Sei sulla pagina 1di 6

Comunit di Piumazzo

Parrocchia di S. Giacomo
www.parrocchiapiumazzo.com
Anno XLVI N337

Marzo/Aprile 2016

Credo nel Dio


della
Vita eterna

Grazie Signore della tua Pasqua. Non solo un


simbolo, ma un fatto reale, storico, pur avvolto di
mistero per la sua straordinariet: Ges risorto da
morte. Siamo troppo abituati a vedere tutto morire;
troppo realisti per non credere che alla morte occorra
semplicemente piegarsi. Troppo saggi per non
oltrepassare la misura della pura rassegnazione,
dicendo al massimo: la vita va avanti. Ges il Dio della vita eterna. Non come idea, simbolo, ma come fatto.
Il Padre lo ha risuscitato davvero da morte. Un fatto accaduto, un giorno preciso, in un luogo preciso, ad una
persona precisa. La prospettiva di questo passaggio presente in tutta la vita di Ges e chiave del suo
insegnamento. Ges venuto a portare Dio agli uomini. Questo incontro avviene pienamente proprio nella sua
Pasqua. Tutto il resto preparazione e conseguenza. Scrivo queste note, il giorno del funerale di Paolo Tomei. Il
nostro amico credeva alla vita, fino allultimo vi ha creduto. Credeva anche in Dio, pregando spesso di guarirlo.
Abbiamo anche pregato insieme, vedendo invece le cose andare diversamente da come chiedevamo. Abbiamo
pregato con insistenza, con fiducia, come il vangelo raccomanda. Niente. La morte inesorabilmente ha vinto,
lasciando la domanda: che ne della nostra preghiera? E necessario che il Figlio delluomo soffra molto, venga
ucciso e dopo tre giorni risuscitare. Ges non ci inganna, non vuole giocare con le speranze, peggio che peggio,
illudere. Lamore del Padre reale, concreto, tenero, compassionevole. Spesso si china per soccorrere con la
guarigione, ma facendo capire che la guarigione un segno. La guarigione temporanea bella, ma limitata, se
poi, dopo anche una vita serena, tutti comunque si muore. La via di Dio somiglia piuttosto ad una battaglia
estrema, con sangue e ferite, ma con esito una immensa gloria. Chiediamo una fede semplice e concreta.
Possiamo partire da qualunque punto, dalla morte di Paolo, dallamicizia che ci legava a lui. La meta cui arrivare
la vita eterna. I suoi riferimenti apparentemente sono contrapposti: il crocifisso e la comunit unita. Nella morte di
Paolo facile vedere entrambi: la sua sofferenza, carica di speranza, la sua relazionalit, carica di forza. Fino agli
ultimi giorni uscito bisognoso degli altri, perfino gioioso; la sua sofferenza accentuava laffetto e la comunione.
Affidiamoci a Ges, nel Giubileo della Misericordia. La Pasqua pu essere un rifugio, abbiamo bisogno anche di
rifugi, ma soprattutto un evento, un compito e una responsabilit. Ges davvero morto e risorto per noi.

