Sei sulla pagina 1di 32

Travi PREM 2015

Qualificazione, Identificazione, Accettazione


Ing. Massimo Pugliese e Ing. Fabio Pes - TUV Italia

costruire e rinnovare in modo sostenibile e sicuro

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

Travi PREM 2015

Obiettivi
Evidenziare limpatto delle Norme Tecniche per le Costruzioni
(Decreto 14.01.2008) e della regolamentazione europea dei
prodotti da costruzione (Regolamento 305/2011) sulla
qualificazione, identificazione e accettazione delle travi
reticolari miste.

Fornire ai partecipanti alcuni spunti e riferimenti per adeguare


ai requisiti legislativi il processo di approvvigionamento e
controllo dei prodotti regolamentati e approfondire il caso
specifico del suddette travi reticolai miste per usi strutturali.

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

Travi PREM 2015

REGOLAMENTO UE 305/2011 (CPR)


Un prodotto pu essere soggetto a pi direttive.
La marcatura CE indica che il prodotto conforme
a tutte le disposizioni delle direttive europee
applicabili.

Non un marchio di origine n di qualit.

In funzione delle caratteristiche del prodotto deve


essere apposta sul prodotto stesso, sulletichetta
dellimballo o sulla documentazione di
accompagnamento.

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

Travi PREM 2015

REGOLAMENTO UE 305/2011 (CPR)


Il Regolamento CPR ha lobiettivo di ridurre le barriere al
commercio e non ostacolare la libera circolazione sul mercato
europeo dei prodotti da costruzione.
A tale scopo il CPR stabilisce:

1. Un sistema di specifiche tecniche armonizzate


2. Un sistema condiviso di attestazione della conformit
per ogni famiglia di prodotto

3. Una rete di Organismi Notificati


4. La marcatura CE dei prodotti
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

Travi PREM 2015

Il Regolamento CPR reso operativo attraverso le specifiche


tecniche armonizzate:
1. Le Norme Europee Armonizzate di prodotto (hEN
harmonised European Standard) elaborate dal CEN (metodo
preferito)
2. I Documenti di Valutazione Europea EAD (ex-BTE/ETA)
rilasciati dai TAB (Technical Assessment Body)

Tali documenti normativi contengono prescrizioni su come il


fabbricante deve agire per:
valutare la conformit del prodotto
attestare la conformit del prodotto con lapposizione della
marcatura CE (sistemi V.V.C.P.)
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

Travi PREM 2015


SISTEMI DI VALUTAZIONE E VERIFICA DELLA COSTANZA DELLA PRESTAZIONE

Compiti

S.V.V.C.P. 1+

2+

Fabbricante:
Prove iniziali di tipo (ITT)
Controllo Produzione Fabbrica (FPC)
Prove secondo uno specifico piano (TP)

Ulteriore piano di prove secondo specifico


piano (FTP)
Organismo Notificato:
Prove iniziali di tipo (ITT)
Certificazione del FPC
Sorveglianza del FPC
Audit-testing dei campioni
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

Estratto della EN 13225:2013

Travi PREM 2015

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

Estratto della EN 13225:2013

Travi PREM 2015

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

Estratto della EN 1090-1:2009+A1:2011

Travi PREM 2015

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

Estratto della EN 1090-1:2009+A1:2011

Travi PREM 2015

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

10

Travi PREM 2015

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE
Il fabbricante deve allegarla alla fornitura e deve contenere:
a. Codice di identificazione unico del prodotto-tipo
b. Numero di tipo, lotto, serie o qualsiasi altro elemento che
consenta l'identificazione del prodotto da costruzione ai sensi
dell'art. 11 4
c. Uso o usi previsti del prodotto da costruzione,
conformemente alla relativa specifica tecnica armonizzata,
come previsto dal fabbricante
d. Nome, denominazione commerciale registrata o marchio
registrato e indirizzo del fabbricante ai sensi dell'art. 11 5
e. Se opportuno, nome e indirizzo del mandatario, il cui
mandato copre i compiti cui all'art. 12 2
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

