Sei sulla pagina 1di 4

Pedretti Beatrice

V A classico

vacanze estive

Da un punto di vista
tematico, Goldoni
avverte la necessit
PAG 521
di un cambiamento,
La riforma di Goldoni ha sicuramente avuto undopo il periodo
impatto di fondamentale importanza sullambientebarocco, dallo stile
e
culturale veneziano. Durante il corso del Settecento,ampolloso
verso
la passata fortuna economica di Venezia non era che ridondante,
un ricordo: la prosperit dei commerci, nonostante gliuno stile

SAGGIO BREVE Goldoni e la Commedia


dellArte

sforzi per ristabilirla, dopo lo spostamento delle


principali rotte verso lAtlantico andava sempre pi in
crisi, mentre in citt si tenevano splendide feste, come
il carnevale. Il teatro goldoniano deve le proprie
caratteristiche a questo periodo storico e culturale.
Prima della diffusione della riforma di Goldoni,
quindi durante la seconda met del Settecento, nello
scenario teatrale italiano la Commedia dellArte, nata
in Italia nel XVI secolo e popolare fino alla met del
XVIII secolo, aveva un ruolo dominante. Le
rappresentazioni teatrali non si basavano su un
copione scritto, ma su un canovaccio, una traccia
sommaria sulla quale si sviluppava poi il dialogo,
improvvisato dagli attori che a loro volta
impersonavano delle maschere tradizionali1 ed
immediatamente riconoscibili, che corrispondevano a
dei tipi psicologici stereotipati. Goldoni mosse
unaspra critica a questa forma teatrale divenuta
triviale e ripetitiva: egli era contrario non alla
commedia a soggetto, ma ai facili effetti e alle
sconcezze cui si riduceva quasi sempre quello
spettacolo2.
1 Maschere della Commedia dellArte, XVI sec.,

incisione, Stoccolma, Nationalmuseum


2 A. STUSSI, Goldoni e lambiente veneziano, in Storia

della letteratura italiana, Il Settecento. Il secondo


Settecento, diretta da E. MALATO, Il Sole 24 Ore, Milano
2005

Pedretti Beatrice

V A classico

vacanze estive

pi ricca delle varie


combinazioni della
fantasia. Per questo
motivo
Goldoni,
attingendo
direttamente
allimmenso
serbatoio della vita
pi naturale, coerente con la nuova cultura arcadica ereale di uomini
razionalista. Da qui ne deriva la necessit, per comuni7 si ispira
lautore, di eliminare dalla propria opera quel tipo diallosservazione di
commedia che ormai consisteva solamente in unadue
libri
pedissequa ripresentazione di caratteristiche eanticonvenzionali, il
personaggi stereotipati, che il pubblico gi conosceva.Mondo e il Teatro:
Come scrisse egli stesso nelle sue Memorie, I mieiIl primo mostra
compatriotti erano accostumati da lungo tempo alle tanti e poi tanti vari
farse triviali e agli spettacoli giganteschi3, definendocaratteri di persone
il pubblico dellepoca accostumato alle iperboli, alle[]; il secondo poi
antitesi, ed al ridicolo del gigantesco e romanzesco4. [] fa conoscere
Goldoni aspira ad un rinnovamento nel gusto teatralecon quali colori si
e letterario: ci che vagheggia non la commedia debban
dotta, regolata, alla latina, ma la buona commedia 5.rappresentare sulle
Il suo concetto di buona commedia questo: TuttaScene i caratteri, le
lapplicazione che ho messa nella costruzione delle passioni,
gli
mie commedie, stata quella di non guastare la avvenimenti, che nel
natura6. Il celebre commediografo nella sua riforma
non si rif a modelli astratti, manieristici o
convenzionali: per lui la natura ben osservata ben
3 C. GOLDONI, Mmoires, parte II, cap. III, 3 voll., nella

traduzione delledizione Zatta, Venezia 1788, vol. II, p. 24


7 A. STUSSI, Goldoni
4 C. GOLDONI, Mmoires, parte I, cap. XXXVI, ed. cit., vol. e lambiente

I, p. 259

veneziano, in Storia
della letteratura
5 C. GOLDONI, Mmoires, parte I, cap. XI, ed. cit., vol. I, italiana, Il Settecento.
p. 295
Il secondo
Settecento, diretta da
6 C. GOLDONI, Mmoires, parte III, cap. XI, ed. cit., vol. III,E. MALATO, Il Sole 24
p. 288
Ore, Milano 2005

Pedretti Beatrice

V A classico

vacanze estive

libro del Mondo si leggono8. Lattenzione al mondo,fa


compiere
lo
alla vita e
scatto artistico pi
significativo9.
Perci
il
protagonista della
sua commedia
luomo, con le sue
virt e le sue
debolezze, che crea
e
regola
gli
avvenimenti e le
vicende, o ne cade
in bala: una
commedia borghese,
fatta per i borghesi,
che nella letteratura
non cercano pi
evasione dalla vita
quotidiana,
ma
piuttosto
un
ragionevole
specchio dei loro
problemi, dei loro
meriti, e perfino dei
loro difetti10.
quindi la classe
borghese veneziana
a
costituire
la
condizione di base
necessaria
alla
riforma
del
9 S. FERRONE, Carlo

allesperienza umana, ai caratteri ci che distingue Goldoni. Vita, opere,


Goldoni da ogni altro autore del suo tempo, e che glicritica, messinscena,
Sansoni, Firenze 1990
8 C. GOLDONI, Prefazione dellautore alla prima raccolta 10 F. FIDO, Guida a

delle commedie (1750), in Opere, I, a cura di G.


ORTOLANI, Mondadori, Milano 1935-56

Goldoni, Einaudi,
Torino 1977

Pedretti Beatrice

V A classico

Goldoni11. Essa la societ in cui Goldoni si forma,


e ci lo porta sia ad ammirare l uomo dabbene, il
cittadino onesto e attivo, sia a disprezzare il privilegio
dellaristocrazia: nella Locandiera muove unaspra
critica allozio parassitario e alla superbia della
nobilt. Da questo punto di vista Goldoni si pu
considerare
un
autore
illuminista,
bench
lIlluminismo goldoniano si fermi al teatro e non si
espanda verso la politica: in una Venezia non
rivoluzionaria in cui la borghesia ha legemonia
economica, luomo dabbene a rappresentare leroe
di Goldoni.

11 F. FIDO, Guida a Goldoni, Einaudi, Torino 1977

vacanze estive