BUONA PASQUA

Don Remo

SETTIMANA SANTA E PASQUA 2016


MERCOLEDI 16 MARZO Via Crucis per le vie del paese ore 20.30
DOMENICA 20 MARZO DOMENICA DELLE PALME
ORE 10.00: Benedizione degli ulivi alla montagnola dellAsilo,
processione per via Battisti, via Oberdan e via dei Mille.
S. Messa con lettura della Passione di Ges.
LUNEDI 21, MARTEDI 22 E MERCOLEDI 23 MARZO
Ore 20.00 Santa Messa in cripta con la possibilit dopo la S. Messa di ricevere il sacramento della confessione.
MARTEDI 22 MARZO Confessioni a Castelfranco Emilia ore 20.30
GIOVEDI SANTO
Ore 20.30 Santa Messa In Coena Domini Lavanda dei piedi e
Adorazione Eucaristica guidata dai giovani.
VENERDI SANTO
(digiuno e astinenza)
ORE 15,00 Via Crucis
ORE 20,30 celebrazione della Passione del Signore
animata dal coro di San Giacomo, adorazione della
Croce e Santa Comunione.
SABATO SANTO
Confessioni in teatro: ore 9,00 12,00 e ore 15,00 18,00
Ore 14,30 benedizione delle uova
Ore 21,00 Solenne Veglia Pasquale, con la benedizione del fuoco, della luce. Lexultet,
lettura della Parola di Dio e il rinnovo delle promesse battesimali.
Santa Messa della resurrezione.
DOMENICA 27 MARZO PASQUA DI RISURREZIONE
Ore 9,30 Santa Messa
Ore 11,00 Santa Messa con il Coro San Giacomo.
28 MARZO LUNEDI DI PASQUA O DELLANGELO
ORE 10,00 S. Messa
ADORAZIONE EUCARISTICA DELLE QUARANTE ORE:
Venerd 1 e sabato 2 aprile: Esposizione Eucaristica
7,15 --11.00 e 15.00-18.30 (S. Messa)
Domenica 3 aprile: Ore 10.00 S. Messa e conclusione delle Quarantore con la processione
e benedizione Eucaristica.
1 MAGGIO ORE 4 .00 Pellegrinaggio a piedi Piumazzo - San Luca. Iscrizioni tel: 059931208
PRIME COMUNIONI 15 E 22 MAGGIO SANTE MESSE ORE 9,00 E 11,00

Grazie a Fiorino Intervista

Caro Fiorino, siamo venuti qua innanzi tutto per ringraziarla per il servizio che ha svolto nella nostra
Parrocchia e portarle i saluti da parte di tutti parrocchiani che in questi mesi ci hanno chiesto di lei.
Sappiamo che, un po per la salute e un po per i raggiunti limiti di et, ha deciso di lasciare lo spazio
ai pi giovani, ma pu raccontare come e quando tutto ha avuto inizio?
Ho iniziato a fare chierico da ragazzo e poi ho continuato a
servire la messa anche dopo da adulto quando i lavori della
campagna me lo permettevano. Quando don Marino fu
trasferito a Castelfranco, spesso andavo a Messa l anche
perch l avevo molti amici, tuttavia non ho mai perso i contatti
con la Parrocchia di Piumazzo. Agli inizi di anni novanta,
don Giulio mi propose di fare il corso per diventare accolito,
ma non accettai subito.
Perch?
In Parrocchia cera gi un bel gruppo di ragazzi chierici e in
quel periodo arriv laccolito Stefano Alfonsi che aiutava don
Giulio e infine temevo di non riuscire a garantire la mia
presenza sempre. Ho comunque sempre aiutato, quando
potevo, andando anche a benedire con don Giulio e a un certo punto la mia presenza in Parrocchia
diventata quasi fissa. Finalmente ho deciso di fare il corso per diventare accolito e dallanno 2000 ho
cercato di dare il mio contributo nella Parrocchia, collaborando con don Giulio e Jasmin e dopo con
don Remo e Stefano Tampieri. Colgo occasione per ringraziare loro e tutti i parrocchiani di Piumazzo che
mi hanno sempre dimostrato il loro affetto. Grazie.
Grazie a lei Fiorino che a tutti noi ha dato lesempio con la sua semplicit e gentilezza.
Jasmin

Cantiamo Alleluia!

