Sei sulla pagina 1di 48

Introduzione

1. Numeri e dati di Instagram


Chi sono e come si comportano gli Instagramers?
Instagram, rappresenta il paradiso dellengagement
Un brand su Instagram per sempre

2. Analisi approfondita di Instagram


Valutazione Mercato e possibilit
Il tuo Brand su Instagram?
Che obiettivi potrete raggiungere?

3. A quali aziende serve davvero la pubblicit su


Instagram?
Come funziona la pubblicit su Instagram?

4. Come impostare una campagna Instagram nel Power


Editor
Definire il tuo prodotto
Argomenti e contenuti
Individuare la struttura

5. Le

20 Best Practices Per Il Marketing Su Instagram

6. Conclusione

La Guida Definitiva Con Le 20 Best Practices


Per Creare Pubblicit Perfette Su Instagram
INTRODUZIONE
E passato da poco il 2015, anno che sar certamente da ricordare per
Instagram soprattutto per lintroduzione della piattaforma di
advertising e per il raggiungimento dei 400 milioni di iscritti,
superando Twitter.
La piattaforma rappresenta al giorno doggi uno dei canali principali
per chi vuole raggiungere migliaia (o milioni a seconda del budget) di
nuovi potenziali clienti. Fare pubblicit mettendo semplicemente i
soldi non basta per, perch ormai le aziende che si ritrovano con un
pugno di mosche nelle mani dopo aver speso una fortuna su
instagram o altri social stanno aumentando sempre di pi.
E proprio per questo che con questa guida voglio aiutarvi a
conoscere le tecniche di basi migliori per creare campagne efficaci e
aumentare il numero di seguaci e di potenziali clienti in maniera
esponenziale.

A cosa vi pu servire questa guida?


Per capire come funziona la pubblicit su Instagram,
Per capire se Instagram possa o meno servire al vostro business,
Per scoprire quali obiettivi di marketing potete raggiungere con
Instagram
Come creare la vostra prima pubblicit su Instagram
Per scoprire le Best Practices della pubblicit su Instagram.
Il tutto, ovviamente, supportato da esempi, statistiche e dati reali.

Se questi argomenti vi interessano, preparatevi ad una guida


esaustiva che vi permetter di capire i segreti dei migliori marketer
di Instagram

Siete pronti per cominciare? Bene! Prima per, cerchiamo di capire


cosa rappresenta instagram gli instagramers nel 2016 e perch
diventata cosi interessante anche in Italia.

1) Numeri e dati di Instagram


Chi sono e come si comportano gli Instagramers?
Una ricerca condotta da Iconsquare che ha coinvolto circa 7 milioni
di persone ci aiuta a individuare il profilo dellutente tipo, con
unocchio in particolare alla situazione italiana.

Instagram, rappresenta il paradiso dellengagement


Nonostante dal 2014 ci sia stato un calo delle pubblicazioni medie al
mese per utente, dallaltro lato la quantit di interazioni
praticamente raddoppiata, mettendo in luce la constatazione che su
Instagram pi pubblichi e meno coinvolgi.
Questo rapporto infatti trova piena corrispondenza nella relazione
fra il numero di post giornalieri e al livello di coinvolgimento della
propria fanbase che si attesta al 7% per gli account che pubblicano
massimo una volta al giorno, mentre crolla al 2,40% quando ci sono
pi di 3 pubblicazioni al giorno.
Riconsideriamo dunque la rilevanza della scalata alla news feed
nella nostra strategia, forse meglio spalmare i contenuti su pi
fasce orarie (sapevi che il picco delle interazioni fra le 20 e le

21?) invece di pubblicare ad alta frequenza.

Lalto coinvolgimento rende Instagram lambente ideale per la


realizzazione dei concorsi, e gli utenti hanno una grande voglia di
essere coinvolti in prima persona visto che la modalit di
partecipazione preferita la creazione di contenuti specifici
accompagnati dallhashtag ufficiale o dalla menzione della brand
page.

Un brand su Instagram per sempre

A differenza di piattaforme basate sui contatti personali o sugli


interessi dove la presenza del marchio rischia sempre di essere
intrusiva gli utenti di Instagram non solo cercano attivamente i
brand preferiti, e il 70% degli intervistati lha gi fatto, ma
probabilmente percepiscono i contenuti proposti come un elemento
naturale della loro esperienza se fra coloro che hanno effettuato la
ricerca solo il 21% non ha poi seguito laccount aziendale. Laspetto
pi interessante della relazione fra utenti e brand su Instagram
che questo canale favorisce soprattutto un rinnovamento
dellimmagine aziendale attraverso unampliata percezione di
accessibilit e modernit, come indicato rispettivamente dal 51% e
dal 47% degli intervistati.

Instagram allitaliana
Guardando i dati su scala globale, Instagram centra perfettamente il
target dei Millenials con il 73% degli utenti fra i 15 e i 35 anni,
composto perlopi da un pubblico con un alto grado di istruzione e
femminile.

Un profilo che suggerisce come mai i settori pi popolari di


Instagram sono la moda, la decorazione dinterni e i prodotti
culturali.
La vera sorpresa che in Italia le cose cambiano
completamente: tra le 38 nazioni analizzate lunica in cui ci
sono pi Instagramer uomini (54%) che donne. E a differenza della
media globale, sono perlopi professionisti e single.
Gli italiani su Instagram non si dimostrano interessati a seguire
celebrit o programmi televisivi, e ai video preferiscono le foto che
rimane certamente il formato pi distintivo del social.

