Sei sulla pagina 1di 5

Testo ridotto e facilitato Italiano - livello intermedio B2

IL REGALO DEL VENTO TRAMONTANA


(testo originale in Fiabe italiane, raccolta curata da Italo Calvino)

Criteri di semplificazione del testo:


le frasi sono brevi, prevale la paratassi;
nella costruzione della frase, generalmente si rispetta lordine S V O (soggetto,
verbo, oggetto);
viene usato di preferenza il vocabolario di base;
vengono gradualmente introdotti i pronomi personali;
i verbi usati sono in forma attiva, , il tempo base il passato remoto
___________
Geppone era un contadino. Geppone abitava in collina. Su quella collina soffiava
sempre un vento freddo, il vento Tramontana. Il vento Tramontana distruggeva i
frutti e le piante, cos il povero Geppone aveva sempre fame e con lui tutta la
famiglia.
Un giorno Geppone disse: Voglio andare a cercare questo vento che distrugge le
piante. Salut moglie e figli e and per le montagne.
Il giorno dopo, arrivato in un paese, buss alla porta di una casa. Apr la moglie del
Vento Tramontana e disse: Chi bussa?
Sono Geppone. C vostro marito?
E andato a soffiare il vento tra gli alberi e torna subito. Entra in casa
Geppone entr nella casa. Dopo unora ritorn il Vento Tramontana.
Buon giorno, Vento.
Chi sei?
Sono Geppone
Cosa cerchi?
Tutti gli anni nel mio campo il tuo vento fa morire le piante, lo sai bene, e per colpa
tua io muoio di fame con tutta la famiglia.
E perch sei venuto da me?
Per chiederti aiuto, visto che mi hai fatto del male.

Il vento Tramontana ebbe piet di Geppone e disse: Prendi questa scatola e quando
avrai fame aprila, tu dici quello che vuoi mangiare e la scatola ti dar quello che vuoi.
Ma non dare la scatola a nessuno, perch se la perdi non avrai pi niente.
Geppone ringrazi e part. A met strada, nel bosco, gli venne fame e sete. Apr la
scatola e disse: porta pane, vino e acqua e la scatola butt fuori un bel pane, una
bottiglia e una bistecca. Geppone fece una bella mangiata e bevuta poi ripart.
Arrivato a casa disse alla moglie e ai figli:
Sedetevi a tavola Poi disse alla scatola:Pane, vino e pasta
E tutta la famiglia fece un bel pranzo.
Finito di mangiare e bere, Geppone disse alla moglie: Non lo dire al padrone che ho
portato questa scatola. Se no me la prende.
Stai tranquillo, non dir niente!
Il mattino dopo il padrone incontr la moglie di Geppone. Il padrone disse: E
tornato tuo marito?
La moglie rispose:S, tornato ieri.
Il padrone disse: Bene,sono contento. E cosa ha portato di bello? E cos una parola
dopo laltra , la moglie di Geppone disse il segreto.
Subito il padrone chiam Geppone: Geppone, so che hai una scatola molto preziosa.
Me la fai vedere? Geppone voleva negare, ma ormai sua moglie aveva detto tutto,
cos fece vedere la scatola al padrone.
Geppone, disse il padrone questa scatola la devi dare a me
E io con cosa resto? disse Geppone Lei sa che non ho non ho niente da
mangiare.
Se mi dai la scatola, ti dar tutto il grano che vuoi, tutto il vino che vuoi, tutto quel
che vuoi quanto ne vuoi.
Allora Geppone disse s; ma il padrone gli diede in cambio solo alcuni semi da
piantare.
Dopo poche settimane, Geppone aveva di nuovo fame e per colpa di sua moglie.
Dopo tre settimane decise di tornare dal Vento Tramontana.

Buss, saffacci la moglie di Vento e disse: Chi ?


