Sei sulla pagina 1di 26

Come si pensa, cos si diventa.

Appunti di Creazione Intenzionale

ANDREA BRAGGIO

La base della vita libert;


il risultato della vita espansione;
lo scopo della vita gioia.
Abraham-Hicks

Esistono solo due modi per vivere la vita. Il primo come se niente fosse un miracolo. Il secondo
come se tutto fosse un miracolo. La scelta solo vostra.

1) Imparate ad amare voi stessi nel modo pi completo, ricordando che lamore inizia con chi
rispetta e ama se stesso. Smettetela di appoggiarvi agli altri per stare meglio: nessuna
relazione pi importante di quella tra voi e il Divino che avete dentro. Se vi occuperete
prima di tutto di quella relazione, avrete una base stabile su cui fondare altri rapporti. La
vostra felicit non dipende dagli altri, ma semplicemente il risultato della visione che
adottate deliberatamente. Non dovete avere una ragione per essere felici, dovete solo
scegliere di esserlo. E il fatto che esistete una ragione pi che sufficiente. Non chiedete
mai agli altri di cambiare comportamento, immaginando che in tal modo avrete emozioni o
prospettive migliori. I vostri genitori, i vostri coniugi, i vostri figli, parenti o amici non sono
nati n sono al mondo per compiacervi o tirarvi su di morale. E voi non siete nati n siete al
mondo per compiacere loro.
2) Evitate di scaricare sugli altri la vostra spazzatura emotiva: quanto pi vi focalizzate sugli
aspetti infelici e negativi dei vostri pensieri e delle vostre credenze, tanto peggiore diventa la
vostra salute fisica ed emotiva. Nutrire dialoghi interni depotenzianti e scaricare sugli altri le
vostre sensazioni negative intensifica lesperienza indesiderata e attrae persone, circostanze
ed eventi che vibrano in linea con queste. Lautocommiserazione non permette di apprezzare
tutte le cose belle che avete intorno. Se nel corso della giornata vi sono successe nove cose
positive e una sola negativa, lautocommiserazione vi indurr a focalizzarvi esclusivamente
su quella negativa. Compatirsi una perdita tempo: richiede molta energia mentale, non
aiuta a trovare una soluzione e alimenta altre emozioni negative. Un atteggiamento di
sfiducia nellesistenza e improntato al vittimismo rischia di essere una profezia che si
autoavvera, favorendo il moltiplicarsi di cose spiacevoli che a loro volta alimenteranno
nuovi pensieri e sentimenti di autocommiserazione, in un pericoloso circolo vizioso e
depotenziante. Se invece vi applicate a guardare il bicchiere mezzo pieno invece che mezzo
vuoto, non solo starete meglio per il semplice fatto di esservi soffermati sul lato positivo di
una certa situazione, ma sarete anche in grado di alzare il livello dellacqua contenuta nel

3)

4)

5)

6)

bicchiere, favorendo cos un circolo virtuoso e potenziante. Se volete attrarre cose felici
dovete imparare a soffermarvi sul lato felice di ogni cosa.
Le gioie pi grandi e le sofferenze pi profonde sono certamente legate alle relazioni con gli
altri, tuttavia il controllo che potete esercitare sulla preponderanza di gioia o di sofferenza
maggiore di quanto non crediate. Concentrandovi bene sulle caratteristiche gradite delle
persone intorno a voi, abituate le vostre vibrazioni a rispecchiarne solo i tratti migliori; in tal
caso la Legge dellAttrazione (ci che simile si attrae) non pu presentarvene i difetti.
Quando invece vi focalizzate sui loro aspetti peggiori e abituate la vostra offerta
vibrazionale a riprodurne il peggio, la Legge dellAttrazione vi presenta il peggio di loro.
Questo vale per le persone come per le situazioni. Il modo pi veloce di trovarvi in una
situazione nuova-e-migliore, consiste nel sentirvi in pace con la condizione che state
vivendo e vedere nella miglior luce possibile tutto quello che avete gi. Si tratta di
disattivare intenzionalmente gli aspetti indesiderati e attivare quelli desiderati. Elencando
gli aspetti pi positivi che riuscite a individuare in essa, eliminate la resistenza ai
cambiamenti-miglioramenti che desiderate e che vi stanno aspettando. Al contrario, se
protestate contro le ingiustizie e le disarmonie della realt in cui vi trovate, se con il pensiero
e le parole rimuginate sempre sulle cose che vi sembrano non andare, perseverate nel
mantenervi in allineamento vibrazionale con ci che non volete, impedendo a voi stessi di
ottenere un miglioramento. Pi respingete con forza le cose che non desiderate e vi accanite
contro di esse, pi queste si manifesteranno nella vostra esistenza.
Imparate a ridere molto e siate sempre gentili, generosi e compassionevoli con voi stessi.
Usate parole che vi mettano di buon umore e complimentatevi con voi stessi ogni volta che
raggiungete un qualunque obiettivo che vi eravate prefissi. Siate i migliori amici e i pi
grandi sostenitori di voi stessi. Formulate e imprimete nella vostra mente unimmagine
felice e fortunata di voi stessi, senza mai stancarvi di rinforzare la fiducia nel fatto che tutto
procede per il meglio e che potete solo migliorare. Mantenete viva questa immagine con
tenacia, non permettetele mai di sbiadire. Per quanto male possano andare le cose al
momento, la via pi saggia che potete seguire visualizzare sempre il successo. Fate in
modo che il vostro desiderio di stare bene sia lintenzione dominante e sempre presente,
qualunque cosa accada. La visualizzazione creativa, la preghiera e la tecnica delle
affermazioni vi vengono in aiuto in quanto utili strumenti per creare un flusso di immagini e
di idee positive, grazie alle quali potete costruire una filosofia di vita che vi sostenga sotto
tutti i punti di vista.
Fate vostro il proposito di controllare la direzione del vostro pensiero, nella consapevolezza
che tutto quello che si manifesta nella vostra vita persone, cose, esperienze, situazioni che
incrociano il vostro cammino sono risposte accurate alle vostre richieste vibrazionali.
Tutto ci che vi accade sempre dovuto alle richieste che inviate con i vostri pensieri
cronici. Ricordate che ogni ambiente fisico e Non Fisico Vibrazionale e funziona in base
alla Legge dellAttrazione (ci che simile si attrae): prestare attenzione a qualcosa significa
invitarlo nella vostra vita e lasciarsi coinvolgere da esso.
Osservate con cura i vostri pensieri e abbiate il coraggio di modificare sistemi di convinzioni
antiquati, restrittivi o limitanti. La mente rappresenta la vostra base dati e soltanto voi potete
riprogrammarla in modo da creare la vita che desiderate. Tutte le persone e le cose che sono
nella vostra esperienza rappresentano un aspetto della vostra consapevolezza e derivano
tutte dalle vostre convinzioni, cio dai vostri pensieri pi forti e ricorrenti in merito a ci
che pensate di voi stessi, delle persone che vi sono vicino e della vita in generale. Le vostre
convinzioni strutturano tutta la vostra esperienza e da esse dipende ci che attirate. Le nuove
esperienze producono un cambiamento solo se vi fanno mettere in dubbio le vostre
convinzioni. Ricordate che quando siete convinti di una cosa non la mettete pi in dubbio. Il
momento in cui cominciate onestamente a interrogarvi sulle vostre convinzioni, vuol dire
che non ne avete pi lassoluta certezza.

7) Unopinione qualcosa di cui vi sentite relativamente certi, ma tale certezza solo


temporanea, perch pu cambiare facilmente. Unopinione in genere sostenuta da pochi e
traballanti sostegni di riferimento non verificati. Una credenza, invece, si stabilisce quando
cominciate a sviluppare una base di riferimento pi ampia. Essa pu derivare dallesperienza
personale o da informazioni desunte da altre fonti. Le persone con delle credenze sono gi
pi refrattarie a ricevere nuove informazioni, anche se possono comunque arrivare a porsi
domande sui propri riferimenti, cos da accogliere nuovi input. Una convinzione uno
schema cronico vibrazionale che tende a eclissare una credenza soprattutto per quanto
riguarda lintensit emozionale che una persona collega a unidea. Chi ha una convinzione
non solo si sente certo, sicuro, ma pu arrivare ad arrabbiarsi se qualcuno la mette in dubbio
(pensate solamente alle convinzioni della gente sul denaro, solo per dirne una). Quando
lavorate su voi stessi, in genere pi facile individuare una vostra opinione o credenza
rispetto a una vostra convinzione. Perch? Perch questultima tende ad apparire
indistinguibile rispetto alle esperienze evocate e attratte per suo tramite. Il problema della
maggior parte delle persone lincapacit di distinguere le loro convinzioni sulla realt dalla
realt stessa, cio da ci che hanno creato, attratto o portato in manifestazione a partire dalle
loro convinzioni.
8) Applicatevi pi che potete nel riconoscere il valore della variet, della diversit e di tutto ci
che non amate: il contrasto o ci che ritenete indesiderato, indipendentemente dallaspetto
che assume in ogni dato momento, contribuisce in maniera assoluta alla vostra espansione
creativa. nel fare i conti con lingiustizia, con la povert, con la malattia o con la guerra
che chiedete pi giustizia, pi prosperit, pi salute e pi pace. Il contrasto e la variet in cui
vi imbattete nellesperienza fisica vi aiutano a comprendere ci che non volete e quindi
anche quello che volete. Da essi deriva la chiarezza del miglioramento, perch se non fosse
per il contrasto e per la variet non potreste chiedere un miglioramento, focalizzarvi su
quello che desiderate e richiamare nuova Energia Creativa permettendo alla Vita in generale
di evolvere.
9) Il pi grande dono che potete fare a voi stessi imparare ad assumervi la piena
responsabilit per la vostra vita individuale senza incolpare nessuno. Se siete vittime, siete
vittime della vostra stessa creazione. Il vostro mondo riflette solo ci che siete e che avete
creato. Pi prestate attenzione a qualcosa o siete convinti di qualcosa, pi ne emettete la
vibrazione corrispondente; quanto pi lo fate, tanto pi forte lattrazione. Inviate sempre
richieste di elementi corrispondenti al vostro pensiero, che pensiate a soggetti desiderati o
indesiderati. Voi siete i soli responsabili di ci che attraete, ed esserne coscienti vi mette
nella condizione di riprendervi il vostro potere. Dovete essere voi a voler cambiare il vostro
modo di pensare, dato che non vi muovete ai margini della vostra realt, ma ne siete al
centro e la create. Ricordate: ci che pensate, lo siete e ci che pensate, lo create.
10) fondamentale che comprendiate la grande differenza tra il comportamento o lapproccio
della Fonte del Divino che avete dentro e quello della maggior parte delle persone che vi
sono vicine o con cui siete soliti interagire. Per quanti sbagli o azioni disarmoniche
possiate aver fatto, la Fonte non ritirer mai lamore e lapprezzamento che vi dimostra.
Nessun comportamento che adottate potrebbe portare a tanto, mentre spesso le persone,
avendo smarrito la connessione conscia con la Fonte, vi fanno notare quelli che considerano
vostri errori o fallimenti. Detto in altri termini, non solo importante che attiviate in voi la
decisione consapevole di cercare lallineamento con la vostra Fonte interiore, ma che capiate
che, qualunque sia la situazione, il Divino che avete dentro non ritira mai lamore e non
esprime mai disapprovazione. Spesso gli altri tentano di guidare o influenzare il vostro
comportamento offrendovi approvazione o disapprovazione. E cosa succede quando cercate
o vi sforzate di compiacerli o di riscuotere il loro consenso? Perdete di vista il vostro
Sistema di Guida Emotivo, che invece vi incoraggio a usare sempre. Non esiste infatti alcun

tipo di conoscenza fisica che sia importante trasmettervi quanto lallineamento continuo con
la vostra Prospettiva Pi Ampia, nonostante le forti influenze altrui.
11) Se coloro che vi gravitano attorno sono persone tendenzialmente tristi, lamentose, vittimiste
o pessimiste; se mancano di fiducia nellesistenza e vedono il mondo popolato soprattutto da
elementi minacciosi, pericolosi e sgradevoli; se hanno la tendenza a criticare il prossimo e a
incolpare gli altri in riferimento alle tante cose indesiderate sulle quali si intrattengono; se
hanno la tendenza a convincervi che le emozioni che provate hanno poca importanza e che
ci che conta adeguarsi alle opinioni, alle regole o alle convinzioni fatte proprie dalla
massa; ebbene, significa che non sono allineati. E in tali condizioni, vi guideranno ad
adottare la stessa diffidenza, lo stesso pessimismo o lo stesso atteggiamento limitato e
depotenziante. Imparate a fidarvi di voi stessi, a credere in voi stessi e nel vostro valore.
Ognuno di voi un potente creatore emerso in questo ambiente fisico con grande
entusiasmo, obiettivi precisi e molteplici abilit. Cercate i pensieri che vi fanno stare meglio
e fate il possibile per capire il vostro Sistema di Guida Emotivo e il suo funzionamento al
fine di allinearvi alla Fonte. Cos facendo, vi risparmierete molte cose sgradite, inclusa la
tendenza a incolpare gli altri per come vi sentite o per la piega presa dalla vostra stessa
esistenza. Ricordate che linfluenza di coloro che vi circondano non deve per forza avere un
impatto sulla vostra vita. Quando qualcuno si aspetta o pretende che adattiate il vostro
comportamento per assecondarlo, vi priva dei benefici del vostro Sistema di Guida Emotivo.
La bruttura di tanti rapporti e la ragione di ogni insoddisfazione derivano proprio dal fatto
che le persone si lasciano guidare dallapprovazione o dalla disapprovazione altrui, invece di
lasciarsi guidare dallarmonia o dalla mancanza di armonia con la loro Fonte interiore, cio
con la loro Prospettiva Pi Ampia.
12) Imparate a stimare di pi quanto siete preziosi e ad amare di pi la vostra vita. Il cuore fa s
che possiate comprendere pi direttamente dei concetti che altrimenti richiederebbero grandi
sforzi interpretativi. Nel vostro cammino, un leggero aumento nella vostra capacit di
provare amore pu portarvi pi avanti di qualunque teoria, ricerca o ragionamento. Solo la
mente pu suscitare distrazione da questa realt, ma il cuore non ha bisogno di convincersi
di amare. Per sua natura e per sua essenza, il cuore Amore, e dunque non ha bisogno del
ragionamento. Il cuore ha una conoscenza e una consapevolezza dirette. Ogni concetto che
entra nella mente viene elaborato, vagliato, studiato e adattato a certi schemi mentali; ogni
concetto che entra nel cuore diventa immediatamente parte di noi, viene cio riconosciuto e
assimilato istantaneamente. Il cuore ama poich questa la sua natura, e ama
indistintamente tutto ci che esiste, dato che tutto ci che esiste parte di s. Il cuore
consapevole della propria unit nei confronti degli altri fratelli, del proprio legame con gli
altri cuori, poich tutti i cuori sono un unico Cuore, tutti gli esseri un unico Essere, tutta la
Creazione un unico, immenso cerchio dArmonia che coinvolge tutto ci che esiste.
Difficilmente la mente riesce a elaborare un concetto che possa essere poi assimilato e
accettato per intero dal cuore, mentre senza neanche sapere come e perch, sempre vero il
contrario. Ogni cosa che proviene dal cuore sempre e comunque accettata dalla mente per
via diretta e naturale, senza necessit di elaborazione e senza necessit di identificazione con
degli schemi mentali.
13) Il segreto creare armonia fra la mente e il cuore, fare in modo che il proprio sentire e il
proprio pensare non siano in contrasto ma procedano su binari paralleli. Solo il cuore in
grado di amare per amare, e di conseguenza solo questo ci pu dare la possibilit di una
crescita diretta. Il passaggio mentale richiede invece tutte quelle forme trasversali che fanno
s che lAmore cresca dentro di noi in maniera quasi inconsapevole. Con lavere un diverso
approccio nei confronti della vita o con laccettare in maniera diversa ci che la vita
quotidianamente propone, e di conseguenza, con il vivere in maniera diversa, facciamo
crescere gradualmente dentro di noi larmonia e la capacit di amare non per scelta ben
precisa e definitiva, ma a causa di un progressivo attenuarsi di tutti quei contrasti che