Se vi state chiedendo: Instagram il Social Network giusto per il mio


brand?, Quanto potr ricavarci investendo in pubblicit su
Instagram?, o ancora: Quali sono le Best Practices, le regole doro che
mi permetteranno di massimizzare il ROI?
Allora mettetevi comodi e continuate a leggere

Questi dati sembrano abbastanza interessanti da suscitare il vostro


interesse per ladvertising su questo social? Allora continuate a leggere
perch i numeri cominciano a farsi sempre pi interessanti.

2) Analisi approfondita di Instagram


Considerando le cifre si resta veramente stupiti da quello che questo
Social Network riuscito a realizzare. In meno di cinque anni dalla sua
nascita, Instagram ha sorpassato molti altri Social, anche quelli
considerati forti come Twitter e Snapchat, e oggi pu vantare un
esercito di 400 milioni di utenti.

(fonte: Statista)

Anche il numero di aziende che gi usano il Social per raggiungere e


aumentare la propria audience in crescita. Secondo un nuovo studio di
Simply Measured (che ha analizzato, per un mese, oltre 2.500 post delle
100 Top Global Brands di Interbrand), l80% dei grandi marchi sono
attivi suInstagram almeno una volta a settimana (fonte Adweek).

Chi sono, secondo voi, le aziende pi forti al momento su Instagram?


Noi labbiamo chiesto agli amici di Sotrender, lazienda che si occupa di
Social Media Analytics e che, ovviamente, analizza anche Instagram tra
gli altri Social. A giudicare dai loro dati, i marchi Top su Instagram
sono:
Profilo

Followers

1 @natgeo ( National Geographic )

38 770 575

2 @nike ( nike )

31 149 778

3 @victoriassecret ( Victorias Secret )

28 004 714

4 @fcbarcelona ( FC Barcelona )

24 773 440

5 @realmadrid ( Real Madrid C.F. )

22 818 153

6 @theellenshow ( Ellen )

21 257 930

7 @nikefootball ( Nike Football (Soccer) )

12 959 162

8 @onedirection ( One Direction )

12 563 371

9 @hm ( H&M )

11 480 645

10 @nba ( NBA )

11 220 557

11 @forever21 ( forever21 )

9 099 994

12 @adidasoriginals ( adidas Originals )

9 024 972

13 @louisvuitton ( louisvuitton )

8 589 801

14 @zara ( ZARA Official )

8 357 123

15 @manchesterunited ( Manchester United ) 8 158 979


16 @adidasfootball ( adidas Football (Soccer) ) 7 966 605
17 @dior ( Dior Official )

7 724 384

18 @gopro ( gopro )

7 276 073

19 @dolcegabbana ( Dolce & Gabbana )

7 220 453

20 @starbucks ( Starbucks Coffee )

6 944 766

21 @maccosmetics ( MAC Cosmetics )

6 738 174

22 @gucci ( Gucci )

6 556 592

23 @adidas ( adidas )

6 515 288

24 @michaelkors ( Michael Kors )

6 482 006

25 @prada ( Prada )

6 355 728

26 @louboutinworld ( Christian Louboutin )

6 326 569

27 @topshop ( Topshop )

5 830 402

28 @maisonvalentino ( Valentino )

5 696 505

29 @burberry ( Burberry )

5 391 484

30 @sephora ( Sephora )

5 353 467

Forse non sapete che ogni giorno vengono caricate su Instagram 70


milioni di nuove foto. Un numero esorbitante, ma che non ci ha lasciati
a bocca aperta come quello rivelato da Business Insider.
Secondo larticolo dellautorevole testata, infatti, le immagini caricate
dai marchi pi conosciuti ottengono in media un Engagement degli
utenti 50 volte superiore a quello di Twitter.

(fonte: Business Insider)

Adesso, lo sappiamo, c chi obietter che ogni Social Media differente


dallaltro, che ognuno di essi ha le proprie dinamiche e che la maniera
nella quale gli utenti interagiscono con le immagini diverso, cos
come il target demografico. Va bene tutto, ma un fatto rimane scritto
con i numeri (che a differenza delle lettere non mentono): su Instagram
c un maggior Engagement, ovvero gli utenti si sentono pi chiamati
in causa e sono pronti ad interagire con le grandi aziende su questa
piattaforma piuttosto che su Twitter.

(fonte Business Insider)


Non siete ancora convinti? Ok, allora andatevi a dare unocchiata a
questo studio di Forrester che, dati alla mano, ha dimostrato che:
In media le foto dei grandi marchi su Instagram generano uno User
Engagement per singolofollower 58 volte superiore a quello generato
dai post su Facebook e 120 volte superiore allengagement dei cinguettii
su Twitter (fonte Marketing Week).
Perch Instagram funziona per il Brand Marketing?
Una ragione labbiamo gi spiegata: il pubblico di Instagram tende ad
interagire di pi con i propri marchi preferiti rispetto agli utenti di
altri Social.
Ma un Engagement maggiore non la sola ragione per la quale vale la
pena usare Instagram per promuovere il vostro marchio.
Gli utenti di Instagram tendenzialmente spendono di pi acquistando i
marchi con cui interagiscono

Secondo gli ultimi dati ufficiali di Shopify, chi usa Instagram spende in
media $65 per ogni Referred Sale, gli utenti di Facebook, invece,
spendono in media $55 e limporto medio di una vendita generata da un
annuncio su Twitter di soli $46.26.

