Sei sulla pagina 1di 5

1. Qual la pi corretta e completa definizione di G.I.S. o S.I.T. per lanalisi del terreno?

a. una banca dati di informazioni geografiche, relative al terreno, atte a soddisfare le


esigenze militari per la Pianificazione.
b. una banca dati di informazioni del sottosuolo, per lo sfruttamento delle risorse
locali;
c. una banca dati di informazioni geografiche, relative al terreno, atte a soddisfare le
esigenze militari, sia per la Pianificazione che per la Tattica.
d. una carta tematica relativa allidrografia superficiale.
2. La banca dati dellanalisi del terreno quali rappresentazioni cartografiche adotta?
a. La Planning Terrain Analysis Data Base, alla scala 1:250.000, la Tactical Terrain
Analysis Data Base, alla scala 1:50.000;
b. La Tactical Terrain Analysis Data Base, alla scala 1:50.000;
c. Planning Terrain Analysis Data Base, alla scala 1:250.000;
d. La Planning Terrain Analysis Data Base, alla scala 1:50.000, La Tactical Terrain
Analysis Data Base, alla scala 1:250.000.
3. Quante e quali sono le carte tematiche che possono essere realizzate con i database?
a. 5: Movimento fuori strada (CCM); Vie di comunicazione; Occultamento
allosservazione
aerea,
osservabilit
aerea
invernale;
Occultamento
allosservazione aerea, osservabilit aerea estiva; Occultamento e defilamento dalle
armi a tiro teso.
b. 4: Movimento fuori strada (CCM); Vie di comunicazione; Occultamento
allosservazione aerea; Occultamento e defilamento dalle armi a tiro teso.
c. 4: Movimento fuori strada (CCM); Occultamento e defilamento dalle armi a tiro
teso-periodo estivo; Occultamento e defilamento dalle armi a tiro teso-periodo
invernale; Occultamento allosservazione aerea.
d. 5: Movimento fuori strada (CCM); Vie di comunicazione; Occultamento
allosservazione
aerea,
osservabilit
aerea
invernale;
Occultamento
allosservazione aerea, osservabilit aerea estiva; Occultamento e defilamento dalle
armi a tiro con il secondo arco.
4. Secondo quale criterio vengono codificate le classi di pendenza nellanalisi della
configurazione di superficie?
a. In base
b. In base allimpiego militare consentito dalla pendenza;
c.
5. Nella redazione delloverlay della configurazione della superficie devo conoscere
alcune caratteristiche del mezzo per il quale sto preparando loverlay per determinare il
fattore di rallentamento F1, quali?
a. Max pendenza fuoristrada (%), max pendenza su strada (%), max vel (Km/h);
b. Carreggiata veicolo (m), diametro dei tronchi superabile (DBH);
c. Vehicle cone index 1 passaggio (VCI1), Vehicle cone index 50 passaggi (VCI50);
d. Lunghezza veicolo, raggio minimo di sterzata, classe militare.
6. Nella redazione delloverlay della configurazione della superficie il fattore di
rallentamento F2, cosa rappresenta?
a. numero di volte che la superficie del terreno varia da pendenza negativa a positiva
sulla distanza di 10 Km;
b. numero di volte che la superficie del terreno varia da pendenza negativa a positiva
sulla distanza di un Km;
c. numero di curve di livello attraversate sulla distanza di un km;
d. il rallentamento provocato dal numero di volte che la superficie del terreno varia da
pendenza negativa a positiva sulla distanza di un Km.
7. Le zone boscose vengono codificate con un codice alfanumerico, quale?