possono tenere basso il livello di questa capacit di amare. bene comunque avere cura di
entrambe le vie: donare alla propria mente quellappagamento che fa s che essa permetta di
amare di pi, e contemporaneamente cercare nel proprio cuore quella forza e quella capacit
di amare che sono assolute, e che non hanno bisogno di nulla che apra questa strada. Da qui
limportanza di appagare la mente con le risposte alle proprie domande e far crescere
lAmore con la forza del proprio cuore: un percorso che si divide in due apparenti percorsi,
proprio per far s che la parte che ancora fa resistenza ad accettare tutto questo possa
gradualmente non solo assoggettarsi, ma essere addirittura coinvolta in questo cammino, e
rendersi quindi essa stessa consapevole che proprio questo il suo cammino.
14) La mente gioca spesso brutti scherzi, ma questo un discorso che tende ad attenuarsi a
mano a mano che aumenta la capacit di amare del cuore; e a mano a mano che la mente
stessa riesce a trovare le proprie risposte, queste sue interferenze diminuiscono
progressivamente e si fanno meno intense. Succede allora che tali interferenze, che in un
primo momento hanno maggiore frequenza e intensit, finiscono poi per rallentare e per
diminuire di intensit. Con il passare del tempo, la mente stessa finisce con lopporre una
resistenza sempre pi blanda, opponendo argomenti sempre meno forti, meno validi e
sempre meno frequenti; e man mano che questo succede, inevitabilmente il cuore riesce pi
spesso a prendere il sopravvento, e quindi pi facilmente si riesce a ricreare larmonia
dentro di s. La mente stessa si rende poi consapevole del fatto che questo cammino le porta
dei miglioramenti, e di conseguenza finisce per comprendere che la Via del Cuore non
rappresenta un pericolo che vuole prendere il sopravvento e assoggettarla, ma una strada che
le elargisce dei benefici, facendo in modo che anchessa possa progredire.
15) Se nella vostra vita definite tutto come errore, attirerete continuamente a voi le stesse cose
pi e pi volte. Riflettere in continuazione su questioni sgradevoli vi manterr legati a quegli
schemi dattrazione, che vi presenteranno cose altrettanto spiacevoli. Concentratevi sempre
sulle soluzioni, mai sui problemi. Se restate concentrati sui problemi, la Legge
dellAttrazione ve ne procurer ancora di pi, impedendovi di trovare il miglioramento che
cercate. Come fate a capire se siete concentrati sulla soluzione oppure sul problema? Lo
capite dalle emozioni che provate mentre state pensando. Quando vi focalizzate sulla
soluzione, avvertite sempre un miglioramento nelle emozioni; quando invece vi soffermate
sul problema, avvertite emozioni che vi fanno sentire peggio.
16) Se volete generare esperienze pi felici e gratificanti, prendete labitudine di pensare in
modo pi costruttivo e felice. La formula per condurre una vita felice e pi facile recita
quanto segue: Chi dal profondo del cuore vede, sente, parla e pensa soltanto positivo,
incontra solo il positivo. Fatevi ogni giorno lunghi elenchi scritti di cose che amate. Tenete
uno o pi quaderni dove annotare tutti gli argomenti su cui cercate pensieri migliori, inclusi
gli aspetti della vostra vita che sono gi molto favorevoli. Questa semplice pratica aiuta a
diventare pi selettivi riguardo agli aspetti della realt a cui volete pensare e che riproducete
nella vostra esistenza. un esercizio che, oltre a rasserenare la mente, ha uninfluenza
enorme su ci che attirate. Pi sono gli aspetti positivi che cercate, pi ne troverete; e pi
aspetti trovate, pi ne cercherete. un valido sistema per prendere coscienza del fatto che
non esaurirete mai le cose che portano un autentico senso di ricchezza nella vostra esistenza.
17) C sempre una scelta vibrazionale sulla quale potete avere un certo controllo. Se appena
svegliati, mentre siete ancora a letto, trovate un pensiero che vi fa stare bene e cercate di
rimanere focalizzati su di esso finch non prende un po di slancio, constaterete che la
giornata sar migliore proprio perch lo avete fatto. Focalizzatevi bene in direzione di quello
che desiderate, invece di diluire il potere del pensiero lasciandolo oscillare fra desiderato e
indesiderato. Ancora prima di alzarvi, cercate almeno nove aspetti positivi presenti nella
vostra vita, cosa che vi aiuter a incominciare la giornata con un umore migliore e vi
permetter pi facilmente di gettare le basi di una vibrazione che poi strutturer il tono
generale dei vostri pensieri per il resto della giornata.

18) Osservate ogni giorno delle pause di silenzio e meditate soltanto sui veri desideri del vostro
cuore, sapendo che non fanno male a nessun uomo e sono i pi nobili. Abbiate cura di ogni
forma di vita e vivete secondo i vostri pi alti valori morali e spirituali. Pi imparerete e
applicherete gli insegnamenti della Creazione Intenzionale, pi capirete limportanza e la
bellezza di un cammino retto, dato che la Legge dellAttrazione porter sempre a voi
persone e situazioni che vi corrispondono dal punto di vista vibrazionale. Se siete davvero
intenzionati a non attrarre violenza, aggressivit e tante cose spiacevoli, prendete seriamente
in considerazione la possibilit di radicarvi in un atteggiamento mentale felice, amorevole e
pacifico, che escluda ogni forma di violenza o sfruttamento di persone e animali. Inseguite
pensieri, parole e propositi che vi riempiono di amore. Mangiate cibo nutriente e leggero, e
condividetelo. Siate consapevoli dei benefici personali e globali derivanti da
unalimentazione vegana. Se proprio sentite di non poter fare a meno di carne, uova, latte e
formaggi, allora assumeteli in quantit moderate. Fatevi sempre guidare da quello che
sentite dentro. Ricordate: buoni pensieri, buoni sentimenti e buona alimentazione creano una
buona esistenza.
19) Non possiamo pensare o parlare allo stesso tempo di quello che vogliamo e di quello che
non vogliamo. Non possiamo sentirci bene e male allo stesso tempo; la nostra attenzione non
pu essere diretta contemporaneamente verso il desiderato e lindesiderato. Allora, su cosa
pi saggio posare la mente? Perch intrattenervi con lindesiderato, aspettarvi il peggio e
stare male, quando potete godere ed essere grati della vita trovando in essa sempre il
meglio? Perch non godere di tutto ci che lUniverso vi dona di bello? Godervi la vita
significa arricchire continuamente la vostra esistenza senza legarvi n alle cose n alle
persone. Significa amare ogni cosa che vi circonda e vivere in modo da poter lasciare tutto
in ogni momento, senza provare il minimo dolore. Lasciare appartiene al godere. Colui che
non pu lasciare non pu godere pienamente, non pu avere il cuore colmo damore e di
gratitudine e lasciare che si riversino in un flusso infinito. La vita certamente fatta per
essere goduta, ma con distacco amorevole. Quando avete un atteggiamento pi giocoso
riguardo alle cose che volete, quella che emanate lenergia dellamore, della libert e del
distacco, che non ha niente a che vedere con lattaccamento o la dipendenza da qualcosa.
20) Curate i vostri rapporti seguendo corsi per aumentare lautostima e la comunicazione con gli
altri. La Legge dellAttrazione non pu portarvi qualcuno che vi apprezza se voi stessi non
vi apprezzate. Fate il possibile per vedere solo il meglio negli altri, per sviluppare attese
positive nei loro confronti e attivare la vibrazione delle loro qualit gradite facendole entrare
nella vostra esperienza. Ricordate che ogni persona nella vostra vita qui un riflesso di ci
che siete: voi non vedete mai loro; vedete solo ci che voi siete in loro. Unaltra cosa da
tenere bene a mente che non ci si conquista una vita pi felice e pi bella assumendo il
controllo sui fattori esterni. La gioia non dominare le altre persone o le circostanze, ma
controllare il rapporto vibrazionale che avete con la Sorgente. sempre lallineamento con
la Fonte interiore che d gioia, amore e soddisfazione. La verit che voi non soffrite mai a
causa di quello che gli altri vi hanno detto o fatto; soffrite invece per il vostro mancato
allineamento con lIo interiore Pi Ampio, di Energia Pura e Positiva. Anche se pi facile
stare bene quando si circondati da persone che stanno bene, che vi apprezzano e vi trattano
bene, il comportamento altrui non mai responsabile di come vi sentite, in quanto avete il
potere di focalizzarvi sugli stati interiori desiderati e modificare il vostro punto dattrazione.
Liberatevi dalla falsa premessa secondo cui gli altri devono essere diversi prima che voi
possiate sentirvi bene. Se inizierete a prendere coscienza del fatto che la vostra gioia non
dipende dal comportamento degli altri e se farete il possibile per cercare con regolarit
pensieri che vi fanno sentire bene, e che dunque si armonizzano con quelli della Fonte,
starete bene in qualunque condizione e attirerete rapporti in sintonia con il vostro benessere
interiore. La Legge dellAttrazione non vi pu portare niente di diverso da quello che
provate.

21) Trovare dei difetti negli altri non porta ad amare se stessi. Quando vedete persone molto
critiche verso gli altri, sappiate che sono individui che non si amano. E se non si amano,
non sono nella condizione di apprezzarvi. Quando amate voi stessi e vi apprezzate, siete in
armonia con la Fonte dentro di voi; in questo caso, non potete evitare di apprezzare il
prossimo e di dare vita a rapporti caratterizzati da soddisfazione e piacere. Invece di fissarvi
sul peggio degli altri, attingete allenergia dei vostri pensieri positivi elencando i pregi di voi
stessi e di coloro che vivono accanto a voi. necessario spostare i pensieri sugli aspetti
positivi dei vostri rapporti attuali prima di poter ricevere altri elementi positivi. Essere
soddisfatti di quello che avete al momento il modo pi veloce per stare ancora meglio e
attrarre cose meravigliose nella vostra vita. Solo quando diventate abili nel fissare il
pensiero su elementi gradevoli, le persone sgradite (o le loro caratteristiche poco gradite)
usciranno dalla vostra esperienza. Detto in altri termini, quando voi amate voi stessi e vi
applicate con costanza nel fissare il pensiero su elementi gradevoli, le persone sgradevoli
che vi gravitano attorno possono anchesse migliorare grazie alla vostra influenza benefica,
oppure possono uscire dalla vostra vita perch respinte dalle vostre vibrazioni. In questo
secondo caso, la Legge dellAttrazione vi colloca in due luoghi distinti dal punto di vista
vibrazionale.
22) Gli insegnamenti della Creazione Intenzionale non promuovono la disciplina, n un rigido
controllo sul prossimo. Motivare gli altri ad agire o a comportarsi in un certo modo,
rappresenta sempre un insuccesso. molto meglio ispirarli a partire dal vostro esempio
concreto, rendendovi conto che lunico vero controllo quello sul vostro pensiero, non sul
comportamento o sulle convinzioni del prossimo. Non preoccupatevi di ci che fanno gli
altri, ma cercate pensieri, parole e azioni che vi facciano stare bene. Se non vi allineate con
lenergia, la chiarezza e la conoscenza della vostra Fonte, non avrete alcuna autorit da
offrire e la vostra forza dinfluenza sar scarsa. Per ispirare un comportamento positivo negli
altri, per prima cosa occupatevi delle vostre vibrazioni e allineatevi con lEnergia della
Fonte, visualizzando bene il risultato che desiderate e considerando gli altri con un
atteggiamento positivo. Mantenete salda quella visione ignorando qualsiasi elemento
sgradito che vi priva di energia. Non permettete al comportamento sgradito altrui di attirare
la vostra attenzione. Fate liste di elementi piacevoli, dedicandovi a escalation di
apprezzamento, cos da rimanere voi stessi il pi possibile lucidi, stabili e felici, e cos da
vedere gli altri come persone felici e riuscite. Fate sapere a chi vi sta vicino che volete stare
bene e che non li considerate responsabili per come vi sentite. Dimostrate loro che potete
stare bene quando lo decidete, indipendentemente dalle circostanze esterne. Ricordate che le
persone con cui interagite non sono nate n sono al mondo per imparare dalle vostre parole o
dalle vostre critiche; sono invece qui per imparare dalla loro stessa esistenza. Se avrete
rispetto di questa cosa, sarete felici voi e saranno felici loro.
23) Esercitatevi ad affermare cose felici riguardo a tutto ci che di solito esprimete in termini
negativi. Esercitatevi ad affrontare ogni cosa con animo gioioso e aperto alla vita, animati
dalla convinzione che tutto nella vostra vita scorre con facilit. Invece di dire a voi stessi
Oggi sar una giornata tremenda, ditevi con ferma convinzione Sar una giornata
splendida; invece di dire difficile, ditevi con ferma convinzione facile. La facilit o
difficolt di una qualsiasi attivit dipendono dal vostro modo di pensarla: consideratela dura
e la renderete dura; consideratela agevole e tender a diventare agevole. Il modo in cui
parlate a voi stessi controlla il vostro modo di pensare e questo controlla come vi sentite e
quello che fate. Le parole specifiche che usate abitualmente hanno il potere di modificare il
vostro modo di sentirvi. Cos, invece di dire a voi stessi Sono arrabbiato, potete affermare
Sono irritato oppure Sono disincantato; invece di dire Sono sfinito e sopraffatto,
potete affermare Sono in uno stato di richiesta. Potete anche amplificare certe espressioni
positive: Sono sveglio pu diventare Sono energico, Mi sento fortunato pu diventare