Inoltre, i post su Instagram riescono ad ottenere l1.08% di Conversion


Rate, un numero di certo inferiore a quello di Facebook (1.85%), ma
superiore allo 0,77% di Twitter o allo scarno 0,54% di Pinterest.

il network perfetto per raggiungere i Millenial


Se il vostro pubblico di riferimento la cosiddetta Generazione Y o dei
Millenial (ovvero quei consumatori nati tra il 1980 e il 2000) Instagram
il network che fa per voi.

Secondo i dati del Pew Research Center, raccolti nel report Social Media
Demographics, il 53% delle persone tra i 18 e I 29 anni usa questo Social
Network, rendendolo davvero il luogo perfetto dove connettersi con
loro e far conoscere la vostra azienda.
La Organic Reach di Instagram in continua crescita
La Portata organica (Organic Reach) rappresenta il numero di persone
raggiunte da un determinato contenuto della vostra pagina o del vostro
profilo (nel caso di Instagram) in modo naturale, ovvero senza avvalersi
di inserzioni a pagamento. Questa metrica indica quanti hanno
visualizzato il vostro post, anche se ci non significa che abbiano
interagito con esso, semplicemente gli passato davanti.
Secondo un report di Selfstartr, la Portata Organica di Instagram
aumentata del 115% dal 2012 a oggi. Su Facebook invece, nello stesso
periodo, la percentuale di utenti che chi fa marketing pu raggiungere
senza fare unapposita campagna precipitata al 63%.

Su Instagram c ancora spazio

Secondo gli ultimi dati il 93% di chi vende online usa Facebook. Ne
consegue che non importa quanti sforzi facciate per essere unici, ci
sar sempre qualche vostro concorrente pronto ad offrire un affare
migliore proprio allo stesso identico target a cui vi rivolgete voi.
Su Instagram, invece, al momento vi trovereste in competizione solo
con il 36% dellintero mondo commerciale, lasciandovi ampio spazio
per comunicare con gli utenti e, possibilmente, coinvolgerli fino a
trasformarli in clienti.

Dovete sbrigarvi per


Secondo Social Media Examiner, infatti, il 52% delle aziende intendono
aumentare il loro utilizzo diInstagram nel 2016.
Ma c dellaltro
Non sprecate i prossimi 24 mesi
Nei prossimi due anni, prevedono gli esperti, negli Stati Uniti gli
introiti pubblicitari di Instagram supereranno quegli degli Ad Google e
Twitter. Secondo uno studio di eMarketer, nel 2017 gli inserzionisti

investiranno su Instagram ben 2,8 miliardi di Dollari (la proiezione


basata sui 600 milioni investiti questanno).

Riassumendo: Instagram offre unottima opportunit per promuovere


la vostra azienda e le prospettive sono solo di crescita. Al momento la
competizione su questo Social ancora limitata, vi conviene sfruttare il
fattore tempo ed essere tra i primi ad approfittare delle sue
potenzialit per far crescere il vostro business.
Il tuo Brand su Instagram?
Se avete tenuto docchio il mondo della pubblicit sui Social Media
nellultimo anno e mezzo, vi sar di sicuro arrivata allorecchio la
notizia che Instagram stava sperimentando campagne di Brand
Awareness con un pool selezionato di inserzionisti.
Lesperimento riuscito eccezionalmente bene, a giudicare dai dati
forniti da Instagram: tra novembre 2013 e maggio 2015 il 97% delle
campagne hanno registrato una crescita dellAd Recall di 17 punti.
stato proprio grazie a questo primo successo che Instagram ha deciso
di aprire la piattaforma ad inserzionisti da ogni angolo del mondo.
Chi si gi lanciato su Instagram?

Al momento l85% dei grandi marchi sono attivi su Instagram. Secondo


i pi recenti dati di Simply Measured, il 79% di essi ha pubblicato il
primo post sin da Aprile del 2015.

Che obiettivi potrete raggiungere?


A questo punto siamo certi che vi starete ponendo la domanda
fondamentale: dato che Instagram un Social Network visivo, quale
risultato commerciale posso sperare di ottenere facendovi pubblicit?
Il vostro dubbio principale, ed comprensibile, a questo punto sar: di
base su Instagram gli utenti interagiscono semplicemente scorrendo di
immagine in immagine, fare pubblicit usando solo delle foto avr
davvero un ritorno per i miei affari?
La risposta? S.
Ci sono tutta una serie di obiettivi commerciali che potrete raggiungere
grazie agli Ad su Instagram, dallaumentare la Brand Awareness
allattrarre visitatori sul vostro sito web, sino alle venditeoffline, tutto
possibile se sapete come farlo.
Andiamo un po nel dettaglio e vediamo cosa potete fare con gli
Instagram Ad.
Indurre gli utenti a passare allazione

Cos come accade su Facebook, anche la Pubblicit Instagram vi


permette di inserire un pulsante per le Call to Action.
Al momento avete a disposizione Quattro opzioni, potete invitare gli
utenti a:
Comprare sul vostro sito
Installare una App
Iscriversi (ad una newsletter e simili)
Visitare il vostro sito (occhio alla Landing Page)

(foto: Instagram for business blog)


Indure gli utenti ad interagire con il vostro Brand
Gli Instagram Ad sono ideali per creare o mantenere una connessione
con il vostro pubblico. Potete proporgli con facilit immagini e video
significativi (sia per voi che per loro) sui quali potranno poi
commentare o semplicemente mettere un like.

(foto: business2community)
Aiutarvi con il posizionamento del Brand e lAwareness

La catena di fast-food Tex-Mex Taco Bell, per esempio, si affida a


immagini in linea con quelle postate dagli utenti, nelle quali posiziona
il prodotto in maniera riconoscibile.