Alleluia una parola largamente diffusa nella nostra liturgia. Per molti cristiani, essa la parola pi completa
per esprimere in pieno la lode e la gloria di Dio. E uno di quei pochi termini ebraici (insieme ad Amen =
vero, ci credo e Osanna = salvaci, difendici), giunti sino a noi senza traduzione per non impoverirne il
significato. Nella sua origine ebraica, composta dal verbo hall=lodare, hallel=lodate e dallabbreviazione
Yah (Yahwh, Dio, il Signore), quindi il significato di Alleluia Lodate Dio, per la sua potenza e la sua
bont, come dice il profeta Tobia: Esaltate il Signore, lodatelo davanti alle genti e ringraziatelo con tutta la
voce. Le porte di Gerusalemme risuoneranno di giubilo e tutti canteranno: Alleluia! (Tob, 13).
Nella Bibbia il libro dei Salmi che contiene maggiormente linvito a lodare il Signore col canto dellAlleluia,
soprattutto in quei salmi chiamati appunto alleluiatici (Sal 104-106, 145-150), mentre il Salmo 135-136
conosciuto come il Grande Hallel. Si usava cantare questi salmi durante le feste ebraiche di Pasqua,
Pentecoste e delle Capanne, e sono gli stessi recitati da Ges alla cena del Gioved santo
(Dopo aver cantato linno, uscirono verso il Monte degli Ulivi, Mt 26,30).
Nelle prime comunit cristiane, lAlleluia era intonato solo il giorno di Pasqua;
in seguito fu esteso al Tempo pasquale, e poi inserito nella liturgia di tutte
le domeniche (esclusa la Quaresima), come lode e ringraziamento
per lascolto del Vangelo: lAlleluia infatti il canto pasquale per eccellenza,
e proprio di domenica ricordiamo la Pasqua del Signore, la sua risurrezione.
Cantando lAlleluia, ci rallegriamo per la sua vittoria sul peccato e sulla morte.
Quale gioia sentiamo nel cuore alla liturgia del Sabato santo, quando viene acceso il cero pasquale e tutto il
popolo cristiano acclama: Alleluia! Cristo risorto! Anche Maria ha espresso lesultanza al Signore in
questa bellissima preghiera: Regina coeli, laetare, alleluia. Quia quem meruisti portare, resurrexit, sicut dixit,
alleluia. Regina del cielo, rallegrati perch Ges, che hai portato in grembo,
risorto cos come aveva predetto. Alleluia. Lodate il Signore.
Lauro Casali, gruppo liturgico.

Che splendido traguardo !!!

Il 6 aprile 2016, il nostro caro emerito parroco Don Giulio, festegger il settantesimo anniversario
dellordinazione sacerdotale. Che splendido traguardo!!!! A lui vanno le nostre congratulazioni e felicitazioni
e speriamo in una sua prossima visita. Noi piumazzesi siamo cresciuti sotto la sua guida e la sua dottrina,
ancora conserviamo i suoi insegnamenti e cerchiamo di tramandarli, i giovanissimi lo conoscono attraverso i
nostri aneddoti e i nostri ricordi. La parrocchia di Piumazzo gli grata per aver impreziosito e abbellito la
chiesa, per aver organizzato tante gite artistiche e culturali; per aver ideato numerosi eventi e feste tra cui
quella del Ringraziamento e quella di San Giacomo; per aver conservato e consolidato, secondo la secolare
tradizione, lOttavario della Madonna della Provvidenza. Ricordiamo ancora le sue omelie, che seppur
lunghe, erano sempre edificanti come una catechesi. Si usciva dalla Messa domenicale
con un insegnamento, un qualcosa in pi da comprendere e conservare nel cuore.
Lo ringraziamo anche per i libri che ci ha lasciato, per i suoi studi e la sua profonda
cultura che condivideva generosamente. Grande era ed tuttora il suo amore per la
teologia, larte, le scienze umanistiche, per lagricoltura e gli animali. E doveroso
inoltre ricordare la sua grande ospitalit dimostrata in numerose occasioni, soprattutto
aprendo le porte della canonica ad anziani del paese o stranieri bisognosi. Si sempre
contraddistinto in mezzo a noi per la sua dosata severit educativa e per la sua nobilt
danimo. Auguriamo a Don Giulio salute e serenit ; possa il Signore conservarlo a
lungo in mezzo a noi, perch ancora ci illumini e ci sostenga nei suoi rari, ma sempre
attesi, momenti di ritorno in Parrocchia
Con ammirazione e affetto
Alessandra

