Sei sulla pagina 1di 4
MINISTERO DELLA GUERRA SOTTOSEGRETARIATO PER LE ARMI B MUNIZIONI PETARDO OFFENSIVO —=f oop ISTRUZIONE PER IL LANCIO Ye C ROMA LABORATORIO FOTOLITOGRAFICO DEL MIXISTERO DELLA GUERRA Maggio, 1917 PETARDO OFFENSIVO Istruzione per il lancio. Impugnare il petardo con la mano destra, collo- cando il pollice sul segno rosso che é¢ impresso sulla placea di sicurezza. Colla mano sinistra togliere la spina di sicurezz Cosi impugnato, il petardo é pronto per il lancio che pud farsi in tre diverse maniere. 1°) Alzare verticalmente il braecio destro, te- nendo il petardo orizzontale, e gettarlo come si getta una pietra. 2°) Col braccio abbassato, come si lancia una hoccia. * 8°) Portare il braccio orizzontalmente indietro, tenendo il petardo verticale e lanciarlo, descrivendo col braccio un mezzo cerchio orizzontale. Quest’ul- tima maniera é la pitt consigliabile e Ja pit eflicace. Nel tragitto si svolge il nastro che contiene la sicurezza ed all’arrivo a terra il petardo é pronto per l’esplosione. N. B, — Devesi ‘assolutamente evitare che al pe- tardo al momento del lancio sia impresa una rota- zione la quale, facendo cadere la seconda sicurezza dopo lo svolgimento del nastro, pud produrre uno scoppio prematuro in aria. Altra ayvertenza impor- tante é di evitare in modo assoluto d’urtare contro la propria persona od altro corpo resistente al mo- mento del ane potendo in tal caso (se al petardo non é fortemente stretto col pollice) risultare uno scoppio prematuro. eG Avvertenze da avere nel caso che il petardo non abbia esploso dopo essere stato lanclato. In nessun caso e per nessuna ragione si dorra toe- care un petardo éhe non abbia esploso dopo essere stato lanciato. Non si dovri mai togliere la copiglia di sieurezza se non al momento del Iancio. Ove il soldato si ac- corga che dal petardo che egli ha in mano sia sfug- gita la copiglia di sictirezza, deve ben guardarsi dallo abbandonarlo prima di aver rimesso a posto la eopi- glia stessa. Tl petardo pud essere lanciato ad una distanza che varia dai 12 ai 85 metri, le sue scheggie sono pi colissime e pericolose soltanto entro un raggio di sei o vette metri. Leflicacia 6 dunque locale ed il suo effetto é so- pratutto notevole come concussione. Avvertenze. 1c) Non toglicre inai la copiglia doppia di filo di ferro prima del lancio ove Ja copiglia sia stata tolta. si continui a tenere il petardo stretto fortemente nella mano, finché sia stata rimessa a posto la co- piglia stessa. 2°) Non svitare mai nessuno dei tappi a vite si- tuati sulle testate del petardo. 3°) Non syolgere mai il nastro che contiene la si- curezza. 4°) Non toccare mai un petardo il quale, dopo es- sere stato lanciato, non abbia per un motivo qual- siasi funzionato, iste ne Int qrien Hh uahid | = - A ee Wits _ ante ingeere ail