(foto: business2community)

A quali aziende serve davvero la pubblicit su


Instagram?
Secondo quanto affermano gli esperti di Instagram, la loro piattaforma
pubblicitaria ideale per qualsiasi tipo di impresa commerciale, grande
o piccola che sia.
Secondo me per, analizzando la natura del Social Network e
(soprattutto) la composizione del suo pubblico di riferimento,
Instagram il mezzo ideale per aziende B2C, ovvero quelle che si
rivolgono direttamente al consumatore finale come:
Produttori di articoli di consumo,
Negozi di eCommerce,
Marchi consumer, eccetera
Ma attenzione, visto che la piattaforma ancora molto giovane facile
prevedere, e non in un lunghissimo periodo, la sua evoluzione con
unapertura al mondo delle aziende B2B.

Come funziona la pubblicit Instagram?


Non avete ancora creato la vostra prima campagna pubblicitaria su
Instagram ma state pensando di farlo appena finito di leggere questo
post? Ottima scelta, facciamo insieme un breve tour per capire come
funziona.
Nota: Partiamo dal presupposto che abbiate usato gi usato la
Pubblicit Facebook e sappiate come funziona il suo Business Manager.
(Se non sapete come fare rimanete aggiornati con il mio blog su
www.victormotricala.it perch a breve pubblicher una guida su questo
argomento.)
Prima di tutto collegate laccount Instagram alla pagina Facebook
Anche se la possibilit di fare advertising su Instagram nata da
(relativamente) poco, Facebook attivamente impegnato su questo

fronte, e il sistema per collegare il vostro account Instagram per fare


pubblicit sta diventando sempre pi semplice e veloce.
Allinizio, infatti, dovevate aggiungere il vostro account Instagram nel
Business Manager e quindi dovevate collegare questultimo allaccount
Facebook Ad che volevate usare per la campagna.
Oggi basta che colleghiate laccount Instagram alla vostra pagina
Facebook e il gioco fatto. Quando create la vostra inserzione,
semplicemente selezionate la Pagina e Facebook user
automaticamente quellaccount.
E se voi voleste, per esempio, fare una campagna su Instagram anche se
non avete nessun account su questo Social Network? Si pu! Gli
annunci appariranno col nome di un account fittizio che Facebook
creer con il nome che usate sulla vostra pagina FB, senza un link.

Come impostare una campagna Instagram nel Power Editor


Dando per scontato che abbiate un Power Editor gi settato, cliccate su
Create Campaign per iniziare a impostare la vostra prima pubblicit su
Instagram.

Selezionate un obiettivo per il vostro Ad. Cosa volete che gli utenti
facciano? Potete scegliere tra ottenere Click sul sito, linstallazione di
una App, la visione di videoclip o la visibilit, ovvero la Mass
Awareness.

A questo punto create un Ad Set (o scegliete tra quelli esistenti) per la


campagna.

Fatto questo non vi resta che cliccare su Create e il Sistema vi far


apparire la finestra del Power Editor Campaign Setting dove potrete
stabilire il limite di spesa, la durata, il budget giornaliero e
programmare i tempi di pubblicazione dei vostri Ad.
Attenzione: in questa fase dovete solo specificare il budget generale,
non il vostro Bid per click o per ogni altro risultato del vostro Ad.

Il passo successivo sar quello di specificare il pubblico al quale volete


che il vostro annuncio arrivi.
Se le diverse opzioni di targetizzazione offerte da Facebook vi sono
familiari non avrete problemi, perch Instagram utilizza le stesse
opzioni per il targeting dellaudience. Anche su Instagram, quindi,
potete selezionare gli utenti in base al luogo in cui si trovano, al sesso e

allet, ai loro interessi o in base alle loro azioni, potete inoltre usare
audience personalizzate o clonarle.

Ora specificate il Placement. Attenzione, a differenza di Facebook,


Instagram offre solo un formato di pubblicazione per la pubblicit,
dovete quindi ricordarvi di deselezionare ogni altra opzione di
Placement e lasciare attiva solo la voce Instagram.

Quando siete disposti a pagare? Decidete sulla bastre del vostro


obiettivo e del vostro budget, perch nel passo successivo dovrete
configurare il bidding.
Per farlo dovete innanzitutto stabilire come volete che Instagram
ottimizzi la vostra campagna.
Avete Quattro opzioni:
Link clicks to the site / pay per Impressions la vostra pubblicit
verr proposta solo a persone potenzialmente inclini a cliccare (per
esempio che hanno gi cliccato su link simili), in questo caso pagate per
1000 Impression.
Pay per Link Click simile al precedente ma pagate per click.
Daily Unique Reach Instagram mostrer la vostra pubblicit al
pubblico selezionato massimo una volta al giorno.
Impression la vostra pubblicit verr mostrata al maggior numero di
persone possibile.

Una volte che avete scelto, specificate anche quanto siete disposti a
pagare per risultato e selezionate la delivery tra standard e accelerata.

Ecco fatto! La vostra campagna pronta a partire.


Che tipi di Pubblicit potete creare
Al momento Instagram mette a disposizione solo 3 tipi di annunci tra
cui scegliere:
Pubblicit con una foto

Pubblicit Video

Pubblicit con foto a rotazione (carousel)


I Carousel (carosello) vi consentono di inserire un massimo di 4
immagini tra le quali lutente pu scorrere, ciascuna pu essere
collegata al suo link esterno.

E dove sono i dati?