a. la lettera il tipo di vegetazione, il primo numero il codice di copertura chiome, il


secondo laltezza degli alberi;
b. la lettera il tipo di vegetazione, il primo numero il codice di copertura chiome, il
secondo laltezza dei rami dal suolo;
c. il numero il tipo di vegetazione, la prima lettera il codice di copertura chiome, la
seconda lettera laltezza degli alberi;
d. la lettera il tipo di vegetazione, il primo numero il codice del sottobosco, il
secondo laltezza degli alberi;
8. Il fattore di rallentamento della vegetazione V1 (fattore spaziale) da quali termini
dipende?
a. distanza alberi, diametro tronco, raggio minimo di sterzata;
b. distanza alberi, larghezza veicolo, raggio minimo di sterzata;
c. tronchi abbattibili, diametro tronco, distanza alberi, larghezza veicolo, raggio
minimo di sterzata;
d. distanza alberi, diametro tronco, larghezza veicolo, raggio minimo di sterzata.
9. Il fattore di rallentamento della vegetazione V1 (fattore spaziale) da quali termini
dipende?
a. distanza alberi, diametro tronco, raggio minimo di sterzata;
b. distanza alberi, diametro tronco, tronchi abbattibili, larghezza veicolo, raggio
minimo di sterzata;
c. tronchi abbattibili; diametro tronco, distanza alberi, larghezza veicolo;
d. distanza alberi, diametro tronco, tronchi abbattibili, raggio minimo di sterzata.
State preparando loverlay della vegetazione per il veicolo da combattimento su scafo T62
con le seguenti caratteristiche:

larghezza veicolo (W): 3,37 m;

raggio minimo di sterzata (MTR): 9,33 m;

tronchi abbattibili (OD): 0,15 m;


Sapendo che il tipo di vegetazione in esame, esaminata su foto aeree, un bosco a foglie
caduche con le seguenti caratteristiche:

Totale conteggio degli alberi (TC) per unarea di 0,08 ettari: 145;

medio della chioma (DC): 160 cm;

Percentuale di copertura delle chiome: 36 %;

Altezza degli alberi: 3 m;

Presenza sottobosco: assente;

Fattore di asperit di vegetazione (VRF): 1;


Determinare:
10. Il codice del tipo di vegetazione:
a. C12
b. D21
c. A1
d. K
11. La distanza media tra gli alberi (SS):
a. 3 m
b. 2m
c. 2,6 m
d. 5 m
12. Il diametro del tronco (SD) in cm:
a. 15
b. 20
c. 10

d. 5
13. Il fattore di vegetazione V1:
a. 0
b. 0,5
c. 0,1b
d. 1
14. Il fattore di vegetazione V2
a. 1
b. 0,41
c. < 0
d. 0
15. Il fattore di vegetazione F3
a. 1
b. 0
c. 0,41
d. 0,2
16. Secondo la classificazione USCS in base a quale criteri vengono suddivise le terre a
grana grossa da quelle a grana fine?
a. Le terre a grana grossa hanno un passante al setaccio n. 200 (0,074mm) < 50% e le
terre a grana fine > 50%.
b. Le terre a grana grossa hanno un passante al setaccio n. 200 (0,074mm) > 50% e le
terre a grana fine < 50%.
c. Le terre a grana grossa hanno un passante al setaccio n. 40 (0,420mm) < 50% e le
terre a grana fine > 50%.
d. Le terre a grana grossa hanno un passante al setaccio n. 40 (0,420mm) > 50% e le
terre a grana fine < 50%.
17. Nelleseguire la lanalisi meccanica di un terreno per mezzo di setacci, come facciamo
a stabilire la granulometria del materiale passante al setaccio pi piccolo (n. 200)?
a. Non necessario stabilire la granulometria delle parti fini;
b. Per mezzo dellanalisi del materiale passante, in sospensione in un liquido di
densit nota, analizzando la velocit di sedimentazione;
c. eseguendo una dispersione acquosa delle parti fini (passante) ed esaminando la
diversa velocit di sedimentazione delle particelle che secondo la Legge di Stokes
in relazione al dei granuli.
d. Impiegando particolari setacci con magli di dimensioni pi piccole (n. 400).
18. Nella determinazione delle caratteristiche geotecniche dei materiali di superficie, come
viene definito il limite liquido?
a. Percentuale di contenuto in acqua corrispondente al passaggio dallo stato plastico
allo stato liquido;
b. Percentuale di contenuto in acqua corrispondente al passaggio dallo stato solido
allo stato liquido;
c. Percentuale di contenuto in argilla ;
d. Percentuale di contenuto in acqua corrispondente al passaggio dallo stato
semisolido allo stato liquido.
19. Cosa indicano gli indici L e H da assegnare alle terre a grana fine secondo la classifica
USCS?
a. L indica limite plastico > 50% e H limite plastico <50%;
b. L indica limite liquido < 50% e H limite liquido >50%;
c. L indica limite liquido > 50% e H limite liquido <50%;
d. L indica limite plastico > 50% e H limite plastico <50%.