11

Travi PREM 2015

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE
Il fabbricante deve allegarla alla fornitura e deve contenere:
f. Sistema o sistemi di valutazione e verifica della costanza della
prestazione del prodotto da costruzione di cui all'allegato V
g. Nel caso di una dichiarazione di prestazione relativa ad un
prodotto da costruzione che rientra nell'ambito di applicazione
di una norma armonizzata
h. Nel caso di una dichiarazione di prestazione relativa ad un
prodotto da costruzione per il quale stata rilasciata una
valutazione tecnica europea

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

12

Travi PREM 2015

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE
Il fabbricante deve allegarla alla fornitura e la dichiarazione deve
contenere:

i.Prestazione dichiarata

j.Firma del fabbricante

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

13

Travi PREM 2015

NORME TECNICHE DELLE COSTRUZIONI


(DM 14.01.2008 NTC2008)
QUALIFICAZIONE DEI MATERIALI
-Capitolo 4.6 Costruzioni di altri materiali
-Capitolo 11 Materiali e prodotti per uso strutturale

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

14

Travi PREM 2015


4.6 Costruzioni di altri materiali

I materiali non tradizionali o non trattati nelle presenti norme tecniche


potranno essere utilizzati per la realizzazione di elementi strutturali od opere,
previa autorizzazione del Servizio Tecnico Centrale [] sulla base di procedure
definite dal STC.
Si intende qui riferirsi a materiali quali:
calcestruzzi di classe di resistenza superiore a C70/85,
calcestruzzi fibrorinforzati
acciai da costruzione non previsti in 4.2
travi tralicciate (*) in acciaio conglobate nel getto di cls collaborante
leghe di alluminio (*) oppure leghe di rame
materiali polimerici fibrorinforzati
pannelli con poliuretano o polistirolo collaborante
materiali murari non tradizionali
vetro strutturale
materiali diversi dallacciaio con funzione di armatura da c.a.
(*) vedere successive circolari del CSLLPP per alluminio e travi REP
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

15

Travi PREM 2015

11.1 Generalit
I materiali e prodotti per uso strutturale devono essere:
-

identificati univocamente a cura del produttore, secondo le


procedure applicabili;

qualificati sotto la responsabilit del produttore, secondo le


procedure applicabili;

accettati dal Direttore dei Lavori mediante acquisizione e


verifica della documentazione di qualificazione, nonch
mediante eventuali prove sperimentali di accettazione
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

16

Travi PREM 2015

11.1 Generalit
Per lidentificazione e la qualificazione, possono configurarsi i
seguenti casi:
A) materiali e prodotti per uso strutturale per i quali sia
disponibile una norma europea armonizzata il cui riferimento
sia pubblicato su GUUE. Al termine del periodo di coesistenza il
loro impiego nelle opere possibile soltanto se in possesso
della Marcatura CE, prevista dalla Direttiva 89/106/CEE (CPD);

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

17

Travi PREM 2015

11.1 Generalit
Per lidentificazione e la qualificazione, possono configurarsi i
seguenti casi:

B) materiali e prodotti per uso strutturale (individuati nel


presente 11), per i quali non sia disponibile una norma
armonizzata ovvero la stessa ricada nel periodo di coesistenza,
per i quali sia invece prevista la qualificazione con le modalit e
le procedure indicate nelle presenti norme.
E fatto salvo il caso in cui, nel periodo di coesistenza della
specifica norma armonizzata, il produttore abbia
volontariamente optato per la Marcatura CE;
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

18

Travi PREM 2015

11.1 Generalit
Per lidentificazione e la qualificazione, possono configurarsi i
seguenti casi:
C) materiali e prodotti per uso strutturale innovativi o
comunque non citati nel presente capitolo e non ricadenti in
una delle tipologie A) o B). In tali casi il produttore potr
pervenire alla Marcatura CE in conformit a BTE/ETA, ovvero, in
alternativa, dovr essere in possesso di un Certificato di
Idoneit Tecnica allImpiego rilasciato dal Servizio Tecnico
Centrale sulla base di Linee Guida approvate dal CSLLPP.