Cos come accade su Facebook, anche su Instagram nel Power Editor
potete trovare tutte le metriche per misurare lefficacia della vostra
campagna. Se siete abituati ad utilizzare questi dati per ottimizzare le
vostre campagne su Facebook non avrete alcun problema a farlo anche
su Instagram.

Le regole per i creativi


Cos come tutte le altre piattaforme pubblicitarie, anche Instagram ha
le proprie regole grafiche da rispettare.
Innanzitutto il testo del vostro Ad non pu contenere pi di 300
caratteri, #hashtag inclusi.
La dimensione minima delle immagini che potete usare di 600x600px.
Vi suggerisco per di usarne una che sia almeno 1080 x 1080 pixel
Le foto di paesaggi devono essere di 600315 pixel.
I video devono essere creati a una risoluzione minima di 72 pixel e
possono essere lunghi da 3 a massimo 30 secondi.
Ah e non dimenticate il peso: il limite di dimensione di ogni file video
di 30MB.

Ora che abbiamo visto le impostazioni e le regole di base per la


creazione di una campagna di advertising, vediamo quali sono le 20
Best Practice Pi Efficaci
Nota: A questo punto della guida, se non avete saltato paragrafi interi,
dovrebbe esservi chiaro sia perch fare pubblicit su Instagram
potrebbe essere molto vantaggioso per il vostro giro di affari, sia come
mettere in piedi la vostra prima campagna, da un punto di vista tecnico
e creativo.
Scopriamo ora quali sono i trucchetti e i segreti, le regole doro per far
si che il ROI delle vostre campagne su questa piattaforma schizzi alle
stelle.

Le 20 Best Practices Per Il Marketing Su Instagram


1. Create pubblicit che siano interessanti per il
vostro target di pubblico
C da spiegarlo? la base dei concetti di base del marketing.
Comunque sia, ricordate che a giudicare la rilevanza sono gli user e
non voi, e si sa che inevitabilmente, con centinaia (pronte a diventare
migliaia) di aziende in campo, gli utenti di Instagram verranno prima o
poi bombardati di messaggi pubblicitari non tutti davvero in target.
Sar per questo (o perch non si fida troppo dei creativi?) che
Instagram ha lasciato comunque attiva lopzione hide, che consente
agli iscritti di non ricevere pubblicit nei loro feed!
Quindi occhio, perch se gran parte del vostro target si nasconde il
vostro annuncio potrebbe non essere visto dalloceano di utenti che vi
aspettate.
Tenete presente che, come accade su Facebook, anche su Instagram pi
alto lEngagement di una Pubblicit pi questa verr mostrata.

Ricordatevi quindi, onde evitare che tutta la vostra fatica per creare
lAd perfetto venga censurata dal feed degli utenti, dovete
concentrarvi nel creare campagne che abbiano argomenti davvero
interessanti per il pubblico di possibili clienti che volete raggiungere.

2. Usate le prime campagne come esperimenti per


capire cosa piace al vostro pubblico
A meno che non siate tra I pochissimi che hanno cominciato gi da un
pezzo a fare marketing utilizzando Instagram, non potete essere certi,
al momento, di cosa piace davvero al vostro pubblico su questo Social
Media.
Magari siete gi dei draghi su Facebook ma, allo stato dei fatti,
difficilmente potreste sinceramente dire di sapere con certezza quale
immagine colpir lattenzione della vostra Instagram Audience pi
delle altre.
E sapreste magari dire a quale Call to Action gli utenti si sentiranno in
dovere di rispondere? Che tipo di messaggi, a livello di contenuto,
condivideranno di pi?
Se non lo sapete con certezza, usate un paio di campagne, allinizio,
solo per conoscere meglio i vostri utenti.
Non focalizzatevi subito solo sulle vendite o sugli obiettivi di
business che vi siete posti, datevi un attimo di tempo e lanciate un
paio di piccole campagne esplorative, cercate di capire quali tipi di
immagini, frasi o video funzionano di pi e qual il profilo del
vostro target ideale in base ai dati degli utenti che hanno risposto
meglio ai vostri annunci.
Basandovi sui risultati che otterrete da questi esperimenti, potrete
ottimizzare il tiro e pianificare con maggior cognizione di causa
una campagna su larga scala. In questo modo avrete buone
probabilit di ottenere ottimi risultati dai vostri Instagram Ad.

3. Mettete alla prova ogni Visual con gli Split Test


Come abbiamo gi visto Instagram offre differenti soluzioni per quanto
riguarda la veste grafica del vostro Ad. Per capire quale possa
funzionare meglio in termini di Engagement agli occhi del vostro
pubblico di riferimento c un solo modo fare uno split test per mettere
alla prova strategie differenti.
Cominciate col testare la formula base migliore: sar lAd con foto
singola? Il carosello di 4 diverse immagini? Un video magari? Infine,
potete anche provare ad utilizzare i vostri stessi utenti per creare
campagne assolutamente personalizzate, incorporando contenuti User
Generated e testando quale strategia produce i risultati migliori per
voi.
Non limitatevi, per, a testare solo la creativit, sperimentate anche
con differenti orari di pubblicazione e usate pi di una Call to Action, in
modo da capire esattamente su quale obiettivo sar meglio puntare la
vostra campagna Instagram Ad.