20. Nella valutazione delle possibilit di movimento fuori strada (CCM) deve essere
determinato il Cone Index (CI) del suolo in esame. Cosa rappresenta il CI?
a. il rapporto tra la resistenza al taglio di un terreno a granulometria fine, scarsamente
drenato, ed il suo valore finale dopo essere stato sottoposto a traffico veicolare;
b. il valore di resistenza al taglio del terreno misurato tramite un penetrometro a cono,
dotato di anello dinamometrico;
c. il valore di resistenza al taglio del terreno misurato tramite un penetrometro a cono,
dotato di anello dinamometrico. un numero adimensionale che varia tra 0 e 300;
d. il prodotto del RCI (Remolding Cone Index) per il RI (Remolding Index) e
corrisponde al valore di resistenza al taglio di un terreno rimaneggiato dal
passaggio dei veicoli;
21. Nella valutazione delle possibilit di movimento fuori strada (CCM) deve essere
determinato il Remolding Index (rI) del suolo in esame. Cosa rappresenta il RI?
a. il rapporto tra la resistenza al taglio di un terreno a granulometria fine, scarsamente
drenato, ed il suo valore finale dopo essere stato sottoposto a traffico veicolare.
b. il rapporto tra la resistenza al taglio di un terreno a granulometria fine, scarsamente
drenato, ed il suo valore finale dopo essere stato sottoposto a traffico veicolare. Il
suo valore varia tra 0 e 1.
c. il valore di resistenza al taglio del terreno misurato tramite un penetrometro a cono,
dotato di anello dinamometrico. un numero adimensionale che varia tra 0 e 300;
d. il prodotto del RCI (Remolding Cone Index) per il RI (Remolding Index) e
corrisponde al valore di resistenza al taglio di un terreno rimaneggiato dal
passaggio dei veicoli;
Per la preparazione delloverlay relativo al Cross Country Movement (CCM), impostato
per il veicolo tattico M113, abbiamo eseguito una campagna di rilevamento delle
caratteristiche del terreno. I risultati di queste indagini hanno portato a definire il Rating
Cone Index (RCI) di un determinato terreno di natura siltosa-argillosa (ML1) equivalente a
130 se asciutto, 30 se bagnato; sapendo che il Vehicle Cone Index (VCI) del M113 sono
VCI1=17 ed il VCI50=40, determinare nei due casi rispettivamente:
22. Il fattore F4D:
A. 0
B. 1
C. 0,5
D. 0,2
23. Il fattore F4w:
a. 1
b. 0
c. 0,13
d. 0,57
24. Per quali tipologie di terreni si procede alla determinazione del remolding index?
a. terre a grana grossa (sabbie e ghiaie);
b. terre a grana fine e sabbie sciolte;
c. terre a grana fine;
d. nessuna delle precedenti.
25. Qual la profondit dello strato critico di un M116 per terreni a grana fine relativa a 50
passaggi?
a. 0-3 pollici;
b. 6-12 pollici;
c. 3-9 pollici;
d. 0-6 pollici.
26. Nella determinazione del cone index, a che profondit interrompo la prova?

a.
b.
c.
d.

6 maggiore della profondit dello strato critico;


Quando raggiungo lo strato critico;
12 maggiore della profondit dello strato critico;
6 minore della profondit dello strato critico.