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

19

Travi PREM 2015

11.1 Generalit
Per i materiali e prodotti recanti la Marcatura CE (caso A) sar
onere del Direttore dei Lavori, in fase di accettazione,
1. accertarsi del possesso della marcatura stessa e richiedere
ad ogni fornitore, per ogni diverso prodotto, il Certificato
ovvero la Dichiarazione di Prestazione
a. alla parte armonizzata della specifica norma europea
ovvero
b. allo specifico Benestare Tecnico Europeo, per quanto
applicabile.
2. verificare che tali prodotti rientrino nelle tipologie, classi
e/o famiglie previsti nella detta documentazione
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

20

Travi PREM 2015

11.1 Generalit
Per i prodotti non recanti la Marcatura CE, il Direttore dei
Lavori dovr accertarsi del possesso e del regime di validit
1. dellAttestato di Qualificazione (caso B) o
2. del Certificato di Idoneit Tecnica allimpiego (caso C)
rilasciato del Servizio Tecnico Centrale del Consiglio
Superiore dei Lavori Pubblici.

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

21

Travi PREM 2015

In applicazione del par. 4.6 e 11.1 delle NTC2008, il CSLP ha


emanato le Linee guida per lutilizzo di travi tralicciate in acciaio
conglobate nel getto di calcestruzzo collaborante e procedure
per il rilascio dellautorizzazione allimpiego, inquadrando la
totalit delle Travi PREM in 3 categorie strutturali:
a. Strutture composte acciaio-calcestruzzo;
b. Strutture in calcestruzzo armato normale o precompresso;
c. Strutture non riconducibili ai principi, alle definizioni, ai
modelli di calcolo e ai materiali delle due categorie sopra
elencate.
La specifica classificazione compito dello stesso CSLP
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

22

Travi PREM 2015

Nelle Linea Guida viene previsto che Per qualsiasi categoria


prodotta () si devono inoltre adottare idonee procedure di
controllo del processo di produzione in fabbrica ai sensi delle
NTC 2008 Capitolo 11, punto 1.

A tal fine, il sistema di controllo della produzione in fabbrica


deve essere predisposto in coerenza con la norma UNI EN ISO
9001:2000 e certificato da organismi terzi indipendenti che
operano in coerenza con la norma UNI CEI EN ISO/IEC
17021:2006, autorizzati dal Servizio Tecnico Centrale del
Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

23

Travi PREM 2015

Inoltre per quanto applicabile alla specifica categoria di travi


reticolari miste viene richiesto al produttore i seguenti requisiti:
Attestato di Denuncia Attivit come Centro di
Trasformazione Acciaio di cui al par. 11.3.1.7 delle NTC2008
Qualifiche operatori e procedimenti di saldatura di cui al
par. 11.3.4.5 delle NTC2008
Certificazione ISO 3834-X di cui al par. 11.3.4.5 delle NTC2008
Rispetto della ISO 17660-X per saldatura degli acciai di
armatura
Qualifica per produzione occasionale di manufatti
prefabbricati in c.a. (es. fondelli in c.a.) di cui al par. 11.8.4
delle NTC2008
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

24

Travi PREM 2015

Attestato di Denuncia Attivit come Centro di Trasformazione


Acciaio di cui al par. 11.3.1.7 delle NTC2008
Centro di Trasformazione acciaio per cemento armato, di
cui al par. 11.3.2.6 delle NTC2008
Centro di Trasformazione acciaio per carpenteria, di cui al
par. 11.3.4.10 delle NTC2008
Per quellultimo caso vedere anche chiarimenti del CSLP-STC
del 5 giugno 2014, in merito allapplicazione della norma
armonizzata EN 1090-1 per i materiali e prodotti in carpenteria
metallica ad uso strutturale ed interazioni con le NTC2008

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

25

Travi PREM 2015

REQUISITI PROCESSO DI SALDATURA


di cui al par. 11.3.4.5 delle NTC2008
Requisito

Norma

Procedimento allarco elettrico


(ammessi procedimenti diversi previa adeguata doc. tecnica e
sperimentale)

ISO 4063

Qualifica (certificati) saldatori con procedimenti


semiautomatici o manuali

ISO 9606-1
(ex-EN 287-1)