Geppone
Saffacci anche il Vento: Cosa vuoi Geppone?
Ti ricordi la scatola che mi avevi dato? Me lha presa il padrone e a me tocca
sempre avere fame
Te lavevo detto di non darla a nessuno. Ora io non ti do pi niente.
Per carit, solo tu puoi aiutarmi.
Il Vento fu preso per la seconda volta dalla piet: prese una scatola doro e gliela
diede. Apri questa scatola solo quando avrai una gran fame. Se no, non ti
ubbidisce.
Geppone ringrazi, prese la scatola e torn a casa.
Quando non ne pot pi dalla fame, apr la scatola e disse: Fammi mangiare
Dalla scatola salt fuori un grande uomo con un bastone in mano e cominci a dare
bastonate al povero Geppone.
Appena fu possibile Geppone richiuse la scatola e continu la sua strada tutto
addolorato.
Arrivato a casa fece mettere la moglie e i figli a tavola e apr la scatola doro.
Vennero fuori due grandi uomini col bastone e picchiarono tutti. La moglie e i figli
gridavano, ma gli uomini smisero solo quando Geppone richiuse la scatola.
Adesso va dal padrone, disse Geppone alla moglie, e digli che ho portato una
scatola pi bella .
La moglie and e il padrone le fece le solite domande: E tornato Geppone? E cosa
ha portato?
E lei: Una scatola meglio dellaltra, tutta doro e ci d cibi buonissimi gi
cucinati. Ma Geppone questa scatola non vuol darla a nessuno.
Il padrone chiam subito Geppone. Oh, mi rallegro, Geppone, mi rallegro perch sei
tornato con una nuova scatola. Voglio vedere la scatola.
No, perch so che voi mi prendete anche questa scatola.
Stai tranquillo, non te la prendo.

Cos Geppone gli fece vedere la scatola.


Allora il padrone disse. Geppone, dai a me questa seconda scatola e io ti do indietro
la prima. Una scatola doro a te non serve. Io ti do laltra e dei soldi in aggiunta
Geppone rispose: Va bene, io le do questa scatola e lei mi d indietro laltra scatola,
ma si ricordi che deve aprire la scatola doro solo quando ha una grande fame
Rispose il padrone: Domani ho a pranzo degli amici. A mezzogiorno apro la scatola
e cos ho il pranzo pronto.
La mattina dopo arrivarono gli amici e a mezzogiorno il padrone li fece sedere a
tavola. In mezzo alla tavola cera la scatola,. Il Padrone apr la scatola e saltarono
fuori sei grandi uomini con un bastone e gi botte a tutti.
Geppone sera nascosto l vicino. Dopo un po Geppone arriv e chiuse la scatola.
Da allora Geppone tenne le due scatole, non le prest pi a nessuno ed ebbe sempre
da mangiare.
Esercizio n.1 Comprensione
Ricopia sul quaderno le domande e scrivi le risposte
Chi Geppone?
Perch Geppone va dal vento Tramontana?
Perch il vento Tramontana d la prima scatola a Geppone?
La moglie di Geppone fa uno sbaglio: quale?
Il padrone vuole la prima scatola e fa una promessa a Geppone : quale?
Il padrone mantiene la promessa?
Perch Il vento Tramontana d la seconda scatola a Geppone?
Secondo te Geppone cosa ha imparato da questa esperienza?
Esercizio n.2 Grammatica
a) Il testo scritto al passato remoto: sottolinea tutti i verbi al passato remoto.
b) Scrivi nella tabella il passato remoto dei verbi pensare, chiedere, aprire

Persona
IO
TU
LUI-LEI
NOI
VOI
LORO

Pensare

Chiedere

Aprire

c) scrivi sul quaderno il passato remoto del verbo avere e verbo essere.
Esercizio n.3 Grammatica
Nel testo ci sono dei pronomi personali.
Sottolinea i pronomi personali della II parte della fiaba (le ultime due pagine).
Sul quaderno ricopia questa tabella e completala con tutti i pronomi personali delle
ultime due pagine della fiaba
Riga del testo
riga n.3
riga n.15
ecc

Pronome personale
lui
mi

Parola che il pronome sostituisce


Geppone
Geppone

Esercizio n.4 Produzione scritta


Scrivi sul quaderno il riassunto della fiaba