Incontro In Equipe per catechisti

Questanno abbiamo avuto la fortuna di arricchire il nostro essere catechisti con veri incontri formativi.
Un gruppo di noi (don Remo, Alice, sr Pavana, Eleonora e Anna) ha dedicato tempo e forze per preparare
questi momenti. Al primo incontro abbiamo sottolineato che: Ogni catechista invitato a riscoprire la
presenza di Ges nella propria vita e diventare ECO di tale presenza. Insieme abbiamo scoperto diversi
modi per valorizzare Ges nella nostra vita, per esempio - conoscendo la bibbia, vivendo la preghiera,
celebrando i servizi nella catechesi nella liturgia, nella carit, nellincontro con le famiglie e contemplando il
volto di Ges.
Sabato 27 febbraio abbiamo fatto un incontro con i vari gruppi di lavoro della nostra parrocchia:
evangelizzazione, liturgia e Carit. Lincontro stato introdotto da un video fare del bene che ci ha
mostrato che cosa si ottiene facendo del bene tutti giorni ...Niente! Non diventi ricco, non sarai famoso,
resterai anonimo; per verrai arricchito di cose che non si possono comprare: emozioni, felicit, amore.
Abbiamo parlato della MISERICORDIA verso gli altri: Colui che copre i difetti, Dio coprir i suoi difetti in
questa e nella prossima vita. Lincontro continuato con un
lavoro di gruppo nel quale ognuno singolarmente e poi a
gruppetti doveva individuare 7 modi concreti per
amare. Al termine tutti i gruppi avevano sottolineato
alcune parole: ascoltare, pregare e aiutare.
Stefano, rappresentante del gruppo giovani, ha presentato il
programma della via crucis di mercoled 16 marzo e con
Teresa, rappresentante del coro, abbiamo condiviso la
preziosit e responsabilit di guidare i bambini nelle
celebrazioni con canti gioiosi, attinenti al tempo liturgico e
anche meditativi. Infine in questa nostra comunit non
mancano persone generose (come Anna Maria e Carla che
erano presenti) che dedicano tempo e forze per fare carit ed essere vicine ai pi poveri.
Ringraziamo don Remo per averci aiutato a riflettere sul modo di vivere questa Quaresima, per fare una seria
conversione e arrivare con gioia alla Pasqua e diventare veramente Eco di Dio soprattutto con i nostri
bambini di catechismo.
Suor Theresa

Rosari del mese di Maggio 2016


Ogni venerd il Rosario alla Grotta di Lourdes delle Suore ore 20,30
Ogni luned presso i pilastrini, oppure nei cortili:
Luned 2 Maggio Piastrino di Via Pipa Ore 20,00
Luned 9 Maggio Cortile Famiglia Giorgi, via Battisti, Ore 20,30
Luned 16 Maggio Parco via Piumazzo, Ore 20,30
Luned 23 Maggio Piastrino via Castelginepro Ore 20,30

Settimana della Misericordia


1-9 APRILE 2016

1 Aprile 2016 Venerd: QUARANTORE DI ADORAZIONE EUCARISTICA (I Giorno)


Ore 7,15 Esposizione Santissimo e Preghiera
allo Spirito (silenzio), a Ges (meditazione del vangelo), al Padre (Lodi Mattutine)
Esposizione fino alle ore 11,00. Nel pomeriggio Esposizione dalle 16,00
Ore 16,30 Adorazione dei bambini del catechismo. Ore 18,30 - Vespri e S. Messa
2 Aprile 2016 Sabato: QURANTORE DI ADORAZIONE EUCARISTICA (II giorno)
Ore 7,15 Esposizione Santissimo e Preghiera
allo Spirito (silenzio), a Ges (meditazione del vangelo), al Padre (Lodi Mattutine)
Esposizione fino alle ore 11,00
Esposizione ore 15,00 - Alle ore 17,00: Adorazione dei Giovani e dei Catechisti
Ore 19,00 Santa Messa Prefestiva in Teatro
3 Aprile 2016 DOMENICA DELLA MISERICORDIA
Ore 10,00 Santa Messa unica al mattino con la Processione Eucaristica per le vie del
paese: Mille, XXV Aprile, Oberdan, Mille.
4 Aprile 2016 Luned
Ore 7,15 Preghiera Mattutina allo Spirito, a Ges e al Padre (fino al Sabato)
Ore 18,30 Santa Messa Ore 20,30 STEP SU PELLEGRINAGGIO ROMA IN BICI
6 Aprile 2016 Mercoled
Ore 20,00 S. Messa per DON GIULIO, nel 70 anniversario della sua ordinazione e
per tutti i sacerdoti (Sar con noi a festeggiare, appena la chiesa sar pronta)
Ore 20, 45 Preparazione Bollettino Ottavario
7 Aprile 2016 Gioved
Ore 14 Visita MALATI allOspedale Ore 16,00 19,00 CONFESSIONI in Teatro
Ore 20,00 S. Messa e Rosario votivo alla MADONNA della PROVVIDENZA
8 Aprile 2016 Venerd
Ore 20,30 Incontro del Gruppo di PASTORALE FAMIGLIARE
9 Aprile 2016 Sabato
Ore 15,30 Incontro di tutti i CATECHISTI:
Verifica e Preparazione OTTAVARIO