4. Scegliete che fare basandovi sullEngagement


La prima risposta che ci viene data quando chiediamo alle aziende
quale sia lobiettivo primario per cui hanno deciso di fare pubblicit sui
Social Media : aumentare le vendite e, quindi, i profitti.
Sacrosanto, ma non esaustivo.
Una campagna pubblicitaria su Instagram pu permettervi di
raggiungere altri obiettivi, tutti fondamentali per rendere ancora pi
solido il vostro business.
Un buon annuncio su Instagram pu, per esempio, aiutarvi a far
crescere la Brand Awarness portando il vostro nome sulla bocca di
tutti, incanalare traffico verso Landing Page create ad hoc (che, se fatte
bene, possono anche farvi chiudere la vendita seduta stante),
coinvolgere gli utenti e trasformarli in vostri clienti e fan, promuovere
le ultime novit della vostra gamma di prodotti e tanto altro ancora.

Attenzione, quindi, quando scegliete il formato di Ad e il tono da


usare: abbiate sempre presente il tipo di risposta che sperate di
ottenere.
Facciamo alcuni esempi: se il vostro obiettivo principale quello di
promuovere un nuovo prodotto e indurre lutente ad acquistarlo, il
Carousel potrebbe fare al caso vostro. Con questo formato avete a
disposizione 4 diverse immagini tra cui il potenziale cliente pu
scegliere, ciascuna con il relativo link alla pagina per acquistare il
prodotto.
Se, invece, quello che pi vi interessa farvi conoscere e passare di
feed in feed, siate creativi e puntate sui Video Ads, i numeri
dimostrano che sono il formato pubblicitario che riceve pi Like e
viene condiviso con gli amici.

5. Usate la pubblicit per farvi nuovi tifosi


La pubblicit sui Social Media vi consente di coinvolgere lutente su pi
livelli. Potete scegliere se trasportarlo direttamente sulla vostra pagina
aziendale, dove gli raccontate tutto di voi o, invece, se sedurlo seduta
stante e fargli desiderare ardentemente di comperare lo specifico
prodotto che state pubblicizzando.
Ma c un altra, importantissima strategia di marketing che si pu
utilizzare sui Social Media, quella di creare un esercito di sostenitori
del vostro marchio.
Non solo clienti soddisfatti ma veri e propri supporter, tifosi che si
sento parte in causa ogni volta che si parla di voi. Una strategia del
genere, per questione di costi, era assolutamente impossibile per le
piccole medie imprese sulle piattaforme tradizionali.
Qualche idea concreta per raggiungere questobiettivo? Usate la
Pubblicit Instagram per chiedere un giudizio al vostro bacino di
utenza sui nuovi prodotti, rendete tutti partecipi nella creazione di
nuove idee e chiedete un parere sui progetti di sviluppo, per esempio.
Coinvolgere il vostro pubblico in maniera cos personale, mostrare di
tenere da conto la loro opinione come persone prima che come clienti,

renderli in qualche modo parte del vostro successo, far s che


innanzitutto quegli utenti diventeranno i vostri primi paladini, poi vi
faranno da cassa di risonanza e, infine, molto probabilmente
diventeranno essi stessi client paganti!

6. Usate immagini chiare e che mettano a fuoco ci


che volete pubblicizzare
Non scegliete immagini complicate o che siano troppo affollate di
elementi. Cercate di tenervi il pi semplici e minimal possibili, in
modo che chi vi guarda si possa concentrare solo una cosa: il vostro
marchio, slogan o prodotto allinterno dellimmagine.
Limmagine ideale dovrebbe mostrare loggetto principale della
campagna in primo piano e offrire qualche dettaglio sullo sfondo.

7. Non siate sfacciati e invadenti


La tentazione di focalizzare ogni pubblicit sul vostro prodotto e
mostrare il pi possibile il vostro marchio forte, lo sappiamo. Ma
dovete resistere. Per quanto possiate pensare che non esista niente di
pi bello al mondo, ricordatevi sempre che state operando allinterno
di un Social Network composto per lo pi da fanatici di belle
immagini, e fare troppo pressing pu ottenere leffetto opposto,
ovvero spingere gli utenti a cliccare sul famigerato tasto hide.
Fatevi furbi e trovate modi creativi per nascondere il vostro logo agli
occhi di chi guarda la vostra pubblicit, ma non al suo cervello.
Rendetevi assolutamente riconoscibili con qualche altro elemento
tipico del vostro marchio, un colore, un font speciale, uno slogan Il
reparto creativo l per quello!

8. Non dimenticate mai la regola del 20%


Se avete un po di esperienza nel creare campagne su Facebook questa
regola la conoscete di gi: il testo di una pubblicit non pu occupare
pi del 20% dellintera immagine.
Non facile rendere un concetto a parole in cos poco spazio, lo
sappiamo, ma piccole strategie come inserire il testo in un fumetto, o

creare una didascalia che dia pi informazioni possono aiutare. Fermo


restando che limmagine (per essere vincente) deve in qualche modo
parlare da sola.

9. Fate vedere gente reale nel mondo reale


Immagini familiari per chi visualizza la vostra pubblicit facilitano la
creazione di una connessione emotiva con gli utenti, il che li render
pi propensi a cliccare.
Per esempio: se puntate a vendere eBook a studenti universitari usate
limmagine di ragazzi alle prese con un esame scattata in un campus;
riconoscersi esplicitamente sia come protagonisti che come destinatari
del messaggio pubblicitario cattura lattenzione e, soprattutto, rende il
vostro annuncio pi affidabile agli occhi del pubblico.

10. Usate I video per aumentare lEngagement


Nonostante un inizio un po in salita, le ultime analisi mostrano che la
possibilit di condividere video su Instagram sta prendendo piede.