Mi sento incredibilmente benedetto, Sono determinato pu diventare Sono


inarrestabile.
24) In qualunque rapporto accadano, molte liti avvengono a causa di una mancanza di
autostima. Se vi sentite incompresi, non considerati, trascurati o accusati ingiustamente,
molto probabile che arriviate a nascondere il vostro dolore con laggressivit, evitando cos
di far vedere quanto siete feriti. inoltre possibile che vi sentiate feriti solo perch avete
fatto qualcosa di sbagliato e qualcuno ve lo rinfaccia dicendovi che tale errore lo fate
sempre. Parole da evitare in ogni litigio sono sempre, mai e tutto. Sono concetti
generalizzanti che hanno la fatale propriet di scoraggiare e di provocare rapidamente il
vostro interlocutore. Che cosa dovrebbe fare una persona se voi le dite che sbaglia sempre o
che non fa mai niente di buono? molto meglio sostituire le parole sempre, mai e
tutto con qualche volta, ogni tanto, alcune volte, cio con termini che tolgono il
carattere definitivo alle vostre affermazioni. Un bravo creatore intenzionale impara a stare
attento a due cose in particolare: alleffetto che le parole potrebbero avere su se stesso e
sugli altri e alla voce dei suoi interlocutori. Egli ascolta il loro timbro e ne percepisce le
vibrazioni. Pi consapevole dei propri sentimenti e allenato ad ascoltare, meglio riesce a
percepire quali forze si nascondono dietro queste voci, che cosa esprimono oltre il loro dire,
quale verit vibra insieme alla voce che non stata espressa a parole.
25) Trattate il prossimo senza giudicarlo. Se siete posseduti da un solo pregiudizio, soffrite
perch non siete vicini a quello che giudicate. Imparate a perdonare voi stessi e a lasciar
andare il passato, giudicate di meno e amate di pi: siate di ispirazione per gli altri a partire
dal vostro esempio concreto di vita. Ricordate: lamore, la comprensione e il perdono vanno
lontano in questo mondo; ma prima dovete darli a voi stessi. Scegliete con cura gli amici
con cui trascorrere il tempo e aiutate il prossimo senza aspettarvi nulla in cambio: agire in
maniera disinteressata costituisce il modo pi rapido per superare lautocommiserazione e lo
scarso amore per voi stessi.
26) Nessun Maestro vi render felici. Egli qui per dirvi che cosa siete e in base a questo
potete fare le vostre scelte e per trasmettervi una preziosa conoscenza che potete
cominciare a integrare nella vostra vita. Un Maestro vi dar speranza, vi dar
incoraggiamento, ma non vi render felici, perch rendervi felici un compito che spetta
solo ed esclusivamente a voi. Egli vi esorter a diventare Maestri di voi stessi e a smetterla
di andare alla ricerca di gente che si dispiaccia per voi e per i problemi che avete creato. Un
Maestro vi dir che ogni cosa indesiderata che avete attratto andrebbe sempre interrogata.
Dovreste sempre chiedere a voi stessi: Che cosa ha da insegnarmi questa persona che non
mi piace? Che cosa sta cercando di comunicarmi questa situazione sgradevole?. Non
guardate mai le persone, le cose e le situazioni della vostra vita come separate da voi, perch
non lo sono affatto. La ragione per cui sono nella vostra vita che riflettono perfettamente
un aspetto di voi stessi. Anche se generano in voi emozioni sgradite, consideratele come
opportunit che avete creato e fatto fiorire per fare meglio, dove per fare meglio intendo
pensare meglio. Consideratele come opportunit per risplendere, per essere migliori, per
vivere la vostra vita in un modo nobile e straordinario. Chiedetevi sempre se vorreste
davvero un amico come voi, sincero come voi, onesto come voi, leale come voi, amorevole
come voi, comprensivo come voi. Se la risposta negativa, se non vi rassicura lidea che
dallaltra parte ci sia qualcuno come voi, allora vi suggerisco caldamente di riempirvi solo
dei pensieri pi nobili ed elevati, e di radicarvi in essi fino a incarnarli. Siate lamore,
lonest, la comprensione, la rettitudine, il coraggio, la grandezza danimo che volete vedere
allesterno.
27) Il successo di ogni vostro obiettivo e la bont della direzione scelta dovrebbero essere
valutati sulla base di riferimenti interni anzich esterni. Tutto dipende dal vostro rimanere
fedeli a voi stessi e al vostro Sistema di Guida Emotivo, anzich ai giudizi, alle opinioni e
alle credenze di altre persone. Lunica guida che conta data dal grado di armonia che

avvertite (o che non avvertite) tra lemozione e la Prospettiva Pi Ampia della vostra Fonte
Pura e Positiva. In qualunque circostanza, le emozioni provate ci indicano laccordo o il
disaccordo con lIo Interiore, il quale rappresenta lequivalente Vibrazionale di tutto quello
che bene. Sentirsi turbati significa sempre mancare di allineamento con la conoscenza
della Fonte. Collera, odio e condanna non sono segnali di allineamento con il Divino che
avete dentro, ma indicatori di disallineamento rispetto allEssere gioioso e amorevole che
in voi. Quando trovate in voi stessi e negli altri dei difetti, quando vi considerate inadeguati
o senza valore, vivete sempre unemozione negativa perch la Fonte prova solo amore per
voi. Se a quel punto ricordate che tale emozione indica un disaccordo con la vostra
Prospettiva Pi Ampia Non Fisica, potete modificare intenzionalmente i vostri pensieri
finch non si allineano di nuovo. Questo il modo pi efficace per usare il Sistema di Guida
Emotivo. Per sentirvi in pace con qualcosa, necessario accantonare il desiderio di
riscuotere lapprovazione degli altri cercandola in voi stessi.
28) Allenatevi ad affrontare le disarmonie e le condizioni avverse con pi distacco impersonale,
evocando in voi quella divina indifferenza che sottrae energia allindesiderato. Notate il
termine divina, perch descrive latteggiamento necessario di chi ama e va semplicemente
avanti con gioia e fiducia assoluta. diversa dallindifferenza per noncuranza e non segno
di presunta superiorit. Si tratta dello stato interiore di chi apprende le lezioni della vita
senza intralcianti reazioni personali, smettendo sia di avere reazioni esagerate quando attira
cose che non gli sono gradite, sia di dare potere a ci che gli altri pensano e dicono di lui.
Certamente include il fatto di non curarvi se le cose che studiate e applicate oggi sono
sufficientemente irriverenti da rompere lo status quo e lasciare la bocca aperta per
lindignazione o per la risata che provocano. Evocare in voi questa divina indifferenza
significa amare e lasciar andare, fluire tranquilli camminando nella presenza vivente di Dio,
sapendo di essere importanti per il mondo e che c una nicchia in esso che solo voi potete
riempire.
29) Oggi gli scienziati che studiano il cervello hanno dei problemi nellindividuare quali
processi neuronali sottendono le attivit che siamo soliti chiamare mentali, quali
lapprendimento, il linguaggio, il ragionamento, le emozioni, gli affetti o la coscienza.
Ciononostante concordano nel ritenere che, opportunamente riempito di contenuti e di
schemi operativi, il nostro cervello migliori lefficienza e la profondit di queste stesse
attivit cognitive. Detto in altri termini, ci che conta tenerlo sveglio e potenziarlo,
tornando a meravigliarci delle cose che abbiamo intorno e imparando tutti i giorni qualcosa
di nuovo. Trovate qualche attivit che vi piace e che accresce il vostro livello di energia:
pittura, danza, musica, giardinaggio, ecc. Immergetevi completamente in ci che fate, con lo
spirito con cui lo farebbe un bambino.
30) Abbiate cura nel selezionare i libri che leggete e i programmi che guardate. In linea
generale, pi vi tenete lontani dalle notizie negative proposte e riproposte dai media, dai
notiziari e dai giornali, meglio starete. Il motivo semplice: il loro obiettivo di fare presa
nel cervello facendo leva soprattutto sulla paura, sul senso di impotenza e sul senso di colpa
di spettatori e lettori, in unossessiva ricerca di coinvolgerli al massimo. Se permettete alla
vostra attenzione di concentrarsi sulla violenza e sugli orrori del mondo e vi ritrovate a
vostra volta a provare emozioni negative, non fate che avvicinare a voi persone e circostanze
in sintonia vibrazionale con queste. Quando le esperienze negative entrano nella vostra
coscienza, il vostro senso di benessere viene subito affievolito. Se avete intenzione di
costruirvi un sistema di convinzioni felici e potenzianti e non desiderate attirare alcun tipo
dinformazione negativa nella vostra esperienza, allora bene sottrarre forza a tante
trasmissioni non guardandole.
31) Se poteste osservare con attenzione la vita di un creatore intenzionale, vi accorgereste che
questi d generalmente un nome proprio agli oggetti cui tiene di pi, dalla casa in cui abita
allauto che guida, dai vestiti che indossa al cellulare che usa. Potreste vederlo mentre

ringrazia gli organi del suo corpo, lacqua che beve o il cibo che si prepara. Se poteste
entrare nel suo studio, trovereste oggetti selezionati con i quali dialoga e che tratta con molta
cura. un discorso un po stravagante per coloro che sono chiusi allidea secondo cui la
natura anima incarnata, e dunque tutto Vita, Consapevolezza e Vibrazione, eppure gli
atomi e le molecole che compongono tutte le cose, si tratti del corpo di una persona, di un
tavolo o di una pietra, conoscono la grande energia latente che soggiace alla loro esistenza, e
sulla quale, distinta, chiara e inattaccabile, fluttua la loro individualit. Tutto quello che
vedete attorno a voi Coscienza vivente e pulsante. Trattare con cura ogni vostro oggetto ed
esprimere gratitudine nei confronti di ogni elemento che vi ha offerto il proprio sostegno
durante la giornata il modo migliore perch sia motivato a supportarvi al meglio. Se
trattate ogni vostra cosa con cura e le date amore, essa risponder sempre di conseguenza.
32) Tanti pensano che quando la vita girer per il verso giusto e capiteranno loro cose belle,
allora saranno riconoscenti. Non capiscono che il fatto di non esserlo ora, in modo
indipendente dalle circostanze, inibisce la capacit di ottenere ci che vogliono veramente.
Stanno semplicemente perdendo energia emozionale positiva che la gratitudine porta con s,
e cos perdono ci che potrebbero attrarre. Se pensate di provare gratitudine solo quando
avrete qualcosa per cui sentirvi grati, smettete di guardare quello che avete adesso e vi
chiudete alla comprensione di essere gi ricchi. Il modo pi efficace per entrare in un
dialogo damore con lUniverso facendo un uso intelligente della Legge dellAttrazione
essere riconoscenti. Essere grati per ogni cosa e apprezzarla il mezzo migliore per
modificare il livello delle vostre vibrazioni e attirare nella vostra vita sempre pi cose ed
esperienze per cui essere grati.
33) Gratitudine e apprezzamento dovrebbero essere espressi in ogni ambito della vostra vita, la
quale non andrebbe mai data per scontata. Pensate solamente alla vita di coppia, dove si d
per scontato lamore dellaltro, come fosse qualcosa che vive miracolosamente di vita
propria e di moto perpetuo, come se non dovesse essere nutrito ogni giorno con nuovi
pensieri, nuove parole e nuove azioni amorevoli. Il cibo che consumate ogni giorno, gli
oggetti che usate ogni giorno, le persone con cui entrate in relazione ogni giorno, non sono
cose scontate. Il pi delle volte passano sotto i vostri occhi e scivolano via perch non le
considerate, non date loro nessun valore; eppure sono tutti elementi grazie ai quali vivete e
che meriterebbero un pi attento apprezzamento da parte vostra, se desiderate attrarre il
meglio ed essere pi felici.
34) Se i vostri figli o le vostri mogli o i vostri mariti o i vostri amici vi rendono infelici,
perch voi avete permesso alla vostra felicit di essere centrata su di loro invece che su di
voi. Se essi vi rendono infelici, vuol dire che avete dato loro il vostro potere, lo avete dato
a qualcosa al di fuori di voi. Nulla di esterno a voi vi governa finch non glielo permettete.
La verit che nessuno ha bisogno che siate o facciate qualcosa per lui per essere
gratificato, dato che tutti hanno le vostre stesse possibilit di accesso al Flusso di Benessere
della Fonte. Spesso chi vi sta intorno vi chiede di comportarvi in un modo che crede lo far
sentire meglio. E cosa succede? Non solo fa stare male voi cercando di rendervi responsabili
della sua gioia, ma si mette lui stesso in uno stato di dipendenza o schiavit. Lunica cosa
che posso suggerirvi di non cedere mai ad altri il vostro potere di rendervi felici, contenti o
soddisfatti. Rivolgetevi al Divino in voi e restate sempre fedeli a voi stessi, perch pi lo
fate, pi grande il vostro potere di stare bene e di influenzare positivamente tutto ci che vi
sta intorno.
35) A partire dalle informazioni che ho condiviso, capirete che nessun creatore intenzionale
degno di questo nome sentir mai piet per voi, per il semplice motivo che sa bene che in
una comprensione pi ampia siete stati voi a costruire le vostre infelicit, e che solo
quando vorrete davvero che la vostra vita sia diversa, cambierete. Tutto ci che siete in
questo sogno, lo avete creato voi: tutto ci che pensate, lo sentite; e tutto ci che sentite
realt nel vostro regno. Questo significa che come avete creato la vostra infelicit, potete