Qualifica (certificati) saldatori con procedimenti automatici o


robotizzati

ISO 14732
(ex-EN 1418)

Procedimenti di saldatura mediante WPQR

ISO 15614-1

Le prove di qualifica dei saldatori, degli operatori e dei procedimenti


dovranno essere eseguite da un Ente terzo; in assenza di prescrizioni in
proposito lEnte sar scelto dal costruttore secondo criteri di
competenza e di indipendenza
MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

26

Travi PREM 2015

REQUISITI PROCESSO DI SALDATURA


di cui al par. 11.3.4.5 delle NTC2008
Le saldature saranno sottoposte a controlli non distruttivi finali per
accertare la corrispondenza ai livelli di qualit stabiliti dal progettista.
In assenza di tali dati per strutture non soggette a fatica si adotter il livello C
della norma UNI EN ISO 5817:2004 e il livello B per strutture soggette a
fatica.
Lentit ed il tipo di tali controlli, distruttivi e non distruttivi, in aggiunta a
quello visivo al 100%, saranno definiti dal Collaudatore e dal DL;
(es. liquidi penetranti, polveri magnetiche, ultrasuoni, ecc.)
Per le modalit di esecuzione dei controlli ed i livelli di accettabilit si potr
fare utile riferimento alle prescrizioni della norma UNI EN 12062:2004.
Tutti gli operatori che eseguiranno i controlli dovranno essere qualificati
secondo la norma UNI EN 473:2001 almeno di secondo livello.

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

27

Travi PREM 2015

REQUISITI PROCESSO DI SALDATURA


di cui al par. 11.3.4.5 delle NTC2008
Certificazione ISO 3834-2/3/4

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

28

Travi PREM 2015

REQUISITI PROCESSO DI SALDATURA


(per acciaio per cemento armato)
Rispetto della ISO 17660-X per saldatura degli acciai di armatura
Requisito

Norma

Saldatura degli acciai darmatura


Parte 1 : Giunti saldati destinati alla trasmissione del carico

ISO 17660-1

Saldatura degli acciai darmatura


Parte 2 : Giunti saldati non destinati alla trasmissione del carico

ISO 17660-2

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

29

Travi PREM 2015

Qualifica per produzione occasionale di manufatti prefabbricati


in c.a. (es. fondelli in c.a.) di cui al par. 11.8.4 delle NTC2008
I produttori di elementi prefabbricati di serie e/o occasionali devono
procedere alla qualificazione dello stabilimento e degli elementi costruttivi
di serie prodotti trasmettendo, ai sensi dellart. 58 del DPR n. 380/2001,
idonea documentazione al Servizio Tecnico Centrale della Presidenza del
Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.
La documentazione di cui sopra sar resa nota dal Servizio Tecnico Centrale
a mezzo di specifica Circolare.
Il Servizio Tecnico Centrale ha facolt, anche attraverso sopralluoghi, di
accertare la validit e la rispondenza della documentazione, come pure il
rispetto delle prescrizioni contenute nelle presenti norme.

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

30

Travi PREM 2015

PROVANDO A TIRARE LE FINE


Quadro legislativo apparentemente chiaro, ma poi oggetto di fattori
di interpretazione
Ove il prodotto rientra nel campo di applicazione di hEN sotto CPR
(es. EN 13225, EN 1090-1, ecc) => vige la marcatura CE
Nel caso di prodotto non marcabile CE => vige qualifica nazionale in
accordo a NTC2008 (par. 4.6 e 11.1)

Nel caso delle travi reticolari metalliche, rientranti nel campo di


applicazione della Linea Guida ministeriale, lo stesso CSLP-STC ad
individuare sia la tipologia che il percorso di qualifica del prodotto

MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM


TUV ITALIA

31

Travi PREM 2015

We can fly together


Grazie per la Vostra attenzione
Per informazioni:
Massimo Pugliese Divisione Real Estate massimo.pugliese@tuv.it

Fabio Pes Divisione Real Estate fabio.pes@tuv.it


MADEexpo - BuildSmart - Rho, 20 Marzo 2015 - Incontro Tecnico ASSOPREM
TUV ITALIA

32

Potrebbero piacerti anche