(Tasso di adozione inziale della funzione video di Instagram, fonte:


Buffer)
Oggi grandi aziende come Ford, MTV, Disney, Avon, Blurberry, Dell,
eBay, Lululemon e tante altre usano, e con successo, i video su
Instagram.
Lesperienza dei pionieri delladozione dovrebbe servirvi da sprone: in
una sola settimana dal lancio della funzione video su Instagram, la clip
di Lululemon ha raddoppiato lEngagement che tipicamente
registravano le loro campagne per immagini (fonte Ad Week).
I numeri dicono che le immagini ricevono pi like su Instagram, i video,
per, ricevono pi commenti. A rivelarlo una fonte attendibile, il 2014
Instagram Intelligence Report di Olapic (fonte Adweek).
Che significa tutto ci? Che usando i video per la vostra campagna su
Instagram potete creare maggiore Engagement, stabilire connessioni
pi forti e attrarre pi utenti verso la vostra azienda.
Imparate il dono della sintesi per! Il massimo di tempo video che
Instagram vi concede per sedurre fatalmente i vostri futuri clienti sono
15 secondi.

11. Non abbiate timore di mostrare la mercanzia


Qualche riga pi sopra vi ho raccomandato di essere discreti quando
utilizzate i vostri prodotti allinterno di immagini evocative. Se
decidete, invece, di proporvi direttamente con una foto di ci che
volete vendere, potrebbe andarvi bene lo stesso: 65 tra i Best
Performing Post di Instagram nel 2014 avevano il loro prodotto in
primo piano (fonte Adweek).
Anche secondo lOlapics report, il pubblico di Instagram non risponde
negativamente alla visualizzazione di prodotti commerciali nel proprio
Photo Stream.

12. Lasciate che siano gli utenti a parlare per voi


Vi ricordate quando in Tv andava di moda mascherare le campagne
pubblicitarie con finte interviste a pseudo consumatori che

decantavano le meraviglie di un prodotto? Bene, quelle erano in genere


organizzate.
Nel mondo dei Social Media, invece, le opinioni degli utenti sono reali e
contano molto, tanto da avere uno spazio tutto loro e una definizione
specifica: User Generated Content (o UGC, in italiano: Contenuto
Generato dallUtente). Si tratta di tutte quelle situazioni nelle quali,
liberamente, gli utenti di una piattaforma, un sistema o un qualsiasi
prodotto ne testimoniano pubblicamente la validit, facendo pubblicit
in prima persona, senza che per alle loro spalle ci sia lazienda.
Il potere positivo dellUGC nei confronti di un brand notevole, poich
aumenta automaticamente la credibilit del marchio agli occhi degli
altri utenti, che si fidano di pi del giudizio di un loro pari piuttosto
che di quello di chi pagato per fare pubblicit.
Funziona? S, decisamente bene.
Secondo una ricerca Nielsen, per esempio:
Il 92 percento dei consumatori affermano di fidarsi dei cosiddetti
Earned Media (ovvero del passaparola tra familiari, amici o membri
degli stessi gruppi online), pi che di ogni altra forma di pubblicit,
quando devono effettuare un acquisto.

(immagine: Nielsen)
Secondo Olapic, lUGC influenza anche le conversioni. stato rilevato
che utilizzare foto degli utenti sulla pagina ufficiale di un prodotto
aumenta il tasso di conversione del 4,6%. E questa percentuale
addirittura raddoppia (arrivando al 9.6%) se lutente a sua volta
interagisce con la foto stessa, condividendola o commentandola (fonte
Olapic).
Inoltre, uno studio realizzato da Iconosquare ha dimostrato che gli
utenti, per la maggior parte, non hanno alcun problema se quello che
pubblicano viene usato da unazienda. Addirittura, il 65% degli
intervistati ha dichiarato che si sentirebbe onorato se unazienda
apprezzasse e utilizzasse i propri post (fonte Iconosquare).

Quindi utilizzate pure foto e video dei vostri utenti (chiedete loro il
permesso prima, per) allinterno del design dei vostri Ad per renderli
pi reali, unici e affidabili.

13. Create i vostri Hashtag su misura


Gli Hashtag non sono certo una novit sui social media. Ogni azienda li
usa per aumentare la Brand Discovery e lEngagement sui Social.
Anche se quando fate una ricerca con un certo hashtag su Instagram
non vi appariranno gli annunci pubblicitari, inserirli nelle vostre
pubblicit vi permette di indirizzare gli utenti verso ulteriori
contenuti, sempre relativi a ci che state pubblicizzando.
Come fare? Basta spremersi le meningi e creare degli Hashtag unici che
diventino unesclusiva del vostro Brand.
Utilizzare degli Hashtag creati ad hoc per il vostro marchio vi garantir
che lutente, cliccandoci, venga indirizzato solo su pagine che abbiano
contenuti rilevanti per il vostro business.

14. Usate le Call to Action per raggiungere i vostri


obiettivi
Cos come fa Facebook, anche Instagram vi consente di inserire in bella
vista un bottone per la Call to Action nelle vostre pubblicit, in modo
da indirizzare esattamente il comportamento dellutente verso
lobiettivo che volete raggiungere con la campagna.
Al momento sono 4 le Call to Action che Instagram vi mette a
disposizione:
Compra Ora
Installa Ora
Iscriviti
Scopri di pi
I pulsanti per la Call to Action vi consentono di dirigere il pubblico
nella direzione da voi prescelta, che sia una pagina dove pu scoprire

qualcosa in pi su di voi e il vostro business o (nel migliore dei casi),


direttamente in cassa.