anche cominciare a recuperare il vostro potere di rendervi felici. Solo quando vi assumete la
responsabilit della vostra vita e riconoscete di aver creato ogni cosa e di averle permesso di
succedere, questa nuova consapevolezza vi liberer dai sensi di colpa, dai sentimenti di odio
e di biasimo, arrecando pace e gioia al vostro essere. Ricordate che la chiave della porta del
voler essere e della comprensione sta dal vostro lato della porta. Torno a ripetere: la vostra
felicit non dipende da quello che dicono o fanno gli altri, ma solo dal vostro equilibrio
vibrazionale. E la felicit altrui non dipende da voi, ma solo dal loro equilibrio vibrazionale.
Detto questo, il pi bel regalo che possiate fare al prossimo la vostra felicit, perch
quando siete felici, contenti o soddisfatti, siete pienamente connessi al Flusso di Energia
della Fonte, che rappresenta la vostra vera essenza. E quando vi trovate in un simile stato di
connessione, tutti coloro che sono al centro della vostra attenzione ne traggono beneficio.
36) La felicit la nostra natura, ed per aver trascurato questo sentiero che andiamo incontro a
ogni specie di difficolt. Se avete piacere che nella vostra vita tutto scorra pi facilmente,
non avete alternative: dovete fare della felicit la vostra pi preziosa alleata. Il vostro stesso
successo dato dalla gioia che provate. Siamo soliti considerare un successo lottenimento
di qualunque cosa desideriamo, che si tratti di premi, traguardi lavorativi o altre cose. Per
molti avere successo significa avere cos tanto denaro da non sapere pi che cosa farsene.
Non ho alcun dubbio sul fatto che avere tanto denaro renda la nostra vita migliore.
Personalmente considero i soldi una cosa buona. Non giudichiamoci male se desideriamo
cose concrete, perch in verit non c niente di sbagliato nelle case, nelle auto, nei nostri
giocattoli preferiti. Sono tutte cose degne da inseguire. Ma se impariamo a usare come
parametro per misurare il nostro successo la gioia che sperimentiamo lungo il nostro
cammino, ogni cosa trover facilmente il suo posto, perch trovando la gioia che troviamo
anche lallineamento vibrazionale con le risorse dellUniverso.
37) Vivete pienamente il momento presente e godetevelo. La Creazione Intenzionale ha a che
fare con qualcosa di pi dei risultati positivi o del miglioramento di certe condizioni.
Creazione Intenzionale significa Permettere la connessione con il Flusso di Benessere e
Positivit della nostra Fonte. Sebbene questi punti abbiano lo scopo di soffermarsi sulla
creazione in quanto produzione di risultati o manifestazione di cose ed esperienze
desiderate, essa ha in verit molto pi a che fare con il processo attraverso il quale si arriva a
questi obiettivi. Da qui il mio soffermarmi sugli aspetti pi esistenziali dellArte del
Permettere rispetto alla focalizzazione sui risultati finali. Spesso siamo talmente concentrati
sugli obiettivi che vogliamo raggiungere, da non godere di ogni passo che facciamo lungo il
percorso. Nellottica della Creazione Intenzionale, quello che conta davvero godersi il
viaggio, cio vivere pienamente e con gioia ogni istante della nostra vita, invece di dare
eccessivo risalto a occasionali momenti di soddisfazione temporanea nel raggiungimento di
ci che vogliamo. Quindi: fate il possibile per vivere pienamente il momento presente,
perch il presente tutto quello che avete.
38) Seguire la via della Creazione Intenzionale significa seguire la vostra chiamata, cio essere
sinceri riguardo a chi siete, a quello che fate e a quello che volete attirare e sperimentare
nella vita. Solo da questa condizione di apertura, che anche di caduta delle barriere che
avete eretto a protezione del vostro ego, potete instaurare un dialogo damore con voi stessi
e uscire dallo schema mentale del vittimismo. La vittima vive in un continuo stato di paura
che le impedisce di andare avanti: paura di venire ferita, di essere giudicata male, di perdere
la faccia o di fallire. Solo se affronta le sue paure pu trovare la strada giusta per aprirsi a
una vita pi ricca e soddisfacente, per capire che tutto ci che le sta attorno un riflesso di
qualcosa che avviene dentro di lei. Luomo che percorre questa via impara a chiudere con il
passato attraverso il perdono, impara poco per volta ad amarsi di pi e a prendersi cura di se
stesso per trovare pace nel presente.
39) Siate ben consapevoli di quello che cercate. Se cercate trovate e ci che trovate ci che
cercate, per cui accorgetevi che le conferme vi giungono in base a quello che voi guardate, a

quello che reputate gi vero e giusto. Imparate per ad ampliare queste verit, poich ci che
c e ci che non c si trovano su uno stesso piano, e se cercate una conferma sulla non
esistenza di qualcosa di pi grande la troverete, cos come troverete la conferma
dellesistenza di qualcosa di pi grande se la cercherete, poich trovate solo ci che cercate.
Ogni uomo la grandezza di se stesso, ma anche un limite a se stesso. Siate ben
consapevoli di quello che cercate.
40) Siamo soliti pensare al coraggio come a quella forza danimo che permette di affrontare,
dominare o subire situazioni difficili e scoraggianti. Quando pensiamo al coraggio possono
venirci in mente la forza morale, laudacia, lintrepidezza, la sicurezza, leroismo, la bravura
e la fermezza. Dimentichiamo per che il coraggio soprattutto agio del cor, rappresenta la
condizione gradevole, comoda e vantaggiosa del cuore. Quando si verifica questa
condizione? Quando amiamo in modo inclusivo e permettiamo allEnergia Vitale Creativa
di fluire liberamente. Quando dal nostro interno generiamo un amore incondizionato per noi
stessi che si riversa sugli altri, il cuore a suo agio, aperto alla comprensione e
allaccettazione di Tutto Ci Che . Si tratta di una condizione di pienezza, di gioia e di
gratitudine indipendente da ogni fattore esterno. una condizione di energia e di fiducia
nellesistenza, di continuo innamoramento del mondo e di tutte le sue creature. Colui che
dimora nellAmore Incondizionato a-mors, senza morte, non contempla n la fine del
suo esistere n la separazione rispetto agli altri Esseri: il suo punto di forza nel presente.
41) Non necessariamente tutti gli aspetti della vita di un creatore intenzionale funzionano a
meraviglia, per quanto si impegni a migliorarli. Magari una persona che ha raggiunto
notevoli traguardi finanziari ma ha ancora importanti questioni da risolvere nelle relazioni
che intrattiene con il prossimo. Oppure una persona che gode di un certo successo
materiale e relazionale, ma ha una salute cagionevole. Ci sono sempre degli ambiti che
richiedono da parte sua unanalisi pi attenta e prolungata dei diversi modi di mettersi in
relazione con la realt interiore e di come questi modi creano gli eventi esperiti. Resta
comunque il fatto che, sia per motivi personali inerenti alla loro particolare incarnazione, sia
per motivi legati ai tipi di esistenza nei quali sono contemporaneamente coinvolti, gli esseri
umani intraprendono percorsi che di solito non prevedono affatto uno sviluppo equilibrato
delle capacit; scelgono invece di esprimere e sperimentare particolari qualit pi di altre:
una linea di condotta nei confronti della realt fisica che ben lontana dal rappresentare un
disegno armonico generale.
42) Rifiutatevi di vedere gli ostacoli: cercate di vedere solo le occasioni e di mettere Dio al
primo posto rispetto al corpo, alle abitudini e a tutte le vostre insicurezze. Quando cadete o
pensate di aver commesso uno sbaglio o di aver voltato le spalle al Divino che avete dentro,
rialzatevi subito, ponetevi rimedio, traete insegnamento da esso e procedete in avanti. Non
insistete a rimanere nello stato in cui vi trovate. Non respingete quellansia, quella paura,
quella preoccupazione, dandole cos ulteriore forza, ma accoglietela aprendovi il pi
possibile alla Vita, perch la Vita Amore, e dove c Amore ci sono Vita e Benessere.
Siate semplici ed espandetevi in questo stato interiore, nel quale siete Vita e Amore.
Espandetelo pi che potete, fino a farlo diventare un sentimento che abbraccia lintero
Cosmo. Pi di ogni altra cosa, sentitevi parte di un Tutto; sentitevi connessi a tutta la Vita
che anima lUniverso; sentitevi profondamente amati da questa Vita. E immergendovi poco
per volta in questo sentire, nel quale tornate a essere aperti e semplici come bambini, quella
vostra sofferenza diventer sempre pi piccola e insignificante. Nella semplicit non
abbiamo ragioni nascoste e rimaniamo aperti alla Vita, senza giudizi o critiche rivolte a noi
stessi e agli altri. La linea che separa lessere umano limitato dal maestro pienamente
realizzato estremamente sottile. Ci che la rende spessa il concetto che lessere umano ha
della propria realt tormentata, i confini che le ha imposto e il destino che si creato a causa
di quei confini. Mettete Dio al primo posto, siate semplicemente semplici e che la vostra
mente non conosca confini.

43) Una mente felice cerca ragioni per stare bene e presta attenzione solo a ci che conta
davvero per lei, concentrandosi con chiarezza sufficiente a generare unemozione positiva.
Usa limpiego creativo del gioco come metodo per giungere a determinati fini e obiettivi.
Una mente felice che presta attenzione a cose positive attira potere, chiarezza e risultati, e
cos facendo si sente appagata, di quellappagamento che sanno dare soltanto il desiderare, il
permettere e il ricevere. Il termine felice non significa che dobbiamo per forza saltare
dalleccitazione, ma semplicemente favorire in noi un sentimento elevato e sereno, quel tipo
di sensazione che si prova quando tutto va bene. Siamo stati pesantemente condizionati a
sentirci indegni di ci che la vita ha da offrire. Amarsi significa invece liberarsi da questo
condizionamento per sperimentare un profondo senso di pace e di liberazione. Amarsi non
significa chiudersi, ma andare incontro a unesperienza di collegamento al Tutto. Una mente
felice amica della Vita, cio cosciente di essere presente in tutte le cose e aperta alla natura
divina di ogni forma esistente; in questo caso luomo percepisce se stesso in quanto
estensione del suo ambiente e sempre inseparabile da esso. Una mente felice, che permette
al cuore di contribuire alla sua saggezza, pratica la gentilezza, il rispetto e lamore verso la
forza vitale che in tutte le cose.
44) Quando facciamo davvero attenzione al desiderio di stare bene, riconosciamo due cose
importanti. In primo luogo arriviamo a capire che la nostra felicit non dipende affatto dagli
altri, ma solo il risultato della visione che adottiamo in modo deliberato. Ciascuno di noi
responsabile di come si sente. Non abbiamo alcun controllo su ci che gli altri attraggono
nella loro esperienza, ma possiamo avere un controllo sui nostri pensieri e sulle nostre
emozioni, e dunque sul tipo di vibrazioni che emettiamo. Coloro che ci vivono accanto ci
daranno sempre esattamente ci che ci aspettiamo da loro, senza eccezioni. In secondo
luogo, comprendiamo che ognuno di noi qui per essere se stesso, per essere ci che sente
di essere e per esprimere le sue preferenze, ed qui per permettere agli altri di essere se
stessi, di essere ci che sentono di essere e di esprimere le loro preferenze. Il fatto che chi ci
sta vicino, inconsapevole del suo Sistema di Guida Emotivo, creda che siamo noi a dover
cambiare perch possa stare meglio, pura follia. Invece di conseguire lallineamento con la
sua Fonte interiore, pretende che siano gli altri a farlo stare meglio. Ognuno di noi il S
indistruttibile e nessuno qui per provare a qualcuno il proprio valore. Non siamo nati per
compiacere nessuno, n gli altri sono nati per compiacere noi.
45) Lunica aspettativa che dovremmo nutrire riguardo agli altri che siano felici e che trovino
la loro realizzazione. Ma per nutrire questa aspettativa nei loro confronti, dobbiamo prima
avere a cuore la nostra personale felicit e realizzazione. Dobbiamo partire da noi stessi,
aprire il cuore e la mente alla comprensione di noi stessi, rivolgere a noi stessi tutto lamore
di cui abbiamo bisogno e prendere coscienza di essere il centro creatore delle esperienze che
invitiamo attraverso le nostre convinzioni. Sono infatti i nostri modelli mentali a
determinare ci che ci accade. Tutto ci che ci accade nella vita lo abbiamo attirato noi,
comprese le cose spiacevoli. Solo diventando consapevoli dei modelli mentali alla base delle
nostre esperienze, possiamo modificarle in meglio e iniziare cos ad attirare quello che
vogliamo davvero per noi stessi. Il luogo del miglioramento sempre dentro di noi: se
vogliamo migliorare qualcosa dobbiamo innanzitutto operare allinterno, non fuori di noi.
Per questo cos importante mettere energia e attenzione nello sviluppo dellamore per noi
stessi. Lamore per se stessi, inteso come amore maturo per se stessi, non ha niente a che
vedere con il narcisismo o legoismo, espressioni di chiusura interiore e quindi causa di
sofferenza per noi e per gli altri. Amare se stessi in modo maturo significa nutrire una forte
aspirazione a non lasciarsi risucchiare da abitudini mentali nocive che fanno resistenza al
nostro stato naturale di benessere.
46) Tutto parte dalla gentilezza amorevole verso se stessi, che a sua volta diventa gentilezza
amorevole verso gli altri. Che cosa significa nutrire gentilezza amorevole verso se stessi?
Significa donare a se stessi un amore incondizionato, cos che possiamo affrontare la vita

