 - 10139 - 10141

10142 - 10145 - 10146

Torino Monteverdi 10131 - 10132

Torino Tazzoli 10127 - 10134 - 10135

10136 - 10137

Torino Grosseto 10143 - 10144 - 10147

10148 - 10149 - 10151

Torino Reiss 10152 - 10153 - 10154

10155 - 10156

VENEZIA Venezia Centro 30121 - 30122 - 30123

MESTRE 30124 - 30125

30131 - 30132 - 30133

30135 - 30141

Venezia Lido 30126

Mestre 30170 - 30171 - 30172

30173 - 30174 - 30175

34
Poste Italiane ha elaborato questa Guida nell’intento di fornirLe informazioni chiare Nome ———————————————————————————————————————————————
e complete. Chiediamo il Suo aiuto per rispondere ancora meglio alle Sue esigenze:
Cognome ————————————————————————————————————————————
compili questa cartolina e la spedisca senza affrancare: la Sua opinione è importante.
Grazie per la collaborazione! Società ——————————————————————————————————————————————

Funzione —————————————————————————————————————————————
Ha trovato facilmente Pensa che Ha trovato
le informazioni che le spiegazioni la Guida alla Via ————————————————————————————————————————————————
Le interessavano? dei servizi siano: spedizione Stampe: C.A.P. —————————— Città——————————————————————————— Prov ( )
Sì ——————————— ❏ Chiare ————————— ❏ Molto utile —————— ❏ Tel. ————————————————————— Fax ————————————————————————
No ——————————— ❏ Poco chiare ————— ❏ Utile —————————— ❏
Desidero darvi questi suggerimenti o chiedervi queste ulteriori informazioni —————————
Poco utile —————— ❏
——————————————————————————————————————————————————
Inutile ————————— ❏
——————————————————————————————————————————————————
Quali parti Pensa che la Guida Desidera essere
——————————————————————————————————————————————————
ha trovato più utili alla spedizione contattato per ulteriori
per la Sua attività? Stampe sia: informazioni? ——————————————————————————————————————————————————

————————————— Abbastanza Completa ❏ Sì ——————————— ❏ Ai sensi della Legge 675/96, i dati personali forniti saranno utilizzati per l'eventuale invio di informa-
zioni e/o proposte commerciali. Nel caso non si desideri ricevere le suddette informazioni e/o propo-
————————————— Completa ——————— ❏ No ——————————— ❏ ste commerciali, barrare questa casella ❑.
Il firmatario potrà esercitare tutti i diritti previsti dall'articolo 13 della Legge 675/96. Titolare del tratta-
————————————— Incompleta —————— ❏
mento dei dati è Poste Italiane.
—————————————

Pagina 35

10:05
26-07-2000
Guida stampe.esec 19/07/00
Pagina 36
Poste Italiane

Non affrancare.
Esenzione tassa ai sensi
dell’art. 51
ultimo comma codice PT

10:05
26-07-2000
Poste Italiane
Divisione Corrispondenza
Direzione Commerciale Imprese
Casella Postale 10175
00144 Roma

Guida stampe.esec 19/07/00


Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:08 Pagina 37
Guida stampe.esec 19/07/00 26-07-2000 10:08 Pagina 40

GS 07/00
Per maggiori informazioni,
contattate il nuovo
Servizio Assistenza Clienti:
Stampe
oppure collegatevi al sito Internet:
www.poste.it.
Guida