15. Rafforzate le Call to Action con i Post organici


Di certo lo sapete gi: un ottimo modo per allungare la vita dei vostri
annunci pubblicitari quella di creare dei post, a seguire, che
contengano la stessa Call to Action.
Ovviamente non aspettatevi che i numeri di Engagement e Reach (la
portata di persone raggiunte) di un Post siano gli stessi di quelli di una
pubblicit.
Questa strategia, per, vi d la possibilit di rinfrescare la memoria
degli utenti dandogli modo di rispondere alla vostra Call to Action
anche quando lannuncio pubblicitario scomparso dal loro newsfeed.

16. Corteggiate i vostri potenziali clienti con


contenuti esclusivi e personalizzati
Uno dei vantaggi offerti dalladvertising su Instagram la possibilit di
connettersi con utenti che hanno interagito in qualche modo con la
vostra azienda senza per diventarne (ancora) clienti.
Utilizzate la Custom Audience per andare a colpire il vostro bacino di
simpatizzanti e fatevi conoscere meglio attraverso delle pubblicit
che promuovano la vostra cultura aziendale.
Potete, per esempio, condividere con loro alcune immagini dietro le
quinte dello staff o del processo produttivo, in modo da dare al target
lidea di possedere un VIP pass; oppure potete creare dei video ad hoc
dove i piani alti raccontano la filosofia aziendale e rafforzano
limmagine del brand, con toni personali e non da campagna
pubblicitaria.
Questo creer molto probabilmente un atteggiamento di fiducia e
intimit con quei potenziali clienti che, la prossima volta, leggeranno la
vostra email invece di cestinarla subito e, se avete colpito nel segno,
compreranno il vostro prodotto.

17. Usate la Custom Audience per rafforzare il


legame con i vostri clienti migliori
Utilizzando la funzione Custom Audience potete selezionare quasi
chirurgicamente il vostro parco utenti e rivolgervi a ciascun
sottogruppo con lofferta pi adeguata.
Per esempio (dando per scontato che facciate pubblicit anche su
Facebook e altre piattaforme Social), rivolgetevi direttamente a chi, tra
i vostri gi clienti, non vi segue su Instagram e create una pubblicit
apposita per questa Custom Audience, che li inviti a diventare vostri
follower.
Oppure, andate a colpire la Custom Audience dei clienti pi affezionati
proponendo loro sconti esclusivi, prove dei vostri nuovi prodotti,
vendite segrete in anteprima e cos via. Ovviamente, in cambio
dovranno iniziare a seguirvi e condividere anche su Instagram.

18. Andate a caccia di sosia da trasformare in


nuovi Followers con la Lookalike Audience
Come si pu aumentare la portata del proprio bacino di utenza
usandola Pubblicit Instagram e i profili dei vostri gi clienti? Usando
la funzione Look a Like Audience.
Con questa funzione potete creare un intero portafoglio di possibili
nuovi utenti il cui profilo ricalca esattamente quello di chi ha gi fatto
affari con voi. Presentarvi a questo pubblico di sosia raccontando la
vostra storia, potr far crescere il vostro pubblico con relativa rapidit
e facilit.

19. Non siate avari usate ogni mezzo


Ricordatevi di non dare mai nulla per scontato nel mondo della
pubblicit sui Social Media e, debuttando su Instagram, non abbiate
paura di sperimentare e mescolate strategie differenti in termini di
contenuto e veste grafica.

Fate vedere i vostri prodotti in una luce nuova, create dei video tutorial
che insegnino ad usarli, mostrate il dietro le quinte della creazione,
usate gli UGC (User Generated Content) e create (non abbiamo dubbi
che ci riuscirete) delle pubblicit assolutamente personali, che non
disturbino lesperienza dellutente ma, anzi, arricchiscano in qualche
modo il suo feed.
Non tutto funzioner, ve lo dico subito, e il rapporto costo/beneficio di
qualche esperimento finir in negativo, ma il prezzo da pagare
per la conoscenza.
Il tempo e gli errori, infatti, sono gli unici indicatori che vi
permetteranno di selezionare qual il linguaggio o la formula pi
adatta per raggiungere ciascuno degli obiettivi che, di volta in volta, vi
ponete con le vostre campagne pubblicitarie su Instagram.

20. Create il vostro account Instagram e mettetevi


dalla parte dellutente
Sembra banale ma non tutti ci pensano, per capire davvero cosa appare
sullo schermo dellutente ogni volta che comunicate, lunico modo
quello di mettervi dalla sua parte. Create un profilo Instagram, seguite
quello della vostra azienda e vedete che effetto vi fa.
A livello tecnico, affiancare allanalisi dei numeri a posteriori
unesperienza diretta in tempo reale vi far capire meglio come
funziona la vostra pubblicit, se stimola linterazione da parte degli
utenti o no, e che tipo di interazione scatena, in quale fascia di pubblico
e cosi via. Informazioni preziose per creare la campagna perfetta.
Ok, ora siete pronti a partire!

CONCLUSIONE
Unidea generale di come funziona la Pubblicit Instagram e quali sono
i suoi numeri ce lavete, conoscete anche le 20 Best Practice per
ottimizzare la vostra campagna, ora non vi resta che iniziare.
Se volete altri consigli per migliorare le vostre campagne su Instagram
continuate a seguire il mio blog su www.victormotricala.it
P.s Se la guida stata utile condividetela con i vostri amici o
colleghi e continuate a seguire il mio blog e mettete +1 o
condividete i miei post sui vostri social preferiti Nei prossimi
articoli capirete perch cosi importante