pi felici e con una rinnovata fiducia nellesistenza. Solo da qui possiamo prendere
coscienza della nostra identit e della nostra irripetibile singolarit. La gentilezza amorevole
include un ascolto attento del proprio cuore, e non mai separata o separabile dalla
compassione, che piena comprensione della propria natura mentale e fisica. Per la maggior
parte di noi, nutrire la gentilezza amorevole pu voler dire fare finalmente pace con se
stessi. Prima di imparare a comprendere e a perdonare gli altri, dobbiamo imparare a
comprendere e a perdonare noi stessi. Fare pace con gli aspetti di noi che abbiamo rifiutato
significa al contempo fare pace con le persone che non ci piacciono.
47) Lamore incondizionato espressione della consapevolezza nel quarto centro, dove
sperimentiamo la cessazione del dualismo, della mancanza e della separazione percepite
dalla personalit nei primi tre centri. Privo di qualsiasi attaccamento emozionale, lamore
incondizionato intrinsecamente creativo e portato a dare; delicato, forte e tenace al tempo
stesso. grazie allamore incondizionato che luomo riceve il potere di capire che il vero
destino della vita non riguarda tanto ci che realizza, quanto ci che egli diventa. Luomo
non qui per cambiare il mondo, ma per cambiare se stesso. La Creazione Intenzionale non
una conversione di massa; una trasformazione individuale che richiede tutta la sua
passione al fine di migliorare lo stato della mente ed elevarsi al di sopra del dramma umano.
Per portare avanti un cammino di questo tipo, luomo deve fare il possibile per non perdere
mai di vista il potere dellamore. Quando si trova nelle difficolt da lui stesso attratte, egli
incline a chiudere il cuore e ad arrestare il flusso dellamore, invece di aprirsi alla vita e
amare malgrado le condizioni esterne. proprio nei momenti in cui soffre che ha
maggiormente bisogno di essere sostenuto dallamore e di lasciarlo fluire dentro e attraverso
di lui. Per un creatore intenzionale, lamore non qualcosa che si prende da uno scaffale di
tanto in tanto, e che si ripone dopo luso fino alla volta successiva. Non vergognatevi mai di
manifestare il vostro amore per gli altri, e non sottovalutatelo, perch non esiste luogo nel
quale lamore non sia. Lasciate che ogni momento sia colmo di gratitudine e fortificatevi
nellamore.
48) Grazie alla consapevolezza del movimento e dellespansione che caratterizzano la nostra
esistenza ed esperienza, possiamo fare leva sulla disposizione interiore a rinascere ogni
giorno, a trasformarci dallinterno e ad approfondire la comprensione amorevole e gentile
che abbiamo di noi stessi. Ma per diventare gentili verso noi stessi perch di questo si
tratta non solo dobbiamo ricominciare ad amarci, cos che da questo amore possa nascere
una cura pi attenta degli altri, ma anche riconoscere che il nostro Essere in continua
trasformazione. Vorrei che ci fosse chiaro, perch questo sapere pratico basato sulla gioia
non si concilia con la visione di coloro che aspirano a una condizione di statica perfezione,
che presuppone qualcosa di completo e compiuto che prescinde dal cambiamento, e dunque
da un processo di evoluzione creativa. Non si concilia con la prospettiva di coloro che
riflettono nei termini di una perfezione che dovrebbe assestarsi in un qualche stato di
compiutezza oltre il quale negata una ulteriore realizzazione. La nostra una ricerca in
continua espansione, proprio come lo sono tutti i processi creativi. Il nostro Essere alla
ricerca di sfide sempre nuove, cio di opportunit di crescita e di ampliamento della
creativit. Per questo non possiamo mai dire di essere arrivati. Tutta la nostra esistenza pu
essere concepita come una sfida in termini di generale arricchimento dellesperienza.
49) Nella Creazione Intenzionale fondamentale avere consapevolezza dei pensieri che
facciamo e sui quali ci intratteniamo, perch i pensieri creano la nostra realt. Nei nostri
insegnamenti si insiste sul fatto che esistono solo due principi che creano la natura della
realt: consapevolezza ed energia. La consapevolezza ci che percepite; lenergia la
parte attiva che la manifesta nella vita. E insieme creano la realt. La consapevolezza
lessenza e il tessuto di Tutto Ci Che . Ogni cosa che esiste ha avuto origine nella
consapevolezza ed stata manifestata nella realt esterna dallenergia, la quale ne
rappresenta la parte complementare. Ogni consapevolezza porta con s una radiazione o una

sua naturale espressione di energia dinamica, cos come tutte le forme di energia portano
con s una consapevolezza che le definisce. La natura della realt viene creata dal vostro
pensiero consapevole, e lenergia di quel pensiero consapevole crea quella realt. La natura
della realt, o se preferite il vostro mondo, riflette solo ci che pensate e sentite, e dunque
solo ci che avete creato. Non riflette ci che non avete creato, e dunque ci che non avete
pensato e sentito. Da qui il detto occulto Come dentro, cos fuori. Ricordate che il simile
attrae il simile e che ogni persona o cosa non potrebbe essere nella vostra vita se non
rappresentasse un aspetto della vostra consapevolezza. Come ho gi detto in riferimento alle
persone che sono nella vostra esperienza, non potete attirare chi non uguale a ci che voi
siete. E ci che voi siete il risultato dei vostri pensieri. In questa vita voi offrirete a voi
stessi solo le opportunit prodotte dallatteggiamento con cui percepite la vostra realt. Ci
che pensate di essere, voi lo diventate. Per questo tutto ci che dovete fare avere il
coraggio di contemplare gli ideali che intendete esprimere o portare in manifestazione.
Come dentro, cos fuori: prima di manifestare o attrarre qualunque cosa (fuori), la dovete
avere in voi (dentro). E per averla dentro, ben scolpita nella vostra rete neurale, dovete
averla pensata, essere cio diventati una cosa sola con il vostro ideale, fino a farlo diventare
un pensiero del tutto comune.
50) Lideale che volete esprimere o portare in manifestazione deve diventare la forza della vita
stessa in tutta la vostra struttura cellulare. Il processo richiede che non perdiate mai di vista
quellideale, richiede vigile perseveranza e che non vi diate mai per vinti. Non richiede
sforzo o fatica, perch quando cercate a fatica di essere qualcosa, non fate nulla se non
essere quella fatica. In altre parole, non vi trovate nella condizione di permettere la vostra
creazione. Si fa in modo semplice, mai in modo difficile. Pi semplice, pi potente.
Amate. Permettete. Esercitate la saggezza senza giudicare. Tenete aperto il cuore. Imparate.
51) Se date gentilezza a qualcuno, non aspettatevi che ve la restituisca. Lamore e la gentilezza
che date siano essi stessi la vostra ricompensa. Pensate e guardate il mondo con cuore puro e
abbiate compassione di coloro che nascondono le emozioni dietro la facciata del loro
intelletto. Amate voi stessi e lintera umanit riconoscendo che tutta la vita, nella sua
totalit, preziosa e bella. Concedete agli altri di poter scegliere, permettete loro di credere
ci che vogliono credere. Ogni persona accetter solo ci che vuole accettare. Chi ancora
vincolato al sentire della consapevolezza sociale dove prevalgono i sensi di colpa, la
paura, il giudizio, dove si vive per assecondare gli altri accetter solamente ci che in
accordo con le convinzioni della sua famiglia e del suo ambiente. Non prender in
considerazione nessuna conoscenza che possa sconvolgere le sue comode abitudini. Amate e
concedete agli altri il privilegio di sperimentare il loro modo di pensare, di attrarre quello
che attraggono a partire dal loro sistema di convinzioni. In questa o in una prossima
incarnazione, prima o poi verr il momento in cui saranno spinti a cercare una maggiore
comprensione. Ed essa sar l ad aspettarli.
52) Dare. E non sentirsi mai insicuri nel dare. La condivisione divina e larte del dare latto
dellessere Dio. Nel momento del loro ultimo respiro prima di morire, molti provano
dispiacere per tutte le cose che hanno fatto. Vorrebbero aver amato di pi ed essere stati pi
gentili, pi generosi, pi comprensivi. Vorrebbero aver dato di pi. Allo stesso modo,
provano dispiacere per non essere riusciti a valorizzare pienamente la loro esistenza. Molti
non apprezzano la vita finch non vedono la vita andarsene. Possiate avere abbastanza
rispetto di voi stessi da vivere ci che realmente sentite. Possiate vivere come se tutto fosse
un miracolo, apprezzare ogni singolo istante e parteciparvi come fosse una benedizione. La
nostra presenza nel mondo davvero unoccasione preziosa per amare, per onorare la vita e
custodirla con saggezza. Dare. E non sentirsi mai insicuri nel dare.
53) Ricordate sempre che solo il vostro atteggiamento verso la vita che la rende una cosa
miserevole. Negli altri potete vedere solo ci che percepite in voi stessi. Ognuno di loro vi fa
da specchio. Voi vedete e percepite degli altri solo le cose che possedete in voi stessi. Loro

sono solo uno specchio che le rende visibili. In definitiva i nostri nemici siamo noi stessi.
Quando allesterno perdoniamo unaltra persona, perdoniamo quella mancanza dentro di
noi. Spesso perdonarla significa concederle la libert di esprimersi secondo ci che essa
intende per felicit. Voi non siete lei, n lei voi. Non venuta in questa vita per piacere a
voi e per vivere per la vostra approvazione. venuta qui per se stessa, per lopportunit di
creare la propria vita secondo ci che lei intende per felicit. Che cosa sapete davvero di
quali esperienze servano al prossimo per crescere nella sua comprensione della vita e per
evolvere verso una felicit sempre pi grande? La vostra priorit nella vita non sar mai
quella di un altro. Siate allegri e non perdete il vostro tempo a guardare troppo e a criticare
ci che gli altri dicono e fanno. Amateli nella libert, ben sapendo che ognuno attira a s il
riflesso di ci che . Abbiate pi compassione e tendete alla pienezza della vostra vita. Solo
cos gli altri potranno osservare in voi un modo di pensare pi ampio, una comprensione pi
profonda, unesistenza pi amorevole, ricca e gioiosa di quella che normalmente essi vedono
attorno a s.
54) Lorgoglio, lincapacit di ammettere che avevate torto, di chiedere perdono o di perdonare,
vivere per essere accettati o per il riconoscimento degli altri, sono tutti ostacoli da voi stessi
creati. Questi limiti che avete posto sul vostro cammino vi consumano il corpo, vi
impediscono di essere liberi e di comprendere il pieno significato del vostro esistere.
Nessuno pu nascondere a se stesso queste cose. Non ignoratele, perch non fuggendo da
questi ostacoli che li supererete. Non pensate che superare questi ostacoli posti in essere da
voi stessi possa significare reintegrare una parte preziosa di voi che avevate ceduto
allesterno? E se superarli significasse riprendervi il vostro potere e sentire allimprovviso
che un grande e pesante fardello stato sollevato dalle vostre spalle? Perch essere gravati
dal giogo che portate quando potete sperimentare una meravigliosa leggerezza dellessere?
55) Nessuno cammina nelle vostre scarpe. Siate dunque la vostra salvezza. Non venerate i vostri
Maestri, amateli! Amate lideale che vedete espresso in loro e diventate voi stessi
quellideale. Diventate il vostro ideale e vivetelo. Perch viverlo d forza, e dove c forza,
c il coraggio di ricevere e di trasmettere vita. Amate i vostri Maestri, ma amate ancor di
pi voi stessi per poter diventare ci che loro sono diventati. Non caricate la responsabilit
del vostro apprendimento sulle spalle dei vostri insegnanti. Vivete la vostra luce e siate
felici. Imparate a guardare la vita con gli occhi di un bambino, a vedere solo Dio in tutte le
persone e le cose. Fate il possibile per trovare la pace in ogni momento, indipendentemente
dal mondo esterno e da tutte le sue deliranti illusioni. Permettete a voi stessi di apprendere
da ogni persona con cui entrate in contatto, ben sapendo che specchiandovi in essa, potete
comprendere meglio voi stessi. Qualunque cosa voi percepiate in un altro, in ogni
momento la rappresentazione per voi di voi stessi. Non c persona sul vostro cammino da
cui non possiate imparare qualcosa.
56) La Creazione Intenzionale non contempla un codice etico o una tavola dei comandamenti,
n impone dei giudizi di valore su che cosa sia giusto e sbagliato con lo scopo di individuare
un unico modello di condotta valido per tutti. Al tempo stesso, per, pi porterete avanti e
approfondirete la vostra ricerca in questo ambito, pi arriverete a capire che vale la pena
amare la compassione, prediligere la rettitudine e aspirare ad avere un cuore puro. Pensate a
quanta energia potreste usare per focalizzarvi sul perfezionamento della vita morale e per
influenzare il vostro cammino da una prospettiva pi elevata. Qui non si tratta di essere
buoni, ma di capire che cosa favorisce un corso di vita felice, armonioso, appagante e,
cosa non da poco, privo di tante complicazioni. Quanto a complicarci la vita, siamo spesso
maestri, quando in verit non faremmo male a essere un po pi Maestri, cio pi attenti nel
creare il corpo e la sua intera esperienza. Ognuno ha comunque una sua esistenza totalmente
originale nel tempo e nello spazio, dotato di libera volont e ha il dono di lavorare sulle
sue convinzioni e di scegliere la sua realt personale secondo il suo desiderio. Anche nelle
esperienze che consideriamo pi spiacevoli o indesiderate, non c esperienza che non

rappresenti un apprendimento: tutto ha sempre a che fare con lunica suprema spinta verso la
creativit. Nellottica della Creazione Intenzionale, non esistono errori o fallimenti, come
generalmente vengono intesi. Gli sbagli non esistono, esistono solo esperienze di vita in
grado di aiutarci ad ampliare la nostra consapevolezza dellamore che vive in noi e che fa
muovere tutto il creato.
57) Non disprezzate mai ci che al momento state vivendo, non fate dei vostri dispiaceri i
pilastri di una vita, ma caricatevi di forza e iniziate a vedere ogni cosa come un dono
prezioso. Usate ogni vostro pensiero per migliorarvi, non per distruggervi. Sbarazzatevi
della copertura che avete creato e che ostacola la vostra spinta migliore: abituatevi a
definirvi forti e in continua espansione creativa invece di vulnerabili; ad avere fiducia in voi
stessi e a riconoscere il vostro valore invece di paragonarvi agli altri; a essere gentili verso
voi stessi invece di giudicarvi; a ridere e a permettervi di essere felici invece di
preoccuparvi; a vedere il bene in fondo a tutte le cose invece dellerrore o della disarmonia;
a permettere alla vostra vita di fluire con semplicit invece di lottare contro di essa. Se
sentite di aver perso linnocenza e la capacit di guardare il mondo con cuore puro, senza
pregiudizi e angosce, proprio come farebbe un bambino, allora recuperatele al pi presto.
Non si tratta di fare, ma di essere e sentire. Il vostro bambino interiore quella parte
semplice di voi, sicuramente la migliore, che vuole capire attraverso il sentire, che d spazio
alle emozioni senza lasciarsi ingannare dalla limitatezza di un ragionamento.
58) Come fate a sapere se siete sulla via giusta? Quando ci che fate vi rende felici, entusiasti e
pieni di energia. In altre parole, quando siete in allineamento con la vostra Fonte interiore.
La via giusta ovunque voi siate felici, pieni di entusiasmo e carichi di energia, ovunque voi
sentiate forza, chiarezza e benessere. La gioia lunica via verso lIlluminazione, perch
quanto pi vivete in uno stato di gioia, tanto pi vicini siete a Dio. Lasciate sempre parlare il
cuore, lasciategli dire dove sta la vostra felicit e date ascolto a ci che sentite. Non cercate
solo sui libri, perch sar una ricerca incompleta; usate piuttosto quello che avete: voi stessi.
Nessuna nozione potr essere tanto valida quanto quella che vostra, perch stata vissuta
da voi e ne avete piena consapevolezza. sempre il sentire che vi dar la prova che ci siete,
che esistete a livello totale e non marginale.
59) La realt che un uomo vede e di cui fa esperienza semplicemente ci che quelluomo le ha
dato in termini di pensiero consapevole. E lenergia di quel pensiero crea la realt. Ci che
vede il suo stato mentale riflesso allesterno: come lui pensa, cos percepisce e riceve. Il
suo mondo riflette solo ci che , ci che pensa, ci che sente; non riflette ci che non ha
creato. La consapevolezza ci che determina la sua realt e lenergia la fa semplicemente
accadere. Quello a cui questuomo d credito in se stesso rappresenta il suo regno. Egli non
mai in balia degli eventi, ma ha sempre la possibilit di scegliere come e che cosa essere e
sentire. E in ogni istante libero di scegliere intenzionalmente ci che di meglio esiste e di
apprezzare ci che vive con il suo sentire.
60) Provate a farvi alcune domande: come mi sentirei se non mi preoccupassi di avere ragione,
di essere accettato dagli altri, ma iniziassi a guardare il mondo come una creazione
meravigliosa in cui tutto si organizza e si dirige verso una luce sempre maggiore? Come mi
sentirei a dare amore agli altri non per quello che dicono o fanno ma semplicemente per ci
che sono? Come mi sentirei a essere amore puro, senza limiti e senza barriere? Come mi
sentirei se fossero il permettere e la pace interiore a guidare la mia esistenza? Come mi
sentirei se fosse lottimismo a capo di ogni mio pensiero e parola?
61) Esiste una parte ostinata di noi stessi che, pur facendoci soffrire, ci rifiutiamo di lasciar
andare. una parte che vorremmo non avere, ma che nella maggior parte dei casi tendiamo
a proteggere, dato che pu facilmente appigliarsi a cose spiacevoli che lhanno resa tale:
tradimento, abbandono, lessere stati ingannati, usati, abusati, trascurati, e cos via. La cosa
sorprendente che quando siamo ancora legati al misero stato della consapevolezza sociale,
non abbiamo alcuna intenzione di cambiarla. Perch? Perch questo demone interiore ci

fornisce unampia protezione contro le persone che pensiamo non vogliano altro che
coglierci in fallo o sfruttarci. Ci fornisce il veleno, la bassezza, la manipolazione, il
risentimento, lastuzia e tutte quelle cose di cui riteniamo di aver bisogno per la nostra
sopravvivenza. Abbiamo paura di diventare vulnerabili e viviamo sempre con lo scudo
alzato. E cos iniziamo a chiederci: E se amo e sono gentile e gli altri mi respingono? E se
mi fido e poi vengo tradito?. Sono domande pi che legittime in chi ha paura di ci che
sarebbe senza il suo demone interiore. Ora, quello su cui dovremmo riflettere bene se
ognuno di noi si ama davvero o si fida di se stesso. Vedete, amare il prossimo e avere
fiducia nelle persone diventa un problema solo quando vi difficile amarvi e fidarvi di voi
stessi. Ogni cosa che vivete semplicemente uno specchio che riflette ci che avete dentro
di voi. Sapete perch sono davvero pochi gli esseri umani che scelgono di diventare maestri
di se stessi? Perch diventare maestri di se stessi vi costringe a guardare le parti limitanti di
voi che fino a quel momento sono state la vostra persona. Queste parti rappresentano il
bisogno di sostenere i vostri atteggiamenti per farvi sopravvivere, nonostante questi
atteggiamenti vi paralizzino allontanandovi completamente dalla Vita.
62) Che cosa significa allontanarsi dalla Vita? Significa condurre unesistenza nella paura, nella
limitazione, nellinsoddisfazione e nellinfelicit. Sono tutti elementi che caratterizzano la
consapevolezza sociale, per la quale attribuire la colpa agli altri e comportarsi da codardi
un modo normale di vivere. Se ci pensate bene, luomo ordinario che opera nei primi tre
centri intrinsecamente devoto alla sua sessualit e alla sua sopravvivenza (primo centro);
alla sua emotivit, al dolore e alla sofferenza di cui lui il creatore (secondo centro); al suo
desiderio di dominare e di controllare il prossimo, da cui deriva il suo vittimismo (terzo
centro). La consapevolezza delluomo ordinario non va oltre questi primi tre centri. raro
che senta dentro di s amore incondizionato (quarto centro) e che lo esprima nelle sue azioni
(quinto centro). E quando incolpa qualcun altro, impoverisce le potenti risorse del Dio che
in lui. Incolpare qualcuno e sentirsi vittima lo svuota del potere che ha dentro. Detto in altri
termini, egli cede questo suo potere, depone dal trono il Dio dentro di lui a favore di eventi
del passato a cui pu attribuire la colpa della sua esistenza miserabile e infelice.
63) Perch non siamo disposti a lasciar andare il nostro passato? Perch il nostro passato stato
un grande compagno nel nostro presente, e lasciarlo andare significherebbe dover essere una
persona diversa. La conquista di noi stessi comporta il fare i conti con la paura di rinunciare
a quello che siamo per qualcosa di pi grande e con la paura di restare nudi a causa del
distacco dal nostro piccolo, limitato e distruttivo modo di pensare. E se nel restare nudi
venisse a galla la nostra vera natura? E se rimosso lattaccamento al passato rimanesse solo
amore incondizionato? Distacco non vuol dire svuotare completamente la nostra vita di tutto
quello che essa contiene, ma lasciar andare o dissolvere solamente la nostra sofferenza e il
nostro vittimismo. Distacco significa avere abbastanza passione, dedizione e pazienza per
ripulire e migliorare lo stato della nostra mente, cos da assumerci la responsabilit delle
nostre azioni senza scaricarle su qualcun altro.
64) Osservando le enormi differenze fra la quantit e la qualit degli sforzi in cui si impegnano
le persone e i risultati che raggiungono, non poi cos difficile concludere che questi ultimi
non dipendono tanto dallazione quanto dal potere creativo dei pensieri. Negli insegnamenti
della Creazione Intenzionale non si smette mai di ribadire che latteggiamento mentale
tutto. Dedicare pi tempo a visualizzare quello che desideriamo e meno a osservare quello
che gi , e dare della nostra vicenda una versione pi positiva e rasserenante, la cosa pi
saggia che possiamo fare. Tutto dipende dalla versione che diamo delle nostre vicende ogni
giorno della nostra vita. Se la maggior parte delle persone fortemente orientata verso
lazione perch la realt fisica le appare molto reale quando si ferma entro la sua
prospettiva. Pensa che tutto debba apparire e svolgersi in termini fisici e che la realt fisica
sia lunica modalit dellesistere. Non permette a se stessa di gettare uno sguardo oltre le
produzioni fisiche, proprio come lattenzione di un bambino che gioca non vuole essere

distolta dai giocattoli che ha in mano. Finisce cos per chiudere la mente a certi fatti
sottostanti lesistenza, per i quali resta comunque difficile trovare un linguaggio adatto a
darne una spiegazione anche approssimativa, in mancanza di una loro esperienza diretta.
Non siate mai frettolosi nel trarre i vostri giudizi su ci che esperite attraverso i sensi.
Ricordate sempre che le convinzioni limitanti sono ampiamente responsabili delle zone del
cervello che attivano e delle conseguenti attivit mentali. La Scienza della Creazione
Intenzionale invita luomo ad aprirsi allidea di accogliere sia i dati dal mondo esterno sia i
dati da quello interiore. solo quando siamo convinti che la coscienza debba sintonizzarsi
esclusivamente sulle condizioni esterne che la obblighiamo a chiudersi al sapere interiore.
65) Nulla vi render felici se non amate voi stessi e se non fate i conti con voi stessi. E fare
questo amare chiunque altro. La Creazione Intenzionale non una conversione di massa;
una trasformazione individuale che richiede passione, dedizione, umilt e perseveranza. Su
questa via miglioriamo lo stato della nostra mente senza mai darci per vinti. E ogni giorno
facciamo il possibile per ripulirci e assumerci la responsabilit delle nostre azioni senza
scaricarle su qualcun altro. Solo cos possiamo uscire dalla trappola dei primi tre centri, cio
innalzarci dalla turbolenza della consapevolezza sociale alla ricchezza di pensiero che
permette levoluzione. Lasciar andare lorgoglio e guardare in faccia le proprie illusioni e
menzogne molto difficile per gli uomini e per le donne che ancora vivono nei primi tre
centri. Mi riferisco a coloro che sono ancora immersi nella consapevolezza sociale che ha
alterato e soppresso il Divino in ogni individuo. Solo chi ha cominciato a risvegliarsi nel
quarto centro ed andato oltre le illusioni dei primi tre centri pu intuire meglio il
funzionamento della Legge dellAttrazione e il fatto che lUniverso semplicemente uno
specchio di quello che siamo. Nel quarto centro associato allamore incondizionato
incominciamo a capire davvero che essere creatori della nostra realt significa rinunciare a
quello che siamo ai limiti da noi stessi imposti per qualcosa di pi grande. Quando
siamo riusciti ad andare oltre ci che associato alla sessualit e alla sopravvivenza (primo
centro), oltre ci che associato al dolore e alla sofferenza (secondo centro), oltre ci che
associato al controllo, alla tirannia, alla vittimizzazione e al potere (terzo centro), allora
lamore per noi stessi e per gli altri finalmente sentito e visto in modo chiaro. Ci che lo
oscura sono le illusioni e le menzogne da noi stessi alimentate; e quando queste sono
rimosse, lamore semplicemente si rivela. Non c alcun bisogno di lavorare a questo, dato
che lamore laspetto della nostra vera natura. Tolte le nuvole, rimane il sole, resta
lamore.
66) LAmore non mai separabile dalla Vita e la Vita non mai separabile dallAmore. Questo
lo comprendiamo risvegliandoci nel quarto centro, il quale associato allamore
incondizionato e alla ghiandola del timo. Un creatore intenzionale che intende mantenere il
corpo in perfetta salute deve attivare o risvegliare questo centro focalizzandosi sulle
frequenze pi alte che contraddistinguono i pensieri riguardanti lamore condiviso e
manifestato. Egli deve fidarsi della saggezza dei suoi sentimenti e mai mettersi contro di
essi. In altre parole, non deve mai costringere se stesso a credere a ci che non avverte come
buono dentro di s. Il risveglio del quarto centro comporta la comprensione e la
realizzazione del suo valore, della sua dignit e della sua unicit. Nel quarto livello di
coscienza, egli riconosce la bellezza nella vita intorno a lui e inizia a capire i benefici della
compassione e del rispetto per gli altri. Quando ci risvegliamo e poi ci stabilizziamo nel
quarto centro, diventiamo sempre pi distaccati da tutte le complicazioni del dramma umano
che gravitano attorno ai primi tre centri. In altre parole, se il nostro focus si mantiene saldo
nel quarto livello di coscienza, quello allineato con latteggiamento dellamore sentito,
smettiamo di alimentare tutte le cose vibrazionalmente pi basse associate ai primi tre centri.
Ricordate: l dove sono i nostri pensieri prevalenti, la nostra consapevolezza e il nostro
sentire, l stiamo creando. Se lenergia dei primi tre centri andata incontro a quella che
viene definita morte occulta o a uno spegnimento per mancanza di alimentazione, allora

pi che comprensibile che le complicazioni del dramma umano associate ai primi tre centri
ci abbandonino, perch non c pi il magnetismo e non c pi la dinamica che le mantiene
in essere.
67) Tutti i Maestri di Creazione Intenzionale vi spronano a comprendere che siete stati voi a
creare la vostra vita nel modo in cui lavete voluta. Un creatore intenzionale degno di questo
nome pu solo dire: Ho scelto ogni cosa nella mia vita per farne esperienza. E da tutto ho
imparato. Ho acquisito saggezza dalle esperienze della mia vita. Riconosco che la salvezza
sempre in me. Sapere che non esiste nessuno che sia una vittima e che non mai accaduta
uningiustizia in questo o in qualsiasi altro mondo, certamente un duro insegnamento,
anche se ha il potere di liberarvi. I pi lo rifiuteranno perch questo mina alle radici il loro
sistema di convinzioni e lo stile di vita in cui si sono abituati a vivere. Chi ancora legato ai
pensieri e ai sentimenti della consapevolezza sociale preferisce pensare che esistano
vittime e persecutori, e dunque non assumersi la piena responsabilit di ci che attrae.
Un creatore intenzionale non pu pi odiare, per il semplice motivo che viene meno la
polarit di vittima e persecutore, che gli fa odiare il persecutore perch si sente vittima. Solo
quando riconosce di aver creato e attirato a s ogni cosa, pu liberarsi dai sensi di colpa e
dai sentimenti di odio, di biasimo e di fallimento che avvelenano la vita di chi non si
ancora risvegliato dal sogno. Togliete la vittima e non ci sar pi odio. Non smetter mai di
ricordarvi che un creatore intenzionale ha smesso di cercare qualcuno al di fuori di lui che lo
renda felice. Egli sceglie di essere felice esclusivamente grazie a se stesso. Egli sceglie di
essere gioia.
68) Siamo qui per evolverci attraverso la materia e completarci attraverso le emozioni che ci
derivano da ogni nostra esperienza. Siamo qui per sperimentare tutto ci che serve alla
nostra anima per colmarsi di saggezza. Saggezza linsieme di tutte le emozioni
accumulate: non affatto una comprensione intellettuale, ma una comprensione emozionale
frutto dellesperienza del nostro particolare e personale modo di procedere. Conoscere non
significa dimostrare qualcosa o saperla spiegare con retorica intellettuale, ma sentirla. Per
un creatore intenzionale, le migliori lezioni della vita vengono dal viverla. Le parole degli
altri non insegnano, conta solo la sua esperienza di vita, contano solo il suo sentire e il suo
focalizzare. Ogni pensiero deve essere coniato con decisione e vissuto con chiarezza e
intensit. Non va mai considerato un puro caso, ma deve essere contemplato a lungo finch
il modo straordinario ed elevato di pensare diventa il modo normale di pensare.
69) Non limitatevi a intellettualizzare questi insegnamenti; metteteli in pratica e di fatto viveteli.
Il velo che separa unesistenza felice da una infelice molto sottile. Tutto dipende da quello
che scegliete. fondamentale per voi sapere che ci che chiamate voi ci che siete
stata una scelta che avete fatto. Ed fondamentale per voi sapere che avete unampia
gamma di potenziali fra cui scegliere. Possiate essere l dove il vostro amore, la vostra gioia,
il vostro entusiasmo vi portano. Possiate fare una scelta che accresca la vita che gi avete,
cos da renderla pi splendida, amarla profondamente e non avere rimpianti di alcun genere.
Ricordate: quanto pi avete liberato la vostra mente dalle tragedie del pensiero della
consapevolezza sociale, tanto pi gloriosamente il vostro cervello e il vostro corpo vi
supporteranno al meglio. Siate semplicemente voi stessi e date via libera al Dio che avete
dentro. Esprimete chiaramente ci che intendete portare in manifestazione e fatelo con
passione focalizzata.
70) Tutte le esperienze che viviamo nel mondo rispecchiano il nostro rapporto con noi stessi.
Detto in altri termini, luomo non vede mai le cose come sono, ma come egli . Allo stesso
modo, egli vede negli altri ci che gi in lui. Da questa premessa fondamentale, potete
rendervi conto che se la convinzione fondamentale da cui parte di non essere degno di
amore e di non meritare il meglio, e dunque esclude dalla sua prospettiva lidea di seguire
un cammino di gioia e di vivere pienamente la vita che ama, il mondo gli apparir
certamente come una lotteria con pi biglietti bianchi che premi. Nellincapacit di

apprezzare se stesso, mancher di apprezzare tutto ci che gli gravita attorno, rimanendo
prigioniero delle sue convinzioni limitanti. Ma io vi dico che la vostra vita non dovrebbe
mai essere un fardello. Non siete qui per essere oppressi dal peso del mondo, ma per trarre il
massimo dallesistenza e per goderne ogni istante amandola con tutto voi stessi. Che cosa
aspettate ad amare voi stessi? Che cosa aspettate ad amare la vostra vita? Esistono solo due
modi per vivere la vita. Il primo come se niente fosse un miracolo. Il secondo come se
tutto fosse un miracolo. Se fate vostra questa seconda opzione e la interiorizzate bene,
arrivate presto ad accorgervi che i veri miracoli sono nelle piccole cose che prima davate per
scontate. scegliendo questa seconda via che vi rendete conto di quante cose preziose avete
intorno. Per un creatore intenzionale, non c cosa, per quanto banale possa apparire, che
non sia preziosa. Ogni persona con la quale entriamo in relazione preziosa. Il denaro che
usiamo prezioso. La nostra et e il nostro aspetto sono preziosi. Ma attenzione: non
possiamo accettare una gioia dovuta a unaltra persona, non possiamo accettare una gioia
basata sul denaro, come non possiamo accettare la gioia in base allet e allaspetto. Quello
a cui dovremmo puntare provare gioia in modo incondizionato, senza associarla a persone,
cose, luoghi, tempi ed eventi, perch collegarla a qualsiasi altra cosa diversa da noi dar via
il nostro potere e la nostra felicit.
71) Mettetevi in salvo nel quarto livello. Evolvere verso il quarto livello significa risvegliare
lamore per la gloria del Dio che siamo. Nel quarto livello amiamo profondamente ci che
siamo e iniziamo a vedere negli altri solo Dio. in questo livello associato al quarto centro
che ci apriamo allamore incondizionato e a una prospettiva ricca di vita e di bellezza. Ma
per evolvere verso il quarto livello necessario desiderare la semplicit, perch si tratta
soprattutto di diventare semplici e aperti come bambini, liberandoci da tutte le nostre
complicazioni. Per complicazioni intendo anche il fatto di creare realt contrastanti che vi
portano fuori strada. Se da una parte affermate: Amo ci che sono, e poi dite dallaltra
Non sono felice di me, create una dualit che chiede di essere vissuta, date vita a due realt
in conflitto. Nellottica della Creazione Intenzionale, tutto viene creato dalla consapevolezza
e tutto conta. Questo significa che non dovete mai dare niente per scontato e ricordare che
siete grandi esattamente quanto pensate di esserlo. Tutte le vostre chiacchiere inutili, tutti i
vostri pettegolezzi, tutta la vostra mancanza di presenza mentale, contribuiscono a creare la
vostra realt. Non parlate solo per sentirvi parlare; fate in modo che tutto ci che dite abbia
un significato, come se uscisse dal centro del vostro essere. Si tratta di stare attenti a ci che
diciamo e a ci su cui indirizziamo la mente in ogni momento. Siate nel momento presente e
liberatevi dalle vostre complicazioni e dalle barriere che avete creato. Mettetevi in salvo nel
quarto livello.
72) Negli altri vedo me stesso. Ogni persona nella mia vita un riflesso di ci che sono. Non
vedo mai laltro; vedo solo ci che io sono in lui. Ogni persona nella mia vita mi fa da
specchio senza volto e orbita attorno a me. Come desidero vedere me stesso, e quindi
riflettermi negli altri? Che cosa desidero che gli altri riflettano di me, io che sono al centro
della mia realt e la creo? Una persona saggia pone a se stessa queste domande. Vivere nel
quarto livello, a pagina quattro del Libro della Vita chiamato Evoluzione, significa guardare
negli occhi di tutta la gente e vedere voi stessi. E quando negli altri inizierete davvero a
vedere voi stessi, capirete che tutto muove dallamore, dal rispetto e dalla compassione che
avete per voi stessi. E a quel punto non darete pi al prossimo aspettandovi qualcosa di
ritorno: darete e basta, perch sentite che da fare e che da ogni vostro atto avete qualcosa
da imparare. Il quarto livello amore, e qui emerge la divinit. Ma prima di arrivare a
questo livello certamente soffrirete nel bruciare via molti vostri pensieri, pregiudizi e
atteggiamenti. Dovete essere voi a voler cambiare il vostro modo di pensare, dato che non vi
muovete ai margini della vostra realt, ma ne siete al centro e la create. Nel quarto centro
associato al quarto livello di consapevolezza, tutto ci che riguardava i primi tre centri deve
morire per tornare a vivere. Rendendovi conto di questo, non molti di voi vorranno passare

al quarto livello, preferendo a questo lillusoria sicurezza di tutte le cose che lo precedono e
alle quali vi siete aggrappati. Guardare al nostro passato come a qualcosa di concluso, vivere
nel momento presente con totale partecipazione e smetterla di sentirci vittime delle
circostanze invece di esserne i creatori, vuol dire cambiare il nostro modo di pensare,
ricreare il nostro mondo come lo vorremmo e non fermarci finch non labbiamo ripulito
completamente.
73) Nel nostro corpo ci sono il piano di viaggio e la mappa del percorso che ci porta a casa. La
mappa corrisponde ai centri nel corpo, e questi centri rappresentano i livelli delle frequenze
vibrazionali che permettono allessere di evolvere. La conoscenza di noi stessi la
raggiungiamo solo al quarto livello. Qui comprendiamo di attirare a noi solo la realt che ci
corrisponde. Qui comprendiamo che non possiamo avere qualcuno nella nostra vita se quella
persona non riflette ci che siamo. E sempre qui comprendiamo meglio di essere noi i
creatori della nostra realt. Questa certamente illuminazione. Tutto quello che precede il
quarto livello solo il viaggio per arrivare l; e tutto ci che sta sotto il quarto livello
metafisicamente parlando stagnazione e assenza di gioia. Nei primi tre centri troveremo
solamente copulazione, sofferenza, potere e soggiogazione. Qui creiamo il nostro solito
vecchio binario delle abitudini. Levoluzione delluomo e della donna si purtroppo
bloccata in questi primi tre centri, ai quali corrispondono cose di cui tutti noi abbiamo gi
fatto esperienza innumerevoli volte, incarnazione dopo incarnazione. Abbiamo girato e
girato e girato in cerchio per millenni. Che senso ha ripetere queste cose continuamente e
vivere nella stagnazione quando possiamo prendere la via verso casa e lasciarci alle spalle
tanta inutile sofferenza? Se davvero vogliamo creare una realt in cui scegliamo pi pace,
pi amore e pi gioia, senza pi rimanere intrappolati nei nostri drammi emozionali, allora
dobbiamo permettere alla nostra energia di salire nel quarto centro, a pagina quattro nel
Libro della Vita. Lo ripeto: mettetevi in salvo nel quarto livello.
74) Non essere posseduti dal passato, cio dissolvere ogni preoccupazione e attaccamento
emozionale. Vivere in piena consapevolezza ogni esperienza ed essere presenti totalmente in
tutto quello che pensiamo, diciamo e facciamo. Smettere di ritenere responsabile dei nostri
problemi e della nostra infelicit ogni cosa al di fuori di noi. Smettere di criticare il prossimo
e superare la limitazione del giudizio. Non fare soltanto qualcosa di buono per gli altri, ma
essere qualcosa di buono per gli altri. Recuperare subito linnocenza e la virt morale della
gioia della vita. Avere la perseveranza e la capacit di voler sempre pi sentire la pace,
lamore e la gioia in noi stessi, affinch tutto allesterno suoni con il timbro della pace,
dellamore e della gioia. Avere una visione elevata della vita e amarla con tutto noi stessi.
Amare i Maestri, ma mai deporre il potere della nostra caduta o della nostra ascesa ai loro
piedi o a quelli di qualunque altro individuo: la via verso lilluminazione non nulla che sia
al di fuori di ci che siamo.
75) Permettere: trovarsi nel mezzo di una grande calma; fluire gioiosamente con la vita; essere,
amare e restare aperti al flusso di Benessere della Fonte interiore; vedere qualcosa
semplicemente come essa , senza giudicarla come buona o cattiva, positiva o negativa,
superiore o inferiore. Nellottica della Creazione Intenzionale, Permettere significa vivere
pienamente la propria vita uscendo dal giudizio e dalla polarit su cui sono incentrati i
dogmi e le credenze limitate che governano la consapevolezza sociale. Finch c il buono
e c il giusto, ci devono sempre essere il cattivo e lo sbagliato, perch ogni volta che
vedete una cosa come buona o giusta, dovete crearne una cattiva o sbagliata per bilanciarla.
Permettere significa essere, cio scendere dal piedistallo e non giudicare nessuno. Con
questa parola esprimiamo uno stato dessere libero dai giudizi, in cui c solo vita.
76) LArte del Permettere un approccio naturale alla vita, che contempla una magica assenza
di difficolt e un libero scorrere dellenergia creativa attraverso di noi. un assaporare il
tempo traendo illuminazioni creative da ogni incontro o attraverso qualsiasi attivit, nella
consapevolezza che ogni momento ha valore in se stesso indipendentemente da come noi lo

usiamo. Il Permettere dunque una condizione di benessere e di non opposizione


caratterizzata dal fatto che non si provano emozioni negative. Il segreto rilassarsi,
mantenere la tranquillit danimo e coltivare larte del pensiero pacifico. Si tratta
essenzialmente di mantenere un ritmo moderato e svolgere le proprie mansioni con la
maggiore efficienza consentita dal minimo abuso delle proprie forze. Applicatevi nel
mantenere la quiete nel vostro spirito e imparate larte di allentare qualsiasi forma di
tensione nervosa.
77) La funzione dei sensi fisici non consiste solamente nel permettere linterpretazione di un
mondo materiale che gi esiste, ma anche nel crearlo. I sensi fisici plasmano la realt fisica
che sembrano soltanto percepire; non si limitano a ricevere-raccogliere passivamente dei
dati, ma concorrono attivamente alla costruzione di un mondo in continua evoluzione. I
sensi ci permettono di evolvere percependo le nostre stesse creazioni, in un processo
creativo senza fine. Mentre i sensi interiori ampliano la gamma delle nostre percezioni
consentendoci di interpretare unesperienza in modo molto pi libero, i sensi fisici ci
obbligano a produrre unesperienza in percezioni fisiche. Creano il mondo fisico in quanto
ci obbligano a percepire un determinato campo di energia in termini fisici e impongono uno
schema altamente specializzato a questo campo di realt. Percezione e creazione sono tra
loro connesse in maniera molto pi stretta di quanto siamo abituati a pensare.
78) La salute che vi negate legata al vostro atteggiamento mentale e ai vostri pensieri
ricorrenti. Per curare il corpo bisogna curare la mente, in quanto tutto psicosomatico. Ogni
cellula del corpo fisico ha un rapporto diretto con la Forza Vitale Creativa, la quale fluisce
liberamente quando provate gioia, passione ed entusiasmo. Invece di pensare malattia e
debolezza, focalizzatevi il pi possibile su ci che rappresenta una vita esultante e gioiosa,
una vita piena della pura gioia di vivere. Convincetevi del fatto che la Vita riempie tutto il
vostro organismo, che non solo avete Vita, Energia e Vitalit, ma che siete Vita, Energia e
Vitalit. Soffermatevi su questo pensiero, dichiaratelo e rallegratevi in esso fino a farlo
diventare un pensiero abituale. La vostra felicit la migliore medicina preventiva. Non la
fortuna a darvi la salute, siete voi.
79) Per il Divino che avete dentro naturale che il corpo goda di ottima salute. La Fonte libera
da ogni schema limitante legato alle malattie che la maggior parte delle persone ha raccolto
lungo il cammino fisico. Tutte le volte che provate un disagio fisico, significa che avete un
desiderio che sta cercando di attirare Energia, ma avete una convinzione che non lo
permette. Questo crea una resistenza nel corpo che non lascia entrare il Benessere, la cui
assenza appare come una malattia. Nel pensarla, nel darle un nome, nel descriverla in
dettaglio e nel credere che si manifesti nella vita delle persone, questa zona dombra viene
consolidata e reiterata quale frutto di una co-creazione. I pensieri di massa, ai quali un
creatore intenzionale tende a non dare alcun peso, sono fortemente focalizzati sulle malattie
e i processi di invecchiamento. Astenersi dal coltivare pensieri negativi specifici, evitare di
pensare alle malattie sottraendo loro forza e avere solo pensieri gradevoli sono tre
atteggiamenti mentali che permettono subito al corpo di ritrovare il suo naturale stato di
benessere.
80) Il vero guaritore sempre colui che ha bisogno di essere guarito. La guarigione si compie
grazie allatteggiamento interiore di colui che malato, perch proprio latteggiamento
che ha creato la malattia. Il corpo fisico interamente prodotto dai processi mentali di colui
che lo abita, e in ogni momento esso dipinge il ritratto pi chiaro degli atteggiamenti
emozionali di un essere. Lamore, la compassione, la gioia, la libert di espressione, la pace
interiore, la pazienza, la capacit di apprezzare la bellezza di ogni cosa, il fatto di vivere nel
momento presente e di permettere alla vita di essere sono tutti atteggiamenti registrati
come emozioni nella nostra anima; e tali emozioni mandano scintille elettriche di salute a
ogni cellula del corpo, che cos viene nutrita e sostenuta al meglio. Al contrario, lodio verso
se stessi, il rifiuto di se stessi, i sentimenti di indegnit, di gelosia, di colpa, di rabbia, di

fallimento, di dolore sono atteggiamenti che fanno degenerare le cellule del corpo creando
malattie e infermit. Sono tutti atteggiamenti che non sostengono n promuovono la vita, ma
la inibiscono e la depotenziano. Il corpo riflette sempre linsieme dei pensieri di un essere, il
quale nelle mani delle sue stesse creazioni.
81) Come ripeto sempre, non aspirate a diventare guaritori, ma imparate come prima cosa ad
amare voi stessi, profondamente. Amate, onorate e rispettate il vostro corpo ogni giorno
della vostra esistenza, perch esso la dimora di Dio e il vostro veicolo per sperimentare
questo piano. Se davvero volete guarire da una malattia o desiderate avere un influsso
guaritore, ricordate sempre che il vostro atteggiamento la cura, che lunico guaritore di
infermit chi le ha create e che il puro amore il pi grande guaritore. Potete aiutare gli
altri a guarire amandoli, vedendoli gi perfetti come sono, senza giudicarli, senza
considerare chi sono o come si esprimono. Siate semplicemente Amore e Vita, ed essi si
rilasseranno permettendo agli ormoni di fluire nel corpo e di guarirlo. Ma attenzione: non
desiderate di avere compassione per qualcun altro prima di averla avuta per voi stessi.
Quando incominciate ad amare voi stessi e a rimuovere dai vostri processi mentali gli
atteggiamenti che inibiscono la vita, la pace e larmonia cominceranno a regnare nelle vostre
strutture cellulari. Solo allora diventerete un esempio che motiver altri a fare la stessa cosa,
se davvero lo desiderano. Tenete presente che molti non permettono che la malattia venga
rimossa dai loro corpi perch nelle loro anime non hanno ancora completamente raggiunto
lo scopo a cui la malattia serve, oppure perch la malattia attira loro lattenzione che temono
di perdere.
82) Gli insegnamenti relativi alla longevit e allArte dellAscensione riguardano la pratica di
rallentare il processo di invecchiamento fino ad arrestarlo. Negli insegnamenti occulti della
Creazione Intenzionale contemplata questa possibilit, dato che il corpo fisico concepito
come uno strumento dei nostri pensieri creato per vivere solo il tempo che noi gli
permettiamo di vivere. In linea generale, per un creatore intenzionale dedito allArte
dellAscensione, la vecchiaia una condizione della mente: se fosse possibile estrarre un
uomo anziano da un corpo decrepito e collocarlo in un corpo giovane e forte, egli
continuerebbe ad avere pensieri da vecchio e a comportarsi da vecchio, attenendosi agli
atteggiamenti che avevano contribuito a renderlo tale. Non c dubbio che la sua mente
contribuirebbe a far degenerare in fretta il nuovo corpo. La materia viene trasformata
secondo latteggiamento che voi scegliete. Il corpo fisico si mantiene in accordo con il
vostro cervello e il vostro complessivo modo di pensare, perch ogni vostro pensiero carica
elettricamente e nutre ogni cellula del corpo. Nellottica della Creazione Intenzionale, come
si pensa, cos di diventa.
83) Non possibile fermarsi. La cosa pi saggia da fare pensare a voi stessi in un continuo
processo di miglioramento. Si tratta di andare oltre le vostre limitazioni autoimposte per
creare nuovi paradigmi di vita. E quanto pi create, pi giovani diventate. Quanto pi
giovani diventate, tanto pi vivrete. Un anno non fa differenza nella vostra struttura-pensiero
fino a quando non affermate e vi convincete che passato un anno. Allora immediatamente
lo catalogate come un anno di vecchiaia in pi, laddove se pensaste a un anno di maggiori
realizzazioni e conseguimenti, un anno di maggiore comprensione, esso sarebbe tale. Ogni
anno della vostra vita stato un prodotto del modo in cui avete pensato. Siete voi a creare la
vostra vecchiaia. Osservate i vostri pensieri e vedrete che tutta linfelicit e tutto il
decadimento sono dovuti a una vostra scelta.
84) Abbiate sempre rispetto per la famiglia e per la maternit. Non c dono pi grande che una
donna possa fare che quello di sacrificare una parte di se stessa per avere un bambino.
Nellintera creazione non esiste niente di pi bello di una donna che dal suo grembo
partorisce la vita. Vi esorto ad avere il massimo rispetto della donna in generale e delle
madri in particolare. Non saprete mai quanto una madre sia preziosa finch non sarete privi
di un corpo ed essa sar lunica cosa di cui avrete un disperato bisogno per ritornare sulla

terra e realizzare i vostri sogni, cos da avanzare nel vostro cammino evolutivo. Le donne
sono il cuore della famiglia: con la gravidanza, il parto e leducazione dei figli, svolgono un
compito divino, e la societ pu guarire e prosperare solo se tutti quanti si impegnano a
rispettarle, onorarle e valorizzarle come meritano. Nel risveglio della donna risiede la
creazione di nuovi paradigmi di vita incentrati sulla condivisione e sulla cooperazione. Le
donne avranno un ruolo di primissimo piano nella costruzione di un mondo in cui tutti
potranno vivere senza paura, senza sfiducia e senza divisione, condividendo insieme
labbondanza della Terra. Per troppi secoli, oltre a essere state oggetto di abuso da parte
degli uomini, le donne sono state il gruppo di persone pi sottoposto a pregiudizi che sia mai
vissuto e al quale non mai stato concesso il divino diritto a Dio. La vera essenza della
persona umana non limitata al corpo fisico o a uno specifico genere. Le donne sono una
degna espressione del Divino e la loro grande sfida sar quella di risvegliare il Dio che in
loro, senza lasciarsi limitare da alcun uomo.
85) Non potete continuare a mantenere vivi dentro di voi delle convinzioni o modelli
vibrazionali di ci che non volete e sperare di ricevere quello che volete. Questo andrebbe
contro la Legge dellAttrazione. Invece di volgere lo sguardo a ci che non avete, esprimete
tutto il vostro apprezzamento per ci che avete. Sperimentate il valore della vita
ringraziando sempre per tutto ci che fa parte della vostra esistenza, non importa quanto
banale sia. Pi vi comportate con sincera gratitudine, pi vi sar dato di essere grati.
Ricordate che quando vi sentite poveri, vi immaginate poveri e nei vostri discorsi ricorrono
quasi esclusivamente argomenti di povert, possono arrivarvi solo cose analoghe alla
povert. La premessa fissa, immutabile e sempre valida della Legge dellAttrazione la
seguente: ci che simile si attrae. Da qui limportanza di cercare gli aspetti pi felici della
vostra esistenza impegnandovi a evocare pensieri altrettanto favorevoli. Un creatore
intenzionale trova il modo di percepire lessenza di quello che desidera prima che possano
manifestarsi i dettagli.
86) Non sentitevi mai in colpa per labbondanza in cui vivete, ma ringraziate il Padre in voi e
benedite tutto ci che avete, incluso il vostro denaro. Dio in ogni cosa e il Suo Amore non
conosce gradi. Dio ama il ricco come ama il povero, ama luomo retto come ama
lassassino. E non esistono gradi nellessere spirituale perch lo Spirito ogni cosa, e ogni
cosa Dio. Se qualcosa non fosse Dio, esisterebbe al di fuori di Dio e quindi Dio non
sarebbe la totalit che noi creatori intenzionali riteniamo sia. Amate il Divino che avete
dentro e date compassione a voi stessi, siate gentili con il vostro essere. Tutti i nostri
insegnamenti insistono sul fatto che quando smettiamo di giudicarci, permettiamo alla
consapevolezza della nostra divinit di emergere. Allora non potremo fare a meno di amare
ogni cosa e ogni essere, perch facendolo ameremo noi stessi e Dio, riconoscendoli come la
stessa e identica cosa.
87) La preghiera creativa un mezzo efficace per restare allineati con la vostra Fonte interiore.
un modo per contemplare, nel silenzio del vostro essere, ci che desiderate e trasformarlo
in esperienza manifestata. Ovunque voi siate, per pregare il Padre, chiudete gli occhi e
andate dentro voi stessi. Comunicate con il potere dentro di voi, la pace in voi, lessenza
dellamore che tutto ci che siete. Fatelo per tutto il tempo che necessario perch questo
vostro sentimento raggiunga ogni fibra del vostro essere. Questo vi dar la forza di
affrontare il mondo con pace, amore e gioia. Qualunque cosa vogliate, diventatela
totalmente nei sentimenti. Non basta sentire il vostro desiderio; occorre che diventiate il
desiderio dentro di voi, in modo che lemozione esalti la totalit del vostro essere. Questo
lobiettivo: essere totalmente ci che avete desiderato. Non visualizzate semplicemente
limmagine di ci che volete. Qualunque cosa vogliate, sentite come vi sentireste se gi
laveste. Non pronunciate mai parole che dicano che non siete gi ci che volete essere,
perch qualunque cosa voi diciate un chiaro comando alla vostra anima di manifestarla nei
vostri giorni futuri. Riflettete con molta cura su ogni parola che esce dalla vostra bocca e su

ci che con essa intendete dire. Imparate a parlare e agire come se voi foste adesso il vostro
ideale, ricordando che il modo di pensare alla vostra vita, di parlarne e di sentirla oggi,
determina come essa sar domani.
88) Ricordate che la maggior parte delle persone si guarda troppo intorno, vibra reagendo a ci
che vede e non fa uso della facolt immaginativa per pensarsi al meglio. Un creatore
intenzionale direbbe che, nellosservazione del mondo e dei suoi aspetti fisici, la maggior
parte delle persone si lascia coinvolgere troppo dai risultati delle vibrazioni e finisce per
trascurare le vibrazioni che sono responsabili di quegli stessi risultati. Al tempo stesso
ignora il fatto che lUniverso non fa alcuna differenza tra le vibrazioni che emettiamo per
reazione a qualcosa che stiamo vedendo e le vibrazioni che emettiamo per reazione a
qualcosa che stiamo solo immaginando. Larte dellimmaginazione rappresenta invece la via
attraverso cui la nostra realt viene creata. Siamo stati educati a credere che
limmaginazione sia un qualche tipo di effetto collaterale dellemozione umana e che non
dovrebbe essere scambiata per realt. Molti sono indotti a non prenderla sul serio, quando in
verit essa costituisce il modo in cui la realt stessa viene a strutturarsi, non solo nella nostra
vita personale, ma in quelle che sono definite societ e culture nel loro insieme. La cosa pi
saggia che potete fare immaginare voi stessi al meglio, perseverare nel focalizzarvi bene
su ci che desiderate essere, fare o avere, e mantenere al riguardo un atteggiamento positivo,
fiducioso e rilassato.
89) Non c niente di pi importante del fatto di sentirvi bene e di trovare modi per stare meglio.
Da qui limportanza di avere pi cura di come vi sentite, perch se non vi decidete a
indirizzare i vostri pensieri verso quello che vi fa stare bene, non potete allinearvi con la
Fonte, e di conseguenza avete ben poco da dare agli altri. Soltanto dallinterno di questa
sorgente dAmore potete apprezzare del tutto voi stessi, la vostra esistenza e quella degli
altri. Amare significa essere in allineamento completo con la vibrazione della Fonte dentro
di voi. Ecco limportanza dellautostima, di un sano amore per se stessi, sia nel
raggiungimento di obiettivi personali, sia in vista di un servizio a favore delle persone, degli
animali o dellambiente. evidente che chi non ha autostima non rispetta se stesso, e chi
non rispetta se stesso non nella condizione di rispettare gli altri; ma attenzione: autostima
significa in primo luogo conoscere il valore del S. Assolviamo questo compito tenendo
sempre presente che siamo Esseri divini, che ognuno di noi Dio, e che dunque siamo quel
S che cerchiamo. Nella ricerca dellautostima cerchiamo qualcosa che ci accompagna da
sempre, perch la nostra essenza. Tutti i grandi problemi di autostima che hanno oggi
molte persone esprimono solo un allontanamento pi o meno grande dal Divino che in
loro. Questo chiarisce meglio il motivo per cui un creatore intenzionale riserva a Dio il
primo posto nella sua scala di valori.
90) Gli atteggiamenti sono sempre pi importanti dei fatti, e un atteggiamento di fede
incrollabile ci che fa la differenza. Luomo ha la tendenza a complicarsi la vita perch
manca di fiducia in se stesso, manca di fiducia nel potere creativo dei suoi pensieri, manca
di fiducia nelle Leggi sottili che regolano il nostro Universo e manca di fiducia
nellassistenza di Guide pronte ad aiutarlo. Da questo punto di vista, il Vangelo insegna
chiaramente quanto sia determinante avere un atteggiamento di fede: Sia fatto a voi secondo
la vostra fede (Mt 9, 29); Perci vi dico: tutte le cose che domandate pregando, credete di
riceverle e le otterrete (Mc 11, 24); Chiedete e vi sar dato; cercate e troverete; bussate e vi
sar aperto (Mt 7, 7); Se avrete fede niente vi sar impossibile (Mt 17, 20); Se dimorate
in me e le mie parole dimorano in voi, domandate quel che volete e vi sar fatto (Gv 15, 7).
Quindi: pensate con fede a dove volete andare, non a dove vi trovate ora; parlate con fede di
dove volete andare, non di dove vi trovate ora. Quando vi focalizzate su ci che volete, ne
attirate lessenza nel vostro futuro.